Guida dei programmi e delle azioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida dei programmi e delle azioni"

Transcript

1 1 Direzione generale dell'istruzione e della cultura ISTRUZIONE E CULTURA Guida dei programmi e delle azioni Indice Prefazione 3 Programmi Socrates 4 Comenius: insegnamento scolastico 8 Erasmus: insegnamento superiore 11 Grundtvig: istruzione degli adulti e altri percorsi educativi 14 Lingua 16 Minerva: nuove tecnologie al servizio dell istruzione 18 Osservazione e innovazione 20 Azioni congiunte 21 Misure di accompagnamento 22 Leonardo da Vinci 23 Gioventù 29 Tempus 41 Cultura MEDIA Plus 47 Azioni elearning 51 Direttiva "Televisione senza frontiere" 52 I Europa : Anno europeo delle lingue 54 Azione Jean Monnet 55 EUROPASS-Formazione 57 PRINCE 58 Europe Direct 59 Partenariati con la società civile 60 Reti e relais d informazione europea 62 Gemellaggio di città 63

2 2 Cooperazione UE/Canada 64 Cooperazione UE/Stati Uniti d America 65 Sport 66 Altri servizi d interesse pubblico forniti dalla Direzione generale dell istruzione e della cultura 67 Elenco di indirizzi 69

3 3 Prefazione Cogliere le opportunità Con il passaggio all'anno 2000 ha visto la luce una nuova generazione di programmi e azioni in seguito all'impulso impartito dalla Direzione generale dell'istruzione e della cultura della Commissione europea. Essi riguardano l'istruzione, la formazione, la gioventù, la cultura, lo sport, la cittadinanza: temi al centro della vita di tutti i giorni. Interessano le risorse umane, principale ricchezza d'europa. Si chiamano, fra l'altro, Socrates, Leonardo da Vinci, Gioventù, Tempus, Cultura 2000 e Media. Per quanto perseguano obiettivi specifici, questi programmi e azioni presentano numerosi punti comuni. Sostengono la mobilità delle persone, la realizzazione di progetti pilota, lo scambio di idee e di pratiche. Incoraggiano la cooperazione europea a tutti i livelli. Ricercano la qualità e stimolano l'innovazione. Si rivolgono ad una vasta categoria di attori, istituzioni, associazioni. Sono accessibili a non meno di 31 paesi europei. Si basano inoltre su valori fondamentali quali la promozione delle pari opportunità, l'esercizio della cittadinanza attiva, l'apprendimento in ambito multiculturale oppure la necessità dell'istruzione e della formazione su tutto l'arco della vita attiva. I programmi e le azioni in materia di istruzione e cultura fungono da leve grazie alle quali viene accordata una sovvenzione finanziaria a migliaia di progetti di cui beneficiano centinaia di migliaia di persone. Costituiscono un formidabile incoraggiamento alle iniziative e rappresentano una considerevole fonte di opportunità concrete. Per cogliere tutte queste opportunità occorre poter accedere tempestivamente alle informazioni corrette e imboccare la direzione giusta. La «guida dei programmi e azioni» si rivolge alle scuole, alle università, ai centri di formazione, alle imprese, agli addetti alla cultura e ai media, alle autorità regionali e locali, alle organizzazioni non governative e infine alle migliaia di promotori che desiderano realizzare un progetto di dimensioni europee e vorrebbero sapere se possono contare su un finanziamento comunitario. Il vantaggio della presente opera è che in un'unica pubblicazione risponde al complesso dei meccanismi e procedure che consentono di accedervi. Il suo scopo è sostanzialmente pratico : rispondere in termini semplici alle domande più frequentemente formulate, orientare il lettore verso altre fonti di informazione, metterlo in contatto con gli organismi di collegamento del suo paese... L Europa dell'istruzione e della cultura l'europa dei cittadini è in movimento. È di fondamentale importanza che tutte e tutti ne approfittino appieno. Viviane Reding Commissaria responsabile dell'istruzione e della cultura

4 4 Programmi SOCRATES Quali obiettivi? Socrates è il programma europeo nell ambito dell istruzione. Esso mira a promuovere la dimensione europea e a migliorare la qualità dell istruzione attraverso l incoraggiamento della cooperazione fra i paesi partecipanti. Questo programma ha l ambizione di sviluppare un Europa della conoscenza e, in tale modo, rispondere meglio alle grandi sfide di questo nuovo secolo: promuovere l istruzione lungo tutto l arco della vita, incoraggiare l accesso di tutti i cittadini all istruzione, acquisire qualifiche e competenze riconosciute. In concreto il programma Socrates persegue cinque grandi obiettivi: rafforzare la dimensione europea dell istruzione a tutti i livelli migliorare la conoscenza delle lingue europee promuovere la cooperazione e la mobilità in tutti i settori dell istruzione incoraggiare l innovazione nel campo dell istruzione promuovere la parità delle opportunità in tutti i settori dell istruzione Socrates completa l azione degli Stati membri pur rispettandone pienamente la responsabilità per quanto riguarda il contenuto dell insegnamento e l organizzazione del sistema educativo, nonché la loro diversità culturale e linguistica. Sono in totale 31, cioè Quali paesi partecipano? I 15 Stati membri dell Unione europea: Germania, Austria, Belgio, Danimarca, Spagna, Finlandia, Francia, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Svezia. I tre paesi dell EFTA/SEE: Islanda, Liechtenstein, Norvegia I 10 paesi associati dell Europa centrale e orientale: Bulgaria, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia Cipro, Malta e, a decorrere dal 2001, la Turchia. Quali beneficiari? Socrates mira tutte le parti in causa nell ambito della comunità educativa: gli allievi durante il periodo della scuola dell obbligo, gli studenti, le persone giovani e meno giovani che riprendono gli studi; gli insegnanti in formazione o in attività, il personale che si occupa di educazione, amministrazione e direzione; gli istituti di istruzione di tutti i tipi;

5 5 inoltre, tutte le parti in causa esterne: funzionari e responsabili a livello decisionale, autorità locali e regionali, federazioni dei genitori, parti sociali, imprese, associazioni, ONG, ecc. Quale durata? Dopo una prima fase di cinque anni ( ), il programma Socrates è stato rinnovato per un periodo di sette anni ( ). Quale base giuridica? Gli articoli 149 e 150 del Trattato CE. Decisione 253/2000/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24/1/2000 (GU L. 28 del 3/2/2000). Socrates ha una dotazione di bilancio di 1850 milioni di euro per sette anni. Chi fa cosa? L attuazione del programma Socrates rientra nelle competenze della Commissione europea (Direzione generale dell istruzione e della cultura). A tal fine essa è assistita dal Comitato Socrates, costituito da rappresentanti degli Stati membri e presieduto dalla Commissione. D altra parte, sono state istituite per Socrates varie Agenzie nazionali, stabilite in ciascuno dei paesi partecipanti. Queste agenzie, che esercitano un legame più diretto con i cittadini, gestiscono una grande parte del programma Socrates e assumono importanti funzioni d informazione. Come partecipare? Le procedure di presentazione e di selezione delle richieste di sovvenzione variano considerevolmente a seconda che si tratti di un azione centralizzata gestita dalla Commissione europea o di un azione decentrata gestita dalle Agenzie nazionali designate dai paesi partecipanti (per ulteriori dettagli, cfr. in appresso la descrizione delle varie azioni di Socrates). Opzioni: Altre informazioni? consultare l Agenzia nazionale Socrates del vostro paese: cfr. gli indirizzi pagina consultare il sito web Socrates della Commissione europea: riferirsi alla Guida del candidato Socrates, che fornisce tutti i dettagli sulle varie azioni e sui mezzi concreti di parteciparvi. Questa guida, disponibile in undici lingue, può essere consultata su Internet (cfr. sito supra) o può essere ottenuta presso le Agenzie nazionali Socrates comporta otto azioni. Quali azioni? Le prime tre corrispondono alle tre tappe che suddividono il percorso dell istruzione lungo tutto l arco della vita: scuola, università, istruzione nell età adulta. Le cinque tappe successive hanno invece carattere trasversale.

6 6 1. Comenius: insegnamento scolastico, 2. Erasmus: insegnamento superiore, 3. Grundtvig: istruzione degli adulti e altri percorsi educativi, 4. Lingua: apprendimento delle lingue europee, 5. Minerva: tecnologie dell informazione e della comunicazione nell istruzione, 6. Osservazione e innovazione dei sistemi e delle politiche nel campo educativo, 7. Azioni comuni con altri programmi europei, 8. Misure di accompagnamento. Quali tipi di attività? Il programma Socrates appoggia i seguenti tipi di attività: mobilità transnazionale delle persone nel settore dell istruzione in Europa; progetti pilota fondati su partenariati transnazionali concepiti per stimolare l innovazione e la qualità dell istruzione; promozione delle competenze linguistiche e della comprensione delle varie culture; impiego delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) nel settore dell istruzione; reti di cooperazione transnazionale che facilitino lo scambio di esperienze e di buone prassi; osservazione e analisi comparativa dei sistemi educativi e delle politiche nel campo dell insegnamento; attività intese a scambiare informazioni, diffondere buone prassi e favorire l innovazione. Quali priorità comuni? Ciascuna azione prevede priorità che possono essere permanenti, oppure cambiare di anno in anno. D altra parte, l insieme delle azioni tende ad accordare un particolare sostegno ai gruppi svantaggiati e a promuovere la parità delle opportunità tra le donne e gli uomini, oltre a promuovere l integrazione delle persone portatrici di handicap e la lotta contro il razzismo. Una attenzione particolare è rivolta all apprendimento delle lingue, in particolare a quelle meno impiegate e insegnate. In parallelo, si sottolinea l importanza di studiare in un ambiente multiculturale come uno dei fondamenti di una cittadinanza europea. Le nuove tecnologie dell informazione e della comunicazione sono un altra priorità del programma, nella misura in cui esse servono una pedagogia attiva e concorrono all innovazione. Dal 1995 al 1999 Per Erasmus : Alcune cifre università sono state vincolate con un contratto istituzionale; sono state istituite 35 reti tematiche universitarie;

7 studenti hanno fruito di una borsa di mobilità; insegnanti hanno fruito di un contratto di mobilità. Per Comenius : scuole sono state collegate con un partenariato scolastico; insegnanti e direttori di scuole hanno fruito di un contratto di mobilità. Per Lingua : insegnanti del settore linguistico e assistenti linguistici hanno fruito di un contratto di mobilità; allievi sono stati scambiati nell ambito di progetti di apprendimento linguistico.

8 8 Azione 1 COMENIUS: INSEGNAMENTO SCOLASTICO Quali destinatari? L azione Comenius si rivolge alla prima fase dell istruzione: dalla scuola materna alla secondaria (compreso l insegnamento tecnico e professionale) passando attraverso la scuola elementare. Questa azione riguarda tutti gli attori della comunità educativa: gli insegnanti, il personale educativo e gli allievi e si sforza di mobilitare anche gli organismi situati al di fuori della scuola: associazioni di genitori, ONG, autorità locali, imprese, parti sociali. Quali obiettivi? L obiettivo di Comenius consiste nell accrescere la qualità dell insegnamento, nel rafforzarne la dimensione europea e nel promuovere l apprendimento delle lingue. È posto anche un accento su alcune grandi idee. L apprendimento in un ambito multiculturale, che costituisce la base stessa della cittadinanza europea, l appoggio a gruppi di persone svantaggiate, la lotta contro il fallimento scolastico e l esclusione. Comenius comprende tre grandi direttrici. 1) I partenariati scolastici Essi sono a loro volta di tre tipi. Quali tipi di attività? I progetti scolastici consentono agli istituti (non meno di tre istituti di tre paesi partecipanti) di lavorare su un tema di interesse comune. Essi mirano ad implicare il più grande numero possibile di classi e a contribuire in tal modo ad una collaborazione più stretta, in particolare fra le varie classi e discipline. Favorire la partecipazione attiva degli allievi costituisce una priorità e al momento attuale è previsto che un numero, sia pure limitato, di allievi si rechi all estero per preparare e pianificare assieme ai professori un progetto europeo. I progetti linguistici riguardano due istituti di due paesi europei. L apprendimento delle lingue straniere deve essere al centro di questo progetto. È data precedenza alle lingue meno diffuse e insegnate meno correntemente. Questi progetti daranno vita ad uno scambio che si concretizzerà con un soggiorno nell istituto partner e attraverso una visita di ritorno (età minima degli allievi: 14 anni). I progetti di sviluppo scolastico coinvolgono gli istituti scolastici (non meno di tre istituti di tre paesi partecipanti) in quanto istituzioni. Essi sono invitati a condividere le loro esperienzeeapraticarescambisuimetodidiinsegnamentoe sulle modalità di organizzazione o di gestione relative a temi di interesse comune: ad esempio, la prevenzione della violenza scolastica e l integrazione di allievi provenienti da ambienti sociali o culturali differenti. Ciascun istituto è quindi direttamente interessato. 2) Formazione iniziale e continua del personale partecipante all insegnamento scolastico Possono essere sovvenzionati due tipi di attività:

9 9 Progetti di cooperazione multilaterale fra diversi tipi di istituzioni, in particolare istituti competenti in materia di formazione iniziale o continua degli insegnanti. Questi progetti hanno per obiettivo l elaborazione di programmi, corsi, strategie o materiale pedagogico per la formazione del personale addetto all istruzione e per l impiego nelle classi. Al di là del contributo di questi progetti al rafforzamento della qualità della formazione e della sua dimensione europea, la creazione di legami fra colleghi che lavorano in questo settore nell ambito dei diversi paesi europei costituirà un elemento prezioso. Varie borse individuali attribuite ai futuri insegnanti (comprese le borse di assistenti per i futuri professori di lingue) ad insegnanti in attività e ad altre categorie di personale che rientrano nell ambito dell istruzione formale o informale (presidi, ispettori, consiglieri, mediatori, ecc.). Queste borse serviranno a sovvenzionare la mobilità per partecipare a tirocini pratici in scuole o imprese estere o per partecipare a corsi europei con colleghi originari di altri paesi. 3) Attuazione di reti Comenius Le reti Comenius mirano soprattutto a creare una sinergia tra progetti di partenariato scolastico e progetti relativi alla formazione del personale, oltre ad aumentarne il numero, allo stesso tempo arricchendoli e completandoli. Una rete Comenius è costituita su una base tematica di interesse comune. Essa è una piattaforma che permette alle persone e alle istituzioni partecipanti a Comenius di rafforzare la loro cooperazione europea e di mantenerla nel tempo. La rete costituisce anche un forum di riflessione e un ambito di lavoro in comune destinato a promuovere le prassi innovative in rapporto al settore tematico in causa. Quale sostegno finanziario? 1) Partenariati scolastici Il sostegno della Commissione europea si articola in due parti: un importo forfettario per progetto e per anno; un importo variabile per la mobilità transnazionale. L importo in questione dipenderà dal numero di insegnanti e di allievi che partecipano e si aggiungerà alla parte forfetaria. Riguardo all importo forfettario: Progetti scolastici: euro all anno per la scuola coordinatrice e 1500 euro all anno per la scuola partner. Progetti linguistici: da a euro per la scuola coordinatrice e la scuola partner. Di norma, l appoggio finanziario è conferito solo per un anno. Progetto di sviluppo scolastico: euro all anno per la scuola coordinatrice e euro per ciascuna scuola partner. 2) Formazione iniziale e continua del personale che partecipa all insegnamento scolastico Progetti di cooperazione multilaterale: l appoggio finanziario che si applica ad un periodo massimo di tre anni riguarda un importo che varia di norma fra e euro all anno, in funzione di tipo di progetto in causa.

10 10 Borse individuali: La sovvenzione varia in funzione della durata e del tipo di mobilità, nonché del paese visitato. 3) Reti Comenius L appoggio finanziario, che si applica ad un periodo massimo di tre anni, riguarda un importo che varia di norma tra i e i euro all anno in funzione del progetto in causa. Possono inoltre essere accordati aiuti non superiori a euro per persona ai membri del personale delle istanze che possono essere ammesse alla partecipazione a visite preparatorie o a seminari preparatori. 4) Visite preparatorie Per i progetti di collaborazione multilaterale riguardanti le tre direttrici di Comenius, è possibile ottenere una sovvenzione per visite preparatorie della durata di una settimana al massimo. Le domande devono essere trasmesse all Agenzia nazionale del coordinatore del progetto. Come partecipare? 1. Partenariati scolastici: si tratta di un azione decentrata. Ciò significa che la selezione delle richieste, i contratti e i pagamenti sono gestiti dalle Agenzie nazionali di ciascun paese. Le domande devono essere accompagnate da un «piano Comenius». Nel documento, la scuola descrive brevemente le sue attività europee e i risultati che prevede di ottenere attraverso il partenariato scolastico per il suo sviluppo futuro. La stessa procedura si applica qualora una scuola decida di accogliere un assistente linguistico Comenius. 2. Formazione iniziale e continua del personale insegnante Progetti di cooperazione multilaterale: si tratta di un azione centralizzata. Le richieste sono presentate alla Commissione europea. Le decisioni dipendono da quest ultima. Borse individuali: si tratta di un azione decentrata. Le richieste devono essere presentate all Agenzia nazionale del candidato. 3. Reti Comenius : Si tratta di un azione centralizzata con una procedura di selezione in due tappe: presentazione di una pre-proposta e, in caso di preselezione, presentazione di una proposta completa. Le richieste devono essere inviate alla Commissione europea.

11 11 Azione 2 ERASMUS : INSEGNAMENTO SUPERIORE Quali obiettivi? Erasmus mira a migliorare la qualità dell insegnamento superiore e a rafforzare la sua dimensione europea. A tale scopo, esso incoraggia la cooperazione transnazionale fra le università, impartisce un forte impulso alla mobilità europea degli studenti e degli insegnanti e contribuisce a migliorare la trasparenza e il riconoscimento accademico dei diplomi e degli studi nella Comunità. Come funziona? Le università partecipanti stipulano con la Commissione «contratti istituzionali» che coprono l insieme delle attività Erasmus approvate. Chi può partecipare? Erasmus si rivolge alle università (quasi tutte le università europee vi partecipano) ed anche a tutti gli altri tipi di istituti di insegnamento superiore non universitari riconosciuti, nonché agli studi post-universitari. Quali beneficiari? I due gruppi principali di beneficiari di Erasmus sono gli studenti e gli insegnanti, tuttavia il programma offre anche al personale amministrativo delle università la possibilità di partecipare alla cooperazione europea. Quali tipi di attività? Mobilità degli studenti Con Erasmus, gli studenti possono studiare per un periodo che varia fra i 3 e i 12 mesi in un altro paese partecipante. Il principio di base è il pieno riconoscimento da parte dell istituto di origine degli studi realizzati all estero, grazie in particolare al sistema ECTS (European Credit Transfer System), che facilita il riconoscimento accademico dei periodi di studio negli istituti partner. È quindi necessario un accordo preliminare fra le università in causa perché gli studenti si trasferiscano in questo ambito. Insegnanti Varie direttrici di Erasmus riguardano direttamente gli insegnanti Scambi di insegnanti. Erasmus conferisce un appoggio ai professori che danno lezioni, in generale di breve durata, integrate nel programma di insegnamento di una università partner, in un altro paese europeo. Questo tipo di esperienze ha conseguenze positive sia sui professori che sugli studenti, in particolare su quelli che non hanno la possibilità di partecipare ad uno scambio. Elaborazione comune di corsi. Almeno tre istituti (di paesi diversi) condividono le loro risorse per sviluppare un programma di studi, un modulo, un curriculum o un incarico in comune. Ciò è possibile in tutte le discipline accademiche e non soltanto su una materia europea. Programmi intensivi. Può essere concesso un finanziamento comunitario a università che organizzano corsi intensivi (ad esempio nell ambito dei corsi universitari estivi) qualora essi presentino una dimensione europea. Questi

12 12 programmi, di breve durata, costituiscono un opzione supplementare per gli insegnanti e gli studenti nel senso di una partecipazione all apertura europea, e costituiscono un mezzo efficace per trasporre i risultati della ricerca nei programmi di insegnamento degli istituti. Reti tematiche. I dipartimenti o le facoltà universitarie, in cooperazione con i centri di ricerca, le associazioni professionali, le associazioni accademiche di insegnanti o di studenti, possono formare, in riferimento ad una determinata disciplina o a un dato tema, una rete europea che funziona come un ampia piattaforma di analisi e di discussione. La Commissione europea offre un sostegno alle reti tematiche, il cui partenariato è rappresentativo a livello europeo della disciplina o del tema in questione. Quale appoggio finanziario? Mobilità degli studenti: Le borse per la mobilità degli studenti disponibili nell ambito di Erasmus sono gestite dalle Agenzie nazionali. Gli importi delle borse dipendono sia dalla politica seguita da ciascuna Agenzia nazionale che, in particolare, dal totale delle richieste degli studenti in ciascun paese. Per tale motivo variano quindi sensibilmente tra un paese e l altro. Le borse Erasmus si aggiungono a quelle concesse dalle università, dalle regioni o dagli Stati competenti. Esse sono concepite come un contributo alle spese supplementari comportate dagli studi all estero. Si noti anche che la Commissione europea può finanziare in parte la preparazione linguistica degli studenti, prima che essi inizino gli studi all estero. Scambi di professori: Le borse sono concepite come un contributo alle spese addizionali dovute al fatto di insegnare all estero. Elaborazione comune di corsi: L appoggio finanziario è accordato per un periodo massimo di tre anni. A titolo di riferimento, nel 1999/2000, l appoggio medio per un progetto di elaborazione di corsi era di euro, con una partecipazione media di 6 partner per progetto. Programmi intensivi: È concesso un appoggio finanziario per l organizzazione di programmi intensivi per uno, due o tre anni consecutivi, tenendo presente che ciascun anno il gruppo di partecipanti deve essere diverso e/o che i temi trattati devono essere altrettanto diversi. Come riferimento, nel 1999/2000 l appoggio comunitario medio per un programma intensivo era di euro, con una media di nove istituti partecipanti. Reti tematiche: I progetti di reti tematiche possono essere finanziati per una durata massima di tre anni. Il livello di finanziamento dipende dalla taglia e dalle dimensioni del progetto. Come partecipare? Le università presentano la loro richiesta di contratto istituzionale direttamente alla Commissione europea.

13 13 Gli studenti e gli insegnanti interessati alla mobilità devono contattare l ufficio delle relazioni internazionali dell università di appartenenza. Le borse sono attribuite dall Agenzia nazionale per Erasmus, di norma tramite l università. Per i corsi intensivi, lo sviluppo di corsi e le reti tematiche, i finanziamenti sono concessi direttamente dalla Commissione.

14 14 Azione 3 GRUNDTVIG : ISTRUZIONE DEGLI ADULTI E ALTRI PERCORSI EDUCATIVI Quali obiettivi? L istruzione non si limita alla scuola. È un processo che si articola lungo tutta la vita, a qualunque età e in ogni luogo. Grundtvig mira l istruzione degli adulti e gli altri percorsi educativi. Questa azione completa il programma Comenius (insegnamento scolastico) e Erasmus (insegnamento superiore), formando il terzo anello di una medesima catena di istruzione. Il settore dell istruzione degli adulti varia a seconda dei paesi e comporta una grande varietà di situazioni. Grundtvig è inteso a migliorare e facilitare l accesso all apprendimento per ogni persona che, a qualunque età, desideri proseguire gli studi per uno dei seguenti obiettivi: per ritornare a scuola o all università allo scopo di ottenere nuove qualifiche e di ritrovare più facilmente un lavoro; per una apertura personale e sociale e per un piacere personale; per partecipare pienamente ad una cittadinanza attiva ed europea. Chi può partecipare? Grundtvig si rivolge agli attori nel campo dell istruzione degli adulti, sia a livello formale (scuole, università, istituti di istruzione per adulti), che informali (associazioni, biblioteche, musei, organizzazioni di genitori, ecc.). Quali beneficiari? Grundtvig si rivolge a tutte le persone al di là dell età della scuola d obbligo. Più in particolare, esso favorisce le persone che attraversano situazioni sociali delicate o che dispongono soltanto di modeste conoscenze di base. Grundtvig si propone inoltre di dare una seconda opportunità agli adulti (indipendentemente dalla loro età) esclusi dal sistema scolastico, aiutandoli ad acquisire nozioni di base, dando loro nuovamente fiducia o riconoscendo determinate attitudini o competenze ottenute in ambiente extra-scolastico. Quali tipi di attività? Con Grundtvig, la Commissione europea sostiene quattro tipi di attività: 1. I progetti europei di cooperazione che riguardano le istituzioni e le organizzazioni di istruzione degli adulti che intendono realizzare un progetto concreto o una produzione comune attraverso la cooperazione europea. Esempi: mettere a punto sistemi di accreditazione o di convalida di competenze che possono essere state acquisite nei sistemi informali di istruzione, oppure sviluppare nuovi moduli di formazione e nuove metodologie. 2. I partenariati educativi si rivolgono ad organizzazioni più piccole e permettono cooperazioni su una scala più ridotta. Essi favoriscono generalmente contatti e attività fra partner di paesi diversi, che possono poi sfociare, se del caso, su realizzazioni più ambiziose. I partenariati educativi mirano, in particolare, all organizzazione di piccoli progetti comuni attorno ad un tema preciso e ad altre attività che consentono lo scambio di esperienze, prassi, metodi, quali conferenze, esposizioni, visite, ecc.

15 15 3. Le borse di mobilità per la formazione sono destinate ai formatori che decidono di partecipare ad un programma di formazione della durata, in generale, di una-quattro settimane in un altro paese. Questa mobilità riguarda tutte le categorie di personale in carico dell istruzione degli adulti nel senso lato del termine: gli insegnanti, i responsabili della gestione o il personale amministrativo, i consiglieri, i mediatori o i tutori. 4. Infine, le reti Grundtvig danno agli attori implicati nell istruzione degli adulti una base durevole di discussione e permettono di diffondere assai ampiamente le prassi e le idee innovative in questo campo. Le reti in questione sono di due tipi: le reti tematiche, che costituiscono fori di dibattito su questioni fondamentali, e le reti di progetti, che danno agli istituti partecipanti ad un partenariato l occasione di proseguire assieme la loro attività facendo beneficiare dei risultati ottenuti un maggior numero di organismi. Quale appoggio finanziario? Progetti europei di cooperazione: i progetti sono finanziati per un massimo di tre anni consecutivi. L importo del finanziamento può variare considerevolmente da un progetto all altro. Partenariati educativi: i progetti sono di norma finanziati per uno o due anni. La sovvenzione si compone di una parte forfetaria e di una parte variabile per le spese di viaggi internazionali. Mobilità per la formazione: i progetti sono finanziati per un massimo di tre anni consecutivi. L appoggio finanziario varia da un progetto all altro. Reti Grundtvig: i progetti di reti sono finanziati per un periodo massimo di tre anni. L appoggio varia fra e euro all anno. Come partecipare? I progetti europei di cooperazione e le reti Grundtvig sono finanziati direttamente dalla Commissione europea. I finanziamenti per i partenariati educativi e la mobilità per la formazione degli educatori degli adulti sono gestiti in modo decentrato dalle Agenzie nazionali.

16 16 Azione 4 LINGUA Quali obiettivi? La promozione dell apprendimento e dell insegnamento delle lingue si tratta delle undici lingue comunitarie, più l irlandese e il lussemburghese, nonché le lingue nazionali degli altri paesi che partecipano al programma è presente nelle varie azioni di Socrates, sia che si tratti di Comenius, di Erasmus o di Grundtvig. Lingua agisce in modo trasversale concentrandosi su determinati problemi fondamentali per incoraggiare l apprendimento delle lingue lungo tutto l arco della vita. Quali tipi di attività? La Commissione europea presta appoggio a due categorie di progetto: Promozione dell apprendimento delle lingue Per incoraggiare l apprendimento di un altra lingua è necessario stimolarne il desiderio, sviluppare l informazione sulle varie possibilità esistenti e facilitare l accesso ai vari luoghi e alle diverse modalità di apprendimento. La Commissione appoggia quindi una gamma di progetti transnazionali che fanno riferimento ad altrettante tappe necessarie per la conoscenza delle lingue straniere. L attività della Commissione riguarda innanzitutto la sensibilizzazione ela motivazione dei discenti. È possibile, ad esempio, avviare partenariati per condurre campagne di informazione attraverso i media. Viene poi l informazione: dove e in che modo si può fruire delle possibilità di apprendimento adeguate alle esigenze del discente, quali sono le innovazioni e le buone prassi in questo settore? Infine, come rendere più disponibile l accesso a queste risorse linguistiche? Sviluppo di strumenti La seconda parte di Lingua mira a garantire la presenza sul mercato di una gamma sufficiente di strumenti di apprendimento delle lingue. I progetti transnazionali appoggiati dalla Comunità europea devono chiaramente situarsi in settori che sono coperti in misura insufficiente o nulla da questo tipo di mercato. Essi devono pertanto sostenere l innovazione, che può articolarsi, ad esempio, in un nuovo metodo di apprendimento della lingua finlandese, nella messa a punto di un test via Internet per misurare a distanza le competenze del discente nella lingua portoghese oppure organizzare la realizzazione di una videocassetta destinata agli studenti che intendono recarsi per motivi di studio in Grecia, ecc. Quali criteri? I progetti presentati per l una o l altra direttrice di lingua devono: basarsi su un partenariato che raggruppa istituti/organismi di almeno tre paesi partecipanti, apportare un valore aggiunto effettivo in termini europei. L Azione Lingua intende, d altra parte, favorire l apprendimento delle lingue meno impiegate e meno insegnate nell Unione europea. Quale appoggio finanziario?

17 17 I progetti Lingua fruiscono di un sostegno finanziario comunitario per un periodo massimo di tre anni consecutivi. Il livello di finanziamento può variare considerevolmente da un progetto all altro in funzione della sua natura. Come partecipare? Lingua è un azione centralizzata nell ambito di Socrates. Ciò significa che i progetti sono presentati alla Commissione europea che ne attua la selezione.

18 18 Azione 5 MINERVA: LE NUOVE TECNOLOGIE AL SERVIZIO DELL ISTRUZIONE Quali obiettivi? Il sistema educativo deve, in tutte le regioni d Europa, raccogliere le nuove sfide derivanti dall evoluzione della società. Le tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) si rivelano uno strumento essenziale per raccogliere tali sfide e migliorare la qualità dell istruzione. In un contesto europeo dell istruzione, che è allo stesso tempo assai ricco e frammentato, l azione Minerva mira a facilitare il dialogo e gli scambi di esperienze e di prassi fra tutti gli esperti che sviluppano l impiego della tecnologia nella scuola, nell università e negli altri luoghi di apprendimento. Minerva sostiene anche lo sviluppo di nuovi servizi in questo settore, per il quale la dimensione umana riveste la medesima importanza delle attrezzature tecniche. In questa prospettiva, la comparazione delle esperienze nazionali o regionali, il lancio di esperienze originali a livello europeo saranno essenziali per anticipare l istruzione di domani. Quali tipi di attività? Attraverso Minerva, la Commissione europea sostiene quattro grandi tipi di attività: 1. Attività destinate a meglio comprendere e a sostenere l innovazione. Si tratta, ad esempio, di appoggiare progetti di ricerca-azione, studi mirati e analisi comparative per migliorare la comprensione dell impatto delle TIC e dei modelli di IAD (istruzione aperta e a distanza) sull organizzazione dell insegnamento e sui processi d apprendimento in quanto tali. 2. Attività destinate a concepire nuovi metodi e nuove risorse pedagogiche per lo sviluppo di ambienti innovativi in materia di apprendimento. 3. Attività destinate a comunicare e ad accedere ai risultati dei progetti allo scopo di amplificare la loro diffusione e generalizzare la prassi migliore. 4. I progetti destinati a porre in rete e favorire lo scambio di idee e di esperienze relative all impiego delle TIC nel settore dell istruzione e dell istruzione a distanza. Si incoraggia in tal modo l istituzione di una cooperazione tra i progettisti, gli utenti e i responsabili dei sistemi di istruzione e di formazione. Quali criteri? Le TIC sono presenti nelle varie azioni del programma, tuttavia esse costituiscono, con Minerva, l essenza stessa del progetto. Le attività appoggiate da Minerva mirano al raggiungimento di una massa critica e sono di dimensioni maggiori rispetto alle altre azioni. Esse devono avere un vero e proprio effetto moltiplicatore e catalizzatore a livello europeo e giustificare un forte potenziale di diffusione. D altra parte, l azione Minerva riconosce un particolare interesse ai progetti cosiddetti trasversali fondati su partenariati che comprendono attori di settori diversi, quali il mondo scolastico e universitario, l industria dei mezzi multimediali e delle TIC, gli editori, i ministeri, le associazioni e gli esperti esterni al settore scolastico, ecc. Quale appoggio finanziario?

19 19 In generale, sarà data precedenza ai progetti articolati su uno-due anni. In taluni casi particolari potrà essere conferito un appoggio finanziario per un periodo massimo di tre anni. Il livello di finanziamento varia in grande misura da un progetto all altro. Come partecipare? Minerva è un azione centralizzata. Ciò significa che i progetti devono essere presentati alla Commissione europea, che si occupa di selezionarli.

20 20 Azione 6 OSSERVAZIONE E INNOVAZIONE Quali obiettivi? L Europa vanta una grande pluralità di tradizioni, di prassi, di sistemi di istruzioni. La sfida per i paesi, che sono naturalmente portati a concentrarsi sulle proprie realtà, consiste nell interessarsi a ciò che si fa in altri paesi. Nell osservare i contesti educativi diversi, lo scopo non consiste nel riprodurre meccanicamente, bensì nell afferrarne la pluralità degli orientamenti, il che incita a porre in opera in casa altri modi di agire. In tal modo, la diversità europea diviene un terreno fertile per l innovazione e il miglioramento della qualità dell istruzione. Questo è l obiettivo dell azione Osservazione e innovazione: realizzare strumenti concreti per ottenere i migliori risultati da questa diversità. Quali tipi di attività? A questo fine, la Commissione europea fornisce il suo appoggio a varie iniziative e operazioni, quali: la raccolta di dati e la realizzazione di analisi comparative, quantitative e qualitative, da paese a paese; la comparazione tra i sistemi e le politiche di istruzione (in particolare attraverso la rete europea Eurydice); la realizzazione di visite che consentono a gruppi di responsabili sul piano decisionale e di specialisti nel settore dell istruzione provenienti da più paesi di prendere conoscenza delle riforme e degli orientamenti innovativi nei sistemi di istruzione, nell ambito dei temi prioritari identificati dalle autorità nazionali e dall'unione europea (Arion); le iniziative che mirano al miglioramento del riconoscimento accademico dei diplomi ottenuti in un altro paese, in particolare attraverso l animazione di una rete (Naric) che collega i centri nazionali a tal fine; la realizzazione di iniziative quali: studi, seminari, scambi di esperti o di progetti pilota, riguardo a taluni temi particolarmente interessanti, per animare la discussione sul tema della politica dell istruzione, come ad esempio l istruzione e l occupazione, gli indicatori della qualità dell insegnamento, la mobilità transnazionale nel campo dell insegnamento, i dibattiti orientati maggiormente nel senso della prospettiva e che riguardano l istruzione di domani. Quale appoggio finanziario? I progetti fruiscono di un appoggio finanziario comunitario per un periodo di uno o più anni. Come partecipare? I progetti devono essere presentati alla Commissione europea, tranne per le visite di studio Arion, che devono essere presentati alle Agenzie nazionali.

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28 Ministero d e l l i s t r u z i o n e, d e l l università e della r i c e r c a (MIUR) Di r e z i o n e Ge n e r a l e p e r g l i Affari In t e r n a z i o n a l i INDIRE Un i t à It a l i a n a d i Eu

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO n n u u m e r r o m o n o g r a nf i u c m o e r o m Sistemi scolastici europei Sistemi 2012 Sistemi di valutazione scolastici europei Sistemi sc dellõ istruzione in Europa2012 ALCUNI PAESI A CONFRONTO

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Il contenuto di questa pubblicazione può essere riprodotto per fini non commerciali, citando chiaramente la fonte. Contatti: redazionellp@indire.

Il contenuto di questa pubblicazione può essere riprodotto per fini non commerciali, citando chiaramente la fonte. Contatti: redazionellp@indire. Elena Maddalena Agenzia nazionale LLP, Unità Comunicazione Coordinamento editoriale: Sara Pagliai, Coordinatrice Agenzia nazionale LLP Pubblicazione a cura di: Elena Maddalena Elaborazione dati: Paolo

Dettagli

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE) é un'organizzazione indipendente di regioni e la più importante rete di cooperazione interregionale nella Grande Europa. Rappresenta 12 organizzazioni interregionali

Dettagli

di dott.ssa Letizia Massa

di dott.ssa Letizia Massa 1 Il diritto alla cultura nel diritto comunitario di dott.ssa Letizia Massa SOMMARIO: -1. Premessa generale; -2. L'Unione Europea e l'istruzione; -3. Diritti umani nell'ue; diritto all'istruzione come

Dettagli

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA 1 10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA MEMORANDUM SULL EASS L' Educazione all Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile, una necessità! L'Educazione Ambientale

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

Nuove tecnologie per l inclusione

Nuove tecnologie per l inclusione Nuove tecnologie per l inclusione Sviluppi e opportunità per i paesi europei EUROPEAN AGENCY for S p e c ia l N e e d s a n d I n c lus i ve Ed u cati o n NUOVE TECNOLOGIE PER L INCLUSIONE Sviluppi e

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE C 183/12 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 14.6.2014 Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 21 maggio 2014, sul piano di

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA C 17/10 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 20.1.2015 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA INVITO A PRESENTARE PROPOSTE Linee guida EACEA 03/2015 Iniziativa Volontari dell Unione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE GUIDA PER L UTENTE Direttiva 2005/36/CE Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE Il presente documento è stato elaborato a fini informativi.

Dettagli

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea Aggiornamento 2010 Assumere in Europa una guida per i datori di lavoro eures.europa.eu Commissione europea Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998.

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998. Circolare 15 luglio 1998 n. 92 Ministero del lavoro Occupazione - misure straordinarie - tirocini formativi e di orientamento - stages - precisazioni del ministero. Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento.

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

LA MOBILITÀ NELLA FORMAZIONE DEI DOCENTI IN EUROPA

LA MOBILITÀ NELLA FORMAZIONE DEI DOCENTI IN EUROPA la mobilità nella formazione dei docenti in europa LA MOBILITÀ NELLA FORMAZIONE DEI DOCENTI IN EUROPA MIUR Direzione Generale per gli Affari Internazionali Eurydice Direzione Generale per gli Affari Internazionali

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

REALIZZARE UNO SPAZIO EUROPEO DELL APPRENDIMENTO PERMANENTE

REALIZZARE UNO SPAZIO EUROPEO DELL APPRENDIMENTO PERMANENTE COMMISSIONE EUROPEA Direzione generale dell Istruzione e della cultura Direzione generale per l Occupazione e gli affari sociali Comunicazione della Commissione REALIZZARE UNO SPAZIO EUROPEO DELL APPRENDIMENTO

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA,

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, IL REGNO DI DANIMARCA, LA REPUBBLICA FEDERALE DI GERMANIA,

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza

Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza COMMISSIONE DELLE COMUNITA EUROPEE Il ruolo delle università nell Europa della conoscenza Presentazione Con questa comunicazione (Bruxelles 05.02.2003 COM(203) 58 def.) la Commissione si propone di dare

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Erasmus+ Guida al Programma

Erasmus+ Guida al Programma Erasmus+ Guida al Programma In caso di conflitto di interpretazioni tra versioni in lingue diverse, fa fede il testo in lingua inglese Versione 1 (2015): 01/10/2014 INDICE INTRODUZIONE... 7 PARTE A -

Dettagli

Gioventù in Azione Guida al Programma

Gioventù in Azione Guida al Programma Gioventù in Azione Guida al Programma Valida dal 1 gennaio 2013 Sommario INTRODUZIONE... 1 SEZIONE A INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA GIOVENTÙ IN AZIONE... 3 1. Quali sono gli obiettivi, le priorità

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

Codice di autoregolamentazione Polite Pari Opportunità nei Libri di Testo (testo integrale)

Codice di autoregolamentazione Polite Pari Opportunità nei Libri di Testo (testo integrale) Codice di autoregolamentazione Polite Pari Opportunità nei Libri di Testo (testo integrale) Premesso che A) IL CONTESTO POLITICO - CULTURALE 1. Col Quarto Programma d azione (1996-2000) la politica europea

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

ForAge Il primo Rapporto annuale

ForAge Il primo Rapporto annuale ForAge Il primo Rapporto annuale Cos'é ForAge E' una rete multilaterale europea che ha lo scopo, per contribuire ad alti livelli qualitativi nella ricerca e nella pratica, di informare su tutto quanto

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Istruzione, formazione, gioventù e sport. Istruzione e formazione: la chiave per il nostro futuro LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA

Istruzione, formazione, gioventù e sport. Istruzione e formazione: la chiave per il nostro futuro LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA Istruzione, formazione, Istruzione e formazione: la chiave per il nostro futuro gioventù e sport Investire nell istruzione e nella formazione è essenziale per accrescere

Dettagli

(Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RACCOMANDAZIONI CONSIGLIO

(Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RACCOMANDAZIONI CONSIGLIO 26.4.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 120/1 I (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RACCOMANDAZIONI CONSIGLIO RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO del 22 aprile 2013 sull'istituzione di una garanzia

Dettagli

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale La biblioteca multiculturale Porta di accesso a una società di culture diverse in dialogo Tutti viviamo in una società sempre più eterogenea. Nel mondo vi

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Nuove regole per i comitati aziendali europei. Presentazione della direttiva 2009/38/CE

Nuove regole per i comitati aziendali europei. Presentazione della direttiva 2009/38/CE Nuove regole per i comitati aziendali europei Presentazione della direttiva 2009/38/CE A cosa servono i Comitati aziendali europei? I Comitati aziendali europei (CAE) sono enti che rappresentano i lavoratori

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

Quando può cominciare?

Quando può cominciare? Quando può cominciare? L Europa sociale Guida pratica alle assunzioni in Europa Commissione europea Quando può cominciare? Guida pratica alle assunzioni in Europa Commissione europea Direzione generale

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N.

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 28.11.2006 COM(2006)759 definitivo 2004/0218 (COD) PARERE DELLA COMMISSIONE a norma dell'articolo 251, paragrafo 2, terzo comma, lettera c) del trattato CE,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Belgio Lo stato è diviso in 3 comunità:

Belgio Lo stato è diviso in 3 comunità: Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Ufficio Scolastico Provinciale di Livorno Per poter produrre interventi efficienti ed efficaci, appare

Dettagli

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione.

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione. Il rapporto dell OCSE intitolato Education at a Glance: OECD Indicators è una fonte autorevole d informazioni accurate e pertinenti sullo stato dell istruzione nel mondo. Il rapporto presenta dati sulla

Dettagli

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA Il presente documento contiene le principali misure concrete a breve-medio termine proposte dalla Commissione per contribuire a stabilizzare

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LEGGE 11 agosto 2014, n. 125. Disciplina generale sulla cooperazione internazionale per lo sviluppo. La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

LA FORMAZIONE DOCENTE PER UN SISTEMA

LA FORMAZIONE DOCENTE PER UN SISTEMA I European Agency for Development in Special Needs Education LA FORMAZIONE DOCENTE PER UN SISTEMA SCOLASTICO INCLUSIVO IN TUTTA EUROPA Sfide ed opportunità TE I LA FORMAZIONE DOCENTE PER UN SISTEMA SCOLASTICO

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II 2015/S 082-144972 Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II Bando di gara relativo a un appalto di servizi Ubicazione tutti i paesi ACP 1.Riferimento della

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere.

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere. 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Bonifici provenienti dall

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli