ART.20 - OBBLIGHI DELL'APPALTATORE RELATIVI ALLA TRACCIABILITÀ DEI FLUSSI FINANZIARI ART PREZZI ART FATTURAZIONE E PAGAMENTI ART.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ART.20 - OBBLIGHI DELL'APPALTATORE RELATIVI ALLA TRACCIABILITÀ DEI FLUSSI FINANZIARI ART. 21 - PREZZI ART. 22 - FATTURAZIONE E PAGAMENTI ART."

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RIUTILIZZO DEGLI AUSILI INCLUSI NEGLI ELENCHI 2 E 3 (MONTASCALE) DEL NOMENCLATORE TARIFFARIO DELLE PROTESI APPROVATO CON D.M. N DA EROGARE AI SOGGETTI AVENTI DIRITTO RESIDENTI NEL TERRITORIO DELL'AZIENDA USL DI RIETI INDICE ART. l - OGGETTO DELL'APPALTO ART.2 - MODALITA' DI EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO ART. 3 - CREAZIONE MAGAZZJNO ART. 4 - NVENTARIAMENTO ART. 5 - COIVSEGNA E RITIRO ART. 6 - REVISIONE E MANUTENZIONE ART. 7 - NOhT RIPARABILITA' DEL BENE ART. 8 - INFORMATIZZAZIONE ART. 9 - PERSONALE ART PERIODO CONTRATTUALE ART ONERI ED OBBLIGHI DELL'APPALTATORE ART.12 - CONTROLLO SULL' ESECUZIONE DEL SERVIZIO ART PENALI ART RISOLUZIONE DEL COIVTRATTO ART CLAUSOLA DI RECESSO ART C.C. ART RESPONSABILITA' ART.17 - OBBLIGO DI RISERVATEZZA E TUTELA DEI DATI ART TUTELA DELLA PRIVACY ART SUBAPPALTO

2 ART.20 - OBBLIGHI DELL'APPALTATORE RELATIVI ALLA TRACCIABILITÀ DEI FLUSSI FINANZIARI ART PREZZI ART FATTURAZIONE E PAGAMENTI ART FORO COMPETENTE ART RINVIO

3 Art.1- OGGETTO DELL'APPALTO I1 presente capitolato ha per oggetto l'esecuzione, delle seguenti attività: Gestione, inventariamento, manutenzione, informatizzazione, magazzinaggio temporaneo, consegna e ritiro a domicilio degli ausili terapeutici per disabili di proprietà dell'asl e dati in comodato d' uso agli assistiti aventi diritto, residenti nei distretti dell'ausl di Rieti Gli ausili oggetto delle prestazioni regolate dal presente capitolato sono quelli compresi nel vigente Nomenclatore Tariffario (D.M. n. 332 del ) ed analiticamente descritti nell'allegato "1" al disciplinare di gara. Art.2 - MODALITA' DI EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO I1 servizio di gestione, inventariamento, manutenzione, informatizzazione, magazzinaggio temporaneo, consegna e ritiro a domicilio degli ausili terapeutici per disabili di proprietà delllasl, dati in comodato d' uso agli assistiti aventi diritto, residenti nei distretti e 5 dell'ausl di Rieti ha lo scopo di: - offrire prestazioni maggiormente efficaci per i propri assistiti; - il contenimento dei costi e la pianificazione della spesa; - il monitoraggio del territorio e la gestione delle relative informazioni; - il massimo comfort degli assistiti attraverso un puntuale e pianificato servizio di consegna domiciliare. Le Ditte partecipanti dovranno considerare, a tutti gli effetti, l'ampiezza geografica, le caratteristiche territoriali e l'ubicazione dei luoghi ove dovrà avvenire la consegna ed il ritiro degli ausili, al fine di tenerne conto nella previsione dello svolgimento del servizio e per procedere alla perfetta esecuzione dello stesso. Dovranno anche prendere conoscenza delle condizioni locali e di tutte le circostanze generali e particolari che possano aver influito od influire sulla determinazione dei prezzi, delle condizioni contrattuali e sull'esecuzione del servizio. Quanto sopra al fine d'assumere tutti quei dati e quegli elementi necessari per la presentazione di un'offerta equa e remunerativa.

4 I1 servizio, come sopra definito, è comprensivo degli aspetti logistici, tecnico - attuativi, organizzativi e informatici, nel rispetto delle prescrizioni che seguono e del progetto attuativo offerto. L'aggiudicatario del servizio dovrà provvedere: al recupero degli ausili sia presso il domicilio degli assistiti sia presso i locali di deposito della Ditta che ha erogato il servizio nel corso del precedente appalto secondo l'elenco analitico di cui all'alleg. 1 al presente CSA; al ripristino manutentivo, riparativo e igienico degli stessi, alla loro immissione e immagazzinamento presso un deposito direttamente curato e gestito dal medesimo fornitore del servizio; alla messa a disposizione, cura e gestione di tutti gli aspetti logistici e manutentivi necessari ad erogare i servizi richiesti, compresi spazi di immagazzinamento separati dedicati esclusivamente all'asl della Provincia di Rieti, strutture per la sanificazione, ripristino e manutenzione tecnica, sistemi di conservazione, trasporto, e quant'altro necessario al corretto e sicuro espletamento del servizio; alla gestione informatizzata degli ausili, in rete con le strutture preposte dell'asl, nel rispetto dei sistemi di classificazione e alla continua tempestiva trasmissione di informazioni ai competenti uffici distribuiti a livello distrettuale; alla realizzazione di un collegamento con le sedi distrettuali tramite interfacce standard ed alla registrazione dei dati di consegna su detto programma ; alla consegna degli ausili ripristinati al domicilio del paziente (o ad altro indirizzo, comunque entro l'ambito territoriale dell'asl. indicato dal Responsabile del competente Distretto) ed eventuali servizi correlati (montaggio, istruzione/addestramento del personale di assistenza o del paziente stesso). L'aggiudicatario dovrà garantire sia in fase di avvio, sia a regime l'erogazione del servizio senza soluzione di continuità, nel rispetto degli orari, dei tempi e delle modalità convenuti. L'aggiudicatario dovrà inoltre provvedere allo svolgimento delle attività attinenti l'oggetto del presente capitolato, anche se non esplicitamente descritte nel medesimo e relativi allegati, se necessarie a garantire la regolare esecuzione del servizio. Il servizio consiste nelle prestazioni elencate nei successivi articoli.

5 Art. 3 - CREAZIONE MAGAZZINO I1 recupero iniziale avverrà presso il magazzino dell'attuale società titolare del servizio, a totale cura e spese dell'aggiudicatario, successivamente presso il domicilio degli assistiti. Dovranno essere presi in carico esclusivamente quegli ausili che possiedono le caratteristiche tecniche funzionali e qualitative previste dalle disposizioni di legge in materia di igiene e sicurezza, in particolare quelle richiamate dal D.M , con valutazione congiunta con i Referenti ASL degli ausili ritenuti privi delle caratteristiche previste. A tal uopo verrà redatto, ad aggiudicazione definitiva, un verbale di avvenuta consegna. La Ditta aggiudicataria sarà responsabile di tutti i beni presi in carico rispondendone sia per le operazioni di trasferimento sia per lo stoccaggio e la buona conservazione. L'immagazzinamento e lo stoccaggio dovranno avvenire in idoneo locale che la Società aggiudicataria dovrà mettere a disposizione. Tale locale ad uso magazzino dovrà essere ubicato nel territorio della provincia di Rieti, già libero per I'espletamento del servizio ed in regola con le normative vigenti nel settore inerenti gli aspetti igienico sanitari e della sicurezza previsti dal D. Lgs e s.m.i.. Art. 4 - INVENTARIAMENTO La Ditta aggiudicataria dovrà tenere sempre aggiornati in tempo reale gli elenchi dei beni in carico. I dati relativi all'inventariamento dovranno essere trasmessi mensilmente al competente ufficio del Distretto N. 1 - Assistenza Sanitaria Territoriale, su supporto informatico. In particolare la Ditta aggiudicataria avrà cura di tenere sempre aggiornato: a)l'elenco informatizzato dei beni in deposito e al domicilio dei pazienti specificando la tipologia dell' ausilio e la relativa quantità, che dovrà essere messo a disposizione dell' Azienda su supporto informatico; b)la gestione informatizzata dei codici di inventario assegnati dall'asl; c)il dato sulle giacenze e i relativi codici di inventario che dovranno essere sempre disponibili, aggiornati ed accessibili per via informatica dal personale competente dell'asl, sia tramite connessione web, sia attraverso l'alimentazione dell'applicativo proposto.

6 Art. 5 - CONSEGNA E RITIRO La consegna degli ausili ricondizionati al domicilio degli assistiti residenti nel territorio dell'asl dovrà avvenire su richiesta dei competenti uffici distrettuali. Gli ausili saranno consegnati sotto la cura e responsabilità della Ditta aggiudicataria. In occasione della consegna la Ditta aggiudicataria dovrà: a) istruire il paziente o suo familiare sull'utilizzo degli ausili consegnati e sulle procedure di pulizia e ordinaria manutenzione con contestuale consegna di manuale d'istruzioni in lingua italiana; b) procedere ad una pre-verifica a domicilio nel caso si tratti di consegne di sollevatore o l'installazione di montascale. Tale prova prevede: sopralluogo dimostrativo e verifica idoneità locali; verifica di corrispondenza tra carrozzina e montascale; presa visione dell'ausilio, anche da parte dell'accompagnatore, con verifica di capacità di conduzione di montascale; rilascio di documento sottoscritto dall'utente o chi per esso comprovante la dimostrazione di quanto sopra richiesto. C) acquisire, sulla documentazione di consegna, la firma e la data del ricevente del bene; d) provvedere con mezzi e dipendenti propri alla consegna dei presidi tempestivamente e comunque entro e non oltre 16 ore lavorative (2 giornate) dalla ricezione della richiesta; nei casi di particolare urgenza e gravità, accertata dai competenti Uffici, la Ditta si impegnerà a consegnare l'ausilio entro 12 ore lavorative dalla richiesta. E' obbligatoria la certificazione di sanificazione degli ausili rigenerati con conferma della rispondenza degli stessi alle norme in materia di sicurezza ed igiene, da consegnare all'u.0. Assistenza Domiciliare dell'asl di Rieti Inoltre spetterà alla Ditta aggiudicataria l'adozione di tutte le misure atte ad evitare qualsiasi danno a persone o cose durante le operazioni di ritiro, consegna e istruzione/addestramento all'uso degli ausili. Pertanto, 1'ASL è esonerata da qualsiasi responsabilità per infortuni e danni a persone e/o cose che potessero verificarsi durante l'intero periodo di durata del contratto. La Ditta aggiudicataria dovrà provvedere inoltre, su invito dell' ASL, a verifiche del gradimento del servizio mediante apposito questionario da recapitare all'utenza: i risultati e/o i suggerimenti saranno oggetto di analisi con i responsabile dell'asl. 11 personale qualificato, che accede al domicilio dell'utente dovrà essere munito di idoneo cartellino di identificazione con foto, nominativo e azienda di appartenenza. La consegna al domicilio del paziente dovrà avvenire esclusivamente su 6

7 autorizzazione effettuata dai funzionari identificati dall'asl in specifico elenco nominativo. In occasione di impreviste o incidentali interruzioni o malfunzionamenti della rete informatica va garantita ad ogni ufficio territoriale dell'asl, anche tramite fax, la possibilità di effettuare richieste di consegna urgenti. I documenti di consegna, firmati dall'utente o suo familiare, dovranno essere redatti in modo chiaro e fatti pervenire al Distretto richiedente per il controllo di regolare esecuzione, nonché per la liquidazione delle fatture emesse. La Ditta Aggiudicataria, una volta ricevuto l'ordine, s'impegna a prendere tempestivo contatto con l'utente o i suoi familiari ed al recapito al relativo domicilio, segnalato dal competente ufficio del Distretto di competenza. In caso di mancata reperibilità dell'utente la Ditta effettuerà almeno tre tentativi di contatto telefonico in diverse fasce orarie dopodiché segnalerà all'ufficio ASL ordinante (con nota mail) l'impossibilità di consegna, specificando il motivo e le date dei tentativi di contatto. Analoga comunicazione dovrà essere effettuata dalla Ditta in caso di particolari problemi o difficoltà incontrati al domicilio dell'utente. In tale evenienza l'ordine effettuato è da intendersi sospeso e la Ditta incaricata non darà ulteriore corso se non successivamente a disposizioni fornite dal competente ufficio ASL. Nel caso in cui l'ufficio interessato non provveda a fornire alcuna indicazione alla Ditta, entro dieci giorni lavorativi, la stessa provvederà all'annullamento dell'ordine rendendo nuovamente disponibile l'ausilio prenotato per tutti i distretti. Nel caso in cui il paziente o il familiare rifiuti il servizio l'addetto alla consegna annoterà sulla schedalverbale i motivi del rifiuto e comunicherà, contestualmente, alla propria centrale operativa l'evento affinché, quest'ultima, possa in tempi reali contattare il distretto interessato al fine di concordare soluzioni alternative. Al momento della consegna dell'ausilio all'assistito verrà stilato apposito "verbale di consegna" (modello da definire tra le parti) contenente: l.descrizione del presidio; 2.accettazione e gradimento dell'utente; 3.comunicazione riserva di proprietà ASL dell'ausilio e obbligo al corretto utilizzo della fornitura (da far sottoscrivere all'utente o in caso d'impossibilità alla sottoscrizione, da un suo familiare, e trattenere in copia). Gli ordini di ritiro, dei dispositivi per i quali è venuta meno la necessità d'uso da parte dell'utente, saranno disposti dai responsabili identificati dall'asl utilizzando l'applicativo informatico di gestione fornito dalla ditta aggiudicataria.

8 La Ditta aggiudicataria dovrà provvedere al ritiro degli ausili entro 16 ore lavorative dalla data della richiesta da parte della ASL. In occasione del ritiro la Ditta è tenuta alla compilazione di apposita scheda, condivisa fra le parti, nella quale dovranno risultare dati anagrafici utente, data ritiro, numero d'ordine, la tipologia e lo stato di conservazione dell'ausilio al momento del recupero, nonché il numero di inventario qualora già assegnato. Tale prassi anche ai fini di eventuali oneri da imputare all'utenza in presenza di evidente incuria e cattivo utilizzo del bene assegnato in comodato d'uso. I documenti di ritiro, firmati dall'utente o suo familiare, dovranno essere redatti in modo chiaro e fatti pervenire ai competenti Uffici dell'asl per il controllo di regolare esecuzione, nonché per la liquidazione delle fatture emesse. In caso di mancata reperibilità dell'utente la Ditta effettuerà almeno tre tentativi dopodiché segnalerà all'ufficio ASL ordinante l'impossibilità di ritiro, specificando il motivo e le date dei tentativi di contatto. Sarà quindi cura della Ditta aggiudicataria informare l'asl, con nota scritta, nel caso in cui vengano rilevate: Oincompatibilità ambientale, igienico sanitaria e di sicurezza all'utilizzo dell'ausilio richiesto; Outilizzo scorretto o improprio dell'ausilio fornito. E' fatto espresso divieto alla Ditta aggiudicataria di richiedere e10 accettare alcun compenso economico da parte degli assistiti al momento del ritiro, manutenzione e consegna, pena risoluzione del contratto. Art. 6 - REVISIONE E MANUTENZIONE La revisione dell'ausilio consisterà nella manutenzione, riparazione e igienizzazione del medesimo prima del suo riutilizzo, in modo tale che il bene risulti in possesso di tutti i necessari requisiti di efficienza funzionale e di aspetto, con caratteristiche paragonabili al nuovo e dovrà presentare tutti i requisiti previsti dalla normativa vigente. Gli ausili ritirati dovranno essere pronti all'uso entro 5 giorni di calendario dal momento del ritiro per una nuova consegna. Per interventi straordinari su dispositivi complessi (montascale, sollevatori, ecc.) il termine entro il quale vanno resi disponibili è di 10 giorni. La Ditta dovrà provvedere a fornire all'utente un ausilio sostitutivo per il periodo di riparazione dell'ausilio in dotazione.

9 A ciascun ausilio rigenerato e consegnato dovrà essere allegata una dichiarazione di avvenuta igienizzazione e sanificazione. La pulizia dei presidi dovrà essere effettuata a fondo con detergenti e disinfettanti adeguati alla tipologia e qualità del materiale trattato e rimuovendo tutte le parti mobili. Tutti i prodotti chimici impiegati, elencati in apposita tabella, dovranno essere rispondenti alle normative vigenti in Italia. Per quanto concerne l'attività di igienizzazione, si precisa che i presidi devono essere sottoposti ad igienizzazione dopo il ritiro al domicilio del paziente e prima della riconsegna dello stesso. Ogni qualvolta la Ditta aggiudicataria proceda ad igienizzare e manutenere carrozzine, dotate di vaschette WC, quest'ultime devono essere obbligatoriamente sostituite. Alla consegna, gli ausili ripristinati dovranno essere forniti con idonea garanzia di almeno sei mesi sulla riparazione effettuata estesa anche alle batterie ove previste, e con l'eventuale libretto di istruzione ove disponibile o abbinato all'ausilio. La ditta provvederà a recuperare e ad eseguire la manutenzione solo nel caso in cui ciò risulti economicamente vantaggioso per l'azienda. L'opportunità di riparazioni sarà valutata in collaborazione con il personale incaricato dell'azienda a seguito di proposta di particolareggiato preventivo nel modo che segue: quando l'importo della riparazione è inferiore al 30% del valore del bene nuovo (come da nomenclatore tariffario), la ditta aggiudicataria dovrà dare preventiva comunicazione ai preposti uffici aziendali del costo della riparazione. In mancanza di riscontro alla comunicazione, entro 2 giorni lavorativi, il preventivo si intenderà accettato quando l'importo della riparazione è superiore al 30% del valore del bene nuovo (come da nomenclatore tariffario), il bene, fatte salve particolari diverse valutazioni, sarà considerato non riparabile secondo le procedure previste al successivo art.7 del presente C.S.A. Art. 7 - NON RIPARABILITA' DEL BENE L'eventuale non riparabilità dei beni verrà comunicata con cadenza mensile dalla Ditta aggiudicataria. L'eventuale dismissione del bene è subordinata al parere del preposto funzionario ASL. Le proposte di dismissione verranno verbalizzate su apposita scheda contenente gli estremi identificativi del bene, numero inventario e le specifiche tecniche per cui si valuta la dismissione.

10 In caso di dismissione confermata dal funzionario ASL la Ditta aggiudicataria provvederà, a proprie spese e senza ulteriori oneri per 17ASL, allo smaltimento del materiale nel rispetto degli adempimenti previsti dalla vigente normativa. Art. 8 - INFORMATIZZAZIONE L'informatizzazione del magazzino ed il collegamento via web con i distretti AUSL, dovrà consentire di conoscere in ogni momento l'esatta disponibilità dei beni, la quantità e la qualità degli ausili stoccati con particolare riferimento alle segnalazioni di sottoscorta, ai codici di inventario e alle movimentazioni di ingresso e uscita e le relative manutenzioni. L'applicativo della Ditta aggiudicataria dovrà permettere agli operatori ASL di accedere alle informazioni specifiche in tempo reale e di poter ricavare adeguata reportistica di analisi e di sintesi. E' auspicabile la possibilità per i sistemi informativi di interfacciarsi per accedere direttamente alle seguenti informazioni : oelenco ausili da consegnare Q elenco ausili da ritirare oelenco ausili ricondizionati disponibili con inventario e matricola oelenco ausili consegnati con inventario, matricola, dati anagrafici, codice fiscale e data consegna Oelenco ausili ritirati con dati anagrafici e data ritiro oconferma consegne effettuate o conferma ritiri effettuati a elenco ausili cessati A fine mandato si intende che i dati raccolti e gestiti dal17applicativo in uso dovranno essere ceduti a117asl appaltante, per garantire la continuità del servizio, senza alcun onere aggiuntivo. Art. 9 - PERSONALE Per lo svolgimento del servizio la Ditta aggiudicataria dovrà prevedere personale qualificato, in grado di esprimere, nei confronti dei destinatari del servizio anche comportamenti improntati al massimo rispetto della dignità delle persone, sensibilità e comprensione. 11 personale qualificato che accede al domicilio dell'utente, con padronanza della lingua italiana, dovrà essere munito di idoneo cartellino di identificazione con foto, nominativo e azienda di

11 Tutto il personale impiegato nell'espletamento del servizio deve essere alle dirette dipendenze dell'appaltatore e deve operare sotto la sua esclusiva direzione e responsabilità. La Ditta aggiudicataria dovrà designare un "Responsabile organizzativo del servizio" che collaborerà strettamente e costituirà l'unico referente per l'azienda USL per quanto concerne la risoluzione di tutte le problematiche inerenti il servizio oggetto del presente appalto, pertanto, qualunque comunicazione e contestazione espressa in contraddittorio, si intenderà, per qualsiasi effetto, espressa direttamente all'appaltatore. Art.10 - PERIODO CONTRATTUALE I1 contratto sarà stipulato entro 60 giorni effettivi dall'avvenuta efficacia dell'aggiudicazione definitiva del servizio, ai sensi di quanto disposto dall'art. 11 del D. Lgs. n e s.m.i.. I1 contratto avrà la durata di 1 (uno) anno, a decorrente dalla data che sarà indicata nell'atto di stipula tenuto conto di quanto disposto all'art. 2 del disciplinare di gara. Prima della scadenza del contratto l'azienda USL si riserva la facoltà, qualora ne ravvisi l'opportunità, di chiedere all'aggiudicatario la prosecuzione del servizio per un eventuale ulteriore periodo fino ad massimo di un (uno) anno e comunque fino all'espletamento della gara regionale. La Società si impegna, fin da ora, a continuare l'esecuzione del servizio. L'avvio del servizio dovrà avvenire ed essere pienamente operativo entro il termine di 20 giorni lavorativi dalla stipula del contratto. Art.ll- ONERI ED OBBLIGHI DELL'APPALTATORE L'Appaltatore impiega ed organizza le risorse ed i mezzi necessari per l'espletamento dei servizi oggetto del presente appalto, a propria cura e spese, assumendone la gestione sotto ogni aspetto. L'Appaltatore è vincolato ad eseguire a regola d'arte e con la massima diligenza tutte le operazioni prescritte nel presente Capitolato Tecnico. Tutte le spese, nessuna esclusa, necessarie allo svolgimento dell'appalto, sono interamente a carico dell'appaltatore. L'Azienda USL resta completamente sollevata da qualsiasi onere e responsabilità. Sono, altresì, a carico dell' Appaltatore tutte le spese relative ad imposte e/o tasse connesse all'attività oggetto del contratto e le spese relative alla stipula e registrazione del contratto.

12 L'aggiudicataria è responsabile dell'esatto adempimento delle condizioni del contratto e della perfetta riuscita del servizio affidato. Altresì è responsabile dell'osservanza di tutte le disposizioni emanate da qualsiasi autorità statale o regionale. Art.12 - CONTROLLO SULL' ESECUZIONE DEL SERVIZIO Sono riconosciute all'asl ampie facoltà di controllo nei confronti della ditta aggiudicataria. al fine di accertare la conformità del servizio a quanto previsto nell'offerta prodotta in sede di gara. I1 controllo dell'esatto e puntuale espletamento del servizio, secondo quanto previsto nel presente capitolato e nel contratto d'appalto, nonché sul livello delle prestazioni rese, sarà effettuato, anche mediante ispezioni al magazzino del fornitore o al domicilio dell'assistito, avvalendosi di personale dell'asl allo scopo incaricato. Tali controlli, effettuati da Funzionari di questa ASL, riguarderanno: l.l'idoneità dei locali della Ditta aggiudicataria adibiti a magazzino, 2.l'attività di manutenzione e igienizzazione dei presidilausili, 3.il rispetto dei tempi di consegna e ritiro, 4.le modalità di ritiro e consegna presso il paziente, 5.l'adeguata istruzione sull'utilizzo dell'ausilio al paziente, 6.la rottamazione dei presidi non più utilizzabili o a norma, 7.la qualità complessiva del servizio offerto. Mensilmente la Ditta aggiudicataria curerà la stampa di prospetti riassuntivi delle prestazioni effettuate suddivisi per sede distrettuale. Copia di tali prospetti mensili, controfirmata per accettazione, dovrà essere consegnata a cura della medesima Ditta aggiudicataria entro il giorno 5 del mese successivo a quello di riferimento ai distretti i necessari controlli provvederanno al seguito di competenza. Art.13 - PENALI Salvo più gravi e diverse azioni previste dalle norme di legge e10 dal presente capitolato speciale d'appalto e/o da regolamenti, l'azienda USL, a prima tutela di ciascuna e10 di tutte le norme contenute nel presente C.S.A., qualora le stesse vengano, in tutto e10 in parte, disattese, si riserva di applicare, previa tempestiva contestazione per iscritto, le seguenti penalità:

13 - il ritardo nella consegna degli ausili oltre il termine previsto nel precedente art. 6 comporta una penale a carico della ditta aggiudicataria pari a 100,OO (euro cento) per ogni giorno di ritardo; - la consegna degli ausili non a domicilio dell'utente, ma ad esempio scaricati per strada o nella portineria, comporta una penale di 500,OO ( euro cinquecento); - per ogni altro caso di violazione o inadempimento o inesatto adempimento degli obblighi contrattuali previsti, previa tempestiva contestazione scritta, si applicherà una penale di 100,OO per ogni violazione contestata. L'applicazione delle penali avverrà mediante detrazione sulle somme dovute dal Committente per i pagamenti mensili. Le penali sopraindicate sono cumulabili fra loro e verranno addebitate in occasione del primo pagamento utile. L'applicazione delle suddette penali non esclude qualsiasi altra azione, in qualsiasi altra forma e10 natura e10 in qualsiasi altra sede, che l'azienda USL intenda eventualmente intraprendere. Art RISOLUZIONE DEL CONTRATTO 1. L'Azienda USL si riserva la facoltà di risolvere il contratto, ai sensi e per gli effetti dell'art.1456 C.C., qualora una determinata obbligazione e10 prestazione e10 servizio, oggetto dell'appalto non sia adempiuta o esattamente adempiuta, secondo le modalità previste dal presente capitolato. 2. Detta risoluzione avverrà tramite raccomandata con avviso di ricevimento. 3. La risoluzione del contratto, secondo le modalità di cui ai commi 1 e 2, potrà avvenire per i seguenti motivi, enunciati a titolo esemplificativo e non esaustivo: ragioni di pubblico interesse e di cui alla insindacabile valutazione da parte dell'azienda USL di Rieti inadempimento (es.consegna ausili ad indirizzo diverso da quello comunicato o scaricati per strada o altri luoghi) violazione norme sul subappalto

14 sospensione o abbandono del servizio (verranno valutati da parte dell'azienda USL i casi di forza maggiore) sopravvenuta incapacità giuridica dell'appaltatore utilizzo di prodotti e materiali non in conformità alle vigenti normative incapacità nell'espletamento del servizio (con ripercussioni sull'esatto adempimento dello stesso) frode o negligenza nell'espletamento del servizio e comportamento scorretto degli addetti al servizio nei confronti dei pazienti o familiari o dipendenti dell'azienda USL di Rieti mancata adozione di misure di cautela che possano arrecare danno a terzi (dipendenti, utenti) 4. Nei casi di inesatto adempimento, al di fuori delle ipotesi di cui ai commi 1, 2 e 3, l'azienda USL Rieti avrà la facoltà di intimare alla aggiudicataria, ai sensi e per gli effetti dell'art C. c., diffida ad adempiere - entro il termine di giorni 3 - mediante lettera raccomandata a.r. 5. Detta diffida non potrà essere inviata per più di 2 volte, pena l'immediata risoluzione del contratto. 6. Con la risoluzione del contratto sorge per l'azienda USL il diritto di affidare a terzi la fornitura del servizio, o la parte rimanente di questa, in danno alla Società. Le maggiori spese sostenute dallyazienda rispetto a quelle previste dal contratto in essere, saranno addebitate all'appaltatore mediante prelievo dalla cauzione definitiva e, ove questa non sia sufficiente, da eventuali crediti. 7. In ogni caso i motivi che daranno luogo alla risoluzione del contratto comporteranno, per l'azienda USL il diritto al risarcimento del danno. 8. E' fatto salvo in ogni caso il diritto di far valere, da parte dell'azienda USL Rieti, ogni ragione ed azione presso le competenti sedi, per ogni altra forma di responsabilità dovesse riconoscersi in danno dell'appaltatore. 9. Sono fatte salve, altresì, le disposizioni concernenti le sanzioni previste per eventuali inadempimenti di cui al precedente art. 7 del presente CSA.

15 ART CLAUSOLA DI RECESSO ART C.C. L' Azienda USL avrà la facoltà unilaterale di recedere dal contratto in qualsiasi momento qualora la Regione Lazio dovesse aggiudicare una gara centralizzata per la medesima tipologia di prestazioni. L'appaltatrice, in tal caso, non potrà rivalersi in alcun modo nei confronti delle Azienda USL Rieti. Art RESPONSABILITA' L'appaltatore si obbliga ad adottare durante l'esecuzione del servizio tutti i provvedimenti, le misure e le cautele necessarie per garantire la sicurezza e I'incolumità delle persone impiegate per il servizio, degli utenti, nonché di terzi. La Ditta aggiudicataria assume in proprio ogni responsabilità per danni arrecati a persone e a cose, tanto dall'asl quanto di terzi, in dipendenza di omissioni, negligenze o altre inadempienze relative alle prestazioni contrattuali, anche se eseguite da terzi. La Ditta dovrà stipulare idonea polizza assicurativa sia per danni a persone che a cose, per sinistro, per la responsabilità civile derivante dall'esecuzione di tutte le attività di cui al presente appalto. Copia della polizza dovrà essere consegnata all'u.0.c Affari Generali AUSL Rieti, prima della sottoscrizione del contratto. ART.17 - OBBLIGO DI RISERVATEZZA E TUTELA DEI DATI Le notizie ed i dati relativi all'azienda USL di Rieti, comunque venuti a conoscenza della Società aggiudicataria o di chiunque collabori alle sue attività in relazione alla esecuzione del presente appalto, e le informazioni che transitano per le apparecchiature di elaborazione dei dati e posta elettronica, non dovranno, in alcun modo ed in qualsiasi forma, essere comunicate, divulgate o lasciate a disposizione di terzi e non potranno essere utilizzate, da parte della Società aggiudicataria o di chiunque collabori alle sue attività, per fini diversi da quelli previsti dal presente capitolato, salvo esplicita autorizzazione dell'azienda USL di Rieti. La società in relazione a quanto oggetto di prestazione ed alle informazioni e documenti dei quali sia venuto in possesso, a qualsiasi titolo, nell'esecuzione delle prestazioni oggetto del presente appalto, si impegna, fatto salvo in ogni caso il diritto al risarcimento dei danni subiti dall'azienda USL Rieti, a:

16 - garantire, adottando le opportune misure, la massima riservatezza sulle informazioni; - non divulgare, anche successivamente alla scadenza del contratto, notizie relative all'attività svolta dall' Azienda USL Rieti; - non eseguire e non permettere che altri eseguano copia, estratti, note od elaborazioni di qualsiasi atto o documento; - garantire il rispetto di quanto previsto dalle norme per la tutela dei dati personali di cui al D. Lgs , con particolare riguardo alle norme sull'eventuale comunicazione a terzi dei dati detenuti nelle banche dati, ai sensi di quanto previsto dall'art. 20 della Legge medesima; - attuare nell'ambito della propria struttura, sotto la propria responsabilità, ai sensi del D. Lgs. n , tutte quelle norme di sicurezza e di controllo atte ad evitare il rischio di alterazione, distruzione o perdita, anche parziale, nonché d'accesso non autorizzato, o di trattamento non consentito, o non conforme alla finalità del servizio, dei dati e della comunicazione. ART TUTELA DELLA PRIVACY La documentazione presentata, per la partecipazione alla procedura di gara e per l'espletamento dell'appalto, sarà utilizzata esclusivamente per la gestione del presente appalto e trattata da organi e uffici interni preposti alla gestione e controllo degli atti ed in tutti gli altri casi previsti dalla legge. Art SUBAPPALTO I1 subappalto è regolato dall'art. 118 del D. Lgs. n e s.m.i., alla cui disciplina si richiama per quanto non espressamente previsto dal presente capitolato. E' consentito il subappalto nei limiti e secondo le modalità di cui al suddetto art La volontà di ricorrere eventualmente al subappalto va, pertanto, preventivamente segnalata in sede di offerta; in caso di inadempienza si procederà alla immediata risoluzione del contratto. L'Azienda USL, in questo caso, incamererà il deposito cauzionale definitivo fatto salvo l'accertamento di danni ulteriori. Nel caso di prestazioni subappaltate è fatto obbligo da parte della ditta aggiudicataria subappaltatrice trasmettere, entro 20 giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei suoi confronti, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti da esso corrisposti alli subappaltatoreli, con l'indicazione delle ritenute di garanzia effettuate.

17 Art.20 - OBBLIGHI DELL'APPALTATORE RELATIVI ALLA TRACCIABILITÀ DEI FLUSSI FINANZIARI L'appaltatore assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all'art. 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche. L'appaltatore si impegna a dare immediata comunicazione alla stazione appaltante, alle Amministrazioni contraenti ed alla Prefettura ufficio territoriale del Governo della Provincia di Rieti della notizia dell'inadempimento della propria controparte (subappaltatorelsubcontraente) agli obblighi di tracciabilità finanziaria. Art PREZZI Salvo quanto previsto dall'art. 115 D. Lgs. n e s.m.i., i prezzi risultanti in sede di aggiudicazione s'intendono fissi ed invariabili. I prezzi si intendono comprensivi di tutte le spese ed oneri accessori e necessari per effettuare il servizio in conformità a quanto prescritto dal presente Capitolato, inclusi gli oneri di natura fiscale, esclusa l'i.v.a. che sarà indicata in fattura a norma di Legge. I corrispettivi per il servizio oggetto di gara sono rappresentati da: i prezzi di listino riportati nell'allegato 1) del presente capitolato dedotti del ribasso unico percentuale offerto in sede di gara. Si precisa che alla voce comprendente manodopera dovrà essere applicata l'aliquota IVA del 21 %, mentre sui singoli pezzi di ricambio o aggiuntivi si applicherà l'aliquota del 4%. I prezzi posti a base d'asta indicati nell'allegato 1) del presente capitolato sono comprensivi di tutte le prestazioni indicate nei precedenti articoli del presente capitolato; il costo per consegna e ritiro al domicilio dell'assistito dedotto del ribasso unico percentuale offerto in sede di gara. Tale costo si intende unico per ordine-paziente indipendentemente dal numero di ausili consegnati o ritirati ed omnicomprensivo di installazione, piccole modifiche e istruzione al paziente. E' a carico della ditta ogni altro onere e rischio relativo al trasporto e facchinaggio nonché le spese per eventuali collaudi e10 perizie che in qualunque momento, nel corso della fornitura, 1'ASL intendesse far eseguire per la verifica della rispondenza del prodotto della fornitura alla qualità e caratteristiche contrattuali. Le voci ed i prezzi elencati nell'allegato "l" al disciplinare di gara tengono conto della DGR3 19/2004: " Istituzione presso le ASL di un servizio sperimentale di riutilizzo dei dispositivi medici di cui all'elenco 2 e 3 del DM 332/99", del Nomenclatore Tariffario allegato al DM e della sua modifica di cui al DCA della Regine Lazio n. 112 del , oggetto del presente appalto, e di quanto previsto dai correnti prezzi dei ricambi.

18 Art FATTURAZIONE E PAGAMENTI Al termine di ciascun mese solare, la Ditta dovrà presentare alla ASL Rieti fattura relativa al servizio eseguito specificando: - il numero dei ritiri effettuati; - il numero delle consegne effettuate; - le tipologie di manutenzioni effettuate (sulla base dell'elenco di cui all'allegato 1); - la tipologia dei pezzi di ricambio utilizzati (sulla base dell'elenco di cui all'allegato 1). Per ciascuna voce di cui sopra la Ditta dovrà specificare il prezzo dovuto, il prezzo complessivo per ciascun trasporto, nonché il prezzo totale della fattura. In deroga al D. Lgs il pagamento delle fatture sarà effettuato a 90 giorni dalla data di ricevimento e, dopo la scadenza di detto termine e fino alla data di emissione del mandato, saranno riconosciuti gli interessi legali al saggio di cui all'art del C.C., vigenti nel periodo di riferimento. Nel caso di contestazione per inadempimento o irregolarità nell'erogazione del servizio rispetto a quanto previsto nel contratto, i termini di pagamento concordati restano sospesi dalla data di spedizione della nota di contestazione e riprenderanno a decorrere con la definizione della pendenza. L'eventuale ritardo nei pagamenti delle fatture non può essere invocato come motivo valido per la risoluzione del contratto da parte dell'appaltatore, il quale è tenuto a continuare il servizio fino alla scadenza. Art. 23- FORO COMPETENTE Per la risoluzione di eventuali controversie il foro territoriale competente è quello del Tribunale di Rieti.

19 Art RINVIO Per tutto quanto non previsto nel presente capitolato, valgono le disposizioni del codice civile, nonché le altre leggi e regolamenti vigenti in materia, in quanto applicabili. Timbro e firma per accettazione della ditta

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i Arezzo, 06 maggio 2011 Dott. DAVIDDI Paolo STOLZUOLI Stefania Tecnici di Prevenzione Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 8 - Arezzo

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA ED ALTRI SERVIZI, TESI AL MANTENIMENTO DEL DECORO E DELLA FUNZIONALITA DEGLI IMMOBILI, PER GLI ISTITUTI SCOLASTICI DI

Dettagli

La Direzione dei Lavori

La Direzione dei Lavori La Direzione dei Lavori L istituzione della Direzione lavori. Ai sensi dell art.10, comma 1, lett.l, del Reg., l istituzione dell ufficio di direzione dei lavori è promossa dal responsabile del procedimento

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica Pagina 1 di 6 Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica OGTTO: Adesione al Lotto n. 5 della convenzione denominata AUSILI DISABILI 2, per la fornitura di Sollevatori

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI PECETTO TORINESE CAP 10020 - PROVINCIA DI TORINO Sede Municipale di via Umberto I n.3 Tel. 0118609218/9- Fax 0118609073 e mail:info@comune.pecetto.to.it Partita IVA 02085860019 - C.F. 90002610013

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

www.sanzioniamministrative.it

www.sanzioniamministrative.it SanzioniAmministrative. it Normativa Legge 15 dicembre 1990, n. 386 "Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari" (Come Aggiornata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507) Art. 1. Emissione

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A.

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A. SERVIZIO DI FORMAZIONE PONTEGGI ANNI 2015-2017 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO (14/M/006C) CIG N 61470301A1 SOMMARIO Articolo 1. OGGETTO DELL APPALTO Articolo 1bis DEFINIZIONI Articolo 2. LUOGO DI ESECUZIONE

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO Art. 1 - OGGETTO 1. Il presente capitolato ha per oggetto lo svolgimento,

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

I certificati anagrafici

I certificati anagrafici I certificati anagrafici I certificati anagrafici sono rilasciati dal Comune di residenza e attestano le risultanze delle iscrizioni nell'anagrafe della popolazione residente (APR) e degli italiani residenti

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale

Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale Comune di Sanluri Provincia del Medio Campidano Regolamento per l utilizzo dei locali scolastici di proprietà comunale Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n 66 del 26.11.2004. Sommario Art.

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

Alberta Riccio (Responsabile Qualità, Ambiente, Sicurezza e Risorse Umane)

Alberta Riccio (Responsabile Qualità, Ambiente, Sicurezza e Risorse Umane) ESEMPI DI BUONA PRASSI TEMA Sistema di Gestione per la Sicurezza TITOLO DELLA SOLUZIONE Pianificazione della Manutenzione, Utilizzo di Software dedicato e Formazione per Addetti Manutenzione AZIENDA/ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli