REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L UTILIZZAZIONE DI SPAZI NEI CENTRI CIVICI E NEGLI ALTRI IMMOBILI DI PROPRIETÀ COMUNALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L UTILIZZAZIONE DI SPAZI NEI CENTRI CIVICI E NEGLI ALTRI IMMOBILI DI PROPRIETÀ COMUNALE"

Transcript

1 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L UTILIZZAZIONE DI SPAZI NEI CENTRI CIVICI E NEGLI ALTRI IMMOBILI DI PROPRIETÀ COMUNALE (Approvato con delibera consiliare n. 23 del ) ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente regolamento disciplina l assegnazione e l utilizzazione di spazi nei centri civici e negli altri immobili di proprietà comunale. 2. Gli immobili di proprietà comunale sono utilizzati prioritariamente per lo svolgimento delle attività istituzionali e le iniziative organizzate o promosse dal Comune di Segrate e, in secondo luogo, per lo svolgimento delle attività promosse da altri soggetti, con precedenza ai residenti segratesi. ART. 2 -SOGGETTI 1. Gli immobili indicati nell articolo precedente non utilizzati per lo svolgimento delle attività del Comune di Segrate sono assegnati ai seguenti soggetti: a) associazioni di promozione sociale di cui alla Legge , n. 383, ossia le associazioni riconosciute e non riconosciute, i movimenti, i gruppi e i loro coordinamenti o federazioni costituiti al fine di svolgere attività di utilità sociale a favore di associati o di terzi, senza finalità di lucro e nel pieno rispetto della libertà e dignità degli associati; b) società cooperative senza scopo di lucro;

2 c) soggetti che rispondono alle caratteristiche previste dalla Legge , n. 266 e successive modificazioni (legge quadro per il volontariato); d) altri soggetti privati che svolgono attività di carattere collettivo senza scopo di lucro. ART. 3 ATTIVITA 1. I soggetti di cui al precedente articolo devono svolgere una o più delle seguenti attività:. attività assistenziali, sociali e socio-sanitarie;. attività di educazione e formazione;. attività culturali, politiche, scientifiche e di socializzazione;. attività nel campo dello sport e del tempo libero;. attività di tutela dell ambiente;. attività di protezione civile. ART. 4 IMMOBILI OGGETTO DI ASSEGNAZIONE 1. La Giunta Comunale individua con proprio atto entro il 30 giugno di ogni anno i beni immobili, in regola con le norme vigenti in materia di sicurezza e qualità degli impianti ai sensi del presente regolamento, previa individuazione in ogni circoscrizione degli spazi adeguati da adibire a sede di ciascun Consiglio di Circoscrizione per lo svolgimento dell attività istituzionale disciplinata dai relativi regolamenti comunali. 2. L elenco degli spazi disponibili viene trasmesso in copia alla Commissione Consiliare Cultura, Istruzione, Comunicazione, Sport e Tempo Libero unitamente ad una relazione nella quale, con riferimento alle circoscrizioni nelle quali sono carenti strutture utilizzabili da associazioni per attività indirizzate particolarmente ai giovani ed ai seniores, vengono individuate possibili soluzioni per il reperimento di tali spazi. 2

3 3. All elenco succitato viene data idonea pubblicità per consentire a tutti gli interessati la partecipazione al procedimento di assegnazione. ART. 5 CRITERI E PROCEDIMENTO DI ASSEGNAZIONE 1. Fermo restando quanto previsto nel secondo comma del precedente articolo 1, nell assegnazione degli spazi e immobili di cui al presente regolamento, si rispetterà l ordine cronologico delle richieste a parità di validità delle attività proposte 2. Le richieste di assegnazione degli spazi per uso continuativo, annuale o pluriennale, sono inoltrate al Settore Demanio e Patrimonio, nonché all Assessore competente e al Responsabile delle Attività Educative e Sportive. Alla richiesta deve essere allegata la seguente documentazione, quando non sia già in possesso dell Amministrazione Comunale (ad esempio in quanto prodotta unitamente alla richiesta di iscrizione all Albo comunale delle associazioni no profit):. atto costitutivo e statuto; - rendiconto gestione;. piano annuale dell attività con obiettivi socialmente rilevanti per l Amministrazione comunale;. relazione conclusiva dell annata precedente;. curriculum di eventuali docenti, allenatori e istruttori. 3. Il responsabile del procedimento provvede all istruttoria necessaria, valutando, in particolare, la disponibilità, l idoneità per lo svolgimento di precise attività, la rispondenza alle norme igienicosanitarie, edilizie, urbanistiche e di sicurezza dell immobile oggetto di assegnazione, acquisendo i necessari pareri. Il Comune valuta inoltre in generale la sussistenza dei presupposti di legge per 3

4 l adozione del provvedimento di assegnazione che dovrà essere conforme alle prescrizioni del presente regolamento. 4. Entro il 30 giugno di ciascun anno l Assessorato competente presenta alla Commissione Consiliare Cultura, Istruzione, Comunicazione, Sport e Tempo Libero l elenco delle richieste pervenute con l allegata documentazione. La Commissione esprime parere di competenza istituzionale ai sensi degli artt. 13 e ss. del Regolamento del Consiglio Comunale. L Assessore competente, successivamente provvede, a proporre alla Giunta Comunale, unitamente all espresso parere della Commissione, l adozione degli atti di competenza. La Commissione riferisce al Consiglio Comunale in modo che i consiglieri acquisiscano gli elementi opportuni per l eventuale adozione di conseguenti atti di programmazione ai sensi dello Statuto e dei regolamenti. ART. 6 DISCIPLINA DELL ASSEGNAZIONE 1. L assegnazione degli spazi di cui al presente regolamento può essere effettuata in concessione amministrativa oppure mediante contratto di locazione o comodato secondo i tipi previsti dal Codice Civile. 2. Il contenuto del contratto o dell atto di concessione deve prevedere: a) l identificazione dell immobile (mediante mappa da allegare) e l eventuale corrispettivo; b) la durata del contratto o della concessione e le modalità di restituzione; c) la cauzione e/o polizza fideiussoria che deve essere prestata dal concessionario o dal contraente a garanzia dell adempimento degli obblighi contenuti nell atto di concessione o nel contratto. La misura della cauzione e le condizioni della polizza devono essere fissate considerando il tipo di assegnazione (dimensioni piccole, medie o grandi del bene immobile oggetto di assegnazione, nonché modalità di utilizzazione temporanea o continuativa del bene stesso) e la natura dell attività 4

5 per cui l assegnazione è disposta, contemperando le esigenze di tutela del patrimonio con le esigenze di utilizzazione dei beni oggetto del presente regolamento; d) i relativi obblighi generali ai quali le parti dovranno attenersi per quanto attiene, in particolare, la manutenzione e le utenze a carico delle parti. 3. Il concessionario o locatario si obbliga a far uso dell immobile assegnatogli con la massima cura e diligenza, impegnandosi: a) a farsi carico di tutte le spese per le utenze, compresi eventuali spese per allacciamento dei contatori, oltre alle spese condominiali relative all utilizzo delle parti comuni; b) a riconsegnare l immobile e le chiavi a seguito di apposito verbale predisposto in contraddittorio con l Amministrazione Comunale, impegnandosi comunque a eseguire ogni intervento di pulizia e manutenzione ritenuto necessario per ripristinare l immobile nelle condizioni iniziali, escluso il normale deperimento d uso; c) a risarcire ogni eventuale danno subiti da soci, associati, componenti o terzi, derivante dall attività esercitata dal concessionario o locatario. L Amministrazione Comunale può esigere che il Concessionario sia in possesso di apposita polizza assicurativa. La misura e le condizioni della polizza devono essere fissate considerando il tipo di assegnazione (dimensioni piccole, medie o grandi del bene immobile oggetto di assegnazione, nonché modalità di utilizzazione temporanea o continuativa del bene stesso) e la natura dell attività per cui l assegnazione è disposta, contemperando le esigenze di tutela del patrimonio con le esigenze di utilizzazione dei beni oggetto del presente regolamento. 4. Nel contratto e nell atto di concessione di norma deve essere, altresì, previsto: a) il divieto di cessione della concessione e del contratto; 5

6 b) la responsabilità dell assegnatario del corretto utilizzo degli immobili per l esercizio dell attività prevista; c) il divieto di qualsiasi forma di sub-locazione o sub-affitto o sub-concessione, se non ammessa per legge, previa autorizzazione del Comune; d) che l inosservanza dei precedenti punti è causa di risoluzione del contratto o di decadenza dalla concessione. 5. Nel caso di concessione amministrativa si incorre, inoltre, nella decadenza dalla stessa, qualora sia necessario per Amministrazione Comunale rientrare in possesso di un determinato bene immobile per fini di pubblica utilità. ART. 7 - ASSEGNAZIONE SPAZI AD USO TEMPORANEO 1. Nel caso di assegnazione temporanea la cui durata è calcolata in ore o giorni degli immobili di proprietà comunale ad uso non esclusivo si osservano le disposizioni di cui al presente articolo. 2. Le richieste formulate con congruo anticipo- sono esaminate dal responsabile del procedimento e autorizzate o respinte dal Dirigente. Possono essere rifiutate le richieste che configurino un uso continuativo degli spazi tale da impedire la rotazione nella disponibilità degli stessi. Le richieste relative all assegnazione degli spazi destinati all attività degli organi collegiali (es. Giunta Comunale e Consiglio Comunale) sono esaminate dalle rispettive segreterie di tali organi. 3. Nel caso di richieste concomitanti viene data priorità alle stesse secondo l'ordine di presentazione. 4. Il sottoscrittore richiedente autorizzato risponde in solido della custodia dei locali e delle attrezzature connesse: sono previste sanzioni pecuniarie pari almeno all importo dei costi di ripristino. 6

7 5. All'atto della richiesta deve essere versato un congruo deposito cauzionale da restituire a seguito di sopralluogo dal quale risulti la consegna dell immobile in pristino stato. 6. L'uso delle strutture non deve superare i 15 giorni consecutivi per ciascuna manifestazione, salvo casi eccezionali autorizzati dal Sindaco. 7. Negli spazi idonei possono essere ospitate mostre temporanee d'arte o artigianato e altre iniziative di valore culturale e di impiego del tempo libero; ogni singola iniziativa non potrà avere durata superiore a tre settimane; l'assegnatario deve sostenere ogni spesa (pubblicità, allestimento, pulizie, illuminazione, riscaldamento ed altre eventuali). 8. Qualora l'iniziativa sia promossa o patrocinata dalla Amministrazione Comunale, le modalità di patrocinio sono fissate di volta in volta con deliberazione di Giunta Comunale e possono prevedere controprestazioni da parte dell'assegnatario. ART. 8 NORME PER L ASSEGNAZIONE DI SPAZI E IMPIANTI SPORTIVI 1. In considerazione della peculiarità e dell elevato numero di spazi e impianti idonei all esercizio dell attività sportiva e del tempo libero, compresi i campi di calcio e relativi impianti, si applicano, altresì, le seguenti disposizioni, salvo quanto previsto dal successivo articolo per il Campo di Calcio di Via I Maggio. 2. Tali immobili, anche se situati all interno di edifici ad uso scolastico, possono essere affidati in gestione, per uno o più anni consecutivi, a terzi, o gestititi direttamente dall Amministrazione Comunale, secondo le norme previste dal presente regolamento. 3. L utilizzo delle strutture sportive all interno delle scuole è concesso prioritariamente a società o gruppi regolarmente costituiti ed affiliati al C.O.N.I. o ad altri Enti di promozione sportiva che svolgano le proprie attività sportive, culturali o sociali, senza alcun fine di lucro e che abbiano 7

8 prioritariamente sede in Segrate e siano iscritte all albo delle associazioni no profit. Tali concessioni non possono superare la durata dell anno scolastico. 4. L assegnazione delle strutture sportive all interno di edifici comunali non adibiti ad uso scolastico è concesso a società o associazioni sportive secondo i seguenti criteri di priorità in modo tale da garantire il pluralismo delle società e discipline sportive e del tempo libero, evitando la formazione di un monopolio o di un oligopolio per la gestione degli spazi: a) gruppi sportivi con sede legale sul territorio di Segrate; b) gruppi affiliati ad Enti di promozione sportiva; c) categoria agonistica delle competizioni ufficiali in cui il gruppo è impegnato; d) numero di iscritti nelle squadre giovanili (fino ai 18 anni); e) numero delle iscrizioni ai corsi; f) ordine di precedenza delle domande. Il ricorso a tali criteri si rende necessario, qualora pervengono due o più domande concorrenti per lo stesso spazio. In tal caso, alla società sportiva che risultasse essere prima assegnataria dello spazio, in base ai criteri sopra esposti, non possono essere concesse più di due terzi delle ore richieste e disponibili della settimana; nel caso in cui le istanze per le stesse ore fossero più di due non possono essere concesse ad una società più della metà di tali ore. 5. Possono accedere all utilizzo degli spazi, di cui al presente articolo, anche le associazioni o gruppi anche amatoriali o singoli cittadini, che svolgono attività non agonistica, purché diano garanzie circa la qualificazione professionale degli istruttori e la copertura assicurativa degli iscritti sulle attività sportive o del tempo libero svolte. Si applicano anche a queste società o gruppi o singoli cittadini i criteri in precedenza stabiliti dal primo comma di questo articolo, fermo restando 8

9 il diritto di priorità, per l uso degli spazi o impianti suddetti da parte di società o associazioni, come sopra disciplinato al comma 3. ART. 9 - PROCEDIMENTI DI ASSEGNAZIONE DI IMPIANTI SPORTIVI 1. Le richieste di assegnazione a carattere continuativo o temporaneo devono essere indirizzate per iscritto all Ufficio competente, attendendosi alle istruzioni operative e utilizzando la modulistica all uopo predisposta dagli uffici stessi. 2. Le richieste a carattere continuativo vanno presentate entro il 30 maggio per l anno sportivo seguente. 3. Per l uso delle attrezzature, locali o impianti sportivi, in modo saltuario, gli interessati dovranno presentare all Ufficio competente domanda scritta almeno quindici giorni prima della data di inizio dell attività o manifestazione sportiva, salvo le richieste di patrocinio che dovranno pervenire almeno trenta giorni prima. Art OBBLIGHI DEGLI ASSEGNATARI DI IMPIANTI SPORTIVI 1. L accesso agli spazi sportivi comunali è consentito solo a coloro che devono svolgere l attività sportiva e/o ricreativa, iscritti alle associazioni assegnatarie, istruttori, accompagnatori, genitori di minori. L uso degli spazi è consentito solo per lo svolgimento delle attività autorizzate, previo il versamento di idonea cauzione a titolo di garanzia per il risarcimento di eventuali danni causati agli spazi in uso. 2. L Amministrazione Comunale si riserva di controllare senza preavviso il regolare utilizzo degli spazi assegnati. Qualora venga riscontrato un uso difforme da quello per cui la struttura è adibita, il Comune può revocare l assegnazione. 9

10 3. In occasione di incontri sportivi di campionato, con presenza di pubblico nei limiti consentiti dalle norme di pubblica sicurezza, rimane l obbligo dell associazione assegnataria di assicurare con propri mezzi il servizio d ordine e il divieto di accesso da parte dei non addetti al campo o spazio di gara, permanendo in ogni caso il divieto di fumare nelle palestre e nei corridoi. 4. Eventuali danni arrecati dal pubblico alle strutture saranno a carico dell associazione assegnataria. L Amministrazione Comunale potrà inoltre revocare la concessione d uso della stessa struttura danneggiata, fatto salvo il risarcimento del danno causato. 5. Alle società o Associazioni è affidata la cura, la pulizia e la manutenzione ordinaria dello spazio utilizzato nonché delle attrezzature in uso. 6. La società o Associazione sportiva, avvisata tempestivamente, dovrà mettere a disposizione del Comune l impianto o gli spazi che utilizza, qualora l Amministrazione Comunale lo richieda a fini istituzionali o per promuovere o patrocinare iniziative. 7. Le società e associazioni sportive per il tempo libero si impegnano a versare per la concessione dello spazio richiesto, la corrispondente tariffa oraria, secondo le aliquote previste per la copertura del corrispondente servizio a domanda individuale in sede di approvazione del Bilancio di Previsione. 8. Qualsiasi forma di pubblicità con relativi canoni di occupazione spazi ed aree pubbliche rimane comunque di competenza dell Amministrazione Comunale. ART. 11 NORME PARTICOLARI PER IL CAMPO DI CALCIO DI VIA I MAGGIO 1. L assegnazione dell impianto comunale di calcio di Via I maggio -1) campo di calcio regolamentare, 2) campetto per allenamenti- deve essere effettuata prioritariamente ai cittadini Segratesi - società, associazioni o gruppi - che svolgano le proprie attività sportive senza alcun fine 10

11 di lucro, per manifestazioni o iniziative, il cui presupposto è costituito da terreni di gioco ed infrastrutture adeguati. 2. La custodia, la manutenzione ordinaria e straordinaria dell impianto suddetto è a carico dell Amministrazione Comunale. Al custode è affidata la cura, la pulizia, la manutenzione dei terreni di gioco, delle attrezzature mobili ed immobili. 3. L impianto suddetto non può essere adibito a manifestazioni diverse dalla normale destinazione d uso, salvo casi particolari che non compromettano il terreno di gioco e le relative infrastrutture, e previa autorizzazione della Giunta Comunale. 4. L utilizzo ordinario della suddetta struttura è orario ed è concesso con provvedimento del Dirigente a società, associazioni o gruppi sportivi che svolgono attività agonistica, secondo i seguenti criteri di priorità: a. associazioni, società o gruppi sportivi con sede legale sul territorio di Segrate; b. associazioni, società o gruppi affiliati ad enti di promozione sportiva; c. categoria agonistica delle competizioni ufficiali in cui il gruppo è impegnato; d. numero di iscritti nelle squadre giovanili (fino ai 18 anni); e. ordine di precedenza delle domande. 5. La richiesta d uso del campo di calcio regolamentare, per lo svolgimento dell attività agonistica, deve essere presentata per iscritto corredata dalla copia dell avvenuta iscrizione al campionato da disputare, entro il 30 maggio per l anno sportivo seguente, secondo le istruzioni operative e la modulistica all uopo predisposta dagli uffici. 6. Vengono accettate annualmente, non più di due richieste che si alternino nell uso del campo regolamentare, previo versamento di idonea cauzione a titolo di garanzia per il risarcimento di eventuali danni causati alla struttura in uso. Le richieste di utilizzo del campetto per allenamenti 11

12 devono pervenire unitamente a quelle relative all uso del campo regolamentare per lo svolgimento dell attività agonistica. 7. Le istanze di utilizzo dell impianto di calcio da parte di associazioni o società di tipo amatoriale o ricreative, limitatamente ad un incontro, devono essere presentate per iscritto all ufficio competente, almeno 15 giorni prima della data fissata per l incontro stesso. Le richieste da parte delle società, gruppi o associazioni, per ottenere il patrocinio di partite o tornei di calcio con esclusione della quota d uso, devono pervenire all ufficio competente almeno 30 giorni prima della data fissata per la partita o l inizio del torneo. Ogni richiesta pervenuta oltre tali limiti non sarà tenuta in considerazione. Le richieste d uso per singoli incontri o tornei di calcio devono riferirsi al solo periodo, dal 15 aprile al 30 giugno, ad eccezione delle manifestazioni patrocinate dall Amministrazione Comunale; i singoli incontri, durante lo svolgimento del campionato, dovranno disputarsi il mercoledì o il giovedì; i tornei di calcio potranno svolgersi solo al termine del campionato ufficiale, se impegnano il campo per più di due giornate consecutive. La durata delle partite non può essere superiore alle ore 2.30 (due ore e trenta minuti), per un massimo di due partite per giornata, quando trattasi di tornei autorizzati. 8. L utilizzo del campetto per allenamento, nei limiti della disponibilità ed escluse le ore di svolgimento delle partite di campionato, è concesso a società, associazioni o gruppi sportivi che svolgono attività agonistica, secondo i seguenti criteri di priorità: a. associazioni, società o gruppi sportivi con sede legale sul territorio di Segrate; b. associazioni, società o gruppi affiliati ad enti di promozione sportiva; c. categoria agonistica delle competizioni ufficiali in cui il gruppo è impegnato; d. numero di iscritti nelle squadre giovanili (fino ai 18 anni); e. singoli cittadini; 12

13 f. ordine di precedenza delle domande. 9. Le richieste relative a partite di calcio amichevoli che coinvolgono squadre che militano in campionati di livello nazionale, devono essere presentate almeno 15 giorni prima della data fissata per l incontro e dovranno disputarsi nei giorni di mercoledì e giovedì, come previsto al precedente comma 7. Nel periodo dall 1 di ottobre al 15 aprile, il numero di tali incontri amichevoli non può superare il limite massimo di due per mese, distribuiti su settimane alterne. Le richieste relative agli allenamenti delle suddette squadre di calcio, possono essere accolte solo se relative al periodo successivo alla conclusione dei campionati ufficiali delle squadre già assegnatarie del campetto. 10. Le società, associazioni o gruppi sportivi e per il tempo libero si impegnano a versare per la concessione del campo richiesto, la corrispondente tariffa oraria fissati dalla Giunta Comunale e che dovrà assicurare il recupero dei costi di gestione almeno nel limite minimo del 50%. Si richiamano i divieti di cessione, subconcessione, sublocazione e subaffitto, come previsto al precedente art. 6, comma 4. ART DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI 1. Quanto previsto dal presente regolamento non si applica ai soggetti i cui rapporti siano già disciplinati da disposizioni di legge e di regolamento statali o regionali. 2. Il presente regolamento entra in vigore decorsi quindici giorni dalla data di esecutività della deliberazione di approvazione dello stesso. Dalla data di entrata in vigore del presente regolamento sono abrogati Il Regolamento per l uso delle strutture comunali, Il Regolamento per l utilizzo degli spazi e impianti sportivi per attività del tempo libero Il Regolamento per l uso dell Impianto di Calcio di Via I Maggio e successive modificazioni approvati rispettivamente con deliberazioni commissariali 118/1996, 117/1996 e 149/

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI COMUNE DI MARCIGNAGO (Prov. Pavia) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI Approvato con delibera C.C. n. 15 del 28.04.2011 Art. 1 Finalità Scopo del presente regolamento è quello di regolare

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI PREMESSA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI PREMESSA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI PREMESSA Scopo del presente regolamento è di favorire e promuovere l apertura delle palestre scolastiche comunali al

Dettagli

Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011. INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA

Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011. INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA Comune di Villasor Provincia di Cagliari Regolamento comunale per lo Sport Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011 INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA

Dettagli

18. L Accesso alla palestra è consentito solo a coloro che devono svolgere l attività sportiva e che sono iscritti alla Società richiedente.

18. L Accesso alla palestra è consentito solo a coloro che devono svolgere l attività sportiva e che sono iscritti alla Società richiedente. Premessa 5(*2/$0(1723(5/ 862'(//(3$/(675(6&2/$67,&+( 1. L Amministrazione Comunale, nel rispetto della legislazione vigente e dei criteri generali, determinati dal Consiglio Scolastico Provinciale con

Dettagli

COMUNE DI ISOLA D'ASTI PROVINCIA DI ASTI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCALI E IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE AD ENTI E ASSOCIAZIONI

COMUNE DI ISOLA D'ASTI PROVINCIA DI ASTI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCALI E IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE AD ENTI E ASSOCIAZIONI COMUNE DI ISOLA D'ASTI PROVINCIA DI ASTI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCALI E IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE AD ENTI E ASSOCIAZIONI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 38 DEL

Dettagli

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO ART. 1 - OGGETTO E FINALITA 1. Il presente Regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO AD ENTI ED ASSOCIAZIONI DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO AD ENTI ED ASSOCIAZIONI DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI OULX REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO AD ENTI ED ASSOCIAZIONI DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE approvato con deliberazione C.C. n. 48 del 17.11.1997 modificato con deliberazione C.C. n.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 14.9.2006 INDICE DEGLI

Dettagli

COMUNE DI SERRA PEDACE (Provincia di Cosenza)

COMUNE DI SERRA PEDACE (Provincia di Cosenza) COMUNE DI SERRA PEDACE (Provincia di Cosenza) Arrea Tecnica Via Roma, 126 87050 Serra Pedace ( CS) REGOLAMENTO Per la locazione e la concessione in uso degli immobili comunali.- (Approvato con deliberazione

Dettagli

Regolamento per la disciplina delle modalità di affidamento, gestione ed utilizzazione degli impianti sportivi comunali

Regolamento per la disciplina delle modalità di affidamento, gestione ed utilizzazione degli impianti sportivi comunali Comune di Oderzo Città archeologica Regolamento per la disciplina delle modalità di affidamento, gestione ed utilizzazione degli impianti sportivi comunali APPROVATO CON DELIBERA CONSILIARE - N 61 del

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA.

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA. DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA. Art. 1 Oggetto del Disciplinare Il presente disciplinare regola l uso dei locali di proprietà

Dettagli

COMUNE DI LAGONEGRO BOZZA DI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D'USO DEL PALAZZO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI LAGONEGRO BOZZA DI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D'USO DEL PALAZZO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI LAGONEGRO BOZZA DI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D'USO DEL PALAZZO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE ART. 1 FINALITÀ ART. 2 DEFINIZIONE DEGLI AMBIENTI ART. 3 DESTINATARI DEI LOCALI ART. 4 COMODATO

Dettagli

Comune di Casorate Primo REGOLAMENTO D USO DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE E DELLE STRUTTURE ED ATTREZZATURE SCOLASTICHE

Comune di Casorate Primo REGOLAMENTO D USO DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE E DELLE STRUTTURE ED ATTREZZATURE SCOLASTICHE Comune di Casorate Primo REGOLAMENTO D USO DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE E DELLE STRUTTURE ED ATTREZZATURE SCOLASTICHE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n 15 del 3.5.2011 TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 41 DEL 12.05.2005 FINALITA ART. 1 Il presente regolamento viene emanato in esecuzione di

Dettagli

Allegato A Regolamento per la concessione e l utilizzo delle palestre scolastiche. PREMESSA

Allegato A Regolamento per la concessione e l utilizzo delle palestre scolastiche. PREMESSA Allegato A Regolamento per la concessione e l utilizzo delle palestre scolastiche. PREMESSA Scopo del presente regolamento è di favorire e promuovere l apertura delle palestre scolastiche comunali al territorio

Dettagli

DISCIPLINARE PER L USO IN CONCESSIONE DELLE PALESTRE PROVINCIALI DI PADOVA PER ATTIVITA SPORTIVE IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO ANNO 2014/2015 1 -

DISCIPLINARE PER L USO IN CONCESSIONE DELLE PALESTRE PROVINCIALI DI PADOVA PER ATTIVITA SPORTIVE IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO ANNO 2014/2015 1 - DISCIPLINARE PER L USO IN CONCESSIONE DELLE PALESTRE PROVINCIALI DI PADOVA PER ATTIVITA SPORTIVE IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO ANNO 2014/2015 1 - Finalità Scopo del presente disciplinare è quello di regolamentare

Dettagli

Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE.

Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE. Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE. INDICE TITOLO I ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI art. 1 Finalità

Dettagli

Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO. Provincia di Trento

Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO. Provincia di Trento Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO Provincia di Trento REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DI SALE E STRUTTURE COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

CITTA DI VIGEVANO. Regolamento per l assegnazione di beni immobili di proprietà del Comune di Vigevano

CITTA DI VIGEVANO. Regolamento per l assegnazione di beni immobili di proprietà del Comune di Vigevano CITTA DI VIGEVANO Regolamento per l assegnazione di beni immobili di proprietà del Comune di Vigevano Approvato con Deliberazione di C.C. n. 9 dell11/02/2010 Regolamento per l assegnazione di beni immobili

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DELLE STRUTTURE E PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI PER FINI SPORTIVI E CULTURALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DELLE STRUTTURE E PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI PER FINI SPORTIVI E CULTURALI C i t t à d i B a c o l i (Prov. di Napoli) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DELLE STRUTTURE E PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI PER FINI SPORTIVI E CULTURALI I N D I C E PREMESSA...3 ART.

Dettagli

CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA

CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA Regolamento per la concessione in uso delle palestre coperte e degli spazi aperti adibiti ad attività sportive annessi alle scuole cittadine di proprietà comunale CITTA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE IN ORARIO EXTRASCOLASTICO COMUNE DI CALCINAIA (Provincia di Pisa) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE IN ORARIO EXTRASCOLASTICO Art. 1 Oggetto Art. 2 Gestione diretta degli spazi Art. 3 Individuazione società

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DA PARTE DELLE ASSOCIAZIONI DEI LOCALI DELL EX MAGAZZINO IDRAULICO

REGOLAMENTO PER L USO DA PARTE DELLE ASSOCIAZIONI DEI LOCALI DELL EX MAGAZZINO IDRAULICO COMUNE DI VILLANOVA MARCHESANA Provincia di Rovigo Piazza Marconi, 2 45030 Villanova Marchesana (RO) REGOLAMENTO PER L USO DA PARTE DELLE ASSOCIAZIONI DEI LOCALI DELL EX MAGAZZINO IDRAULICO CENTRO RICREATIVO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA VALORIZZAZIONE DEI RAPPORTI CON LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO SENZA FINI DI LUCRO.

REGOLAMENTO PER LA VALORIZZAZIONE DEI RAPPORTI CON LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO SENZA FINI DI LUCRO. REGOLAMENTO PER LA VALORIZZAZIONE DEI RAPPORTI CON LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO SENZA FINI DI LUCRO. CAPO 1 ALBO DELLE ASSOCIAZIONI Art. 1 Istituzione dell albo comunale delle Associazioni 1. E istituito

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINANTE LA CONCESSIONE DI LOCALI E STRUTTURE FISSE DI PROPRIETA DEL COMUNE AD ENTI ED ASSOCIAZIONI COMUNE DI NORMA

REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINANTE LA CONCESSIONE DI LOCALI E STRUTTURE FISSE DI PROPRIETA DEL COMUNE AD ENTI ED ASSOCIAZIONI COMUNE DI NORMA REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINANTE LA CONCESSIONE DI LOCALI E STRUTTURE FISSE DI PROPRIETA DEL COMUNE AD ENTI ED ASSOCIAZIONI COMUNE DI NORMA Art. 1. OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente Regolamento,

Dettagli

PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL USO TEMPORANEO DI IMMOBILI DEL PATRIMONIO O DI COMPETENZA PROVINCIALE ART.

PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL USO TEMPORANEO DI IMMOBILI DEL PATRIMONIO O DI COMPETENZA PROVINCIALE ART. PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELL USO TEMPORANEO DI IMMOBILI DEL PATRIMONIO O DI COMPETENZA PROVINCIALE ART. 1 Il presente Regolamento disciplina l uso temporaneo da parte di soggetti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI COMUNALI DESTINATI AD ATTIVITA SPORTIVE RICREATIVE E CULTURALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI COMUNALI DESTINATI AD ATTIVITA SPORTIVE RICREATIVE E CULTURALI COMUNE DI BASTIDA PANCARANA (Provincia di Pavia) C.F. 86001910180 Partita IVA 00488500182 Telefono 0383 85002 fax 0383 895700 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI COMUNALI DESTINATI AD ATTIVITA SPORTIVE

Dettagli

PER L USO TEMPORANEO DELLE SALE COMUNALI

PER L USO TEMPORANEO DELLE SALE COMUNALI REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO TEMPORANEO DELLE SALE COMUNALI (Approvato con deliberazione consiliare n. 71/28.11.2006) Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina l uso temporaneo di tutte le

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA PROVINCIA DI ANCONA

COMUNE DI SENIGALLIA PROVINCIA DI ANCONA COMUNE DI SENIGALLIA PROVINCIA DI ANCONA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE AD ASSOCIAZIONI SENZA SCOPO DI LUCRO DI BENI IMMOBILI PER IL CONSEGUIMENTO DEI PROPRI SCOPI STATUTARI INDICE Articolo 1 - Scopi del

Dettagli

BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA

BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA DELL ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO CALATA DARSENA - GENOVA 1. Oggetto e finalità utilizzo palestra scolastica. a)

Dettagli

COMUNE DI SAGRADO Provincia di Gorizia

COMUNE DI SAGRADO Provincia di Gorizia COMUNE DI SAGRADO Provincia di Gorizia REGOLAMENTO D USO DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE Approvato con deliberazione consiliare n. 43 del 27.10.2008. - 1 - Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente Regolamento

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E CULTURALI. (Approvato con Deliberazione di C.C. n. del ) 1 INDICE

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA DELLE SCUOLE MEDIE DELL ISTITUTO O. ORSINI IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO

BANDO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA DELLE SCUOLE MEDIE DELL ISTITUTO O. ORSINI IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO BANDO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA DELLE SCUOLE MEDIE DELL ISTITUTO O. ORSINI IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO Art. 1 SOGGETTI AMMESSI a) Fatto salvo il diritto di priorità all utilizzo della Palestra

Dettagli

C o m u n e d i Q U A R T REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRE COMUNALI

C o m u n e d i Q U A R T REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRE COMUNALI Approvato con delibera della Giunta comunale n. 100 del 3 dicembre 2010 avente ad oggetto Regolamento per l utilizzo delle palestre comunali: approvazione. SOMMARIO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Articolo 1 Oggetto del Regolamento. 1. Il presente Regolamento disciplina l uso dei seguenti impianti sportivi comunali: - Palestra della Scuola

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE DI AZZANELLO DI PASIANO DI PORDENONE. ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento.

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE DI AZZANELLO DI PASIANO DI PORDENONE. ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento. REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE DI AZZANELLO DI PASIANO DI PORDENONE ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento Il Centro socio-culturale di Azzanello di Pasiano di Pordenone (di seguito nominato

Dettagli

CITTA DI CAMPI SALENTINA Provincia di Lecce APPROVATO NELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 30/11/2010 CON ATTO N. 73

CITTA DI CAMPI SALENTINA Provincia di Lecce APPROVATO NELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 30/11/2010 CON ATTO N. 73 CITTA DI CAMPI SALENTINA Provincia di Lecce APPROVATO NELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 30/11/2010 CON ATTO N. 73 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO.pag 3 Art. 2 INDIVIDUAZIONE DEGLI IMMOBILI.. pag. 3 Art. 3 UTILIZZO DEGLI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE 82 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELL AUDITORIUM DEL CENTRO RISORSE EDUCATIVE ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 179/75 PROP.DEL. NELLA SEDUTA DEL 09/10/2006 CRITERI DI UTILIZZO

Dettagli

COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO Allegato sub B) alla deliberazione C.C. n. 24 in data del 26.07.2011 COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO DELLE ASSOCIAZIONI E PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE.

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE. COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE. PREMESSA Scopo del presente regolamento è di favorire e promuovere l apertura delle

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE Art. 1. PRINCIPI GENERALI E FINALITA 1) Il presente regolamento ha lo scopo di salvaguardare le strutture e identificare chiaramente le modalità per l utilizzo

Dettagli

CITTA DI GALLIATE. Provincia di Novara REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE PALESTRE DI VIA MAZZINI E DI VIA CUSTOZA

CITTA DI GALLIATE. Provincia di Novara REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE PALESTRE DI VIA MAZZINI E DI VIA CUSTOZA CITTA DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE PALESTRE DI VIA MAZZINI E DI VIA CUSTOZA Approvato con deliberazione C.C. n 4 del 16/02/2010 NORME GENERALI ART.

Dettagli

COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE

COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE Il Comune di Tarzo, in esecuzione della delibera consiliare n.10 del 18.4.2013,

Dettagli

COMUNE DI TORRE SANTA SUSANNA

COMUNE DI TORRE SANTA SUSANNA REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURE SPORTIVE COMUNALI Approvato con Delibera di Giunta Comunale n 19 del 7.03.2006. 1 SOMMARIO Art. 1 Finalità. Pag.3 Art. 2 Titolari delle concessioni temporanee.. Pag. 3 Art.

Dettagli

COMUNE DI BORDIGHERA A) ASSEGNAZIONE IN USO DI IMPIANTO SPORTIVO E LOCALI ALL INTERNO DI IMPIANTO SPORTIVO PROCEDURA SELETTIVA

COMUNE DI BORDIGHERA A) ASSEGNAZIONE IN USO DI IMPIANTO SPORTIVO E LOCALI ALL INTERNO DI IMPIANTO SPORTIVO PROCEDURA SELETTIVA COMUNE DI BORDIGHERA A) ASSEGNAZIONE IN USO DI IMPIANTO SPORTIVO E LOCALI ALL INTERNO DI IMPIANTO SPORTIVO PROCEDURA SELETTIVA Il Comune di Bordighera (IM) Via XX Settembre, 32 18012 Bordighera (IM) codice

Dettagli

DISCIPLINARE PER L USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE E COMUNALI NONCHE PER L ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI ACQUA PRESSO LE PISCINE COMUNALI DEL BERNINO.

DISCIPLINARE PER L USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE E COMUNALI NONCHE PER L ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI ACQUA PRESSO LE PISCINE COMUNALI DEL BERNINO. DISCIPLINARE PER L USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE E COMUNALI NONCHE PER L ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI ACQUA PRESSO LE PISCINE COMUNALI DEL BERNINO. ARTICOLO 1 (OGGETTO E FINALITA ) Il presente disciplinare

Dettagli

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA POLIVALENTE PALAINCONTRO IN VIA A. MORO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 16 del 21.06.2007

Dettagli

COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA (Provincia di Reggio Emilia)

COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA (Provincia di Reggio Emilia) COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO PER LA TENUTA DEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE (Art. 5 L.R. 9 dicembre 2002, n 34) Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA PALESTRA SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA PALESTRA SCOLASTICA COMUNE DI PATU Provincia di Lecce - Regolamento Comunale REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L UTILIZZO DELLA PALESTRA SCOLASTICA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 12/03/2014 PREMESSA

Dettagli

PROVINCIA DI ORISTANO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE

PROVINCIA DI ORISTANO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE PROVINCIA DI ORISTANO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE Approvato con delibera C.P. n. l5 del 25 marzo 2003 ARTICOLO 1 1. ll presente regolamento disciplina l uso, in orario

Dettagli

COMUNE DI CARPINETI (Provincia di Reggio Emilia) ISTITUZIONE E REGOLAMENTO (Legge Regionale n. 34 del 9 dicembre 2002 e smi)

COMUNE DI CARPINETI (Provincia di Reggio Emilia) ISTITUZIONE E REGOLAMENTO (Legge Regionale n. 34 del 9 dicembre 2002 e smi) COMUNE DI CARPINETI (Provincia di Reggio Emilia) REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE ISTITUZIONE E REGOLAMENTO (Legge Regionale n. 34 del 9 dicembre 2002 e smi) CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA PALESTRA COMUNALE DI MASER

REGOLAMENTO DELLA PALESTRA COMUNALE DI MASER REGOLAMENTO DELLA PALESTRA COMUNALE DI MASER Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 25 in data 31 agosto 2015 ART.1 - OGGETTO 1. li presente regolamento disciplina l'uso della PALESTRA COMUNALE,

Dettagli

PROVINCIA DI TARANTO

PROVINCIA DI TARANTO PROVINCIA DI TARANTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED ATTREZZATURE SCOLASTICHE DI COMPETENZA DELLA PROVINCIA DI TARANTO Art. 1 I Consigli d istituto sono tenuti, per legge, alla programmazione

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE E PER UTILIZZO PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE E PER UTILIZZO PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO CRITERI PER L ASSEGNAZIONE E PER UTILIZZO PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO ARTICOLO 1 SCOPO DEI CRITERI Scopo dei presenti criteri è quello di regolare l attività ginnico sportiva

Dettagli

COMUNE DI OLIVETO LARIO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L USO DELLE SALE, DEI LOCALI E DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE

COMUNE DI OLIVETO LARIO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L USO DELLE SALE, DEI LOCALI E DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI OLIVETO LARIO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L USO DELLE SALE, DEI LOCALI E DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 5 del 05/03/2010 ART.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELLE SALE CIVICHE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELLE SALE CIVICHE COMUNALI Via Vittorio Emanuele II n.1 20039 Varedo (MI) tel. 0362.5871 fax 0362.544540 - c.f. 00841910151 - p.i. 00696980960 REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELLE SALE CIVICHE COMUNALI 1 CAPO I - PRINCIPI Art. 1 - INDIVIDUAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA TENUTA DEL REGISTRO COMUNALE DI PROMOZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA TENUTA DEL REGISTRO COMUNALE DI PROMOZIONE SOCIALE Città di Minerbio Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA TENUTA DEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAIZONI DI PROMOZIONE SOCIALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 14 del 30/03/2009 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO GENERALE PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI REGOLAMENTO GENERALE PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 135 del 29.09.2003, circa : Nuovo Regolamento generale per l utilizzo degli impianti

Dettagli

COMUNE DI MONTE ARGENTARIO Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO E LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

COMUNE DI MONTE ARGENTARIO Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO E LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI MONTE ARGENTARIO Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO E LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Delib. C.C. n.60 del 26-09-2005 Mod. delib. C.C. n.57 del 27-9-2006

Dettagli

COMUNE DI CALANNA Provincia di Reggio Calabria

COMUNE DI CALANNA Provincia di Reggio Calabria COMUNE DI CALANNA Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA CONCESSIONE DEI BENI IMMOBILI DI PROPRIETÀ Approvato con Deliberazione del Consiglio comunale n 21 del 28/10/2011 INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO PALESTRA COMUNALE POLIVALENTE VIA BERLINGUER

REGOLAMENTO PALESTRA COMUNALE POLIVALENTE VIA BERLINGUER COMUNE DI S. AGATA SUL SANTERNO Provincia di Ravenna REGOLAMENTO PALESTRA COMUNALE POLIVALENTE VIA BERLINGUER Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 44 del 11 Settembre 1995 Angela\Regolamenti\Palestra

Dettagli

COMUNE DI MASSA Settore Pubblica Istruzione e Sport

COMUNE DI MASSA Settore Pubblica Istruzione e Sport COMUNE DI MASSA Settore Pubblica Istruzione e Sport BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI SPAZI NELLE PALESTRE COMUNALI E PROVINCIALI UBICATE NEL COMUNE DI MASSA. STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 1. Oggetto del bando

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI SPAZI ALLE ASSOCIAZIONI PER SEDI O PER LO SVOLGIMENTO DELLA PROPRIA ATTIVITA Approvato con Deliberazione

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari Tel.080/5548739 Fax 080/5548742 E-Mail: baps060001@istruzione.it - C.F.80016760722 PREMESSO Che l art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI COMUNE DI MOGGIO UDINESE Provincia di Udine P.ZZA UFFICI, 1 C.F. 8400 1550 304 TEL. 0433 / 51177-51877-51888 www.comune.moggioudinese.ud.it medaglia d'oro al valore civile C.A.P. 33015 P. I.V.A. 01 134

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI PUBBLICI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI PUBBLICI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI PUBBLICI 1 Art. 1 - Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento detta i principi e disciplina le modalità e le procedure per la gestione degli impianti

Dettagli

TITOLO III IMMOBILI PER ATTIVITA NEL CAMPO DEL VOLONTARIATO, DELL ASSOCIAZIONISMO E DELLA COOPERAZIONE SOCIALE...4

TITOLO III IMMOBILI PER ATTIVITA NEL CAMPO DEL VOLONTARIATO, DELL ASSOCIAZIONISMO E DELLA COOPERAZIONE SOCIALE...4 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL AFFIDAMENTO DI BENI IMMOBILI A TERZI TITOLO I - PRINCIPI GENERALI...2 Art. 1 - Tipologia dei beni immobili assegnabili in uso a terzi...2 Art. 2 - Forme giuridiche di

Dettagli

COMUNE DI SALZANO Provincia di Venezia. AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DA CALCIO CON RELATIVI ANNESSI (triennio 2014 2017)

COMUNE DI SALZANO Provincia di Venezia. AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DA CALCIO CON RELATIVI ANNESSI (triennio 2014 2017) COMUNE DI SALZANO Provincia di Venezia AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DA CALCIO CON RELATIVI ANNESSI (triennio 2014 2017) FOGLIO CONDIZIONI ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE Il Comune

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI 1 INDICE GENERALE: Art. 1 OGGETTO DEL DISCIPLINARE Art. 2 STRUTTURE Art. 3 SOGGETTI Art. 4 RICHIESTA

Dettagli

Comune di Desenzano del Garda

Comune di Desenzano del Garda Comune di Desenzano del Garda REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI, AUSILI FINANZIARI, NONCHÉ DI BENI IMMOBILI AD ENTI, ASSOCIAZIONI OD ALTRI ORGANISMI PRIVATI Approvato con

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso

COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso COMUNE DI TARZO Provincia di Treviso BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEI CAMPI DA CALCIO (CIG. 5088440984) Il Comune di Tarzo, in esecuzione della delibera consiliare n.11

Dettagli

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE D UTILIZZO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE D UTILIZZO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE COMUNE DI FARRA DI SOLIGO Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE D UTILIZZO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE PALESTRA DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PALESTRA DELLA SCUOLA PRIMARIA DI FARRA

Dettagli

COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO

COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 16

Dettagli

Comune di San Giorgio a Cremano

Comune di San Giorgio a Cremano Allegato delibera di C.C. n. 151 del 20/11/13 Il Segretario Generale F.to Dr. Pasquale Incarnato Comune di San Giorgio a Cremano REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRE E LOCALI SCOLASTICI Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI ACCETTURA Provincia di Matera UFFICIO SEGRETERIA

COMUNE DI ACCETTURA Provincia di Matera UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Art. 1 Oggetto e finalità Il presente regolamento disciplina l uso e la gestione degli impianti sportivi e del tempo libero ad uso pubblico di proprietà

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE TITOLO I INTERVENTI IN FAVORE DELLE ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE TITOLO I INTERVENTI IN FAVORE DELLE ASSOCIAZIONI INDICE TITOLO I INTERVENTI IN FAVORE DELLE ASSOCIAZIONI 2 ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO 2 ART. 2 - PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE 2 ART. 3 - FORME DI VALORIZZAZIONE 2 ART.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNE DI CORDOVADO Provincia di Pordenone Area Segreteria Area Segreteria/Istruzione/Cultura/Sport Tel 0434/68075 Fax 0434/68319 P.zza Cecchini 24 33073 Cordovado C.F. 80005330933 P. IVA 00410680938 www.comune.cordovado.pn.it

Dettagli

COMUNE DI PORTOSCUSO PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS CONCESSIONE IN USO LOCALI E ATTREZZATURE DI PROPRIETÀ' DEL COMUNE DISCIPLINARE

COMUNE DI PORTOSCUSO PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS CONCESSIONE IN USO LOCALI E ATTREZZATURE DI PROPRIETÀ' DEL COMUNE DISCIPLINARE COMUNE DI PORTOSCUSO PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS CONCESSIONE IN USO LOCALI E ATTREZZATURE DI PROPRIETÀ' DEL COMUNE DISCIPLINARE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 59 del 28.09.2012

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZAZIONE BENI IMMOBILI TERRENI E FABBRICATI DI PROPRIETA COMUNALE

REGOLAMENTO UTILIZZAZIONE BENI IMMOBILI TERRENI E FABBRICATI DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI BARI REGOLAMENTO UTILIZZAZIONE BENI IMMOBILI TERRENI E FABBRICATI DI PROPRIETA COMUNALE - 1 - Articolo 1 Finalità ed ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina l uso dei beni immobili

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI (Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 20/05/2015) Art. 1 Individuazione dei locali L Amministrazione Comunale,

Dettagli

COMUNE DI MASERADA SUL PIAVE Provincia di Treviso

COMUNE DI MASERADA SUL PIAVE Provincia di Treviso COMUNE DI MASERADA SUL PIAVE Provincia di Treviso Regolamento per utilizzo palestre scolastiche comunali in orario extrascolastico approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 13 del 30/04/2015 REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE SCOLASTICHE PER ATTIVITA SPORTIVE, IN ORARIO EXTRASCOLASTICO.

REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE SCOLASTICHE PER ATTIVITA SPORTIVE, IN ORARIO EXTRASCOLASTICO. Comune di Lecco REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE SCOLASTICHE PER ATTIVITA SPORTIVE, IN ORARIO EXTRASCOLASTICO. A) CRITERI PER LA CONCESSIONE 1) Gli edifici e le attrezzature scolastiche

Dettagli

Provincia di Prato. Regolamento per la disciplina della concessione di beni immobili a terzi

Provincia di Prato. Regolamento per la disciplina della concessione di beni immobili a terzi Provincia di Prato Regolamento per la disciplina della concessione di beni immobili a terzi Testo approvato con Deliberazione C.P. n. 71 del 14/12/2011 INDICE: Art. 1 - Tipologia dei beni immobili concedibili

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 14 DEL 2010

REGOLAMENTO PER GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 14 DEL 2010 REGOLAMENTO PER GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 14 DEL 2010 TITOLO I Art 1 Definizione di impianto sportivo comunale Si definiscono impianti sportivi comunali

Dettagli

COMUNE DI MONREALE REGOLAMENTO. per la CONCESSIONE e l UTILIZZO delle PALESTRE SCOLASTICHE

COMUNE DI MONREALE REGOLAMENTO. per la CONCESSIONE e l UTILIZZO delle PALESTRE SCOLASTICHE COMUNE DI MONREALE REGOLAMENTO per la CONCESSIONE e l UTILIZZO delle PALESTRE SCOLASTICHE PREMESSA Scopo del presente regolamento è di favorire e promuovere l apertura delle palestre scolastiche comunali

Dettagli

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Ufficio Segreteria

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Ufficio Segreteria COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA Ufficio Segreteria Via San Michele, 81 25074 Idro - tel. 036583136 fax. 0365823035 e-mail segreteria@comune.idro.bs.it REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO E LA GESTIONE DEGLI

Dettagli

COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI DI PROPRIETÀ COMUNALE

COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI DI PROPRIETÀ COMUNALE COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI DI PROPRIETÀ COMUNALE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI DI PROPRIETÀ COMUNALE ART. 1 - Ambito di applicazione 1. Il presente

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE GENTILESCHI Via Nuova Agnano, 30 80125 Napoli Tel/fax 0817624019 sito web: www.istitutosuperioregentileschi.it

ISTITUTO SUPERIORE GENTILESCHI Via Nuova Agnano, 30 80125 Napoli Tel/fax 0817624019 sito web: www.istitutosuperioregentileschi.it Prot. 7193 del 28/10/2014 A TUTTA L UTENZA - AL SITO WEB P.C. ALLA PROVINCIA DI NAPOLI BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA dell ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI. ART. 1 - CAMPO DI APPLICAZIONE - Il presente regolamento disciplina l uso dei seguenti immobili di proprietà comunale:

Dettagli

COMUNE DI PONZANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO ACCESSO E USO PALESTRE SCOLASTICHE REGOLAMENTO

COMUNE DI PONZANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO ACCESSO E USO PALESTRE SCOLASTICHE REGOLAMENTO COMUNE DI PONZANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO ACCESSO E USO PALESTRE SCOLASTICHE REGOLAMENTO (Approvato con deliberazione del C.C. n. 43 del 09.06.1992) Art. 1 Le palestre scolastiche sono patrimonio dell

Dettagli

COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT

COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 64 del 20 nov. 2014 Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Città di Ozieri Provincia di Sassari REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI (Approvato con Deliberazione del C.C. n. 58 del 12.11.2008, Integrato con Deliberazione del C.C. n. 7 del 30.01.2014

Dettagli

CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DEGLI SPAZI PUBBLICI ATTREZZATI PER LO SPORT

CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DEGLI SPAZI PUBBLICI ATTREZZATI PER LO SPORT CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DEGLI SPAZI PUBBLICI ATTREZZATI PER LO SPORT ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 192 DEL 29 LUGLIO 1993 MODIFICATO

Dettagli

(approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010)

(approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010) COMUNE DI CASTELLINA MARITTIMA PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DEI LOCALI E DELLE STRUTTURE COMUNALI (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO E PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI ED VANTAGGI ECONOMICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO E PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI ED VANTAGGI ECONOMICI ALLEGATO A) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO E PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI ED VANTAGGI ECONOMICI AD ASSOCIAZIONI E ENTI AI SENSI DELL ART.12 L.241/1990. Sommario Sommario...2 TITOLO I

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI LENDINARESI DI PROPRIETA COMUNALE

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI LENDINARESI DI PROPRIETA COMUNALE REGOLAMENTO PER L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI LENDINARESI DI PROPRIETA COMUNALE Adottato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 31 del 28 GIUGNO 2010 Esecutivo il 16.07.2010 REGOLAMENTO PER L USO DEGLI

Dettagli

REGOLAMENTO VILLA SORAGNA CENTRO CIVICO - CULTURALE -

REGOLAMENTO VILLA SORAGNA CENTRO CIVICO - CULTURALE - 1 Allegato alla delibera Consiglio Comunale n. 7 del 5.03.1999 Modificata deliberazione di G.C. n.227 del 12/10/99 all'art.8 REGOLAMENTO VILLA SORAGNA CENTRO CIVICO - CULTURALE - ART. 1 - FINALITA L Amministrazione,

Dettagli

COMUNE DI OCCHIEPPO INFERIORE Provincia di Biella REGOLAMENTO GENERALE PER LA CONCESSIONE DI IMMOBILI COMUNALI IN USO AD ENTI E ASSOCIAZIONI

COMUNE DI OCCHIEPPO INFERIORE Provincia di Biella REGOLAMENTO GENERALE PER LA CONCESSIONE DI IMMOBILI COMUNALI IN USO AD ENTI E ASSOCIAZIONI COMUNE DI OCCHIEPPO INFERIORE Provincia di Biella REGOLAMENTO GENERALE PER LA CONCESSIONE DI IMMOBILI COMUNALI IN USO AD ENTI E ASSOCIAZIONI Adottato con verbale di deliberazione di C.C. N. 5 del 14 marzo

Dettagli