omaggio a due donne speciali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "omaggio a due donne speciali"

Transcript

1 Sailetto Parla Periodico trimestrale di informazione sailettana Anno XIV - N 53 Gennaio Febbraio Marzo 2015 omaggio a due donne speciali Cari lettori, lo scorso 8 marzo è stato dedicato anche quest anno alla cosiddetta festa della donna. Fa piacere ricevere la mimosa, ma una riflessione anche breve ci dice che in fondo c è ben poco da festeggiare. Troppe sono ancora le donne sottovalutate, ignorate, maltrattate, vittime di atti di violenza riportati quotidianamente da stampa e TV. Ne voglio indicare soltanto due per il loro estremo coraggio e caparbietà nel portare avanti la loro battaglia di libertà e di riscatto sociale. Lucia Annibali è stata sfigurata dall acido gettatole in faccia mentre rientrava a casa, il 16 aprile 2013, su mandato del suo ex fidanzato, che non poteva accettare di essere stato lasciato. Lucia si è rialzata, dopo sette interventi e sofferenze di ogni genere. Ha detto di no ad una vita nascosta per il suo aspetto così poco visibile dopo quel gesto tremendo. Il 18 settembre (2013) compio 36 anni e per me questo sarà anche l anno zero. Rinasco. Ricomincio tutto daccapo con la mia nuova faccia. Sarò un altra Lucia per tutta la vita, non posso continuare a nascondermi. Che vedano pure come mi hanno ridotta, non sono certo io che devo vergognarmi. Voglio riordinare la vita partendo proprio da quello che mi è successo. Devo dire la verità, non sto morendo dalla voglia di tornare al mio lavoro di avvocatessa, e invece mi piacerebbe moltissimo aiutare in qualche modo gli ustionati, occuparmi delle donne schiacciate da uomini inetti e incapaci di convivere con le loro fragilità. Alle donne voglio dire voletevi bene, tanto, tantissimo. Credete in voi stesse e sappiate che ogni atto di violenza subita non dipende mai da voi che amate l uomo sbagliato ma da lui che lo commette. Agli ustionati come me invece dico di tenere duro e avere pazienza, tanta pazienza. Sopportiamo il martirio del corpo e curiamo la ferita dell anima, coltivando la speranza tutti i giorni perché ogni giorno è un passo verso la guarigione: ogni giorno è un po più facile di quello precedente. E impariamo che la nostra identità non è data dall aspetto esteriore, ma da quello che c è nel nostro cervello e nel nostro cuore. Malala Yousafzai è la diciassettenne pakistana che ha vinto il Premio Nobel per la pace 2014, la più giovane ad essere insignita di questo prestigioso riconoscimento. Si batte da anni per i diritti civili e per i diritti delle donne. Il 12 ottobre 2012, mentre tornava da scuola in autobus, le spararono alla testa riducendola in fin di vita. Anche lei si rialzò e continuò la sua lotta per il diritto all istruzione. Trascrivo di seguito alcune frasi tratte dal suo discorso per il Nobel, che illustrano meglio di ogni mia modesta considerazione la grandezza di questa giovanissima grande donna. Questo premio non è solo per me. È per i bambini dimenticati che vogliono un istruzione. È per i bambini spaventati che vogliono la pace. È per i bambini senza voce che vogliono il cambiamento. Sono qui per i loro diritti, per dare loro voce L istruzione è una delle benedizioni della vita e una delle sue necessità. Me lo dice l esperienza dei miei 17 anni di vita. A Lucia Annibali com era MALALA YOUSAFZAI Lucia Annibali ora Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo

2 2 casa mia nella valle di Swat, nel nord del Pakistan, ho sempre amato la scuola e imparare cose nuove. Ricordo quando io e i miei amici ci decoravamo le mani con gli henna (decorazioni floreali, ndr) per le occasioni importanti. Invece di disegnare dei fiori e motivi geometrici, usavamo le formule matematiche e le equazioni Potrò sembrarvi una sola ragazza, una sola persona, per di più alta neanche un metro e sessanta coi tacchi. Ma non sono una voce solitaria: io sono tante voci. Sono quei 66 milioni di ragazze che non possono andare a scuola. Una delle mie migliori amiche a scuola, della mia stessa età, è sempre stata una ragazza coraggiosa e fiduciosa: voleva diventare medico. Ma il suo sogno è rimasto un sogno. A 12 anni è stata costretta a sposarsi e ha avuto un figlio quando era lei stessa ancora una bambina, a quattordici anni. Sono sicura che sarebbe stata un ottimo medico. Ma non ha potuto diventarlo, perché è una ragazza. La sua storia è il motivo per cui devolvo i soldi del premio Nobel al Fondo Malala, per aiutare le ragazze di tutto il mondo ad avere un istruzione di qualità e per fare appello ai leader ad aiutare le ragazze come me. Che sia l ultima volta che un bambino o una bambina spendono la loro infanzia in una fabbrica. Che sia l ultima volta che una bambina è costretta a sposarsi. Che sia l ultima volta che un bambino innocente muore in guerra. Che sia l ultima volta che una classe resta vuota. Che sia l ultima volta che a una bambina viene detto che l istruzione è un crimine, non un diritto. Che sia l ultima volta che un bambino non può andare a scuola. Diamo inizio a questa fine. Che finisca con noi. Costruiamo un futuro migliore proprio qui, proprio ora. Grazie. Cari lettori, il coraggio viene attribuito tradizionalmente agli uomini. Era coraggioso il cacciatore primitivo che affrontava le bestie feroci, il cavaliere che difendeva donne e bambini, il soldato che combatteva per la patria e a tante altre figure, ma sempre e comunque maschili! Ora, Lucia e Malala non vi sembrano coraggiose? Il coraggio non ha bisogno di distinzioni di genere, è coraggio e basta. Ho citato solo due esempi di donne che lottano con indomabile determinazione rischiando la propria vita in nome di un ideale di libertà universale, ma molte altre donne nella storia e nel mondo sono coraggiose senza compiere gesti eclatanti, anche solo continuando a vivere in certe situazioni di miseria, di discriminazione o di sofferenza. A tutte inviamo idealmente un grande mazzo di mimosa. Vi saluta la direttrice Gianna Baraldi. (Dati tratti da Corriere della Sera Cronache La 27 ora - Europa quotidiano- Quest ultimo sito pubblica l intero discorso di Malala al premio Nobel. Vi consiglio vivamente di leggerlo). SailettoParla Sommario n.53 I servizi di questo numero 1 8 marzo - Omaggio a due donne speciali, Gianna Baraldi 3 I classici in pillole - Metamorfosi, Roberta Sironi 4 Riapre la chiesa di Sailetto - Intervista a Don Giorgio Bugada, la Redazione 5 37 Carnevalissimo di Mottggiana, Daniele Bernardelli Pellegrinaggio diocesano a Roma 6,7 Si viaggiare! - In Mauritania, Claudio e Marina Caprara 8 I lettori scrivono - Predatori e Prede, Mariano Tommolini 8 Cronaca - Una nuova verità sulla morte di Vittore Tirelli la Redazione 9 Novità per la Villa Grassetti, Riaperta la Chiesa di S.Prospero Marco Viani 10 Acli - Azzardo non chiamiamolo gioco, Marco Faroni 11 Tra Piante Orti e Giardini; NutriMenti la Redazione 12 Celebrazioni della settimana Santa Sagra di S.Leone, Marco Viani Redazione: Gianna Baraldi (direttore), Rubes Calzolari (correzione articoli dei collaboratori e ricerca immagini), Capelli Alessandra (coordinamento contributi vari e redattrice), Marco Faroni (ritiro copie stampate e distribuzione ai postini volontari, nonché redattore), Lucia Viani (economa), Marco Viani (tecnico graficoimpaginatore e redattore). Hanno collaborato a questo numero: Elenco collaboratori: Roberta Sironi, Daniele Bernardelli, Claudio e Marina Caprara, don Giorgio Bugada, Mariano Tommolini. Potete contattare il direttore o la redazione all indirizzo Il giornale viene recapitato a tutte le famiglie di Sailetto ed è pubblicato sul nostro sito internet: Artigiano Edile Ancellotti Maurizio Via Zara Bignardina, 5 Recapiti Telefonici:

3 SailettoParla 3 Metamorfosi I classici in pillole Metamorfosi è parola di origine greca che significa trasformazione, mutamento di forma. Tutti, nel corso della vita, ci trasformiamo: cambiamo nel corpo, crescendo e invecchiando, cambiamo nella mente, accumulando esperienza. Gli scienziati ci dicono che le metamorfosi, nei regni animale e vegetale, sono addirittura essenziali per la sopravvivenza della specie: è quanto accade, ad esempio, agli insetti o agli anfibi. Gli antichi non conoscevano l origine dei fenomeni naturali e, incantati dalla bellezza delle creature del cielo, della terra e del mare, ma incapaci di darsi risposte razionali, inventavano racconti fantastici (Miti) e trasformazioni suggestive, accomunate dall idea che la vita è un fluire ininterrotto, un perenne intersecarsi di forme, una continua rinascita. Proprio la rinascita in altra forma è il fondamento delle circa 250 metamorfosi raccontate dal poeta latino Ovidio, vissuto al tempo di Augusto, nell opera intitolata, appunto, Metamorphoses. Da dove proviene l eco che sentiamo risuonare negli spazi aperti? Come fa il ragno a tessere la tela? Perché i pioppi crescono sulle rive del Po? Un tempo Eco era una bella fanciulla, particolarmente loquace, che intratteneva con lunghi discorsi la dea Giunone affinché non scoprisse che il marito Giove faceva l amore con le ninfe dei boschi. Accortasi dell inganno, la dea decise di punire la giovane chiacchierona impedendole di parlare per prima: ella avrebbe potuto solo riprodurre le ultime parole udite dagli altri. Ma Eco aveva ancora un corpo, diventò pura voce dopo essersi innamorata di un giovane bellissimo: Narciso. Questi la rifiutò, così come aveva sempre rifiutato l amore degli altri, ed Eco, disperata, si nascose per la vergogna dietro le piante e in antri solitari, fino a consumarsi per il dolore. Ecco come Ovidio ne descrive la metamorfosi: I pensieri la tengono desta e la fanno deperire in modo pietoso, la pelle si raggrinzisce per la magrezza e tutti gli umori del corpo si disperdono nell aria. Non rimangono che la voce e le ossa. La voce esiste ancora; le ossa, dicono, presero l aspetto di sassi. E così sta celata nei boschi e non si vede su nessun monte, ma dappertutto si sente: è il suono che vive in lei. (Met. III, ). Nota: traduzione di P.Bernardini Marzolla edizione Einaudi. Anche il ragno, un tempo, era una bella fanciulla di nome Aracne, tanto abile nell arte di filare la lana da attirare l attenzione di tutti gli abitanti della Lidia, che accorrevano per vedere i suoi meravigliosi lavori finiti, ma anche per assistere alla loro realizzazione. La ragazza dimostrava, infatti, grande maestria nel tessere preziosi ricami e tutti ritenevano che la sua dote fosse dono della dea Pallade. Ma Aracne attribuiva a se stessa le sue capacità, suscitando inevitabilmente le ire della dea che, per punirne la superbia, si travestì da vecchia, entrò nella sua casa e accettò la sfida della giovane tessitrice gareggiando con lei nel ricamo. Vinse Aracne, ma Pallade rifiutò il verdetto, fece a brandelli la tela della rivale e la colpì con la spola di legno. Per la rabbia, la fanciulla corse ad infilare il collo in un cappio. Vedendola pendere, Pallade ne ebbe compassione, la sorresse e la trasformò in ragno: la spruzzò di succhi infernali, e subito al contatto del terribile filtro i capelli scivolarono via, e con essi il naso e gli orecchi; e la testa diventa piccolissima, e tutto il corpo d altronde s impicciolisce. Ai fianchi rimangono attaccate esili dita che fanno da zampe. Tutto il resto è pancia: ma da questa, Aracne riemette del filo e torna a rifare- ragno- le tele come una volta. (Met. VI, ). Nota: traduzione di P.Bernardini Marzolla edizione Einaudi. Sulle rive del Po, andando tra i pioppi, potremmo sentire ancora le voci e i lamenti delle Eliadi, figlie del Sole (Elios) e sorelle di Fetonte. Ottenuto il permesso di guidare il carro del padre, il giovane inesperto precipitò sulla terra incendiandola, si inabissò nel Grande Fiume e vi trovò la morte. Le Naiadi, ninfe delle acque, lo seppellirono; la madre, stracciatesi le vesti, vagò per il mondo alla ricerca del suo corpo inanimato, poi si accasciò sul suo tumulo e lo inondò di lacrime; il Sole, affranto, stette nascosto per un giorno intero. Le sorelle, disperate, si batterono il petto con le mani e, prosternate sul sepolcro, invocarono inutilmente Fetonte per più di quattro mesi. Quando la maggiore, Faetusa, volle prostrarsi a terra, si accorse che i piedi le si erano irrigiditi; la più giovane, che voleva raggiungerla, fu trattenuta da un improvvisa radice; una terza, che intendeva stracciarsi con le mani i capelli, strappò delle frasche. Così dice Ovidio: Questa si lamenta che un ceppo le serri le gambe, quella che le braccia diventino lunghi rami. E mentre si meravigliano, una corteccia circonda l inguine e gradatamente fascia il ventre, poi anche il petto, poi le spalle, poi le mani, e rimangono scoperte solo le bocche, che invocano la madre. (Met. II, ). Nota: traduzione di P.Bernardini Marzolla edizione Einaudi. Climene corse dall una all altra baciandole e cercando di strappare i loro corpi dai tronchi, ma dai rami spezzati stillavano gocce di sangue. Le fanciulle, ormai divenute pioppi, salutarono per l ultima volta la madre, mentre la corteccia si chiuse sulle loro parole. Ne colarono lacrime: era resina, che s indurisce al sole. Nella fantasia di Ovidio,dunque, non ci sono confini tra dei, umani e regni della Natura: tutte le forme dell Universo sono nutrite della stessa sostanza, trasmutabile dall una all altra. Roberta Sironi

4 4 Riapre la chiesa di Sailetto SailettoParla Buone notizie dalla parroccha. I lavori di recupero della chiesa di Sailetto sono in dirittura d arrivo. I responsabili del cantiere hanno annunciato che, salvo imprevisti legati alle condizioni metereologiche, i lavori termineranno entro la fine di maggio La cerimonia per la ripertura è prevista nella ricorrenza del terzo anno del sisma del 2012, il 29 maggio prossimo. I lavori sono ancora in corso. Sono lavori già programmati come il tinteggio interno della chiesa, la sostituzione delle finestre, il restauro della facciata, e lavori che si sono resi necessari in corso d opera come il rifacimento della copertura dell abside e la sostituzione delle travi di colmo del tetto. Sono invece già terminati i lavori di consolidamento delle volte e il ripristino delle crepe nella sala centrale della chiesa. Cogliamo l occasione di questo annuncio per porre alcune domande al parroco di Sailetto don Giorgio Bugada. Dopo tanti mesi di attesa la chiesa riapre. Che significato possiamo dare a questo evento? Anzitutto la gioia del possibile rientro a casa degli sfollati o degli esiliati come nel Salmo 121 quale gioia quando mi dissero: andremo alla Casa del Signore. Rientrare in Chiesa, magari entrarci per la prima volta è certamente grande emozione, ma nello stesso tempo anche una certa trepidazione per il compito di renderla Casa di famiglia, aperta a tutti perché sia secondo il progetto di Gesù. Come S.Francesco consapevoli che questa Famiglia non si è mai finito di renderla più bella. Insieme si può! Quella di S.Leone è una piccola parrocchia, e l impegno economico è stato grande. Sailetto ce la farà? Non ne ho mai dubitato, soprattutto dopo l esperienza della generosità di tanti, in forme diverse, nel recupero dell Oratorio, dopo l incendio, dal lavoro volontario alle offerte in denaro e di generi diversi come i bigliardini e Ponteggio all interno della chiesa le lampade led. Anche l Oratorio, come la Chiesa, non finisce coll ambiente recuperato ma ha bisogno delle idee, delle proposte e di tanto tempo per realizzarle per i nostri ragazzi, per le nostre famiglie. La chiesa non è ancora aperta ma sarà comunque Pasqua. Cosa vuoi dire ai sailettani? La prima Pasqua del Popolo ebraico nella Terra promessa è stata celebrata all aperto: passato il fiume Giordano furono collocate dodici pietre prese dal fiume, come Memoriale. Sempre la Pasqua è passaggio attraverso l acqua, prima il Mar Rosso poi il Battesimo. Se la Chiesa, come la nostra famiglia, ha bisogno di una casa, allora ha bisogno soprattutto di ciascuno di noi. Siamo noi le pietre vive con le quali viene su l edificio spirituale (CHIESA) fatto di gente che non teme nulla come il Patrono San Leone non ha avuto nemmeno di Attila e gli è andato incontro... E anche il mio augurio e la mia preghiera: che questa Pasqua ci aiuti a fare il Passaggio, verso un mondo più fraterno e cordiale Buona Pasqua anche a te don Giorgio da parte di tutta la redazione. Prosegue il lavoro di sensibilizzazione da parte dei responsabili del Consiglio degli affari economici della parrocchia per arrivare alla copertura dei costi sostenuti. I contributi finalizzati al recupero della chiesa, sia come persone fisiche sia come imprese o liberi professionisti, possono beneficiare di agevolazioni fiscali da usufruire nella dichiarazione dei redditi. A questo scopo è necessario che il versamento abbia i requisiti della tracciabilità, cioè sia effettuato tramite assegno bancario/circolare o con un bonifico bancario sul conto corrente della parrocchia. I riferimenti si trovano qui di fianco. Il parroco e membri del Consiglio affari economici sono a disposizione per ulteriori chiarimenti. PARROCCHIA DI SAN LEONE MAGNO PAPA BANCA POPOLARE DI MANTOVA Filiale di Suzzara Codice IBAN: IT 26 N Causale: Erogazione liberale per l esecuzione delle opere di consolidamento strutturale della chiesa parrocchiale

5 SailettoParla 5 37 Carnevalissimo di Motteggiana Domenica 8 marzo si è svolta la 37a edizione del Carnevalissimo di Motteggiana organizzato dalla polisportiva di Motteggiana con la collaborazione del Comune. Hanno partecipato i carri: I PAGLIACCI della scuola materna di Villa Saviola FRUTTA EXPO 2015, IL BOSCO MAGICO, I PICCOLI PITTORI DI MIRO, GLI EGIZIANI, I ROMANI delle scuole elementari di Motteggiana, inoltre i carri di Pegognaga SAMI IL POMPIERE e I DALTON, la polisportiva di Buscoldo con il carro COSE DELL ALTRO MONDO, da Suzzara ARTE DANZA CIRCUS con la partecipazione del Centro studio danza la Serenissima di Suzzara, da Sailetto VILLAGE POPULUS, animazione con Miriam e le zumbere di Cloromania di Suzzara. Ospite Renato Tabarroni. Maccheronata gratis per tutti con l incoronazione di Re Maccherone 2015 Giba di Migliarina di Carpi, con la presenza del vicesindaco Rubens Calzolari. Hanno presentato Daniele Bernardelli e Sara Mazzola. L incasso dell evento è stato devoluto alla scuola materna di Villa Saviola e alla Scuola elementare di Motteggiana, per l acquisto di materiale didattico. Grandissima affluenza e organizzatori soddisfatti che già stanno preparando l appuntamento del Talent Show di Motteggiana, che si svolgerà in un unica serata sabato 11 luglio nell ambito della Sagra di S.Carlo. Village Populus da Sailetto Daniele Bernardelli Roma 7/9 Settembre 15 Pellegrinaggio Diocesano Tutte le comunità parrocchiali e/o unità pastorali della diocesi sono invitate dal Vescovo Roberto ad un pellegrinaggio diocesano a Roma e S.Pietro dal 7 al 9 settembre 15 dal titolo In comunione con il successore di Pietro per vedere Gesù. Questa proposta si inserisce nel cammino sinodale della nostra diocesi e nel centenario della morte di San Pio X, che fu vescovo di Mantova e celebrò l ultimo sinodo diocesano nel Il pellegrinaggio vuole essere un esperienza spirituale e un momento di formazione da offrire alle nostre comunità. Questa intenzione si traduce in modo coerente nel programma. Sono previsti tempi di preghiera, di formazione catechisticospirituale e di incontro con alcune parrocchie romane per un confronto su temi della liturgia, catechesi, carità e terminerà con l udienza di Papa Francesco. 1 tappa nella Basilica di S.Pietro: venerazione presso la tomba di San Pio X e celebrazione dell Eucaristia all Altare della Cattedra, presieduta dal Vescovo Roberto 2 tappa nella Basilica di Santa Maria Maggiore: riflessione catechistica proposta da mons. Andrea Lonardo, direttore dell Ufficio Catechistico di Roma e preghiera comunitaria presieduta dal vescovo Roberto. 3 tappa visita con riflessione catechistica e preghiera a gruppi, in diversi luoghi (Basilica di San Giovanni in Laterano, San Paolo Fuori le Mura, le Tre Fontane. Seguirà l incontro con alcune comunità parrocchiali romane o con altre espressioni ecclesiali significative. Ogni pullman sarà accolto e ospitato da una parrocchia. 4 tappa in Piazza San Pietro: per vedere Gesù nel ministero proprio del Papa, vescovo di Roma e pastore della Chiesa universale. Partecipazione all Udienza di Papa Francesco Per i giovani è previsto un programma elaborato dal centro di pastorale giovanile. Per motivi organizzativi è necessario prenotarsi entro il mese di aprile. Il programma dettagliato e altre informazioni sono disponibili in parrocchia. Idraulico Alberto Rossato via Dugoni, MOTTEGGIANA (MN) cell

6 6 Si Viaggiare! Cari amici anche questa volta il richiamo dell Africa è stato irresistibile e ci ha condotti verso una meta insolita e poco considerata anche da quei viaggiatori, che non esitano a spingersi verso luoghi non proprio comuni. Stiamo parlando della Mauritania, un paese desertico, situato a sud del Marocco, dove i viaggi si realizzano quasi prevalentemente in fuoristrada in quanto il Sahara invade la maggior parte del territorio. E un paese che, durante il nostro viaggio, non ha mancato di stupirci, lasciandoci dentro forti impressioni e bellissimi ricordi. E così che insieme a Claudio e Katia, anche loro a bordo di un Toyota uguale al nostro, raggiungiamo la Mauritania percorrendo, prima, i tanti km che attraversano la Spagna e poi, dopo aver traghettato lo stretto di Gibilterra, guidando su gli oltre 2000 km di strada del Marocco che costeggiano l oceano fino a raggiungere la frontiera con la Mauritania. Superato l ultimo doganiere marocchino ci troviamo ad attraversare i circa 3 km di terra di nessuno, un tratto sterrato piuttosto accidentato e minato lungo i suoi lati da percorrere con la giusta cautela. I doganieri mauri ci accolgono in una confusione paurosa all interno di baracche fatiscenti e dopo ben 8 ore trascorse passando da una baracca all altra per l espletamento delle sempre più incomprensibili pratiche, riusciamo, anche grazie all aiuto di Mohamed ad entrare in Mauritania. Con noi alcuni ragazzi senegalesi che vivono in Italia, che attraversano la Mauritania diretti in Senegal a bordo di vecchie auto da vendere poi al loro paese. Ci spiegano che potranno raggiungere il Senegal solo in convoglio e scortati dalla polizia per evitare che le loro vecchie auto vengano vendute in In Mauritania Mauritania dove è assolutamente vietato commercializzare auto con più di 8 anni. Percorriamo i circa 50 km che ci portano alla città di Nouadibou sulla costa, dove, oramai sera, ci accampiamo al campeggio Abba. La mattina seguente dopo aver riempito i serbatoi di carburante partiamo imboccando la pista che costeggia la lunga ferrovia che va da Nouadibou a Zouerate dove viaggia un lungo treno lento e pesante che trasporta vari minerali. La pista va percorsa mantenendo il lato destro della ferrovia in quanto a sinistra, data la vicinanza con i confini al Sahara occidentale, è zona minata. Sempre Oasi di Terjit SailettoParla lungo questa pista si ergono dei monoliti, formazioni rocciose che secondo le letture fatte rappresentano l adulterio di Ben Amera. Facciamo campo in una radura circondata da dune di sabbia dorata e ci Paesaggio gustiamo un bellissimo tramonto sahariano e in lontananza sentiamo il fischio del lungo treno carico di carbone. Dopo due giorni passati nel nulla giungiamo ad Atar, cittadina dove, troviamo alloggio nel bel campeggio di proprietà di una coppia di francesi e dove possiamo rilassarci con una bella e rigenerante doccia. Il clima in inverno, in Mauritania è molto vario: si parte il mattino con 8 massimo 10 gradi fino ad arrivare al pomeriggio a 35 gradi e dover accendere il climatizzatore in auto. Il vento è sempre presente ed in alcuni giorni ha creato tempeste di sabbia che riducevano la visibilità notevolmente, quasi fossimo in valpadana, causandoci molti, moltissimi disagi. Ad Atar ripristiniamo le scorte di acqua e compriamo il pane che viene portato al mercato su carriole da muratore, allucinante è stata la contrattazione del prezzo, ma in Africa funziona così. Raggiungiamo l oasi di Chinguetti percorrendo la

7 SailettoParla 7 pista pietrosa del passo Amojar, dove i nostri Toyota passano mantenendo le gomme in riva ai precipizi. Abbiamo visto panorami fantastici ed unici nonostante la paura nel percorrere queste strade così strette e sconnesse. Ci fermiamo per il pranzo riparandoci dal vento fastidioso dietro i muri di un vecchio fortino. Chinguetti, che sorge tra dune di sabbia ci accoglie con l invito di un ragazzo, di cui non ricordiamo il nome, di alloggiare nel cortile di una casa di proprietà di un italiano, assente in quel momento, con la possibilità di cucinare nella sua cucina ed utilizzare il bagno. Gentilissimo ci Moschea di Chinguetti accompagna a visitare la città vecchia, oramai disabitata e inghiottita dalla sabbia e una delle sue splendide biblioteche che custodisce gelosamente libri secolari. La mattina seguente riprendiamo il nostro viaggio, attraversando un centinaio di km di dune, in direzione dell oasi di Ouadane, divertendoci a cercare i passaggi migliori e tante volte insidiosi, tra le dune. Come sempre abbassiamo la pressione delle gomme con enormi vantaggi all avanzamento dei nostri Toyota su queste sabbie molli e cedevoli. Oudane sorge su una collina rocciosa, ai nostri occhi si presenta ordinata e bella, l anziano dell oasi ci dà il benvenuto a nome di tutti gli abitanti. Riforniamo i nostri veicoli di gasolio ad un distributore del tutto insolito: la pompa erogatrice era tenuta dietro le ante di color azzurro, di una piccola finestra. Sono tantissimi i bambini delle oasi più lontane e sperdute, che, al nostro passaggio si avvicinano ai Toyota: doniamo loro qualche penna, quaderni ma anche caramelle e biscotti, portati da casa. Ci ricambiano con la loro allegria e con grandi sorrisi. Ora la direzione è verso il cratere di Gueld er Richat meglio conosciuto come l occhio del deserto che con i suoi circa 50 km di diametro è visibile dallo spazio, mentre a terra la sua forma circolare è difficile da vedere e spesso nell addentrarsi si fa fatica a rendersi conto di dove ci si trova. Cosa abbia causato questa depressione circolare e rocciosa è ancora incerto e il suo attraversamento è stato veramente impegnativo. Il ritorno ad Atar dopo qualche giorno, per i vari rifornimenti, lo percorriamo lungo ampi piattoni sabbiosi con molti ciuffi di erba insidiosi per le nostre vetture. Durante il nostro viaggio abbiamo visitato molte oasi tra le quali la bellissima Terjit, uno splendido palmeto dove scorre acqua calda e dove i turisti possono riposare sotto delle belle e colorate tende. Trascorriamo l ultimo giorno dell anno tra le dune dove riparati dal forte vento dietro i nostri fuoristrada, riusciamo a cucinare un ottima pasta e festeggiare l arrivo del nuovo anno con un buon panettone. Molto suggestivo è stato, sicuramente, assistere alla pittoresca scena del ritorno delle barche coloratissime dei pescatori a Nouachott, capitale della Mauritania. E una città caotica, disastrata e polverosa che sorge in riva all oceano con alle spalle l immenso deserto, poco interessante se non il grande mercato del pesce sulla spiaggia, colorato e puzzolente che ci ha veramente entusiasmato. A nord della capitale percorriamo una pista che costeggia l oceano per entrare nel Parco del Banc d Arguin dichiarato patrimonio dell Unesco per le funzioni di protezione di varie specie di uccelli. L attraversamento del parco non presenta molte difficoltà di guida se non che incappiamo proprio Pescatori in una grande tempesta di sabbia che limita a zero la visibilità e la possibilità di scendere dall auto, perdendoci, così, un vero spettacolo della natura con dune che arrivano all oceano e il volo di molteplici uccelli. Un altro spettacolo affascinante ma piuttosto inquietante è stata la visita alla baia dei relitti, un vasto cimitero di navi lasciate libere di arenarsi. Purtroppo siamo giunti alla fine del nostro viaggio. Rientriamo in Italia ripercorrendo a ritroso la strada dell andata attraverso Marocco e Spagna. In questo viaggio abbiamo visitato un paese poco frequentato ma per noi è stato un pezzo di Sahara davvero originale, con grandi distese sabbiose, alte falesie e bellissime oasi con palmeti. Abbiamo dormito sempre in tenda sotto splendidi cieli stellati e La venditrice di pesce circondati da suggestivi silenzi; indelebili nella nostra mente rimarranno per sempre, i meravigliosi sorrisi dei bambini del deserto. Ringraziamo Claudio e Katia per la loro divertente e meravigliosa compagnia e come ci accade spesso nei nostri viaggi, anche questa volta, lasciamo il nostro cuore tra le splendide sabbie di questo grande paese africano. Ciao a tutti Claudio e Marina

8 8 I lettori scrivono... Inviate le vostre lettere all indirizzo oppure potete recapitarle a un redattore. Predatori e Prede Un bellissimo documentario sui temuti squali bianchi mi ha dato spunto per una o più riflessioni. Il servizio televisivo raccontava la storia di un gruppo di biologi marini più un gruppo di tre apneisti (sub che si immergono senza bombole di ossigeno) che insieme studiavano, filmavano e fotografavano la vita del re indiscusso dei mari, lo squalo bianco. Il tutto però per spiegare al mondo che questa creatura è innocua, elegante e non ha mai attaccato i sub che nuotavano Cronaca Una nuova verità sulla morte di Vittore Tirelli, avvenuta il 3 agosto 2010, vicino alla sua casa accampamento, sotto il ponte Vittore Tirelli - Sancio al suo fianco rispettandoli, come loro rispettavano lui. Televisione, film, lo hanno sempre descritto come un assassino, mangiatore di uomini Il potere dei media Da qui mi voglio riallacciare alle notizie costanti e continue che passano per i Tg o i talk-show che raccontano di uomini o donne armati dal male che commettono ogni giorno i più terribili dei delitti, dei mostri, anche in prima serata Tutti i giorni uomini e donne, madri, padri, nonne, come formichine silenziose portano avanti famiglie, scuole, università, ferroviario sul Po di Motteggiana. Quel giorno il Sancio fu trovato morto in riva al fiume in prossimità della piattaforma galleggiante della cava di sabbia. A denunciare il ritrovamento fu Raffaele Galdini che nel processo di primo grado fu condannato a una pena lieve solo per Raffaele Galdini SailettoParla ospedali nel più totale silenzio. Questo è l uomo, questa è la donna. Chiudo con una frase di Nelson Mandela: Un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso. Buona Pasqua a tutti. Mariano Tommolini La natura umana prova un attrazione irragionevole per i fatti di cronaca nera. Il male fa clamore e si impone all attenzione, il bene è silenzioso e discreto. Proviamo a riconoscere e a valorizzare chi lavora dietro le quinte per le famiglie, per la società, per l educazione. Proviamo a sognare che un mondo migliore è possibile. (Nota del direttore) Il bene si fa ma non si dice. Certe medaglie si appendono all anima, non alla giacca. Gino Bartali aver involontariamente ritardato l allarme dopo aver trovato l amico morto. Ma la Corte di Assise d appello di Brescia dà ragione al procuratore di Mantova Antonino Condorelli. Ha un nome l assassino di Vittore Tirelli ed è proprio il muratore 35enne Raffaele Galdini che è stato condannato a 16 anni e tre mesi per omicidio. Quel giorno, secondo la tesi dell accusa accolta dal giudice, Galdini avrebbe spinto giù dall argine del Po la vittima, facendola precipitare da un altezza di circa sette metri. La colluttazione sarebbe nata dopo che Tirelli aveva rifiutato, come altre volte era avvenuto, secondo i testimoni, di consegnare i soldi della sua pensione. A seguito della caduta la vittima aveva battuto violentemente la testa contro i massi e un palo di cemento. Un trauma che si era rivelato fatale. Abbiamo seguito fin dall inizio la vicenda che ha portato alla morte il nostro amico Sancio, una vicenda giudiziaria controversa fin dall inizio alla quale speriamo sia stata messa una parola definitiva. La redazione marco viani consulenza informatica Cell computer reti aziendali software gestionale siti web tel cell

9 SailettoParla 9 Novità per la Villa Grassetti Novità in vista per la Villa Grassetti. La Fondazione Malagutti, che ha sede a Montanara di Curtatone e che si occupa di servizi sociali, dopo una serie di incontri formali con il Comune di Suzzara, ha ufficialmente dichiarato la propria disponibilità a recuperare l immobile con l obiettivo di ideare e organizzare al suo interno un progetto con finalità sociali. Lo hanno annunciano in una conferenza stampa nel giardino della villa il sindaco Ivan Ongari e Alessandro Guastalli assessore ai servizi sociali. L amministrazione comunale ha risposto positivamente alla manifestazione d interesse ma per arrivare all affidamento di una concessione formale si dovà procedere con una gara pubblica in modo che anche altri soggetti possano concorrere. Nei prossimi giorni il Comune metterà in discussione nel Consiglio Comunale una delibera che dovrebbe definire le modalità e i termini della concessione. L accordo per l uso della villa cinquecentesca di Sailetto prevede la concessione in diritto di superficie dell immobile per 99 anni a fronte dell impegno al recupero della struttura con l obiettivo di ideare e organizzare in essa progetti con finalità sociali. La Fondazione Malagutti Onlus si occupa di servizi alla persona e di tutela dei minori e gestisce dall anno 2000 la struttura residenziale protetta per minori Il Giardino Fiorito di Montanara che ospita una comunità di minori vittime di abusi e maltrattamenti. Per il completo recupero e il restauro della villa è stata ipotizzato un investimento tra gli 8 e i 10 milioni di euro ma sarebbe molto importante procedere anche con un recupero parziale. La villa è di proprietà del Comune di Suzzara dal 1975 quando fu acquistata dalla Curia Vescovile di Mantova che la utilizzava per le attività del Seminario. Si tratta di un opportunità importante per il recupero di un patrimonio di grande pregio e per la vita del nostro paese, un opportunità che speriamo possa concretizzarsi in tempi brevi. Marco Viani Riaperta la chiesa di S.Prospero. Con una cerimonia solenne, nel pomeriggio di Domenica 15 marzo, alla presenza del Vescovo Roberto Busti, la comunità parrochiale di S.Prospero ha festeggiato la riapertura della sua chiesa gravemente danneggiata dal terremoto del maggio Grande soddisfazione per il risultato raggiunto è stata espressa nei loro interventi da Claudio Bollani, presidente del Comitato di volontariato per il recupero della chiesa, monsignor Egidio Faglioni parroco, Ivan Ongari sindaco di Suzzara, Alessandro Pastacci presidente della Provincia e Rubes Calzolari vicesindaco di Motteggiana. Le autorità intervenute alla celebrazione Quindi tutti i presenti si sono spostati di fronte alla chiesa per la suggestiva cerimonia della riapertura della chiesa nella quale il vescovo ha battuto per tre volte il palmo della mano sulla porta, la porta si è aperta e ne è seguito un lungo applauso. Nell omelia il Vescovo ha ricordato che proprio la mattina della prima scossa, il 20 maggio 2012, era prevista la tappa a S.Prospero della sua visita pastorale e la messa fu celebrata sotto la tensostruttura delle feste perchè la volta della chiesa era parzialmente crollata. Una bella festa per la comunità di S.Prospero. Marco Viani

10 10 Azzardo: non chiamiamolo gioco Il mese di Febbraio è stato per Gonzaga un mese all insegna della sensibilizzazione contro il gioco d azzardo, un fenomeno che interessa il nostro paese non esente dal pericolo della dipendenza. Perché questa iniziativa promossa dai circoli Acli di Gonzaga, Bondeno e Sailetto contro il gioco d azzardo? Perché le Acli sono un movimento educativo, operano per favorire attraverso la formazione e l azione sociale, la maturazione della coscienza critica e l esercizio della responsabilità con una coerente testimonianza di vita. Per la nostra associazione il gioco ha un valore sociale e di socializzazione specifico in sé. Con il gioco è possibile spiegare con immediatezza ed efficacia principi etici e morali che diversamente sarebbe difficile spiegare come, ad esempio, il valore del rispetto delle regole, della lealtà, del sacrificio nel preparare una gara. L azzardo (non chiamiamolo gioco) sta invece mietendo molte vittime, dalla stampa emerge che sono oramai un milione gli italiani che presentano problemi di ludopatia. L amministrazione comunale di Gonzaga è molto sensibile al problema e ha stabilito l esonero della Cosap (canone di occupazione suolo pubblico) per gli esercizi che rinunciano alle slot e l esclusione dai contributi concessi al commercio per quegli esercizi con macchinette, mentre altri sindaci, che cercano di restringerne l influenza, trovano ostacoli giuridici a non finire. La complicità dello Stato è ormai schizofrenica: da una parte avverte dei rischi di ludopatia e ne paga le conseguenze attraverso la fornitura di servizi sanitari e dall altra, con la pubblicità, invita a giocare per poter battere cassa. Slot machine, black-jack e lotterie varie condividono gli stessi principi probabilistici della matematica e della statistica secondo i quali il giocatore è sempre destinato a perdere. Nonostante questa evidenza il gioco d azzardo legale è passato da 14 miliardi dell anno 2000 agli attuali 88 miliardi di euro di raccolta all anno. Altri miliardi imprecisati rientrano nel giro illegale gestito dalle mafie, mentre aumentano in modo impressionante gli episodi malavitosi di saccheggio dei locali muniti di slot machine. Domenica 8 febbraio dalle 9 alle 13, presso la Caffetteria la Torre di Gonzaga, si è svolto il primo Slot Mob, una iniziativa nazionale in cui si invitano i cittadini a far colazione o a prendere un aperitivo in un bar che, per scelta, ha deciso di dismettere le macchinette mangia soldi per dare più spazio alle persone. L iniziativa, sostenuta dal Consiglio Comunale di Gonzaga, è stata promossa dai Circoli Acli di Gonzaga, Bondeno, Sailetto che lo scorso anno avevano condotto un analisi sul volume di denaro mediamente assorbito dalle macchinette distribuite nei locali di Gonzaga: 1,5 milioni di euro. L affluenza è stata numerosa, chi per la colazione, chi per prendere un caffè o verso l ora di pranzo per un aperitivo. Chi è venuto, ha potuto anche vedere la mostra Azzardo: non chiamiamolo gioco : oltre 50 vignette umoristiche prodotte da vignettisti di fama nazionale promossa dalla Comunnità Exodus di Don Mazzi, dalla Casa del Giovane di Pavia e dal Movimento NO SLOT, per denunciare i rischi della ludopatia. Aclisti sailettani no slot Dopo la gradita visita, a sorpresa, del Vescovo Busti che si è complimentato per l iniziativa, il Sindaco Terzi insieme al presidente del circolo Acli di Gonzaga, dopo un breve saluto, hanno consegnato al gestore una vetrofania no slot, così da poter riconoscere immediatamente il bar libero da macchinette. Un altro appuntamento di SailettoParla sensibilizzazione proposto dai circoli Acli, si è tenuto venerdì 13 febbraio all Istituto Tecnico Agrario di Palidano grazie alla collaborazione e accoglienza del Dirigente, dott. Pantiglioni. Durante la mattinata si sono incontrati in assemblea, prima gli studenti del triennio e successivamente i ragazzi del biennio. Dopo la presentazione dell iniziativa da parte del vice presidente delle Acli Provinciali Marco Faroni, hanno tenuto l incontro il dott. Valter Drusetta del Dipartimento delle Dipendenze dell ASL di Mantova e il Dott. Simone Feder, psicologo della Casa del Giovane di Pavia, dove è coordinatore dell Area Giovani e dipendenze, Giudice onorario presso il tribunale dei Minorenni di Milano e fondatore del Movimento No Slot. Gli incontri sono stati seguiti con attenzione e coinvolgimento: alcuni studenti sono stati invitati in modo spontaneo a esprimere la loro opinione sull azzardo, soprattutto sul messaggio che viene spesso dato loro: giovani e felici, ricchi e felici, azzardo come scorciatoia per fare soldi. La visione di un video, fatto da giovani come loro per una campagna pubblicitaria contro l azzardo, li ha resi coscienti dell importanza del mettersi in gioco. Ai ragazzi è stato spiegato che spesso non si è veramente consapevoli di essere non solo i destinatari ma anche i protagonisti di questo meccanismo vizioso, forse persino all interno della propria famiglia, partendo dalla apparentemente innocua pratica del gratta e vinci fino ad arrivare alla quotidiana puntata alle slot, in un crescendo di coinvolgimento emotivo, ma anche economico, che fa dimenticare che alla lunga si perde sempre. Al termine dell incontro, proprio per aumentare questa consapevolezza, è stato assegnato ai ragazzi un compito: postare o mandare un messaggio agli amici su ciò che nella mattinata li aveva colpiti o suscitato in loro più interesse. Anche gli studenti dell Istituto Strozzi hanno avuto la possibilità di visionare la mostra di vignette, allestita all ingresso dell aula magna, mostra che era poi possibile visitare dal 14 al 28 febbraio presso la biblioteca di Gonzaga. Il gioco d azzardo non è un gioco, stiamoci lontani, adoperiamoci tutti ognuno nel nostro piccolo per contrastarlo. Marco Faroni Vice Presidente Acli Provinciale

11 SailettoParla 11 Programma molto ricco quest anno per questa bella manifestazione primaverile che si svolge per le vie del centro di Suzzara, Gli organizzatori sono: Comune di Suzzara, Piazzalunga Cultura, Associazione Sophia, in collaborazione con Ass. Amici Museo, Ass. Amici Premio, Istituto Manzoni, Il Volo, CAI, Anima Suzzara. Vi proponiamo alcuni appuntamenti: Giovedì 9 aprile ore Piazza Alta: presentazione del libro Socrate in giardino. Passeggiate filosofiche tra gli alberi (Ponte alle Grazie, 2014). Andrée Bella (autrice, psicologa presso l associazione Eupsichia di Milano e attualmente assegnista di ricerca in Psicologia dinamica presso l Università di Bergamo) dialoga con Patrizio Guandalini docente di filosofia all Ist. Sup. A. Manzoni di Suzzara. Venerdì 10 Aprile ore 9.00 Edicola: Inaugurazione della mostra La montagna incantata. 5 edizione del Concorso grafico-pittorico dedicato ad Angela Sivelli a cura del CAI Suzzara rivolto alle classi III elementari degli Istituti Scolastici IC1 e IC2 Il Milione. La mostra rimarrà aperta sino a giovedì 23 aprile secondo gli orari del Piazzalunga. Ore Poliedro: Acquerelli in fiore Laboratorio di pittura creativa per bambini dai 7 ai 10 anni a cura della pittrice Grazia Badari e del pittore acquarellista Francesco Stefanelli Iscrizione obbligatoria allo 0376/ Il corso si attiverà con un minimo di 3 iscritti e un massimo di 15 partecipanti. E richiesto che ogni iscritto sia munito di pennelli, acquerelli e tempere. ore Piazza Alta: Verde urbano. Un investimento ad alta redditività ambientale, sociale ed economica. Francesco Ferrini - ordinario di Coltivazioni arboree Università di Firenze Sabato 11 aprile Ore Piazza Alta: in collaborazione con le Ass.ni Amici del Museo Premio Suzzara e Amici del Premio Suzzara Il paesaggio mantovano : Interventi di Eugenio Camerlenghi agronomo - Accademia Nazionale Virgiliana, Giancarlo Leoni architetto Provincia di Mantova, Davide Papotti - docente di Geografia culturale Università di Parma Venerdì 17 aprile Ore Piazzalunga Poliedro: Acquerelli in fiore: Laboratorio di pittura creativa per bambini dai 7 ai 10 anni Sabato 18 aprile ore Partenza da Piazzalunga Cultura Suzzara viale Zonta 6/a Percorso di conoscenza delle piante e delle aree verdi a Suzzara Francesco Caleffi - laureato in Scienze vivaistiche, ambiente e gestione del verde - Facoltà di Agronomia Firenze In caso di maltempo l incontro è rimandato a domenica 26 aprile ore Sabato 2 e Domenica 3 Maggio Mostra Mercato nelle Piazze e Vie del Centro Storico e nei Giardini di Villa Noccioli (via Cairoli 10) a cura di Anima Suzzara Info :Ufficio Cultura e Turismo Piazalunga Cultura Suzzara Viale Zonta 6/A Suzzara (MN) tel /282 Cibo per il corpo e per la mente e per lo spirito a cura dell Istituto Manzoni di Suzzara Si tratta di una serie di incontri di grande interesse rivolti e pensati per gli studenti ma aperti alla partecipazione di tutta la cittadinanza. Michela Marzano filosofa, scrittrice Fame di Giustizia sabato 11 aprile ore 11 Paolo Carrirolo psicologo, psicoterapeuta L io e il tu: l incontro (la relazione che nutre) mercoledì 15 aprile dalle 10 alle 13 Giada Bellissimo dietologa Ilaria Friggi psicologa, fisioterapeuta I disturbi alimentari: fame di cibo e di amore sabato 18 aprile ore 11 Patrizio Guandalini docente filosofia Istituto Manzoni Il pasto sacro martedì 12 maggio ore 11 Tutti gli incontri si terranno presso il salone polivalente dell istituto Manzoni di Suzzara (via Mantova, 13) ad ingresso libero per tutta la cittadinanza. Per informazioni tel oppure sul web:

12 12 Celebrazioni della Settimana Santa 29 Marzo Domenica delle Palme o di Passione ore 9:45 Benedizione dell ulivo in area antistante l oratorio a seguire S.Messa. Portare l ulivo dell anno scorso per il fuoco della veglia pasquale. 30 Marzo Lunedì Santo Adorazione eucaristica Quarantore dalle 17:30 alle 19 in Oratorio 31 Marzo Martedì Santo Adorazione eucaristica Quarantore dalle 17:30 alle 19 in Oratorio con la S.Messa 1 Aprile Mercoledì Santo Giornata Penitenziale in Canonica (cellulare del parroco ) TRIDUO PASQUALE 2 Aprile Giovedì Santo ore 9:30 S.Messa del Crisma in S.Andrea a Mantova ore 16 Confessioni per i ragazzi del catechismo ore 21 S.Messa nella Cena del Signore, con lavanda dei piedi 3 Aprile Venerdì Santo ore 21 celebrazione della morte del Signore con processione partendo dall oratorio fino al cimitero 4 Aprile Sabato Santo ore 15 Catechismo ore 21:30 Veglia Pasquale S.Messa con celebrazione battesimale 5 Aprile DOMENICA DI PASQUA Resurrezione del Signore ore 9:45 S.Messa solenne 6 Aprile Lunedì dell Angelo ore 9:45 S.Messa Brevi dalla parrocchia SailettoParla Nella giornata dedicata al patrono S.Leone, domenica 12 aprile alle ore 16 celebriamo la Festa del perdono del gruppo catechistico di III elementare Venerdì 29 maggio (3 anniversario del terremoto) messa solenne per la riapertura della chiesa alla presenza del Vescovo Mons Roberto Busti Domenica 31 maggio celebriamo la Festa di Prima Comunione per il gruppo catechistico di IV elementare E fissata la data per il Campo estivo delle parrocchie di Sailetto e Riva, aperto a tutte le parroccchie dell Unità Pastorale che si svolgerà a Limes (TN) dall 11 al 18 Luglio Per essere informati sulle attività dell oratorio iscriviti al gruppo SAGRA DI SAN LEONE MAGNO Sailetto, Aprile 2015 Domenica 12 aprile - Domenica II di Pasqua e della Divina Misaricordia - Festa di San Leone ore 9:45 S.Messa solenne ore 16 Celebrazione della Fsta del Perdono Venerdì 17 aprile ore 20:30 serata dedicata alla tombola, sarà organizzato un gioco anche per i più piccoli. Raffaello - Resurrezione Sabato 18 aprile ore 16 giochi all aperto per bambini ore 17:30 il tradizionale Palo della cuccagna ore 20:30 Cena in compagnia nelle sale dell Oratorio, seguirà estrazione della lotteria. Per le prenotazioni per la cena chiamare Lucia: o Alessandro: Sono graditi dolci fatti in casa Domenica 19 aprile ore 9:45 S.Messa In mattinata Pane in Piazza, distribuzione del pane fresco per le vie del paese a offerta libera. Il ricavato della sagra sarà devoluto a favore delle opere parrocchiali. A TUTTI I LETTORI AUGURI DI BUONA PASQUA DA SAILETTOPARLA

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

Andando insegnate... /Italia 23. A catechismo con. Padre Pianzola. di Sannazzaro e di Pieve Albignola

Andando insegnate... /Italia 23. A catechismo con. Padre Pianzola. di Sannazzaro e di Pieve Albignola Andando insegnate... /Italia 23 A catechismo con Padre Pianzola Dalle immagini del DVD alla realtà di Sartirana: a Sannazzaro e a Pieve Albignola un esperienza di catechismo-laboratorio sul Beato Le catechiste

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca MUSEO STORICO DELLA RESISTENZA Sant Anna di Stazzema COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca PARCO NAZIONALE DELL A PACE Parco nazion Alla cortese attenzione di: Dirigenti

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

Parrocchia S. Maria Nuova

Parrocchia S. Maria Nuova Parrocchia S. Maria Nuova Piazza Santa Maria Nuova, 4 01100 Viterbo Tel/Fax 0761.340700 - c/c postale n. 79886701 www.santamarianuova-viterbo.it - info@santamarianuova-viterbo.it Recapiti telefonici dei

Dettagli

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 . DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 MOTIVAZIONI La consapevolezza che nei bambini della scuola dell infanzia sia necessario diffondere la

Dettagli

Prima che la storia cominci

Prima che la storia cominci 1 Prima che la storia cominci Non so da dove sia scaturita questa mia voglia di scrivere storie. So che mi piace ascoltare le narrazioni degli altri e poi ripensare quelle storie fra me e me, agitarle,

Dettagli

quaresima, cammino verso la pasqua.

quaresima, cammino verso la pasqua. quaresima, cammino verso la pasqua. Siamo in cammino verso la Pasqua. Nelle nostre comunità accoglieremo, con la fatica di una umanissima e trepidante attesa, la gioia della resurrezione: Cristo, nostra

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

Oggi sono terminati i lavori alla Mpiri Full primary School... che erano iniziati mesi fa. Era l'inizio di Maggio e il progetto diceva?

Oggi sono terminati i lavori alla Mpiri Full primary School... che erano iniziati mesi fa. Era l'inizio di Maggio e il progetto diceva? Carissimi della Parrocchia San Luigi di Montfort in Roma. Un carissimo saluto da tutta la comunità di Mpiri che nella ricorrenza domenicale oggi 4 Novembre 2007 ha un motivo in più per ringraziare quell

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Sant Antonio Abate Veniano - CALENDARIO AVVENIMENTI MAGGIO 2011

Sant Antonio Abate Veniano - CALENDARIO AVVENIMENTI MAGGIO 2011 Sant Antonio Abate Veniano - CALENDARIO AVVENIMENTI MAGGIO 2011 DOMENICA 1 MAGGIO II DI PASQUA In Albis depositis Domenica della Divina Misericordia "Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR Reading del libro a cura dei ragazzi della IIIA della scuola media n. 2 "S. Farina" Con la collaborazione della libreria Il Labirinto di Alghero Un matrimonio combinato,

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr - TAPPA MISTAGOGICA (POST-CRESIMA) 1 anno - 2 anno. Testo del Catechismo

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

BUON ANNO PASTORALE A TUTTA LA COMUNITÀ

BUON ANNO PASTORALE A TUTTA LA COMUNITÀ All inizio del nuovo anno pastorale 2014-2015 viene distribuito alla comunità il Calendario Pastorale, segno del cammino comunitario e strumento utile per la programmazione delle diverse attività della

Dettagli

A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO

A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO GENNAIO FEBBRAIO 2015 Carissimi, qualcuno sta dicendo che conoscendo bene i dieci comandamenti per tutto quest anno siamo a posto! A dire il vero altri

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 CENTRO PARROCCHIALE OSNAGO PROGRAMMA DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 È Natale È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

Enzo l incontro con Gesù

Enzo l incontro con Gesù Enzo l incontro con Gesù Enzo Casagni ENZO L INCONTRO CON GESÙ Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Enzo Casagni Tutti i diritti riservati A Gesù che mi ha sempre seguito fin dal seno

Dettagli

Scuola Natura Lunedì 14 gennaio siamo partiti per trascorrere una settimana presso una casa-vacanza del Comune di Milano a Vacciago sul lago d Orta. Siamo partiti insieme alla classe 2 F, accompagnati

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini PENSIERI IN ORDINE SPARSO - Il diario di un seminarista - di Davide Corini Come al solito ho bisogno di qualche giorno, dopo un esperienza importante, per rimettere in ordine le cose e cercare di fare

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

spettacolo delle luci, dove ciascuno a mostrato la sua abilità roteando fiamme e lanciando in alto palloncini luminosi.

spettacolo delle luci, dove ciascuno a mostrato la sua abilità roteando fiamme e lanciando in alto palloncini luminosi. Cari amici dei Salesiani, all inizio di questo nuovo anno formativo desideriamo presentarvi un breve riassunto delle nostre attività dalla fine del giugno scorso fino a settembre. 1 giugno - Animazione

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI INSEGNANTI DELLA SEZIONE 5 ANNI G. PASCOLI INSEGNANTI DELLE CLASSI 1ª E 5ª DELLA SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Programma per i bambini

Programma per i bambini Report finale Progetto Solidarietà a.s. 2014/2015 prima tappa: 25^ Giornata Internazionale dei Diritti dell Infanzia e dell Adolescenza - sabato 22 novembre 2014 con il patrocinio morale Programma per

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

Un'Esperienza leggendaria

Un'Esperienza leggendaria Un'Esperienza leggendaria In inverno In estate Rifugio Nambino Una struttura ricettiva raffinata e confortevole sulle rive del Lago Nambino, nel cuore del Parco Naturale dell Adamello Brenta. Vi basterà

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 1 Unità di apprendimento: La creazione del mondo Motivazione Aiutare

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ Carissimi, A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO SETTEMBRE - OTTOBRE 2015 tutte le nostre feste comunitarie in questo tempo ci invitano a innalzare lo sguardo alla Madonna: al Santuario per

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli