OGGETTO: SIMULA SCENARI DECRETO SPALMA INCENTIVI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OGGETTO: SIMULA SCENARI DECRETO SPALMA INCENTIVI"

Transcript

1 OGGETTO: SIMULA SCENARI DECRETO SPALMA 1. RIFERIMENTI E PREMESSE L art.26 del DECRETOLEGGE 24 giugno 2014, n. 91 pubblicato in Gazzetta Ufficiale contiene 2 modifiche sostanziali in merito alla modalità di erogazione delle tariffe incentivanti: 1. Per tutti gli impianti fotovoltaici a partire da Luglio 2014 (2 semestre 2014) il erogherà gli incentivi con rate mensili costanti. Le rate saranno calcolate sul 90% della producibilità media annua stimata per ogni impianto nell anno solare di produzione. Il conguaglio sull effettiva produzione rilevata avverrà entro il 30 giugno dell anno successivo. Le modalità operative saranno pubblicate dal entro 15 giorni dalla data di pubblicazione del decreto. 2. Per gli impianti fotovoltaici sopra i 200 kw incentivati in Conto Energia è previsto un taglio delle tariffe incentivanti secondo TRE possibili opzioni, a scelta del Soggetto Responsabile: a) estensione da 20 a 24 anni del periodo di incentivazione, a fronte di una rimodulazione della tariffa dipendente dalla durata del periodo incentivante residuo: Periodo Residuo (anni) Percentuale di riduzione dell incentivo % % % % % % % Oltre % b) mantenimento del periodo di erogazione ventennale, a fronte di una riduzione dell incentivo per un primo periodo, e di un corrispondente aumento dello stesso per un secondo periodo, secondo percentuali definite dal DM 17 ottobre 2014 (vedi Figura 1: ALLEGATO 1 DM 17 OTTOBRE 2014); c) mantenimento del periodo di erogazione ventennale, a fronte di una riduzione percentuale fissata dal decreto, crescente a seconda della taglia degli impianti: Potenza Nominale ( kw ) Percentuale di riduzione dell incentivo Superiore a 200 kw e fino a 500 kw 6 % Superiore a 500 kw e fino a 900 kw 7 % Superiore a 900 kw 8 % Attenzione: l opzione è da esercitare entro il 30 Novembre 2014, in assenza di comunicazione da parte del Soggetto Responsabile, il applicherà l opzione (C). P.IVA REA BO Cap. Soc ,00 euro 1

2 Figura 1: ALLEGATO 1 DM 17 ottobre 2014 (Opzione b) P.IVA REA BO Cap. Soc ,00 euro 2

3 2. ANAGRAFICA IMPIANTI OGGETTO DI SIMULAZIONE DATI FORNITI DAL CLIENTE IMPIANTO 1 NOME PARCO UNIVOCO TIPO RAGIONE SOCIALE POSIZIONE IMPIANTO SCEGLI LA REGIONE FV ESEMPIO S.r.l. EmiliaRomagna POTENZA PARCO 997 DATA DI ENTRATA IN ESERCIZIO 19/06/2012 CONTO ENERGIA SCEGLI UN CONTO ENERGIA IV D.M. 05 maggio 2011 INCLUSI EVENTUALI PREMI 0,274 FINANZIAMENTO RATA ANNUALE (se presente) ,00 DATA DECORRENZA FINANZIAM. (se presente) 01/01/2015 DURATA FINANZIAMENTO (MESI) (se presente) 144 COSTO O&M ANNUO (*) COSTO ASSICURAZIONE ANNUO ICI/MU/TARES ANNUO ENERGIA PRIMO ANNO DI PRODUZIONE (BP) DECADIMENTO ANNUO DEL BP 0,80% TIPO DI UTILIZZO ENERGIA CESSIONE TOT./SEU/AUTOC. Cessione Totale % DI ENERGIA ANNUALE IN SEU/AUTOC. 0,00% DI VENDITA SEU / ACQUISTO EE 2014 (euro/kwh) 0,0000 VENDITA EE ,0389 TASSO DI INFLAZIONE 1,00% IRAP 3,90% IRES 27,50% TASSO DI RENDIMENTO OBIETTIVO 3,60% (*) I valori indicati per i servizi di O&M rappresentano solo i costi ordinari. Per una analisi di tipo prudenziale si consiglia di valutare anche un valore economico per le eventuali attività straordinarie (per esempio adeguamenti normativi, guasti rilevanti, estensioni di garanzie qualora non comprese nei contratti O&M riportati). P.IVA REA BO Cap. Soc ,00 euro 3

4 Energy Intelligence S.r.l. IMPIANTO 1 : FV ESEMPIO CONDIZIONI DI SIMULAZIONE NR. MESI NR. ANNI PERIOD. ANNO RIDUZIONE SCENARIO [euro/kwh] Finanziamento Anni rimanenti di finanziamento Scenario mesi/anni rimanenti di incentiv % 0,2740 Scenario A mesi/anni rimanenti di incentiv % 0,2219 dal 2015 al ,78% 0, ,58% 0, ,39% 0, ,19% 0,2652 Scenario B mesi/anni rimanenti di incentiv ,00% 0, ,19% 0, ,39% 0, ,58% 0,3003 dal 2027 al ,78% 0, ,00% 0,2740 Scenario C mesi/anni rimanenti di incentiv % 0,2521 REPORT DI SINTESI SCENARIO A SCENARIO B SCENARIO C TOTALE RICAVI TOTALE Tasso di Rendimento Obiettivo 3,6 % DSCR medio 1,17 1,00 1,14 1,10 DSCR max 1,22 1,05 1,22 1,15 DCR min 1,11 0,95 1,07 1, SCENARIO A SCENARIO B SCENARIO C TOTALE RICAVI TOTALE Rendimento Obiettivo 3,6 % P.IVA REA BO Cap. Soc ,00 euro 4

5 LEGENDA: SCENARIO SCENARIO A SCENARIO B SCENARIO C DESCRIZIONE Simula la situazione prima dell attuazione del decreto in base ai dati di input forniti Simula lo scenario di estensione da 20 a 24 anni del periodo di incentivazione, a fronte di una rimodulazione della tariffa (dal 25% al 17%) dipendente dalla durata del periodo incentivante residuo in base a quanto riportato al punto 2.A Simula lo scenario di mantenimento del periodo incentivante ventennale a fronte di una rimodulazione della tariffa incentivante secondo quanto riportato alla tabella del punto 2.B di cui al par. precedente Simula lo scenario di mantenimento del periodo incentivante ventennale a fronte di una riduzione netta della tariffa incentivante dipendente dalla potenza nominale dell impianto come riportato alla tabella del punto 2.C di cui al par. precedente PIANO ECONOMICO: Vedi allegato : SIM001.A Simulazione Piano Economico Impianto P.IVA REA BO Cap. Soc ,00 euro 5

6 ALLEGATO A: METODOLOGIE DI CALCOLO SCENARI Metodologia di calcolo La simulazione viene redatta utilizzando : i dati rilevati dalle informazioni fornite in INPUT dal cliente Anagrafica: Posizione impianto (regione) : Determina la tassazione applicata (IRAP) Il simulatore considera la tassazione inserita costante per tutto il periodo della simulazione Periodo: Da: 01/01/2015 fino alla fine del periodo incentivante relativo alla specifica opzione simulata Il sistema considera la data di entrata in esercizio uguale alla data di avvio incentivazione. Finanziamento: Rata del finanziamento il simulatore considera una rata di finanziamento costante annuale pari alla rata indicata nei dati di input. Data di decorrenza: Rappresenta la data di primo pagamento della rata. Da tale data viene considera la durata del finanziamento Durata finanziamento: Numero di rate mensili da corrispondere a partire dalla data di decorrenza. Arrotondamenti: Il simulatore, per una valutazione cautelativa del DSCR, considera un arrotondamento per eccesso delle rate pari ad un multiplo di 12 mesi. (rate annuali). Ricavi: Tariffa incentivante : è la tariffa incentivante comprensiva di eventuali premi indicata dal cliente Tariffa Incentivante simulata OPZ.A : riduzione della tariffa incentivante come da SCENARIO Tariffa Incentivante simulata OPZ.C : riduzione della tariffa incentivante come da SCENARIO Tariffa Incentivante simulata OPZ.B : riduzione della tariffa incentivante come da SCENARIO Vendita di energia ipotizzata ad una tariffa iniziale indicizzata annualmente. Considerato che dal 2014 il Prezzo di vendita dell energia dipende dal valore di mercato (Prezzo zonale orario) risulta impossibile definire a priori un valore economico dell energia per i prossimi anni di analisi. La simulazione proposta, non volendo annullare il valore proveniente dalla vendita dell energia prodotta e venduta, valorizza l energia ad un valore indipendente per tutti gli impianti pari a 0,0389 euro/kwh. (Prezzo minimo garantito riconosciuto agli impianti di potenza inferiore ai 100 kwp nell anno 2014). Costi di gestione: Tasso di inflazione annuo applicato: Default 1,5% (se non diversamente richiesto) Costi di Assicurazione: Dato fornito dal cliente Costi di Gestione e Manutenzione: Dato fornito dal cliente Tasse: IRES: % annuale calcolata sul Profitto (RicaviCosti di gestionefinanziamento) IRAP: % annuale calcolata sul Profitto (RicaviCosti di gestionefinanziamento) ICI/IMU/TASI: Imposta sul valore dell immobile Nel caso di impianti su edifici si consiglia di considerare solo la quota di rivalutazione dovuta alla presenza dell impianto fotovoltaico P.IVA REA BO Cap. Soc ,00 euro 6

7 KPI: KEY PERFORMANCE INDICATORS ovvero INDICATORI PRESTAZIONALI CHIAVE Il flusso di cassa è la ricostruzione dei flussi monetari (differenza tra tutte le entrate e le uscite monetarie) di una azienda/progetto nell'arco del periodo di analisi. DSCR: DEBT SERVICE COVERAGE RATIO E il rapporto di copertura del servizio del debito (DSCR), noto anche come "rapporto di copertura del debito," (DCR) è il rapporto di cassa disponibile per il servizio del debito ai pagamenti di interessi, capitale e leasing. Si tratta di un indicatore utile a valutare la capacità di un entità a produrre abbastanza denaro per coprire i costi di gestione, i costi finanziari ed il suo debito inclusi i finanziamenti. DSCR 12 = Dove: Cash Flow anno: Valore annuale relativo al Profitto (incentivo + vendita+autoconsumo) decurtato delle Tasse e dei costi di gestione Rata leasing annuale è la rata indicata dal cliente INTERPRETAZIONE : DSCR <1 : l entità non è in grado di coprire i costi di finanziamento DSCR >1 : l entità è in grado di coprire i costi di finanziamento e produrre utile : Valore Attuale Netto con metodo reddituale In base ai flussi di cassa ottenuti dal Business Plan viene stimato il valore attuale netto () ipotizzando il tasso di rendimento obiettivo indicato dal Cliente. Il viene calcolato sul periodo di effettiva incentivazione, variabile a seconda delle opzioni simulate. = ( ) Dove: C k = cash flow del singolo periodo (anno) c = rendimento obiettivo (Es.: 6%) n = numero totale di anni di simulazione INTERPRETAZIONE : Confrontando il di due o più investimenti alternativi si riesce a valutare l'opzione più vantaggiosa attraverso il meccanismo dell'attualizzazione dei costi e dei ricavi, che prevede il ricondurre ad un medesimo orizzonte temporale i flussi di cassa che si manifesterebbero in momenti diversi e che quindi di norma non sarebbero direttamente confrontabili. LIMITAZIONI DI REPSONSABILITA : La simulazione viene redatta utilizzando sistemi informativi di proprietà Energy Intelligence elaborando informazioni fornite dai clienti. Energy Intelligence non potrà ritenersi responsabile per qualsiasi danno provocato dall'uso che il cliente farà delle informazioni fornite in esecuzione del presente incarico. P.IVA REA BO Cap. Soc ,00 euro 7

8 Totale Incentivi ( ) ALLEGATO SIM001.A SIMULAZIONE PIANO ECONOMICO IMPIANTO : FV ESEMPIO pag.01 ANNO VENDITA FINANZIAMENTO O&M + ASS. ICI ENERGIA INCENTIVATA [kwh] ENERGIA VENDUTA [kwh] ENERGIA SEU/AUT. [kwh] RICAVI DA ENERGIA VENDUTA ,0389 0,2740 0,2219 0,2390 0, , , , , , , , , ,0393 0,2740 0,2219 0,2390 0, , , , , , , , , ,0397 0,2740 0,2219 0,2390 0, , , , , , , , , ,0401 0,2740 0,2219 0,2390 0, , , , , , , , , ,0405 0,2740 0,2219 0,2390 0, , , , , , , , , ,0409 0,2740 0,2219 0,2477 0, , , , , , , , , ,0413 0,2740 0,2219 0,2565 0, , , , , , , , , ,0417 0,2740 0,2219 0,2652 0, , , , , , , , , ,0421 0,2740 0,2219 0,2740 0, , , , , , , , , ,0425 0,2740 0,2219 0,2828 0, , , , , , , , , ,0430 0,2740 0,2219 0,2915 0, , , , , , , , , ,0434 0,2740 0,2219 0,3003 0, , , , , , , , , ,0438 0,2740 0,2219 0,3090 0, , , , , , , , , ,0443 0,2740 0,2219 0,3090 0, , , , , , , , , ,0447 0,2740 0,2219 0,3090 0, , , , , , , , ,0452 0,2740 0,2219 0,3090 0, , , , , , , , ,0456 0,2740 0,2219 0,3090 0, , , , , , , , ,0461 0,2740 0,2219 0,2740 0, , , , , , , , ,0465 0,0000 0,2219 0,0000 0, , , , , ,0470 0,0000 0,2219 0,0000 0, , , , , ,0475 0,0000 0,2219 0,0000 0, , , , , ,0479 0,0000 0,2219 0,0000 0, , , , , ,0484 0,0000 0,0000 0,0000 0, , , , ,0489 0,0000 0,0000 0,0000 0, , , ,79 RICAVI DA ENERGIA SEU/AUT. TOTALE , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,00 Simulazione "Spalma incentivi" Totale incentivi

9 Cash Flow ( ) ALLEGATO SIM001.A SIMULAZIONE PIANO ECONOMICO IMPIANTO : FV ESEMPIO pag.02 scenario base scenario A scenario B scenario C ANNO RICAVI (INC+VEN+AUT) TASSE DSCR DI PERIODO RICAVI (INC+VEN+AUT) TASSE DSCR A DI PERIODO RICAVI (INC+VEN+AUT) TASSE DSCR B DI PERIODO RICAVI (INC+VEN+AUT) TASSE OPZC DSCR C DI PERIODO , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , TOTALE , , , , , , , , , , , , , , , ,99 3,6% ,31 3,6% ,27 3,6% ,71 3,6% ,15 DSCR MEDIO 1,17 DSCR MEDIO 1,00 DSCR MEDIO 1,14 DSCR MEDIO 1,10 DSCR MASSIMO 1,22 DSCR MASSIMO 1,05 DSCR MASSIMO 1,22 DSCR MASSIMO 1,15 DSCR MINIMO 1,11 DSCR MINIMO 0,95 DSCR MINIMO 1,07 DSCR MINIMO 1, Simulazione "Spalma incentivi" Net Cash Flow

SPALMA INCENTIVI FV. Gli effetti del D.Lgs. 91/2014 L. 116/2014. Presentazione a cura di: Raul Ruggeri

SPALMA INCENTIVI FV. Gli effetti del D.Lgs. 91/2014 L. 116/2014. Presentazione a cura di: Raul Ruggeri SPALMA INCENTIVI FV Gli effetti del D.Lgs. 91/2014 L. 116/2014 Presentazione a cura di: Raul Ruggeri DISPOSITIVO 1/2 Art. 23 Riduzione delle bollette elettriche a favore dei clienti forniti in media e

Dettagli

AUDITORIUM DELL'ARA PACIS

AUDITORIUM DELL'ARA PACIS L'impatto sulla dinamica finanziaria degli investimenti nel fotovoltaico del Decreto "Spalma incentivi" (Legge 11 agosto 2014, n. 116) Stefano Indigenti Finergy AUDITORIUM DELL'ARA PACIS FINERGY PRESENTAZIONE

Dettagli

Commissioni riunite Industria e Ambiente SENATO DELLA REPUBBLICA

Commissioni riunite Industria e Ambiente SENATO DELLA REPUBBLICA Commissioni riunite Industria e Ambiente SENATO DELLA REPUBBLICA AS 1541 Decreto Legge 91/2014 recante Disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l efficientamento energetico

Dettagli

Fotovoltaico: rimodulazione delle tariffe incentivanti ed effetti sugli acconti per gli imprenditori

Fotovoltaico: rimodulazione delle tariffe incentivanti ed effetti sugli acconti per gli imprenditori Fotovoltaico: rimodulazione delle tariffe incentivanti ed effetti sugli acconti per gli imprenditori agricoli di Ennio Trivella - dottore commercialista e revisore legale Per effetto di quanto stabilito

Dettagli

"La valutazione degli investimenti nel settore delle energie rinnovabili: dal business plan alla bancabilità dei progetti"

La valutazione degli investimenti nel settore delle energie rinnovabili: dal business plan alla bancabilità dei progetti In collaborazione con la Commissione Finanza e Controllo di Gestione Ciclo di Incontri Finanza e gestione per le imprese lombarde degli anni 10 Terzo Seminario ENERGIA E SOSTEGNO FINANZIARIO AGLI INVESTIMENTI

Dettagli

Circolare N. 156 del 27 Novembre 2014

Circolare N. 156 del 27 Novembre 2014 Circolare N. 156 del 27 Novembre 2014 Riduzione incentivi fotovoltaico l opzione entro il 30 novembre (Istruzioni GSE) Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che entro il prossimo 30.11.2014

Dettagli

SINTESI DELLE DISPOSIZIONI NORMATIVE E DELLE ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

SINTESI DELLE DISPOSIZIONI NORMATIVE E DELLE ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SINTESI DELLE DISPOSIZIONI NORMATIVE E DELLE ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SULLE TARIFFE INCENTIVANTI RELATIVE AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Rif. Normativo L.116/2014 (c.d. Legge Competitività ),

Dettagli

Lo strumento del leasing per il finanziamento delle energie rinnovabili

Lo strumento del leasing per il finanziamento delle energie rinnovabili Lo strumento del leasing per il finanziamento delle energie rinnovabili Marco Martorana, Energy Product Specialist Competence Center for Renewable Energies Roma, 23 Settembre 2010 UNICREDIT LEASING E LE

Dettagli

Impianti fotovoltaici su tetto Finanziabilità del progetto e struttura dei rischi. Via Vittorio Alfieri, 1 31015 Conegliano (Tv)

Impianti fotovoltaici su tetto Finanziabilità del progetto e struttura dei rischi. Via Vittorio Alfieri, 1 31015 Conegliano (Tv) Impianti fotovoltaici su tetto Finanziabilità del progetto e struttura dei rischi Via Vittorio Alfieri, 1 31015 Conegliano (Tv) 3 novembre 2011 Le esigenze del mercato Legate all investitore e all importo

Dettagli

ENERGIA DAL SOLE. SEAIMPIANTI di Di Giacinto Snc Via V:Alfieri,10-65025 PINETO (TE) Italia Sito internet: www.seaimp.it e-mail: info@seaimp.

ENERGIA DAL SOLE. SEAIMPIANTI di Di Giacinto Snc Via V:Alfieri,10-65025 PINETO (TE) Italia Sito internet: www.seaimp.it e-mail: info@seaimp. ENERGIA DAL SOLE IL TUO CONSULENTE PER L ENERGIA VERDE Operiamo nel settore delle produzione di energia elettrica in collaborazione con la ELTECH Srl Azienda leader nel settore delle energie rinnovabili

Dettagli

I PRODOTTI FINANZIARI A DISPOSIZIONE DELLE IMPRESE

I PRODOTTI FINANZIARI A DISPOSIZIONE DELLE IMPRESE I PRODOTTI FINANZIARI A DISPOSIZIONE DELLE IMPRESE Castel San Pietro Terme 30 settembre 2010 I PRODOTTI FINANZIARI A DISPOSIZIONE DELLE IMPRESE 1. PRIMA IL PROGETTO E POI IL FINANZIAMENTO 2. ELABORARE

Dettagli

Impianto Fotovoltaico di POTENZA NOMINALE PARI A 18,48 KWP PROGETTO DENOMINATO: IMPIANTO ORATORIO

Impianto Fotovoltaico di POTENZA NOMINALE PARI A 18,48 KWP PROGETTO DENOMINATO: IMPIANTO ORATORIO Impianto Fotovoltaico di POTENZA NOMINALE PARI A 18,48 KWP PROGETTO DENOMINATO: IMPIANTO ORATORIO Sito nel comune di VILLA CARCINA VIA DANTE Committente FRANCO FERRARI GECO SRL VIA VERDI 6 25100 - BRESCIA

Dettagli

Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91

Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91 Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91 Audizione del Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. Nando Pasquali Presidente e Amministratore Delegato Roma, 3 luglio 2014 Indice Il Gruppo GSE Decreto-Legge 24

Dettagli

1. Cenni sul Nuovo Conto Energia. Incentivazione. Premi incentivanti

1. Cenni sul Nuovo Conto Energia. Incentivazione. Premi incentivanti Impianti fotovoltaici su immobili pubblici e risparmio energetico nella pubblica amministrazione: Un opportunità per il riequilibrio dei conti (A cura dell Ing. Gianluca Toso) 1. Cenni sul Nuovo Conto

Dettagli

OTTIMIZZAZIONE DELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI - SCENARI ECONOMICO-FINANZIARI

OTTIMIZZAZIONE DELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI - SCENARI ECONOMICO-FINANZIARI OTTIMIZZAZIONE DELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI - SCENARI ECONOMICO-FINANZIARI Premessa Il mercato del fotovoltaico in Italia conta oggi su una potenza totale installata di circa 18 GWp, di cui

Dettagli

ISTANZA DI CONCESSIONE PER DERIVAZIONE DI ACQUA PUBBLICA A FINI IDROELETTRICI DAL F. ADDA SUBLACUALE A VALLE DELLA CONFLUENZA CON IL F.

ISTANZA DI CONCESSIONE PER DERIVAZIONE DI ACQUA PUBBLICA A FINI IDROELETTRICI DAL F. ADDA SUBLACUALE A VALLE DELLA CONFLUENZA CON IL F. PROGETTO ISTANZA DI CONCESSIONE PER DERIVAZIONE DI ACQUA PUBBLICA A FINI IDROELETTRICI DAL F. ADDA SUBLACUALE A VALLE DELLA CONFLUENZA CON IL F. SERIO ( R.R. n 2/2006; D.G.R. n 8/2244 del 29/03/2006 )

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Comune di NOVARA (NO) REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Potenza = 1 249.60 kw Relazione economica (D.M. 19 febbraio 2007) Impianto: Impianto fotovoltaico

Dettagli

il mini eolico quanto costa e quanto rende

il mini eolico quanto costa e quanto rende il mini eolico quanto costa e quanto rende quanto costa e quanto rende Il costo di un sistema mini eolico installato chiavi in mano (IVA esclusa) per taglie comprese fra 5 kw e 20 kw è compreso fra 3.000

Dettagli

Leasing di Impianti Fotovoltaici. Cagliari, 16 Aprile 2008

Leasing di Impianti Fotovoltaici. Cagliari, 16 Aprile 2008 Leasing di Impianti Fotovoltaici Cagliari, 16 Aprile 2008 Dr. Bruno Lecchi Amministratore Delegato Dr. Vincenzo Gallo Sviluppo Mercati e Prodotti Il prodotto SelmaBipiemme Partner / eventi Convenzione

Dettagli

IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA

IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA Potenza = 2 715.840 kw Relazione economica Ipotesi con finanziamento (tasso 6% con finanziamento di

Dettagli

Indice...Errore. Il segnalibro non è definito.

Indice...Errore. Il segnalibro non è definito. NUOVO NIDO PER L INFANZIA Modello Economico-Finanziario Comune di Bomporto 16/02/2010 Sommario Indice...Errore. Il segnalibro non è definito. LE IPOTESI DEL MODELLO ECONOMICO E FINANZIARIO... 3 Il progetto

Dettagli

L opportunità del Conto Energia per il solare fotovoltaico

L opportunità del Conto Energia per il solare fotovoltaico Provincia di Firenze P.E.A.P. Piano Energetico Ambientale Provinciale Allegato B 3.3.1 L opportunità del Conto Energia per il solare fotovoltaico Università degli Studi di Siena INDICE 1. Introduzione...3

Dettagli

Energia Decreto 19 Febbraio 2007

Energia Decreto 19 Febbraio 2007 Guida al Conto Energia Decreto 19 Febbraio 2007 Aenergy S.r.l. Via G. Porzio N.4 Isola E3 Centro Direzionale 80143 Napoli P.IVA 05582431219 Tel 0828-1962327 Fax 0828-1962415 E-Mail info@aenergy.it Web

Dettagli

L INVESTIMENTO NEL FOTOVOLTAICO ANCHE IN ASSENZA DI INCENTIVI (GRID PARITY) ing. Fabio Minchio, Ph.D. f.minchio@3f-engineering.it

L INVESTIMENTO NEL FOTOVOLTAICO ANCHE IN ASSENZA DI INCENTIVI (GRID PARITY) ing. Fabio Minchio, Ph.D. f.minchio@3f-engineering.it L INVESTIMENTO NEL FOTOVOLTAICO ANCHE IN ASSENZA DI INCENTIVI (GRID PARITY) ing. Fabio Minchio, Ph.D. f.minchio@3f-engineering.it Schio, 14 marzo 2013 Grid Parity? La definizione tradizionale di Grid Parity

Dettagli

BULICATA S.r.l. RELAZIONE SULLA GESTIONE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2014

BULICATA S.r.l. RELAZIONE SULLA GESTIONE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2014 BULICATA S.r.l. Sede Via Garigliano, n. 1 50053 EMPOLI Capitale sociale Euro 40.000,00 interamente versato Codice fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Firenze 06290810487 Iscritta

Dettagli

GUIDA per PICCOLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI in CONTO ENERGIA con modalità di SCAMBIO SUL POSTO

GUIDA per PICCOLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI in CONTO ENERGIA con modalità di SCAMBIO SUL POSTO GUIDA per PICCOLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI in CONTO ENERGIA con modalità di SCAMBIO SUL POSTO Premessa Il presente documento vuole essere una guida semplice, ma il più esauriente possibile, per consentire

Dettagli

Trasforma l energia del sole in energia produttiva

Trasforma l energia del sole in energia produttiva Trasforma l energia del sole in energia produttiva Un servizio Upgrading Services Upgrading Services progetta, installa e gestisce impianti fotovoltaici per aziende su tutto il territorio nazionale. Fornisce

Dettagli

Finanziare il Fotovoltaico. Analisi economica, finanziaria, fiscale e patrimoniale tra diverse forme tecniche di finanziamento

Finanziare il Fotovoltaico. Analisi economica, finanziaria, fiscale e patrimoniale tra diverse forme tecniche di finanziamento Finanziare il Fotovoltaico Analisi economica, finanziaria, fiscale e patrimoniale tra diverse forme tecniche di finanziamento Novembre 2009 Indice 1. Finanziare il fotovoltaico: il caso della XYZ Srl 2.

Dettagli

Le nuove sfide del fotovoltaico: grid-parity e gestione dell efficienza Il supporto finanziario agli investimenti in regime di grid-parity

Le nuove sfide del fotovoltaico: grid-parity e gestione dell efficienza Il supporto finanziario agli investimenti in regime di grid-parity Le nuove sfide fotovoltaico: grid-parity e gestione l efficienza Il supporto finanziario agli investimenti in regime di grid-parity Marco Martorana Head of Competence Center Renewables Market Italy Fiorano

Dettagli

Le energie rinnovabili nel contesto agro-zootecnico: analisi normativa e d investimento per impianti fotovoltaici e a biomasse/biogas

Le energie rinnovabili nel contesto agro-zootecnico: analisi normativa e d investimento per impianti fotovoltaici e a biomasse/biogas Centro per lo sviluppo del polo di Cremona Le energie rinnovabili nel contesto agro-zootecnico: analisi normativa e d investimento per impianti fotovoltaici e a biomasse/biogas Centro per lo sviluppo del

Dettagli

Le opportunità del III Conto Energia e Strutturazione finanziaria di progetti fotovoltaici

Le opportunità del III Conto Energia e Strutturazione finanziaria di progetti fotovoltaici Le opportunità del III Conto Energia e Strutturazione finanziaria di progetti fotovoltaici Convegno: MicroKyoto Imprese efficienza energetica e fonti rinnovabili: il fotovoltaico Fabio Callegari Marketing

Dettagli

IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER SCAMBIO DI ENERGIA ELETTRICA

IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER SCAMBIO DI ENERGIA ELETTRICA Comune di FERRARA (FE) IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER SCAMBIO DI ENERGIA ELETTRICA Potenza = 2.990 kw Relazione economica Impianto: Impianto Rossi FV Committente:

Dettagli

COMUNE DI VERONA PROVINCIA DI VERONA

COMUNE DI VERONA PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI VERONA PROVINCIA DI VERONA IMPIANTO PER L'UTILIZZO RISORSA IDRICA AI FINI DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA SUL TORRENTE FIBBIO IN LOCALITÀ MONTORIO IN PROSSIMITA DELLA SORGENTE FONTANON

Dettagli

Fotovoltaica. Intervento Pronto. Riscaldamento e condizionamento Fotovoltaico e fonti rinnovabili Assistenza ed emergenze

Fotovoltaica. Intervento Pronto. Riscaldamento e condizionamento Fotovoltaico e fonti rinnovabili Assistenza ed emergenze Fotovoltaica. Intervento Pronto Riscaldamento e condizionamento Fotovoltaico e fonti rinnovabili Assistenza ed emergenze 1 riflessa assorbita diretta diffusa rifratta Energia dal sole ed irraggiamento

Dettagli

IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER SCAMBIO DI ENERGIA ELETTRICA

IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER SCAMBIO DI ENERGIA ELETTRICA Comune di FERRARA (FE) IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER SCAMBIO DI ENERGIA ELETTRICA Potenza = 5.980 kw Relazione economica Impianto: Impianto Rossi FV Committente:

Dettagli

Il contributo di CEV al bilancio dell Ente Socio. Ing. Luigi Corona

Il contributo di CEV al bilancio dell Ente Socio. Ing. Luigi Corona Il contributo di CEV al bilancio dell Ente Socio Ing. Luigi Corona 1 PRODUZIONE DA FONTI RINNOVABILI: PROGETTO 1000 TETTI FOTOVOLTAICI SU 1000 SCUOLE Nel 2008 CEV ha promosso il Progetto 1000 tetti fotovoltaici

Dettagli

Installazione di un impianto fotovoltaico oggi in Italia: dall autorizzazione al conto economico

Installazione di un impianto fotovoltaico oggi in Italia: dall autorizzazione al conto economico Installazione di un impianto fotovoltaico oggi in Italia: dall autorizzazione al conto economico Stefano Ristuccia Ravenna, 8 Ottobre 2008 Percorso 3 Energia Lab meeting M: Conto Energia e dintorni Prospettive

Dettagli

Laura Conti Montana SpA Energia pulita a km 0 in Sicilia: un caso di possibile investimento industriale

Laura Conti Montana SpA Energia pulita a km 0 in Sicilia: un caso di possibile investimento industriale Laura Conti Montana SpA Energia pulita a km 0 in Sicilia: un caso di possibile investimento industriale Agenda TEMI L insediamento produttivo: inquadramento, Specificità, Consumi elettrici, Elementi di

Dettagli

Cosa è il Conto energia? Come funziona il quarto Conto energia? Cosa devo fare per ottenere la tariffa incentivante del Conto energia?

Cosa è il Conto energia? Come funziona il quarto Conto energia? Cosa devo fare per ottenere la tariffa incentivante del Conto energia? FAQ Cosa è il Conto energia? Con il Decreto Ministeriale del 05 Maggio 2011 è stato introdotto il nuovo Quarto Conto Energia per il riconoscimento degli incentivi Statali ai proprietari di impianti fotovoltaici.

Dettagli

Calcolo della producibilità di un impianto fotovoltaico

Calcolo della producibilità di un impianto fotovoltaico Calcolo della producibilità di un impianto fotovoltaico UNI/TS 11300-4, Guida CEI 82-25 EDIFICIO INDIRIZZO Edificio di civile abitazione Via G. Puccini 10 - BORGOMANERO (NO) COMMITTENTE INDIRIZZO Sig.

Dettagli

PROPOSTA SUL CONTRIBUTO DEL FOTOVOLTAICO AL TAGLIO DELLA BOLLETTA ELETTRICA

PROPOSTA SUL CONTRIBUTO DEL FOTOVOLTAICO AL TAGLIO DELLA BOLLETTA ELETTRICA PROPOSTA SUL CONTRIBUTO DEL FOTOVOLTAICO AL TAGLIO DELLA BOLLETTA ELETTRICA Nell'ambito di un'azione volta alla riduzione delle bollette elettriche delle PMI, il Governo ha pensato a una misura di spalma-incentivi

Dettagli

FINANZIA ENERGIA. I progetti di investimento con il project finance

FINANZIA ENERGIA. I progetti di investimento con il project finance FINANZIA ENERGIA I progetti di investimento con il project finance Erba, 3 dicembre 2009 2 Brady Italia Mariano Kihlgren, amm. delegato Giuseppe Michelucci, partner 3 Brady Italia Brady Italia opera da

Dettagli

Sogee s.r.l. Disciplina Fiscale degli Impianti Fotovoltaici

Sogee s.r.l. Disciplina Fiscale degli Impianti Fotovoltaici Sogee s.r.l. Disciplina Fiscale degli Impianti Fotovoltaici Disciplina fiscale della tariffa incentivante e dei ricavi derivanti dalla vendita di energia, accise e addizionali 2 Disciplina IVA della tariffa

Dettagli

Parzialmente integrati Integrati A 1 kw < P < 3 kw 0,40 0,44 0,49 B 3 kw < P < 20 kw 0,38 0,42 0,46 C P > 20 kw 0,36 0,40 0,44

Parzialmente integrati Integrati A 1 kw < P < 3 kw 0,40 0,44 0,49 B 3 kw < P < 20 kw 0,38 0,42 0,46 C P > 20 kw 0,36 0,40 0,44 Incentivi: il Conto Energia Il Conto energia arriva in Italia attraverso la Direttiva comunitaria per le fonti rinnovabili (Direttiva 2001/77/CE), che viene recepita con l'approvazione da parte del Parlamento

Dettagli

Decreto Legge c.d. Spalma - Incentivi

Decreto Legge c.d. Spalma - Incentivi CMS_LawTax_CMYK_28-100.eps Newsletter 30 ottobre 2014 Decreto Legge c.d. Spalma - Incentivi D.L. n. 91 del 24 giugno 2014 convertito in Legge n. 116 dell 11 agosto 2014 INDICE Premessa 1. Rimodulazione

Dettagli

Ver. 1.00 giugno 2007

Ver. 1.00 giugno 2007 Ver. 1.00 giugno 2007 1 INDICE 3. Le fonti rinnovabili 4. Energia Elettrica o Acqua Calda 5. Come Funziona? 6. Conto Energia 7. Beneficiari 8. Potenza dell impianto 9. Tipi di impianto 10. Non integrato

Dettagli

Software di preventivazione impianti fotovoltaici in Conto Energia

Software di preventivazione impianti fotovoltaici in Conto Energia Software di preventivazione impianti fotovoltaici in Conto Energia MANUALE D USO Rev.01-18/01/2013 Descrizione del software Preventer FV è il software prodotto da Esfera Energia mirato a soddisfare le

Dettagli

Allegato B CASH FLOW GENERATO E SOSTENIBILITÀ FINANZIARIA

Allegato B CASH FLOW GENERATO E SOSTENIBILITÀ FINANZIARIA Allegato B CASH FLOW GENERATO E SOSTENIBILITÀ FINANZIARIA SOMMARIO 1 LA FINANZIABILITÀ DEL PIANO...I 2 I CONTI ECONOMICI DI PREVISIONE...V 3 STATO PATRIMONIALE...VII 4 FLUSSI DI CASSA... VIII 5 UNO SCENARIO

Dettagli

IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER SCAMBIO DI ENERGIA ELETTRICA

IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER SCAMBIO DI ENERGIA ELETTRICA Comune di SAN MARTINO DI LUPARI (PD) IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE PER SCAMBIO DI ENERGIA ELETTRICA Potenza = 66.24 kw Relazione economica (D.M. 19 febbraio 2007 e

Dettagli

Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici

Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici Il 5 Conto Energia Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici 1 FAQ _ domande frequenti Quando entra in vigore il 5 Conto

Dettagli

Il Fotovoltaico, inquadramento, nuove tematiche e tecnologie

Il Fotovoltaico, inquadramento, nuove tematiche e tecnologie Il Fotovoltaico, inquadramento, nuove tematiche e tecnologie Francesco Groppi Situazione attuale del fotovoltaico in Italia A tutt oggi il Contatore Fotovoltaico del GSE registra circa 1470 MW installati

Dettagli

Con la presente siamo a sottoporvi la ns. migliore offerta economica relativa all esecuzione dell impianto in oggetto.

Con la presente siamo a sottoporvi la ns. migliore offerta economica relativa all esecuzione dell impianto in oggetto. Via Rubiera, 44 42018 San Martino in Rio (RE) P.Iva: 01218040358 Tel: (+39) 0522 698449 e-mail: info@ecosource-re.it Spett. i OGGETTO: Proposta di esecuzione di 1 impianto fotovoltaico da realizzare sulla

Dettagli

VISTA la proposta formulata dal GSE in data 10 luglio 2014; VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e, in particolare, l articolo 1;

VISTA la proposta formulata dal GSE in data 10 luglio 2014; VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e, in particolare, l articolo 1; Il Ministro dello Sviluppo Economico VISTO l articolo 26, comma 2, del decreto-legge n. 91 del 2014, convertito dalla legge 11 agosto 2014, n. 116, (di seguito: decreto-legge n. 91 del 2014) il quale dispone

Dettagli

GLI IMPIANTI DI ENERGIA FOTOVOLTAICI ASPETTI GESTIONALI PER I CONDOMINI

GLI IMPIANTI DI ENERGIA FOTOVOLTAICI ASPETTI GESTIONALI PER I CONDOMINI GLI IMPIANTI DI ENERGIA FOTOVOLTAICI ASPETTI GESTIONALI PER I CONDOMINI 1 Alcuni parametri per la prefattibiltà In un impianto fotovoltaico 1 kw di picco produce mediamente: - al Nord Italia - c.a. 1.150

Dettagli

L impianto fotovoltaico: aspetti economici e incentivi

L impianto fotovoltaico: aspetti economici e incentivi SUPSI, DACD, ISAAC L impianto fotovoltaico: aspetti economici e incentivi Questo corso intende presentare inizialmente i costi legati all installazione di un impianto fotovoltaico e la ripartizione dell

Dettagli

18 Maggio 2011. Energy & Strategy Group. www.energystrategy.it. www.energystrategy.it

18 Maggio 2011. Energy & Strategy Group. www.energystrategy.it. www.energystrategy.it 18 Maggio 2011 Energy & Strategy Group ll decreto si applica agli impianti fotovoltaici che entrano in esercizio in data successiva al 31 maggio 2011 fino al 31 dicembre 2016 L obiettivo indicativo di

Dettagli

Ing. Michele Lauritano

Ing. Michele Lauritano Ing. Michele Lauritano Prima Conto Capitale Programma Tetti fotovoltaici (2001) Oggi Conto Energia Vecchio Conto Energia (DM 28/07/2005 e integrazione con DM 6/02/2006) Nuovo Conto Energia (DM 19/02/2007)

Dettagli

COMUNE ACQUI TERME (AL)

COMUNE ACQUI TERME (AL) COMUNE ACQUI TERME (AL) INTEGRAZIONE SISTEMA DI TELERISCALDAMENTO CITTADINO CON ANNESSO POLO TECNOLOGICO PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA TERMICA ED ELETTRICA, A SERVIZIO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA O PERTINENZA

Dettagli

Conto Energia (D.M. 28 luglio 2005)

Conto Energia (D.M. 28 luglio 2005) Conto Energia (D.M. 28 luglio 2005) lo sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri bisogni senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i loro propri

Dettagli

REALIZZAZIONE DEL NUOVO POLIAMBULATORIO NAVILE (CASA DELLA SALUTE)

REALIZZAZIONE DEL NUOVO POLIAMBULATORIO NAVILE (CASA DELLA SALUTE) COMUNE DI BOLOGNA REALIZZAZIONE DEL NUOVO POLIAMBULATORIO NAVILE (CASA DELLA SALUTE) ELEMENTI DI OFFERTA DEL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO INDICE TITOLO I PREMESSA... 2 1. INTRODUZIONE... 2 2. DOCUMENTI

Dettagli

Scegliere gli investimenti con il A. metodo del valore attuale netto

Scegliere gli investimenti con il A. metodo del valore attuale netto 1-1 Teoria della Finanza Aziendale Prof. Arturo Capasso A.A. 007-008 6 Scegliere gli investimenti con il A. metodo del valore attuale netto 1- Argomenti Come si determinano i flussi di cassa da attualizzare

Dettagli

Comune di Storo ESCO BIM e Comuni del Chiese Spa Impianto fotovoltaico Centro pluriuso di Storo. Piano Economico e Finanziario Caso Base Iniziale

Comune di Storo ESCO BIM e Comuni del Chiese Spa Impianto fotovoltaico Centro pluriuso di Storo. Piano Economico e Finanziario Caso Base Iniziale Comune di Storo ESCO BIM e Comuni del Chiese Spa Impianto fotovoltaico Centro pluriuso di Storo Piano Economico e Finanziario Caso Base Iniziale Giugno 2009 Introduzione 1) Nell ambito degli impegni assunti

Dettagli

EZIO SANTINI ENEERGY MANAGEMENT 08 MARZO 2010

EZIO SANTINI ENEERGY MANAGEMENT 08 MARZO 2010 ANALISI TECNICO ECONOMICA DI INVESTIMENTI ENERGETICI EZIO SANTINI Università di Roma La Sapienza ENEERGY MANAGEMENT 08 MARZO 2010 1 ANALISI TECNICO ECONOMICA TARGET ANALISI FINANZIARIE COMPARATE TRA INVESTIMENTI

Dettagli

ANALISI DEI FINANZIAMENTI. Docente: Prof. Massimo Mariani

ANALISI DEI FINANZIAMENTI. Docente: Prof. Massimo Mariani ANALISI DEI FINANZIAMENTI Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Il Debt Service Coverage Ratio (DSCR) Equilibrio finanziario Equilibrio finanziario: il quoziente di indebitamento Equilibrio finanziario:

Dettagli

Il 5 Conto Energia in breve

Il 5 Conto Energia in breve Il 5 Conto Energia in breve 1 Il 5 Conto Energia è ufficiale In vista all avvicinarsi del tetto dei 6/7miliardi di euro annui fissato dal Decreto 5 maggio 2011, dopo circa tre mesi dalle prime voci di

Dettagli

IL REPORT COMPLETO Innovativo sistema di verifica dell impianto fotovoltaico

IL REPORT COMPLETO Innovativo sistema di verifica dell impianto fotovoltaico IL REPORT COMPLETO Innovativo sistema di verifica dell impianto fotovoltaico FOTOVOLTAICO = INVESTIMENTO Compreresti la macchina senza contachilometri? Faresti un investimento finanziario senza controllare

Dettagli

TOZZI NORD GRUPPO TOZZI

TOZZI NORD GRUPPO TOZZI TOZZI NORD GRUPPO TOZZI IL GRUPPO TOZZI... è controllato dalla Tozzi Holding, la società finanziaria della famiglia Tozzi Installazioni elettro-strumentali: attività storica del Gruppo amministrata dalla

Dettagli

Soluzione parcheggio fotovoltaico

Soluzione parcheggio fotovoltaico Soluzione parcheggio fotovoltaico 1/3 Le aree adibite a produzione industriale hanno normalmente, anche per il rispetto dei vincoli urbanistici, notevoli aree scoperte attorno alla struttura coperta (capannone

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

Obiettivo Grid-Parity: Sensitivity Analysis Fotovoltaico Zonale Industriale & Multimegawatt

Obiettivo Grid-Parity: Sensitivity Analysis Fotovoltaico Zonale Industriale & Multimegawatt Obiettivo Grid-Parity: Sensitivity Analysis Fotovoltaico Zonale Industriale & Multimegawatt Vice President Intellienergia S.r.l. Rimini, 09, novembre 2012 Introduzione - Eelementi di Grid Parity In generale

Dettagli

Impianti fotovoltaici: tecnologia e forme di incentivazione statale

Impianti fotovoltaici: tecnologia e forme di incentivazione statale Impianti fotovoltaici: tecnologia e forme di incentivazione statale Giovanni Pisu pisu@sardegnaricerche.it 1 1 Come è fatto un Impianto Fotovoltaico? 2 2 DECRETO 19 FEBBRAIO 2007. Che cosa è il Nuovo Conto

Dettagli

USURA MUTUI E LEASING ISTRUZIONI PER L UTILIZZO

USURA MUTUI E LEASING ISTRUZIONI PER L UTILIZZO USURA MUTUI E LEASING ISTRUZIONI PER L UTILIZZO Introduzione Il software Usura Mutui e Leasing analizza i contratti di mutuo, finanziamenti e leasing al fine di verificare se sono stati promessi tassi

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

1. Studi e indagini preliminari

1. Studi e indagini preliminari 1. Studi e indagini preliminari 1.1 Dati generali 1 Committente/Utilizzatore finale Comune di Messina 2 Utilizzo dell edificio Scuola 3 Ubicazione Messina (ME) Progettazione esecutiva di un impianto FV

Dettagli

Le reti di impresa per innovare e competere

Le reti di impresa per innovare e competere Le reti di impresa per innovare e competere La rimodulazione della tariffa incentivante Donato Rotundo Area Ambiente & Energia Interventi sul sistema incentivante..e non solo Art. 1 del decreto Legge n.145/13

Dettagli

P.E.F. previsionale connesso alla gara per la concessione del Centro Sportivo AMBROSINI

P.E.F. previsionale connesso alla gara per la concessione del Centro Sportivo AMBROSINI FACSIMILE mod/pef Ambrosini Comune di Monza P.E.F. previsionale connesso alla gara per la concessione del Centro Sportivo AMBROSINI PROSPETTI DI CONTO ECONOMICO, STATO PATRIMONIALE E FLUSSI DI CASSA PREVISIONALI

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI A COSTO ZERO PER ENTI PUBBLICI E PRIVATI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI A COSTO ZERO PER ENTI PUBBLICI E PRIVATI AGENDA21 CALOPICOS IMPIANTI FOTOVOLTAICI A COSTO ZERO PER ENTI PUBBLICI E PRIVATI CASTRO 21 GIUGNO 2010 Relatore: Davide Fortini, Responsabile tecnico CALOPICOS Immagini concesse da System Tollinger Consumi

Dettagli

REGIONE SICILIA COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO EDILIZIA SCOLASTICA

REGIONE SICILIA COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO EDILIZIA SCOLASTICA REGIONE SICILIA COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO EDILIZIA SCOLASTICA Progetto esecutivo per la realizzazione di un impianto fotovoltaico grid-connected nella scuola S. D'Acquisto - Messina - RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Offerta Friends & Family ai soci del Cralarea Campus ERICSSON 22/09/2009 1

Offerta Friends & Family ai soci del Cralarea Campus ERICSSON 22/09/2009 1 Offerta Friends & Family ai soci del Cralarea Campus ERICSSON 22/09/2009 1 Perché investire in un impianto fotovoltaico su casa mia? Perché Risparmio!!! Perché il rendimento è garantito dallo Stato per

Dettagli

Release : 2014_1 Settore : Start up Manifatturiero Natura giuridica s.r.l.

Release : 2014_1 Settore : Start up Manifatturiero Natura giuridica s.r.l. Release : 2014_1 Settore : Start up Manifatturiero Natura giuridica s.r.l. Guida all Utilizzo del Modello Excel Premessa Il Modello permette di elaborare I Previsionali Patrimoniale, Economici e Finanziari

Dettagli

Release : 2014_1 Settore : BP Investire in Francia. Azienda Commerciale

Release : 2014_1 Settore : BP Investire in Francia. Azienda Commerciale Release : 2014_1 Settore : BP Investire in Francia. Azienda Commerciale Guida all Utilizzo del Modello Excel Premessa Il Modello permette di elaborare I Previsionali Patrimoniale, Economici e Finanziari

Dettagli

Quando conviene il fotovoltaico

Quando conviene il fotovoltaico Quando conviene il fotovoltaico come trasformare un costo di produzione in investimento Sassari, 25 settembre 2008 1 Agenda 1. Effetti dell investimento in FV sul Conto economico Costo dell energia elettrica

Dettagli

INDICE. la tutela dell ambiente. la tecnologia fotovoltaica. tipologia di moduli. tipologia di impianti. vantaggi del fotovoltaico

INDICE. la tutela dell ambiente. la tecnologia fotovoltaica. tipologia di moduli. tipologia di impianti. vantaggi del fotovoltaico INDICE 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 la tutela dell ambiente la tecnologia fotovoltaica tipologia di moduli tipologia di impianti vantaggi del fotovoltaico producibilità di un impianto conto energia le

Dettagli

Seminario Incentivi al fotovoltaico: il Terzo Conto Energia. Assolombarda, Milano, 10 Novembre 2010

Seminario Incentivi al fotovoltaico: il Terzo Conto Energia. Assolombarda, Milano, 10 Novembre 2010 Seminario Incentivi al fotovoltaico: il Terzo Conto Energia Assolombarda, Milano, 10 Novembre 2010 INVESTIRE SUL FOTOVOLTAICO L IMPEGNO DEL GRUPPO MONTEPASCHI PER L ENERGIA PULITA GLI STRUMENTI PER LA

Dettagli

TECNOLOGIA FOTOVOLTAICA

TECNOLOGIA FOTOVOLTAICA TECNOLOGIA FOTOVOLTAICA - Che cosa è un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l energia solare in energia elettrica. Esso è composto essenzialmente da: moduli o pannelli

Dettagli

Produzione di energia elettrica tramite pannelli a celle fotovoltaiche. Ipotesi di intervento domestico

Produzione di energia elettrica tramite pannelli a celle fotovoltaiche. Ipotesi di intervento domestico Produzione di energia elettrica tramite pannelli a celle fotovoltaiche Ipotesi di intervento domestico Pianoro, 1 25 giugno 2007 Sommario 1. Generalità 2. Impianto da 2 kw non autofinanziato 3. Impianto

Dettagli

Release : 2014_1 Settore : Start up Commercio Natura giuridica Snc/Ditte Individuali Release 2

Release : 2014_1 Settore : Start up Commercio Natura giuridica Snc/Ditte Individuali Release 2 Release : 2014_1 Settore : Start up Commercio Natura giuridica Snc/Ditte Individuali Release 2 Guida all Utilizzo del Modello Excel Premessa Il Modello permette di elaborare I Previsionali Patrimoniale,

Dettagli

Il PPP e la FP per la realizzazione di infrastrutture pubbliche: aspetti giuridici ed economico finanziari

Il PPP e la FP per la realizzazione di infrastrutture pubbliche: aspetti giuridici ed economico finanziari PREFETTURA DI LATINA Seminario sul Partenariato Pubblico Privato e la Finanza di Progetto Il PPP e la FP per la realizzazione di infrastrutture pubbliche: aspetti giuridici ed economico finanziari Latina,

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA D IMPRESA PER IL GRUPPO INTESA SANPAOLO

EFFICIENZA ENERGETICA D IMPRESA PER IL GRUPPO INTESA SANPAOLO EFFICIENZA ENERGETICA D IMPRESA PER IL GRUPPO INTESA SANPAOLO Gianmarco Manzone Divisione Banca dei Territori Ufficio Finanziamenti e Confidi 1 Roma, 22 ottobre 2008 La storia di Intesa Sanpaolo 1998 2000

Dettagli

1 Workshop ENERGIA FOTOVOLTAICA: COME,QUANTA,PERCHE

1 Workshop ENERGIA FOTOVOLTAICA: COME,QUANTA,PERCHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali C.S.A.A.E. Centro Sistemi Audiovisivi Acustici ed Elettromagnetici 1 Workshop ENERGIA FOTOVOLTAICA: COME,QUANTA,PERCHE

Dettagli

I contratti con il GSE: aspetti gestionali ed economici

I contratti con il GSE: aspetti gestionali ed economici IL FOTOVOLTAICO PER LE IMPRESE I contratti con il GSE: aspetti gestionali ed economici Workshop CERSAA 18 dicembre 2009 INDICE Il Conto Energia: incentivi per gli impianti fotovoltaici Modalità di cessione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI LOCAZIONE FINANZIARIA (LEASING)

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI LOCAZIONE FINANZIARIA (LEASING) FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI LOCAZIONE FINANZIARIA (LEASING) INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI LEASING Total Leasing S.p.A. Sede: Via Milano, 87/A Tel.: 030 2410241 Fax: 030 3730848 E-mail: info@totalleasing.it

Dettagli

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia Protocollo Nr. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Originale Nr. 43 del 05/08/2010 OGGETTO: CONVENZIONE CON IL CONSORZIO SERVIZI TECNICI BASSO

Dettagli

PIANO ECONOMICO FINANZIARIO. Lavori di ampliamento del colombario presso il civico cimitero. (Campo 3 Settore I )

PIANO ECONOMICO FINANZIARIO. Lavori di ampliamento del colombario presso il civico cimitero. (Campo 3 Settore I ) PIANO ECONOMICO FINANZIARIO Lavori di ampliamento del colombario presso il civico cimitero (Campo 3 Settore I ) Agosto 2013 (allegato alla D.G.M. n. 141 del 12/8/2013) 1 INDICE 1. INORMAZIONI GENERALI

Dettagli

3. La struttura dell intervento I COSTI DI INVESTIMENTO

3. La struttura dell intervento I COSTI DI INVESTIMENTO ANALISI DI FATTIBILITA ECONOMICO - FINANZIARIA PARCO DELLO SPORT DI MONZA 1. Executive Summary L analisi della fattibilità economico finanziaria ha come finalità la verifica della sostenibilità economico-finanziaria

Dettagli

Preventivo IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTE RINNOVABILE FOTOVOLTAICA: 6 kw

Preventivo IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTE RINNOVABILE FOTOVOLTAICA: 6 kw 14/05/2014 offerta n. 170 COMMITTENTE Spett.le : A.S. COSTRUZIONI Preventivo IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTE RINNOVABILE FOTOVOLTAICA: 6 kw ii 1 Cesena, 14 maggio 2014 OGGETTO Offerta

Dettagli

Collaborazione Intesa Sanpaolo e Legambiente su campagna Eternit Free

Collaborazione Intesa Sanpaolo e Legambiente su campagna Eternit Free Collaborazione Intesa Sanpaolo e Legambiente su campagna Eternit Free Luglio 2011 1 Contenuti. La campagna Eternit Free promossa da Legambiente I ritorni economici della sostituzione delle coperture in

Dettagli

Impianti fotovoltaici Aspetti economici

Impianti fotovoltaici Aspetti economici Impianti fotovoltaici Aspetti economici 04 November 2011 A Unique Perspective EnergyQuote JHA Milestones 1995-1997 2002-2003 2004-2005 2006-2007 2008-2009 Pioneered the first energy e-sourcing platform

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici Impianti fotovoltaici Prof. Arch. Gianfranco Cellai Gli obblighi di legge A decorrere dal 1 gennaio 2009, nel regolamento edilizio, ai fini del rilascio del permesso di costruire, deve essere prevista,

Dettagli

VALORIZZAZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA

VALORIZZAZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA VALORIZZAZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA Bergamo, anno accademico 2013/2014 1 La bolletta elettrica 2 La bolletta elettrica Fonte: AEEG - http://www.autorita.energia.it/it/consumatori/bollettatrasp_ele.htm

Dettagli