La canapa: domande e risposte

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La canapa: domande e risposte"

Transcript

1 La canapa: domande e risposte Quanto è nociva la canapa? È difficile dare una risposta semplice a questa domanda. I rischi, infatti, possono variare a seconda del consumatore, del luogo di consumo, della quantità consumata, della modalità e della frequenza di consumo. Questo prospetto offre una panoramica sullo stato attuale delle conoscenze in materia di canapa.

2 Edizione: Dipendenze Svizzera Losanna, 2009 Grafica: raschle & kranz, Atelier für Kommunikation GmbH, Berna Stampa: Jost Druck AG, Hünibach 2

3 Che cos è la canapa? Non tutte le piante di canapa sono destinate a essere trasformate in droga. Esistono diverse varietà di canapa, ma solo quelle contenenti tetraidrocannabinolo (THC) possono essere utilizzate per produrre droga. La denominazione botanica della canapa è «cannabis». La pianta della canapa può essere tra l altro utilizzata per produrre tessili, olio, come base per colori e detersivi, nonché per produrre droga. La canapa industriale è praticamente priva di tetraidrocannabinolo (THC) e quindi non viene utilizzata per produrre droga. Esistono invece varietà di canapa il cui contenuto di THC consente di produrre droga. Alcune di queste piante, coltivate appositamente a tale scopo, presentano un tasso di THC particolarmente elevato. Il contenuto di principio attivo varia a seconda delle parti della pianta: i fiori della pianta femmina, per esempio, contengono molto THC. L uso della canapa per produrre droga è punito ai sensi della legge sugli stupefacenti, che ne vieta il consumo, il commercio, la coltivazione ecc. La canapa («cannabis sativa») viene consumata soprattutto sotto forma di marijuana (parti della pianta) o di hashish (resina mischiata a parti della pianta) e solo raramente sotto forma di olio di cannabis (estratto dalla pianta). Una sentenza del Tribunale federale ha fissato allo 0,3% il tasso massimo consentito di THC. A partire da tale limite, la canapa è considerata una sostanza stupefacente. La modalità di consumo più diffusa è lo spinello (dove di solito la canapa è mischiata a tabacco). Raramente la canapa viene mischiata ai cibi («space cake»). Alcuni consumatori, invece, fumano la canapa con speciali pipe ad acqua («bong»). La canapa può anche essere usata per le sue virtù terapeutiche: può infatti alleviare gli spasmi muscolari, alcuni dolori o il glaucoma. In Svizzera, però, questo uso terapeutico è autorizzato unicamente su richiesta di un medico e in casi eccezionali. 3

4 Quanti sono i consumatori di canapa? L impressione che tutti fumino spinelli non corrisponde alla realtà. È vero che sono in molti ad aver provato la canapa, ma il numero di coloro che la consumano più o meno regolarmente è decisamente inferiore. Una persona su cinque tra i 15 e i 64 anni ha consumato canapa almeno una volta in vita sua. (Indagine sulla salute in Svizzera, 2002) Tra il 2004 e il 2007, la percentuale di adolescenti e giovani adulti ad aver consumato almeno una volta canapa in vita loro è leggermente diminuita. Se nel 2004 il 46,1% degli interpellati tra i 13 e i 29 anni l avevano consumata almeno una volta, nel 2007 si è scesi al 43,5%, il che significa che in questa fascia d età il 56,5% non ha mai avuto esperienze con la canapa. Va inoltre sottolineato che il 32,3% degli interpellati che hanno dichiarato di averla consumata, non lo avevano più fatto nei sei mesi precedenti l indagine. (ISPA, 2008, Monitoraggio della problematica della canapa, 2007) L 11,2% degli interpellati tra i 13 e i 29 anni hanno dichiarato di consumare canapa (ossia di averla consumata almeno una volta nei sei mesi precedenti l indagine). Di questi, il 9,3% la consuma tutti i giorni e il 31,7% una volta alla settimana. (ISPA, 2008, Monitoraggio della problematica della canapa, 2007) 4

5 Consumare canapa è punibile per legge? Legale? Illegale! Fa lo stesso! La canapa rientra tra le sostanze contemplate dalla legge sugli stupefacenti. Consumarla, coltivarla, venderla ecc. è quindi punibile per legge. È pure vietato coltivare piante destinate al consumo personale. Non di rado, i consumatori sottovalutano le conseguenze a livello penale. In linea di massima, una denuncia per consumo di canapa viene sanzionata con una multa. Più il reato è grave, più pesanti saranno le pene: per esempio in caso di recidiva, le multe aumentano. Va sottolineato che le procedure variano da un cantone all altro. Quando la polizia sorprende dei minorenni a fumare spinelli, di solito avvisa i genitori e la magistratura dei minorenni. Anche in questo caso, però, le pratiche variano da un cantone all altro. Spesso, oltre all obbligo di rivolgersi ai centri di consulenza in materia di dipendenze, al minorenne viene inflitta anche una multa. 5

6 Quanto è nociva la canapa? Il consumo di canapa non è mai privo di rischi. Anche se implica rischi nettamente minori rispetto al consumo di eroina o di cocaina, può comunque avere conseguenze gravi. Tutto dipende dalle caratteristiche personali, dalla situazione, dalla frequenza e dalla modalità di consumo. Le caratteristiche personali influenzano i rischi: ogni persona è diversa dalle altre, di conseguenza il consumo non implica per tutti gli stessi rischi. I bambini e gli adolescenti, per esempio, corrono rischi maggiori perché sono ancora in piena crescita. Anche gli adulti con problemi di salute quali l asma, la bronchite, l ipertensione, le cardiopatie o la schizofrenia sono maggiormente a rischio. La situazione influenza i rischi: chi consuma canapa in una situazione che richiede un attenzione e una concentrazione particolari aumenta il rischio di incidenti e infortuni (per esempio nel traffico stradale). Analogamente, consumare canapa può provocare problemi a livello di rendimento (per esempio a scuola o sul lavoro). La frequenza del consumo influenza i rischi: intensificando la frequenza del consumo, aumenta il rischio di dipendenza o di danneggiare le vie respiratorie (effetti del fumo). Tuttavia, anche un consumo puntuale può causare problemi, in particolare nel traffico stradale o alla salute personale (per esempio sbalzi della pressione sanguigna). La modalità di consumo influenza i rischi: fumando canapa si danneggiano le vie respiratorie. Mangiandola, invece, si corrono maggiori rischi di sovradosaggio. La concentrazione di THC influenza i rischi: assorbendo molto principio attivo (THC) in un unica occasione, lo stato di alterazione risulta maggiore. Inoltre, aumentando il dosaggio aumenta anche il rischio di vivere esperienze angoscianti (i cosiddetti «bad trip»). 6

7 Perché cominciare presto è particolarmente problematico? La reazione degli adolescenti alla canapa è maggiore rispetto a quella degli adulti. Essendo in fase di crescita, sia fisicamente che psicologicamente, gli adolescenti risultano più sensibili agli effetti della canapa. Stando ad alcune ricerche, chi comincia presto a consumare canapa corre rischi maggiori a livello cognitivo rispetto a chi inizia più tardi. Un giovane che comincia presto a consumare canapa rischia in misura maggiore di continuare a consumarla rispetto a chi fa questa esperienza più tardi. Negli adolescenti, una maggior frequenza del consumo di canapa porta spesso a una riduzione della loro capacità di apprendimento e, di conseguenza, del loro potenziale di sviluppo. Questi problemi non si ripercuotono negativamente solo sulla scuola, ma pure sulle esperienze personali: per esempio, se ricorrono alla canapa per gestire lo stress e le emozioni, gli adolescenti si lasciano sfuggire occasioni importanti di acquisire competenze che permetterebbero loro di gestire tali difficoltà senza ricorrere alle sostanze psicotrope. Il consumo di canapa può inoltre indicare la presenza di problemi più gravi. In ogni caso, conviene esaminare attentamente la situazione sociale e psichica degli adolescenti che consumano regolarmente canapa. 7

8 Quali sono gli effetti immediati della canapa? A volte «essere stoni» è divertente e a volte meno. Gli effetti immediati di una droga vanno dall ebbrezza a livello psichico a reazioni fisiche immediate, a ripercussioni sulla capacità di concentrazione e di reazione. La natura degli effetti dipende notevolmente dalle caratteristiche personali, dalla situazione, dalla frequenza e dalla modalità di consumo. Ancora di più di quanto succeda con altre droghe, l effetto della canapa dipende dall umore del momento. La canapa, infatti, tende ad accentuare la disposizione psichica in cui la persona si trovava prima del consumo: spesso la sostanza amplifica sia le sensazioni positive che quelle negative. Dopo aver consumato canapa ci si sente spesso rilassati e disinibiti. Altri effetti tipici sono una cognizione modificata del tempo e una maggior sensibilità alla luce e alla musica. Il THC non presenta una tossicità acuta. A tutt oggi non sono stati registrati decessi per overdose da THC. Si sono tuttavia verificati incidenti mortali provocati dallo stato di ebbrezza da ricollegare al consumo di canapa. Tra gli effetti fisici immediati del consumo di canapa vanno ricordati: l aumento della frequenza cardiaca, gli sbalzi della pressione sanguigna, la dilatazione delle pupille, le vertigini e i disturbi motori. Gli effetti immediati possono implicare rischi sia a livello fisico che psichico. Le esperienze negative (i cosiddetti «bad trip») possono avere conseguenze psichiche molto pesanti, anche se generalmente spariscono quando l effetto della canapa diminuisce. Anche a livello fisico la canapa può causare problemi, in particolare alle persone che presentano già disturbi di salute (per esempio chi ha problemi cardiaci). L ebbrezza causata dalla canapa riduce le capacità di concentrazione, di reazione e la memoria a breve termine. Il rischio di incidenti risulta quindi aumentato e il rendimento, sia a scuola che sul lavoro, diminuito. 8

9 Il consumo di canapa rappresenta un rischio per la circolazione stradale? La canapa diminuisce le capacità indispensabili per guidare. Chi guida sotto l influsso della canapa commette un infrazione grave alla legge sulla circolazione stradale ed è quindi punibile per legge. La canapa limita la capacità di concentrazione e allunga i tempi di reazione. Sotto l influsso della canapa, è più difficile valutare le distanze e la velocità. Anche la capacità di discernimento può risultare compromessa e può aumentare la propensione a correre rischi. Consumando la canapa insieme ad altre sostanze psicoattive, si possono avere effetti imprevedibili. È risaputo che combinando canapa e alcol si ha una netta diminuzione della capacità di guidare e questo persino con consumi estremamente moderati. Se vi è il sospetto che una persona abbia consumato canapa, la polizia può effettuare un test antidroga rapido o eseguire immediatamente un esame del sangue. Nel caso della canapa, è sufficiente riscontrare tracce di THC nel sangue per dimostrare l incapacità a mettersi alla guida di un veicolo. Generalmente, nei consumatori occasionali, le tracce di THC restano nel sangue circa 12 ore, un lasso di tempo che può però variare a seconda delle caratteristiche personali e della quantità consumata. Tracce di sostanze residue che non hanno effetti psichici possono restare nel sangue anche più a lungo. Chi guida sotto l effetto della canapa commette un infrazione. Guidare sotto l effetto degli stupefacenti è considerata un infrazione grave delle disposizioni che disciplinano la circolazione stradale; in tal caso la sanzione cui si va incontro è una pena pecuniaria e/o la privazione della libertà, oltre ovviamente al ritiro della patente per un minimo di tre mesi. 9

10 Quali sono i rischi per l organismo di un consumo prolungato? «La canapa può nuocere alla salute». Un consumo frequente di canapa può provocare diversi problemi fisici. Sono moltissimi gli aspetti del consumo della canapa che non sono ancora stati analizzati in maniera esaustiva dalla ricerca scientifica, di conseguenza, in base allo stato attuale delle conoscenze, non è possibile valutare quali sono i rischi di un consumo prolungato. Fumare canapa implica rischi paragonabili a quelli del fumo delle sigarette: il fiato si fa più corto, aumenta il rischio di infiammazioni alle vie respiratorie, di tosse cronica o di bronchiti. Da biopsie effettuate su persone che fumano canapa sono risultate alterazioni cancerogene, il che indica che fumare spinelli aumenta il rischio di cancro alle vie respiratorie o di altri tipi di tumore. I risultati degli studi sulla fertilità non sono uniformi. Si suppone comunque che la canapa incida negativamente sulla fertilità sia maschile che femminile. Dagli esperimenti sugli animali sono risultati effetti negativi sul sistema immunitario. Questo risultato, però, non è stato confermato negli studi sull uomo. Al momento attuale, i risultati delle ricerche sugli effetti della canapa sui feti sono scarsi e non definitivi. Come nel caso del tabacco, le donne che fumano regolarmente canapa durante la gravidanza mettono al mondo bambini con un peso inferiore alla media. Si sa inoltre che il THC passa direttamente nel sangue del feto ed è stato osservato che influenza negativamente lo sviluppo neurologico del bambino. Per questi motivi è quindi opportuno evitare di consumare canapa durante la gravidanza. Non è da escludere che consumando canapa si assorbano altre sostanze nocive, come i pesticidi. 10

11 La canapa incide sul raziocinio? La canapa non rende «stupidi», ma subito dopo il consumo o in caso di consumo cronico importante, si registrano delle alterazioni. A quanto pare, il cervello di un adolescente reagisce in maniera più marcata rispetto a quello di un adulto. Quando una persona è sotto l influsso della canapa, anche la sua capacità di apprendimento risulta ridotta. Da studi neuropsicologici risulta che i grandi consumatori cronici di canapa presentano alterazioni a livello di memoria, di attenzione e di elaborazione d informazioni complesse. Non si tratta di alterazioni molto accentuate, ma tuttavia misurabili. È probabile, ma non garantito, che quando una persona smette di consumare canapa, le sue capacità «si normalizzino». Studi su persone che hanno iniziato presto a consumare canapa hanno evidenziato, tranne rare eccezioni, alterazioni a lungo termine tra i grandi consumatori. Il consumo precoce di canapa sembrerebbe quindi essere accompagnato da rischi più seri a livello di capacità cognitive, visto che il cervello di un adolescente è in piena fase di sviluppo. 11

12 La canapa incide sulla motivazione? Ci sono nessi tra la motivazione e il consumo di canapa. Ciononostante, non è dimostrato che il consumo provochi la cosiddetta «sindrome amotivazionale». La maggioranza dei consumatori di canapa non sono né apatici né demotivati. Durante la fase di ebbrezza acuta, l effetto sedativo e tranquillizzante della canapa può incidere sulla motivazione. Si sa per certo che il senso di ebbrezza causato dalla canapa limita temporaneamente le capacità e la disponibilità all apprendimento. Alla fine degli anni 60, sotto il concetto di «sindrome amotivazionale» è stata riunita tutta una serie di sintomi attribuiti al consumo di canapa (apatia, letargia, distacco dal mondo esterno, mancanza di motivazione). La maggior parte delle persone che consumano canapa non presentano tali sintomi in maniera duratura. È quindi probabile che tali sintomi possano essere legati allo stile di vita o alla personalità dei consumatori stessi oppure essere la conseguenza di una depressione preesistente o di uno stato continuo di ebbrezza. 12

13 La canapa dà dipendenza? Si può perdere il controllo del proprio consumo. La canapa può dare dipendenza psichica e fisica. Sebbene non sia possibile fare una distinzione netta tra processi fisici e psichici, si tende a distinguere tra dipendenza fisica e dipendenza psichica. La dipendenza psichica si manifesta con un desiderio quasi incontrollabile di consumare una droga. La dipendenza fisica, invece, è caratterizzata da crisi di astinenza in seguito alla riduzione o all interruzione del consumo (cfr. il punto seguente). La canapa può dare dipendenza fisica. Tra i sintomi della crisi di astinenza ricordiamo: gli sbalzi di pressione sanguigna, l aumento della frequenza cardiaca, l irrequietezza, l insonnia e la dissenteria. La canapa può dare dipendenza psichica, caratteristica predominante di tutte le tossicodipendenze. Questa dipendenza può causare, anche a distanza di anni, una voglia incontrollabile di tornare a consumare droga e, di conseguenza, un rischio di ricaduta. I diretti interessati fanno molta più fatica a liberarsi dalla dipendenza psichica che dai sintomi fisici della crisi di astinenza. La quantità consumata, la frequenza del consumo e le differenze personali influenzano il rischio di sviluppare una dipendenza. Gli approcci comportamentali e i colloqui mirati a motivare le persone in terapia rientrano tra gli interventi terapeutici comprovati. Per gli adolescenti in particolare è importante coinvolgere nella terapia il loro ambiente circostante. 13

14 La canapa è la «porta di accesso» alle altre droghe? Nessuna droga spinge forzatamente a consumarne un altra. L idea di «porta di accesso» alle droghe pesanti è fuorviante: la maggioranza dei consumatori di canapa, infatti, non consuma altre droghe illegali. Se è vero che la maggioranza degli eroinomani e dei cocainomani ha consumato canapa, non bisogna necessariamente concludere che la canapa sia il primo passo verso altre droghe. Tra coloro che consumano canapa sono infatti pochi quelli che consumano altre droghe illegali. È invece probabile che siano altri i fattori che aumentano il rischio di consumare altre droghe illegali e che favoriscono un consumo precoce della canapa: per esempio una propensione individuale a correre rischi. 14

15 La canapa può provocare disturbi psichici? O è il contrario: sono i disturbi psichici che spingono a consumare canapa? Oggigiorno, non ci sono più dubbi circa il nesso tra disturbi psichici e consumo di canapa. Resta però ancora da chiarire il rapporto di causa ed effetto. Ormai tutti sanno che esiste un rapporto tra consumo di canapa e psicosi, in particolare in caso di consumo frequente e precoce. Tuttavia, la scienza deve ancora dimostrare se tra questi due dati di fatto esiste un rapporto di causa ed effetto. Quasi più nessuno nega che la canapa possa portare i soggetti più vulnerabili a sviluppare delle psicosi (in particolare la schizofrenia), accelerando lo sviluppo o peggiorando il decorso della patologia. Esiste un nesso tra consumo di canapa e depressione o ansia. Anche in questo caso, è in corso un acceso dibattito sul rapporto di causa ed effetto. Ancora poco conosciuti sono i possibili nessi tra il consumo di canapa e altri disturbi psichici, come le turbe della personalità e i disturbi dell attenzione. 15

16 Altre informazioni sul tema della canapa Flyer «Canapa» per gli adolescenti. Canapa; parliamone con i giovani. Ciò che i genitori dovrebbero sapere. È possibile richiedere il materiale a Radix Svizzera Italiana, C.P. 4044, 6904 Lugano, tel , Gli indirizzi dei centri di consulenza regionali In Ticino puoi rivolgerti a: Antenna Icaro Bellinzona Locarno Ingrado Centro consulenza e aiuto Lugano Dipendenze Svizzera Av. Louis-Ruchonnet 14 Casella postale 870 CH-1001 Losanna Tel Fax CP

La canapa: domande e risposte

La canapa: domande e risposte La canapa: domande e risposte Quanto è nociva la canapa? È difficile dare una risposta semplice a questa domanda. I rischi, infatti, variano a seconda del consumatore, delle situazioni, della quantità,

Dettagli

Canapa. In-dipendenze 2014. La canapa una pianta ancestrale dai molteplici utilizzi

Canapa. In-dipendenze 2014. La canapa una pianta ancestrale dai molteplici utilizzi In-dipendenze 2014 Nonostante la legge lo proibisca, sono oltre 200 000 le persone che fanno uso di canapa in Svizzera. Quali sono gli effetti nocivi della canapa, chi sono i consumatori e quali sono le

Dettagli

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA? s i b a cann Informazioni per i giovani www.droganograzie.it CANNABIS Anno 2009 A cura di: Dipartimento Politiche Antidroga - Presidenza del Consiglio dei Ministri Tratto

Dettagli

Alcol, droghe e comportamenti a rischio

Alcol, droghe e comportamenti a rischio 26 marzo 2014 h. 09.10-11.00: LEZIONE DI LEGALITA Alcol, droghe e comportamenti a rischio prof.ssa Alessandra Busulini Mosaico - classi 1 e : prevenzione all uso di alcol Mosaico - classi 2 e : prevenzione

Dettagli

Come uscire. dalle droghe

Come uscire. dalle droghe Come uscire dalle droghe Uscire dalle droghe è possibile in ogni Ho perso il controllo Un giovane può cadere facilmente nella trappola della droga, sia per curiosità, sia per una particolare situazione

Dettagli

Da una parte. D altra parte. Tutto quello che occorre sapere su alcol e droghe nei luoghi di lavoro.

Da una parte. D altra parte. Tutto quello che occorre sapere su alcol e droghe nei luoghi di lavoro. Da una parte. D altra parte. Tutto quello che occorre sapere su alcol e droghe nei luoghi di lavoro. Alcol e droghe sul lavoro Perché dire NO Non vogliamo vietare nulla Mettiamo le cose in chiaro: non

Dettagli

Lotta alla produzione industriale di marijuana tra miti, coperture e dubbi. G. M. Zanini Convegno internazionale sulla canapa Lugano, 10 ottobre 2003

Lotta alla produzione industriale di marijuana tra miti, coperture e dubbi. G. M. Zanini Convegno internazionale sulla canapa Lugano, 10 ottobre 2003 Lotta alla produzione industriale di marijuana tra miti, coperture e dubbi G. M. Zanini Convegno internazionale sulla canapa Lugano, 10 ottobre 2003 Panoramica sulla canapa e i suoi derivati 1. la pianta

Dettagli

DROGHE. D.P.R. 309/90 modificato dalla L. 21 febbraio 2006, n. 49

DROGHE. D.P.R. 309/90 modificato dalla L. 21 febbraio 2006, n. 49 DROGHE D.P.R. 309/90 modificato dalla L. 21 febbraio 2006, n. 49 Droghe Sono droghe tutte le sostanze che agiscono sul sistema nervoso centrale e modificano le sensazioni, le reazioni, la personalità e

Dettagli

Fumo e benessere riproduttivo

Fumo e benessere riproduttivo Fumo e benessere riproduttivo Cosa c è in una sigaretta? Più di 4000 sostanze tossiche sono contenute nel fumo di tabacco. - Nicotina: crea dipendenza - Monossido di carbonio: ostacola l'azione dei muscoli

Dettagli

Prevenzione delle dipendenze: qualche consiglio per i genitori

Prevenzione delle dipendenze: qualche consiglio per i genitori Prevenzione delle dipendenze: qualche consiglio per i genitori 1 Contenuti della presentazione I motivi del consumo Tabacco, alcol, canapa I comportamenti problematici: l esempio della ciberdipendenza

Dettagli

CERTE NOTTI Indagine sugli automobilisti fermati dalla Polizia Stradale per uso di alcol e sostanze stupefacenti nella provincia di Rimini

CERTE NOTTI Indagine sugli automobilisti fermati dalla Polizia Stradale per uso di alcol e sostanze stupefacenti nella provincia di Rimini Partecipa alla ricerca on line sull'alcolismo, potrai usare i dati immediatamente.seleziona l'immagine per entrare. CERTE NOTTI Indagine sugli automobilisti fermati dalla Polizia Stradale per uso di alcol

Dettagli

Marijuana e Hashish : i fatti

Marijuana e Hashish : i fatti Marijuana INFORMAZIONI SULLE DROGHE, IL LORO EFFETTO E LE LORO RIPERCUSSIONI SUL CORPO E SULLA PSICHE UMANI. Il THC non potrà mai essere usato come medicinale perché presenta gravi effetti collaterali.

Dettagli

Qual è il limite? Alcol, Tabacco, Canapa. Guido De Angeli

Qual è il limite? Alcol, Tabacco, Canapa. Guido De Angeli Qual è il limite? Alcol, Tabacco, Canapa Guido De Angeli Programma Modalità di consumo Motivazioni funzioni del consumo Le principali sostanze consumate durante l adolescenza : Alcol Tabacco Canapa Protezione

Dettagli

Nuove droghe, nuovi problemi. Sostanze ricreazionali e ricerca di territorio. Sintesi dello studio

Nuove droghe, nuovi problemi. Sostanze ricreazionali e ricerca di territorio. Sintesi dello studio Nuove droghe, nuovi problemi. Sostanze ricreazionali e ricerca di territorio. Sintesi dello studio I luoghi di consumo La discoteca non è l unico luogo in cui si assumono droghe ricreazionali. Le percentuali

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

Progetto finanziato dal Dipartimento per le Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Progetto finanziato dal Dipartimento per le Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri Progetto finanziato dal Dipartimento per le Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri Con questo breve opuscolo vogliamo darti qualche informazione rispetto ai danni che l uso e

Dettagli

Il nostro Progetto La scelta? Essere indipendente!

Il nostro Progetto La scelta? Essere indipendente! Il nostro Progetto La scelta? Essere indipendente!, in un ottica di prevenzione della salute, si è proposto di offrire ai ragazzi del secondo anno un occasione di discussione e di riflessione all interno

Dettagli

CANNABIS. Generazione In- Dipendente

CANNABIS. Generazione In- Dipendente CANNABIS Generazione In- Dipendente CANNABIS Introduzione CANAPA (CANNABIS SATIVA) Principi attivi: tetraidrocannabinolo (Δ 9 -THC) Altri Principi non attivi: cannabinolo, cannabidiolo Con i termini hashis

Dettagli

Opuscolo. Soltanto sorseggiandolo piano e assaporandolo lentamente, si può apprezzare e godere appieno del gusto composito di un vino.

Opuscolo. Soltanto sorseggiandolo piano e assaporandolo lentamente, si può apprezzare e godere appieno del gusto composito di un vino. Opuscolo Il vino con moderazione Il vino: la cultura della moderazione Da millenni la produzione e il consumo di vino fanno parte del retaggio europeo. L UE è il principale produttore di vino al mondo,

Dettagli

Il termine inglese per indicare la tossicomania, addiction, deriva dal latino addicere cioè condannare. Un tossicomane è, in un certo senso,

Il termine inglese per indicare la tossicomania, addiction, deriva dal latino addicere cioè condannare. Un tossicomane è, in un certo senso, Il termine inglese per indicare la tossicomania, addiction, deriva dal latino addicere cioè condannare. Un tossicomane è, in un certo senso, condannato ad una schiavitù involontaria, essendo obbligato

Dettagli

Alcol al volante. Per una guida sicura verso il futuro. upi Ufficio prevenzione infortuni

Alcol al volante. Per una guida sicura verso il futuro. upi Ufficio prevenzione infortuni Alcol al volante Per una guida sicura verso il futuro upi Ufficio prevenzione infortuni Salute! Molti incidenti stradali sono causati da un conducente in stato di ebbrezza. Sotto l influenza dell alcol

Dettagli

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: l Associazione Alzheimer Svizzera chiede un accompagnamento e un assistenza completi per i malati di demenza. Pensieri suicidi nelle persone affette da

Dettagli

Le Droghe Alcune cose che vale la pena sapere A cura del Dipartimento Dipendenze

Le Droghe Alcune cose che vale la pena sapere A cura del Dipartimento Dipendenze Le Droghe Alcune cose che vale la pena sapere A cura del Dipartimento Dipendenze Az. ULSS 20 Verona Cosa sono? Le Sostanze Psicoattive Sono tutte quelle sostanze legali ed illegali che: 1. Agiscono sul

Dettagli

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE SOMMARIO 7 L IMPORTANZA DEL COLON 11 UN ORGANO CON FUNZIONI VITALI 12 La fisiologia 20 La visione psicosomatica 36 L alimentazione 40 I rimedi naturali 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È

Dettagli

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi Problèmes Problemi con d alcool l alcol en milieu sul luogo professionnel: di lavoro Qualche suggerimento per i colleghi Edizione: Dipendenze Svizzera, 2011 Grafica: raschle & kranz, Berna Stampa: Jost

Dettagli

17. Criminalità: le sostanze stupefacenti

17. Criminalità: le sostanze stupefacenti 17. Criminalità: le sostanze stupefacenti Nel 2004 Roma è risultata tra le prime città italiane per sequestri di droghe tradizionali, soprattutto di cocaina (487,4 Kg, pari al 15,2% dei sequestri complessivi

Dettagli

Il vino con moderazione

Il vino con moderazione Il vino con moderazione Il vino: la cultura della moderazione Da millenni la produzione e il consumo di vino fanno parte del retaggio europeo. L UE è il principale produttore di vino al mondo, come anche

Dettagli

La prevenzione delle droghe. prof.ssa Carla Buonaiuto

La prevenzione delle droghe. prof.ssa Carla Buonaiuto La prevenzione delle droghe prof.ssa Carla Buonaiuto L adolescenza inizia con l ingresso alla scuola media inferiore e in questo periodo avvengono cambiamenti psicofisici e nelle relazioni con la famiglia,

Dettagli

PER VOLERSI BENE CI VUOLE FEGATO.

PER VOLERSI BENE CI VUOLE FEGATO. PER VOLERSI BENE CI VUOLE FEGATO. 1 L alcol è un nemico per la tua salute. (*) fonte: EPICENTRO - Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute L uso di alcol può provocare

Dettagli

LA VERITÀ SULLA DROGA DI RICCARDO CURIN. Ogni anno la DROGA distrugge e rovina milioni di vite. Cosa dovresti sapere al riguardo?

LA VERITÀ SULLA DROGA DI RICCARDO CURIN. Ogni anno la DROGA distrugge e rovina milioni di vite. Cosa dovresti sapere al riguardo? LA VERITÀ SULLA DROGA Ogni anno la DROGA distrugge e rovina milioni di vite. Cosa dovresti sapere al riguardo? Che cosa è Per DROGA si intende una sostanza di origine naturale o artificiale che modifica

Dettagli

Cap. 1: Fattori di rischio e fattori di protezione

Cap. 1: Fattori di rischio e fattori di protezione Cap. 1: Fattori di rischio e fattori di protezione Il capitolo illustra in che modo i fattori di rischio e i fattori di protezione influenzano i comportamenti di abuso, i segnali precoci di rischio, i

Dettagli

3. DISTURBI DA USO DI SOSTANZE

3. DISTURBI DA USO DI SOSTANZE 3. DISTURBI DA USO DI SOSTANZE 3.1 Stime di prevalenza e incidenza 3.2 Profilo dei clienti in trattamento 3.2.1 Profilo dei clienti in trattamento in relazione alla sostanza 3.2.2 Altre caratteristiche

Dettagli

NON FARTI DI SOSTANZE FATTI LA TUA VITA!

NON FARTI DI SOSTANZE FATTI LA TUA VITA! S E R T P R O M E C O I.T.C. V. BACHELET FERRARA 2010-2011 NON FARTI DI SOSTANZE FATTI LA TUA VITA! I N T R O D U Z I O N E Cosa sono le droge? Qualsiasi sostanza vegetale o chimica ad azione eccitante,

Dettagli

Droghe, riduzione del danno, politiche delle città

Droghe, riduzione del danno, politiche delle città Droghe, riduzione del danno, politiche delle città Matteo Ferrari Divisione della salute pubblica, Delegato cantonale per le tossicomanie, Canton Ticino Milano, 13 aprile 2012 Barometro delle apprensioni

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO...NON PER L ABUSO! DAL 13 NOVEMBRE 2010 PER MOLTI LOCALI È OBBLIGATORIO DOTARSI DI ETILOMETRO O PRECURSORE.

ISTRUZIONI PER L USO...NON PER L ABUSO! DAL 13 NOVEMBRE 2010 PER MOLTI LOCALI È OBBLIGATORIO DOTARSI DI ETILOMETRO O PRECURSORE. VADEMECUM ALCOOL DEF:Layout 1 15/02/11 10:57 Pagina 1 Federazione Italiana Esercenti Pubblici e Turistici Polizia di Stato ISTRUZIONI PER L USO...NON PER L ABUSO! DAL 13 NOVEMBRE 2010 PER MOLTI LOCALI

Dettagli

Che cos è la fibrosi cistica

Che cos è la fibrosi cistica La scoperta del gene responsabile della fibrosi cistica ha permesso la messa a punto di un test genetico per identificare il portatore sano del gene della malattia. Si è aperto quindi un importante dibattito

Dettagli

IL TUMORE DELLA PROSTATA

IL TUMORE DELLA PROSTATA IL TUMORE DELLA PROSTATA Dott. CARMINE DI PALMA Andrologia, Urologia, Chirurgia Andrologica e Urologica, Ecografia Che cos è il cancro della prostata? Cancro significa crescita incontrollata di cellule

Dettagli

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA? y s a t ecs Informazioni per i giovani www.droganograzie.it ECSTASY Anno 2009 A cura di: Dipartimento Politiche Antidroga - Presidenza del Consiglio dei Ministri Tratto

Dettagli

TOSSICODIPENDENZE TOSSICODIPENDENZE

TOSSICODIPENDENZE TOSSICODIPENDENZE TOSSICODIPENDENZE Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI OBIETTIVI TOSSICODIPENDENZE Identificare e classificare i diversi tipi di DROGHE e SOSTANZE che provocano TOSSICODIPENDENZA Cosa significa DIPENDENZA,

Dettagli

NON fumare. è la scelta migliore che puoi fare

NON fumare. è la scelta migliore che puoi fare Il programma GUADAGNARE SALUTE, promosso dal Ministero della Salute e dall Istituto Superiore di Sanità, con le Regioni e gli Enti locali, si propone di contrastare i 4 rischi fondamentali per la salute,

Dettagli

dell organismo a richieste esterno Dott. Giuseppe Marmo Ordine degli Psicologi di Basilicata

dell organismo a richieste esterno Dott. Giuseppe Marmo Ordine degli Psicologi di Basilicata SINDROME GENERALE DI ADATTAMENTO Risposta generale aspecifica dell organismo a richieste provenienti dall ambiente esterno Ordine degli Psicologi di Basilicata Ad un stimolo stressogeno si risponde con:

Dettagli

Promozione di stili di vita sani: interventi di sostegno al cambiamento rivolti alle persone con disagio psichico

Promozione di stili di vita sani: interventi di sostegno al cambiamento rivolti alle persone con disagio psichico Promozione di stili di vita sani: interventi di sostegno al cambiamento rivolti alle persone con disagio psichico PALMANOVA (UD), 20.11.2013 Duilia Zanon Centro Prevenzione e Trattamento del Tabagismo

Dettagli

Sostanze illecite e guida. Dr. Edoardo Polidori Direttore UOC Dipendenze Patologiche Azienda USL di Forlì

Sostanze illecite e guida. Dr. Edoardo Polidori Direttore UOC Dipendenze Patologiche Azienda USL di Forlì Sostanze illecite e guida Dr. Edoardo Polidori Direttore UOC Dipendenze Patologiche Azienda USL di Forlì Cocaina e guida Guida aggressiva Ricerca della velocità Scarso controllo del veicolo Guida irregolare

Dettagli

La popolazione svizzera si considera in buona salute

La popolazione svizzera si considera in buona salute Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale di statistica UST Comunicato stampa Embargo: 12.09.2008, 9:15 14 Salute N. 0352-0809-10 Indagine sulla salute in Svizzera 2007 La popolazione svizzera

Dettagli

Aree per la comparazione fra gli Stati membri UE

Aree per la comparazione fra gli Stati membri UE Aree per la comparazione fra gli Stati membri UE COLTIVAZIONE PRODUZIONE SPACCIO E TRAFFICO STATI MEMBRI CONSUMO POSSESSO DI DROGA Austria: possesso di droghe proibito e sanzionabile penalmente Stupefacenti:

Dettagli

INTOSSICAZIONI Da ABUSO DI SOSTANZE NON TERAPEUTICHE e ALCOOL

INTOSSICAZIONI Da ABUSO DI SOSTANZE NON TERAPEUTICHE e ALCOOL INTOSSICAZIONI Da ABUSO DI SOSTANZE NON TERAPEUTICHE e ALCOOL aspetti generali, alterazioni e primo soccorso Inf.Bazzanella Alessandro e IC Ivano Floriani 2012 stato patologico provocato dall azione nociva

Dettagli

8. IMPLICAZIONI E CONSEGUENZE SOCIALI

8. IMPLICAZIONI E CONSEGUENZE SOCIALI 8. IMPLICAZIONI E CONSEGUENZE SOCIALI 8.1 Reati droga-correlati produzione, traffico e vendita di sostanze illegali e di associazione finalizzata alla produzione e al traffico (art. 73 e art. 74) 8.2 Reati

Dettagli

Infortuni, incidenti e infortuni mancati

Infortuni, incidenti e infortuni mancati Infortuni, incidenti e infortuni mancati Obiettivi Incidenti ed infortuni sul lavoro tendono a ripetersi perchè, spesso, purtroppo, sia le aziende, sia gli esseri umani non hanno memoria e dimenticano

Dettagli

sugli spinelli e la guida

sugli spinelli e la guida sugli spinelli e la guida LA VERITÀ SUGLI SPINELLI E LA GUIDA è un iniziativa del Consiglio svizzero della sicurezza stradale finanziata dal Fondo di sicurezza stradale. LE VOCI CHE CIRCOLANO Fumare uno

Dettagli

www.coolandclean.ch Circuito del tabacco Schede informative

www.coolandclean.ch Circuito del tabacco Schede informative www.coolandclean.ch Circuito del tabacco Schede informative Foto: UFSPO / Ulrich Känzig 1 Il tabacco è tossico corretta Il tabacco contiene nicotina, una sostanza presente soprattutto nella pianta di tabacco

Dettagli

Percorso raccomandato:

Percorso raccomandato: Percorso raccomandato: 1) Ottenere una diagnosi accurata. 2) Crescere il paziente come un bambino o una bambina (il consiglio dei medici è di grande aiuto in questa fase). 3) Ottenere informazioni dettagliate

Dettagli

Maggiori informazioni sullo studio al sito www.hbsc.ch

Maggiori informazioni sullo studio al sito www.hbsc.ch Consumo di sostanze psicoattive e benessere degli adolescenti tra i 13 e i 15 anni Edizione : Dipendenze Info Svizzera Concezione : Studio KO sarl Stampa : Jost Druck AG, Hünibach Losanna 2011 Ogni quattro

Dettagli

COSA E LA PSICOTERAPIA? = un genere di INTERVENTO TERAPEUTICO su base PSICOLOGICA e RELAZIONALE il cui obiettivo consiste nell attenuare o eliminare:

COSA E LA PSICOTERAPIA? = un genere di INTERVENTO TERAPEUTICO su base PSICOLOGICA e RELAZIONALE il cui obiettivo consiste nell attenuare o eliminare: PSICOTERAPIE COSA E LA PSICOTERAPIA? = un genere di INTERVENTO TERAPEUTICO su base PSICOLOGICA e RELAZIONALE il cui obiettivo consiste nell attenuare o eliminare: - una SINDROME CLINICA di tipo PSICOPATOLOGICO

Dettagli

SERVIZIO DI PSICOLOGIA

SERVIZIO DI PSICOLOGIA SERVIZIO DI PSICOLOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA SERVIZIO DI PSICOLOGIA PRESSO I CONSULTORI AIED Il servizio di psicologia nei consultori Aied, articolato nelle

Dettagli

RESPIRARE BENE PER VIVERE SANI PROGETTO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE PER COMBATTERE IL FUMO E LE MALATTIE RESPIRATORIE

RESPIRARE BENE PER VIVERE SANI PROGETTO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE PER COMBATTERE IL FUMO E LE MALATTIE RESPIRATORIE RESPIRARE BENE PER VIVERE SANI PROGETTO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE PER COMBATTERE IL FUMO E LE MALATTIE RESPIRATORIE VINCENZO SCOLA MMG CENTRO DI MEDICINA GENERALE DANIELE GIRALDI BOVOLONE (VR) DANNI

Dettagli

L ALCOLISMO. Un problema risolvibile

L ALCOLISMO. Un problema risolvibile L ALCOLISMO Un problema risolvibile MAPPA INTRODUZIONE DIPENDENZA PERCHÈ SI ABUSA? ASPETTI SOCIALI 1. GIOVANILE 2. VIOLENZA TERAPIE ASSOCIAZIONI UTILI L ALCOLISMO INTRODUZIONE È LA PIÙ ANTICA E DIFFUSA

Dettagli

Progetto BABY ALCOOL

Progetto BABY ALCOOL COMUNE DI PAVIA Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Psicologia CASA DEL GIOVANE PAVIA Progetto BABY ALCOOL RICERCA SUGLI STILI DI VITA e CONSUMO DI ALCOLICI DEGLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI PAVIA

Dettagli

Gli effetti ed i pericolo dell assunzione di alcol e droghe al volante www.fachstelle-asn.ch

Gli effetti ed i pericolo dell assunzione di alcol e droghe al volante www.fachstelle-asn.ch bere o guidare Gli effetti ed i pericolo dell assunzione di alcol e droghe al volante www.fachstelle-asn.ch Cosa succede quando si assumono bevande alcoliche? Cosa succede nel corpo? Una piccola percentuale

Dettagli

Care lettrici, cari lettori,

Care lettrici, cari lettori, Care lettrici, cari lettori, l alcool compromette in larga misura la sicurezza stradale, ne siamo tutti ben informati. Il consiglio «Chi guida, non beve!» Per quel che concerne le altre droghe, tuttavia,

Dettagli

Disturbi emotivi: la risposta dell'omeopatia

Disturbi emotivi: la risposta dell'omeopatia Disturbi emotivi: la risposta dell'omeopatia Disturbi emotivi: la risposta dell omeopatia. In Europa ne soffre una persona su cinque (dati emersi recentemente dal progetto Emotionalaction, coordinato dall

Dettagli

Dott.ssa M.Versino 1

Dott.ssa M.Versino 1 Dott.ssa M.Versino 1 Stress lo stress è inteso come risposta aspecifica dell organismo a tutto ciò che lo costringe ad uno sforzo di adattamento lo stress è la risposta a una o più stimolazioni fisiche

Dettagli

Strategie e metodi per un apprendimento efficace

Strategie e metodi per un apprendimento efficace Strategie e metodi per un apprendimento efficace In più di 100 anni, gli psicologi cognitivi dell apprendimento hanno sviluppato parecchie tecniche di studio: alcune accelerano l apprendimento, altre invece

Dettagli

PROGETTO PATCHWORK LA PREVENZIONE PER GLI ADOLESCENTI NEI CONFRONTI DI ABUSI DA ALCOOL E SOSTANZE STUPEFACENTI

PROGETTO PATCHWORK LA PREVENZIONE PER GLI ADOLESCENTI NEI CONFRONTI DI ABUSI DA ALCOOL E SOSTANZE STUPEFACENTI PROGETTO PATCHWORK LA PREVENZIONE PER GLI ADOLESCENTI NEI CONFRONTI DI ABUSI DA ALCOOL E SOSTANZE STUPEFACENTI FINANZIATO DALLA REGIONE LIGURIA CON CONTRIBUTO PER AZIONI INNOVATIVE O A RILEVANZA REGIONALE

Dettagli

La dipendenza psicologica. Dott.ssa Aurora Martina Meneo aurora.meneo@gmail.com 328 92 88 660 www.lifeofbrain.com

La dipendenza psicologica. Dott.ssa Aurora Martina Meneo aurora.meneo@gmail.com 328 92 88 660 www.lifeofbrain.com La dipendenza psicologica Dott.ssa Aurora Martina Meneo aurora.meneo@gmail.com 328 92 88 660 www.lifeofbrain.com E una condizione in cui il consumatore ha bisogno di assumere frequentemente una sostanza:

Dettagli

ARTICOLO 186 GUIDA SOTTO L INFLUENZA DELL ALCOOL

ARTICOLO 186 GUIDA SOTTO L INFLUENZA DELL ALCOOL ARTICOLO 186 GUIDA SOTTO L INFLUENZA DELL ALCOOL 1. È vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcooliche. 2. Chiunque guida in stato di ebbrezza è punito, ove il fatto non

Dettagli

ALCOL E GUIDA L ESPERIENZA DELLA C.M.L. DELLA ASL DI FIRENZE

ALCOL E GUIDA L ESPERIENZA DELLA C.M.L. DELLA ASL DI FIRENZE ALCOL E GUIDA L ESPERIENZA DELLA C.M.L. DELLA ASL DI FIRENZE Lucia Malavolti commissione.patenti@asf.toscana.it Villa Fiorita Villa Fiorita Via di S.Salvi 12 Firenze Simulatore di guida Pista RIFERIMENTI

Dettagli

Alcol e sostanze: i dati raccolti dal laboratorio di Area Vasta Romagna

Alcol e sostanze: i dati raccolti dal laboratorio di Area Vasta Romagna Alcol e sostanze: i dati raccolti dal laboratorio di Area Vasta Romagna Pievesestina 14 giugno 2013 Laboratorio unico di Area Vasta Romagna Unità Operativa CORELAB Settore di Farmaco Tossicologia Afferiscono

Dettagli

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. smart? drugs. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it

DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA. smart? drugs. Informazioni per i giovani. www.droganograzie.it DIPARTIMENTO POLITICHE ANTIDROGA smart? drugs Informazioni per i giovani www.droganograzie.it SMART DRUGS Anno 2009 A cura di: Dipartimento Politiche Antidroga - Presidenza del Consiglio dei Ministri Tratto

Dettagli

LE STRATEGIE DI COPING

LE STRATEGIE DI COPING Il concetto di coping, che può essere tradotto con fronteggiamento, gestione attiva, risposta efficace, capacità di risolvere i problemi, indica l insieme di strategie mentali e comportamentali che sono

Dettagli

TEMPI, LUOGHI, PERSONE E FARMACI NELLA CURA DEI CASI CON DOPPIA DIAGNOSI. GIUSEPPE ZANDA www.psichiatragiuseppezanda.com

TEMPI, LUOGHI, PERSONE E FARMACI NELLA CURA DEI CASI CON DOPPIA DIAGNOSI. GIUSEPPE ZANDA www.psichiatragiuseppezanda.com TEMPI, LUOGHI, PERSONE E FARMACI NELLA CURA DEI CASI CON DOPPIA DIAGNOSI GIUSEPPE ZANDA www.psichiatragiuseppezanda.com Lucca, 7 settembre 2013 Definizione Problemi correlati Modelli di trattamento Principi

Dettagli

(10) Legalizzazione delle droghe. La posizione di Garattini e di altri opinionisti scientifici

(10) Legalizzazione delle droghe. La posizione di Garattini e di altri opinionisti scientifici (10) Legalizzazione delle droghe. La posizione di Garattini e di altri opinionisti scientifici S ilvio Garattini, da oltre 40 anni dirige l Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, uno dei massimi

Dettagli

Premessa. Dott. Giovanni Serpelloni Capo Dipartimento Politiche Antidroga Presidenza del Consiglio dei Ministri

Premessa. Dott. Giovanni Serpelloni Capo Dipartimento Politiche Antidroga Presidenza del Consiglio dei Ministri Premessa Dott. Giovanni Serpelloni Capo Dipartimento Politiche Antidroga Presidenza del Consiglio dei Ministri Il presente opuscolo riporta i dati emersi dal primo anno di sperimentazione del Progetto

Dettagli

PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING. Relatore: Brunella Spadafora

PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING. Relatore: Brunella Spadafora PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING Relatore: Brunella Spadafora Epidemiologia e prevenzione dei tumori maligni I tumori nel loro insieme, costituiscono la seconda causa di morte,

Dettagli

Cannabis. Il mito di una droga per nulla «leggera» Una presentazione di Alleanza Cattolica. Foto: graffiti, Cannabis Club, Venice, California

Cannabis. Il mito di una droga per nulla «leggera» Una presentazione di Alleanza Cattolica. Foto: graffiti, Cannabis Club, Venice, California Cannabis Il mito di una droga per nulla «leggera» Una presentazione di Alleanza Cattolica Foto: graffiti, Cannabis Club, Venice, California Marijuana: che cos è? La marijuana è ricavata dalle foglie e

Dettagli

USO DI SOSTANZE E DISTURBO MENTALE

USO DI SOSTANZE E DISTURBO MENTALE Sofferenza, disagio, disturbi psichici e del comportamento di adolescenti e giovani: i servizi si confrontano Varese, 16 novembre 2011 USO DI SOSTANZE E DISTURBO MENTALE Marcello Diurni RELAZIONE ANNUALE

Dettagli

Sintesi. Programma nazionale Alcol 2008 2012

Sintesi. Programma nazionale Alcol 2008 2012 Sintesi Programma nazionale Alcol 2008 2012 Programma nazionale Alcol 2008 2012 Genesi e contenuto del PNA Nel 2005 il Consiglio federale ha incaricato l Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) di

Dettagli

il paradiso, mandale all inferno.

il paradiso, mandale all inferno. i c e b e r g Unità Mobile Territoriale umt@email.it Unità Operativa Dipendenze Patologiche tel 0733 257597 fax 0733 257596 Ausl9 Macerata Regione Marche www.stammibene.marche.it stammibene@email.it il

Dettagli

Italiano PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD 2012 BACHILLERATO FORMACIÓN PROFESIONAL CICLOS FORMATIVOS DE GRADO SUPERIOR. Examen

Italiano PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD 2012 BACHILLERATO FORMACIÓN PROFESIONAL CICLOS FORMATIVOS DE GRADO SUPERIOR. Examen PRUEBA DE ACCESO A LA 2012 Italiano BACHILLERATO FORMACIÓN PROFESIONAL CICLOS FORMATIVOS DE GRADO SUPERIOR Examen Criterios de Corrección y Calificación Quest'esame ha due opzioni. Deve rispondere solo

Dettagli

Menopausa e depressione: : come riconoscerla e cosa fare. Laura Musetti DPNFB Università di Pisa l.musetti@med.unipi.it

Menopausa e depressione: : come riconoscerla e cosa fare. Laura Musetti DPNFB Università di Pisa l.musetti@med.unipi.it Menopausa e depressione: : come riconoscerla e cosa fare Laura Musetti DPNFB Università di Pisa l.musetti@med.unipi.it Epidemiologia Disturbi dell Umore Prevalenza Maschi/ femmine Età di esordio Depressione

Dettagli

SEI INTERESSATO A PARTECIPARE A STUDI CLINICI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO DI NUOVI FARMACI IN SARDEGNA? DIVENTA VOLONTARIO CON FASE 1 SRL.

SEI INTERESSATO A PARTECIPARE A STUDI CLINICI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO DI NUOVI FARMACI IN SARDEGNA? DIVENTA VOLONTARIO CON FASE 1 SRL. SEI INTERESSATO A PARTECIPARE A STUDI CLINICI FINALIZZATI ALLO SVILUPPO DI NUOVI FARMACI IN SARDEGNA? DIVENTA VOLONTARIO CON FASE 1 SRL. CHE COS È FASE 1 SRL? Fase 1 è una società a responsabilità limitata

Dettagli

Aspetti operativi della sorveglianza sanitaria su tossicodipendenza

Aspetti operativi della sorveglianza sanitaria su tossicodipendenza Aspetti operativi della sorveglianza sanitaria su tossicodipendenza Dott. Giuseppe Giubbarelli Medico del lavoro UO Medicina del lavoro Ospedale di Sassuolo Cosa sono le droghe Sostanze : Psicoattive :(agiscono

Dettagli

Tabacco, alcool, droghe

Tabacco, alcool, droghe Tabacco e prestaziome Tabacco, alcool, droghe Essere in pieno possesso delle proprie capacità cardio respiratorie e muscolari è indispensabile per la pratica di uno sport, qualunque esso sia. Alcune sigarette

Dettagli

Affrontare correttamente lo stress

Affrontare correttamente lo stress C o m u n i c a t o a i m e d i a - Berna, 6 settembre 2005 Le sollecitazioni psichiche affaticano il cuore più di quanto si riteneva Affrontare correttamente lo stress Chi non fuma, si alimenta nel modo

Dettagli

Numero 22 /2014 Quale riconoscimento delle patologie psichiche legate al lavoro? Studio di Eurogip in 10 paesi europei (1)

Numero 22 /2014 Quale riconoscimento delle patologie psichiche legate al lavoro? Studio di Eurogip in 10 paesi europei (1) Numero 22 /2014 Quale riconoscimento delle patologie psichiche legate al lavoro? Studio di Eurogip in 10 paesi europei (1) Al tema dello stress è dedicata la campagna annuale della Agenzia di Bilbao mentre

Dettagli

Il trauma del lutto: ricostruzione psicologica ed emotiva dopo. il dolore della perdita 8 aprile 2013 Dr.ssa Laura Porta

Il trauma del lutto: ricostruzione psicologica ed emotiva dopo. il dolore della perdita 8 aprile 2013 Dr.ssa Laura Porta Il trauma del lutto: ricostruzione psicologica ed emotiva dopo il dolore della perdita 8 aprile 2013 Dr.ssa Laura Porta Definizione Il lutto è il sentimento di intenso dolore che si prova per la perdita,

Dettagli

Trattamento residenziale Un approccio emotivo e cognitivo comportamentale

Trattamento residenziale Un approccio emotivo e cognitivo comportamentale Mauro Cibin DIPARTIMENTO PER LE DIPENDENZE Az. U.L.S.S. 13 Regione del Veneto Dolo - Mirano Trattamento residenziale Un approccio emotivo e cognitivo comportamentale Verona, 6 Giugno 2006 Progetto cocaina

Dettagli

DEFINIZIONE DI DIPENDENZA

DEFINIZIONE DI DIPENDENZA DIPENDENZA DA FUMO Il tabagismo è l'abitudine o dipendenza dal fumo di tabacco a cui consegue un'intossicazione di tipo cronico DEFINIZIONE DI DIPENDENZA Per dipendenza si intende una alterazione del comportamento

Dettagli

igiene Scienza della salute che si propone il compito di promuovere, conservare e potenziare lo stato di salute di una comunità

igiene Scienza della salute che si propone il compito di promuovere, conservare e potenziare lo stato di salute di una comunità igiene Scienza della salute che si propone il compito di promuovere, conservare e potenziare lo stato di salute di una comunità salute Art. 32 della Costituzione Italiana: la Repubblica tutela la salute

Dettagli

Guida e Dipendenze. Corso universitario di Educazione Stradale Luiss 15 novembre 2010

Guida e Dipendenze. Corso universitario di Educazione Stradale Luiss 15 novembre 2010 Guida e Dipendenze Corso universitario di Educazione Stradale Luiss 15 novembre 2010 Grazie agli studi neurologici oggi è possibile osservare anche i meccanismi di funzionamento del cervello Maturazione

Dettagli

Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T. di Prato

Tipologia utenti presi in carico dal Ser.T. di Prato Dipendenze Le relazioni periodiche dell Osservatorio Provinciale sulle Dipendenze consentono di seguire l evoluzione del fenomeno droga 1 nel contesto pratese, relativamente all andamento delle rilevazioni,

Dettagli

Gli incidenti stradali

Gli incidenti stradali Nel mondo ogni anno ci sono Gli incidenti stradali 1 milione 200 mila morti (1 ogni 25 secondi) 50 milioni feriti (1 al secondo circa) In Italia in un giorno ci sono 633 incidenti stradali in media con

Dettagli

Strutture chimiche dei principali cannabinoidi sintetici registrati dal Sistema Nazionale di Allerta Precoce.

Strutture chimiche dei principali cannabinoidi sintetici registrati dal Sistema Nazionale di Allerta Precoce. Cannabinoidi sintetici In Europa, i primi cannabinoidi sintetici sono stati individuati nel 2008 in diverse miscele vegetali, definite herbal mixture o herbal blend, e vendute come incensi o profumatori

Dettagli

GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) Dott. Cesare Guerreschi Roma, 4 Novembre 2010

GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) Dott. Cesare Guerreschi Roma, 4 Novembre 2010 GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) Dott. Cesare Guerreschi Roma, 4 Novembre 2010 Definiamo il gioco d azzardo come un attività ludica che si caratterizza per il rischiare una più o meno ingente somma di

Dettagli

Una scuola che promuove salute

Una scuola che promuove salute Una scuola che promuove salute Educazione alla salute Prevenzione: Tossicodipendenze Abuso alcolico Tabagismo Educazione: Stili di vita sani Corretta alimentazione Attività motoria Prevenzione delle tossicodipendenze

Dettagli

ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA

ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA I fattori di rischio e di protezione del volontario A cura degli Psicologi CPPAVPC Ed. 2013 1 DDL 4449 del 2 febbraio 2000 L istituzione del ruolo dello psicologo

Dettagli

Da compilare SUBITO per tutti i soggetti a cui viene proposto lo studio. 1.1 Data di primo accesso al SerT: giorno mese anno 1.

Da compilare SUBITO per tutti i soggetti a cui viene proposto lo studio. 1.1 Data di primo accesso al SerT: giorno mese anno 1. SEZIONE 1: DATI ANAGRAFICI E INFORMAZIONI PRELIMINARI Da compilare SUBITO per tutti i soggetti a cui viene proposto lo studio 1.1 Data di primo accesso al SerT: giorno mese anno 1.2 Tipologia utente Utente

Dettagli

01 Il sistema nervoso centrale 2

01 Il sistema nervoso centrale 2 VI Sommario Parte prima La mente e le sue funzioni nel ciclo di vita Pensare, imparare, conoscere se stessi e gli altri, farsi un idea dell ambiente che ci circonda, reagire agli stimoli che continuamente

Dettagli

VADEMECUM SANZIONI AMMINISTRATIVE. Le sanzioni amministrative per l uso personale: cosa sono e come si combattono

VADEMECUM SANZIONI AMMINISTRATIVE. Le sanzioni amministrative per l uso personale: cosa sono e come si combattono VADEMECUM SANZIONI AMMINISTRATIVE Le sanzioni amministrative per l uso personale: cosa sono e come si combattono INDICE PREFAZIONE 1- Perché esiste la sanzione amministrativa? 2- Quali sono le sanzioni

Dettagli

Le malattie fumo correlate. Dott. Paolo Monte

Le malattie fumo correlate. Dott. Paolo Monte Le malattie fumo correlate Dott. Paolo Monte Fumo come fattore di rischio di malattia Il fumo costituisce il principale fattore di rischio evitabile per le principali malattie causa di mortalità ed invalidità

Dettagli

circolazione stradale

circolazione stradale In-dipendenze 2011 Al giorno d oggi la maggior parte degli abitanti della Svizzera è motorizzata; nel contempo vi è un consumo diffuso di bevande alcoliche, medicinali e di droghe illegali come la canapa;

Dettagli