Il Resto del Carlino (ed. Modena) Il Resto del Carlino Modena

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Resto del Carlino (ed. Modena) Il Resto del Carlino Modena"

Transcript

1 9 dicembre 2014 Pagina 6 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Il Resto del Carlino Modena IL PERCORSO FORMATIVO. A scuola di impresa con Confcooperative e Democenter PROSEGUE il percorso formativo per i trentadue progetti d' impresa che hanno chiesto di partecipare a Imprendocoop, il progetto che favorisce l' occupazione e l' imprenditorialità ideato da Confcooperative Modena e Fondazione Democenter Sipe con il patrocinio e sostegno del Comune di Modena ed Emil Banca. Nella giornata di oggi è in programma il terzo seminario, intitolato Analizzare il mercato e individuare i clienti'; il seminario si svolge dalle 17 alle presso il 4 Madonne Caseificio dell' Emilia, a Lesignana di Modena. Sono un centinaio gli aspiranti imprenditori che, partecipando a Imprendocoop, hanno la possibilità di usufruire di un percorso formativo di alto livello, assistenza, consulenza e servizi gratuiti per un anno. Il progetto si sviluppa tra l' autunno 2014 e la primavera Al termine del percorso è prevista la selezione finale di tre idee d' impresa che saranno premiate con 2.500, e euro. L' erogazione dei premi e servizi è vincolata alla costituzione di un' impresa in forma cooperativa aderente a Confcooperative Modena. 1

2 14 dicembre 2014 Pagina 8 Il ruolo fondamentale lo giocherà la Fondazione Democenter La Fondazione Democenter riunisce istituzioni, associazioni di categoria, fondazioni bancarie e oltre 60 imprese del territorio. Ha sede nel Tecnopolo di Modena, dove sarà il punto di riferimento delle imprese grazie all' esperienza maturata ed ai risultati conseguiti in questi anni. Ogni euro di risorse pubbliche incamerate la Fondazione Democenter attraverso le proprie attività a favore delle imprese ne fa arrivare sul territorio 39. Questo volano positivo ha prodotto in un anno: risorse per imprese e università, per progetti di innovazione, pari a 12,2 milioni (27,7 nel biennio);240 nuovi posti di lavoro, qualificati e di alta professionalità, quasi esclusivamente per giovani laureati; un sostegno concreto per 137 start up, che hanno utilizzato i servizi degli incubatori e della nostra rete per crescere e affermarsi sul mercato. I lavori sono iniziati il 27 settembre 2012 e si sono conclusi il 31 maggio Entrambi gli interventi sono progettati e realizzati rispettando le più aggiornate normative antisismiche; sono stati introdotti alcuni elementi, in collaborazione con il delegato per il risparmio energetico, ing. Paolo Tartarini di Unimore, per il contenimento energetico: cool roof che ha permesso di abbattere del 90% l' assorbimento della radiazione solare, impianto fotovoltaico in copertura, facciata ventilata, sensori di presenza in tutti i locali ai quali sono collegati il funzionamento dell' impianto di illuminazione e condizionamento ambiente. 2

3 18 gennaio 2015 Pagina 8 La Nuova Prima Pagina (ed. Modena) La Nuova Prima Pagina Modena BANDI PUBBLICI E INVESTITORI PRIVATI Una due giorni promossa della Fondazione. Democenter, caccia ai finanziamenti 2015 per le aziende innovative del territorio I bandi rivolti alle nuove startup per accedere agli incubatori d' im presa di Spilamberto e Mirandola, i bandi regionali rivolti alle imprese innovative e all' introduzione di nuove tecnologie ICT nelle Piccole e Medie Imprese e, ancora, i bandi europei Horizon 2020: tutte opportunità che si registrano sul fronte pubblico. Poi la parte privata, mediante la presentazione e la promozione di nuove imprese innovative ad un gruppo di investitori privati. La Fondazione Democenter di Modena ha dato il via, nei giorni scorsi, alla serie di iniziative che in questa prima parte dell' anno si rivolge alle imprese del territorio che nei prossimi mesi dovranno attrezzarsi per concorrere ai finanziamenti disponibili. Giovedì a Spilamberto, presso la sede del Tecnopolo, numerosi imprenditori e rappresentanti di associazioni hanno quindi potuto sentire direttamente la presentazione delle linee guida relative ai bandi pubblici di prossima emanazione. Un primo approccio generale ad una materia delicata e al tempo stesso cruciale per le imprese modenesi: le informazioni di base per iniziare a muoversi in un panorama complesso, ricco di potenzialità, ma anche altamente competitivo. Nel corso dell' iniziativa di Spilam berto, il rettore Angelo Oreste Andrisano, ha sottolineato la vicinanza dell' Ateneo ai progetti riguardanti le nuove imprese, confermando l' intensa collaborazione con la Fondazione Democenter e la necessità di valorizzare ulteriormente quelle università che più si impegnano nel trasferimento di conoscenze e competenze alle imprese del territorio. Sempre a Spilamberto è stato presentato anche il caso di Archon Techologies, startup modenese tenuta a battesimo da Democenter, sviluppata in California, testata in Cile e recente vincitrice di un bando europeo. Archon sviluppa una tecnologia di videosorveglianza basata sull' impie go di droni, in grado di interagire tra loro e sul territorio, e di alimentarsi autonomamente mediante piattaforme specifiche. E' l' esempio di come si possa sviluppare un' idea in parallelo al perfezionamento della tecnologia che la rende concretamente realizzabile e quindi pronta per il mercato. La stessa Archon è stata tra le imprese protagonista dell' evento che si è tenuto ieri (venerdì 15) presso la sede della Camera di Commercio, dove 9 delle startup emerse dal progetto Intraprendere, gestito da Democenter, promosso da Istituzioni e Associazioni di categoria e sostenuto da Banche e Fondazioni Continua > 3

4 18 gennaio 2015 Pagina 8 < Segue La Nuova Prima Pagina (ed. Modena) La Nuova Prima Pagina Modena modenesi, hanno illustrato i loro progetti di sviluppo a un gruppo di investitori locali e nazionali, dai Business Angels a Intesa San Paolo, passando dai facilita tori di Seedlab. Coordinati e sollecitati da Emil Abirascid, giornalista e blogger fondatore di StartupBusiness.it, gli investitori hanno ragionato di opportunità potenziali e di problemi reali. I giovani imprenditori, da parte loro, hanno spiegato cosa stanno facendo e perché si dovrebbe investire sulle loro idee, sui loro progetti e sui loro prodotti. 4

5 13 gennaio 2015 Pagina 8 Cantina Formigine: oggi seminario di Imprendocoop Ricomincia il percorso formativo per i 32 progetti d' impresa di Imprendocoop, il progetto ideato da Confcooperative Modena e Fondazione Democenter Sipe con il patrocinio e sostegno del Comune di Modena ed Emil Banca. Oggi è in programma il quarto seminario presso la Cantina Formigine Pedemontana, a Corlo di Formigine, dalle 17 alle Si parla di digital marketing con Gianluca Diegoli, consulente di web marketing, e Vincenzo Longo, ad e co fondatore di Ufoody. Sono un centinaio gli aspiranti imprenditori che partecipano. 5

6 20 gennaio 2015 Pagina 24 La Nuova Prima Pagina (ed. Modena) La Nuova Prima Pagina Modena FORMAZIONE Confcooperative Modena e Fondazione Democenter Sipe. Imprendocoop, oggi a Casa «Gioia e sole» seminario su pianificazione economico finanziaria Continua il percorso formativo per i trentadue progetti d'impresa che hanno chiesto di partecipare a Imprendocoop, il progetto che favorisce l'occupazione e l'imprenditorialità ideato da Confcooperative Modena e Fondazione Democenter Sipe con il patrocinio e sostegno del Comune di Modena ed Emil Banca. Oggi è in programma il quinto seminario; l'appuntamento è dalle 17 alle presso la Casa della Gioia e del Sole, in via Mar Mediterraneo 84 a Modena. Si parla di pianificazione economico finanziaria del progetto e come finanziare un'impresa cooperativa: crowdfunding, finanza agevolata e credito bancario. Sono un centinaio gli aspiranti imprenditori che, partecipando a Imprendocoop, hanno la possibilità di usufruire di un percorso formativo di alto livello, assistenza, consulenza e servizi gratuiti per un anno. Il progetto, partito lo scorso autunno, si sviluppa fino alla primavera Al termine del percorso è prevista la selezione finale di tre idee d'impresa che saranno premiate con 2.500, e euro. L'erogazione dei premi e servizi è vincolata alla costituzione di un'impresa in forma cooperativa aderente a Confcooperative Modena. 6

7 11 gennaio 2015 Pagina 19 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Il Resto del Carlino Modena INVESTIMENTO PER SANITÀ E INDUSTRIA. «I nuovi laboratori completanoil campus biomedicale» MIRANDOLA SONO quasi 5 i milioni di euro investiti nel Tecnopolo di Mirandola, dei quali oltre 3milioni e 800mila stanziati dalla Regione, 425mila da Fondazione Democenter e 300mila da Fondazione CR Mirandola per l' Incubatore d' impresa. I lavori iniziati a settembre 2013 sono terminati lo scorso dicembre. Il Comune di Mirandola ha messo a disposizione un' area di 894 metri quadri, dei quali 600 di superficie utile occupata per 400 mq da tre laboratori: tossicologia e proteomica, microscopia applicata e biologia cellulare, materiali, sensori e sistemi organizzati in collaborazione con l' Ateneo di Modena e Reggio. Gestito dalla Fondazione Democenter, il Tecnopolo è la porta di accesso alle competenze espresse dalla Rete Alta Tecnologia della Regione, opera in connessione con la sanità e può contare sul potenziale di 35 tra laboratori di ricerca industriale e centri per l' innovazione, organizzati in 6 piattaforme tematiche e 11 tecnopoli, che vedono al lavoro oltre 1600 ricercatori. Una rete, coordinata da Aster, che collega la Regione ai maggiori centri di ricerca internazionali. Un sistema che a livello locale si completerà con l' imminente attivazione dell' Incubatore d' impresa. «E' un parco scientifico e tecnologico precisa Giuliana Gavioli Presidente Steering Committente Tecnopolo di Mirandola che completa il campus del biomedicale mirandolese costituito da scuole tecniche, dalla formazione postdiploma ITS, il master in biomedicale, l' incubatore e altre strutture presenti in zona, quali biblioteca e l' auditorium». 7

8 9 dicembre 2014 Pagina 9 L' INIZIATIVA DI CONFCOOPERATIVE E DEMOCENTER. Imprendocoop, oggi un seminario Al caseificio 4 Madonne l' appuntamento per aspiranti imprenditori. Prosegue il percorso formativo per i trentadue progetti d' impresa che hanno chiesto la partecipazione all' iniziativa denominata Imprendocoop, il progetto che favorisce l' occupazione e l' imprenditorialità ideato da Confcooperative Modena e Fondazione Democenter Sipe con il patrocinio e sostegno del Comune di Modena ed Emil Banca. Oggi è in programma il terzo seminario che è stato organizzato nell' ambito di questo particolare interno progetto formativo. Il convegno è intitolato "Analizzare il mercato e individuare i clienti": il seminario si svolge dalle 17 alle presso il 4 Madonne Caseificio dell' Emilia, a Lesignana di Modena. Sono un centinaio gli aspiranti imprenditori che, partecipando a Imprendocoop, hanno la possibilità di usufruire di un percorso formativo di alto livello, assistenza, consulenza e servizi gratuiti per un anno. Il progetto formativo si sviluppa tra l' autunno di quest' anno e la primavera dell' anno prossimo. Al termine del percorso è prevista la selezione finale di tre idee d' impresa che saranno premiate con 2.500, e euro. L' erogazione dei premi e servizi è vincolata alla costituzione di un' impresa in forma cooperativa aderente a Confcooperative Modena. 8

9 13 gennaio 2015 Pagina 24 La Nuova Prima Pagina (ed. Modena) La Nuova Prima Pagina Modena FORMIGINE Appuntamento alla Cantina Pedemontana di Corlo. Imprendocoop, un seminario su digital marketing e e commerce Passate le feste, ricomincia il percorso formativo per i trentadue progetti d' impresa che hanno chiesto di partecipare a Imprendocoop, il progetto che favorisce l' occupazione e l' imprenditorialità ideato da Confcooperative Modena e Fondazione Democenter Sipe con il patrocinio e sostegno del Comune di Modena ed Emil Banca. Oggi è in programma il quarto seminario; l' appuntamento è alla Cantina Formigine Pedemontana, a Corlo di Formigine, dalle 17 alle Si parla di digital marketing con Gianluca Diegoli, consulente di web marketing ed e commerce, e Vincenzo Longo, ad e co fondatore di Ufoody. Sono un centinaio gli aspiranti imprenditori che, partecipando a Imprendocoop, hanno la possibilità di usufruire di un percorso formativo di alto livello, assistenza, consulenza e servizi gratuiti per un anno. Il progetto si sviluppa fino alla primavera Al termine del percorso è prevista la selezione finale di tre idee d' impresa che saranno premiate con 2.500, e euro. 9

10 14 dicembre 2014 Pagina 18 Il Resto del Carlino Modena sul nazionale MODENA INVESTITI 5,7 MILIONI DI EURO. Inaugurato il Tecnopolo MODENA INAUGURATO ieri il Tecnopolo di Modena: al lavoro quasi 300 ricercatori, spazio a una decina di spin off universitari e porte aperte alle imprese. La struttura è stata pensata dalla Regione per far incontrare aziende e laboratori universitari. Il Tecnopolo, uno degli 11 che faranno parte della Rete regionale alta tecnologia, è stato inaugurato nel campus di Ingegneria Enzo Ferrari' dell' Unimore. Ha richiesto un investimento di 5,7 milioni di euro coperti col finanziamento europeo messo a disposizione dalla Regione, e con l' impegno dell' Ateneo e il sostegno di Camera di commercio e Fondazione cassa di risparmio di Modena. Da lì si avrà accesso ai laboratori dei centri interdipartimentali Intermech More per la meccanica avanzata, Softech Ict per le tecnologie dell' informazione e al Centro interdipartimentale di Medicina Rigenerativa e cellule staminali Stefano Ferrari' contiguo alla struttura. Nel Tecnopolo avranno sede anche un incubatore per spin off universitari e la Fondazione Democenter, che dovrà accogliere le imprese per comprenderne i bisogni e individuare le opportunità per darvi risposta. 10

11 9 dicembre 2014 La Nuova Prima Pagina (ed. Modena) La Nuova Prima Pagina Modena Imprendocoop oggi il terzo seminario per cento aspiranti imprenditori P rosegue il percorso formativo per i trentadue progetti d'impresa che hanno chiesto di partecipare a Imprendocoop, il progetto che favorisce l'occupazione e l'imprenditorialità ideato da Confcooperative Modena e Fondazione Democenter Sipe con il patrocinio e sostegno del Comune di Modena ed Emil Banca. Oggi è in programma il terzo seminario, intitolato «Analizzare il mercato e individuare i clienti»; il seminario si svolge dalle 17 alle presso il 4 Madonne Caseificio dell'emilia, a Lesignana di Modena. Sono un centinaio gli aspiranti imprenditori che, partecipando a Imprendocoop, hanno la possibilità di usufruire di un percorso formativo di alto livello, assistenza, consulenza e servizi gratuiti per un anno. Il progetto si sviluppa tra l'autunno 2014 e la primavera Al termine del percorso è prevista la selezione finale di tre idee d'impresa che saranno pre miate con 2.500, e euro. L'erogazione dei premi e servizi è vincolata alla costituzione di un'impresa in forma cooperativa aderente a Confcooperative Modena. 11

12 20 gennaio 2015 Pagina 24 La Nuova Prima Pagina (ed. Modena) La Nuova Prima Pagina Modena L'ATTACCO La presidente Cinzia Franchini «Autotrasporto, pronti al fermo nazionale» S aba t o s i è riunito presso la CNA di Modena il Consiglio Nazionale della CNA Fita. Alla presidente Cinzia Franchini e stata rinnovata la fiducia per l'operato svolto e viene confermata, anche dal Consiglio, la linea intransigente da tenere sui temi caldi per l'autotrasporto. La Franchini incassa così un ampio consenso sulle linee politiche da perseguire in previsione dell'incontro già fissato a Roma, per martedì 27 gennaio, con il sottosegretario ai trasporti Del Basso De Caro nel corso del quale ci si confronterà con le ultime novità normative di interesse per il settore contenute nella legge di Stabilita, nello Sblocca Italia e nel Milleproroghe. Di fo nd am en ta le importanza sarà la ripartizione delle risorse economiche per il settore, 250 milioni di euro, con la riconferma delle spese non documentate, vitali per la sopravvivenza delle imprese artigiane. «Abbiamo dall'inizio sostenuto ha commentato Franchini che avremmo tirato le somme con lo spacchettamento dei contributi economici. Se qualcuno pensa di tagliare su questo capitolo di spesa, siamo pronti alla proclamazione del fermo nazionale». 12

13 9 gennaio 2015 Pagina 11 DOMANI L' INAUGURAZIONE DELLA STRUTTURA. Ecco il Tecnopolo di Mirandola Una realtà con competenze e tecnologie al servizio del biomedicale. Domani sarà inaugurato il Tecnopolo di Mirandola che è stato realizzato nella zona del nuovo polo scolastico in via 29 maggio. Da domani competenze, tecnologia e reti di relazioni potranno essere al servizio delle imprese del settore biomedicale. Tecnopolo completa il Parco Scientifico Tecnologico di Mirandola La struttura del Tecnopolo, gestita dalla Fondazione Democenter con l' obiettivo di favorire lo sviluppo delle relazioni tra imprese, università e territorio, ospiterà i laboratori di Tossicologia e proteomica, di Microscopia applicata e biologia cellulare e di Materiali, sensori e sistemi. Il Tecnopolo si affianca alle scuole tecniche, alla scuola di formazione post diploma ITS, al master in biomedicale attivato dall' ateneo modenese e all' incubatore di impresa oltre alle altre strutture in zona, quali biblioteca, palestra, auditorium. La cerimonia inaugurale inizierà alle 10 presso Villa Fondo Tagliata in via Dorando Pietri poi il trasferimento a piedi al Tecnopolo per il taglio del nastro e la visita alla struttura. All' inaugurazione saranno presenti Erio Luigi Munari, Maino Benatti, Cosimo Quarta, Angelo Oreste Andrisano, Giancarlo Muzzarelli, Giuliana Gavioli e Palma Costi. 13

14 6 gennaio 2015 Pagina 7 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Il Resto del Carlino Modena IL CONCORSO. Aspiranti imprenditori, tante donne under 50 in corsa È DONNA, ha un' età compresa tra i 36 e 50 anni, desidera lavorare nel sociale. È l' identikit dei cento aspiranti imprenditori che partecipano a Imprendocoop, il progetto che favorisce l' occupazione e l' imprenditorialità ideato da Confcooperative Modena e Fondazione Democenter Sipe con il patrocinio e sostegno di Comune di Modena ed Emil Banca. Confcooperative Modena ha analizzato i trentadue progetti d' impresa presentati e i profili delle persone che li hanno ideati. Il 40 per cento ha meno di 35 anni, il 47 per cento è compreso nella fascia anni, mentre il 13 per cento ha più di 50 anni; è donna oltre la metà (per l' esattezza il 53 per cento) dei responsabili delle idee d' impresa. Quasi sei progetti su dieci riguardano i servizi alla persona, mentre un quarto attiene ad agricoltura, alimentare e abbigliamento. Il restante 15 per cento è suddiviso tra nuove tecnologie, comunicazione e commercio. Ricordiamo che i partecipanti a Imprendocoop usufruiscono di un percorso formativo che, iniziato in autunno, termina nella primavera 2015; inoltre ricevono assistenza, consulenza e servizi gratuiti per un anno. Al termine del percorso è prevista la selezione finale di tre idee d' impresa che saranno premiate con 2.500, e euro. L' erogazione dei premi e servizi è vincolata alla costituzione di un' impresa in forma cooperativa aderente a Confcooperative Modena. 14

15 3 gennaio 2015 Pagina 10 L' INIZIATIVA DI CONFCOOPERATIVE coinvolge un grande numero di donne. Imprendocoop, l' identikit degli aspiranti imprenditori È donna, ha un' età compresa tra i 36 e 50 anni, è spinta dal desiderio di lavorare nel sociale. È l' identikit dei cento aspiranti imprenditori che partecipano a Imprendocoop, il progetto che favorisce l' occupazione e l' imprenditorialità ideato da Confcooperative Modena e Fondazione Democenter Sipe con il patrocinio e sostegno di Comune di Modena ed Emil Banca. Confcooperative Modena ha analizzato i 32 progetti d' impresa presentati e i profili delle persone che li hanno ideati. Il 40% ha meno di 35 anni, il 47% è compreso nella fascia anni, il 13% ha più di 50 anni; è donna oltre la metà (per l' esattezza il 53%) dei responsabili delle idee d' impresa. Quasi sei progetti su dieci riguardano i servizi alla persona, mentre un quarto attiene ad agricoltura, alimentare e abbigliamento. Il restante 15% è suddiviso tra nuove tecnologie, comunicazione e commercio. I partecipanti a Imprendocoop usufruiscono di un percorso formativo che, iniziato in autunno, termina nella primavera 2015; inoltre ricevono assistenza, consulenza e servizi gratuiti per un anno. 15

16 31 dicembre 2014 Pagina 20 La Nuova Prima Pagina (ed. Modena) La Nuova Prima Pagina Modena MODENA. Imprendocoop: giovani e donne da Confcooperative MODENA È donna, ha un' età compresa tra i 36 e 50 anni, desidera lavorare nel sociale. È l' identikit dei cento aspiranti imprenditori che partecipano a Imprendocoop, il progetto che favorisce l' occupazione e l' imprenditorialità ideato da Confcooperative Modena e Fondazione Democenter Sipe con il patrocinio e sostegno di Comune di Modena ed Emil Banca. Confcooperative Modena ha analizzato i trentadue progetti d' impresa presentati e i profili delle persone che li hanno ideati. Il 40 per cento ha meno di 35 anni, il 47 per cento è compreso nella fascia anni, mentre il 13 per cento ha più di 50 anni; è donna oltre la metà (per l' esattezza il 53 per cento) dei responsabili delle idee d' impresa. Quasi sei progetti su dieci riguardano i servizi alla persona, mentre un quarto attiene ad agricoltura, alimentare e abbigliamento. Il restante 15 per cento è suddiviso tra nuove tecnologie, comunicazione e commercio. Ricordiamo che i partecipanti a Imprendocoop usufruiscono di un percorso formativo che, iniziato in autunno, termina nella primavera 2015; inoltre ricevono assistenza, consulenza e servizi gratuiti per un anno. Al termine del percorso è prevista la selezione finale di tre idee d' impresa che saranno premiate con 2.500, e euro. L' erogazione dei premi e servizi è vincolata alla costituzione di un' impresa in forma cooperativa aderente a Confcooperative Modena. 16

17 11 gennaio 2015 Pagina 21 Il biomedicale nell' era 2.0 Inaugurato il tecnopolo Spazio all' avanguardia per ricerca scientifica e commercializzazione Già operativi tre laboratori di tossicologia, microscopia e materiali innovativiun investimento da oltre 4 milionii finanziatori. Come detto, la realizzazione del tecnopolo é stata possibile grazie alla collaborazione tra diversi attori, istituzionali e non. Tra i principali finanziatori del progetto, che ha richiesto un investimento superiore ai quattro milioni di euro, ci sono Regione (3,8 milioni, risorse addizionali ricevute sul Por Fesr a seguito degli eventi sismici), Fondazione Democenter (425mila euro) e Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola (300mila euro). La superficie utilizzata ammonta invece a 600 metri quadrati, di cui 400 occupati dai tre laboratori. di Giovanni Vassallo wmirandola La data del 10 gennaio rappresenta un' importante svolta per Mirandola e per il futuro del distretto biomedicale della Bassa. Alla presenza di diverse autorità e numerosi cittadini, ha avuto luogo l' inaugurazione ufficiale del nuovo tecnopolo, situato in via 29 Maggio, nella zona del polo scolastico, e nato grazie alla sinergia tra diversi attori del territorio: Comune, Regione, Università di Modena, Fondazione Democenter e Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola. Il tecnopolo, i cui lavori di realizzazione sono iniziati nel settembre 2013 per terminare nel dicembre 2014, è antisismico e di classe energetica A. All' interno del parco scientifico troveranno spazio tre laboratori (Tossicologia e proteomica, Microscopia applicata e biologia cellulare, Materiali, sensori e sistemi), 20 ricercatori ed un incubatore per start up, attualmente situato in un container ma che da marzo entrerà ufficialmente a far parte del complesso. Tra le start up che usufruiranno dello spazio e dei suoi macchinari troviamo anche la Neuron Guard di Enrico Giuliani, fresco vincitore dell' Intel Global Challenge 2014, prestigioso premio internazionale ottenuto a Berkeley grazie all' invenzione di un collare refrigerante portatile da utilizzare in caso di ictus. Le start up potranno così accedere ai laboratori e beneficiare di un programma comprendente formazione, consulenze specialistiche, accesso a reti per l' internazionalizzazione e fundraising. Ma soprattutto diminuirà il cosiddetto "time to market", ossia il tempo che intercorre tra l' idea e la commercializzazione del prodotto, consentendo così una riduzione del gap di competitività sul mercato. I laboratori offriranno poi sia servizi tecnico scientifici, sia attività di ricerca applicata: quello di Tossicologia e proteomica (responsabile scientifico prof. Aldo Tomasi) valuterà i processi di invecchiamento, la caratterizzazione della degradazione in Continua > 17

18 11 gennaio 2015 Pagina 21 < Segue condizioni d' uso e realizzerà estratti e campioni per test di materiali; il laboratorio di Microscopia applicata e biologia cellulare (responsabile scientifico prof. Massimo Dominici) lavorerà sulla biocompatibilità e sulle reazioni tra il materiale e le cellule, isolamento ed espansione cellule staminali, biologia molecolare e colture cellulari in 3D; il laboratorio di Materiali, sensori e sistemi (responsabile scientifico prof. Luigi Rovati), si occuperà invece di funzionalizzazione dei materiali attraverso le nanotecnologie, sviluppo di sensoristica e tecniche di misura per grandezze di interesse medico, ingegnerizzazione di sensori e microsistemi e sviluppo di hardware e software su commessa. L' indirizzo strategico verrà infine assicurato dallo ""teering committee" (comitato guida) presieduto dalla presidente Its e vicepresidente Confindustria Modena Giuliana Gavioli. 18

19 11 gennaio 2015 Pagina 12 «Impresa difficile, ma tanti ci sostengono» I RICERCATORI. «Siamo davvero orgogliosi dell' ottimo risultato raggiunto nel sondaggio, anche perché le istituzioni e tanti in città ci sono stati vicini in questa impresa nel campo biomedicale non semplice. È complesso arrivare a produrre il collare refrigerante salva ictus che abbiamo inventato». A parlare è Enrico Giuliani, modenese, che con la socia Mary Franzese ha dato vita alla start up Neuron Guard, già premiata dalla Intel. I due giovani laureati, terzi nel sondaggio della Gazzetta ma i più votati dalla redazione, con quasi 700 voti, il 16% del totale. Cosa vi proponete di fare? «Abbiamo ideato questo collare refrigerante che al momento è al livello di prototipo. Vorrei fosse chiaro dall' inizio: non abbiamo inventato qualcosa che previene l' ictus, altrimenti vinceremmo il premio Nobel, ma pensiamo di rendere portatile uno strumento utile dopo l' evento. Se arriveremo alla fine dell' iter, lungo e complesso, il sistema refrigerante potrà essere installato sulle ambulanze che vanno a soccorrere la persona colpita da ictus, arresto cardiaco o trauma cranico grave». Come è nata la vostra azienda? «Io dopo essermi laureato ho lavorato prima al Policlinico, poi all' ospedale Santa Maria di Reggio. Lì ho avuto questa idea e con Mary abbiano lanciato questa nuova attività. L' accoglienza che abbiamo avuto a Modena ci dà davvero molta energia, perché l' imprenditore deve per forza essere ottimista». Mai avuto l' idea di andare all' estero? «No, perché i territori italiani sono ricchi di disponibilità e possibilità di partnership che via via stiamo sviluppando. All' inizio qualche fondo economico lo abbiamo messo noi personalmente, ma poi abbiamo iniziato a collaborare su vari fronti per arrivare alla produzione del collare. I tre prototipi di collari che abbiamo oggi nascono grazie al lavoro con la Tecnolelettro di Vignola, azienda che finora si occupava di progetti nel settore aerospaziale. Mi hanno ascoltato e abbiamo iniziato a lavorare. Altri partner sono Democenter per i rapporti con i finanziamenti regionali e banca Unicredit». Il tutto come nasce? «Ho conosciuto Mary, che è di Napoli ma studiava alla Bocconi, a un master a Milano nel 2013 dove ci Continua > 19

20 11 gennaio 2015 Pagina 12 < Segue insegnavano a interagire con il mondo economico. A quel tempo presentai la mia idea a un fondo di investimenti milanese che ha creato l' acceleratore di imprese Seedlab, ma io mi occupo di medicina e non conoscevo le attività economiche che stanno dietro queste imprese». Il collare quando sarà pronto? «È un processo lungo e complesso, per il quale devo ringraziare famiglia e fidanzata che mi hanno sostenuto negli anni. Serviranno ancora 2 3 anni. Occorrerà prima la certificazione e poi la validazione clinica». pagina a cura di Stefano Luppi. 20

21 13 dicembre 2014 Pagina 13 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Nasce la culla dell'alta TEcnologia Si erano trasferiti in Usa, Canada e Olanda. Il Resto del Carlino Modena È GIUNTA a compimento la realizzazione del Tecnopolo di Modena, un complesso costruito grazie al finanziamento del Pro gramma Por Fesr della Regione Emilia Romagna all'interno del Campus di Ingegneria «Enzo Ferrari», nelle immediate adia cenze del Centro di Medicina Ri generativa Stefano Ferrari, ap partenente alla Rete Alta Tecno logia Emilia Romagna. Obietti vo di questa struttura è quello di favorire ed accelerare l'innova zione delle imprese attraverso le competenze ed i saperi di cui di spone l'università di Modena ne gli ambiti della meccanica, dell'ict e della medicina rigenera tiva. In questa struttura, dove troverà spazio anche un incubatore per spin off universitari e start up, avranno sede i laboratori dei cen tri interdipartimentali Interme ch per la Meccanica avanzata e la Motoristica e Softech per l'ict, nonché la Fondazione Democen ter, cui spetterà il compito di fa vorire l'incontro tra imprese e università. La cerimonia di inaugurazione della struttura si terrà stamattina alle 10 in via Vivarelli 2 a Mode na con il taglio del nastro, cui se guirà la proiezione del video «Tecnopolo, la ricerca universita ria incontra le imprese», che pre cederà gli indirizzi di saluto pro nunciati dal Rettore Unimore Angelo Andrisano, dal presiden te Democenter Erio Luigi Mona ri, dal presidente Camera di Commercio Modena Maurizio Torreggiani, dal Presidente Fon dazione Cassa di Risparmio di Modena Andrea Landi, dal Sin daco di Modena Gian Carlo Muz zarelli e dal Presidente della Re gione Emilia Romagna Stefano Bonaccini. 21

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Giovani: il Vivaio da coltivare per far crescere il Paese

Giovani: il Vivaio da coltivare per far crescere il Paese PRIMA GIORNATA CIA IN EXPO Giovani: il Vivaio da coltivare per far crescere il Paese 5 maggio 2015 AUDITORIUM DI PALAZZO ITALIA PADIGLIONE ITALIA EXPO MILANO 2015 Cia è main partner del parco della biodiversità

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

E a questa domanda che cercheremo di dare una risposta nel breve spazio di quest articolo.

E a questa domanda che cercheremo di dare una risposta nel breve spazio di quest articolo. C è una Parma che funziona: è, prima di ogni altra cosa, la Parma delle imprese industriali esposte pienamente alla concorrenza internazionale. Questo risultato non è un accidente della storia, bensì il

Dettagli

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola E' italiana la casa ad alta efficienza energetica campione del mondo che si è aggiudicata il primo posto

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

L'Università di Scienze Gastronomiche, nel seguito chiamata UNISG, con. sede legale in Frazione Pollenzo - Bra (CN) e rappresentata in questo atto

L'Università di Scienze Gastronomiche, nel seguito chiamata UNISG, con. sede legale in Frazione Pollenzo - Bra (CN) e rappresentata in questo atto " ACCORDO QUADRO DI COLLABORAZIONE TRA L'UNIVERSITA' DI SCIENZE GASTRONOMICHE E L'UNIVERSIT A' DEGLI STUDI DI TORINO. L'Università di Scienze Gastronomiche, nel seguito chiamata UNISG, con sede legale

Dettagli

Sistem Costruzioni Presentazione fotografica ISTITUTI SCOLASTICI. www.sistem.it

Sistem Costruzioni Presentazione fotografica ISTITUTI SCOLASTICI. www.sistem.it Sistem Costruzioni Presentazione fotografica ISTITUTI SCOLASTICI www.sistem.it Complesso scolastico di Corporeno Comune di Cento (FE) Anno di realizzazione 2012 Complesso scolastico CORPORENO (Cento Ferrara)

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Quest: Costruisci la tua idea di Thinkalize

Quest: Costruisci la tua idea di Thinkalize Quest: Costruisci la tua idea di Thinkalize SI PREGA DI LEGGERE ATTENTAMENTE I TERMINI DEL PRESENTE BANDO. PARTECIPANDO, LEI PRESTA IL CONSENSO A ESSERE VINCOLATO AI TERMINI E ALLE CONDIZIONI DESCRITTE

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA

GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA Progetto SPIN OVER Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 27 gennaio 2005 progetto Spin Over, a cura del Gruppo iella Nasini e Sandra

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Maggio 2013. A cura di

Maggio 2013. A cura di DOSSIER SUI COMUNI DELL EMILIA ROMAGNA COLPITI DAL SISMA Maggio 2013 A cura di INDICE Premessa: il quadro attuale ad un anno dal terremoto 3 1. I Comuni colpiti dal sisma: alcuni dati 5 2. Analisi comparata

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

Aula magna della facoltà di

Aula magna della facoltà di Come far viaggiare i bus si studia all'università Al via lo scorso 6 marzo, alla Sapienza di Roma, il nuovo master su Management del trasporto pubblico locale, diretto da Giuseppe Catalano e Andrea Boitani.

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Corso Programmare e progettare la biblioteca pubblica Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Angelo Marchesi con la collaborazione di Alessandro Agustoni e Giulia Villa Il contesto Vimercate

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO Emanato con Decreto Rettorale n. 623/AG del 23 febbraio 2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 52 del 2 marzo 2012 STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI Art.

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli