CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA"

Transcript

1 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 6 Circolo - R. GIRONDI Via Zanardelli, BARLETTA (BA) - Tel Fax E mail: Cod. Mecc. BAEE06400R Cod. Fisc CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA 1

2 CHI SIAMO Il nostro Circolo comprende le seguenti scuole primarie: Plesso Via Zanardelli tel. 0883/ Codice Mecc. BAEE06403X Plesso Padre Raffaele Dibari tel. 0883/ Codice Mecc. BAEE06401T E le seguenti scuole dell Infanzia: Plesso Collodi tel. 0883/ Codice Mecc. BAAA06403P Plesso Padre Raffaele Dibari tel. 0883/ Codice Mecc. BAAA06404Q La Direzione Didattica ha sede presso il plesso di Via Zanardelli n 29. 2

3 CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA RAFFAELE GIRONDI 6 CIRCOLO BARLETTA PREMESSA La carta dei servizi è un documento pubblico, in cui sono contenuti: i principi fondamentali a cui si ispira; i fattori di qualità che rendono il servizio soddisfacente; gli obiettivi ai quali dovranno tendere le proposte; gli strumenti per valutare l attività svolta a mettere in atto azioni migliorative ed eventuali correttivi; i mezzi messi a disposizione degli utenti per segnalare eventuali disfunzioni e per effettuare proposte di miglioramento; La carta dei servizi nasce in seguito alla L. 241/90 Legge sulla trasparenza che garantisce il diritto di accesso agli atti amministrativi e detta norme di celerità, efficienza ed efficacia nell erogazione dei servizi pubblici. Infine la Legge 273/95 obbliga gli Enti erogatori di servizi pubblici di adottare una propria Carta. Lo schema di riferimento della carta della scuola pubblica nella G.U. del 15/06/1996 presenta cinque parti precedute da una premessa. La Carta dei servizi della scuola ha come fonte d ispirazione gli articoli della Costituzione e cioè: 1. Uguaglianza: La scuola si impegna a perseguire il diritto allo studio nel rispetto e nella valorizzazione delle diversità individuali, sociali e culturali di ciascun bambino senza discriminazione di sesso, razza, etnia, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni psicofisiche e socio-economiche; 2. Imparzialità e regolarità: I soggetti che operano a vario titolo nella scuola agiscono secondo i criteri di obiettività e equità. La scuola, nell ambito delle proprie competenze si impegna ad assicurare la regolarità e la continuità del servizio delle attività educative. In caso di funzionamento irregolare, di interruzione o sospensione del servizio per motivi imprevisti, la scuola adotta misure volte ad arrecare agli utenti il minor disagio possibile. In caso di sciopero si adottano le procedure previste dalle norme vigenti in materia. 3

4 3. Accoglienza e integrazione: La scuola si impegna a favorire l accoglienza degli alunni, il loro inserimento e la loro integrazione, specie nelle classi iniziali, per gli alunni in situazione di handicap, di svantaggi e per gli stranieri. 4. Diritto di scelta, obbligo scolastico e di frequenza: La famiglia ha il diritto di scegliere tra le scuole che operano nel territorio del Circolo o fuori dal Circolo. In caso di eccedenza di domande vale la territorialità (residenza, domicilio, sede di lavoro dei familiari). Inoltre l obbligo scolastico, la regolarità della frequenza vengono assicurati con interventi di prevenzione e controllo dell evasione e della dispersione scolastica da parte di tutte le istituzioni coinvolte, che collaborano tra loro in modo funzionale e organico. 5. Partecipazione efficienza e trasparenza: La scuola, per favorire la realizzazione dei contenuti della presente carta, promuove la partecipazione e la collaborazione di tutte le componenti. Essa, nel determinare le scelte organizzative (ad es. orario delle attività, orario dei servizi amministrativi), si ispira ai criteri di efficienza e flessibilità per snellire le procedure scolastiche. 6. Libertà di insegnamento ed aggiornamento del personale: I docenti svolgono la loro funzione nell ambito della libertà di insegnamento e della autonomia professionale loro riconosciuta dalla norma. Gli insegnanti, per dare intenzionalità alla propria zione e adeguare i Programmi dell 85 alle esigenze educative degli alunni, procedono, individualmente e collegialmente, alla elaborazione della Programmazione. Il personale scolastico si impegna a migliorare la propria professionalità attraverso la partecipazione ad attività di formazione e di aggiornamento deliberate dai componenti organi collegiali. 4

5 IDENTITA STRUTTURALE DEL CIRCOLO SCUOLA PRIMARIA Plesso Via Zanardelli classi n 19 Tot. Alunni n 407 Plesso Padre Raffaele Dibari classi n 15 Tot. Alunni n 318 SCUOLA DELL INFANZIA Plesso Collodi sezioni n 03 Tot. Alunni n 84 Plesso Padre Raffaele Dibari sezioni n 07 Tot. Alunni n 196 I due plessi di scuola primaria sono di recente costruzione e dotati di spazi sufficienti e funzionali all attività didattica che viene supportata da un équipe medico-psico-pedagogica messa a disposizione dalla A.S.L. BAT. L équipe in parola, oltre ad assicurare i servizi di medicina scolastica, collabora con l Ufficio di Direzione e con i docenti per quanto riguarda le problematiche inerenti gli alunni diversamente abili e svantaggiati. 5

6 AREA DIDATTICA 1. RISPETTO DELLE FINALITA ISTITUZIONALI Il Piano dell Offerta Formativa che la scuola promuove deve rifarsi ed essere coerente con le Indicazioni Nazionali nel rispetto degli obiettivi educativi da quest ultimi indicati e garantire la qualità delle attività educative adeguandole alle esigenze culturali e formative degli alunni. Un attenta analisi della situazione iniziale dell utenza sarà il punto di partenza dell iter didattico. Durante il corso dell anno scolastico attraverso osservazioni sistematiche e verifiche periodiche gli insegnanti regoleranno la programmazione didattica apportando modificazioni o integrazioni che risultino opportune al fine di personalizzare i percorsi di insegnamento/apprendimento. 2. CLIMA POSITIVO E BENESSERE A SCUOLA. I valori etici e culturali che stanno alla base della vita quotidiana della scuola sono i seguenti: parità di opportunità formative senza distinzione di sesso, razza, religione, handicap, condizione socio-culturale; accettazione e comprensione delle diverse culture e religioni; progressiva responsabilizzazione; autonomia; capacità di assumere iniziative; fiducia in se stessi; interesse e motivazione ad apprendere; cooperazione nell apprendere; benessere psicofisico. I rapporti fra tutti gli operatori che agiscono nella scuola sono improntati alla correttezza e alla coerenza con i valori indicati. Gli insegnanti si impegnano a rispondere in modo adeguato alle esigenze, alle richieste e alle aspettative degli alunni. 6

7 3. PARTECIPAZIONE E COINVOLGIMENTO DELLE FAMIGLIE. Gli insegnanti assicurano un costante rapporto con le famiglie: assemblee di sezione, di classe e di interclasse/intersezione; consigli di interclasse tra docenti genitori; colloqui periodici; colloqui individuali su richiesta delle famiglie e dei docenti. Tali incontri si svolgono in orari che favoriscono la più ampia partecipazione delle famiglie. Le modalità e i criteri per assicurare un efficace rapporto con le famiglie sono stabilite dal Consiglio di Circolo, sulla base delle proposte del Collegio dei Docenti. Tale delibera viene adeguatamente pubblicizzata ai genitori degli alunni illustrandola nel corso della prima assemblea e con l affissione all albo dei plessi. 4. CONTINUITA. Al fine di promuovere un armonico sviluppo della personalità degli alunni, la scuola assicura la continuità del processo educativo attraverso una pluralità di iniziative. In collaborazione tra le scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado del territorio sono previsti: lo scambio di informazioni sugli alunni e sulle precedenti esperienze scolastiche; l attività di progetti di inserimento-accoglienza per i nuovi alunni iscritti; momenti di raccordo pedagogico per la formulazione di schede di ingresso oggettive valide per tutti gli alunni utilizzando anche le informazioni delle famiglie; il confronto fra i docenti per armonizzare i contenuti e i metodi di insegnamento con uno sforzo equilibrato verso i due ordini di scuola; stesura e svolgimento di unità didattiche che vedono coinvolti gruppi di alunni e insegnanti di scuole di diverso grado operando periodicamente secondo tempi prestabiliti; altre iniziative previste dalla C.M. 339/92 del D.M. 16/11/1992 e successive integrazioni; tali iniziative sono definite dall intesa tra le varie scuole all inizio dell anno scolastico e costituiscono il Piano di Intervento per la continuità. 7

8 5. USO EQUILIBRATO DEL TEMPO. Per favorire la motivazione e la partecipazione degli alunni alle attività scolastiche, è prevista un alternanza equilibrata dei docenti, delle attività e delle discipline nell arco della giornata e della settimana scolastica. Sono previsti anche attività laboratoriali in orario pomeridiano. 6. ASSEGNAZIONE DEI COMPITI. I compiti da svolgere a casa devono essere strettamente collegati alle attività svolte in classe in vista delle conquiste di una progressiva autonomia dello studio. Inoltre vengono concordati dalle insegnanti del team pedagogico e il tempo impiegato dovrà essere sempre calibrato in modo da assicurare spazio al gioco e ad altre attività extra scolastiche pur altrettanto importanti nella formazione di ciascun alunno. 8

9 ATTIVITA DI PROGRAMMAZIONE L azione della scuola è definita in maniera esplicita nei seguenti documenti: A. Regolamento di Circolo; B. Piano dell Offerta Formativa; C. Programmazione didattica. A. REGOLAMENTO DI CIRCOLO; Il regolamento di Circolo definisce gli aspetti organizzativi generali del Circolo: criteri per la formazione delle classi; vigilanza degli alunni durante l ingresso, la permanenza e l uscita da scuola; criteri per l uso degli spazi e delle attrezzature in orario scolastico ed extrascolastico; criteri per il funzionamento degli organi collegiali; criteri per lo svolgimento di visite guidate e viaggi d istruzione. Il regolamento di Circolo viene deliberato dal Consiglio di Circolo e affisso all albo di ogni plesso, copia di esso è inoltre depositata presso la Direzione Didattica, dove può essere consultato o duplicato al costo di 0,10, da corrispondere mediante la consegna di marche da bollo ordinarie, equivalenti all importo dovuto, da annullare con il datario a cura dell Ufficio. B. PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA. Tale documento contiene l insieme delle scelte culturali, pedagogiche e organizzative che caratterizzano questo Circolo. In esso sono precisate: le finalità istituzionali che la scuola persegue; le linee fondamentali della sua azione, determinante alla luce delle caratteristiche del territorio e delle risorse effettivamente disponibili, tale parte è generalmente denominata Programmazione Educativa; la determinazione degli orari delle attività nei singoli plessi; i criteri per l utilizzo delle risorse finanziarie assegnate alla scuola. 9

10 Questa scuola nell ambito del suo progetto formativo unitario propone i seguenti progetti specifici che tendono a caratterizzare e qualificare la sua offerta formativa: insegnamento della lingua straniera per tutte le classi del Circolo; attività di sostegno per gli alunni diversamente abili; servizi di biblioteca per gli alunni; attività di laboratorio (plastico-pittorico, di scrittura creativa, lettura e di scacchi); progetto di educazione alla salute; progetto scuola sicura; progetto alla continuità educativa; progetto sulla dispersione scolastica; progetti concordati di elaborati con associazioni sportive (tiro con l arco; minibasket; tennis da tavolo; atletica leggera; ecc. ). Sarà costruita in seno al Collegio Docenti una commissione con il compito di valutare l efficacia culturale e formativa delle iniziative proposte. INFORMAZIONE ALL UTENZA SUL P.O.F. Il P.O.F. viene redatto entro 30 gg. dall inizio delle lezioni e pubblicizzato da: consegna in copia ai docenti, ai membri del Consiglio di Circolo; illustrazione ai rappresentanti di classe/sezione. Una copia è depositata presso la segreteria della Direzione Didattica, dove può essere consultata oppure duplicata al costo di 0,10 al foglio, da corrispondere mediante la consegna di marche da bollo ordinarie, equivalenti all importo dovuto, da annullare con il datario a cura dell Ufficio. C. PROGRAMMAZIONE DIDATTICA. Entro i primi 30 giorni dell anno scolastico, i docenti del Circolo Didattico suddivisi per modulo elaborano la programmazione dell attività didattica annuale sulla base delle linee fondamentali del P.O.F. al fine di assicurare un effettiva unitarietà del processo insegnamento-apprendimento che tenga conto dei bisogni formativi dei singoli alunni. La programmazione didattica settimanale assicura una costante verifica in itinere del progetto didattico di ogni singolo team pedagogico. 10

11 SERVIZI AMMINISTRATIVI La scuola, al fine di garantire l efficacia dei servizi amministrativi individua i seguenti fattori di qualità : trasparenza; celerità delle procedure; flessibilità degli orari. Gli Uffici di Segreteria funzionano dal lunedì al sabato e garantiscono un orario di apertura al pubblico deliberato dal Consiglio di Circolo, sulla base delle indicazioni degli utenti e dei loro rappresentanti (insegnanti, genitori). Tale orario è modificabile in relazione alle varie esigenze. Orario di funzionamento: dal lunedì al sabato dalle ore 8:00 alle ore 14:00 il martedì dalle ore 16:00 alle ore 18:30 Orario di apertura al pubblico: dal lunedì al sabato dalle ore 11:00 alle ore 13:00 il martedì dalle ore 16:00 alle ore 18:30 Il Capo d Istituto riceve il pubblico secondo il seguente orario e/o su appuntamento: Tutti i giorni dalle ore 11:00 alle ore 13:00. RILASCIO DEI DOCUMENTI Il rilascio dei certificati viene effettuato nell orario di apertura della Segreteria al pubblico, entro il tempo massimo di giorni tre. I documenti di valutazione sono consegnati e illustrati dai docenti ai genitori, al termine di ogni quadrimestre, in appositi incontri collegiali. In caso di mancata partecipazione finale, tali documenti possono essere ritirati presso l Ufficio di Segreteria. Copie per atti per chi ha interesse, possono essere rilasciate dall Ufficio di Segreteria ai sensi del regolamento del Circolo. INFORMAZIONE Presso la sede della Direzione Didattica sono predisposti: Spazio per gli atti amministrativi della Direzione Didattica (contratti individuali, graduatorie, supplenze, ecc.) e per la pubblicazione della composizione degli Organi Collegiali a livello di Circolo; Bacheca del Consiglio di Circolo con spazio per l affissione del regolamento di Circolo e delle delibere del Consiglio di Circolo; Bacheca sindacale; Bacheca ENAM; 11

12 Albo della sicurezza; In ogni corridoio e sulla porta d ingresso delle aule sono affisse planimetrie con l uscita di sicurezza ed altre indicazioni generali alla salvaguardia dell incolumità fisica Presso ogni plesso sono predisposti: Spazio per comunicazioni relative all organizzazione del plesso; Composizione degli Organi Collegiali a livello di Circolo e di plesso; Bacheca sindacale; Spazio per informazione relative ad iniziative organizzate ad associazioni ed Enti; Albo della sicurezza; In ogni corridoio e sulla porta d ingresso delle aule sono affisse planimetrie con l uscita di sicurezza ed altre indicazioni generali alla salvaguardia dell incolumità fisica Presso l ingresso di ogni plesso e presso gli uffici sono presenti operatori scolastici, riconoscibili con apposito cartellino, in grado di fornire le prime informazioni all utenza. CONDIZIONI AMBIENTALI DELLA SCUOLA L ambiente scolastico deve essere pulito, accogliente, sicuro, in modo da garantire sia una permanenza a scuola confortevole per gli alunni e il personale, sia le condizioni ambientali più favorevoli alla realizzazione adeguata del progetto formativo che il 6 Circolo propone. La scuola richiede all Ente locale e alle istruzioni interessate il puntuale rispetto dei compiti che la normativa assegna per il suo regolare funzionamento. VALUTAZIONE DEI SERVIZI SCOLASTICI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Periodicamente (almeno all inizio e al termine dell anno scolastico) vengono consegnati alle famiglie questionari (vedi allegato) riguardanti la valutazione del servizio prestato dalla scuola. Tali questionari vengono predisposti da un comitato di dicenti e genitori facenti parte del Consiglio di Circolo IL DIRIGENTE SCOLASTICO (dott. Luigi TERRONE) 12

13 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 6 Circolo - R. GIRONDI Via Zanardelli, BARLETTA (BA) - Tel Fax E mail: Cod. Mecc. BAEE06400R Cod. Fisc Questionario di rilevamento sulla valutazione dalla qualità del servizio erogato dalla scuola, rivolto ai genitori, per la raccolta di elementi utili alla valutazione e al miglioramento dello stesso. 1. Rispetto delle finalità istituzionali e adeguatezza dell offerta formativa alle esigenze del contesto e degli alunni. 1.1 L informazione ricevuta circa la proposta formativa della scuola è stata: scarsa sufficiente adeguata buona Esprima eventuali motivazioni e proposte 1.2 Secondo lei la scuola ha realizzato quanto programmato in modo: inadeguato adeguato completo 2. Clima positivo e benessere 2.1 Normalmente suo figlio si reca volentieri a scuola? Dia una valutazione di questo aspetto sempre il più delle volte qualche volta mai Esprima eventuali motivazioni e proposte 3. Partecipazione e coinvolgimento delle famiglie 3.1 Ritieni soddisfacente il rapporto scuola- famiglia molto abbastanza poco per nulla Esprima eventuali motivazioni e proposte 4. Continuità 4.1 (Solo per i genitori di 1^ classe) Secondo lei la scuola primaria ha organizzato il passaggio dei bambini della scuola dell Infanzia alla scuola primaria in modo: buono soddisfacente parzialmente insoddisfacente soddisfacente 4.2 (Solo per i genitori di 5^ classe) Secondo lei la scuola primaria ha predisposto iniziative per favorire il passaggio degli alunni della scuola primaria alla scuola secondaria di primo grado in modo: buono soddisfacente parzialmente insoddisfacente soddisfacente Esprima eventuali motivazioni e proposte 5. Uso equilibrato del tempo 5.1 Lei ritiene che la distribuzione e l assegnazione dei compiti per casa si equilibrata: molto abbastanza poco per nulla 5.2 Suo figlio è in grado di svolgere i compiti assegnati a casa in maniera autonoma: sempre il più delle volte qualche volta mai Esprima eventuali motivazioni e proposte 13

Carta dei servizi. La carta dei servizi della scuola ha come fonte di ispirazione fondamentale gli art. 3, 33 e 34 della Costituzione italiana.

Carta dei servizi. La carta dei servizi della scuola ha come fonte di ispirazione fondamentale gli art. 3, 33 e 34 della Costituzione italiana. ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE M A C E D O N I O M E L L O N I Viale Maria Luigia, 9/a 43125 Parma Tel 0521.282239 Fax 0521.200567 info@itemelloni.gov.it www.itemelloni.gov.it PRINCIPI FONDAMENTALI

Dettagli

Carta dei Servizi Scolastici. ITI Buonarroti Trento

Carta dei Servizi Scolastici. ITI Buonarroti Trento Carta dei Servizi Scolastici ITI Buonarroti Trento PREMESSA La Carta dei Servizi dell I.T.I. Buonarroti è il documento che riassume i principi ispiratori delle attività della scuola e rende esplicite tali

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995)

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) La Carta dei servizi è il documento, espressione dell autonomia progettuale della scuola, che definisce e rende noti all utenza le finalità,

Dettagli

Istituto comprensivo M. Anzi di Bormio

Istituto comprensivo M. Anzi di Bormio Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Piazza V Alpini, 5-23032 Bormio (SO) - Tel. e fax: 0342/901467 C.F. 93022020148 Sito web: http://www.comprensivobormio.gov.it/

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO 2 MONTESARCHIO Ad indirizzo musicale Via Vitulanese, 48 Montesarchio ( BN) Segreteria tel./fax 0824834094 bnic855006@istruzione.it

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

LA CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE GALLARATE LICEO SCIENTIFICO STATALE Leonardo da Vinci GINNASIO LICEO CLASSICO "Giovanni Pascoli" LA CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI Principi fondamentali La carta dei servizi

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995)

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) La Carta dei servizi del CPIA Napoli città 1 ha quali principi ispiratori gli articoli

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CENTALLO VILLAFALLETTO Scuola dell infanzia Scuola primaria - Scuola secondaria di primo grado Via delle Scuole 8-12044 Centallo (CN) Tel. 0171214049 fax 0171214049 email cnic84300r@istruzione.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Anno scolastico 2014-2015

CARTA DEI SERVIZI. Anno scolastico 2014-2015 M.I.U.R. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE I. Morra Codice Meccanografico: MTIS009001 Servizi Socio-Sanitari - Servizi Commerciali Produzioni Industriali e Artigianali - Chimica, Materiali e Biotecnologie

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI (approvata dal Consiglio di Istituto in data 8 febbraio 2013)

CARTA DEI SERVIZI (approvata dal Consiglio di Istituto in data 8 febbraio 2013) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIREZIONE DIDATTICA ELIO TONELLI DI PESARO Istituto Comprensivo Elio Tonelli di Pesaro dall'a.s. 2013/14 Strada Statale Adriatica, 151-61121 PESARO

Dettagli

PRINCIPI FONDAMENTALI

PRINCIPI FONDAMENTALI DIREZIONE DIDATTICA STATALE SEREGNO 1 CIRCOLO PIAZZALE CADORNA, 3 20038 SEREGNO MILANO Tel/fax: 0362 231325 SCUOLA DELL INFANZIA NOBILI, SCUOLA PRIMARIA CADORNA CARTA DEI SERVIZI PREMESSA La presente Carta

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI

LA CARTA DEI SERVIZI LA CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CUORE DELLO STELLA DI RIVIGNANO 1. PREMESSA La CARTA DEI SERVIZI dell'istituto comprensivo Cuore dello Stella di Rivignano si fonda sui seguenti articoli

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA DELL INFANZIA P R E M E S S A La carta dei servizi è un documento pubblico, in cui sono contenuti: i principi fondamentali a cui si ispira i fattori

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI UGUAGLIANZA

CARTA DEI SERVIZI UGUAGLIANZA Liceo Classico Statale "Pitagora" Piazza Umberto I, 15 0962/905731 Fax 0962/20922 Cod. Fisc. 81004910790790 e-mail: KRPCO2000L@istruzione.it sito web www.liceopitagoracrotone.it 88900 CROTONE CARTA DEI

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA La CARTA DEI SERVIZI delle scuole elementari e medie dell'istituto Comprensivo Pietrocola Mazzini di Minervino Murge si fonda sui seguenti articoli della Costituzione: art.

Dettagli

Nella nostra infanzia c è sempre un momento in cui una porta si apre e lascia entrare l avvenire... Graham Greene

Nella nostra infanzia c è sempre un momento in cui una porta si apre e lascia entrare l avvenire... Graham Greene Nella nostra infanzia c è sempre un momento in cui una porta si apre e lascia entrare l avvenire... Graham Greene 1 La Carta dei Servizi scolastici è stata introdotta nell ordinamento dal Decreto del Presidente

Dettagli

PROGETTO "Diversità e inclusione"

PROGETTO Diversità e inclusione MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO CERVARO Corso della Repubblica, 23 (Fr) Tel. 0776/367013 - Fax 0776366759 - e-mail:fric843003@istruzione.it

Dettagli

Via S. Esuperanzio, 2 62011 CINGOLI Tel. 0733602314 E-mail: mcic811009@istruzione.it C.F.:80006120432 cod. mecc. MCIC811009

Via S. Esuperanzio, 2 62011 CINGOLI Tel. 0733602314 E-mail: mcic811009@istruzione.it C.F.:80006120432 cod. mecc. MCIC811009 ISTITUTO COMPRENSIVO E. MESTICA Via S. Esuperanzio, 2 62011 CINGOLI Tel. 0733602314 E-mail: mcic811009@istruzione.it C.F.:80006120432 cod. mecc. MCIC811009 CARTA DEI SERVIZI A.s. 2014/2015 Premessa La

Dettagli

Istituto Comprensivo Gentile da Foligno CARTA DEI SERVIZI

Istituto Comprensivo Gentile da Foligno CARTA DEI SERVIZI Istituto Comprensivo Gentile da Foligno CARTA DEI SERVIZI L Istituto Comprensivo Gentile da Foligno si compone della scuola primaria (plesso di Fiamenga, via Lago di Cecita) e della scuola secondaria di

Dettagli

LICEO ARTISTICO SCUOLA DEL LIBRO DI URBINO

LICEO ARTISTICO SCUOLA DEL LIBRO DI URBINO Parte I - PRINCIPI FONDAMENTALI CARTA DEI SERVIZI La carta dei servizi del Liceo Artistico Scuola del Libro di Urbino trae i suoi principi fondamentali dagli articoli 3, 33 e 34 della Costituzione italiana.

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola)

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) Docente di: scuola infanzia scuola primaria scuola secondaria I Professionalità dei docenti Programmazione e valutazione

Dettagli

I NOSTRI PRINCIPI I PRINCIPI FONDANTI

I NOSTRI PRINCIPI I PRINCIPI FONDANTI I NOSTRI PRINCIPI I PRINCIPI FONDANTI Il Piano dell Offerta Formativa dell Istituto colloca la propria fonte di ispirazione negli articoli 3, 30, 33, 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, laddove

Dettagli

1 CIRCOLO DIDATTICO Giovanni Bovio Largo Di Vagno,13-70037 Ruvo di Puglia

1 CIRCOLO DIDATTICO Giovanni Bovio Largo Di Vagno,13-70037 Ruvo di Puglia 1 CIRCOLO DIDATTICO Giovanni Bovio Largo Di Vagno,13-70037 Ruvo di Puglia Tel.080-3611001 Fax 080-3620399 Sito web: www.scuolaelementarebovioruvo.it Email: baee15700e@istruzione.it C.F. 80016960728 - Pec:

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI PRINCIPI FONDAMENTALI

CARTA DEI SERVIZI PRINCIPI FONDAMENTALI ISTITUTO COMPRENSIVO V. MONTI VIA BOLDORINI, 2 62010 POLLENZA MC Tel/fax. 0733/549800 Codice ISTITUTO MCIC817008 CF. 80007300439 E-MAIL: mcic817008@istruzione.it POSTA PEC: mcic817008@pec.istruzione.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado. Piazza della Sapienza 82021 APICE (BN) Con sede distaccata a Paduli Tel.-fax- 0824-922063- C.M. BNIC81700B- Web- http://www.icapice.gov.it CARTA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI 1 PREMESSA La Carta dei Servizi scolastici, regolamentata dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/95, trova la sua origine all interno di un vasto movimento

Dettagli

Istituto Canossiano Madonna del Grappa Viale Europa, 20 31100 Treviso CF e PI 00517380267 CARTA DEI SERVIZI

Istituto Canossiano Madonna del Grappa Viale Europa, 20 31100 Treviso CF e PI 00517380267 CARTA DEI SERVIZI Istituto Canossiano Madonna del Grappa Viale Europa, 20 31100 Treviso CF e PI 00517380267 CARTA DEI SERVIZI La carta dei servizi è la dichiarazione degli impegni che l Istituto Canossiano Madonna del Grappa

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE SILVIO PELLICO Piazza del Popolo, 4 21040 VEDANO OLONA (VA) P.IVA/C.F. 95045030129 Tel.n.0332400232 Fax n.

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE SILVIO PELLICO Piazza del Popolo, 4 21040 VEDANO OLONA (VA) P.IVA/C.F. 95045030129 Tel.n.0332400232 Fax n. ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE SILVIO PELLICO Piazza del Popolo, 4 21040 VEDANO OLONA (VA) P.IVA/C.F. 95045030129 Tel.n.0332400232 Fax n. 0332400737 e-mail scuolavo@libero.it C è qualcosa di più

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA VIA PUGLIE, 4 ROMA. VALUTAZIONE e QUALITA'

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA VIA PUGLIE, 4 ROMA. VALUTAZIONE e QUALITA' Questionari Distribuiti n 89 Elaborati n di cui in bianco n ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA VIA PUGLIE, 4 ROMA VALUTAZIONE e QUALITA' ANNO SCOLASTICO 2011 / 2012 Rilevazione della qualità del servizio

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI Via Porrettana, 258 40037 SASSO MARCONI (Bologna) Tel.:

Dettagli

Istituto "Michele Giua" - Cagliari - Assemini CARTA DEI SERVIZI

Istituto Michele Giua - Cagliari - Assemini CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI PREMESSA Articolo 1 L Istituto considera finalità generali del proprio operare pedagogico i principi di cui agli artt. 3, 33, 34, della Costituzione Italiana. Articolo 2 La seguente carta

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI FINALITÀ Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è una guida dettagliata d informazione riguardante l integrazione degli alunni

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre

SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre 11 classi 40 ore settimanali INSEGNANTI: n 20 per il tempo pieno n 1 specialista per religione cattolica n 1 specialista di lingua inglese n 2 di sostegno PERSONALE

Dettagli

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA mediante momenti di raccordo pedagogico, curriculare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per

Dettagli

Carta dei servizi (Approvata dal Consiglio d Istituto del 19/05/2015)

Carta dei servizi (Approvata dal Consiglio d Istituto del 19/05/2015) Carta dei servizi (Approvata dal Consiglio d Istituto del 19/05/2015) PREMESSA La Carta dei Servizi scolastici è prevista dal DPCM del 7 giugno 1995. La Carta dei Servizi è un documento nel quale la scuola

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio die Ministri del 07/06/1995)

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio die Ministri del 07/06/1995) CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio die Ministri del 07/06/1995) La carta dei servizi, allom stato attuale, costituisce il documento di garanzia di qualità

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI SCUOLA PARITARIA MADRE MAZZARELLO Scuola dell INFANZIA PRIMARIA e SECONDARIA di I grado SECONDARIA di II grado Via Cumiana, 2 10141 Torino Via Cumiana, 14 10141 Torino Via Cumiana, 2 10141 Torino Tel.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI. richiamare i principi fondamentali cui si ispira il servizio scolastico

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI. richiamare i principi fondamentali cui si ispira il servizio scolastico Istituto Istruzione Secondaria Superiore Luigi Pirandello Bivona sezioni ad indirizzo: Classico, Scientifico, Linguistico, Odontotecnico Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera, Costruzioni Ambiente e

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI PER L INFANZIA 0 3 ANNI AMBITO TERRITORIALE IX 2004. Finalità, principi e criteri di attuazione. Parte I

CARTA DEI SERVIZI PER L INFANZIA 0 3 ANNI AMBITO TERRITORIALE IX 2004. Finalità, principi e criteri di attuazione. Parte I 1 CARTA DEI SERVIZI PER L INFANZIA 0 3 ANNI AMBITO TERRITORIALE IX 2004 I nidi d Infanzia e i servizi integrativi costituiscono il sistema dei servizi educativi e si configurano come centri territoriali

Dettagli

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Piano Annuale per l Inclusione 2015/16 1. FINALITA GENERALE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge 104/92 Legge

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA

REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA ART. 1 - NATURA E FINALITA La Scuola comunale dell infanzia concorre, nell ambito del sistema scolastico, a promuovere la formazione integrale della personalità

Dettagli

P i a n A n n u a l e

P i a n A n n u a l e ISTITUTO COMPRENSIVO VADO - MONZUNO P i a n o A n n u a l e dell Inclusività ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Quadro di sintesi delle risorse a disposizione della scuola : Risorse di personale : Dirigente Scolastico,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Principi fondamentali

CARTA DEI SERVIZI. Principi fondamentali CARTA DEI SERVIZI Il Collegio dei Docenti Unificato dell Istituto Comprensivo Statale Regina Elena, per fare fronte alla richiesta di trasparenza nei rapporti tra l Istituzione scolastica e i fruitori

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

Istituto Tecnico Turistico Statale "Andrea Gritti"

Istituto Tecnico Turistico Statale Andrea Gritti Carta dei Servizi A.S. 2004 / 2005 Istituto Tecnico Turistico Statale "Andrea Gritti" Via Muratori, 7 - Mestre (VE) Tel. 041/5350505 E-mail: segreteria@istitutogritti.it http://www.istitutogritti.it CARTA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOBBIO CAPOLUOGO (PC) PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOBBIO CAPOLUOGO (PC) PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOBBIO CAPOLUOGO (PC) PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI Anche un lungo cammino comincia con un piccolo passo PREMESSA Questo documento denominato

Dettagli

PREMESSE GENERALI Direzione Politiche Educative Via di Francia 1 16149 GENOVA. Segreteria tel. 010 5577254

PREMESSE GENERALI Direzione Politiche Educative Via di Francia 1 16149 GENOVA. Segreteria tel. 010 5577254 Delibera n.34/2011 Carta dei Servizi Sistema Educativo Integrato dei servizi ai bambini di 0-6 anni Anno Scolastico 2011-2012 PREMESSE GENERALI Direzione Politiche Educative Via di Francia 1 16149 GENOVA

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Ponte (Bn) Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria primo grado con sezioni associate Comuni di Paupisi e Torrecuso

Istituto Comprensivo Statale Ponte (Bn) Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria primo grado con sezioni associate Comuni di Paupisi e Torrecuso Prot.n. 2099/B24 Ponte, 30/05/2016 A tutti i docenti dell I.C. Ponte Al D.S.G.A. e al personale A.T.A. Atti Albo plessi Sito web Oggetto: Adempimenti di fine anno scolastico 2015/16 Con la presente, si

Dettagli

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO Castiglione delle Stiviere, 05/10/2015 Prot. n. 9298/C6 Al Collegio dei Docenti Alla DSGA All albo E p.c. al Consiglio di Istituto Oggetto: ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

PREMESSA I - PRINCIPI FONDAMENTALI. Articolo 1 (Uguaglianza e imparzialità)

PREMESSA I - PRINCIPI FONDAMENTALI. Articolo 1 (Uguaglianza e imparzialità) PREMESSA La presente Carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art. 149 del Trattato dell Unione Europea e costituisce un documento di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REMEDELLO. Sintesi del Piano dell offerta formativa. Scuola Secondaria di Primo Grado

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REMEDELLO. Sintesi del Piano dell offerta formativa. Scuola Secondaria di Primo Grado ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REMEDELLO Sintesi del Piano dell offerta formativa Scuola Secondaria di Primo Grado ANNO SCOLASTICO 2014-2015 SEDI ED INDIRIZZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE L Istituto

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOBBIO CAPOLUOGO (PC) PIAZZA S. COLOMBANO, 5 29022 BOBBIO (PC) PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI Anche un lungo cammino comincia con un piccolo

Dettagli

ISTITUTO CESARE ARICI SCUOLA PRIMARIA PARITARIA. Progetto integrazione diversamente abili

ISTITUTO CESARE ARICI SCUOLA PRIMARIA PARITARIA. Progetto integrazione diversamente abili ISTITUTO CESARE ARICI SCUOLA PRIMARIA PARITARIA Progetto integrazione diversamente abili Anno scolastico 2010/2011 Istituto Cesare Arici - Via Trieste, 17-25121 - Brescia tel. 030.42432 fax 030.2400638

Dettagli

PROTOCOLLO PER L INCLUSIONE

PROTOCOLLO PER L INCLUSIONE DIREZIONE DIDATTICA PAOLO VETRI - RAGUSA PROTOCOLLO PER L INCLUSIONE degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Commissione Inclusione Alunni BES Gruppo di Lavoro per l Inclusione (GLI) Anno scolastico

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA Scuola Primaria Anno scolastico 2013/2014 Il Collegio dei Docenti della Scuola Primaria dell Istituto Comprensivo di Balangero condivide

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SENIGALLIA MARCHETTI Viale dei Gerani, 1-60019 - S E N I G A L L I A (ANCONA) Cod. fisc.: 83004370421 Tel. 0717922289_Fax 0717926774 mail: ANIC83300C@PEC.ISTRUZIONE.IT ISTITUTO COMPRENSIVO

Dettagli

Scuola ISTITUTO COMPRENSIVO TARRA DI BUSTO GAROLFO (MILANO) a.s 2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola ISTITUTO COMPRENSIVO TARRA DI BUSTO GAROLFO (MILANO) a.s 2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione Scuola ISTITUTO COMPRENVO TARRA DI BUSTO GAROLFO (MILA) a.s 2013/2014 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA DD. G. PACCHIOTTI DI TORINO

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA DD. G. PACCHIOTTI DI TORINO CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA DD. G. PACCHIOTTI DI TORINO La presente Carta dei Servizi della scuola ha come fonte di ispirazione fondamentale gli art. 3, 33,e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana.

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DSA

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DSA MOD. A04 Allegato n. 4 al P.O.F. PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DSA Punti del documento: - Dichiarazione d intenti - Premessa - Obiettivi - Procedure e Strategie - Soggetti coinvolti - Prassi condivise.

Dettagli

Carta dei Servizi. (approvata con delibera del Consiglio Istituto n. 15 del 28/01/2014)

Carta dei Servizi. (approvata con delibera del Consiglio Istituto n. 15 del 28/01/2014) Carta dei Servizi (approvata con delibera del Consiglio Istituto n. 15 del 28/01/2014) Indice 1. PREMESSA... 2 2. UGUAGLIANZA ED IMPARZIALITA'... 2 3. REGOLARITA' DEL SERVIZIO... 3 4. ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE...

Dettagli

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 1 via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA CHE COS E IL

Dettagli

SEZIONE SCUOLE MEDIE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI

SEZIONE SCUOLE MEDIE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Felice Faccio - CASTELLAMONTE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca SEZIONE SCUOLE MEDIE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI A cura della

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA D ISTITUTO

LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA D ISTITUTO Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale Via F.lli Cervi, 4 27011 Belgioioso (PV) Tel. 0382 969143 0382 960306-fax. 038 2972315 e-mail uffici : sms.adanegri.belg@libero.it

Dettagli

Benvenuti in prima media!

Benvenuti in prima media! ISTITUTO COMPRENSIVO SELVAZZANO II Scuola Secondaria I grado M. Cesarotti di Selvazzano & «L. Da Vinci» di Saccolongo Benvenuti in prima media! Corresponsabilità educativa Importanza della famiglia per

Dettagli

Piano Annuale delle Attività a.s. 2015/2016 predisposto ai sensi dell art. 28, comma 4, CCNL 2006/09

Piano Annuale delle Attività a.s. 2015/2016 predisposto ai sensi dell art. 28, comma 4, CCNL 2006/09 Piano Annuale delle Attività a.s. 2015/2016 predisposto ai sensi dell art. 28, comma 4, CCNL 2006/09 14 settembre 2015 (inizio delle lezioni) 08 giugno 2016 (fine delle lezioni) 30 giugno 2016 (fine delle

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso FINALITA Il presente documento contiene criteri, principi e indicazioni riguardanti le procedure e le pratiche per un ottimale inserimento

Dettagli

Infanzia. Girasoli. Primaria. A. da Rosciate. Infanzia. Arcobaleno. Secondaria. Galgario. Primaria. Secondaria. Codussi. Ghisleri

Infanzia. Girasoli. Primaria. A. da Rosciate. Infanzia. Arcobaleno. Secondaria. Galgario. Primaria. Secondaria. Codussi. Ghisleri ISTITUTO COMPRENSIVO A. DA ROSCIATE - BERGAMO VIA CODUSSI, 7 TEL 035243373 FAX 035270323 e-mail: segreteria@darosciate.it bgic81400p@pec.istruzione.it Sito web: www.darosciate.it Infanzia Girasoli (Via

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA PREMESSA L Istituto opera con particolare attenzione per l integrazione degli alunni disabili, favorendo la socializzazione, l acquisizione di autonomia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CHIOGGIA 3 SCUOLA INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

ISTITUTO COMPRENSIVO CHIOGGIA 3 SCUOLA INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO ISTITUTO COMPRENSIVO CHIOGGIA 3 SCUOLA INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO Cod. Min. VEIC85000R Cod. Fiscale 91020300272 _ Distretto Scolastico n. 56 Presidenza e Segreteria Via Aldo

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA Anno scolastico 2014-2015 LE NOSTRE SCUOLE scuola dell infanzia FUTURA scuola primaria GIOVANNI XXIII scuola secondaria 1^ grado GIUSEPPE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO V-GRIES 1 Via Duca d Aosta, 46 Bolzano Tel. 0471/272092 CARTA DEI SERVIZI

ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO V-GRIES 1 Via Duca d Aosta, 46 Bolzano Tel. 0471/272092 CARTA DEI SERVIZI ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO V-GRIES 1 Via Duca d Aosta, 46 Bolzano Tel. 0471/272092 CARTA DEI SERVIZI 1. PREMESSA La CARTA DEI SERVIZI è un documento nel quale la scuola presenta all utenza le sue prestazioni.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione Anno scolastico 2015-2016

Piano Annuale per l Inclusione Anno scolastico 2015-2016 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Statale Tarra Via Correggio, 80-20020 Busto Garolfo (MI) Tel. 0331 569087 - Fax 0331 564462 Cod. Mec.: MIIC8DL00N - Cod.

Dettagli

Il consiglio di circolo o di istituto elabora e adotta gli indirizzi generali e determina le

Il consiglio di circolo o di istituto elabora e adotta gli indirizzi generali e determina le ATTO DI INDIRIZZO PREMESSA Il processo educativo nella scuola si costruisce in primo luogo nella comunicazione tra docente e studente e si arricchisce in virtù dello scambio con l'intera comunità che attorno

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA BAROLO

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA BAROLO CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA BAROLO L ISTITUZIONE SCOLASTICA E IL NUOVO SISTEMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE L Istituzione Scolastica ha proceduto alla definizione del proprio Curricolo operando l essenzializzazione

Dettagli

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività)

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) I dati si riferiscono all anno scolastico 2014/2015 Approvato nel Collegio dei Docenti del 12 giugno 2015 Gli alunni certificati in base alla Legge 104/1992 Tabella

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.)

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ENTE MORALE "ASILO MONUMENTO AI CADUTI" Scuola Materna "Regina della Pace" 31041 CORNUDA (Treviso) - Via Kennedy, 1 Telefono (0423) 83214 Partita I.V.A. 00510160260 Anno Scolastico 2014/15 PIANO DELL OFFERTA

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA Allegato 4 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA IL protocollo d accoglienza è un documento deliberato dal Collegio Docenti che contiene principi, indicazioni riguardanti l iscrizione

Dettagli

CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI M I N I S T E R O D E L L A P U B B L I C A I S T R U Z I O N E I S T I T U T O C O M P R E N S I V O D I S C U O L A I N F A N Z I A, P R I M A R I A E S E C. I G R A D O Via Michelangelo, 1-66038 SAN

Dettagli

2. CAMPO DI APPLICAZIONE

2. CAMPO DI APPLICAZIONE 1. SCOPO Questo protocollo nasce con l intento di pianificare le prime azioni d inserimento degli alunni stranieri e favorire il dibattito intorno alle nuove prospettive dell educazione interculturale

Dettagli

Prof. Paolo Seclì EDUCAZIONE MOTORIA: SCUOLA E TERRITORIO

Prof. Paolo Seclì EDUCAZIONE MOTORIA: SCUOLA E TERRITORIO Prof. Paolo Seclì EDUCAZIONE MOTORIA: SCUOLA E TERRITORIO NUOVI ORIZZONTI NON SEMPRE TUTTI I DOCENTI SVOLGONO CON REGOLARITÀ DURANTE L A. S. L EDUCAZIONE MOTORIA. NON SEMPRE LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO F.MASCI Francavilla al mare SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO

ISTITUTO COMPRENSIVO F.MASCI Francavilla al mare SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO ISTITUTO COMPRENSIVO F.MASCI Francavilla al mare SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO Prot. 56 /A2 Francavilla al mare 03 settembre 204 Ai Docenti LORO SEDI Al DSGA. All Albo- sito web

Dettagli

COMUNE DI PALERMO REGOLAMENTO SCUOLE DELL INFANZIA

COMUNE DI PALERMO REGOLAMENTO SCUOLE DELL INFANZIA COMUNE DI PALERMO REGOLAMENTO SCUOLE DELL INFANZIA TESTO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI C.C. N 750 DEL 26/11/2010 E INTEGRATO CON LE MODIFICHE APPORTATE CON DELIBERAZIONE DI C.C. N 371 DEL 23/08/2012.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Ottavio Gravina De Cruyllas

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Ottavio Gravina De Cruyllas PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI L importanza di un protocollo di accoglienza L adozione di un Protocollo di Accoglienza consente di attuare in modo operativo le indicazioni stabilite

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO CARTA DEI SERVIZI A.S.2012/2013 La carta dei servizi esplicita gli standard qualitativi del servizio scolastico offerto dall'istituto Professionale Statale Industria e Artigianato "DALMAZIO BIRAGO" di

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA. Accordi per la programmazione didattica

LINEE GUIDA PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA. Accordi per la programmazione didattica Istituto Comprensivo di Battaglia Terme (PD) LINEE GUIDA PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA La personalizzazione dell insegnamento Per realizzare il potenziamento delle competenze degli alunni rispetto alla situazione

Dettagli

Consultorio Familiare Luisa Riva

Consultorio Familiare Luisa Riva Consultorio Familiare Luisa Riva Privato Accreditato Autorizzazione ASL Milano con delibera n 92 del 31 Gennaio 2012 Accreditamento Reg. Lombardia con delibera 3286 del 18 Aprile 2012 C.F. 01401200157

Dettagli

Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI (D.P.C.M. 15/06/1995 n. 138) Anno scolastico 2016/2017

CARTA DEI SERVIZI (D.P.C.M. 15/06/1995 n. 138) Anno scolastico 2016/2017 CARTA DEI SERVIZI (D.P.C.M. 15/06/1995 n. 138) Anno scolastico 2016/2017 Ente promotore e gestore E il Centro Studi Don Bosco ONLUS - Società Cooperativa Sociale, con sede legale in Perugia via Cortonese,

Dettagli

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ. Classi 4 a e 5 a Scuola Primaria Scuola secondaria di 1 grado. Premessa

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ. Classi 4 a e 5 a Scuola Primaria Scuola secondaria di 1 grado. Premessa PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ Classi 4 a e 5 a Scuola Primaria Scuola secondaria di 1 grado Premessa La scuola e la famiglia condividono un modello educativo basato sul rispetto della Costituzione,

Dettagli

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE CURRICOLO Il Curricolo è il complesso organizzato delle esperienze di apprendimento che una scuola intenzionalmente progetta e realizza per gli alunni al fine di conseguire le mete formative desiderate.

Dettagli

Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT)

Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT) Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT) La Scuola Primaria di Valchiusa è situata in una zona verdeggiante meglio conosciuta come Valchiusa e occupa parte della sede centrale dell Istituto

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

Direzione Didattica Statale di Caluso. Protocollo d accoglienza per alunni stranieri.

Direzione Didattica Statale di Caluso. Protocollo d accoglienza per alunni stranieri. Direzione Didattica Statale di Caluso Protocollo d accoglienza per alunni stranieri. 1 Indice Premessa Finalità Contenuti Prima fase di accoglienza : - domanda di iscrizione; - compiti della segreteria.

Dettagli

INDICE CARTA DEI SERVIZI. Pag. 2 PREMESSA. Pag. 2 BREVE PRESENTAZIONE DELLA COOPERATIVA. Pag. 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO. Pag. 3

INDICE CARTA DEI SERVIZI. Pag. 2 PREMESSA. Pag. 2 BREVE PRESENTAZIONE DELLA COOPERATIVA. Pag. 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO. Pag. 3 CARTA DEI SERVIZI RELATIVA A SERVIZIO DI ASSISTENZA EDUCATIVA PER GLI ALUNNI CON DISABILITA FREQUENTANTI SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIE, SECONDARIE DI PRIMO E SECONDO GRADO STATALI E PARITARIE MILANESI

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale G.Rodari Via Aquileia, 1 20021 Baranzate (MI) Tel/fax 02-3561839 Cod. Fiscale 80126410150 Cod. meccanografico MIIC8A900C

Dettagli

Prot. n 440/B19 Ragusa, 03/02/2014. AVVISO AI GENITORI (tramite affissione all Albo e pubblicazione sul Sito Web della scuola)

Prot. n 440/B19 Ragusa, 03/02/2014. AVVISO AI GENITORI (tramite affissione all Albo e pubblicazione sul Sito Web della scuola) Prot. n 440/B19 Ragusa, 03/02/2014 AVVISO AI GENITORI (tramite affissione all Albo e pubblicazione sul Sito Web della scuola) ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2014-15 Si comunica che il termine ultimo per la

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AZIENDA SPECIALE. CAVRIAGOSERVIZI Area Educativa

CARTA DEI SERVIZI AZIENDA SPECIALE. CAVRIAGOSERVIZI Area Educativa CARTA DEI SERVIZI AZIENDA SPECIALE CAVRIAGOSERVIZI Area Educativa Approvata dal Consiglio di Amministrazione dell Azienda Speciale nella seduta del 6 maggio 2010 1 NOTE INTRODUTTIVE Con la redazione della

Dettagli