Periodico Indipendente LA TRUFFA DELLE BANCHE DATI DELL EMERGENZA,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Periodico Indipendente LA TRUFFA DELLE BANCHE DATI DELL EMERGENZA,"

Transcript

1 Anno XIX n. 58 del 9 aprile 2013 Periodico Indipendente Distribuzione gratuita LA TRUFFA DELLE BANCHE DATI DELL EMERGENZA, AI DANNI DELLO STATO Fin dall estate del 2009 fu chiesto agli aquilani di censirsi, di spiegare la loro residenza, cosa fosse cambiato, di quale assistenza usufruissero e se avessero diritto al Progetto Case oppure no. Questi dati li raccolse il Sed spa, il Servizio elaborazione dati del Comune dell Aquila, a totale partecipazione pubblica. Avrebbe dovuto creare delle banche dati con l assistenza, su cui avrebbe dovuto aggiungere per ogni singolo cittadino: i lavori fatti, l autonoma sistemazione o l assegnazione nel Progetto Case, consorzi e stato d avanzamento, eventuali indennizzi come attività produttive o per traslochi e beni mobili, fondi e risorse utilizzate, insomma vita morte e miracoli di ognuno dopo il sisma. Allargare poi il lavoro a tutti i Comuni del cratere, in modo da verificare doppie autonome sistemazioni, all Aquila e a Scoppito per esempio, incrociando i dati a scopo di verifica, oltre che di lavoro e di statistica sul sisma. Dovremmo avere una banca dati stratosferica, dove tutti, con un click e in automatico, dovrebbero incrociare dati sui soldi pubblici presi da ognuno, e capire lo stato dell arte in ogni momento e in tempo reale. Ma nonostante i milioni di euro spesi, perché ciò venisse realizzato, non c è nulla, che possa lontanamente assomigliare ad una banca dati funzionale. Vogliamo sapere quando arriveranno i soldi per i traslochi o beni mobili? Quante pratiche sono ancora da pagare? Non si può, i grafici che appaiono quando appaiono, su un sito regionale, non dicono nulla a riguardo. Facciamo un altro esempio. Qualche giorno fa, sono state restituite le chiavi di un alloggio assegnato nel Progetto Case al relativo settore, ma negli archivi, quell assegnatario non risultava nemmeno. Non siamo in grado di sapere in tempo reale, quanti alloggi del Piano case sono occupati, quanti sono liberi e dove, come gestirli e a chi assegnarli se si liberano. Non c è nulla di attendibile. Oggi, che centinaia di famiglie sono sfollate nuovamente da quei Map, fatti con materiali scadenti a seguito dell inchiesta giudiziaria in corso, non conosciamo le disponibilità reali di altri alloggi. Le banche dati, pagate dallo Stato al Servizio elaborazione dati per bei milioni di euro, altro non sono che griglie, dove dipendenti comunali hanno inserito numeri come fossero tanti dattilografi, per elencarli in una serie di fogli digitali che non comunicano tra loro, come fogli di carta su pc. Il difetto di produrre elenchi digitali poco funzionali, perché appunto sono solo elenchi zeppi di errori, il Sed in realtà ce l ha nel dna, perché anche nelle proprie attività ordinarie, a servizio del Comune dell Aquila, come per esempio nella gestione degli stipendi, dei tributi e dell anagrafe, (SEGUE) Direttore Responsabile: Giuseppe Vespa. Autorizzazione Tribunale di del 13/8/92, reg. giornali n 293 Direzione e amministrazione: via G. Caldora - Terminal Bus L.Natali, fax Stampato in proprio.

2 2 più d un dipendente ha lamentato che se vedi lo stipendio, non puoi incrociare anche lo straordinario. Solo rigide griglie e semplici elenchi, spacciati per software altamente innovativi e venduti come tali allo Stato, contro il quale si sta consumando una vera e propria truffa, perché non solo è impossibile incrociare dati, ma la cosiddetta banca dati per l emergenza non è mai stata implementata ed aggiornata, eppure tali servizi sono stati considerati svolti e fatturati, mentre in contemporanea chi ha potuto, s è creato banchette e bancarelle, come meglio ha saputo fare. Come il servizio attività produttive del Comune dell Aquila, tanto per citare esempi concreti. D altro canto la struttura commissariale prima, e le amministrazioni comunali poi, in particolar modo quella del capoluogo, non hanno mai fatto controlli, portando lo Stato a pagare al buio. Oggi il Servizio elaborazione dati, comincia a presentare le fatture relative alla convenzione 2012, per lavori e servizi mai fatti. E qui cadrà l asino, vi racconteremo come lo Stato continua ad essere truffato, senza che nessuno se ne accorga. Alessandra Cococcetta AEROPORTO, LAVORI ANCORA IN CORSO MA GLI ATR42 NON ENTRANO NEGLI HANGAR Con una delibera del 31 luglio 2012, la Giunta Comunale ha autorizzato i lavori per la riqualificazione e l'ampliamento della struttura situata all'interno dell'aeroporto di Preturo, lavori che sta eseguendo in economia, a 350mila euro, la Xpress Srl che si è aggiudicata il bando per la gestione dello scalo aquilano. Lavori che furono presentati con apposita cerimonia e cerimonieri, a fine settembre Decisivi, così almeno pare, per ottenere la certificazione dell Enac necessaria per l'attivazione dei voli commerciali. I lavori in realtà sono partiti, ma c'è più di un mese di ritardo sulla tabella di marcia, e quindi è impossibile tener fede alle intenzioni. Se i voli non partono però, almeno questo si percepisce, tutto lascerebbe pensare ad un ennesimo spazio dove piazzare negozi. Due anni fa venne annunciato il collegamento da sei posti con Ciampino, poi a seguire Milano, l'albania e la Croazia. Tutto ciò sarà possibile solo quando e se arriverà la certificazione e si potrà volare con aeromobili fino a 70 posti. Per l'estate e con il "pezzo di carta", come dice sicura l'assessore Emanuela Iorio, i voli partiranno. Intanto a proposito di lavori, secondo la Iorio, i due hangar avrebbero bisogno di essere sistemati e messi in sicurezza dopo le potenti nevicate dell'anno scorso. Cosa strana però, perché le riparazioni le fece allora una ditta Preturo nella tettoia che unisce i due hangar. Cialente sostiene che diventerà il terzo Aeroporto di Roma e appena ci saranno i soldi allungherà la pista. Intanto gli Atr42, alti 8 metri, che dovrebbero volare da Preturo, come fanno ad entrare negli hangar che sono alti 4? Su servizio e testo di Matilde Albani, riprese Elisabetta Di Giorgio

3 3 I MILLE MODI DELL AMMINISTRAZIONE, PER DIMENTICARE I GIOVANI AQUILANI Le dichiarazioni di Cialente, sul fatto che migliaia di giovani stiano lasciando, indignano i cittadini, in particolar modo chi ha perso il lavoro al Comune, e ci chiama dicendo come mai il Sindaco, invece di difendere il loro posto, gestito al contrario da Barca, gridi oggi al lupo al lupo ben sapendo di non aver alzato un dito, perché i giovani di questa città fossero garantiti. Avevano parlato di princìpi costituzionali e di selezioni pubbliche necessarie a dare il posto fisso, ma nemmeno il tempo di assumere i vincitori, che l Ufficio speciale ed il responsabile, ex manager di Finmeccanica Aielli, bandisce selezioni per 23 o 28 tecnici tra ingegneri ed architetti, per le pratiche della ricostruzione. Ma come, non c era stato un concorsone di ferro bandito da poco? Parecchia gente, che preferisce mantenere l anonimato, non si spiega come mai Cialente, non abbia avuto molto da dire a riguardo, non si era accorto che cento giovani al mese lasciavano la città nel 2012?.Si chiede più d uno. Dati forniti e diffusi da tempo dall Ufficio Statistica dell amministrazione, eppure finché ha fatto politicamente comodo credere che un nuovo Governo, meglio se con Bersani, avrebbe rifatto in men che non si dica, pare andasse tutto bene, con un cronoprogramma coi fiocchi, da ricostruire in cinque anni ed una città pronta a ripartire a pieno ritmo. Ce lo ha ricordato Massimo Cialente fino a poche settimane fa, ogni volta che lo incrociavamo, noi, con il nostro radicale pessimismo, e lui, con il suo proverbiale ottimismo. E invece è bastato il flop di Bersani e del loro Pd per invertire la rotta, e addirittura gelarsi con quanti del partito, lo ha fatto la senatrice Pezzopane con Barca, sono venuti qui solo a raccontare una ricostruzione che non c è. Ma come, fino all altro ieri andavano a braccetto e andava tutto bene, oggi rivà tutto male, dobbiamo rifare le barricate, senza soldi ci incateniamo, andiamo a fare le sassaiole, ci leviamo le fasce, e disconosciamo, simbolicamente eh, la presenza del Prefetto per dire che lo Stato non c è? Hanno ragione quei giovani, che hanno pianto per aver perso anche quel posto a tempo determinato al Comune, molti hanno figli, non sanno che fare, e Massimo Cialente non li ha mai difesi veramente. se la sono venduta, ci ripetono al telefono, mentre noi rigiriamo queste frasi in tremila modi, senza trovare neanche una parola di Cialente a smentire una gestione oscura del concorsone, e del concorsino, banditi solo per sistemare gli amici, e quelli rimasti fuori ma comunque da ripescare. E soprattutto così, che si dimenticano i giovani. Cialente e la sua Giunta, continuano a farlo ogni volta che tagliano le gambe alla città, con una Capitale europea della Cultura, dove non c è spazio che per il loro apparato, e oltre le mura urbiche non si va; ogni volta che pensano che una città smart, sia solo qualche affidamento di favore o qualche garetta da pensare o gestire col sistema dell aumm aumm; tutte le volte in cui lo Stato gli ha offerto consulenti autorevoli, come i quattro per la Struttura speciale a Palazzo Rotolio, che avrebbe dovuto avere anche Renzo Piano, ed invece è stata ampliata a dieci persone di cultura media, di cui non facciamo i nomi per rispetto della dignità di questa città, e tutte le volte che con i miliardi arrivati da Roma, non hanno mai saputo cogliere l opportunità per crescere, assumere senza favori, far diventare, luogo di aggregazione giovanile e d opportunità di lavoro. Per non parlare dell Università, un tempo di prestigio, oggi travolta miserevolmente in una serie di scandali ed affari, dai quali solo una manciata di docenti, ma neanche li contiamo su una mano, sono riusciti a prendere le distanze. E si riempiono ancora la bocca, con la parola giovani. Alessandra Cococcetta PER UNA LIBERA INFORMAZIONE

4 4 MAPPOPOLI, DISPOSTO LO SGOMBERO DEI MAP PERICOLOSI E stata firmata l ordinanza con la quale viene disposto lo sgombero, entro il 15 aprile, di un centinaio di Map. Gli alloggi riguardano l intero complesso di Cansatessa-San Vittorino e una parte di quelli che si trovano nei villaggi di Arischia e Tempera. Il provvedimento si è reso indispensabile in seguito al sequestro preventivo disposto dalla magistratura, in relazione a un inchiesta giudiziaria in corso che riguarda vicende risalenti all epoca della costruzione dei fabbricati in questione, prima ancora che gli stessi venissero ceduti al Comune dell Aquila. Nell ordinanza, inoltre, si sottolinea come, in seguito a un incontro tra i dirigenti dei settori comunali competenti e il consulente tecnico d ufficio, sia stata data particolare attenzione alla relazione tecnica riguardante le indagini strutturali. Da questo documento e dagli esiti delle indagini delle prove eseguite risulta, in particolare è scritto nell ordinanza che la piastra di fondazione in corrispondenza dell ancoraggio delle strutture in legno è posta in condizioni di non verifica, con un coefficiente di sicurezza pari a circa il 20% in meno di quanto previsto dalle norme tecniche per le costruzioni. Inoltre le opere secondarie è riportato ancora nel provvedimento presentano difetti che generano pericoli per l incolumità degli assegnatari dei Map. In particolar modo i pavimenti esterni risultano staccati dal sottostante massetto, con rischio di cadute o lesioni per persone anziane o con ridotta capacità motoria, i lampioni di illuminazione esterna sono mal posti in opera, oscillano sotto il minimo sforzo in maniera eccessiva e possono risultare a rischio per una caduta su persone e inoltre, in molteplici edifici, il legno risulta già deteriorato dalle azioni meteoriche. L azione della magistratura e la pericolosità evidenziata nella relazione tecnica sulla costruzione di questi edifici ha osservato l assessore all Assistenza alla popolazione ha reso necessaria l ordinanza di sgombero. Naturalmente, nessuno degli assegnatari interessati uscirà dalle case in questione senza prima aver avuto un alternativa valida, nessuno sarà lasciato per strada. Gli uffici comunali lavoreranno senza sosta per garantire comunque l assistenza o un adeguata soluzione alloggiativa a coloro che, nostro malgrado e non per nostra responsabilità, dovranno lasciare i map sequestrati. Nei limiti del possibile, verremo incontro alle esigenze di tutti. E proprio per consentire alle nostre strutture di concentrare gli sforzi su questo problema grave e delicato ha concluso che l accesso al pubblico degli uffici dell assistenza alla popolazione sarà temporaneamente interdetto e riprenderà regolarmente da martedì 17 aprile". MAPPOPOLI, CONVOCATA LA TERZA COMMISSIONE CONSILIARE La Terza Commissione Consiliare, Politiche sociali, culturali e formative, si riunirà nella sala Giunta della sede comunale di Villa Gioia venerdì 12 aprile, alle ore 8.30, per discutere in merito alla situazione di emergenza che si è venuta a creare in seguito alla vicenda dei Map. Lo ha reso noto il presidente della Commissione, Adriano Durante. "All ordine del giorno - scrive il consiglieree - anche la discussione sul monitoraggio degli stessi alloggi Map e di quelli dei quartieri Case, dei costi e del numero delle persone assistite, anche in riferimento agli ospiti della Scuola sottufficiali della Guardia di Finanza. Ho ritenuto di dover procedere alla convocazione alla luce di una situazione complessa che assume il carattere di un vero e proprio dramma per molti cittadini. Un emergenza, dunque, rispetto alla quale la Commissione preposta alle questioni sociali e assistenziali ha il dovere di interrogarsi e di individuare soluzioni conformi alle esigenze della popolazione." "Passando a un altra problematica sollevata dai cittadini - continua - e che ho potuto constatare di persona, ho incontrato i vertici della società Gran Sasso Acqua in merito al problema dei sottoservizi in via Colle Sapone. A seguito dei lavori per la realizzazione della rete fognaria, infatti, sono state riscontrate criticità anche per quella idrica. Ho pertanto esortato la società a volere provvedere in tempi rapidi all esecuzione dei relativi interventi, approfittando del fatto che lo scavo è già stato effettuato per i lavori appena eseguiti. Ho avuto rassicurazioni dalla società e confido che si proceda come da accordi, anche per evitare ulteriori disagi." "Invito, infine, l assessorato ai Lavori pubblici a voler programmare interventi complessivi di rifacimento del manto stradale in tutto il sistema della viabilità cittadina, dal momento che sono presenti un po ovunque danneggiamenti e cedimenti, con buche profonde e pericolose per gli automobilisti e per i pedoni, in particolare quando piove e l acqua ne impedisce la visibilità, determinando ulteriori rischi. In particolare si registrano situazioni di estrema criticità su viale della Croce Rossa, via San Giacomo e via Scarfoglio. Mi auguro pertanto che si voglia provvedere al più presto."

5 5 MAPPOPOLI, IL MARESCIALLO RAGONE RESTA AI DOMICILIARI Nessuna libertà né affievolimento della misura cautelare per Rocco Ragone, 51 anni, originario di Mola di Bari (Bari), maresciallo dell'esercito italiano arrestato nell'ambito dell'inchiesta della Procura della Repubblica aquilana sulla realizzazione dei Moduli abitativi provvisori (Map). Lo ha deciso ieri il Gip del Tribunale, Giuseppe Romano Gargarella, evidenziando per l'indagato ancora il pericolo di reiterazione del reato e di inquinamento. L'avvocato Amedeo Ciuffetelli, legale di fiducia del maresciallo dell'esercito, appartenente alla task-force Gran Sasso nata per vigilare sulla regolarità di edificazione delle abitazioni provvisorie, accusato di aver invece chiuso un occhio su tutta una serie di irregolarità, ha nuovamente presentato l altro ieri una nuova istanza di revoca della misura degli arresti domiciliari, evidenziando come il maresciallo già da diverso tempo abbia abbandonato l'incarico per essere nuovamente destinato al suo vecchio incarico a Bar i. Ragone, è accusato di corruzione, peculato, estorsione, falso e truffa ai danni dello Stato. Tra le tante accuse al maresciallo, viene contestato in particolare di aver favorito una ditta e chiuso un occhio sulle irregolarità in un appalto che ha portato alla realizzazione di casette post-sisma, i Map di pessima qualità. Inoltre, ha utilizzato auto pubbliche legate al suo ruolo per viaggi personali. In un caso, si è anche finto militare delle Fiamme Gialle per minacciare un'agenzia funebre e farsi scontare un funerale. In molti casi, le 'casette' presentano, come si legge nell'ordinanza, "difformità rispetto alle prescrizioni tecniche della stazione appaltante", che hanno creato agli inquilini "disagi dovuti a continui malfunziona- MAPPOPOLI, UFFICI ASSISTENZA CHIUSI AL PUBBLICO Il comune dell'aquila, rende noto alla cittadinanza che, a causa dell'emergenza venutasi a creare in seguito all'ordinanza di sgombero dei Map di Cansatessa-San Vittorino, Arischia e Tempera, tutti gli Uffici dell'assistenza alla Popolazione, siti in via Rocco Carabba, saranno chiusi al pubblico da oggi, martedi 9 aprile fino a lunedì 15 aprile. Gli Uffici saranno di nuovo aperti al pubblico, pertanto, a partire da mercoledì 17 aprile. Il Comune dell'aquila si scusa con l'utenza per gli eventuali disagi. GAMAL, AL VIA FORMALMENTE LA "CONSULTA DEGLI STRANIERI" Il consigliere comunale straniero del Comune dell'aquila, Gamal Bouchaib, rende noto che "la Consulta degli Stranieri verrà finalmente costituita in modo formale". "Dopo la precedente esperienza - afferma - che non aveva carattere ufficiale ma, per così dire, sperimentale, e a seguito del riconoscimento dell organismo all interno dello Statuto del Consiglio comunale, adesso si può finalmente prevedere una costituzione formale." "La Consulta - ricorda il consigliere - riveste una grande importanza per la comunità straniera, ai fini di una maggiore efficacia e possibilità programmatica rispetto alle iniziative in favore delle politiche per l immigrazione e l integrazione. Questo organismo, inoltre, può agire di concerto e in sinergia con enti e istituzioni locali, favorendo un dialogo reale e operativo. Per questa ragione all interno saranno rappresentate tutte le associazioni di immigrati a livello regionale e vorrei proporre una partecipazione da parte di coloro che hanno ricoperto l incarico di consigliere straniero." "Mi aspetto - conclude - che ognuno, singolarmente o in maniera associativa, dia il proprio contributo in termini di proposte e di interventi, ai fini di dar vita ad una realtà in grado di favorire una convivenza solidale e integrata, un binomio che ovunque è sinonimo di modernità e ritorno in termini di sviluppo e qualità della vita per tutti." CORSO FEDERICO II, CHIUSURA PARZIALE FINO AL 4 MAGGIO Il sindaco dell Aquila Massimo Cialente ha firmato un ordinanza con la quale si dispone la chiusura del corso Federico II, dal numero civico 22 al numero civico 34, a partire da oggi, martedì 9 aprile, e fino a sabato 4 maggio. La chiusura, come si legge nel dispositivo, è dovuta a ragioni di sicurezza, onde consentire il completamento delle opere provvisionali. L accesso a piazza Duomo, pertanto, verrà consentito tramite l apertura provvisoria, per il medesimo periodo, al passaggio pedonale e a quello veicolare, riservato però esclusivamente ai mezzi autorizzati, di via Cesare Battisti e di via Indipendenza.

6 6 IL TOPO INTELLIGENTE, TRE SU QUATTRO NON ROSICCHIANO NELLA SCATOLA RATTICIDA... Quanti di noi si saranno chiesti se e come funziona questa scatola blu e nera che ci hanno spiegato essere un marchingegno per ammazzare i topi, sempre più frequenti in città. Qualcuno, oltre ai soliti vandali, l'ha anche aperta pensando di trovarci topi morti, ma l'ha trovata vuota. Si tratta del servizio di derattizzazione che da un anno sta effettuando il Comune dell'aquila, tramite una ditta di Mosciano (Te) che s'è aggiudicata l'appalto al costo di circa 150mila euro. La trappola, che si chiama Beta2, contiene una vaschetta per il ratticida, e tramite un bolo da esca, il topo che entrandoci lo rosicchia, dovrebbe rimanere stecchito a seconda della quantità rosicchiata. DI STEFANO: "CHIODI, NON HA VOLUTO UNA LEGGE SPECIALE" Il segretario cittadino del Pd, Stefano Albano chiede la cittadinanza onoraria aquilana alla madre di Federico Aldrovandi. "Patrizia Moretti - afferma Albano - la madre di Federico Aldrovandi, che sopporta con encomiabile dignità la ferita che le è stata inferta e continua a nutrire fiducia assoluta nelle istituzioni, merita la cittadinanza aquilana. Penso che sia una Dura replica dell'assessore alla Ricostruzione, Pietro Di Stefano, alle recenti dichiarazioni del presidente Chiodi sulla ricostruzione della città. "Il senso di responsabilità del governatore della nostra regione, già commissario per la Ricostruzione, - afferma Di Stefano - si poteva dimostrare con una legge speciale per L'Aquila. Dal Friuli all'irpinia, passando per l'emilia, le Regioni hanno sempre assolto alle loro prerogative in materia legislativa. Di più. Il governatore della Regione sismicamente più disastrata d'italia ha dovuto aspettare una nota del Capo dipartimento della Protezione Civile per fornire il Piano di protezione civile dei suoi Comuni." "Ascrivere poi a se stesso risultati raggiunti da altri, - continua Di Stefano - come la costruzione dei MUSP a uso scolastico, è indice di millanteria o di scarsa memoria degli avvenimenti. Quando poi si legge dalle sue dichiarazioni che il Comune dell'aquila avrebbe in cassa ancora due miliardi di euro, quando anche le pietre di questa sfortunata città sanno che dal mese di ottobre non ci sono più fondi, si tocca l'acme del ridicolo. I due miliardi, Chiodi lo sa bene, sono l'importo totale della delibera Cipe che L'Aquila Veleno, badate bene, che se mai dovesse uscire o essere asportato, è insufficiente a procurare danni alle persone. Nell'ultimo report mandato dalla ditta al Comune, come da convenzione, si legge che sono stati installati solo all'aquila, da Giugno ad Ottobre 2012, circa 2000 dispositivi, (2052 per l'esattezza). Di questi, circa 3 su 4 non sono stati rosicchiati. Quelli rosicchiati al 100% sono stati meno dell'1% mediamente ogni mese. In totale invece, quelli che sono stati rosicchiati in qualsiasi modo (25% - 50% e 100%) sono mediamente ogni mese circa 300 al mese, su circa 2000 installati pari cioè al 15% medio. Quelli rotti/mancanti (mediamente 70 al mese) rappresentano circa il 3,5% del totale degli installati. Il conto si fa subito, pure il nostro topo è diventato furbo e non ci casca. Matilde Albani aspetta per avere una boccata d'ossigeno. Solo 985 milioni saranno utilizzati per la ricostruzione privata; la restante cifra riguarda una molteplicità di voci, che vanno dall'assistenza alla popolazione al pagamento degli espropri, fino alle spese per il servizio prestato dalle forze dell'ordine." "All'Aquila serve, non mi stancherò mai di ribadirlo, il ripristino del plafond della Cassa Depositi e Prestiti, quello stesso che il suo collega Errani ha attivato, basandosi sul riuscito modello Abruzzo, per l'emilia." ALBANO, PER LA CITTADINANZA ONORARIA A MADRE DI ALDROVANDI scelta che farebbe onore alla nostra città: chiederò al gruppo consiliare del Partito Democratico in Comune di promuovere una decisione in questo senso." "Siamo tutti rimasti colpiti e impressionati dal coraggio della signora Moretti, che si è manifestato anche recentemente, quando non ha avuto paura di affrontare a viso aperto una manifestazione scandalosa che sotto i suoi occhi infangava la memoria del figlio e la verità dei fatti. deve seguire la scia di Bologna, che ha conferito la cittadinanza onoraria a Patrizia Moretti. Perché è città aperta, perché sa bene cosa sono il dolore e le ingiustizie e conosce la dignità per affrontarle."

7 7 Maurizio Acerbo, consigliere regionale del Prc, interviene in merito alla sua proposta di legge per l abolizione dei doppi vitalizi, all ordine del giorno del Consiglio regionale di martedì. "Spero - afferma - che venga approvata e che comunque non si ricorra di nuovo al trucchetto del voto segreto. Per questo ho presentato da lungo tempo un progetto di legge che interviene su un fenomeno che ha giustamente suscitato diffusa indignazione: il doppio vitalizio". "E vero che è stata definita a livello nazionale e regionale l abolizione dei vitalizi a partire dalla prossima legislatura regionale sostituiti dal sistema contributivo. Ma rimangono un bel po di vitalizi in essere e in via di maturazione. La mia proposta di legge cancella una situazione insostenibile sul piano etico ed economico relativa alla possibilità di cumulare il vitalizio di ex-consigliere regionale con quello di ex-parlamentare. Insomma se un ex-consigliere regionale matura il vitalizio anche in qualità di parlamentare non percepirà più entrambi i trattamenti come accade attualmente." "Con il mio progetto di legge - prosegue Acerbo - si interviene sulla materia, con integrazione alla legge regionale 40/2010, prevedendo il divieto di cumulo dell assegno vitalizio con altro analogo trattamento spettante per cariche elettive (parlamento nazionale, europeo o di altra regione). Va precisato che rispetto alla prima proposta di legge che avevo presentato che prevedeva l eliminazione totale del vitalizio regionale ho reso più soft la mia proposta prevedendone la riduzione dell 80%. Ho cercato di venire incontro alla vibrante protesta e preoccupazione di colleghi consiglieri preoccupati per la sorte delle famiglie dei titolari di doppi vitalizi. Faccio loro presente - sottolinea - che non morirà nessuno di fame dato che comunque gli exconsiglieri continuerebbero a percepire il vitalizio da parlamentari che sicuramente è assai più cospicuo della gran parte delle pensioni degli italiani." "La legittimità della norma credo che non possa essere messa in discussione. Non si invochino i diritti acquisiti perché il vitalizio non è una pensione e infatti non è commisurato ai contributi versati. Già la normativa prevede che sia sospeso il vitalizio regionale in caso di elezione al parlamento nazionale e/o europeo. Su mia proposta è stata Regione ABOLIZIONE DOPPI VITALIZI, ACERBO: "NESSUNO MORIRA' DI FAME" approvata nel 2011 la norma che prevede che La corresponsione dell'assegno vitalizio è sospesa qualora il titolare dell'assegno sia stato nominato Presidente, vice Presidente o componente di Consigli di Amministrazione o Revisore legale o componente di Collegio sindacale, o Direttore generale di Enti dipendenti dalla Regione, Consorzi, Agenzie, Aziende regionali. Queste norme sono uscite confermate nella loro legittimità dalla giustizia amministrativa. Non si capisce perché la medesima logica non possa applicarsi al doppio vitalizio. Anche chi ritenga giusto l istituto del vitalizio per i parlamentari e i consiglieri regionali dovrà convenire che difficilmente si può giustificarne la sommatoria." "Infatti secondo l autorevole opinione della stessa associazione exparlamentari l indennità e il vitalizio, strettamente connessi nella loro funzione di garanzia della libertà di deliberare sarebbero conseguenza diretta del dettato costituzionale, come previsto dagli articoli 67 e 69. Il vitalizio non è una pensione, ma un assicurazione rivolta a garantire anche nel futuro l indipendenza del parlamentare cessato dal mandato ed è fondata su un principio di mutualità e quindi con il concorso di contribuzioni solidali. L eliminazione del doppio vitalizio non preclude in alcun modo la garanzia della libertà di deliberare. A garantire anche nel futuro l indipendenza del parlamentare o del consigliere regionale dovrebbe essere sufficiente un solo vitalizio, altrimenti se ne dovrebbe dedurre che chi ha ricoperto o ricopre soltanto una delle due cariche istituzionali non può e non ha potuto esercitare in piena libertà i l p r o p r i o m a n d a - to. Semplicemente si reperiranno un po' di risorse che potranno essere destinate alle politiche sociali." "Confido che la proposta - conclude il consigliere di Rifondazione - sia accolta positivamente dall intero Consiglio Regionale e costituisca uno stimolo anche per una riforma complessiva da parte del Parlamento." CONSIGLIO REGIONALE, OGGI SEDUTA ORDINARIA ALL EMICICLO La settimana politica in Consiglio regionale d'abruzzo, inizia oggi, martedi' 9 aprile, al palazzo dell'emiciclo dell'aquila, con la Conferenza dei Capigruppo, in programma alle ore 10:00. Previste le audizioni dei rappresentanti delle organizzazioni sindacali per fare il punto sulla situazione finanziaria dei centri regionali di ricerca, con particolare attenzione al Cotir di Vasto. Alle 11:00 seduta ordinaria dell'assemblea; alle 15:00 spazio al Question time. Mercoledi', alle 10:00, e' convocata la Prima Commissione (Bilancio) per esaminare, tra gli altri argomenti, il rendiconto finanziario 2012 del Consiglio e il progetto di legge sul riordino degli enti regionali. Alle 11:00, in Sesta Commissione (Politiche europee), si parlera' del piano di azione europeo per il commercio al dettaglio, mentre alla 12:00 la T e r z a C o m m i s s i o n e (Agricoltura) si occupera' dei progetti di legge sulla valorizzazione dell'attivita' apistica, sulla legge forestale regionale e sulla disciplina delle fattorie didattiche in agricoltura. Domani, alle 10:00 in Seconda Commissione (Enti Locali, Governo del Territorio) interverranno in audizione l'assessore regionale Angelo Di Paolo, il Commissario unico degli Ato, Pierluigi Caputi, ed i Presidenti delle sei societa' che gestiscono in Abruzzo il ciclo idrico integrato. Si discutera' anche dell'adeguamento dei canoni di locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Alle ore 11:30, alla seduta della Commissione di Vigilanza, infine, partecipera' l'assessore al Personale, Federica Carpineta, sul conferimento degli incarichi di Direttore regionale. La Commissione si occupera' anche dell'acquisto di apparecchi tiflotecnici ed elettronici per i non vedenti.

8 8 Regione SOCIALE, SINDACI IN PIAZZA CONTRO TAGLI DELLA REGIONE Su iniziativa del gruppo consiliare regionale del Pd, circa 200 persone tra sindaci abruzzesi, rappresentanti di associazioni e cittadini, si sono trovate ieri mattina in piazza Unione, a Pescara, sotto la sede del Consiglio regionale, per esprimere preoccupazione sulla politica che la giunta sta portando avanti nel settore delle politiche sociali e per la riduzione dei fondi destinati a questa voce. "La situazione e' drammatica - ha detto Marinella Sclocco, consigliere regionale Pd - e l'appuntamento di oggi nasce dalla situazione in cui si sono trovati i sindaci, specie quelli dei comuni piu' piccoli, a seguito dei tagli della Regione e del Governo. La Regione - ha proseguito - non ha pagato i Comuni per i servizi gia' svolti e rendicontati per il 2011 e 2012 e per il 2013 ha annunciato tagli del 97 per cento". Sclocco si e' augurata una inversione di tendenza, almeno per il Ha anche sottolineato ulteriori problemi nel settore. "La Regione - ha detto - non ha ancora attivato l'integrazione socio sanitaria e le Ipab non sono state trasformate in Asp. Ha promosso una riforma delle Comunita' montane, abolendole, senza dare una alternativa nella gestione dei servizi sociali". Nel corso della manifestazione e' stato chiesto un incontro con l'assessore regionale Paolo Gatti che ha ricevuto una piccola delegazione. Dopo l'incontro con Gatti, Sclocco fa notare che solo pochi sindaci "hanno avuto l'onore di ascoltare con le proprie orecchie le affermazioni dell'assessore alle Politiche sociali che, tra l'altro, ha semplicemente rimbalzato la palla a Roma. 'I tagli sono imposti dal Governo, non e' colpa nostra. Punto'", avrebbe detto Gatti stando al resoconto della Sclocco. "Mi sembra davvero offensivo nei confronti dell'impegno e dell'intelligenza dei sindaci presenti, che sono chiamati a dare risposte concrete ai cittadini dei territori che amministrano", commenta il consigliere del Pd. Da Gatti, prosegue, non e' arrivata "alcuna proposta concreta. Nessuna rassicurazione ai sindaci che non dispongono dei fondi necessari per i servizi sociali. Eppure i sindaci sono responsabili anche penalmente delle mancate retribuzioni ai lavoratori impegnati a garantire i servizi sociali". Sclocco annuncia che sta lavorando su una "proposta concreta finalizzata al reperimento dei fondi mancanti, che sono pari a circa milioni di euro" (rettificando, quindi, il dato fornito stamani di un taglio del 97 per cento).

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Legge 15 dicembre 1990, n. 386, come modificata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507. Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Art. 1. Emissione di assegno senza autorizzazione

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Affidati al monitoraggio di ADAPT e Repubblica degli Stagisti ben 3mila racconti: il problema principale sono i lunghi

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

L ACQUA A ERICE una storia di mala vita, ma anche una battaglia di civiltà Per maggiori informazioni visita il sito del Comune di Erice: www.comune.erice.tp.it OGGETTO: Attivazione iniziative emergenziali

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI FORUM PA 2014 Roma, 27 maggio 2014 CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI PERCHÉ UNA P.A. DI TUTTI HA BISOGNO DI TUTTI 1 - TRASPARENZA 2.0 Per render conto ai cittadini Garantire l'accessibilità totale Siamo

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO dopo il TERREMOTO IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO Assicurare la ricostruzione di case e imprese secondo tempi certi e procedure snelle, garantendo

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Ordinanza n.20 dell 8 Maggio 2015

Ordinanza n.20 dell 8 Maggio 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n.20 dell 8 Maggio 2015 Approvazione delle

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA

COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA COMUNE DI MASER (TV) ESENTE da Marca da bollo COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA Il/La sottoscritto/a: DA COMPILARSI IN CASO DI PERSONA

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012)

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) L art.19 del DL 95/2012 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,

Dettagli

www.sanzioniamministrative.it

www.sanzioniamministrative.it SanzioniAmministrative. it Normativa Legge 15 dicembre 1990, n. 386 "Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari" (Come Aggiornata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507) Art. 1. Emissione

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni)

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni) REGOLAMENTO SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI emanato con decreto direttoriale n.220 dell'8 giugno 2000 pubblicato all'albo Ufficiale della Scuola

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli