Guida ai corsi di formazione per Assistenti di Studio Odontoiatrico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida ai corsi di formazione per Assistenti di Studio Odontoiatrico"

Transcript

1 Guida ai corsi di formazione per Assistenti di Studio Odontoiatrico Azienda con Sistema Qualità certificato

2 Crediamo in un Odontoiatria moderna ed efficace, capace di generare prestazioni di Qualità con alto indice di soddisfazione per i pazienti. Crediamo in un Team dello Studio Odontoiatrico affiatato e motivato nel quale il ruolo dell Assistente e della Segretaria sono determinanti per il successo professionale. Accettiamo le grandi sfide del futuro, che vorremmo guardare con atteggiamento benevolo. Crediamo che una Formazione avanzata di queste preziose figure sia la premessa irrinunciabile per raggiungere questo obiettivo: con impegno e passione. Da oltre 10 anni ci proviamo, cercando di migliorare anno dopo anno. Il Presidente Andi Como - Lecco Dott. Paride Zappavigna con il Consiglio direttivo provinciale A.N.D.I. Associazione Nazionale Dentisti Italiani Sezione Como - Lecco Via Volta 65, Como Tel. / Fax

3 CORSI DI FORMAZIONE PER ASSISTENTI DI STUDIO ODONTOIATRICO A1 Corso Biennale di formazione per Assistenti di Studio Odontoiatrico A2 Corso Biennale di formazione per Apprendiste Assistenti Dentali A3 Corso Annuale di formazione avanzata per Segretaria di Studio Odontoiatrico A4 Corso Triennale per ASO riconosciute dalla Regione Lombardia

4 PRESENTAZIONE DEI CORSI Questi corsi hanno l obiettivo di formare e di qualificare il Personale di Studio Odontoiatrico, a più livelli, attraverso modalità di formazione interna, di affiancamento nel luogo di lavoro, ed esterna, tramite attività articolate in contenuti sia a carattere trasversale che professionalizzante. Lo scopo è quello di acquisire adeguata competenza per svolgere la propria prestazione lavorativa, specificamente adatta a soddisfare le moderne esigenze degli Studi Odontoiatrici. Il percorso formativo è attuato secondo MODULI che conferiscono all allievo un ammontare di CREDITI. Le materie che costituiscono tali moduli afferiscono a 5 aree più ampie: area relazionale; area tecnico-professionale; area scientifica; area socio-psicologica; area legislativa. Ogni materia è svolta in due moduli, uno di base ed uno avanzato. I moduli di base concorrono anche alla formazione di apprendistato. I crediti sono eventualmente accumulabili nell ambito dei tre anni di frequentazione continuativa dei corsi. Una parte dei corsi di formazione può essere seguita a distanza (FAD), ora in fase progettuale. Dopo aver scaricato il file video della lezione, l Allievo procederà a compilare il form di apprendimento e ad inviarlo on-line. L invio certificherà l apprendimento e sarà considerato equipollente alla presenza a lezione. L obiettivo formativo è quello di far comprendere agli allievi i processi lavorativi secondo i criteri razionali della giustificazione, semplificazione, priorità, ordine, ottimizzazione, puntualità, precisione, e a definire le competenze e le responsabilità del Team Odontoiatrico. Sarà data rilevanza all organizzazione del tempo ed allo sviluppo di quelle capacità risolutive dei problemi sul lavoro. Riguardo al rapporto con i pazienti ed alle competenze relazionali, il target sarà quello dell ascolto empatico, teso alla loro soddisfazione ed alla creazione di un clima di fiducia, cortesia e disponibilità. L assistente dovrà inoltre saper usare la lingua italiana in modo appropriato (chiaro, preciso e sintetico) con la giusta dizione. Allo scopo, sarà determinante la pratica del laboratorio con la guida del docente. L adeguatezza del profilo non potrà trascurare naturalmente quegli aspetti della psicologia dell individuo che lo caratterizzano per l ottimismo, l auto-stima, la capacità rassicurativa, l autonomia, la creatività, il senso critico e la predisposizione al rinnovamento ed alla crescita professionale. Grande importanza sarà data al rapporto costruttivo di squadra del TeamWork Odontoiatrico, fatto anche di condivisione e di solidarietà.

5 L apprendimento dei contenuti e delle competenze tecnico-professionali sarà guidato nella pratica attraverso l esperienza presso il datore di lavoro, in campo teorico sulla base di obiettivi formativi quali, ad esempio, la conoscenza e l utilizzo di tecniche e metodi di lavoro, di strumenti e tecnologie, l utilizzo di misure di sicurezza individuale e tutela ambientale, l applicazione di basi tecniche e scientifiche. Al termine del corso gli Assistenti Dentali avranno acquisito autonomia, esperienza e conoscenza tali da essere in grado di lavorare in Team con professionalità e competenza. A1 CORSO BIENNALE DI FORMAZIONE PER ASSISTENTI DENTALI (100 CREDITI) Integrato al Corso di Formazione del Rappresentante per la sicurezza (Legge 626/94) 100 ore di teoria per chi già lavora in uno Studio Odontoiatrico. Per consentire agli Assistenti, già iscritti a ciascuna delle due annualità e nominati rappresentanti per la sicurezza dei lavoratori, di completare la formazione obbligatoria prevista dalla legge 626/94 ed ottenere il relativo attestato, si effettuerà un ulteriore Corso integrativo facoltativo. A2 CORSO BIENNALE DI FORMAZIONE PER APPRENDISTE ASSISTENTI DENTALI (100 CREDITI) In fase di accreditamento regionale Coincide con il corso A1 e prevede 48 ore di formazione trasversale. Le 72 ore di pratica previste dalla legge sono da effettuare presso il luogo di lavoro in cui è stata effettuata l assunzione in apprendistato, previo CORSO DI TUTOR da parte del datore di lavoro o di altra figura responsabile della formazione.

6 A3 CORSO ANNUALE DI FORMAZIONE AVANZATA PER SEGRETARIA DI STUDIO ODONTOIATRICO (100 CREDITI) In fase di accreditamento regionale Composto di 75 ore di teoria e 25 ore di pratica in laboratorio di informatica. A4 CORSO TRIENNALE ASO (500 CREDITI) In fase di accreditamento regionale In attuazione dell art. 1 comma 2 legge 43/ ore, che l aspirante assistente svolgerà in tre anni, organizzate per moduli in successione propedeutica. L ammontare ore è suddiviso in 500 ore di teoria e 500 ore di pratica da effettuare in forma di stage presso Studi Odontoiatrici accreditati da Andi. Il titolo ASO è attualmente previsto per l inserimento lavorativo in strutture odontoiatriche dalla Regione Lombardia e strutture ospedaliere. PROFILO PROFESSIONALE L assistente alla poltrona di Studio Odontoiatrico opera all interno di strutture medico-odontoiatriche private e pubbliche. Questa figura professionale si occupa dell accoglienza del paziente, del suo accompagnamento alla poltrona e della gestione della relazione durante tutta la cura, fino al momento del congedo, offrendo supporto pratico-operativo e supporto psicologico e relazionale. Si occupa della strumentazione dello Studio, del suo riordino nonché della sua sterilizzazione, della preparazione per gli specifici interventi. Nell ambito delle proprie competenze l Assistente alla poltrona di Studio Odontoiatrico svolge i seguenti compiti: Riceve e accoglie i pazienti. Gestisce l agenda degli appuntamenti.

7 Controlla e aggiorna gli schedari. Ha rapporti con fornitori e collaboratori esterni. Svolge le quotidiane attività amministrative, anche con tecnologia informatica. Prepara l area di intervento clinico. Assiste l operatore durante l esecuzione delle prestazioni. Manipola, prepara e stocca i materiali dentali. Archivia e cataloga il materiale radiografico e iconografico del paziente. Riordina, pulisce, disinfetta, sterilizza, prepara lo strumentario e le attrezzature. Decontamina e disinfetta gli ambienti di lavoro. DIDATTICA E DOCENTI 1) Psicologia e Comunicazione Il CON-TATTO. Che cosa è una sana COMUNICAZIONE. Modelli comunicativi e CIRCOLARITA della comunicazione. Comunicazione verbale e non verbale, analogica e digitale. L EMPATIA: come si gestisce. L ANSIA: controllo nella triade paziente-assistente-operatore. La DELUSIONE: da dove nasce e che influssi ha sul comunicare. La PAURA DEL DENTISTA e il comportamento degli operatori sanitari finalizzati al suo controllo. GLI STRUMENTI E I METODI DI COMUNICAZIONE: Formazione del gruppo e integrazione. Il ruolo dell assistente (teoria sul ruolo ed esercizi di consapevolezza). Generalità sulla comunicazione e sulle regole dell ascolto attivo ed esercitazioni. I livelli dell esperienza, imparare ad ascoltarsi e riconoscere dando un nome ai propri stati emotivi. Ricerca delle proprie risorse all interno del gruppo. I momenti di incontro dell equipe per comunicare e discutere dei casi, dell organizzazione, della relazione, delle emozioni. Le emozioni al lavoro, il burnout, i miei tranfert e controtransfert, le risonanze provocate da diverse tipologie di pazienti e dal loro comportamento. Area socio-psicologica e relazionale Numero ore di lezione: A1/A2 ore A3 ore 10 - A4 ore 24 Dott. Gianangelo Palo (Psicanalista) Joseline Golfieri (Councer Professionale) Dott. Gaetano Landoni (Libero professionista) 2) Dizione ed ortofonia della lingua italiana LABORATORIO PER GRUPPI DI 15 PERSONE Tecniche di dizione e modulazione della voce. La corretta respirazione diaframmatica. La fiducia in sé e nel gruppo. Gli accenti: tonico, fonico, diacritico. L emissione e l articolazione del suono. I sei elementi espressivi della voce: tono, volume, colore, tempo, ritmo, mordente.

8 L ortoepia: regole ed eccezioni di corretta pronuncia della lingua italiana. Lo sviluppo delle capacità uditive. Vocalizzi, scioglilingua, difetti di pronuncia, consonanti difficili. Velocità e rafforzamenti. Lettura masticatoria. Area relazionale Numero ore di lezione: A3 ore 8 - A4 ore 18 Dott. Franco Collimato (Attore) 3) Soddisfazione dei pazienti e organizzazione Soddisfazione del paziente e sua motivazione. Utilizzo migliore delle risorse al minimo costo. Servizi offerti dallo studio. La puntualità come valore. Ottimizzazione delle risorse umane. Definizione degli obiettivo dello studio. Area socio-psicologica e tecnico-professionale Numero ore di lezione: A3 ore 4 - A4 ore 18 Prof. Alessandra Mazzei (Scuola di comunicazione IULM) Prof. Mauro Labanca (Scuola di comunicazione IULM) 4) Organizzazione del lavoro Gestione dell agenda. Pianificazione razionale degli appuntamenti e ottimizzazione dei tempi di lavoro. Anamnesi telefonica con determinazione preliminare delle urgenze e priorità di appuntamento. Rapporti con i laboratori. Gestione degli ordini. Controllo ed ottimizzazione dei costi variabili. Ottimizzazione dei ruoli e delle competenze del team odontoiatrico. Il principio delle priorità. Area tecnico-professionale e relazionale Numero oredi lezione: A3 ore 6 - A4 ore 26 Prof. Luca Quaratino (Scuola di comunicazione IULM) Dott. Paride Zappavigna (Presidente A.N.D.I. Como - Lecco) 5) Comunicazione e Relazioni Aspetti relazionali e comunicativi della gestione del paziente-cliente. La gestione dei richiami e dei clienti difficili. Psicologia del cambiamento organizzativo dello Studio. Psicologia del consumo e comportamento del consumatore-paziente. Qualità dell ascolto nella comunicazione telefonica. Ergonomia e Psicologia. Area relazionale e tecnico-professionale Numero ore di lezione: A3 ore 4 - A4 ore 10 Prof. Giambattista Presti (Scuola di comunicazione IULM)

9 6) Fotografia digitale ESERCITAZIONI PRATICHE A GRUPPI Perchè fotografare. Cos è una fotocamera. Fondamenti di fotografia. Cosa vuol dire Digitale? CCD, Monitor LCD, Filtro RGB. Bilanciamento del bianco. Pixel. Risoluzione Video. Unità di misura delle immagini. Acquisizione, trattamento e trasferimento delle immagini e tipo di formato. Compressione delle immagini. Dove salvare le immagini. Stampa e risoluzione di stampa (DPI). Merceologia. Reportage fotografico odontoiatrico. Quali foto. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 6 - A3 ore 6 - A4 ore 26 Dott. Guido Golfieri (Libero professionista) 7) Informatica pratica LABORATORIO PER GRUPPI DI 10 PERSONE Word, excel, posta elettronica, outlook, internet. Metodologia del back up. Multimedialità e interattività. Area tecnico-professionale Numero ore di lezione: A3 ore 25 - A4 ore 48 Centro Studi Casnati 8) Adempimenti legislativi Requisiti degli studi e delle strutture odontoiatriche. Decreto legislativo 626. Gestione e smaltimento rifiuti. Norme antincendio. Protezione dei dati personali. Normative sugli impianti elettrici. Rischio rumore. Area legislativa Numero ore di lezione: A3 ore 5 - A4 ore 12 Dott. Gianfranco Prada (Segretario Sindacale A.N.D.I. Nazionale) 9) Contabilità e pazienti Redazione di un piano di trattamento e sua comunicazione. Preventivazione e tariffari. Definizione dei piani di pagamento. Recupero dei credito. Area tecnico-professionale Numero ore di lezione: A3 ore 4 - A4 ore 10 Dott. Federico Dal Cin (Segretario A.N.D.I. Regione Lombardia)

10 10) Contabilità e lavoratori Adempimenti del datore di lavoro nei confronti del dipendente: pratiche di assunzione presso l Ufficio Provinciale del Lavoro. Contratto di assunzione. Consegna del cedolino delle retribuzioni. Aggiornamento registri obbligatori (presenze - matricola - infortuni). Gestione del T.F.R. (considerando le disposizioni sulla previdenza complementare). Compilazione e consegna del CUD. Adempimenti dei dipendenti: orario di lavoro. Procedura in caso di assenza per infortunio, malattia, maternità, congedo matrimoniale. Richiesta preventiva di ferie e permessi. Obblighi di comunicazione in caso di dimissioni. Concetti di carattere generale: varie tipologie di assunzione dipendenti; struttura del cedolino paga; composizione e trasmissione telematica del modello di versamento degli oneri contributivi e fiscali. Area tecnico-professionale Numero ore di lezione: A3 ore 6 - A4 ore 10 Rag. Alberto Albarelli (Consulente Lavoro) 11) Contabilità e fisco Cenni sul sistema tributario italiano: obblighi contabili, fatturazioni, spese deducibili dal reddito professionale, dichiarazioni fiscali, controlli fiscali. Per l organizzazione amministrativa interna dello Studio: raccolta della documentazione contabile; registrazione delle fatture d acquisto; creazione della prima nota; compilazione del modello F24 home banking; elenco dei clienti e dei fornitori; preparazione dati utili per lo Studio di Settore annuale; rapporti con il commercialista. Area tecnico-professionale Numero ore di lezione: A3 ore 6 - A4 ore 14 Dott. Tiziano Zappa (Dottore Commercialista) 12) Marketing odontoiatrico Come soddisfare i bisogni dei pazienti attraverso le prestazioni ed i servizi dello studio. Ricerca dei vantaggi competitivi sostenibili a lungo termine e diversificazione. Sistema valoriale dello studio. Gli obiettivi dello studio. Messaggi trasmessi e immagine percepita dello studio. Promozione etica dello studio. Web marketing. Area tecnico-professionale e relazionale Numero ore di lezione: A3 ore 6 - A4 ore 12 Prof. Alessandra Mazzei (Scuola di comunicazione IULM)

11 13) Cenni di anatomia umana normale Cenni di anatomia orale Anatomia generale. Terminologia anatomica. I tessuti. Organi e apparati. Apparato di sostegno e di locomozione. La testa: neuro-cranio, splancno-cranio. Apparato stomatognatico: articolazione temporo-mandibolare, sistema neuromuscolare, occlusione, sistema vascolare distrettuale, ghiandole salivari. Cavo orale: rivestimenti, guance, labbro, volta palatina, pavimento orale, lingua, arcate dentarie, denti, parodonto, gengiva. L apparato respiratorio: naso e cavità nasali; faringe, laringe, trachea, polmoni. L apparato cardiocircolatorio: cuore, sistema arterioso e venoso. L apparato digerente: bocca, ghiandole salivari, faringe, esofago, stomaco, intestino tenue e crasso, fegato, pancreas. Area scientifica Numero ore di lezione: A1/A2 ore 6 - A4 ore 20 Dott. Luigi Colombo (Aiuto Primario rep. chir. Maxillo-facciale Ospedale S.Anna - Como) 14) Biologia e fisiologia umana La cellula: morfologia e fisiologia. Fondamenti di genetica. Mitosi e meiosi. Citodiagnostica. Cenni sulle alterazioni genetiche. Tessuti epiteliali di rivestimento e ghiandolare, connettivi, cartilaginei, ossei, adiposo, muscolare, nervoso. Composizione del sangue. Funzione degli eritrociti, leucociti e piastrine. Emopoiesi, emocateresi. Emoglobina. Bilirubina. La coagulazione del sangue. L infiammazione. L immunità umorale e cellulare. Le allergie. Gruppi sanguigni AB0 e Rh. Fisiologia dell apparato digerente. Mucose digerenti. La digestione delle proteine, dei glucidi e dei grassi. Le attività del fegato. L assorbimento intestinale. Le secrezioni. Cenni sui meccanismi delle azioni ormonali. Fisiologia dell apparato respiratorio. Mucose respiratorie. La respirazione. Lo scambio dei gas. Area scientifica Numero ore di lezione: A1/A2 ore 7,5 - A4 ore 20 Dott. Paride Zappavigna (Presidente A.N.D.I. Como - Lecco) 15) Patologia orale Definizione degli obiettivi del corso: il ruolo dell assistente nel supporto al riconoscimento delle patologie delle mucose orali e nella prevenzione delle abitudini voluttuarie associate all insorgenza di cancro orale, quali il fumo di tabacco ed il consumo di alcool. Come si esegue l esame obiettivo delle mucose orali, delle ghiandole salivari maggiori e dei linfonodi della testa e del collo. Prova

12 pratica. Neoformazioni della mucosa orale: pseudofibroma traumatico, mucocele, granuloma piogenico, condilomi e papillomi. Macchie bianche della mucosa orale: leucoplachia, lichen planus, candidosi orale, linea alba. Macchie rosse: emangioma, candidosi eritematosa, eritroplachia, varici. Vescicole/bolle/ulcere: ulcere traumatiche, la stomatite aftosa ricorrente, la stomatite erpetica, il lichen planus orale. Problemi a carico delle mucose orali nel paziente portatore di protesi rimovibili: ulcere traumatiche, candidosi orale (stomatite da protesi), pseudofibromi. Disturbi del flusso salivare: la xerostomia. Esame dei dati aggiornati relativi alla prevalenza del cancro orale in Italia. Area scientifica Numero ore di lezione: A1/A2 ore 6 - A4 ore 16 Dott.ssa Cristina Bez (Libera professionista) 16) Prevenzione dentale Igiene orale, fluoroprofilassi, sigillature. Assistenza in odontoiatria per disabili: definizione e portata del problema disabilità in Lombardia e sua ricaduta in campo odontoiatrico. Aspetti critici dell assistenza odontoiatrica e concetto di qualità raggiungibile. Possibilità di approccio terapeutico differenziato per i vari pazienti e rispettiva ricaduta in termini di incidenza di patologia. Importanza di una adeguata motivazione in termini di prevenzione ed adattamento delle principali metodiche preventologiche al paziente disabile. Possibilità e limiti all operatività delle varie branche odontoiatriche. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 3 - A4 ore 10 Dott. Matteo Zanin (Libero professionista) Dott.ssa Martina Gangale (Igienista dentale) 17) Parodontologia e assistenza La gengiva. Il parodonto. La placca batterica. Il tartaro. Le gengiviti. Gengivite ulcero-necrotica. Gengiviti iperplastiche. La malattia parodontale; gengivite cronica; parodontite cronica;incidenza delle parodontiti croniche. Etiologia della malattia parodontale. Spazzolini e tecniche di spazzolamento. Terapia parodontale non chirurgica. Terapia etiologica. Ablatori. Curettes. Strumenti ad ultrasuoni. Strumenti rotanti. La fase della guarigione. Posizione del paziente e dell operatore. Area scientifica Numero ore di lezione: A1/A2 ore 4,5 - A4 ore 18 Dott. Giovanni Miticocchio (Segretario Culturale A.N.D.I. Como-Lecco) Dott. Emanuele Gatti (Libero professionista)

13 18) Radiologia odontoiatrica e radioprotezione Fisica dei raggi X, produzione dei raggi X e immagine radiologica. Pellicole radiografiche e loro trattamento. Qualità radiografica. Principali tecniche di radiografia endorale. Esami radiografici di interesse odontoiatrico. Radiovideografia. Cenni di radiobiologia. Le radiazioni. Radiosensibilità delle cellule animali. Effetti delle radiazioni sull uomo. Principi di radioprotezione. Normative. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 3 - A4 ore 12 Dott. Massimo Mariani (Segretario Accademia Italiana di Endodonzia) 19) Odontoiatria conservativa e assistenza Ergonomia: caratteristiche dello studio operativo; ricevimento e preparazione del paziente; preparazione e posizionamento di operatore e assistente; moduli operativi, dimissione del paziente e riordino/disinfezione dello studio operativo. Posizioni di lavoro a quadrante. Isolamento del campo operatorio. La diga di gomma. Nomenclatura degli uncini. Embriologia del dente deciduo. Controversie sull amalgama. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 4,5 - A4 ore 16 Dott.ssa Simona Giani (Università dell Insubria) 20) Endodonzia generale e assistenza Anatomia dentale, fisiologia della polpa. Diagnostica endodontica: Patologia della polpa: iperemia pulpare; pulpite; necrosi pulpare; alterazioni regressive. Lesioni di origine endodontica: periodontite apicale acuta; ascesso alveolare acuto; periodontite apicale cronica; periodontite apicale riacutizzata. Fase diagnostica, preparatoria e dell otturazione in endodonzia. Anestesia. Isolamento del campo. Apertura camerale. Detersione e sagomatura. Otturazione canalare. Strumentario e tecniche. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 4,5 - A4 ore 10 Dott.Marco Piferi - Dott. Daniele Gilardoni (Liberi professionisti)

14 21) Assistenza chirurgica generale ed implantologica Preparazione del personale all intervento chirurgico. Allestimento del carrello operatorio. Preparazione del campo operatorio. Valutazione dei rischi di contaminazione biologica e di infezione. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 9 - A4 ore 20 Dott. Davide Sozzi - Dott.ssa Francesca Bianchi (Liberi professionisti) 22) Emergenze mediche nello studio e misure di prevenzione Prevenzione delle emergenze in campo odontoiatrico. Aspetti tecnicoorganizzativi. Diagnosi e trattamento delle emergenze più frequenti: sincope, insufficienza e arresto respiratorio, arresto cardiocircolatorio, convulsioni, allergie e shock anafilattico, crisi ipertensive. Carrello per l anestesista. Carrello di rianimazione per l Odontoiatra. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 6 - A4 ore 16 Dott. Stefano Argenton (Primario servizio di anestesia e rianimazione dell Ospedale di Lanzo Intelvi) 23) Pedodonzia e psicologia infantile Odontoiatria conservativa in età infantile. L approccio al bambino in un ambiente che minimizza le fonti ansiogene. II rapporto con i genitori. Classificazione internazionale dei denti. Traumatologia dentaria in età pediatrica. Intercettazione di abitudini viziate. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 4,5 - A4 ore 14 Dott.ssa Ornella Tavolotti (Libera professionista) 24) Farmacologia e anestesia odontoiatrica Neuro-fisiologia del dolore. Recettori. Vie di trasmissione del dolore. Interazioni nel S.N.C. Modalità di trasmissione del dolore. Innervazione del sistema stomatognatico. Anestesia loco-regionale in odontoiatria. Anestetici utilizzati in Odontoiatria. Tipi di anestesia. Complicazione. Antalgici periferici e centrali. Antibiotico-terapia. Antiflogistici. Colluttori. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 6 - A4 ore 12 Dott. Giancarlo Ferrario (Libero professionista)

15 25) Fondamenti di ortognatodonzia I mezzi terapeutici in Ortodonzia. Apparecchi rimovibili e fissi. L igiene orale nel paziente ortodontico. Il concetto di Ortodonzia. Le cause delle disgnazie. Gli esami diagnostici. Consigli pratici per la squadratura dei modelli in gesso. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 3 - A4 ore 10 Dott. Aurelio Levrini (Direttore Scientifico Mondo Ortodontico) 26) Assistenza in protesi fissa Tecniche d impronta. Fili retrattori. Soluzioni emostatiche. Tipologie di restauri protesici. Rapporti con il laboratorio odontotecnico. Gli articolatori. Registrazioni occlusali. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 3 - A4 ore 14 Dott. Aldo Russo (Libero professionista) 27) Assistenza in odontoiatria per disabili Principali patologie invalidanti. Approccio psicologico generale ed approccio differenziato nei pazienti con handicap sensoriali. Adattamento di una normale sala operatoria odontoiatrica al lavoro su paziente disabile. Principali metodiche di assistenza operatoria. Il trattamento del paziente in anestesia generale e ricaduta sull attività di assistenza. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 6 - A4 ore 10 Dott. Stefano Garatti (Libero professionista) 28) Nozioni di giurisprudenza e medicina legale Elementi di diritto. Codice civile e libera professione. Medicina legale e delle assicurazioni. Codice deontologico dei medici. La raccolta documentale. Il consenso informato. La legge sulla privacy. Area legislativa Numero ore di lezione: A3 ore 5 - A4 ore 12 Dott. Marco Scarpelli (Medico odontoiatria legale) Dott. Cesare Fiore (Avvocato)

16 29) Materiali dentali I cementi in Odontoiatria: composizione, proprietà, tecniche di miscelazione, conservazione. Materiali d impronta: siliconi per addizione e per condensazione; polieteri; polisolfuri; idrocolloidi reversibili e irreversibili. Classificazione delle impronte. Come trattare le impronte in alginato per la preparazione di un ottimale modello in gesso. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 4,5 - A4 ore 12 Dott. Ivano Casartelli (Libero professionista) Dott. Aldo Russo (Libero professionista) 30) Microbiologia, epidemiologia, igiene del lavoro La prevenzione delle infezioni nello studio odontoiatrico. Principi fondamentali di igiene. Procedimenti fisici: calore secco e calore umido. Procedimenti chimici. La sterilizzazione e la disinfezione. Virus epatitici B, Delta e C. Virus dell AIDS. Sterilizzazione: efficacia, controllo (chimico, fisico e biologico). L autoclave. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 3 - A4 ore 10 Dott. Enrico Rinaldi (Aiuto-primario rep. malattie infettive Ospedale S.Anna Como) 31) Disinfezione, sterilizzazione e controllo delle infezioni crociate Microrganismi trasmissibili in ambito odontoiatrico. Catena epidemiologica e vie di trasmissione delle infezioni. Precauzioni universali. Decontaminazione, detersione, disinfezione, sterilizzazione. Profilassi attiva e sorveglianza sanitaria. Numero ore di lezione: A1/A2 ore 4,5 - A4 ore 12 Dott. Fabrizio Meani (Libero professionista) 32) Comfort d ambiente ed ergonomia di lavoro Psicologia dell ambiente di lavoro. Ambiente fisico e comportamento. Design e layout dello studio. Sala d attesa, scelta delle riviste, controllo olfattivo, acustico. Musica d ambiente, ricerca del comfort d accoglienza. Abbigliamento del team. Illuminazione. Area socio-psicologica e tecnico-professionale Numero ore di lezione: A1/A2 ore 3 - A3 ore 5 - A4 ore 16 Dott. Davide Fiori (Libero professionista)

17 REQUISITI DI AMMISSIONE DEGLI ALLIEVI A1 A2 A3 Possesso di diploma di scuola media inferiore. A4 Possesso in alternativa di: 1) diploma di maturità; 2) qualifica professionale rilasciata al termine di percorsi biennale o triennali di prima formazione ai sensi dell art. 2 lettera a) della legge regionale 95/80; 3) qualifica OSS. Per coloro che ad oggi prestano servizio in strutture pubbliche o private in funzioni assimilabili all Assistente alla poltrona, per un periodo di due anni dall entrata in vigore del presente decreto, possono essere riconosciuti come crediti formativi le ore di stage e di esercitazioni pratiche svolte presso le rispettive sedi lavorative ed opportunamente documentate e certificate. ACCERTAMENTO DELLE COMPETENZE E PROVA D ESAME FINALE Per l ammissione alla prova d esame è necessario aver superato almeno il 75% del monte ore del corso. A1 A2 A3 Prova d esame scritta costituita da test con risposta a scelta multipla che daranno diritto all attestato di frequenza per gli assistenti apprendisti, all ammissione al secondo anno di corso per gli assistenti non apprendisti, oppure al rilascio dell attestato con profitto per gli assistenti del secondo anno o ai frequentanti il corso per segretarie. A4 L ammissione all esame finale è subordinata alla presentazione positiva del candidato da parte dell Ente Organizzatore a seguito di verifiche ed esami di ammissione interni. Il titolo con profitto è rilasciato solo successivamente a verifica finale in forma di prova scritta (test con risposta a scelta multipla) e di esercitazione pratica da parte di una Commissione composta almeno da: Presidente, iscritto all Albo dei Medici /Odontoiatri, esercente da almeno 5 anni, Un igienista dentale o infermiere professionale con almeno 5 anni di esperienza nel settore, Coordinatore del corso. L esame sarà relativo agli argomenti trattati al corso e nella valutazione si terrà conto del profitto maturato nello svolgimento dei vari moduli.

18 QUOTA DI PARTECIPAZIONE A1 A2 Per ciascuna annualità iscritti all ANDI) IVA (non dovuta per il personale degli Odontoiatri A per il personale degli Odontoiatri iscritti all ANDI (IVA non dovuta) IVA per il personale degli Odontoiatri non iscritti all ANDI. Gli importi dovranno essere versati in due rate: la prima entro il settembre 2008; la seconda entro gennaio A4 Per ogni annualità IVA (non dovuta per il personale degli Odontoiatri iscritti all ANDI). Per gli Studi Odontoiatrici la spesa è deducibile dai costi di Studio. ISCRIZIONI La pre-iscrizione dovrà essere effettuata entro e non oltre il 31 luglio 2008, tramite fax o . Le domande verranno accettate subordinatamente al limite dei posti disponibili. Il pagamento dell annualità del corso dovrà essere effettuato entro il 15 settembre 2008, solo dopo che sarà stata data conferma, con apposita comunicazione postale da parte di A.N.D.I., dell accoglimento della domanda di iscrizione. TUTOR Affinchè le Apprendiste Assistenti possano espletare presso lo Studio di appartenenza le 72 ore di formazione pratica all anno, è necessario che siano affiancate da un Tutor (datore di lavoro o altra figura dello Studio). A tale proposito è in fase di progettazione un Corso di 12 ore per la formazione del Tutor ed il rilascio dell Attestato. Per informazioni si prega di contattare la Segreteria Organizzativa.

19 CALENDARIO CORSI A1 A2 L orario delle lezioni sarà: SABATO ore A3 LEZIONE I ANNO II ANNO SETTEMBRE OTTOBRE OTTOBRE NOVEMBRE NOVEMBRE GENNAIO GENNAIO FEBBRAIO MARZO MARZO APRILE MAGGIO 2009 L orario delle lezioni sarà: VENERDI ore SABATO ore SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE NOVEMBRE DICEMBRE GENNAIO FEBBRAIO FEBBRAIO MARZO MARZO APRILE MAGGIO 2009 LEZIONE I ANNO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO 2009 A4 Il corso ASO inizierà Sabato 20 settembre 2008 alle ore Le date successive verranno comunicate in seguito.

20 SEDE DEI CORSI ORDINE DEI MEDICI - Viale Masia 30, Como LABORATORIO INFORMATICA c/o Centro Studi Casnati - Via Carloni 8, Como DIRETTORE GENERALE Dott. Paride Zappavigna DIRETTORE DIDATTICO AREA CLINICA Dott. Giovanni Miticocchio DIRETTORE DIDATTICO AREA RELAZIONALE Dott. Guido Golfieri SUPERVISORE AREA CLINICA Dott. Christian Monti SUPERVISORE AREA RELAZIONALE Dott. Matteo Zanin RESPONSABILE FAD Dott. Fabrizio Meani DIREZIONE ORGANIZZATIVA Dott.ssa Paola Femore c/o A.N.D.I. Sezione Como - Lecco Via Volta 65, Como Tel. / Fax Cell

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 U.O. : BLOCCO OPERATORIO I.N.R.C.A. Studente Guida di Tirocinio:

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE La bocca o cavità orale (Fig. 1) è il primo tratto dell apparato digerente. È un organo cavo, di forma ovoide

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMAZIONE Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA Classe: 4^ LTS/A - SALUTE Insegnante: Claudio Furioso Ore preventivo: 132 SCANSIONE MODULI N TITOLO MODULO set ott nov dic gen feb

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi STUDIO MEDICO DENTISTICO ROTA - Ripa - 20800 - BASIGLIO (MI) Tel: 02 90753222 Fax: 02 90753222 E-mail:maurorota2002@libero.it P.IVA

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA CERTIFICATO DEFINITIVO PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE

PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA CERTIFICATO DEFINITIVO PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE Allegato 5 FONDO ASSISTENZA SANITARIA DIRIGENTI AZIENDE FASDAC COMMERCIALI Via Eleonora Duse, 14/16-00197 Roma PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA Spazio per l etichetta con il codice a barre (a cura

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING)

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) Cosa bisogna sapere prima di decidere di fare lo sbiancamento dei denti? In inglese viene definito:dental bleaching 1. L'igiene orale correttamente eseguita

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI DESTINATARI: INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO INIZIO: 01/01/2012 FINE: 31/12/2012 COSTO: 84,70 (IVA INCLUSA) OBIETTIVI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

http://www.tassisto.it/

http://www.tassisto.it/ F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TASSISTO FRANCESCO Indirizzo VIA MARTIRI DELLA LIBERAZIONE, 80/2A 16043 CHIAVARI Telefono 0185325331 Cellulare

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Documentazione per la formazione

Documentazione per la formazione La mia formazione professionale di base come assistente di farmacia Documentazione per la formazione Versione luglio 2007 Nome/cognome Farmacia Inizio della formazione professionale Fine della formazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Formazione Generale sulla sicurezza sul lavoro

Formazione Generale sulla sicurezza sul lavoro Formazione Generale sulla sicurezza sul lavoro ID 142-115743 Edizione 1 Procedura per sottoscrivere la partecipazione: Il professionista sanitario che voglia conoscere i dettagli per l iscrizione al corso

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

La semplicità è la vera innovazione

La semplicità è la vera innovazione La semplicità è la vera innovazione Vi siete mai sentiti frustrati dalla complessità di certe cose? Un unico strumento NiTi per il trattamento canalare utilizzabile nella maggior parte dei casi Efficacia

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA PARTI CONTRAENTI Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil DATA DI STIPULA 3 febbraio 2008 FINALITÀ

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende Formazione e informazione perla prevenzione nell hotellerie e nella Gastronomia 2 Traduzione e adattamento italiani a cura di: Gruppo di lavoro

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360 Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini Consulenza 360 Do.Ma.Consulting è DO.MA. Consulting s.a.s. nasce come centro elaborazione dati ed opera principalemente nel settore del lavoro; avvalendosi di

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli