Giuliano Stabile - S C A L P I N G. 0 Edizioni SG Book

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giuliano Stabile - S C A L P I N G. 0 Edizioni SG Book"

Transcript

1 0 Edizioni SG Book

2 Analizziamo i fattori che spingono il trader privato a rivolgersi a questo tipo di tecnica speculativa, invece che a tecniche di più ampio respiro basate ad esempio sull analisi tecnica. La bolla speculativa Il mercato, dopo un rialzo strumentale, che non rispecchiava il reale valore implicito delle società àtrattate, si è letteralmente sgonfiato. Proprio come fosse una bolla, che più si gonfia e più aumentano le possibilità che esploda..effetti collaterali La maggior parte degli investitori privati si è vista letteralmente smaterializzare una grossa fetta dei propri risparmi 1 Edizioni SG Book

3 Le borse di tutto il mondo hanno continuato il loro trend negativo contrastando inesorabilmente ogni tentativo di inversione L estensione ai non addetti ai lavori di possibilità operative come la vendita allo scoperto costituisce inoltre un enorme peso che impedisce al mercato di risollevarsi Trader (evoluto) Il trader abbandona l ottica dell investimento a favore di un approccio meramente speculativo. Gli strumenti (informazioni) che gli consentono potenzialmente di prevedere e quindi sfruttare un movimento della quotazione possono essere ad esempio: Analisi fondamentale Analisi fondamentale Analisi tecnica Analisi tecnica Tecniche di entrata (breakout, 1,2,3 Low) Informazioni varie Rsi, Stocastico ecc. 2 Edizioni SG Book

4 Carenze oggettive (derivate da un utilizzo esclusivo delle tecniche sopra citate) Analisi tecnica:lo studio sistematico del movimento del mercato utilizzando le serie storiche dovrebbe garantire un bilancio finale positivo, ma eventi esterni possono a volte condizionare a tal punto la borsa da determinare l inefficacia delle previsioni fatte sfruttando l analisi tecnica. Pattern di entrata: si rivelano molto utili se applicati all interno di strategie più articolate, ma prese singolarmente e senza filtri adeguati rischiano di considerare utili anche falsi segnali e trappole congegnate appositamente. Ne sussegue la necessità di sviluppare una strategia speculativa complessa, che nella sua applicazione tenga presente il maggior numero di informazioni possibili, differenziate per tipologia fra loro. Ma ancor prima è necessario vagliare quale tecnica costituirà lo scheletro effettivo della strategia, intorno al quale poi si collegheranno, tramite algoritmi mentali flessibili, tutte quelle tecniche e quelle informazioni secondarie, poste a prefazione o a verifica dei segnali operativi forniti dalla tecnica principale. In questo corso impareremo ad utilizzare principalmente questa tecnica-scheletro, ovvero lo scalping, e successivamente come sia possibile integrare, accanto a questa, una serie di tecniche e segnali paralleli. Lo scalping però, è una tecnica a se stante, sfruttabile anche a prescindere da tutto quello che non sia la mera lettura del book, e le successive implementazioni e i perfezionamenti applicabili sono volti esclusivamente ad aumentare l operatività, e quindi il guadagno. Il Book Quando si decide di acquistare o vendere una determinata quantità di uno strumento finanziario, per di esempio di un azione, l errore più comune è quello di basarsi sull ultimo prezzo a cui è avvenuto lo scambio per definire quello a cui introdurre il proprio ordine. 3 Edizioni SG Book

5 In realtà è importante invece fare riferimento ai valori espressi dal denaro e dalla lettera, ovvero dalla migliore proposta di acquisto e dalla migliore proposta di vendita. La lettera è sempre superiore al denaro, perché le proposte di acquisto con prezzo più alto delle proposte di vendita, e viceversa, hanno già incrociato la controparte. Per essere sicuri che la proposta da immettere sia soddisfatta è necessario quindi tenere presente i valori espressi dalla lettera nel caso si voglia comprare e dal denaro nel caso si voglia vendere. In pratica, infatti, quando si inserisce un ordine al meglio, questo verrà soddisfatto al miglior prezzo disponibile, rappresentato dal denaro se il nostro ordine era di vendita, dalla lettera se l ordine era di acquisto. Considerando l esempio qui sopra, se si inserisse un ordine di acquisto al meglio il prezzo di esecuzione sarebbe , nel caso il nostro ordine fosse di vendita allora sarebbe eseguito a Il book non è altro che una maschera dove vengono visualizzate le 5 migliori proposte in denaro ed in lettera. Le proposte sono rappresentate in forma decrescente, dalla migliore alla peggiore, su cinque livelli che vengono denominati appunto con il numero che li rappresenta. Ogni livello però non contiene un unica proposta, ma tutte quelle che hanno lo stesso prezzo. Ecco allora che è possibile visualizzare anche la quantità complessiva di azioni e il numero di proposte che va a formare quella quantità. 4 Edizioni SG Book

6 Il Book Il book è inserito all interno del book order, che appare così strutturato: 5 Edizioni SG Book

7 Definizione: tecnica altamente speculativa che consente di sfruttare le micro variazioni di prezzo prossime, ma già espresse in potenza dal book. Ma qual è la teoria che si trova effettivamente a monte di questa tecnica? Per saperlo dobbiamo incominciare con l analisi dei partecipanti al gioco.. Per comodità esplicativa, tutti i professionisti che scambiano in borsa grandi quantità in termini di volumi verranno definiti pesci grossi.. Se si riuscissero a riconoscere i loro movimenti sul book e quindi anche le loro intenzioni nel breve, si riuscirebbe a prevedere e quindi a sfruttare una grossa parte degli effetti, ovvero delle microscillazioni causate dalla loro presenza e dai loro movimenti. 6 Edizioni SG Book

8 Questi SQUALI agiranno seguendo regole completamente diverse da chi muove un quantitativo azionario minimo per volta : è ovvio che se si vuole vendere non sarà possibile ne farlo al meglio, onde evitare il repentino lievitare delle quotazioni, ne al limite, perché si rischierebbe sia di diventare evidenti sul book, sia di lasciare parzialmente insoddisfatta la proposta. E lecito pensare che abbiano sviluppato delle tecniche particolari che consentano di vendere e comprare grossi quantitativi, senza però alterare momentaneamente il prezzo, ma soprattutto che procurino la contro parte necessaria per soddisfare l ordine. Sfruttando le tipiche reazioni dei cosi detti pesci piccoli a certi tipi di configurazioni sul book, diventa loro possibile avere un controllo momentaneo sul titolo. Vi sono innumerevoli tipi di configurazioni che corrispondono a reazioni più o meno definite del titolo, ma quasi tutte sono basate sulla seguente semplice regola : Quando il mercato si scontra con una grossa quantità ad un dato livello di book, tenderà a dirigersi di qualche tick nella direzione opposta. 7 Edizioni SG Book

9 Teoricamente, più alto sarà il numero delle proposte, maggiore sarà l affidabilità del livello. In pratica però non vi è alcuna garanzia che una particolare configurazione di book rappresenti la reale volontà delle entità in gioco, piuttosto che quello che si vuole far credere. L unico modo certo di attribuire validità di supporto o resistenza ad un dato livello, a seconda che si trovi in denaro o lettera, è quello di analizzare il suo comportamento quando il mercato vi si scontra. In realtà lo scalper professionista non ha bisogno di attendere lo scontro del mercato con un certo livello per stabilirne la reale consistenza, perché considerando le configurazioni precedenti, la situazione generale del mercato e quella particolare del titolo in questione, può dedurre con discreta sicurezza se quella quantità a quel prezzo trova una giustificazione logica, o se funge più semplicemente da trappola. In generale però Un numero maggiore di proposte, pur nella sua virtualità, assicura comunque un tempo di smaltimento del livello maggiore, se non altro perché la trasformazione o la revoca di queste necessiterà di uno spazio temporale relativamente più alto. 8 Edizioni SG Book

10 E necessario a questo punto introdurre il concetto di Livello valido Si definisce livello valido minimo qualsiasi livello del book che garantisca una tenuta per un tempo tale da consentire almeno una volta l escursione di prezzo nella direzione opposta di almeno due tick. Il livello valido minimo può essere preso in considerazione solo da scalper esperti, mentre per utenti meno pratici della tecnica il tempo di tenuta dovrà essere tale o da consentire un escursione di 3 tick, e preferibilmente non per una singola oscillazione. 9 Edizioni SG Book

11 Per Pivot si intendono dei livelli pre calcolati di contenimento del mercato per l'unità temporale successiva. Derivano dai traders americani che lavorano nelle grida i quali calcolano, attraverso delle appropriate formule basate su vari tipi di perequazioni matematiche, dei livelli di supporto e resistenza su cui comprare o vendere il mercato durante la giornata. INFATTI Se si adotta un dominio temporale giornaliero sarà possibile prima dell'apertura della seduta, calcolare dei livelli di supporto o resistenza che a livello teorico, ma statisticamente molto soddisfacente, dovrebbero individuare il minimo ed il massimo di giornata. Formule PIVOT Pivot Classico : Ap (Average price) = (H+L+C)/3Ap 3 In cui : HH = Massimo di giornata LL = Minimo di giornata C = Chiusura di giornata I livelli di Pivot indicanti il primo supporto e la prima resistenza sono dati da: PvH1 (Pivot Resistenza 1) = (2 x Ap) L PvL1 (Pivot Supporto 1) = (2 x Ap) - H Se questi primi livelli verranno superati allora si calcoleranno i secondi: PvH2 (Pivot Resistenza 2) = Ap --PvL1 + PvH1 PvL2 (Pivot Supporto 2) = Ap --(PvH1 (--PvL1) 10 Edizioni SG Book

12 L evoluzione della specie.. Il motivo per cui di seguito sono indicati sei diversi tipi di formule risiede nel fatto che alcuni meglio si adattano a certi mercati e a certi domini temporali piuttosto che ad altri. Ognuna di esse presenta delle caratteristiche intrinseche che la rendono più o meno adatta a seconda del tipo di trend in atto. Funziona bene soprattutto nelle fasi laterali anche se a volte non è molto preciso. Pivot A: AvP = (h+l+c)/3 Funziona bene soprattutto nelle fasi laterali anche se a volte non è molto preciso Pivot B:Ap = 2*(c+h+l)/3Ap 3--cc. E più preciso del precedente ma è meno conosciuto. Pivot C: Ap = 2*(3*c+h+l)/5Ap 5 cc Estremamente versatile, funziona bene con gli stock index future,come il fib30, nelle fasi laterali ( utilizzando i livelli ricavati con grafici da 3 a 20 min.) Pivot D: Ap = 2*(open+h+l)/3Ap 3 cc (open= apertura corrente) Sostituzione nel Pivot B del prezzo daily con il prezzo di apertura. Da utilizzarsi se si verificano aperture in gap. Tale procedura andrebbe utilizzata in generale su qualsiasi formula che si decidesse di applicare per il calcolo dei Pivot. Pivot E:Ap = 2*(c+h+2*l)/4Ap 4 cc Si utilizza in caso di trend ribassista ben definito e fornisce dei valori di sopporto molto validi.(valori approssimativi per resistenza) Pivot F: Ap = 2*(c+2*h+l)/4Ap 4--cc Si utilizza in caso di trend rialzista ben definito e fornisce valori di resistenza molto validi.(valori approssimativi per supporto) 11 Edizioni SG Book

13 Le fasce di tolleranza Non necessariamente il mercato deve raggiungere perfettamente un pivot point prima di cambiare direzione. La distanza del punto di inversione dal pivot relazionato viene chiamata fascia di tolleranza e viene così calcolata: La formula indica solamente il 10% del valore ricavato dalla media aritmetica del range (H -L = Massimo meno il Minimo) degli ultimi tre giorni. ad esempio sul FIB30 se l'escursione media dei prezzi degli ultimi tre giorni è stata di 300 punti, si dovrà considerare il 10% di 300 punti cioè30 punti. Si potrà quindi affermare che la quotazione del FIB si trova su un livello di Pivot se differisce al massimo di 30 punti in più o in meno rispetto al livello calcolato precedentemente. Come usarli In caso di trend intraday forti e ben definiti, è facile che i pivot si rivelino dei perfetti muri di carta. In questi casi può essere estremamente rischioso considerare le loro prossimità come un punto di ingresso sicuro, e solo lo scalper esperto sarà abbastanza veloce da chiudere la posizione per tempo, magari anche in leggero loss, prima che l accelerazione impressa dal superamento del pivot comporti una perdita relativamente eccessiva. Se invece il mercato risulta piatto, o comunque disordinato (situazione frequente nelle fasi di accumulazione e distribuzione), i pivot verranno quasi sicuramente rispettati (più che altro sfruttati..); in ogni caso costituiranno dei livelli validi minimi. 12 Edizioni SG Book

14 Inoltre il pivot è livello valido soprattutto per chiudere in gain una eventuale posizione aperta in senso inverso ( LONG con pivot in lettera, SHORT con pivot in denaro), che eventualmente sarà riconsiderata solo dopo il consolidato superamento del livello. Per un utilizzo più consapevole dei livelli pre calcolati di contenimento dei prezzi è necessario tenere presente che la loro valenza è prevalentemente psicologica, ed è proprio questa loro caratteristica che ne costituisce l aleatorietà. In ogni caso, le probabilità che un pivot costituisca almeno un livello valido minimo, sono statisticamente molto più alte, rispetto alla possibilità che il mercato lo scarti direttamente. Ecco perché risulta essenziale inglobare i pivot nella propria strategia di scalping, al fine di aumentare l operatività nell intraday. 13 Edizioni SG Book

15 Le trappole Come evidenziato prima, i pesci grossi non possono vendere o comprare liberamente ingenti quantità di un titolo : abbiamo visto che basta una grossa quantità in un dato livello per bloccare il titolo in quella direzione così da poter vendere o comprare a piacimento a seconda che il blocco momentaneo sia posto in lettera o in denaro. In questo modo saranno liberi di vendere un grosso numero di azioni in una serie di trance senza provocare l istantanea di scesa del titolo Accade però spesso che pesci siano davvero grossi, ovvero che le quantità da dover immettere o prelevare dal mercato siano ingenti. Ciò avviene principalmente alla fine di un rally, dove c è l ovvia esigenza di uscire dal mercato prima che il titolo faccia la consueta correzione. In questi casi un semplice blocco su un dato livello può non bastare per contenere le oscillazioni che l immissione di grossi ordinativi determina. Ecco che sorge la necessità di istituire configurazioni più complesse, capaci di congelare il titolo all interno di un dato range, così da poter immettere tranche discrete di ordini per volta, che verranno sicuramente soddisfatti data la congestione che il book presenterà all interno Chiamiamo: Trappole di accumulazione quelle configurazioni volte a trattenere il titolo in un range, che permettono di comprare grossi quantitativi senza provocarne la salita repentina. Trappole di distribuzione quelle configurazioni volte a trattenere il titolo in un range, che permettono di vendere grossi quantitativi senza provocarne il crollo. 14 Edizioni SG Book

16 L esempio più classico di trappola, che è poi il più facilmente riscontrabile nell esperienza quotidiana, necessita di due poli esterni, di cui uno può essere un pivot intraday e l altro o un livello virtuale o, se la trappola deve durare a lungo, una resistenza o un supporto. Quando il mercato prova ad avvicinarsi troppo ad uno dei due poli questo si va via via rinforzando, mentre l altro, insieme ad i livelli che gli sono prossimi, incomincerà ad affievolirsi in quantità. Ogni singola oscillazione sottrarrà forza al titolo che alla fine diverrà sempre meno reattivo, congestionandosi a tal punto da consentire l assorbimento di ordini di qualunque entità. La trappola avrà un tempo di validità relativo, a seconda della propria qualità costruttiva, della situazione parallela del mercato e dell indice di riferimento, ma anche delle esigenze degli strumentalizzatori; dopo verrà sbloccata con l annullamento di uno dei due poli (figurabile come un finto assorbimento o come una revoca) con conseguente movimento dl titolo in quella direzione e al di sopra di quel livello. Ma Attenzione perché a volte l escursione del mercato al di fuori del range costituisce solo un sistema per ridare vigore al titolo e diminuire il congestionamento, e precede la reimmissione del titolo all interno della trappola. Questo avviene principalmente nelle cosiddette trappole di trading, che permettono l entrata e l uscita con grosse quantità all interno dello stesso range. Al di la della tipologia, ogni trappola è di per se un eccellente occasione di fare scalping, e l attenzione del trader dovrà incentrarsi soprattutto nell identificare il momento in cui la questa sta per essere rimossa, così da chiudere la posizione in tempo. Anche lo scalper, al pari dei pesci grossi, può sfruttare la duplice capacità delle trappole di assorbire e di fornire liquidità. Sarà quindi possibile entrare con ordini relativamente più consistenti su titoli meno liquidi così da aumentare il potenziale guadagno per singolo tick. 15 Edizioni SG Book

17 Se anzi lo scalper avrà liquidità sufficiente potrà disporre contemporaneamente due ordini di segno opposto ma di pari entità in prossimità degli estremi, e continuare poi a operare tranquillamente all interno del range ( ovviamente entro lo spazio creato dai due ordini) Ovviamente sarà bene entrare con più frequenza long se la trappola è di accumulazione, in short se è di distribuzione, così da diminuire sensibilmente il rischio di trovarsi dentro al mercato ma al di fuori della trappola con un operazione in loss. Bisogna porre estrema attenzione invece alle trappole di trading, che spesso sono terreno di scontro fra titani, con conseguente movimento disordinato del titolo, cosa che rende estremamente difficile identificare con precisione il momento in cui la trappola sta per scadere. 16 Edizioni SG Book

18 I buchi All interno di trappole nasce a volte l esigenza di imprimere una direzionalità al titolo, ma soprattutto di istituire dei segnali convenzionali per individuare gli obbiettivi relativi di ogni oscillazione. I buchi sono sempre livelli validi per chiudere una posizione gain. Le inefficienze Anche quando il titolo non si trova bloccato in alcuna trappola è possibile operare sfruttando le cosiddette inefficienze. La possibilità di riuscita di un operazione improntata su un inefficienza è prossima al 100%, e tanto più lo scalper sarà veloce nello sfruttarla, tanto più ci si avvicinerà a questo valore. 17 Edizioni SG Book

19 Gli ordini asteriscati* Chi deve smaltire un grosso ordine ricorre spesso all immissione di ordini asteriscati, ovvero ordini rappresentati sul book con una quantità che non riflette minimamente la loro reale natura. Ciò rende possibile l immissione di ordini di grosse quantità in un unica tranche senza influenzare sensibilmente il mercato. Anzi sarà addirittura più facile che venga soddisfatta questa immissione piuttosto che un altra di importo nettamente inferiore, visto che sul book apparirà una tale quantità minima da far accanire i trader sprovveduti nel tentativo di consumarla. Inoltre questi ordini sono spesso affiancati da un livello-(supp -res) di segno opposto, che assicura la giusta spinta nella sua direzione. La tipologia di ordine asteriscato che più si riscontra nell esperienza quotidiana è strutturato nel seguente modo: Appare come un ordine di quantità sensibilmente inferiore alle tranche mediamente scambiate su quel titolo e si opporrà ad ogni tentativo di essere assorbito fino al suo completo esaurimento con la comparsa della stessa quantità ogni volta che la precedente verrà consumata. Siccome è facile che gli ordini che vi si contrappongono siano di quantità relativa superiore è possibile sapere ciò che verrà visualizzato dal book dopo l immissione di uno di questi, calcolando quante colte la quantità ricorrente entra nell ordine contrapposto, moltiplicando per quel numero e poi sottraendo il risultato dalla quantità di quest ordine. Gli ordini che si accumulano sullo stesso livello e nella stessa direzione dell ordine asteriscato non devono in questo caso aspettare l esaurirsi di questo per vedersi soddisfatti, ma solo l assorbimento della quantità visualizzata dal book. 18 Edizioni SG Book

20 Gestione delle perdite e dei profitti Nella formulazione di una strategia di trading efficiente ma soprattutto stabile assume importanza l utilizzo coerente degli stop loss e degli stop profit, ovvero la quantificazione a priori della massima perdita accettabile, e del minimo profitto perseguibile da una specifica operazione. Diventa così possibile istituire una gestione delle perdite e dei profitti che consenta di affrontarne eventuali squilibri, e soprattutto di filtrare l eventuale volatilità dello strumento trattato. Stoploss Per uno scalper lo stop loss deve essere rigido, nella sua individuazione ma soprattutto nel rispetto del medesimo. Se infatti il titolo acquistato non si muoverà nella direzione prevista, e toccherà il livello dove era stato posizionato lo stop, si provvederà a chiudere tempestivamente la posizione sul livello stesso. Esistono due tipi di Stop loss: Stop rigido: nello scalping è quantificabile in due, massimo tre tick di perdita. Stop Dinamico: è possibile posizionare lo stop considerando i livelli di supporto e di resistenza più prossimi, a seconda che la posizione sia long o short. Può essere preso in considerazione solo da scalper esperti. 19 Edizioni SG Book

21 Stop profit La scelta del titolo sul quale operare e la relativa quantificazione del capitala da impiegare per ogni singola operazione sul medesimo deve essere fatta tenendo presente che il gain massimo perseguibile a priori da uno scalper è di due o tre tick. Di conseguenza ogni tick dovrà fruttare almeno euro netti: ricordiamoci infatti che il gain di uno scalper non è costruito su una singola operazione, ma dalla somma di queste. In situazioni stabili è importante rispettare lo stop profit ma nulla toglie però che se si riesce ad aprire la posizione all inizio di un chiaro microtrend rialzista, che porti rapidamente la quotazione del titolo oltre la soglia di profit stabilita a priori, lo si sfrutti fino in fondo, stando però molto attenti a chiudere al minimo segno di inversione. In ogni caso bisogna assolutamente evitare che una posizione profit si tramuti in una posizione loss! Indicatori Nello scalping possiamo trarre sicuramente beneficio, ai fini della scelta del titolo, ma anche per prevedere o confermare trappole di accumulazione o distribuzione, dall utilizzo degli indicatori di momentum. Momentum: E un indicatore della velocità di tendenza e basata sul rapporto fra lo spazio percorso e il tempo impiegato a percorrerlo. 20 Edizioni SG Book

22 Roc : L evoluzione del momentum è il Roc, detto anche momentum percentuale, e si basa sulla differenza tra la chiusura odierna e la chiusura registrata N giorni prima Se il prezzo del titolo è maggiore del prezzo di n periodi fa, il Roc sarà un numero positivo; se il prezzo è invece inferiore, il Roc sarà un numero negativo, e questo porta l indicatore ad oscillare attorno al valore zero. La selezione del numero di periodi, su cui calcolare il Roc, è solitamente scelta in base agli obiettivi di previsione che s intende raggiungere. Per la sua interpretazione si tiene conto che se i prezzi incrementano rapidamente, ad un certo punto sarà segnalata la condizione di ipercomprato (segnale di vendita); mentre se si muovono rapidamente verso il basso segnala un ipervenduto (segnale d acquisto). Ne consegue che l inclinazione del ROC è proporzionata alla velocità espressa dai prezzi, mentre la distanza dall asse d oscillazione è proporzionale all intensità di movimento. 21 Edizioni SG Book

23 Rsi : rapporto tra la media esponenziale delle variazioni positive e la media esponenziale delle variazioni negative fatte segare dal prezzo L'indicatore RSI misura la forza relativa di un titolo o di un mercato rispetto a se stesso e permette di misurare la velocità di un movimento di prezzi. Con l'utilizzo del RSI Wilder permette, dunque, di stabilire a priori la condizioni di livello di ipervenduto o di ipercomprato fissando le due soglie: un livello di RSI superiore ai 70 punti segnala la condizione di ipercomprato, indicando che i prezzi sono prossimi alla formazione di un massimo relativo e dunque ad una reazione contraria, cosi come un valore inferiore ai 30 indica ipervenduto, e dunque la formazione di un minimo relativo. Per quanto concerne l'estensione temporale su cui impostare l'indicatore, l'autore ne raccomanda un periodo di quattordici giorni, mentre altri analisti concordano, per una migliore accuratezza del segnale, un'estensione di 22 giorni. Un periodo di nove giorni è utile ai fini dell'analisi dei movimenti di prezzi a brevissimo termine. Minore sarà l'ampiezza temporale, più frequenti ed ampie saranno le sue oscillazioni, segnalando numerosi momenti di ipercomprato ed ipervenduto. 22 Edizioni SG Book

24 Stocastico Ideato dallo Statunitense Gorge Lane, la teoria su cui lo stocastico è basato presume che in una fase crescente di mercato i prezzi di chiusura si collochino in prossimità dei massimi, mentre in una fase ribassista la chiusura si posiziona vicino ai minimi della sessione. Per la sua costruzione, lo si ritiene un indice per l'analisi di breve periodo, ma in realtà è affidabile per ogni proiezione temporale, e grazie alla sua semplicità di interpretazione la sua diffusione è stata facilitata. Per il calcolo dell'indicatore occorrono, oltre ai prezzi di chiusura, i massimi e i minimi fatti segnare nel corso del periodo. Lo stocastico è composto da due linee: la %K e la %D. Queste strane sigle non derivano da dinamiche del calcolo né da altre connessioni, bensì dal fatto che nella fase di messa a punta Lane denominò con lettere dell'alfabeto le combinazioni di parametri da testare; K e D risultarono le migliori. La modalità con cui la formula è espressa, impone all'indicatore di fluttuare all'interno di una fascia predeterminata, assumendo valori che vanno da 0 a 100. Il valore di %K si evolve, si dunque, fra una condizione di minimo (%K=0), quando il prezzo dunque, di chiusura è uguale al uguale minimo assoluto del periodo di riferimento ed un massimo (%K=100minimo 100) quando il prezzo di chiusura coincide con la quotazione più alta. Filtrando i valori con una media si ottiene l alta. %D che va a rappresentare un andamento che più regolare della regolare %K line la cui formula line è: 23 Edizioni SG Book

25 I segnali operativi indicati dall'autore sono quelli tuttora più comunemente utilizzati: * Fascia compresa tra i valori (80,100); si tratta di una fase i* in cui il trend al rialzo si trova, probabilmente, ad un punto d'esaurimento non potendo continuare a reggere gli alti livelli dei prezzi. In tale circostanza (fasi di ipercomprato) vi è un forte squilibrio tra l'offerta e la domanda con una predominanza dei compratori. * Fascia compresa tra i valori (0,20); si tratta di una fase del trend ribassista in cui le continue vendite (fase di ipervenduto) portano alla completa dominanza dell'offerta sulla domanda; è plausibile aspettarsi un ritorno della forza toro del mercato, anche per i prezzi particolarmente appetibili per un acquisto. * Fascia compresa tra i valori (20,80) ; si tratta di una fascia* neutra di oscillazione. In questa fase si presume un sostanziale equilibrio tra la domanda e l'offerta.. In un caso di trend discendente l'utilizzo di un indicatore algoritmico come in questo caso lo stocastico, permette di limitare le perdite e di sfruttare i piccoli rimbalzi in controtendenza che il titolo può avere nel frattempo, difatti, di fronte ad una perdita del titolo del 20% (nell'arco di tempo considerato) lo stocastico riesce a strappare un +12% in sette operazioni. Info Master Il master ha una durata di 5 giorni : i primi due (a mercati chiusi) volti a trasmettere i fondamenti teorici e le nozioni fondamentali necessarie per fare scalping e gli ultimi 3 durante i quali il docente opererà in realtime e realmoney mostrando come l applicazione delle regole precedentemente spiegate consenta di affrontare il mercato con una marcia in più, liberandosi al condizionamento del trend. Per informazioni su come partecipare ai master telefonare al : Edizioni SG Book

Media mobile di Kaufman

Media mobile di Kaufman Media mobile di Kaufman La Kama (Kaufman Adaptive Moving Average) fu discussa per la prima volta nel 1998 in un intervista al suo creatore Perry Kaufman (su STOCKS & COMMODITIES, anche se l articolo originale

Dettagli

Cup&Handle, istruzioni per l uso

Cup&Handle, istruzioni per l uso Cup&Handle, istruzioni per l uso STRATEGIE SULL FTSE-MIB FUTURE (VERS. OPENING E INTRADAY) Il grafico e il commento operativo aprono sia la versione Opening sia quella Intraday della newsletter, visto

Dettagli

Tu puoi beneficiare di questa cosa, se sai come si muovono i software puoi sfruttarli a tuo, facendo le loro stesse operazioni.

Tu puoi beneficiare di questa cosa, se sai come si muovono i software puoi sfruttarli a tuo, facendo le loro stesse operazioni. L'obiettivo di questo corso è insegnarti il mio metodo di trading intraday, che ti permetterà di avere una rendita mensile per integrare il tuo reddito o addirittura vivere di trading. Puoi raggiungere

Dettagli

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library.

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library. Questo Documento fa parte del corso N.I.Tr.O. di ProfessioneForex che a sua volta è parte del programma di addestramento Premium e non è vendibile ne distribuibile disgiuntamente da esso. I testi che seguono

Dettagli

ANALISI TECNICA OPERATIVA

ANALISI TECNICA OPERATIVA CAPITOLO 3 ANALISI TECNICA OPERATIVA 3.1. Introduzione Reputo di importanza fondamentale nel trading i concetti esposti di seguito. Grafici,volume,supporto,resistenza,trend line, sono la base del trading.per

Dettagli

Analisi tecnica dei mercati finanziari. Gianluca Defendi Mf-Milano Finanza

Analisi tecnica dei mercati finanziari. Gianluca Defendi Mf-Milano Finanza Analisi tecnica dei mercati finanziari Gianluca Defendi Mf-Milano Finanza ANALISI DEI MERCATI FINANZIARI Lo studio dei mercati finanziari ha portato alla nascita e allo sviluppo di tre diverse scuole di

Dettagli

TRADINGONLINE EXPO. Milano, 25 e 26 ottobre 2007. Definizione dei take-profit e degli stop-loss. in base base alla volatilità

TRADINGONLINE EXPO. Milano, 25 e 26 ottobre 2007. Definizione dei take-profit e degli stop-loss. in base base alla volatilità TRADINGONLINE EXPO Milano, 25 e 26 ottobre 2007 Definizione dei take-profit e degli stop-loss in base base alla volatilità Relatore: Maurizio Milano, docente SIAT resp. Analisi tecnica Gruppo Banca Sella

Dettagli

Guida all analisi tecnica

Guida all analisi tecnica Guida all analisi tecnica Guida all analisi Tecnica AVA MT4 REAL http://www.avatrade.it/join-ava/real-account?tradingplatform=2&dealtype=1&mtsrv=mt2&tag=55163&tag2=~profile_default AVA MT4 REAL FLOATING

Dettagli

MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO FIGURE. Luca Orazi Coach Trader

MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO FIGURE. Luca Orazi Coach Trader 1 MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING 2 Disclaimer Le opinioni qui espresse sono quelle dell autore e non sono da intendersi come un offerta o una sollecitazione alla vendita o all acquisto di strumenti finanziari.

Dettagli

Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015

Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015 Charles Dow Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015 Fondamenti di analisi tecnica L'analista che si ispirò al mare Charles Dow (1851-1902), è stato un giornalista statunitense. Fondatore del Wall

Dettagli

Bande di Bollinger. 7 - I prezzi possono letteralmente "camminare sulle bande", sia su quella superiore che su quella inferiore.

Bande di Bollinger. 7 - I prezzi possono letteralmente camminare sulle bande, sia su quella superiore che su quella inferiore. Bande di Bollinger Per prima cosa occorre tenere presente, sia per il loro utilizzo che per capirne i limiti, alcune delle regole più importanti espresse dallo stesso J. Bollinger dopo la creazione delle

Dettagli

SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX

SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX In questo file so riepilogati : venerdì 5 vembre 2010 PAG. 2 e 3 : SEGNALI DI PREZZO SEMPLICI (senza indicazioni di stop e profit) long - short su base giornaliera, di CICLO

Dettagli

GLOSSARIO. dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter.

GLOSSARIO. dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter. GLOSSARIO dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter. Accumulazione. La fase che precede quella del rialzo vero e proprio. Caratterizzato dal

Dettagli

Relatori. Dott. Paolo Pepe. Dott. Enrico Ales. Tel 06.45.48.10.63

Relatori. Dott. Paolo Pepe. Dott. Enrico Ales. Tel 06.45.48.10.63 Relatori Dott. Paolo Pepe Dott. Enrico Ales Analisi & Mercati Fee Only S.r.l. Tel 06.45.48.10.63 1 Analisi & Mercati Fee Only s.r.l. è una società di consulenza finanziaria indipendente fee only. Indipendente

Dettagli

DAX Future Analisi per il giorno

DAX Future Analisi per il giorno MONEY MANAGEMENT N. di punti/tick di STOP in base al time frame operativo - n. 1 contratto Capitale base 10.000 Perdita max a operazione 100 1 minuto : 3 punti 4 ore : 46 punti N. TICK CORRISPONDENTI Numero

Dettagli

Alessandro Aldrovandi. Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION

Alessandro Aldrovandi. Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION Alessandro Aldrovandi Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION Una teoria dei volumi anche per le valute Grazie all osservazione dei contratti futures sulle valute è possibile ampliare la

Dettagli

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI www.previsioniborsa.net di Simone Fanton (trader indipendente) Disclaimer LE PAGINE DI QUESTO REPORT NON COSTITUISCONO SOLLECITAZIONE AL

Dettagli

Quick trend strategy

Quick trend strategy Quick trend strategy Questa è una strategia di facile identificazione, facile esecuzione e attuabile con modalità estremamente semplici; in aggiunta la base della metodologia è esclusivamente di carattere

Dettagli

Euro Stoxx 50 (indice)

Euro Stoxx 50 (indice) Euro Stoxx 50 (indice) AGGIORNAMENTO del 13 novembre 2011 Trimestrale Vedi aggiornamenti precedenti Mensile Nel corso della settimana è stato testato il supporto in area 2200 ed il buon rimbalzo ha fatto

Dettagli

Trading veloce con i pattern di prezzo

Trading veloce con i pattern di prezzo Trading veloce con i pattern di prezzo Analisi Tecnica applicata e strategie operative MICHELE MAGGI www.tradinglibrary.it Costruzione dei grafici a barre Massimo (H) Chiusura (C) Escursione o Range Apertura

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Dott. Francesco Caruso. www.francescocaruso.ch. Copyright 2010- All Rights Reserved

Dott. Francesco Caruso. www.francescocaruso.ch. Copyright 2010- All Rights Reserved Francesco Caruso Individuazione del trend e dei punti di intervento: utilizzo combinato di RSI, medie e tecniche di stop TOL Expo Milano, 30 Ottobre 2009 Copyright 2010- All Rights Reserved PROGRAMMA DELLA

Dettagli

Intraday titoli azionari

Intraday titoli azionari Intraday titoli azionari La strategia illustrata in questo documento ha come base una tecnica abbastanza conosciuta che basa l operatività intraday sui titoli azionari identificando i set-up d entrata

Dettagli

Trading con il Prezzo di Chiusura

Trading con il Prezzo di Chiusura Trading con il Prezzo di Chiusura Come guadagnare con il Prezzo di chiusura di ogni Time Frame su Titoli, Indici, Valute e Commodities 2 Titolo Trading con il Prezzo di Chiusura Autore www.proiezionidiborsa.com

Dettagli

LIVE TRADING. 09/10/2015 Milano

LIVE TRADING. 09/10/2015 Milano LIVE TRADING 09/10/2015 Milano Contatti 2 www.cminvesting.com www.shortandlongtrading.com matteo.maggioni@cminvesting.com alessandro.delorenzo@gmail.com Indice 3 1. Mercati & Trading (Matteo Maggioni)

Dettagli

La Casa Del Trader. guadagnare con l heikin ashi con un semplice e proficuo sistema

La Casa Del Trader. guadagnare con l heikin ashi con un semplice e proficuo sistema La Casa Del Trader guadagnare con l heikin ashi con un semplice e proficuo sistema 2012-11-14 14:11:34 MTosoni Uno tra i più famosi ed utilizzati stili di rappresentazione grafica è il candlestick giapponese

Dettagli

www.proiezionidiborsa.com Sunrise Indicator

www.proiezionidiborsa.com Sunrise Indicator Sunrise Indicator Come dalla prima ora di contrattazione estrapolare il Sunrise Point per effettuare operazioni vincenti su Titoli, Indici, Valute e Commodities 2 Titolo Sunrise Indicator Autore www.proiezionidiborsa.com

Dettagli

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE Equilibrium Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE 2 Gestioni Patrimoniali Computerizzate Grazie ai notevoli investimenti realizzati negli anni, la DANTON INVESTMENT SA può oggi vantare di possedere uno

Dettagli

Glossario Forex Trading

Glossario Forex Trading By Rizzi Daniele Account Il conto di trading su cui si opera e col quale si svolgono tutte le transazioni. Account Balance Il totale della somma di denaro presente su un account. Ask (Lettera) Prezzo al

Dettagli

OPERATIVITA. 1. Serie di massimi e minimi crescenti TREND RIALZISTA; 2. Serie di minimi e massimi decrescenti TREND RIBASSISTA;

OPERATIVITA. 1. Serie di massimi e minimi crescenti TREND RIALZISTA; 2. Serie di minimi e massimi decrescenti TREND RIBASSISTA; OPERATIVITA Perché i traders perdono? Questa è la domanda che fa vacillare molto spesso il nostro mondo. Dieci anni fa, quando iniziai a muovere i primi passi sui mercati finanziari la mia prima esperienza

Dettagli

ANALISI TECNICA MANUALE RAPIDO DI CONSULTAZIONE DMC UFFICIO RICERCA F. CISLACCHI D. LIMONTA

ANALISI TECNICA MANUALE RAPIDO DI CONSULTAZIONE DMC UFFICIO RICERCA F. CISLACCHI D. LIMONTA ANALISI TECNICA MANUALE RAPIDO DI CONSULTAZIONE DMC UFFICIO RICERCA F. CISLACCHI D. LIMONTA 1 SOMMARIO Definizione di analisi tecnica come sistema...3 Supporti e resistenze...3 Trend: definizione e tipologie...4

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

LA TRADER'S TRICK. Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader.

LA TRADER'S TRICK. Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader. LA TRADER'S TRICK Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader. Siamo realistici. Il trading è un business in cui chi ha più conoscenza

Dettagli

Gabriele Bellelli Franco Meglioli Andrea Platani. Italian Trading Forum 17 Maggio 2007 Rimini

Gabriele Bellelli Franco Meglioli Andrea Platani. Italian Trading Forum 17 Maggio 2007 Rimini Gabriele Bellelli Franco Meglioli Andrea Platani Italian Trading Forum 17 Maggio 2007 Rimini Dal trading di breve a quello di lungo termine le migliori figure d'inversione -Stock picking intraday e congestioni

Dettagli

relatore: Pietro Paciello 22 febbraio 2012 www.uptrend.it Email: pietro.paciello@gmail.com

relatore: Pietro Paciello 22 febbraio 2012 www.uptrend.it Email: pietro.paciello@gmail.com relatore: Pietro Paciello 22 febbraio 2012 www.uptrend.it Email: pietro.paciello@gmail.com COME OPERARE CON SUCCESSO SUL FOREX Sistemi automatizzati, regole comportamentali, analisi intermarket e money

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 25 maggio 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 25 maggio 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 25 maggio 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLA HIT LIST DI LOMBARDREPORT.COM

GUIDA ALLA LETTURA DELLA HIT LIST DI LOMBARDREPORT.COM Supplemento di LombardReport.com, quotidiano di informazione finanziaria, direttore responsabile Emilio Tomasini, Aut. 1403 15/9/97 Tribunale di Modena LombardReport.com s.r.l. - Via Pascoli 7-41057 Spilamberto-Mo

Dettagli

Analisi tecnica di base: La teoria di DOW

Analisi tecnica di base: La teoria di DOW Analisi tecnica di base: La teoria di DOW Italian Trading Forum 2011 Analisi tecnica e teoria di Dow Tutta l analisi tecnica si basa sul principio che i prezzi scontano tutto e che le aspettative degli

Dettagli

Il concetto di volatilità. Enrico Malverti www.enricomalverti.com 01/02/2013

Il concetto di volatilità. Enrico Malverti www.enricomalverti.com 01/02/2013 Il concetto di volatilità Enrico Malverti www.enricomalverti.com 01/02/2013 Volatilità La volatilità esprime la variazione che si registra nel prezzo di un titolo o di un indice, solitamente misurata dalla

Dettagli

Relatore: Pietro Paciello. Email: info@uptrend.it. Rimini, 17 Maggio 2012

Relatore: Pietro Paciello. Email: info@uptrend.it. Rimini, 17 Maggio 2012 Relatore: Pietro Paciello Email: info@uptrend.it Rimini, 17 Maggio 2012 Supertrend Il concetto di supporto e resistenza costituisce uno dei principi più importanti in assoluto per l'analisi tecnica e

Dettagli

REPORT SETTIMANALE IDEE OPERATIVE 8 GENNAIO 2012 GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO

REPORT SETTIMANALE IDEE OPERATIVE 8 GENNAIO 2012 GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO REPORT SETTIMANALE IDEE OPERATIVE 8 GENNAIO 2012 GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono

Dettagli

Visual Trader Realtime

Visual Trader Realtime Visual Trader Realtime Visual Trader, il tradizionale sistema esperto di analisi tecnica, e' stato rinnovato e ristrutturato, per rendere più flessibile, facile e veloce il tuo trading. Tutto nella stessa

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 18 MAGGIO 2014

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 18 MAGGIO 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA.

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. CAPITOLO 1 VUOI IMPARARE AD OPERARE IN BORSA CON IL METODO CICLICO? VISITA IL LINK: http://www.fsbusiness.net/metodo-ciclico/index.htm _COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. Partiamo dalla definizione

Dettagli

Thehawktrader educational

Thehawktrader educational Thehawktrader educational presenta un corso di formazione dal titolo TECNICHE DI TRADING SUI VOLUMI a Milano, sede ancora da definire sabato 24 settembre 2011. Il docente : Antonio Lengua Futures trader

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 52 del 7 luglio 2014 Il tentativo di recupero del Ftse Mib si è fermato a ridosso della resistenza a 21900 punti e ha configurato tre massimi relativi decrescenti. Possibile un ulteriore

Dettagli

COME SI FORMA E COME SI RICONOSCE UN ROSS HOOK

COME SI FORMA E COME SI RICONOSCE UN ROSS HOOK COME SI FORMA E COME SI RICONOSCE UN ROSS HOOK di Francesco Fabi Trader Professionista e Responsabile di Joe Ross Trading Educators Italia PREMESSA Il Ross Hook è una delle formazioni grafiche che sono

Dettagli

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI

MinIFIB IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI IDEM MERCATO ITALIANO DEI DERIVATI SOMMARIO i vantaggi offerti 4 l indice mib30 6 come funziona 7 quanto vale 8 la durata del contratto 9 cosa accade alla scadenza 10 il prezzo al quale si può negoziare

Dettagli

Le tecniche di trading basate sulle Bande di Bollinger. Michele Maggi. Rimini, 1-2 dicembre 2005

Le tecniche di trading basate sulle Bande di Bollinger. Michele Maggi. Rimini, 1-2 dicembre 2005 Le tecniche di trading basate sulle Bande di Bollinger Michele Maggi Rimini, 1-2 dicembre 2005 Trading con le Bande di Bollinger Capire la logica delle Bande di Bollinger Comprendere il funzionamento degli

Dettagli

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library.

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library. Questo Documento fa parte del corso N.I.Tr.O. di ProfessioneForex che a sua volta è parte del programma di addestramento Premium e non è vendibile ne distribuibile disgiuntamente da esso. I testi che seguono

Dettagli

WHS FutureStation - Guida LiveStatistics

WHS FutureStation - Guida LiveStatistics WHS FutureStation - Guida LiveStatistics LiveStatistics è un modulo in abbonamento per la piattaforma WHS FutureStation. Lo scopo di questa guida è quella di far apprezzare al lettore le incredibili possibilità

Dettagli

Strategie. Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE

Strategie. Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE Strategie Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE Ci sono molti gap trader professionali nei mercati finanziari. Anche se sono già stati scritti molti articoli sul gap trading,

Dettagli

OPERATIVITA SUI MERCATI FINANZIARI

OPERATIVITA SUI MERCATI FINANZIARI CAPITOLO 4 OPERATIVITA SUI MERCATI FINANZIARI 4.1.MTA nozioni generali 4.1.1.Fasi della seduta di borsa Fase di preapertura: L asta competitiva riguardante l MTA (mercato telematico azionario) inizia con

Dettagli

COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO

COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO Questi sono i prezzi più importanti elaborati quotidianamente dal sistema. Ho fatto in modo di "isolarli", dividendoli in 3 settori. Si accede

Dettagli

L Analisi Grafica che funziona nel Forex

L Analisi Grafica che funziona nel Forex L Analisi Grafica che funziona nel Forex INDICE Presentazione Supporti e Resistenze Pattern Pattern d inversione: spikes D.C.C. H.c.d. e L.c.d. Pattern di continuazione: Flags e Pennants Presentazione

Dettagli

Molti pensano che l analisi tecnica sia questione di grafici e di numeri. L analisi tecnica studia la psicologia umana e le molle che muovono i

Molti pensano che l analisi tecnica sia questione di grafici e di numeri. L analisi tecnica studia la psicologia umana e le molle che muovono i Analisi tecnica Molti pensano che l analisi tecnica sia questione di grafici e di numeri. L analisi tecnica studia la psicologia umana e le molle che muovono i traders nella loro attività speculativa.

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY INFORMAZIONI Strategia basata sul semplice utilizzo di due medie mobili esponenziali che useremo solamente per entrare in direzione del trend. Utilizzeremo due grafici

Dettagli

CAPITOLO 1 Nozioni di trading

CAPITOLO 1 Nozioni di trading CAPITOLO 1 Nozioni di trading Questo libro vuole essere una guida al day trading sia per le persone già esperte, sia per coloro che si avvicinano per la prima volta al trading. I primi due capitoli servono

Dettagli

INTRODUZIONE AI CICLI

INTRODUZIONE AI CICLI www.previsioniborsa.net INTRODUZIONE AI CICLI _COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. Partiamo dalla definizione di ciclo economico visto l argomento che andremo a trattare. Che cos è un ciclo economico?

Dettagli

Euro Equity. DJ EuroStoxx. 3 ottobre 2014 H: 10.32. Range previsto per la settimana in corso: 3172 3234

Euro Equity. DJ EuroStoxx. 3 ottobre 2014 H: 10.32. Range previsto per la settimana in corso: 3172 3234 DJ EuroStoxx Future Scad. dicembre 2014 F- EUROSTOXX DIC 2014 (3,174.00, 3,188.00, 3,087.00, 3,102.00, -85.0000), Parabolic SAR (3,249.32), PS Adaptive Moving Average 3300 32 3200 31 H: 10.32 Nota giornaliera

Dettagli

Il trading di volatilità

Il trading di volatilità Il trading di volatilità Come identificare i cicli di volatilità, come sfruttarne le potenzialità a proprio vantaggio contenendo i rischi. Relatore: Enrico Malverti Treviso, 7 Ottobre 2015 CHI SONO Enrico

Dettagli

'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 28 SETTEMBRE 2014

'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 28 SETTEMBRE 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT

TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT 1.1 Introduzione Il MagicBreakout è un trading system che si propone di anticipare le accelerazioni di prezzo di un cross valutario cercando però di limitare al minimo

Dettagli

Dalla crisi finanziaria alla crisi economica: Non si arresta il crollo dei prezzi dei non ferrosi

Dalla crisi finanziaria alla crisi economica: Non si arresta il crollo dei prezzi dei non ferrosi COMMENTO GENERALE DEI METALLI NON FERROSI LME ANALISI E TENDENZE ANALISI DEL 13-10-2008 I dati utilizzati sono relativi alla prima seduta del LME di Londra e sono espressi in $/tonn. Dalla crisi finanziaria

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

Gerardo Marciano Pasquale Migliozzi PROIEZIONI DI BORSA

Gerardo Marciano Pasquale Migliozzi PROIEZIONI DI BORSA Gerardo Marciano Pasquale Migliozzi PROIEZIONI DI BORSA Questo report omaggio è un estratto dal libro "La Borsa dal 1897 al 2030 Clicca qui per acquistarlo Introduzione Non potevamo iniziare queste pagine,

Dettagli

LA MARGINAZIONE INTRADAY

LA MARGINAZIONE INTRADAY LA MARGINAZIONE INTRADAY 1. Cosa è la marginazione long/short intraday? Si tratta di una strategia di investimento che offre l opportunità di sfruttare anche le minime oscillazioni di mercato. Grazie all

Dettagli

LA STRATEGIA SWING CON FIBONACCI

LA STRATEGIA SWING CON FIBONACCI Come si determinano target di prezzo reali. LA STRATEGIA SWING CON FIBONACCI Ovunque, nella vita quotidiana, ci imbattiamo nel lavoro del più grande matematico del medioevo, Leonardo da Pisa consciamente

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

Dimensione Trading (www.dimensionetrading.com) Weekly: analisi statica

Dimensione Trading (www.dimensionetrading.com) Weekly: analisi statica Dimensione Trading (www.dimensionetrading.com) Eur/Usd: analisi valida per la settimana dal giorno 24/08 al giorno 28/08 Weekly: analisi statica Condizione generale di periodo. Come atteso, il mercato

Dettagli

WWW.OPERATIVETRADING.IT 1

WWW.OPERATIVETRADING.IT 1 WWW.OPERATIVETRADING.IT 1 WWW.OPERATIVETRADING.IT 2 INTRODUZIONE L obiettivo di questo manuale è quello di fornire i concetti base relativi l analisi grafica. Esso permetterà al lettore di capire cosa

Dettagli

INTRODUZIONE ALL ANALISI TECNICA. L analisi tecnica

INTRODUZIONE ALL ANALISI TECNICA. L analisi tecnica L analisi tecnica L analisi tecnica è la disciplina che studia l andamento del mercato attraverso lo studio dei grafici di avvenimenti passati allo scopo di fare delle previsioni. Il concetto che sta alla

Dettagli

Relatore: Pietro Paciello Moderatore: Emerick De Narda. Email: info@uptrend.it

Relatore: Pietro Paciello Moderatore: Emerick De Narda. Email: info@uptrend.it Relatore: Pietro Paciello Moderatore: Emerick De Narda Email: info@uptrend.it Rimini, 17 Maggio 2012 Relatore: Pietro Paciello Moderatore: Giuseppe Di Vittorio Email: info@uptrend.it Rimini, 17 Maggio

Dettagli

Strategie di gestione di una asset class azionaria

Strategie di gestione di una asset class azionaria Strategie di gestione di una asset class azionaria Premessa: Il mercato azionario rappresenta la risorsa di investimento potenzialmente più remunerativa almeno tanto quanto la sua potenziale capacità di

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

www.proiezionidiborsa.com Trading System I 4 step per costruire un Trading System sui futures con probabilità del 80%

www.proiezionidiborsa.com Trading System I 4 step per costruire un Trading System sui futures con probabilità del 80% Trading System I 4 step per costruire un Trading System sui futures con probabilità del 80% 2 Titolo Trading System Autore www.proiezionidiborsa.com Editore www.proiezionidiborsa.com Siti internet www.proiezionidiborsa.com

Dettagli

'ANALISI GLOBALE' IDEE OPERATIVE DEL 7 SETTEMBRE 2014

'ANALISI GLOBALE' IDEE OPERATIVE DEL 7 SETTEMBRE 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

Trading intraday con il Prezzo di Apertura

Trading intraday con il Prezzo di Apertura Trading intraday con il Prezzo di Apertura Come dal prezzo di apertura effettuare straordinarie operazioni di trading intraday su Titoli, Indici, Valute e Commodities 2 Titolo Trading intraday con il Prezzo

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 26 Aprile 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 26 Aprile 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 26 Aprile 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

LombardReport.com srl Via Pascoli 7-41057 Spilamberto MO IVA 02611280369 tel. 059 782910 fax 059 785974 GUIDA ALLA OPERATIVITA SUL FIB

LombardReport.com srl Via Pascoli 7-41057 Spilamberto MO IVA 02611280369 tel. 059 782910 fax 059 785974 GUIDA ALLA OPERATIVITA SUL FIB LombardReport.com srl Via Pascoli 7-41057 Spilamberto MO IVA 02611280369 tel. 059 782910 fax 059 785974 GUIDA ALLA OPERATIVITA SUL FIB 1 LA FILOSOFIA DI D-DAY Il servizio D-Day è stato tarato per venire

Dettagli

Analisi dell oro. Dal 1980 al 2008

Analisi dell oro. Dal 1980 al 2008 Analisi dell oro Dal 1980 al 2008 La fase discendente dei prezzi dell oro iniziata nel 1979 si conclude nell agosto del 1999, dopo 20 anni quando tocca il suo minimo ventennale a quota 252. Dopo un tentativo

Dettagli

Euro Stoxx 50 (indice)

Euro Stoxx 50 (indice) Euro Stoxx 50 (indice) AGGIORNAMENTO del 27 novembre 2011 Trimestrale Considerata l elevata escursione settimanale del prezzo diamo uno sguardo ai percorsi trimestrali. 10 8 6 L aspetto è veramente preoccupante,

Dettagli

8-ott-2014. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

8-ott-2014. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 8-ott-2014 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -1,19% Australia (Asx All Ordinaries): -0,82% Hong Kong (Hang Seng): -0,67% Cina (Shangai) +0,77% Singapore (Straits Times) -0,46%

Dettagli

Iniziamo con l Analisi Ciclica sull S&P500 future (dati a 1 ora):

Iniziamo con l Analisi Ciclica sull S&P500 future (dati a 1 ora): Iniziamo con l Analisi Ciclica sull S&P500 future (dati a 1 ora): Ricordo che non sempre i cicli sull S&P500 coincidono con quelli dei mercati Europei- attualmente i cicli sono in fase, anche se con forze

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Facendo trading infatti ho imparato a conoscere me stesso attraverso la lotta che quotidianamente affronto con i mercati finanziari.

Facendo trading infatti ho imparato a conoscere me stesso attraverso la lotta che quotidianamente affronto con i mercati finanziari. I mercati finanziari possono creare valore nella nostra vita? Da parte mia la risposta è: SI! E anche sotto più aspetti! Mi chiamo Fabrizio Ferrero. Da circa 15 anni faccio trading e da quasi altrettanti

Dettagli

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi:

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi: 25-nov-2014 Poiché la giornata la passerà ad un Convegno devo fare uscire il report prima dell apertura dei mercati. Inevitabilmente l affidabilità dei Segnali Operativi che scrivo più sotto sarà inferiore

Dettagli

Presentazione. Manuale guida al Trading Online su Azioni 05/01/2016

Presentazione. Manuale guida al Trading Online su Azioni 05/01/2016 Presentazione Innanzitutto Ti vorrei ringraziare per l attenzione ed il tempo dedicato a questa breve e sintetica guida, che si prefigge lo scopo di fornirti alcune dritte su come poter trovare le informazioni,

Dettagli

SOMMARIO. Parte prima INTRODUZIONE AL TRADING

SOMMARIO. Parte prima INTRODUZIONE AL TRADING SOMMARIO Parte prima INTRODUZIONE AL TRADING 1. LA SCOPERTA DEL TRADING Lo scopo di questo libro...13 Nuovi mondi e nuovi orizzonti...15 Tecniche di trading a breve termine...18 Tipi di trading...19 Perché

Dettagli

Le basi dell analisi tecnica

Le basi dell analisi tecnica Le basi dell analisi tecnica Grafici e indicatori quantitativi per l analisi dei mercati finanziari Gianluca Defendi gdefendi@class.it Gianluca Defendi gdefendi@class.it Report Cup&Handle Report Easy trading

Dettagli

Sella Advice Trading

Sella Advice Trading Le pagine che si aprono cliccando su manuale e track record dovrebbero comparire in una nuova pagina del browser; Sella Advice Trading MANUALE Segnali Titoli Italia All interno: 1 Destinatari del servizio...pag

Dettagli

19-mar-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

19-mar-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 19-mar-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -0,35% Australia (Asx All Ordinaries): +1,80% Hong Kong (Hang Seng): +1,24% Cina (Shangai) +0,14% Singapore (Straits Times) +0,48%

Dettagli

Previsione dell andamento di una serie storica finanziaria

Previsione dell andamento di una serie storica finanziaria Emanuele Pera Previsione dell andamento di una serie storica finanziaria Un metodo per la previsione dei prezzi azionari è l analisi tecnica che consiste nello studio dei prezzi storici per cercare di

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

COMMENTO per il: 02/genn/2008 (analisi e previsione)

COMMENTO per il: 02/genn/2008 (analisi e previsione) COMMENTO per il: 02/genn/2008 (analisi e previsione) Ben ritrovati in questo avvio del 2008 con i miei migliori auguri. Venerdi 28/dic/07 ultimo giorno operativo del 2007: giornata che si apriva al ribasso

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report EUR / USD Rottura della MA 200 daily EUR/USD ha superato la resistenza 1.1436 (18/06/2015).

Dettagli

2.5 I diversi tipi di grafici ed il loro ordine di studio

2.5 I diversi tipi di grafici ed il loro ordine di studio 69 2.5 I diversi tipi di grafici ed il loro ordine di studio In questo paragrafo sono presentati i principali tipi di grafici che si possono utilizzare per descrivere l andamento dei prezzi e per compiere

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

SHEEP ONE ANALYSIS. Là dove volano le pecore. 28 Ottobre 2010

SHEEP ONE ANALYSIS. Là dove volano le pecore. 28 Ottobre 2010 SHEEP ONE ANALYSIS Là dove volano le pecore 28 Ottobre 2010 CFO Solutions S.r.l. Sede Operativa: Via A. Diaz, 18 37121 VR Sede Legale: Via Dominutti, 20 37135 VR www.cieffeo.com - info@cieffeo.com Tel

Dettagli