Guida dei programmi e delle azioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida dei programmi e delle azioni"

Transcript

1 1 Direzione generale dell'istruzione e della cultura ISTRUZIONE E CULTURA Guida dei programmi e delle azioni Indice Prefazione 3 Programmi Socrates 4 Comenius: insegnamento scolastico 8 Erasmus: insegnamento superiore 11 Grundtvig: istruzione degli adulti e altri percorsi educativi 14 Lingua 16 Minerva: nuove tecnologie al servizio dell istruzione 18 Osservazione e innovazione 20 Azioni congiunte 21 Misure di accompagnamento 22 Leonardo da Vinci 23 Gioventù 29 Tempus 41 Cultura MEDIA Plus 47 Azioni elearning 51 Direttiva "Televisione senza frontiere" 52 I Europa : Anno europeo delle lingue 54 Azione Jean Monnet 55 EUROPASS-Formazione 57 PRINCE 58 Europe Direct 59 Partenariati con la società civile 60 Reti e relais d informazione europea 62 Gemellaggio di città 63

2 2 Cooperazione UE/Canada 64 Cooperazione UE/Stati Uniti d America 65 Sport 66 Altri servizi d interesse pubblico forniti dalla Direzione generale dell istruzione e della cultura 67 Elenco di indirizzi 69

3 3 Prefazione Cogliere le opportunità Con il passaggio all'anno 2000 ha visto la luce una nuova generazione di programmi e azioni in seguito all'impulso impartito dalla Direzione generale dell'istruzione e della cultura della Commissione europea. Essi riguardano l'istruzione, la formazione, la gioventù, la cultura, lo sport, la cittadinanza: temi al centro della vita di tutti i giorni. Interessano le risorse umane, principale ricchezza d'europa. Si chiamano, fra l'altro, Socrates, Leonardo da Vinci, Gioventù, Tempus, Cultura 2000 e Media. Per quanto perseguano obiettivi specifici, questi programmi e azioni presentano numerosi punti comuni. Sostengono la mobilità delle persone, la realizzazione di progetti pilota, lo scambio di idee e di pratiche. Incoraggiano la cooperazione europea a tutti i livelli. Ricercano la qualità e stimolano l'innovazione. Si rivolgono ad una vasta categoria di attori, istituzioni, associazioni. Sono accessibili a non meno di 31 paesi europei. Si basano inoltre su valori fondamentali quali la promozione delle pari opportunità, l'esercizio della cittadinanza attiva, l'apprendimento in ambito multiculturale oppure la necessità dell'istruzione e della formazione su tutto l'arco della vita attiva. I programmi e le azioni in materia di istruzione e cultura fungono da leve grazie alle quali viene accordata una sovvenzione finanziaria a migliaia di progetti di cui beneficiano centinaia di migliaia di persone. Costituiscono un formidabile incoraggiamento alle iniziative e rappresentano una considerevole fonte di opportunità concrete. Per cogliere tutte queste opportunità occorre poter accedere tempestivamente alle informazioni corrette e imboccare la direzione giusta. La «guida dei programmi e azioni» si rivolge alle scuole, alle università, ai centri di formazione, alle imprese, agli addetti alla cultura e ai media, alle autorità regionali e locali, alle organizzazioni non governative e infine alle migliaia di promotori che desiderano realizzare un progetto di dimensioni europee e vorrebbero sapere se possono contare su un finanziamento comunitario. Il vantaggio della presente opera è che in un'unica pubblicazione risponde al complesso dei meccanismi e procedure che consentono di accedervi. Il suo scopo è sostanzialmente pratico : rispondere in termini semplici alle domande più frequentemente formulate, orientare il lettore verso altre fonti di informazione, metterlo in contatto con gli organismi di collegamento del suo paese... L Europa dell'istruzione e della cultura l'europa dei cittadini è in movimento. È di fondamentale importanza che tutte e tutti ne approfittino appieno. Viviane Reding Commissaria responsabile dell'istruzione e della cultura

4 4 Programmi SOCRATES Quali obiettivi? Socrates è il programma europeo nell ambito dell istruzione. Esso mira a promuovere la dimensione europea e a migliorare la qualità dell istruzione attraverso l incoraggiamento della cooperazione fra i paesi partecipanti. Questo programma ha l ambizione di sviluppare un Europa della conoscenza e, in tale modo, rispondere meglio alle grandi sfide di questo nuovo secolo: promuovere l istruzione lungo tutto l arco della vita, incoraggiare l accesso di tutti i cittadini all istruzione, acquisire qualifiche e competenze riconosciute. In concreto il programma Socrates persegue cinque grandi obiettivi: rafforzare la dimensione europea dell istruzione a tutti i livelli migliorare la conoscenza delle lingue europee promuovere la cooperazione e la mobilità in tutti i settori dell istruzione incoraggiare l innovazione nel campo dell istruzione promuovere la parità delle opportunità in tutti i settori dell istruzione Socrates completa l azione degli Stati membri pur rispettandone pienamente la responsabilità per quanto riguarda il contenuto dell insegnamento e l organizzazione del sistema educativo, nonché la loro diversità culturale e linguistica. Sono in totale 31, cioè Quali paesi partecipano? I 15 Stati membri dell Unione europea: Germania, Austria, Belgio, Danimarca, Spagna, Finlandia, Francia, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Svezia. I tre paesi dell EFTA/SEE: Islanda, Liechtenstein, Norvegia I 10 paesi associati dell Europa centrale e orientale: Bulgaria, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia Cipro, Malta e, a decorrere dal 2001, la Turchia. Quali beneficiari? Socrates mira tutte le parti in causa nell ambito della comunità educativa: gli allievi durante il periodo della scuola dell obbligo, gli studenti, le persone giovani e meno giovani che riprendono gli studi; gli insegnanti in formazione o in attività, il personale che si occupa di educazione, amministrazione e direzione; gli istituti di istruzione di tutti i tipi;

5 5 inoltre, tutte le parti in causa esterne: funzionari e responsabili a livello decisionale, autorità locali e regionali, federazioni dei genitori, parti sociali, imprese, associazioni, ONG, ecc. Quale durata? Dopo una prima fase di cinque anni ( ), il programma Socrates è stato rinnovato per un periodo di sette anni ( ). Quale base giuridica? Gli articoli 149 e 150 del Trattato CE. Decisione 253/2000/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24/1/2000 (GU L. 28 del 3/2/2000). Socrates ha una dotazione di bilancio di 1850 milioni di euro per sette anni. Chi fa cosa? L attuazione del programma Socrates rientra nelle competenze della Commissione europea (Direzione generale dell istruzione e della cultura). A tal fine essa è assistita dal Comitato Socrates, costituito da rappresentanti degli Stati membri e presieduto dalla Commissione. D altra parte, sono state istituite per Socrates varie Agenzie nazionali, stabilite in ciascuno dei paesi partecipanti. Queste agenzie, che esercitano un legame più diretto con i cittadini, gestiscono una grande parte del programma Socrates e assumono importanti funzioni d informazione. Come partecipare? Le procedure di presentazione e di selezione delle richieste di sovvenzione variano considerevolmente a seconda che si tratti di un azione centralizzata gestita dalla Commissione europea o di un azione decentrata gestita dalle Agenzie nazionali designate dai paesi partecipanti (per ulteriori dettagli, cfr. in appresso la descrizione delle varie azioni di Socrates). Opzioni: Altre informazioni? consultare l Agenzia nazionale Socrates del vostro paese: cfr. gli indirizzi pagina consultare il sito web Socrates della Commissione europea: riferirsi alla Guida del candidato Socrates, che fornisce tutti i dettagli sulle varie azioni e sui mezzi concreti di parteciparvi. Questa guida, disponibile in undici lingue, può essere consultata su Internet (cfr. sito supra) o può essere ottenuta presso le Agenzie nazionali Socrates comporta otto azioni. Quali azioni? Le prime tre corrispondono alle tre tappe che suddividono il percorso dell istruzione lungo tutto l arco della vita: scuola, università, istruzione nell età adulta. Le cinque tappe successive hanno invece carattere trasversale.

6 6 1. Comenius: insegnamento scolastico, 2. Erasmus: insegnamento superiore, 3. Grundtvig: istruzione degli adulti e altri percorsi educativi, 4. Lingua: apprendimento delle lingue europee, 5. Minerva: tecnologie dell informazione e della comunicazione nell istruzione, 6. Osservazione e innovazione dei sistemi e delle politiche nel campo educativo, 7. Azioni comuni con altri programmi europei, 8. Misure di accompagnamento. Quali tipi di attività? Il programma Socrates appoggia i seguenti tipi di attività: mobilità transnazionale delle persone nel settore dell istruzione in Europa; progetti pilota fondati su partenariati transnazionali concepiti per stimolare l innovazione e la qualità dell istruzione; promozione delle competenze linguistiche e della comprensione delle varie culture; impiego delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) nel settore dell istruzione; reti di cooperazione transnazionale che facilitino lo scambio di esperienze e di buone prassi; osservazione e analisi comparativa dei sistemi educativi e delle politiche nel campo dell insegnamento; attività intese a scambiare informazioni, diffondere buone prassi e favorire l innovazione. Quali priorità comuni? Ciascuna azione prevede priorità che possono essere permanenti, oppure cambiare di anno in anno. D altra parte, l insieme delle azioni tende ad accordare un particolare sostegno ai gruppi svantaggiati e a promuovere la parità delle opportunità tra le donne e gli uomini, oltre a promuovere l integrazione delle persone portatrici di handicap e la lotta contro il razzismo. Una attenzione particolare è rivolta all apprendimento delle lingue, in particolare a quelle meno impiegate e insegnate. In parallelo, si sottolinea l importanza di studiare in un ambiente multiculturale come uno dei fondamenti di una cittadinanza europea. Le nuove tecnologie dell informazione e della comunicazione sono un altra priorità del programma, nella misura in cui esse servono una pedagogia attiva e concorrono all innovazione. Dal 1995 al 1999 Per Erasmus : Alcune cifre università sono state vincolate con un contratto istituzionale; sono state istituite 35 reti tematiche universitarie;

7 studenti hanno fruito di una borsa di mobilità; insegnanti hanno fruito di un contratto di mobilità. Per Comenius : scuole sono state collegate con un partenariato scolastico; insegnanti e direttori di scuole hanno fruito di un contratto di mobilità. Per Lingua : insegnanti del settore linguistico e assistenti linguistici hanno fruito di un contratto di mobilità; allievi sono stati scambiati nell ambito di progetti di apprendimento linguistico.

8 8 Azione 1 COMENIUS: INSEGNAMENTO SCOLASTICO Quali destinatari? L azione Comenius si rivolge alla prima fase dell istruzione: dalla scuola materna alla secondaria (compreso l insegnamento tecnico e professionale) passando attraverso la scuola elementare. Questa azione riguarda tutti gli attori della comunità educativa: gli insegnanti, il personale educativo e gli allievi e si sforza di mobilitare anche gli organismi situati al di fuori della scuola: associazioni di genitori, ONG, autorità locali, imprese, parti sociali. Quali obiettivi? L obiettivo di Comenius consiste nell accrescere la qualità dell insegnamento, nel rafforzarne la dimensione europea e nel promuovere l apprendimento delle lingue. È posto anche un accento su alcune grandi idee. L apprendimento in un ambito multiculturale, che costituisce la base stessa della cittadinanza europea, l appoggio a gruppi di persone svantaggiate, la lotta contro il fallimento scolastico e l esclusione. Comenius comprende tre grandi direttrici. 1) I partenariati scolastici Essi sono a loro volta di tre tipi. Quali tipi di attività? I progetti scolastici consentono agli istituti (non meno di tre istituti di tre paesi partecipanti) di lavorare su un tema di interesse comune. Essi mirano ad implicare il più grande numero possibile di classi e a contribuire in tal modo ad una collaborazione più stretta, in particolare fra le varie classi e discipline. Favorire la partecipazione attiva degli allievi costituisce una priorità e al momento attuale è previsto che un numero, sia pure limitato, di allievi si rechi all estero per preparare e pianificare assieme ai professori un progetto europeo. I progetti linguistici riguardano due istituti di due paesi europei. L apprendimento delle lingue straniere deve essere al centro di questo progetto. È data precedenza alle lingue meno diffuse e insegnate meno correntemente. Questi progetti daranno vita ad uno scambio che si concretizzerà con un soggiorno nell istituto partner e attraverso una visita di ritorno (età minima degli allievi: 14 anni). I progetti di sviluppo scolastico coinvolgono gli istituti scolastici (non meno di tre istituti di tre paesi partecipanti) in quanto istituzioni. Essi sono invitati a condividere le loro esperienzeeapraticarescambisuimetodidiinsegnamentoe sulle modalità di organizzazione o di gestione relative a temi di interesse comune: ad esempio, la prevenzione della violenza scolastica e l integrazione di allievi provenienti da ambienti sociali o culturali differenti. Ciascun istituto è quindi direttamente interessato. 2) Formazione iniziale e continua del personale partecipante all insegnamento scolastico Possono essere sovvenzionati due tipi di attività:

9 9 Progetti di cooperazione multilaterale fra diversi tipi di istituzioni, in particolare istituti competenti in materia di formazione iniziale o continua degli insegnanti. Questi progetti hanno per obiettivo l elaborazione di programmi, corsi, strategie o materiale pedagogico per la formazione del personale addetto all istruzione e per l impiego nelle classi. Al di là del contributo di questi progetti al rafforzamento della qualità della formazione e della sua dimensione europea, la creazione di legami fra colleghi che lavorano in questo settore nell ambito dei diversi paesi europei costituirà un elemento prezioso. Varie borse individuali attribuite ai futuri insegnanti (comprese le borse di assistenti per i futuri professori di lingue) ad insegnanti in attività e ad altre categorie di personale che rientrano nell ambito dell istruzione formale o informale (presidi, ispettori, consiglieri, mediatori, ecc.). Queste borse serviranno a sovvenzionare la mobilità per partecipare a tirocini pratici in scuole o imprese estere o per partecipare a corsi europei con colleghi originari di altri paesi. 3) Attuazione di reti Comenius Le reti Comenius mirano soprattutto a creare una sinergia tra progetti di partenariato scolastico e progetti relativi alla formazione del personale, oltre ad aumentarne il numero, allo stesso tempo arricchendoli e completandoli. Una rete Comenius è costituita su una base tematica di interesse comune. Essa è una piattaforma che permette alle persone e alle istituzioni partecipanti a Comenius di rafforzare la loro cooperazione europea e di mantenerla nel tempo. La rete costituisce anche un forum di riflessione e un ambito di lavoro in comune destinato a promuovere le prassi innovative in rapporto al settore tematico in causa. Quale sostegno finanziario? 1) Partenariati scolastici Il sostegno della Commissione europea si articola in due parti: un importo forfettario per progetto e per anno; un importo variabile per la mobilità transnazionale. L importo in questione dipenderà dal numero di insegnanti e di allievi che partecipano e si aggiungerà alla parte forfetaria. Riguardo all importo forfettario: Progetti scolastici: euro all anno per la scuola coordinatrice e 1500 euro all anno per la scuola partner. Progetti linguistici: da a euro per la scuola coordinatrice e la scuola partner. Di norma, l appoggio finanziario è conferito solo per un anno. Progetto di sviluppo scolastico: euro all anno per la scuola coordinatrice e euro per ciascuna scuola partner. 2) Formazione iniziale e continua del personale che partecipa all insegnamento scolastico Progetti di cooperazione multilaterale: l appoggio finanziario che si applica ad un periodo massimo di tre anni riguarda un importo che varia di norma fra e euro all anno, in funzione di tipo di progetto in causa.

10 10 Borse individuali: La sovvenzione varia in funzione della durata e del tipo di mobilità, nonché del paese visitato. 3) Reti Comenius L appoggio finanziario, che si applica ad un periodo massimo di tre anni, riguarda un importo che varia di norma tra i e i euro all anno in funzione del progetto in causa. Possono inoltre essere accordati aiuti non superiori a euro per persona ai membri del personale delle istanze che possono essere ammesse alla partecipazione a visite preparatorie o a seminari preparatori. 4) Visite preparatorie Per i progetti di collaborazione multilaterale riguardanti le tre direttrici di Comenius, è possibile ottenere una sovvenzione per visite preparatorie della durata di una settimana al massimo. Le domande devono essere trasmesse all Agenzia nazionale del coordinatore del progetto. Come partecipare? 1. Partenariati scolastici: si tratta di un azione decentrata. Ciò significa che la selezione delle richieste, i contratti e i pagamenti sono gestiti dalle Agenzie nazionali di ciascun paese. Le domande devono essere accompagnate da un «piano Comenius». Nel documento, la scuola descrive brevemente le sue attività europee e i risultati che prevede di ottenere attraverso il partenariato scolastico per il suo sviluppo futuro. La stessa procedura si applica qualora una scuola decida di accogliere un assistente linguistico Comenius. 2. Formazione iniziale e continua del personale insegnante Progetti di cooperazione multilaterale: si tratta di un azione centralizzata. Le richieste sono presentate alla Commissione europea. Le decisioni dipendono da quest ultima. Borse individuali: si tratta di un azione decentrata. Le richieste devono essere presentate all Agenzia nazionale del candidato. 3. Reti Comenius : Si tratta di un azione centralizzata con una procedura di selezione in due tappe: presentazione di una pre-proposta e, in caso di preselezione, presentazione di una proposta completa. Le richieste devono essere inviate alla Commissione europea.

11 11 Azione 2 ERASMUS : INSEGNAMENTO SUPERIORE Quali obiettivi? Erasmus mira a migliorare la qualità dell insegnamento superiore e a rafforzare la sua dimensione europea. A tale scopo, esso incoraggia la cooperazione transnazionale fra le università, impartisce un forte impulso alla mobilità europea degli studenti e degli insegnanti e contribuisce a migliorare la trasparenza e il riconoscimento accademico dei diplomi e degli studi nella Comunità. Come funziona? Le università partecipanti stipulano con la Commissione «contratti istituzionali» che coprono l insieme delle attività Erasmus approvate. Chi può partecipare? Erasmus si rivolge alle università (quasi tutte le università europee vi partecipano) ed anche a tutti gli altri tipi di istituti di insegnamento superiore non universitari riconosciuti, nonché agli studi post-universitari. Quali beneficiari? I due gruppi principali di beneficiari di Erasmus sono gli studenti e gli insegnanti, tuttavia il programma offre anche al personale amministrativo delle università la possibilità di partecipare alla cooperazione europea. Quali tipi di attività? Mobilità degli studenti Con Erasmus, gli studenti possono studiare per un periodo che varia fra i 3 e i 12 mesi in un altro paese partecipante. Il principio di base è il pieno riconoscimento da parte dell istituto di origine degli studi realizzati all estero, grazie in particolare al sistema ECTS (European Credit Transfer System), che facilita il riconoscimento accademico dei periodi di studio negli istituti partner. È quindi necessario un accordo preliminare fra le università in causa perché gli studenti si trasferiscano in questo ambito. Insegnanti Varie direttrici di Erasmus riguardano direttamente gli insegnanti Scambi di insegnanti. Erasmus conferisce un appoggio ai professori che danno lezioni, in generale di breve durata, integrate nel programma di insegnamento di una università partner, in un altro paese europeo. Questo tipo di esperienze ha conseguenze positive sia sui professori che sugli studenti, in particolare su quelli che non hanno la possibilità di partecipare ad uno scambio. Elaborazione comune di corsi. Almeno tre istituti (di paesi diversi) condividono le loro risorse per sviluppare un programma di studi, un modulo, un curriculum o un incarico in comune. Ciò è possibile in tutte le discipline accademiche e non soltanto su una materia europea. Programmi intensivi. Può essere concesso un finanziamento comunitario a università che organizzano corsi intensivi (ad esempio nell ambito dei corsi universitari estivi) qualora essi presentino una dimensione europea. Questi

12 12 programmi, di breve durata, costituiscono un opzione supplementare per gli insegnanti e gli studenti nel senso di una partecipazione all apertura europea, e costituiscono un mezzo efficace per trasporre i risultati della ricerca nei programmi di insegnamento degli istituti. Reti tematiche. I dipartimenti o le facoltà universitarie, in cooperazione con i centri di ricerca, le associazioni professionali, le associazioni accademiche di insegnanti o di studenti, possono formare, in riferimento ad una determinata disciplina o a un dato tema, una rete europea che funziona come un ampia piattaforma di analisi e di discussione. La Commissione europea offre un sostegno alle reti tematiche, il cui partenariato è rappresentativo a livello europeo della disciplina o del tema in questione. Quale appoggio finanziario? Mobilità degli studenti: Le borse per la mobilità degli studenti disponibili nell ambito di Erasmus sono gestite dalle Agenzie nazionali. Gli importi delle borse dipendono sia dalla politica seguita da ciascuna Agenzia nazionale che, in particolare, dal totale delle richieste degli studenti in ciascun paese. Per tale motivo variano quindi sensibilmente tra un paese e l altro. Le borse Erasmus si aggiungono a quelle concesse dalle università, dalle regioni o dagli Stati competenti. Esse sono concepite come un contributo alle spese supplementari comportate dagli studi all estero. Si noti anche che la Commissione europea può finanziare in parte la preparazione linguistica degli studenti, prima che essi inizino gli studi all estero. Scambi di professori: Le borse sono concepite come un contributo alle spese addizionali dovute al fatto di insegnare all estero. Elaborazione comune di corsi: L appoggio finanziario è accordato per un periodo massimo di tre anni. A titolo di riferimento, nel 1999/2000, l appoggio medio per un progetto di elaborazione di corsi era di euro, con una partecipazione media di 6 partner per progetto. Programmi intensivi: È concesso un appoggio finanziario per l organizzazione di programmi intensivi per uno, due o tre anni consecutivi, tenendo presente che ciascun anno il gruppo di partecipanti deve essere diverso e/o che i temi trattati devono essere altrettanto diversi. Come riferimento, nel 1999/2000 l appoggio comunitario medio per un programma intensivo era di euro, con una media di nove istituti partecipanti. Reti tematiche: I progetti di reti tematiche possono essere finanziati per una durata massima di tre anni. Il livello di finanziamento dipende dalla taglia e dalle dimensioni del progetto. Come partecipare? Le università presentano la loro richiesta di contratto istituzionale direttamente alla Commissione europea.

13 13 Gli studenti e gli insegnanti interessati alla mobilità devono contattare l ufficio delle relazioni internazionali dell università di appartenenza. Le borse sono attribuite dall Agenzia nazionale per Erasmus, di norma tramite l università. Per i corsi intensivi, lo sviluppo di corsi e le reti tematiche, i finanziamenti sono concessi direttamente dalla Commissione.

14 14 Azione 3 GRUNDTVIG : ISTRUZIONE DEGLI ADULTI E ALTRI PERCORSI EDUCATIVI Quali obiettivi? L istruzione non si limita alla scuola. È un processo che si articola lungo tutta la vita, a qualunque età e in ogni luogo. Grundtvig mira l istruzione degli adulti e gli altri percorsi educativi. Questa azione completa il programma Comenius (insegnamento scolastico) e Erasmus (insegnamento superiore), formando il terzo anello di una medesima catena di istruzione. Il settore dell istruzione degli adulti varia a seconda dei paesi e comporta una grande varietà di situazioni. Grundtvig è inteso a migliorare e facilitare l accesso all apprendimento per ogni persona che, a qualunque età, desideri proseguire gli studi per uno dei seguenti obiettivi: per ritornare a scuola o all università allo scopo di ottenere nuove qualifiche e di ritrovare più facilmente un lavoro; per una apertura personale e sociale e per un piacere personale; per partecipare pienamente ad una cittadinanza attiva ed europea. Chi può partecipare? Grundtvig si rivolge agli attori nel campo dell istruzione degli adulti, sia a livello formale (scuole, università, istituti di istruzione per adulti), che informali (associazioni, biblioteche, musei, organizzazioni di genitori, ecc.). Quali beneficiari? Grundtvig si rivolge a tutte le persone al di là dell età della scuola d obbligo. Più in particolare, esso favorisce le persone che attraversano situazioni sociali delicate o che dispongono soltanto di modeste conoscenze di base. Grundtvig si propone inoltre di dare una seconda opportunità agli adulti (indipendentemente dalla loro età) esclusi dal sistema scolastico, aiutandoli ad acquisire nozioni di base, dando loro nuovamente fiducia o riconoscendo determinate attitudini o competenze ottenute in ambiente extra-scolastico. Quali tipi di attività? Con Grundtvig, la Commissione europea sostiene quattro tipi di attività: 1. I progetti europei di cooperazione che riguardano le istituzioni e le organizzazioni di istruzione degli adulti che intendono realizzare un progetto concreto o una produzione comune attraverso la cooperazione europea. Esempi: mettere a punto sistemi di accreditazione o di convalida di competenze che possono essere state acquisite nei sistemi informali di istruzione, oppure sviluppare nuovi moduli di formazione e nuove metodologie. 2. I partenariati educativi si rivolgono ad organizzazioni più piccole e permettono cooperazioni su una scala più ridotta. Essi favoriscono generalmente contatti e attività fra partner di paesi diversi, che possono poi sfociare, se del caso, su realizzazioni più ambiziose. I partenariati educativi mirano, in particolare, all organizzazione di piccoli progetti comuni attorno ad un tema preciso e ad altre attività che consentono lo scambio di esperienze, prassi, metodi, quali conferenze, esposizioni, visite, ecc.

15 15 3. Le borse di mobilità per la formazione sono destinate ai formatori che decidono di partecipare ad un programma di formazione della durata, in generale, di una-quattro settimane in un altro paese. Questa mobilità riguarda tutte le categorie di personale in carico dell istruzione degli adulti nel senso lato del termine: gli insegnanti, i responsabili della gestione o il personale amministrativo, i consiglieri, i mediatori o i tutori. 4. Infine, le reti Grundtvig danno agli attori implicati nell istruzione degli adulti una base durevole di discussione e permettono di diffondere assai ampiamente le prassi e le idee innovative in questo campo. Le reti in questione sono di due tipi: le reti tematiche, che costituiscono fori di dibattito su questioni fondamentali, e le reti di progetti, che danno agli istituti partecipanti ad un partenariato l occasione di proseguire assieme la loro attività facendo beneficiare dei risultati ottenuti un maggior numero di organismi. Quale appoggio finanziario? Progetti europei di cooperazione: i progetti sono finanziati per un massimo di tre anni consecutivi. L importo del finanziamento può variare considerevolmente da un progetto all altro. Partenariati educativi: i progetti sono di norma finanziati per uno o due anni. La sovvenzione si compone di una parte forfetaria e di una parte variabile per le spese di viaggi internazionali. Mobilità per la formazione: i progetti sono finanziati per un massimo di tre anni consecutivi. L appoggio finanziario varia da un progetto all altro. Reti Grundtvig: i progetti di reti sono finanziati per un periodo massimo di tre anni. L appoggio varia fra e euro all anno. Come partecipare? I progetti europei di cooperazione e le reti Grundtvig sono finanziati direttamente dalla Commissione europea. I finanziamenti per i partenariati educativi e la mobilità per la formazione degli educatori degli adulti sono gestiti in modo decentrato dalle Agenzie nazionali.

16 16 Azione 4 LINGUA Quali obiettivi? La promozione dell apprendimento e dell insegnamento delle lingue si tratta delle undici lingue comunitarie, più l irlandese e il lussemburghese, nonché le lingue nazionali degli altri paesi che partecipano al programma è presente nelle varie azioni di Socrates, sia che si tratti di Comenius, di Erasmus o di Grundtvig. Lingua agisce in modo trasversale concentrandosi su determinati problemi fondamentali per incoraggiare l apprendimento delle lingue lungo tutto l arco della vita. Quali tipi di attività? La Commissione europea presta appoggio a due categorie di progetto: Promozione dell apprendimento delle lingue Per incoraggiare l apprendimento di un altra lingua è necessario stimolarne il desiderio, sviluppare l informazione sulle varie possibilità esistenti e facilitare l accesso ai vari luoghi e alle diverse modalità di apprendimento. La Commissione appoggia quindi una gamma di progetti transnazionali che fanno riferimento ad altrettante tappe necessarie per la conoscenza delle lingue straniere. L attività della Commissione riguarda innanzitutto la sensibilizzazione ela motivazione dei discenti. È possibile, ad esempio, avviare partenariati per condurre campagne di informazione attraverso i media. Viene poi l informazione: dove e in che modo si può fruire delle possibilità di apprendimento adeguate alle esigenze del discente, quali sono le innovazioni e le buone prassi in questo settore? Infine, come rendere più disponibile l accesso a queste risorse linguistiche? Sviluppo di strumenti La seconda parte di Lingua mira a garantire la presenza sul mercato di una gamma sufficiente di strumenti di apprendimento delle lingue. I progetti transnazionali appoggiati dalla Comunità europea devono chiaramente situarsi in settori che sono coperti in misura insufficiente o nulla da questo tipo di mercato. Essi devono pertanto sostenere l innovazione, che può articolarsi, ad esempio, in un nuovo metodo di apprendimento della lingua finlandese, nella messa a punto di un test via Internet per misurare a distanza le competenze del discente nella lingua portoghese oppure organizzare la realizzazione di una videocassetta destinata agli studenti che intendono recarsi per motivi di studio in Grecia, ecc. Quali criteri? I progetti presentati per l una o l altra direttrice di lingua devono: basarsi su un partenariato che raggruppa istituti/organismi di almeno tre paesi partecipanti, apportare un valore aggiunto effettivo in termini europei. L Azione Lingua intende, d altra parte, favorire l apprendimento delle lingue meno impiegate e meno insegnate nell Unione europea. Quale appoggio finanziario?

17 17 I progetti Lingua fruiscono di un sostegno finanziario comunitario per un periodo massimo di tre anni consecutivi. Il livello di finanziamento può variare considerevolmente da un progetto all altro in funzione della sua natura. Come partecipare? Lingua è un azione centralizzata nell ambito di Socrates. Ciò significa che i progetti sono presentati alla Commissione europea che ne attua la selezione.

18 18 Azione 5 MINERVA: LE NUOVE TECNOLOGIE AL SERVIZIO DELL ISTRUZIONE Quali obiettivi? Il sistema educativo deve, in tutte le regioni d Europa, raccogliere le nuove sfide derivanti dall evoluzione della società. Le tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) si rivelano uno strumento essenziale per raccogliere tali sfide e migliorare la qualità dell istruzione. In un contesto europeo dell istruzione, che è allo stesso tempo assai ricco e frammentato, l azione Minerva mira a facilitare il dialogo e gli scambi di esperienze e di prassi fra tutti gli esperti che sviluppano l impiego della tecnologia nella scuola, nell università e negli altri luoghi di apprendimento. Minerva sostiene anche lo sviluppo di nuovi servizi in questo settore, per il quale la dimensione umana riveste la medesima importanza delle attrezzature tecniche. In questa prospettiva, la comparazione delle esperienze nazionali o regionali, il lancio di esperienze originali a livello europeo saranno essenziali per anticipare l istruzione di domani. Quali tipi di attività? Attraverso Minerva, la Commissione europea sostiene quattro grandi tipi di attività: 1. Attività destinate a meglio comprendere e a sostenere l innovazione. Si tratta, ad esempio, di appoggiare progetti di ricerca-azione, studi mirati e analisi comparative per migliorare la comprensione dell impatto delle TIC e dei modelli di IAD (istruzione aperta e a distanza) sull organizzazione dell insegnamento e sui processi d apprendimento in quanto tali. 2. Attività destinate a concepire nuovi metodi e nuove risorse pedagogiche per lo sviluppo di ambienti innovativi in materia di apprendimento. 3. Attività destinate a comunicare e ad accedere ai risultati dei progetti allo scopo di amplificare la loro diffusione e generalizzare la prassi migliore. 4. I progetti destinati a porre in rete e favorire lo scambio di idee e di esperienze relative all impiego delle TIC nel settore dell istruzione e dell istruzione a distanza. Si incoraggia in tal modo l istituzione di una cooperazione tra i progettisti, gli utenti e i responsabili dei sistemi di istruzione e di formazione. Quali criteri? Le TIC sono presenti nelle varie azioni del programma, tuttavia esse costituiscono, con Minerva, l essenza stessa del progetto. Le attività appoggiate da Minerva mirano al raggiungimento di una massa critica e sono di dimensioni maggiori rispetto alle altre azioni. Esse devono avere un vero e proprio effetto moltiplicatore e catalizzatore a livello europeo e giustificare un forte potenziale di diffusione. D altra parte, l azione Minerva riconosce un particolare interesse ai progetti cosiddetti trasversali fondati su partenariati che comprendono attori di settori diversi, quali il mondo scolastico e universitario, l industria dei mezzi multimediali e delle TIC, gli editori, i ministeri, le associazioni e gli esperti esterni al settore scolastico, ecc. Quale appoggio finanziario?

19 19 In generale, sarà data precedenza ai progetti articolati su uno-due anni. In taluni casi particolari potrà essere conferito un appoggio finanziario per un periodo massimo di tre anni. Il livello di finanziamento varia in grande misura da un progetto all altro. Come partecipare? Minerva è un azione centralizzata. Ciò significa che i progetti devono essere presentati alla Commissione europea, che si occupa di selezionarli.

20 20 Azione 6 OSSERVAZIONE E INNOVAZIONE Quali obiettivi? L Europa vanta una grande pluralità di tradizioni, di prassi, di sistemi di istruzioni. La sfida per i paesi, che sono naturalmente portati a concentrarsi sulle proprie realtà, consiste nell interessarsi a ciò che si fa in altri paesi. Nell osservare i contesti educativi diversi, lo scopo non consiste nel riprodurre meccanicamente, bensì nell afferrarne la pluralità degli orientamenti, il che incita a porre in opera in casa altri modi di agire. In tal modo, la diversità europea diviene un terreno fertile per l innovazione e il miglioramento della qualità dell istruzione. Questo è l obiettivo dell azione Osservazione e innovazione: realizzare strumenti concreti per ottenere i migliori risultati da questa diversità. Quali tipi di attività? A questo fine, la Commissione europea fornisce il suo appoggio a varie iniziative e operazioni, quali: la raccolta di dati e la realizzazione di analisi comparative, quantitative e qualitative, da paese a paese; la comparazione tra i sistemi e le politiche di istruzione (in particolare attraverso la rete europea Eurydice); la realizzazione di visite che consentono a gruppi di responsabili sul piano decisionale e di specialisti nel settore dell istruzione provenienti da più paesi di prendere conoscenza delle riforme e degli orientamenti innovativi nei sistemi di istruzione, nell ambito dei temi prioritari identificati dalle autorità nazionali e dall'unione europea (Arion); le iniziative che mirano al miglioramento del riconoscimento accademico dei diplomi ottenuti in un altro paese, in particolare attraverso l animazione di una rete (Naric) che collega i centri nazionali a tal fine; la realizzazione di iniziative quali: studi, seminari, scambi di esperti o di progetti pilota, riguardo a taluni temi particolarmente interessanti, per animare la discussione sul tema della politica dell istruzione, come ad esempio l istruzione e l occupazione, gli indicatori della qualità dell insegnamento, la mobilità transnazionale nel campo dell insegnamento, i dibattiti orientati maggiormente nel senso della prospettiva e che riguardano l istruzione di domani. Quale appoggio finanziario? I progetti fruiscono di un appoggio finanziario comunitario per un periodo di uno o più anni. Come partecipare? I progetti devono essere presentati alla Commissione europea, tranne per le visite di studio Arion, che devono essere presentati alle Agenzie nazionali.

PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE

PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE Pubblicato il Bando per la presentazione di proposte relativo al Programma Socrates a sostegno del settore dell'istruzione Obiettivi

Dettagli

Il Programma per la formazione permanente.

Il Programma per la formazione permanente. Anno VII 15 dicembre 2008 Numero speciale a cura di Giuseppe Anzaldi NUMERO SPECIALE: IL PROGRAMMA PER LA FORMAZIONE PERMANENTE Introduzione Obiettivi e struttura I quattro pilastri Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013

PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013 PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013 Il Background del Programma LLP Dichiarazione di Bologna (1999): costruzione di uno spazio europeo dell istruzione superiore Consiglio di Lisbona (2000):

Dettagli

ORIZZONTI SCUOLA. I PROGRAMMI DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2000 2006 Istruzione, formazione e gioventù

ORIZZONTI SCUOLA. I PROGRAMMI DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2000 2006 Istruzione, formazione e gioventù I PROGRAMMI DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2000 2006 Istruzione, formazione e gioventù Una nuova generazione di programmi e azioni in seguito all impulso impartito dalla direzione generale dell istruzione

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento LIFELONG LEARNING PROGRAMME Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento permanente, o Lifelong Learning Programme (LLP), è stato istituito con decisione del Parlamento europeo e del

Dettagli

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione From the Lifelong Learnig Programme to Erasmus for All Investing in high quality education and training Istituto di Istruzione Superiore Crescenzi Pacinotti di Bologna 24 maggio 2013 Il contributo del

Dettagli

Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità

Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità COMMISSIONE EUROPEA COMUNICATO STAMPA Strasburgo/Bruxelles, 19 novembre 2013 Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità Erasmus+,

Dettagli

Anche noi, con l Europa, investiamo nel vostro futuro.

Anche noi, con l Europa, investiamo nel vostro futuro. Anche noi, con l Europa, investiamo nel vostro futuro. Il nuovo programma dell'ue per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. 2014-2020 Obiettivi Azione chiave 1 dell'apprendimento: - mobilità

Dettagli

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA Quali sono gli obiettivi dell Unione nel realizzare i programmi per la mobilità? Questi programmi rientrano all interno della politica di istruzione, formazione

Dettagli

Click toeditmaster titlestyle

Click toeditmaster titlestyle LifelongLearningProgramme: opportunità per vivere l Europa Servizio istruzione, università e ricerca Centro risorse per l istruzione e l orientamento Punto di diffusione per il FVG delle rete Euroguidance

Dettagli

LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva

LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva Descrizione generale Il Programma Leonardo da Vinci si propone di collegare le politiche alle pratiche nel campo dell istruzione e formazione

Dettagli

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA 22.9.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 286/23 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA Invito a presentare proposte Programma Cultura (2007-2013) Implementazione del programma:

Dettagli

DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre

DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre Commission européenne Comunicato stampa L autonomia scolastica in Europa Politiche e modalità attuative

Dettagli

Agenzia Nazionale LLP Italia Sistema di Gestione Qualità Certificato UNI EN ISO 9001:2000 - CSICERT N SQ062274

Agenzia Nazionale LLP Italia Sistema di Gestione Qualità Certificato UNI EN ISO 9001:2000 - CSICERT N SQ062274 Programma di Apprendimento Permanente Allegato all Invito Generale a presentare proposte 2007 Disposizioni finanziarie e importi dei contributi comunitari definiti dall Agenzia LLP Italia 1. Comenius Partenariati

Dettagli

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il trattato UE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Articolo 149 Contribuire allo sviluppo della qualità dell istruzione

Dettagli

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05 Tendenze nazionali nel Processo di Bologna Comunicato stampa In occasione della Conferenza dei Ministri dell'istruzione superiore di Bergen

Dettagli

newsletter N.4 Dicembre 2013 Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.

newsletter N.4 Dicembre 2013 Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. newsletter N.4 Dicembre 2013 Questo numero è stato realizzato da: Franca Fiacco ISFOL Agenzia Nazionale LLP Programma settoriale Leonardo da Vinci Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione,

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

Roma 18 19 settembre 2014 Open Day Lab: avvio Laboratori di Co-progettazione

Roma 18 19 settembre 2014 Open Day Lab: avvio Laboratori di Co-progettazione Roma 18 19 settembre 2014 Open Day Lab: avvio Laboratori di Co-progettazione 2 ERASMUS + Programma dell UE per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014-2020) Come nasce? Erasmus+ è il

Dettagli

Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco

Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco Fonte: Comunicazione Commissione europea al Parlamento, al Consiglio, al Comitato economico

Dettagli

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+ Al servizio di gente unica Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+ Erasmus+: obiettivi generali Il programma Erasmus+ contribuisce

Dettagli

Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato

Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato Dott.ssa Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point Lucca, 25 febbraio 2012 Anno Europeo del Volontariato Volontariato: Libera scelta Libera

Dettagli

Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud. Università Ca Foscari. Venezia, 10 febbraio 2010

Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud. Università Ca Foscari. Venezia, 10 febbraio 2010 Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud Università Ca Foscari Venezia, 10 febbraio 2010 Premesse In riferimento all obiettivo di sensibilizzare ed educare allo sviluppo

Dettagli

Erasmus + 2014-2020 Azioni: tre tipi di azioni La mobilità individuale ai fini di apprendimento

Erasmus + 2014-2020 Azioni: tre tipi di azioni La mobilità individuale ai fini di apprendimento Erasmus + 2014-2020 Azioni: Prevede tre tipi di azioni fondamentali: La mobilità individuale ai fini di apprendimento: la mobilità rappresenta una quota significativa del bilancio complessivo. Tale incremento,

Dettagli

Roma, 8 novembre 2010. Silvia Vaccaro Centro Nazionale Europass Italia

Roma, 8 novembre 2010. Silvia Vaccaro Centro Nazionale Europass Italia La mobilità europea dei giovani per motivi di studio e di lavoro: risorsa per lo sviluppo delle competenze, l'inserimento nel mercato del lavoro e l'integrazione sociale Roma, 8 novembre 2010 Silvia Vaccaro

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento

Dettagli

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti!

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! I programmi comunitari 2014-2020 Modalità Strumenti Programmi UE Gestione diretta a finanziamento diretto 4 Strumenti geografici IPA ENI PI DCI Assistenza

Dettagli

PROGRAMMA ERASMUS + INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA ERASMUS + Key Action 1 - Mobilità del personale scolastico

PROGRAMMA ERASMUS + INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA ERASMUS + Key Action 1 - Mobilità del personale scolastico PROGRAMMA ERASMUS + INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA ERASMUS + Key Action 1 - Mobilità del personale scolastico Erasmus plus è il nuovo programma varato dall'unione europea per il periodo 2014-2020

Dettagli

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: 2020: i fondi a gestione diretta per la cultura EUROPA PER I CITTADINI

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: 2020: i fondi a gestione diretta per la cultura EUROPA PER I CITTADINI Al servizio di gente unica Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-: : i fondi a gestione diretta per la cultura EUROPA PER I CITTADINI EUROPA PER I CITTADINI 2014- Obiettivo generale:

Dettagli

Un giorno farò il giro del mondo

Un giorno farò il giro del mondo Un giorno farò il giro del mondo Con l Erasmus il giro inizia oggi! L'Erasmus è favoloso perché permette di crescere: ci si ritrova lontani da casa senza amici, senza famiglia, senza sapere di chi ci si

Dettagli

Banca e Finanza in Europa

Banca e Finanza in Europa Università degli Studi di Parma Banca e Finanza in Europa Prof. 1 2. EUROPA: PROFILI ISTITUZIONALI Le tappe Le istituzioni La Banca centrale europea 2 2. Europa: profili istituzionali 3 2. Europa: profili

Dettagli

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015 LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego Laura Robustini EURES Adviser 04 Marzo 2015 IL LAVORO IN EUROPA EURES promuove la mobilità geografica ed occupazionale sostenendo i

Dettagli

Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste

Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste Slide 1 Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste Slide 2 Obiettivi specifici A. Sostenere coloro che partecipano ad attività di formazione e formazione continua nell

Dettagli

Programma di apprendimento permanente 2007-2013

Programma di apprendimento permanente 2007-2013 Programma di apprendimento permanente 2007-2013 Invito a presentare candidature in vista della predisposizione di un elenco di esperti per le attività di valutazione nel contesto del Programma di apprendimento

Dettagli

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011 Gioventù in Azione 2007-20132013 INIZIATIVE GIOVANI Agenzia Nazionale per i Giovani Priorità ed obiettivi del programma Obiettivi Cittadinanza attiva Solidarietà e tolleranza tra i giovani Comprensione

Dettagli

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency Gioventù in Azione 2007-2013 2013 Gioventù in Azione è: Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile

Dettagli

5. ORGANIZZAZIONE DELLA MOBILITA STUDENTI, DOCENTI E STAFF TRAINING (OM) 5.1 Scopo e ammissibilità delle attività OM pag. 24

5. ORGANIZZAZIONE DELLA MOBILITA STUDENTI, DOCENTI E STAFF TRAINING (OM) 5.1 Scopo e ammissibilità delle attività OM pag. 24 ALLEGATO VI HANDBOOK ERASMUS A.A. 2008/2009 Estratto della Guida per le Agenzie Nazionali per l implementazione del Programma LLP, dell Invito a presentare proposte 2008 e della Guida del Candidato INDICE

Dettagli

Gioventù in Azione 2007-2013

Gioventù in Azione 2007-2013 Gioventù in Azione 2007-2013 Gioventù in Azione Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile Opera nel

Dettagli

Inclusione dei disabili

Inclusione dei disabili Inclusione dei disabili Strategia europea per la parità delle opportunità Commissione europea Pari opportunità per pari diritti Il valore aggiunto europeo L Anno europeo dei cittadini disabili nel 2003

Dettagli

Commissione Europea Formazione in servizio per il personale impegnato nell educazione degli adulti GRUNDTVIG Programma di apprendimento permanente

Commissione Europea Formazione in servizio per il personale impegnato nell educazione degli adulti GRUNDTVIG Programma di apprendimento permanente Commissione Europea Formazione in servizio per il personale impegnato nell educazione degli adulti GRUNDTVIG Programma di apprendimento permanente Questa azione sostiene la partecipazione del personale

Dettagli

Il programma ERASMUS PLUS

Il programma ERASMUS PLUS Il programma ERASMUS PLUS Nel Gennaio 2014 avrà inizio Erasmus +, il nuovo programma europeo per l'educazione, la formazione, i giovani e lo sport per gli anni 2014-2020. Il programma è stato adottato

Dettagli

CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA

CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA Bologna, 30 gennaio 2014 Relatore: Laura Borlone ERASMUS! UN NUOVO PROGRAMMA EUROPEO NEL CAMPO DELL ISTRUZIONE DELLA FORMAZIONE

Dettagli

ATTO DI CANDIDATURA. Posizione professionale attuale

ATTO DI CANDIDATURA. Posizione professionale attuale LOGO MLPS/MIUR ALLEGATO B N di Protocollo ATTO DI CANDIDATURA ESPERTI INDIPENDENTI NEL QUADRO DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME: NOME(I): DATA DI NASCITA (GG/MM/AAAA): / /

Dettagli

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI?

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Il piano di investimenti per l Europa consisterà in un pacchetto di misure volte a sbloccare almeno 315 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati

Dettagli

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Antonella Buja Coordinatrice Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena Le diverse tipologie

Dettagli

Europa per i cittadini 2007-2013

Europa per i cittadini 2007-2013 Europa per i cittadini 2007-2013 Il Programma ha come scopo primario la promozione della cittadinanza europea attiva, ovvero il coinvolgimento diretto dei cittadini e delle organizzazioni della società

Dettagli

2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica

2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica 2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica L educazione alla cittadinanza democratica (EDC) è il risultato di un dibattito che nasce da diverse problematiche: il basso livello di partecipazione alle

Dettagli

Le tipologie di finanziamento UE dal 2014

Le tipologie di finanziamento UE dal 2014 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014-2020 2020 Le opportunità di mobilità e cooperazione per l istruzione scolastica e per la mobilità dei giovani Fiorenzuola 07 maggio 2014 Programmi a gestione diretta

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA C 333/12 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 10.12.2010 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA Invito a presentare proposte EAC/57/10 Programma «Gioventù in azione» 2007-2013 (2010/C

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

Giornata di Formazione per referenti delle Scuole Polo

Giornata di Formazione per referenti delle Scuole Polo Giornata di Formazione per referenti delle Scuole Polo Milano, 18 gennaio 2013 1 NORMATIVA RELATIVA ALLA SOLIDARIETA, AL BENESSERE DEGLI STUDENTI E ALL AUTONOMIA DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI L. 285/97 relativa

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI ALLEGATO B Compilare l atto di candidatura, stamparlo, firmarlo ed inviarlo all Agenzia Nazionale LLP Italia per posta, o a mezzo fax nelle modalità specificate nell Invito a presentare candidature ESPERTI

Dettagli

3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità

3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità 3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità Obiettivo globale 6 - Promuovere politiche di mobilità transnazionale e di cooperazione

Dettagli

ALLEGATO III REGOLE FINANZIARIE E CONTRATTUALI

ALLEGATO III REGOLE FINANZIARIE E CONTRATTUALI ALLEGATO III REGOLE FINANZIARIE E CONTRATTUALI I. INTRODUZIONE Il presente Allegato integra le regole relative all uso del contributo nell ambito delle differenti categorie di spesa applicabile al Progetto

Dettagli

Studio Professionale AM Consulting

Studio Professionale AM Consulting La seguente scheda fornisce solo alcune informazioni di carattere generale e non è da considerarsi esaustiva, si rimandano gli approfondimenti a un momento successivo con le parti interessate. SALUTE 2008-2013

Dettagli

Pietro Michelacci Agenzia nazionale Lifelong Learning Programme Italia Faenza, 20 marzo 2012

Pietro Michelacci Agenzia nazionale Lifelong Learning Programme Italia Faenza, 20 marzo 2012 Il programma Lifelong Learning: un ventaglio di opportunità per una scuola in dimensione europea Pietro Michelacci Agenzia nazionale Lifelong Learning Programme Italia Faenza, 20 marzo 2012 1 Gli obiettivi

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 14.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 74/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 240/2014 DELLA COMMISSIONE del 7 gennaio 2014 recante un codice europeo di condotta

Dettagli

PARLAMENTO EUROPEO E CONSIGLIO

PARLAMENTO EUROPEO E CONSIGLIO 30.12.2006 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 394/5 II (Atti per i quali la pubblicazione non è una condizione di applicabilità) PARLAMENTO EUROPEO E CONSIGLIO RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

Dettagli

Traduzione non ufficiale

Traduzione non ufficiale Traduzione non ufficiale Proposta di RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sulla costituzione del Quadro europeo delle Qualifiche per l apprendimento permanente (testo con attinenza all

Dettagli

5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1

5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1 5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1 Idocumenti ufficiali della Commissione Europea relativi all istruzione e alla formazione a partire dal 1996 (anno europeo del lifelong learning), ribadiscono

Dettagli

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE Investire nell azione per il clima, investire in LIFE UNA PANORAMICA DEL NUOVO SOTTOPROGRAMMA LIFE AZIONE PER IL CLIMA 2014-2020 istock Azione per il clima Cos è il nuovo sottoprogramma LIFE Azione per

Dettagli

Capitolo 2. Formatori degli insegnanti di scienze

Capitolo 2. Formatori degli insegnanti di scienze Capitolo 2 Formatori gli insegnanti di scienze Introduzione La componente professionale lla formazione iniziale gli insegnanti è volta a fornire i saperi e le competenze teoriche e pratiche lla loro professione.

Dettagli

IL CONCETTO DI SCAMBIO INTERCULTURALE: UNA GRANDE RISORSA.

IL CONCETTO DI SCAMBIO INTERCULTURALE: UNA GRANDE RISORSA. IL CONCETTO DI SCAMBIO INTERCULTURALE: UNA GRANDE RISORSA. COME STUDIARE ALL ESTERO Per studiare all estero, le università italiane, in accordo con i progetti europei e con i trattati internazionali, rendono

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA 28.10.2014 C 382/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA INVO A PRESENTARE PROPOSTE EACEA/31/2014 Programma Erasmus+, azione chiave 3: sostegno alle riforme delle politiche Cooperazione

Dettagli

Il Programma europeo per l Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020

Il Programma europeo per l Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020 Il Programma europeo per l Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020 Settembre 2015 Dal 1 gennaio 2014 per il settennio 2014-2020 è entrato in vigore il Programma Unico grande programma

Dettagli

Università degli Studi di Perugia DR n. 2323

Università degli Studi di Perugia DR n. 2323 Università degli Studi di Perugia DR n. 2323 Il Rettore Oggetto: Avviso di selezione per l attribuzione di n. 30 contributi di mobilità per attività di Training (Staff mobility for training) Programma

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

Verona, 02/12/2015 Prot. n.4965/f3 A tutto il personale docente e tecnico amministrativo

Verona, 02/12/2015 Prot. n.4965/f3 A tutto il personale docente e tecnico amministrativo Verona, 02/12/2015 Prot. n.4965/f3 A tutto il personale docente e tecnico amministrativo Albo di Istituto Sito istituzionale Accademia Oggetto: Bando Erasmus+ Mobilità del personale per docenza o per formazione

Dettagli

Università degli Studi di Perugia DR n. 345. Il Rettore

Università degli Studi di Perugia DR n. 345. Il Rettore Università degli Studi di Perugia DR n. 345 Il Rettore Oggetto: Avviso di selezione per l attribuzione di n. 10 contributi di mobilità per docenza (Staff mobility for teaching) Programma Erasmus+ A.A.

Dettagli

Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004

Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004 Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004 Allegato La Conferenza generale dell Organizzazione internazionale del Lavoro, convocata a Ginevra dal Consiglio di amministrazione

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A ottobre 2011, la Commissione europea ha adottato alcune proposte legislative per la politica di coesione 2014-2020 La presente scheda

Dettagli

newsletter Il Label europeo delle lingue 2009 Un viaggio lungo un anno N 2 - Dicembre 2009

newsletter Il Label europeo delle lingue 2009 Un viaggio lungo un anno N 2 - Dicembre 2009 newsletter N 2 - Dicembre 2009 Il Label europeo delle lingue 2009 Un viaggio lungo un anno Come ogni anno, nel mese di dicembre, ha luogo a Roma la Cerimonia di Premiazione dei progetti vincitori del Label

Dettagli

LA STRUTTURA DEL RAV

LA STRUTTURA DEL RAV GUIDA PRATICA ALLA ELABORAZIONE DEL RAV IN FUNZIONE DEL MIGLIORAMENTO Dino Cristanini Vico Equense 30 Gennaio 2015 LA STRUTTURA DEL RAV 1 CONTESTO E RISORSE Quali vincoli presentano? Quali leve positive

Dettagli

Corso di formazione gratuito. ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015

Corso di formazione gratuito. ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015 Corso di formazione gratuito ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015 Il corso di formazione Associazioni Migranti per il Co-sviluppo, promosso dall Organizzazione Internazionale

Dettagli

CONSULTAZIONE SUL TRASFERIMENTO TRANSFRONTALIERO DELLA SEDE SOCIALE - Consultazione della DG MARKT

CONSULTAZIONE SUL TRASFERIMENTO TRANSFRONTALIERO DELLA SEDE SOCIALE - Consultazione della DG MARKT CONSULTAZIONE SUL TRASFERIMENTO TRANSFRONTALIERO DELLA SEDE SOCIALE - Consultazione della DG MARKT Introduzione Avvertenza preliminare: Il documento che segue è stato redatto dai servizi della direzione

Dettagli

Conservatorio di Musica G. Verdi di Como BANDO DI CONCORSO PER BORSE DI MOBILITA DEL PERSONALE DOCENTE E AMMINISTRATIVO

Conservatorio di Musica G. Verdi di Como BANDO DI CONCORSO PER BORSE DI MOBILITA DEL PERSONALE DOCENTE E AMMINISTRATIVO Prot. n. 291c23b del 27.01.2015 Conservatorio di Musica G. Verdi di Como ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE BANDO DI CONCORSO PER BORSE DI MOBILITA DEL PERSONALE DOCENTE E AMMINISTRATIVO premessa PROGRAMMA

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE INTEGRATO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA M.I.U.R.

PROTOCOLLO D'INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA M.I.U.R. PROTOCOLLO D'INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA M.I.U.R. E L ONG ASSOCIAZIONE ITALIANA PER IL WORLD WIDE FUND FOR NATURE - ONLUS WWF ITALIA PROTOCOLLO D'INTESA TRA

Dettagli

Nationale in Francia, che intende favorire lo sviluppo di scambi professionali e culturali tra i sistemi educativi

Nationale in Francia, che intende favorire lo sviluppo di scambi professionali e culturali tra i sistemi educativi SCAMBI PROFESSIONALI.. Prrogrramma dii mobilittà docentti i prromosso dall Ministterro dell Educazione Nazionale ((Frranci ia)) Nota introduttiva La - ha accolto l invito del Ministère de l Education Nationale

Dettagli

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA PER LA CULTURA

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA PER LA CULTURA LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA PER LA CULTURA Quale è la competenze dell Unione europea nell ambito della cultura? Il trattato di Maastricht (1993) ha consentito all'unione europea, storicamente orientata

Dettagli

3URSRVWDGLGHFLVLRQHGLILQDQ]LDPHQWRDLVHQVLGHOODUWLFROR%GHO ELODQFLR 3URJUDPPDGLERUVHGLVWXGLR8(&LQD

3URSRVWDGLGHFLVLRQHGLILQDQ]LDPHQWRDLVHQVLGHOODUWLFROR%GHO ELODQFLR 3URJUDPPDGLERUVHGLVWXGLR8(&LQD IB/1043/99IT (EN) COMMISSIONE EUROPEA DIREZIONE GENERALE I RELAZIONI ESTERNE: POLITICA COMMERCIALE, RELAZIONI CON L AMERICA SETTENTRIONALE, L ESTREMO ORIENTE, L AUSTRALIA E LA NUOVA ZELANDA Direzione F

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS

LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS Ufficio Ricerca e Relazioni Internazionali Settore Relazioni Internazionali Via Nazario Sauro n. 85-85100 Potenza Tel +39 0971 202158-202194 - Fax. + 39 0971 202197

Dettagli

#CosaVuoiFareDaGiovane? ERASMU

#CosaVuoiFareDaGiovane? ERASMU #CosaVuoiFareDaGiovane? Il nuovo Programma SCEGLI europeo. per l Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020 Urbino, 16 aprile 2014 ERASMU a cura dell Ufficio comunicazione, informazione

Dettagli

EUROPEAID: Europa e USA: conoscere l Europa 2015-2017. Horizon 2020: Europa in un mondo che cambia: società inclusive, innovative e riflessive

EUROPEAID: Europa e USA: conoscere l Europa 2015-2017. Horizon 2020: Europa in un mondo che cambia: società inclusive, innovative e riflessive EUROPEAID: Europa e USA: conoscere l Europa 2015-2017 EuropeAid/136813/DD/ACT/US Descrizione: La Commissione europea Delegazione USA ha lanciato un bando che ha l obiettivo di promuovere, all interno delle

Dettagli

22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43

22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43 22.1.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 17/43 IV (Atti adottati prima del 1 o dicembre 2009, in applicazione del trattato CE, del trattato UE e del trattato Euratom) DECISIONE DEL CONSIGLIO

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

Comenius Regio perché? Le opportunità di un partenariato europeo legato al territorio per il miglioramento delle politiche educative

Comenius Regio perché? Le opportunità di un partenariato europeo legato al territorio per il miglioramento delle politiche educative Comenius Regio perché? Le opportunità di un partenariato europeo legato al territorio per il miglioramento delle politiche educative Elena Bettini Seminario di informazione sulla gestione dei partenariati

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

Youth Europe Service

Youth Europe Service Socrates Grundtvig Autonomous citizens in United Europe Opuscolo realizzato da: Youth Europe Service nell ambito del programma SOCRATES GRUNDTVIG 2 Azione n. 06-ITA01-S2G01-00306-1 L'Europa è a portata

Dettagli

Commissione europea PROGRAMMA SOCRATES. Modulo di candidatura per PROPOSTE PRELIMINARI

Commissione europea PROGRAMMA SOCRATES. Modulo di candidatura per PROPOSTE PRELIMINARI Riservato alla Commissione Numero Data del timbro postale Commissione europea PROGRAMMA SOCRATES Modulo di candidatura per PROPOSTE PRELIMINARI Barrare la casella corrispondente all Azione cui si riferisce

Dettagli

ERASMUS+ Presentazione a cura di Lucia Di Cecca Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone

ERASMUS+ Presentazione a cura di Lucia Di Cecca Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone Presentazione a cura di Lucia Di Cecca Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone 1 Erasmus da Rotterdam (1466-1536) Grande umanista olandese Insegnò in numerose università europee Acronimo per

Dettagli

Trovare lavoro nell Europa allargata

Trovare lavoro nell Europa allargata Trovare lavoro nell Europa allargata Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali CMI/Digital Vision Commissione europea 1 Dove posso cercare lavoro? La libera circolazione delle persone

Dettagli

Incontro per Assistenti Comenius

Incontro per Assistenti Comenius Incontro per Assistenti Comenius anno scolastico 2011/2012 Firenze, 9 settembre 2011 Lifelong Learning Programme Il Lifelong Learning Programme è il programma di azione comunitaria di apprendimento permanente

Dettagli

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene:

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene: FONDO SOCIALE EUROPEO IN ROMANIA Il Fondo Sociale Europeo (FSE) è lo strumento principale tramite il quale l Unione Europea finanzia gli obiettivi strategici delle politiche di occupazione. Da 50 anni,

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA Premessa Nel marzo 2007 è stato approvato dalla Conferenza Stato-Regioni

Dettagli

Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016

Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016 Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016 Il Programma Erasmus+ permette di vivere esperienze culturali all'estero, di conoscere nuovi sistemi di istruzione superiore e di incontrare giovani di altri

Dettagli

Gioventù in Azione 2007-2013 2013 Gioventù in Azione è: Un programma a comunitario o per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale e le iniziative locali Opera nel campo dell

Dettagli

per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno

per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno Progetto dall'iter alle reti: Implementazione Sportello Unico Rassegna delle principali possibilità di finanziamento a disposizione

Dettagli