PERSONALE: funzioni, profili, requisiti, tempi di adeguamento.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PERSONALE: funzioni, profili, requisiti, tempi di adeguamento."

Transcript

1 Allegato B PERSONALE: funzioni, profili, requisiti, tempi di adeguamento. MINORI - COMUNITA FAMILIARE ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Famiglia Almeno tre anni di esperienza con funzioni educative in associazioni, enti e strutture di accoglienza per minori. Esperienza acquisita di almeno cinque anni con figli propri o affidati. Diploma di scuola media superiore ed almeno tre anni di esperienza specifica nel Laurea di primo livello (d.m e decreto interministeriale.04.00). Diploma universitario (d.m. 50/98) o equipollente (d.m ). Laurea in discipline sociali o umanistiche ( scienze della formazione e dell educazione, psicologia, scienze sociali) del vecchio ordinamento universitario. 95

2 MINORI - COMUNITA EDUCATIVA ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di Comunità Laurea in discipline sociali o umanistiche del vecchio ordinamento universitario ed almeno un anno di esperienza Diploma di Assistente Sociale, Diploma di educatore professionale ed almeno due anni di esperienza specifica nel di scuola media superiore ed almeno cinque anni di esperienza specifica nel Diploma Laurea di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00) o di secondo livello (d.m d.m ) nelle classi di laurea con obiettivi formativi relativi alle discipline sociali o umanistiche ed almeno, rispettivamente, tre e due anni di esperienza ordinamento universitario ed almeno due anni di esperienza Diploma di Assistente Sociale ed almeno tre anni di esperienza Diploma universitario di Educatore Professionale (d.m. 50/98) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza Diploma di scuola media superiore ed almeno tre anni di esperienza specifica nel Laurea di primo livello (d.m e decreto interministeriale.04.00). Diploma universitario (d.m. 50/98) o equipollente (d.m ). formazione e dell educazione, psicologia, della scienze sociali) del vecchio ordinamento universitario. Qualifica professionale conseguita dopo corsi postdiploma 96

3 MINORI COMUNITA DI PRONTA ACCOGLIENZA ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di Comunità Laurea in discipline sociali o umanistiche del vecchio ordinamento universitario ed almeno un anno di esperienza Diploma di Assistente Sociale, Diploma di educatore professionale ed almeno due anni di esperienza specifica nel di scuola media superiore ed almeno cinque anni di esperienza specifica nel Diploma Laurea di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00) o di secondo livello (d.m d.m ) nelle classi di laurea con obiettivi formativi relativi alle discipline sociali o umanistiche ed almeno, rispettivamente, tre e due anni di esperienza ordinamento universitario ed almeno due anni di esperienza Diploma di Assistente Sociale ed almeno tre anni di esperienza Diploma universitario di Educatore Professionale (d.m. 50/98) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza Diploma di scuola media superiore ed almeno tre anni di esperienza specifica nel Laurea di primo livello (d.m e decreto interministeriale.04.00). Diploma universitario(d.m. 50/98) o equipollente (d.m ). della formazione e dell educazione, psicologia, scienze sociali) del vecchio ordinamento universitario) 97

4 MINORI COMUNITA ALLOGGIO PER ADOLESCENTI ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di Comunità Laurea in discipline sociali o umanistiche, del vecchio ordinamento universitario ed almeno un anno di esperienza Diploma di Assistente Sociale, Diploma di educatore professionale ed almeno due anni di esperienza ed almeno cinque anni di esperienza Laurea di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00) o di secondo livello (d.m d.m ) nelle classi di laurea con obiettivi formativi relativi alle discipline sociali o umanistiche ed almeno, rispettivamente, tre e due anni di esperienza ordinamento universitario ed almeno due anni di esperienza Diploma di Assistente Sociale ed almeno tre anni di esperienza Diploma universitario di Educatore Professionale (d.m. 50/98) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza ed almeno tre anni di esperienza di servizio Laurea di primo livello (d.m e decreto interministeriale.4.00). Diploma universitario (d.m. 50/98) o equipollente (d.m ). formazione e dell educazione, psicologia, della scienze sociali) del vecchio ordinamento universitario 98

5 DISABILI COMUNITA ALLOGGIO ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di Comunità () ed almeno cinque anni di esperienza Laurea di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00) o di secondo livello (d.m d.m ) nelle classi di laurea con obiettivi formativi relativi alle discipline sociali o umanistiche. ordinamento universitario. Diploma di Assistente Sociale. Diploma universitario di Educatore Professionale (d.m. 50/98) o equipollente (d.m ). ed almeno tre anni di esperienza Laurea di primo livello (d.m e decreto interministeriale.04.00). Diploma universitario(d.m. 50/998) o equipollente (d.m ). formazione e dell educazione, psicologia, della scienze sociali) del vecchio ordinamento universitario () Nelle strutture comunali, la funzione può essere svolta dall Assistente Sociale od altro funzionario/operatore dei servizi sociali. 99

6 DISABILI COMUNITA SOCIO-EDUCATIVA-RIABILITATIVA ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di Comunità Laurea in discipline sociali o umanistiche del vecchio ordinamento universitario ed almeno un anno di esperienza Diploma di Assistente Sociale, Laurea di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00) o di secondo livello (d.m d.m ) nelle classi di laurea con obiettivi formativi relativi alle discipline sociali o umanistiche ed almeno, rispettivamente, tre e due di esperienza specifica nei servizi per la anni Diploma di educatore professionale, Diploma di Terapista della riabilitazione ed almeno due anni di esperienza specifica nel ed almeno cinque anni di esperienza disabilità. ordinamento universitario ed almeno due anni di esperienza nei servizi per la disabilità. Diploma di Assistente Sociale ed almeno tre anni di esperienza nei servizi per la disabilità. Diploma universitario di Educatore Professionale (d.m. 50/998) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza nei servizi per la disabilità. Diploma di Terapista della riabilitazione ed almeno tre anni di esperienza nei servizi per la disabilità. ed almeno tre anni di esperienza Laurea di primo livello (d.m e decreto interministeriale.04.00). Diploma universitario(d.m. 50/998) o equipollente (d.m ). formazione e dell educazione, psicologia, della scienze sociali) del vecchio ordinamento universitario riconosciuti dallo Stato o dalle Regioni. 00

7 Socio-sanitaria Operatore socio-sanitario Qualifica di OSS. Una delle seguenti qualifiche: OTA, OSA, ADEST, ASS. In alternativa: Due anni di esperienza in strutture/ servizi per anziani e disabili. DISABILI RESIDENZA PROTETTA 5 ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di Struttura Laurea in discipline sociali o umanistiche del vecchio ordinamento universitario ed almeno un anno di esperienza Diploma di Assistente Sociale, Laurea di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00) o di secondo livello (d.m d.m ) nelle classi di laurea con obiettivi formativi relativi alle discipline sociali o umanistiche ed almeno, rispettivamente, tre e due di esperienza specifica nei servizi per la anni Diploma di educatore professionale, Diploma di Terapista della riabilitazione ed almeno due anni di esperienza specifica nel ed almeno cinque anni di esperienza disabilità. ordinamento universitario ed almeno due anni di esperienza nei servizi per la disabilità. Diploma di Assistente Sociale ed almeno tre anni di esperienza nei servizi per la disabilità. Diploma universitario di Educatore Professionale (d.m. 50/998) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza nei servizi per la disabilità. Diploma di Terapista della riabilitazione ed almeno tre anni di esperienza nei servizi per la disabilità. 0

8 ed almeno tre anni di esperienza 5 Laurea di primo livello (d.m e decreto interministeriale.04.00). Diploma universitario(d.m. 50/998) o equipollente (d.m ). formazione e dell educazione, psicologia, della scienze sociali) del vecchio ordinamento universitario. Socio-sanitaria Operatore socio-sanitario Qualifica di OSS. Una delle seguenti qualifiche: OTA, OSA, ADEST, ASS. In alternativa: Due anni di esperienza in strutture/ servizi per anziani e disabili. DISABILI CENTRO SOCIO-EDUCATIVO-RIABILITATIVO DIURNO ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di Struttura Laurea in discipline sociali o umanistiche del vecchio ordina mento universitario ed almeno un anno di esperienza specifica nel settore Laurea di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00) o di secondo livello (d.m d.m ) nelle classi di laurea con obiettivi formativi relativi alle discipline sociali o umanistiche ed almeno, rispettivamente, tre e due 0

9 Diploma di Assistente Sociale, Diploma di educatore professionale, Diploma di Terapista della riabilitazione ed almeno due anni di esperienza specifica nel di esperienza specifica nei servizi per la anni disabilità. ordinamento universitario ed almeno due anni di esperienza nei servizi per la disabilità. Diploma di Assistente Sociale ed almeno tre anni di ed almeno cinque anni di esperienza universitario di Educatore Professionale (d.m. 50/998) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza nei servizi per la disabilità. esperienza nei servizi per la disabilità. Diploma Diploma di Terapista della riabilitazione ed almeno tre anni di esperienza nei servizi per la disabilità. ed almeno tre anni di esperienza di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00). 5 Laurea universitario(d.m. 50/98) o equipollente (d.m ). Diploma della formazione e dell educazione, psicologia, scienze sociali) del vecchio ordinamento universitario Socio-sanitaria Operatore socio-sanitario Qualifica di OSS. Una delle seguenti qualifiche: OTA, OSA, ADEST, ASS. In alternativa: Due anni di esperienza in strutture/ servizi per anziani o disabili. 03

10 ANZIANI COMUNITA ALLOGGIO ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di Comunità (). Cinque anni di esperienza specifica nel () Nelle strutture comunali, la funzione può essere svolta dall Assistente Sociale od altro funzionario/operatore dei sevizi sociali. ANZIANI CASA ALBERGO ALLA DATA DI DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di struttura ed almeno un anno di esperienza Cinque anni di esperienza specifica nel Laurea di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00). Diploma di laurea del vecchio ordinamento universitario. con tre anni di esperienza nel campo dei servizi alla persona. 04

11 ANZIANI CASA DI RIPOSO ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di struttura ed almeno due anni di esperienza in strutture/servizi per anziani o disabili. Laurea di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00). Diploma di laurea del vecchio ordinamento universitario. Diploma di Assistente Sociale, Infermiere professionale, Terapista riabilitazione. 50/98) o equipollente (d.m ). Socio-sanitaria Operatore socio-sanitario 5 Qualifica di OSS. Una delle seguenti qualifiche: OTA, OSA, ADEST, ASS. In alternativa: Due anni di esperienza in strutture/ servizi per anziani o disabili. 05

12 ANZIANI RESIDENZA PROTETTA ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di struttura Laurea in discipline sociali o umanistiche del vecchio ordinamento universitario ed almeno un anno di esperienza specifica nei servizi per anziani o disabili. Diploma di Assistente Sociale, Educatore professionale, Infermiere professionale, Terapista della riabilitazione, ed almeno due anni di esperienza nei servizi per anziani o disabili. ed almeno cinque anni di esperienza nel coordinamento di strutture/servizi per anziani o disabili. Laurea di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00) o di secondo livello (d.m d.m ) ed almeno, rispettivamente, tre e due anni di esperienza nei servizi per anziani o disabili. ordinamento universitario ed almeno due anni di esperienza nei servizi per anziani o disabili. Diploma di Assistente Sociale, Infermiere professionale, Terapista della riabilitazione, ed almeno tre anni di esperienza nei servizi per anziani o disabili. 50/98) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza nei servizi per anziani o disabili. Socio-sanitaria Operatore socio-sanitario 5 Qualifica di OSS. Una delle seguenti qualifiche: OTA, OSA, ADEST, ASS. In alternativa: Due anni di esperienza in strutture/ servizi per anziani o disabili. 06

13 ANZIANI CENTRO DIURNO ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di struttura Laurea in discipline sociali o umanistiche del vecchio ordinamento universitario ed almeno un anno di esperienza specifica nei servizi per anziani o disabili. Diploma di Assistente Sociale, Educatore professionale, Infermiere professionale, Terapista della riabilitazione, ed almeno due anni di esperienza nei servizi per anziani o disabili. Laurea di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00) o di secondo livello (d.m d.m ) ed almeno, rispettivamente, tre e due anni di esperienza nei servizi per anziani o disabili. ordinamento universitario ed almeno due anni di esperienza nei servizi per anziani o disabili. Diploma di Assistente Sociale, Infermiere professionale, Terapista della riabilitazione, ed almeno tre anni di esperienza nei servizi per anziani o disabili. ed almeno cinque anni di esperienza in strutture/servizi per anziani o disabili. o equipollente (d.m ) ed 50/998) almeno tre anni di esperienza nei servizi per anziani o disabili. ed almeno tre anni di esperienza di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00). Laurea Diploma universitario(d.m. 50/98 o equipollente (d.m ). formazione e dell educazione, psicologia, della scienze sociali) del vecchio ordinamento universitario 07

14 5 Socio-sanitaria Operatore socio-sanitario Qualifica di OSS. Una delle seguenti qualifiche: OTA, OSA, ADEST, ASS. In alternativa: Due anni di esperienza in strutture/ servizi per anziani o disabili. PROBLEMATICHE PSICO-SOCIALI COMUNITA ALLOGGIO PER PERSONE CON DISTURBI MENTALI ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di struttura () Diploma di scuola media superiore ed almeno cinque anni di esperienza di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00). Laurea ordinamento universitario. Diploma di Assistente Sociale, ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. 50/98) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. () Nelle strutture comunali, la funzione può essere svolta dall Assistente Sociale od altro funzionario/operatore dei servizi sociali. 08

15 PROBLEMATICHE PSICO-SOCIALI COMUNITA ALLOGGIO PER EX TOSSICODIPENDENTI ALLA DATA DI DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di struttura () Diploma di scuola media superiore ed almeno cinque anni di esperienza di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00). Laurea ordinamento universitario. Diploma di Assistente Sociale, ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. 50/98) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. () Nelle strutture comunali, la funzione può essere svolta dall Assistente Sociale od altro funzionario/operatore dei servizi sociali. PROBLEMATICHE PSICO-SOCIALI COMUNITA ALLOGGIO PER GESTANTI E PER MADRI CON FIGLI A CARICO ALLA DATA DI DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di struttura* Diploma di scuola media superiore ed almeno cinque anni di esperienza di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00). Laurea ordinamento professionale. 09

16 Diploma di Assistente Sociale, ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. 50/998) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza nei servizi sociosanitari.. ed almeno tre anni di esperienza Laurea di primo livello (d.m e decreto interministeriale.04.00). Diploma universitario (d.m. 50/998) o equipollente (d.m ). della formazione e dell educazione, psicologia, scienze sociali) del vecchio ordinamento universitario. NOTE: Nelle strutture comunali, la funzione può essere svolta dall Assistente Sociale od altro funzionario/operatore dei servizi sociali. 0

17 PROBLEMATICHE PSICO-SOCIALI - COMUNITA FAMILIARE ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coppia di adulti residenti Coordinamento Coppia di adulti residenti Esperienza acquisita di almeno tre anni nei servizi di accoglienza. Esperienza acquisita di almeno tre anni nei servizi di accoglienza. PROBLEMATICHE PSICO-SOCIALI ALLOGGIO SOCIALE PER ADULTI IN DIFFICOLTA ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di struttura () Diploma di scuola media superiore ed almeno cinque anni di esperienza di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00). Laurea ordinamento universitario. Diploma di Assistente Sociale, ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. 50/98) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. () Nelle strutture comunali, la funzione può essere svolta dall Assistente Sociale od altro funzionario/operatore dei servizi sociali.

18 PROBLEMATICHE PSICO-SOCIALI CENTRO DI PRONTA ACCOGLIENZA PER ADULTI ALLA DATA DI DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di struttura () Diploma di scuola media superiore ed almeno cinque anni di esperienza di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00). Laurea ordinamento universitario. Diploma di Assistente Sociale, ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. 50/998) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. () Nelle strutture comunali, la funzione può essere svolta dall Assistente Sociale od altro funzionario/operatore dei servizi sociali.

19 PROBLEMATICHE PSICO-SOCIALI CENTRO DI ACCOGLIENZA PER EX-DETENUTI ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di struttura () ed almeno cinque anni di esperienza di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00). Laurea ordinamento universitario. Diploma di Assistente Sociale, ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. 50/998) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. ed almeno tre anni di esperienza Laurea di primo livello (d.m e decreto interministeriale.04.00). Diploma universitario(d.m. 50/998) o equipollente (d.m ). della formazione e dell educazione, psicologia, scienze sociali) del vecchio ordinamento universitario. () Nelle strutture comunali, la funzione può essere svolta dall Assistente Sociale od altro funzionario/operatore dei servizi sociali. 3

20 PROBLEMATICHE PSICO-SOCIALI CASA FAMIGLIA ALLA DATA DI DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di struttura () ed almeno cinque anni di esperienza di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00). Laurea ordinamento universitario. Diploma di Assistente Sociale, ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. 50/98) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. ed almeno tre anni di esperienza Laurea di primo livello (d.m e decreto interministeriale.04.00). Diploma universitario(d.m. 50/98) o equipollente (d.m ). formazione e dell educazione, psicologia, della scienze sociali) del vecchio ordinamento universitario () Nelle strutture comunali, la funzione può essere svolta dall Assistente Sociale od altro funzionario/operatore dei servizi sociali. 4

21 PROBLEMATICHE PSICO-SOCIALI CASA DI ACCOGLIENZA PER DONNE VITTIME DI VIOLENZA O VITTIME DELLA TRATTA A FINE DI SFRUTTA SESSUALE ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE REGOLA Coordinamento Responsabile di struttura () ed almeno cinque anni di esperienza di primo livello (d.m decreto interministeriale.04.00). Laurea ordinamento universitario. Diploma di Assistente Sociale, ed almeno tre anni di esperienza nei servizi socio-sanitari. 50/998) o equipollente (d.m ) ed almeno tre anni di esperienza nei servizi sociosanitari. ed almeno tre anni di esperienza Laurea di primo livello (d.m e decreto interministeriale.04.00). Diploma universitario (d.m. 50/98) o equipollente (d.m ). formazione e dell educazione, psicologia, della scienze sociali) del vecchio ordinamento universitario. () Nelle strutture comunali, la funzione può essere svolta dall Assistente Sociale od altro funzionario/operatore dei servizi sociali. 5

Allegato B. PERSONALE: funzioni, profili, requisiti, tempi di adeguamento.

Allegato B. PERSONALE: funzioni, profili, requisiti, tempi di adeguamento. Allegato B PERSONALE: funzioni, profili, requisiti, tempi di adeguamento. MINORI - COMUNITA FAMILIARE ALLA DATA DELL..2006 Famiglia Esperienza acquisita di almeno cinque anni con figli propri o affidati.

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 06-11-2002 REGIONE MARCHE

LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 06-11-2002 REGIONE MARCHE LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 06-11-2002 REGIONE MARCHE DISCIPLINA IN MATERIA DI AUTORIZZAZIONE E ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE E DEI SERVIZI SOCIALI A CICLO RESIDENZIALE E SEMIRESIDENZIALE Fonte: BOLLETTINO

Dettagli

PRESENTAZIONE LEGGE REGIONALE 20/2002 E RELATIVO REGOLAMENTO

PRESENTAZIONE LEGGE REGIONALE 20/2002 E RELATIVO REGOLAMENTO PRESENTAZIONE LEGGE REGIONALE 20/2002 E RELATIVO REGOLAMENTO La legge regionale n. 20 del 6 novembre 2002, ed il relativo regolamento attuativo (n. 1 dell 8 marzo 2004) come più volte integrato e modificato,

Dettagli

Art. 2 (Soggetti destinatari)

Art. 2 (Soggetti destinatari) Testo vigente LEGGE REGIONALE 6 novembre 2002, n. 20 Disciplina in materia di autorizzazione e accreditamento delle strutture e dei servizi sociali a ciclo residenziale e semiresidenziale ( B.U. 14 novembre

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 41 DEL 12-12-2003 REGIONE LAZIO

LEGGE REGIONALE N. 41 DEL 12-12-2003 REGIONE LAZIO LEGGE REGIONALE N. 41 DEL 12-12-2003 REGIONE LAZIO "Norme in materia di autorizzazione all'apertura ed al funzionamento di strutture che prestano servizi socio-assistenziali" Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE

Dettagli

Istituto Nazionale di Statistica RILEVAZIONE STATISTICA SUI PRESIDI RESIDENZIALI SOCIO-ASSISTENZIALI E SOCIO-SANITARI - ANNO 2009

Istituto Nazionale di Statistica RILEVAZIONE STATISTICA SUI PRESIDI RESIDENZIALI SOCIO-ASSISTENZIALI E SOCIO-SANITARI - ANNO 2009 Istituto Nazionale di Statistica RILEVAZIONE STATISTICA SUI PRESIDI RESIDENZIALI SOCIO-ASSISTENZIALI E SOCIO-SANITARI - ANNO 2009 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO Il questionario deve essere compilato

Dettagli

LE AREE SOCIO-SANITARIE DI COMPETENZA DELLA A.S.L. Ass. Sociale Dottoressa Anna Maria Paladino Ass. Sociale Dottoressa Dorotea Verducci

LE AREE SOCIO-SANITARIE DI COMPETENZA DELLA A.S.L. Ass. Sociale Dottoressa Anna Maria Paladino Ass. Sociale Dottoressa Dorotea Verducci LE AREE SOCIO-SANITARIE DI COMPETENZA DELLA A.S.L. Ass. Sociale Dottoressa Anna Maria Paladino Ass. Sociale Dottoressa Dorotea Verducci AREA MATERNO INFANTILE ED ETÀ EVOLUTIVA (1) Assistenza di tipo consultoriale

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

ISCRIZIONE AL REGISTRO DEI LIBERI-PROFESSIONISTI CHE SVOLGONO ATTIVITA SANITARIE, SOCIO-SANITARIE E SOCIO-EDUCATIVE Legge n.

ISCRIZIONE AL REGISTRO DEI LIBERI-PROFESSIONISTI CHE SVOLGONO ATTIVITA SANITARIE, SOCIO-SANITARIE E SOCIO-EDUCATIVE Legge n. Marca da bollo 10 Spett.le Ufficio del Lavoro SEDE ISCRIZIONE AL REGISTRO DEI LIBERI-PROFESSIONISTI CHE SVOLGONO ATTIVITA SANITARIE, SOCIO-SANITARIE E SOCIO-EDUCATIVE Legge n.28/1991 Il sottoscritto Cod.

Dettagli

CURRICULUM VITAE EUROPEO

CURRICULUM VITAE EUROPEO CURRICULUM VITAE EUROPEO 1. Informazioni personali Dott. Aurelia Vottari Nata a S. Luca (RC) - Italia Data di nascita 07/02/1963 2. Indirizzo per la corrispondenza Indirizzo postale Via C. Colombo 223,

Dettagli

Le strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie nella provincia di Piacenza

Le strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie nella provincia di Piacenza Provincia di Piacenza Osservatorio del sistema sociosanitario Le socio-assistenziali e socio-sanitarie nella provincia di Piacenza I dati riassuntivi di seguito esposti sono elaborati dal Settore Sistema

Dettagli

PROFILI PROFESSIONALI BIENNIO COMUNE

PROFILI PROFESSIONALI BIENNIO COMUNE PROFILI PROFESSIONALI ITAS Tecnico per le Attività Sociali Durata degli studi: 5 anni. Titolo di studio rilasciato: Diploma di Maturità Tecnica per Attività Sociali Indirizzo: a) Dirigenti di Comunità

Dettagli

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: LEGISLAZIONE SOCIALE, STUDI E RICERCHE

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: LEGISLAZIONE SOCIALE, STUDI E RICERCHE REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 126 24/03/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 4139 DEL 18/03/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: LEGISLAZIONE

Dettagli

LIVEAS - Strutture residenziali e semiresidenziali per persone con fragilità sociali

LIVEAS - Strutture residenziali e semiresidenziali per persone con fragilità sociali CASA FAMIGLIA PER PERSONE ADULTE CON DISAGIO PSICHICO 2. Progetto già avviato Sì No 3. Tipologia di servizio Istituzionale Servizi Essenziali Altro 4. Area tematica Esclusione Sociale Disabilità Psichica

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Matiz Alessandra Data di nascita 01/01/1957. Dirigente Psicologo I livello

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Matiz Alessandra Data di nascita 01/01/1957. Dirigente Psicologo I livello INFORMAZIONI PERSONALI Nome Matiz Alessandra Data di nascita 01/01/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Psicologo I livello ASL DI RM/F Dirigente ASL

Dettagli

D.M. 21 maggio 2001, n. 308 Requisiti strutture a ciclo residenziale Preambolo, Art.1, Art.2, Art. 3, Art. 4, Art. 5, Art. 6, Art. 7, Art. 8, Art.

D.M. 21 maggio 2001, n. 308 Requisiti strutture a ciclo residenziale Preambolo, Art.1, Art.2, Art. 3, Art. 4, Art. 5, Art. 6, Art. 7, Art. 8, Art. D.M. 21 maggio 2001, n. 308 Requisiti strutture a ciclo residenziale Preambolo, Art.1, Art.2, Art. 3, Art. 4, Art. 5, Art. 6, Art. 7, Art. 8, Art. 9, Preambolo IL MINISTRO PER LA SOLIDARIETA' SOCIALE Visto

Dettagli

I servizi sociali e socio-sanitari residenziali e semiresidenziali nelle Marche

I servizi sociali e socio-sanitari residenziali e semiresidenziali nelle Marche Pubblicazione n. 2 dicembre 2012 I servizi sociali e socio-sanitari residenziali e semiresidenziali nelle Marche Analisi dei dati per area di utenza 1 - L'infanzia e l'adolescenza 2 - La disabilità 3 -

Dettagli

I servizi sociosanitari. provincia di Piacenza

I servizi sociosanitari. provincia di Piacenza Provincia di Piacenza I servizi sociosanitari in provincia di Piacenza (parte integrante del documento CRITERI PER L UTILIZZO DEI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER SPESE DI INVESTIMENTO (L.R. 2/03, artt.

Dettagli

Unità di offerta. che possono essere incluse nel Piano Socio Sanitario della. Regione Veneto

Unità di offerta. che possono essere incluse nel Piano Socio Sanitario della. Regione Veneto giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 84 del 16 gennaio 2007 pag. 0/44 Allegato B) Dgr n. del 4444 Pagine Unità di offerta che possono essere incluse nel Piano Socio Sanitario della Regione

Dettagli

1.C AREA INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA

1.C AREA INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA 1.C AREA INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA Nella tabella riepilogativa, per le singole tipologie erogative di carattere socio sanitario, sono evidenziate, accanto al richiamo alle prestazioni sanitarie, anche

Dettagli

Minori in difficoltà e giovani a rischio

Minori in difficoltà e giovani a rischio Indicatori di Epidemiologia Sociale - riferimenti scientifici estratti da "Bisogni Sociali e Priorità per la Programmazione nella Regione Abruzzo 2005"- a cura della Fondazione Zancan Minori in difficoltà

Dettagli

I servizi per anziani non autosufficienti

I servizi per anziani non autosufficienti I servizi per anziani non autosufficienti Giuliano Marangoni Il trend demografico dell invecchiamento della popolazione ha come diretta conseguenza un aumento delle prestazioni sanitarie e socio sanitarie

Dettagli

MacroFramiglia Tipologia servizio Denominazione Indirizzo Comune Prov ATS Telefono1 Fax Email Posti Autor.

MacroFramiglia Tipologia servizio Denominazione Indirizzo Comune Prov ATS Telefono1 Fax Email Posti Autor. 61139 Sociale Interventi Informazione, orientamento, 6114 Sociale Interventi Informazione, orientamento, 61141 Sociale Interventi Informazione, orientamento, Sportelli di Segretariato Sociale SEGRETARIATO

Dettagli

ALLEGATO A (il presente allegato è costituito da n. 3 pagine)

ALLEGATO A (il presente allegato è costituito da n. 3 pagine) ALLEGATO A (il presente allegato è costituito da n. 3 pagine) CORSO DI RIQUALIFICAZIONE IN OPERATORI SOCIO SANITARI PER ADEST (Assistente Domiciliare e dei Servizi Tutelari) CORSO DI 330 ORE ARTICOLAZIONE

Dettagli

ALLEGATO N.2 SCHEDA DI RILEVAZIONE DELLA POPOLAZIONE E DELLE POLITICHE SOCIALI

ALLEGATO N.2 SCHEDA DI RILEVAZIONE DELLA POPOLAZIONE E DELLE POLITICHE SOCIALI ALLEGATO N.2 SCHEDA DI RILEVAZIONE DELLA POPOLAZIONE E DELLE POLITICHE SOCIALI 1 SEZ.A. DESCRIZIONE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE A1. Suddivisione della popolazione per sesso e classi di età e stranieri

Dettagli

PROCEDURA RELATIVA AL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE AI FINI DELL ESERCIZIO DEI SERVIZI DISCIPLINATI DALLA L.R. 20/02

PROCEDURA RELATIVA AL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE AI FINI DELL ESERCIZIO DEI SERVIZI DISCIPLINATI DALLA L.R. 20/02 Normativa di riferimento Enti interessati e Servizi di riferimento LEGGE REGIONALE 6 novembre 2002, n. 20 Disciplina in materia di e accreditamento delle strutture e dei servizi sociali a ciclo residenziale

Dettagli

IL MINISTRO PER LA SOLIDARIETÀ SOCIALE

IL MINISTRO PER LA SOLIDARIETÀ SOCIALE Decreto ministeriale 21 maggio 2001, n. 308 Gazzetta Ufficiale 28 luglio 2001, n. 174 Testo aggiornato al 1 giugno 2004 Regolamento concernente «Requisiti minimi strutturali e organizzativi per l'autorizzazione

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

CONTRIBUTI SUSSIDI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALSIASI NATURA A PERSONE, ENTI PUBBLICI E PRIVATI

CONTRIBUTI SUSSIDI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALSIASI NATURA A PERSONE, ENTI PUBBLICI E PRIVATI Catalogo processi, tipologia dei procedimenti e valutazione del rischio area: CONTRIBUTI AREA DI RISCHIO Processi Tipologia di procedimenti Valutazione del Rischio Contributi economici per soggetti disagiati,

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 7 aprile 2015, n. 11

REGOLAMENTO REGIONALE 7 aprile 2015, n. 11 12666 REGOLAMENTO REGIONALE 7 aprile 2015, n. 11 Modifiche urgenti al Regolamento Regionale n. 4 del 18 gennaio 2007 e s.m.i.. Unità di Valutazione Multidimensionale, approvate dalla Giunta Regionale,

Dettagli

D.M 21 maggio 2001, n.308

D.M 21 maggio 2001, n.308 D.M. 21 maggio 2001, n. 308, regolamento concernente "REQUISITI MINIMI STRUTTURALI E ORGANIZZATIVI PER L'AUTORIZZAZIONE ALL'ESERCIZIO DEI SERVIZI E DELLE STRUTTURE A CICLO RESIDENZIALE E SEMIRESIDENZIALE,

Dettagli

LINEE GUIDA DEL SERVIZIO DI

LINEE GUIDA DEL SERVIZIO DI AREA WELFARE SETTORE SERVIZIO SOCIALE E SOCIO-SANITARIO LINEE GUIDA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA EDUCATIVA TERRITORIALE RIVOLTA A MINORI E AD ADULTI IN SITUAZIONE DI DISAGIO, NON AFFETTI DA HANDICAP CERTIFICATO

Dettagli

E P R O F E S S I O N A L E F O R M A T O E U R O P E O

E P R O F E S S I O N A L E F O R M A T O E U R O P E O C R I S T I N A I O R I O C U R R I C U L U M F O R M A T I V O E P R O F E S S I O N A L E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome CRISTINA IORIO Telefono 347/8035515 E-mail

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CENTRO DIURNO INTEGRATO RELATIVI CRITERI DI AMMISSIONE

REGOLAMENTO DEL CENTRO DIURNO INTEGRATO RELATIVI CRITERI DI AMMISSIONE REGOLAMENTO DEL CENTRO DIURNO INTEGRATO E RELATIVI CRITERI DI AMMISSIONE Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 17 del 22.3.1999 Comune di Cusano Milanino CENTRO DIURNO INTEGRATO REGOLAMENTO

Dettagli

VISTA la legge 8 novembre 2000, n. 328 recante "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali";

VISTA la legge 8 novembre 2000, n. 328 recante Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali; D.M. 21 maggio 2001, n. 308, regolamento concernente "REQUISITI MINIMI STRUTTURALI E ORGANIZZATIVI PER L'AUTORIZZAZIONE ALL'ESERCIZIO DEI SERVIZI E DELLE STRUTTURE A CICLO RESIDENZIALE E SEMIRESIDENZIALE,

Dettagli

N. procedimenti per i quali non sono stati rispettati i tempi di conclusione

N. procedimenti per i quali non sono stati rispettati i tempi di conclusione CONTRIBUTI SUSSIDI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALSIASI NATURA A PERSONE, ENTI PUBBLICI E PRIVATI AREA Processi Tipologia di N. tot dei N. per i quali non sono stati rispettati gli standard procedimentali/

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO Riqualificazione in Operatore Socio Sanitario

PROGETTO FORMATIVO Riqualificazione in Operatore Socio Sanitario PROGETTO FORMATIVO Riqualificazione in Operatore Socio Sanitario Il progetto è redatto sulla base dell Allegato 1 del D.A.n.1613 del 08/10/2014 Linee guida per la riqualificazione in Operatore Socio Sanitario

Dettagli

B ANALISI DEI COSTI PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE

B ANALISI DEI COSTI PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE Giunta Regionale della Campania Dipartimento 54 - Dipartimento Istruzione, Ricerca, Lavoro, Politiche Culturali e Sociali Direzione Generale 12 - Direzione Generale politiche sociali, culturali, pari opportunità,

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome CASTRICA SIMONETTA Indirizzo studio VIA DI TOR FIORENZA, 38 00199 ROMA Telefono 347 7132846 Fax E-mail simonettacastrica@psiconauti.it

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

1. Quali sono le procedure per aprire una struttura che presta servizi socioassistenziali? 3. Quali sono le strutture socioassistenziali per minori?

1. Quali sono le procedure per aprire una struttura che presta servizi socioassistenziali? 3. Quali sono le strutture socioassistenziali per minori? 1. Quali sono le procedure per aprire una struttura che presta servizi socioassistenziali? Le procedure per aprire una struttura socioassistenziale sono definite dalla normativa regionale. Il rappresentante

Dettagli

Servizi Socio Sanitari

Servizi Socio Sanitari Servizi Socio Sanitari Diploma di Tecnico per i Servizi Socio Sanitari Competenze correlate alle scienze umane e sociali, per riconoscere le problematiche relative alle diverse tipologie di utenza con

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Lazio

Bollettino Ufficiale della Regione Lazio Repubblica Italiana Bollettino Ufficiale della Regione Lazio Disponibile in formato elettronico sul sito: www.regione.lazio.it Legge Regionale n.12 del 13 agosto 2011 Data 2/04/2015 Numero 27 Supplemento

Dettagli

Visto l'articolo 17, comma 3, della legge 28 agosto 1998, n. 400;

Visto l'articolo 17, comma 3, della legge 28 agosto 1998, n. 400; D.M. 21 maggio 2001, n. 308, regolamento concernente "REQUISITI MINIMI STRUTTURALI E ORGANIZZATIVI PER L'AUTORIZZAZIONE ALL'ESERCIZIO DEI SERVIZI E DELLE STRUTTURE A CICLO RESIDENZIALE E SEMIRESIDENZIALE,

Dettagli

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: LEGISLAZIONE SOCIALE, STUDI E RICERCHE

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: LEGISLAZIONE SOCIALE, STUDI E RICERCHE REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 125 24/03/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 4228 DEL 19/03/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: LEGISLAZIONE

Dettagli

EvOLuzIONE STORIcO-NORmATIvA DELLA figura PROfESSIONALE DELL OPERATORE SOcIO-SANITARIO Sommario: 1. PREmESSA operatore socio-sanitario sintesi

EvOLuzIONE STORIcO-NORmATIvA DELLA figura PROfESSIONALE DELL OPERATORE SOcIO-SANITARIO Sommario: 1. PREmESSA operatore socio-sanitario sintesi Capitolo Primo Evoluzione storico-normativa della figura professionale dell operatore socio-sanitario Sommario: 1. Premessa. - 2. L ausiliario socio-sanitario specializzato e l operatore tecnico addetto

Dettagli

Indagine sui presidi residenziali socio-assistenziali e socio-sanitari

Indagine sui presidi residenziali socio-assistenziali e socio-sanitari Indagine sui presidi residenziali socio-assistenziali e socio-sanitari Caratteristiche generali dell'indagine L indagine sui Presidi residenziali socio assistenziali e socio-sanitari, prevista dal Programma

Dettagli

Regolamento per il servizio di trasporto per minori e adulti disabili, anziani, e persone in temporanea situazione di disagio.

Regolamento per il servizio di trasporto per minori e adulti disabili, anziani, e persone in temporanea situazione di disagio. Regolamento per il servizio di trasporto per minori e adulti disabili, anziani, e persone in temporanea situazione di disagio. Regolamento per il servizio di trasporto per minori e adulti disabili, anziani,

Dettagli

Art. 2. Strutture e servizi soggetti ai requisiti minimi per l'autorizzazione

Art. 2. Strutture e servizi soggetti ai requisiti minimi per l'autorizzazione DECRETO MINISTERIALE 21 maggio 2001, n. 308 Regolamento concernente "Requisiti minimi strutturali e organizzativi per l'autorizzazione all'esercizio dei servizi e delle strutture a ciclo residenziale e

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA SOLIDARIETA' SOCIALE

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA SOLIDARIETA' SOCIALE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA SOLIDARIETA' SOCIALE DECRETO 21 maggio 2001, n. 308 REGOLAMENTO "Requisiti minimi strutturali e organizzativi per l'autorizzazione all'esercizio

Dettagli

TABELLA 1 ELENCO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, CONDIZIONATE ALL ISEE

TABELLA 1 ELENCO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, CONDIZIONATE ALL ISEE A LLEGATO TABELLA 1 ELENCO DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE, CONDIZIONATE ALL ISEE A1 - CONTRIBUTI ECONOMICI A1.01 Assegno per il nucleo familiare erogati dai comuni A1.02 Assegno Maternità erogato

Dettagli

Sala Operativa Sociale

Sala Operativa Sociale Dipartimento Promozione dei Servizi Sociali e della Salute 800440022 Sala Operativa Sociale Dott.ssa Angelina Di Prinzio Roma, 09 Novembre 2010 EVOLUZIONE DELLA DOMANDA SOCIALE Dai dati quantitativi e

Dettagli

Banca Dati Rete Consortile. Questionario raccolta dati cooperative di tipo A

Banca Dati Rete Consortile. Questionario raccolta dati cooperative di tipo A Pagina 1 di 14 Questionario raccolta dati cooperative di tipo A Il presente questionario intende promuovere un indagine finalizzata a rilevare le informazioni necessarie per la redazione del bilancio sociale

Dettagli

PROGETTO 5 CENTRO DIURNO PER DISABILI GRAVI LA GIRANDOLA

PROGETTO 5 CENTRO DIURNO PER DISABILI GRAVI LA GIRANDOLA ASL RMH Comune di Anzio Comune di Nettuno PIANO DI ZONA 2011 PROGETTO 5 CENTRO DIURNO PER DISABILI GRAVI LA GIRANDOLA PROSECUZIONE E MIGLIORAMENTI OTTOBRE 2011 1. Titolo del progetto Centro diurno per

Dettagli

DECRETO DEL MINISTRO PER LA SOLIDARIETA' SOCIALE

DECRETO DEL MINISTRO PER LA SOLIDARIETA' SOCIALE DECRETO DEL MINISTRO PER LA SOLIDARIETA' SOCIALE 21 maggio 2001, n. 308 "Requisiti minimi strutturali e organizzativi per l'autorizzazione all'esercizio dei servizi e delle strutture a ciclo residenziale

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE

REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE Allegato alla determinazione direttoriale n. 681/000/DIG/14/0024 del 06.06.2014 ART. 1 PRINCIPI GENERALI Il servizio Educativa Territoriale si inserisce come

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009. Servizi Socio-Sanitari per la disabilità

Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009. Servizi Socio-Sanitari per la disabilità Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009 Servizi Socio-Sanitari AZIENDA ULSS N. 22 Bussolengo (VR) Unità Complessa Disabilità Direttore Dott. Gabriele Bezzan Funzionario Dott.ssa Liliana Menegoi Segreteria

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 19 DEL 10-07-2006 REGIONE PUGLIA

LEGGE REGIONALE N. 19 DEL 10-07-2006 REGIONE PUGLIA LEGGE REGIONALE N. 19 DEL 10-07-2006 REGIONE PUGLIA Disciplina del sistema integrato dei servizi sociali per la dignità e il benessere delle donne e degli uomini in Puglia Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA

Dettagli

Cuoco qualificato (13) CC2000. 3 D Licenza di scuola elementare e pluriennale esperienza professionale nel settore.

Cuoco qualificato (13) CC2000. 3 D Licenza di scuola elementare e pluriennale esperienza professionale nel settore. INFORMAZIONI Liste di chiamata per le assunzioni a tempo determinato Elenco dei profili professionali e relativi requisiti per l accesso REQUISITI PER L ACCESSO PROFILI PROFESSIONALI Qualifica di funzione

Dettagli

1. INTRODUZIONE. - di mantenimento e recupero dei livelli di autonomia e di sostegno nel progetto di vita indipendente;

1. INTRODUZIONE. - di mantenimento e recupero dei livelli di autonomia e di sostegno nel progetto di vita indipendente; Requisiti per l autorizzazione al funzionamento delle strutture sociali rivolte a minori e giovani adulti, persone con disturbo mentale e persone con disabilità con esiti stabilizzati, anziani, adulti

Dettagli

Regione Lazio. Tassonomia delle strutture e dei servizi sociali del Lazio. (Aggiornata al 30 giugno 2011)

Regione Lazio. Tassonomia delle strutture e dei servizi sociali del Lazio. (Aggiornata al 30 giugno 2011) Regione Lazio Tassonomia delle strutture e dei servizi sociali del Lazio (Aggiornata al 30 giugno 2011) Sommario Famiglia, Minori e giovani... 4 Servizi residenziali e semiresidenziali... 5 Servizi all'infanzia...

Dettagli

CURRICULUM VITAE EUROPEO

CURRICULUM VITAE EUROPEO CURRICULUM VITAE EUROPEO 1. Informazioni personali Dott. Aurelia Vottari Nata a S. Luca (RC) - Italia Data di nascita 07/02/1963 2. Indirizzo per la corrispondenza Indirizzo postale Via C. Colombo 223,

Dettagli

Fax 0431/516637 E-mail sabina.ramuscello@comune.latisana.ud.it Nazionalità italiana Data di nascita 8 luglio 1966

Fax 0431/516637 E-mail sabina.ramuscello@comune.latisana.ud.it Nazionalità italiana Data di nascita 8 luglio 1966 CV Ramuscello Sabina INFORMAZIONI PERSONALI Nome RAMUSCELLO SABINA Indirizzo Ambito Distrettuale, Latisana - Via Goldoni, 26 Telefono 0431/516624 Fax 0431/516637 E-mail sabina.ramuscello@comune.latisana.ud.it

Dettagli

Nata a Pontedera il 21/05/1962 e residente a Lajatico Fraz. Orciatico Loc. Le Caselle, 13/a C.F.NNCSFN62E61G843U INFORMAZIONI PERSONALI

Nata a Pontedera il 21/05/1962 e residente a Lajatico Fraz. Orciatico Loc. Le Caselle, 13/a C.F.NNCSFN62E61G843U INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE Ai sensi degli artt. 46 e47 del decreto del Presidente della repubblica 28 dicembre 200 n 455, consapevole delle sanzioni penali per dichiarazioni mendaci, falsità in atti ed uso di atti

Dettagli

ALLEGATO 1C IN ATTUAZIONE DEL DPCM 29 NOVEMBRE 2001 AREA INTEGRAZIONE SOCIO - SANITARIA

ALLEGATO 1C IN ATTUAZIONE DEL DPCM 29 NOVEMBRE 2001 AREA INTEGRAZIONE SOCIO - SANITARIA ALLEGATO N. 1 ALLEGATO 1C IN ATTUAZIONE DEL DPCM 29 NOVEMBRE 2001 AREA INTEGRAZIONE SOCIO - SANITARIA 2 AREA MATERNO INFANTILE LIVELLI DI ASSISTENZA Assistenza sanitaria e sociosanitaria alle donne, ai

Dettagli

Dott. ANDREA DULICCHIO - PSICOLOGO andreadulicchio@gmail.com - CELL: +39 338 3766530

Dott. ANDREA DULICCHIO - PSICOLOGO andreadulicchio@gmail.com - CELL: +39 338 3766530 CURRICULUM VITAE Dott. Andrea Dulicchio Psicologo, Specializzando in Psicoterapia Cognitiva O.S.S. (Operatore Socio Sanitario) Nato il 14/04/1975 a Pinerolo INDIRIZZO: Via A. Manzoni n. 7/2, 10064, Torre

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA SOCIO SANITARIO

Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA SOCIO SANITARIO Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA L OPERATORE SOCIO SANITARIO Per informazioni : Centro formazione sanitaria Corsi per Operatori Socio - Sanitari Via San Bortolo 85

Dettagli

AFFIDO ETEROFAMILIARE SUPPORTATO

AFFIDO ETEROFAMILIARE SUPPORTATO MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN AFFIDO ETEROFAMILIARE SUPPORTATO FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA S. LUIGI GONZAGA IN COLLABORAZIONE CON ASL TO 3 ISTITUZIONE E istituito presso la, il Master di I livello

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 LUGLIO 2006 N.19

LEGGE REGIONALE 10 LUGLIO 2006 N.19 LEGGE REGIONALE 10 LUGLIO 2006 N.19 Disciplina del sistema integrato dei servizi sociali per la dignità e il benessere delle donne e degli uomini in Puglia Art. 9 (Piano Regionale delle politiche sociali)

Dettagli

Comunità Alloggio Minori - WALDEN

Comunità Alloggio Minori - WALDEN Che cos'è la carta dei servizi? 1 di 10 La Carta dei Servizi è il principale strumento di un'organizzazione per far conoscere i progetti che realizza, per informare sulle risorse e le attività a disposizione,

Dettagli

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Salute e Servizi Sociali Politiche Sociali Integrate - Servizio LA GIUNTA REGIONALE

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Salute e Servizi Sociali Politiche Sociali Integrate - Servizio LA GIUNTA REGIONALE OGGETTO : Riordino del sistema tariffario per la residenzialità e semiresidenzialità sociosanitaria. Abrogazione della D.G.R. n. 308/2005. N. 969 IN 01/08/2008 del REGISTRO ATTI DELLA GIUNTA DATA Richiamati

Dettagli

Incontro di orientamento professionale. Bergamo 14 aprile 2014

Incontro di orientamento professionale. Bergamo 14 aprile 2014 Incontro di orientamento professionale Bergamo 14 aprile 2014 Chi è l infermiere Profilo professionale dell'infermiere D.M. 14 settembre 1994, n. 739 Art. 1 1 - E' individuata la figura professionale dell'infermiere

Dettagli

S.C. Sviluppo e Formazione

S.C. Sviluppo e Formazione S.C. Sviluppo e Formazione A V V I S O I N T E R N O DISPONIBILITA' PER ATTIVITÀ DI DOCENZA NEI CORSI DI QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anni formativi 2014-15 e 2015-16 RIVOLTO

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Domenica Dalpane Via degli Insorti, 2 Faenza Telefono 0546 691811 Fax 0546 691819 E-mail domenica.dalpane@comune.faenza.ra.it

Dettagli

PASSO DOPO PASSO. Progetti per il Reinserimento sociale e lavorativo di persone appartenenti a categorie fragili

PASSO DOPO PASSO. Progetti per il Reinserimento sociale e lavorativo di persone appartenenti a categorie fragili PASSO DOPO PASSO 2. Progetto già avviato Sì No 3. Tipologia di servizio Istituzionale Servizi Essenziali Altro 4. Area tematica Esclusione Sociale 5. Macrotipologia Progetti per il Reinserimento sociale

Dettagli

I Servizi per Anziani di ASP Città di Bologna

I Servizi per Anziani di ASP Città di Bologna I Servizi per Anziani di ASP Città di Bologna 1 Gestione delle CRA (Casa Residenza Anziani) Gestione di ricoveri temporanei di sollievo per famiglie che assistono un anziano al domicilio Gestione dei CD

Dettagli

CURRICULUM VITAE RESPONSABILE AREA DISABILI CIDIS MORIONDO MARIA LUISA, nata a Rivalta di Torino (Torino), lì 20/03/1952

CURRICULUM VITAE RESPONSABILE AREA DISABILI CIDIS MORIONDO MARIA LUISA, nata a Rivalta di Torino (Torino), lì 20/03/1952 CURRICULUM VITAE RESPONSABILE AREA DISABILI CIDIS MORIONDO MARIA LUISA, nata a Rivalta di Torino (Torino), lì 20/03/1952 Curriculum Vitae UFFICIO in Orbassano, Strada Volvera, 63 Cap. 10043 TELEFONO 011

Dettagli

LE OPPORTUNITÀ OCCUPAZIONALI NEI SERVIZI DEL

LE OPPORTUNITÀ OCCUPAZIONALI NEI SERVIZI DEL LE OPPORTUNITÀ OCCUPAZIONALI NEI SERVIZI DEL WELFARE: UN INDAGINE PROVINCIALE ricerca condotta per A cura di: Antonio Sebastiano, Direttore Osservatorio RSA LIUC Università Cattaneo Ispra, 17 luglio 2015

Dettagli

DISTRETTO VALLI TARO E CENO

DISTRETTO VALLI TARO E CENO UFFICIO di PIANO DISTRETTO VALLI TARO E CENO PROTOCOLLO OPERATIVO di recepimento delle DELIBERE DI GIUNTA REGIONALE n. 1230 del 28/07/2008 e n. 1206 del 30/07/2007 approvato dal Comitato di Distretto in

Dettagli

CENTRO L AQUILONE S.r.l. Via Rossini 14 Alba

CENTRO L AQUILONE S.r.l. Via Rossini 14 Alba CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARCONCINI GUIDO Indirizzo FRAZ. S. ROCCO SENO D ELVIO 11 ALBA (CN) ITALIA Telefono 335 6888564 E-mail gmarconcini@alice.it Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

Profilo Professionale Assistente Sociale Specialista (D6). Iscrizione Ordine Assistenti sociali Lazio, Sez. A n.37 P.O. INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI

Profilo Professionale Assistente Sociale Specialista (D6). Iscrizione Ordine Assistenti sociali Lazio, Sez. A n.37 P.O. INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI Curriculum Vitae Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Giovanna Rauseo Data di nascita 19.03.1951 Profilo Professionale Assistente Sociale Specialista (D6). Iscrizione Ordine Assistenti sociali Lazio,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. n. 3, 4 novembre 2013

CARTA DEI SERVIZI. n. 3, 4 novembre 2013 CARTA DEI SERVIZI n. 3, 4 novembre 2013 Cos è il Consultorio Familiare Il Consultorio Familiare è un luogo che offre interventi di tutela, di prevenzione e di promozione della salute. In modo particolare

Dettagli

2.1.2 Servizi sociali

2.1.2 Servizi sociali 2.1.2 Servizi sociali Roma Capitale, nell ambito delle proprie competenze, assicura alle persone e alle famiglie un sistema integrato di interventi e servizi sociali con livelli quantitativi e qualitativi

Dettagli

ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA

ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA AI MINORI E ALLE LORO FAMIGLIE 2. Progetto già avviato Sì No 3. Tipologia di servizio Istituzionale Servizi Essenziali Altro 4. Area tematica Minori e Famiglia 5. Macrotipologia

Dettagli

Politiche di contrasto della povertà e grave emarginazione: priorità di intervento

Politiche di contrasto della povertà e grave emarginazione: priorità di intervento 2.7 Politiche di contrasto della povertà e grave emarginazione: priorità di intervento Obiettivi di integrazione - Si rileva una disomogeneità nelle modalità di raccordo e collaborazione tra il Servizio

Dettagli

Azienda Ulss 18 Rovigo Viale Tre Martiri. UOSD Disabilità SIL Progettualità a favore delle persone con disabilità 18-64 anni

Azienda Ulss 18 Rovigo Viale Tre Martiri. UOSD Disabilità SIL Progettualità a favore delle persone con disabilità 18-64 anni FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIA CREARI N. 18-37051 BOVOLONE (VR) Telefono 045 2220476 347-9496138 Fax 0442-330608 E-mail Nazionalità macoralice@tiscali.it

Dettagli

ALLEGATO 1 BANDO DI GARA PER LACREAZIONE DI UNA SHORT LIST DI FORNITORI DI SERVIZI DI CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI VITA E DI LAVORO DELLE DONNE

ALLEGATO 1 BANDO DI GARA PER LACREAZIONE DI UNA SHORT LIST DI FORNITORI DI SERVIZI DI CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI VITA E DI LAVORO DELLE DONNE ALLEGATO 1 BANDO DI GARA PER LACREAZIONE DI UNA SHORT LIST DI FORNITORI DI SERVIZI DI CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI VITA E DI LAVORO DELLE DONNE SERVIZI RIPARTITI PER TARGET DI RIFERIMENTO Centro diurno per

Dettagli

PIANO TERRITORIALE DISTRETTO F4 PER LE ESIGENZE DEI PICCOLI COMUNI

PIANO TERRITORIALE DISTRETTO F4 PER LE ESIGENZE DEI PICCOLI COMUNI Civitella San Paolo Filacciano Magliano Romano Nazzano Ponzano Romano Torrita Tiberina PIANO TERRITORIALE DISTRETTO F4 PER LE ESIGENZE DEI PICCOLI COMUNI PROGETTO INTEGRATIVO AL PIANO DI ZONA 2011 Distretto:

Dettagli

Curriculum Vitae. Realini Tiziana Via Nazionale, 41 23013 Cosio Valtellino Tel. 0342/635804. e-mail tiziana_realini@virgilio.it. Nazionalità italiana

Curriculum Vitae. Realini Tiziana Via Nazionale, 41 23013 Cosio Valtellino Tel. 0342/635804. e-mail tiziana_realini@virgilio.it. Nazionalità italiana Curriculum Vitae Realini Tiziana Via Nazionale, 41 23013 Cosio Valtellino Tel. 0342/635804 e-mail tiziana_realini@virgilio.it Nazionalità italiana Nata il 28-10-1958 Laureata in psicologia presso l università

Dettagli

E P R O F E S S I O N A L E F O R M A T O E U R O P E O

E P R O F E S S I O N A L E F O R M A T O E U R O P E O C R I S T I N A I O R I O C U R R I C U L U M F O R M A T I V O E P R O F E S S I O N A L E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome CRISTINA IORIO Telefono 347/8035515 Nazionalità

Dettagli

Scheda di Iscrizione Rif. Pa 2014-1985/RE OSS. RIQUALIFICAZIONE PER OPERATORE SOCIO SANITARIO

Scheda di Iscrizione Rif. Pa 2014-1985/RE OSS. RIQUALIFICAZIONE PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Domanda pervenuta il / / n. Scheda di Iscrizione Rif. Pa 2014-1985/RE OSS. RIQUALIFICAZIONE PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Nome Cognome nascita Comune Nascita prov. Codice Fiscale Sesso M F FOTO Nazionalità

Dettagli

ALLEGATO N 1. Testo: Luigi D Isa PSICOLOGIA GENERALE ED APPLICATA ed. Hoepli

ALLEGATO N 1. Testo: Luigi D Isa PSICOLOGIA GENERALE ED APPLICATA ed. Hoepli ALLEGATO N 1 Anno scolastico 2013/2014 Classe 5 D Disciplina: Docente: PSICOLOGIA GENERALE ED APPLICATA TERESA STAGLIANO Testo: Luigi D Isa PSICOLOGIA GENERALE ED APPLICATA ed. Hoepli Ore di lezione settimanali:

Dettagli

all adozione. Lingua francese livello medio, lingua inglese livello elementare Capacità linguistiche Capacità nell uso delle tecnologie Livello medio

all adozione. Lingua francese livello medio, lingua inglese livello elementare Capacità linguistiche Capacità nell uso delle tecnologie Livello medio MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T AE INFORMAZIONI PERSONALI Nome La Cerva Bonaria Data di nascita 11.02.1954 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente

Dettagli

I servizi sociali per gli anziani nella Regione Lazio

I servizi sociali per gli anziani nella Regione Lazio I servizi sociali per gli anziani nella Regione Lazio Premessa Progressivo aumento del numero degli anziani ripensamento dell assistenza Integrazione dell assistenza sanitaria e dei servizi alla persona

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Monica Parmeggiani Via Don Maestrini 117/B Flero Telefono 030-2548589 Cellulare 3924843408 E-mail

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/No me(i) Capoleva Paola Occupazione Settore professionale ASSISTENTE SOCIALE SPECIALISTA ASL FROSINONE Docente Università degli studi di Cassino

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Via del borgo, 18 loc.tà Magliano - FIVIZZANO (MS) Telefono 0585/984406 340/6794125 Fax 0187406136-137

Dettagli

Il Corso di Preparazione Privato OSS da 1000 ore è rivolto a persone in possesso dei seguenti requisiti:

Il Corso di Preparazione Privato OSS da 1000 ore è rivolto a persone in possesso dei seguenti requisiti: Destinatari. Il Corso di Preparazione Privato OSS da 1000 ore è rivolto a persone in possesso dei seguenti requisiti: tutti coloro che, rispetto all età, abbiano assolto l obbligo scolastico; inoccupati,

Dettagli

COOPERATIVA SOCIALE MAIEUTICA

COOPERATIVA SOCIALE MAIEUTICA Repertorio n.50727 Raccolta n.11100 VERBALE DI ASSEMBLEA STRAORDINARIA REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemiladodici, il giorno cinque del mese di dicembre alle ore diciannove e cinquanta minuti. In Bari nel

Dettagli

S. GIOVANNI BOSCO FIRENZE

S. GIOVANNI BOSCO FIRENZE SCUOLA SUPERIORE DI SCIENZE DELL EDUCAZIONE S. GIOVANNI BOSCO FIRENZE Affiliata all Università Pontificia Salesiana di Roma SCUOLA SUPERIORE DI SCIENZE DELL EDUCAZIONE «S. GIOVANNI BOSCO» FIRENZE - 3 SCUOLA

Dettagli