Codice A14000 D.D. 16 giugno 2015, n. 371 Approvazione del "Catalogo regionale delle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale e termali".

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Codice A14000 D.D. 16 giugno 2015, n. 371 Approvazione del "Catalogo regionale delle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale e termali"."

Transcript

1 REGIONE PIEMONTE BU29 23/07/2015 A14000 D.D. 16 giugno 2015, n. 371 Approvazio del " delle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale e termali". Nell ambito dell'attuazio delle previsioni della normativa vigente in materia di Dematerializzazio della ricetta medica (DM del ), che dispo in ordi alla graduale sostituzio della ricetta cartacea con la ricetta dematerializzata, collocandosi l contesto più ampio del sistema di monitoraggio della spesa sanitaria (all art. 50 della legge n. 326 del 24/11/2003), il Ministero dell Economia e delle Finanze (MEF) ha a suo tempo approvato il progetto SIRPE (Sistema Informativo Regionale Prescrizio Elettronica) della Regio Piemonte. Il cronoprogramma di attuazio del succitato progetto, secondo le modalità indicate dai decreti e disciplinari pubblicati dal MEF ll ambito del Progetto Tessera Sanitaria, prevede che il passaggio a regime della gestio in dematerializzata delle prescrizioni di specialistica ambulatoriale avvenga entro il 2105, con l avvio a regime di tutti i prescrittori del territorio a partire dal 1 ottobre 2015, e che per conseguire adeguatamente detto obiettivo si renda disponibile, a livello di singola regio, un delle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale e termali, atto ad identificare in modo puntuale le relative singole prestazioni erogabili, anche ai fini della gestio in dematerializzata della presa in carico e dell erogazio della da parte dei servizi sanitari delle altre regioni. Con D.G..R n del 2 luglio 2013 la Giunta Regionale ha recepito il Decreto Ministero della Salute 18/10/2012 Remurazio delle prestazioni di assistenza ospedaliera per acuti, assistenza ospedaliera di riabilitazio e lungodegenza post acuzie e di assistenza specialistica ambulatoriale, approvando l aggiornamento del nomenclatore tariffario delle prestazioni specialistiche che vengono effettuate a livello ambulatoriale e non ambulatoriale o riferite a particolari attività svolte in attuazio di funzio specificatamente attribuite, erogabili ll ambito del SSR, e di cui agli Allegati 1 e 2 al provvedimento stesso. Tale nomenclatore, pertanto, costituisce il riferimento per la definizio del succitato delle prestazioni ambulatoriali e termali, cui debbono far ricorso i programmi informatici utilizzati dai medici del SSR titolari della funzio prescrittiva esercitata sia attraverso l utilizzo del ricettario SSN, sia con l utilizzo di impegnative inter al Presidio ospedaliero presso il quale gli stessi operano. In particolare ci si riferisce ai medici di medicina gerale, ai pediatri di libera scelta, agli specialisti ambulatoriali interni, ai medici addetti alla continuità assistenziale (ex guardia medica), ai medici che operano i reparti ed ambulatori degli Ospedali a gestio diretta e strutture ex art. 42 e 43 della L.833/78. Al fi della stesura del si è proceduto all identificazio della come da nomenclatore. Nei casi in cui le descrizioni delle prestazioni identificate dai codici 87.3 a , non incluse tra parentesi quadre [ ], contengano le virgole, queste ultime distinguono i diversi distretti sui quali può essere eseguita la procedura in questio (come indicato da Circolare del Ministero della Sanità n. 100 del 1 aprile 1997).. In questi casi, pertanto, si è proceduto allo sdoppiamento individuando una sottocodifica della originaria. Lo sdoppiamento delle prestazioni ha interessato, inoltre,- le prestazioni indicate lle lie guida cui è possibile attribuire il codice della di riferimento (es: A Colangio RM con m.d.c.: le lie guida indicano che il codice di tale è utilizzabile anche per Wirsung RM).

2 Alcu prestazioni presenti l nomenclatore tariffario di cui alla D.G..R n. 11/2013 possono essere erogate solo quale integrazio di altre prestazioni specificatamente identificate da codice nomenclatore. La caratteristica di queste prestazioni è tale per cui le stesse sono effettuate su base valutativa all atto dell erogazio della di riferimento. Da ciò consegue che non possono essere prescritte ma solo erogate. L utilizzo della ricetta elettronica e dematerializzata deve obbligatoriamente rispettare i criteri già utilizzati per la compilazio del modulario cartaceo SSN. A tal fi si richiama in particolare il vincolo dell indicazio della diagnosi o del sospetto diagnostico, da indicare ll apposito campo specifico, nonché dell indicazio della classe di priorità (U B D P). La mancata compilazio di questi campi non permetterà alla procedura di completare il processo di emissio della ricetta dematerializzata; tutto ciò premesso, IL DIRETTORE visto il D. lgs. n.165 del 30 marzo 2001 e s.m.i. (Norme gerali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche); vista la L.R..r. n. 18 del 6 agosto 2007 (Norme per la programmazio socio-sanitaria e il riassetto del servizio sanitario ); vista la L.R. n. 23 del 28 luglio 2008 artt. 17 e 18 (Disciplina dell'organizzazio degli uffici regionali e disposizioni concernti la dirigenza ed il personale); vista la D.G.R. n del , vista la D.G.R. n del , vista la D.G.R. n del , Vista la D.G.R n del 2 luglio 2013, vista la DGR n del 30 dicembre 2013; determina - di approvare il delle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale e termali, di cui ai seguenti allegati, parti integranti e sostanziali del presente atto: Allegato A: recante le prestazioni da nomenclatore e le prestazioni ambulatoriali derivanti da trasformazio del regime assistenziale di erogazio da ricovero ad ambulatoriale ( D.G.R. n del , D.G.R. n del , D.G.R. n del ), prescrivibili dai medici di medicina gerale, dai pediatri di libera scelta, dagli specialisti ambulatoriali interni, dai medici addetti alla continuità assistenziale (ex guardia medica); Allegato B: recante le prestazioni di cui al precedente Allegato A e le prestazioni di assistenza specialistica non classificabili come ambulatoriali, in quanto erogabili solo a pazienti già in regime di ricovero o riferite a particolari attività svolte in attuazio di funzioni specificatamente attribuite (All. 2 alla D.G.R. n del 2/07/2013); Allegato C: contie le prestazioni Termali prescrivibili dai medici di medicina gerale e dai pediatri di libera scelta. - di disporre che il succitato delle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale e termali entri in vigore a far data dal 1 ottobre 2015;

3 - di dare atto che l approvazio del delle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale e termali non comporta nuovi o maggiori ori a carico del bilancio. La presente Determinazio verrà pubblicata sul B.U. della Regio Piemonte ai sensi dell art. 61 dello Statuto e dell art. 5 della l.r. 22/2010. Avverso la presente determinazio è ammesso ricorso al T.A.R. entro il termi di 60 giorni, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termi di 120 giorni. In entrambi i casi il termi decorre dalla data di pubblicazio della determinazio sul BURP. La presente determinazio non è soggetta a pubblicazio sul sito della Regio Piemonte ai sensi dell art. 26 comma 3, del D.Lgs. 33/2013 ai fini della Trasparenza, valutazio e merito dei seguenti dati. Il Direttore Regionale Fulvio Moirano Allegato

4 Prestazi Prestaz o io Prescriv Erogabi ibile le Ciclo Regionale nomeclator e tariffario vigente Descrizio da ultima versio tariffario nomenclatore Visita allergologica di controllo Visita di controllo Nella visita di controllo un problema già inquadrato dal punto di vista diagnostico e terapeutico (ad esempio un paziente cronico) vie rivalutato dal punto di vista clinico entro un anno dalla prima visita. La documentazio esistente vie aggiornata. S S 12,9 S ANAMNESI E VALUTAZIONE DEFINITE BREVI Storia e valutazio abbreviata, visita successiva alla prima CONSULTO INTERDISCIPLINARE DEFINITO COMPLESSIVO Trattasi di visita multidisciplinare in cui il paziente vie visitato contemporaamente da più specialisti. S S 46,5 S CONSULTO INTERDISCIPLINARE DEFINITO COMPLESSIVO Rinomanometria Il test misura le resistenze e le pressioni intranasali sia con rinomanometro che con rino faringometro. Nel caso di esecuzio della rinometria in corso di test di provocazio nasale specifica con allerge si utilizza il codice A S S 13,9 S STUDIO DELLA FUNZIONE NASALE - Rinomanometria A RINOMANOMETRIA CON TEST DI PROVOCAZIONE SPIROMETRIA SEMPLICE TEST DI BRONCODILATAZIONE FARMACOLOGICA Spirometria basale e dopo somministrazio di farmaco Esame rinomanometrico associato al test di stimolazio nasale con allerge Test routinario lla diagnosi e monitoraggio dell'asma bronchiale. Consiste l misurare i flussi ed i volumi in respirazio lenta e forzata per verificare una ostruzio bronchiale. Serve a misurare il grado di reversibilità della ostruzio bronchiale. Si esegue ripetendo una spirometria 5-10 min. dopo la somministrazio di un farmaco beta stimolante. Non associabile a SPIROMETRIA SEMPLICE ( ) SPIROMETRIA GLOBALE ( ) S S 120 S A RINOMANOMETRIA CON TEST DI PROVOCAZIONE S S 23,2 S SPIROMETRIA SEMPLICE S S 37,2 S TEST DI BRONCODILATAZIONE FARMACOLOGICA Spirometria basale e dopo somministrazio di farmaco PROVA BRONCODINAMICA CON BRONCOCOSTRITTORE SPECIFICO O ASPECIFICO Curva dose-risposta Spirometria di base e spirometrie di controllo fino ad un massimo di 13 Curva dose-risposta - Spirometria di base e spirometrie di controllo fino ad un massimo di 13. Somministrazio di un bronco costrittore farmacologico aspecifico (metacolina, istamina, carbacolo) e determinazio della curva dose risposta con calcolo della PD 20 oppure della PC 20. (Le metodiche sono ampiamente descritte in letteratura). S S 55,8 S PROVA BRONCODINAMICA CON BRONCOCOSTRITTORE SPECIFICO O ASPECIFICO Curva dose-risposta Spirometria di base e spirometrie di controllo fino ad un massimo di Il test si esegue facendo inalare una sostanza specifica/allerge in polvere o soluzio. Per singolo stimolo si intende la singola sostanza. Il test con materiale d'uso PROVA BRONCODINAMICA CON professionale non è previsto come ambulatoriale. Vanno BRONCOCOSTRITTORE SPECIFICO - Singolo stimolo eseguite spirometria di base e spirometrie di controllo fino ad un - Spirometria di base e spirometrie di controllo fino ad massimo di 8 misure valide. Nel caso fossero cessarie un un massimo di 4 numero di spirometrie superiori a 8 si possono conteggiare al massimo 2 prestazioni. Anche il test di provocazio specifico nasale (TPNs) o congiun S S 46,5 S PROVA BRONCODINAMICA CON BRONCOCOSTRITTORE SPECIFICO - Singolo stimolo - Spirometria di base e spirometrie di controllo fino ad un massimo di TEST DI DISTRIBUZIONE DELLA VENTILAZIONE CON GAS NON RADIOATTIVI - VISITA ALLERGOLOGICA - Visita specilistica, Prima visita Visita allergologica di controllo e VALUTAZIONE CLINICA che integra la visita solo l caso di farmaco allergia o sindromi complesse (più sindromi riscontrate contemporaamente). La corretta compilazio del campo anamsi giustifica la sostituzio di questa a quella con codice (visita allergologica) S S 23,2 S S S 20,7 S TEST DI DISTRIBUZIONE DELLA VENTILAZIONE CON GAS NON RADIOATTIVI - VISITA GENERALE Visita specialistica, Prima visita S 48,7 S VALUTAZIONE CLINICA PRELIEVO DI SANGUE VENOSO S S 2,6 S PRELIEVO DI SANGUE VENOSO ESAME ALLERGOLOGICO STRUMENTALE PER ORTICARIE FISICHE SCREENING ALLERGOLOGICO PER INALANTI TEST EPICUTANEI A LETTURA RITARDATA (PATCH TEST) Si considera l'esecuzio o del dermografismo/sfregamento (punta smussa, adeguata pressio e lettura a 10' e 30') o del test caldo freddo (provetta rame/vetro con acqua calda/ghiaccio fondente applicata per 30'' - 5' e relativa lettura a 30'' Si considera una ogni seduta test con 7 allergeni inalabili e/o alimentari più i controlli positivo e gativo. Consiste ll'applicare le gtt di allerge ed eseguire la lettura dopo circa 20 minuti. Consiste ll'applicare una batteria di apteni, 25/30, lasciati in situ per 48 ore, e successiva lettura dopo 1 ora e 24 ore dalla rimozio dell'apparato testante. La è comprensiva dei tre passaggi. S S 6 S ESAME ALLERGOLOGICO STRUMENTALE PER ORTICARIE FISICHE S S 11,6 S SCREENING ALLERGOLOGICO PER INALANTI S S 32,5 S TEST EPICUTANEI A LETTURA RITARDATA (PATCH TEST)

5 Prestazi Prestaz o io Prescriv Erogabi ibile le Ciclo Regionale nomeclator e tariffario vigente Descrizio da ultima versio tariffario nomenclatore TEST PERCUTANEI E INTRACUTANEI A LETTURA IMMEDIATA SSi intendono i test per allergeni non inalabili o alimentari, testabili per via cutaa: 1) Astetici locali; 2) Astetici gerali; 3) Test Penicillina (ppl ed mdm); 4) Test cate laterali Beta lattami; 5) Test per altri farmaci testabili. Lo stesso codice identifica anche i test con veleni di imenotteri. Si rileva come l'esecuzio, la lettura e la refertazio di ciascuno dei test elencati effettuati secondo i criteri riportati lla parte gerale delle lie guida. S S 23,2 S TEST PERCUTANEI E INTRACUTANEI A LETTURA IMMEDIATA TEST DI TOLLERANZA ORALE PER ALIMENTI, FARMACI ED ADDITIVI A PRICK BY PRICK CON ALLERGENI FRESCHI Il test è completo, e si rileva come, dopo: 1)somministrazio di una singola dose di allerge (capsuli/soluzio) o di placebo; 2) trascorso il periodo di osservazio di alcu ore (non inferiore ad un'ora). Sono test di tolleranza/scatenamento in vivo eseguibili in aperto, cieco, doppio cieco, secondo i criteri riportati lla parte gerale delle lie guida. Il test si rileva come ogni 6 sostanze testate oltre ai controlli positivi e gativi e si effettua secondo le indicazioni dei protocolli regionali. S S 7,8 S TEST DI TOLLERANZA ORALE PER ALIMENTI, FARMACI ED ADDITIVI. S S 18,6 S A PRICK BY PRICK CON ALLERGENI FRESCHI B TEST EPICUTANEO IN APERTO (Open test) (per singolo allerge) Consiste ll'applicare una sostanza aptenica/allergenica sulla faccia volare dell'avambraccio senza occlusio e senza utilizzo di apparati testanti. Sostanze da applicare e criteri di lettura secondo letteratura. S S 6,7 S B TEST EPICUTANEO IN APERTO (Open test) (per singolo allerge) TERAPIA EDUCAZIONALE DELL' ASMATICO Consiste in sedute educative collettive (quattro) della durata di circa 30' oguna, Le lezioni sono tenute da personale infermieristico specificamente formato con la super visio del medico.ogni seduta è rivolta ad un massimo di 10 perso. La tariffa è per singola seduta collettiva e per singolo paziente. S S 1,1 S TERAPIA EDUCAZIONALE DELL' ASMATICO Consiste lla somministrazio di un estratto allerge specifico (acquoso o ritardato) a dosi crescenti o ripetute l tempo. La prevede le valutazioni cliniche cessarie per individuare eventuali controindicazioni temporae alla IMMUNIZZAZIONE PER ALLERGIA Desensibilizzazio somministrazio della terapia. Si utilizza questo codice per una somministrazio di estratto per vaccinoterapia. Sull'impegnativa è possibile segnare fino ad un massimo di otto somministrazioni. S S 11,6 S IMMUNIZZAZIONE PER ALLERGIA Desensibilizzazio IMMUNIZZAZIONE PER MALATTIA AUTOIMMUNE - Somministrazio per via iniettiva di modificatori biologici della risposta immunitaria (diversi dai vaccini antiallergici) quali ad esempio gli anticorpi monoclonali anti IgE. Sull'impegnativa è possibile segnare fino ad un massimo di otto somministrazioni. S S 11,6 S IMMUNIZZAZIONE PER MALATTIA AUTOIMMUNE Visita angiologica di controllo S S 12,9 S VISITA SPECIALISTICA ANGIOLOGIA. Prima visita S S 20,7 S Visita cardiochirugica di controllo S S 12,9 S VISITA SPECIALISTICA CARDIOCHIRURGIA. Prima visita ANGIOSCOPIA PERCUTANEA - Capillaroscopia - Escluso: Angioscopia dell' occhio (95.12) S S 20,7 S S S 59,3 S ANAMNESI E VALUTAZIONE DEFINITE BREVI Storia e valutazio abbreviata, visita successiva alla prima VISITA GENERALE Visita specialistica, Prima visita ANAMNESI E VALUTAZIONE DEFINITE BREVI Storia e valutazio abbreviata, visita successiva alla prima VISITA GENERALE Visita specialistica, Prima visita ANGIOSCOPIA PERCUTANEA - Capillaroscopia - Escluso: Angioscopia dell' occhio (95.12) CAPILLAROSCOPIA CON VIDEOREGISTRAZIONE - Escluso: Angioscopia dell' occhio (95.12) S S 59,3 S CAPILLAROSCOPIA CON VIDEOREGISTRAZIONE - Escluso: Angioscopia dell' occhio (95.12) INIEZIONE INTRAVENOSA DI SOSTANZE SCLEROSANTI - Escluso: Iniezioni per varici esofagee, emorroidi (49.42) Escluso: Iniezioni per varici esofagee, emorroidi (49.42) S S 8,7 S INIEZIONE INTRAVENOSA DI SOSTANZE SCLEROSANTI - Escluso: Iniezioni per varici esofagee, emorroidi (49.42) STUDIO DOPPLER TRANSCRANICO - Con analisi spettrale dopo prova fisica o farmacologica S S 46 S STUDIO DOPPLER TRANSCRANICO - Con analisi spettrale dopo prova fisica o farmacologica Colordoppler transcranico (TCCD) S S 49,1 S COLOR DOPPLER TRANSCRANICO - Con o senza contrastografia. La comprende ECO(COLOR)DOPPLERGRAFIA CARDIACA ECO(COLOR)DOPPLERGRAFIA CARDIACA TRANSESOFAGEA preliminarmente la valutazio clinica della sussistenza delle S S 77,5 S TRANSESOFAGEA - Ecocardiografia transesofagea Ecocardiografia transesofagea indicazioni risultanti dalla prescrizio ECOCARDIOGRAMMA FETALE - S S 41,3 S ECOCARDIOGRAMMA FETALE -

6 Prestazi Prestaz o io Prescriv Erogabi ibile le Ciclo Regionale nomeclator e tariffario vigente Descrizio da ultima versio tariffario nomenclatore ECOCARDIOGRAFIA L'esame deve comprendere: a) Ecocardiogramma morfologico M - Mode B - Mode; b)ecocardiogramma funzionale (doppler) : pulsato - continuo - color doppler. Il referto deve riportare dettagliatamente gli esiti delle singole procedure. S S 71,8 S ECOCARDIOGRAFIA ECOCARDIOGRAFIA DA STRESS CON PROVA FISICA O FARMACOLOGICA ECO(COLOR) DOPPLER DEI TRONCHI SOVRAORTICI A riposo o dopo prova fisica o farmacologica L'esame deve comprendere: 1- la valutazio clinica preliminare delle indicazioni e controindicazioni. 2- Monitorizzazio ECG grafica continua. 3 - Controllo pressorio. 4 - controllo continuo ecocardiografico. Il referto deve essere completato dalla interpetazio dei dati conseguiti. S S 109,5 S S S 43,9 S ECOCARDIOGRAFIA DA STRESS CON PROVA FISICA O FARMACOLOGICA ECO(COLOR) DOPPLER DEI TRONCHI SOVRAORTICI A riposo o dopo prova fisica o farmacologica ECOGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI O INFERIORI O DISTRETTUALE, ARTERIOSA O VENOSA - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica S S 24,8 S ECOGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI O INFERIORI O DISTRETTUALE, ARTERIOSA O VENOSA - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica ECO(COLOR) DOPPLERGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI ARTERIOSA O VENOSA A riposo o dopo prova fisica o farmacologica ECO(COLOR) DOPPLERGRAFIA DEGLI ARTI INFERIORI, ARTERIOSA O VENOSA A riposo o dopo prova fisica o farmacologica ECO(COLOR) DOPPLERGRAFIA DISTRETTUALE ( CELIACO-MESENTERICO, ILIACO CAVALE, FEGATO, PARTI MOLLI ), ARTERIOSA O VENOSA A riposo o dopo prova fisica o farmacologica (LASER)DOPPLERGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI O INFERIORI Visita cardiologica di controllo Visita cardiochirurgica di controllo TEST CARDIOVASCOLARE DA SFORZO CON PEDANA MOBILE - Escluso: Prova da sforzo cardiorespiratorio ( ) Per erogare la deve essere disponibile l'esame ECG cod Per erogare la deve essere disponibile l'esame ECG cod L'esame deve comprendere la valutazio preliminare delle indicazioni e delle controindicazioni. S S 43,9 S S S 43,9 S S S 43,9 S S S 23,2 S S S 12,9 S S S 12,9 S S S 55,8 S ECO(COLOR) DOPPLERGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI O INFERIORI O DISTRETTUALE, ARTERIOSA O VENOSA A riposo o dopo prova fisica o farmacologica ECO(COLOR) DOPPLERGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI O INFERIORI O DISTRETTUALE, ARTERIOSA O VENOSA A riposo o dopo prova fisica o farmacologica ECO(COLOR) DOPPLERGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI O INFERIORI O DISTRETTUALE, ARTERIOSA O VENOSA A riposo o dopo prova fisica o farmacologica (LASER)DOPPLERGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI O INFERIORI - ANAMNESI E VALUTAZIONE DEFINITE BREVI Storia e valutazio abbreviata, visita successiva alla prima ANAMNESI E VALUTAZIONE DEFINITE BREVI Storia e valutazio abbreviata, visita successiva alla prima TEST CARDIOVASCOLARE DA SFORZO CON PEDANA MOBILE Escluso: Prova da sforzo cardiorespiratorio ( ) TEST DA SFORZO DEI DUE GRADINI DI MASTERS - S S 18,6 S TEST DA SFORZO DEI DUE GRADINI DI MASTERS TEST CARDIOVASCOLARE DA SFORZO CON CICLOERGOMETRO - Escluso: Prova da sforzo cardiorespiratorio ( ) L'esame deve comprendere la valutazio preliminare delle indicazioni e delle controindicazioni. S S 55,8 S TEST CARDIOVASCOLARE DA SFORZO CON CICLOERGOMETRO - Escluso: Prova da sforzo cardiorespiratorio ( ) ALTRI TEST CARDIOVASCOLARI DA SFORZO - Test da sforzo al tallio con o senza stimolatore transesofageo S S 55,8 S ALTRI TEST CARDIOVASCOLARI DA SFORZO - Test da sforzo al tallio con o senza stimolatore transesofageo PROVA DA SFORZO CARDIORESPIRATORIO - ECG analisi gas respiratori determinazio della ventilazio emogasanalisi CONTROLLO E PROGRAMMAZIONE PACE-MAKER CONTROLLO E PROGRAMMAZIONE DEFIBRILLATORE IMPIANTABILE ed ECG ECG dinamico 24 ore - (holter) L'esame deve comprendere la valutazio preliminare delle indicazioni e delle controindicazioni L'esame deve essere comprensivo di ECG eseguito contestualmente e da codificare con cod Il referto deve comprendere le risultanze dell'ecg L'esame deve essere comprensivo di ECG eseguito contestualment. ECG Il referto deve comprendere le risultanze dell'ecg L'esame deve comprendere monitoraggio dinamico ECG continuo di 24 ore con metodica HOLTER S S 83,7 S PROVA DA SFORZO CARDIORESPIRATORIO - ECG analisi gas respiratori determinazio della ventilazio emogasanalisi. S S 23,2 S CONTROLLO E PROGRAMMAZIONE PACE-MAKER - N S 57,1 S S S 62 S CONTROLLO E PROGRAMMAZIONE DEFIBRILLATORE IMPIANTABILE ELETTROCARDIOGRAMMA DINAMICO - Dispositivi analogici (Holter) ECG S 11,6 S ELETTROCARDIOGRAMMA MONITORAGGIO ELETTROCARDIOGRAFICO - Telemetria ECG con studio dei potenziali tardivi Escluso: Elettrocardiogramma dinamico (89.50), quello durante chirurgia S S 46,5 S MONITORAGGIO ELETTROCARDIOGRAFICO - Telemetria ECG con studio dei potenziali tardivi Escluso: Elettrocardiogramma dinamico (89.50), quello durante chirurgia MONITORAGGIO DINAMICO ECG CON CARDIO - BIP S S 45 S MONITORAGGIO DINAMICO ECG CON CARDIO - BIP REGISTRAZIONE ECG DEI POTENZIALI TARDIVI S S 37,7 S REGISTRAZIONE ECG DEI POTENZIALI TARDIVI ECG CON TEST PROVOCATIVI E/O PROVE FARMACOLOGICHE S S 22,8 S ECG CON TEST PROVOCATIVI E/O PROVE FARMACOLOGICHE ECG TRANSESOFAGEO S S 77 S ECG TRANSESOFAGEO ECG TRANSESOFAGEO CON STUDIO ELETTROFISIOLOGICO S S 142,6 S ECG TRANSESOFAGEO CON STUDIO ELETTROFISIOLOGICO FOTOPLETISMOGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI S S 18,6 S FOTOPLETISMOGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI O INFERIORI - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica

7 Prestazi Prestaz o io Prescriv Erogabi ibile le Ciclo Regionale nomeclator e tariffario vigente Descrizio da ultima versio tariffario nomenclatore FOTOPLETISMOGRAFIA DEGLI ARTI INFERIORI S S 18,6 S FOTOPLETISMOGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI E INFERIORI - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica FOTOPLETISMOGRAFIA DI ALTRI DISTRETTI - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica o durante blocco astetico PLETISMOGRAFIA AD OCCLUSIONE VENOSA DEGLI ARTI SUPERIORI PLETISMOGRAFIA AD OCCLUSIONE VENOSA DEGLI ARTI INFERIORI PLETISMOGRAFIA AD OCCLUSIONE VENOSA DEGLI ARTI SUPERIORI E INFERIORI - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica Escluso: Pletismografia di un arto ( ) PLETISMOGRAFIA PENIENA - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica PLETISMOGRAFIA DI ALTRI DISTRETTI - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica o durante blocco astetico S S 27,9 S S S 18,6 S S S 18,6 S S S 18,6 S S S 27,9 S S S 20,7 S S S 18,6 S FOTOPLETISMOGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI O INFERIORI - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica FOTOPLETISMOGRAFIA DEGLI ARTI SUPERIORI E INFERIORI - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica FOTOPLETISMOGRAFIA DI ALTRI DISTRETTI - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica o durante blocco astetico PLETISMOGRAFIA AD OCCLUSIONE VENOSA DEGLI ARTI SUPERIORI O INFERIORI - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica Escluso: Pletismografia di un arto ( ) PLETISMOGRAFIA AD OCCLUSIONE VENOSA DEGLI ARTI SUPERIORI O INFERIORI - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica Escluso: Pletismografia di un arto ( ) PLETISMOGRAFIA AD OCCLUSIONE VENOSA DEGLI ARTI SUPERIORI E INFERIORI - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica Escluso: Pletismografia di un arto ( ) PLETISMOGRAFIA PENIENA - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica PLETISMOGRAFIA DI ALTRI DISTRETTI - A riposo o dopo prova fisica o farmacologica o durante blocco astetico PLETISMOGRAFIA DI UN ARTO - S S 18,6 S PLETISMOGRAFIA DI UN ARTO TEST CARDIOVASCOLARI PER VALUTAZIONE DI NEUROPATIA AUTONOMICA - MONITORAGGIO CONTINUO [24 Ore] DELLA PRESSIONE ARTERIOSA MONITORAGGIO DELLA PRESSIONE VENOSA CENTRALE Visita cardiologica - Visita specialistica, Prima visita Visita cardiochirurgica - Visita specialistica, Prima visita Tilting test - con o senza prove farmacologiche S S 41,3 S L'esame deve comprendere il monitoraggio pressorio ed il giudizio medico relativo Per erogare la deve essere disponibile l'esame ECG cod Per erogare la deve essere disponibile l'esame ECG cod S S 41,3 S TEST CARDIOVASCOLARI PER VALUTAZIONE DI NEUROPATIA AUTONOMICA - MONITORAGGIO CONTINUO [24 Ore] DELLA PRESSIONE ARTERIOSA - S S 46,5 S MONITORAGGIO DELLA PRESSIONE VENOSA CENTRALE - S S 20,7 S S S 20,7 S VISITA GENERALE Visita specialistica, Prima visita VISITA GENERALE Visita specialistica, Prima visita INIEZIONE PERIARTERIOSA - S S 10,1 S INIEZIONE PERIARTERIOSA ASPIRAZIONE NELLA REGIONE TIROIDEA Drenaggio eco-guidato percutao della regio tiroidea Alcolizzazio noduli tiroidei S S 73,8 S ASPIRAZIONE NELLA REGIONE TIROIDEA Drenaggio ecoguidato percutao della regio tiroidea Alcolizzazio noduli tiroidei BIOPSIA [PERCUTANEA] [AGOBIOPSIA] DELLA TIROIDE - Biopsia di materiale agoaspirato della tiroide S S 60,8 S BIOPSIA [PERCUTANEA] [AGOBIOPSIA] DELLA TIROIDE - Biopsia di materiale agoaspirato della tiroide Agobiopsia tiroidea E' compresa anche l'agobiopsia della paratiroide S S 86,1 S BIOPSIA [PERCUTANEA] [AGOBIOPSIA] DELLA TIROIDE Biopsia eco-guidata di materiale agoaspirato della tiroide BIOPSIA DELLE PARATIROIDI - S S 93,9 S BIOPSIA DELLE PARATIROIDI BIOPSIA DELLA PLEURA - Biopsia con ago sottile S S 180,7 S BIOPSIA DELLA PLEURA - Biopsia con ago sottile Toracentesi S S 111,6 S TORACENTESI TORACENTESI TC-guidata S S 198,4 S TORACENTESI TC-guidata BIOPSIA DI STRUTTURE LINFATICHE - Biopsia di linfonodi cervicali, sopraclaveari o prescalenici Biopsia di linfonodi ascellari AGOBIOPSIA ECO-GUIDATA DI SEDI PROFONDE (escluso il fegato) AGOBIOPSIA TC-GUIDATA DI SEDI PROFONDE (escluso il torace) S S 58,5 S S S 83 S S S 146,4 S BIOPSIA DI STRUTTURE LINFATICHE - Biopsia di linfonodi cervicali, sopraclaveari o prescalenici Biopsia di linfonodi ascellari AGOBIOPSIA ECO-GUIDATA DI SEDI PROFONDE (escluso il fegato) AGOBIOPSIA TC-GUIDATA DI SEDI PROFONDE (escluso il torace) BIOPSIA [AGOBIOPSIA] DEL MIDOLLO OSSEO - S S 48,9 S BIOPSIA [AGOBIOPSIA] DEL MIDOLLO OSSEO Asporazio locale lesio o tessuto del retto S S 41,9 S Asportazio locale di lesio o tessuto del retto - Escluso: Asportazio di tessuto perirettale, Emorroidectomia (49.46), Fistolectomia rettale Incisio di ascesso perianale S S 41,9 S INCISIONE DI ASCESSO PERIANALE Incisio ascesso perianale,undercutting S S 41,9 S ALTRA INCISIONE DI TESSUTI PERIANALI - Undercutting di tessuto perianale Escluso: Fistulotomia anale (49.11) Fistulotomia anale - extrasfinterica S S 41,9 S FISTULOTOMIA ANALE - Extrasfinterica Biopsia dell' ano S S 33,3 S BIOPSIA DELL' ANO ASPORTAZIONE ENDOSCOPICA O DEMOLIZIONE DI LESIONE O TESSUTO DELL'ANO - Escissio di papilla anale ipertrofica S S 50,2 S ASPORTAZIONE ENDOSCOPICA O DEMOLIZIONE DI LESIONE O TESSUTO DELL'ANO - Escissio di papilla anale ipertrofica

8 Prestazi Prestaz o io Prescriv Erogabi ibile le Ciclo Regionale nomeclator e tariffario vigente Descrizio da ultima versio tariffario nomenclatore Asportazio o demolizio di ragadi anali S S 50,2 S ALTRA ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE LOCALE DI LESIONE O TESSUTO DELL'ANO - Asportazio o demolizio di ragadi anali Escluso: Asportazio o demolizio per via endoscopica (49.31) INIEZIONI DELLE EMORROIDI - S S 16,5 S INIEZIONI DELLE EMORROIDI Legatura delle emorroidi S S 50,2 S LEGATURA DELLE EMORROIDI Asportazio delle emorroidi S S 50,2 S ASPORTAZIONE DELLE EMORROIDI - Emorroidectomia NAS Rimozio di emorroidi trombizzate S S 50,2 S RIMOZIONE DI EMORROIDI TROMBIZZATE Divulsio anale esplorativa S S 50,2 S SFINTEROTOMIA ANALE - Divisio di sfintere NAS (interna) BIOPSIA [PERCUTANEA][AGOBIOPSIA] DEL FEGATO Aspirazio diagnostica del fegato BIOPSIA [PERCUTANEA][AGOBIOPSIA] DEL FEGATO Aspirazio diagnostica eco-guidata ALCOLIZZAZIoNE PERCUTANEA DEL FEGATO Alcolizzazio percutaa di lesio/i nodulare/i profonda/e con guida strumentale eco o TC BIOPSIA DELLA PARETE ADDOMINALE O DELL' OMBELICO - BIOPSIA [PERCUTANEA][AGOBIOPSIA] DI MASSA INTRAADDOMINALE - Escluso: Agobiopsia di tube di Fallopio, ovaio (65.11), peritoo, legamenti dell' utero, utero ( ) S S 108,5 S S S 216,9 S S S 216,9 S BIOPSIA [PERCUTANEA][AGOBIOPSIA] DEL FEGATO Aspirazio diagnostica del fegato BIOPSIA [PERCUTANEA][AGOBIOPSIA] DEL FEGATO Aspirazio diagnostica eco-guidata ALCOLIZZAZIoNE PERCUTANEA DEL FEGATO Alcolizzazio percutaa di lesio/i nodulare/i profonda/e con guida strumentale eco o TC S S 29,3 S BIOPSIA DELLA PARETE ADDOMINALE O DELL' OMBELICO - S S 86,8 S Drenaggio percutao addominale - paracentesi S S 34,9 S DRENAGGIO PERCUTANEO DI RACCOLTA FLUIDA (o cisti) PROFONDA Eco o TC guidata S S 154,9 S BIOPSIA [PERCUTANEA][AGOBIOPSIA] DI MASSA INTRAADDOMINALE - Escluso: Agobiopsia di tube di Fallopio, ovaio (65.11), peritoo, legamenti dell' utero, utero ( ) DRENAGGIO PERCUTANEO ADDOMINALE - Paracentesi (delle regioni superficiali) Escluso: Creazio di fistola cutaoperitoale (54.93) DRENAGGIO PERCUTANEO DI RACCOLTA FLUIDA (o cisti) PROFONDA Eco o TC guidata ALTRA INCISIONE DEI TESSUTI MOLLI - Incisio della fascia Incisio per rimozio di corpi estrai sotto controllo scopico Escluso: Incisio solo di cute e tessuto sottocutao ( ) S S 40,2 S ALTRA INCISIONE DEI TESSUTI MOLLI - Incisio della fascia Incisio per rimozio di corpi estrai sotto controllo scopico Escluso: Incisio solo di cute e tessuto sottocutao ( ) BIOPSIA DEI TESSUTI MOLLI - Escluso: Biopsia della parete toracica, biopsia di cute e tessuto sottocutao (86.11) BIOPSIA ECO-GUIDATA DEI TESSUTI MOLLI SUPERFICIALI S S 46,9 S BIOPSIA DEI TESSUTI MOLLI - Escluso: Biopsia della parete toracica, biopsia di cute e tessuto sottocutao (86.11) S S 66,4 S BIOPSIA ECO-GUIDATA DEI TESSUTI MOLLI SUPERFICIALI Asportazio cisti sinoviale o tendia radicale S S 40,2 S ASPORTAZIONE DI LESIONE DELLE FASCE TENDINEE - Asportazio di ganglio di guaina tendia, eccetto della mano INIEZIONE DI SOSTANZE TERAPEUTICHE AD AZIONE LOCALE ALL' INTERNO DI ALTRI TESSUTI MOLLI - Escluso: Iniezioni sottocutae o intramuscolari ( ) S S 7 S INIEZIONE DI SOSTANZE TERAPEUTICHE AD AZIONE LOCALE ALL' INTERNO DI ALTRI TESSUTI MOLLI - Escluso: Iniezioni sottocutae o intramuscolari ( ) Mastotomia S S 35,8 S MASTOTOMIA - Incisio della mammella (cute) Mammotomia Escluso: Aspirazio della mammella, rimozio di protesi Agobiopsia mammaria (biopsia mammaria) S S 34,7 S BIOPSIA [PERCUTANEA][AGOBIOPSIA] DELLA MAMMELLA BIOPSIA ECO-GUIDATA DELLA MAMMELLA Biopsia con ago sottile della mammella S S 52,1 S Incisio per mastite o ascesso mammario S S 35,8 S Asportazio tumori benigni mammella S S 35,8 S ASPIRAZIONE PERCUTANEA DI CISTI DELLA MAMMELLA - Eco-guidata La si riferisce ad aspirazio di una o più cisti S S 44,6 S BIOPSIA ECO-GUIDATA DELLA MAMMELLA Biopsia con ago sottile della mammella ASPORTAZIONE O DEMOLIZIONE DI TESSUTO DELLA MAMMELLA, NAS - Incisio di ascesso mammario ASPORTAZIONE LOCALE DI LESIONE DELLA MAMMELLA - Rimozio di area fibrosa dalla mammella Escluso: Biopsia della mammella (85.11) ASPIRAZIONE PERCUTANEA DI CISTI DELLA MAMMELLA - Ecoguidata Aspiraz. cute e sottocute (ascesso,ematoma,siero S S 9,4 S ASPIRAZIONE DELLA CUTE E DEL TESSUTO SOTTOCUTANEO - Sulle unghie, sulla pelle o sul tessuto sottocutao aspirazio di: ascesso, ematoma, sieroma SCLEROSI DI FISTOLA PILONIDALE - S S 18,6 S SCLEROSI DI FISTOLA PILONIDALE Incisio di cisti o seno pilonidale S S 31,6 S Incisio-drenaggio cute sottocute,svuot. ematomi S S 44,6 S INCISIONE DI CISTI O SENO PILONIDALE - Escluso: Marsupializzazio INCISIONE CON DRENAGGIO DELLA CUTE E DEL TESSUTO SOTTOCUTANEO - Escluso: Drenaggio di compartimento fasciale del viso e bocca, spazio palmare o tenare, cisti o seno pilonidale (86.03)

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI Ufficio Attività Produttive

AREA AFFARI GENERALI Ufficio Attività Produttive 1 ESTREMI DI ISCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE (A CURA DELL UFFICIO) Ufficio ricevente Presentata il Modalità di inoltro Data protocollo Num. Prot fax a mano posta via telematica NUMERO ASSEGNATO ALLA PRATICA

Dettagli

Regione del Veneto Nomenclatore Tariffario Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali

Regione del Veneto Nomenclatore Tariffario Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali Regione del Veneto Nomenclatore Tariffario Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali Allegato 1 Elenco Prestazioni Vigenti con tariffa 1. INTERVENTI SUL SISTEMA NERVOSO (03-05) 03. INTERVENTI SUL MIDOLLO

Dettagli

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL NOMENCLATORE TARIFFARIO DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE NEL LAZIO

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL NOMENCLATORE TARIFFARIO DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE NEL LAZIO LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL NOMENCLATORE TARIFFARIO DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE NEL LAZIO Manuale degli Operatori del Numero Verde e di Front Office

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

Sommario IL PORT SOTTOCUTANEO. Che cos è? Come viene impiantato? DOVE VIENE POSIZIONATO IL PORT? L intervento L uso del Port

Sommario IL PORT SOTTOCUTANEO. Che cos è? Come viene impiantato? DOVE VIENE POSIZIONATO IL PORT? L intervento L uso del Port Che cos è il Port? Le informazioni fornite in questo opuscolo vi aiuteranno a capire meglio che cosa sono i port e a trovare risposta ad alcuni quesiti riguardanti i port sottocutanei Bard Access. Sommario

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. Il port. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica

Dettagli

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia ANESTESIA Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa fa l Anestesista Pag. 2 Visita Anestesiologica Pag. 2 Che cosa significa Consenso Informato Pag. 3 Esami preoperatori Pag. 4 Prescrizioni

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC (*risponde l infermiera / l ostetrica/ il medico) AGGIORNATO A Maggio 2009 1 CHE COSA E UN PROGRAMMA

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE

TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE Unità operativa BAISI DOTT. BENIAMINO LP0972 (AGO) BIOPSIA PROSTATA ECOGUIDATA 206,71 LP8141 ASPORTAZIONE CONDILOMI O ALTRA LESIONE DEL PENE 160,00 LP8108 ASPORTAZIONE

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche Dott. PAOLO CRISTOFORONI Medico Chirurgo Nato a Genova il 06/02/1965. Laurea con lode in Medicina e Chirurgia presso l

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori,

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori, melanoma Il melanoma è il tumore che nasce dai melanociti, cellule responsabili della colorazione della pelle e che si trovano nello strato più profondo 2 dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE

TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE Unità operativa BARBIERI PROF. ALBERTO LP6781 CONSULTO A DOMICILIO 0,00 LP6155 ELETTROCARDIOGRAMMA (E.C.G.) 50,00 LP6998 VISITA DI CONTROLLO 70,00 LP9050 VISITA

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA Per prenotare ed eseguire un esame è necessario: 1. Il paziente deve avere una richiesta medica completa che comprenda cognome e nome, data di nascita, numero

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

DIFETTO INTERVENTRICOLARE

DIFETTO INTERVENTRICOLARE DIFETTO INTERVENTRICOLARE Divisione di Cardiologia Pediatrica Cattedra di Cardiologia Seconda Università di Napoli A.O. Monaldi Epidemiologia 20% di tutte le CC Perimembranoso: 80% Muscolare: 5-20% Inlet:

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Trattamento chirurgico delle emorroidi

Trattamento chirurgico delle emorroidi Decision making Trattamento chirurgico delle emorroidi Riccardo Annibali Proctologo, Milano Legare, tagliare, dilatare, magari congelare : questo il titolo di un articolo apparso su Lancet alcuni anni

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

Cognome Nome Disciplina Descrizione Desc Presidio Tip. Validita Importo

Cognome Nome Disciplina Descrizione Desc Presidio Tip. Validita Importo ABATE DR.SSA MARIA PIA DIAGN.PER IMMAGINI RADIOLOGIA CLISMA OPACO SEMPLICE P.O. UMBERTO I - SR 21 01/03/2015 153,00 ABATE DR.SSA MARIA PIA DIAGN.PER IMMAGINI RADIOLOGIA COLECISTOGRAFIA P.O. UMBERTO I -

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A.

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A. Alessandro Acocella comunque ci sono solo studi con un follow-up follow up non ancora elevato e comunque i casi vanno accuratamente selezionati evitando parafunzioni e ricordando che gli impianti corti

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST?

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? Informazioni sui percorsi di approfondimento diagnostico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

Trattamento laser ad eccimeri (PRK) argon e Yag: presso centro non convenzionato

Trattamento laser ad eccimeri (PRK) argon e Yag: presso centro non convenzionato ABBATTISTA CARMELO 81.2 Blocco degli intercostali Anestesia e Rianimazione 70,00 ABBATTISTA CARMELO 05.31 Iniezione di anestetico nei NN simpatici per analgesia Anestesia e Rianimazione 70,00 ABBATTISTA

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Ble Consulting srl id. 363 BISFOSFONATI E VITAMINA D: RAZIONALI D'USO - 119072 Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Dr. Gandolini Giorgio Medici chirurghi 8,8 crediti

Dettagli

TUMORI DELLA MAMMELLA

TUMORI DELLA MAMMELLA TUMORI DELLA MAMMELLA INFORMAZIONI GENERALI La mammella Struttura e funzione della mammella La mammella è costituita da grasso (tessuto adiposo), tessuto connettivo e tessuto ghiandolare. Quest'ultimo

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0 Il seguente documento definisce i contenuti ed il formato delle informazioni importabili ed esportabili del sistema. Per ciascuna tipologia di informazione è previsto un file di testo codificato secondo

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

Ipertiroidismo. Serie n. 15a

Ipertiroidismo. Serie n. 15a Ipertiroidismo Serie n. 15a Guida per il paziente Livello: medio Ipertiroidismo - Series n. 15a (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera, dal Prof. Gary Butler

Dettagli

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE Numero pagine: 1 di 8 PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN Rev. Data Redatto Verificato Approvato 1 2013 GIT DP Gruppo Infermieristico Numero pagine: 2 di 8 1.COMPOSIZIONE DEL GRUPPO E METODOLOGIA DI LAVORO Le sottoscritte

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Indirizzo(i) LO CONTE Maurizio Viale Tigli, 20, I, 83031, Ariano Irpino - (AV) Telefono(i) +390825871118 / +390825824605 Mobile +39335415735

Dettagli

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina 2014 Next MMG Semplicità per il mondo della medicina Documento che illustra le principali caratteristiche di Next MMG EvoluS Srl Corso Unione Sovietica 612/15B 10135 Torino tel: 011.1966 5793/4 info@evolu-s.it

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

La disassuefazione dal fumo

La disassuefazione dal fumo Piano regionale del Veneto per la prevenzione delle malattie legate al fumo La disassuefazione dal fumo Obiettivi Nei paesi industrializzati occidentali gli interventi che riducono i danni da fumo sono

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide?

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide? SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO CAPITOLO 7 LA TIROIDE CHE SI AMMALA DI PIÙ È FEMMINILE 147 Che cosa è la tiroide? La tiroide è una ghiandola endocrina posta alla base del collo. Secerne due tipi di ormoni,

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti A.S.L. TO4 Piano della performance ed obiettivi - S.C. Affari Generali Direttore: Dott.ssa Carla CIAMPORCERO FOR Sviluppare le attività di formazione su appropriatez prescrittiva farmaci e prestazioni

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU32 09/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 30 luglio 2012, n. 45-4248 Il nuovo modello integrato di assistenza residenziale e semiresidenziale socio-sanitaria a favore delle

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

PER LA GESTIONE INFORMATIVO

PER LA GESTIONE INFORMATIVO Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare e di Area Critica Direttore Dott. L. Zucchi UNITA DI TERAPIA SEMINTENSIVA RESPIRATORIA (UTSIR) OPUSCOLO INFORMATIVO PER LA GESTIONE A DOMICILIO DELLA TRACHEOSTOMIA

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Consensus Conference Il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco

Consensus Conference Il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco Consensus Conference Il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco (G Ital Cardiol 2006; 7 (6): 387-432) 2006 CEPI Srl Per la corrispondenza: Dr. Andrea Di Lenarda S.C. di Cardiologia Università

Dettagli

Che cosa c è di nuovo MedDRA Versione 17.0

Che cosa c è di nuovo MedDRA Versione 17.0 Che cosa c è di nuovo MedDRA Versione 17.0 Riconoscimenti RICONOSCIMENTI Il marchio MedDRA è proprietà di IFPMA per conto di ICH. Dichiarazione di responsabilità e copyright Questo documento è protetto

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine.

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. Vinci il muro dell indifferenza, dai più senso alla Tua vita: DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. INTERCOMUNALE SAN PIETRO Via Cassia 600-00189 Roma Uff. Amm.: Telefax 06 33582700 - Segreteria:

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli