Workshop: Sviluppo e Innovazione dell High Tech in Sicilia - Catania, 3 marzo 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Workshop: Sviluppo e Innovazione dell High Tech in Sicilia - Catania, 3 marzo 2011"

Transcript

1 Page 1 of 15 Regione Sicilia N 4 del 25 febbraio 2011 In primo piano News dall'europa Consultazioni Eventi Opportunità di Mercato Bandi_e_Gare Pubblicazioni Chi siamo Il Consorzio B.R.I.D.G. conomies è membro della nuova rete della Commissione Europea "Enterprise Europe Network" per il supporto alla competitività e all'innovazione delle imprese, sopratutto piccole e medie imprese. Il Consorzio offre un'ampia gamma di servizi per aiutare, assistere e consigliare le PMI. In Primo Piano Workshop: Sviluppo e Innovazione dell High Tech in Sicilia - Catania, 3 marzo 2011 Il Consorzio Catania Ricerche, partner del Consorzio B.R.I.D.G. conomies, organizza un workshop a conclusione del progetto FRIDA(Fostering Regional Development through Anchors and Networks) dal titolo Sviluppo e Innovazione dell High Tech in Sicilia. One Day Final Local Dissemination Workshop del progetto FRIDA. Il workshop si svolgerà il 3 marzo 2011, presso l auditorium Villa Citelli dell Università degli Studi di Catania, in via Tomaselli, 3 alle ore 9. Per visualizzare il programma: Per conoscere il programma FRIDA: Seminario sui metodi avanzati di gestione operativa di reti di impresa - Roma, 15 marzo 2011 Nel contesto delle iniziative rivolte a favorire la formazione di Reti d Impresa, in linea con la legge 33 del 9 Aprile 2009, l ENEA, partner del Consorzio B.R.I.D.G. conomies, organizza un seminario rivolto ad illustrare i metodi di gestione operativa che puntano ad aumentare competitività e capacità di fare innovazione nelle costituende Reti d Impresa. I metodi sono quelli adottati da un servizio che l ENEA ha messo a punto, come risultato della sua attività di ricerca a supporto delle Reti d Impresa costituite da PMI. Il servizio è denominato CORA (Collaborazione nelle Reti d Impresa d Avanguardia) ed sarà fruibile

2 Page 2 of 15 tramite Internet. Il seminario avrà luogo martedì 15 Marzo, dalle ore 9,00 alle ore 17,30, presso la sede ENEA del Centro Ricerche della Casaccia, in Via Anguillarese 301 a Roma. Per il programma del seminario si rimanda al sito Si ricorda di inviare la scheda di iscrizione, disponibile sul sito, entro l 1 marzo Salone Internazionale del Mobile - Milano, aprile 2011 Mondimpresa/Bridg conomies collabora con Innovhub, Azienda speciale per l innovazione della Camera di Commercio di Milano e membro della rete Enterprise Europe Network, alla promozione di un Brokerage Event - durante il Salone Internazionale del Mobile - dedicato ai mobili e complementi d arredo, alle nuove tendenze della moda e al design. L evento darà l opportunità di visitare il salone e di partecipare ad incontri d affari di elevata qualità con designer, produttori oltre che con aziende commerciali e distributori, tutti rigorosamente selezionati sulla base di specifici profili di cooperazione commerciale e trasferimento tecnologico. Saranno presenti inoltre delegazioni europee provenienti da Francia, Turchia, Olanda e Polonia. La presenza delle delegazioni europee si articola in quattro giorni (12-15 aprile 2011) ciascuno dei quali vedrà la presenza di uno dei paesi coinvolti dall iniziativa. La partecipazione all evento pone le basi per sviluppare il proprio business all estero stabilendo nuovi e proficui contatti internazionali. Per manifestare il proprio interesse all evento o per altre info contattare Mondimpresa Consorzio B.R.I.D.G. conomies entro l 11 marzo, all indirizzo o Tuttofood - B2Match - Fieramilano (Milano Rho), 10 maggio 2011 Mondimpresa/Bridg conomies, partner della rete Enterprise Europe Network, collabora alla promozione dell evento B2match organizzato da Innovhub, azienda speciale della Camera di Commercio di Milano. L evento prevede, nella giornata del 10 maggio p.v., l organizzazione di una fitta agenda di incontri con selezionate controparti estere. B2match, gli incontri bilaterali si rivolgono alle imprese e centri di ricerca operanti nei seguenti settori della produzione alimentare, packaging, catene di distrubuzione o altri distributori e buyer. Inoltre tutti i partecipanti avranno la possibilità di partecipare ad una sessione di meetings virtuali con aziende operanti nel settore della tracciabilità alimentare. B2match si realizzerà nell ambito della mostra biennale dedicata all intera filiera dell industria agroalimentare TUTTOFOOD, il business dal gusto internazionale(www.tuttofood.it). La partecipazione all evento è gratuita, per manifestare il vostro interesse scrivere all indirizzo di posta elettronica: o Unlocking the Potential. Regional B2B Networking Event For SMEs - La Valletta Malta, maggio 2011 Il Consorzio B.R.I.D.G. conomies, membro di Enterprise Europe Network supporta la partecipazione delle piccole e medie imprese all evento di matchmaking Unlocking the Potential. Grazie all organizzazione di incontri one-to-one, l evento intende mettere in contatto le aziende che operano nel settori: ICT, industria della trasformazione dei prodotti alimentari e delle bevande, energie rinnovabili & ambiente, istruzione e formazione, industrie creative e settore audiovisivo. Saranno inoltre organizzati workshop sui settori focus dell evento. Il Consorzio B.R.I.D.G. conomies mette a disposizione delle imprese partecipanti uno stand collettivo per tutte le attività di promozione e di networking.

3 Page 3 of 15 Nel corso dei due giorni sarà disponibile l FP7 Café, vetrina espositiva di progetti di consorzio Maltesi e non e punto di riferimento per aziende/istituti di ricerca impegnati nella presentazione di proposte nell ambito del 7 Programma Quadro. Grazie al punto FP7 Café le aziende potranno avere contatti con altri potenziali partner di progetto e fare Networking. Inoltre nella giornata del 19 maggio i partecipanti avranno la possibilità di partecipare a visite aziendali individuali. Si attendono partecipanti da Malta, Regno Unito, Germania, Italia, Ungheria, Polonia, Croazia, Portogallo, Siria, territori palestinesi, Giordania e Tunisia. Saranno presenti anche aziende provenienti dai paesi euro mediterranei. Per ulteriori informazioni e per manifestare il proprio interesse a questa manifestazione contattare o MarketAccess DataBase: una guida per l export nel mercato mondiale Enterprise Europe Network, la rete europea di supporto alle piccole e medie imprese, mette a disposizione MarketAccess DataBase, un portale indispensabile per quanti hanno interesse ad accrescere il proprio business al di fuori dell Unione Europea. E un servizio on-line gratuito che fornisce informazioni essenziali agli esportatori dell'unione europea relative a tariffe applicate, formalità per l'importazione, statistiche e barriere commerciali, oltre a garantire la possibilità di segnalare alla Commissione europea eventuali ostacoli agli scambi. Il sito ufficiale è il seguente: Il Portale unico delle PMI europee Le imprese interessate ad operare in maniera attiva nel mercato unico europeo possono consultare Your Europe Portal, il portale unico europeo per le PMI, progettato per fornire assistenza riguardo l intero arco di attività di un impresa desiderosa di agire in ambito europeo. Fornisce tutte le informazioni fornite dall'ue su e per le PMI, dai consigli pratici ai temi delle politiche, con punti di contatto locali e collegamenti a reti. Tra i dati più importanti, è possibile avere una visione completa sui finanziamenti europei, gli appalti pubblici, i programmi a sostegno delle imprese nel processo di internazionalizzazione, la ricerca di partner commerciali e le principali normative europee. Costituisce una vera e propria guida nelle seguenti tematiche: Start-up; Amministrazione (clienti, tasse, personale); Espansione (partner, filiali, fusioni, internazionalizzazione); Mercato Europeo (Merci, servizi, concorrenza, contratti pubblici); Ricerca e innovazione (Nuove idee, proprietà intellettuale); Business sostenibile (normative ambientali, welfare, sostenibilità); Finanza; Exit strategy (vendita, liquidazione,bancarotta). Se siete interessati, visitate il seguente link: News dall'europa Lo Small Business Act per rafforzare le piccole imprese e favorire la crescita Le piccole e medie imprese(pmi), occupando il 67% della forza lavoro del settore privato, offrono un contributo decisivo al perseguimento degli obiettivi della strategia Europa Lo Small Business Act (SBA) punta a definire le linee d azione dell Unione Europea a loro favore, affinché possano svilupparsi e creare occupazione. Dal 2008 sono state messe in atto una serie di iniziative per facilitarne il finanziamento e favorirne l accesso a nuovi mercati. Tra i risultati più significativi, ricordiamo la direttiva del 2010 sui ritardi dei pagamenti, la riduzione dei tempi e dei costi per la costituzione di una società, la semplificazione degli appalti pubblici(con procedure on-line e la possibilità di offerte congiunte) ed un nuovo centro per le Pmi europee in Cina. Tutti gli Stati membri hanno riconosciuto l'importanza di dare rapidamente attuazione allo SBA, ma le forme di intervento adottate e i risultati ottenuti variano notevolmente. E dunque necessario intensificare gli sforzi per promuovere l'imprenditorialità e le Pmi nel difficile clima economico di oggi. Per tener conto degli sviluppi recenti della situazione economica, la Commissione intende allineare lo SBA alle priorità della strategia "Europa 2020" e migliorare ulteriormente le condizioni in cui operano le Pmi. Il riesame

4 Page 4 of 15 propone altri interventi in alcuni settori prioritari: Accesso più facile al credito per investire e crescere: Piano d'azione per migliorare l'accesso delle PMI al credito, compreso l'accesso ai mercati dei capitali di rischio, nonché misure dirette a informare gli investitori delle opportunità offerte dalle PMI; Possibilità per tutte le banche, di qualsiasi dimensione, di accedere facilmente ai prestiti BEI e agli strumenti dell'ue. Regolamentazione intelligente per consentire alle PMI di concentrarsi sulle loro attività principali: Piano d'azione per migliorare l'accesso delle PMI al credito, compreso l'accesso ai mercati dei capitali di rischio, nonché misure dirette a informare gli investitori delle opportunità offerte dalle PMI; Miglioramento della normativa europea, mediante un test PMI per le proposte legislative della Commissione, con particolare attenzione per le differenze tra micro, piccole e medie imprese; Creazione di punti di contatto unico negli Stati membri per facilitare le procedure amministrative; Obiettivi quantificati per limitare la pratica degli Stati membri di introdurre norme aggiuntive nella legislazione di recepimento delle direttive europee. Sfruttare tutte le possibilità offerte dal mercato unico: Proposta di una base imponibile consolidata comune per le società; Misure per facilitare il recupero dei crediti transfrontalieri; Revisione del sistema di normazione europea per rendere le norme più favorevoli alle PMI e più facilmente accessibili; Assistenza alle PMI per l'applicazione delle regole dell'etichettatura d'origine. Aiutare le PMI a far fronte alle sfide della globalizzazione e del cambiamento climatico: Piano d'azione per migliorare l'accesso delle PMI al credito, compreso l'accesso ai mercati dei capitali di rischio, nonché misure dirette a informare gli investitori delle opportunità offerte dalle PMI; Proposte miranti a sostenere le PMI sui mercati esterni all'ue; Nuova strategia per cluster e reti competitivi a livello mondiale; Azione specifica sul trasferimento regionale di conoscenze tra esperti in materia ambientale ed energetica nel quadro della rete Impresa Europa. Governance rafforzata per l'attuazione dello SBA con le organizzazioni imprenditoriali in prima linea. Per l'elenco completo ed altre informazioni utili è possibile consultare il seguente indirizzo: Brevetto UE: via libera alla cooperazione rafforzata Il Parlamento europeo si è espresso favorevolmente alla creazione di un sistema unitario europeo di brevetti attraverso la cosiddetta procedura di 'cooperazione rafforzata ' senza il pieno sostegno di tutti gli Stati membri. La richiesta è stata originariamente presentata a dicembre 2010 da 12 Stati membri dopo aver costatato l'impossibilità di trovare un accordo, fra tutti i paesi UE in Consiglio, sul brevetto comunitario e su quali lingue dovrebbero essere giuridicamente vincolanti. Intanto tutti gli Stati membri hanno dichiarato che firmeranno la procedura, tranne l'italia e la Spagna, che potranno comunque entrare a farne parte in qualsiasi momento. In base al trattato di Lisbona, la cooperazione rafforzata consente a un numero ristretto di Stati membri di adottare nuove norme comuni anche quando non è possibile raggiungere un accordo unanime. La procedura può essere utilizzata solo dopo l autorizzazione del Consiglio, sulla base di una proposta della Commissione, e dopo il parere del Parlamento. I governi dell'ue dovranno formalmente adottare la procedura di cooperazione rafforzata il prossimo 9-10 marzo, in occasione del Consiglio "Competitività". In seguito, la Commissione presenterà due proposte legislative: la prima relativa alla creazione del nuovo sistema comunitario dei brevetti (attraverso la procedura di co-decisione) e l'altra relativa al regime linguistico (attraverso la procedura di consultazione). Tuttavia, i deputati hanno invitato il Consiglio ad avvalersi della co-decisione per entrambe le proposte. Di seguito il link al comunicato stampa del Parlamento europeo: Finanziamenti per la ricerca delle PMI ad alta tecnologia Le piccole e medie imprese ad alta tecnologia e orientate alla ricerca avanzata sono invitate a concentrare la ricerca su nuove e alternative tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) attraverso il

5 Page 5 of 15 finanziamento derivante dall iniziativa Tecnologie future ed emergenti-open (FET-Open) - Settimo programma quadro Ricerca. L'obiettivo del FET è quello di promuovere la ricerca avanzata finalizzata a nuove tecnologie dell'informazione, all'esplorazione di nuove idee e al sostegno di aree che richiedono una ricerca di base a lungo termine. FET-Open va infatti oltre i risultati commerciali di breve termine e mira ad incoraggiare le PMI a creare nuove collaborazioni di ricerca al fine di diversificare e rafforzare la propria base patrimoniale scientifica e tecnologica. L invito a presentare proposte utilizza un semplice processo, privo di scadenze (continuo e aperto), che inizia con una proposta di cinque pagine. Nel consorzio deve far parte almeno una PMI ad alta intensità di ricerca high-tech con una stabile e comprovata capacità di ricerca in-house, che svolgerà un ruolo guida nel coordinamento e nella regolazione dell agenda del processo di ricerca. Finora sono state presentate 13 brevi proposte, che hanno coinvolto 15 PMI, con una buona copertura geografica. La maggior parte delle proposte è coordinata da una delle PMI coinvolte. I consorzi sono di piccole dimensioni (la maggior parte ha solo tre soci, il minimo richiesto) e i due terzi delle PMI coinvolte sono nuove per FET Open. In media, il finanziamento richiesto, suggerito ma non imposto dalla call, è di circa Maggiori informazioni sulle attività relative alla ricerca FET per PMI ad alta intensità tecnologica sono disponibili al sito web FET-Open. Un tentativo ambizioso per allargare il Mercato Unico dei servizi Il mercato dei servizi, nonostante contribuisca a circa i 2/3 dell occupazione e del PIL europeo, attualmente rappresenta soltanto un quinto degli scambi totali all interno dell UE. Oggigiorno, solo l 8% delle piccole e medie imprese europee opera al di fuori del proprio stato membro; questa mancanza di dinamismo limita le scelte dei consumatori e riduce sensibilmente la crescita, l innovazione e la creazione di posti di lavoro. La Commissione Europea con l obiettivo di sbloccare entro il 2012 l alto potenziale del mercato europeo dei servizi ha adottato una serie di azioni mirate per affrontare i problemi restanti. Queste azioni seguono una reciproca valutazione della Direttiva Servizi ad un anno dalla scadenza del termine per l'attuazione. I risultati di questo esercizio di "reciproca valutazione" dimostrano che, nonostante i notevoli progressi compiuti, il mercato unico dei servizi non è ancora sfruttato appieno. In sintesi, la Commissione prescrive le seguenti azioni: Individuare i principali problemi e le conseguenze dell interazione tra regole differenti. Nel 2011 e nel 2012 la Commissione effettuerà una valutazione del Mercato Unico dei servizi dalla prospettiva degli utenti, tenendo conto dell intera regolamentazione europea in materia di servizi. Rimuovere gli ostacoli ai servizi transfrontalieri. La Commissione punta a monitorare la Direttiva dei Servizi nei casi in cui il fornitore non risiede nello Stato in cui viene offerto il servizio; verranno realizzati dei report annuali a partire dal termine del Assicurare un implementazione ed applicazione completa della Direttiva. La Commissione terrà dei colloqui bilaterali con diversi stati membri che non implementano la nuova regolamentazione e realizzerà degli studi approfonditi sugli effetti economici dell implementazione della direttiva ed il suo impatto nel mercato dei servizi. Per maggiori informazioni sulla direttiva servizi: Consultazioni Consultazione pubblica sui metodi alternativi di risoluzione delle controversie per i consumatori La Commissione Europea invita gli stakeholder interessati a partecipare alla consultazione pubblica sui metodi di risoluzione delle controversie alternativi al tribunale nelle transazioni commerciali. L obiettivo di accrescere la fiducia dei consumatori nel Mercato Unico garantendo risoluzioni non giudiziarie delle dispute tra cliente e venditore ed alleggerire il peso dei sistemi giudiziari dei singoli stati membri. Attualmente, ci sono almeno 750 mezzi per la risoluzione non giudiziaria delle controversie, ma non sempre i consumatori vi accedono. Non sono coperti tutti i settori di mercato e le aree geografiche e sia i venditori che clienti dimostrano

6 Page 6 of 15 scarsa conoscenza dell argomento. C è molta riluttanza a ricorrere nei confronti dei commercianti ed a far valere i propri diritti al di fuori del proprio Stato. E possibile inviare dei contributi alla consultazione pubblica fino al 15 marzo Consultazione sulle sostanze chimiche ad alto rischio L Agenzia Europea per le sostanze chimiche (ECHA), per rispondere ad una specifica richiesta della Commissione Europea, punta a realizzare un dossier accurato sulle sostanze chimiche altamente nocive (SVCH), definite nell art. 57 del Regolamento n. 1907/2006 (REACH). Si tratta di sostanze CMR (cancerogene, mutagene o tossiche nella riproduzione), PBT(Persistenti, bioaccumulative e tossiche) o comunque potenzialmente nocive per l ambiente e/o la salute umana. E aperta una consultazione fino al 7 aprile 2011, nella quale sarà possibile inviare dei commenti riguardo la pericolosità delle sostanze identificate, oltre ad informazioni relative al loro commercio, l utilizzo e la possibilità di disporre di alternative più sicure. Gli interessati possono consultare il seguente link in lingua inglese: Consultazione sulla modernizzazione del mercato europeo degli appalti pubblici La Commissione Europea ha avviato una pubblica consultazione riguardo il mercato degli appalti pubblici europei, rappresentante circa il 17% del Pil europeo. In un periodo di restrizioni di bilancio e di difficoltà economiche è necessario utilizzare strumenti flessibili che favoriscano procedure trasparenti e competitive di aggiudicazione degli appalti a vantaggio delle autorità pubbliche europee e dei loro fornitori. Si punta ad un dialogo aperto con le parti interessate che riguarderà la modernizzazione delle norme, dei metodi e degli strumenti relativi agli appalti pubblici per assicurare un uso efficiente del denaro pubblico per sostenere la crescita e l occupazione. La Commissione sta effettuando un ampia valutazione dell efficienza e dell efficacia sotto il profilo dei costi della vigente normativa europea ed ha redatto un Libro verde che individua una serie di settori chiave in cui introdurre possibili riforme. In particolare punta a semplificare le procedure vigenti senza compromettere le garanzie di trasparenza e non discriminazione, ridurre la burocrazia, la possibilità di promuovere altri obiettivi quali l innovazione e considerazioni ambientali e sociali, garantire la concorrenza, migliorare l accesso delle imprese nei mercati terzi. Il libro verde è disponibile al seguente indirizzo internet: E possibile inviare le proprie considerazioni al seguente indirizzo: Il termine per l invio delle risposte al Libro verde è fissato al 18 aprile Consultazione pubblica sul sistema dei finanziamenti a Ricerca e Innovazione La Commissione Europea ha avviato una consultazione pubblica sul sistema dei finanziamenti a Ricerca e Innovazione. Obiettivo, definire linee guida in grado di agevolare la partecipazione delle imprese ai programmi di Ricerca e Sviluppo, migliorandone al contempo la redditività. Le proposte,illustrate in un Libro verde, mirano ad agevolare la partecipazione, rafforzare l impatto scientifico ed economico e migliorare la redditività. Il documento pone inoltre le basi per una radicale semplificazione delle procedure. La consultazione avrà termine il 20 maggio Il Libro verde è pubblicato dalla Commissaria europea per la Ricerca, l Innovazione e la scienza Geoghegan-Quinn in collaborazione con gli altri sei Commissari responsabili della ricerca e dell'innovazione (Kallas, Kroes, Tajani, Vassiliou Potočnik e Oettinger). La Commissione presenterà entro la fine del 2011 una proposta legislativa concernente le spese di ricerca e innovazione nell'ambito del futuro bilancio UE dopo il Consultazione pubblica sulle azioni collettive risarcitorie La Commissione Europea consapevole dell importanza del rispetto dei diritti dei consumatori come mezzo per lo sviluppo del mercato unico europeo ha lanciato una pubblica consultazione sulle azioni collettive risarcitorie. Un azione collettiva può permettere una risoluzione più rapida e meno onerosa di una controversia. Al momento attuale esistono diverse procedure di azione collettiva, ma nessuna procedura nazionale è

7 Page 7 of 15 uguale alle altre. La Commissione si rivolge soprattutto alla società civile con l obiettivo di stabilire un quadro europeo per le azioni collettive, e rendere il sistema è più efficiente ed efficace. Si può inviare la propria opinione entro il 30 aprile Per ulteriori informazioni, visitare il seguente indirizzo: Eventi InfoDay sull ICT Policy Support Programme - Bruxelles, 28 Febbraio 2011 Il L ICT Policy Support Programme (ICT - PSP) è una parte fondamentale del Programma CIP, che punta a promuovere un maggiore aggiornamento e un miglior utilizzo delle ICT da parte dei cittadini europei. La 5ª call for proposal verrà pubblicata a breve e resterà aperta fino a giugno. La Commissione Europea ha organizzato l Infoday con l obiettivo di aggiornare gli stakeholder su tutte le informazioni ed i dettagli relativi al programma ed alle call for proposal. Sarà possibile seguirlo anche in streaming. Sarà possibile seguire l evento e ricevere tutte le informazioni desiderare consultando il seguente indirizzo (in inglese): In seguito, organizzerà dei workshop tematici incentrati sugli obiettivi specifici del programma stesso. La lista degli eventi successivi è consultabile al link sottostante: Il programma completo dell evento è al seguente link: Per registrarsi : Verso un economia efficiente : dalla politica all azione - Birmingham, Marzo 2011 Il 10 forum ETAP (Environmental Tecnologies Action Plan) sull Ecoinnovazione punta a riunire gli attori chiave del mondo del commercio, della finanza e delle università, insieme ai policy-maker e le associazioni ecologiste. Verranno presentati degli studi riguardanti la gestione dei materiali sostenibili, si punterà ad incoraggiare l innovazione mediante l incrocio tra diverse discipline e settori, identificando le tematiche principali da affrontare a livello nazionale ed europeo. Inoltre, il forum proporrà delle aree prioritarie per azioni future nell ambito della sicurezza dei materiali e l efficienza delle risorse, per svolgere un ruolo chiave nel Research Council e nei vari programmi europei. La partecipazione è libera, ma è necessario registrarsi. E possibile ricevere ulteriori informazioni e registrarsi al seguente indirizzo: LIFE + - Sessione Informativa 2011, Roma 25 marzo 2011 La Commissione europea pubblicherà il quinto invito a presentare proposte nell'ambito del programma LIFE+ nel mese di febbraio 2011, con un massimo di 265,360 milioni di euro disponibili in tutta l'ue per progetti di cofinanziamento riguardanti tre categorie: natura e biodiversità; politica ambientale e governance; Informazione e comunicazione. La Commissione europea, in collaborazione con Stella Consulting e MWH, organizzerà in Italia una sessione informativa sul programma LIFE +. L'obiettivo è quello di informare i potenziali candidati sul programma LIFE+ relativamente al bando, aiutare i potenziali candidati a decidere se presentare o no una proposta LIFE + e evidenziare alcune questioni chiave, al fine di evitare i problemi più comuni nel presentare una proposta. La registrazione per questa sessione si chiuderà il: 04/03/2011 Per ulteriori informazioni o per registrarsi a questa sessione informativa "LIFE + : nel vostro internet browser. Altre informazioni possono essere trovate sul sito web di LIFE

8 Page 8 of Programma Quadro : Space Conference Budapest, Maggio 2011 La Commissione Europea, con il sostegno della presidenza ungherese, organizza una conferenza internazionale che consentirà ai diversi consorzi di ricerca europei di presentare i risultati di un anno di lavoro nell ambito dei programmi di ricerca spaziale finanziati con fondi comunitari. L evento verterà sui diversi argomenti trattati nello Space Work Programme del 7 programma quadro, tra i quali: Ricerca spaziale per monitoraggio ambientale e climatico Ricerca spaziale per la crescita economica sostenibile Ricerca spaziale per i servizi della cittadinanza Studio ed esplorazione del sistema solare Sviluppo di nuova tecnologia spaziale Interazione Sole-terra L uomo nello spazio Direzione futura dei programmi di ricerca Cooperazione internazionale in ambito spaziale. Si partirà con una sessione plenaria, seguita da 2 sessioni parallele che tratteranno i seguenti argomenti: Monitorare il pianeta Terra/Acqua/Aria/Spazio per un mondo più sicuro Esplorazione spaziale/scienza/tecnologie/trasporti e propulsione. Sarà inclusa anche una tavola rotonda di alto livello sul futuro della ricerca spaziale europea. E possibile consultare il programma in inglese al seguente indirizzo: item_id=4845&lang=en&tpa=141&displaytype=calendar Per registrarsi, digitare: https://space2011.regware.be Opportunità di Mercato Richieste/Offerte di cooperazione commerciale e produttiva: ID Profile n : Una società ungherese specializzata in verniciatura, smaltatura, trattamenti anticorrosivi, è alla ricerca di intermediari del commercio ed offre i suoi servizi come subfornitore per partner stranieri nella UE. La compagnia sarebbe anche interessata ad accordi reciproci di produzione. ID profile n : Una società catalana con 30 anni di esperienza nella produzione di attrezzature per l'imballaggio e nel settore alimentare è alla ricerca di agenti e distributori in Russia, Slovenia, Francia e Cile. La società è disposta anche ad agire in Spagna come distributore per altre compagnie. ID Profile n : Una società ungherese con esperienza, specializzata in servizi di produzione che vanno dal taglio al confezionamento, attraverso un sistema professionale di controllo della qualità, di costumi da bagno e altri prodotti di biancheria intima, offre le sue capacità di produzione in qualità di subappaltatore. La società offre e ricerca attività di produzione reciproca. ID Profile n : Un produttore tedesco di riduttori industriali per impianti di energia eolica sta cercando dei partner di ingegneria che abbiano contatti con progettisti e aziende che necessitano di tali macchine, produttori e agenti di commercio. ID Profile n : Un azienda greca che dal 1950 produce e commercia calzature in pelle di qualità, con una grande attenzione alla comodità e protezione, è interessata ad accordi di reciproca produzione. ID Profile n : Una società tedesca specializzata nello sviluppo di luci a LED nel segmento illuminazione interna è alla ricerca di intermediari del commercio, che possano distribuire le sue luci a LED. Inoltre, sta puntando sulla cooperazione nel settore della produzione e fabbricazione. Per entrare in contatto con le aziende menzionate, potete inviare una a: o contattare il punto B.R.I.D.G. conomies più vicino. Richieste/Offerte di cooperazione tecnologica:

9 Page 9 of 15 Richieste (Ref.:10 RU 86FG 3GRO) Software per identificazione ed interpretazione vocale di dati. Un impresa russa operante nel settore Ricerca & Sviluppo ha sviluppato una tecnologia software per l identificazione e interpretazione vocale di dati che potenzia l interazione umana con sistemi di calcolo attraverso un adattamento automatico del software alla lingua dello speaker. L impresa cerca partner per collaborazioni tecniche o accordi commerciali con assistenza tecnica. (Ref.: 09 DE 76DW 3F5V) Richiesta di componenti da integrare all interno di una nuova tecnologia per trattamento di emulsioni di carburante/acqua. Una PMI tedesca, operante nel settore del trattamento di carburanti di scarto, emulsioni di carburante/acqua e reflui, ha sviluppato una nuova tecnologia per il loro trattamento attraverso uno speciale sistema ad ultrasuoni con un decanter opzionale. L impresa sta cercando componenti da integrare nella tecnologia e partner per progetti R&D nel settore del trattamento reflui. (Ref.:10 TR 98OA 3GJQ) Sistemi di stoccaggio di idrogeno per generare elettricità. Un impresa turca specializzata in sistemi stoccaggio di energia rinnovabile cerca tecnologie, prodotti e partner per sviluppare tecnologie dedicate all accumulo e utilizzo di idrogeno per generare elettricità. L impresa cerca aziende e/o centri di ricerca per sviluppare nuovi disegni e cooperare nella produzione. Offerte (Ref.: 10 ES 27F43HDC) Accumulatore innovativo di energia basato sull uso di energia gravitazionale. Un ingegnere spagnolo ha brevettato un sistema efficace di raccolta di energia che utilizza il campo gravitazionale terrestre per immagazzinare energia. Questo sistema può essere combinato con altre energie pulite (solare, eolica, idrica, etc.) che saranno convertite in energia gravitazionale. E interessato ad accordi di licenza e accordi di collaborazione tecnica. Offerte/ricerche di cooperazione Ricerchi un partner commerciale, produttivo, tecnologico? Contatta il punto B.R.I.D.G. conomies più vicino a te. Programmazione Attività 2011 Spagna Valenzia 16, 17 febbraio 2011 Egética Expoenergética : energia, tecnologie, servizi (settori acqua, terra, aria e rifiuti, acqua e gestione efficiente Israele Eilat febbraio 2011 Eilat Eilot Renewable Energy : evento di brokeraggio energie rinnovabili Germania Hannover 1 5 marzo 2011 Cebit 2011 : evento di brokeraggio ICT Regno Unito Londra 2 marzo 2011 Ecobuild match-making : evento di brokeraggio edilizia, design sostenibile, energie rinnovabili e costruzioni Polonia Stettino marzo 2011 BUD-GRYF & ENERGIA : evento di brokeraggio costruzioni & energia Turchia Konya 19 marzo marzo 2011 B2Konya-Agri 2011 : evento di brokeraggio - Tecnologie agricole, servizi per l'agricoltura, sistemi di irrigazione. Agrofood: prodotti lattiero caseari. Avicultura, floricoltura, orticoltura. Concimazione e prodotti per la semina Francia Digione 22, 23 marzo th Taste Nutrition Health : evento di brokeraggio industria agroalimentare, cosmesi/farmaceutica, biotecnologie Regno Unito - Birmingham 30 marzo 2011 Generating the Hydrogen Fuel Cell Society : evento di brokeraggio energie rinnovabili: celle combustibili e tecnologie ad idrogeno Belgio Namur 25 marzo 2011 Bois & Habitat Fair : evento di brokeraggio costruz Spagna Madrid 30 marzo 1 aprile 2011 AERODAYS 2011 : evento di brokeraggio aerospaziale Repubblica Ceca 4, 7 aprile 2011 Missione commerciale - Tecnologie ambientali per la gestione di acque e rifiuti civili e industriali; agroalimentare (escluso vini); arredamento e complementi di arredo di alta qualità Messico e Colombia aprile 2011 (tbc): Missione commerciale Multisettoriale con focus su ambiente, energie rinnovabili, trattamento rifiuti ed acque Italia - Campobasso 7, 8 aprile 2011 Mare Nostrum : workshop informativo ambiente Olanda Eindhoven 7 aprile 2011 Biomedica Matchmaking 2011 : evento di brokeraggio medicina, cosmesi/farmaceutico e biotecnologie Italia Milano 12, 15 aprile 2011 Salone Internazionale del Mobile : mobili e complementi d arredo, moda e design Repubblica Ceca - Brno 13, 14 aprile 2011 Match-making event within Building Fairs : evento di brokeraggio energia e costruzioni Polonia Stettino 14, 15 aprile 2011 Chemika 2011 : evento di brokeraggio industria chimica Grecia 28, 29 aprile 2011 Missione commerciale - multisettoriale Germania Rostock 5 maggio 2011 B2B Baltic Future 2011 : evento di brokeraggio marittimo, logistica marittima, energia eolica in mare e tecnologia marina

10 Page 10 of 15 Spagna Madrid 11, 12 maggio 2011 GENERA 2011 : evento di brokeraggio energia e ambiente Italia (Firenze Matera) maggio 2011 Incoming operatori dalla Cina - agroalimentare Malta - 18, 19 maggio 2011 Unlocking the Potential : evento B2B - ICT, industria alimentare, energie rinnovabili, istruzione e formazione, industria creativa Italia - Campobasso 26, 27 maggio 2011 Mare Nostrum : incontri d affari ambiente USA/Canada maggio giugno 2011 (tbc) Missione commerciale energie tradizionali e rinnovabili, biotecnologie Germania (Monaco) 9 giugno 2011 European Brokerage Event on Solar Technology Energia e costruzioni. Focus su energia solare, termica e fotovoltaica Israele giugno 2011 Missione commerciale Sistema casa, agroalimentare, tecnologie per ambiente & energia Spagna giugno 2011 (tbc) Missione commerciale agroalimentare Polonia 29 giugno 1 luglio 2011 Missione commerciale Multisettoriale con focus high-tech Canada (Montreal e Toronto) luglio 2011 (tbc) Missione commerciale - Agroalimentare, vitivinicolo, interior design, arredamento, hotellerie, auto motive Italia - luglio 2011 (tbc) Missione Incoming Serbia multisettoriale Russia fine ottobre 2011 (tbc) Incoming di operatori russi interior design e complemento d arredo Germania ottobre novembre (tbc) Missione commerciale Agroalimentare, arredamento, meccanica (macchine industriali), turismo Francia - Parigi 7 novembre 2011 BATIMAT - Sustainable construction : evento di brokeraggio - tecnologie e prodotti innovativi nel settore dell edilizia sostenibile Israele Tel Aviv novembre 2011 WATEC Fair : evento di brokeraggio tecnologie idriche Serbia - novembre 2011 (tbc) Missione outgoing multisettoriale Per maggiori informazioni contatta il punto B.R.I.D.G. conomies più vicino. Bandi e gare 7 Programma Quadro Sostegno alle pmi per lo sviluppo di contenuti digitali. Scadenza 28 aprile 2011 I contenuti digitali sono il fondamento di una società basata sulla conoscenza e, pertanto, questa risorsa deve essere facilmente accessibile ai cittadini e alle imprese europee e, per ogni fase del ciclo di vita, deve essere adeguatamente sostenuta e rafforzata in risposta al cambiamento tecnologico. Il Settimo Programma quadro di ricerca e sviluppo tecnologico (7PQ), grazie all'invito a presentare progetti intitolato "SME Initiative on Digital Content and Languages" - previsto dal programma di lavoro ICT - finanzia progetti finalizzati a dare alle PMI più innovative la possibilità di sfruttare le risorse digitali, e nello stesso tempo contribuire alloro sviluppo. Sono quattro gli obiettivi che l'invito si propone: 1. nella sezione Bootstrapping a data economy: sviluppare (o riutilizzare e ricombinare) strumenti automatizzati per il reperimento, la corrispondenza, lo screening, la convalida, la conversione, messa in comune e la modifica dei dati, nonché lo sviluppo di nuovi servizi per cittadini e PMI; 2. nella sezione Community building and best practices: produrre studi rigorosi sui reali o previsti impatti economici delle risorse, nonché sviluppare programmi educativi destinati alla formazione di professionisti analisi dei dati; 3. nella sezione Sharing language resources: aggiornare le risorse esistenti a standard tecnici o linguistici ampiamente accettati, collegati attraverso fonti o allineati tra le varie lingue, prima che possano essere utilizzati e condivisi. per rendere più efficace l'acquisizione di risorse linguistiche che sfruttano dati automatizzati; 4. nella sezione Building consensus and common services: le organizzazioni commerciali dovranno contribuire alla creazione di meccanismi, forum e servizi di supporto per coordinare gli sforzi, raggiungere il consenso e gestire gli impianti previsti commercio elettronico. Il budget disponibile: è pari a euro. L'invito a presentare progetti, le linee guida e il Programma di lavoro 7PQ ICT spiegano nel dettaglio i quattro obiettivi e contengono tutte le informazioni utili alla presentazione dei progetti. Le PMI interessate a presentare un progetto sono tenute a sottoscrivere un accordo consortile composto da almeno due PMI. Le proposte di progetto devono essere presentate in due fasi: entro il 28 aprile 2011 deve essere presentata una proposta breve, di massimo cinque pagine che illustra la logica del progetto,

11 Page 11 of 15 le principali innovazioni e impatto previsto del lavoro proposto. Le proposte brevi che avranno raggiunto o superato tutte le valutazioni dovranno essere ripresentate complete entro il 28 Settembre La presentazione delle proposte deve essere effettuata mediante il sistema elettronico EPSS della Commissione europea La durata del progetto non deve superare i 24 mesi e il finanziamento massimo comunitario richiesto non deve superare i di Euro. Tutta la documentazione utile per la presentazione di un progetto è disponibile nel sito ufficiale della Commissione europea. Per ulteriori informazioni, consultare il seguente link: CIP - INTELLIGENT ENERGY - EUROPE (IEE): Invito a presentare proposte Scadenza L obiettivo del Programma Energia Intelligente Europa è quello di contribuire a un energia sicura, sostenibile e a prezzi competitivi in Europa al fine di incoraggiare l efficienza energetica e l uso razionale delle risorse energetiche; promuovere le fonti d energia nuove e rinnovabili e incoraggiare la diversificazione energetica; promuovere l uso di fonti d energia nuove e rinnovabili nei trasporti. L invito a presentare proposte prevede il finanziamento di tre tipologie di azioni: 1. Azioni SAVE: efficienza energetica e uso razionale delle risorse, incluso: il miglioramento dell efficienza energetica e dell uso razionale dell energia in particolare nei settori dell industria e dell edilizia; Sostegno alla preparazione e all applicazione di misure legislative. 2. Azioni ALTENER: fonti di energia nuove e rinnovabili, incluso: Promozione di fonti di energia nuove e rinnovabili per la produzione centralizzata e decentralizzata di elettricità, riscaldamento, raffreddamento e biocarburanti con lo scopo di sostenere la diversificazione delle fonti di energia; Integrazione delle fonti di energia nuove e rinnovabili nell ambiente locale e nei sistemi energetici; Sostegno alla preparazione e all applicazione di misure legislative. 3. Azioni STEER: Energia nei trasporti per promuovere l efficienza energetica e l uso di fonti di energia nuove e rinnovabili nel sistema dei trasporti, incluso:sostegno alle iniziative collegate a tutti gli aspetti energetici dei trasporti e alla diversificazione dei carburanti;promozione dei carburanti rinnovabili e dell efficienza energetica dei trasporti;sostegno alla preparazione e all applicazione di misure legislative. Il budget a disposizione è di EUR La scadenza per la presentazione delle proposte è il 12 maggio 2011 Per maggiori informazioni: Understanding China: training programme - Scadenza per iscriversi alle selezioni: 1 maggio 2011 Sono partite le selezioni per il terzo programma Understanding China, rivolto alle associazioni commerciali Camere di Commercio, associazioni di settore, agenzie di promozione commerciale attive nel supporto ai processi di internazionalizzazione e desiderano approfondire la propria conoscenza del mercato asiatico, in particolare quello cinese. E un training programme organizzato da EuroChambers, associazione delle camere di commercio europee, in collaborazione con la Management School dell Università di Antwerp(Belgio). E caratterizzato da un mix di teoria e pratica sul business e la cultura cinese. Offre la possibilità di collaborare con professionisti di diversi paesi europei e di migliorare il business plan della propria organizzazione nell ambito. L obiettivo finale è la creazione di una rete europea di esperti sul mercato cinese, per consentire alle imprese europee di disporre di dati aggiornati e servizi migliori a supporto della propria attività di nternazionalizzazione. Le iscrizioni sono aperte fino al 1 maggio Per ulteriori informazioni: Pubblicazioni

12 Page 12 of 15 Your Europe Advice e Solvit : trarre pieno vantaggio dal mercato unico La Commissione europea ha pubblicato oggi il rapporto 2010 su "Your Europe Advice" e "SOLVIT", due servizi che aiutano cittadini e imprese a difendere i propri diritti nella UE. "Your Europe Advice" è un servizio di pronta risposta sui diritti europei, che durante il 2010 ha ricevuto ben domande da parte degli utenti (con un incremento del 15% rispetto al 2009). Nel quadro del servizio, 50 esperti provenienti da tutti gli Stati membri hanno fornito spiegazioni e consigli sul mercato unico e sui diritti da esso derivanti, con particolare riferimento alla sicurezza sociale (assicurazioni sanitarie, pensioni, sussidi di disoccupazione), i diritti di residenza e i diritti dei lavoratori. "Your Europe Advice" non rappresenta solo un utile servizio per la cittadinanza, ma anche un'importante fonte di informazioni per la Commissione: infatti, grazie ai dati forniti dai cittadini che ricorrono al servizio, essa può individuare le aree del mercato unico non ancora perfettamente funzionanti e proporre soluzioni politiche e legislative. Il report 2010 relativo a Your Europe Advice è consultabile al seguente link: Il servizio SOLVIT è nato invece per affrontare i problemi a livello transfrontaliero dovuti a una cattiva applicazione del diritto dell UE da parte delle amministrazioni pubbliche degli Stati membri dell UE. La sua gestione è di competenza degli Stati membri, ma è la Commissione Europea che le fornisce le infrastrutture e, se necessario, offre assistenza per accelerare la soluzione dei problemi. Nel corso del 2010 questo servizio ha aiutato 1363 cittadini. Il 90% dei casi analizzati è stato risolto con successo entro due mesi, un arco di tempo molto inferiore a quello che sarebbe stato necessario intentando procedimenti d'infrazione o azioni processuali. Fornendo aiuto ai cittadini o alle imprese, SOLVIT evidenzia anche i problemi strutturali e i possibili punti di attrito tra la legge europea e quelle nazionali. Ben conscia della sua utilità, la Commissione si ripropone dunque di rafforzare il servizio SOLVIT come valida alternativa alle azioni processuali e formulerà, nel corso del 2012, specifiche proposte a riguardo. Il report 2010 sull attività del SOLVIT è disponibile al seguente link: Monthly Note sulla ripresa economica nell industria europea I dati dell ultima indagine sulla ripresa economica europea, confermano la buona performance del settore manifatturiero e il permanente blocco dell industria delle costruzioni. In generale, nonostante rimane un clima di incertezza a livello globale, è migliorata la fiducia e l utilizzo della capacità produttiva ha raggiunto la media di lungo periodo. La produzione industriale migliora quasi al livello massimo dell inizio del 2008, soprattutto in alcuni settori inizialmente più colpiti dalla recessione(automobili, macchinari e metalli comuni), ma resta ferma nei beni di consumo e nei servizi commerciali e non sono molto positivi i dati sul settore turistico. La crescita degli scambi all interno dell UE non è ancora accompagnata da una ripresa della domanda interna e del consumo privato. Anche per questo motivo, il tasso di disoccupazione resta elevato. In generale c è maggiore fiducia sulla ripresa economica ed un miglioramento del mercato del lavoro, anche grazie alla crescita economica asiatica che potrebbe stimolare l export e la produzione europea. Dall altro lato, senza una crescita di credito agevolato per le imprese si rischia di bloccare sul nascere la ripresa. Ma i segnali a livello finanziario sembrano positivi. La nota è consultabile al seguente indirizzo: doc_id=6324 Report 2010: la creazione di un impresa più veloce ed economica L economia europea necessita di un numero maggiore di imprese, ma permangono delle barriere significative nella creazione e gestione di una piccola impresa. Il Consiglio Europeo ha fissato una serie di obiettivi ambiziosi a partire dal 2006, per consentire l avvio di nuove attività in tutti gli stati europei. L adozione dello Small Business Act nel 2008 ha riconosciuto il ruolo centrale delle PMI nell ambito dell economia europea ed ha puntato a migliorare l approccio politico globale allo spirito imprenditoriale; a tale scopo sono stati fissati 10 principi per guidare la formulazione e l attuazione delle politiche sia a livello UE che negli stati membri: 1. Dar vita a un contesto in cui imprenditori e imprese familiari possano prosperare e che sia gratificante per lo spirito imprenditoriale. 2. Far si che gli imprenditori onesti, che abbiano sperimentato l insolvenza, ottengano rapidamente una seconda possibilità. 3. Formulare regole conformi al principio Pensare anzitutto in piccolo. 4. Rendere le pubbliche amministrazioni permeabili alle esigenze delle PMI. 5. Facilitare la partecipazione delle PMI agli appalti pubblici e usare meglio le possibilità degli aiuti di Stato. 6. Agevolare l accesso delle PMI al credito e sviluppare un contesto giuridico ed economico che

13 Page 13 of 15 favorisca la puntualità dei pagamenti nelle transazioni commerciali. 7. Aiutare le PMI a beneficiare delle opportunità offerte dal mercato unico. 8. Promuovere l aggiornamento delle competenze nelle PMI e ogni forma di innovazione. 9. Permettere di trasformare le sfide ambientali in opportunità. 10. Incoraggiare e sostenere le PMI perché beneficino della crescita dei mercati. I dati del 2010 sembrano dimostrare dei miglioramenti importanti rispetto agli anni precedenti. La durata media per lo start-up di una piccola società privata è di 7 giorni (rispetto ai 12 del 2007), con un costo medio di 399 (contro i 485 del 2007). Per un analisi più dettagliata ed informazioni relative ai singoli stati membri, è possibile consultare la versione in inglese al seguente link: La Commissione pubblica il Libro Verde Dalle sfide alle opportunità: verso un framework strategico comune dei fondi europei per la ricerca e l innovazione L ultimo Libro Verde della Commissione Europea punta ad una gestione più efficiente dei fondi europei per la ricerca e l innovazione, in vista dell approvazione delle Prospettive Finanziarie nel mese di giugno e la successiva ridefinizione dei fondi per i programmi europei. La società europea si trova ad affrontare delle sfide molto importanti i mutamenti climatici, la riduzione delle emissioni di carbonio e l efficienza energetica, l aumento dell età media della popolazione che richiedono un azione rapida e coordinata. Per migliorare la performance della ricerca europea, è necessario: Collegare i fondi disponibili ad obiettivi politici ben definiti Favorire i progetti con un buon valore aggiunto europeo ed in grado di attrarre finanziamenti privati Eliminare gli ostacoli burocratici Accrescere la competitività e l impatto sociale dei risultati ottenuti. L obiettivo della Commissione è di creare un Framework strategico comune che riunisca i fondi per la ricerca tuttora disponibili in diversi programmi (7 Programma Quadro, CIP program e l European Institute of Innovation Technology) per realizzare degli obiettivi strategici condivisi e progetti di alto livello. In questo modo sarà possibile fissare delle precise regole standard per tutti i progetti europei che faciliteranno la realizzazione di progetti di carattere transnazionale e ridurranno i costi aggiuntivi dovuti alle sovrapposizioni con i programmi nazionali e regionali. Allo stesso tempo, sarà decisivo il ruolo della futura Politica di Coesione per rafforzare i programmi di ricerca ed innovazione a livello regionale. La Commissione punta ad una programmazione strategica più efficace, rivolta al raggiungimento degli obiettivi prioritari di Europa 2020, anche grazie ad una complementarietà con il nuovo framework strategico. Fino ad ora i fondi europei hanno contribuito alla creazione di un network europeo di ricercatori, ma ancora manca la necessaria flessibilità, creatività e cooperazione tra diverse aree disciplinari. Spetta alle imprese il compito di realizzare delle partnership pubblico-private, affinché si possa accrescere la competitività e realizzare beni e servizi innovativi. Il 7PQ ha contribuito ad accrescere la partecipazione delle imprese ed a creare delle partnership pubblico-private, l EIT ha rafforzato un approccio orientato al mercato contribuendo a reperire dei fondi privati, mentre il programma CIP ha rafforzato le attività di natura non tecnologica (il design, la creatività, lo sfruttamento e le nuove combinazioni di tecnologie esistenti). E necessario unire gli sforzi per migliorare quanto fatto sinora ed inserire dei nuovi strumenti per accrescere la dotazione finanziaria dei fondi per la ricerca ed avvicinare gli utilizzatori finali ai processi di innovazione. Presentato il working document di medio termine del gruppo di esperti di alto livello sulle tecnologie abilitanti fondamentali (KETs) La Commissione Europea ha da tempo intensificato le iniziative a favore di un economia fondata sulla conoscenza ed a basse emissioni di carbonio, in vista dell implementazione della strategia Europa Lo scorso luglio ha creato un gruppo di esperti per affrontare meglio le tematiche relative a 5 Key Enabling Technologies (KETs) biotecnologia, micro e nano-elettronica, nanotecnologia, fotonica, tecnologia avanzata considerate strategicamente rilevanti per accrescere il potenziale innovativo delle industrie e fornire beni e servizi innovativi. Il gruppo ha riunito personalità di spicco del mondo dell impresa e della ricerca, oltre a rappresentanti e della Banca Europea degli investimenti ed ha avviato una cooperazione on altri organismi che si occupano delle politiche europee relative all innovazione tecnologica. Si occupa della valutazione della competitività delle industrie europee e della qualità della ricerca e dello sviluppo delle Kets, in vista della proposizione di specifici obiettivi a livello politico a sostegno dell innovazione. Sono fissati i seguenti obiettivi: Una maggiore collaborazione tra governi, industrie e ricercatori per lo sviluppo e la commercializzazione delle Kets Progetti dimostrativi

14 Page 14 of 15 Valutare la disponibilità di strumenti finanziari appropriati (inclusi incentivi statali diretti o indiretti) Rivedere la normativa vigente nell ambito del mercato unico europeo Identificare i potenziali gap in termini di capacità, istruzione e/o formazione Sostenere la domanda (puntando sulle pmi e gli enti pubblici) Valutare le potenzialità per la cooperazione con i Paesi extra-europei. E da poco uscito un report di medio termine che illustra il lavoro realizzato nei prime 6 mesi di attività, rivolto soprattutto alla consultazione degli stakeholder socio-economici. E possibile consultare il documento in inglese al seguente link: Studio: indagine sugli Strumenti di Difesa Commerciale Questo studio, realizzato per conto della Commissione europea - direzione generale per il Commercio- è stato redatto sulla base delle risposte ottenute, nel corso di interviste o questionari, dalle varie parti interessate. I dati sono stati raccolti da fonti primarie - PMI e/o associazioni industriali nazionali o europee con PMI come membri- che hanno preso parte all indagine sugli strumenti di difesa commerciale (SDC). Lo studio tiene conto degli sviluppi della legislazione e giurisprudenza dell UE e dell OMC in materia, nonché le azioni dei servizi anti-dumping della Commissione europea, fino alla fine di giugno Per scaricare lo studio, andare a: Chi siamo Il Consorzio B.R.I.D.G. conomies è composto da 17 partner (Sistema camerale, Associazioni imprenditoriali, Agenzie di Sviluppo, Centri di Ricerca, Università, Laboratori, Parchi Tecnologici, Autorità locali) delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia e Sicilia Il Consorzio offre un'ampia gamma di servizi per aiutare, assistere e consigliare le PMI. A.T.S. BRIDGE Abruzzo (Unione Regionale delle Camere di Commercio I.A.A. dell'abruzzo e Camere di Commercio I.A.A. di: Chieti, L'Aquila, Pescara, Teramo) Camera di Commercio I.A.A. Napoli / Azienda Speciale Eurosportello Cittadella della Ricerca Confcommercio Campania (1) Confindustria Sicilia Consorzio ARCA Consorzio Catania Ricerche - CCR ENEA - Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile(2) Mondimpresa Provincia Regionale di Catania SPIN - Consorzio di Ricerca, Innovazione e Trasferimento Tecnologico Unione Regionale delle Camere di Commercio I.A.A. della Basilicata Unione Regionale delle Camere di Commercio I.A.A. della Calabria Unione Regionale delle Camere di Commercio I.A.A. della Campania Unione Regionale delle Camere di Commercio I.A.A. del Molise Unione Regionale delle Camere di Commercio I.A.A. della Puglia Università Federico II / COINOR - Centro di Ateneo per la Comunicazione e l'innovazione Organizzativa

15 Page 15 of 15 (1) in rappresentanza delle sette articolazioni regionali (2) opera in Abruzzo, Basilicata, Campania. Disclaimer Né la Commissione europea, né qualsiasi persona che agisce per conto della Commissione è responsabile per l uso che può essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione. Le opinioni ed i pareri in questa pubblicazione sono espressi dall autore e non riflettono necessariamente le politiche della Commissione europea.

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 07.04.1998 COM (98) 222 PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO I. LO SPIRITO IMPRENDITORIALE:

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto.

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto. Consiglio europeo Bruxelles, 20 marzo 2015 (OR. en) EUCO 11/15 CO EUR 1 CONCL 1 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Destinatario: Oggetto: Segretariato generale del Consiglio delegazioni Riunione del Consiglio

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto.

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto. Consiglio europeo Bruxelles, 26 giugno 2015 (OR. en) EUCO 22/15 CO EUR 8 CONCL 3 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Destinatario: Segretariato generale del Consiglio delegazioni Oggetto: Riunione del Consiglio

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 28.11.2006 COM(2006)759 definitivo 2004/0218 (COD) PARERE DELLA COMMISSIONE a norma dell'articolo 251, paragrafo 2, terzo comma, lettera c) del trattato CE,

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza COMMISSIONE DELLE COMUNITA EUROPEE Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza Presentazione Con questa comunicazione (Bruxelles 05.02.2003 COM(203) 58 def.) la Commissione si propone di dare

Dettagli

XIII. B4b OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA

XIII. B4b OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA Tagung der Alpenkonferenz Réunion de la Conférence alpine Sessione della Conferenza delle Alpi Zasedanje Alpske konference XIII TOP / POJ / ODG / TDR B4b IT OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA 1 ACXIII_B4b_1_it

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE C 183/12 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 14.6.2014 Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 21 maggio 2014, sul piano di

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

Le PMI al primo posto

Le PMI al primo posto IT Le PMI al primo posto L Europa fa bene alle PMI. Le PMI fanno bene all Europa Edizione 2008 Commissione europea Imprese e industria L impegno dell Europa nei confronti delle PMI Lo «Small Business Act»

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

Più intelligenti e più ecologici. Consumare e produrre in maniera sostenibile

Più intelligenti e più ecologici. Consumare e produrre in maniera sostenibile Più intelligenti e più ecologici Consumare e produrre in maniera sostenibile 1 Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi sull Unione europea.

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto COORDINAMENTO Regione VENETO LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto 1 1) CONTESTO ISTITUZIONALE, RIFORME E ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA La governabilità del sistema Paese, la sua

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI BANDO SVILUPPO DI RETI LUNGHE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE FILIERE TECNOLOGICHE CAMPANE - FAQ Frequent Asked Question : Azioni di sistema per l internazionalizzazione della filiera tecnologica

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 5.7.2005 COM(2005) 304 definitivo 2005/0129 (CNS) Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 25.06.2008 SEC(2008) 2193 DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE CODICE EUROPEO DI BUONE PRATICHE PER FACILITARE L ACCESSO DELLE PMI AGLI

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Terza sessione: IL CONTESTO NORMATIVO, L ORGANIZZAZIONE, GLI STRUMENTI LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE

Dettagli

Programma di cooperazione transnazionale MED 2014-2020

Programma di cooperazione transnazionale MED 2014-2020 Analisi sulla cooperazione italiana al Programma di Cooperazione Transnazionale MED 2007-2013 e raccomandazioni a supporto della delegazione nazionale Programma di cooperazione transnazionale MED 2014-2020

Dettagli

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento Esempi e strumenti di attuazione A. A Beccara I. Pilati Trento RISE S3 PAT ICT Micro nano-elett. Qualità della vita Agrifood Nanotech. Fotonica

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE) é un'organizzazione indipendente di regioni e la più importante rete di cooperazione interregionale nella Grande Europa. Rappresenta 12 organizzazioni interregionali

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico VISTO il Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 convertito con modificazioni dalla Legge 11 novembre 2014, n. 164 recante Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche,

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO L Autopresentazione dell organizzazione e il Modello di report sono stati sviluppati da PICUM con il sostegno di due

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Quest: Costruisci la tua idea di Thinkalize

Quest: Costruisci la tua idea di Thinkalize Quest: Costruisci la tua idea di Thinkalize SI PREGA DI LEGGERE ATTENTAMENTE I TERMINI DEL PRESENTE BANDO. PARTECIPANDO, LEI PRESTA IL CONSENSO A ESSERE VINCOLATO AI TERMINI E ALLE CONDIZIONI DESCRITTE

Dettagli

La Banca europea per gli investimenti in sintesi

La Banca europea per gli investimenti in sintesi La Banca europea per gli investimenti in sintesi Come banca dell Unione europea (UE), forniamo finanziamenti e consulenza per progetti d investimento validi e sostenibili situati in Europa e nei Paesi

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

Il miglior rapporto qualità/prezzo: il nuovo concetto europeo di offerta economicamente più vantaggiosa

Il miglior rapporto qualità/prezzo: il nuovo concetto europeo di offerta economicamente più vantaggiosa Il miglior rapporto qualità/prezzo: il nuovo concetto europeo di offerta economicamente più vantaggiosa di Paola Pittelli Sommario: 1. Premessa; 2. I considerando 89-99 della direttiva 2014/24/UE; 3. L

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Fonti: Eurostat - Regional statistic; Istat - Politiche di Sviluppo e

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC Gestione forestale sostenibile Tutto quello che bisogna sapere Sommario 1. Che cosa si intende per gestione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli