Comune dell'aquila MANUALE D'IMMAGINE COORDINATA. (Aggiornamento a gennaio 2013)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune dell'aquila MANUALE D'IMMAGINE COORDINATA. (Aggiornamento a gennaio 2013)"

Transcript

1 MANUALE D'IMMAGINE COORDINATA (Aggiornamento a gennaio 2013)

2

3 INDICE INTRODUZIONE pag. 5 GLI STEMMI pag. 6 IL SIGILLO CIVICO pag. 7 LE CARTE INTESTATE pag. 8 I CARATTERI E LO STILE DEI TESTI pag. 10 DELIBERAZIONI E DETERMINAZIONI pag. 11 I DOCUMENTI DEL SINDACO pag. 14 SCHEMA DI LETTERA GENERALE pag. 16 TARGHETTE DEGLI UFFICI E CARTELLINE pag. 17 I "FASCIONI" pag. 19 MANIFESTI pag. 20 PIEGHEVOLE pag. 21 CARTOLINA INVITI pag. 22 MANIFESTO 6X3 pag. 22 BUSTA pag. 23 BIGLIETTO DA VISITA pag. 23 AUTOMEZZI pag. 24 CONCLUSIONI pag. 25

4

5 INTRODUZIONE Il Manuale d Immagine Coordinata (M.I.C.) del Comune dell Aquila è stato approvato con la deliberazione della Giunta Comunale n. 299 del 3 agosto 2012, in applicazione delle linee guida approvate dalla Giunta Comunale con la deliberazione n. 457 del 30 dicembre Con quei documenti, l Amministrazione comunale si era posta l obiettivo di unificare lo stile degli atti, dei documenti e delle lettere, sia nella veste grafica impaginazione, margini, intestazione, piè di pagina che nell utilizzo dei simbologia tipica, vale a dire la definizione dei settori e degli uffici cui è riconducibile un documento e, soprattutto, l uso dello Stemma Civico unico, così come descritto dall art. 2, lett. a) dello Statuto del Comune dell Aquila. Tutto ciò, allo scopo di costruire uno schema-tipo che consentisse agli estensori di utilizzare un modello standard sul quale operare e di fornire immediata riconoscibilità delle comunicazioni provenienti dall'ente. Senza considerare che l uniformità dello stile dei documenti sia quelli cartacei, di cui si fa ancora un uso larghissimo in ambito comunale, sia quelli on line garantisce un immagine sicuramente migliore della Municipalità. Nelle pagine che seguono sono sati ridefiniti i modelli specifici da utilizzare nelle varie situazioni della vita amministrativa del Comune dell Aquila, partendo dall elemento principale, unico per tutti: lo Stemma civico. Il nuovo allestimento grafico tiene conto delle osservazioni pervenute in questi mesi dai vari Settori e si presenta più agile e più adatto alla dotazione tecnica dell Ente. Le novità introdotte da questa nuova versione del M.I.C. riguardano la produzione cartacea dell Amministrazione, e cioè degli atti (che vengono dunque stampati all'interno degli uffici comunali), mentre rimangono invariati i modelli contenuti nel Manuale approvato con la deliberazione della Giunta n. 299/2012, trattandosi di materiali realizzabili con gli ausili tipografici. 5

6 GLI STEMMI Lo stemma civico. Come già segnalato nelle linee guida, attualmente gli stemmi della Città che utilizzano gli uffici comunali sono i più disparati. Stesso dicasi per quelli che vengono apposti nei manifesti e diversi ancora sono quelli che compaiono sulle auto di servizio. D argento all aquila dal volo abbassato di nero, coronata, rostrata, linguata e armata d oro, accostata alla scritta PHS in capo e IMMOTA MANET ai fianchi. Questo è lo schema dello stemma dell Aquila, sotto il quale va apposta la scritta Città dell Aquila, in omaggio al decreto di conferimento del titolo di Città, emanato dal Presidente della Repubblica nel Il logo vettoriale che andrà usato sarà dunque unico per tutti i formati di carta (tanto per le lettere quanto per gli atti), nonché per i manifesti, i pieghevoli, i biglietti da visita, di auguri o di invito, le cartelline, le targhette degli uffici e così via. Stemma per la carta intestata Stemma per una cartellina Settore... Stemma per un manifesto 70x100 cm Stemma per un manifesto 6x3 m 6

7 IL SIGILLO CIVICO Il sigillo civico. L antico sigillo civico della Città dell Aquila era riservato al Primo Cittadino e ne contraddistingueva tutti i tipi di documenti. Per questa ragione, il logo in questione il Sigillo medesimo, contornato dalla scritta Sigillum Conmunis Civitatis Aquilae, con al di sotto la scritta IL SINDACO DELL AQUILA, il tutto in scala di grigi dovrà essere utilizzato esclusivamente dal Sindaco tanto per i suoi atti, quanto per le sue lettere. In nessun caso, in presenza di questo logo, dovrà comparire una seconda firma o una firma diversa da quella del Sindaco. Per garantire un omogeneità dell identità visiva, come si specificherà più avanti, la produzione cartacea o informatica riconducibile al Sindaco porterà lo stemma civico nel pié di pagina, a sinistra. Le dimensioni del Sigillo varieranno a seconda del formato cartaceo. Il Sigillo civico 7

8 LE CARTE INTESTATE Il logotipo della carta intestata è comune a tutti i tipi di documenti (atti o lettere che siano). Esso è costituito dall immagine dello stemma civico come specificata nel paragrafo dedicato a questo argomento. L immagine sarà corredata dal testo riportante la dicitura Comune dell Aquila (font Times New Roman) e il settore/ufficio emittente (font Times New Roman) Nei piè di pagina degli atti e delle lettere verranno apposti i riferimenti (via, numeri di telefono e fax se esistenti, posta elettronica, stessa font precendente). Più avanti questi concetti saranno chiariti e saranno ulteriormente spiegati con degli esempi grafici. In aggiunta, fino a quando verrà presa la decisione, comparirà il logo dell Aquila Città candidata a Capitale Europea della Cultura, come stabilito dalla Giunta Comunale nella seduta del 3 agosto Il complesso visivo composto da stemma e testo, nelle varie forme sopra indicate, viene posto in alto a sinistra del foglio, in modo tale da lasciare uno spazio adeguato per l etichetta del protocollo, che, preferibilmente, dovrebbe essere apposta proprio al di sotto dello stemma e degli elementi testuali che contraddistinguono il settore/ufficio/funzione. Sulla stessa riga, a destra, compare un immagine stilizzata del Rosone della Basilica di Santa Maria di Collemaggio. Al centro, il logo dell'aquila candidata a capitale europea della cultura per il

9 Schema di una carta intestata 9

10 I CARATTERI E LO STILE DEI TESTI Allo scopo di unificare anche lo stile dei testi, si richiamano le indicazioni già contenute nelle Linee guida del Manuale d Immagine Coordinata, approvate dalla Giunta comunale con la deliberazione n. 457 del 30 dicembre Font: Times New Roman (in alternativa Calibri o Verdana) Corpo: 12 o 13 Margini: 2 cm sia a destra che a sinistra, sia inferiore che superiore (eccezion fatta per i documenti del Sindaco, come si dirà più avanti) Intestazione: 4 cm Piè di pagina: 2 cm Tabulazione per i capoversi: 1,5 cm Interlinea: 1,15cm Queste sono le uniche prescrizioni da seguire, che vengono meglio identificate negli elaborati grafici di questo Manuale. Il contenuto degli atti e la disposizione del testo del corpo degli atti medesimi sono lasciati alla totale discrezione degli estensori. Il M.I.C., inoltre, disegna esclusivamente l'immagine grafica dei modelli e non entra nel merito della struttura amministrativa di atti e documenti, che, ovviamente, non va a modificare. Times New Roman Regular ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUWVXYZ abcdefghijklmnopqrstuwvxyz !?&%();:,. Times New Roman Bold ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUWVXYZ abcdefghijklmnopqrstuwvxyz !?&%() :,. Times New Roman Italic ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUWVXYZ abcdefghijklmnopqrstuwvxyz !?&%() :,. Times New Roman Bold Italic ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUWVXYZ abcdefghijklmnopqrstuwvxyz !?&%() :,. Verdana Regular ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUWVXYZ abcdefghijklmnopqrstuwvxyz !?&%() :,. Verdana Bold ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUWVXYZ abcdefghijklmnopqrstuwvxyz !?&%() :,. Verdana Italic ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUWVXYZ abcdefghijklmnopqrstuwvxyz !?&%() :,. Verdana Bold Italic ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUWVXYZ abcdefghijklmnopqrstuwvxyz !?&%() :,. 10

11 DELIBERAZIONI E DETERMINAZIONI Le deliberazioni del Consiglio e della Giunta comunale e le determinazioni dirigenziali, fermo restando tutto quanto in precedenza previsto e con degli opportuni accorgimenti, seguono gli schemi di seguito indicati. Si tratta, naturalmente, di indicazioni limitatamente al layout grafico. Schema di una deliberazione di Consiglio comunale 11

12 Schema di una deliberazione della Giunta comunale 12

13 Schema di una determinazione o disposizione dirigenziale 13

14 I DOCUMENTI DEL SINDACO Le particolari funzioni cui deve assolvere il Sindaco, ma soprattutto l ovvia necessità di dotare il Primo Cittadino di una sua immagine peculiare, rendono indispensabili delle modifiche sulla costruzione degli atti, delle lettere e dei documenti in generale del medesimo. Il Sigillo Civico (si veda il paragrafo dedicato) viene collocato nell intestazione di pagina, al centro. Nel pie di pagina viene inserito il logotipo del Comune, con, al centro (quindi sulla parte bianca dell immagine) i riferimenti dell Ufficio di Gabinetto. I margini sono di 3 cm. L intestazione è di 2 cm, il piè di pagina di 4 cm. Per il resto, valgono le stesse regole del paragrafo I caratteri e lo stile dei testi. Schema di lettera del Sindaco 14

15 Schema di un atto del Sindaco 15

16 SCHEMA DI LETTERA GENERALE Schema di lettera generale 16

17 TARGHETTE DEGLI UFFICI E CARTELLINE Una delle criticità che compromette l immagine del Comune è la varietà delle targhette degli uffici. Tutti gli uffici, indipendentemente dal settore di appartenenza o dalla sede nella quale sono ubicati, dovranno attenersi alle indicazioni generali fornite dal presente manuale. Quello che segue è l esempio di una targhetta per tutti gli uffici. Targhetta 25x15 cm 17

18 Per le cartelline, lo schema è il seguente, tenendo conto che è utile realizzare, all interno, delle tasche, per una conservazione più sicura dei documenti. Cartellina 18

19 I FASCIONI Per fascioni si intendono i grandi pannelli che servono sia per evidenziare le sedi degli uffici, sia per realizzare degli sfondi delle sale dove si tengono convegni, conferenze e incontri promossi dal Comune. 19

20 MANIFESTI Affissioni in formato 70x100 cm e 100x140 cm 20

21 PIEGHEVOLE Pieghevole lato esterno Pieghevole lato interno 21

22 CARTOLINA INVITI MANIFESTO 6X3 22

23 BUSTA BIGLIETTO DA VISITA 23

24 AUTOMEZZI 24

25 CONCLUSIONI Come già specificato nella prima versione, il M.I.C. va considerato come uno strumento di lavoro assolutamente flessibile, da utilizzare per le comunicazioni esterne o gli atti visibili dai cittadini e non necessariamente per le note interne. Le indicazioni in esso contenute, in casi particolari, vanno adattate secondo il buon senso. Il M.I.C. inoltre, proprio per la sua natura, potrà essere soggetto a ulteriori aggiornamenti in relazione alle esigenze che il Comune avrà in futuro e ai repentini mutamenti di cui è oggetto il mondo della comunicazione. 25

26 Il Manuale d Immagine Coordinata del Comune dell Aquila è stato realizzato dal Settore Comunicazione Istituzionale, Sistema informativo, Urp Gruppo di lavoro Dott.ssa Angela Spera (Dirigente del Settore) Fabrizio Caporale (testi) Gianluca D Ercole (grafica e impaginazione) Daniele MIngroni (editing) Simona Federici (revisione) Settore Comunicazione Istituzionale, Sistema Informativo, Urp Via Roma n. 207/A L AQUILA

27

28

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA Revisione n. 001 Data emissione 8 ottobre 2009 Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 68 del 08.10.2009 Premessa Il Manuale di immagine coordinata

Dettagli

LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO. Fondo Sociale Europeo. Investiamo sul nostro futuro

LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO. Fondo Sociale Europeo. Investiamo sul nostro futuro LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO Fondo Sociale Europeo Investiamo sul nostro futuro Pubblicazione realizzata a cura della Regione Basilicata Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura

Dettagli

FORMATI GRAFICI PER EVENTI

FORMATI GRAFICI PER EVENTI MATERIALI PER LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE 1,8 cm 12 cm 3,2 cm 12 cm 3,7 cm Carattere REGULAR 7 pt, maiuscolo. Carattere TIMES NEW ROMAN BOLD 15 pt, maiuscolo. Carattere TIMES NEW ROMAN REGULAR 10 pt.

Dettagli

Manuale di immagine coordinata

Manuale di immagine coordinata Manuale di immagine coordinata Città di Minerbio perché un immagine coordinata La volontà di ricorrere alla stesura di un manuale di immagine coordinata nasce dall esigenza di rinnovare e razionalizzare

Dettagli

Manuale. Utilizzo e modulistica COMUNE DI SOLIERA PROVINCIA DI MODENA

Manuale. Utilizzo e modulistica COMUNE DI SOLIERA PROVINCIA DI MODENA Manuale dellogo Utilizzo e modulistica Introduzione Perché un manuale del Logo? Introduzione Il logo del Comune di Soliera vanta una lunga storia che trova la propria origine nell'anno1862 quando il nostro

Dettagli

COMUNE DI SILEA MANUALE D USO DEL MARCHIO

COMUNE DI SILEA MANUALE D USO DEL MARCHIO COMUNE DI SILEA Terred Acqua MANUALE D USO DEL MARCHIO ISTITUZIONALE COMUNE DI SILEA Terred Acqua MARCHIO COMUNE DI SILEA Terred Acqua 3 MARCHIO Indicazioni colori 50% 50% 50% 50% Pro. Blue C C M 13% Y

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA. Normativa Grafica

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA. Normativa Grafica Normativa Grafica Normativa Grafica Indice 1. Forme e dimensioni 1.1 Logotipo 1.2 Isotipo 1.3 Logotipo + Isotipo 1.4 Riduzioni 1 1.5 Riduzioni 2 1.6 Riduzioni 3 2. Colori 2.1 Colori sociali 2.2 Positivo

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria MANUALE DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Elementi di base del Marchio-Logo istituzionale dell ARPACAL (Agenzia Regionale

Dettagli

Manuale d identità visiva

Manuale d identità visiva Manuale d identità visiva Elementi Base 14 ottobre 2010 Versione 1.0 01 Marchio/Logo. Versione A 02 Marchio/Logo. Versione B 03 Marchio/Logo. Versione C orizzontale 04 Marchio/Logo. Versione C verticale

Dettagli

MANUALE PER L UTILIZZO DEI LOGHI.

MANUALE PER L UTILIZZO DEI LOGHI. PER L UTILIZZO DEI LOGHI. 2 MANUALE Indice Dimensioni reali e Proporzioni......................................................... 5 Colori...........................................................................

Dettagli

Esemplificazione dei servizi grafici e tipografici e del materiale promozionale

Esemplificazione dei servizi grafici e tipografici e del materiale promozionale Esemplificazione dei servizi grafici e tipografici e del materiale promozionale La presente rassegna viene offerta a mero titolo esemplificativo per dare un indicazione di massima dei servizi normalmente

Dettagli

Linee guida per l'utilizzo del logo d'ateneo

Linee guida per l'utilizzo del logo d'ateneo Linee guida per l'utilizzo del logo d'ateneo Premessa Negli ultimi anni - soprattutto sul web- si è assistito a una proliferazione di svariate versioni del sigillo dell Università degli Studi di Catania,

Dettagli

Marchio e immagine coordinata FIAF. Disciplinare d'uso.

Marchio e immagine coordinata FIAF. Disciplinare d'uso. Marchio e immagine coordinata FIAF. Disciplinare d'uso. Introduzione Il presente documento si propone di disciplinare l'utilizzo del marchio FIAF attraverso l'identificazione degli elementi base dell'immagine

Dettagli

MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE

MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE Nuovo logo Uilm, 2013 A.01 Elementi base. Marchio/logo Uilm. Versione colore quadricromia Versione bianco/nero tinte piatte C 100 M 70 Y 0 K 60 C 0 M 100 Y 100

Dettagli

PROVINCIA. manuale. coordinata. dell immagine. di chieti

PROVINCIA. manuale. coordinata. dell immagine. di chieti manuale dell immagine coordinata della provincia di chieti introduzione cos è Il Manuale di immagine coordinata regola in modo organico e vincolante la presentazione dell'immagine dell'ente attraverso

Dettagli

QUALE UTILIZZARE COME

QUALE UTILIZZARE COME IL MARCHIO QUALE UTILIZZARE APPLICARLO UTILIZZARLO VERSIONE PRINCIPALE DEL MARCHIO QUALE Da utilizzare nella maggior parte degli strumenti destinati alla comunicazione interna ed esterna. Il marchio potrà

Dettagli

Linee guida di utilizzo del marchio

Linee guida di utilizzo del marchio Linee guida di utilizzo del marchio Indice 1. Marchio + logotipo 1.1 Caratteristiche generali 1.2 Schema costruttivo del marchio + logotipo 1.3 Dimensioni minime del marchio + logotipo 1.4 Colori e valori

Dettagli

02 MATERIALE ISTITUZIONALE

02 MATERIALE ISTITUZIONALE 02 MTERILE ISTITUZIONLE MTERILE ISTITUZIONLE 2.1 Il Format La progettazione dell identità visiva della è stata realizzata razionalizzando il posizionamento degli elementi visivi su tutti i materiali facendo

Dettagli

UNAY. Progetto marchio per immagine coordinata. Manuale operativo Maggio 2010. Giulia Baldini Accademia delle arti e nuove tecnologie Roma

UNAY. Progetto marchio per immagine coordinata. Manuale operativo Maggio 2010. Giulia Baldini Accademia delle arti e nuove tecnologie Roma UNAY Progetto marchio per immagine coordinata. Manuale operativo Maggio 2010 Giulia Baldini Accademia delle arti e nuove tecnologie Roma 1 Sommario Linee Progettuali. pag. 3 Il marchio. pag. 4 Linee principali

Dettagli

Manuale di identità visiva Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia

Manuale di identità visiva Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia Manuale di identità visiva Questo documento contiene tutte le caratteristiche

Dettagli

MANUALE D IDENTITà VISIVA

MANUALE D IDENTITà VISIVA MANUALE D IDENTITà VISIVA INDICE MARCHIO E LOGOTIPO 3. Il logo originale 3. Il logo.it 4. Colori in quadricromia 4. Colori dichiarati Pantone 4. Colori dichiarati RAL 5. Logo monocromatico nero 6. Logo

Dettagli

Manuale di identità. AZIONE 550 Marchio Consortile CONSORZIO RIPOPOLAMENTO ITTICO GOLFO DI PATTI

Manuale di identità. AZIONE 550 Marchio Consortile CONSORZIO RIPOPOLAMENTO ITTICO GOLFO DI PATTI Manuale di identità relativo al marchio consortile del Consorzio ripopolamento ittico Golfo di Patti AZIONE 550 Marchio Consortile Manuale di identità relativo al marchio consortile del Consorzio ripopolamento

Dettagli

Politecnico di Milano CORSO DI STUDI IN INGEGNERIA ENERGETICA. Regolamento Integrativo della Prova Finale di Laurea Magistrale

Politecnico di Milano CORSO DI STUDI IN INGEGNERIA ENERGETICA. Regolamento Integrativo della Prova Finale di Laurea Magistrale Politecnico di Milano CORSO DI STUDI IN INGEGNERIA ENERGETICA Regolamento Integrativo della Prova Finale di Laurea Magistrale Premessa Il CCS Energetica recepisce il Regolamento della Prova Finale della

Dettagli

Applicazioni / Affissioni

Applicazioni / Affissioni Applicazioni / Affissioni 41 Manifesti pubblicitari Schema e disposizione delle informazioni (A) area riservata al logotipo del PO FSE () area riservata alle informazioni relative al messaggio pubblicitario

Dettagli

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag.

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag. Manuale d identità Indice MANUALE D IDENTITÀ 1. Il logo POSIDONIA pag. 04 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05 3. Il logo in bianco e nero pag. 06 4. Il logo a due colori pag. 07 5. Il logo Posidonia

Dettagli

Soluzioni Integrate e Supporto alle Decisioni. BRAND BOOK Sistema di identità visiva Manuale di applicazione grafica

Soluzioni Integrate e Supporto alle Decisioni. BRAND BOOK Sistema di identità visiva Manuale di applicazione grafica Soluzioni Integrate e Supporto alle Decisioni BRAND BOOK Sistema di identità visiva Manuale di applicazione grafica introduzionex xil presente documento vuole porsi come strumento di articolazione e

Dettagli

REGOLAMENTO per i CLIENTI. sull USO del MARCHIO

REGOLAMENTO per i CLIENTI. sull USO del MARCHIO Questo documento, in formato cartaceo, NON deve essere considerato un documento ufficiale del Sistema di Gestione. La versione ufficiale, nel corrente stato di revisione, è unicamente quella disponibile

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale. linee guida. per le azioni di informazione e comunicazione

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale. linee guida. per le azioni di informazione e comunicazione UNIONE EUROPEA linee guida per le azioni di informazione e comunicazione contenuti il marchio ELEMENTI DI BASE I COLORI LA SCALA DI GRIGIO IL BIANCO E NERO IL LETTERING L AREA DI RISPETTO LEGGIBILITÀ E

Dettagli

Gli elementi base costitutivi dell immagine grafica di exa comprendono:

Gli elementi base costitutivi dell immagine grafica di exa comprendono: L immagine coordinata 01 Gli elementi base costitutivi dell immagine coordinata di exa engineering s.r.l. costituiscono l identità dell azienda, l immagine grafica con cui essa comunica con l esterno e

Dettagli

ALLEGATO 1. Prezzi degli invii raccomandati e assicurati non retail e retail (Valori in euro)

ALLEGATO 1. Prezzi degli invii raccomandati e assicurati non retail e retail (Valori in euro) ALLEGATO 1 degli invii raccomandati e assicurati non retail e retail (Valori in euro) Tab a) INVII RACCOMANDATI NON RETAIL PER L'INTERNO AM CP EU fino a 20 g 2,20 2,50 3,20 oltre 20 g fino a 50 g 2,60

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA Il presente documento è finalizzato a regolamentare l utilizzo del logotipo e l immagine coordinata della Compagna straordinaria di formazione

Dettagli

Modulistica. Giugno 2007. Manuale di Identità Visiva Sapienza Università di Roma

Modulistica. Giugno 2007. Manuale di Identità Visiva Sapienza Università di Roma Modulistica Giugno 2007 Modulistica. Stampati per corrispondenza. Linea operativa Carta intestata Formato: 210x297 mm. Marchio/Logo: PMS 202 EC. Carta: Fedrigoni Splendorgel Extrawhite 100/115 gr/m 2 o

Dettagli

ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO

ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO 2 ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO Il Logo ASSOBIOMEDICA è costituido da tre elementi: il simbolo, il lettering e la dicitura SIMBOLO LETTERING

Dettagli

Regolamento sull Utilizzo del Logo Dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Tivoli

Regolamento sull Utilizzo del Logo Dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Tivoli Regolamento sull Utilizzo del Logo Dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Tivoli ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI TIVOLI REGOLAMENTO PER L USO DEL

Dettagli

Manuale di identità. relativo al marchio Territoriale della Provincia di Trapani

Manuale di identità. relativo al marchio Territoriale della Provincia di Trapani Manuale di identità relativo al marchio Territoriale della Provincia di Trapani Introduzione Il marchio territoriale della provincia di Trapani è la componente caratterizzante di tutta la sua comunicazione.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI MARCHI DI CERTIFICAZIONE

REGOLAMENTO PER L USO DEI MARCHI DI CERTIFICAZIONE Pag.1 di 5 REGOLAMENTO PER L USO DEI MARCHI DI CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE 6 01/2011 Aggiornamento marchio Accredia Responsabile Schema Certificazione Sistemi di Gestione Rappresentante della

Dettagli

LA RETTRICE D E C R E T A

LA RETTRICE D E C R E T A Decreto n. 336.15 Prot. 9925 LA RETTRICE - Viste le Leggi sull Istruzione Universitaria; - Vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168; - Visto lo Statuto dell Università per Stranieri di Siena adottato con D.R.

Dettagli

MATERIALI PER LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE

MATERIALI PER LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE MODULISTICA II.i CAVALIERI DEL PERSONALE PER SCRIVANIE I cavalieri del personale sono in formato A4, con 3 pieghe. Il sigillo in filigrana sullo sfondo e il marchio non possono essere modificati nella

Dettagli

MIC Manuale di Immagine Coordinata Comune di San Fior

MIC Manuale di Immagine Coordinata Comune di San Fior MIC Manuale di Immagine Coordinata Comune di San Fior Manuale Operativo San Fior Negli ultimi anni molte trasformazioni hanno interessato anche l Ente Comune che, investito di nuove funzioni e competenze,

Dettagli

F EDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA. Linee Guida della Corporate Identity Manuale d uso del logo e delle sue applicazioni

F EDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA. Linee Guida della Corporate Identity Manuale d uso del logo e delle sue applicazioni Linee Guida della Corporate Identity Manuale d uso del logo e delle sue applicazioni Linee Guida della Corporate Identity Federazione Italiana di Atletica Leggera - aprile 2011 Indice Premessa Nome e acronimo

Dettagli

REOL-Services Quick Reference Ver. 1.1 Contabilità [Base] Tecno Press Srl. 1

REOL-Services Quick Reference Ver. 1.1 Contabilità [Base] Tecno Press Srl. 1 In questa semplice guida sono riportate tutte le informazioni relative al prodotto Contabilità che vi permette, nella versione base, di gestire le anagrafiche dei clienti e dei fornitori, l emissione e

Dettagli

CONCORSO DI IDEE PER LA REALIZZAZIONE DEL LOGO del Distretto del Commercio del Medio Olona Crea il logo del tuo distretto

CONCORSO DI IDEE PER LA REALIZZAZIONE DEL LOGO del Distretto del Commercio del Medio Olona Crea il logo del tuo distretto CONCORSO DI IDEE PER LA REALIZZAZIONE DEL LOGO del Distretto del Commercio Crea il logo del tuo distretto 1. Soggetto banditore e finalità Il Distretto del Commercio, ritenendo la comunicazione istituzionale

Dettagli

Gelateria Italiana Marchio di Qualità. Manuale d applicazione

Gelateria Italiana Marchio di Qualità. Manuale d applicazione Gelateria Italiana Marchio di Qualità Manuale d applicazione Indice Introduzione 1. 1.1 1.2 1.3 1.4 1.5 1.6 1.7 1.8 1.9 1.10 1.11 1.12 Marchio ed elementi base Il marchio Progettazione del marchio Il pittogramma

Dettagli

REGOLAMENTO per i CLIENTI sull USO del MARCHIO

REGOLAMENTO per i CLIENTI sull USO del MARCHIO Questo documento è un documento di Made in Quality. La versione ufficiale, nel suo ultimo stato di revisione, è unicamente quella disponibile in forma elettronica sul sito web www.madeinquality.it. Pag.

Dettagli

Il nuovo stemma del Comune di Sesto Fiorentino

Il nuovo stemma del Comune di Sesto Fiorentino Il nuovo stemma del Comune di Sesto Fiorentino Il restyling dello stemma del Comune di Sesto Fiorentino nasce dall esigenza di migliorare la comunicazione, sia interna che esterna, dell Amministrazione,

Dettagli

Capitolo 1 GESTIONE DEL SOFTWARE APPLICATIVO:

Capitolo 1 GESTIONE DEL SOFTWARE APPLICATIVO: Capitolo 1 GESTIONE DEL SOFTWARE APPLICATIVO: IL WORD PROCESSOR SOMMARIO 1. Introduzione. - 2. Requisiti di base per le operazioni di Word Processing. - 3. La creazione di un documento di testo. - 4. La

Dettagli

REGOLAMENTO. Regolamento sulla tutela dell immagine coordinata REV. 00. Attività Funzione Responsabile Firma. Ilaria GIOVANELLI. Patrizia PETRANGELI

REGOLAMENTO. Regolamento sulla tutela dell immagine coordinata REV. 00. Attività Funzione Responsabile Firma. Ilaria GIOVANELLI. Patrizia PETRANGELI Attività Funzione Responsabile Firma Redazione Area Personale, Organizzazione e Affari Generali: Ilaria GIOVANELLI Patrizia PETRANGELI Ilaria Giovanelli Patrizia Petrangeli Verifica Approvazione Direttore

Dettagli

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA DISTRETTO DEL COMMERCIO BRIANZA SUD KoraStudio Grafica & Web Design Via d Adda Busca 1 23871 - Lomagna LC www.korastudio.it info@korastudio.it

Dettagli

LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO

LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO LINE GRFI PO FSE SILIT 2007/2013 MNULE USO Fondo Sociale Europeo Investiamo sul nostro futuro Pubblicazione realizzata a cura della Regione asilicata ipartimento Formazione, Lavoro, ultura e Sport utorità

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN LOGO PER AGRICOLTURA SOCIALE MANTOVA. per iniziative di agricoltura sociale a scala territoriale.

BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN LOGO PER AGRICOLTURA SOCIALE MANTOVA. per iniziative di agricoltura sociale a scala territoriale. con il patrocinio di BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN LOGO PER AGRICOLTURA SOCIALE MANTOVA (Rif. Progetto: per iniziative di agricoltura sociale a scala territoriale. - Prot. n.1774 1. Azienda

Dettagli

Corporate identity manual

Corporate identity manual Corporate identity manual Dal punto di vista strettamente operativo l'immagine coordinata è impostata sul marchio e sul logotipo dell'azienda e si sviluppa e si declina su tutte le applicazioni funzionali,

Dettagli

LINEE GUIDA DI UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA

LINEE GUIDA DI UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA LINEE GUIDA DI UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA Introduzione Il presente documento è finalizzato a regolamentare l utilizzo del logotipo e l immagine coordinata su tutti i materiali prodotti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL LOGO DA PARTE DEGLI ISCRITTI ALL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI

REGOLAMENTO PER L USO DEL LOGO DA PARTE DEGLI ISCRITTI ALL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI REGOLAMENTO PER L USO DEL LOGO DA PARTE DEGLI ISCRITTI ALL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Approvato dal Consiglio dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Dettagli

Manuale d uso del marchio Agriturismo Italia

Manuale d uso del marchio Agriturismo Italia Manuale d uso del marchio Agriturismo Italia per le aziende agrituristiche ufficialmente riconosciute versione 3.0 2 3 Copyright 2013 Ministero delle politiche Agricole Alimentari e Forestali www.politicheagricole.it

Dettagli

BANDO PER LA REALIZZAZIONE DEL LOGO DI

BANDO PER LA REALIZZAZIONE DEL LOGO DI BANDO PER LA REALIZZAZIONE DEL LOGO DI CalabriaInnova Un sistema regionale centrato su innovazione e ricerca per la competitività del territorio. Una rete al servizio di imprenditori e ricercatori. Art.

Dettagli

Cos è un word processor

Cos è un word processor Cos è un word processor è un programma di videoscrittura che consente anche di applicare formati diversi al testo e di eseguire operazioni di impaginazione: font diversi per il testo impaginazione dei

Dettagli

COMUNE DI MOGGIO UDINESE Provincia di Udine

COMUNE DI MOGGIO UDINESE Provincia di Udine COMUNE DI MOGGIO UDINESE Provincia di Udine P.ZZA UFFICI, 1 C.F. 8400 1550 304 TEL. 0433 / 51177-51877-51888 www.comune.moggioudinese.ud.it medaglia d'oro al valore civile C.A.P. 33015 P. I.V.A. 01 134

Dettagli

MANUALE D IDENTITÀ VISIVA

MANUALE D IDENTITÀ VISIVA MANUALE D IDENTITÀ VISIVA Parte I - Gli elementi figurativi della Federazione Motociclistica Italiana Gli elementi di base Gli elementi di base Marchio e logotipo FMI Il segno distintivo della Federazione

Dettagli

FORMATO PROVA FINALE

FORMATO PROVA FINALE FORMATO PROVA FINALE Il Consiglio di Corso di Laurea in Scienze dell Amministrazione ha deliberato di adottare un nuovo format per le tesi cui occorre dunque attenersi. Quelle qui riportate sono le regole

Dettagli

PARCO NAZIONALE DELL ARCIPELAGO DI LA MADDALENA - REGOLAMENTO SULL USO DEL MARCHIO Deliberazione del Consiglio Direttivo 28 aprile 2006 n.

PARCO NAZIONALE DELL ARCIPELAGO DI LA MADDALENA - REGOLAMENTO SULL USO DEL MARCHIO Deliberazione del Consiglio Direttivo 28 aprile 2006 n. I3 PARCO NAZIONALE DELL ARCIPELAGO DI LA MADDALENA - REGOLAMENTO SULL USO DEL MARCHIO Deliberazione del Consiglio Direttivo 28 aprile 2006 n.13 Art. 1 Finalità 1. Il presente regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli

Istruzioni per l impaginazione grafica dei manifesti per i corsi di formazione 2012-13. Indice dei contenuti: I - Introduzione II - Materiale

Istruzioni per l impaginazione grafica dei manifesti per i corsi di formazione 2012-13. Indice dei contenuti: I - Introduzione II - Materiale Istruzioni per l impaginazione grafica dei manifesti per i corsi di formazione 2012-13 Indice dei contenuti: I - Introduzione II - Materiale 1 - Sfondo 2 - Posizione loghi e marchi 3 - Titolo del corso

Dettagli

COMUNE DI BALESTRATE MODULO DI ISCRIZIONE AL CONCORSO

COMUNE DI BALESTRATE MODULO DI ISCRIZIONE AL CONCORSO COMUNE DI BALESTRATE MODULO DI ISCRIZIONE AL CONCORSO Un logo per le Politiche Giovanili del Comune di Balestrate Io sottoscritto/a Nato/a a il Residente a C.A.P. Via n Telefono e-mail Titolo di studio

Dettagli

Ospitalità Italiana Marchio di Qualità Manuale d applicazione. Ospitalità Italiana Marchio di Qualità Manuale d applicazione

Ospitalità Italiana Marchio di Qualità Manuale d applicazione. Ospitalità Italiana Marchio di Qualità Manuale d applicazione Ospitalità Italiana Marchio di Qualità Indice 1.1 Il Marchio 1.2. Il segno 1.3. Colori istituzionali 1.4. Il naming 1.5. Il marchio a un colore 1.6. Il marchio a un colore su fondo nero 1.7. Il marchio

Dettagli

Bando di concorso per la realizzazione del Logotipo De.C.O. Denominazione Comunale di Origine del Comune di Corato

Bando di concorso per la realizzazione del Logotipo De.C.O. Denominazione Comunale di Origine del Comune di Corato Bando di concorso per la realizzazione del Logotipo De.C.O. Denominazione Comunale di Origine del Comune di Corato Il Comune di Corato, in esecuzione della deliberazione del Consiglio Comunale n.9 del

Dettagli

I PROGRAMMI PER L ELABORAZIONE DEL TESTO

I PROGRAMMI PER L ELABORAZIONE DEL TESTO I PROGRAMMI PER L ELABORAZIONE DEL TESTO Modulo 3 dell ECDL Terza Parte pag. 1 di 10 CopyLeft Multazzu Salvatore I programmi per elaborazione del testo: Terza Parte SOMMARIO Stili... 3 Inserire il numero

Dettagli

INDICE. Manuale di Identità Visiva ISTITUTO NAZIONALE DI OTTICA. LETTERING Pag.1 - Trajan Pro Pag.2 - Arial

INDICE. Manuale di Identità Visiva ISTITUTO NAZIONALE DI OTTICA. LETTERING Pag.1 - Trajan Pro Pag.2 - Arial INDICE LETTERING Pag.1 - Trajan Pro Pag.2 - Arial LOGO Pag.3 - Logo Pag.4 - Logo con acronimo CARTA DA LETTERE Pag.5 - Carta da lettere Pag.6 - Carta da lettere segue Pag.7 - Carta da lettere con logo

Dettagli

INDICAZIONI PER UNA CORRETTA APPLICAZIONE DEL MARCHIO

INDICAZIONI PER UNA CORRETTA APPLICAZIONE DEL MARCHIO INDICAZIONI PER UNA CORRETTA APPLICAZIONE DEL MARCHIO Per la comunicazione e la promozione del Car Sharing nelle città aderenti a ICS è stato realizzato un marchio, regolarmente depositato, che contraddistingue

Dettagli

ANCIS Srl I 20122 Milano Viale Bianca Maria 35 segreteria@ancis.it

ANCIS Srl I 20122 Milano Viale Bianca Maria 35 segreteria@ancis.it Regolamento per l utilizzo dei marchi di certificazione RM Pagina 1 di 6 Indice STATO DEL DOCUMENTO... 2 1 SCOPO DEL REGOLAMENTO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 2 DIMENSIONI... 4 3 DECLARATORIE... 4 4 SPECIFICHE

Dettagli

BANDO DI CONCORSO DI IDEE PER LA CREAZIONE DEL LOGO DELLA CONSULTA DEL DECENTRAMENTO

BANDO DI CONCORSO DI IDEE PER LA CREAZIONE DEL LOGO DELLA CONSULTA DEL DECENTRAMENTO BANDO DI CONCORSO DI IDEE PER LA CREAZIONE DEL LOGO DELLA CONSULTA DEL DECENTRAMENTO Premessa L Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia al fine di promuovere

Dettagli

Graphic. Services. Iva esclusa. Aggiornato al 24/07/15

Graphic. Services. Iva esclusa. Aggiornato al 24/07/15 Graphic Services Iva esclusa Aggiornato al 24/07/15 TEXAL Graphic _ services Immagine coordinata...3 Logo... 4 Illustrazioni... 5 Font... 5 Impaginazione...6 Progettazione Grafica...7 Realtà aumentata...8

Dettagli

BLOCK NOTES BLOCCHI CARTA CHIMICA MODULI CONTINUI

BLOCK NOTES BLOCCHI CARTA CHIMICA MODULI CONTINUI MATERIALE TIPOGRAFICO BIGLIETTI DA VISITA CARTA INTESTATA BUSTE INTESTATE BLOCK NOTES BLOCCHI CARTA CHIMICA MODULI CONTINUI TARGHE MODULARI PER UFFICI art. convexa15x5 15x5cm art. convexa15x5 15x10cm art.

Dettagli

Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Giurisprudenza

Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Giurisprudenza Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Giurisprudenza Regolamento per la prova finale dei corsi di laurea triennali (approvato nella seduta del Consiglio del Dipartimento di Giurisprudenza del

Dettagli

IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI

IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI MARCHIO E SUE VARIANTI SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI PAG. 2 MARCHIO ORIZZONTALE COMPLETO Il marchio ufficiale

Dettagli

Il Dirigente Maurizio Ferrini

Il Dirigente Maurizio Ferrini 234 16.3.2005 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 Il presente provvedimento, soggetto a pubblicità ai sensi della L.R. 9/95 in quanto conclusivo del procedimento amministrativo regionale,

Dettagli

VERSIONE 01_DICEMBRE 2015. Manuale d uso del logotipo ed esempi di applicazioni

VERSIONE 01_DICEMBRE 2015. Manuale d uso del logotipo ed esempi di applicazioni VERSIONE 01_DICEMBRE 2015 Manuale d uso del logotipo ed esempi di applicazioni INDICE 1. Logotipo e colori utilizzabili 3 2. Dimensioni massime e minime 5 3. Area di rispetto 6 4. Logotipo su fondi colorati

Dettagli

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA DEL PROGETTO ACCESSIT

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA DEL PROGETTO ACCESSIT La Coopération au coeur de la Méditerranée La Cooperazione al cuore del Mediterraneo MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA Linee guida per l utilizzo degli elementi grafici relativi al progetto Aggiornamento

Dettagli

Regolamento Uso del Marchio OCE. RE-03 rev.1.3 del 01.03.2011. Certificazione dei Sistemi di Gestione USO DEL MARCHIO OCE.

Regolamento Uso del Marchio OCE. RE-03 rev.1.3 del 01.03.2011. Certificazione dei Sistemi di Gestione USO DEL MARCHIO OCE. Certificazione dei Sistemi di Gestione USO DEL MARCHIO OCE Pagina 1 di 8 Indice Pag. 3 1.0 SCOPO Pag. 3 2.0 RIFERIMENTI Pag. 3 3.0 DEFINIZIONI Pag. 3 Pag. 5 Pag. 8 4.0 USO DEL MARCHIO 5.0 USO DEL MARCHIO

Dettagli

Prova finale / Regole tipografiche

Prova finale / Regole tipografiche Prova finale / Regole tipografiche Copertina: scaricare dal sito http://www.unibg.it/provafinale il file della Facoltà di riferimento ed inserire i dati personali. Di seguito si forniscono indicazioni

Dettagli

Immagine istituzionale

Immagine istituzionale Immagine istituzionale Studio del logotipo e degli strumenti di comunicazione 15 marzo 2008 marcingegno / kitcen Indice logotipo e variazioni cromatice 5 logo orizzontale e verticale 6 logotipo 7 font

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELLA

GUIDA ALL UTILIZZO DELLA GUIDA ALL UTILIZZO DELLA visual identity INTRODUZIONE Questo opuscolo è una guida alla visual identity per l utilizzo del logo all inteno del progetto WELCOM & CO., per garantire all Azienda un immagine

Dettagli

Brochure e Rack Card

Brochure e Rack Card THE WORLD'S LARGEST HOTEL CHAIN Brochure e Rack Card Standard grafici per brochure e Rack Card...3.1 Consigli per i servizi fotografici..............3.2 Brochure...............................3.3 Cartoline...............................3.5

Dettagli

Linee guida. per il corretto utilizzo della grafica coordinata di Paresa SpA

Linee guida. per il corretto utilizzo della grafica coordinata di Paresa SpA Linee guida per il corretto utilizzo della grafica coordinata di Paresa SpA Introduzione Il presente documento costituisce la sintesi di un lungo e complesso lavoro di ideazione della nuova grafica coordinata

Dettagli

Regolamento per l uso del logo e per la concessione del patrocinio dell Università degli Studi Roma Tre

Regolamento per l uso del logo e per la concessione del patrocinio dell Università degli Studi Roma Tre Area Affari Generali Ufficio Convenzioni, Regolamenti ed Elezioni Regolamento per l uso del logo e per la concessione del patrocinio dell Università degli Studi Roma Tre Art. Oggetto. Il presente regolamento

Dettagli

il Marchio 1/8 1/2 PANTONE 485 PANTONE 431 NERO 100% PANTONE 429 BIANCO BIANCO

il Marchio 1/8 1/2 PANTONE 485 PANTONE 431 NERO 100% PANTONE 429 BIANCO BIANCO il Marchio PANTONE 431 PANTONE 48 NERO 0% PANTONE 429 BIANCO PANTONE 429 BIANCO PANTONE 48 1/2 1/8 1/2 motivazioni Marchio in grado di esprimere la potenza contrattuale di una organizzazione seria ed efficiente

Dettagli

Bando di concorso per l ideazione del logo dell ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili

Bando di concorso per l ideazione del logo dell ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili Bando di concorso per l ideazione del logo dell ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili 1. Premessa L'ANCE rappresenta l'industria italiana delle costruzioni. All'ANCE aderiscono circa 20.000 imprese

Dettagli

Versione aggiornata al 11.11.2014

Versione aggiornata al 11.11.2014 Word Processing Versione aggiornata al 11.11.2014 A cura di Massimiliano Del Gaizo Massimiliano Del Gaizo Pagina 1 SCHEDA (RIBBON) HOME 1. I L G R U P P O C A R AT T E R E Word ci offre la possibilità,

Dettagli

CONCORSO DI IDEE PER LA CREAZIONE DEL LOGO E DELA PROGETTAZIONE GRAFICA PER NEL CUORE DEL PAESE

CONCORSO DI IDEE PER LA CREAZIONE DEL LOGO E DELA PROGETTAZIONE GRAFICA PER NEL CUORE DEL PAESE CONCORSO DI IDEE PER LA CREAZIONE DEL LOGO E DELA PROGETTAZIONE GRAFICA PER NEL CUORE DEL PAESE Riservato agli studenti del Liceo Artistico Don Milani sede di Venegono Inferiore Realizzato da 1. Promotore

Dettagli

Regolamento per l utilizzo del logo istituzionale della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Crotone

Regolamento per l utilizzo del logo istituzionale della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Crotone Regolamento per l utilizzo del logo istituzionale della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Crotone Rev. 0 2009 Preparato: Ufficio stampa Verificato: Segretario generale; Giunta

Dettagli

8 Word seconda lezione 1

8 Word seconda lezione 1 8 Word seconda lezione 1 Word incominciamo a digitare! È il momento di iniziare a scrivere, posizionandosi con il cursore all inizio o in mezzo al documento. Talvolta però può capitare di fare degli sbagli.

Dettagli

Guida OpenOffice.org Writer

Guida OpenOffice.org Writer Guida OpenOffice.org Writer Le visualizzazioni di Writer Writer permette di visualizzare un documento in diverse maniere tramite: Visualizza->Schermo intero: permette di visualizzare il documento Writer

Dettagli

Manuale di Identificazione standard

Manuale di Identificazione standard Manuale di Identificazione standard Indice 1. Marchio 2. Colori 3. Applicazione su quotidiano 4. Modulistica 5. Insegne e segnaletica 6. Materiali pubblicitari 7. Materiali identificativi 1. Marchio Presentazione

Dettagli

Manuale di Immagine Coordinata dell Asl 5 Spezzino

Manuale di Immagine Coordinata dell Asl 5 Spezzino Manuale di Immagine Coordinata dell Asl 5 Spezzino Manuale di immagine coordinata 1. Identità visiva L identità visiva di qualsiasi organizzazione è definita dalla sua immagine coordinata la quale, a sua

Dettagli

MODULISTICA ELEMENTI DI BASE. Sezione II

MODULISTICA ELEMENTI DI BASE. Sezione II ELEMENTI DI BASE I.e ERRORI Non alterare in alcun modo le proporzioni del marchio. Non applicare effetti, come ombreggiature, trasparenze o altro, che potrebbero compromettere la leggibilità del marchio.

Dettagli

5 Genesi, schizzi e costruttivi del Logo 6 Presentazione 7 Carattere del Logotipo 8 Positivo e negativo 9 Prove di colorazione

5 Genesi, schizzi e costruttivi del Logo 6 Presentazione 7 Carattere del Logotipo 8 Positivo e negativo 9 Prove di colorazione A cosa serve il Manuale... Indice dei contenuti Dal punto di vista strettamente operativo l immagine coordinata è impostata sul marchio e sul logotipo dell Azienda e si sviluppa e si declina su tutte le

Dettagli

Manuale di Corporate Identity L immagine istituzionale di Bellaria Igea Marina

Manuale di Corporate Identity L immagine istituzionale di Bellaria Igea Marina Manuale di Corporate Identity L immagine istituzionale di Bellaria Igea Marina Rimini, Luglio 2007 La Guide Line di Bellaria Igea Marina regola in modo organico e vincolante l uso del marchio e la sua

Dettagli

Listino Completo Stampe Professionali

Listino Completo Stampe Professionali Listino Completo Stampe Professionali Biglietti da Visita - 5,5 x 5,5 - con Plastificazione FR Prezzo finale 10001 1.000 Biglietti da Visita 5,5 x 5,5 49,20 10002 1.250 Biglietti da Visita 5,5 x 5,5 50,48

Dettagli

Operatore Grafico 2 anno UC 1.01

Operatore Grafico 2 anno UC 1.01 Operatore Grafico 2 anno UC 1.01 Rappresentazione prodotto grafico CONOSCENZE Riconoscere le caratteristiche e specifiche tecniche definite nel progetto grafico, tenendo conto del supporto attraverso cui

Dettagli

COMUNE DI VIGNOLA FALESINA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO DELL INFORMAZIONE E DI GESTIONE DELL'ALBO PRETORIO ELETTRONICO

COMUNE DI VIGNOLA FALESINA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO DELL INFORMAZIONE E DI GESTIONE DELL'ALBO PRETORIO ELETTRONICO COMUNE DI VIGNOLA FALESINA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO DELL INFORMAZIONE E DI GESTIONE DELL'ALBO PRETORIO ELETTRONICO Approvato con delibera del Consiglio n. 14 del 29/04/2015 IL SEGRETARIO COMUNALE

Dettagli

comunicazione manuale d identità visiva

comunicazione manuale d identità visiva 03 la comunicazione 3.1 Il payoff La traduzione in termini creativi del messaggio si è concretizzata nel payoff: CROCE ROSSA ITALIANA. PER- SONE IN PRIMA PERSONA, che diventerà la firma di tutta la comunicazione

Dettagli