PROGRAMMA ATTIVITA SOCIALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA ATTIVITA SOCIALE"

Transcript

1 PROGRAMMA ATTIVITA SOCIALE 2015 Piazza Ulisse Calvi, IMPERIA (IM) Telefono e Fax sito: e -m ail: inf a iimpe ria.c o m CLUB ALPINO ITALIANO Sezione Alpi Marittime IMPERIA Fondata nel 1922

2 Cari amici e soci, LETTERA DEL PRESIDENTE un altro anno è passato ed un nuovo libretto gite è pronto, frutto di impegno e disponibilità di alcuni di voi. Ed è trascorso anche il triennio del mio mandato da Presidente. Un grazie a tutti per l'aiuto ed i consigli sempre preziosi ed in particolare la mia riconoscenza va all'intero Consiglio Direttivo con il quale ho potuto lavorare in serenità per il bene della Sezione. In quest'anno, grazie ad una donazione, è nata la volontà di avere una Capanna Sociale per la nostra Sezione anche perché si sta avvicinando il suo centenario. Ci si sta lentamente muovendo in tal senso. Se questo bel progetto si concretizzerà, sarà necessario il sostegno e l'aiuto di tutti i Soci. Le attività svolte nell'anno trascorso sono state numerose: ci sono stati corsi di Primo Soccorso, di escursionismo base e di arrampicata; collaborazioni con scuole e gruppi scout con uscite in ambiente; oltre alle innumerevoli attività sociali con sempre una buona partecipazione. Nel cuore di Imperia, i colori e i sapori del Mediterraneo. Nell Emporio Fratelli Carli trova gli oli di oliva migliori e tanti squisiti prodotti. Tentazioni irresistibili da gustare e perfette da regalare. L aspettiamo. Vi invito a leggere ogni parte di questo libretto, prestando attenzione in particolare a quelli che sono gli avvisi ai soci: ci sono novità ed indicazioni importanti da conoscere e rispettare. Un grazie di cuore a tutti voi soci. Auguri di un buon anno nuovo ricco di appaganti attività! Il Presidente Elena Norzi Emporio Imperia - Via Garessio 11 ZI114IT_0713

3 PERCHE ISCRIVERSI AL CAI I motivi che possono spingere una persona ad iscriversi al CAI sono innumerevoli, validi o di poca importanza; non bisogna però mai dimenticare che questa è un associazione senza fini di lucro che mira a far conoscere e praticare la montagna nel rispetto della natura. Il Club Alpino Italiano svolge un attività di volontariato a favore di chiunque frequenti la montagna, permettendogli di approfondire la propria conoscenza culturale, storica e pratica dell ambiente alpino. Elenchiamo alcuni motivi di riguardo che possono essere presi in considerazione a fronte di un eventuale iscrizione: Frequentare scuole e/o corsi di addestramento istituiti dagli Organi Tecnici Centrali, dalle Sezioni e Sottosezioni, inerenti le attività alpinistiche, di arrampicata, sci-alpinistiche, sciescursionistiche, escursionistiche, ciclo-escursionistiche, speleologiche, naturalistiche e di partecipare a tutte quelle manifestazioni da essi organizzate (gite, escursioni, conferenze, ecc.). Usufruire dei rifugi CAI a condizioni preferenziali rispetto ai non soci. Le stesse condizioni vengono riconosciute nei rifugi dei Club Alpini esteri che hanno diritto di reciprocità con il CAI. Offre una copertura assicurativa per gli infortuni durante le attività sociali contribuendo alle spese mediche secondo i massimali scelti e copre le spese di soccorso (anche all estero) anche in attività personali. Il CAI esercita il soccorso in montagna tramite il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS). Quest attività di volontariato contribuisce ogni anno a salvare numerose vite umane. Usufruire a titolo gratuito del materiale raccolto nella biblioteca sociale. Si può ricevere a casa propria la rivista mensile Montagne 360 e consultare sul sito la rivista in formato elettronico Lo Scarpone on-line. Sconti nei negozi e nelle strutture convenzionate. SEGRETERIA Per informazioni e/o iscrizioni la nostra Segreteria è aperta tutti i giovedì dalle ore 21,00 alle ore 22,30; rimane chiusa nel mese di Agosto ed in concomitanza con le Assemblee e le proiezioni. Il gruppo speleo si raduna tutti i venerdì dalle ore 21,30. Durante il ritrovo vi è l opportunità di organizzare attività non specificatamente menzionate nel calendario, di scambiarsi notizie, e di consultare la biblioteca sezionale, nella prospettiva di una sempre più fattiva collaborazione tra i Soci. TESSERAMENTO 2015 Da giovedì 4 Dicembre 2014 è possibile effettuare i rinnovi (munirsi di codice fiscale) e i nuovi tesseramenti per il ü Socio Ordinario 45,00 ü Socio Familiare (convivente) 22,00 ü Socio Giovane (inf. a 18 anni) 17,00 ü Quota ingresso nuovi soci 5,00 ü Morosità (dopo il 31 marzo) 5,00 I nuovi soci al momento dell iscrizione devono portare con sé un documento di riconoscimento, 2 foto tessera, il codice fiscale e compilare apposito modulo reperibile presso la nostra segreteria. SI RICORDA CHE Il 31 Marzo 2015 scade la validità del bollino 2014 ed anche la copertura assicurativa. Oltre tale data, in assenza di rinnovo, viene sospeso anche l'invio della rivista Montagne 360. Il rinnovo del bollino sarà effettuato tutti i giovedì (nell'orario di segreteria) fino al mese di Ottobre.

4 CONSIGLIO DIRETTIVO DELLA SEZIONE Presidente Elena NORZI Vice Presidente Riccardo CORDEGLIO Consiglieri: Pino CAMIOLO - Giorgio LUGLI - Antonio MONTANARI Pierangelo RIGO - Marco ZAT Segretario: (socio non consigliere) Tesoriere: (socio non consigliere) Leonardo MORETTI Giancarlo MONTALDO Revisori dei conti: Sara BRUNI - Giuseppe MUSSO - Nevio ORENGO Scuola Alpi Marittime Dir. Scuola Alpi Marittime (INAL): Davide Ramoino Resp. Arrampicata Libera: Davide Ramoino Mirko Rizzo Resp. Alpinismo e Scialpinismo: Guida Alpina Marco Clemenzi Resp. Rapporti con la Scuola: Marco Zat Incarichi interni alla Sezione Resp. Rapporti con Gruppo Speleo: Marina Gismondi Resp. Corsi escursionismo (AE): Giovanni Clavio Resp. Sentieristica e AVML: L. Moretti G. Montaldo G. Lugli Organiz. Coppa Kleudgen Acquarone: F. Poidebard Rapporti con Enti pubblici e stampa: Pino Camiolo Operatore TAM regionale: Leonardo Moretti Consulenze legali: Avv. Luca Ghirardo Responsabili magazzino: Leonardo Moretti Marco Zat Resp. Torrentismo (Istruttori AIC): Paolo Spreafico Libretto gite: Massimo Mela Bibliotecari: Giuseppe Borsotto Giancarlo Montaldo Sito internet: Luca Agnese CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ANNUALE DEI SOCI L'Assemblea Annuale Ordinaria è convocata per il giorno Giovedì 19 Marzo 2015 alle ore in prima convocazione ed alle ore 21,30 in seconda convocazione per discutere il seguente ordine del giorno: Nomina del Presidente dell Assemblea Relazione sull attività svolta nel 2014 Approvazione bilancio consuntivo 2014 e preventivo 2015 Varie ed eventuali Elezioni del nuovo Consiglio Direttivo e Collegio dei Revisori dei Conti Fedeltà al CAI Quest'anno consegneremo le aquile d'oro per i 25 anni di iscrizione ai soci iscritti dal Cogliamo l occasione per salutare i nuovi soci del 2014: Brunello Acquarone, Paolo Alassio, Nadia Alberti, Anita Allaria, Sabrina Sarah Ambrogio, Filippo Balestra, Fulvio Balestra, Paolo Balestra, Richard Marcello Bini, Daniela Briatore, Jasmine Isabella Calvi, Andrea Capparelli, Riccardo Cassini, Marco Contri, Marco Corio, Maria Teresa Cubillos, Patrizia Dalla Rosa, Claudio Daneri, Matteo De Giorgio, Elisabetta De Rino, Matteo Di Placido, Jutta Fahnemann, Emanuele Ferrero De Gubernatis Ventimiglia, Valeria Ferrero De Gubernatis Ventimiglia, Roberto Frattarola, Maria Teresa Galteri, Maurizio Luca Gasparini, Ennio Gastaldi, Simonetta Genta, Giovanni Isola, Giacomo Labartino, Antonella Manfredi, Luca Madeddu, Emma Magenis, Gian Luigi Magenis, Marina Marsaglia Cagnola, Antonella Martini, Luca Massa, Arturo Mazza, Maurizio Moro, Annalisa Nante, Mauro Nasi, Valeria Negrini, Monica Oneta, Stefano Oricco, Laura Pario, Paolo Pario, Carlo Piana, Cristina Prevedelli, Giorgia Re, Gaetano Riccardi, Roberto Rinaldi, Nicolas Risso, Mayla Rubaudo, Clotilde Salvo, Jarin Sigillò, Elisabetta Topazio, Josef Trifone, Mariella Trucchi, Marco Vinci, Tommaso Vinci. A tutti quanti un cordiale benvenuto! 16/06/ Gita sociale alla Testa del Duca

5 REGOLAMENTO DELLE GITE SOCIALI All'atto dell'iscrizione ad una gita, il partecipante si impegna ad osservare quanto segue: in considerazione dei rischi e dei pericoli inerenti allo svolgimento dell'attività in montagna, esonera il CAI e i direttori di gita da ogni responsabilità civile per infortuni che avessero a verificarsi durante la gita sociale; il Capo gita rappresenta ad ogni effetto la direzione; egli ha facoltà di modificare il programma, l'orario e l'itinerario. Tutti i partecipanti devono uniformarsi alle sue istruzioni; in caso di avverse condizioni meteorologiche e ambientali la gita potrà essere annullata, sostituita o rimandata a data da destinarsi; accettare con spirito di collaborazione le direttive dei direttori di gita, evitando di creare situazioni difficili o pericolose per la propria e l'altrui incolumità; i partecipanti sono tenuti ad osservare le istruzioni dell organizzatore ed a tenere un comportamento confacente al buon vivere sociale; rimanere uniti nella comitiva evitando "fughe" o inutili ritardi e non seguire, senza autorizzazione, percorsi diversi da quello stabilito dal capo gita; nel caso che un partecipante decidesse di allontanarsi volontariamente dalla gita in corso, esso viene dichiarato fuori gita dai capi gita alla presenza di testimoni; nelle gite che presentino difficoltà alpinistiche e/o escursionistiche è data facoltà al capo gita di valutare l'idoneità dei partecipanti e di unirli eventualmente ad altra comitiva con programma meno impegnativo, o di escluderli; le gite di scialpinismo o con racchette da neve potranno subire variazioni in base alla situazione di innevamento. Per tutti i partecipanti all'attività scialpinistica è obbligatorio avere al seguito l'apparecchio A.R.V.A., pena l'esclusione dalla gita stessa; i partecipanti alle gite devono obbligatoriamente disporre di idoneo equipaggiamento, adeguato alle caratteristiche tecniche e ambientali della gita (sono vietate le "scarpe da ginnastica" o le calzature basse in genere), pena l esclusione dalla gita stessa; i minori devono essere accompagnati da persone adulte, garanti e responsabili; la tempestiva iscrizione alle gite è condizione indispensabile ed inderogabile per la partecipazione; essa deve essere comunicata in sezione entro la data indicata sul programma, in modo da consentire eventuali prenotazioni di rifugi ed attivare - se richiesta - l'assicurazione infortuni prevista per i partecipanti alle attività sociali del Club Alpino Italiano; in caso di prenotazione di rifugi o alberghi è necessario versare una caparra; il programma dettagliato della gita sarà esposto in Sede entro il giovedì precedente allo svolgimento della gita con l indicazione dell attrezzatura necessaria; l equipaggiamento indicato è da considerarsi obbligatorio; per le gite in pullman, la quota di partecipazione deve essere versata all'atto dell'iscrizione; i Soci hanno diritto alla precedenza, nei confronti degli altri partecipanti, fino alla data prevista per la prenotazione, come da calendario; la partecipazione alle gite è aperta a tutti i soci CAI ed ai simpatizzanti (vedi assicurazioni non soci); al Capo gita è data la facoltà di valutare l idoneità dei partecipanti ed eventualmente escluderli dalla stessa. avere sempre con sé un documento d identità e la tessera CAI (per i soci); 29 Marzo 2014 Valle d Aosta Salita al Rifugio Miserin

6 ASSICURAZIONI Il Club Alpino Italiano offre sia ai Soci che ai non Soci polizze assicurative molto interessanti e convenienti, ideali per chi vuol praticare le attività organizzate dalle Sezioni. Oggetto dell assicurazione: il CAI, per legge dello Stato, organizza il soccorso alpino provvedendo direttamente o indirettamente alla ricerca, al salvataggio ed al recupero delle persone ferite, morte, disperse, e comunque in pericolo di vita, durante le attività in montagna. I soci, con la semplice iscrizione annuale, sono garantiti nella gratuità dell intervento nell opera di ricerca, salvataggio e/o recupero, sia tentata che compiuta, ivi compreso l intervento dell elicottero. PER I SOCI L iscrizione al CAI attiva automaticamente le coperture assicurative relative a: - Infortuni Soci: assicura i Soci nell attività sociale per infortuni (morte, invalidità permanente e rimborso spese di cura). E' valida ESCLUSIVAMENTE in attività organizzata. Viene attivata direttamente con l iscrizione al CAI. - Soccorso Alpino: prevede per i Soci l intervento gratuito nell opera di ricerca, salvataggio e/o recupero, sia tentata che compiuta. E' valida sia in attività organizzata che PERSONALE. Viene attivata direttamente dalla Sede Centrale. - Responsabilità civile: assicura il Club Alpino Italiano, le Sezioni e i partecipanti ad attività sezionali, i Raggruppamenti Regionali, gli Organi Tecnici Centrali e Territoriali. E' valida ESCLUSIVAMENTE in attività organizzata. Mantiene indenni gli assicurati da quanto siano tenuti a pagare a titolo di risarcimento per danni involontariamente causati a terzi e per danneggiamenti a cose e/o animali. - Tutela legale: assicura le Sezioni e i loro Presidenti, i componenti dei Consigli Direttivi ed i Soci iscritti. Difende gli interessi degli assicurati in sede giudiziale per atti compiuti involontariamente. - Soccorso Spedizioni Extraeuropee: assicura i Soci di spedizioni organizzate o patrocinate dal Club Alpino Italiano e dalle sue Sezioni in Paesi Extraeuropei. Rimborsa le spese per la ricerca, il trasporto sanitario dal luogo dell incidente al centro ospedaliero, e il trasferimento delle salme fino al luogo della sepoltura. Rimborsa le spese farmaceutiche, chirurgiche, di ricovero, il prolungamento del soggiorno in albergo. Attivazione a parte. PER I NON SOCI - (Importante) Tutte le garanzie delle polizze possono essere estese anche alle persone che occasionalmente partecipano ad attività ufficialmente organizzate dal C.A.I. A tal proposito è obbligatoria la preventiva iscrizione alla gita ai fini di attivare la polizza assicurativa. Pertanto il non socio, è invitato a presentarsi in segreteria il giovedì precedente alla gita per compilare apposito modulo con le proprie generalità (nome cognome data di nascita ecc.) e versare una quota giornaliera per l assicurazione infortunio e/o per il soccorso alpino. E severamente vietato presentarsi alla gita senza essersi preventivamente iscritti, pena l esclusione dalla stessa. Coperture - Infortuni: assicura i non Soci nell attività sociale per infortuni (morte, invalidità permanente e rimborso spese di cura). - Soccorso alpino: prevede il rimborso di tutte le spese sostenute nell opera di ricerca, salvataggio e/o recupero, sia tentata che compiuta. Ulteriori informazioni e modulistica riguardanti le Polizze assicurative ed i relativi massimali si possono ottenere consultando il sito del CAI (www.cai.it) o presso la segreteria negli orari di apertura. Iceland trek expedition 2014

7 LA SCALA DELLE DIFFICOLTA Scala delle difficoltà alpinistiche Scala internazionale UIAA, suddivisa in sette livelli, che sono espressi da lettere: F = PD = Facile 1 grado Gita alpinistica su percorsi dove è necessario l utilizzo delle mani, degli attrezzi per neve, per ghiaccio e attrezzatura di cordata. Poco Difficile 2/3 grado Gita alpinistica che richiede una preparazione fisica ed un esperienza superiore al caso precedente. Movimenti attenti ed alternati con uso di appigli e appoggi molto abbondanti in sequenza di arrampicata. Su ghiaccio e pendii fino a 35, o superamenti di zone crepacciate. AD = Abbastanza Difficile 3/4 grado Vie di arrampicata vera e propria. Necessaria conoscenza nell uso di nodi e manovre di corda, nonché dei movimenti in sequenza in arrampicata su ghiaccio, pendii fino a 45 /50. Superamento di creste affilate o cornici. D = Difficile TD = Molto Difficile ED = Estremamente Difficile EX = Eccezionalmente Difficile Scala delle difficoltà scialpinistiche Per le attività scialpinistiche vengono usate le sigle della cosiddetta "scala Blachère", che valuta nel suo insieme l'itinerario con riferimento alla capacità tecnica dello sciatore: MS = Itinerario per lo sciatore medio (che padroneggia pendii aperti con pendenza moderata). BS = Itinerario per buon sciatore (che è in grado di curvare e arrestarsi in breve spazio e nel punto voluto, su pendii inclinati sino circa 30, anche con condizioni di neve difficili). OS = Itinerario per sciatore di eccellente livello tecnico (che ha un'ottima padronanza dello sci anche su terreno molto ripido, con tratti esposti e passaggi obbligati). L'aggiunta della lettera A (ad es. BSA) indica che l'itinerario presenta caratteri alpinistici. Scala delle difficoltà escursionistiche Approvata dal Consiglio Centrale del CAI e pubblicata sulla Rivista del Club Alpino Italiano, n. 2 del Anche i gradi nell'escursionismo vengono espressi mediante lettere. T = Turistico Comprende itinerari che: - si svolgono su stradine, mulattiere o comodi sentieri; - hanno percorsi ben evidenti (grazie a segnalazioni e/o alla sede ben marcata dei sentieri stessi) e perciò non pongono incertezze, difficoltà o problemi di orientamento. E = Escursionistico Gli itinerari così classificati costituiscono i percorsi escursionistici più numerosi e diffusi (60-70 %) su Alpi e Appennini. EE = per Escursionisti Esperti Si tratta di itinerari generalmente segnalati, ma che implicano una capacità di muoversi agevolmente su terreni diversi e particolari. Necessitano: esperienza di montagna in generale, passo sicuro e assenza di vertigini, equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguata. EEA = per Escursionisti Esperti con Attrezzatura Il percorso, oltre ai requisiti fisici e tecnici sopra citati, richiede dispositivi di auto assicurazione. Questo vale per i percorsi attrezzati (le cosiddette "vie ferrate") dove è indispensabile disporre di casco, imbragatura, moschettoni, cordini e dissipatore. Pafia (Argynnis Paphia) - Foto L. Flumiani

8 CICLOESCURSIONISMO La nostra sezione organizza con regolarità uscite domenicali di mountain bike (mete frequenti la Valle Argentina e il Finalese). Pur non essendo programmate e descritte a calendario sono aperte a tutti i soci e non. Gli interessati dovranno chiedere informazioni il giovedì sera precedente in sede. I non soci potranno partecipare previo versamento di una quota giornaliera per attivare l assicurazione. CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DEL CICLOESCURSIONISTA Proposto dalla Commissione LPV per il cicloescurs. in mtb del CAI Il CAI annovera la mountain bike tra gli strumenti adatti all escursionismo. Il comportamento del ciclo escursionista deve essere sempre improntato al fine di: non nuocere a sé stessi, agli altri ed all ambiente. Norme ambientali - I percorsi sono scelti in funzione di tracciati e/o condizioni ambientali che consentano il passaggio della mtb senza arrecare danno al patrimonio naturalistico; evitare di uscire dal tracciato. - Le tecniche di guida devono essere ecocompatibili, evitando manovre dannose quali, ad esempio, la derapata (bloccaggio della ruota posteriore). - Non fa parte della filosofia CAI servirsi d impianti di risalita o di mezzi meccanici e poi usare la mtb solo come mezzo di discesa (il downhill è estraneo allo spirito del CAI). Norme tecniche - Il mezzo in uso deve essere in condizioni meccaniche efficienti. - L abbigliamento, l attrezzatura e l equipaggiamento devono essere adeguati al percorso da affrontare. - Il casco deve essere sempre indossato e allacciato. Norme di sicurezza - La velocità di conduzione deve essere commisurata alle capacità personali, alla visibilità ed alle condizioni del percorso, in modo da non creare pericolo per sé e per gli altri. - Occorre sempre dare la precedenza agli escursionisti a piedi, che devono essere garbatamente avvisati a distanza del nostro arrivo, a voce o con dispositivo acustico. - La scelta dei percorsi deve tenere conto delle personali capacità fisiche, tecniche ed atletiche. Scala delle difficoltà cicloescursionistiche TC = (turistico) percorso su strade sterrate dal fondo compatto e scorrevole, di tipo carrozzabile; MC = (per cicloescursionisti di media capacità tecnica) percorso su sterrate con fondo poco sconnesso o poco irregolare (tratturi, carrarecce ) o su sentieri con fondo compatto e scorrevole; BC = (per cicloescursionisti di buone capacità tecniche) percorso su sterrate molto sconnesse o su mulattiere e sentieri dal fondo piuttosto sconnesso ma abbastanza scorrevole oppure compatto ma irregolare, con qualche ostacolo naturale (per es. gradini di roccia o radici); OC = (per cicloescursionisti di ottime capacità tecniche) come sopra ma su sentieri dal fondo molto sconnesso e/o molto irregolare, con presenza significativa di ostacoli. AVVISO AI SOCI Si ricorda che la preventiva iscrizione alla gita è obbligatoria sia per i SOCI e soprattutto per i NON SOCI, pena l esclusione della stessa. Per questi ultimi è obbligatoria la copertura assicurativa e pertanto al momento dell iscrizione dovranno fornire le proprie generalità e versare la quota giornaliera per l attivazione. I NON SOCI che si presenteranno al momento della partenza senza essersi preventivamente iscritti verranno automaticamente esclusi dalla gita. Come stabilito dal regolamento sociale i direttori di gita hanno la facoltà di valutare l idoneità dei partecipanti. Inoltre, quando le attività prevedono il pernottamento in rifugio che deve essere prenotato con largo anticipo dietro versamento di caparra, si raccomanda di rispettare i tempi previsti per dare la propria adesione ed il relativo acconto e di contattare direttamente i capi gita. Diversamente non sarà possibile fare la prenotazione di gruppo. SI RICORDA anche che attività non programmate in calendario, possono diventare attività sociali e quindi coperte da assicurazione, dandone comunicazione scritta, almeno due giorni prima, tramite il foglio di programmazione gite al Presidente ed ottenendone l approvazione; successivamente sarà possibile pubblicarle sul sito. CONTRIBUTO SPESE AUTO TRA SOCI CAI In un ottica di rispetto dell ambiente e di risparmio, si è sempre cercato, per gli spostamenti in auto durante le gite sociali, di utilizzare meno vetture possibili. Pertanto, diversi Soci si rendono spesso disponibili a trasportare ed a ospitare nella loro vettura altri Soci. Al fine di dare una corretta indicazione di quale deve essere il calcolo ed il relativo rimborso dei costi effettivamente sostenuti dai Soci che mettono a disposizione la loro vettura, si invitano gli stessi ad applicare il valore del costo a chilometro espresso nella Tabella ACI, relativa al loro modello di veicolo. Questo valore andrà moltiplicato per i km effettivamente percorsi, si aggiungerà l eventuale pedaggio autostradale, ed il tutto sarà suddiviso tra gli occupanti della vettura, guidatore compreso. La Tabella ACI è facilmente reperibile all indirizzo: e va adattata oltre che al tipo e modello di vettura, anche alla percorrenza media annua e all effettivo costo dell Assicurazione RC Auto. (Il Direttivo e la Segreteria sono a disposizione dei Soci per le istruzioni per l uso). IMPORTANTE La segreteria resta chiusa in concomitanza delle serate di proiezione delle diapositive e dell assemblea annuale dei soci oltre ad eventuali festività che dovessero cadere di giovedì.

9 Domenica 11 Gennaio ESCURSIONISMO ANELLO DEL MONT BASTIDE (570 m) (Costa Azzurra) Direttori: Giuseppe Borsotto Giancarlo Montaldo Difficoltà: E Dislivello in salita: 600 m Lunghezza: 5,9 km Tempo complessivo: 4 ore circa Accesso stradale: in autostrada Imperia Ventimiglia Mentone uscita Roquebrune Monaco (uscita n km 66) poi in direzione di La Turbie per la D2564. Poco dopo aver attraversato il centro abitato si seguono le indicazioni per Eze e Beaulieu sur Mer. Giunti sulla RD 6098 (Bassa Cornice) si parcheggia sulla rotabile in prossimità della vicina stazione ferroviaria di Eze sur Mer - Totale Km 80 circa 1h 30 circa. Cartina: IGN TOP 25 n 3742 OT Nice - Cote Azur Le celebri Cornici che percorrono la parte orientale della Costa Azzurra suddividono il Comune di Eze in tre settori, da Eze sur Mer e la sua lunga spiaggia fino al Col d Eze (507 m), passando per Eze Village (430 m). Il circuito di La Bastide tocca queste tre strade percorrendo storici sentieri attraverso paesaggi dove la flora mediterranea mostra aspetti di straordinaria varietà. Una odorosa macchia mediterranea (garrigue), lascia presagire, dopo il devastante incendio del 1986, un nuovo ciclo di crescita: boschetti di carrubi selvatici, lecci e frassini si alternano alle macchie di cisto cotonoso, lentisco ed euforbia. Punto culminante del circuito, la spianata sommitale del Monte Bastide, che, oltre al panorama grandioso, offre al visitatore le tracce di un occupazione umana risalente al neolitico. Itinerario: dopo la stazione ferroviaria di Eze si segue la Bassa Cornice verso est per circa 200 metri fino a trovare la palina che segnala la partenza del sentiero Nietzsche. Dopo una prima parte a fondo cementato segue una serie di scalini e poi un acciottolato che risale il selvaggio Vallone del Duc in direzione di Eze Village. Giunti al parcheggio (356 m), si prende a ovest in direzione del viadotto della Media Cornice (RD 6007), alto sul profondo vallone dell Ibac; al suo termine si prende a destra il sentiero verso il Monte Bastide. Dopo una partenza abbastanza ripida, la pendenza diminuisce e si giunge, con un lungo traverso sulla sommità (570 m). Ritorno: su larga traccia in direzione del Col d Eze (507 m), poi a sinistra per il sentiero di Caricart che discende verso la Media Cornice e quindi in direzione del mare sul sentiero cementato di Savaric. Per una serie di scalini si raggiunge la Bassa Cornice. Domenica 18 Gennaio 2015 ALPINISMO FALESIA DI GHIACCIO DI CASTELLO Per prendere confidenza con piccozze e ramponi (Val Varaita) Direttori: Emanuela Ricci - Marco Zat Difficoltà: da D a TD Accesso stradale: per la SS 28 del Colle di Nava fino a Ceva, poi in autostrada fino a Fossano, da dove si seguono le indicazioni per Piasco, Sampeyre, Castello di Pontechianale (1608 m). Parcheggio in prossimità della diga. Le cascate distano circa 10 minuti. Durata del tragitto in auto circa tre ore. La falesia offre la possibilità di prendere confidenza con le tecniche dell arrampicata su ghiaccio e di provare in completa sicurezza la progressione. La vicinanza del rifugio Alevè e del Savigliano offrono la possibilità di pernottare il sabato senza dover affrontare la levataccia della domenica. Da non perdere per chi volesse poi partecipare nei due weekend successivi allo stage di cascate di ghiaccio organizzato dalla Guida Alpina Marco Clemenzi. Materiale obbligatorio: casco, imbrago, ramponi. I direttori di gita si riservano di verificare l idoneità dei partecipanti Programma dettagliato in sede Anfiteatro di Castello

10 Domenica 1 Febbraio SCIALPINISMO XXV COPPA G. KLEUDGEN F. ACQUARONE GARA INTERNAZIONALE DI SCIALPINO A COPPIE MONESI Direttore di gara: Franco Poidebard Direttore di percorso: Marco Clemenzi Presidente Comitato di Giuria: Delegato Tecnico F.I.S.I. Dopo la pausa dell anno scorso quest anno torna a disputarsi la gara di scialpinismo che ormai da 86 anni è uno dei fiori all occhiello tra le attività svolte dalla nostra sezione, e che si contraddistingue principalmente per essere: l unica gara di scialpinismo in Liguria compresa nel calendario delle gare nazionali della FISI; con ogni probabilità, la più antica gara della disciplina in assoluto che si disputa ancora in Italia; la manifestazione di scialpinismo delle Alpi più vicina al mare, distando solamente 30 km dal Mar Ligure e che, nei suoi passaggi in cresta, offre frequentemente ampi panorami che spaziano dalla Corsica alla Costa Toscana; una manifestazione che si sviluppa su aree a cavallo tra due parchi (Alpi Liguri e Valle Pesio). Nonostante i grossi problemi di reperimento di sponsorizzazioni e facendo uno sforzo finanziario, sempre in collaborazione con lo Sci Club Imperia Alpi Marittime e la scuola del CAI della nostra sezione, avremo il piacere di ospitare atleti provenienti da quasi tutto il nord Italia: dagli affezionati alla nostra gara a chi non conosce questo tratto di Alpi, nella speranza di potere annoverare, tra di loro, qualche nome di spicco del panorama nazionale come già capitato nelle precedenti edizioni e con l intento di trascorrere una piacevole giornata di sport. Potrete seguire gli sviluppi dell organizzazione nella sezione dedicata del nostro sito e sul blog della gara coppaka.blogspot.it e per info potrete scrivere all indirizzo Si invitano tutti i soci, i simpatizzanti, gli appassionati di Monesi, sia scialpinisti che racchettisti, che vogliano sostenere questa iniziativa dando il loro contributo nell organizzazione della gara, di comunicare il proprio nominativo e reperibilità all indirizzo mail della gara affinché possiamo aggiornarvi sugli sviluppi dell organizzazione e sul calendario delle riunioni che si terranno affinché possiate partecipare fattivamente. Nella speranza di poter vedere tanti appassionati dislocati sul percorso della gara, vogliamo anticipatamente ringraziare, tutti coloro che, a vario titolo, anche con notevoli sacrifici e sforzi, hanno fatto in modo che si possa svolgere anche quest anno questa gara; con particolare riferimento agli sponsor che speriamo possano continuare a sostenerci anche in futuro in numero sempre maggiore.

11 Domenica 8 Febbraio RACCHETTE DA NEVE Località da definire Direttori: Zefferino Ramoino Pier Ferraris Difficoltà: MS La località dell escursione si deciderà secondo le condizioni di innevamento. Programma dettagliato in sede Domenica 15 Febbraio ESCURSIONISMO M. BIGNONE (520 m) M. CASTELLARO (515 m) Sentiero dell Onda (Albenganese) In collaborazione con il CAI di Savona Direttori: Giancarlo Montaldo Leonardo Moretti Difficoltà: E Dislivello in salita: 600 m Tempo di salita: 2h 30 Tempo complessivo: 5 ore circa Accesso stradale: in autostrada fino ad Albenga - poi per il centro alla rotonda di Vadino si prende la SP 6 dopo poco più di 50 m imboccare stradina in salita a sinistra (Passeggiata Archeologica). Cartina: Multig. F. 106/108 - Alpi Marittime Liguri (1:25 000). I monti che delimitano da ovest la Piana di Albenga costituiscono un belvedere naturale e lo spettacolo si arricchisce di sempre nuovi particolari mano a mano che si guadagna quota. Giunti a Monte Bignone lo spettacolo si svela bellissimo anche verso ovest con la rada di Alassio chiusa dal promontorio di Capo Mele. L'escursione trova degno compimento nel percorrere il Sentiero dell'onda sospeso tra mare e cielo e con le sue splendide vedute. Itinerario: tralasciato il bivio per la Via Julia Augusta si raggiunge un antica torretta, il sentiero si inerpica e arriva fino ad un pilone con Madonnetta (290 m). Dopo aver tralasciato sulla sinistra il sentiero dell'onda si arriva in vetta a Monte Bignone (520 m). Si prosegue per pochi metri in piano; oltrepassata un edicola sacra (515 m), il sentiero perde quota con un breve tratto che richiede qualche attenzione. Giunti alla Sella di Monte Bignone (455 m) per traccia ampiamente visibile si sale al Monte Castellaro (515 m). Ritornati alla Sella è sufficiente seguire le indicazioni per il Sentiero dell Onda che con lungo e panoramico percorso termina alla Madonnetta di quota 290 m ed infine di qui ad Albenga per lo stesso itinerario dell'andata. Domenica 22 Febbraio ESCURSIONISMO L ANELLO DELLA TETE DE CHIEN (550 m) (Costa Azzurra) Direttori: Giorgio Lugli Alessandro Pisani Difficoltà: E Dislivello in salita: 315 m Tempo di salita: 1 h 30 circa Tempo complessivo: 3h 30 circa Accesso stradale: in autostrada Imperia Ventimiglia Mentone uscita Roquebrune Monaco (uscita n km 66) poi in direzione di La Turbie per la D2564. Poi per la D37 in direzione Cap d Ail - Totale Km 74 circa 1h circa. Cartina: IGN TOP 25 n 3742 OT Nice - Cote Azur Si chiama Tete de Chien per la sua conformazione che assomiglia al profilo della testa di un cane. E un promontorio di oltre 550 metri di altezza, una volta fortezza militare, e si trova nel comune di La Turbie sopra il Principato di Monaco. E uno dei punti più suggestivi e panoramici della Costa Azzurra. Itinerario: da un tornante a quota 235 m inizia il sentiero che passa sotto le falesie de la Loubière, bastioni calcarei bianchissimi, per giungere con brevi tornanti in mezzo alla macchia mediterranea in cima. Giunti in vetta troviamo numerose strutture militari. Breve tratto di asfalto e si arriva in uno dei punti più panoramici e belli della Costa Azzurra con vista grandiosa su Montecarlo. Si percorre un breve tratto d asfalto, poi con diversi tornanti verso Cap d Ail si ritrova il parcheggio. guida Randoxygene Pays Cotier itinerario n. 18

12 Domenica 8 Marzo ESCURSIONISMO DA RIOMAGGIORE A PORTOVENERE (Parco Nazionale delle Cinque Terre) In autobus Gran Turismo Direttori: Pier Rigo Massimo Mela Difficoltà: E Dislivello in salita: 200 m circa Lunghezza: 14 km Tempo complessivo: 5 h circa Accesso stradale: da Imperia fino a La Spezia. Poi si seguono le indicazioni per le Cinque Terre (SP 32). Parcheggio in prossimità del bivio che scende a Riomaggiore (5 km circa da La Spezia) - Totale km h. Cartografia: Kompass Le Cinque Terre (1:50.000) Il Parco Nazionale delle Cinque Terre offre un paesaggio unico con le sue alte coste, le grotte, la vegetazione che in ogni stagione permea l ambiente con le mutevoli sfumature di colore. Il tutto si fonde e si armonizza con il mare, talora calmo e cristallino, tanto da riflettere simile ad uno specchio incantato le rocce multicolore. A coronare il Parco, l arcipelago con le tre Isole Palmaria, Tino e Tinetto. Percorreremo una splendida scogliera con una magnifica vista sul mare con il crinale detto dei tramonti, la palestra di roccia del Muzzerone per poi scendere verso La Spezia lungo le mura fortificate di Portovenere. Qui il paesaggio viticolo è uno dei più incantevoli della Liguria e rappresenta l interazione armoniosa tra l uomo e la natura. Itinerario: nei pressi dell intersezione delle strade che arrivano da La Spezia e Genova ed in prossimità di una curva, si segue il segnavia Bianco e Rosso (sentiero n. 3) che si dirige in direzione del Santuario della Madonna di Montenero (XV secolo). Dal Santuario magnifica vista sulla costa delle Cinque Terre fino a Punta Mesco. Con un bel percorso tra terrazze di vigneti e pinete a picco sul mare si raggiunge la località Telegrafo (514 m). Per il sentiero n. 1 si raggiunge il paese di Campiglia (405 m), si attraversa una vasta pineta e si prosegue immersi nella macchia mediterranea sul sentiero di costa che da luogo a meravigliosi panorami. Si giunge così a dominare dall alto il paese di Portovenere. Percorrendo una ripida discesa seguita da una scalinata che costeggia le mura del castello si arriva alla piazza del paese. Al termine dell escursione ci sarà la possibilità di visitare lo splendido borgo di Portovenere. Programma dettagliato in sede

13 Domenica 8 Marzo SCIALPINISMO CIMA DELLE SALINE (2612 m) (Alpi Liguri) Direttori: Franco Poidebard Gianni Calvi Difficoltà: BSA Dislivello in salita: 1220 m Tempo di salita: 4 ore Partenza: da Carnino inferiore alle ore 8 Accesso stradale: Imperia SS 28 - Ponti di Nava (816 m 40 km) SP Viozene (1245 m) Carnino Inferiore (1387 m) Totale km 57-1 h circa. Cartina: Carta ASF 3 Marguareis / Mongioie (1:25.000) Blu Edizioni N. 2 Alpi Liguri (1:25.000) Itinerario: dalla chiesetta di Carnino Inferiore (1392 m) si sale la mulattiera per alcuni tornanti e poi per prati fino a Tetti delle Donzelle (1537 m). Superato poi a quota 1550 il rifugio Ciarlo Bossi, si entra continuando verso nord nel vallone delle Saline rimanendo sul lato sinistro idrografico. Entrare nella gola a dx che si incunea tra due pareti rocciose e a circa 1850 m si attraversa il Rio delle Saline. Si sale verso N/NO e superati alcuni dossi si punta il canalino, molto evidente, sotto la parete rocciosa verticale ovest della Cima delle Saline. Salito il conoide lungo circa 150 m, nella parte terminale (40 ), si può girare a dx per un canalino subito stretto (45 ), ma che poi spiana, oppure a sinistra con uscita più facile, fino alla calotta sommitale che porta alla vetta (2612 m). Domenica 15 Marzo ESCURSIONISMO SENTIERO NATURA DI BORGIO VEREZZI (Finalese) Direttori: Giancarlo Montaldo Alessandro Pisani Difficoltà: E Dislivello in salita: 300 m Tempo complessivo: 3h 30 circa Accesso stradale: da Imperia in autostrada fino a Pietra Ligure, poi dopo aver raggiunto l Aurelia si svolta in direzione di Borgio Verezzi che si raggiunge dopo circa 3 km Totale 50 Km circa 1h circa. Cartina: Ed.Multig. F.104 Finale Ligure - Albenga (1:25.000) E un percorso che attraversa gli ambienti naturali presenti sul territorio illustrandone, per mezzo di appositi pannelli, le caratteristiche più salienti dal punto di vista geologico, botanico, faunistico ed antropico. Il percorso ha uno sviluppo di 5,350 km in salita e 2,35 km in discesa. Tragitto che si compie tranquillamente in 3 4 ore al ritmo di una passeggiata. Itinerario: dal centro di Borgio si sale dolcemente per Via Nazario Sauro. Giunti nel valloncello del Rio Fine si imbocca un sentiero un po sassoso e si giunge in una zone dove veniva estratta anticamente la pietra di Verezzi di colore giallo rosato. Salendo dolcemente nella macchia mediterranea si arriva alla chiesa di San Martino (269 m) e poco più avanti si incontra una caratteristica croce in pietra con vista splendida su Pietra Ligure e Loano e sull imponente Monte Carmo. Ad un bivio si scende sui nuclei abitativi di Verezzi e lungo un sentiero acciottolato si ritorna al parcheggio. Giovedì 19 Marzo 2015 ASSEMBLEA ANNUALE DEI SOCI Presso la sede di Piazza Ulisse Calvi Elezioni del nuovo Consiglio Direttivo Domenica 22 Marzo RACCHETTE DA NEVE Località da definire in base all innevamento Gita intersezionale provinciale organizzata dal CAI di Sanremo Cima delle Saline Informazioni in sede

14 Sabato 28 Marzo ESCURSIONISMO BEAULIEU CIRCUITO DI SAINT MICHEL (Costa Azzurra) In collaborazione con il CAI di Arenzano Direttori: Leonardo Moretti Giancarlo Montaldo Difficoltà: E Dislivello in salita: 400 m Tempo in salita: 1 h 30 Accesso stradale: in autostrada Imperia uscita Roquebrune Monaco (uscita n km 66) poi in direzione di La Turbie per la D2564. Poco oltre il centro abitato si seguono le indicazioni per Eze e Beaulieu sur Mer - Totale Km 80 circa 1h 30 circa. Cartina: IGN TOP 25 n 3742 OT Nice - Cote Azur Mai come in questa escursione apparirà evidente il contrasto tra i luoghi a solatio e quelli esposti a nord. Salendo nel quartiere della Petite Afrique (appunto) palme, ulivi, araucarie, yucche giganti, banani, cipressi, mandarini, carrubi; in seguito, oscuri boschetti di carpini e lecci. Prima di immergerci della frescura del versante nord nella discesa verso Eze, la Spianata di Saint Michel, primo abitato del territorio fondato oltre 2000 anni fa lungo l'antica Via Aurelia, ci accoglierà con la sua graziosa area picnic, con un percorso botanico illustrato e con una tavola d'orientamento sul superbo paesaggio circostante. Itinerario: dal parcheggio ci si porta sul Boulevard Leclerc. Si imbocca poi a destra il Bd. Eugéne Gauthier che si percorre per circa 100 m. oltre il sottopassaggio della ferrovia. A destra si prende la Montée des Mandarines che sale lungamente tra le villette e la rigogliosa vegetazione del quartiere Petite Afrique intersecando varie volte il Bd. Eduard VII. Si giunge così ad un bivio in piano, ormai in aperta campagna. Si svolta a destra (Chemin de Sophie) seguendo le indicazioni per il Plateau de St. Michel. Al bivio successivo imboccare le Chemin de la Papaline, che si abbandona al bivio successivo per le Chemin de la Condamine. Poco oltre si attraversa la Moyenne Corniche percorrendone pochi metri verso est, per poi continuare a sinistra sul Sentier de la Condamine. In breve si giunge al plateau de Saint Michel 384 m (tavola d'orientamento) con splendida vista su Cap Ferrat. Si prende ora il Sentier de Libac che cambia nome in Chemin de Saint Michel. Scendendo, il sentiero taglia varie volte la stretta D34 passando accanto alla graziosa cappella di St. Michel. Giunti al fondo del vallone, ad un trivio continuare verso est ormai nell'abitato di Eze fin nei pressi della stazione dove lo Chemin ha termine. Da Eze sur Mer per la Bassa Cornice, si ritorna a Beaulieu.

15 Domenica 12 Aprile ESCURSIONISMO ANELLO DI VEREZZO (Immediato entroterra di Sanremo) Direttori: Giovanni Clavio (AE) Giovanni Ardissone (AE) Difficoltà: E Dislivello in salita: 700 m Tempo complessivo: 6 ore circa Accesso stradale: da Imperia a Sanremo poi per Verezzo - borgata Sant Antonio Totale Km circa. Itinerario: partendo da Sant Antonio, nell immediato entroterra di Sanremo, percorriamo ad anello l ampia Valle di Verezzo, classica escursione di inizio stagione per i Matuziani. Con vari saliscendi si arriva a San Donato, si percorre un tratto di pista tagliafuoco e fiancheggiando il Monte Bignone si scende a San Giovanni dei Prati per giungere poi nuovamente a Sant Antonio. Domenica 12 Aprile ALPINISMO TESTA DELL AUTARET CIMA OVEST (2754 m) Couloir Nord (Alpi Marittime Valle Stura) Direttori: Emanuela Ricci - Marco Zat Difficoltà: AD Dislivello in salita: 1154 m Tempo di salita: 6 ore circa Tempo complessivo: 9-10 ore circa Accesso stradale: Imperia SS28 fino a Ceva (80 km) Autostrada A6 fino a Mondovì - poi per la Valle Stura fino a San Bernolfo (1663 m) Totale 182 km circa 2h 45. Cartina: Carta ASF 6 Alta Valle Stura/Tinée (1:25.000) Itinerario: Si parte dal ponte di San Bernolfo e si risale il Vallone di Collalunga passando verso il Rif. Laus. Poco prima del Lago di Mezzo (2300 m) si piega a sinistra guadagnando un pendio piuttosto ripido che porta su una conca alla base del canale, che scende tra la Cima Centrale e la Cima Ovest lo si risale uscendo a sinistra di un singolare fortino posto a pochi metri dalla Cima Ovest (400 m - 40 /45 ). In discesa verso ovest sino al passo e poi nuovamente per il vallone di Collalunga. Possibile pernottamento al Rifugio Laus - De Alexandris Foches Prenotazioni e caparra entro 28 febbraio 2015 Attrezzatura personale obbligatoria: piccozza, imbrago, casco, ramponi, vestiario tecnico adeguato Domenica 19 Aprile ESCURSIONISMO PARCO NATURALE DELLE CAPANNE DI MARCAROLO In autobus Gran Turismo Direttori: Carlo Volpara Nardo Anselmo Difficoltà: E Dislivello in salita: 1000 m Tempo complessivo: 7 ore circa. Prenotazioni: con largo anticipo max 30 persone. Partenza: Municipio Imperia ore 6:00 Accesso stradale: il Parco si trova a 30 km da Genova. Ci si arriva con l autostrada A7 (Genova Milano), uscita Serravalle Scrivia, poi si prosegue per Gavi e Bosio sulla SP 165 fino a Capanne di Marcarolo e al Valico degli Eremiti (559 m). Il vasto altopiano di Marcarolo è situato nell'area montuosa dell'appennino Ligure - Piemontese, all'estremo sud della provincia alessandrina, collocato geologicamente nel sistema noto come "Gruppo di Voltri". L'area del Parco è dominata dalla piramide massiccia del Monte Tobbio ed ha la peculiarità di godere la vista del Golfo Ligure, posto a meno di dieci chilometri in linea d'aria. L'area è di particolare interesse per l'abbondanza di corsi d'acqua e di zone umide. Si tratta di un territorio sul quale si incontrano e si confondono tradizioni, pratiche e dialetti differenti. L area era certamente già abitata in età protostorica, come conferma la disseminazione degli insediamenti. La frazione di Capanne di Marcarolo si trova tra la Valle Stura e la Valle del Gorzente a soli 11 km da Campo Ligure ed è il centro abitato del Piemonte più vicino al mare. Itinerario: dal Valico degli Eremiti (559 m) dove ci ha lasciato l'autobus, saliamo al Passo della Dagliola (858 m) e da qui prendendo sulla destra, risaliamo la prima vetta che è il Monte Tobbio (1090 m). Ridiscendiamo al Colle Dagliola e ci dirigiamo verso Sud passando per Casa Carossina, quindi risaliamo la seconda cima che è il Monte delle Figne (1172 m); poi, ridiscendiamo al Passo Mezzano (1063 m) per salire alla terza cima che è il Monte Taccone (1113 m). Qui, ci inseriamo sull'avml e scendiamo progressivamente, con bellissime viste sui Laghi del Gorzente, fino a Prato Leone (779 m) da dove risaliamo ancora un po' fino ai Piani di Praglia (840 m), termine della nostra escursione e dove verrà a riprenderci l'autobus.

16 Domenica 19 Aprile SCIALPINISMO TESTA CIAUDON (2386 m) (Alpi Liguri Valle Pesio) Direttori: Franco Poidebard Gianni Calvi Difficoltà: BS Dislivello in salita: 1527 m Tempo di salita: 6 ore Partenza: da Certosa di Pesio alle ore 7:00 Accesso stradale: in autostrada Savona Mondovì (Km 126) Beinette - Chiusa Pesio (575 m) SP 42 Certosa di Pesio Frazione Madonna d Ardua superato un ponte deviazione a destra per Pian delle Gorre (1046 m) - Totale 170 km circa. Cartina: Carta ASF 3 Marguareis / Mongioie (1:25.000) Blu Edizioni N. 2 Alpi Liguri (1:25.000) Itinerario: dalla Certosa di Pesio (859 m) si percorre la strada di Pian delle Gorre fino al bivio per il villaggio di Ardua e a stagione inoltrata, per altri 2 km sino al Vallone Valanga dei Frati, dove una valanga fissa impedisce di andare oltre. Sci ai piedi si continua lungo la strada e a circa 100 m. dal Piano della Gorre attraversare il ponticello sul Rio del Salto, proseguendo sulla riva sinistra del torrente Pesio, senza mai attraversarlo. Usciti dalla pineta si giunge al Gias Fontana (1218 m). Ora si sale decisamente, in direzione Sud, verso il Gias degli Arpi (1435 m), imboccando il vallone omonimo sino al largo Colle del Prel (1856 m). Da qui al passo del Duca (1989 m) e attraverso la Conca delle Carsene, al Gias dell Ortica (1836 m). Sorpassatolo di poco volgere decisamente a sinistra (sud) sulla traccia di una strada militare che costeggia le ripide pendici est della Cima della Fascia e della Punta S. Salvatore, giungendo così prima all ampia Colla Piana (2285 m) e poi al Colle di Malabera (2316 m). Da questo, con esposizione nord si risale il breve pendio arrivando alla sommità della Testa Ciaudon (2386 m). La discesa si effettua lungo l itinerario di salita. Domenica 26 Aprile ESCURSIONISMO MADONNA DELLA NEVE COLLA SAN GIACOMO ALTA VIA DEI MONTI LIGURI (tappa n. 15) (Finalese) Direttori: Giuseppe Borsotto Giancarlo Montaldo Difficoltà: E Dislivello in salita: 400 m Accesso stradale: da Imperia in autostrada fino a Finale Ligure, poi per la SP 490 in direzione del Colle del Melogno (1028 m). Poco prima del Colle si svolta a destra (superato il bar ristorante Din) e si imbocca la Via Pian dei Corsi fino ad arrivare al Santuario della Madonna della Neve (937 m) Totale 83 Km circa 1h 30 circa. Cartina: Ed.Multig. F.104 Finale Ligure - Albenga (1:25.000) Il Colle del Melogno (1028 m) è un valico sullo spartiacque principale della catena alpina ligure ed è attraversato dalla strada che collega Finale Ligure con Calizzano. Nel territorio del Finalese sono disseminate chiese, cappelle e santuari di differenti stili e tipologie che appartengono a diversi momenti storici, testimonianza di un sentimento religioso diffuso e radicato. Per il valico della Madonna della Neve passava la Strada Beretta o Strada della Regina costruita nel 1666 per rendere agevole il viaggio dell infanta di Spagna Margherita che, passando per Finale, Alessandria e Milano, doveva recarsi a Vienna a sposare l imperatore d Austria. Anche la Cappella della Madonna della Neve fu costruita in occasione del viaggio di Margherita di Spagna. Distrutta nel corso della II^ Guerra Mondiale, la cappella è stata ricostruita nel Punto di transito molto importante era anche la Colla di San Giacomo, frequentata certamente già nella preistoria e durante l Impero Romano, attraversata da pellegrini, mercanti ed eserciti. A questo passo montano facevano capo le antiche vie provenienti da Finale Ligure e da Noli, dirette verso Mallare, la Val Bormida e il Piemonte. Sul valico sorge una cappella di antiche origini (è citata in un documento del 1386) con annesso un piccolo rifugio per i viandanti. Itinerario: Madonna della Neve (937 m) Versante sud del Bric Quoggia Sella tra Bric Quoggia e Piano dei Corsi (945 m) Versante sud est del Piano dei Corsi Versante sud del Bric del Borro versante sud del Bric Praboè Colla San Giacomo (796 m). Ritorno: discesa sulla Chiesa di San Rocco e poi per la strada sterrata verso il Pian dei Corsi e la Madonna della Neve (937 m). Testa del Ciaudon

17 Domenica 3 Maggio ESCURSIONISMO UN TRATTO DELL ACQUEDOTTO MARSAGLIA (Valle Armea) Direttori: Giuseppe Borsotto Giovanni Clavio (AE) Difficoltà: E Dislivello in salita: 350 m Tempo complessivo: 4 ore Lunghezza percorso: 24 km Partenza: da Imperia fino a Beuzi sopra Bussana Vecchia. Itinerario: partendo da Beuzi si giunge in un ampio piazzale sterrato ma ben curato, dove inizia il primo tratto del percorso lungo ben 6 km. Qui s'incontrano i primi 500 scalini che ci portano giù nel Vallone di Regianco, si salgono nuovamente altrettanti scalini e si percorrono altrettanti 6 km tutti in piano, di qui si torna indietro. Domenica 10 Maggio ESCURSIONISMO DA PIETRABRUNA A COLLE D OGGIA PERCORSI DI PIETRA ESCURSIONE TAM LIGURIA Gita intersezionale provinciale organizzata dal CAI di Imperia Organizzatore: Leonardo Moretti (operatore regionale TAM) La Sezione C.A.I di Imperia Reparto Tutela Ambiente Montano organizza una gita con l obiettivo di valorizzare una parte del territorio del Ponente Ligure. La passeggiata, non impegnativa, è denominata Percorsi di Pietra in quanto lungo il tragitto avremo l opportunità di vedere e toccare le famose Caselle, costruzioni in pietra edificate dai pastori per ripararsi dalle intemperie e comunque per viverci in particolari periodi dell anno. Durante il tragitto avremo il piacere di essere accompagnati dal Prof. Giampiero Laiolo, storico laureato in storia antropologia etnografia, profondo conoscitore del Ponente Ligure e del Delfinato Francese. La gita prevede una passeggiata che da Pietrabruna, passando per il Passo di Vena Madonna della Pistona Passo del Maro, raggiunge Colle d Oggia (1157 m). Valuteremo al momento opportuno se portare alcune auto all arrivo e se effettuare la gita partendo da Colle d Oggia con arrivo a Pietrabruna. Domenica 17 Maggio 2015 SCIALPINISMO CIMA GHILIE (2998 m) da Pian della Casa (Alpi Marittime Valle dei Gessi) Per ricordare MARCO LA SCUOLA DI ALPINISMO, SCIALPINISMO E ARRAMPICATA LIBERA ALPI MARITTIME Direttori di gita: L. Ghirardo - Gianni Calvi F. Poidebard Difficoltà: BS Dislivello in salita: 1238 m Tempo di salita: 4 ore circa Tempo complessivo: 7-8 ore Accesso stradale: da Borgo San Dalmazzo (2 h circa da Imperia) si prosegue per la Valle Gesso fino alle Terme di Valdieri (1368 m 24 km); da dove si devia a sinistra in salita nel bosco per il vallone della Valletta, su asfalto a tratti malandato fino al Gias delle Mosche, dove volendo si può lasciare l'auto per evitare i successivi 2 km di sterrata e asfalto malconcio, percorribili con cautela anche con auto normali, fino ad uno degli spiazzi al Piano della Casa del Re (5,5 km dalle Terme) Totale 170 km circa 2h 40. Cartina: Montagne d'oc di Parodi, Scotto, Villani Itinerario: dal Pian della Casa si segue il sentiero per il Rifugio Remondino. Quando il sentiero si avvicina all'evidente canalone di salita lo si abbandona e, attraversato il torrente del Vallone di Nasta, si entra nel vallone-canale di balma Ghiliè che si segue ponendo attenzione agli eventuali buchi. A quota 2200 m circa il vallone si biforca, si segue allora il ramo di sinistra che conduce al colle Ghiliè, sul confine Italia - Francia. A questo punto si piega a sinistra e si risale un valloncello lungo la cresta di confine che termina sul plateau costituente il versante sud della cima. Con un ultimo pendio più ripido si raggiunge la croce di vetta. Accesso stradale: da Imperia per l Aurelia fino a San Lorenzo al Mare, dove si svolta a destra per Pietrabruna. Cartina: Carta ASF 2 Valle Roya/Argentina (1:25.000) itinerario n. 329

18 Domenica 17 Maggio ESCURSIONISMO ESCURSIONE INTERREGIONALE L.P.V. (Liguria Piemonte Valle d Aosta) DA ALBENGA A LAIGUEGLIA Sentiero Alta Via Baia del Sole A cura della Sezione di Albenga Organizzazione: Commissione L.P.V. per l Escursionismo. Come di consueto ogni anno la Commissione L.P.V. propone un escursione intersezionale tra tutte le sezioni della Liguria, del Piemonte e della Val d Aosta. Quest anno tocca alla Liguria e la gita viene organizzata dalla Sezione di Albenga. Il sentiero scelto è il sentiero di cresta che da Albenga giunge a Laigueglia, denominato Alta Via Baia del Sole, in un ambiente che spazia da tutto il Mar Ligure con l Isola Gallinara in primo piano, alle Alpi Liguri e Marittime. Un sentiero di grande fascino con un panorama di tutto rispetto. Per informazioni rivolgersi in sede Sul sito della Sezione del CAI di Albenga è possibile scaricare il depliant del percorso Domenica 24 Maggio PULIZIA SENTIERI 15^ GIORNATA NAZIONALE DEI SENTIERI Il Club Alpino Italiano, attraverso la Commissione Centrale per l Escursionismo, propone una giornata di impegno per i sentieri che rappresenti un momento significativo ed unitario a carattere nazionale volto a richiamare l attenzione dei propri associati e di tutti i cittadini sul valore dei sentieri per la frequentazione, la conoscenza, la tutela e la valorizzazione del territorio. Utilizziamo queste righe per invitare più gente possibile a partecipare. Quest anno la nostra Sezione organizzerà interventi rivolti alla manutenzione di un tratto della Salmarenca. Domenica 24 Maggio ESCURSIONISMO SUL MARE A cura della Sezione di Sanremo Giunta alla XXIII^ edizione, anche quest anno gli amici di Sanremo organizzano la camminata non competitiva sul mare. Si percorre all inverso il tracciato della tubazione dell Acquedotto Marsaglia, alternando tratti di facile falsopiano ad erte scalinate costruite per superare i dislivelli incontrati lungo il percorso. Per informazioni CLUB ALPINO ITALIANO Sezione Alpi Marittime IMPERIA Fondata nel 1922 PROGRAMMA ATTIVITA SOCIALE 2015 Piazza Ulisse Calvi, IMPERIA (IM) Telefono e Fax sito: e -m ail: inf a iimpe ria.c o m

19 RIEPILOGO DELLE GITE SOCIALI 2015 GENNAIO 11 Circuito du Mont Bastide Escursionismo E 18 Falesia Ghiaccio di Castello Alpinismo D FEBBRAIO 1 Coppa Kleudgen - Acquarone Gara Scialpinismo 5 Polo Universitario Proiezioni 8 Località da definire Racchette da neve MS 15 M. Bignone M. Castellaro Escursionismo E 22 Anello della Tete de Chien Escursionismo E MARZO 5 Polo Universitario Proiezioni 8 Da Riomaggiore a Portovenere Escursionismo E 8 Cima delle Saline Scialpinismo BSA 15 Sentiero Natura Borgio Verezzi Escursionismo E 15 Andora - Laigueglia Alassio Mountain bike BC 19 Assemblea Annuale dei soci Sede sociale 22 Gita Intersez. CAI Sanremo Racchette da neve MS 26 Polo Universitario Proiezioni 28 Bealieau Plateau St Michel Escursionismo E APRILE 12 Testa dell Autaret Cima Ovest Alpinismo AD 12 Anello di Verezzo Escursionismo E 19 Capanne di Marcarolo (Bus GT) Escursionismo E 19 Testa Ciaudon Scialpinismo BS 26 M. Neve Colla S. Giacomo Escursionismo E MAGGIO 3 Un tratto dell Acq. Marsaglia Escursionismo E 10 San Salvatore Mountain bike BC+ 10 Gita Intersez. CAI Imperia Escursionismo E 17 Cima Ghiliè Scialpinismo BS 17 Escursione LPV Escursionismo E sul mare CAI Sanremo Escursionismo E 24 Pulizia dei Sentieri GIUGNO 2 Salmarenca Escursionismo E 7 Monte Faudo Escursionismo E 7 Gita Intersez. CAI XXMiglia Escursionismo E 20/21 Testa del Rutor Alpinismo F 27/28 CAI Family Rif. Garelli Escursionismo E LUGLIO 4/5 Mont Blanc du Tacul Alpinismo PD 5 Circuit de Trecolpas Escursionismo E 10/12 Giro Marguareis e Mongioie Escursionismo EE 18/19 Petit Mont Blanc Alpinismo F 25/26 Corno Bussolaz (Bus GT) Escursionismo EE 25/26 Pelvo Elva Rocca la Marchisa Escurs / Alpinismo EE/F AGOSTO 2 Stele Fraternità Montanara Manifestazione 29/30 Cima Sud dell Argentera Alpinismo F SETTEMBRE 5/6 Taou Blanc Escursionismo EE 8 Programmazione gite 2016 Direttivo 12/13 Punta Tempesta - Monte Tibert Escursionismo E 19/20 Parco M. Avic Lago Miserin Escursionismo E 20 Nava S. Bernardo Mendatica Mountain bike BC 27 Rocca dell Abisso Escurs / Alpinismo AD- 27 Pendici del Beigua Mountain bike BC+ OTTOBRE 3/4 Grignetta dal Rif. Rosalba Escursionismo EEA 11 Gita Intersez. - CAI Bordighera Escursionismo EE 18 Anello di Rocca Brancia Escursionismo E 25 Castino S. Stefano Belbo Escursionismo E NOVEMBRE 12 Polo Universitario Proiezioni 15 Anello del Cap d Antibes Escursionismo T 22 Località da definire Pranzo sociale DICEMBRE 17 Tradizionale brindisi di fine anno Sede CAI PROPOSTE PER IL 2015 Trekking in Cappadocia (fine Agosto) Laghi Corno Bussola Val d Ayas Foto S. Pisani Discesa dal Malinvern - Foto Z. Ramoino

20 Sabato Domenica 30/31 Maggio 2015 ASSEMBLEA NAZIONALE DEI DELEGATI Quest anno come sede dell Assemblea Nazionale dei delegati è stata scelta la città di Sanremo. Gli amici della Sezione di Sanremo si sono fatti carico di ospitare questo importante evento e la nostra sezione è disponibile a fornire il proprio supporto qualora ce ne fosse bisogno. Martedì 2 Giugno ESCURSIONISMO / MOUNTAIN BIKE SALMARENCA A cura del direttivo Ripetiamo per il terzo anno consecutivo la Salmarenca, un percorso ad anello con partenza e arrivo da Chiusavecchia nell immediato entroterra ripercorrendo antiche vie di significato storico. Programma dettagliato in sede Domenica 7 Giugno ESCURSIONISMO MONTE FAUDO (1149 m) A cura del direttivo In occasione della Gara internazionale di corsa in montagna del Faudo, organizzata dalla società sportiva MAURINA OLIO CARLI in collaborazione con l Amministrazione Comunale, il CAI di Imperia, come nelle passate edizioni, organizza un escursione con partenza da Santa Brigida, che porta alla cima seguendo il vecchio sentiero di crinale. Domenica 7 Giugno ESCURSIONISMO LA FIORITURA DELLE PEONIE Gita intersezionale provinciale organizzata dal CAI di Ventimiglia Informazioni in sede 02/06/ Monte Grammondo Foto M. Mela

CAI ALA di STURA Programma 2016

CAI ALA di STURA Programma 2016 CAI ALA di STURA Programma 2016 Perchè iscriversi al C.A.I. (meglio se alla sezione di Ala di Stura) Per motivi ideali, che uniscono tutti gli appassionati della montagna, e per motivi pratici, che interessano

Dettagli

PRIMO GIORNO: SENTIERO DA PIAN TREVISAN A PIAN DEI FIACCONI

PRIMO GIORNO: SENTIERO DA PIAN TREVISAN A PIAN DEI FIACCONI Il gruppo della Marmolada detiene, in Dolomiti, una indiscussa sovranità, da cui il nome di Regina delle Dolomiti, appunto per la massima elevazione dell intero sistema dolomitico di cui ne ospita anche

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova NEL QUADRO DEI FESTEGGIAMENTI PER I CENTO ANNI DELLA NOSTRA SSOCIAZIONE SABATO 10 MAGGIO INAUGURAZIONE DEL NUOVO SENTIERO AQ2 AQ2 DATA: 10 maggio 2014 LOCALITA

Dettagli

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014 CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI Via IV Novembre, 9 20043 ARCORE Tel. 039-6012956 cell. 3479471002 www.cea-arcore.com e-mail: cea.arcore@gmail.com GITA alla ROSA DEI BANCHI 3163 M E MONT GLACIER 3182 M VAL

Dettagli

LA VALLE DI PALANFRÈ

LA VALLE DI PALANFRÈ LA VALLE DI PALANFRÈ Località di partenza: Palanfrè, Alpe di Palanfrè Epoca consigliata: giugno-settembre Tipo di itinerario: escursionistico Quota di partenza/arrivo: 1379 m - 2057 m Durata del percorso

Dettagli

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30. Itinerari 1) GOUTA: boschi di conifere, prati, quota 1.100 m Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

Dettagli

TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI

TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI La partenza è da Villagrande di Tornimparte (880 m s.l.m.) lungo la strada provinciale SP1 Amiternina; dopo 400 metri circa in falsopiano svoltare a sinistra

Dettagli

Cinque Terre Traversata da Riomaggiore a Portovenere

Cinque Terre Traversata da Riomaggiore a Portovenere UNIONE ESCURSIONISTI TORINO GRUPPO GIOVANILE CAI TORINO propongono il 17 APRILE 2016 Cinque Terre Traversata da Riomaggiore a Portovenere Ambito Territoriale: Cinque Terre zona Tramonti Località di partenza:

Dettagli

Sci alpinismo nel gruppo di Puez

Sci alpinismo nel gruppo di Puez Sci alpinismo nel gruppo di Puez Questo articolo di Alberto De Giuli propone tre itinerari inediti per scialpinisti esperti. Si tratta di percorsi ad anello che presentano tutti i caratteri dello sci alpinismo

Dettagli

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina Descrizione Ubicato a 1542 m sul versante settentrionale della Maiella, alle coordinate geografiche N 42 008 09 E 14 003 39, il rifugio é intitolato a Paolo Barrasso,

Dettagli

21-22/03 ALTA VIA DELLE 5 TERRE

21-22/03 ALTA VIA DELLE 5 TERRE 21-22/03 ALTA VIA DELLE 5 TERRE L Alta Via delle 5 Terre (AV5T) è un sentiero a lunga percorrenza che collega Levanto a Portoverene. Forse meno frequentato rispetto al percorso costiero classico delle

Dettagli

Mobile +39 349 4320563 info@guidemonterosa.info www.guidemonterosa.info. Gressoney, la valle del Lys e il Monte Rosa

Mobile +39 349 4320563 info@guidemonterosa.info www.guidemonterosa.info. Gressoney, la valle del Lys e il Monte Rosa SOCIETA DELLE GUIDE DI GRESSONEY Sede legale: Località Tache 11020 Gressoney-La-Trinité (Ao) Sede ufficio: Località Lago Gover 11025 Gressoney-Saint-Jean (Ao) Mobile +39 349 4320563 info@guidemonterosa.info

Dettagli

TREKKING E MOUNTAIN BIKE

TREKKING E MOUNTAIN BIKE TREKKING E MOUNTAIN BIKE Il territorio del comune di Donato, per la sua conformazione, è particolarmente adatto alla pratica dello sport della mountain bike. In pochi chilometri si può passare dai boschi

Dettagli

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno Il Cornizzolo da Civate Zona Prealpi Lombarde Triangolo Lariano Corni di Canzo Tipo itinerario Ad anello Difficoltà E (per Escursionisti) Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero

Dettagli

MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge

MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge NOTIZIE. La cosiddetta Cresta dei Tausani è la dorsale che, dalla SS 258 Marecchiese in corrispondenza di Ponte Santa Maria Maddalena (188

Dettagli

Club Alpino. Ala di Stura. Programma 2012. www.caialadistura.it info@caialadistura.it

Club Alpino. Ala di Stura. Programma 2012. www.caialadistura.it info@caialadistura.it Club Alpino Italiano Ala di Stura Programma 2012 www.caialadistura.it info@caialadistura.it Perchè iscriversi al C.A.I. (meglio se alla sezione di Ala di Stura) Per motivi ideali, che uniscono tutti gli

Dettagli

Il programma escursionistico del 2012 ha inizio lungo i sentieri del "Cammino di S.Carlo"

Il programma escursionistico del 2012 ha inizio lungo i sentieri del Cammino di S.Carlo Il programma escursionistico del 2012 ha inizio lungo i sentieri del "Cammino di S.Carlo" Il "Cammino" è un itinerario a ricordo di S.Carlo Borromeo, che in dodici tappe porta da Arona, sul Lago Maggiore,

Dettagli

LE POLIZZE ASSICURATIVE DEL CLUB ALPINO ITALIANO

LE POLIZZE ASSICURATIVE DEL CLUB ALPINO ITALIANO LE POLIZZE ASSICURATIVE DEL CLUB ALPINO ITALIANO POLIZZE del C.A.I. Infortuni Soci e Istruttori Responsabilità Civile Soccorso Alpino Soci Soccorso Spedizioni Extraeuropee Tutela Legale Coperture a richiesta

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo Allegato n 9 PIANO DIDATTICO CORSI DI FORMAZIONE E VERIFICA PER ACCOMPAGNATORI DI ESCURSIONISMO AE 1 LIVELLO STRUTTURA DEI CORSI (Art. 22) I corsi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CICLOESCURSIONISMO

REGOLAMENTO PER IL CICLOESCURSIONISMO CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di Ancona REGOLAMENTO PER IL CICLOESCURSIONISMO CICLO ART. 1 GRUPPO CICLOESCURSIONISMO: COSTITUZIONE E SCOPI Premesso che l'attività di cicloescursionismo è pratica di mobilità

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo

CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo CLUB ALPINO ITALIANO Commissione Centrale Escursionismo PIANO DIDATTICO Allegato n 9 CORSI DI FORMAZIONE E VERIFICA PER ACCOMPAGNATORI DI ESCURSIONISMO 1 LIVELLO AE/AC STRUTTURA DEI CORSI (Art. 22) I corsi

Dettagli

Via Ferrata del Somator, Monte Biaena

Via Ferrata del Somator, Monte Biaena Via Ferrata del Somator, Monte Biaena Via Ferrata F / Facile, panoramica e facilmente accessibile, ci porta sulla cima del Monte Biaena (1.618). Descrizione breve: ferrata facile e breve, dal Rifugio Malga

Dettagli

CAI - ALPINISMO GIOVANILE. Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna 2011. Segnaletica

CAI - ALPINISMO GIOVANILE. Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna 2011. Segnaletica CAI - ALPINISMO GIOVANILE Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna 2011 Segnaletica C A I B o r g o m a n e r o A l p i n i s m o G i o v a n i l e 2 0 1 1 Pagina 1 Classificazione dei sentieri Sentiero

Dettagli

SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri

SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri Propongo un percorso molto vario ed interessante, una delle più belle escursioni sulle Alpi della Liguria,che taglia i dirupati versanti italiani

Dettagli

Da sasso a eremo di San Valentino

Da sasso a eremo di San Valentino Da sasso a eremo di San Valentino Escursioni e Trekking intorno al lago di Garda: all'eremo di San Valentino. Da Gargnano (m. 65 s.l.m.) o da Sasso (m. 546), in una balconata sul lago di garda. Tenendo

Dettagli

Percorso Zona Orientale

Percorso Zona Orientale Percorso Zona Orientale Indice Cala Luna 1 Il Canyon di Gorroppu 3 Il villaggio di Fiscali 6 Cala Luna Un itinerario dove il bianco del calcare regna sul sentiero e sul monte, per arrivare a una delle

Dettagli

Presentazione creata da Antonino Oddo A.N.E. Grafica by Thor Software

Presentazione creata da Antonino Oddo A.N.E. Grafica by Thor Software Presentazione creata da Antonino Oddo A.N.E. Grafica by Thor Software La teoria senza la pratica è inutile, la pratica senza la teoria è pericolosa. - Lao Tzu - È molto importante pianificare bene le vostre

Dettagli

Villaggi Walser a due passi dal Cielo

Villaggi Walser a due passi dal Cielo Martedì 7 Luglio Villaggi Walser a due passi dal Cielo I Walser, popolo di coloni contadini dissodatori, arrivò nel medioevo nell alta Valle di Gressoney, allora disabitata, attraverso il Monte Rosa fondando

Dettagli

Le polizze del CAI 2009

Le polizze del CAI 2009 Le polizze del CAI 2009 1 Coperture attive automaticamente con l iscrizione al Cai Infortuni Soci Soccorso alpino Soci Responsabilità Civile Tutela legale Coperture a richiesta Infortuni Non Soci Soccorso

Dettagli

Le polizze del CAI 2009

Le polizze del CAI 2009 Le polizze del CAI 2009 1 Coperture attive automaticamente con l iscrizione al Cai Infortuni Soci Soccorso alpino Soci Responsabilità Civile Tutela legale Coperture a richiesta Infortuni Non Soci Soccorso

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI VERCELLI Via Stara, 1, 13100 Vercelli Tel e fax. 0161-250207 Sito web: www.caivercelli.it E-mail: info@caivercelli.

CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI VERCELLI Via Stara, 1, 13100 Vercelli Tel e fax. 0161-250207 Sito web: www.caivercelli.it E-mail: info@caivercelli. CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI VERCELLI Via Stara, 1, 13100 Vercelli Tel e fax. 0161-250207 Sito web: www.caivercelli.it E-mail: info@caivercelli.it TESSERAMENTO 2012 Quote associative: ORDINARI: 43,00

Dettagli

Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri)

Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri) Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri) Splendida escursione, fra vedute mozzafiato su Firenze, sulle pendici di Montececeri, la montagna della "pietra forte" e della "pietra

Dettagli

Sentiero attrezzato delle Vipere, San Valentino di Brentonico, Parco Naturale del Monte Baldo

Sentiero attrezzato delle Vipere, San Valentino di Brentonico, Parco Naturale del Monte Baldo Sentiero attrezzato delle Vipere, San Valentino di Brentonico, Parco Naturale del Monte Baldo Sentiero Attrezzato EEA / F, per escursionisti esperti con attrezzatura / facile, nella zona dell Altissimo

Dettagli

Programma attività Sezionali 2014

Programma attività Sezionali 2014 Programma attività Sezionali 2014 Sabato 15 febbraio FEBBRAIO Ciaspolata notturna al Corno alle Scale con cena in Rifugio Fernando Neri Cell. 348 9020695 - e-mail: neri@studiomonaribartoletti.it MARZO

Dettagli

VAL PESIO. Sentiero Natura Certosa-Pian delle Gorre Cascate del Sault e Gias Sottano di Sestrera

VAL PESIO. Sentiero Natura Certosa-Pian delle Gorre Cascate del Sault e Gias Sottano di Sestrera VAL PESIO Sentiero Natura Certosa-Pian delle Gorre Cascate del Sault e Gias Sottano di Sestrera Sabato Escursione con le ciaspole!! Evviva!!! In auto arriviamo fin davanti alla Certosa di Chiusa Pesio,

Dettagli

Trekking Valle Stura di Demonte Alpi Marittime

Trekking Valle Stura di Demonte Alpi Marittime Delle, mi sono innamorato in un momento. La prima volta che ci andai rimasi affascinato dal loro aspro profilo che, dal Colle della Maddalena, corre verso est, fino al Colle di Tenda, separando il territorio

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO. Sezione di Campobasso

CLUB ALPINO ITALIANO. Sezione di Campobasso CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di Campobasso Data (1) 16 giugno 2013 Escursione (2) Referente (3) Difficoltà e tipo di escursione (4) Collaborazioni (5) Località e quota di partenza (6) : Dislivello complessivo

Dettagli

CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30

CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30 CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30 Presentazione: escursione faticosa ma breve e di soddisfazione,

Dettagli

TREKKING IN VAL MASTALLONE

TREKKING IN VAL MASTALLONE TREKKING IN VAL MASTALLONE ITINERARIO N 1 : Santa Maria (Fobello) Colle d Egua Partenza: Santa Maria di Fobello Arrivo : Colle d Egua Codice catasto : 517 Tempo : 3 ore e 15 minuti Dislivello : 1064 m

Dettagli

SETTEMBRE 2011 SABATO 3 Itinerario ad anello con partenza da Campigna

SETTEMBRE 2011 SABATO 3 Itinerario ad anello con partenza da Campigna PROGRAMMA ESCURSIONI SETTEMBRE 2011 SABATO 3 Itinerario ad anello con partenza da Campigna Campigna Villaneta C. Franchetto S. Agostino Poggio del Ballatoio - Campigna KM PERCORSO: 10 TEMPO DI PERCORRENZA:

Dettagli

Itinerario n. 026 - La Valnerina fra Arrone e la Cascata delle Marmore

Itinerario n. 026 - La Valnerina fra Arrone e la Cascata delle Marmore Pagina 1 Itinerario n. 026 - La Valnerina fra Arrone e la Cascata delle Marmore Scheda informativa Punto di partenza: Arrone Distanza da Roma : 110 km Lunghezza: 22 km Ascesa totale: 530 m Quota massima:

Dettagli

visita il nostro sito www.prolocoballabio.it

visita il nostro sito www.prolocoballabio.it distribuito da Pro Loco Ballabio 1 Sentieri di montagna Itinerari di montagna consigliati dal Club Alpino Italiano di Ballabio e dal Comune di Ballabio Sentiero 30 Itinerario: Gera Bocchetta di Bertena

Dettagli

Le polizze del CAI 1

Le polizze del CAI 1 Le polizze del CAI 1 Coperture attive automaticamente con l iscrizione al Cai Infortuni Soci Soccorso alpino Soci Responsabilità Civile Tutela legale Coperture a richiesta Infortuni Non Soci Soccorso alpino

Dettagli

Ispuligidenìe (Cala Mariolu)

Ispuligidenìe (Cala Mariolu) Club Alpino Italiano Sezione di Cagliari Programma Annuale Escursioni 2014 domenica 29 giugno 20 a ESCURSIONE SOCIALE Ispuligidenìe (Cala Mariolu) Tragitto in auto proprie Ritrovo Park cimitero Monserrato

Dettagli

Sentiero Busatte Tempesta da Torbole sul Garda

Sentiero Busatte Tempesta da Torbole sul Garda Sentiero Busatte Tempesta da Torbole sul Garda Escursione T / Turistica, molto panoramica, a bassa quota, su comodo sentiero, lungo la riviera Orientale del Lago di Garda Trentino, partenza da Torbole.

Dettagli

18 Rifugio Nuvolau, 2575 m. Dolomiti d Ampezzo, Pelmo-Croda da Lago. Al nido d aquile dal panorama mozzafiato. 12 km. Lunghezza percorso.

18 Rifugio Nuvolau, 2575 m. Dolomiti d Ampezzo, Pelmo-Croda da Lago. Al nido d aquile dal panorama mozzafiato. 12 km. Lunghezza percorso. 18 Rifugio Nuvolau, 2575 m ca. 4 ½ ore 870 m 870 m ca. 4 ½ ore località Ponte di Rù Bianco, strada del passo Falzarego, 1732 m Ra Gusela Passo Giau Rif. Nuvolau Al nido d aquile dal panorama mozzafiato

Dettagli

LEZIONE COMPORTAMENTI IN EMERGENZA

LEZIONE COMPORTAMENTI IN EMERGENZA LEZIONE DI COMPORTAMENTI IN EMERGENZA TECNICHE DI SALVATAGGIO Sette fasi di un intervento di soccorso Fase 1 Assumere il controllo della situazione Fase 2 Agire con prudenza Fase 3 Provvedere immediatamente

Dettagli

Trekking nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

Trekking nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano Itinerario di affascinante bellezza per cogliere in pieno le bellezze geologiche e botaniche del luogo, dove il Monte Cervati, il gigante domina da un lato il Vallo di Diano e dall altro la costiera cilentana.

Dettagli

Sentiero dei Quattro Parchi della Brianza

Sentiero dei Quattro Parchi della Brianza CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI Via IV Novembre, 9 20043 ARCORE Tel. 039-6012956 cell. 3479471002 www.cea-arcore.com e-mail: cea-arcore@libero.it Sentiero dei Quattro Parchi della Brianza Sabato 27 ottobre

Dettagli

Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011

Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011 Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011 Percorso iper-classico del Gruppo dell'adamello. L'itinerario inizia in discesa grazie agli impianti del Tonale che permettono un comodo accesso al Passo Presena. Tipologia:

Dettagli

ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO (16-31 DICEMBRE 2015)

ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO (16-31 DICEMBRE 2015) ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO (16-31 DICEMBRE 2015) Per informazioni e prenotazioni: http:///iscriversi.html Email: info@friultrekandtrout.com - Cellulare: 3453597254 PER POTER PARTECIPARE ALLE SINGOLE ATTIVITÀ

Dettagli

SETTIMANA IN VAL VENOSTA

SETTIMANA IN VAL VENOSTA E SCUR SIONISMO SETTIMANA IN VAL VENOSTA 27 Luglio - 03 Agosto 2014 Prenotazioni entro il 20 marzo La Val Venosta è una panoramica e soleggiata valle alpina nel settore occidentale dell'alto Adige, in

Dettagli

CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI

CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI presentazione a cura di Valerio Bozza Vicepresidente CAI Salerno Responsabile Manutenzione Sentieri Dalla vecchia alla nuova carta L edizione del 1994 Scala 1:30.000

Dettagli

Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel. + 39 0122 33 22 6)

Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel. + 39 0122 33 22 6) Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel. + 39 0122 33 22 6) Il Rifugio realizzato all inizio del 1900 si trova sulla spalla di un crestone,

Dettagli

Cadini di Misurina e Dolomiti di Sesto-Tre Cime Lavaredo

Cadini di Misurina e Dolomiti di Sesto-Tre Cime Lavaredo Cadini di Misurina e Dolomiti di Sesto-Tre Cime Lavaredo Ciaspolata in NOTTURNA dal Rifugio Col de Varda al Rifugio Città di Carpi Ciaspolata diurna da Malga Rinbianco al Rifugio Auronzo 23 e 24 Gennaio

Dettagli

Totes Gebirge - Austria

Totes Gebirge - Austria Escursione Sociale del 17 19 Luglio 2015 Totes Gebirge - Austria Descrizione generale Il Totes Gebirge è una catena montuosa delle Alpi Nord-orientali delle Alpi orientali. Si tratta di un altopiano di

Dettagli

Itinerario n. 087 - Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana

Itinerario n. 087 - Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana Pagina 1 di 5 Itinerario n. 087 - Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana Scheda informativa Punto di partenza: Pescasseroli Distanza da Roma: 164 km Lunghezza: 34 km Ascesa totale: 630 m Quota

Dettagli

la vostra avventura inizia con noi dolomiti skirock

la vostra avventura inizia con noi dolomiti skirock la vostra avventura inizia con noi dolomiti skirock Scuola d alpinismo, sci alpino e d arrampicata Corso Italia, 14 Cortina d Ampezzo - Tel. +39 0436 860814 www.dolomitiskirock.com - info@dolomitiskirock.com

Dettagli

Oggetto: Circolare esplicativa relativa alle polizze assicurative infortuni 2012.

Oggetto: Circolare esplicativa relativa alle polizze assicurative infortuni 2012. Milano, 16 Dicembre 2011 Pagina 1 di 5 Agli Istruttori e alle Scuole di Alpinismo, Scialpinismo Sciescursionismo e Arrampicata libera del Club Alpino Italiano Ai Presidenti degli OTTO della CNSASA Alla

Dettagli

DA VARESE, CITTÀ GIARDINO, un escursione sulle vie della Fede

DA VARESE, CITTÀ GIARDINO, un escursione sulle vie della Fede DA VARESE, CITTÀ GIARDINO, un escursione sulle vie della Fede Varese Villa Panza Sacro Monte Campo dei Fiori il Forte di Orino - Durata 1 giorno Percorso: indirizzato a gambe un po allenate Sviluppo: 35

Dettagli

Monte Spino da S. Michele

Monte Spino da S. Michele Monte Spino da S. Michele Escursione E+, per escursionisti, da S. Michele saliamo verso il rifugio Pirlo allo Spino e poi al Monte Spino (1.513) Descrizione breve: il percorso inizia in località Verghere,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. La COMUNITA MONTANA DEL FRIULI OCCIDENTALE. Vi invita a partecipare a LANDSCAPE TO DISCOVER DOLOMITI FRIULANE

COMUNICATO STAMPA. La COMUNITA MONTANA DEL FRIULI OCCIDENTALE. Vi invita a partecipare a LANDSCAPE TO DISCOVER DOLOMITI FRIULANE COMUNICATO STAMPA La COMUNITA MONTANA DEL FRIULI OCCIDENTALE Vi invita a partecipare a LANDSCAPE TO DISCOVER DOLOMITI FRIULANE Itinerari alla scoperta delle Dolomiti Friulane fra paesaggi di selvaggia

Dettagli

le Assicurazioni PER le Sezioni del Cai

le Assicurazioni PER le Sezioni del Cai le Assicurazioni PER le Sezioni del Cai Giancarlo SPAGNA le assicurazioni garantite dalla comune appartenenza al nostro Sodalizio coperture attive automaticamente infortuni soci soccorso alpino soci responsabilità

Dettagli

Itinerario n. 117 - Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore

Itinerario n. 117 - Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore Pagina 1 Itinerario n. 117 - Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore Scheda informativa Punto di partenza: Fonte Cerreto (AQ) Distanza da Roma: 125 km Lunghezza: 49 km ascesa totale: 1225 m Quota massima:

Dettagli

AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : "KAROL WOJTYLA".

AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : KAROL WOJTYLA. Dedicato al Grande Papa Karol Wojtyla AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : "KAROL WOJTYLA". ALCUNI PUNTI Di PREGHIERA SONO CHIESETTE SCONOSCIUTE

Dettagli

ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO - LUGLIO 2015 -

ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO - LUGLIO 2015 - ATTIVITÀ DI ESCURSIONISMO - LUGLIO 2015 - Per informazioni e prenotazioni: http:///iscriversi.html Email: info@friultrekandtrout.com - Cellulare: 3453597254 PER POTER PARTECIPARE ALLE SINGOLE ATTIVITÀ

Dettagli

Esperti di passi e di sentieri

Esperti di passi e di sentieri L. FILIPPO D ANTUONO ESCURSIONI IN APPENNINO TRA LUOGHI E GENTI VOLUME 1 Il Levante della Liguria: dalle Cinque Terre alla foce del Magra Esperti di passi e di sentieri Indice Prefazione...................................................

Dettagli

ASSICURATI IN MONTAGNA con le polizze del CAI

ASSICURATI IN MONTAGNA con le polizze del CAI ASSICURATI IN MONTAGNA con le polizze del CAI LE POLIZZE ASSICURATIVE DEL CAI Infortuni Soci e Istruttori Infortuni Soci in attività personale Responsabilità Civile Responsabilità Civile Titolati Soccorso

Dettagli

5 PERCORSI NORDIC IN MUGELLO solo per associati della Modern Nordic Walking Academy (FI)

5 PERCORSI NORDIC IN MUGELLO solo per associati della Modern Nordic Walking Academy (FI) 5 PERCORSI NORDIC IN MUGELLO solo per associati della Modern Nordic Walking Academy (FI) Legenda grado difficoltà Nordic/Turistico facile: percorso senza difficoltà in cui si utilizza la tecnica n.w. lungo

Dettagli

www.clubalpinoitaliano.it www.speolo.it Vieni a trovarci in sezione il Venerdì dalle 21,30 alle 23,30.

www.clubalpinoitaliano.it www.speolo.it Vieni a trovarci in sezione il Venerdì dalle 21,30 alle 23,30. La Sezione Valdarno Inferiore del Club Alpino Italiano organizza escursioni in montagna, ma anche attività in altri ambienti naturali, dedicate a tutti coloro che intendono frequentare l ambiente montano

Dettagli

Ai piedi della Pania della Croce nelle Alpi Apuane: il rifugio Del Freo Eos Foto di ML 014

Ai piedi della Pania della Croce nelle Alpi Apuane: il rifugio Del Freo Eos Foto di ML 014 Ai piedi della Pania della Croce nelle Alpi Apuane: il rifugio Del Freo Eos Foto di ML 014 Il percorso è in prevalenza ombreggiato, ma non mancano sulla sinistra panorami sulle varie vette delle Apuane

Dettagli

COLLABORAZIONI Biketrack è partner di:

COLLABORAZIONI Biketrack è partner di: CHI SIAMO: Un associazione senza scopo di lucro per la promozione del turismo sostenibile, per le nostre proposte ci avvaliamo di professionisti,accompagnatori cicloturistici certificati dalla Regione

Dettagli

DA VARESE, CITTA GIARDINO, un escursione sulle Vie della fede

DA VARESE, CITTA GIARDINO, un escursione sulle Vie della fede (Itinerario e-bike n. 2) DA VARESE, CITTA GIARDINO, un escursione sulle Vie della fede Varese FAI Villa e Collezione Panza Sacro Monte Campo dei Fiori il Forte di Orino Durata 1 giorno Percorso: indirizzato

Dettagli

Corso Avanzato di Scialpinismo SA2 2016

Corso Avanzato di Scialpinismo SA2 2016 Corso Avanzato di Scialpinismo SA2 2016 La Scuola di Alpinismo, Scialpinismo e Arrampicata Libera Franco Alletto della Sezione de CAI di Roma organizza il corso avanzato di scialpinismo che si svolgerà

Dettagli

Tappa TO02 Da Pontremoli ad Aulla

Tappa TO02 Da Pontremoli ad Aulla Tappa TO02 Da Pontremoli ad Aulla La Via Francigena Partenza: Pontremoli, Piazza della Repubblica Arrivo: Aulla, Abbazia di S. Caprasio Lunghezza Totale (): 32.9 Percorribilità: A piedi, in mountain bike

Dettagli

Viaggio in macchina circa 4 ore. In auto

Viaggio in macchina circa 4 ore. In auto Relazione 1 Giorno Da Vimodrone al Rifugio Vitale Giacoletti Viaggio in macchina circa 4 ore In auto Da Saluzzo si risale la Valle Po, toccando Paesana, località che da Torino si raggiunge anche con l'autostrada

Dettagli

CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso)

CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso) CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso) Situazione 44.0982 / 7.5063 In questa zona trovate splendide soluzioni per alloggiare in albergo o per la sosta camper in libero. Base di partenza

Dettagli

CIMA DI PRAMPERET m 2337

CIMA DI PRAMPERET m 2337 OTTO l DOLOMITI ZOLDANE CIMA DI PRAMPERET m 2337 Parete Sud Via Cavaliere Errante PRIMI SALITORI: fra i vari percorsi che in qualche parte coincidono con questo: A. Da Valt e G. Da Rold, 12 ottobre 1958

Dettagli

TREKKING DEL "SELLARONDA"

TREKKING DEL SELLARONDA TREKKING DEL "SELLARONDA" Quattro giorni nel gruppo del Sella Da venerdi 2 a lunedi 5 settembre 2005 Il trekking si svolge nell'inconfondibile gruppo del Sella, nelle Dolomiti,caratterizzato dal grande

Dettagli

LOCALITA : BARDONECCHIA ALTA VAL DI SUSA HOTEL: VILLAGGIO OLIMPICO ***

LOCALITA : BARDONECCHIA ALTA VAL DI SUSA HOTEL: VILLAGGIO OLIMPICO *** Oggetto: Proposta di Settimane Bianche LOCALITA : BARDONECCHIA ALTA VAL DI SUSA HOTEL: VILLAGGIO OLIMPICO *** Gentile cliente, La struttura che le stiamo proponendo, da noi direttamente gestita, ha ospitato

Dettagli

Attività per ragazzi ad adulti abituati alle escursioni. Attività dove è richiesto un buon allenamento alle escursioni

Attività per ragazzi ad adulti abituati alle escursioni. Attività dove è richiesto un buon allenamento alle escursioni Programma inverno 2014/15 Attività per tutta la famiglia. Limite età bimbi Attività per ragazzi ad adulti abituati alle escursioni Attività dove è richiesto un buon allenamento alle escursioni ACTIVITY

Dettagli

Trek Valgrisenche. Percorso "soft"

Trek Valgrisenche. Percorso soft Percorso "soft" Lunghezza circa 10 Km - dislivello positivo mt. 650 - dislivello negativo mt. 770 (Fraz. Usellière rifugio Chalet de l Epèe vallone di Plontaz - capoluogo di Valgrisenche). Si parte dalla

Dettagli

RITROVO: AGNOSINE CHIESA PARROCCHIALE ORE 9,00 RITROVO SUCCESSIVO CHIESA PARROCCHIALE DI BIONE ORE 9,15 CON MEZZI PROPRI

RITROVO: AGNOSINE CHIESA PARROCCHIALE ORE 9,00 RITROVO SUCCESSIVO CHIESA PARROCCHIALE DI BIONE ORE 9,15 CON MEZZI PROPRI Ci sono diversi itinerari di Canyoning, Arrampicata e Trekking nella zona attorno al Lago di Garda e Lago d'idro, tra Lombardia, Trentino e Veneto. Proponiamo uscite con Guide Alpine per il Canyoning e

Dettagli

SCOPRI LE SPLENDIDE ALPI LIGURI CON L AIUTO DI UNA GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA

SCOPRI LE SPLENDIDE ALPI LIGURI CON L AIUTO DI UNA GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA SCOPRI LE SPLENDIDE ALPI LIGURI CON L AIUTO DI UNA GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA È guida ambientale escursionistica chi, per professione, accompagna persone singole o gruppi di persone nella visita

Dettagli

MEMORIA INIZIALE CNSASA - PARTE 1 MILANO 5-12-06

MEMORIA INIZIALE CNSASA - PARTE 1 MILANO 5-12-06 1 MEMORIA INIZIALE CNSASA - PARTE 1 MILANO 5-12-06 COMMISSIONE NAZIONALE SCUOLE DI ALPINISMO E SCI ALPINISMO Elenco dei tipi di corsi rivolti ai soci CAI Nota introduttiva: la CNSASA sta aggiornando le

Dettagli

C.A.I. PONTE S. PIETRO

C.A.I. PONTE S. PIETRO Il n. dei partecipanti è fissato in 10/15 massimo Le iscrizioni si ricevono in sede c.a.i. il martedì e venerdì dalle ore 20,30 alle ore 22,00 previo versamento di 100 quale caparra. Il costo complessivo

Dettagli

15-22 settembre 2013

15-22 settembre 2013 15-22 settembre 2013 Escursione 44/13 UNA SETTIMANA tra PENISOLA SORRENTINA e COSTIERA AMALFITANA. (partenza il 15/9 e rientro il 22/09) Signora/Signor Camera n.ro Carnelli Loredana In camera con Menaballi

Dettagli

Vi ringraziamo in anticipo e speriamo sarete interessati alle Nostre attività!

Vi ringraziamo in anticipo e speriamo sarete interessati alle Nostre attività! Gentili Docenti, di seguito troverete il materiale informativo con cui vorremmo introdurvi alcune delle attività didattiche che svolgiamo sul territorio ligure in qualità di geologi e guide ambientali-escursionistiche.

Dettagli

Traversata dei Sette Fratelli

Traversata dei Sette Fratelli Club Alpino Italiano Sezione di Cagliari Programma Annuale Escursioni 2012 sabato 17 - domenica 18 marzo 2012 9a ESCURSIONE SOCIALE Traversata dei Sette Fratelli (Sentiero Italia) Riferimento cartografico

Dettagli

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado)

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado) 42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado) La più classica delle gite in montagna della Grecia davvero imperdibile e non difficile, merita tutta la sua fama:

Dettagli

Club Alpino Italiano Sezione di Ascoli Piceno Via Serafino Cellini

Club Alpino Italiano Sezione di Ascoli Piceno Via Serafino Cellini Ciclo Cinque uscite cinque cime Anello del Monte Cavallo e Monte Forcellone Gruppo delle MAINARDE - Parco Nazionale d Abruzzo, Lazio e Molise- DATA ESCURSIONE: 16-17 ottobre 2010 ORA PARTENZA: ore 16.00

Dettagli

Stagione 2006-2007. La montagna per amica. Eventi proposti da: Tel. sede 039-6012956; Tel. cell. 347-9471002

Stagione 2006-2007. La montagna per amica. Eventi proposti da: Tel. sede 039-6012956; Tel. cell. 347-9471002 Stagione 2006-2007 CORSI SCI ALPINO SCI NORDICO SNOWBOARD Eventi proposti da: CEA La montagna per amica SABATO 13, 20, 27 GENNAIO E 3 FEBBRAIO 2007 CORSI A: CHIESA IN VALMALENCO (SO) I CORSI E LA SKIAREA

Dettagli

GITA ESTIVA SULLE DOLOMITI DI SESTO. 17 24 Luglio 2011. Schede descrittive degli itinerari

GITA ESTIVA SULLE DOLOMITI DI SESTO. 17 24 Luglio 2011. Schede descrittive degli itinerari GIT ESTIV SULLE OLOMITI I SESTO 17 24 Luglio 2011 Schede descrittive degli itinerari Le schede contenute nel seguente documento illustrano, con l ausilio di porzioni topografiche delle aree man mano attraversate,

Dettagli

Lo spettacolo delle Dolomiti e la gara Dobbiaco - Cortina. Settimana dal 1 al 8 Febbraio 2015.

Lo spettacolo delle Dolomiti e la gara Dobbiaco - Cortina. Settimana dal 1 al 8 Febbraio 2015. Lo spettacolo delle Dolomiti e la gara Dobbiaco - Cortina Settimana dal 1 al 8 Febbraio 2015. Un ambiente naturale unico, nominato patrimonio mondiale dall UNESCO, piste per sci di fondo perfettamente

Dettagli

Escursione dei sette laghi in Val Ridanna

Escursione dei sette laghi in Val Ridanna Escursione dei sette laghi in Val Ridanna TREKKING Durata Distanza 8:00 h 20.7 km Dislivello Altitudine Max 1440 m 2707 m Condizione Tecnica Avventura Paesaggio Selvaggio e intatto Il primo tratto ricalca

Dettagli

La Mulattiera Società Cooperativa

La Mulattiera Società Cooperativa Servizi per il turismo naturalistico, culturale e sportivo Via Blasi 26, Fraz. Ancarano, 06046 Norcia - P.IVA 02543550541 Tel. 0743 820051, Cell. 339 4513189 e-mail: info@lamulattiera.it, http: www.lamulattiera.it

Dettagli

GIRO DEL MONTE BIANCO IN MOUNTAIN BIKE

GIRO DEL MONTE BIANCO IN MOUNTAIN BIKE GIRO DEL MONTE BIANCO IN MOUNTAIN BIKE Uno splendido itinerario di 5 giorni attraverso Italia, Francia e Svizzera attorno allo spettacolare massiccio del Monte Bianco 4810m. Percorreremo 6 valli e 7 colli,

Dettagli

GRUPPO ROCCIA SU DRET

GRUPPO ROCCIA SU DRET GRUPPO ROCCIA SU DRET C H I S I A M O Il gruppo roccia Su Dret fa attività da oltre una decina d anni e conta ad oggi una cinquantina di associati. L attività del gruppo è rivolta a chi arrampica in montagna,

Dettagli