Benessere Naturale DOMANDA DI PARTECIPAZIONE. Indirizzo N. Partita IVA. Cognome Tel. . Cliente Padiglione Stand. + I.V.A. x m 2 + I.V.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Benessere Naturale DOMANDA DI PARTECIPAZIONE. Indirizzo N. Partita IVA. Cognome Tel. E-mail. Cliente Padiglione Stand. + I.V.A. x m 2 + I.V.A."

Transcript

1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE N.B.: i dati anagrafici sopra indicati sono validi agli effetti della fatturazione Tel. COSTI DI PARTECIPAZIONE Quota di iscrizione (Iscrizione nel catalogo cartaceo ed on line, pass auto, tessere espositori, invito omaggio operatori per i giorni di venerdì e lunedì, invito omaggio validi sempre) DA RIPORTARE NEL MODULO N ,00 Costi Stand Area Libera Stand un lato aperto x m 2 Stand due lati liberi x m 2 Stand tre lati liberi x m 2 Stand quattro lati liberi x m 2 Quota d'iscrizione coespositore La Domanda di Partecipazione e l anticipo dovranno pervenire entro il 31 / Marzo / 2016 Pagamento Anticipo da versare: 30% alla firma della domanda di partecipazione, 30% da versare entro il e il restante 40% tassativamente entro il giorno 08 aprile 2016 a mezzo bonifico a IT21B intestato a EVEX srls. Si prende visione e si allega il Regolamento della Fiera firmato per accettazione, ed i moduli compilati: 1 per i servizi aggiuntivi 2 allestimenti 3 programmi pubblicitari Informativa D.Lgs: 196/03 Tutela della Privacy I suoi dati personali saranno trattati manualmente ed elettronicamente e utilizzati per elaborazioni di analisi e di tipo statistico, analisi di mercato,adempiere agli obbligi contrattuali, contabili, amministrativi e fiscali da Evex srls in qualità di Titolare del trattamento, a cui potrà rivolgersi per esercitare i diritti di cui all'art.7 D.Lgs:196/03 Il conferimento è facoltativo: in mancanza, tuttavia, non potremo dare corso al servizio. I Suoi dati non saranno diffusi. Consenso D.Lgs. 196/03 Tutela della Privacy Previo suo consenso, i dati potranno essere utilizzati dal Titolare del trattamento, per finalità pubblicitarie e di marketing, per invio newsletter e di informazioni commerciali su prodotti e servizi di Evex srls. I Suoi dati non saranno diffusi. ACCONSENTO NON ACCONSENTO Il sottoscritto legale rappresentante della suindicata ditta diciara di essere a completa conoscenza del Regolamento Generale di Fiera di Parma (quartiere ospitante la Fiera) e di Evex srls quale organizzatore della Fiera e dei moduli allegati alla domanda di partecipazione(1-2-3). Diciara altresì ce i dati indicati nella presente domanda di partecipazione e nei relativi allegati corrispondono a verità. Attesta di aver letto e accettato I regolamenti di Fiera Parma e di Evex srls e le conseguenti clausole vessatorie oltre ai Termini di partecipazione.

2 MODULO 1: RICHIESTA SERVIZI AGGIUNTIVI Tel. Assicurazione Allaccio energia elettrica (3 Kw) Aumento potenza energia Kw Pulizia dello stand Noleggio Estintore Biglietti omaggio per operatori (validi solo venerdì e lunedì) Biglietti omaggio validi tutti i giorni Linea telefonica Connessione Internet Plus (fino a 1Mb/s) Connessione Internet Wireless Badge Espositore

3 MODULO 2: RICHIESTA ALLESTIMENTI Tel. Allestimento di base x m 2 Allestimento con Progetto personalizzato x m 2 Pannelli divisori Mouquette x m 2 Frontalino con insegna Ripostiglio Tavolo con tre sedie Bancone reception Sgabello Cestino Presa corrente CEI N.B.: si possono avere elementi per l allestimento e materiale grafico su ordinazione.

4 MODULO 3: SERVIZI PUBBLICITARI E CONVEGNISTICI Tel. Inserimento pubblicitario su catalogo: mezza pagina 750,00 Inserimento pubblicitario su catalogo: pagina intera 1.000,00 Inserimento pubblicitario su catalogo: II di copertina 1.500,00 Inserimento pubblicitario su catalogo: III di copertina 1.500,00 Inserimento pubblicitario su catalogo: IV di copertina 3.000,00 Noleggio sala convegni (completa di amplificazione e proiettore) ora e giorno Produzione servizio audio-video 3 minuti (con giornalista per videowall ingresso fiera) 1.500,00 Produzione servizio audio-video 10 minuti (con giornalista per videowall ingresso fiera) 2.000,00 Produzione servizio audio-video 20 minuti (con giornalista per videowall ingresso fiera) 2.500,00 Sponsor Silver Inserzione 1/16 di pagina sul Magazine Più Salute & Benessere Viaggio alla Ricerca dell'armonia Psico-Fisica distribuito in Direct Mailing in allegato con Il Sole 24 ORE (pubblicazione Febbraio 2016) Pubblicazione come news sul sito Passaggio di 3 minuti nel videowall nella all d'ingresso. Sponsor Gold 2.500, ,00 Inserzione ½ pagina con intervista sul Magazine Più Salute & Benessere Viaggio alla Ricerca dell'armonia Psico-Fisica distribuito in Direct Mailing in allegato con Il Sole 24 ORE (pubblicazione Ottobre 2015 e Febbraio 2016) 4 pubblicazioni come news sul sito Passaggio di 10 minuti nel videowall nella all d'ingresso. Sponsor Platinum 5.000,00 Inserzione pagina intera con intervista sul Magazine Più Salute & Benessere Viaggio alla Ricerca dell'armonia Psico-Fisica distribuito in Direct Mailing in allegato con Il Sole 24 ORE (pubblicazione Ottobre 2015 e Febbraio 2016) 8 pubblicazioni come news sul sito Passaggio di 10 minuti nel videowall nella all d'ingresso.

5 REGOLAMENTO GENERALE PER LA PARTECIPAZIONE DEGLI ESPOSITORI Regolamento generale per la partecipazione degli espositori 1. DENOMINAZIONE E CARATTERISTICHE DELLA FIERA. La Fiera è denominata BUONA SALUTE ITALIA. Si tratta di una Fiera aperta la pubblico. La denominazione della manifestazione non è vincolante e potrà essere cambiata senza preavviso. 2. ORGANIZZAZIONE La mostra è organizzata dalla EVEX SRLs ce ne assume, a tutti gli effetti, la direzione. 3. SEDE E DATA DELLA MANIFESTAZIONE La mostra avrà luogo nei padiglioni della Fiera di Parma con apertura dalle ore 10 alle ore 19 dei giorni aprile L organizzazione della Fiera si riserva la facoltà di modificare la data e gli orari di cui sopra, previo avviso con lettera raccomandata almeno 30gg. prima della data stabilita. 4. SETTORI MERCEOLOGICI ED ESPOSITORI AMMESSI. Sono ammesse tutte le aziende della Salute e del Benessere e della Medicina in generale e le aziende per la costruzione di una casa salubre.le domande di partecipazione dovranno inderogabilmente pervenire dell Organizzazione, all indirizzo da questi indicato entro il 31 marzo 2016 corredate di tutti i versamenti prescritti. Ance in caso di domanda precedentemente accolta dall organizzatore,questi, a suo insindacabile giudizio potrà revocare in qualsiasi momento l ammissione dell espositore con comunicazione da effettuarsi a mezzo raccomandata; in questo caso l espositore avrà diritto al solo rimborso delle somme versate a quel momento. 5. MODALITÀ DI PAGAMENTO Le domande di partecipazione si intendono accettate con il pagamento dell'anticipo previsto nella domanda d'ammissione. Il ritardato pagamento alle date convenute e per gli importi contrattualmente definiti significerà rinuncia da parte dell espositore così come specificato all art. 8 di questo regolamento. Il nulla osta necessario percé l espositore potrà entrare sarà rilasciato al momento del saldo di quanto da lui dovuto per la Manifestazione. 5 bis. DIRITTO DI RITENZIONE Per tutte le somme dovute si riconosce alla EVEX SRLs il diritto di ritenzione su tutta la merce esposta e l allestimento fino a totale saldo degli impegni assunti più gli interessi ed ogni altra spesa. Essendo la EVEX SRLs responsabile della conservazione della merce esposta, fa fede l art del c.c. 6. DIVIETI ED OBBLIGHI DELL ESPOSITORE Agli espositori è fatto comunque divieto: a) Di modificare la struttura del proprio stand rispetto a quanto convenuto; b) Di lasciare materiali al di fuori del proprio padiglione o posteggio; c) La presenza di persone, ance dipendenti del partecipante, nel padiglione dopo la ciusura serale di esso; d) Di smontare i propri allestimenti prima dell ora di ciusura della manifestazione o deteriorare, o comunque manomettere, i materiali e le installazioni forniti dalla Direzione della Fiera; e) Di servirsi di personale non autorizzato dalla Direzione della Fiera; f) Di propagandare ditte non espositrici; Agli Espositori è fatto obbligo: a) Di partecipare effettivamente alla Fiera per tutta la suadurata; b) Di mantenere il padiglione ed il suo arredamento in stato di perfetta efficienza fino al termine della Fiera e di provvedere giornalmente alla sua pulizia; c) Di impiegare personale con rapporto di lavoro subordinato od autonomo pienamente in regola con le vigenti normative; d) Di osservare e far osservare dai propri dipendenti e collaboratori tutte le disposizioni emanate dall Organizzazione. 7) ASSEGNAZIONE DELLO STAND Gli espositori possono indicare la loro preferenza di posizione e di dimensione con il prescritto modulo. Tuttavia le indicazioni non sono in alcun caso vincolanti per la Direzione della Fiera, ce si riserva la facoltà di modifica con riguardo alla precedenza delle domande presentate ed alle esigenze tecnice della Fiera. La direzione della Fiera si riserva comunque la facoltà di modificare l ubicazione del padiglione, ance se già assegnato, oppure variarne la dimensione e/o le disposizioni interne ove ciò si rendesse necessario per cause tecnice e organizzative. 8) RINUNCE Non è comunque ammessa rinuncia alla domanda di partecipazione. In caso di rinuncia ad esporre, gli anticipi e gli importi già versati non verranno rimborsati e l Organizzazione avrà diritto a pretendere l integrale pagamento del contratto. Qualora la rinuncia avvenga entro 60 gg. precedenti alla Fiera, l assegnatario è tenuto al pagamento dell intero importo per quote di partecipazione e per servizi, oltre ad una penale pari al 50% dell importo stesso. La forma scritta è la sola consentita per il contratto di esposizione e per ogni variazione al suo contenuto. 9) INADEMPIENZA DELL ESPOSITORE; RISOLUZIONE DEL CONTRATTO DI PARTECIPAZIONE. L omessa consegna od esibizione della documentazione indicata nel presente Regolamento generale e nel regolamento tecnico e Norme operative della Fiera di Parma (oltre ce il mancato od incompleto allestimento del posteggio nel termine all uopo concesso), come pure la mancata osservanza dei divieti, obbligi e prescrizioni ivi elencati, costituiranno inadempienze gravi e consentiranno all Organizzazione di considerare risolto il contratto di partecipazione per inadempienza dell Espositore. Conseguentemente l Organizzazione potrà provvedere immediatamente alla ciusura del padiglione, all allontanamento dell Espositore dal Quartiere Espositivo ed al ritiro delle tessere di ingresso e dei contrassegni per le auto laddove assegnati. 10) ANNULLAMENTO Lo svolgimento della manifestazione è subordinato all ottenimento dei relativi permessi. Nel caso in cui la manifestazione, per qualsiasi motivo, non potesse essere effettuata, le domande di partecipazione saranno senz altro annullate e i fondi rimasti disponibili, fatta deduzione delle spese sostenute o impegnate, saranno ripartiti fra gli espositori. 11) ACCESSO AL QUARTIERE ESPOSITIVO 11.a Espositori ed allestitori L espositore sarà in ogni caso responsabile del comportamento di quanti utilizzino i documenti di libero ingresso a lui assegnati, noncé del comportamento dei propri dipendenti, incaricati e collaboratori nell espletamento delle mansioni ad essi attribuite. Durante i periodi di allestimento e di disallestimento dei padiglioni (Periodo pre-fiera e periodo post-fiera gli espositori e gli allestitori potranno accedere all interno del quartiere Espositivo con le modalità e negli orari previsti dal regolamento tecnico e Norme Operative della Fiera di Parma). I giorni a disposizione, salvo variazioni di EVEX SRLs, sono tre per l allestimento da considerarsi precedenti alla data della Fiera con orario e due giorni successivi alla ciusura della mostradalle ore 8.00 alle ore per il disallestimento 11.b Consegna e riconsegna dei padiglioni. Lo sgombero di padiglioni, ovunque ubicati, non potrà iniziare prima del termine della Fiera e dovrà essere completato con il totale asporto di ogni merce, strutture e materiale entro l orario fissato dell Organizzazione della Fiera L espositore dovrà riconsegnare gli spazi espositivi nelle stesse condizioni in cui sono stati affidati. 11.c Allestimento dei padiglioni. Obbligi, divieti e responsabilità L espositore dovrà contenere il proprio allestimento entro la superficie assegnatagli, rilevabile dalla pianta inviatagli dall Organizzazione. In casi dubbi l Espositore dovrà rivolgersi alla Segreteria della Fiera. E rigorosamente vietato qualsiasi lavoro ce comporti interventi sullo stato dell immobile o del materiale mobile. Tutti gli allestimenti dovranno essere realizzati in conformità alla normativa vigente per i locali di pubblico spettacolo ed alle prescrizioni e formalità previste nel regolamento tecnico Norme operative della Fiera di Parma. L espositore assume a proprio carico ogni responsabilità, ance patrimoniale, in ordine alla progettazione, alla realizzazione ed alla statica degli allestimenti e delle opere comunque eseguite, o fatte realizzare da terzi, esonerando l Organizzazione da ogni responsabilità ance indiretta. Agli espositori ed agli allestitori è fatto divieto di accedere con veicoli a motore nei padiglioni espositivi ed alle aree circostanti; il trasporto in dette aree degli allestimenti, qualora non ci avvalga dell apposito servizio a pagamento svolto dalla ditta all uopo autorizzata dall Organizzazione, dovrà essere effettuato esclusivamente con carrelli a mano di modesta portata. All Espositore e fatto inoltre divieto di: - Applicare qualunque carico alle strutture dei padiglioni, - Utilizzare, per il fissaggio al pavimento di moquette, tappeti o materiali similari, nastri biadesivi a forte aderenza e con supporto interno cartaceo di debole consistenza; - Danneggiare o modificare le attrezzature e le strutture espositive messe a disposizione dall Organizzazione; - Effettuare, in proprio o in tramite terzi non autorizzati dall Organizzazione, allacciamenti diretti alla rete telefonica ed a quella di distribuzione dell energia elettrica, o manomettere a qualsiasi titolo e per qualsiasi ragione e causa gli impianti tecnologici della Fiera di Parma - Introdurre nel Quartiere fieristico bombole di gas compresso o liquefatto, materiali esplosivi, detonanti, asfissianti, tossici od infiammabili, ed in ogni caso pericolosi. L espositore sarà responsabile di ogni danno diretto e indiretto ce dovesse derivare dall inosservanza da parte sua, dei suoi dipendenti, collaboratori ed incaricati e dagli allestitori da esso incaricati, dei citati divieti, noncé delle regole di comune prudenza, delle norme tecnice e delle disposizioni di legge e regolamentari. 11.d Accesso e sosta degli automezzi Durante gli orari di ciusura del Quartiere espositivo è vietata la sosta di qualsiasi veicolo 11.e Mancato allestimento del padiglione Nel caso di mancato o incompleto allestimento del padiglione nel termine previsto dal presente Regolamento l Organizzazione provvederà immediatamente alla ciusura del posteggio, all allontanamento dell espositore dal Quartiere Espositivo ed al ritiro delle tessere d ingresso e dei contrassegni per le auto. 11.f Mancato sgombero del posteggio Qualora l espositore non effettui il completo smontaggio dell allestimento del padiglione con l asporto di ogni materiale ance espositivo entro i termini previsti dal regolamento Tecnico e Norme operative, l Organizzazione potrà provvedervi direttamente e potrà affidare ogni materiale, per conto dell Espositore, ad un depositario. Comunque sia, sarà inoltre addebitata la somma di 1.500,00 Euro per l occupazione straordinaria dello spazio espositivo. 12) SERVIZI GENERALI L espositore esonera l Organizzazione da ogni responsabilità per eventuali disservizi provocati da avarie della centrale telefonica o elettrica del Quartiere Espositivo o da carici telefonici o elettrici eccedenti la normale situazione delle rassegne organizzative nel Quartiere Fieristico di Parma. 13) SERVIZI TECNICI 13.a Prevenzione incendi L espositore è tenuto ad osservare la normativa per la prevenzione incendi dettata per i locali di pubblico spettacolo, e dovrà osservare le caratteristice dei materiali da impiegarsi nell allestimento dei padiglioni secondo quanto indicato nel Regolamento tecnico e Norme Operative della Fiera di Parma. L Espositore assume a proprio carico ogni responsabilità per eventuali incendi e per i danni causati alle persone o alle cose dalla inosservanza delle norme vigenti in materia, noncé delle prescrizioni e dei divieti riportati nel regolamento tecnico e Norme operative, sollevando l Organizzazione e la Fiera di Parma da ogni eventuale riciesta nei suoi confronti. 13.b Prevenzione infortuni e norme di sicurezza L espositore è tenuto ad osservare tutte le norme riguardanti la prevenzione infortuni, l igiene e la sicurezza del lavoro, noncé le leggi, i regolamenti e le disposizioni di Pubblica Sicurezza. Qualsiasi inosservanza alle norme vigenti in materia sarà fronte di responsabilità dell espositore per i danni ce dovessero subire sia l Organizzazione ce i terzi in genere, per cui l espositore sarà tenuto in via esclusiva al loro risarcimento, sollevando l Organizzazione e la Fiera di Parma da ogni eventuale riciesta nei suoi confronti. 13.c Sorveglianza contro i furti Durante l orario di apertura del quartiere espositivo, l Espositore dovrà vigilare il proprio padiglione. Pur provvedendo l Organizzazione, per tutta la durata della Fiera e per i periodi di pre-fiera e post-fiera, ad un servizio di vigilanza diurna e notturna, l Organizzatore stesso è esonerato da ogni e qualsiasi responsabilità in ordine a furti, danneggiamenti o incendi ce dovessero verificarsi per qualsiasi causa. 14) DISPOSIZIONI PARTICOLARI 14.a Accesso con animali Di norma, e salvo autorizzazione scritta dell Organizzazione, è vietato introdurre nel Quartiere Espositivo animali. 14.b Controlli all uscita del quartiere espositivo. L Organizzazione è espressamente autorizzata a far verificare dai propri incaricati ce nei veicoli in uscita dal Quartiere Fieristico non si trovino merci e materiali diversi da quelli esposti e dai componenti di arredamento, ed è autorizzato ad impedire l uscita di beni diversi da quelli sopra indicati. I conducenti dei veicoli in entrata ed in uscita dovranno mostrare il nulla osta rilasciato dalla Direzione della Mostra. 14.c Facoltà di riprese fotografice e cinematografice e la loro utilizzazione da parte dell Organizzatore. L Organizzatore potrà effettuare con qualsiasi mezzo riprese d insieme del Quartiere Espositivo, dei suoi settori e dei singoli padiglioni, e potrà utilizzare ance a scopo pubblicitario senza alcuna limitazione e senza essere tenuto a corrispettivi od indennizzi di sorta. 15) SERVIZI SPECIALI 15.a Forme pubblicitarie All esterno dell area assegnata ogni forma di pubblicità e di propaganda dovrà essere effettuata esclusivamente tramite l Organizzazione o i suoi concessionari 15.b Controversie L espositore è tenuto ad osservare tutte le disposizioni del presente regolamento, come tutte quelle norme emanate ance successivamente dalla Società organizzatrice per il regolare funzionamento della mostra. 1) Qualunque infrazione ad una clausola qualsiasi della presente regolamento e/o delle successive norme aggiuntive del regolamento stesso potrà provocare l esclusione, con effetto immediato, del partecipante contravventore senza ce ciò possa dare diritto a rimborso o indennità di sorta da parte della società organizzatrice, fermi i diritti di questa già maturati. 2) E escluso ogni diritto a risarcimento od a riduzione del corrispettivo dei padiglioni, qualora per cause non previste potesse risultare diminuita l idoneità delle installazioni apprestate all uso stabilito. 3) Sorgendo controversie tra la Società organizzatrice e i singoli partecipanti o tra i partecipanti la Società stessa avrà diritto di procedere immediatamente con i suoi provvedimenti. 16) DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E NORME REGOLAMENTARI Ogni eventuale disposizione avente forza di legge ce con normativa cogente dovesse intervenire sul regime adottato dal presente Regolamento, avrà immediata ed integrale applicazione. Il personale di servizio vigilerà affincé le disposizioni di legge e quelle dei propri regolamenti e dei regolamenti della Fiera di Parma vengano strettamente osservate dai visitatori e dagli espositori, unitamente alle ulteriori disposizioni ce verranno impartite con apposita segnaletica, ce avvisi scritti, con comunicati diffusi via radio con qualsiasi altro mezzo, particolarmente in tema di prevenzione infortuni e danni, incolumità dei partecipanti e dei visitatori, con la precisazione ce i comunicati radio e le disposizioni impartite dal personale di servizio prevarranno sugli altri avvisi. L inosservanza delle disposizioni del presente regolamento generale, del regolamento tecnico e norme operative della Fiera di Parma e di quelle ce verranno impartite nel corso della Fiera, legittimeranno l immediato allontanamento del contravventore della mostra stessa e potranno comportare l eventuale non ammissibilità dello stesso alle Fiere successive. 17) NORME LEGISLATIVE APPLICABILI; GIURISDIZIONE ITALIANA,COMPETENZA TERRITORIALE Ogni e qualsiasi controversia tra l Organizzazione e gli Espositori e tra gli stessi e l organizzazione sarà sottoposta alla giurisdizione dell Autorità Giudiziaria Italiana. A decidere la controversia sarà competente in via esclusiva l Autorità Giudiziaria di Arezzo. 18) OBBLIGHI VERSO L ORGANIZZAZIONE DELLA MOSTRA E SUA POTESTA D INTERVENTO DIRETTO Poicé la Fiera avrà svolgimento all'interno dei padiglioni della Fiera di Parma, l espositore è tenuto ad osservare tutte le disposizioni e i regolamenti da essa emanati. 19) RESPONSABILITA PER DANNI L espositore sarà responsabile nei confronti nella Direzione Fiera per tutti i danni ce cagionerà direttamente o indirettamente agli impianti ed al materiale messo a sua disposizione. 20) CATALOGO L Organizzazione provvede, senza responsabilità alcuna per eventuali omissioni od errori, alla stampa e diffusione del Catalogo Ufficiale. Tale pubblicazione conterrà indicazioni riguardanti il nome e la città così come indicati sul presente contratto e comunicate agli organizzatori almeno 30 giorni prima della data di inizio della Manifestazione. 21) ASSICURAZIONE E obbligo dell Espositore assicurarsi contro tutti i risci inerenti la partecipazione a fiere e mostre. Tale obbligo è soddisfatto, a carico dell Espositore, dall Organizzazione inserendo ogni Espositore in apposita convenzione assicurativa stipulata tramite Evex SRLs a garanzia di un adeguata copertura delle Responsabilità e dei Beni e degli espositori. Potranno essere cieste delle garanzie assicurative supplementari ce andranno valutate e pagate a parte. 22) CONSEGNA ED OCCUPAZIONE STAND La direzione della Fiera darà indicazioni tempestive sulla consegna degli stand. I padiglioni non occupati almeno 24 ore prima della manifestazione sono considerati abbandonati e restano a disposizione della Direzione della Fiera ce può destinarli ad altra ditta fermo l obbligo del pagamento, da parte del mancato partecipante, dei canoni e delle penalità previste. 23) RICONSEGNA STAND Nel caso di ritardo dello sgombero la Direzione della Fiera si riserva la facoltà di provvedere al semplice immagazzinamento dei prodotti e del materiale dell espositore applicando relativo diritto di immagazzinaggio, senza alcuna garanzia di sorta. Per nessun motivo può essere iniziato lo sgombero prima degli orari e termini stabiliti. 24) INSEGNA E PUBBLICITÀ L applicazione di insegne e riciami pubblicitari deve essere contenuta entro i limiti delle pareti interne dello stand. Ogni forma di propaganda e di pubblicità all esterno dell area espositiva in locazione deve essere concordata. Comunque le forme di pubblicità esterne allo stand non dovranno portare danno all immagine della Fiera o disturbo agli altri espositori. Rimane a carico degli Espositori ogni Onere per imposta pubblicità, SIAE, ecc. Per l utilizzo di prodotti audiovisivi l espositore dovrà provvedere al pagamento della SIAE. 25) SISTEMAZIONE E NOLEGGIO ATTREZZATURE Gli stands sono messi a disposizione come spazio libero, disegnato a terra. La sistemazione interna allo stand con proprie attrezzature non deve portare danno all immagine degli stand vicini. La direzione della Fiera potrà disporre, a spese dell espositore, l applicazione di fasce di rialzamento; questo qualora le attrezzature di allestimento fuoriuscissero dalle dimensioni dei pannelli divisori. 26) PULIZIA STAND L espositore dovrà provvedere a proprie spese, giornalmente, alla pulizia del proprio posteggio servendosi eventualmente del servizio autorizzato dalla Direzione della Fiera. 27) VIGILANZA La Attiva Srl si avvale del normale servizio di vigilanza notturna e diurna, senza con ciò assumere responsabilità in ordine di danneggiamenti o mancanza delle attrezzature e dei beni dell Espositore. 28) PREVENZIONE INCENDI La segreteria della Fiera pone in atto tutte le previdenze possibili al fine di prevenire incendi. E tuttavia indispensabile ce tutti gli espositori adottino ogni accorgimento per evitare occasioni di incendio e soprattutto rispettino rigorosamente le seguenti norme: a) E rigorosamente vietato introdurre e conservare nei posteggi: - sostanze infiammabili; - gas compressi e liquefatti; - sostanze caustice o corrosive; - sostanze tossice, velenose o irritanti. Nel caso si tratti di prodotti esposti, i contenitori dovranno essere esposti vuoti. b) I materiali impiegati nell allestimento dei posteggi devono essere incombustibili od ignifugati; la classe di appartenenza dei vari materiali dovrà essere conforme alla normativa prescritta dal ministero degli Interni relativamente all uso fieristico; c) E vietata la formazione di cielini; d) E vietato conservare all interno dei posteggi imballaggi vuoti, stampati e materiale pubblicitario, in misura superiore al fabbisogno della giornata, noncé usare fornelli, tostapane, stufe elettrice, ecc.; e) E vietato utilizzare intercapedini per deposito materiale. L inosservanza delle presenti norme dà il diritto alla Direzione della Fiera di prendere provvedimenti cautelativi ce potranno comportare l ingiunzione di smobilitare il posteggio. E severamente proibito fumare all interno del padiglione. 29) CIRCOLARI ORGANIZZATIVE Le circolari organizzative ce saranno emesse successivamente dall Organizzazione costituiscono, a tutti gli effetti, parte integrante del presente regolamento. L espositore si impegna ad osservare e fare osservare ai propri dipendenti e collaboratori tutte le disposizioni regolamentari emesse dalla EVEX SRLs noncé le indicazioni e prescrizioni verbali impartite dal personale di vigilanza e di controllo alle dipendenze della stessa. 30) CLAUSOLA RISOLUTIVA L inosservanza delle disposizioni sopraindicate come la violazione di una qualsiasi clausola del presente regolamento, da luogo alla risoluzione del contratto ed alla ciusura immediata dello stand senza alcun diritto di rimborso della quota e salvo le maggiori responsabilità relative. 31) FORO Per qualsiasi controversia è competente il Foro di Arezzo 32) CLAUSOLE SOLVE ET REPETE Art c.c. Clausola limitativa della proponibilità di eccezioni. Ai sensi e per gli effetti del citato articolo, gli espositori si impegnano a versare gli importi di partecipazione dovuti e gli oneri prima di sollevare qualsiasi contestazione o eccezione alla Direzione della Fiera. Firma e timbro per accettazione Diciaro di aver preso atto e di accettare il presente Regolamento Generale e sottoscrivo le seguenti clausole vessatorie 3,5bis,9,10,15,17,30,31,32. Firma e timbro per accettazione

DOMANDA DI ISCRIZIONE

DOMANDA DI ISCRIZIONE 1 DATI ESPOSITORE Si prega di compilare in carattere stampatello. Rimini Fiera SpA non potrà essere ritenuta responsabile per errori dovuti a caratteri illeggibili. SETTORE MERCEOLOGICO (INDICARE MASSIMO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO

REGOLAMENTO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO Pagina 1 di 14 PER LA SICUREZZA SUL LAVORO Via dell oreficeria, 16-36100 VICENZA SERVIZIO EMERGENZE tel. 0444 969 555 S.A.T.E. (Servizio Assistenza Tecnica Espositori) tel. 0444 969 333 Centralino Uffici

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE

REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE INTRODUZIONE Il presente Regolamento Tecnico stabilisce - ad integrazione del Regolamento Generale dell Evento allegato alla domanda di partecipazione - quanto segue: le

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione.

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione. 1. Per l entrata ed il soggiorno in campeggio è obbligatoria la registrazione di ogni singola persona. All arrivo ogni ospite è tenuto a depositare un documento d identità e controllare l esattezza delle

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Domanda di partecipazione alla Fiera:

Domanda di partecipazione alla Fiera: Domanda di partecipazione alla Fiera: ARTI & MESTIERI EXPO -Roma, Fiera di Roma, 12 15 dicembre 2013 MODULO DA RESTITUIRE DEBITAMENTE COMPILATO ENTRO E NON OLTRE L 11 NOVEMBRE 2013 a: FIERA ROMA SRL SEGRETERIA

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Informazioni per gli spettatori

Informazioni per gli spettatori Informazioni per gli spettatori Fondazione Arena di Verona si riserva il diritto di apportare alla programmazione annunciata variazioni di data, orario e/o programma che si rendano necessarie. L acquisto

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE RESIDENZE UNIVERSITARIE ART. 1 OGGETTO - RAPPORTO DI OSPITALITÀ ART. 2 ACCESSO AL SERVIZIO ABITATIVO ART.

REGOLAMENTO GENERALE DELLE RESIDENZE UNIVERSITARIE ART. 1 OGGETTO - RAPPORTO DI OSPITALITÀ ART. 2 ACCESSO AL SERVIZIO ABITATIVO ART. ART. 1 OGGETTO - RAPPORTO DI OSPITALITÀ ART. 2 ACCESSO AL SERVIZIO ABITATIVO ART. 3 SICUREZZA ART. 4 DEPOSITO CAUZIONALE ART. 5 CHECK-IN / CHECK-OUT E CONSEGNA/RESTITUZIONE CHIAVI/BADGE ART. 6 PERMANENZA

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

JuniOrchestra Stagione 2014/2015

JuniOrchestra Stagione 2014/2015 JuniOrchestra Stagione 2014/2015 Si trasmette: l elenco dei DOCUMENTI NECESSARI per POTER FREQUENTARE i corsi della JUNIORCHESTRA dell Accademia Nazionale di Santa Cecilia. DA CONSEGNARE in occasione della

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti a marchio Church s conclusa a distanza attraverso il sito web www.churchfootwear.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Allo scopo di garantire al Tiro sportivo con armi da fuoco un crescente sviluppo anche all interno del Nostro poligono e che i sacrifici di chi si è prodigato perché

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013

AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013 AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013 FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA (ART.125 D. LGS. 163/2006) Ai sensi dell art.125 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i, la Fondazione

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI A. DISPOSIZIONI GENERALI E DEFINIZIONI Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme a) Le norme uniformi relative agli incassi, revisione 1995, pubbl.

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

Note inerenti chiarimenti in materia di prevenzione incendi - Trasmissione per via informatica.

Note inerenti chiarimenti in materia di prevenzione incendi - Trasmissione per via informatica. DIREZIONE CENTRALE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA TECNICA Prot. n P 810 / 4101 sott. 72/C.1 (21).4 Roma, 2 LUGLIO 2003 Allegati: n 1 -AI SIGG. ISPETTORI REGIONALI DEI VIGILI DEL FUOCO LORO SEDI -AI

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA ASSE IV LEADER Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l Europa investe nelle zone rurali Programma di Sviluppo

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale

Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale Comune di Lavis PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTI COMUNALI Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale Approvato con deliberazione consiliare n. 57 di data 11/08/2011 1 ARTICOLO 1 OGGETTO

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTERO CONTRATTO Le presenti Condizioni Generali di vendita ed i termini e le obbligazioni in esse contenute sono le uniche e sole obbligazioni vincolanti

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di procedure di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti, approvato con delibera n. 173/07/CONS. [Testo consolidato con le modifiche apportate

Dettagli