Passo per passo tecniche per sentire meno il dolore

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Passo per passo tecniche per sentire meno il dolore"

Transcript

1 dollorii che aiiutano a crescere Nel primo libretto cercato di rendere alcune tematiche su un tipo di dolore del tutto particolare, continuo con altri argomenti, forse più specifici, sempre attinenti a dentista e mal di denti. Son sicuro di fare cosa gradita a chi vorrà leggere a fondo e graidrò se qualcuno vorrà farmi delle domande, mantenere e completare il più possibile l argomento. Grazie a tutti voi! L'uomo dovrebbe imparare ad affrontare il dolore perché non è tutto da gettare via. C'è un dolore che tormenta e uno che matura. Un dolore che distrugge e un altro che avvisa per tempo di ciò che occorre fare. Romano Battaglia del Dottor Fabio Lucchese pag. 1

2 Se hai mal di denti, sai spiegare il tipo di dolore? Ti è mai capitato di dover spiegare, per telefono, al dentista il tuo mal di denti? O di essere seduto in poltrona alla visita, e dover dare al tuo dolore un carattere per descrivere il tuo disagio? A volte non è così semplice ed è fondamentale conoscere i termini più adatti per poter comunicare le nostre sensazioni. Il dolore è un esperienza sensoriale e di emozioni. Fastidiosa, gradualmente di maggior o minor intensità, è associata a un danno dei tessuti del corpo. È il mezzo con cui l organismo segnala la presenza di un alterazione dello stato di salute. Il dolore in odontoiatria può significare infezioni o infiammazioni a carico dei tessuti di sostegno del dente o dell elemento dentario stesso, anche di lesioni traumatiche o di contratture muscolari secondarie a disturbi provenienti dai denti. È importante saperr descrriiverre iill dollorre prrovatto, perchè la spiegazione può indirizzare il dentista verso una specifica indagine per la diagnosi.. Se fornisci indicazioni cerca di percepire e capire se il mal di denti è: 1ssponttaneo senza influenze esterne prrovoccatto da qualcosa, per esempio durante la masticazione, a causa della pressione dei denti, suscitato dal caldo e dal freddo o da cibi acidi e zuccherati. La sensazione di fastidio e malessere può essere: loccal l lizzzzatta si riferisce ad un area precisa che riesci a delimitare diffffussa è difficile definire il perimetro. Il carattere del dolore può essere inoltre: del Dottor Fabio Lucchese pag. 2

3 accutto intenso e breve lancci l inantte sofferenza molto intensa, mozzafiato irrrradi i iatto va verso un altra zona vicina ssorrdo pesante profondo e non acuto pulssantte che pulsa ccontti inuo sempre presente intterrmi i ittttentte che va e viene Ricorda! e anche in questo caso te lo ripeto fino alla noia: evitare il dentista è un atteggiamento comune! Purtroppo cercare di eliminare il mal di denti solo con i farmaci farà peggiorare la situazione. Anche se il dolore dovesse al momento sparire, si ripresenterà con una situazione ben più grave! Gli effetti che conseguono all assunzione costante di farmaci antinfiammatori per nascondere e non eliminare la causa del dolore, non sono da sottovalutare. Sai come alleviare il dolore da dente rotto o incrinato quando sei in vacanza? Può essere uno dei mal di denti più doloroso. Se hai un dente rotto o incrinato e non riesci a vedere il tuo dentista immediatamente, ecco alcune accortezze per alleviare le tue sofferenze Per primo evita bevande e cibi molto freddi o molto caldi. Con un dente rotto lo strato di dentina del dente è stata esposta e gli estremi di temperatura possono provocare dolore molto doloroso. Devi evitare anche bevande e cibi con molto zucchero, o molto acidi. del Dottor Fabio Lucchese pag. 3

4 Lava bene i denti e usa con attenzione, tra i denti traumatizzati, il filo interdentale. La rimozione della placca e particelle di cibo contribuisce a ridurre il dolore. rriimedii casalliinghii che ffunziionano...piiù o meno... Per il dolore puoi anche usare l olio di chiodi di garofano (eugenolo). Eugenolo lo trovi nella maggior parte dei negozi per la salute alimentare. Viene anche utilizzato in vari materiali dentali proprio per le sue proprietà antisettiche e anestetiche. Immergi un pezzo piccolo di cotone in olio, tieni premuto il cotone con olio sul dente dolente per 10 secondi. Fai attenzione a non ingerire l olio. Se non hai Eugenolo prova a risciacquare la bocca con acqua salata tiepida: uno sciacquo con acqua salata tiepida 2-3 volte al giorno può aiutare ad alleviare il mal di denti causato da una frattura o incrinatura. L'acqua salata lavora come antisettico per rimuovere i batteri dalla zona infetta. Quando il dolore è trrooppppoo t iinnt i teennssoo meglio passare subito a medicinali efficaci. Non mettere mai farmaci antidolorifici sul tessuto dentale o sulla gengiva, potrebbero ustionare il tessuto. Quando dormi, dormi con la testa sollevata. L'infiammazione del nervo del dente incrinato vedrà ridursi la pressione del sangue con gran sollievo. Un mal di denti che è causato da una frattura può venire e andar via, ma non farti ingannare! Più tempo aspetti ad andare dal dentista per curarti adeguatamente, più facilmente possono sopravvenire complicazioni indesiderate. rri imeedi i deel llaa nonnaa:: un trito di cipolla da applicare sulla parte infiammata masticare un chiodo di garofano(erboristeria) nella parte dolorante della bocca, ha un leggero effetto anestetizzante masticare del prezzemolo (benché l'effetto analgesico sia meno prolungato)..e questo lo conosci? Ho raccolto da un paziente una bella testimonianza, che metto qui di seguito. Se vuoi leggilo, mi sembra un po lungo, ma riesce a rendere bene più di qualche concetto: del Dottor Fabio Lucchese pag. 4

5 Spinto da un immane mal di denti che mi stava portando alla disperazione e costretto a subirlo in tutta la sua potenza a causa del dentista latitante in quel giorno ho iniziato la ricerca dei rimedi naturali al dolore che mi affliggeva Il problema il seguente un dente ha iniziato a farmi male di mattina Come molti sanno il mal di denti uno dei dolori pi assurdi che si possano sperimentare nellarco della propria vita Ho subto distorsioni alla caviglia e al ginocchio ho avuto lividi da contusione in zone del corpo particolarmente doloranti fortunatamente non mi sono mai rotto alcun osso ma molte persone che si sono fratture mi hanno confermato che il mal di denti rimane uno dei dolori pi malefici in assoluto Ho comprato degli antidolorifici Il primo l APAP paracetamolo il secondo il brufen ibuprofene Il secondo va preso nelle dosi di 1 2 pastiglie ogni 8 ore ma il problema che le due pastiglie iniziano a terminare il loro effetto dopo 34 ore E visto che non sono mai stato molto propenso allassunzione di medicinali considerando anche i loro effetti collaterali ho iniziato a cercare i rimedi della nonna Ecco cosa ho trovato e provato Acqua e sale in effetti aiuta a lenire il dolore ma solo un effetto temporaneo Lacqua deve essere a temperatura ambiente troppo calda o troppo fredda rischia di acuire il dolore Il sale ha unazione antibatterica ma personalmente preferisco lazione dell ibuprofene Limone non male anche se ne detesto il sapore Lacido citrico rischia di uccidere la radice del dente cosa che lenirebbe per sempre il mio dolore ma preferisco che ad uccidere la radice sia il dentista non un limone leffetto antidolorifico blando ma c Cipolla se non badi al problema dellalito funziona Ha unazione antisettica ed antidolorifica sia cotta che cruda Non male Si parla anche dei chiodi di garofano ma non avendo io la pi pallida idea di dove trovarli e di come domandarli al supermercato e facendo 17 C preferisco starmene in casa e vedere cosa posso fare con quello che ho nella dispensa A questo punto capito su una notizia che mi salva la vita Parla delle propriet dell aglio aglio Non voglio crederci laglio che mi lenisce il dolore anzi che attenua linfezione migliorando temporaneamente le condizioni dellinfezione Che m importa non ho niente da perdere se non sperimentare un saporaccio in bocca Tutto pur di calmare il dolore del Dottor Fabio Lucchese pag. 5

6 Ecco allora che procedo con la sperimentazione dellaglio sperando che faccia ci che gli altri metodi casalinghi non hanno fatto Dato che dentro di me alberga lo spirito del metodo scientifico voglio verificare che non sia solo questione di effetto placebo o dei farmaci che ho assunto prima ma che sia effettivamente laglio a calmare il dolore al dente Smetto quindi di prendere il brufen per un sei ore e sopporto un dolore crescente tremendo che solo chi lha provato pu capire cosa voglia dire starsene fermi ad aspettare che un miracolo risolva la situazione Prendo allora uno spicchio daglio lo schiaccio con una forchetta e me lo infilo in bocca posizionandolo delicatamente tra il dente e la parete interna della guancia Inizio ad aspettare gi sconfortato dal fatto che avrebbe potuto rivelarsi un altro nulla di fatto Masorpresa Laglio inizia a fare il suo effetto Non so scherzando funziona E non leffetto placebo sento davvero che il dolore si sta alleviando Sapore incredibile e fastidiosissimo alito pestilenziale A parte questo laglio mi appare come una benedizione dal cielo Esprimo tutta la mia emozione suona il cellulare la mia ragazza che chiama Why are you laughingperch ridi Risposta Rido dalla gioia e per il sollievo E giunto quindi il momento di documentarmi scopro che laglio stato giudicato dal National Institute of Health come un ottimo antisettico Ma non solo laglio noto da millenni come rimedio formidabile contro una vasta serie di infezioni che si tratti di denti o di ferite Nella Prima Guerra Mondiale per esempio laglio veniva utilizzato come antisettico per le ferite e per fermare le cancrene E sembra particolarmente indicato per i dolori da dente del giudizio o per gli ascessi dentali Tutto sembra merito dell allicina un potente antibiotico naturale che ha azione antisettica in una marea di situazioni Lallicina viene rilasciata quando si schiaccia o si trita laglio e su un dente conciato come il mio sembra il paradiso Non solo aiuta a fermare il dolore ma contribuisce a combattere linfezione attraverso le sue propriet antisettiche Come utilizzarlo Semplice o lo schiacci e lo si tieni vicino al dente dolorante oppure lo triti aggiungendo una piccola quantit di sale e lo posizioni nei pressi del dente incriminato Sollievo nel giro di pochi minuti te lo assicuro Attenzione per laglio sebbene non abbia effetti collaterali paragonabili ai farmaci antidolorifici pu causare bruciature da contatto se lasciato troppo a lungo in bocca o se utilizzato troppo di del Dottor Fabio Lucchese pag. 6

7 frequente Passo per passo tecniche per sentire meno il dolore Inoltre e questo doveroso sottolinearlo laglio non sostituisce un dentista o un medico Laglio soltanto una soluzione temporanea per alleviare il dolore e tenere sotto controllo linfezione per un periodo di tempo limitato in attesa di antibiotici o di un intervento che possa risolvere i vostri problemi definitivamente Le infezioni ai denti non vanno sottovalutate tant che il giorno dopo di notte son dovuto andare dalla guardia medica che mi ha prescritto degli antibiotici veri Ma grazie mille aglio per il tuo contributo prezioso alla mia salute dentale e mentale COME AIUTARE TUO FIGLIO AD ANDARE DAL DENTISTA Se sei genitore è fondamentale che crei una base emotiva e di adatta conoscenza che permetta ai tuoi figli di affrontare con la maggiore serenità possibile eventuali stimoli dolorosi. Parlo proprio di una visita dal tuo dentista. PREVENIRE L'ODONTOFOBIA NEI BAMBINI: CONSIGLI E STRATEGIE PER I GENITORI! del Dottor Fabio Lucchese pag. 7

8 Qui di seguito propongo, invece, dei consigli per tutti quei genitori alle prese con la paura del dentista nei bambini. Se ben gestita, è possibile, evitare che il bambino si trasformi in un futuro adulto odontofobico (profonda irrefrenabile paura delle cure dentarie) Prima di tutto elimina ogni traccia della TUA paura, tenendo ben presente che succede! che la paura dipende anche da noi adulti e anche senza intenzione potresti influenzare pesantemente i figli con i tuoi comportamenti. I bambini hanno delle paure che sono innate: paura del buio, dei fantasmi, dei mostri. La paura del dentista non è innata, ma se un adulto ha descritto una propria o altrui esperienza come traumatica e dolorosa, il bambino tenderà ad associare tale emozione raccontata ed appartenente ad altri, come se facesse parte delle proprie esperienze!. Per affrontare il problema, occorre fare ben attenzione a cosa metti in atto per aiutare tuo figlio a vivere serenamente l esperienza della visita dal dentista. Ma in che modo? Devi trasmettere tranquillità e sicurezza perché sono, queste, esperienze che si ripeteranno e dovranno diventare normali, senza alcun connotato stravolgente che spesso gli adulti son portati a dare. Può darsi che si sentirà un po di dolore: ebbene! questo passerà, perché tu, mamma (o papà), sei lì, e non accadrà nulla di tremendamente male, nulla che non sia facilmente sopportabile e superabile! canalizzare la sua attenzione anche sulla più piccola sensazione di dolore, contribuisce ad aumentare la percezione del dolore stesso Solo se tu adulto sei dotato di fiducia in te stesso, puoi realmente essere di supporto a tuo figlio nell affrontare i suoi timori. Attttenziione alllla comuniicaziione:: Stai calmo e mostrati sicuri di te. È importante che il supereremo insieme, tu lo faccia ben percepire. Lo dovrai ascoltare in ogni sua manifestazione emotiva, e darai sicurezza e certezza di affrontare e risolvere aassssi iieemee ogni tipo di situazione e manifestazione della paura. Devi essere disponibile. Anche il fare finta di niente è un atteggiamento sbagliato e tuo figlio potrebbe avere la sensazione di non essere compreso, e così amplificheresti l intensità della paura. Sii disponibile all idea che il bambino possa mostrarsi pauroso e in difficoltà. Accogli la sua paura! Quando il tuo bambino mostra di aver paura, devi ascoltare la sua preoccupazione come un segnale di difficoltà e lo puoi rassicurare subito con un abbraccio forte e protettivo. Non rassicurarlo troppo. Se ha paura, attenzione a non rassicurarlo in modo eccessivo. Potresti convincerlo che c è veramente qualcosa da temere. Non parlare con altri della sua paura in sua presenza. Quando è presente, evita di parlare della paure di tuo figlio con amici e familiari. del Dottor Fabio Lucchese pag. 8

9 Non parlare del dentista come di un medico che fa male. Descrivilo come un dottore che protegge la salute dei denti, di cui mamma e papà si fidano. Non utilizzare la figura del dentista come una figura punitiva, ad esempio, di fronte ad un capriccio o una marachella del bambino, è vietato dirgli che, per castigo, verrà mandato dal dentista. Sarà portato ad associare il dentista a qualcosa di negativo e a nutrire paura e ansia quando dovrà andare anche a una semplice visita di controllo. Attenzione a non sminuire l esperienza. Non cercare di addolcire la pillola, nnoonn meennt ti iirree, raccontando qualcosa che forse non avverrà. Mai dire che la visita durerà un minuto, né dilungarsi troppo su cosa farà il medico. Il bambino si fida dei genitori. Guai se lo illudi con informazioni che possono risultare false. Non accompagnarlo, se sei tu ad aver paura. Rischi di ottenere un doppio effetto negativo, non riuscire a rassicurare tuo figlio e in più trasmettere timore. Se dunque, tu adulto, lo accompagni e hai un rapporto sereno con la poltrona del dentista, allora, una volta arrivati, ddeevvi ii ssppoosst taarree ll l aat tteennzzi iioonnee ddeel ll bbaambbi iinnoo dalla paura alla curiosità. Osserverai assieme a lui gli strumenti e le apparecchiature presenti e prima ancora, nella sala d attesa, fallo rilassare, parlargli dolcemente, usa l aiuto di un bel libro da leggere insieme o un gioco di facile uso. ((Foonnddaameennt taal llee ppeerr ccoonnt teenneerree llaa l Paauurraa èè iil ill sseennssoo ddi ii Prroot teezzi iioonnee)).. Creare un rapporto di fiducia col dentista- Che il nostro Dottore è proprio bravo a non fare sentire dolore e può anche darci da delle medicine apposite. ((Noot taa cchhee ppaarrl llaarree aal ll ppl lluurraal llee èè uut ti iil llee aa faarr f sseennt ti iirree ll l eessppeerri iieennzzaa ccoomee ccoonnddi iivvi iissaa)).. Magari possiamo usare, per i più piccoli, il trucco di creare un piccolo rituale che CI aiuterà a sentire meno dolore. Nell auto, mentre andate all appuntamento. Qualcosa di ripetitivo, un rito da fare ogni volta, per es. una canzoncina ad hoc (cantata assieme come un piccolo coro), un giochino facile o altre spiritosaggini e fantasie che ogni volta allontanano quel malocchio chiamato dentista del Dottor Fabio Lucchese pag. 9

10 ..dentista-clown, clown-clown/ Vuoi un dentista clown?/ sì perchè ha il naso rosso come piace a me!/ dentista-clown, clown-clown il mio dentista è un clown / giocherellone e amicone a volte un po sfacciato sempre pronto e concentrato....voglio un dentista clown!/ dentista clown, clown clown il mio dentista è un clown/ NOOO! E che diceva?/ Lavarsi bene i dentini è la regola prima per tutti i bambini/ sfregate sfregate con gli spazzolini sfregate sfregate che male non fa!..voglio un dentista clown!/ se la bocca non gli apro, mi racconta barzellette/ sembra quasi divertente/ se ho la faccia preoccupata dice che non è giornata e mi offre/ Che ti offre?/ un aranciata!..voglio un dentista clown!/ dentista clown-clown/ la sua stanza illuminata/ tappezzata, di dentie../..re disegnate/ Esagerato!/ quante fauci di leoni,/ orsi,tigri ed elefanti/ se son tutti suoi clienti voglio anch io una foto lì!/ Dentista-clown, clown-clown. Scegllii un brravo prroffessiioniistta!! un dentista la cui formazione è adatta a gestire i pazienti più piccoli ( maggior bisogno di essere ascoltati e rassicurati). Tu per primo devi dire sì ai controlli periodici, dal momento in cui cominciano a spuntare i primi denti, è importante fissare appuntamenti periodici con il dentista. Il tuo bambino si abituerà a vivere la situazione come qualcosa di normale e di routine. Prenderà confidenza con lo studio dentistico e tutto ciò che lo circonda. L avvicinamento graduale, è un altra tecnica per abituare,in più sedute a crescente difficoltà, all'ambiente medico tuo figlio e lo scopo ultimo è ottenere la sua fiducia. La prevenzione sarà assicurata se il tuo piccolo paziente andrà serenamente ai controlli. La paura di andare dal dentista può e deve essere sostituita da qualcosa di piacevole. AMBIENTE non troppo dissimile da quello a cui è abituato - avvicinarsi con le cure in modo graduale cosi come l introduzione graduale nell ambiente I bambini non sono piccoli adulti e quindi deve sembrare tutto un gioco, È interessante che tu sappia che invece a volte son proprio gli adulti e che necessitano di vere e proprie sedute di avvicinamento per poter creare il rapporto di fiducia con il curante ((perr incii isso))consigli E STRATEGIE PER GLI ADULTI FOBICI((non moltto divverrssi i daii vvossttrri i bambini)) del Dottor Fabio Lucchese pag. 10

11 Già che ci sono, in breve qualche informazione che possa dare un po d aiuto all adulto fobico Importanza dell informazione: ciò che non si conosce incute molta più paura. Comincia ad avvicinarti alle cose che ti fanno paura ricercando sempre più informazioni. inoltre, come ho già accennato prima, evitare il problema incrementa il problema! Affidati anche tu ad un dentista di fiducia: porrai liberamente domande e riceverai soddisfacenti risposte! Un passo alla volta: programma insieme al tuo dentista di fiducia, un calendario di sedute da fare. Se non si tratta di un intervento di emergenza, potreste concordare, con una cadenza ben precisa, gli incontri da effettuare con interventi di diverso livello e intensità (per esempio: pulizia dei denti e POIIIII...). In questo modo ti avvicinerai gradualmente alle tue paure. Scrivi! in procinto di ogni seduta, prendi carta e penna e scrivi nero su bianco tutte le paure, le emozioni, i pensieri rispetto alla situazione che dovrai affrontare. Dai anche un voto, su una scala da 1 a 10 al dolore che pensi che sentirai e prova poi a darne un altro, dopo la seduta. Molto, spesso, il voto che abbiamo assegnato prima è molto più alto rispetto a quello provato realmente! Geniittorrii,, crreatte un clliima dii norrmalliittà e dii siicurrezza. e coccolarlo. promuovi la possibilità che tuo figlio parli della sua esperienza. Metti in risalto che è stato coraggioso, fallo sempre! Se ti racconta che ha sentito tantissimo male, non smentirlo! ma cerca di circoscrivere, prima ascoltalo attentamente senza interromperlo, poi rispondigli dolcemente, reagisci con le lodi per come ha affrontato e sposta tutti i suoi bisogni di quel momento verso un attività per lui gratificante come giocare La visita dal dentista deve essere percepita positivamente nella mente e nei ricordi dei tuoi figli. del Dottor Fabio Lucchese pag. 11

12 Tu devi essere consapevole che praticamente tutto dipende da te. la fantasia di veder violata la propria bocca paura del dentista e dentista vissuto come un padre incombente e limitante personalità del dentista per creare comportamento empatico. Una buona e scambievole relazione curante-paziente con emozioni differenti con reciproca comprensione e tolleranza comprensione reciproca delle emozioni differenti dei sentimenti interesse autentico la relazione positiva quando si prende in cura e il paziente si affida, basta poco per cadere in una relazione negativa e attivare i fantasmi o paura del cattivo e quello che cava i denti Il dentista rischia di sentirsi impotente e frustrato di fronte a paure di cui non comprende l origine e quindi le sminuisce e magari dimostra fastidio Il paziente chiede al dentista rispetto e accoglimento delle proprie paure e spesso gli basta avvertire la presenza di interesse nei suoi confronti e non sentirsi un oggetto passivo di una paricolare tecnica di intervento anche se sicura e sofisticata Il primo passo lo deve fare il dentista(sceglere il dentista giusto)) che verifica la disponibilità a farsi curare RAPPORTO dentista-bambino I denti non sono inanimati e strumenti solo meccanici, ma legati a momenti importanti della crescita: prima seconda dentizione pensa come alla comparsa deiprimi dentini coincide con lì allontanamento dal seno e inizio dello svezzamento con sperimentazione di nuove abilità e la bocca ottiene sensazioni ed emotivitù nuove e complesse, con la possibilità di mordere si ha sensazione di forza e difesa Ma il bambino passa delle fasi di debolezza (permuta)insicurezza e si sente indifeso pertanto ha paura di aggressione da parte del dentista e lo rifiuta con forza AMBIENTE giocoso non dissimile da quello di casa insala ATTESA E poi IN STUDIO ALLA POLTRONA NO odori strani no lamenti o frasi inquietanti di altri pazienti Un arredo con fumetti poster, tavolino con fogli e colori non dissimile da quello a cui è abituato è il minimo! Ecco degli esempi di studi attrezzatissimi di odontopediatri specializzati del Dottor Fabio Lucchese pag. 12

13 Compra, ad una certa età, ai tuoi figli, giocattoli, videogame e figure, poster che possano aiutarli Per i tuoi figli dedica, e richiedi al dentista, alcune sedute che sono chiamate - di ingresso o avvicinamento. Servono a soddisfare un esigenza primaria dei bambini, cioè conoscere l ambiente e gli strumenti, come possono muoversi e cosa possono fare. Questa pre-conoscenza alleggerirà l altro grande effetto che è la paura. Se hai anticipato qualcosina a casa, il bambino potrà vedere e seguire cose e gesti già noti Osserva che il dentista abbia i seguenti comportamenti. Come con gli adulti intratterrà il tuo bambino e gli chiederà se ricorda le malattie che ha avuto( anamnesi ), poi se percepisce che nella bocca ha qualche cosa che non va il dentista se lo farà descrivere e anticiperà quello che si potrà fare per porre un rimedio durevole. In molti casi non chiederà subito di aprire la bocca Assistente assumerà un ruolo materno di difesa e protezione Un buon inizio è se gli chiede di contare. La parola contare è più concreta e familiare! Chiede se sa quanti denti ha nella sua boccuccia, e di contarli assieme indicandoli col dito Poi gli farà usare uno specchio sempre per contarli, questo lo renderà ancor più partecipe. Spiegherà la carie dicendo: ohh, hai un dente un po sporco! Gli racconterà qualcosa di fantasia come hai fatto tu a casa. Il dente ha lo smalto che lo protegge come un cappottino e se il cappotto ha un buco allora si sente caldo e freddo perché è meno protetto: se non chiudiamo presto presto quel buco rischia di allargarsi e il fastidio magari aumenta del Dottor Fabio Lucchese pag. 13

14 Si puo inventare cio che si vuole importante sia credibile e che il bimbo non si senta ingannato baco-carione ha una famiglia, tanti baco-carioni che cercano di rompere il cappotto cioè lo smalto però hanno paura dell acqua e del rumore cioe del trapano e farà sentire il rumore al tuo bambino Non farà promesse che non si possono mantenere In quei casi è inutile controproducente dire che non sentirà nulla molto meglio lo preparerà (come hai fatto tu a casa!), che un dolore può sentirlo ma sarà del tutto sopportabile. Poi, visto che l inizio è rassicurante, tu saluterai tuo figlio ed uscirai perché sai che come tutti i genitori solo per istinto tenderesti ad intervenire o a mostrarti teso ad ogni gesto: tuo figlio percepirebbe l eccessiva preoccupazione e finirebbe per spaventarsi maggiormente. Inoltre, il bambino da solo impara piú facilmente ad accettare l'intervento dell'odontoiatra, responsabilizzandosi, I bambini di età inferiore ai 5 anni saranno preferibilmente accompagnati da un genitore. Per i bambini piú ansiosi o piú diffidenti il dentista potrà utilizzare delle foto che ritraggono altri bambini che si sottopongono ad una terapia molto simile. Solitamente, constatando come un loro coetaneo abbia un comportamento tranquillo, anche questi bambini acquisiscono una certa sicurezza, avendo avuto la possibilità di verificare quanto è stato loro assicurato. Oppure si possono dare dimostrazioni pratiche usando modelli in gesso colorato che riproducono le arcate dentarie. Può risultare utile anche usare una documentazione fotografica che mostri casi analoghi prima e dopo il trattamento consentendo cosí spiegazioni piú esaurienti. Questa pratica diviene insostituibile nei casi di urgenza dove ci si trovi a dover preparare psicologicamente un paziente talora estremamente preoccupato (ad esempio, un bambino che ha perso un dente in un incidente e a cui si deve proporre il reimpianto) avendo poco tempo a disposizione. Il vedere le immagini fotografiche che documentano la riuscita di un intervento analogo contribuisce notevolmente a sdrammatizzare la situazione facendo sí che il bambino ed i suoi genitori si tranquillizzino e collaborino maggiormente con l'operatore. Tuttavia, in altre urgenze, il problema "paura" può passare in secondo piano: questo avviene, di solito, quando è importante la componente dolorosa, ad esempio allorché si è di fronte ad una pulpite acuta. Dopo la prima seduta, che viene effettuata in una zona operativa appartata, meglio sarebbe, se possibile, introdurre il bambino in una zona operativa aperta (cioè con piú poltrone), che viene presentata come "scuola dei denti". È bene esporre il meno possibile lo strumentario, spiegare sempre a che cosa serve e come si usa prima di procedere. I bambini correttamente preparati possono innalzare notevolmente la propria soglia del dolore, diventando "amici" del dentista e comprendendo meglio l'importanza della prevenzione e dei controlli periodici. Ottiene invece risultati negativi il rimproverare, il minimizzare, il mettere in ridicolo, l'ignorare le manifestazioni di paura. Cercando di rispettare tutti questi accorgimenti, si dovrebbe evitare che il piccolo paziente operi le prime associazioni negative del tipo trapano-buco-dolore, pinza-estrazione-violenza, impazienza dell'uomo in camice, che non raramente lo portano a sostenere addirittura di provare dolore prima ancora che il trattamento abbia inizio. Occorre comunque sottolineare che anche i genitori devono essere sensibilizzati, in quanto spesso non comprendono l'importanza del curare i denti da latte. Il rapporto odontoiatra-adulto del Dottor Fabio Lucchese pag. 14

15 Anche per quanto riguarda le persone adulte risulta estremamente importante l'atteggiamento degli operatori nei confronti del paziente, in quanto rappresenta un elemento che può sensibilmente aumentare o, al contrario, contenere le manifestazioni di ansia. Un atteggiamento freddo e distante, magari sbrigativo, rischia di lasciare inevase le aspettative e le richieste latenti del paziente. Il lavoro diviene, in questi casi, una sorta di routine e il paziente non viene piú considerato in base alla sua personalità, ai problemi o ai conflitti che lo possono affliggere, ma solo per la patologia specifica (orale) che presenta. Divengono allora comprensibili i suoi disturbi emotivi, le motivazioni della sua ansia, nonché l'eziologia di determinate sindromi come il bruxismo (vedi cap. III). Lo stile personale dell'odontoiatra può dunque suscitare o contenere stati ansiosi o addirittura manifestazioni fobiche del paziente; può determinare reazioni di rifiuto o, al contrario, l'attiva accettazione della terapia, cosí come può indurre positivi cambiamenti nelle abitudini igienico-orali. In definitiva, nel rapporto tra i due si instaura presto una dinamica relazionale all'interno della quale paziente e odontoiatra divengono soggetto e oggetto di proposte e di risposte specifiche e circolari. Come accade in altre circostanze clinico-terapeutiche, anche in odontoiatria il paziente deve accettare non soltanto la prassi terapeutica, ma anche il modo di fare e di essere del dentista. Questo aspetto impositivo non fa che aggravare ulteriormente lo stato ansioso del paziente odontoiatrico, in quanto la tendenza del dentista a privilegiare esclusivamente l'apparato dentale accentua la posizione di passività del paziente, che può sentirsi svilito nel suo essere "persona" e non "soggetto terapeutico". L'odontoiatra spesso forza la scelta del paziente; questa forzatura è in realtà l'interpretazione di manifestazioni comportamentali quotidiane nell'ambito odontoiatrico. È per questo che l'odontoiatra dovrebbe essere estremamente attento nel scegliere la sua linea di comportamento, specie in vista degli effetti positivi e negativi che indirettamente si ripercuotono sul suo operato. Lo scambio di comunicazioni avviene anche e soprattutto attraverso mezzi non verbali, quali la mimica, la gestualità, il tono della voce. Occorre dunque analizzare le variabili che intervengono nel rapporto odontoiatra-paziente e individuare i metodi di intervento psicologico e clinico piú soddisfacenti. Varie tecniche sono state proposte, ma spesso esse richiedono un ambiente particolare, un notevole tempo a disposizione e una preparazione specifica che l'operatore di solito non possiede. Questo vale, ad esempio, per le tecniche di rilassamento (vedi cap. IV). Occorre segnalare l'esistenza di un particolare metodo, detto METODO ELEUTERIANO il quale favorisce una tecnica di approccio relativamente semplice, combinandosi in essa l'aspetto tensio-riduttivo con quello relazionale, e fornendo allo stesso tempo all'odontoiatra un valido orientamento comportamentale. Il metodo si fonda principalmente sulla libertà del paziente: il soggetto deve cioè essere libero di scegliere. Consentire una libera scelta significa certamente indurre una certa responsabilizzazione del paziente, e quindi anche accentuarne la conflittualità, ma significa anche renderlo nuovamente padrone di se stesso, meno ansioso e meno soggetto alla del Dottor Fabio Lucchese pag. 15

16 regressione (dove per regressione si intende il temporaneo ritorno a fasi precedenti della propria vita psichica, con diminuzione della sicurezza, del grado di maturità, specie per quanto riguarda i rapporti interpersonali). Il metodo eleuteriano consente al paziente di operare le proprie scelte sulla base del dialogo e della bisociazione. Il dialogo non sarà generico e occasionale, ma risponderà piuttosto a precise norme relazionali verbali, che vengono cosí elencate: a) Il rovesciamento figura/sfondo: esso consente al paziente di considerare che la causa apparente di un problema può essere in realtà solo una concausa, o addirittura un elemento del tutto marginale. Un esempio pratico si ha quando il paziente dichiara di non trovare il coraggio per sottoporsi a un'estrazione dentaria. Il problema primario è quindi l'estrazione (figura), mentre solo secondariamente il paziente considera i vantaggi successivi (sfondo) della terapia. È necessario quindi che l'odontoiatra tenti di rovesciare i termini del problema, esaltando i vantaggi della terapia e ponendo in secondo piano l'estrazione (ricordando, per esempio, che non può essere considerata un problema grave in quanto si risolve in pochi minuti). b) La scelta delle parole: queste devono essere chiare, non evasive e soprattutto alla portata del paziente; una spiegazione troppo tecnica, o comunque non chiaramente comprensibile, può generare una condizione di sospetto e diffidenza. c) La metafora: essa permette di fare comprendere un principio complesso tramite l'uso di una rappresentazione semplice. d) La scelta della condotta: l'operatore, onde consentire al paziente di scegliere liberamente, deve cercare di non influenzarlo direttamente. e) La trasposizione: consiste nel trasporre un problema su diverse dimensioni valutative, in modo che il paziente possa considerarlo sotto un'altra luce. Ad esempio, nel caso di un paziente che debba adottare una protesi mobile, è utile trasporre il problema adozione di un artificio fastidioso verso un aspetto vantaggioso e di primaria importanza (miglioramento dell'estetica e della funzionalità dell'articolazione). f) L'humour: il metodo eleuteriano considera l'humour una vera e propria arte, indispensabile non solo per lenire l'ansia del paziente, ma anche per sdrammatizzare i problemi esaminati, rendendoli meno gravosi. Occorre aggiungere che il metodo eleuteriano invita ad affrontare già nella prima seduta le molteplici preoccupazioni che emergono dalle dichiarazioni del paziente: si tratta in definitiva di operare una "considerazione" delle problematiche. Tutti questi aspetti descrivono le modalità secondo le quali andrebbe condotto il dialogo. Per quanto riguarda invece la cosiddetta bisociazione(creare,creazione), essa consiste nel mostrare un problema che pare senza via d'uscita partendo da un'altra angolazione (un'applicazione pratica della bisociazione può essere quella del rovesciamento del Dottor Fabio Lucchese pag. 16

17 "figura/sfondo", citata precedentemente al punto 'a'). Il metodo descritto appare particolarmente indicato nel trattamento di personalità conflittuali e immature; spesso infatti i pazienti odontoiatrici rientrano in questo ambito per effetto delle dinamiche regressive scatenate dalla cura. I principali vantaggi della tecnica eleuteriana si basano soprattutto sul rapporto duale, che consente l'instaurarsi di una collaborazione piú fiduciosa. Pur non essendo in senso stretto una tecnica di rilassamento, questo metodo consente al paziente di alleviare il suo stato di tensione emotiva e muscolare attivato dalla situazione odontoiatrica. Viene effettuato nello stesso studio dentistico e non richiede da parte dell'odontoiatra una preparazione specifica. L'obiettivo primario è quello di porre il paziente nelle condizioni di operare, come si è detto, una libera scelta, partecipando alle decisioni sul trattamento, approvando un preventivo riguardo ai costi, scegliendo quando sottoporsi alle cure odontoiatriche, migliorando le proprie abitudini riguardo alla igiene orale, ecc. Bisogna tuttavia sottolineare che è molto difficile trovare riuniti in un'unica tecnica tutti gli accorgimenti che l'odontoiatra può adottare nei confronti del paziente, tanto piú se si pensa che in una rilevante percentuale di casi si instaurano rapporti estremamente individualizzati e sottili. L'insieme di tutti questi accorgimenti, a volte anche banali, può comunque risultare di un'efficacia insospettata. Detto questo ho terminato questo lungo raccontare. Ti è piaciuto? Faccelo sapere! Scrivici cosa ti succede dal Dentista, le tue esperienze, se vuoi dei suggerimenti o aiuti noi saremo felici d esserci pian piano tutti possiamo affrontare e superare queste paure! Cordiali saluti! del Dottor Fabio Lucchese pag. 17

MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI!

MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI! MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI! 10 trucchi per aver cura dei propri denti e non avere mai paura del dentista. Cari genitori, lʼimportanza dellʼigiene orale e la familiarità con lʼambulatorio odontoiatrico

Dettagli

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili

Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili Unità Didattica 4: Comunicazione e relazione con persone disabili In questa unità didattica sono indicate alcune modalità di comportamento con persone disabili, in modo da migliorare la conoscenza rispetto

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Un sano sorriso... per il tuo bambino

Un sano sorriso... per il tuo bambino Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Provincia Autonoma di Trento Direzione per la promozione e l educazione alla salute Dipartimento di Odontostomatologia Un sano sorriso... per il tuo bambino Progetto

Dettagli

dal dentista senza paura

dal dentista senza paura dal dentista senza paura Come affrontare la poltrona odontoiatrica e continuare a vivere felici Cari amici, La paura del dentista è molto diffusa e riguarda non soltanto i più piccoli ma anche gli adulti.

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI. Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata

VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI. Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI I BENEFICI DELLA COMUNICAZIONE IN FAMIGLIA Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata FORMATO FAMIGLIA

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati).

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). HEY! SONO QUI! (Ovvero come cerco l attenzione). Farsi notare su internet può essere il tuo modo di esprimerti. Essere apprezzati dagli altri è così

Dettagli

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA CHI È BAMA? Siamo un azienda tutta italiana che da oltre tre decenni rende la vostra quotidianità più comoda e più allegra, grazie a prodotti

Dettagli

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009

Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Bologna - Tel. & fax 051 543101 e-mail: e.communication@fastwebnet.it www.excellencecommunication.it Gestire le Risorse Umane - Costruire Fiducia Sospiro (Cremona) 19 giugno 2009 Docente: Antonella Ferrari

Dettagli

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE?

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? Ogni genitore desidera essere un buon educatore dei propri figli, realizzare il loro bene, ma non è sempre in armonia con le dinamiche affettive, i bisogni,

Dettagli

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it Favorire l autostima nel bambino Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it 1 Un senso di impotenza si sviluppa in seguito all incapacità di influenzare positivamente le proprie

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere quando smettere di bere DEVI SMETTERE DI BERE? Se il bere é una scelta libera e consapevole da parte di un individuo, é anche vero che molti non si trovano nelle condizioni di poter bere e continuare a

Dettagli

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: l Associazione Alzheimer Svizzera chiede un accompagnamento e un assistenza completi per i malati di demenza. Pensieri suicidi nelle persone affette da

Dettagli

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate!

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Il Consiglio d'europa è un'organizzazione internazionale con 47 paesi membri. La sua attività coinvolge 150 milioni

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale

Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale Scuola Primaria Paritaria «San Giuseppe» Foggia Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale 17 e 24 aprile 2012 Dott. Felice Lipari odontoiatra IL SORRISO Ciao, amici, sapete che il nostro sorriso

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano INDIRA GANDHI

Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano INDIRA GANDHI Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano INDIRA GANDHI Nel mio ultimo anno di studi per diventare coach ho appreso l'importanza delle domande che ci facciamo. Se non ci prendiamo

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N. 3 LA SCUOLA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno, sono

Dettagli

Il telefono in Pediatria:

Il telefono in Pediatria: Il telefono in Pediatria: criteri di efficacia nella comunicazione e nella relazione Mario Maresca mario.maresca@nexolution.it www.nexolution.it Relazione e Comunicazione La comunicazione è un processo

Dettagli

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo Depressione e comportamento suicidario Opuscolo informativo Depressione La vita a volte è difficile e sappiamo che fattori come problemi di reddito, la perdita del lavoro, problemi familiari, problemi

Dettagli

!"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente

!#$%&%'()*#$*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente !"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente Il Terzo Pilastro del Biker Vincente La Mountain Bike e la Vita Ciao e ben ritrovato! Abbiamo visto nelle ultime due lezioni, come i dettagli siano fondamentali

Dettagli

MARCO ANTUZI MOTIVATORE DI ME STESSO

MARCO ANTUZI MOTIVATORE DI ME STESSO MARCO ANTUZI MOTIVATORE DI ME STESSO Ricostruire la Propria Identità attraverso la Determinazione e la Libertà di Scelta 2 Titolo MOTIVATORE DI ME STESSO Autore Marco Antuzi Editore Bruno Editore Sito

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

Seconda parte Trovami

Seconda parte Trovami Seconda parte Trovami Dal diario di Mose Astori, pagina 1 Dovrei iniziare questo diario inserendo la data in cui sto scrivendo, e poi fare lo stesso per ogni capitolo successivo, in modo da annotare il

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta Nel corso del primo anno : - riconosce il nome proprio; - dice due-tre parole oltre a dire mamma e papà ; - imita

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di Sessione La negoziazione Introduzione INTRODUZIONE Il presente modulo formativo ha lo scopo di aiutare il manager a riesaminare le dinamiche interpersonali e le tecniche che caratterizzano una negoziazione

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

Le fondamenta del successo

Le fondamenta del successo 13 October 2014 Le fondamenta del successo Articolo a cura di Nicola Doro - Responsabile Commerciale Ad Hoc Le fondamenta del successo? Responsabilità al 100%! Le persone di successo si assumono il 100%

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Cosa ti puoi aspettare da una relazione di coaching

Cosa ti puoi aspettare da una relazione di coaching Cosa ti puoi aspettare da una relazione di coaching L esperienza del coaching comincia nel momento in cui si decide di iniziare, nel momento in cui si programma la prima sessione, proprio perché la volontarietà

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

Vuoi risparmiare dal dentista? Comincia con una buona prevenzione!

Vuoi risparmiare dal dentista? Comincia con una buona prevenzione! Vuoi risparmiare dal dentista? Comincia con una buona prevenzione! Prenderti cura della tua salute non dà solo benefici riguardanti il tuo benessere ma ti aiuta anche ad acquisire fiducia in te stesso,

Dettagli

Dott.ssa EMANUELA GARRITANI

Dott.ssa EMANUELA GARRITANI Dott.ssa EMANUELA GARRITANI L idea di trattare questo argomento è nata a seguito della prima esperienza di tirocinio, svoltasi presso la Residenza Sanitaria Assistenziale del Presidio Ospedaliero di Monfalcone,

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

La RELAZIONE d AIUTO e la RICHIESTA di DONAZIONE

La RELAZIONE d AIUTO e la RICHIESTA di DONAZIONE IL PERCORSO DELLA DONAZIONE D ORGANI A. O. S. GIOVANNI ADDOLORATA Sala Folchi Roma, 7 dicembre 2012 La RELAZIONE d AIUTO e la RICHIESTA di DONAZIONE Dott.ssa Francesca Alfonsi La relazione di aiuto BASE

Dettagli

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti?

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti? - Fermati un Momento a Riflettere sulla Direzione in cui stai Procedendo e Chiediti se proprio in quella Vuoi Andare. Se la tua Risposta è Negativa, Ti Propongo di Cambiare. - Se Fossi Sicuro di non poter

Dettagli

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente).

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente). QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO Gentile genitore, le sottoponiamo il presente questionario anonimo al termine dell incontro a cui ha partecipato. La valutazione da lei espressa ci aiuterà a capire

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Attività fisica: è più importante la QUANTITA o la QUALITA?

Attività fisica: è più importante la QUANTITA o la QUALITA? Attività fisica: è più importante la QUANTITA o la QUALITA? Spesso mi capita di visitare persone che si lamentano del fatto che pur allenandosi tutti i giorni (a volte anche 2 volte al giorno), non ottengono

Dettagli

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana giugno 2011 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE 2 PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

i diritti dei bambini in parole semplici

i diritti dei bambini in parole semplici i diritti dei bambini in parole semplici Questa è la traduzione di un opuscolo pubblicato in Inghilterra dall'unicef. È il frutto del lavoro di un gruppo di bambini che hanno riscritto alcuni articoli

Dettagli

Vediamo dei piccoli passi da fare:

Vediamo dei piccoli passi da fare: L assertività L assertività è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro e valido le proprie emozioni e opinioni senza offendere né aggredire l interlocutore.

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Le Donne: il motore della vita

Le Donne: il motore della vita Le Donne: il motore della vita Il team di questo progetto è composto da me stessa. Sono una giovane laureata in Giurisprudenza e praticante avvocato, molto sensibile e attenta al tema riguardante la violenza

Dettagli

la comunicazione della diagnosi al malato di Alzheimer

la comunicazione della diagnosi al malato di Alzheimer Gruppo di studio SIGG LA CURA NELLA FASE TERMINALE DELLA VITA la comunicazione della diagnosi al malato di Alzheimer evelina bianchi Firenze 53 Congresso nazionale SIGG 2008 Firenze 53 congresso SIGG evelina

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Distruzione e danni in casa. Scritto da Davide Mercoledì 27 Ottobre 2010 09:20 -

Distruzione e danni in casa. Scritto da Davide Mercoledì 27 Ottobre 2010 09:20 - Si tratta di un comportamento tipico dei cuccioli che si manifesta in particolare in relazione al cambiamento dei denti. Può capitare che tale comportamento continui anche una volta che il cane raggiunge

Dettagli

Linguaggio del corpo per la seduzione (per donne che vogliono sedurre uomini)

Linguaggio del corpo per la seduzione (per donne che vogliono sedurre uomini) Linguaggio del corpo per la seduzione (per donne che vogliono sedurre uomini) Come scoprire i significati della comunicazione non verbale per sedurre gli uomini. IlTuoCorso - Ermes srl Via E.De Amicis

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA Principi, obiettivi e istruzioni IL SOSTEGNO A DISTANZA che cos è Con il termine Sostegno a Distanza si vuole convenzionalmente indicare una forma di solidarietà, oggi molto

Dettagli

Perche l, igiene orale si impara da piccoli!

Perche l, igiene orale si impara da piccoli! Prevenzione avanzata della carie Perche l igiene orale si impara da piccoli! I tuoi denti.. un mondo pieno di sorprese Lo sapevi che......i tuoi primi dentini si sono formati ancor prima di nascere? Nella

Dettagli

ESSERE GENITORI OGGI: AIUTARE I FIGLI NEL LORO PERCORSO DI CRESCITA

ESSERE GENITORI OGGI: AIUTARE I FIGLI NEL LORO PERCORSO DI CRESCITA ITC C. Deganutti Udine SPAZIO DEDICATO AI GENITORI TERZO INCONTRO ESSERE GENITORI OGGI: AIUTARE I FIGLI NEL LORO PERCORSO DI CRESCITA Programma specifico FSE nr.. 13 Azione B TERZO INCONTRO Istituto: ITC

Dettagli

Memory Fitness TECNICHE DI MEMORIA

Memory Fitness TECNICHE DI MEMORIA Memory Fitness TECNICHE DI MEMORIA IL CERVELLO E LE SUE RAPPRESENTAZIONI Il cervello e le sue rappresentazioni (1/6) Il cervello e le sue rappresentazioni (2/6) Approfondiamo ora come possiamo ulteriormente

Dettagli

MOTIVAZIONE DEL SOCCORRITORE

MOTIVAZIONE DEL SOCCORRITORE Lunedì 17 Febbraio 2014 Misericordia nel Comune di Lari Corso di Formazione di livello Base e Avanzato ASPETTI RELAZIONALI NELL APPROCCIO AL PAZIENTE RELATORE Benedetto Deri, F.M.R.T. Misericordia nel

Dettagli

Crescere figli con autostima

Crescere figli con autostima Crescere figli con autostima Come infondere fiducia in se stessi e autostima nelle varie fasi della loro vita (sotto i 3 anni, dai 3 agli 8 anni, dagli 8 ai 13, dai 13 in poi) IlTuoCorso - Ermes srl Via

Dettagli

Il Pediatra e la scuola per una corretta alimentazione: Dott. Alberto Ferrando

Il Pediatra e la scuola per una corretta alimentazione: Dott. Alberto Ferrando Il Pediatra e la scuola per una corretta alimentazione: Dott. Alberto Ferrando Pediatra di Famiglia Past Pres. SIP Liguria Vicepresidente APEL Pres. Fed. Reg. Ordini dei Medici della Liguria In un ambiente

Dettagli

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1 GRUPPO SCOUT MELNANO 1 PROGETTO EDUCATIVO 2011 2014 Cos è il Progetto Educativo Il progetto educativo è uno strumento per la comunità capi utile a produrre dei cambiamenti nel gruppo scout. E stato pensato

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA DIREZIONE DIDATTICA DI CASTEL MAGGIORE PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA Nelle Indicazioni Nazionali per i Piani di Studio Personalizzati delle Attività Educative nella Scuola dell Infanzia

Dettagli

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE ARTICOLO CASTELLETTO TICINO SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE Esiste un miglior biglietto da visita di un bel sorriso? La nostra epoca è sicuramente dominata

Dettagli

Servizio Sanitario della Toscana GUIDA PER IL PERSONALE DEDICATO AI RAPPORTI CON IL PUBBLICO URP. Ufficio Relazioni col Pubblico Tutela del Cittadino

Servizio Sanitario della Toscana GUIDA PER IL PERSONALE DEDICATO AI RAPPORTI CON IL PUBBLICO URP. Ufficio Relazioni col Pubblico Tutela del Cittadino Servizio Sanitario della Toscana GUIDA PER IL PERSONALE DEDICATO AI RAPPORTI CON IL PUBBLICO URP Ufficio Relazioni col Pubblico Tutela del Cittadino PER IL PERSONALE DEDICATO AI RAPPORTI CON IL PUBBLICO

Dettagli

L intervenire secondo il modello empaticorelazionale

L intervenire secondo il modello empaticorelazionale L intervenire secondo il modello empaticorelazionale Il progetto amico Prof. Nicola Cuomo Dott.ssa Alice Imola Dip. Di Scienze dell Educazione Università di Bologna No insegnante No educatore No terapista

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

La cura dei denti. Come un insegnante di scuola primaria puo aiutare il dentista a fare il suo lavoro con bambini difficili

La cura dei denti. Come un insegnante di scuola primaria puo aiutare il dentista a fare il suo lavoro con bambini difficili La cura dei denti Come un insegnante di scuola primaria puo aiutare il dentista a fare il suo lavoro con bambini difficili Anna Maria Fratangelo, insegnante di scuola primaria C. è una bambina di otto

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli 1 di 6 Autore di Esami No Problem 1 Titolo I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli

Dettagli

E la vostra salute Siate coinvolti

E la vostra salute Siate coinvolti E la vostra salute Siate coinvolti Il finanziamento per questo progetto e stato fornito dal Ministero della Sanita e dell Assistenza a Lungo Termine dell Ontario www.oha.com 1. Siate coinvolti nella cura

Dettagli

IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE

IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE. Sai che cosa è la propriocezione? SI SENTIRE TUTTE LE PARTI DEL PROPRIO CORPO IN TESTA. Quindi essere padrone delle singole parti del proprio corpo in ogni momento

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

COME MOTIVARE IL PROPRIO FIGLIO NELLO STUDIO

COME MOTIVARE IL PROPRIO FIGLIO NELLO STUDIO COME MOTIVARE IL PROPRIO FIGLIO NELLO STUDIO Studiare non è tra le attività preferite dai figli; per questo i genitori devono saper ricorrere a strategie di motivazione allo studio, senza arrivare all

Dettagli

La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici. Dott.ssa Monica Dacomo

La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici. Dott.ssa Monica Dacomo La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici Dott.ssa Monica Dacomo Attività per la scuola secondaria di I grado Chi o cosa provoca le nostre emozioni? Molti pensano che siano le altre

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA:

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA: LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA: Lo sbiancamento Posso fare lo sbiancamento? Ci sono determinate situazioni in cui lo sbiancamento non è utile o non avrebbe un buon risultato oppure ha delle

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

Crescere nella Fede. alcune idee di fondo sul cammino di catechesi

Crescere nella Fede. alcune idee di fondo sul cammino di catechesi Crescere nella Fede alcune idee di fondo sul cammino di catechesi Due mentalità, due logiche Un cammino di fede Un corso di dottrina Due approcci educativi Strada La Rivelazione cristiana incontrare la

Dettagli

Il bambino con ADHD a scuola

Il bambino con ADHD a scuola Teramo 20-04-2010 Dott.ssa Adriana Sigismondi ADHD Caratteristiche DISATTENZIONE IMPULSIVITA IPERATTIVITA 1 1 ATTENZIONE I bambini con un disturbo di attenzione manifestano problemi in compiti che richiedono

Dettagli

LE PSICOTERAPIE. A cura del Dr. Daniele Araco. (tratte dal trattato italiano di Psichiatria)

LE PSICOTERAPIE. A cura del Dr. Daniele Araco. (tratte dal trattato italiano di Psichiatria) LE PSICOTERAPIE A cura del Dr. Daniele Araco (tratte dal trattato italiano di Psichiatria) IL PROBLEMA DELLA PSICOTERAPIA COSA E LA PSICOTERAPIA? = un genere di INTERVENTO TERAPEUTICO su base PSICOLOGICA

Dettagli

CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA AFFETTA DA DOLORE

CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA AFFETTA DA DOLORE CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA AFFETTA DA DOLORE e 3 CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA AFFETTA DA DOLORE La lotta al dolore vede impegnati la persona con i suoi familiari, gli operatori sanitari e l organizzazione

Dettagli