Protocollo Standard da Campo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Protocollo Standard da Campo"

Transcript

1 Corso di BASCOM AVR - (32) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM AVR. Autore: DAMINO Salvatore. Protocollo Standard da Campo 1-Wire. Possibilità offerte dal Protocollo Standard da Campo 1-Wire. La rete da campo 1-Wire é un protocollo standard basato su di un solo filo di comunicazione, come indica lo stesso nome, che include numerosi dispositivi e sensori frequentemente utilizzati nel campo dell'automazione industriale e domestica. Attualmente esistono sul mercato numerosi componenti basati su questo standard di comunicazione che hanno un interessantissimo rapporto prezzo/prestazioni. Quest'ultimo é inoltre migliorato anche da una semplice ed 192

2 economica modalità di collegamento, infatti normalmente il cablaggio necessita di soli tre fili: due per l'alimentazione ed un terzo per la comunicazione bidirezionale. Su queste linee possono essere collegati, in rete, tutti i dispositivi necessari scegliendo la disposizione fisica necessaria per l'applicazione. Tra i vari dispositivi 1-Wire disponibili si ricordano: SENSORI. Temperatura Pressione Umidità Termostati ecc. MEMORIE. EEPROM ROM ecc IDENTIFICATORI. Chiavi Elettroniche Codici Progressivi Codici Variabili ecc. Il protocollo 1-Wire é dotato di tutte le modalità di comunicazione necessarie. Esse consentono di ottenere un elevato trasferimento dati ed una notevole sicurezza intrinseca sulla loro validità. Questo avviene grazie a tecniche di indirizzamento univoche, CRC Polinomiali di controllo, numerosi comandi di verifica e complessi algoritmi di gestione. Dispositivi ibutton in 1 Wire. 193

3 Studiando la documentazione sul protocollo 1-Wire potrete proficuamente disporre della conoscenza necessaria su come utilizzarlo. A questo fine, da un punto di vista fisico, è sufficiente che il dispositivo utilizzato abbia almeno una linea di I/O Digitale Bidirezionale. Tramite questa linea si possono fornire i Comandi Implementati nei vari dispositivi 1-Wire. E' possibile interagire con tutti i componenti che sono presenti sul BUS 1-Wire e, con questi, scambiare le informazioni necessarie. Lo scambio di informazioni avviene con una sequenza di stati, e tempistiche, ben definite così come illustrato nei diagrammi temporali riportati nelle pagine seguenti. Dettaglio "Master Read 1 Timing". Raccomandato "Master Read 1 Timing". 194

4 Diagramma delle Temporizzazioni di R/W. 195

5 Combinando in sequenza le operazioni fondamentali, sopra descritte, si possono anche fornire i comandi definiti dallo standard 1-WIRE, di seguito elencati: RESET del BUS 1-WIRE Scrittura di un bit sul BUS 1-WIRE Lettura di un bit dal BUS 1-WIRE Scrittura di un byte sul BUS 1-WIRE Lettura di un byte dal BUS 1-WIRE Ricerca del Codice ROM sul BUS 1-WIRE Lettura del Codice ROM sul BUS 1-WIRE Comparazione del Codice ROM sul BUS 1-WIRE Ricerca allarmi sul BUS 1-WIRE Il BASCOM possiede una serie di Istruzioni Specializzate per utilizzare efficacemente il protocollo 1-WIRE. Grazie a queste istruzioni l utente può facilmente comunicare con la maggioranza dei dispositivi senza doversi preoccupare di Tempistiche, Direzionalità della linea dati, CRC, conflitti, ecc. E' sufficiente limitarsi semplicemente a trasmettere, e ricevere, gli opportuni i dati. Alcune Istruzioni realizzano completi aspetti della comunicazione 1-WIRE come il riconoscimento di quanti, e quali, dispositivi sono collegati; la gestione dei comandi associati al Codice ROM; la verifica di errori, ecc. 196

6 Dispositivi ibutton. Una menzione a parte meritano i dispositivi ibutton. Questi interessantissimi prodotti hanno l'aspetto di un bottone, con uno spessore di 6 millimetri, un diametro di 17 mm, ed hanno un robusto involucro di acciaio inossidabile. I dispositivi in questione ricordano, come forma, una piccola pila a bottone e racchiudono un chip che può avere una delle seguenti caratteristiche. Tipi di ibutton. Chiave Elettroniche Memorie del tipo NV RAM Memorie del tipo EPROM Memorie del tipo EEPROM Real Time Clock Multichiave Memoria di Password Protetta Sensore di Temperatura Data Logger di Temperatura Data Logger di Umidità ecc. Tipico Utilizzo di ibutton in 1-Wire. 197

7 Una delle caratteristiche più interessanti, di questi dispositivi, è che per funzionare non hanno bisogno di una fonte di alimentazione. I bottoni di acciaio possono essere montati praticamente ovunque, perché il contenitore è robusto e sopporta ambienti difficili, chiusi o aperti che siano. Detto contenitore è piccolo tanto che può essere alloggiato in un portachiave, orologio, o altri oggetti personali, ed essere utilizzato quotidianamente per le applicazioni come il controllo degli accessi agli edifici e computer, gestione patrimoniale, e la registrazione di dati di diversa natura. Possibili Reti di connessioni tramite il BUS 1 Wire. Studiando la documentazione sul protocollo 1-Wire potrete profiquamente disporre della conoscenza necessaria su come poterlo utilizzare. A questo fine, da un punto di vista fisico, è sufficiente che il dispositivo utilizzato abbia almeno una linea di I/O digitale bidirezionale. Per la gestione il BASCOM AVR possiede de una serie di Istruzioni specializzate per utilizzare efficacemente il protocollo 1-Wire. 198

8 Sensore Temperatura DS18S20 Il componente DS18S20 è un completo Sensore di Temperatura che opera nel range C, con risoluzione di 0,5 C, dotato di interfaccia 1-WIRE. Inoltre il sensore controlla se la temperatura misurata rientra in un campo preimpostato e riconosce eventuali allarmi di uscita dallo stesso campo. Il limite inferiore e superiore del campo possono essere impostati tramite appositi comandi 1-Wire sia in modo temporaneo che permanente. Pin-Out Sensore di Temperatura 1 Wire tipo DS18S20. Le applicazioni tipiche del DS18S20 sono il controllo di temperatura multi punto con sensori distribuiti oppure semplici controlli di termostato centralizzati. Ulteriori informazioni sul componente sono riportate nelle seguenti figure e nel relativo Data Sheet. 199

9 Sfruttando una serie di appositi comandi, l'utente, può facilmente comunicare con la maggioranza dei dispositivi senza doversi preoccupare di Tempistiche, Direzionalità della linea, CRC, Conflitti, ecc. E' sufficiente limitarsi a trasmettere e ricevere gli opportuni dati. I comandi implementati sono: Reset del BUS 1-Wire Scrittura di un bit sul BUS 1-Wire Lettura di un bit dal BUS 1-Wire Scrittura di byte sul BUS 1-Wire Lettura di byte dal BUS 1-Wire Lettura del codice ROM su BUS 1-Wire Comparazione del codice ROM su BUS 1-Wire Omissione del codice ROM su BUS 1-Wire Ricerca allarmi sul BUS 1-Wire Schema a Blocchi del Sensore di Temperatura 1-Wire tipo DS18S

10 Formato dei Registri di Temperatura. Tabella con Relazione tra Temperatura e Valori Restituito. 201

11 Esempio Gestione e Pilotaggio dei dispositivi ibutton e di una Linea di BUS in 1-WIRE. Definizioni aggiunte: Nessuna Dichiarazioni aggiunte: Nessuna Istruzioni aggiunte: CONFIG 1WIRE ; 1WRESET ; 1WIRECOUNT ; 1WSEARCHFIRST ; 1WSEARCHNEXT. Operatori aggiunti: Nessuno Programma di Esempio.056 del corso BASCOM AVR. Circuiteria di Interfacciamento in 1-Wire. 202

12 Programma per la gestione di un BUS 1-WIRE, che identifica e presenta le informazioni sui dispositivi collegati compresi i dispositivi ibutton. Il programma usa un'interfaccia 1-WIRE a tre fili di cui una per i dati (DQ) e due per l'alimentazione (GND, Vdd), ma può operare anche con dispositivi dotati di due soli fili. Dal punto di vista elettrico tali segnali sono stati arbitrariamente scelti come indicato nelle seguenti definizioni ed al bisogno possono essere facilmente riassegnati, come descritto nell'aiuto in linea del BASCOM. Tipico ibutton Inserito in un Portachiavi. Il programma si limita a contare gli eventuali dispositivi collegati al BUS 1-WIRE. Per ognuno dei dispositivi individuati presenta le informazioni che lo Identificano e Caratterizzano, ovvero il suo ROM Code. Questo lavoro è effettuato usando solo i ROM Commands, disponibili su ogni dispositivo con protocollo 1-WIRE. Ulteriori informazioni sui ROM Commands, e ROM Code, sono disponibili nei Data Sheet dei dispositivi usati, oppure, li potete trovare nei documenti sul protocollo 1-WIRE disponibili presso la DALLAS (MAXIM). 203

13 Schedina Applicativa e Chiave per ibutton in 1-Wire. Il programma si presenta ed usa una console seriale dotata di monitor e tastiera, con un protocollo fisico costante a Baud, 8 Bit x chr, 1 Stop bit, Nessuna Parità. Questa console può coincidere con un sistema in grado di gestire una comunicazione seriale in RS Al fine di semplificarne l'uso si può usare un PC dotato di una linea COMx, che esegue un programma di Emulazione Terminale come HYPERTERMINAL o l'omonima modalità offerta dal BASCOM AVR (vedere Configurazioni IDE). Il programma funziona solo se la GMM AM08 è montata sullo zoccolo Z2 della GMM TST3!! 204

14 Esempio.057. Aquisizione di Temperatura e gestione di un DS1820 in 1-WIRE. Definizioni aggiunte: Nessuna Dichiarazioni aggiunte: Nessuna Istruzioni aggiunte: 1WVERIFY ; 1WWRITE ; 1WREAD ; CRC8. Operatori aggiunti: Nessuno Programma di Esempio.057 del corso BASCOM AVR. Acquisizione temperatura da sensore DS18S20 tramite BUS 1-WIRE. Schema Applicativo del Sensore di Temperatura in 1-Wire DS18S

15 Ogni secondo il programma preleva, e rappresenta, la temperatura del sensore usando un'interfaccia 1-WIRE a tre fili (DQ, GND, Vdd). La temperatura è rappresentata sulla console con la risoluzione del mezzo grado, nel range da -55 C a +125 C, caratteristica del sensore. Nel caso sul BUS 1-WIRE siano collegati diversi dispositivi, il programma cerca e gestisce solo il primo sensore DS18S20, senza interferire con gli altri. Il programma si presenta ed usa una console seriale dotata di monitor e tastiera, con un protocollo fisico costante a Baud, 8 Bit x chr, 1 Stop bit, Nessuna Parità. Questa console può coincidere con un sistema in grado di gestire una comunicazione seriale in RS Al fine di semplificarne l'uso si può usare un PC dotato di una linea COMx, che esegue un programma di Emulazione Terminale come HYPERTERMINAL o l'omonima modalità offerta dal BASCOM AVR (vedere Configurazioni IDE). Il programma funziona solo se la GMM AM08 è montata sullo zoccolo Z2 della GMM TST3!! 206

16 Esempio.058. Controllore di Temperatura 1-WIRE con Gestione di una Banda di Controllo ed Isteresi. Definizioni aggiunte: Nessuna Dichiarazioni aggiunte: Nessuna Istruzioni aggiunte: Nessuna Operatori aggiunti: Nessuno Programma di Esempio.058 del corso BASCOM AVR. Controllo temperatura con sensore DS18S20 su BUS 1-WIRE con banda di Controllo od Isteresi. Andamento del Controllo di Temperatura nel Tempo. 207

17 Ogni secondo il programma acquisisce la temperatura dal sensore di temperatura e poi effettua la funzione di un termostato di riscaldamento. La sua fonzionalità è limitata a controllare se sono stati superati il limiti, (Set Point) con Isteresi, impostabili. La temperatura è prelevata usando un'interfaccia 1-WIRE a tre fili (DQ, GND, Vdd), è gestita con una risoluzione di 1 Grado Centigrado ed è rappresentata sulla console assieme agli altri parametri del termostato. Inoltre con la console si possono impostare i valori attuali del Set Point e dell'isteresi. Nel caso sul BUS 1-WIRE siano collegati diversi dispositivi, il programma cerca e gestisce solo il primo sensore DS18S20, senza interferire con gli altri. Il programma si presenta ed usa una console seriale dotata di monitor e tastiera, con un protocollo fisico costante a Baud, 8 Bit x chr, 1 Stop bit, Nessuna Parità. Questa Console può coincidere con un sistema in grado di gestire una comunicazione seriale in RS Al fine di semplificarne l'uso si può usare un PC dotato di una linea COMx, che esegue un programma di Emulazione Terminale come HYPERTERMINAL o l'omonima modalità offerta dal BASCOM AVR (vedere Configurazioni IDE). Il programma funziona solo se la GMM AM08 è montata sullo zoccolo Z2 della GMM TST3!! 208

EEPROM SERIALI IN MICROWIRE.

EEPROM SERIALI IN MICROWIRE. Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 2 8 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. EEPROM SERIALI IN MICROWIRE. Tra i dispositivi più utilizzati, nelle applicazioni

Dettagli

Gestione delle Linee di Uscita Tramite dei Relay.

Gestione delle Linee di Uscita Tramite dei Relay. Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 3 5 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Gestione delle Linee di Uscita Tramite dei Relay. Un tipico utilizzo delle linee

Dettagli

Driver per Display a 7 Segmenti in I2C BUS. ( 1 )

Driver per Display a 7 Segmenti in I2C BUS. ( 1 ) Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 4 4 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Driver per Display a 7 Segmenti in I2C BUS. ( 1 ) Il SAA1064 è un classico controllore,

Dettagli

Sezione di PWM e Generatore di D/A Converter.

Sezione di PWM e Generatore di D/A Converter. Corso di BASCOM AVR - (34) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM AVR. Autore: DAMINO Salvatore. Sezione di PWM e Generatore di D/A Converter. La struttura interna dei Mini Moduli è composta

Dettagli

Gestione delle Linee di Ingresso Optoisolate.

Gestione delle Linee di Ingresso Optoisolate. Corso di BASCOM AVR - (36) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM AVR. Autore: DAMINO Salvatore. Gestione delle Linee di Ingresso Optoisolate. Un tipico utilizzo delle linee di I/O, presenti

Dettagli

Gestione di una UART SOFTWARE.

Gestione di una UART SOFTWARE. Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 3 1 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Gestione di una UART SOFTWARE. Capita, a volte in alcune applicazioni, di avere

Dettagli

S E R V O M O T O R I ( 1 )

S E R V O M O T O R I ( 1 ) Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 2 5 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. S E R V O M O T O R I ( 1 ) Un Servomotore è un organo meccanico di potenza, in

Dettagli

Gestione Termometro e Termostato.

Gestione Termometro e Termostato. Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 4 0 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Gestione Termometro e Termostato. Un interessante dispositivo della Dallas (Maxim),

Dettagli

Porta CENTRONICS e Porta Parallela LPT.

Porta CENTRONICS e Porta Parallela LPT. Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 3 7 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Porta CENTRONICS e Porta Parallela LPT. La Porta Parallela, detta anche LPT dall'inglese

Dettagli

EEPROM SERIALI IN I2C BUS.

EEPROM SERIALI IN I2C BUS. Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 3 0 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. EEPROM SERIALI IN I2C BUS. Tra i dispositivi più utilizzati, nelle applicazioni

Dettagli

Sezione di Analog/Digital

Sezione di Analog/Digital Corso di BASCOM AVR - (33) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM AVR. Autore: DAMINO Salvatore. Sezione di Analog/Digital Converter. Schema a Blocchi della Sezione di A/D Converter. Una delle

Dettagli

Real Time Clock, in I2C BUS, Provvisto di RAM.

Real Time Clock, in I2C BUS, Provvisto di RAM. Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 4 1 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Real Time Clock, in I2C BUS, Provvisto di RAM. Il PCF 8583 è un diffusissimo dispositivo

Dettagli

Sezione di Analog/Digital

Sezione di Analog/Digital Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 3 3 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Sezione di Analog/Digital Converter. Una delle risorse più interessanti dei Mini

Dettagli

USO DEL PROGRAMMA FLIP

USO DEL PROGRAMMA FLIP Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 2 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Gestione BZ1 e T1. Dopo avere preso confidenza con la generazione del ns. primo programma,

Dettagli

PLC Programmable Logic Controller

PLC Programmable Logic Controller PLC Programmable Logic Controller Sistema elettronico, a funzionamento digitale, destinato all uso in ambito industriale, che utilizza una memoria programmabile per l archiviazione di istruzioni orientate

Dettagli

PLC51 AUTOMAZIONE. di G.Filella e C. Befera filella@tin.it

PLC51 AUTOMAZIONE. di G.Filella e C. Befera filella@tin.it PLC51 di G.Filella e C. Befera filella@tin.it Ecco il piccolo Davide, un ottimo esempio di come l elettronica si integra con l informatica: un potente PLC controllabile tramite la porta seriale di un personal

Dettagli

La memoria centrale (RAM)

La memoria centrale (RAM) La memoria centrale (RAM) Mantiene al proprio interno i dati e le istruzioni dei programmi in esecuzione Memoria ad accesso casuale Tecnologia elettronica: Veloce ma volatile e costosa Due eccezioni R.O.M.

Dettagli

T A S T I E R E (3).

T A S T I E R E (3). Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 1 2 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. T A S T I E R E (3). Questo programma descrive nel dettaglio una completa trattazione

Dettagli

T I M E R e C O U N T E R ( 1).

T I M E R e C O U N T E R ( 1). Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 3 8 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. T I M E R e C O U N T E R ( 1). La struttura interna dei Mini Moduli è composta

Dettagli

introduzione I MICROCONTROLLORI

introduzione I MICROCONTROLLORI introduzione I MICROCONTROLLORI Definizione Un microcontrollore è un dispositivo elettronico programmabile Può svolgere autonomamente diverse funzioni in base al programma in esso implementato Non è la

Dettagli

SERVOMOTORI A ROTAZIONE CONTINUA ( 3 )

SERVOMOTORI A ROTAZIONE CONTINUA ( 3 ) Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 2 7 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. SERVOMOTORI A ROTAZIONE CONTINUA ( 3 ) Un modello estremamente interessante di Servomotore

Dettagli

ISTRUZIONI PER L'UTILIZZO DEL PROTOCOLLO MODBUS

ISTRUZIONI PER L'UTILIZZO DEL PROTOCOLLO MODBUS ISTRUZIONI PER L'UTILIZZO DEL PROTOCOLLO MODBUS INDICE 1. Introduzione... 2 1.1 Abbreviazioni... 2 1.2 Specifiche Modbus... 2 1.3 Tipologia rete Modbus... 2 2. Configurazione MODBUs... 3 2.1 Cablaggio...

Dettagli

Corso di BASCOM (Capitolo 1 5 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM Autore: DAMINO Salvatore. D I S P L A Y L C D (3).

Corso di BASCOM (Capitolo 1 5 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM Autore: DAMINO Salvatore. D I S P L A Y L C D (3). Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 1 5 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. D I S P L A Y L C D (3). GESTIONE DI UNA SEMPLICE CALCOLATRICE. Questo programma

Dettagli

CMTS SISTEMA DI MISURA PER MOTORI ELEVATORI E STERZO ELETTRICO Sistema di prova per motori elettrici per elevatori e sterzi guida elettrici

CMTS SISTEMA DI MISURA PER MOTORI ELEVATORI E STERZO ELETTRICO Sistema di prova per motori elettrici per elevatori e sterzi guida elettrici CMTS SISTEMA DI MISURA PER MOTORI ELEVATORI E STERZO ELETTRICO Sistema di prova per motori elettrici per elevatori e sterzi guida elettrici APPLICAZIONE Magtrol ha progettato questo sistema di test su

Dettagli

SISTEMA DI CENTRALIZZAZIONE DEGLI ALLARMI SU RETE ETHERNET

SISTEMA DI CENTRALIZZAZIONE DEGLI ALLARMI SU RETE ETHERNET SISTEMA DI CENTRALIZZAZIONE DEGLI ALLARMI SU RETE ETHERNET 1. Descrizione EUREKA definisce un insieme di apparati che consente il controllo e la gestione di sistemi d allarme centralizzati in rete locale

Dettagli

Xenta 511. dati tecnici. identificativo prodotto. Web server per LonWorks network

Xenta 511. dati tecnici. identificativo prodotto. Web server per LonWorks network Xenta 511 Web server per LonWorks network Xenta 511 è insieme ad un web browser standard (che viene utilizzato come interfaccia grafica) un sistema di presentazione dei network LonWorks. L operatore può

Dettagli

SOLUZIONI PER IL CONTROLLO DELLA QUALITA DELL ARIA NEGLI AMBIENTI CHIUSI

SOLUZIONI PER IL CONTROLLO DELLA QUALITA DELL ARIA NEGLI AMBIENTI CHIUSI SOLUZIONI PER IL CONTROLLO DELLA QUALITA DELL ARIA NEGLI AMBIENTI CHIUSI SOLUZIONI PER IL CONTROLLO DELLA QUALITA DELL ARIA NEGLI AMBIENTI CHIUSI Fasar Elettronica presenta una nuova linea di prodotti

Dettagli

Esempi di Programmi con TIO 1 6 (1).

Esempi di Programmi con TIO 1 6 (1). Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 1 6 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Esempi di Programmi con TIO 1 6 (1). Con questo capitolo iniziamo una serie di sperimentazioni

Dettagli

Protocolli di Comunicazione Elettronica dei Sistemi Digitali L-A Università di Bologna, Cesena

Protocolli di Comunicazione Elettronica dei Sistemi Digitali L-A Università di Bologna, Cesena Protocolli di Comunicazione Elettronica dei Sistemi Digitali L-A Università di Bologna, Cesena Aldo Romani A.a. 2005-2006 UART UART Universal Asynchronous Receiver/Transmitter Clock implicito e trasmissione

Dettagli

La tecnica proporzionale

La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Controllo direzione e flusso La tecnica proporzionale

Dettagli

Unità intelligenti serie DAT9000

Unità intelligenti serie DAT9000 COMPONENTI PER L ELETTRONICA INDUSTRIALE E IL CONTROLLO DI PROCESSO Unità intelligenti serie DAT9000 NUOVA LINEA 2010 www.datexel.it serie DAT9000 Le principali funzioni da esse supportate, sono le seguenti:

Dettagli

Esame di INFORMATICA

Esame di INFORMATICA Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 4 MACCHINA DI VON NEUMANN Anni 40 i dati e i programmi che descrivono come elaborare i dati possono essere codificati nello

Dettagli

Trasmissione e raccolta dati

Trasmissione e raccolta dati Trasmissione e raccolta dati Esempi applicativi Gestione dati macchina Il sistema di acquisizione dati descritto nel seguito, utilizza una rete Ethernet/CANBus come supporto per integrare i dati all'interno

Dettagli

C. P. U. MEMORIA CENTRALE

C. P. U. MEMORIA CENTRALE C. P. U. INGRESSO MEMORIA CENTRALE USCITA UNITA DI MEMORIA DI MASSA La macchina di Von Neumann Negli anni 40 lo scienziato ungherese Von Neumann realizzò il primo calcolatore digitale con programma memorizzato

Dettagli

L organizzazione interna della memoria e del banco di registri prevedono generalmente che le uscite di 2 o più componenti

L organizzazione interna della memoria e del banco di registri prevedono generalmente che le uscite di 2 o più componenti Banco di registri e memoria Corso ACSO prof. Cristina SILVANO Politecnico di Milano Componenti di memoria e circuiti di pilotaggio L organizzazione interna della memoria e del banco di registri prevedono

Dettagli

Sistema di acquisizione dati

Sistema di acquisizione dati Sistema di acquisizione dati Ci sono innumerevoli ragioni sul perché é necessario acquisire informazioni dal mondo esterno: 1. Il controllo dei processi fisici che interessano la produzione industriale

Dettagli

Architettura dei computer

Architettura dei computer Architettura dei computer In un computer possiamo distinguere quattro unità funzionali: il processore (CPU) la memoria principale (RAM) la memoria secondaria i dispositivi di input/output Il processore

Dettagli

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati.

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati. IL PLC 1/9 Storia Il motivo per il quale nacque il PLC fu la necessità di eliminare i costi elevati per rimpiazzare i sistemi complicatissimi basati su relè. Nel anni 70 la società Beadford Associates

Dettagli

Scheda Didattica di Sperimentazione.

Scheda Didattica di Sperimentazione. Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 4 6 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Scheda Didattica di Sperimentazione. La DEB 01 (Didactics Experimental Board) è

Dettagli

In questa puntata scopriremo

In questa puntata scopriremo TEORIA MHZ RISORSE SPECIALE PRATICA Sesta parte n 258 - Dicembre 2006 Uso delle interfacce seriali Settima parte n 259 - Gennaio 2007 Interfacce SPI, I2C e 1-Wire Ottava parte n 260 - Febbraio 2007 Uso

Dettagli

TRACcess Libertà di azione, Certezza di controllo!

TRACcess Libertà di azione, Certezza di controllo! TRACcess Libertà di azione, Certezza di controllo! www.gestionechiavi.net il sito della gestione chiavi Pronto Chiavi! Progetto per il Tele Controllo degli Accessi ai Domicili degli Assistiti, in un Comune

Dettagli

HARDWARE. Relazione di Informatica

HARDWARE. Relazione di Informatica Michele Venditti 2 D 05/12/11 Relazione di Informatica HARDWARE Con Hardware s intende l insieme delle parti solide o ( materiali ) del computer, per esempio : monitor, tastiera, mouse, scheda madre. -

Dettagli

SISTEMI INDUSTRIALI LASER NAVIGATION

SISTEMI INDUSTRIALI LASER NAVIGATION osistema DI TELE CONTROLLO SISTEMI INDUSTRIALI 1 Il Sistema per il tele controllo di bombole industriali è un utile strumento per il monitoraggio in remoto ed in automatico di bombole situate presso impianti

Dettagli

G l o b a l M o b i l e S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G P S s u G S M / G P R S

G l o b a l M o b i l e S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G P S s u G S M / G P R S G l o b a l M o b i l e S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G P S s u G S M / G P R S Generalità dinanet-mobile è un apparato elettronico per il controllo degli autoveicoli. Inserito in un involucro

Dettagli

Architettura del computer (C.Busso)

Architettura del computer (C.Busso) Architettura del computer (C.Busso) Il computer nacque quando fu possibile costruire circuiti abbastanza complessi in logica programmata da una parte e, dall altra, pensare, ( questo è dovuto a Von Neumann)

Dettagli

Progetto di un sistema di controllo per un robot basato su CAN

Progetto di un sistema di controllo per un robot basato su CAN Progetto di un sistema di controllo per un robot basato su CAN Laurea in Ingegneria Informatica ed Elettronica Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Candidato: Giulio Spinozzi Relatore:

Dettagli

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Automazione industriale dispense del corso 2. Introduzione al controllo logico Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Modello CIM Un moderno sistema di produzione è conforme al modello CIM (Computer Integrated

Dettagli

Architettura di un computer

Architettura di un computer Architettura di un computer Modulo di Informatica Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Modulo di Informatica () Architettura A.A. 2012-2013 1 / 36 La tecnologia Cerchiamo di capire alcuni concetti su

Dettagli

Architettura hardware

Architettura hardware Architettura dell elaboratore Architettura hardware la parte che si può prendere a calci Sistema composto da un numero elevato di componenti, in cui ogni componente svolge una sua funzione elaborazione

Dettagli

Corso PLC - Manuale Pratico 1

Corso PLC - Manuale Pratico 1 Corso PLC - Manuale Pratico 1 "!#$ % L'unità centrale di un PLC, chiamata più semplicemente CPU, normalmente occupa il primo modulo del rack. Si individua subito in quanto tipicamente è dotata di un selettore,

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2015-16. Pietro Frasca.

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2015-16. Pietro Frasca. Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2015-16 Pietro Frasca Lezione 15 Martedì 24-11-2015 Struttura logica del sottosistema di I/O Processi

Dettagli

Contenuti. Visione macroscopica Hardware Software. 1 Introduzione. 2 Rappresentazione dell informazione. 3 Architettura del calcolatore

Contenuti. Visione macroscopica Hardware Software. 1 Introduzione. 2 Rappresentazione dell informazione. 3 Architettura del calcolatore Contenuti Introduzione 1 Introduzione 2 3 4 5 71/104 Il Calcolatore Introduzione Un computer...... è una macchina in grado di 1 acquisire informazioni (input) dall esterno 2 manipolare tali informazioni

Dettagli

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET ValveConnectionSystem Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET P20.IT.R0a IL SISTEMA V.C.S Il VCS è un sistema che assicura

Dettagli

Scheda Tecnica REV 1.0

Scheda Tecnica REV 1.0 Scheda Tecnica REV 1.0 SENTRY Energy Profiler: IL SISTEMA UNIVERSALE PER IL MONITORAGGIO ENERGETICO SENTRY Energy Profiler è il primo sistema universale e modulare per il monitoraggio energetico. Si basa

Dettagli

Remote Terminal Unit B-200 Pag. 1 Descrizione

Remote Terminal Unit B-200 Pag. 1 Descrizione Remote Terminal Unit B-200 Pag. 1 Descrizione Introduzione La RTU B200, ultima nata del sistema TMC-2000, si propone come valida risposta alle esigenze di chi progetta e implementa sistemi di automazione

Dettagli

Scheda tecnica. Enercom Srl Via Monti Urali, 1 42122 Reggio Emilia 0522 558791 www.enercomit.com

Scheda tecnica. Enercom Srl Via Monti Urali, 1 42122 Reggio Emilia 0522 558791 www.enercomit.com BAS920 fa parte di una famiglia di controller liberamente programmabili progettati per essere scalabili, dalle piccole installazioni a quelle di grandi dimensioni. BAS920 è perfettamente idoneo al controllo

Dettagli

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9 EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9 Applicazione Integrazione di tutta la gamma di Centrali Techno (Technodin, Techno32, Techno88 e Techno200)

Dettagli

Input/Output. Moduli di Input/ Output. gestiscono quantità di dati differenti a velocità diverse in formati diversi. n Grande varietà di periferiche

Input/Output. Moduli di Input/ Output. gestiscono quantità di dati differenti a velocità diverse in formati diversi. n Grande varietà di periferiche Input/Output n Grande varietà di periferiche gestiscono quantità di dati differenti a velocità diverse in formati diversi n Tutti più lenti della CPU e della RAM n Necessità di avere moduli di I/O Moduli

Dettagli

Il sistema di I/O. Hardware di I/O Interfacce di I/O Software di I/O. Introduzione

Il sistema di I/O. Hardware di I/O Interfacce di I/O Software di I/O. Introduzione Il sistema di I/O Hardware di I/O Interfacce di I/O Software di I/O Introduzione 1 Sotto-sistema di I/O Insieme di metodi per controllare i dispositivi di I/O Obiettivo: Fornire ai processi utente un interfaccia

Dettagli

Architettura di un calcolatore

Architettura di un calcolatore 2009-2010 Ingegneria Aerospaziale Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (E-Z) 7 Architettura di un calcolatore Lez. 7 1 Modello di Von Neumann Il termine modello di Von Neumann (o macchina di Von

Dettagli

Il processore - CPU (CENTRAL PROCESSING UNIT)

Il processore - CPU (CENTRAL PROCESSING UNIT) Il processore - CPU (CENTRAL PROCESSING UNIT) Funzionamento Programmi e dati risiedono in file memorizzati in memoria secondaria. Per essere eseguiti (i programmi) e usati (i dati) vengono copiati nella

Dettagli

Struttura del Calcolatore Corso di Abilità Informatiche Laurea in Fisica. prof. Corrado Santoro

Struttura del Calcolatore Corso di Abilità Informatiche Laurea in Fisica. prof. Corrado Santoro Struttura del Calcolatore Corso di Abilità Informatiche Laurea in Fisica prof. Corrado Santoro La prima macchina programmabile Conoscete queste macchine? Telai Jacquard (primi anni del 1800) Macchina per

Dettagli

Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0

Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0 Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0 Categoria COMPUTO E CAPITOLATO Famiglia SISTEMI DI CONTROLLO Tipologia SISTEMA DI SUPERVISIONE GEOGRAFICO Modello TG-2000 WIDE AREA Pubblicata il 01/09/2006 TESTO PER COMPUTO

Dettagli

G l o b a l C o n n e c t i o n S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G S M / G P R S

G l o b a l C o n n e c t i o n S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G S M / G P R S G l o b a l C o n n e c t i o n S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G S M / G P R S Generalità dinanet-global_connection è un apparato elettronico per il controllo e la sicurezza sia domestica

Dettagli

Nuovo sistema di regolazione wireless per ventilconvettori. FreeSabiana IL COMFORT AMBIENTALE

Nuovo sistema di regolazione wireless per ventilconvettori. FreeSabiana IL COMFORT AMBIENTALE Nuovo sistema di regolazione wireless per ventilconvettori FreeSabiana IL COMFORT AMBIENTALE FreeSabiana Free Sabiana è un innovativo sistema elettronico di comando e controllo di ventilconvettori idronici

Dettagli

Lezione 3: Architettura del calcolatore

Lezione 3: Architettura del calcolatore Lezione 3: Architettura del calcolatore Architettura di Von Neumann BUS, CPU e Memoria centrale Ciclo di esecuzione delle istruzioni Architettura del calcolatore Il calcolatore è: uno strumento programmabile

Dettagli

Modulo 1 Le memorie. Si possono raggruppare i sistemi di elaborazione nelle seguenti categorie in base alle possibilità di utilizzazione:

Modulo 1 Le memorie. Si possono raggruppare i sistemi di elaborazione nelle seguenti categorie in base alle possibilità di utilizzazione: Modulo 1 Le memorie Le Memorie 4 ETA Capitolo 1 Struttura di un elaboratore Un elaboratore elettronico è un sistema capace di elaborare dei dati in ingresso seguendo opportune istruzioni e li elabora fornendo

Dettagli

Moduli di espansione. Per le zone di ingresso, di uscita e di. controllo di: funzionalità antifurto, comandi domotici,

Moduli di espansione. Per le zone di ingresso, di uscita e di. controllo di: funzionalità antifurto, comandi domotici, Moduli di espansione Per le zone di ingresso, di uscita e di controllo di: funzionalità antifurto, comandi domotici, attuazioni a bassa e media potenza. Moduli di espansione I moduli di espansione servono

Dettagli

Installazione del trasmettitore. ACom6

Installazione del trasmettitore. ACom6 Installazione del trasmettitore CBC (Europe) Ltd. Via E.majorana, 21 20054 Nova Milanese (MI) tel: +39 (0)362 365079 fax: +39 (0)362 40012 1 Precauzioni Il dispositivo non deve essere esposto a pioggia

Dettagli

Corso di BASCOM (Capitolo 8 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM Autore: DAMINO Salvatore. Codice Morse. (2).

Corso di BASCOM (Capitolo 8 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM Autore: DAMINO Salvatore. Codice Morse. (2). Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 8 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Codice Morse. (2). Dopo avere studiato l'esempio.013, con cui abbiamo imparato a generare

Dettagli

PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA DISCIPLINA: ELETTRONICA PIANO DELLE UDA PER LA CLASSE 4IA

PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA DISCIPLINA: ELETTRONICA PIANO DELLE UDA PER LA CLASSE 4IA PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA DISCIPLINA: ELETTRONICA PIANO DELLE PER LA CLASSE 4IA della n. 1 correnti alternate Ore:20 settembre - ottobre Uso specifico del nella risoluzione dei problemi sia in classe

Dettagli

TERMINALE PER IL CONTROLLO ACCESSI 2745

TERMINALE PER IL CONTROLLO ACCESSI 2745 TERMINALE PER IL CONTROLLO ACCESSI 2745 Il controllo accessi rappresenta un metodo importante per la risoluzione dei problemi legati al controllo e alla verifica della presenza e del passaggio delle persone

Dettagli

Vending BLUE Lavazza. Sistemi per la programmazione delle schede elettroniche e aggiornamento SW distributori

Vending BLUE Lavazza. Sistemi per la programmazione delle schede elettroniche e aggiornamento SW distributori 1/9 Con la seguente Vi segnaliamo gli strumenti informatici indispensabili per la programmazione e l aggiornamento del software dei Distributori Automatici di seguito riportati: COLIBRI Il distributore

Dettagli

Vivi la tua casa in tutta sicurezza

Vivi la tua casa in tutta sicurezza Vivi la tua casa in tutta sicurezza Sistemi domotici di sicurezza per finestre Un vantaggio assoluto Valorizzazione dell immobile: valore aggiunto anche per aumentare la vendita o l affitto Facile da usare:

Dettagli

1 Vademecum per lettore ACR-1001 (Rosslare AC-215): installazione hardware

1 Vademecum per lettore ACR-1001 (Rosslare AC-215): installazione hardware 1 Vademecum per lettore ACR-1001 (Rosslare AC-215): installazione hardware Il seguente diagramma è un esempio di sistema di controllo accessi con il software Veritrax AS-215 e i controllori AC- 215. 1.1

Dettagli

KEYSTONE. OM8 - EPI 2 Modulo interfaccia AS-i Manuale di istruzione. www.pentair.com/valves. Indice 1 Modulo Opzionale OM8: Interfaccia AS-i 1

KEYSTONE. OM8 - EPI 2 Modulo interfaccia AS-i Manuale di istruzione. www.pentair.com/valves. Indice 1 Modulo Opzionale OM8: Interfaccia AS-i 1 KEYSTONE Indice 1 Modulo Opzionale OM8: Interfaccia AS-i 1 2 Installazione 1 3 Dettagli sulla comunicazione 1 5 Descrizione del modulo interfaccia AS-i OM8 2 5 Protocollo interfaccia AS-i 3 6 Interfaccia

Dettagli

ARCHITETTURA DEL CALCOLATORE

ARCHITETTURA DEL CALCOLATORE Orologio di sistema (Clock) UNITÀ UNITÀ DI DI INGRESSO Schema a blocchi di un calcolatore REGISTRI CONTROLLO BUS DEL SISTEMA MEMORIA DI DI MASSA Hard Hard Disk Disk MEMORIA CENTRALE Ram Ram ALU CPU UNITÀ

Dettagli

Sistema d allarme senza fili. Guida SOMFY

Sistema d allarme senza fili. Guida SOMFY Sistema d allarme senza fili Guida SOMFY Il sistema d allarme senza fili Somfy vi garantisce la massima tranquillità La motorizzazione e l automazione delle aperture (tapparelle, porta del garage...) partecipano

Dettagli

SINER ACCESS. Sistema per il controllo degli accessi

SINER ACCESS. Sistema per il controllo degli accessi SINER ACCESS Sistema per il controllo degli accessi INTRODUZIONE Sia in ambito civile che industriale, è da anni costantemente più avvertita l esigenza di sviluppare forme evolute di controllo di determinate

Dettagli

IL SISTEMA DI VIDEO SORVEGLIANZA A BORDO IN C.T.P. Direzione Pianificazione e Ricerca Area Controllo di Gestione, Nuove Tecnologie e Qualita

IL SISTEMA DI VIDEO SORVEGLIANZA A BORDO IN C.T.P. Direzione Pianificazione e Ricerca Area Controllo di Gestione, Nuove Tecnologie e Qualita IL SISTEMA DI VIDEO SORVEGLIANZA A BORDO IN C.T.P. Maggio 2002 Direzione Pianificazione e Ricerca Area Controllo di Gestione, Nuove Tecnologie e Qualita 1 IL SISTEMA CTP DI VIDEO SORVEGLIANZA A BORDO Premessa

Dettagli

Il processore. Il processore. Il processore. Il processore. Architettura dell elaboratore

Il processore. Il processore. Il processore. Il processore. Architettura dell elaboratore Il processore Architettura dell elaboratore Il processore La esegue istruzioni in linguaggio macchina In modo sequenziale e ciclico (ciclo macchina o ciclo ) Effettuando operazioni di lettura delle istruzioni

Dettagli

Parte II.2 Elaboratore

Parte II.2 Elaboratore Parte II.2 Elaboratore Elisabetta Ronchieri Università di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Insegnamento di Informatica Dicembre 1, 2015 Elisabetta Elisabetta Ronchieri II Software Argomenti

Dettagli

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche CAPITOLATO Sistema di automazione domestica Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base Pagina 1 di 11 25/09/06 Introduzione Divisione My Home Da alcuni anni si sta assistendo ad una radicale trasformazione

Dettagli

Corso di BASCOM (Capitolo 9 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM Autore: DAMINO Salvatore. Codice Morse. (3).

Corso di BASCOM (Capitolo 9 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM Autore: DAMINO Salvatore. Codice Morse. (3). Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 9 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Codice Morse. (3). Come precedentemente accennato per utilizzare adeguatamente le

Dettagli

BioMoving - monitoraggio della temperatura e tracciabilità nel trasporto di campioni organici

BioMoving - monitoraggio della temperatura e tracciabilità nel trasporto di campioni organici BioMoving - monitoraggio della temperatura e tracciabilità nel trasporto di campioni organici Esigenza Un esigenza fondamentale per chi effettua analisi di campioni organici è che, dal momento del prelievo,

Dettagli

Corso di BASCOM (Capitolo 4 3 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM Autore: DAMINO Salvatore. Reti in I2C BUS.

Corso di BASCOM (Capitolo 4 3 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM Autore: DAMINO Salvatore. Reti in I2C BUS. Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 4 3 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Reti in I2C BUS. Il protocollo di comuniczione I2C BUS, moto diffuso per il pilotaggio

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

CatalogoProdotti. Co.Fin Elettronica s.r.l. Presentazione

CatalogoProdotti. Co.Fin Elettronica s.r.l. Presentazione Co.Fin Elettronica s.r.l. CatalogoProdotti Presentazione Co.fin Elettronica è un'azienda di provata esperienza nel campo dell'automazione industriale, con uno sguardo particolare per il settore ceramico.

Dettagli

ECONORMA S.a.s. Compatto, innovativo ed economico SOFTWARE

ECONORMA S.a.s. Compatto, innovativo ed economico SOFTWARE FT-90/USB Compatto, innovativo ed economico TEMPERATURA - UMIDITA RELATIVA % CARATTERISTICHE TECNICHE Numero di matricola: univoco con descrizione della missione. Memoria dati: 245.000 letture. Delay Timer:

Dettagli

S E R V O M O T O R I ( 2 )

S E R V O M O T O R I ( 2 ) Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 2 6 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. S E R V O M O T O R I ( 2 ) Un Servomotore è un organo meccanico di potenza, in

Dettagli

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica per chimica industriale e chimica applicata e ambientale LEZIONE 4 - parte II La memoria 1 La memoriaparametri di caratterizzazione Un dato dispositivo di memoria è caratterizzato da : velocità di accesso,

Dettagli

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione Conoscenze Informatiche 51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione 52) Un provider è: A) un ente che fornisce a terzi l accesso a Internet B) un protocollo di connessione

Dettagli

* = Marchio registrato da Hilgraeve. Pag 1 di 6 http://www.aurelwireless.com - email: rfcomm@aurel.it

* = Marchio registrato da Hilgraeve. Pag 1 di 6 http://www.aurelwireless.com - email: rfcomm@aurel.it Il WIZ-903-A8 è un radiomodem stand-alone, completo di antenna integrata su PCB, che consente la ricetrasmissione half-duplex di dati digitali in formato TTL RS-232. E possibile interfacciarlo direttamente

Dettagli

Le memorie. Generalità E applicazioni

Le memorie. Generalità E applicazioni Le memorie Generalità E applicazioni Caratteristiche generali Tempo di risposta Capacità Alimentazione Dissipazione di potenza Numero di pin Costo per bit Modalità di accesso Per poter scrivere un dato

Dettagli

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST La regolazione è il cuore efficiente del sistema NEST di riscaldamento e di raffrescamento degli ambienti. Il sistema permette in primo luogo di tenere sotto controllo continuamente

Dettagli

GAMMA SOFREL LS/LT. Data logger GSM/GPRS

GAMMA SOFREL LS/LT. Data logger GSM/GPRS GAMMA SOFREL LS/LT Data logger GSM/GPRS I data logger SOFREL LS e LT comunicano tramite collegamento GSM o GPRS. Sono ideati appositamente per il controllo a distanza di piccoli impianti all interno delle

Dettagli

Mini sistema di controllo per reti LAN. versione 1.0

Mini sistema di controllo per reti LAN. versione 1.0 uwatched Mini sistema di controllo per reti LAN versione 1.0 Manuale Utente Revisione 1.00 Area SX s.r.l. - Via Stefano Longanesi 25, 00146 ROMA - Tel: +39.06.99.33.02.57 - Fax: +39.06.62.20.27.85 Manuale

Dettagli

INFORMATICA CORSO DI INFORMATICA DI BASE ANNO ACCADEMICO 2015/2016 DOCENTE: SARRANTONIO ARTURO

INFORMATICA CORSO DI INFORMATICA DI BASE ANNO ACCADEMICO 2015/2016 DOCENTE: SARRANTONIO ARTURO INFORMATICA CORSO DI INFORMATICA DI BASE ANNO ACCADEMICO 2015/2016 DOCENTE: SARRANTONIO ARTURO PROGRAMMA Descrizione funzionale di un calcolatore elementare, COS'E' UN ELETTRONICO HARDWARE SOFTWARE HARDWARE

Dettagli

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014 Corso: Informatica+ Andrea Cremonini Lezione del 20/10/2014 1 Cosa è un computer? Un elaboratore di dati e immagini Uno smartphone Il decoder di Sky Una console di gioco siamo circondati! andrea.cremon

Dettagli

Caratteristiche HW. Clock Speed 16 MHz

Caratteristiche HW. Clock Speed 16 MHz ARDUINO YÚN Caratteristiche HW AVR Arduino Microcontroller ATmega32u4 Operating Voltage 5V Input Voltage 5V Digital I/O Pins 20 PWM Channels 7 Analog Input Channels 12 DC Current per I/O Pin 40 ma DC Current

Dettagli