Film nanotecnologici per superfici in legno

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Film nanotecnologici per superfici in legno"

Transcript

1 Film nanotecnologici per superfici in legno Giacomo Piacenza Federchimica Milano 30 settembre International Symposium on Plasma Chemistry Kyoto, Japan

2 Sommario Introduzione: Environment Park S.p.A istanza tecnologica Atmospheric Pressure Plasma Glow DBD system Legno di pioppo: Caratteristiche e problemi Condizioni sperimentali Risultati e commenti: Spettroscopia ad emissione ottica. Angolo di contatto. Field emission scanning electron microscopy. Bagnabilità. Resistenza ad agenti fisici: UV, umidità, acidi e basi, acqua di mare. Life Cycle Assesment analysis (LCA) Conclusioni Ringraziamenti

3 Sommario Introduzione: Environment Park S.p.A istanza tecnologica Atmospheric Pressure Plasma Glow DBD system Legno di pioppo: Caratteristiche e problemi Condizioni sperimentali Risultati e commenti: Spettroscopia ad emissione ottica. Angolo di contatto. Field emission scanning electron microscopy. Bagnabilità. Resistenza ad agenti fisici: UV, umidità, acidi e basi, acqua di mare. Life Cycle Assesment analysis (LCA) Conclusioni Ringraziamenti

4 Environment Park S.p.A. Parco scientifico e tecnologico per l ambientel Nata dall iniziativa della Regione Piemonte, Provincia di Torino e Comune di Torino, in un ampia area inutilizzata Environment Park è stato realizzato grazie ai European Union Structural Funds unito a fondi di diverse realtà regionali: Comune di Torino, Finpiemonte S.P.A., SMAT, AMIAT, IRIDE ENERGIA, CCIAA di Torino, Unione Industriale, Provincia di Torino, Università di Torino In Environment Park sono insediate organizzazioni di riceca e sviluppo così come imprese che lavorano nel settore dell ecoefficienza Programma e P.N.I.C. delle tecnologie V Workshop Internazionale: innovative Nanotecnologie per edilizia, arredamento e imballaggi 18 International Symposium on Plasma Chemistry Kyoto, Japan

5 Modello operativo - Innovazione/R&D Declinazione di istanze tecnologiche Scouting tecnologico Sistema delle imprese Produzione della della conoscenza Trasferimento valorizzazione Testing di tecnologie R&D Verifica di sistemi

6 Clean NT Lab, osservatorio tecnologico di Environment Park: Network CS 2 M 2

7 Sommario Introduzione: Environment Park S.p.A Istanza tecnologica Atmospheric Pressure Plasma Glow DBD system Legno di pioppo: Caratteristiche e problemi Condizioni sperimentali Risultati e commenti: Spettroscopia ad emissione ottica. Angolo di contatto. Field emission scanning electron microscopy. Bagnabilità. Resistenza ad agenti fisici: UV, umidità, acidi e basi, acqua di mare. Life Cycle Assesment analysis (LCA) Conclusioni Ringraziamenti

8 Istanza tecnologica Questo studio è nato dal fabbisogno tecnologico dell azienda Compensati Toro e dalla collaborazione tra Environment Park- Clean NT Lab e Università degli Studi di Torino. Scopo dell attività R&D: -indagare le possibili soluzioni plasmachimiche per ottenere caratteristiche protettive super-idrofobiche superficiali su compensati di pioppo -incrementare la funzionalità protettiva delle superfici -ridurre gli interventi di manutenzione periodica dei manufatti trattati - minimizzare l impatto ambientale dei trattamenti di superficie Compensati Toro èl azienda italiana tra le più antiche in Europa specializzata nella produzione di pannelli di legno compensato e pannelli a base di legno.

9 Sommario Introduzione: Environment Park S.p.A istanza tecnologica Atmospheric Pressure Plasma Glow DBD system Legno di pioppo: Caratteristiche e problemi Condizioni sperimentali Risultati e commenti: Spettroscopia ad emissione ottica. Angolo di contatto. Field emission scanning electron microscopy. Bagnabilità. Resistenza ad agenti fisici: UV, umidità, acidi e basi, acqua di mare. Life Cycle Assesment analysis (LCA) Conclusioni Ringraziamenti

10 Plasma Quarto stato della materia Gas ionizzato costituito da ioni ed elettroni liberi

11 DBD (Dielectric Barrier Discharge) I sistemi DBD consistono essenzialmente di due elettrodi metallici affacciati in cui la superficie di uno o entrambi è rivestita da un materiale dielettrico; il gap di separazione tra gli elettrodi è di spessore millimetrico per mantenere condizioni di plasma stabili. La scarica di plasma viene generata flussando gas tecnici tra gli elettrodi e alimentando gli stessi con tensioni alternate sinusoidali o DC pulsate.

12 LA TECNOLOGIA DEL PLASMA A PRESSIONE ATMOSFERICA Il laboratorio Clean NT Lab si dedica allo sviluppo di processi innovativi per il trattamento funzionale di superfici polimeriche e fibre naturali. Dispone di un impianto che si avvale della tecnologia al plasma a pressione atmosferica nella configurazione di tipo DBD (Dielectric Barrier Discarge) a elettrodi paralleli e comprende tre configurazioni scalabili.

13 Sistema al Plasma : Atmospheric Plasma Pressure Glow Dielectric Barrier Discharge Sistema Atmospheric Pressure plasma DBD Due elettrodi planari modulari in acciaio inossidabile Scarica di plasma autoinnescante. Prototipo da laboratorio di un sistema industriale Sistema Roll to roll : 10m/min di velocita massima Massima potenza 2500kW 4 linee di gas indipendenti 2 linee per iniezione monomero indipendenti 1 atomizzatore sistema di preriscaldamento

14 Sistema APP-DBD Plasma: configurazione flessibile degli elettrodi Elettrodo verticale utilizzabile per la funzionalizzazione di rotoli di materiale tessile (fibre naturali e polimeriche, PP,PE,PET ecc.) Configurazione di elettrodo orizzontale: Possibilità di trattare materiali piani rigidi (laminati del legno, fogli polimerici, cellulosa).

15 Sommario Introduzione: Environment Park S.p.A istanza tecnologica Atmospheric Pressure Plasma Glow DBD system Legno di pioppo: Caratteristiche e problemi Condizioni sperimentali Risultati e commenti: Spettroscopia ad emissione ottica. Angolo di contatto. Field emission scanning electron microscopy. Bagnabilità. Resistenza ad agenti fisici: UV, umidità, acidi e basi, acqua di mare. Life Cycle Assesment analysis (LCA) Conclusioni Ringraziamenti

16 Caratteristiche del legno di pioppo Materiali lignocellulosici sono biopolimeri a struttura tridimensionale costituita principalmente di cellulosa, lignina e emicellulosa: il più abbondante gruppo funzionale della cellulosa è il gruppo idrossile seguito da altre funzionalità con atomi di ossigeno che permettono la formazione di legami idrogeno con l acqua. L interazione acqua-legno può portare ad una instabilità dimensionale e accelerare il degrado alle intemperie.

17 Caratteristiche del legno di pioppo Il legno di pioppo tutte le specie arboree ha una bassa densità e una struttura porosa. La densità media relativa alle specie coltivate in foreste naturali dell America del Nord è intorno a valori tra kg/m 3. Il legno di pioppo, in generale, hanno una struttura vescicolare (cava) che non permette un essicazione regolare. Per questo i pannelli sono soggetti a degrado e scolorimento. Questo è un grande difetto che limita la funzionalità e la durata del legno e l utilizzabilità in alcune specifiche applicazioni (es. trasporto pubblico e privato).

18 Caratteristiche del legno di pioppo A causa di crescenti preoccupazioni ambientali, l'industria e gli istituti di ricerca sono alla ricerca di nuovi metodi di protezione del legno, al fine di sostituire i preservanti convenzionali sulla base di creosoti o di rame, cromo e arsenico e di ottenere rivestimenti più duraturi per diminuire esigenze di manutenzione. I trattamenti in plasma atmosferico freddo sono tecniche efficaci al fine di ottenere una specifica funzionalità superficiale stabile nel tempo, ovviando all'uso di sostanze tossiche o di prodotti chimici corrosivi. Le funzionalità plasma indotte sono limitate solo allo strato superficiale del legno, quindi, non varia le proprietà di massa dei materiali trattati.

19 Sommario Introduzione: Environment Park S.p.A istanza tecnologica Atmospheric Pressure Plasma Glow DBD system Legno di pioppo: Caratteristiche e problemi Condizioni sperimentali Risultati e commenti: Spettroscopia ad emissione ottica. Angolo di contatto. Field emission scanning electron microscopy. Bagnabilità. Resistenza ad agenti fisici: UV, umidità, acidi e basi, acqua di mare. Life Cycle Assesment analysis (LCA) Conclusioni Ringraziamenti

20 Condizioni sperimentali Due regimi di plasma in atmosfera di elio: 1.Plasma costante GD-DBD 2.Pulsato Campioni: Fogli di pioppo di coltivazione italiana o francese Dimensioni: 8 cm x 8 cm x 1.2 mm (l x w x t)

21 Sperimentale- Plasma ad onda continua Il trattamento al plasma in regime CW (continuos wave) è eseguito in 3 fasi sequenziali: attivazione (plasma ossidante contenente HMDSO) ed innesto di funzionalità ossigeno e di gruppi SiOx (Reticolazione): cessione di energia al film Deposizione: il monomero conenuto nel plasma è depositato in superficie per crescere un film conforme Process steps Attivazione/ innesto O 2 Flux [ml/min] HMDSO flux [ml/min] Power [W] Time [s] (Reticolazione) M3 Deposizione

22 Diapositiva 21 M3 in other processes without step two less uniformity is obtained. This allow thinking step two as cross linking step enhaning film uniformity. Hydrophobicity and Hydrophilicity (non-uniformity). Massimo; 02/08/2007

23 Condizioni sperimentali Plasma Pulsato Il processo pulsato consta di due step separati: 1.Attivazione 2.Polimerizzazione in Plasma. Steps O 2 flusso [ml/min] HMDSO flusso [ml/min] t on [ms] t off [ms] Tempo [s] Attivazione polimerizzazione

24 Sommario Introduzione: Environment Park S.p.A istanza tecnologica Atmospheric Pressure Plasma Glow DBD system Legno di pioppo: Caratteristiche e problemi Condizioni sperimentali Risultati e commenti: Spettroscopia ad emissione ottica. Angolo di contatto. Field emission scanning electron microscopy. Bagnabilità. Resistenza ad agenti fisici: UV, umidità, acidi e basi, acqua di mare. Life Cycle Assesment analysis (LCA) Conclusioni Ringraziamenti

25 Risultati e commenti Spettroscopia di emissione ottica Lo spettro OES è stato registrato nell intervallo tra nm: La regione di interesse è quella tra nm. Sono visibili le bande dell azoto (C 3 Π u -- B 3 Π g ) Quando vine flussato il monomero sono visibili 2 bande del sistema CN nel violetto (C 2 Π 2 Σ) Appare a 388 nm e 422 nm. L intensita della banda e N 2 dipende dalla presenza del monomero in accordo con Trunec and Al. Trunec D. et Al, J. Phys. D: Appl. Phys. 37, (2004)

26 Risultati e commenti Caratterizzazione La morfologia della superficie dei campioni sia trattati che non trattati è stata analizzata con FESEM ZEISS SUPRATM 40 al Dipartimento di Fisica del Politecnico di Torino: (3kV constant acceleration, up to 7000 X magnification). Le misure di angolo di contatto sono state raccolte da un DATAPHYSICS OCAH 200 High Speed al Dipartimento di Fisica del Politecnico di Torino: E stato utilizzato il metodo della goccia sessile utilizzando volumi di 2 ml di acqua deionizzata.

27 Risultati e discussione: Immagini FESEM Vessel pits ImmagineFESEM della superficie di pioppo non trattata

28 Risultati e commenti Immagine FESEM della superficie di pioppo trattato: Deposizione del film conforme

29 Misure all angolo di contatto Risultati e commenti M4 Superficie di pioppo non trattato dopo la deposizione della goccia sessile 65 8 Dopo 30 sec Superficie pioppo trattato con HMDSO in scarica CW Dopo 30 sec Pioppo trattato con HMDSO in plasma pulsato dopo la deposizione della goccia Dopo 30 sec 123.6

30 Diapositiva 28 M4 misura sessile drop, elaborazione con metodo della tangente: media su n. 6 misure di tangente misure affette da errori dovuti a rugosità sigma: caratterizzazione angolo di contatto legno file.txt Toro studio fatt. def. Alex Lab/catatterizzazioni/angolo di contatto legno e carta Massimo; 02/08/2007

31 Risultati e commenti Azione fisica: Resistenza UV Abbiamo utilizzato un campione depositato in scarica a bagliore, Esposto per 48 h ad una lampada da 30W, in modo da ottenere un apprezzabile invecchiamento della superficie del legno. L intesità della radiazione a 3 cm è uguale a: I P π *L*r 30W π*1m*3*10 10 π W m 3 2 = = = 318,31W / m 2 2 m

32 Risultati e commenti Resistenza UV Test Risultato dell angolo qualitativo: di contatto: imbrunimento del legno θ > 130

33 Risultati e commenti Resistenza UV Analisi F.e.s.e.m.: Film conforme

34 Risultati e discussione Resistenza all umidità Questo test è stato fatto utilizzando 3 campioni di legno via via soggetti a ciclaggi termici maggiori. Questo test segue le norme UNI 9429 e UNI In particolare: Campione 1: Camera di vapore per 3h + 1h in forno a 105 C. (film intatto) Campione 2: Primo ciclo: 3h in camera di vapore a 70 C +1h in forno a 105 Secondo ciclo: 16h in camera di vapore a 75 C + 1h in forno a 105 C. (film intatto) Campione 3: Primo ciclo: 3h camera di vapore 70 C + 1h forno a 105 C Secondo ciclo: 5h in camera di vapore + 1h in forno terzo ciclo: 16h in camera di vapore + 2h in forno a 105 C. (film intatto)

35 Campione dopo 3 cicli termici :

36 Risultati e discussione Resistenza all umidità Test dell angolo di contatto: θ > 130

37 Risultati e commenti Resistenza all umidità Analisi FESEM : Sono visibili alcune microfratture

38 Risultati e commenti Resistenza Chimica: Acidi e basi Campione ph Test goccia Test per immersione Risultati Angolo di contatto, FESEM 1 0 X no 2 2 X f.e.s.e.m. 3 3 X no 4 3 X f.e.s.e.m. Cont. angle 5 11,5 X f.e.s.e.m. Cont. angle 6 11,5 X no 7 13 X no 8 14 X no

39 Campione a ph3 dopo il trattamento:

40 F.E.S.E.M. Analisi campione ph 2: La rugosità del deposito è più accentuata rispetto al campione a ph3

41 Angolo di contatto : Campione a ph 3 Superidrofobia

42 Analisi F.E.S.E.M. del campione trattato a ph 3: Il campione and certain presenta grade of microfratture rughness

43 Contact angle: ph 11,5 sample Campione che ha perso le proprietà idrofobiche

44 F.E.S.E.M. Analisi campione ph11,5: Film is completly (or nearly) vanished

45 Risultati e commenti Resistenza chimica: Acqua di mare artificiale Per questo test abbiamo utilizzato acqua di mare sintetica a ph 7 Abbiamo lasciato i campioni per 48h in immersione: Test angolo di contatto caratterizzazione FESEM

46 Angolo di contatto: Acqua di mare artificiale dopo 30 sec. Il campione è leggermente idrofobico, Ma il rivestimento è danneggiato, così la goccia è assorbita in 30 secondi

47 F.E.S.E.M. Analisi del campione in acqua di mare: Lots of microcracking

48 Risultati e commenti Conclusioni Il film depositato è: Stabile rispetto a stress termici Resiste in ambiente acido ph 3 Ha una limitata resistenza al sale (es. H 2 0 mare sintetica) Non resiste alle basi Risultati preliminari

49 Sommario Introduzione: Environment Park S.p.A istanza tecnologica Atmospheric Pressure Plasma Glow DBD system Legno di pioppo: Caratteristiche e problemi Condizioni sperimentali Risultati e commenti: Spettroscopia ad emissione ottica. Angolo di contatto. Field emission scanning electron microscopy. Bagnabilità. Resistenza ad agenti fisici: UV, umidità, acidi e basi, acqua di mare. Life Cycle Assesment analysis (LCA) Conclusioni Ringraziamenti

50 Life Cycle Analysis- LCA Galvanizing Second production ( ex. lamination) Product production (ex. Steel pile for Transport or for illumination) Installation First production (Ex. primary Steel production) Raw material extraction (Ex: Iron mine) Utility Use phase and maintenance Possible recycle LCA è una tecnica di certificazione ISO che calcola l impatto ambientale per un ciclo produttivo associato ad un dato processo elaborando una serie di dati di input/output in funzione degli obbiettivi dello studio

51 Che cos è LCA? Schema generale Inputs (Energia, semi-lavorati, materie prime ) Prodotti Considered system (activity, product or service) Outputs (Emissione in aria, acqua e suolo, materie prime )

52 Life Cycle Analysis- processo L'obiettivo principale dello studio di Life Cycle Assessment (LCA) è quello di confrontare la tecnologia al plasma con quelle tradizionali. Per semplicità, è stata studiata l analisi LCA del processo a plasma continuo con il processo tradizionale. Risultati per processi a plasma pulsato sono analoghe a quelle del plasma continuo. Le caratteristiche principali dello studio possono essere riassunti come segue: L'analisi è stata effettuata con approssimazione al primo ordine: comprende il processo in sé, senza prendere in considerazione la produzione dei substrati, i macchinari e l eventuale smaltimento dei rifiuti. E scelta come unità funzionale (FU) 1sqm legno impiallacciato trattato di 1,2 mm di spessore. Come modello computazionale. è stato utilizzato il software Boustead Modello V

53 Life Cycle Analysis- Consumo di energia Gross Energy Requirements Energy (MJ/F.U) Plasma Traditional 0 Electricity Fuel Other Total Energy source

54 Life Cycle Analysis- Materie prime Water consumptions 18 Water consumption (l/f.u Plasma Technologies Traditional Water consumptions Organo-Silanes and equivalent chemical compounds Organo silanes (mg/f.u Organo-Silanes and equivalent chemical compounds Plasma Traditional Technologies

55 Life Cycle Analysis- Parametri ambientali Values Plasma Traditional 5 0 GWP (kg CO2 eq) Eutrophisation (g PO4 3- eq) Acidification (g SO2 eq) Photochemical pollution (g C2H4 eq) Parametres

56 Cos è l LCA? La struttura ISO ISO LIFE CYCLE FRAMEWORK Goal definition Life Cycle Inventory Impact Assessment I N T E R P R E T A T I O N ISO ISO 14043

57 Cos è l LCA? Le diverse fasi Definizone degli obbiettivi e scopi: Per poterli definire è necessario introdurre una Unità Funzionale (F.U.) e le condizioni al contorno del sistema ISO LIFE CYCLE FRAMEWORK Definizione dell unità funzionale: E il fattore di allocazione dell impatto ambientale. QUesto è necessario per poter garantire la compatibilità col risultato Definizione delle condizioni al contorno Goal definition Life Cycle Inventory Impact Assessment I N T E R P R E T A T I O N Inventario(LCI) Che include sia la raccolta dei dati sia le procedure di calcolo per quantificare gli input e output del sistema produttivo ISO ISO 14043

58 Cos è LCA? Le diverse fasi ISO Interpretazione, Fase in cui vengono combinati I risultati di consumo di materiali con processo per raggiungere I risultati dello studio LIFE CYCLE FRAMEWORK Goal definition Life Cycle Inventory Impact Assessment I N T E R P R E T A T I O N ISO ISO 14043

59 Sommario Introduzione: Environment Park S.p.A istanza tecnologica Atmospheric Pressure Plasma Glow DBD system Legno di pioppo: Caratteristiche e problemi Condizioni sperimentali Risultati e commenti: Spettroscopia ad emissione ottica. Angolo di contatto. Field emission scanning electron microscopy. Bagnabilità. Resistenza ad agenti fisici: UV, umidità, acidi e basi, acqua di mare. Life Cycle Assesment analysis (LCA) Conclusioni Ringraziamenti

60 Conclusioni I trattamenti APP su pioppo impiallacciato sono stati esaminati per mezzo di processi di DBD in CW e PM plasma a scarica a bagliore. Le misurazioni dell angolo di contatto della superficie col metodo della goccia sessile, hanno mostrato una maggiore e stabile idrofobicità. Il trattamento in PM Studiato attraverso immagini FESEM ha mostrato risultati migliori in quanto ad uniformità. E 'stato dimostrato che i processi di plasma hanno un limitato impatto ambientale locale grazie ad un uso limitato di materie prime rispetto ad un processo tradizionale

61 Conclusioni Prossimi passi Saranno necessari sucessivi test di aging per allineare la ricerca con le esigenze industriali Ottenere nuove proprietà superficiali (ritardante di fiamma?)

62 Sommario Introduzione: Environment Park S.p.A istanza tecnologica Atmospheric Pressure Plasma Glow DBD system Legno di pioppo: Caratteristiche e problemi Condizioni sperimentali Risultati e commenti: Spettroscopia ad emissione ottica. Angolo di contatto. Field emission scanning electron microscopy. Bagnabilità. Resistenza ad agenti fisici: UV, umidità, acidi e basi, acqua di mare. Life Cycle Assesment analysis (LCA) Conclusioni Ringraziamenti

63 Un ringraziamento alla Dr. Paola Rivolo e Dr Angelica Chiodoni del Dipartmento di Fisica del Politecnico di Torino per le misure FESEM e di angolo di contatto Il lavoro presente è stato effettuato con I finanziamenti del progetto europeo FP6 ACTECO (www.acteco.org).

L azienda. La società è stata creata per realizzare e gestire il Parco Scientifico e Tecnologico, con il supporto di Fondi EU FESR 2081/93

L azienda. La società è stata creata per realizzare e gestire il Parco Scientifico e Tecnologico, con il supporto di Fondi EU FESR 2081/93 Tecnologie innovative per il settore biomedicale 23 maggio 2014 dr. Domenico D Angelo Senior Specialist SMART CITY 2014 L azienda Environment Park è una società privata con soci pubblici. Fondata a Torino

Dettagli

INTERVENTO DI CLAUDIA RICCARDI PLASMAPROMETEO - Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano - Bicocca

INTERVENTO DI CLAUDIA RICCARDI PLASMAPROMETEO - Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano - Bicocca INTERVENTO DI CLAUDIA RICCARDI PLASMAPROMETEO - Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano - Bicocca La ricerca come strumento per lo sviluppo aziendale: sinergia tra università e industria

Dettagli

SEMINARI Le applicazioni del plasma quale strumento di innovazione per le PMI piemontesi 27 maggio 2014 dr.ssa Elisa Aimo Boot INTRDUZNE SUL PLASMA E SULLE SRGENTI DEL PLASMA Cos è il plasma Energia Energia

Dettagli

INFORMATIVA N. 7/2011. Tecnologia Plasma a pressione atmosferica Made in Italy

INFORMATIVA N. 7/2011. Tecnologia Plasma a pressione atmosferica Made in Italy INFORMATIVA N. 7/2011 Tecnologia Plasma a pressione atmosferica Made in Italy Lo sviluppo della tecnologia Plasma a livello industriale è, da anni, argomento di studio di molti centri di ricerca a livello

Dettagli

Spettroscopia atomica

Spettroscopia atomica Spettroscopia atomica La spettroscopia atomica è una tecnica di indagine qualitativa e quantitativa, in cui una sostanza viene decomposta negli atomi che la costituiscono tramite una fiamma, un fornetto

Dettagli

SVILUPPI DEI TRATTAMENTI TERMOCHIMICI DI DIFFUSIONE DA FASE GAS MEDIANTE CARATTERIZZAZIONE SUPERFICIALE GDOES

SVILUPPI DEI TRATTAMENTI TERMOCHIMICI DI DIFFUSIONE DA FASE GAS MEDIANTE CARATTERIZZAZIONE SUPERFICIALE GDOES SVILUPPI DEI TRATTAMENTI TERMOCHIMICI DI DIFFUSIONE DA FASE GAS MEDIANTE CARATTERIZZAZIONE SUPERFICIALE GDOES Salsomaggiore Terme 6 Maggio 2009 20 Convegno Nazionale dei Trattamenti Termici Gianluca Mancuso

Dettagli

Università degli Studi di Parma Centro Interdipartimentale Packaging CIPACK. (Dir. Prof. Angelo Montenero)

Università degli Studi di Parma Centro Interdipartimentale Packaging CIPACK. (Dir. Prof. Angelo Montenero) Università degli Studi di Parma Centro Interdipartimentale Packaging CIPACK (Dir. Prof. Angelo Montenero) Lo spreco alimentare Nel mondo: Viene sprecato 1/3 del cibo prodotto Lo spreco equivale a 1,3 miliardi

Dettagli

ATI ARIOLI SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI

ATI ARIOLI SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI DG Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI ATI ARIOLI - ARIOLI Spa Gerenzano (VA) - CIFRA Spa Verano Brianza (MB) - SAATI Spa Appiano gentile (CO) - STAMPERIA

Dettagli

BIOGAS: UN OPPORTUNITÀ PER LA GESTIONE SOSTENIBILE IN AGRICOLTURA Merigo Giambattista Dipartimento agricoltura, sviluppo sostenibile ed energie rinnovabili CONAF Giorgio Provolo Dipartimento di Scienze

Dettagli

LCA DEL SISTEMA RICICLO: RICICLO vs SMALTIMENTO, MONOUSO RICICLABILI vs LAVABILI

LCA DEL SISTEMA RICICLO: RICICLO vs SMALTIMENTO, MONOUSO RICICLABILI vs LAVABILI LCA DEL SISTEMA RICICLO: RICICLO vs SMALTIMENTO, MONOUSO RICICLABILI vs LAVABILI 28/10/2014 Duccio Bianchi, Ambiente Italia Ambiente Italia, istituto indipendente di analisi e ricerca ambientale, ha analizzato

Dettagli

ATI ARIOLI Spa Gerenzano VA STAZIONE SPERIMENTALE DELLA SETA DI COMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA (Dipartimento di Fisica)

ATI ARIOLI Spa Gerenzano VA STAZIONE SPERIMENTALE DELLA SETA DI COMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA (Dipartimento di Fisica) SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI ATI ARIOLI Spa Gerenzano VA STAZIONE SPERIMENTALE DELLA SETA DI COMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA (Dipartimento di Fisica) ID75/2003 PROGETTO R&S Trattamento

Dettagli

PlasmaPrometeo (www.plasmaprometeo.unimib.it) Centro di Eccellenza per la Ricerca, lo Sviluppo e il Trasferimento Tecnologico nel campo dei Plasmi.

PlasmaPrometeo (www.plasmaprometeo.unimib.it) Centro di Eccellenza per la Ricerca, lo Sviluppo e il Trasferimento Tecnologico nel campo dei Plasmi. PlasmaPrometeo (www.plasmaprometeo.unimib.it) Centro di Eccellenza per la Ricerca, lo Sviluppo e il Trasferimento Tecnologico nel campo dei Plasmi. Il Centro di Eccellenza per la Ricerca, l Innovazione

Dettagli

Cavi Tecsun INTEGRATED CABLING SOLUTIONS

Cavi Tecsun INTEGRATED CABLING SOLUTIONS Cavi Tecsun technergy INTEGRATED CABLING SOLUTIONS TM TECSUN Chi siamo Tecsun µ Il gruppo Prysmian è tra i leader mondiali nel settore dei cavi per l energia e per le telecomunicazioni e vanta un forte

Dettagli

Problematiche tecnologiche nella trasformazione dei materiali da raccolta differenziata

Problematiche tecnologiche nella trasformazione dei materiali da raccolta differenziata Problematiche tecnologiche nella trasformazione dei materiali da raccolta differenziata Flavio Deflorian Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e Tecnologie Industriali, Università di Trento, Via Mesiano

Dettagli

VALUTAZIONE LCA ED EPD DEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

VALUTAZIONE LCA ED EPD DEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI Ciclo di convegni SOSTENIBILITA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO VALUTAZIONE LCA ED EPD DEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI 18 giugno 2014 Organizza In collaborazione con Con il patrocinio di In cooperazione

Dettagli

SPETTROSCOPIA ATOMICA

SPETTROSCOPIA ATOMICA SPETTROSCOPIA ATOMICA Corso di laurea in Tecnologie Alimentari La spettroscopia atomica studia l assorbimento, l emissione o la fluorescenza di atomi o di ioni metallici. Le regioni dello spettro interessate

Dettagli

Effetti del trattamento superficiale sulle plastiche difficili da incollare

Effetti del trattamento superficiale sulle plastiche difficili da incollare Effetti del trattamento superficiale sulle plastiche difficili da incollare Le plastiche difficili da incollare come le poliolefine e i fluoropolimeri sono comunemente utilizzati in varie industrie per

Dettagli

Consumi energetici ed impronta carbonica della mela nella fase di post-raccolta

Consumi energetici ed impronta carbonica della mela nella fase di post-raccolta Consumi energetici ed impronta carbonica della mela nella fase di post-raccolta Zanotelli D 1, Ciarapica F 1-2, Fadanelli L 3, Mazzetto F 1, Tagliavini M 1 1. Facoltà di Scienze e Tecnologie, Libera Università

Dettagli

Genova 15 01 14 TIPOLOGIE DI LAMPADE

Genova 15 01 14 TIPOLOGIE DI LAMPADE Genova 15 01 14 TIPOLOGIE DI LAMPADE Le lampade a vapori di mercurio sono sicuramente le sorgenti di radiazione UV più utilizzate nella disinfezione delle acque destinate al consumo umano in quanto offrono

Dettagli

STRUMENTI PER LA ECO-PROGETTAZIONE

STRUMENTI PER LA ECO-PROGETTAZIONE Strumenti per la Eco-Progettazione Pagina 1 di 7 STRUMENTI PER LA ECO-PROGETTAZIONE Massimo Marino, Stefano Rossi Life Cycle Engineering Studio Ingegneri Associati Via Livorno, 60 10144 Torino Riassunto

Dettagli

Progetto Cobra. Il contributo delle tecnologie al restauro. Franca Persia ENEA-SSPT-USER-SITEC

Progetto Cobra. Il contributo delle tecnologie al restauro. Franca Persia ENEA-SSPT-USER-SITEC Progetto Cobra Il contributo delle tecnologie al restauro Franca Persia ENEA-SSPT-USER-SITEC Workshop ENEA Roma 26 gennaio 2016 Dalle tecnologie nucleari a. Cobra Tecnologie di origine nucleare, patrimonio

Dettagli

APPLICAZIONI CON VERNICI CATIONICHE NELL IMBALLAGGIO ALIMENTARE

APPLICAZIONI CON VERNICI CATIONICHE NELL IMBALLAGGIO ALIMENTARE APPLICAZIONI CON VERNICI CATIONICHE NELL IMBALLAGGIO ALIMENTARE Francesco Veltri, Gianni Mirone Ce.Ri.Tec. s.r.l. (METLAC Group s.p.a.),ss 35 Bis Dei Giovi 53, Bosco Marengo (AL), Italia 1. Introduzione

Dettagli

BEST UP Design Library

BEST UP Design Library BEST UP Design Library Parametri e certificazioni: come rendere la sostenibilità più accessibile a imprese e designer LCA come strumento strategico nello sviluppo di prodotti ecocompatibili 11 dicembre

Dettagli

VITAL PANNELLO DI FIBRE DI CELLULOSA ISOLAMENTO TERMICO ED ACUSTICO BIOECOLOGICO IN FIBRE DI CELLULOSA

VITAL PANNELLO DI FIBRE DI CELLULOSA ISOLAMENTO TERMICO ED ACUSTICO BIOECOLOGICO IN FIBRE DI CELLULOSA PANNELLO DI FIBRE DI CELLULOSA ISOLAMENTO TERMICO ED ACUSTICO BIOECOLOGICO IN FIBRE DI CELLULOSA SOMMARIO - PANNELLO DI FIBRE DI CELLULOSA 4 5 6 8 GENERALITà IL PRODOTTO Vital LE APPLICAZIONI Assorbimento

Dettagli

Relazione LCA Comparativa Infissi in Legno, PVC ed Alluminio. Commissionata da

Relazione LCA Comparativa Infissi in Legno, PVC ed Alluminio. Commissionata da Relazione LCA Comparativa Infissi in Legno, PVC ed Alluminio Commissionata da Dicembre 2012 Sommario Elementi del Sistema...3 Infisso in Legno...8 Risultati...9 Infisso in PVC...13 Risultati...14 Infisso

Dettagli

La verifica termoigrometrica. Piercarlo Romagnoni Università IUAV di Venezia

La verifica termoigrometrica. Piercarlo Romagnoni Università IUAV di Venezia La verifica termoigrometrica Piercarlo Romagnoni Università IUAV di Venezia 1 - Igrometria: l aria umida - Temperatura di rugiada, umidità specifica e umidità relativa - Il controllo dell umidità: requisiti

Dettagli

Valutazione del ciclo di vita LCA. Piercarlo Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206

Valutazione del ciclo di vita LCA. Piercarlo Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Valutazione del ciclo di vita LCA Piercarlo Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Life Cycle Analysis UNI EN ISO 14040-2006: LCA è un procedimento oggettivo di valutazione dei carichi energetici

Dettagli

SOMAIN SOTTOSISTEMI E MATERIALI INNOVATIVI PER LA GESTIONE INTEGRATA DEL CICLO DI VITA DELLE UNITÀ DA DIPORTO

SOMAIN SOTTOSISTEMI E MATERIALI INNOVATIVI PER LA GESTIONE INTEGRATA DEL CICLO DI VITA DELLE UNITÀ DA DIPORTO SOMAIN SOTTOSISTEMI E MATERIALI INNOVATIVI PER LA GESTIONE INTEGRATA DEL CICLO DI VITA DELLE UNITÀ DA DIPORTO A cura di: Prof. Ing. S. zanelli Componenti del gruppo di ricerca Fonoassorbenti per l assorbimento

Dettagli

DANNEGGIAMENTI IN ESERCIZIO FENOMENI DI DANNEGGIAMENTO IN ESERCIZIO IN COMPONENTI MECCANICI REALIZZATI CON MATERIALI METALLICI

DANNEGGIAMENTI IN ESERCIZIO FENOMENI DI DANNEGGIAMENTO IN ESERCIZIO IN COMPONENTI MECCANICI REALIZZATI CON MATERIALI METALLICI FENOMENI DI DANNEGGIAMENTO IN ESERCIZIO IN COMPONENTI MECCANICI REALIZZATI CON MATERIALI METALLICI 1 LA CORROSIONE Fenomeno elettrochimico che si può manifestare quando un metallo o una lega metallica

Dettagli

Analisi del Ciclo di Vita. I costi nascosti delle grandi opere inutili.

Analisi del Ciclo di Vita. I costi nascosti delle grandi opere inutili. LIFE CYCLE ASSESSMENT & HIDDEN COSTS Analisi del Ciclo di Vita. I costi nascosti delle grandi opere inutili. Sergio Ulgiati Università degli Studi Parthenope Napoli DEFINIZIONE L Analisi del Ciclo di Vita

Dettagli

Sustainable Cruise. LCA nel progetto Sustainable Cruise. CE.Si.S.P. Dott.ssa Michela Gallo. Genova, 12 dicembre 2012

Sustainable Cruise. LCA nel progetto Sustainable Cruise. CE.Si.S.P. Dott.ssa Michela Gallo. Genova, 12 dicembre 2012 Sustainable Cruise LCA nel progetto Sustainable Cruise CE.Si.S.P. Dott.ssa Michela Gallo Genova, 12 dicembre 2012 Origini e sviluppo del LCA Risalgono agli anni '60 i primi studi sull'analisi del ciclo

Dettagli

LO STUDIO LCA DEL SUGHERO CORKPAN Numeri ed indicatori ambientali che confermano l'elevata eco-sostenibilità del sughero tostato Amorim

LO STUDIO LCA DEL SUGHERO CORKPAN Numeri ed indicatori ambientali che confermano l'elevata eco-sostenibilità del sughero tostato Amorim LO STUDIO LCA DEL SUGHERO CORKPAN Numeri ed indicatori ambientali che confermano l'elevata eco-sostenibilità del sughero tostato Amorim PREMESSA Negli ultimi anni il settore delle costruzioni è stato interessato

Dettagli

IL Green Public Procurement DALLA A ALLA Z SEMINARI A CURA DEL Gruppo Di Lavoro ACQUISTI VERDI Life Cycle Assessment

IL Green Public Procurement DALLA A ALLA Z SEMINARI A CURA DEL Gruppo Di Lavoro ACQUISTI VERDI Life Cycle Assessment Forum Internazionale degli Acquisti Verdi terza edizione - Fiera di Cremona, 8-10 ottobre 2009 www.forumcompraverde.it IL Green Public Procurement DALLA A ALLA Z SEMINARI A CURA DEL Gruppo Di Lavoro ACQUISTI

Dettagli

La valutazione del Carbon Footprint del cuoio: Il caso della lavorazione delle pelli ovine nel Distretto di Solofra

La valutazione del Carbon Footprint del cuoio: Il caso della lavorazione delle pelli ovine nel Distretto di Solofra La valutazione del Carbon Footprint del cuoio: Il caso della lavorazione delle pelli ovine nel Distretto di Solofra Biagio Naviglio a, Massimiliano Fabbricino b, Anna Cozzolino b a. Stazione Sperimentale

Dettagli

Scuola Estiva di Fisica Tecnica 2008 Benevento, 7-11 luglio 2008 termofisica dell involucro edilizio

Scuola Estiva di Fisica Tecnica 2008 Benevento, 7-11 luglio 2008 termofisica dell involucro edilizio Scuola Estiva di Fisica Tecnica 2008 Benevento, 7-11 luglio 2008 termofisica dell involucro edilizio L attivazione della massa e i materiali a cambiamento di fase per l involucro edilizio opaco: presentazione

Dettagli

Il primo EPD Process certificato per i tessuti-non-tessuti

Il primo EPD Process certificato per i tessuti-non-tessuti Il primo EPD Process certificato per i tessuti-non-tessuti comunicare dati ambientali oggettivi, accurati e scientificamente dimostrati sui propri prodotti; monitorare gli impatti ambientali connessi

Dettagli

La certificazione ambientale

La certificazione ambientale La certificazione ambientale Vi sono due forme di certificazione: la certificazione di un organizzazione, cioè delle sue attività e dei suoi processi; la certificazione di un prodotto o servizio offerto

Dettagli

STOCCAGGIO DI IDROGENO NEI SOLIDI ATTIVITA DI RICERCA PRESSO IL POLITECNICO DI TORINO

STOCCAGGIO DI IDROGENO NEI SOLIDI ATTIVITA DI RICERCA PRESSO IL POLITECNICO DI TORINO STOCCAGGIO DI IDROGENO NEI SOLIDI ATTIVITA DI RICERCA PRESSO IL POLITECNICO DI TORINO A. TAGLIAFERROT LAQ In.Te.S.E. Politecnico di Torino SOMMARIO Il problema Le possibili tecnologie Il contributo del

Dettagli

Trattamenti al plasma per i processi tessili di tintura e finissaggio

Trattamenti al plasma per i processi tessili di tintura e finissaggio Dipartimento di Scienze dei Materiali e Ingegneria Chimica- Politecnico di Torino- Sede di Biella Trattamenti al plasma per i processi tessili di tintura e finissaggio IKME-International Exhibition of

Dettagli

EXTRUSION COATING. Una tipica linea di estrusione può raggiungere altissime velocità, nell ordine di 500 metri al minuto e oltre.

EXTRUSION COATING. Una tipica linea di estrusione può raggiungere altissime velocità, nell ordine di 500 metri al minuto e oltre. EXTRUSION COATING EXTRUSION COATING L extrusion coating è un processo utilizzato per preparare complessi utilizzati per imballaggi asettici, quali contenitori per latte, vino, succhi di frutta, acqua etc.

Dettagli

Giuseppe Da Cortà - Certottica: il plasma coating

Giuseppe Da Cortà - Certottica: il plasma coating Programma Interreg IV Italia-Austria 2007-2013 Progetto "Utilizzo del plasma per migliorare i trattamenti decorativi della plastica: il rivestimento protettivo, la stampa e gli incollaggi" Projekt Einsatz

Dettagli

Storage dei circuiti stampati e problemi correlati. Uno sguardo alla "nuova" IPC 1601

Storage dei circuiti stampati e problemi correlati. Uno sguardo alla nuova IPC 1601 Storage dei circuiti stampati e problemi correlati - Uno sguardo alla "nuova" IPC 1601 Guido Scarpa Fabio Calderoni Fortronic 2011 Milano LA FLESSIBILITA DEL MERCATO RICHIEDE TEMPI DI IMMAGAZZINAMENTO

Dettagli

NUOVA COPERTURA DELL EDIFICIO BARATTA

NUOVA COPERTURA DELL EDIFICIO BARATTA NUOVA COPERTURA DELL EDIFICIO BARATTA Per individuare una soluzione alla copertura in eternit dell edificio in data 4 febbraio 2009 abbiamo potuto partecipare alla fiera made expo di Milano sull architettura

Dettagli

APPUNTI DI OPTOELETTRONICA ad uso degli studenti

APPUNTI DI OPTOELETTRONICA ad uso degli studenti APPUNTI DI OPTOELETTRONICA ad uso degli studenti Guide ottiche integrate Massimo Brenci IROE-CNR Firenze Esempio di guida ottica integrata Propagazione della luce in una guida ottica integrata (vista in

Dettagli

Sommario. Il gruppo p.1. La tecnologia p.2. MICRORED p.5. Microglass M.I.T. Made in Italy Technology

Sommario. Il gruppo p.1. La tecnologia p.2. MICRORED p.5. Microglass M.I.T. Made in Italy Technology Sommario 1 Il gruppo p.1 La tecnologia p.2 MICRORED p.5 By Microglass M.I.T. Made in Italy Technology Microglass s.r.l. P.I. 01444310930-33080 San Quirino (PN) Italia Sede amm.va: via Masieres 25/B Z.I.

Dettagli

CENTRO TESSILE COTONIERO e ABBIGLIAMENTO S.p.A. INDUMENTI CON PROPRIETA ELETTROSTATICHE EN 1149-5

CENTRO TESSILE COTONIERO e ABBIGLIAMENTO S.p.A. INDUMENTI CON PROPRIETA ELETTROSTATICHE EN 1149-5 INDUMENTI CON PROPRIETA ELETTROSTATICHE EN 1149-5 Natura dell elettricità statica L'elettricità statica è l'accumulo superficiale di cariche elettriche su di un corpo composto da materiale isolante. Tale

Dettagli

ENEA - Centro Ricerche PORTICI

ENEA - Centro Ricerche PORTICI ENEA - Centro Ricerche PORTICI L ENEA e la ricerca di sistema elettrico: Il fotovoltaico innovativo - 12 luglio 211 Film sottili di silicio: Sviluppo di substrati di ZnO per un efficace intrappolamento

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE Fondo Sociale Europeo "Competenze per lo Sviluppo" Obiettivo C-Azione C1: Dall esperienza alla legge: la Fisica in Laboratorio La corrente elettrica Sommario 1) Corrente elettrica

Dettagli

Progetto IGAN ECO-POT

Progetto IGAN ECO-POT Misura 124 del PSR 2007-2013 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale Bando PIF fase 2 Misura 124 Filiera Florovivaismo

Dettagli

Monica Fabrizio CNR IENI, PADOVA

Monica Fabrizio CNR IENI, PADOVA Centro Produttività Veneto Vicenza, 24 luglio 2007 RIVESTIMENTI GALVANICI PROTETTIVI E DECORATIVI SU MANUFATTI ORAFI Monica Fabrizio CNR IENI, PADOVA Gli impianti galvanici sono sequenze di vasche dove

Dettagli

VERNICI UV PER ARREDI INTERNI APPROCCIO TECNOLOGICO E SOSTENIBILE

VERNICI UV PER ARREDI INTERNI APPROCCIO TECNOLOGICO E SOSTENIBILE VERNICI UV PER ARREDI INTERNI APPROCCIO TECNOLOGICO E SOSTENIBILE VERNICI UV PER ARREDI INTERNI APPROCCIO TECNOLOGICO E SOSTENIBILE SPECIALIZZAZIONE E PERSONALIZZAZIONE A SUPPORTO DEL CLIENTE Il laboratorio

Dettagli

Alma Mater Studiorum Universita di Bologna

Alma Mater Studiorum Universita di Bologna Ecomondo Rimini, 4 Novembre 2010 Valutazione di sostenibilità di tecnologie: quale ruolo per l'lca? LCA di sistemi energetici per la produzione di energia da biomasse: come affrontare il problema dell

Dettagli

SCIENZA DEI MATERIALI STUDIO DI BAGNABILITA DELL OSSIDO DI GRAFENE

SCIENZA DEI MATERIALI STUDIO DI BAGNABILITA DELL OSSIDO DI GRAFENE UNIVERSITÀ DEGLISTUDIDIPADOVA Dipartimento di Scienze Chimiche Dipartimento di Fisica ed Astronomia Galileo Galilei Laurea specialistica in SCIENZA DEI MATERIALI STUDIO DI BAGNABILITA DELL OSSIDO DI GRAFENE

Dettagli

Ferrara, 5 maggio 2004 Nicola Praderio

Ferrara, 5 maggio 2004 Nicola Praderio Esperienza metodologica: servizio di gestione mense scolastiche Scuola elementare "G.Bombonati" di Ferrara Applicazione dell'lca Ferrara, 5 maggio 2004 Nicola Praderio L Analisi del Ciclo di Vita L Analisi

Dettagli

IL LEGNO: REAZIONE AL FUOCO

IL LEGNO: REAZIONE AL FUOCO PREMESSA Il legno è un materiale che, impiegato nelle costruzioni con diverse finalità (ad es. strutturali, decorativi o di arredamento ecc.), ha sempre posto il problema della sua combustibilità, intesa

Dettagli

Prof. Luigi Puccinelli IMPIANTI E SISTEMI AEROSPAZIALI VEICOLI SPAZIALI

Prof. Luigi Puccinelli IMPIANTI E SISTEMI AEROSPAZIALI VEICOLI SPAZIALI Prof. Luigi Puccinelli IMPIANTI E SISTEMI AEROSPAZIALI VEICOLI SPAZIALI IMPIANTO ELETTRICO Potenza elettrica 2 La potenza installata varia con la complessità del veicolo Primi satelliti 1W Satellite per

Dettagli

Il più piccolo oggetto che l occhio umano può percepire è quello che interessa almeno 10 cellule sensoriali, però se avviciniamo l oggetto all occhio

Il più piccolo oggetto che l occhio umano può percepire è quello che interessa almeno 10 cellule sensoriali, però se avviciniamo l oggetto all occhio Il più piccolo oggetto che l occhio umano può percepire è quello che interessa almeno 10 cellule sensoriali, però se avviciniamo l oggetto all occhio questo interesserà più cellule e quindi apparirà più

Dettagli

INDAGINI SULLE TECNOLOGIE DELL IDROGENO QUALE VETTORE ENERGETICO PER L ACCUMULO

INDAGINI SULLE TECNOLOGIE DELL IDROGENO QUALE VETTORE ENERGETICO PER L ACCUMULO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE E MECCANICA INDAGINI SULLE TECNOLOGIE DELL IDROGENO QUALE VETTORE

Dettagli

Membrana Liquida Poliuretano-Bituminosa Bicomponente, 1-1 in Volume, per Impermeabilizzazione e Protezione

Membrana Liquida Poliuretano-Bituminosa Bicomponente, 1-1 in Volume, per Impermeabilizzazione e Protezione Page 1/5 Membrana Liquida Poliuretano-Bituminosa Bicomponente, 1-1 in Volume, per Impermeabilizzazione e Protezione DESCRIZIONE : HYPERDESMO-PB-2K è una membrana liquida bicomponente poliuretano-bituminosa,

Dettagli

FENOMENI DI CORROSIONE ED OSSIDAZIONE La corrosione è un fenomeno di degrado dei metalli. E un fenomeno termodinamico (chiamato anche

FENOMENI DI CORROSIONE ED OSSIDAZIONE La corrosione è un fenomeno di degrado dei metalli. E un fenomeno termodinamico (chiamato anche FENOMENI DI CORROSIONE ED OSSIDAZIONE La corrosione è un fenomeno di degrado dei metalli. E un fenomeno termodinamico (chiamato anche antimetallurgia) che si manifesta spontaneamente se: G

Dettagli

Strato di controllo del vapore (Barriera/Freno al Vapore)

Strato di controllo del vapore (Barriera/Freno al Vapore) Scheda Tecnica Edizione 29.09.2011 Sarnavap 500E EN 13984 Sarnavap 500E Strato di controllo del vapore (Barriera/Freno al Vapore) Costruzioni Descrizione Prodotto Impieghi Sarnavap 500E è una barriera/freno

Dettagli

TRATTAMENTO DELLE RIMONTE CAPILLARI

TRATTAMENTO DELLE RIMONTE CAPILLARI TRATTAMENTO LE RIMONTE CAPILLARI INTRODUZIONE: Grazie alle sue ottime caratteristiche tecniche e alla facilità di messa in opera il di POTASSIO viene largamente utilizzato per rendere idrorepellenti i

Dettagli

Distretto delvetro Artistico di Murano

Distretto delvetro Artistico di Murano Nicola Favaro Distretto delvetro Artistico di Murano 260 aziende, di cui 30 industriali 1200 addetti Fatturato di 100 milioni di Euro Produzione di Oggetti artistici Lampadari Specchi Oggetti al lume Novembre

Dettagli

Norme sull alluminio vigenti in Italia. (aggiornamento al 29 aprile 2008)

Norme sull alluminio vigenti in Italia. (aggiornamento al 29 aprile 2008) Nelle tabelle seguenti riportiamo gli elenchi delle norme vigenti in Italia sull alluminio e sui trattamenti superficiali di verniciatura e di ossidazione anodica. L associazione non può rilasciare alcuna

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL pk a DI UN INDICATORE DA MISURE SPETTROFOTOMETRICHE

DETERMINAZIONE DEL pk a DI UN INDICATORE DA MISURE SPETTROFOTOMETRICHE DETERMINAZIONE DEL pk a DI UN INDICATORE DA MISURE SPETTROFOTOMETRICHE Con il nome di indicatori di ph vengono denominate delle sostanze in grado di assumere diverse colorazioni a seconda della concentrazione

Dettagli

Materiali per l energia solare: la ricerca eni

Materiali per l energia solare: la ricerca eni Materiali per l energia solare: la ricerca eni Roberto Fusco Istituto eni Donegani 3 a Conferenza Nazionale su Chimica & Energia: Milano, 17/10/2012 Record di efficienza delle celle fotovoltaiche R&D eni

Dettagli

Scheda prodotti Rockpanel Colours

Scheda prodotti Rockpanel Colours Scheda prodotti Rockpanel Colours Durable - Xtreme - FS-Xtra Italia 1 Descrizione del prodotto I pannelli Rockpanel sono pannelli prefabbricati in lana minerale compressa con strato intermedio organico

Dettagli

1 Giochi d ombra [Punti 10] 2 Riscaldatore elettrico [Punti 10] AIF Olimpiadi di Fisica 2015 Gara di 2 Livello 13 Febbraio 2015

1 Giochi d ombra [Punti 10] 2 Riscaldatore elettrico [Punti 10] AIF Olimpiadi di Fisica 2015 Gara di 2 Livello 13 Febbraio 2015 1 Giochi d ombra [Punti 10] Una sorgente di luce rettangolare, di lati b e c con b > c, è fissata al soffitto di una stanza di altezza L = 3.00 m. Uno schermo opaco quadrato di lato a = 10cm, disposto

Dettagli

Fabbrica Futuro Idee e strumenti per l impresa manifatturiera di domani

Fabbrica Futuro Idee e strumenti per l impresa manifatturiera di domani Convegno Fabbrica Futuro Idee e strumenti per l impresa manifatturiera di domani Torino, 10 giugno 2015 Soluzioni per l efficienza energetica e l uso ottimale delle risorse nei processi industriali M.

Dettagli

La Certificazione della sostenibilità a supporto dell integrato

La Certificazione della sostenibilità a supporto dell integrato La Certificazione della sostenibilità a supporto dell integrato Fabrizio Piva e Giuseppe Garcea - CCPB srl Bologna fpiva@ccpb.it ggarcea@ccpb.it Chi Siamo Bologna 1988 Bologna 2004 Certificazione Prodotti

Dettagli

GLI INDICATORI DI ECO-EFFICIENZA

GLI INDICATORI DI ECO-EFFICIENZA GLI INDICATORI DI ECO-EFFICIENZA Percorso di sperimentazione coordinato dal gruppo di lavoro per la diffusione del bilancio ambientale e del metodo CLEAR 3 Workshop 4 Dicembre 2008 Il percorso proposto

Dettagli

KEY ENERGY 2010 La produzione di idrogeno da radiazione solare diretta: fotolisi con ultrasuoni Ing. Andrea Nicolini

KEY ENERGY 2010 La produzione di idrogeno da radiazione solare diretta: fotolisi con ultrasuoni Ing. Andrea Nicolini La produzione di idrogeno da radiazione solare diretta: fotolisi con ultrasuoni Ing. Andrea Nicolini Rimini, Quartiere Fieristico 4 Novembre 2010 OBIETTIVO: PRODUZIONE DI IDROGENO DALL ACQUA PER MEZZO

Dettagli

CROMATURA PEVD SOTTOVUOTO

CROMATURA PEVD SOTTOVUOTO CROMATURA PEVD SOTTOVUOTO Causa i ben noti problemi legati ai processi di cromatura galvanica, da alcuni anni ormai si parla di procedimenti alternativi con basso impatto ambientale e ridotti consumi energetici.

Dettagli

Blade cooling Gas Turbine. Impianti per l Energia l

Blade cooling Gas Turbine. Impianti per l Energia l Blade cooling Gas Turbine Impianti per l Energia l 2010-2011 2011 Effetto della temperatura massima del ciclo sulle prestazioni dei turbogas Effetto della temperatura massima del ciclo sulle prestazioni

Dettagli

I NUOVI SCENARI DELL ECONOMIA DEL FUTURO. Bologna, 30 Novembre 2011

I NUOVI SCENARI DELL ECONOMIA DEL FUTURO. Bologna, 30 Novembre 2011 Il mercato degli acquisti verdi della pubblica amministrazione nell ambito dei manufatti in legno I NUOVI SCENARI DELL ECONOMIA DEL FUTURO Bologna, 30 Novembre 2011 Patrizia Bianconi I progetti regionali

Dettagli

Elena Cervasio LRQA Italy. La certificazione dell impronta di carbonio secondo la ISO 14067:2013 - il chiusino KIO

Elena Cervasio LRQA Italy. La certificazione dell impronta di carbonio secondo la ISO 14067:2013 - il chiusino KIO Elena Cervasio LRQA Italy La certificazione dell impronta di carbonio secondo la ISO 14067:2013 - il chiusino KIO Motivazioni e Milestone INNOVAZIONE E SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE 2 Scenario INNOVAZIONE E

Dettagli

Colla di montaggio Pro

Colla di montaggio Pro Scheda prodotto Prodotto COLLA DI MONTAGGIO PRO è una colla e un mastice per fughe dalla qualità pregiata, a presa rapida e capace di mantenere l elasticità, a base di polimero MS ad elevata adesione iniziale.

Dettagli

Valutare la sostenibilità dell integrato: il ruolo della certificazione. Giuseppe Garcea e Fabrizio Piva CCPB srl

Valutare la sostenibilità dell integrato: il ruolo della certificazione. Giuseppe Garcea e Fabrizio Piva CCPB srl Valutare la sostenibilità dell integrato: il ruolo della certificazione Giuseppe Garcea e Fabrizio Piva CCPB srl Piacenza, 22 Novembre 2013 Agricoltura e Sostenibilità Perchè l agricoltura ha la necessità

Dettagli

Tecnologia di formatura in autoclave

Tecnologia di formatura in autoclave POLITECNICO DI MILANO Dipartimento di Ingegneria Aerospaziale Corso di Tecnologie Aeronautiche Docente: Giuseppe Sala Tecnologia di formatura in autoclave Paolo Bettini tel. 0223998044 E-mail bettini@aero.polimi.it

Dettagli

TRATTAMENTI DI OSSIDAZIONE AVANZATA AL SERVIZIO DELL AMBIENTE

TRATTAMENTI DI OSSIDAZIONE AVANZATA AL SERVIZIO DELL AMBIENTE MATERIALI E METODI Descriviamo di seguito le strumentazioni impiegate per le sperimentazioni: i tipi di reattori ad UV scelti, le acque di scarico trattate, con i diversi coloranti presi in esame, descrivendo

Dettagli

MISURE DI POTERE CALORIFICO E COMPOSIZIONE

MISURE DI POTERE CALORIFICO E COMPOSIZIONE MISURE DI POTERE CALORIFICO E COMPOSIZIONE Potere calorifico dei combustibili: bomba calorimetrica e calorimetro di Junkers Composizione: gascromatografia Composizione dei gas combusti: o Sonda λ o Strumenti

Dettagli

Sviluppo dell intervento

Sviluppo dell intervento Rivestimenti galvanici con corrente pulsata Dott. Massimo Peruzzo EUROLAB SRL San Giuseppe di Cassola (VI)- Via Mons. Rodolfi 22 0424-570233 Sviluppo dell intervento Perché corrente pulsata Breve descrizione

Dettagli

Marco Grotti Metodi spettroscopici per l analisi elementare

Marco Grotti Metodi spettroscopici per l analisi elementare A03 64 Marco Grotti Metodi spettroscopici per l analisi elementare Copyright MMXII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173 Roma (06) 93781065

Dettagli

STUDIO AFM DI FILM MICROMETRICI DI WO 3

STUDIO AFM DI FILM MICROMETRICI DI WO 3 A L L E G A TO 4 1 STUDIO AFM DI FILM MICROMETRICI DI WO 3 Introduzione Il triossido di tungsteno (WO 3 ) presenta caratteristiche di conduzione peculiari, perché associa ad una discreta conducibilità

Dettagli

eurothex ThermoPlus HI-performance Sistema Sistema ad alta efficienza energetica

eurothex ThermoPlus HI-performance Sistema Sistema ad alta efficienza energetica eurothex HI-performance ad alta efficienza energetica Un sistema di riscaldamento e raffrescamento ad alta efficenza energetica Thermoplus è un sistema di riscaldamento e raffrescamento a pavimento ad

Dettagli

CPM 400-450 NERTAJET HP 150 / HP 300

CPM 400-450 NERTAJET HP 150 / HP 300 CPM 00-50 HP 50 / HP 00 Polivalenza Qualità di taglio Minori costi di taglio Ergonomia della torcia Facilità di messa in opera www.airliquidewelding.it CPM 00-50 HP 50 / HP 00 Dedicato a tutti coloro la

Dettagli

CompostLabel POLYCART S.P.A. www.polycart.eu. la collaborazione con Green Innovation, l accordo volontario con il Ministero dell Ambiente

CompostLabel POLYCART S.P.A. www.polycart.eu. la collaborazione con Green Innovation, l accordo volontario con il Ministero dell Ambiente POLYCART S.P.A. www.polycart.eu CompostLabel CFP e riduzione delle emissioni l esperienza Polycart, la collaborazione con Green Innovation, l accordo volontario con il Ministero dell Ambiente Cos è CompostLabel

Dettagli

APPLICAZIONI DELLA METODOLOGIA LCA

APPLICAZIONI DELLA METODOLOGIA LCA IL RECUPERO ENERGETICO NELLA FILIERA DI PRODUZIONE DEL COMPENSATO - APPLICAZIONI DELLA METODOLOGIA LCA G.L. Baldo*, M. Marino*; S. Rossi*; x ** *Life Cycle Engineering Torino; www.life-cycle-engineering.it

Dettagli

MODELLO di domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera da redigere in carta da bollo.

MODELLO di domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera da redigere in carta da bollo. MODELLO di domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera da redigere in carta da bollo. Alla Provincia della Spezia Il/la sottoscritto/a... legale rappresentante/titolare della (riportare l esatta

Dettagli

Antonio De Blasiis Il rilievo del degrado ambientale. Metodi ingegneristici

Antonio De Blasiis Il rilievo del degrado ambientale. Metodi ingegneristici A09 162 Antonio De Blasiis Il rilievo del degrado ambientale Metodi ingegneristici Copyright MMXII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173

Dettagli

MARITRANS MD. MARITRANS MD utilizza un esclusivo sistema di indurimento (attivato dall umidità) e diversamente dagli altri sistemi non forma bolle.

MARITRANS MD. MARITRANS MD utilizza un esclusivo sistema di indurimento (attivato dall umidità) e diversamente dagli altri sistemi non forma bolle. MARITRANS MD Data: 01.06.2011 Versione 10 MARITRANS MD è una membrana trasparente in poliuretano monocomponente, alifatica, estremamente elastica e con un alto contenuto di materiali solidi, utilizzata

Dettagli

TERZA LEZIONE (4 ore): INTERAZIONE MAGNETICA

TERZA LEZIONE (4 ore): INTERAZIONE MAGNETICA TERZA LEZIONE (4 ore): INTERAZIONE MAGNETICA Evidenza dell interazione magnetica; sorgenti delle azioni magnetiche; forze tra poli magnetici, il campo magnetico Forza magnetica su una carica in moto; particella

Dettagli

Centro studi MatER. Il Caso di Studio del Legno

Centro studi MatER. Il Caso di Studio del Legno Centro studi MatER Materia & Energia da Rifiuti Il Caso di Studio del Legno Riciclaggio e Ciclo di Recupero 10 Dicembre 2013 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. IL RICICLAGGIO DEL LEGNO...3 3. IL RUOLO DI RILEGNO...5

Dettagli

Come risparmiare energia in un processo produttivo: l esempio dell ANALISI DEL CICLO DI VITA DELL EPS

Come risparmiare energia in un processo produttivo: l esempio dell ANALISI DEL CICLO DI VITA DELL EPS FEDERCHIMICA - 15 MARZO 2011-5 workshop T.A.C.E.C. Come risparmiare energia in un processo produttivo: l esempio dell ANALISI DEL CICLO DI VITA DELL EPS Ing. Marco Piana ANALISI LCA APPLICATA ALLA PRODUZIONE

Dettagli

Classificazione dei materiali. I materiali impiegati in edilizia appartengono a quattro gruppi: Metallici Polimerici Ceramici Compositi

Classificazione dei materiali. I materiali impiegati in edilizia appartengono a quattro gruppi: Metallici Polimerici Ceramici Compositi Classificazione dei materiali I materiali impiegati in edilizia appartengono a quattro gruppi: Metallici Polimerici Ceramici Compositi Classificazione dei materiali ME_2 PM Classificazione dei materiali

Dettagli

2 Workshop della Rete Italiana LCA Sviluppi dell LCA in Italia: percorsi a confronto

2 Workshop della Rete Italiana LCA Sviluppi dell LCA in Italia: percorsi a confronto UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA FACOLTA DI INGEGNERIA Dipartimento di Ingegneria Industriale 2 Workshop della Rete Italiana LCA Sviluppi dell LCA in Italia: percorsi a confronto LCA in edilizia: criticità

Dettagli

Green Public Procurement

Green Public Procurement Andrea Monsignori, Servizio Qualità dell Ambiente gestione rifiuti e attività estrattive Workshop: Procedure e opportunità del comprare verde Perugia, 24 Febbraio 2010 Green Public Procurement (Acquisti

Dettagli

Combustione energia termica trasmissione del calore

Combustione energia termica trasmissione del calore Scheda riassuntiva 6 capitoli 3-4 Combustione energia termica trasmissione del calore Combustibili e combustione Combustione Reazione chimica rapida e con forte produzione di energia termica (esotermica)

Dettagli

Workshop Industria. Il processo di efficienza energetica nel settore industriale: i risultati ottenuti con l approccio Carbon Footprint neutra

Workshop Industria. Il processo di efficienza energetica nel settore industriale: i risultati ottenuti con l approccio Carbon Footprint neutra Workshop Industria Il processo di efficienza energetica nel settore industriale: i risultati ottenuti con l approccio Carbon Footprint neutra Gianluca Catalano Siram SpA Panel seminari efficienza energetica

Dettagli