ACCORDO DI RETE CTRH MONZA EST CENTRO TERRITORIALE RISORSE PER LA DISABILITA I.C. D. ALIGHIERI - Cornate D Adda

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ACCORDO DI RETE CTRH MONZA EST CENTRO TERRITORIALE RISORSE PER LA DISABILITA I.C. D. ALIGHIERI - Cornate D Adda 2012-2015"

Transcript

1 ACCORDO DI RETE CTRH MONZA EST CENTRO TERRITORIALE RISORSE PER LA DISABILITA I.C. D. ALIGHIERI - Cornate D Adda LE PARTI: 1 DIREZIONE DIDATTICA AGRATE BRIANZA BONFANTI ANTONIO 2 ISTITUTO COMPRENSIVO AGRATE BRIANZA SEVERA EMANUELA 3 DIREZIONE DIDATTICA - CTP ARCORE GEROSA LUIGIA CLAUDIA 4 ISTITUTO COMPRENSIVO ARCORE GEROSA LUIGIA CLAUDIA 5 ISTITUTO COMPRENSIVO BASIANO BRAMBILLA MARISABELLA 6 ISTITUTO COMPRENSIVO BELLUSCO/MEZZAGO FRANCI FRNCO 7 ISTITUTO COMPRENSIVO BERNAREGGIO ALAIMO GIUSEPPE 8 ISTITUTO COMPRENSIVO BUSNAGO DI MAURO ROSETTA 9 ISTITUTO COMPRENSIVO CARNATE GOTTARDI OTTILIA 10 ISTITUTO COMPRENSIVO CAVENAGO BRIANZA MACCHIA ANTONIO 11 ISTITUTO COMPRENSIVO CONCOREZZO ALAIMO GIUSEPPE 12 ISTITUTO COMPRENSIVO CORNATE D ADDA GOTTARDI OTTILIA 13 ISTITUTO COMPRENSIVO LESMO SPADAFORA GIORGIO 14 ISTITUTO COMPRENSIVO ORNAGO MAURI GIUSEPPINA 15 ISTITUTO COMPRENSIVO SULBIATE STUCCHI M. VITTORIA 16 ISTITUTO COMPRENSIVO TREZZANO ROSA BRAMBILLA MARISABELLA 17 ISTITUTO COMPRENSIVO TREZZO D ADDA CARESSA BENEDETTO 18 ITCG J. NIZZOLA TREZZO SULL ADDA ALLEGRETTA CATERINA 19 IPC M.BELLISARIO INZAGO-SEZ. TREZZO SULL ADDA TALLARICO ALESSANDRA 20 ISTITUTO COMPRENSIVO USMATE VELATE STUCCHI MARIA VITTORIA 21 ISTITUTO COMPRENSIVO VAPRIO D ADDA FRANCI FRANCO 22 DIREZIONE DIDATTICA FILIBERTO VIMERCATE VISMARA MARIA TERESA 23 DIREZIONE DIDATTICA DON MILANI VIMERCATE VISMARA MARIA TERESA 24 SCUOLA MEDIA STATALE VIMERCATE DANILI ENRICO 25 LICEO SCIENTIFICO A.BANFI VIMERCATE SALA GIANCARLO 26 ITIS A.EINSTEIN VIMERCATE SPAGNUOLO FERNANDO 27 IIS E.VANONI VIMERCATE MONOPOLI MICHELE 28 IIS V.FLORIANI VIMERCATE DANILI ENRICO Visto il Decreto USR Lombardia Prot. n del di istituzione dei CTRH e di definizione dei relativi ambiti territoriali; Visto l art. 7 DPR 275/99 Reti di scuole - Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, ai sensi dell art. 21 L.59/97; tenuto conto delle Linee Regionali (USR per la Lombardia) sui Centri Territoriali Risorse per la Disabilità, come da comunicazione n del 16 giugno 2010 dell UST di Milano: tenuto conto dell ambito territoriale Trezzo-Vimercate, come da elenco soprastante, di sottoscrivere il presente accordo di rete. ART. 1 DENOMINAZIONE CONCORDANO Centro Territoriale Risorse per la Disabilità Monza Est Sede: Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Cornate d Adda, via Aldo Moro 9. 1

2 ART 2 FINALITÀ Il CTRH Monza Est di Cornate d Adda ha il fine di: - Rendere effettivo e concreto il processo di integrazione degli alunni diversamente abili attraverso: collaborazioni e sinergie tra le scuole scambi di esperienze e materiali approfondimenti tematici, sostegno alla formazione dei docenti. - Supportare le famiglie e le scuole per garantire ad ogni alunno il diritto allo studio, attraverso azioni coordinate che rendano agevole ed effettivo il percorso. - Mantenere vivo il processo di integrazione tra i soggetti erogatori dei servizi relativi alle diverse abilità, promuovendo e partecipando a tavoli di lavoro per la stesura di accordi e di progetti, al fine di ottimizzare percorsi e risorse, nonché di reperire ulteriori finanziamenti. - Costruire un punto di raccordo e informazione che agevoli l azione degli operatori e favorisca la circolazione delle informazioni, a beneficio del processo di integrazione. - Favorire continuità nel percorso dell integrazione e sostenere le azioni per un orientamento efficace. - Favorire la collaborazione tra enti e istituzioni che si occupano di integrazione scolastica sul territorio Trezzo-Vimercate, nelle attività articolate all interno del CTRH ART. 3 ATTIVITA Sulla base di quanto previsto dal progetto sono definite le seguenti azioni: 1. Realizzazione di attività di informazione, diffusione, studio e formazione nell area dell integrazione scolastica In particolare: - Sito dei CTRH della provincia di Monza e Brianza - Attività di consulenza e sportello di orientamento - Formazione e attività di ricerca - Promozione di progetti di reti 2. Individuazione dei bisogni del territorio in materia di disabilità 3. Ricognizione delle risorse presenti 4. Acquisizione di attrezzature e sussidi ART. 4 ADESIONI Della rete fanno parte le Istituzioni scolastiche di cui alla comunicazione del Decreto USR Lombardia Prot. n del Gli aderenti per tutta la durata si impegnano a: - Osservare il presente accordo - Favorire le attività della rete facendo convergere le migliori risorse ed esperienze tipiche di ciascuna istituzione scolastica per la realizzazione delle attività della rete stessa. Ogni anno l operato della rete viene sottoposto a verifica. 2

3 ART. 5 ORGANI DELLA RETE Organi della rete : - Assemblea dei Dirigenti - Gruppo di Gestione del CTRH - Comitato Esecutivo - Presidente ASSEMBLEA DEI DIRIGENTI COMPOSIZIONE Dirigenti scolastici È convocata almeno tre volte all anno dal Presidente, in concomitanza delle riunioni della rete TreVi È l organo di indirizzo del CTRH Elegge i quattro Dirigenti rappresentanti che fanno parte del Gruppo di Gestione del CTRH Fornisce il parere su: a) Indirizzi generali delle attività b) Progetto annuale c) Bilancio annuale d) Bilancio consuntivo e) Eventuale adesione ad associazioni GRUPPO DI GESTIONE DEL CTRH COMPOSIZIONE: Dirigente Scolastico della scuola sede Del CTRH Referente (Docente) Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi della scuola sede del CTRH 4 Dirigenti Scolastici (designati dall Assemblea dei Dirigenti del territorio) 1 Rappresentante delle Scuole Paritarie 1 Rappresentante ASL 1 Rappresentante UONPIA 1 Rappresentante del Piano di Zona 2 Rappresentanti delle Associazioni delle persone con disabilità 1 Rappresentante della Formazione Professionale 1 Rappresentante dell UST di riferimento territoriale 2 Collaboratori Volontari, nominati dal Dirigente Scolastico Svolge compiti di gestione del CTRH Può avvalersi della collaborazione di esperti su specifiche tematiche Contribuisce, con l Assemblea dei Dirigenti alla gestione unitaria del CTRH Delibera gli strumenti contrattuali per l attuazione degli indirizzi generali Predispone il progetto annuale e il bilancio consuntivo Valuta le richieste di finanziamento delle singole scuole e decide, a maggioranza dei presenti, i relativi finanziamenti Valuta il raggiungimento degli obiettivi prefissati È convocato dal Presidente secondo le necessità e almeno tre volte l anno. 3

4 COMITATO ESECUTIVO COMPOSIZIONE: Presidente DSGA Referente del CTRH un rappresentante nominato dal Gruppo Facilita il lavoro del Gruppo di Gestione Predispone i materiali del lavoro e la documentazione È convocato dal Presidente secondo le necessità. PRESIDENTE DURATA INCARICO E il Dirigente Scolastico pro tempore della scuola CTRH Si avvale della collaborazione del DSGA e del Referente della scuola CTRH Direttore Servizi Amministrativi della scuola CTRH Referente della scuola CTRH Stipula accordi e convenzioni Rappresenta ufficialmente il CTRH Convoca e presiede il Gruppo di Gestione e il Comitato Esecutivo Gestisce i finanziamenti del CTRH Relazione all Assemblea dei Dirigenti Partecipa al coordinamento provinciale dei tre CTRH MB Amministra le risorse finanziarie assegnate allo snodo Stipula accordi e convenzioni Verifica la compatibilità finanziaria del progetto complessivo Collabora con il Dirigente Scolastico Promuove e coordina le iniziative di formazione e i progetti definiti dal Gruppo di Gestione Promuove e tiene il raccordo con le Istituzioni e le Associazioni del CTRH Collabora alla gestione dei fondi con il DSGA ART. 6 INDIVIDUAZIONE DELLE RISORSE MATERIALI ED UMANE Le risorse finanziarie vengono attribuite annualmente dall UST attraverso appositi decreti di assegnazione. Le risorse umane per la realizzazione del progetto annuale vengono prioritariamente individuate nell ambito del personale delle scuole afferenti al CTRH o di personale esperto nei limiti delle risorse disponibili. ART. 7 DOCUMENTAZIONE Di ogni incontro ufficiale (Assemblea dei Dirigenti, Gruppo di Gestione) deve essere redatto un verbale da tenere agli atti della scuola CTRH. 4

5 ART. 8 DURATA Il presente accordo di rete ha durata triennale, pertanto risulta valido fino alla data del 31 agosto FIRMA PER SOTTOSCRIZIONE DELL ACCORDO N. SCUOLA COMUNE DIRIGENTE SCOLASTICO 1 DIREZIONE DIDATTICA AGRATE BRIANZA 2 ISTITUTO COMPRENSIVO AGRATE BRIANZA 3 DIREZIONE DIDATTICA - CTP ARCORE 4 ISTITUTO COMPRENSIVO ARCORE 5 ISTITUTO COMPRENSIVO BASIANO 6 ISTITUTO COMPRENSIVO BELLUSCO/MEZZAGO 7 ISTITUTO COMPRENSIVO BERNAREGGIO 8 ISTITUTO COMPRENSIVO BUSNAGO 9 ISTITUTO COMPRENSIVO CARNATE 10 ISTITUTO COMPRENSIVO CAVENAGO BRIANZA 11 ISTITUTO COMPRENSIVO CONCOREZZO 12 ISTITUTO COMPRENSIVO CORNATE D ADDA 13 ISTITUTO COMPRENSIVO LESMO 14 ISTITUTO COMPRENSIVO ORNAGO 15 ISTITUTO COMPRENSIVO SULBIATE/RONCO 16 ISTITUTO COMPRENSIVO TREZZANO ROSA 17 ISTITUTO COMPRENSIVO TREZZO D ADDA 18 ITCG J. NIZZOLA TREZZO SULL ADDA 19 IPC M.BELLISARIO INZAGO-SEZ. TREZZO SULL ADDA 20 ISTITUTO COMPRENSIVO USMATE VELATE 21 ISTITUTO COMPRENSIVO VAPRIO D ADDA 22 DIREZIONE DIDATTICA FILIBERTO VIMERCATE 23 DIREZIONE DIDATTICA DON MILANI VIMERCATE 24 SCUOLA MEDIA STATALE VIMERCATE 25 LICEO SCIENTIFICO A.BANFI VIMERCATE 26 ITIS A.EINSTEIN VIMERCATE 27 IIS E.VANONI VIMERCATE 28 IIS V.FLORIANI VIMERCATE 5

INTEGRAZIONE SCOLASTICA ALUNNI CON DISABILITA. AMBITO TERRITORIALE: Vimercatese

INTEGRAZIONE SCOLASTICA ALUNNI CON DISABILITA. AMBITO TERRITORIALE: Vimercatese INTEGRAZIONE SCOLASTICA ALUNNI CON DISABILITA ANNO SCOLASTICO 2012/13 CENTRO TERRITORIALE RISORSE PER LA DISABILITA CTRH Monza Est ISTITUTO COMPRENSIVO di CORNATE D ADDA AMBITO TERRITORIALE: Vimercatese

Dettagli

ACCORDO DI RETE: TREVI

ACCORDO DI RETE: TREVI ACCORDO DI RETE: TREVI LE PARTI DIREZIONE DIDATTICA AGRATE B. PIZZI GISELLA ISTITUTO COMPRENSIVO AGRATE B. DE MARCO MARINA DIREZIONE DIDATTICA CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE ARCORE CRETELLA ELVIRA ISTITUTO

Dettagli

ACCORDO DI RETE TRA LE SCUOLE DEL CTRH MONZA CENTRO. Istituto Comune Dirigente Scolastico

ACCORDO DI RETE TRA LE SCUOLE DEL CTRH MONZA CENTRO. Istituto Comune Dirigente Scolastico ACCORDO DI RETE TRA LE SCUOLE DEL CTRH MONZA CENTRO L'anno 2012 nel giorno 4 aprile viene stipulato il presente Accordo di Rete tra le sottoindicate Istituzioni Scolastiche: Istituto Comune Dirigente Scolastico

Dettagli

TRA. L Agenzia per la Formazione, l Orientamento ed il Lavoro Est Milano

TRA. L Agenzia per la Formazione, l Orientamento ed il Lavoro Est Milano PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROGRAMMAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA CONDIVISO PER L ORIENTAMENTO, IL RIORIENTAMENTO, LA RIMOTIVAZIONE CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA NEL TERRITORIO DELL EST MILANO

Dettagli

Le Istituzioni firmatarie del presente accordo:

Le Istituzioni firmatarie del presente accordo: ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ANDREA GRITTI Via L.A. Muratori n.7-30173 Venezia Mestre Tel. 041.5350505 Fax 041.5350557 Cod. Mecc. VEIS018005 Cod.Fisc. 94016590278 e-mail: segreteria@istitutogritti.it

Dettagli

ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA. con protocollo 0004232 che riconoscono alla scuola

ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA. con protocollo 0004232 che riconoscono alla scuola ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA Visto il D.P.R. n. 275/1999, art. 7, che prevede la possibilità per le istituzioni Scolastiche autonome di stipulare accordi di rete per perseguire

Dettagli

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PIAZZA MARCONI - VETRALLA P.

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELLA BRIANZA EST PER IL CIRCONDARIO

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELLA BRIANZA EST PER IL CIRCONDARIO REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELLA BRIANZA EST PER IL CIRCONDARIO Adottato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 48 del 4 maggio 2006 Titolo I ELEMENTI COSTITUTIVI Art. 1 - Oggetto

Dettagli

ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO

ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO VISTO l art. 15 della Legge 7 agosto 1990, n. 241 che prevede per le Amministrazioni Pubbliche la possibilità di concludere tra loro accordi

Dettagli

PROGETTO NETWORK sistema per i servizi di cura e assistenza domiciliare

PROGETTO NETWORK sistema per i servizi di cura e assistenza domiciliare PROGETTO NETWORK sistema per i servizi di cura e assistenza domiciliare Network: un un modello integrato a supporto della della qualificazione della della domanda e offerta di di assistenza e cura cura

Dettagli

I CENTRI TERRITORIALI RISORSE PER LA DISABILITA (CTRH). LINEE GUIDA REGIONALI

I CENTRI TERRITORIALI RISORSE PER LA DISABILITA (CTRH). LINEE GUIDA REGIONALI I CENTRI TERRITORIALI RISORSE PER LA DISABILITA (CTRH). LINEE GUIDA REGIONALI PREMESSA I Centri Territoriali di documentazione, risorse e servizi trovano la loro ispirazione dalla storia del processo di

Dettagli

Prot. n. 16552 del 04/12/2015 Ai Direttori Generali e ai Dirigenti preposti Uffici Scolastici Regionali

Prot. n. 16552 del 04/12/2015 Ai Direttori Generali e ai Dirigenti preposti Uffici Scolastici Regionali Prot. n. 16552 del 04/12/ Ai Direttori Generali e ai Dirigenti preposti Uffici Scolastici Regionali Al Dipartimento istruzione Provincia Autonoma di Trento Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia

Dettagli

I CENTRI TERRITORIALI RISORSE PER LA DISABILITA (CTRH). LINEE GUIDA REGIONALI

I CENTRI TERRITORIALI RISORSE PER LA DISABILITA (CTRH). LINEE GUIDA REGIONALI I CENTRI TERRITORIALI RISORSE PER LA DISABILITA (CTRH). LINEE GUIDA REGIONALI PREMESSA I Centri Territoriali di documentazione, risorse e servizi trovano la loro ispirazione dalla storia del processo di

Dettagli

ACCORDO DI RETE TRA ISTITUZIONI SCOLASTICHE PER LA SICUREZZA

ACCORDO DI RETE TRA ISTITUZIONI SCOLASTICHE PER LA SICUREZZA I.P.I.A. Andrea BRUSTOLON ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO Via San Lorenzo, 19-32100 BELLUNO Scuola Capofila ACCORDO DI RETE TRA ISTITUZIONI SCOLASTICHE PER LA SICUREZZA PREMESSO

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

ISTITUTI SCOLASTICI PARITARI SCUOLA DOMANI

ISTITUTI SCOLASTICI PARITARI SCUOLA DOMANI 1 ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI SCUOLA PARITARIA ARTICOLO 1) - Ente gestore 1.1 Denominazione Istituti Scolastici Paritari Scuola Domani S.r.l. è l ente gestore dell Istituto Tecnico Commerciale

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri.

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. Articolo 1 COSTITUZIONE SEDE STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. 2) La Fondazione ha sede in Mede, Piazza della Repubblica

Dettagli

DATI DI CONTESTO INTEGRAZIONE SCOLASTICA ALUNNI DISABILI

DATI DI CONTESTO INTEGRAZIONE SCOLASTICA ALUNNI DISABILI INTEGRAZIONE SCOLASTICA ALUNNI DISABILI DATI DI CONTESTO Numero alunni con attestazione di disabilità suddivisi per ordine di scuola, iscritti nelle scuole di Concorezzo nell a.s. 2015/2016: totale degli

Dettagli

Funzionigramma d Istituto

Funzionigramma d Istituto Dirigente Scolastico Assicura la gestione unitaria dell istituzione È il rappresentante legale È responsabile della gestione delle risorse finanziare e strumentali e dei risultati del servizio Organizza

Dettagli

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Istituto Comprensivo Calcedonia

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Istituto Comprensivo Calcedonia Centro Territoriale di Supporto Calcedonia Istituto Comprensivo Calcedonia Via A. Guglielmini, 23 - Salerno Tel: 089792310-089792000/Fax: 089799631 htpp//www.icscuolacalcedoniasalerno.gov.it REGOLAMENTO

Dettagli

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT COMUNE di BRUGHERIO Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 04/02/2005 Modificato con Deliberazione

Dettagli

ACCORDO DI RETE 2013-2014

ACCORDO DI RETE 2013-2014 prot. n. 2260/c9 ACCORDO DI RETE 2013-2014 Premesso che: il DPR n. 275/1999 Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche promuove la costituzione di reti di scuole, sulla

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

PROVINCIA DI LECCO Allegato alla deliberazione della Giunta Provinciale n. 42 del 07.06.2010

PROVINCIA DI LECCO Allegato alla deliberazione della Giunta Provinciale n. 42 del 07.06.2010 PROVINCIA DI LECCO Allegato alla deliberazione della Giunta Provinciale n. 42 del 07.06.2010 All.2 Schema di Convenzione tra la Provincia di Lecco e l'azienda Sanitaria Locale di Lecco per la regolazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Servizio Protezione Civile REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GRUPPO DI LAVORO PER L HANDICAP. Art. 1 - Istituzione del Gruppo di Lavoro sull'handicap dell'i.c. di Belvedere M.mo.

REGOLAMENTO DEL GRUPPO DI LAVORO PER L HANDICAP. Art. 1 - Istituzione del Gruppo di Lavoro sull'handicap dell'i.c. di Belvedere M.mo. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola Infanzia-Scuola Primaria- Scuola Secondaria Statale Padre G. Puglisi VIA G.FORTUNATO, 10 87021 BELVEDERE M. MO (CS) Tel. e Fax 0985/82923 - E mail: csic8as00c@istruzione.it

Dettagli

Accordo di rete Nazionale

Accordo di rete Nazionale Accordo di rete Nazionale Accordo fra gli istituti costituzione della rete "Senza Zaino per una scuola comunità" PREMESSO CHE - il modello Senza Zaino è stato promosso nell anno 2002 da un gruppo di docenti

Dettagli

Gestione amministrativa, della rendicontazione, della contabilità e del controllo economico (dei progetti finanziati)

Gestione amministrativa, della rendicontazione, della contabilità e del controllo economico (dei progetti finanziati) Doc.: PQ13 Rev.: 1 Data: 05/05/09 Pag.: 1 di 6 Gestione amministrativa, della rendicontazione, della contabilità e del controllo economico (dei progetti finanziati) EMESSA DA: VERIFICATA DA: APPROVATA

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

COMUNE DI CESENA. Settore Servizi Sociali COORDINAMENTO DEL VOLONTARIATO STATUTO

COMUNE DI CESENA. Settore Servizi Sociali COORDINAMENTO DEL VOLONTARIATO STATUTO COMUNE DI CESENA Settore Servizi Sociali COORDINAMENTO DEL VOLONTARIATO STATUTO TITOLO I PRINCIPI E FINALITÀ 2 Art. 1 - Principi 2 Art. 2 - Istituzione 2 Art. 3 Finalità 2 TITOLO II ORGANI E FUNZIONI 3

Dettagli

ALLEGATO A REGOLAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

ALLEGATO A REGOLAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE ALLEGATO A REGOLAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con Delibera di Consiglio n. 29 del 19 maggio 2011 INDICE REGOLAMENTO...1 Art. 1 Oggetto...1 Art. 2

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA SCOLASTICA Pag. 1 di 5 SCUOLA D INFANZIA E PRIMARIA Il presente regolamento fa riferimento al testo Regolamento dell attività scolastica, redatto da CIOFS SCUOLA, aggiornato al 06 settembre 2008, depositato presso

Dettagli

PIANO TERRITORIALE DEI SERVIZI PER L ASSISTENZA E L INTEGRAZIONE SCOLASTICA A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA. ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PIANO TERRITORIALE DEI SERVIZI PER L ASSISTENZA E L INTEGRAZIONE SCOLASTICA A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA. ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Allegato A PIANO TERRITORIALE DEI SERVIZI PER L ASSISTENZA E L INTEGRAZIONE SCOLASTICA A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA. ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Indice: 1 - Normativa di riferimento pag. 2,3 2 -

Dettagli

Statuto dell Associazione Culturale-Sportiva Scolastica-Franco Formato

Statuto dell Associazione Culturale-Sportiva Scolastica-Franco Formato Statuto dell Associazione Culturale-Sportiva Scolastica-Franco Formato NATURA E SCOPI DELL ASSOCIAZIONE Art. 1 FINALITA Presso il Liceo Scientifico Statale Galileo Ferrars di Varese è costituita l Associazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE E IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DISABILI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA

REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE E IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DISABILI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE E IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DISABILI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Emanato con D.R. n. 686 del 29 novembre 2010 Entrato in vigore il 1 dicembre

Dettagli

Oggetto: ACCORDO DI RETE Le Scuole Lombarde che Promuovono Salute

Oggetto: ACCORDO DI RETE Le Scuole Lombarde che Promuovono Salute Prot. n. 3025/12.06.2012 All USR/Lombardia- ufficio lv, Ai Dirigenti scolastici pro-tempore, in indirizzo, Agli Atti. Oggetto: ACCORDO DI RETE Le Scuole Lombarde che Promuovono Salute ACCORDO DI RETE Le

Dettagli

BANDO PER L'ACCESSO A TARIFFE AGEVOLATE A STRUTTURE PER LA PRIMA INFANZIA PRIVATE E ACCREDITATE - ASILI NIDI E MICRONIDI

BANDO PER L'ACCESSO A TARIFFE AGEVOLATE A STRUTTURE PER LA PRIMA INFANZIA PRIVATE E ACCREDITATE - ASILI NIDI E MICRONIDI AZIENDA TERRITORIALE PER I SERVIZI ALLA PERSONA BANDO PER L'ACCESSO A TARIFFE AGEVOLATE A STRUTTURE PER LA PRIMA INFANZIA PRIVATE E ACCREDITATE - ASILI NIDI E MICRONIDI Il sistema convenzionale promosso

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE L. AMABILE

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE L. AMABILE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE L. AMABILE Via De Concilii, 13 83100 AVELLINO Tel. 0825.1643241 Fax 0825. 1643242 E-mail: AVTD03000B@istruzione.it PEC: AVTD03000B@PEC.ISTRUZIONE.IT Sito web: www.itcamabile.it

Dettagli

Provincia di Caserta

Provincia di Caserta 1 Provincia di Caserta REGOLAMENTO INTERNO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento ha come oggetto l organizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE. Articolo 1 Costituzione del Centro

REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE. Articolo 1 Costituzione del Centro UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Centro Universitario di Mediazione n. 209 registro Ministero della Giustizia REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE Articolo 1 Costituzione del Centro Il presente

Dettagli

Funzioni e competenze del Consiglio d Istituto e del Consiglio di classe

Funzioni e competenze del Consiglio d Istituto e del Consiglio di classe Funzioni e competenze del Consiglio d Istituto e del Consiglio di classe Che cos è il Consiglio di Istituto? Il C.d.I. è l organo di indirizzo e di gestione degli aspetti economici e organizzativi generali

Dettagli

SCHEDA DI PROGETTO PER L ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO IN RISPOSTA AL BANDO DEL DIRETTORE SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA

SCHEDA DI PROGETTO PER L ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO IN RISPOSTA AL BANDO DEL DIRETTORE SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA SCHEDA DI PROGETTO PER L ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO IN RISPOSTA AL BANDO DEL DIRETTORE SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA 1 2 Il progetto è presentato da Una scuola Una rete di scuole Nel caso di reti.

Dettagli

Accordo di Rete delle scuole del. XII Municipio di R O M A

Accordo di Rete delle scuole del. XII Municipio di R O M A Rette IIntterscollasttiica dell XIIII Muniiciipiio dii ROMA Accordo di Rete delle scuole del XII Municipio di R O M A Testo approvato dall Assemblea dei Dirigenti nella seduta del 28 Settembre 2010 Accordo

Dettagli

COMUNE DI RONCO BRIANTINO

COMUNE DI RONCO BRIANTINO COMUNE DI RONCO BRIANTINO Provincia di Monza e della Brianza! "# $ %&! ' ( ) # # * # +, ) -.,/ 10! VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 76 in data 16/09/2010 COPIA OGGETTO: PARTECIPAZIONE

Dettagli

ACCORDO DI RETE SICURSCUOLAVERONA

ACCORDO DI RETE SICURSCUOLAVERONA ACCORDO DI RETE SICURSCUOLAVERONA PREMESSO CHE l art. 7 del D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275 prevede la facoltà per le istituzioni scolastiche di promuovere accordi di rete per il raggiungimento delle proprie

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE DELLE SCUOLE AUTONOME DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA ASA.BO

STATUTO ASSOCIAZIONE DELLE SCUOLE AUTONOME DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA ASA.BO STATUTO ASSOCIAZIONE DELLE SCUOLE AUTONOME DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA ASA.BO FINALITÀ E SCOPI Art. 1 L Associazione è costituita al fine di sostenere le scuole aderenti nel raggiungimento dei fini istituzionali

Dettagli

GEOMETRI PROFESSIONISTI IN

GEOMETRI PROFESSIONISTI IN GEOMETRI PROFESSIONISTI IN CLASSE IL MONDO DEL LAVORO ENTRA NELLA SCUOLA Racconto di come i tecnici del territorio della lombardia hanno collaborato con l istituto tecnico E. Vanoni di Vimercate PASSO

Dettagli

PROGETTO: RETE STABILE SCUOLE "RES CASTELLI"

PROGETTO: RETE STABILE SCUOLE RES CASTELLI PROGETTO: RETE STABILE SCUOLE "RES CASTELLI" "NELLA SOCIETÀ COMPLESSA SERVE UNA INTELLIGENZA COLLETTIVA" Gli Istituti Comprensivi "Don Lorenzo Milani" di Monteporzio Catone, "Duilio Cambellotti" di Rocca

Dettagli

RICOGNIZIONE RETI TEMATICHE ESISTENTI. Gruppo di lavoro. Sì (referenti orientamento S1 degli IC e referenti orientamento in entrata S2)

RICOGNIZIONE RETI TEMATICHE ESISTENTI. Gruppo di lavoro. Sì (referenti orientamento S1 degli IC e referenti orientamento in entrata S2) Attività Scuola Capofila Aderenti/ scuole fruitrici 13/14 e precedenti Gruppo di lavoro Descrizione Accordo 12/13 Accordo 13/14 Fondi Orientamento in uscita da S1 ORIENTALO Da individuare Tutti gli IC

Dettagli

Comitato di Coordinamento

Comitato di Coordinamento Coomitaatoo t ddi i Coooorddi r i nnaamenntoo e t ddeel llee Orrggaannizzzaazioonni i z zi i ddi i Vooloonntaarri l t i aatoo t ddellaa PPrrootezioonnee Civvili ill ee Reggoolaameenntoo e l t Art. 1 Premessa

Dettagli

Oggetto: Convocazione Collegio dei Docenti Unitario n.1 e n.2 Settembre 2015

Oggetto: Convocazione Collegio dei Docenti Unitario n.1 e n.2 Settembre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SORBOLO Via Garibaldi,29 43058 SORBOLO (PR) Tel 0521/697705 Fax 0521/698179 e-mail: pric81400t@istruzione.it pric81400t@pec.istruzione.it http://icsorbolomezzan.scuolaer.it codice

Dettagli

REGOLAMENTO CONVOL REGIONALE. della Regione

REGOLAMENTO CONVOL REGIONALE. della Regione REGOLAMENTO CONVOL REGIONALE della Regione Art. 1 Costituzione E costituita su delibera della ConVol nazionale la Rete regionale ConVol della Regione come articolazione regionale della ConVol nazionale,

Dettagli

Istituzioni Scolastiche per. l l Integrazione Interculturale

Istituzioni Scolastiche per. l l Integrazione Interculturale I Istituzioni Scolastiche per l l Integrazione Interculturale Accordo per la costituzione di una Rete (denominata I.S.I.I. Istituzioni Scolastiche per l Integrazione Interculturale) fra Istituzioni Scolastiche

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE/INCLUSIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI CON DISABILITÀ

REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE/INCLUSIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI CON DISABILITÀ Istituto Statale di Istruzione Superiore Devilla Dessì La Marmora - Giovanni XXIII Via Donizetti, 1 Via Monte Grappa, 2-07100 Sassari, Tel 0792592016-210312 Fax 079 2590680 REGOLAMENTO PER L INTEGRAZIONE/INCLUSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DELL INCLUSIONE/INTEGRAZIONE SCOLASTICA (approvato dal Consiglio d Istituto con verbale n. 354 del 14 maggio 2014)

REGOLAMENTO PER L ATTUAZIONE DELL INCLUSIONE/INTEGRAZIONE SCOLASTICA (approvato dal Consiglio d Istituto con verbale n. 354 del 14 maggio 2014) ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE A. MEUCCI 73042 CASARANO (LE) ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Informatica e Telecomunicazioni Elettronica e Elettrotecnica Meccanica Meccatronica ed Energia LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

Comunicazione interna n.211. Prot. n.0002727/a34 del 23.04.09 AI DOCENTI AGLI STUDENTI AL PERSONALE ATA AI GENITORI

Comunicazione interna n.211. Prot. n.0002727/a34 del 23.04.09 AI DOCENTI AGLI STUDENTI AL PERSONALE ATA AI GENITORI Comunicazione interna n.211 Prot. n.0002727/a34 del 23.04.09 AI DOCENTI AGLI STUDENTI AL PERSONALE ATA AI GENITORI Oggetto: sospensione delle attività didattiche Tenuto conto di quanto previsto dal calendario

Dettagli

CONVENZIONE DI RETE PER IL COORDINAMENTO DI ATTIVITÀ COMUNI RELATIVE ALL INCLUSIONE DEGLI ALUNNI E DEGLI STUDENTI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

CONVENZIONE DI RETE PER IL COORDINAMENTO DI ATTIVITÀ COMUNI RELATIVE ALL INCLUSIONE DEGLI ALUNNI E DEGLI STUDENTI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI CONVENZIONE DI RETE PER IL COORDINAMENTO DI ATTIVITÀ COMUNI RELATIVE ALL INCLUSIONE DEGLI ALUNNI E DEGLI STUDENTI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI In data 5 giugno 2013, presso IC Comprensivo Cima, viene

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA

ACCORDO DI PROGRAMMA Municipio XII ACCORDO DI PROGRAMMA PER L INTEGRAZIONE SCOLASTICA DI ALLIEVI IN SITUAZIONE DI HANDICAP TRA IL MUNICIPIO ROMA XII L AZIENDA USL RMC - DISTRETTO SANITARIO 12 LA RETE INTERSCOLASTICA SCUOLEINSIEME

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE GENITORI DELL I.I.S. C. PESENTI - BERGAMO

STATUTO ASSOCIAZIONE GENITORI DELL I.I.S. C. PESENTI - BERGAMO STATUTO ASSOCIAZIONE GENITORI DELL I.I.S. C. PESENTI - BERGAMO ART. 1 COSTITUZIONE 1.1. E costituita un associazione di promozione sociale senza scopo di lucro denominata ASSOCIAZIONE GENITORI DELL I.I.S.

Dettagli

Organigramma 2014/15

Organigramma 2014/15 ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Enrico MEDI GALATONE (LE) Istituto Tecnico Tecnologico con Indirizzi di Informatica e Telecomunicazioni, Elettronica ed Elettrotecnica, Grafica e Comunicazione

Dettagli

Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole

Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole Le reti per la promozione della cultura della sicurezza nelle scuole Uno strumento che si ritiene fondamentale per dare compiuta attuazione alle iniziative

Dettagli

FUNZIONI STRUMENTALI ( 5 ) E COMPITI CONNESSI

FUNZIONI STRUMENTALI ( 5 ) E COMPITI CONNESSI Prot. n.5501 / C24 Salerno, 23.09.2015 ALL.n.2 A TUTTI I DOCENTI IN SERVIZIO p.c. Al DSGA ALL ALBO AGLI ATTI Oggetto : Funzioni Strumentali 2015 / 2016 e termini domanda. Come deliberato dal Collegio dei

Dettagli

LINEE GUIDA PER L INSERIMENTO DEGLI ALUNNI DISABILI

LINEE GUIDA PER L INSERIMENTO DEGLI ALUNNI DISABILI MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PAOLO FRISI Via Giardino, 69 20077 Melegnano (MI) Scuole dell Infanzia

Dettagli

I CTRH(Centro Territoriale Risorse per l Handicap) rappresentano uno

I CTRH(Centro Territoriale Risorse per l Handicap) rappresentano uno nota Ufficio Scolastico per la Lombardia I CTRH(Centro Territoriale Risorse per l Handicap) rappresentano uno strumento concreto a sostegno delle istituzioni scolastiche nella graduale realizzazione dell'autonomia,

Dettagli

Anno scolastico 2015/2016 Regolamento dell'attività scolastica

Anno scolastico 2015/2016 Regolamento dell'attività scolastica 1. ENTE GESTORE, DENOMINAZIONE, NATURA E SEDE DELLA SCUOLA L'Ente giuridico IST. SACRO CUORE delle salesiane di Don Bosco, con sede legale in Viale O. Marchino, 131 15033 Casale Monferrato (AL), è: una

Dettagli

Azioni di supporto alle innovazioni in atto nelle scuole

Azioni di supporto alle innovazioni in atto nelle scuole Azioni di supporto alle innovazioni in atto nelle scuole Anno scolastico 2007-2008 Donatella Bresciani tel. 065685007; fax 065681579 e-mail liceo.enriques@libero.it; Sito del Liceo: web romascuola.net/liceoenriques.it

Dettagli

Fondo Attività Servizi Sociali per i Lavoratori delle Aziende del Settore Energia ENI STATUTO

Fondo Attività Servizi Sociali per i Lavoratori delle Aziende del Settore Energia ENI STATUTO Fondo Attività Servizi Sociali per i Lavoratori delle Aziende del Settore Energia ENI STATUTO 2004 STATUTO DEL FONDO Art. 1 COSTITUZIONE In attuazione degli accordi sindacali del 9-3-1970 e successivi,

Dettagli

Iscritta al registro provinciale associazionismo al numero progressivo 92 sez. C) CULTURALE l.r. n 28/96

Iscritta al registro provinciale associazionismo al numero progressivo 92 sez. C) CULTURALE l.r. n 28/96 Onlus Iscritta al registro provinciale associazionismo al numero progressivo 92 sez. C) CULTURALE l.r. n 28/96 sede legale: via nazionale 146 24062 costa volpino www.medasonlus.org fax 035988136 STATUTO

Dettagli

REGIONE LAZIO ACCORDO REGIONALE PER

REGIONE LAZIO ACCORDO REGIONALE PER ALLEGATO A (Il presente allegato consta di n. 8 pagine.) REGIONE LAZIO ACCORDO REGIONALE PER L INTEGRAZIONE SCOLASTICA E FORMATIVA DEGLI STUDENTI CON DISABILITA (Legge 5 febbraio 1992 n. 104) 1 di 8 PREMESSA

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA STATUTO Art. 1 Origine e sede Su iniziativa del Parco Regionale del Delta del Po Emilia Romagna, con la collaborazione della

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA

REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA ART. 1 - NATURA E FINALITA La Scuola comunale dell infanzia concorre, nell ambito del sistema scolastico, a promuovere la formazione integrale della personalità

Dettagli

ACCORDO DI RETE. Fra le istituzioni scolastiche:

ACCORDO DI RETE. Fra le istituzioni scolastiche: ACCORDO DI RETE All. J CdI 27.11.2013 Fra le istituzioni scolastiche: 1. Istituto Comprensivo II Chiari C.F. 82001490174 2. Istituto Comprensivo Adro C.F. 82001020179 3. Istituto Comprensivo Capriolo C.F.

Dettagli

Verbale Conferenza dei Sindaci dell'11 ottobre 2012

Verbale Conferenza dei Sindaci dell'11 ottobre 2012 Verbale Conferenza dei Sindaci dell'11 ottobre 2012 Presenti: Arcore, Unione dei Comuni di Basiano e Masate, Bellusco, Bernareggio, Cambiago, Caponago, Carnate, Cavenago di Brianza, Lesmo, Mezzago, Ornago,

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MANDELLO DEL LARIO E LE SCUOLE DELL INFANZIA PERIODO 1 SETTEMBRE 2008/30 GIUGNO 2011.

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MANDELLO DEL LARIO E LE SCUOLE DELL INFANZIA PERIODO 1 SETTEMBRE 2008/30 GIUGNO 2011. CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MANDELLO DEL LARIO E LE SCUOLE DELL INFANZIA PERIODO 1 SETTEMBRE 2008/30 GIUGNO 2011. Premesso: Che l articolo 33, comma 4 della Costituzione assicura un trattamento equipollente

Dettagli

Direzione Generale. Ufficio Terzo

Direzione Generale. Ufficio Terzo Prot. n. 3076 Genova, 30 marzo 2016 Alle Istituzioni scolastiche del I ciclo statali e paritarie LORO SEDI e p. c. Ai Dirigenti degli Ambiti Territoriali Provinciali della LORO SEDI Oggetto: Misure di

Dettagli

Accordo di Rete. fra i CTP della provincia di Modena

Accordo di Rete. fra i CTP della provincia di Modena Accordo di Rete fra i CTP della provincia di Modena 1 L anno duemilanove il giorno 22 gennaio 2010 i Dirigenti Scolastici - Stentarelli Claudio CTP di Carpi - Campagnoli Paola CTP di Mirandola - Calanchi

Dettagli

Conferenza stampa Assemblea AVIS Provinciale di Monza e della Brianza 23 Marzo 2013

Conferenza stampa Assemblea AVIS Provinciale di Monza e della Brianza 23 Marzo 2013 Conferenza stampa Assemblea AVIS Provinciale di Monza e della Brianza 23 Marzo 2013 SOCI Al 31 dicembre 2012 i Soci Donatori Attivi delle Avis Comunali della Provincia di Monza e Brianza sono n. 24.621

Dettagli

REGOLAMENTO del COMITATO GENITORI LICEO BOTTONI

REGOLAMENTO del COMITATO GENITORI LICEO BOTTONI REGOLAMENTO del COMITATO GENITORI LICEO BOTTONI Website: http://www.genitoriliceobottoni.it/ Codice: Statuto_13-04-2011 COMITATO GENITORI BOTTONI.doc Versione: 1.0 Milano, 13 Aprile 2011 Codice: Regolamento_13-04-2011

Dettagli

Statuto Associazione Borsisti Marco Fanno

Statuto Associazione Borsisti Marco Fanno Statuto Associazione Borsisti Marco Fanno Statuto iscritto nel registro delle persone giuridiche, ai sensi dell articolo 2 del D.P.R. 10 febbraio 2000 n.361 su istanza del 23 agosto 2013 della Prefettura

Dettagli

CITTA DI TORREMAGGIORE SETTORE SERVIZI SOCIALI CULTURALI SCOLASTICI TURIMO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

CITTA DI TORREMAGGIORE SETTORE SERVIZI SOCIALI CULTURALI SCOLASTICI TURIMO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI CITTA DI TORREMAGGIORE SETTORE SERVIZI SOCIALI CULTURALI SCOLASTICI TURIMO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 17.09.2012 INDICE Art.

Dettagli

ACCORDO DI PARTENARIATO POLO TECNICO PROFESSIONALE M.S.M. Milano Sistema Moda

ACCORDO DI PARTENARIATO POLO TECNICO PROFESSIONALE M.S.M. Milano Sistema Moda ACCORDO DI PARTENARIATO POLO TECNICO PROFESSIONALE M.S.M. Milano Sistema Moda Istituto di Istruzione Superiore Statale Caterina da Siena soggetto richiedente con..,.. codice fiscale:, rappresentato da:.

Dettagli

ORGANIZZAZIONE FUNZIONALE DELLE RISORSE UMANE INTERNE GRUPPI DI LAVORO E COMMISSIONI

ORGANIZZAZIONE FUNZIONALE DELLE RISORSE UMANE INTERNE GRUPPI DI LAVORO E COMMISSIONI Organigramma P.O.F. 2011-2012 ORGANIZZAZIONE FUNZIONALE DELLE RISORSE UMANE INTERNE GRUPPI DI LAVORO E COMMISSIONI - Staff direttivo. - Figure strumentali. - Servizio prevenzione e protezione dei rischi.

Dettagli

STATUTO dell Associazione Culturale ex alunni del Liceo Scientifico Statale Enrico Fermi di Bologna, denominata Amici dal Fermi.

STATUTO dell Associazione Culturale ex alunni del Liceo Scientifico Statale Enrico Fermi di Bologna, denominata Amici dal Fermi. STATUTO dell Associazione Culturale ex alunni del Liceo Scientifico Statale Enrico Fermi di Bologna, denominata Amici dal Fermi. Articolo 1: Denominazione Fra gli ex alunni del Liceo Scientifico Statale

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE CENTRO DI ALFABETIZZAZIONE IN ITALIANO L2 Istituto Comprensivo C. Angiolieri Siena Centro di Alfabetizzazione Italiano L2 C. Angiolieri Scuola Secondaria di II grado Scuola Secondaria di I grado Scuola

Dettagli

SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole

SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole ACCORDO DI COORDINAMENTO DELLE RETI SCOLASTICHE PER LA SICUREZZA DEL VENETO Premesso che: la Regione Veneto - Assessorato alle Politiche

Dettagli

TRA LA REGIONE PUGLIA ASSESSORATO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE

TRA LA REGIONE PUGLIA ASSESSORATO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE Regione Puglia Assessorato per il diritto allo studio e la formazione professionale Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Accordo per la realizzazione nell anno scolastico 2011/2012 di percorsi di

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n.4 in data 10.03.2003 In vigore dal 01.04.2003 Il Sindaco: Alberto Bartesaghi

Dettagli

Regolamento del gruppo di lavoro sull Handicap per l anno scolastico 2011-2012

Regolamento del gruppo di lavoro sull Handicap per l anno scolastico 2011-2012 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO SCIENTIFICO IST. TEC. PER GEOMETRI - IST. TEC. INDUSTRIALE G.B. VACCARINI Via Orchidea, 9 95123 CATANIA Tel. 095/439120 Fax: 095/439121 E-mail: ctis01700v@istruzione.it

Dettagli

Funzione Strumentale n. 1: P.O.F. / Diffusione della cultura della qualità

Funzione Strumentale n. 1: P.O.F. / Diffusione della cultura della qualità Circolare n. 31 del 24/09/2014 Inoltro telematico a fiis00300c@istruzione.it in data 24/09/2014 Pubblicazione sul sito web (sezione Circolari / Comunicazioni DS) in data 24/09/2014 OGGETTO: Presentazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLO SPORT E DEL TEMPO LIBERO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA SPORTIVA. Art.1 Costituzione

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLO SPORT E DEL TEMPO LIBERO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA SPORTIVA. Art.1 Costituzione REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLO SPORT E DEL TEMPO LIBERO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA SPORTIVA Art.1 Costituzione Il Comune di Ozieri riconosce lo sport come servizio sociale e di volontariato e intende

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c.

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c. ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE Regolamento Regolamento GLHI del gruppo di lavoro sull handicap Ai sensi dell art. 15 c. L 104/92 Approvato dal Consiglio di stituto in data 08/07/2013 1 Gruppo di Lavoro

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2012/2013

ANNO SCOLASTICO 2012/2013 ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Funzione Strumentale Area 2 Coordinatore pedagogico per l integrazione degli alunni diversamente abili (Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria) Mirella Santoro Ruolo e compiti

Dettagli

Direzione Regionale della Lombardia

Direzione Regionale della Lombardia Prot. 2009/96544 Direzione Regionale della Lombardia Attivazione della Direzione Provinciale di Monza e della Brianza Competenza territoriale per la registrazione degli atti notarili e degli atti emessi

Dettagli

STATUTO CENTRO INTERDIPARTIMENTALE CENTRO STUDI E RICERCHE DONNE E DIFFERENZE DI GENERE

STATUTO CENTRO INTERDIPARTIMENTALE CENTRO STUDI E RICERCHE DONNE E DIFFERENZE DI GENERE STATUTO CENTRO INTERDIPARTIMENTALE CENTRO STUDI E RICERCHE DONNE E DIFFERENZE DI GENERE Art. 1 (Natura) Il centro interdipartimentale di ricerca Centro di studio e ricerca sulle donne e le differenze di

Dettagli

VERBALE DEL CONSIGLIO D ISTITUTO. del giorno 18.09.2013

VERBALE DEL CONSIGLIO D ISTITUTO. del giorno 18.09.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO D ISTITUTO del giorno 18.09.2013 Il giorno 18.09.2013 alle ore 18.00 presso i locali della Scuola Secondaria, è convocato in seduta ordinaria, il Consiglio d Istituto. Sono presenti:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Laura Lanza - Baronessa di Carini Via Prano n. 72 90044 Carini (PA) C.M. PAIC861009 - C.F. 80056780820 Telefono 091/8661056- Fax 091/8689684- e-mail: paic861009@istruzione.it

Dettagli

STATUTO ARTICOLO 1 - DENOMINAZIONE. E' costituita tra i comparenti una Associazione senza fini di lucro denominata ARTICOLO 2 - SEDE

STATUTO ARTICOLO 1 - DENOMINAZIONE. E' costituita tra i comparenti una Associazione senza fini di lucro denominata ARTICOLO 2 - SEDE STATUTO ARTICOLO 1 - DENOMINAZIONE E' costituita tra i comparenti una Associazione senza fini di lucro denominata "HERMES" ARTICOLO 2 - SEDE L Associazione ha sede in Napoli alla Via di Pozzuoli c/o la

Dettagli

RAEE ANNO 2015 - RAGGRUPPAMENTO R1 ( frigoriferi e condizionatori )

RAEE ANNO 2015 - RAGGRUPPAMENTO R1 ( frigoriferi e condizionatori ) RAEE ANNO 2015 - RAGGRUPPAMENTO R1 ( frigoriferi e condizionatori ) Agrate 200123 - - - - - - - - - - - - - SETRA Aicurzio 200123 - - - - - - - - - - - - - SETRA Arcore 200123 - - - - - - - - - - - - -

Dettagli

ACCORDO di RETE ISTITUTI SUPERIORI per lo sviluppo dell offerta formativa Educazione degli Adulti

ACCORDO di RETE ISTITUTI SUPERIORI per lo sviluppo dell offerta formativa Educazione degli Adulti ACCORDO di RETE ISTITUTI SUPERIORI per lo sviluppo dell offerta formativa Educazione degli Adulti VISTO La legge 59/97 articolo 21, recante norme sull autonomia delle istituzioni scolastiche L O.M. 455/97

Dettagli