Tyvek Graphics. DuPont. Manuale tecnico. DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tyvek Graphics. DuPont. Manuale tecnico. DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 1"

Transcript

1 TM DuPont Manuale tecnico Tyvek Graphics DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 1

2 Indice dei contenuti 1. Descrizione del prodotto Cos è Tyvek? Caratteristiche del prodotto 4 2. Stampa Introduzione Precauzioni Stampa su Tyvek speciale Stampa su Tyvek metallizzato e su Tyvek con colori metallizzati (Stampa off-set, flessografia, serigrafia) Stampa su Tyvek 2075D (fiamma ritardante) Stampa su Tyvek per contatto diretto con alimenti 2.4 Inchiostri Stampa off-set Stampa flessografica Rotocalcografia Serigrafia Essiccazione a raggi UV Inchiostri trattati con infrarossi Stampa a trasferimento termico 11 a) Standard Tyvek 11 b) Tyvek Brillion Getto d inchiostro / Getto d inchiostro a raggi UV Stampa digitale Matrice di punti Stampa al laser e fotocopiatura Tintura Laminatura Rivestimento Sigillatura a caldo Incollatura Cucitura Consigli di trasformazione per moduli continui Tyvek - Un impiego intelligente delle risorse Ottimizzazione delle risorse Riciclaggio/riutilizzo Recupero energetico Smaltimento in discarica o inceneritore Dove riciclare Tyvek? 17 Tabella 1 18 Fabbricanti di inchiostri consigliati per la stampa su Tyvek Tabella 2 19 Fabbricanti di adesivi consigliati per Tyvek Tabella 3 20 Solventi 3. Come trasformare Tyvek Introduzione Taglio a strisce, taglio lamellare, taglio Punzonatura a stampo rotante Taglio con fustella Punzonatura Piegatura Perforazione Stampa in rilievo Stampaggio con lamina a caldo 14 2 DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 2

3 1. Descrizione del prodotto 1.1 Cos è Tyvek? Tyvek è il marchio di fabbrica registrato da DuPont che designa la famiglia di prodotti lamellari, resistenti e durevoli, confezionati con purissimo polietilene ad alta densità (HDPE). Il foglio è formato dalla filatura di filamenti continui composti da finissime fibre strettamente interconnesse tra loro e dalla loro successiva saldatura a caldo e sotto pressione. Il risultato è un foglio filato e termosaldato di color bianco lucido che combina le migliori caratteristiche di una superficie di stampa con un elevata opacità, un ottima resistenza agli agenti chimici ed un estrema robustezza. Tyvek offre le migliori proprietà della carta, della pellicola e del tessuto ed è pertanto ideale per un ampia gamma di applicazioni in cui è richiesta un elevata resistenza. A seconda del processo di termosaldatura impiegato, Tyvek è disponibile in vari stili che riproducono l aspetto della carta o del tessuto. Gli stili Tyvek Stili standard (Stili 10 ) Di aspetto liscio e rigido come la carta, offrono eccellenti caratteristiche di stampa. Sono attualmente disponibili i seguenti stili: Applicazioni grafiche 1025D 42,5 gr./m D 55 gr./m D 75 gr./m D 105 gr./m 2 Laminatura 1026D 42.5 gr./m 2 Tyvek colorato Contattateci per ulteriori informazioni Tyvek metallizzato (Tyvek Deco) 3057M silver 55 gr./m M silver 105 gr./m 2 Tyvek Brillion 4158D 55 gr./m 2 idoneo solamente per applicazioni autoadesive 4173D 75 gr./m 2 idoneo solamente per applicazioni autoadesive 4182D 105 gr./m 2 Tyvek calandrato con superficie liscia, particolarmente adatto alla stampa di codici a barre mediante stampa a trasferimento termico. Applicazioni autoadesive 1058D 55 gr./m D 75 gr./m 2 Gli stili similtessuto (Stili 14 ) 1443R 43 gr./m R 75 gr./m 2 Tyvek autoadesivo è disponibile presso i migliori fabbricanti di rivestimenti autoadesivi. Contattateci per ulteriori informazioni Applicazioni alimentari 1025B 42.5 gr./m B 65 gr./m B 75 gr./m 2 Tyvek per stampa a getto d inchiostro Contattateci per ulteriori informazioni Tyvek fiamma ritardante 2075D 120 gr./m 2 Tyvek fiamma ritardante per stampa a getto d inchiostro Contattateci per ulteriori informazioni 3 DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 3

4 1. Descrizione del prodotto 1.2 Caratteristiche del prodotto Robustezza Tyvek è resistente allo strappo, sia asciutto che bagnato. Grazie alla sua esclusiva struttura fibrosa, mantiene le sue caratteristiche anche quando viene piegato o segnato. Resistenza all acqua Gli stili con il suffisso D o R presentano un rivestimento Le proprietà fisiche di Tyvek non vengono influenzate antistatico applicato su entrambe i lati che riduce il formarsi dall acqua. di elettricità statica durante la manipolazione di fogli e rotoli facilitane così la lavorazione. Hanno inoltre ricevuto un Resistenza agli agenti chimici trattamento corona su entrambe i lati rendedoli più ricettivi Tyvek resiste alla maggior parte degli acidi, delle basi alla agli inchiostri ed alle colle. e dei sali. L esposizione prolungata ad agenti ossidanti Gli stili con il suffisso B non presentano un trattamento come l acido nitrico concentrato od il persolfato di sodio corona o antistatico; pertanto sono certificati per il diretto possono sminuire la sua resistenza. contatto con gli alimenti e soddisfano i requisiti di sicurezza dei giocattoli. Resistenza all abrasione Grazie al trattamento corona, la superficie di Tyvek è ossidata su entrambi i lati e gli inchiostri (così come le Disponibilità colle o i rivestimenti) aderiscono meglio. La struttura Tyvek è disponibile in un ampia gamma di rotoli e formati fibrosa di Tyvek consente agli inchiostri di penetrare, (altezza del rotolo max. 3m). con il conseguente miglioramento della resistenza Contattateci per ulteriori informazioni. all abrasione della stampa. Elevata opacità L elevata opacità di Tyvek deriva dalla rifrazione multipla della luce tra le fibre sottili e l aria presente nella struttura lamellare. Stabilità dimensionale Tra lo 0 ed il 100% di umidità relativa, Tyvek rimane stabile da un punto di vista dimensionale. In tali condizioni, le dimensioni si modificano meno dello 0,01%. 4 DuPontTM Tyvek Manuale tecnico The DuPont Oval, DuPontTM, The miracles of sciencetm, Tyvek and Tyvek Brillion are trademarks or registered trademarks of E. I. du Pont de Nemours and Company or its affiliates. Copyright 2009 DuPont. All rights reserved. DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 4

5 1. Descrizione del prodotto Non perde pelucchi Sterilizzazione Tyvek è confezionato con fibre continue ed in normali Tyvek può essere sottoposto a qualsiasi processo di condizioni di utilizzo non rilascia particelle di pelucchi. sterilizzazione comunemente in uso. Pertanto, è adatto all uso in sale sterili. Trattamento corona Leggerezza Il trattamento corona applicato a Tyvek dura per più di Il peso di Tyvek è inferiore alla metà di quello di altri un anno mantenendone la resistenza di superficie, pari materiali che presentano una simile resistenza. ad almeno 40 dyne/cm. La densità di Tyvek è pari a 0,38 gr./cm³. ph Neutro Resistente alla decomposizione ed alla muffa Tyvek ha un ph di 7. Anche gli stili con trattamento Tyvek non si degrada anche dopo esser stato interrato antistatico e corona. per un periodo prolungato. Tyvek pulito non innesca la formazione di muffa o di altri microrganismi. Tossicità Tyvek, come fornito da DuPont, è stato sottoposto Gamma di temperatura a test di tossicità attraverso contatto con la pelle di Tyvek conserva tutta la sua resistenza e flessibilità a animali ed esseri umani: non è stato verificato nessun -75 C. Tyvek inizia a restringersi a 118 C e fonde a evento di reazioni tossiche. 135 C. Durante la lavorazione di Tyvek in bobine sotto tensione, la temperatura non deve superare gli 80 C. Elevata resistenza alla flessione Tyvek può essere ritorto e piegato praticamente all infinito senza che perda la sua resistenza Infiammabilità Una striscia di Tyvek pulito e non trattato si restringe in caso di esposizione ad una fiamma libera. Se la fiamma segue la striscia, quest ultima si accende, brucia lentamente e lascia cadere gocce di polimero fuso. Invecchiamento/resistenza agli UV In un normale ambiente di lavoro (temperatura ambiente e assenza di raggi UV), Tyvek è garantito per uno stoccaggio di 20 anni. Un esposizione prolungata ai raggi UV può modificare le caratteristiche del materiale. In circostanze normali, la resistenza ai raggi UV è di tre mesi e può essere estesa mediante speciali processi di stampa o rivestimento. 5 DuPontTM Tyvek Manuale tecnico The DuPont Oval, DuPontTM, The miracles of sciencetm, Tyvek and Tyvek Brillion are trademarks or registered trademarks of E. I. du Pont de Nemours and Company or its affiliates. Copyright 2009 DuPont. All rights reserved. DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 5

6 2. Stampa Il Tyvek può essere stampato con successo mediante numerosi processi sia tradizionali che digitali, tanto sotto forma di fogli quanto sotto forma di rotoli. 2.1 Cenni generali Tyvek viene stampato con un procedimento molto simile a quello usato per la carta, sebbene alcune delle sue proprietà fisiche richiedano un attenzione particolare. Tyvek viene sottoposto a trattamento corona su entrambi i lati per migliorare l adesione dell inchiostro e viene rivestito con un agente antistatico per facilitarne la lavorazione. Diversamente da quanto avviene con altri materiali, questi trattamenti sono permanenti. Tyvek non ha una struttura a grani orientati. plastici. Generalmente sarebbe opportuno pianificare tre giorni per l asciugatura di una stampa su due lati in quanto è necessario un periodo di 24 ore di asciugatura del primo lato prima di stampare il secondo. È inoltre importante identificare già nella fase di progettazione i colori considerati critici. È infine necessario effettuare una prova colore in quanto l effetto cambia quando si passa dalla stampa su carta alla stampa su Tyvek Tyvek presenta una variazione di spessore intrinseca che può essere compensata aumentando la pressione di stampa. Tyvek ha un lato liscio e uno ruvido. La differenza si sente al tatto e può essere osservata con una lente d ingrandimento non molto potente o esponendo il materiale a una luce riflettente. Sebbene il Tyvek possa essere stampato su entrambi i lati, per la stampa su un lato o per la stampa piena si raccomanda di usare la superficie liscia. La superficie del Tyvek presenta un singolare motivo di fibre ondulate di grande effetto in alcune applicazioni. Questo motivo è visibile con quasi tutti i tipi di inchiostro ma, volendo, lo si può mascherare usando colori brillanti o un motivo molto elaborato. 2.2 Precauzioni Tyvek non assorbe tanto quanto la carta e quindi gli inchiostri possono impiegare più tempo ad asciugare. Tuttavia, la natura aperta della superficie del Tyvek consente un essiccazione più rapida rispetto ad altri materiali Tyvek è piuttosto elastico e dovrebbe essere trattato esercitando la minore tensione possibile per evitare deformazioni e regolazioni errate. Una pesante copertura d inchiostro da bordo a bordo seguita da una tranciatura in pezzi di piccole dimensioni può far arricciare il materiale. Questo inconveniente può essere evitato lasciando libero un bordo di 1-2 cm su tutti i lati. Solventi: alcuni solventi adoperati in certi tipi di inchiostro, vernici e adesivi possono far gonfiare il Tyvek. Spesso questo effetto è reversibile dopo che il solvente è evaporato. Se il solvente contiene un legante o un veicolo, la deformazione può essere permanente. Il Tyvek può gonfiarsi o incresparsi anche per effetto di alcuni plastificanti e resine di idrocarburi alifatici usati negli inchiostri e negli adesivi a basso peso molecolare. Generalmente questo effetto è permanente e può manifestarsi anche un po di tempo dopo l applicazione. A questo proposito, rimandiamo alla tabella 3 contenente un elenco dei solventi che fanno gonfiare il Tyvek. 6 DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 6

7 2. Stampa 2.3 Stampa su Tyvek speciali 2.4 Inchiostri Stampa su Tyvek metallizzati (stampa offset, flessografia, serigrafia) Poiché questi prodotti sono molto meno assorbenti di Tyvek standard, è vivamente consigliato l uso di inchiostri con asciugatura a raggi UV. Anche la stampa con inchiostri per lamine a caldo (trattamento ad infrarossi) che essiccano mediante ossidopolimerizzazione dà buoni risultati. Non impilare eccessivamente il materiale onde evitare constrostampa. Durante la sovrastampa con argento o colori metallizzati, si consiglia l uso di colori scuri e lucidi. Utilizzare solo gli inchiostri consigliati. Consultare la tabella 1 per ottenere un elenco dei fabbricanti di inchiostri Stampa su Tyvek fiamma ritardante Tyvek 2075D può essere stampato con i processi di serigrafia e getto d inchiostro a raggi UV. Con gli inchiostri abitualmente utilizzati si possono ottenere buoni risultati e ridurre i tempi di essiccazione. Non è necessario utilizzare inchiostri speciali per materiali sintetici. I migliori risultati si ottengono stampando solo su un lato Tyvek per uso alimentare Tyvek per uso alimentare è disponibile in tre stili. Questo materiale è conforme ai requisiti come da articolo 21 dell US Code of Federal Regulations (21 CFR ) FDA e soddisfa i requisiti delle normative europee relativamente ai materiali direttamente a contatto con gli alimenti. Su richiesta, è possibile ricevere una copia del relativo certificato. Questi stili di Tyvek soddisfano inoltre i requisiti di sicurezza dei giocattoli. Il materiale non ha subito alcun trattamento corona e pertanto è più resistente all assorbimento dell inchiostro. Con questo materiale, si consiglia l uso della flessografia. Consultare il paragrafo 2.5 relativo a questo tipo di stampa. Durante la lavorazione di questo materiale, tener presente che non ha ricevuto alcun trattamento antistatico. In generale, è consigliabile usare inchiostri specifici per la stampa su materiali sintetici. Sul Tyvek, anche gli inchiostri per carta normale danno risultati soddisfacenti. In generale, comunque, il risultato dipende dalla composizione dell inchiostro e dall entità della copertura che si vuole ottenere. Si consiglia di eseguire sempre una prova e di aspettare un giorno per vedere il risultato. In ogni caso, è consigliabile usare inchiostri specifici per materiali sintetici. A questo proposito, rimandiamo alla tabella 1 contenente un elenco di produttori di inchiostri adatti al Tyvek. Alcuni solventi di idrocarburi usati in certi inchiostri in commercio possono far gonfiare o increspare il materiale - sia non appena i fogli vengono stampati che dopo. Sul Tyvek si consiglia di usare inchiostri contenenti meno del 3% di solventi residui. Se il Tyvek si gonfia o si increspa nell arco di 30 minuti dalla stampa, probabilmente l inchiostro contiene un solvente residuo o un plastificante. Sul Tyvek è sconsigliabile usare inchiostri all anilina. Per ridurre l adesività di un inchiostro tipo/litografico, si possono usare della vernice 00, dell olio di tung oppure un diluente consigliati dal fornitore di inchiostro. 7 DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 7

8 2. Stampa 2.5 Stampa offset Suggerimenti relativi a design, processi pre-stampa e stampa (profilo ICC) sono disponibili sul nostro sito internet: Il Tyvek è stabile da un punto di vista dimensionale e si maneggia bene sia sotto forma di fogli che di rotoli, sia su macchine offset monocolore e multicolore, piccole e grandi, sia su macchine tipografiche verticali, piane o rotative. asciugano più lentamente che sulla carta. Durante la stampa piena multicolore mantenere la pila di fogli al di sotto dei 50 cm di altezza. Usare gli inchiostri consigliati La maggior parte dei fornitori di inchiostro dispongono di inchiostri offset per il Tyvek. Per l elenco dei produttori di inchiostro, rimandiamo alla tabella 1. È importante usare inchiostri a basso tenore di solvente. Gli inchiostri dovrebbero contenere meno del 3% di solvente volatile, poiché i solventi di idrocarburi contenuti nella maggior parte degli inchiostri offset fanno gonfiare e deformare il Tyvek. Aumentare la pressione Di solito il Tyvek richiede una pressione di 0,08 0,10 mm in più rispetto a un foglio di carta dello stesso spessore, perché è più comprimibile. Avvolgendo i fogli si riduce il tempo di essiccazione. Il Tyvek non viene attaccato dagli additivi delle soluzioni umettanti a base di alcool o di succedanei dell alcool. Entrambi i lati del Tyvek possono essere stampati In genere, si consiglia di stampare il lato liscio. Si consiglia di usare materiali di copertura di media durezza. Si consiglia di eseguire lavori in quadricromia solo su macchine per quadricromia, in quanto il Tyvek tende ad allungarsi. Ridurre il livello di soluzione umettante Il Tyvek non assorbe l acqua alla stessa velocità della carta. Quindi, la macchina da stampa dovrebbe essere fatta funzionare con una minore quantità di soluzione umettante. Se la stampa risulta spenta o sbiadita, ridurre la quantità di soluzione umettante e controllarne il ph (7 è l ideale). Non aumentare la quantità di inchiostro. Stampare con il minimo spessore di pellicola d inchiostro In questo modo, si riduce al minimo la deformazione dei punti, la distorsione dei fogli e l effetto ottico delle volute di fibre. E, inoltre, si accorcia il tempo di essiccazione dell inchiostro. Sul Tyvek gli inchiostri offset 8 DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 8

9 2. Stampa 2.6 Flessografia La stampa su Tyvek col metodo flessografico richiede un essiccazione a bassa temperatura. Usare gli inchiostri consigliati. Nel loro assortimento di prodotti la maggior parte dei fornitori di inchiostro dispongono di inchiostri flessografici adatti al Tyvek. Per l elenco dei produttori di inchiostro, rimandiamo alla tabella 1. Alcuni solventi di idrocarburi usati in certi tipi di inchiostro flessografico possono far gonfiare o increspare il materiale - sia non appena i fogli vengono stampati che dopo. Si dovrebbero usare inchiostri con un tenore di solventi residui inferiore al 3%. Prima della produzione, verificare l idoneità degli inchiostri. Diversi inchiostri flessografici sono adatti al Tyvek, come ad esempio i solventi volatili, gli inchiostri polimerizzati a raggi UV e a base d acqua; in qualsiasi caso, la quantità di inchiostro sul rotolo di Anilox deve essere adattato al tipo di Tyvek e al layout di stampa. Gli inchiostri alcolici/poliammidici pigmentati aderiscono meglio e sono più resistenti allo sfregamento. Gli inchiostri a base d acqua per PE si stampano bene ma possono asciugare più lentamente a causa della scarsa permeabilità del Tyvek. Durante la stampa del Tyvek di tipo B, di solito agli inchiostri viene aggiunta della cera microcristallina per ridurre il rischio di macchie. La temperatura dei rotoli deve essere mantenuta al di sotto degli 80 C e la tensione a meno di 1.4 N/cm di larghezza. Ciò contribuirà ad evitare regolazioni errate. L uso di cilindri elettrici e di brevi distanze fra i rotoli privi di supporti aiuterà a mantenere basse le temperature di svolgimento e lavorazione. Abbassare la temperatura del rotolo prima di avvolgere il materiale su un cilindro di raffreddamento. In questo modo, si eviteranno bloccaggi e si ridurranno al minimo le deformazioni. Ciò è essenziale per la stampa su Tyvek di tipo B. Per aiutare a ovviare alla variazione di spessore intrinseca del Tyvek, si devono montare piastre con nastro spugnoso ad alveoli chiusi con dorso adesivo da 0,38 0,55 mm. Le piastre fotopolimeriche Cyrel garantiscono una stampa piena della migliore qualità. Possono inoltre essere utilizzate senza alcun problema piastre con uno spessore da 45/1.14mm. La durezza di tali piastre deve essere pari a 75 Shore A. Per compensare la variazione di spessore con un nastro spugnoso invece che con una piastra, possono essere utilizzate piastre di durezza maggiore, con uno spessore di 67/1.7 mm o 100/2.54 mm, montate con nastro spugnoso ad alveoli chiusi con dorso adesivo. Non vi è alcuna differenza per quanto riguarda le piastre digitali o analogiche. L esecuzione della stampa multicolore risulta migliore con piastre fotopolimeriche Cyrel dotate di retini da 48 linee/cm; per la serigrafia e la stampa a tinta piena valgono gli stessi requisiti. Raccomandazioni: Per la serigrafia con gli inchiostri a base di solvente e ad acqua devono essere utilizzati rotoli di Anilox da L/cm ed un volume di g/cm³, mentre per la stampa a tinta piena deve essere utilizzato un volume di g/cm³. Per gli inchiostri polimerizzati a raggi UV, possono essere utilizzati gli stessi rotoli di Anilox, tuttavia per una migliore copertura in tinta piena la quantità trasferita deve essere superiore a 8 gr./cm³. 9 DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 9

10 2. Stampa 2.7 Rotocalco Il Tyvek si presta ad essere stampato con le stesse attrezzature usate per la stampa mono/multicolore di carta, pellicole e tessuti. Per il rotocalco si possono applicare le stesse tecniche usate per la flessografia tenendo conto di quanto segue: Se le caratteristiche dell inchiostro lo permettono, prima andrebbe stampato il colore con la copertura minore seguito da quelli con la copertura via via maggiore (il colore che deve coprire la superficie più vasta deve essere stampato per ultimo). In questo modo, si riduce al minimo la deformazione dei fogli durante la stampa multicolore. Si preferisce usare cilindri con almeno 39 linee/cm. Gli inchiostri per rotocalco alla nitrocellulosa di tipo C sono i più usati e spesso vengono modificati aggiungendo una resina alchidica che ne migliora la durezza e l adesione. Usare gli inchiostri consigliati. Nel loro assortimento di prodotti la maggior parte dei fornitori di inchiostro dispongono di inchiostri serigrafici adatti al Tyvek. Per l elenco dei produttori di inchiostro, rimandiamo alla tabella 1. Alcuni solventi usati negli inchiostri serigrafici possono provocare rigonfiamenti, deformazioni e regolazioni errate. I colori e gli smalti per affissi contenenti solventi di idrocarburi sono sconsigliati per stampare il Tyvek col metodo serigrafico. Nel caso si usino inchiostri ad asciugatura UV è necessario un sistema di raffreddamento per evitare che i fogli subiscano distorsione o restringimento causati dal calore contenuto nell inchiostro stesso quando vengono asciugate superfici molto coperte di colori scuri. Per applicazioni all aperto, si consiglia di usare inchiostri contenenti pigmenti resistenti allo scolorimento. 2.8 Serigrafia Tyvek può essere stampato su macchine serigrafiche manuali, automatiche e rotative, sia in fogli che in rotolo. Questo tipo di stampa è particolarmente consigliata per la realizzazione di insegne, striscioni, poster ed altre applicazioni decorative. Se si opta per l essiccazione ad aria calda ad alta velocità anziché per l essiccazione a temperatura ambiente, la temperatura dei fogli deve essere mantenuta al di sotto degli 80 C (175 F) e la tensione al di sotto di 1.4N/cm per evitare difetti nella registrazione delle stampe a multicolore. Poiché il Tyvek ha una superficie più ruvida della pellicola, si tenga conto che un retino a grani più grandi (maglia da 100 cm/255 pollici) assicura una copertura migliore. Gli inchiostri cellulosici presentano il minor grado di deformazione. Alcuni inchiostri per affissi contengono un alta percentuale di ragia minerale che andrebbe evitata in quanto può increspare il Tyvek. Per la massima durabilità ed adesione usare inchiostri di uretano. 10 DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 10

11 2. Stampa 2.9 Essiccazione a raggi UV Inchiostri polimerizzati a raggi UV Questi inchiostri possono essere utilizzati con ottimi risultati su tutti i tipi di Tyvek. L essiccazione è immediata e permettono di ottenere colori scuri a maggior densità, con una migliore brillantezza. Una breve esposizione ai raggi UV non influisce sulle proprietà fisiche del materiale, tuttavia si raccomanda l uso di un sistema di raffreddamento per ridurre l accumulo di calore. Inchiostri polimerizzati a infrarossi Questi inchiostri ad alto tenore di solvente sono sconsigliati perché possono deformare il Tyvek Inchiostri trattati con infrarossi Questi inchiostri ad alto contenuto di solventi non sono consigliati poiché possono alterare le caratteristiche di Tyvek Stampa a trasferimento termico Stampa di codici a barre Ogni tipo di codice a barre presenta diverse grandezze, dai codici molto densi (grandezza 1) ai codici molto larghi (grandezza 5). Ad esempio, la grandezza 1 indica che le barre più sottili sono solo di 0.125mm di larghezza. Durante la stampa di codici a barre su Tyvek standard, si ottengono i migliori risultati con le grandezze 4 e 5. b) Tyvek Brillion Tyvek Brillion presenta un lato molto liscio, adatto alla stampa a trasferimento termico di piccole immagini e codici a barre ad alta densità. Tutte le stampanti a trasferimento termico - come Intermec, Zebra, Sato, Novexx Lion e Datamax - sono adatte alla stampa su Tyvek Brillion. Possono essere utilizzate le stampanti tradizionali così come le stampanti che ricorrono alle tecniche Near Edge. La leggibilità dei codici a barre è conforme ai requisiti B dell ANSI. In via generale, per la stampa su Tyvek Brillion sono consigliate sia le cere che le resine a cera. La resistenza al grasso e allo strappo della stampa è migliore con le resine a cera. La temperatura delle testine di stampa deve essere opportunamente adattata sia al nastro che a Tyvek Brillion. La temperatura necessaria per la stampa è superiore con le resine a cera. Tuttavia, le temperature richieste per la stampa su Tyvek Brillion sono generalmente inferiori rispetto a quelle richieste per la carta. a) Tyvek standard Per raggiungere risultati ottimali durante la stampa a trasferimento termico su Tyvek, è importante scegliere la giusta combinazione di configurazione dei nastri e della stampante. Gli stessi requisiti devono essere soddisfatti anche durante la stampa di codici a barre su Tyvek. In linea di massima, tutte le stampanti a trasferimento termico sono adatte alla stampa su Tyvek. Sono stati condotti alcuni test con TEC, Intermec, Avery, Zebra, Sato e Fargo. La temperatura delle testine di stampa deve essere correttamente determinata sia per il nastro che per Tyvek. Nota bene Si noti che Tyvek Brillion presenta una resistenza allo strappo inferiore (oltre il 20%) e pertanto non è consigliato per applicazioni che presentino ampie aree perforate, come ad esempio i polsini. I migliori risultati con Tyvek Brillion si ottengono con la stampa a trasferimento termico di piccole immagini e codici a barre ad alta densità. 11 DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 11

12 2. Stampa 2.12 Getto d inchiostro / Getto d inchiostro a raggi UV Tyvek standard non può essere stampato a getto d inchiostro con inchiostri ad acqua. Sono inoltre sconsigliati gli inchiostri ad olio. Per la stampa su Tyvek standard sono necessari inchiostri a solvente a rapida essiccazione, benché in generale la qualità della stampa sia scarsa ed i colori risultino pallidi e spenti. Per una migliore qualità di stampa, si consiglia di utilizzare Tyvek con patina per inkjet. Tyvek con patina è utilizzabile per stampanti con inchiostri ad acqua o a base di solvente come HP, Encad, Epson, Kodak, Roland, Scitex, NUR, Vutek, Mutoh, è un prodotto bianco opaco che offre eccellenti qualità di stampa e lunga durata. Tyvek con patina può inoltre essere stampato con inchiostri a base di Eco-Solvent. Tyvek standard può essere facilmente stampato a getto d inchiostro con asciugatura a raggi UV (Durst, Spühl/Legett&Platt, Zünd, Efi-Vutek, NUR, HP/Scitex, OCE, Matan, Augend, ecc...), ma in questo caso si raccomanda di utilizzare solo 75 o 105 gr./m² Stampa digitale 2.14 Matrice di punti Tyvek può essere facilmente stampato con matrici di punti. Non è necessario prendere precauzioni particolari. Grazie alla sua superficie ed alle sue proprietà di assorbimento degli inchiostri, Tyvek : non causa nessuna sbavatura dei colori dopo la stampa offre un buon ancoraggio ed elevata resistenza all abrasione della stampa 2.15 Stampa al laser e fotocopiatura Oggigiorno, l elettrofotografia basata sulla tecnologia laser è sempre più largamente utilizzata per stampanti/ fotocopiatrici veloci a colori ed in bianco e nero. Queste stampanti/fotocopiatrici usano raggi laser per attivare (o disattivare) i tamburi di stampa carichi. Il raggio laser non è a diretto contatto con il Tyvek durante questa operazione. Ciononostante, i comuni sistemi di stampa laser non è consigliato per Tyvek a causa dell elevata temperatura raggiunta all interno dell unità di stampa, che porterebbe Tyvek alla fusione. Per la stessa ragione Tyvek non è consigliato per l uso con fotocopiatrici. Tyvek standard può essere facilmente stampato con stampanti off-set digitali come HP/Indigo, e con stampanti a cera come XEROX Phaser; tuttavia Tyvek non è adatto alle stampanti digitali operanti a temperature superiori al suo punto di fusione (ad esempio Xeikon). Con le stampanti HP/Indigo a foglio si raccomanda l uso di Tyvek 105 gr/m DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 12

13 3. Come si trasforma il Tyvek 3.1 Cenni generali 3.4 Tranciatura Il Tyvek si allunga del 30% al massimo prima di rompersi. Per ridurre al minimo la deformazione o gli strozzamenti durante i processi di trasformazione con avanzamento a rotolo, mantenere la tensione a un valore inferiore a 1.4N/cm (0.75 libbre/pollice). Ciò è importante soprattutto durante la tranciatura del Tyvek in moduli continui perforati. Il Tyvek può essere trasformato in modo molto simile alla carta o alla pellicola di plastica usando la stessa attrezzatura. 3.2 Taglio a strisce, taglio in fogli, taglio semplice Poiché le fibre di Tyvek sono molto resistenti, è necessario che ognuna di esse venga tagliata completamente. Le sospensioni non si staccheranno. Le lame e gli stampi devono essere regolati a tolleranze ristrette. Per il taglio a frantumazione, un bordo tagliente leggermente arrotondato risulta efficace più a lungo rispetto a un bordo appuntito. Ma per altri metodi di taglio a strisce è preferibile che il bordo sia tagliente. 3.3 Punzonatura a stampo rotante Poiché gli stampi rotanti maschio/femmina d acciaio dolce si smussano rapidamente se regolati alle tolleranze ristrette necessarie per punzonare il Tyvek in modo netto, si consiglia di usare stampi rotanti fatti di acciaio temprato per attrezzi o di carburo di tungsteno. Il Tyvek può essere tranciato sia con un regolo d acciaio che con stampi chiusi maschio/ femmina. Le fibre di Tyvek devono essere tagliate completamente e gli stampi devono essere in buone condizioni, cioè devono avere bordi taglienti e privi di intaccature. Se gli stampi hanno i bordi smussati, il materiale si arriccia. Con gli stampi chiusi si consiglia di usare una fresa a tre tagli con rilievo interno. In fase di tranciatura, disaerare e mantenere un altezza di sollevamento inferiore a 7,6 cm (3 pollici) per evitare di sovradimensionare i pezzi tranciati. 3.5 Punzonatura Il Tyvek può essere punzonato con attrezzature tipografiche, per etichette e a perforazione rotativa. I risultati migliori si ottengono con punzoni taglienti, ben regolati e montati a distanza ravvicinata. I punzoni possono essere sia lisci che seghettati e tagliano meglio se sono concavi alle estremità. Si consiglia di usare uno stampo maschio autoguidato d acciaio dolce e uno stampo femmina d acciaio temprato. 3.6 Piegatura Il Tyvek assume pieghe cieche e può essere piegato con le comuni piegatrici da legatoria. Aumentando la tensione del cilindro e delle molle si ottengono pieghe più nette. Dato che il Tyvek ha una superficie scivolosa, l avanzamento del materiale può essere agevolato usando cilindri morbidi rivestiti di gomma. 13 DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 13

14 3. Come si trasforma il Tyvek 3.7 Perforazione 3.10 Colorazione Per realizzare perforazioni a strappo nette, si consiglia di osservare un rapporto taglio/riserva di 10:1, cioè un taglio di 8,0 mm rispetto a una riserva di 0,8 mm (o un taglio di 5/16 di pollice rispetto a una riserva di 1/32 di pollice). Lo strappo può partire da un incisione praticata sul bordo del foglio. I processi convenzionali di colorazione per i tessili non colorano il Tyvek in modo permanente. Tuttavia, il Tyvek può essere sottoposto a flessografia o a rotocalco Laminatura 3.8 Goffratura Il Tyvek può essere goffrato con un attrezzatura ad alta o a bassa pressione. La goffratura a freddo non compromette in modo significativo la robustezza del Tyvek ma ne riduce l opacità. Di solito, i cilindri di goffratura usati per il Tyvek sono piuttosto piani e hanno una profondità di appena 0,13-0,65 mm (5-25 mil). È preferibile che il cilindro in gomma di sostegno abbia una durezza di Shore D. 3.9 Stampaggio con lamina a caldo Tyvek può essere laminato ad estrusione, adesione, a fiamma, ad ultrasuoni, a calandratura e termicamente. Il polietilene estruso a bassa densità (LDPE) è un ottimo adesivo per laminare pellicole plastiche e metalliche su Tyvek. Gli adesivi di poliuretano possono essere utilizzati per far aderire un ampia gamma di pellicole e tessuti su Tyvek. Durante la laminatura di Tyvek su carta o cartone, è importante coprire completamente Tyvek con l adesivo onde evitare la formazione di bolle. Si consiglia l utilizzo di adesivi in poliuretano o fondibili (Euromelt 772 di Henkel o Lunamelt KC2010 di H.B.Fuller). Si sconsiglia invece l uso di cartone riciclato, poiché quest ultimo può contenere residui di solventi o leganti che possono causare la formazione di bolle. Grazie alla natura termoplastica di Tyvek, questo processo dà ottimi risultati. È disponibile un ampia gamma di lamine per la produzione di etichette e copertine. Per un corretto trasferimento su Tyvek è opportuno scegliere una lamina la cui temperatura sia compresa tra i 135 ed i 160 C. Evitare di stampare Tyvek con una lamina larga e solida poiché in questo caso il materiale tende a stropicciarsi ed a deformarsi. Per evitare questi inconvenienti, si consiglia di utilizzare Tyvek 105g/m2 o Tyvek rivestito autoadesivo. 14 DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 14

15 3. Come si trasforma il Tyvek 3.12 Patinatura 3.14 Incollatura La patinatura serve per colorare, migliorare la fedeltà della stampa, lucidare o mascherare il motivo disegnato dalle fibre di Tyvek. La patinatura con spatola ad aria è da preferire per i rivestimenti acquosi, perché consente di applicare strati uniformi di materiale. Di solito, per rendere accettabile l adesione della patinatura al Tyvek, è necessario aumentare il tenore di legante. La spatola ad aria, inoltre, rende la superficie del Tyvek particolarmente liscia: condizione ideale per la stampa. La patinatura a decorazione continua è da preferire per i sistemi a base di solventi, soprattutto laddove si richiede una colorazione scura. Il Tyvek può essere patinato per estrusione con polimeri speciali. Durante la patinatura o la laminazione del Tyvek la temperatura del rotolo non dovrebbe superare gli 80 C Termosaldatura, saldatura dielettrica, saldatura ad ultrasuoni Una saldatura molto resistente può essere ottenuta con la barra calda o con tecniche ad impulso direttamente sul Tyvek. Di solito, per termosaldare il Tyvek con dell altro Tyvek o con altri tipi di pellicole, si applica un rivestimento di saldatura a caldo - come il polietilene a bassa densità (LDPE) ramificato - sul materiale con cui si vuole saldare il Tyvek. In condizioni normali, il Tyvek non può essere saldato col metodo dielettrico in quanto è privo di poli. La saldatura ad ultrasuoni può essere usata con la maggior parte dei tipi di Tyvek ed elimina il rischio di increspature che si presentano in seguito alla termosaldatura. Gli adesivi naturali a base di destrina, caseina o sottoprodotti animali possono essere usati per incollare il Tyvek a dell altro Tyvek o a svariati materiali cartacei. I lattici sintetici a base d acqua, come gli adesivi all acetato etilenico/ vinilico formano dei legami fibrosi con il Tyvek. Sono disponibili adesivi poliammidici per applicazioni a caldo in grado di legare bene il Tyvek a svariati materiali. Normalmente gli adesivi acrilici sensibili alla pressione vengono usati con una canna a scatto. Prima di usare qualsiasi adesivo, consultare l elenco dei solventi riportato sulla tabella 3, in quanto alcuni dei componenti degli adesivi possono interagire con il Tyvek Cucitura Il Tyvek può essere cucito con le macchine da cucire tradizionali. I risultati migliori si ottengono con le macchine dotate di avanzamento a estrattore o a caduta. Si dovrebbero usare cilindri lisci rivestiti di gomma anziché cilindri di metallo zigrinati, perché questi ultimi lascerebbero dei segni sul Tyvek. Il Tyvek deve essere cucito alla frequenza più bassa possibile (2-3 punti/cm a bassa tensione) e con l ago più piccolo possibile. L ago dovrebbe avere la punta piatta per ottenere tagli longitudinali. Si consiglia di usare il punto catenella e il punto allineato, in particolare il punto catenella da 2,5 cm. 15 DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 15

16 3. Come si trasforma il Tyvek 3.16 Consigli per la trasformazione in moduli continui Tensione dei fogli Il Tyvek è più elastico della carta e tende ad allungarsi se sottoposto a tensione, ma dopo la perforazione recupera la sua forma originale. La tensione deve essere controllata in modo tale che la perforazione sia conforme alla DIN Per i moduli continui si consigliano le qualità seguenti: 1057D (55 gr./m2) 1073D (75 gr./m2) 1082D (105 gr./m2) Velocità della macchina Quando la velocità della macchina aumenta, la regolazione della tensione diminuisce. Se a una tensione di 100 m/min. la distanza fra i fori è breve, detta distanza diminuisce a una tensione di 300 m/min. Punzonatura Stampa I risultati migliori si ottengono con punzoni taglienti, ben Rimandiamo alle sezioni di questo manuale dedicate regolati e montati a distanza ravvicinata. all argomento. Perforazione a stampo rotante La perforazione a stampo rotante del Tyvek dovrebbe essere ottenuta con stampi maschio/femmina fatti di acciaio temprato per attrezzi o di carburo di tungsteno. Perforazione a strappo Per ottenere una perforazione a strappo netta, usare il maggior numero possibile di tagli lasciando il minor spazio possibile fra l uno e l altro, e rispettare un rapporto di 10 a 1. Lo strappo può partire da un incisione praticata sul bordo del foglio. 16 DuPontTM Tyvek Manuale tecnico The DuPont Oval, DuPontTM, The miracles of sciencetm, Tyvek and Tyvek Brillion are trademarks or registered trademarks of E. I. du Pont de Nemours and Company or its affiliates. Copyright 2009 DuPont. All rights reserved. DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 16

17 4. Tyvek Uso efficace delle risorse La DuPont si impegna a favorire un trattamento efficace e sicuro dei rifiuti plastici e sostiene l ottimizzazione delle risorse nonché un sistema di gestione dei materiali di scarto. Le sue priorità sono le seguenti: 1. Utilizzo delle risorse ridotto al minimo 2. Riciclaggio/riutilizzo 3. Recupero di energia 4. Smaltimento in discarica DuPont è certificata ISO : Utilizzo delle risorse ridotto al minimo Il Tyvek è molto robusto e leggero e quindi basta una piccola quantità di materiale per svolgere diverse funzioni. Il peso di un prodotto realizzato in Tyvek può essere molto inferiore a quello di un prodotto identico ma realizzato in altri materiali con prestazioni uguali o inferiori. 4.2 Riciclaggio/riutilizzo Riciclaggio meccanico Fatto di HDPE al 100%, il Tyvek o i prodotti realizzati in Tyvek possono essere riciclati meccanicamente in prodotti come condutture di protezione per cavi sotterranei, pezzi di ricambio per automobili, pellicole, materiali da imballaggio e fioriere. Anche i prodotti realizzati in Tyvek stampati, incollati, saldati o cuciti possono essere riciclati, come può esserlo il Tyvek patinato per estrusione o laminato con un polimero della stessa famiglia. Normalmente il polietilene può essere riciclato dalle 4 alle 5 volte prima di perdere le sue proprietà fisiche. Riciclaggio chimico Il Tyvek può essere riciclato chimicamente insieme ad altri polimeri. Durante questo processo, il materiale originale viene scomposto nei suoi componenti chimici, che vengono recuperati per poi essere riutilizzati. 4.3 Recupero di energia Quando viene incenerito in eccesso di ossigeno, il Tyvek rilascia solo acqua e CO2. Il Tyvek è un ottimo combustibile e sviluppa più del doppio dell energia fornita dal carbone. Inoltre, ha le stesse caratteristiche del petrolio per quanto riguarda la produzione di calore. L incenerimento dell HDPE non contribuisce alla fo mazione delle piogge acide. 4.4 Smaltimento in discarica Pur non incoraggiando l interramento, la DuPont assicura che, in casi estremi, il Tyvek può essere eliminato in modo sicuro con questo metodo. Il Tyvek non penetra nelle acque freatiche in quanto chimicamente inerto e non contiene agglomeranti. 4.5 Dove riciclare il Tyvek Al termine della loro utile vita, i prodotti realizzati in Tyvek possono essere riciclati dalla società di zona incaricata del riciclaggio dei rifiuti in polietilene. Inoltre, la DuPont ha creato una rete di società di riciclaggio di questo materiale che hanno accettato di ritirare gli articoli realizzati in Tyvek da riciclare col metodo meccanico in altri prodotti (è necessario che gli oggetti da riciclare non siano stati a contatto con sostanze pericolose): Famaplast S.A. 47A, rue de Sanem, L Soleuvre Tel.: , Fax: Ravago Plastics Luxembourg S.A. Rue des Ateliers, Zoning industriel de Latour B Virton Tel.: , Fax: Rohstoff Rückgewinnungs GmbH Rudolf-Winkel Straße 24-26, D Göttingen Tel.: , Fax: DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 17

18 Tabella 1 Produttori di inchiostri consigliati per la stampa su Tyvek Akzo Nobel Inks Tel.: +44 (0) Fax: +44 (0) Marabu (U.K.) Ltd. Unit 20 Capel Hendre Ind. Estate Ammanford, Dyfed SA18 3SJ U.K. Tel.: Fax: Screenprinting BASF Printing Systems Ltd. Slinfold Horsham West Sussex RH13 7SH U.K. Tel.: +44 (0) Fax: +44 (0) Offset Flexo Screenprinting National Printing Ink Co. Ltd. Chandler Road Chichester Sussex PO19 2UE U.K. Tel.: +44 (0) Fax: +44 (0) Offset Flexo Screenprinting Coates Lorilleux Cray Avenue St. Mary Cray Oppington Kent BR5 3PP U.K. Tel.: +44 (0) Fax: +44 (0) Offset Flexo Screenprinting Ruco Inks TD Marking Solutions Stamford Street Newhall Road Trading Estate Sheffield S9 2TX U.K. Tel.: +44 (0) Fax: +44 (0) Offset Screenprinting Hostmann Steinberg Graphocolor Ltd Black Water Road Dublin Industrial Estate Glasnevin, IRELAND Dublin 11 Tel.: +353 (1) Fax: +353 (1) Flexo Sericol Ltd. Pysons Road Broadstairs Kent CT10 2LE U.K. Tel.: +44 (0) Fax: +44 (0) Screenprinting Hostmann Steinberg Keane Graphic Products Ltd. Graphic House, Fostar Road Ashford Business Park Ashford, Kent TN24 0LQ U.K. Tel.: +44 (0) Fax: +44 (0) Flexo Sicpa U.K. Ltd. Unit 10 Gillmans Industrial Estate Natts Lane Billingshurst, West Sussex RH14 9EZ U.K. Tel.: +44 (0) Fax: +44 (0) Offset Flexo Screenprinting Jänecke & Schneemann Bousfield Inks Coatings Ltd. Southway Drive North Common, Warmley Bristol BS30 5JE U.K. Tel.: +44 (0) Fax: +44 (0) Offset Sun Chemicals Gibbon Unit 3, Windsor Works Albion Close Peterfield Avenue Slough, Berks. SO2 5DT U.K. Tel.: +44 (0) Fax: +44 (0) Offset Flexo Screenprinting 18 DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 18

19 Tabella 2 Produttori di adesivi consigliati per il Tyvek H.B. Fuller UK Ltd. Outram Road Global Lane Ind. Estate Durkinfield, Sheshire SK16 4XA U.K. Tel.: +44 (0) Fax: +44 (0) Henkel Industrial adhesives Watchmead, Welwyn Garden City Hertfordshire AL7 1JB U.K. Tel.: +44 (0) Fax: +44 (0) National Starch & Chemical Ltd. Wexham Road Slough, Berkshire SL2 5DF U.K. Tel.: +44 (0) Fax: +44 (0) Planatol Klebetechnik GmbH Fabrikstrasse D Rohrdorf Germany Tel.: Fax: DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 19

20 Tabella 3 Solventi Solventi con effetto di rigonfiamento sul Tyvek (1) (in ordine crescente) Solventi preferibili Solventi da usare con parsimonia Solventi da evitare Glicerina Glicole dietilenico Glicole propilenico Glicole trietilenico Glicole etilenico Alcool metilico Alcool etilico Diacetonalcool Carbitol (2) Acetato di Carbitol Glicole dipropilenico Cellosolve (2) metilico Etere metilico di glicole dipropilenico Carbinolo isobutilico di metilene Cellosolve (2) Alcool isopropilenico Olio di lino grezzo Alcool isobutilico di ftalato dibutilico Acetato Cellosolve metilico Etere metilico di glicole propilenico Acetone Cellosolve butilico Acetato Cellosolve Alcool n-butilico Alcool n-propilico Alcool n-esilico Alcool n-pentilico Acetato isopropilenico Acetato butilico Cellosolve Alcool 2-ottilico Acetato butilico Carbitol Alcool n-decilico Acetato etilico Acetato isobutilico Chetone di etile metilenico Acetato n-propilico Chetone di isobutile metilenico Cicloesanone Chetone dietilenico Acetato n-butilico Sun spirits Olio di pino Spiriti Lactol (3) Trementina SDW Diclorometano Tetraidrofurano Spiriti minerali T Pentano Etere di petrolio Pinene Solvente per gomma Nafta VM + P Toluene Spiriti di naftolo Xilolo Kerosene Magie Oil (4) (1) Questi dati servono a guidare la scelta dei solventi per inchiostri o per rivestimenti. (2) Union Carbide Chemicals & Plastics. (3) Union Oil Co. of California. (4) Magie Bros. Oil Co. 20 DuPont TM Tyvek Manuale tecnico DUP_Tyvek_Graphics_Technical_Handbook_IT_09.indd 20

UTILIZZO IN SICUREZZA DEI GUANTI

UTILIZZO IN SICUREZZA DEI GUANTI POSTER con 10 consigli inclusi UTILIZZO IN SICUREZZA DEI GUANTI nella gestione dei solventi in collaborazione con ESIG European Solvents Industry Group (ESIG) è un associazione che rappresenta i principali

Dettagli

Istruzioni per l'uso Guida alla carta

Istruzioni per l'uso Guida alla carta Istruzioni per l'uso Guida alla carta Per un uso corretto e sicuro, leggere le Informazioni sulla sicurezza riportate nel manuale "Leggere prima di iniziare" prima di utilizzare la macchina. SOMMARIO

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Scotchcal serie IJ 20

Scotchcal serie IJ 20 3M Italia, Dicembre 2010 Scotchcal serie IJ 20 Bollettino Tecnico 3M Italia Spa COMMERCIAL GRAPHICS 3M, Controltac, Scotchcal, Comply and MCS sono marchi 3M Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello Fax:

Dettagli

L impatto ambientale degli inchiostri da stampa

L impatto ambientale degli inchiostri da stampa FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA AVISA Gruppo inchiostri da stampa e serigrafici L impatto ambientale degli inchiostri da stampa Marzo 2013 Questa nota informativa è stata preparata da EuPIA basandosi su di

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché?

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Klaus Pfitscher Relazione 09/11/2013 Marchio CE UNI EN 14351-1 Per finestre e porte pedonali Marchio CE UNI EN 14351-1

Dettagli

Irradiatori Ceramici ad Infrarossi

Irradiatori Ceramici ad Infrarossi Irradiatori Ceramici ad Infrarossi Caratteristiche e Vantaggi Temperature superficiali fino a 750 C. La lunghezza d'onda degli infrarossi, a banda medio-ampia, fornisce un riscaldamento irradiato uniformemente

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

Sistemi digitali inkjet per la decorazione su vetro

Sistemi digitali inkjet per la decorazione su vetro Sistemi digitali inkjet per la decorazione su vetro Durst, lo specialista nei sistemi di stampa inkjet industriali per la decorazione su vetro. Durst è specializzata nella fornitura di soluzioni per la

Dettagli

DAI POLIMERI SINTETICI ALLE PLASTICHE BIODEGRADABILI

DAI POLIMERI SINTETICI ALLE PLASTICHE BIODEGRADABILI IT- Settore Tecnologico - B. FOCACCIA Salerno Piano dell Offerta Formativa 2011/2012 Presentazione del Progetto: DAI POLIMERI SINTETICI ALLE PLASTICHE BIODEGRADABILI Referente Prof. Anna Maria Madaio Cosa

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

SERBATOI A SINGOLA PARETE

SERBATOI A SINGOLA PARETE SERBATOIO DA INTERRO: serbatoi cilindrici ad asse orizzontale, a singola o doppia parete per il deposito nel sottosuolo di liquidi infiammabili e non. Costruiti con lamiere in acciaio al carbonio tipo

Dettagli

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C Informazione tecnica Indice Caratteristiche 2 Vantaggi dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C 2 Tenuta e lubrificazione 2 Temperatura

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni 3M Italia, Gennaio 2011 Bollettino Istruzioni Applicazione pellicole su vetro Bollettino Istruzioni 3M Italia Spa Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello (MI) Fax: 02 93664033 E-mail 3mitalyamd@mmm.com

Dettagli

technostuk 2-12 09/13 127

technostuk 2-12 09/13 127 technostuk 2-12 09/13 127 TECHNOSTUK 2-12 Sigillante cementizio per fughe da 2 a 12 mm. La protezione attiva di Microshield System aiuta a prevenire la crescita di batteri, funghi e muffe, che possono

Dettagli

Scotchcal serie 100 Pellicola autoadesiva decorativa per intaglio

Scotchcal serie 100 Pellicola autoadesiva decorativa per intaglio 3M Italia, Novembre 2010 Scotchcal serie 100 Pellicola autoadesiva decorativa per intaglio Bollettino Tecnico 3M Italia Spa Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello Fax: 02 70058174 E-mail itgraphics@mmm.com

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

una saldatura ad arco

una saldatura ad arco UTENSILERIA Realizzare una saldatura ad arco 0 1 Il tipo di saldatura Saldatrice ad arco La saldatura ad arco si realizza con un altissima temperatura (almeno 3000 c) e permette la saldatura con metallo

Dettagli

I VETRI ISOLANTI DI FINSTRAL. Una vasta gamma di soluzioni per le vostre esigenze!

I VETRI ISOLANTI DI FINSTRAL. Una vasta gamma di soluzioni per le vostre esigenze! I VETRI ISOLANTI DI FINSTRAL Una vasta gamma di soluzioni per le vostre esigenze! LA GAMMA VETRI DI FINSTRAL Plus-Valor La qualità è di serie Il vetro basso-emissivo Plus-Valor da noi è di serie. Questo

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 1 Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Identificatore del prodotto Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Utilizzazione della

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Scheda tecnica StoColor Puran Satin

Scheda tecnica StoColor Puran Satin Pittura bicomponente poliuretanica ad elevata resistenza, classe 1 resistenza all abrasione umida, classe 2 di potere coprente secondo EN 13300 Caratteristiche Applicazione Caratteristiche interni per

Dettagli

Brochure La verità sull inchiostro

Brochure La verità sull inchiostro Brochure La verità sull inchiostro Sommario Fai clic sui collegamenti per vederne i paragrafi 1 mito: Le cartucce non originali HP sono affidabili tanto quanto le cartucce originali HP. 2 mito: La resa

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

www.mpmsrl.com pavimentazioni sine materiali protettivi milano

www.mpmsrl.com pavimentazioni sine materiali protettivi milano www.mpmsrl.com pavimentazioni re sine materiali protettivi milano Tradizione, esperienza, innovazione tecnologica. Da oltre 50 anni MPM materiali protettivi milano s.r.l opera nel settore dell edilizia

Dettagli

15 POLIESTERE 10 POLIESTERE MINERAL MINERAL PROBLEMA. Membrane impermeabilizzanti CONFERISCE CREDITI LEED

15 POLIESTERE 10 POLIESTERE MINERAL MINERAL PROBLEMA. Membrane impermeabilizzanti CONFERISCE CREDITI LEED MIN DESIGN MINERAL DESIGN MIN DESIGN MINERAL DESIGN EFFETTO 3D Three Dimensional MINERAL MINERAL 15 POLIESTERE 10 POLIESTERE CONFERISCE CREDITI LEED 1 PROBLEMA MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE AUTOPROTETTA

Dettagli

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel Indice Numerico NOM 6-88 Vedi UNI 0009 NOM 9-71 Prova di stabilità degli oli isolanti NOM 15-71 Prova di distillazione dei prodotti petroliferi NOM 5-71 Determinazione dello zolfo nei prodotti petroliferi

Dettagli

Parts of my Pop-in... 7 8a

Parts of my Pop-in... 7 8a A C 5 B Parts of my Pop-in... 5 6 0 D 9 7 8a 8b IT IMPORTANTE! CONSERVARE LE ISTRUZIONI PER CONSULTAZIONI FUTURE Come usare i Pop-in Precauzioni d uso Non usare ammorbidenti con i vostri Pop-in. Non usare

Dettagli

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA Nicola Mazzei - Antonella Mazzei Stazione sperimentale per i Combustibili - Viale A. De Gasperi, 3-20097 San Donato Milanese Tel.:

Dettagli

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

Additivi per sistemi vernicianti a base acqua

Additivi per sistemi vernicianti a base acqua Substance for Success. Guida prodotto L-G 6 Additivi per sistemi vernicianti a base acqua Additivi per sistemi vernicianti a base acqua Indice Additivi bagnanti e disperdenti Pagina 3 Additivi reologici

Dettagli

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Se progettate di rinnovare o costruire un nuovo bagno, una cucina o un

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

Sistemi per la levigatura di profili

Sistemi per la levigatura di profili Sistemi per la levigatura di profili 2 siastar positiv 4c Sistemi per la levigatura di profili Levigatura standardizzata di profili profili siastar Adattatore per macchine CNC pagina 6 Adattatore per la

Dettagli

Richiesta ai Clienti

Richiesta ai Clienti Richiesta ai Clienti Tutte le riparazioni eseguite su questo orologio, escludendo le riparazioni riguardanti il cinturino, devono essere effettuate dalla CITIZEN. Quando si desidera avere il vostro orologio

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni Condensatori per rifasamento industriale in Bassa Tensione: tecnologia e caratteristiche. Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni 1 Tecnologia dei condensatori Costruzione Com è noto, il principio costruttivo

Dettagli

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue :

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue : Cos è la graniglia? L utensile della granigliatrice : la graniglia La graniglia è praticamente l utensile della granigliatrice: si presenta come una polvere costituita da un gran numero di particelle aventi

Dettagli

Sikadur -31CF Normal Adesivoepossidicoperincollaggistrutturali

Sikadur -31CF Normal Adesivoepossidicoperincollaggistrutturali Scheda Tecnica Edizione14.10.11 Sikadur -31CFNormal Sikadur -31CF Normal Adesivoepossidicoperincollaggistrutturali Indicazioni generali Descrizione Sikadur -31CFNormalèunamaltaepossidicabicomponente,contenenteaggregatispeciali,perincollaggieriparazionistrutturali,tolleral

Dettagli

in:joy Qualità eccellente, se la rana è presente. in:joy: il nuovo composito per rivestimento estetico.

in:joy Qualità eccellente, se la rana è presente. in:joy: il nuovo composito per rivestimento estetico. Qualità eccellente, se la rana è presente. in:joy: il nuovo composito per rivestimento estetico. è un nuovo composito fotopolimerizzabile per rivestimenti estetici di alta qualità. E adatto per la polimerizzazione

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 15.1.2011 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 12/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 10/2011 DELLA COMMISSIONE del 14 gennaio 2011 riguardante i materiali e gli oggetti

Dettagli

Guida agli Oblo e Osteriggi

Guida agli Oblo e Osteriggi Guida agli Oblo e Osteriggi www.lewmar.com Introduzione L installazione o la sostituzione di un boccaporto o oblò può rivelarsi una procedura semplice e gratificante. Seguendo queste chiare istruzioni,

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura.

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura. Nelle figure seguenti illustriamo la tecnica di applicazione dei nostri gel con l'uso della tip. Da questa dimostrazione si può apprezzare come il Gel System sia semplice e veloce da usare, in quanto non

Dettagli

Invecchiamento accelerato e Solidità alla Luce

Invecchiamento accelerato e Solidità alla Luce Invecchiamento accelerato e Solidità alla Luce Guida ai Test di Prova I vostri prodotti resisteranno all esterno? Guida alle Prove Accelerate di Solidità alla Luce ed alle Intemperie I vostri prodotti

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO kio-polieco.com Group ha recentemente brevettato un innovativo processo di produzione industriale per l impiego di uno speciale materiale composito. CHIUSINO KIO EN 124

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia BacPac con LCD Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia AGGIORNAMENTO FIRMWARE Per determinare se è necessario effettuare un aggiornamento del firmware, seguire questi passi: Con l apparecchio

Dettagli

Il vantaggio della velocità. SpeedPulse, SpeedArc, SpeedUp. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività.

Il vantaggio della velocità. SpeedPulse, SpeedArc, SpeedUp. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività. Il vantaggio della velocità SpeedPulse, SpeedArc,. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività. Perche velocità = Produttività Fin da quando esiste l'umanità, le persone si sforzano

Dettagli

IL FERRO Fe. Che cos è la siderurgia? E l insieme dei procedimenti per trasformare i minerali di ferro in Prodotti Siderurgici.

IL FERRO Fe. Che cos è la siderurgia? E l insieme dei procedimenti per trasformare i minerali di ferro in Prodotti Siderurgici. IL FERRO Fe 1 Il ferro è un metallo di colore bianco grigiastro lucente che fonde a 1530 C. E uno dei metalli più diffusi e abbondanti sulla terra e certamente il più importante ed usato: navi, automobili,

Dettagli

CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG

CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG CENNI STORICI Nell anno 1946, l ingegnere americano Ray Arden, un vero pioniere della progettazione dei micromotori ed indiscusso genio in materia, ideò e perfezionò

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount

Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount Bollettino tecnico Gennaio 2013 00813-0102-4952, Rev. DC Sensore su fascetta stringitubo 0085 Rosemount Design non intrusivo per una misura di temperatura facile e veloce in applicazioni su tubazioni Sensori

Dettagli

Un offerta di materiali e una gamma di applicazioni di prim ordine. Straumann CARES CADCAM

Un offerta di materiali e una gamma di applicazioni di prim ordine. Straumann CARES CADCAM Un offerta di materiali e una gamma di applicazioni di prim ordine Straumann CARES CADCAM INDICE Offerta di materiali di prim ordine 2 Panoramica applicazioni 6 Caratteristiche e vantaggi Resina nanoceramica

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31

Scheda di dati di sicurezza ai sensi del regolamento 1907/2006/CE, Articolo 31 Pagina: 1/5 * 1 dentificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 dentificatore del prodotto 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati Non sono

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

Tecnologie e metodi stampa su tessuti e supporti rigidi

Tecnologie e metodi stampa su tessuti e supporti rigidi Tecnologie e metodi stampa su tessuti e supporti rigidi Guida di orientamento tra le tecnologie e le problematiche nel mondo della stampa su tessuti e supporti rigidi Sviluppo crescita cambiamento Il lavoro

Dettagli

> Guanti. adatti ad ogni sfida. Guanti per l'edilizia PERSONAL PROTECTIVE GEAR

> Guanti. adatti ad ogni sfida. Guanti per l'edilizia PERSONAL PROTECTIVE GEAR > Guanti adatti ad ogni sfida PERSONAL PROTECTIVE GEAR Guanti per l'edilizia potrei indossare questi Guanti tutto il Giorno. sono Gli unici, fra quelli che ho provato, che si adattano alle mie mani e che

Dettagli

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni R r INFORMAZIONE PRODOTTO Turbine I-20 Ultra Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni E I - 2 0 N I B U l t U a T a PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO L

Dettagli

Isolanti termici ed elettrici

Isolanti termici ed elettrici Lastre e manufatti rigidi in materiali compositi per l isolamento elettricomeccanico, termo-elettrico e termo-meccanico. Forniamo inoltre pezzi lavorati a disegno su specifiche del cliente. ARCOTECH 900

Dettagli

14. Controlli non distruttivi

14. Controlli non distruttivi 14.1. Generalità 14. Controlli non distruttivi La moderna progettazione meccanica, basata sempre più sull uso di accurati codici di calcolo e su una accurata conoscenza delle caratteristiche del materiale

Dettagli

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla.

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla. Il lavoro di posa dei rivestimenti murali, è oggi, estremamente semplificato ed è una soluzione di ricambio interessante, in quanto applicare carta da parati non è più difficile che verniciare. Le spiegazioni

Dettagli

una boccata d ossigeno

una boccata d ossigeno Offrite al vostro motore una boccata d ossigeno Il vostro Concessionario di zona è un professionista su cui potete fare affidamento! Per la vostra massima tranquillità affidatevi alla manutenzione del

Dettagli

EDIL-SERV via Ciantro Marrocco n 13; C.A.P.: 93100 Caltanissetta; Fax: 36.338.8233126; Cell. 338.8233126 388.1832953 Web:

EDIL-SERV via Ciantro Marrocco n 13; C.A.P.: 93100 Caltanissetta; Fax: 36.338.8233126; Cell. 338.8233126 388.1832953 Web: Via C. Marrocco, 13 93100 Caltanissetta (CL) Tel.: 338.8233126 388.1832953 Fax: 36.338.8233126 E-mail:edil-serv@alice.it Web: www.webalice.it/edil-serv Alla cortese attenzione del Titolare di codesta Spett.le

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

Eco Natural Lucart: la nuova generazione di carta ecologica

Eco Natural Lucart: la nuova generazione di carta ecologica Natural Lucart: nuova generazione di carta ecologica Una gamma di prodotti INNOVATIVA nel filosofia produttiva, eccellente nelle PRESTAZIONI ed ECOLOGICA al 100%. Professional TecHnology La prima carta

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

prodotto italiano SOLUZIONI E SISTEMI PER L ETICHETTATURA LA STAMPA LA MARCATURA LA CODIFICA L IDENTIFICAZIONE www.progetsistem.

prodotto italiano SOLUZIONI E SISTEMI PER L ETICHETTATURA LA STAMPA LA MARCATURA LA CODIFICA L IDENTIFICAZIONE www.progetsistem. www.progetsistem.com prodotto italiano ETICHETTATURA, STAMPA, MARCATURA, CODIFICA, IDENTIFICAZIONE. SOLUZIONI E SISTEMI PER L ETICHETTATURA LA STAMPA LA MARCATURA LA CODIFICA L IDENTIFICAZIONE Etichettatrici

Dettagli

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti THERMATILE & BREVETTATO Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti 1 Che cos è? Thermatile è l innovativo sistema brevettato di riscaldamento radiante in fibra di carbonio, di soli 4 millimetri

Dettagli

Saldatura ad arco Generalità

Saldatura ad arco Generalità Saldatura ad arco Saldatura ad arco Generalità Marchio CE: il passaporto qualità, conformità, sicurezza degli utenti 2 direttive europee Direttiva 89/336/CEE del 03 maggio 1989 applicabile dall 01/01/96.

Dettagli

CUT 20 P CUT 30 P GFAC_CUT 20P_30P_Brochure.indd 1 17.9.2009 9:29:45

CUT 20 P CUT 30 P GFAC_CUT 20P_30P_Brochure.indd 1 17.9.2009 9:29:45 CUT 20 P CUT 30 P UNA SOLUZIONE COMPLETA PRONTA ALL USO 2 Sommario Highlights Struttura meccanica Sistema filo Generatore e Tecnologia Unità di comando GF AgieCharmilles 4 6 8 12 16 18 CUT 20 P CUT 30

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

Milliamp Process Clamp Meter

Milliamp Process Clamp Meter 771 Milliamp Process Clamp Meter Foglio di istruzioni Introduzione La pinza amperometrica di processo Fluke 771 ( la pinza ) è uno strumento palmare, alimentato a pile, che serve a misurare valori da 4

Dettagli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli 1 E1-ALCOLI CIMICA OGANICA ALCOLI Formula generale Desinenza -olo Gli alcoli Gli alcoli sono, dopo gli idrocarburi, i composti organici più comuni, che è possibile considerare come derivati dagli alcani

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare CHE COS'È L'HACCP? Hazard Analysis and Critical Control Points è il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici di contaminazione per le aziende alimentari. Al fine di garantire la completa

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto Il sistema di recinzione elettrico consiste di: A) un

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza

Scheda di dati di sicurezza Pagina: 1/6 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1 Identificatore del prodotto 1.2 Usi pertinenti identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati

Dettagli

RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1

RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1 RIVOLTA TIP TOP INDUSTRIALE S.p.A. Via Rivolta, 2 20060 Pessano con Bornago - Milano (Italia) Tel. 02/95421 1 SCHEDA DATI DI SICUREZZA 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA TIP TOP

Dettagli

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica Raschiatori NBR/FPM DAS, DP6, DP, DP, DRS, DWR Guarnizioni a labbro NBR/FPM /, /M, /M, M, H, C Bonded seal NBR-metallo Guarnizioni a pacco in goa-tela TO, TG, TEO Guarnizioni per pistoni in poliuretano,

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli