ARDUINO Duemilanove. Lelio Spadoni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ARDUINO Duemilanove. Lelio Spadoni"

Transcript

1 ARDUINO Duemilanove Lelio Spadoni

2 Argomenti trattati Caratteristiche di Arduino Duemilanove (hardware e software) Programmazione di Arduino Arduino + GPS Ethernet shield XBee shield Arduino + GSM Arduino + Bluetooth

3 Arduino Principali caratteristiche 14 ingressi/uscite digitali di cui: 6 utilizzabili come uscite di tipo PWM; 4 utilizzabili per comunicazione SPI; 2 utilizzabili per comunicazione I 2 C; 2 utilizzabili per i collegamenti seriali TTL level; 2 utilizzabili per interrupt esterno; 6 ingressi analogici (risoluzione 10 bits) memoria SRAM 2KB; memoria FLASH 32KB di cui 2 utilizzati per il bootloader; memoria EEPROM 1KB microcontrollore ATMEGA328 a 16 MHz

4 Arduino Principali caratteristiche Il microcontrollore è fornito con un bootloader, che è un software che permette il caricamento dei programmi in memoria senza l ausilio di programmatori esterni (occupa 2 KB di memoria flash). Il bootloader si mette in ascolto di comandi o dati in arrivo dal computer (che generalmente sono i programmi scritti dall utente) e li carica nella memoria flash del microcontrollore; dopodiché viene lanciato il programma in memoria. Se non ci sono programmi in arrivo dal computer viene lanciato l ultimo sketch* caricato. Se invece, il microcontrollore è vuoto viene lanciato in continuazione il bootloader. *programma scritto dall utente

5 Arduino IDE Il software per la programmazione di tutti i tipi di schede Arduino, si chiama semplicemente Arduino. Ne esistono diverse versioni sia per Windows (quella testata in questo lavoro), sia per Linux sia per Mac. La versione utilizzata per le successive prove è la 0018.

6 Arduino Programmazione Uno sketch si compone di due funzioni principali che non accettano nessun parametro e non restituiscono alcun valore: - void setup(), tutte le istruzioni contenute all interno di questa funzione vengono eseguite una sola volta al lancio dello sketch da parte del microcontrollore; - void loop(), tutte le istruzioni contenute in questa funzione sono eseguite in continuazione. E sempre possibile inserire parti di programma all interno di altre funzioni che vengono richiamate dal programma principale all occorrenza.

7 Arduino Programmazione - Strutture e Costanti setup() loop() if if...else for switch case while do... while break continue return HIGH LOW INPUT OUTPUT true false Integer Constants

8 Arduino Programmazione - Funzioni Digital I/O pinmode(pin, mode) digitalwrite(pin, value) int digitalread(pin) Analog I/O int analogread(pin) analogwrite(pin, value) Advanced I/O tone() notone() shiftout(datapin, clockpin, bitorder, value) unsigned long pulsein(pin, value) Time unsigned long millis() unsigned long micros() delay(ms) delaymicroseconds(us) Math min(x, y) max(x, y) abs(x) constrain(x, a, b) pow(base, exponent) sq(x) sqrt(x) map(value, fromlow, fromhigh, tolow, tohigh) Trigonometry sin(rad) cos(rad) tan(rad) Random Numbers randomseed(seed) long random(max) long random(min, max) Communication Serial

9 Arduino Programmazione - Librerie Di solito uno sketch utilizza delle librerie di comandi che consentono di controllare dei particolari dispositivi. Molte librerie per usi generali e per le comunicazioni, sono già pronte come ad esempio: SPI, I 2 C, Ethernet, ecc ; altre possono essere scritte dagli utenti a proprio uso e consumo. Le librerie vengono inserite con il comando #include <SoftwareSerial.h>

10 per cominciare! int sensorpin = 0; int ledpin = 13; int sensorvalue = 0; Il led collegato al pin 13 lampeggia con una frequenza proporzionale al valore di tensione letto sull ingresso analogico 0 regolato da un potenziometro. void setup() { pinmode(ledpin, OUTPUT); } void loop() { sensorvalue = analogread(sensorpin); digitalwrite(ledpin, HIGH); delay(sensorvalue); digitalwrite(ledpin, LOW); delay(sensorvalue); }

11 ARDUINO + GPS

12 GPS Il GPS (Global Positioning System) è il sistema satellitare di posizionamento globale, capace di localizzare in ogni momento la posizione di un dispositivo senza l ausilio di carte o bussole. I satelliti inviano ai ricevitori i dati necessari al calcolo della loro posizione. Il calcolo della posizione si basa sulla conoscenza della distanza del dispositivo da tre punti noti (tre satelliti).

13 GPS - NMEA Il ricevitore dopo aver elaborato le informazioni provenienti dai satelliti, invia sulla seriale i risultati in una forma standard chiamata frase NMEA (National Marine Electronics Association). Esempio di frase (o sentenza): $GPRMC, ,A, ,N, ,E,000.1,000.0,271209,002.3,E,A*36

14 GPS - Programma #include <SoftwareSerial.h> #define rxpin 2 #define txpin 3 I dati trasmessi sulla seriale dal GPS vengono intercettati e inviati tramite i comandi seriali al Personal Computer dove possono essere visualizzati ed interpretati. GPS-41MLR SoftwareSerial myserial = SoftwareSerial(rxPin, txpin); int buffer_int; byte buffer_byte; void setup(){ pinmode(rxpin, INPUT); pinmode(txpin, OUTPUT); Serial.begin(9600); myserial.begin(4800); } void loop(){ buffer_byte = myserial.read(); Serial.write(buffer_byte); }

15 GPS Cattura sentenza NMEA Il ricevitore utilizzato in questa prova (GPS-41MLR) trasmette sulla seriale le sentenze NMEA: $GPGSA, $GPGSV, $GPRMC, $GPGGA

16 ARDUINO + Ethernet shield

17 Ethernet shield La Ethernet shield è una scheda elettronica che si collega alla Arduino Duemilanove board con la quale è possibile il collegamento ad una rete locale LAN. La Ethernet shield è basata sull integrato Wiznet W5100 che è un 10/100 ethernet controller, progettato per applicazioni embedded, che fornisce lo stack TCP/IP dal livello fisico fino al livello di trasporto.

18 Ethernet shield Architettura di riferimento In questo primo esempio Arduino è il client che richiede una pagina.html al Web Server Apache.

19 Ethernet shield Lato Server Arduino si collega all indirizzo e richiede la pagina index.html (visibile di seguito insieme alla sua pagina sorgente).

20 Ethernet shield Lato client Nel programma a fianco, dopo aver impostato l IP del server (al quale è inviata la richiesta) e del client (che genera la richiesta), viene inviata una richiesta GET e viene inoltrata la risposta attraverso la porta seriale. #include <Ethernet.h> byte mac[] = { 0xDE, 0xAD, 0xBE, 0xEF, 0xFE, 0xED }; byte ip[] = { 192, 168, 1, 103 }; byte server[] = { 192, 168, 1, 100 }; Client client(server, 80); void setup() { Ethernet.begin(mac, ip); Serial.begin(9600); delay(1000); Serial.println("connecting..."); if (client.connect()) { Serial.println("connected"); client.println("get /index.html HTTP/1.0");

21 Ethernet shield Risultato Con il Serial Monitor disponibile nel software di programmazione di Arduino catturiamo i dati che arrivano sulla seriale. Dall analisi della videata a fianco si vede che il server ha risposto alla richiesta del client inviandogli un messaggio di HTTP/ OK e di seguito il sorgente (HTML) della pagina richiesta.

22 Ethernet shield Architettura di riferimento In questo secondo esempio Arduino è il server che una volta interrogato dal client (FireFox), gli invia una pagina.html in cui inserisce il livello di tensione presente all ingresso analogico 0 in quel momento.

23 Ethernet shield Lato Server Dopo aver impostato l IP e la porta di ascolto (http) del server (Arduino), questo si mette in attesa di una richiesta proveniente da un client (Firefox); al suo arrivo il server inserisce in una pagina in formato.html il livello di tensione presente all ingresso analogico 0, e la invia come risposta alla richiesta del client. #include <Ethernet.h> byte mac[] = { 0xDE, 0xAD, 0xBE, 0xEF, 0xFE, 0xED}; byte ip[] = { 192, 168, 1, 103 }; Server server(80); void setup() {Ethernet.begin(mac, ip); server.begin(); Serial.begin(9600);} void loop() {Client client = server.available(); if (client) { while (client.connected()) { if (client.available()) { char c = client.read(); Serial.print(c); if ((c == '\n')) { client.println("http/ Ok"); client.println("content-type: text/html"); client.println(); client.println("<html>"); client.println("<title>"); client.println("arduino Web Server"); client.println("</title>"); client.println("<body>"); client.println("<hr>"); client.println("<h2 align=\"center\">arduino Web Server</h2>"); client.println("<hr>"); client.println("<br>"); client.println("<h2 align=\"center\">il livello di tensione presente all'ingresso analogico 0 è</h2>"); client.print("<h1 align=\"center\">"); client.print(analogread(0)* ); client.println("</h1>"); client.println("</body>"); client.println("</html>"); break; }}}} delay(1); client.stop();}

24 Ethernet shield Lato client La pagina di richiesta da parte del client. La pagina di risposta da parte del server.

25 ARDUINO + XBee

26 XBee shield Il modulo XBee è una soluzione compatibile con lo standard ZigBee/IEEE che soddisfa la necessità di una rete a basso costo e a basso consumo, pensata soprattutto per l'utilizzo con sensori. Per configurare lo XBee il suo produttore, la Digi International, mette a disposizione il software X-CTU, reperibile all indirizzo:

27 XBee shield Architettura di riferimento In questo esempio il trasmettitore invia al ricevitore lo stato di due contatori interni (uno si incrementa, l altro si decrementa ad ogni secondo); il ricevitore riceve i dati e li invia, attraverso un collegamento USB (seriale virtuale) al PC in cui un applicativo (Tera Term) li mostra a video.

28 XBee shield Configurazione del Coordinator La configurazione che permette al Coordinator di ricevere i dati da qualsiasi modulo Xbee Router/End Device, si ottiene con le impostazioni seguenti: Modem Xbee: XB 24-B Function Set: ZNET 2.5 COORDINATOR AT Operating Channel: 11 (canali da 11 a 26) Operating PAN ID: 234 (numero a scelta)

29 XBee shield Configurazione del Router/End Device La configurazione che permette al Router/End Device di trasmettere i dati verso il Coordinator, si ottiene con le impostazioni seguenti: Modem Xbee: XB 24-B Function Set: ZNET 2.5 ROUTER/END DEVICE AT Operating Channel: 11 (canali da 11 a 26) Operating PAN ID: 234 (numero a scelta)

30 XBee shield Lato Router/End Device Lo sketch a lato deve essere caricato sulla scheda Arduino 2009 dove è alloggiato il Router/End Device (TX). Nel programma vengono creati due contatori: il primo A è inizializzato a 0 e successivamente incrementato di 1; il secondo B è inizializzato a 1024 e successivamente decrementato di 1. Quando il contatore arriva a 1024 viene impostato nuovamente a zero e il ciclo riparte. int count = 0; void setup() { Serial.begin(9600); } void loop() { // counter A will go forwards Serial.print('A'); Serial.print(count); Serial.println(); delay(1000); // counter B will go backwards Serial.print('B'); Serial.print( count); Serial.println(); delay(1000); // increase and reset the counter count++; if (count == 1024) count = 0; }

31 XBee shield Lato Personal Computer Nella pagina iniziale di Tera Term selezionare la porta seriale sulla quale è collegato il Coordinator e assicurarsi di impostare i parametri di comunicazione nel seguente modo: Baud rate: 9600 Data: 8 bit Parity: none Stop: 1 bit Flow control: none Il risultato è che vedremo a video il contatore A che si incrementa, mentre il contatore B si decrementa.

32 ARDUINO + GSM

33 GSM - Telit GM862 Il modem della Telit GM862 è utilizzato nell esempio seguente per inviare un SMS, attraverso la rete GSM, ad un telefono cellulare. Una volta inserita la SIM di un qualsiasi gestore di telefonia mobile il dispositivo ricerca la rete e, nel caso sia presente, si collega ad essa. Per comandare il modem si utilizzano i comandi AT.

34 GSM - Comandi AT La maggior parte degli attuali modem utilizza i comandi AT Hayes, uno specifico insieme di comandi originalmente sviluppato per il modem Hayes Smartmodem da 300 baud. Ogni funzione del modem è governata dal relativo comando AT (che sta per ATtention, attenzione). Per inviare un comando occorre trasmettere sulla porta seriale del modem una stringa ASCII formata da AT seguito da uno o più comandi e da un carattere di ritorno a capo (CR).

35 GSM - Schema elettrico

36 Programma per l invio di un SMS Dopo aver caricato lo sketch nell ATmega328, viene inviato un SMS attraverso il modem ad esso collegato tramite una seriale software.

37 Utilizzo dei comandi AT Invio di un SMS da un telefonino, utilizzando i comandi AT: a) collegare il proprio cellulare al PC (seguire le istruzioni del produttore); b) aprire un programma che simula un terminale (HyperTerminal, Tera Term, ecc ) e selezionare la COM dove è collegato il telefono; c) digitare i seguenti comandi: 1: AT 2: OK 3: AT+CMGF=1 4: OK 5: AT+CMGW= xxxx 6: > Un semplice messaggio :-) 7: +CMGW: 1 9: OK 10: AT+CMSS=1 11: +CMSS: 20 13: OK La descrizione dei comandi è nella slide seguente

38 Utilizzo dei comandi AT Linea 1: "AT" viene spedito al modem GSM/GPRS per testare la connessione. Il modem risponde con un codice di risposta (OK alla linea 2) Linea 3: Il comando AT+CMGF viene usato per istruire il modem ad operare in modalità testuale per gli SMS. Il codice di risposta OK alla linea seguente indica che linea di comando AT+CMGF=1 è stata eseguita con successo; Linee 5-6: Il comando AT+CMGW viene usato per memorizzare nel modem il messaggio, mentre è il numero telefonico del destinatario. Dopo aver digitato tale numero, premete il tasto Enter. Il modem a questo punto dovrebbe ritornare il prompt ">" e a questo punto potete incominciare a scrivere il vostro SMS (in questo caso "Un semplice messaggio"). Quando avete finito, premete Ctrl+Z; Linea 7: +CMGW: 1 ci dice che l'indice assegnato al messaggio è 1. Questo indica la locazione dell'sms nella memoria del modem; Linea 9: Il risultato OK indica che l'esecuzione del comando +CMGW ha avuto successo; Linea 10: il comando +CMSS viene usato per spedire i messaggi dalla memoria del modem. 1 indica l'indice dell'sms ottenuto alla linea 7; Linea 11: +CMSS: 20 ci dice che il numero di riferimento assegnato all'sms è 20; Linea 13: Il risultato OK indica che l'esecuzione del comando +CMSS ha avuto successo.

39 ARDUINO + BLUETOOTH

40 BluetoothBee BluetoothBee è un modulo Bluetooth Serial Port Profile (SPP) che permette di realizzare collegamenti seriali wireless. Il device è pienamente compatibile con la XBee shield già vista nelle slide precedenti; in pratica basta sostituire il modulo Xbee con il modulo BluetoothBee per avere a disposizione la tecnologia Bluetooth. BluetootBee CSR Bluecore-04 Externel Bluetooth singol chip

41 BluetoothBee - Caratteristiche Hardware e Software

42 BluetoothBee Installazione del dispositivo In questa immagine si vede come si installa il modulo BluetoothBee sulla Xbee shield e anche come si posiziona quest ultima sulla Arduino board.

43 BluetoothBee Architettura di riferimento In questo esempio faremo in modo che il modulo BluetoothBee si colleghi con il PC equipaggiato con una chiavetta Bluetooth. Una volta avvenuto il collegamento fra i due dispositivi, inviando il carattere a dal PC (utilizzando il programma Tera Term o altro simile), il modulo BluetoothBee risponderà inviando indietro la stringa You are connected to BluetoothBee.

44 BluetoothBee Collegamento BluetoothBee-PC Animazione

45 BluetoothBee - Sketch Lo sketch a lato deve essere caricato sulla scheda Arduino 2009 dove è alloggiato il BluetoothBee. Con questo programma il modulo BluetoohBee funziona in modalità slave. Quando arriva il carattere a, Arduino risponde con il messaggio: "You are connected to Bluetooth Bee. void setup() { Serial.begin(38400); setupbluetoothconnection(); } Sketch 1/2 void loop() { if(serial.read() == 'a') { Serial.println("You are connected to Bluetooth Bee");} } void setupbluetoothconnection() { delay(1000); sendbluetoothcommand("\r\n+stwmod=0\r\n"); sendbluetoothcommand("\r\n+stna=modem\r\n"); sendbluetoothcommand("\r\n+stauto=0\r\n"); sendbluetoothcommand("\r\n+stoaut=1\r\n"); sendbluetoothcommand("\r\n+stpin=0000\r\n"); delay(2000);

46 BluetoothBee - Sketch Lo sketch prosegue dalla slide precedente. } Serial.print("\r\n+INQ=1\r\n"); delay(2000); Sketch 2/2 void sendbluetoothcommand(char command[]) { Serial.print(command); delay(3000); } Comandi utilizzati

47 BluetoothBee - Flowchat

48 BluetoothBee Risultato

49 Prossimi sviluppi

50 Arduino Arduino + Android

51 Arduino Arduino + WiFi

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database PROBLEMA Si vogliono inviare, periodicamente, i dati acquisiti da alcuni sensori ad un database presente su di un server. Arduino con shield Ethernet

Dettagli

Arduino: Programmazione

Arduino: Programmazione Programmazione formalmente ispirata al linguaggio C da cui deriva. I programmi in ARDUINO sono chiamati Sketch. Un programma è una serie di istruzioni che vengono lette dall alto verso il basso e convertite

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) ver. Classe 3BN (elettronica) marzo 22 Giorgio Carpignano I.I.S. Primo LEVI - TORINO Il menù per oggi Lettura dei pulsanti Comunicazione

Dettagli

Arduino. Board-IDE-Shield. DII - Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Corso di Comunicazioni Wireless

Arduino. Board-IDE-Shield. DII - Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Corso di Comunicazioni Wireless DII - Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Corso di Comunicazioni Wireless Arduino Board-IDE-Shield Samuele Gasparrini s.gasparrini@univpm.it Laura Montanini laura.montanini@univpm.it Schema lezione

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

Serduino - SERRA CON ARDUINO

Serduino - SERRA CON ARDUINO Serduino - SERRA CON ARDUINO 1 Componenti Facchini Riccardo (responsabile parte hardware) Guglielmetti Andrea (responsabile parte software) Laurenti Lorenzo (progettazione hardware) Rigolli Andrea (reparto

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN per Expert NANO 2ZN Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie Expert NANO 2ZN Nome documento: MODBUS-RTU_NANO_2ZN_01-12_ITA Software installato: NANO_2ZN.hex

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired???

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired??? GSM - GPRS Introduzione alle reti radiomobili Wireless Vs Wired L unica differenza sembra consistere nel mezzo trasmissivo radio, eppure: Le particolari caratteristiche del mezzo trasmissivo hanno un grosso

Dettagli

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1.

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1. DPS-Promatic Telecom Control Systems Famiglia TCS-AWS di Stazioni Metereologiche Autonome connesse alla rete GSM (www.dpspro.com) Guida rapida all'uso versione 1.0 Modelli che compongono a famiglia TCS-AWS:

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

PROGETTI CON ARDUINO UNO

PROGETTI CON ARDUINO UNO PROGETTI CON ARDUINO UNO -Introduzione alla scheda Arduino- www.arduino.cc sistemisds.altervista.org Gennaio 2015 - Sergio De Sordi Dispositivo interattivo sensori Arduino attuatori Comportamento software

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

MANUALE D USO RTSDOREMIPOS

MANUALE D USO RTSDOREMIPOS MANUALE D USO RTSDOREMIPOS PROGRAMMA DI GESTIONE SCAMBIO IMPORTO E ALTRE FUNZIONI TRA APPLICATIVO GESTIONALE E POS INGENICO PER PAGAMENTO ELETTRONICO (prot. 17) Versione 1.0.0.0 INDICE INDICE... 2 LEGENDA...

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Delorme InReach SE & Explorer Comunicatore Satellitare, l SOS nel palmo della tua mano

Delorme InReach SE & Explorer Comunicatore Satellitare, l SOS nel palmo della tua mano Delorme InReach SE & Explorer Comunicatore Satellitare, l SOS nel palmo della tua mano Guida Rapida caratteristiche 1. Introduzione InReach SE è il comunicatore satellitare che consente di digitare, inviare/ricevere

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni Funzioni Le funzioni Con il termine funzione si intende, in generale, un operatore che, applicato a un insieme di operandi, consente di calcolare un risultato, come avviene anche per una funzione matematica

Dettagli

Progettazione di sistemi Embedded

Progettazione di sistemi Embedded Progettazione di sistemi Embedded Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded A.S. 2013/2014 proff. Nicola Masarone e Stefano Salvatori Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 Introduzione SmartCard: Carta intelligente Evoluzione della carta magnetica Simile a piccolo computer : contiene memoria (a contatti elettrici)

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

LOCALIZZATORE GPS/GSM miniatura

LOCALIZZATORE GPS/GSM miniatura LOCALIZZATORE GPS/GSM miniatura CON BATTERIA RICARICABILE (cod. ) Introduzione La ringraziamo per aver acquistato questo localizzatore satellitare miniaturizzato. Il dispositivo rileva la propria posizione

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof.

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof. Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica Programmazione I - corso B a.a. 009-10 prof. Viviana Bono Blocco 9 Metodi statici: passaggio parametri, variabili locali, record

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Pd10 Dc motor controll

Pd10 Dc motor controll PD Manuale Utente Pd Dc motor controll manuale utente cps sistemi progetti tecnologici Presentazione Congratulazioni per aver scelto Pd, una affidabile scheda elettronica per la movimentazione di precisione

Dettagli

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Questa nota di applicazione descrive come installare e impostare la comunicazione tra l'inverter e il server di monitoraggio SolarEdge. Questo documento

Dettagli

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment Bloodshed Dev-C++ Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio IDE = Integrated Development Environment Gerardo Pelosi 01 Ottobre 2014 Pagina 1 di 8 Dev-C++ - Installazione Potete

Dettagli

IL LINGUAGGIO C++ Configurazione di Dev-C++

IL LINGUAGGIO C++ Configurazione di Dev-C++ IL LINGUAGGIO C++ Note sull'uso di DevC++ Requisiti di sistema per Dev-C++ - Sistema operativo Microsoft Windows 95, 98, Millenium Edition, NT 4, 2000 o XP - RAM: 8 Mb (consigliati almeno 32 Mb) - CPU:

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Algebra di Boole: Concetti di base Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Algebra di Boole E un algebra basata su tre operazioni logiche OR AND NOT Ed operandi che possono

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

ARDUINO UNO. Programmazione avanzata e Librerie di sistema VISPA. Simone Majocchi. Sommario. Edizioni

ARDUINO UNO. Programmazione avanzata e Librerie di sistema VISPA. Simone Majocchi. Sommario. Edizioni ARDUINO UNO Programmazione avanzata e Librerie di sistema di Simone Majocchi VISPA Edizioni Sommario i ii Sommario Prefazione 0 Un bel po di anni fa ero un ragazzino appassionato di elettronica che consumava

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Documentazione tecnica

Documentazione tecnica Documentazione tecnica Come spedire via Post 1.1) Invio di Loghi operatore 1.2) Invio delle Suonerie (ringtone) 1.3) Invio di SMS con testo in formato UNICODE UCS-2 1.4) Invio di SMS multipli 1.5) Simulazione

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

LOCALIZZATORE SU RETE GSM

LOCALIZZATORE SU RETE GSM MANUALE UTENTE FT908M LOCALIZZATORE SU RETE GSM (cod. FT908M) Introduzione La ringraziamo per aver acquistato questo localizzatore miniaturizzato. Il dispositivo consente di localizzare una persona o un

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Programmazione TELXXC

Programmazione TELXXC Manuale Programmazione Versione 5.0 Programmazione TELXXC TELLAB Via Monviso, 1/B 24010 Sorisole (Bg) info@tellab.it INDICE Programmazione e comandi... 2 Messaggio comando multiplo.. Formato... 3 Messaggi

Dettagli

Bravo 10. Telefono con vivavoce e grandi tasti. Manuale d`istruzioni-italiano

Bravo 10. Telefono con vivavoce e grandi tasti. Manuale d`istruzioni-italiano Bravo 10 Telefono con vivavoce e grandi tasti Manuale d`istruzioni-italiano Caratteristiche principali PRESTAZIONI SPECIALI Conversazione in vivavoce Grandi tasti con numeri ben visibili Grande indicatore

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Funzioni. Corso di Fondamenti di Informatica

Funzioni. Corso di Fondamenti di Informatica Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Funzioni Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti e dei

Dettagli

Manuale del fax. Istruzioni per l uso

Manuale del fax. Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Manuale del fax 1 2 3 4 5 6 Trasmissione Impostazioni di invio Ricezione Modifica/Conferma di informazioni di comunicazione Fax via computer Appendice Prima di utilizzare il prodotto

Dettagli

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori Gli array Array e puntatori Laboratorio di Informatica I un array è un insieme di elementi (valori) avente le seguenti caratteristiche: - un array è ordinato: agli elementi dell array è assegnato un ordine

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email :

Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email : Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email : info@sicurezzacsc.it sito : www.sicurezzacsc.it 2 NEXTtec progetta

Dettagli

Editor vi. Editor vi

Editor vi. Editor vi Editor vi vi 1 Editor vi Il vi è l editor di testo standard per UNIX, è presente in tutte le versioni base e funziona con qualsiasi terminale a caratteri Permette di visualizzare una schermata alla volta

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Gestione dei File in C

Gestione dei File in C Gestione dei File in C Maurizio Palesi DIIT Università di Catania Viale Andrea Doria 6, 95125 Catania mpalesi@diit.unict.it http://www.diit.unict.it/users/mpalesi Sommario In questo documento saranno introdotte

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31)

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) CE 100-8 CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) AVVERTENZE Si ricorda che l installazione del prodotto deve essere effettuata da personale Specializzato. L'installatore

Dettagli

UTC Fire & Security Italia

UTC Fire & Security Italia UTC Fire & Security Italia Corso tecnico V1.6 Sistema Advisor Advanced Versione Fw di riferimento 019.019.085 Obbiettivi del corso Questo corso Vi illustrerà la nuova centrale intrusione Advisor Advanced.

Dettagli

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA Manuale Utente 1 INDICE 1. Introduzione PC Card...3 1.1 Introduzione...3 1.2 Avvertenze e note...3 1.3 Utilizzo...4 1.4 Requisiti di sistema...4 1.5 Funzioni...4 1.6

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente www.ondacommunication.com CHIAVETTA INTERNET MT503HSA 7.2 MEGA UMTS/EDGE - HSDPA Manuale Utente Rev 1.0 33080, Roveredo in Piano (PN) Pagina 1 di 31 INDICE

Dettagli

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili IT MANUALE TECNICO MT SBC 0 Videocitofonia a colori con cablaggio a fili Assistenza tecnica Italia 046/750090 Commerciale Italia 046/75009 Technical service abroad (+9) 04675009 Export department (+9)

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione E-VISION Tempo Timer luci a microprocessore Manuale d uso e installazione ELOS E-VISION - Tempo Controllo Luci Acquario a Microprocessore. 1. Semplice da programmare 2. Gestisce sia lampade a led sia lampade

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN)

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) System Overview di Mattia Bargellini 1 CAPITOLO 1 1.1 Introduzione Il seguente progetto intende estendere

Dettagli

Realizzazione di Politiche di Gestione delle Risorse: i Semafori Privati

Realizzazione di Politiche di Gestione delle Risorse: i Semafori Privati Realizzazione di Politiche di Gestione delle Risorse: i Semafori Privati Condizione di sincronizzazione Qualora si voglia realizzare una determinata politica di gestione delle risorse,la decisione se ad

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli