CONTO CONSUNTIVO UNICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONTO CONSUNTIVO UNICO"

Transcript

1 CONTO CONSUNTIVO UNICO DI ATENEO 2013

2

3 INDICE CONTO CONSUNTIVO UNICO DI ATENEO E.F RELAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE ACCOMPAGNATORIA AL CONTO CONSUNTIVO UNICO DI ATENEO DELL ESERCIZIO FINANZIARIO PREMESSA 6 ANALISI FINANZIARIA 7 ENTRATE 7 ANALISI GENERALE 7 ENTRATE PROPRIE (TITOLO 1) 9 ENTRATE DA TRASFERIMENTI (TITOLO 2) 15 ALTRE ENTRATE DIVERSE (TITOLO 3) 23 PARTITE DI GIRO (TITOLO S) 23 SPESE 24 ANALISI GENERALE 24 RISORSE UMANE (TITOLO 1) 27 RISORSE PER IL FUNZIONAMENTO E GESTIONE DEL PATRIMONIO (TITOLI 2 E 6) 28 INTERVENTI A FAVORE DEGLI STUDENTI (TITOLO 3) 31 ONERI TRIBUTARI E RIMBORSI MUTUI (TITOLI 4 E 7) 36 ALTRE SPESE CORRENTI (TITOLO 5) 38 TRASFERIMENTI (TITOLO 8) 38 GESTIONE FONDI DIVERSI (TITOLO 9) 41 SPESE PER LA DIDATTICA (TITOLO D) 42

4 SPESE PER LA RICERCA (TITOLO R) 43 PARTITE DI GIRO (TITOLO S) 43 GESTIONE RESIDUI 45 RESIDUI ATTIVI 47 RESIDUI PASSIVI 49 SITUAZIONE POLICLINICO P.GIACCONE 51 SITUAZIONE CONSORZI UNIVERSITARI 54 AVANZO DI COMPETENZA 57 SITUAZIONE PATRIMONIALE 59 CONTO ECONOMICO 60 SITUAZIONE AMMINISTRATIVA 61 SITUAZIONE DI CASSA 64 VINCOLI DI FINANZA PUBBLICA 65 Allegati

5 Relazione del Direttore Generale accompagnatoria al Conto Consuntivo Unico dell esercizio finanziario 2013* Il conto consuntivo si compone del rendiconto finanziario, della situazione Patrimoniale, del Conto Economico e della Situazione Amministrativa con la determinazione dell Avanzo/Disavanzo di Amministrazione al 31/12. Il Rendiconto Finanziario comprende i risultati della gestione del bilancio per l'entrata e per la spesa distintamente per titoli, per categorie e per capitoli differenziando la gestione finanziaria dell anno cui si riferisce (gestione di competenza) dalla gestione finanziaria degli anni precedenti (gestione dei residui). La Situazione Amministrativa rappresenta le grandezze finanziarie che determinano il fondo di cassa e il risultato di amministrazione al termine dell esercizio. Il Conto Economico riporta il risultato positivo e negativo della gestione a seguito delle variazioni di natura patrimoniale relative al periodo di competenza. La Situazione Patrimoniale quantifica il complesso degli elementi patrimoniali attivi e passivi all'inizio dell esercizio, le variazioni intervenute nelle singole poste attive e passive, il complesso degli elementi patrimoniali attivi e passivi alla chiusura dell'esercizio e l'incremento o la diminuzione del patrimonio netto per effetto della gestione o per altre cause. Il Conto Consuntivo 2013 è accompagnato ai sensi dell art. 33 del Regolamento per l Amministrazione, la Finanzia e la Contabilità - dalla presente relazione del Direttore Generale. * Si riporta nella pagina 63 il deliberato del CdA in merito alla composizione e distribuzione dell Avanzo di Amministrazione. Lo stesso è stato corretto con delibera n. 81 del 29/07/2014 dal Consiglio di Amministrazione. 5 di 73

6 PREMESSA Questa prima predisposizione di bilancio unico consuntivo 2013 di ateneo ha comportato la rappresentazione nel bilancio unico di una nuova struttura contraddistinta da una unità gestionale, suddivisa tra amministrazione centrale e 37 sezioni (coincidenti con i centri gestionali). La sua impostazione è rimasta quella classica del bilancio finanziario di competenza. Il risultato unitario è stato raggiunto attraverso un percorso aggregativo, iniziato dall'anno 2009, degli innumerevoli organismi amministrativi con bilanci autonomi ed altrettanti conti correnti. Alla chiusura dell'anno 2013, l azione di ridimensionamento numerico delle strutture decentrate nonché la nuova unica morfologia di bilancio ha consentito di rilevare risultati unitari dell'intero ateneo palermitano. Tale cambiamento strutturale del primo Bilancio consuntivo 2013, nel sistema unificato, ha comportato notevoli disagi di rendicontazione unificata, tuttavia, tale trasformazione ha portato ad un diffuso miglioramento nella uniformità dei comportamenti amministrativi e contabili di tutti i centri di gestione. Gli esiti favorevoli si riscontrano nel risultato di gestione, nell'avanzo di amministrazione e nella consistenza di cassa alla fine del Per quanto suddetto, in alcuni titoli di bilancio, le comparazioni con l anno finanziario precedente dei dati esposti nelle tabelle che seguono potrebbero risultare poco significative. La comparazione con il vecchio consolidato di Ateneo, è poco raffrontabile in quanto i dati non sono omogenei a causa di una diversa impostazione funzionale. 6 di 73

7 ANALISI FINANZIARIA ENTRATE ANALISI GENERALE La prima parte del Rendiconto Finanziario, riguardante le Entrate di competenza, viene rappresentata nella tabella seguente la quale mette a confronto gli accertamenti (raggruppati per titoli) dell anno 2013 con gli accertamenti dell esercizio precedente ed evidenzia le conseguenti variazioni percentuali: DESCRIZIONE ENTRATA (Titoli) Variazioni Accertamenti 2012 Accertamenti 2013 Variazioni % (A) (B) C=(B-A) C/A Entrate proprie (Tit. 1) , , ,49 187,09% Entrate da trasferimenti (Tit. 2) , , ,91-11,75% Altre entrate diverse (Tit. 3) , , ,14 87,35% Totale (al netto delle partite di giro) , , ,72 17,44% Partite di giro (Tit. S) , , ,80-2,99% ENTRATE , , ,92 13,68% Nell esercizio 2013 si evidenzia un ammontare complessivo di accertamenti pari a 386,84 milioni di euro, al netto delle partite di giro (72,08 milioni di euro). La previsione iniziale di competenza 2013, al netto delle partite di giro, ammontava ad 313,41 milioni di euro. Tabella di confronto con previsione definitiva e relativo scostamento percentuale DESCRIZIONE ENTRATA (Titoli) Previsioni Definitive 2013 Accertamenti 2013 Riscossioni 2013 Da Riscuotere 2013 Variazioni Variazioni % (A) (B) ( C ) (D) E=(B-A) E/A Entrate proprie (Tit. 1) , , , , ,16-11,23% Entrate da trasferimenti (Tit. 2) , , , , ,01-3,04% Altre entrate diverse (Tit. 3) , , , , ,53 19,86% Totale (al netto delle partite di giro) , , , , ,64-5,92% Partite di giro (Tit. S) , , , , ,73-44,01% ENTRATE , , , , ,37-15% L andamento delle principali componenti delle entrate si può osservare nel grafico seguente: 7 di 73

8 Entrate importi (A) (B) Entrate proprie (Tit. 1) Entrate da trasferimenti (Tit. 2) Altre entrate diverse (Tit. 3) Accertamenti 2012 Accertamenti 2013 anno Composizione delle entrate La tabella seguente illustra la differente composizione delle entrate accertate nei due esercizi 2013 e 2012 e da cui si evince un incremento delle entrate proprie. Queste ultime, infatti comprendono sia entrate delle strutture decentrate, prima non inserite nel bilancio e.f che entrate legate al mutuo cc.pp.dd. Al contrario le entrate da trasferimenti, riducono nel 2013 la loro incidenza percentuale, passando dall 85% al 64%. Tenuto conto del cambiamento di composizione delle entrate, in valore assoluto lo scostamento è dovuto in buona parte alla riduzione del Fondo di Funzionamento Ordinario, rimanendo comunque la quota più consistente delle entrate complessive. Accertamenti DESCRIZIONE ENTRATA (Titoli) 2012 composiz. % 2013 composiz. % Entrate proprie ,96 14% ,45 35% Entrate da trasferimenti ,71 85% ,80 64% Altre entrate diverse ,26 1% ,40 1% Totale (al netto delle partite di giro) ,93 100% ,65 100% 8 di 73

9 Composizione Entrate 2013 DESCRIZIONE ENTRATA (Titoli) Entrate proprie Entrate da trasferimenti Altre entrate diverse ENTRATE PROPRIE (Titolo 1) Le entrate proprie comprendono le contribuzioni studentesche (Cat. 1), le entrate finalizzate da attività convenzionate (Cat. 2), le entrate per vendita di beni e servizi (Cat. 3), redditi e proventi patrimoniali (Cat. 4), alienazione beni patrimoniali (Cat. 5) e mutui, anticipazioni e prestiti (Cat. 6). DESCRIZIONE ENTRATA (Categorie) Accertamenti Accertamenti Variazioni Variazioni % (A) (B) C=(B-A) C/A Cat. 1 Entrate da contribuzione studentesca , , % Cat. 2 Entrate finalizzate da attività convenzionate , , ,25 400% Cat. 3 Vendita di beni e servizi , , ,77 52% Cat. 4 Redditi e proventi patrimoniali , , ,02-1% Cat. 5 Alienazione beni patrimoniali , ,25-100% Cat. 6 Mutui anticipazioni e prestiti , , % Totale , , ,49 187% Nel complesso il titolo I Entrate Proprie, riporta accertamenti per complessivi 135,92 milioni di euro. L incremento più consistente si registra nelle entrate finalizzate da attività convenzionate in quanto nel 2013, a differenza del 2012, si sono verificate maggiori erogazioni di finanziamento di progetti di ricerca (Distretti e altri progetti vari). Altra entrata che si è incrementata è quella legata all erogazione del Mutuo Policlinico 9 di 73

10 Contribuzione studentesca (cat. 1) La seguente tabella confronto al evidenzia la composizione della contribuzione studentesca nel 2013 in Nel 2012 le entrate per contribuzione studentesca (al lordo dei rimborsi agli studenti) accertate per l iscrizione ai corsi di laurea e laurea magistrale, ai master, ai dottorati di ricerca, alle scuole di specializzazione sono state imputate in appositi capitoli di dettaglio relativi alle tasse e ai contributi. DESCRIZIONE ENTRATA (Articoli) Accertamenti 2012 (A) Accertamenti 2013 (B) Variazioni C=(B-A) Variazioni % C/A Tassa di iscrizione a scuole di specializzazione , , ,89 84% A. Tasse di iscrizione a corsi abilitanti all'insegnamento (TFA) L. Tasse di iscrizione a corsi di laurea , , ,55 10% M. Tasse di iscrizione a corsi di Masters , , ,60 6% S. Contributo di iscrizione a scuole internazionali , , % Contributi di iscrizione , , ,94-16% Contributi per uso servizi generali di Ateneo % Contributi per scuole di specializzazione , , ,26 1% I. Contributi per la frequenza a corsi di dottorato di ricerca % Contributo Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso integrativo per il conseguimento della laurea in infermieristica , , L. Contributo iscrizione a corsi di laurea , , ,63 2% M. Contributi di iscrizione a corsi di Masters , , ,84-13% T. Corsi di laurea con modalità telematica % Totale , , % Si registra un incremento complessivo dell 8 % sul totale del 2013 rispetto al Detto incremento è dovuto in primo luogo all inserimento del gettito (tasse) degli studenti iscritti ai corsi di abilitazione all insegnamento (TFA), inoltre, ad un leggero incremento del gettito (tasse e contributi) degli studenti iscritti ai corsi di laurea. 10 di 73

11 Entrate finalizzate da attività convenzionate (Cat. 2) Questa categoria accoglie le entrate derivanti da contratti, convenzioni e accordi di programma con diversi soggetti eroganti sia pubblici che privati. Le entrate accertate nel 2013 in questa categoria, raggruppate per capitoli, sono rappresentate nella seguente tabella in cui le stesse vengono confrontate con gli accertamenti del 2012: DESCRIZIONE ENTRATA (Capitoli) Accertamenti 2012 Accertamenti 2013 Variazioni Variazioni % (A) (B) C=(B-A) C/A Contratti/Convenzioni/Accordi-programma: con MIUR - Cap , , ,09 366% Contratti/Convenzioni/Accordi-programma: con altri ministeri - Cap , , ,03 469% Contratti/Convenzioni/Accordi-programma: con Unione Europea - Cap , ,30 Contratti/Convenzioni/Accordi-programma: con Organismi pubblici Esteri o internaz.li - Cap , ,14 Contratti/Convenzioni/Accordi-programma: con Enti Locali -Cap , , ,14 445% Convenzioni e accordi di programma con altri Enti Pubblici - Cap , , % Convenzioni e accordi di programma con soggetti privati - Cap , , ,23 301% Totale , , ,25 400% Nel 2013 si registra un incremento del 400% delle entrate finalizzate da attività convenzionate che da 9,22 milioni di euro passa 46,06 milioni di euro. In particolare nel capitolo relativo alle entrate per Contratti/Convenzioni/Accordiprogramma: con MIUR si rileva un incremento pari a 6,68 milioni di euro determinato dalle erogazioni, avvenute nell E.F. 2013, dei finanziamenti per i progetti PON R&C 2007/2013ASSE I e ASSE II in particolare Smart Cities and Communities and Social Innovation per 5,5 milioni di euro. Tutti i capitoli del Titolo 2 evidenziano incrementi per l approvazione di progetti di ricerca da altri Ministeri, Enti Locali (Regione Siciliana) etc.. Il capitolo 7, riporta un rilevante incremento consistente dovuto principalmente alle somme provenienti dall approvazione dei progetti relativi ai Distretti Tecnologici oltre alle 11 di 73

12 entrate dovute dai consorzi universitari per i Poli Didattici di Agrigento (voce di bilancio per euro ,81), Caltanissetta (voce di bilancio per euro ,86), Trapani (voce di bilancio per euro ,50) per l incardinamento del personale docente. Vendita di beni e servizi (Cat. 3) La categoria tre accoglie i proventi maturati per l attività commerciale dell Amministrazione centrale (capitolo 1), per l attività commerciale dei dipartimenti (capitolo 2) e la vendita di servizi da attività non commerciale (capitolo 3). Accertamenti Accertamenti Variazioni Variazioni DESCRIZIONE ENTRATA (Capitolo) % (A) (B) C=(B-A) C/A Attività commerciale accentrata , , ,37 145% Attività commerciale dipartimenti , , Proventi da altre vendite di servizi da attività non commerciale , , ,98-10% Totale , , ,77 52% Nel 2012 si registra la mancata movimentazione del capitolo 2, nel 2013 a seguito bilancio unico si registrano accertamenti per che incrementa di circa il 40% la categ. 3. Il capitolo 1 si incrementa del 145% il valore per l attività commerciale dell amministrazione centrale, in particolare, per l attività di sorveglianza sanitaria ( 5.153,42 per attività commerciale gestita centralmente, 9.142,10 per il conseguimento Patente Europea ECDL ed rispetto ai per attività commerciale dell Ateneo ex comma art. 1 Legge 230/2005 dell anno precedente). Di poca rilevanza ha il decremento nel capitolo 3 del 10%. Tale capitolo accoglie gli accertamenti relativi ai proventi per altre vendite di servizi da attività non commerciale di seguito elencati: - proventi per altre vendite di servizi da attività non commerciale (voce per ,30); - proventi da tasse per gli esami di stato (voce per ); 12 di 73

13 - proventi da test pre-immatricolazione a corsi di laurea e scuole di specializzazione (voce per ,20); - entrate per concorsi banditi dall Ateneo (voce per ) ; - proventi da iscrizione ai test preliminari di accesso ai corsi di tirocinio formativo attivo nel corso del 2013 non si è avuto nessun accertamento per tale finalità (voce per l e.f furono per euro ). - entrate per iscrizioni ai corsi di italiano per stranieri prima introitati direttamente dal Dipartimento (voce D19+ per ,58) ; Redditi e proventi patrimoniali (Cat. 4) La categoria quattro comprende le entrate derivanti da interessi attivi su conto corrente bancario presso l istituto cassiere, i fitti attivi, le cessioni in uso di spazi, i proventi da opere dell ingegno, le entrate da gestione museale. La tabella che segue riporta gli importi relativi ed il confronto con l anno Accertamenti Accertamenti Variazioni Variazioni % (A) (B) C=(B-A) C/A Interessi attivi su depositi bancari , , ,35-23,36% di cui Fitti attivi , , ,99 13,76% Fitti attivi , , ,61 27,42% DESCRIZIONE ENTRATA (Articolo) Contratto concessione uso spazi per installaz.app. automat. per la vendita di bevande ed altro presso strutture dell'universita , , ,38 37,87% Retta per frequenza asilo nido Proventi correnti da lasciti e fondazioni , , ,71-26,54% Concessione di spazi d uso , , ,90 105,93% Proventi da opere dell ingegno 8.652, , Entrate da gestione museale , ,04 Totale , , ,02-1,17% L ammontare complessivo delle entrate in oggetto, è pari ad euro ,10 in diminuzione dell 1,17 % rispetto al Analizzando nel dettaglio la suddetta categoria si vede che quasi tutti gli articoli riportano una variazione negativa ad esclusione del titolo 1, categ. 4, capitolo 2, articolo 0 fitti attivi che registra un incremento pari a euro ,99 generato dall apporto positivo della voce di bilancio Contratto concessione uso spazi per installaz. app. automat. per la vendita di bevande ed altro presso strutture dell'università pari a euro ,38 e nei fitti 13 di 73

14 attivi per euro ,61 ridotto delle variazioni negative nella retta per la frequenza asilo nido per euro Altro sub articolo positivo è quello della concessione di spazi d uso che si incrementa nel corso dell E.F di ,90. Alienazione beni patrimoniali (Cat. 5) La categoria 5 riporta le entrate indicate nella seguente tabella: Accertamenti Accertamenti Variazioni DESCRIZIONE ENTRATA (Sub-articolo) Variazioni % (A) (B) C=(B-A) C/A Alienazione beni patrimoniali - Beni immobili e diritti reali 3.750, ,25-100% Plusvalenze patrimoniali Proventi da alienazioni di automezzi % Totale , ,25-100% Tale categoria subisce un decremento complessivo del 100% rispetto al Non abbiamo nessun accertamento in questa categoria. Mutui anticipazioni e prestiti (Cat. 6) Accertamenti 2012 Accertamenti 2013 Variazioni Variazioni % (A) (B) C=(B-A) C/A Accensione mutui % DESCRIZIONE ENTRATA (Sub-articolo) Mutui e prestiti da Cassa Depositi e Prestiti - gestione Tes - Quota Università , ,16 Mutui e prestiti da Cassa Depositi e Prestiti - gestione Tes - Quota Stato , ,58 Totale , , % Nell E.F. 2012, è stata movimentata la voce Accensione mutui la quale ha accolto l accertamento per fondi UNICREDIT SPA derivanti dal mutuo chirografario stipulato in data 29/03/2012 per euro e impegnato nella voce MUT.2011 Spese per interventi di manutenzione straordinaria - MUTUO 2011 per effettuare i seguenti lavori: - per ristrutturazione aule didattiche della Facolta' di Medicina per (imp. n. 1215); - per restauro prospetti corte interna dello Steri per (imp. n. 1216); - per lavori di ridistribuzione interna dei locali di primo e secondo piano del corpo C della Facolta' 14 di 73

15 di Architettura in viale delle scienze per (imp. n. 1577). Nell E.F. 2013, sono state movimentate la voce Mutui e prestiti da Cassa Depositi e Prestiti - gestione Tes Quota Università che ha accolto la quota Università per ,16, e la voce Mutui e prestiti da Cassa Depositi e Prestiti - gestione Tes Quota Stato che ha accolto la quota Stato per ,58 ENTRATE DA TRASFERIMENTI (TITOLO 2) Il titolo 2 si compone delle seguenti categorie: DESCRIZIONE ENTRATA (Categoria) Accertamenti Accertamenti Variazioni Variazioni % (A) (B) C=(B-A) C/A Cat. 1 Trasferimenti correnti dal bilancio dello Stato , , ,21-6,39% Cat. 2 Trasferimenti per investimenti dal bilancio dello Stato , , ,01-64,97% Cat. 3 Trasferimenti correnti da altri soggetti , , ,09-55,88% Cat. 4 Trasferimenti per investimenti da altri soggetti , , ,21-0,48% Cat. 7 Entrate per fondi comunitari , ,47 0% Cat. 8 Entrate per fondi da assegnare ai Poli Didattici , ,48 126,39% Cat. E Progetto per la cooperazione allo sviluppo Cat. M Trasferimenti dal Ministero , ,34-100% Totale , , ,91-11,75% Nel complesso le entrate accertate nel 2013 nel titolo 2 diminuiscono a 247,14 milioni di euro contro circa 280,03 milioni di euro del 2012 con un decremento dell 11,75%. Gli accertamenti delle entrate da trasferimenti si distinguono in: - Entrate da trasferimenti correnti; - Entrate da trasferimenti per investimenti. All interno delle suddette due macroaree i trasferimenti si distinguono in trasferimenti provenienti dal Bilancio dello Stato dalle entrate provenienti da altri soggetti eroganti. Finanziamenti Statali Le tipologie di finanziamento che lo Stato assegna all Ateneo si possono suddividere in alcune voci principali, che coinvolgono sia i capitoli di parte corrente (Cat. 1) sia i capitoli di parte capitale (Cat. 2) del piano dei conti: 15 di 73

16 - contributi ordinari, costituiti dal Fondo di Finanziamento Ordinario (FFO); - borse di studio, prevalentemente per dottorati di ricerca; - finanziamenti collegabili alla ricerca, quali assegni di ricerca, fondi per Progetti di Rilevanza Nazionale (PRIN), Fondo di Investimento per la Ricerca di Base (FIRB); - trasferimenti legati a determinati finanziamenti (ad esempio Comitato Universitario Sportivo, Servizio Disabili) ed a progetti specifici. Trasferimenti correnti dal bilancio dello Stato (Cat. 1) Il FFO è stato accertato nelle seguenti voci di bilancio confrontate nei due esercizi : DESCRIZIONE ENTRATA (Subarticolo) A.0001 Accertamenti Accertamenti Variazioni Variazioni % (A) (B) C=(B-A) C/A Fondo di funzionamento Ordinario Trasferimento per maggiore spesa riguardante le "Risorse Umane" Totale ,73% Il Fondo di Finanziamento Ordinario che rappresenta la principale fonte di finanziamento dell Ateneo, raggiunge nel 2013 un importo complessivo di accertamenti pari a 207,77 milioni di euro con un decremento del 4,73% rispetto al Nella voce di entrata Fondo per il Finanziamento Ordinario risultano, come si evince nella tabella, accertate anche ulteriori somme relative all anno 2011/2012 per un totale di euro trasferite nell esercizio 2013: 16 di 73

17 Descrizione Trasferimento MIUR Importo Primo acconto Secondo acconto Ulteriore acconto Ulteriore acconto Quota FFO 2011relativa all'art. 2, 5, 12 e 13 cap Quota FFO 2013 relativa al cap tit.332 art Rimborso oneri per accertamenti medico legali FFO Nota MIUR prot.5104 del 6/3/ Quota provvisoria FFO 2013 ( ) assegnata con D.M.700 del 8/8/2013 al netto delle quote precedentemente incassare ( ) Quota FFO Art.5 e 12 D.M. 71/2012 cap tit 667 art Ulteriore quota FFO Saldo FFO La voce di entrata 211A0001 Trasferimento per maggiore spesa riguardante le Risorse umane accoglie gli accertamenti per euro relativi sia alle risorse destinate al consolidamento piano straordinario per le chiamate di professori di seconda Fascia (euro ) sia alla proroga del contratto di un ricercatore relativo del programma Rita Levi Montalcini (euro ). La voce di entrata 215A0000 Contributo per l'assistenza, l'integrazione e i diritti dei disabili L.28/1/99 n.17 accoglie l accertamento per euro relativo all assegnazione interventi diversamente abili inseriti nello stanziamento FFO Assegnazione FFO A A totale Il MIUR ha comunicato gli interventi di assegnazione di cui al D.M. 20 dicembre 2013, n (Decreto criteri di ripartizione della quota premiale e dell intervento perequativo del Fondo di Finanziamento Ordinario (FFO) delle Università statali per l anno 2013) che vengono illustrati nella seguente tabella: 17 di 73

18 D.M. del 20 dicembre 2013 n Art. 1 - QUOTA PREMIALE 2013 Art. 2 - PEREQUAZIONE 2013 INTERVENTI ASSEGNAZIONI 2013 QUOTA BASE PIANO ASSOCIATI 2011 e Domanda didattica 50% Risultati didattica 50% DIDATTICA 34% 4 = VQR 90% RECLUTAMENTO 10% 6 - RICERCA 66% 7 = QUOTA PREMIALE = PEREQUAZIONE FFO 2013 (BASE (compresa L.296/06 + L.350/03 + Altri Int. Cons.) + PIANO ASSOCIATI 2011 e Premiale + Perequativo) 10 = FFO 2012 (BASE (compresa L.296/06 + L.350/03 + Altri Int. Cons.) + PIANO ASSOCIATI Premiale + Perequativo) DIFFERENZA = % DIFFERENZA 2013 VS = 12/11-5,43% Art. 3 lett a MAX 100% Art. 3 lett b Assicurazione -5% Art. 3 lett c Riduzione ulteriore di -1,3236% per situazioni tra 0% e 4,75% con soglia minima -4,75% 16 - FFO 2013 rideterm (BASE (compresa L.296/06 + L.350/03 + Altri Int. Cons.) + PIANO ASSOCIATI 2011 e Premiale + Perequativo) 17 = DIFFRENZA 2013 ridet = % DIFFERENZA 2013 ridet VS = 18/11-5% Gli ulteriori trasferimenti ministeriali correnti (Categoria 1, 3 e M) sono stati accertati nelle seguenti voci: 18 di 73

19 DESCRIZIONE ENTRATA (Subarticolo) Accertamenti 2012 Accertamenti 2013 Variazioni Variazioni % (A) (B) C=(B-A) C/A Assegni di ricerca % Contratti formazione specialistica area medica , , ,40-19% Borse di dottorato, perfezionamento all'estero e scuole di specializzazione area non medica, professioni legali - legge n.398/ , ,05-14% Contributi per altre spese correnti , , % Fondo per il sostegno dei giovani Dottorati incentivanti -art. 3 DM. 198 del 23/10/ , ,15-100% Fondo per il sostegno dei giovani: Attività di tutorato -art. 2 DM. 198 del 23/10/ % A D Fondo per il sostegno dei giovani: Rimborso tasse lauree scientifiche - art. 4 DM. 198 del 23/10/ % Borse di mobilita per studenti ex D.M. 755 del Contributo per l'assistenza, l'integrazione e i diritti dei disabili L.28/1/99 n % Trasferimenti correnti da altri Ministeri - D , ,91 Trasferimento MIUR - Fondo nazionale mobilita studenti - D.M. 198/2003 art % 2.M.0.0.5MIL Beneficio 5 per mille , ,34-100% Trasferimenti correnti da altri Ministeri - 5 per mille , ,32 Totale , , ,71-22,33% La voce Contributi per altre spese correnti accoglie diversi trasferimenti: a favore dei comitati sportivi universitari, a favore dei dipartimenti per specifici fondi per le lauree scientifiche. Nel 2013 non è stato assegnato il Fondo per il sostegno giovani D.M.198/2003 per finanziare gli art. 2 e 3 del suddetto decreto, che nel 2012, sono stati accertati nelle voci di bilancio: Fondo per il sostegno dei giovani Dottorati incentivanti -art. 3 DM. 198 del 23/10/2003 per ,15; Fondo per il sostegno dei giovani: Attività di tutorato -art. 2 DM. 198 del 23/10/2003 per ; 19 di 73

20 Trasferimenti per investimenti dallo Stato (Cat. 1, 2) La tabella sotto riportata illustra la tipologia di fondi provenienti dallo Stato, trasferiti nell E.F. 2013, per investimenti per progetti di ricerca (FIRB e PRIN). Si rileva un incremento dei trasferimenti, rispetto al 2012, per il finanziamento dei piani FIRB pari al 220,34% e viceversa si riscontra una diminuzione del -67,25% degli accertamenti per il cofinanziamento dei progetti di ricerca di interesse nazionale. DESCRIZIONE ENTRATA (Subarticolo) Accertamenti 2012 Accertamenti 2013 Variazioni Variazioni % (A) (B) C=(B-A) C/A D Convenzioni per la cooperazione interuniversitaria-internazionale , ,16 Cofinanziamento per i Fondi di Ricerca per Piani FIRB ,34% Fondi ministeriali per progetti su fondi FAR , , ,01-10,30% Cofinanziamento MIUR per progetto di ricerca di interesse nazionale PRIN ,25% Finanziamenti di altri Ministeri per la Ricerca Scientifica-D Contributi MIUR Legge 10/1/2000, n.6 "Diffusione della Cultura Scientifica"-D Programma Operativo Nazionale 2000/2006 "Ricerca Sviluppo Tecnologico ed Alta Formazione" , ,47 Totale , , ,38-44,72% Trasferimenti correnti da altri soggetti (Cat. 3 e 8) La tabella illustra le seguenti entrate correnti della categoria 3 e 8 provenienti da soggetti eroganti sia pubblici che privati: 20 di 73

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

ALLEGATO 1/A. Relazione PARTE I

ALLEGATO 1/A. Relazione PARTE I ALLEGATO 1/A UNIIVERSIITA DII PIISA AREA FIINANZA E FIISCALE UFFIICIIO FIINANZA E CONTABIILIITA CONTO CONSUNTIVO ESERCIZIO FINANZIARIO 2010 Relazione PARTE I INDICE Relazione Parte I RELAZIONE DEI PROGRAMMI

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 2.572,26 02 Vincolato 2.572,26 01 Funzionamento amministrativo e didattico - Dematerializzazione

Dettagli

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II*

CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II* CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II* Indice 1. Informazioni generali 2. Parte I: obiettivi, gestione e risorse del Dipartimento

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

ELEMENTI DI CONTABILITA DI STATO E REGOLAMENTO DI ATENEO

ELEMENTI DI CONTABILITA DI STATO E REGOLAMENTO DI ATENEO ELEMENTI DI CONTABILITA DI STATO E REGOLAMENTO DI ATENEO Docente: Dott. Martino Loddo mloddo@uniss.it Durata: : 8 ore Orario delle lezioni: 2626 febbraio h. 15,00-17,00 17,00 Aula F Scipol 44 marzo h.

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO ATTIVO A) CREDITI VS STATO E ALTRI AA.PP. PARTECIPAZIONE FONDO DI DOTAZIONE B) IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 Costi di impianto ed ampliamento 2 Costi

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

- Utenti di II livello, autorizzati da Ateneo o Strutture

- Utenti di II livello, autorizzati da Ateneo o Strutture SUA-RD - NOTE TECNICHE PER L UTILIZZO DELL INTERFACCIA Utenze abilitate alla compilazione della scheda SUA-RD: - Ateneo - Strutture (Dipartimenti/Facoltà) - Utenti di II livello, autorizzati da Ateneo

Dettagli

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 Nucleo di Valutazione RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 (ex art. 5, comma 21 della Legge 24 dicembre 1993 n. 537) - GIUGNO 2015 - DOC 07/15 Sommario: 1. Obiettivi e struttura

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Breve Introduzione Questo è un documento di lavoro per la composizione delle schede SUA-RD 2011, 2012 e 2013. In questa prima sezione vengono rapidamente ricapitolate

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 15.000,00 01 Non vincolato 11.602,54 02 Vincolato 3.397,46 02 Finanziamenti dello Stato 1.500,00

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale EMILIA ROMAGNA ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE J.

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale EMILIA ROMAGNA ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE J. A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. ENTRATE Voce Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019 02 Finanziamenti dello Stato 23.946,66 01 Dotazione ordinaria 23.946,66 04 Finanziamenti

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013.

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013. REGIONE AUTONOMA DELLA LA SARDEGNA L Assessore Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività di informazione e promozione del PSR 2007/2013. Dotazione finanziaria Il fabbisogno

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO E DI DIDATTICA INTEGRATIVA, IL RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI PER ATTIVITA ESTERNE DEI PROFESSORI

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 Identificativo Atto n. 191 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELL AVVISO FORMAZIONE CONTINUA COMPETITIVITA EXPO E L'atto si compone

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli