I.P.A.B. (Decreto n del del Presidente della Giunta Regionale del Veneto) Prot. 29 Lì, 6 maggio 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I.P.A.B. (Decreto n. 1860 del 05.10.89 del Presidente della Giunta Regionale del Veneto) Prot. 29 Lì, 6 maggio 2015"

Transcript

1 ALLEGATO 1) AL VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL C.D.A. N. 11 DEL c/o Comune di Zugliano via Roma n ZUGLIANO (VI) P.IVA C.F I.P.A.B. (Decreto n del del Presidente della Giunta Regionale del Veneto) Prot. 29 Lì, 6 maggio 2015 BANDO DI GARA PER LA CONCESSIONE IN AFFITTO DELL AZIENDA COMMERCIALE DENOMINATA VILLA BASSI AD USO RISTORANTE/PIZZERIA BAR E ALLOGGIO DEL GESTORE A GRUMOLO PEDEMONTE DI ZUGLIANO IL PRESIDENTE In esecuzione dei verbali di deliberazione del C.d.A. n. 8 del e n. 11 del ; PREMESSO - che la Fondazione Antonio Bassi è proprietaria dell immobile denominato Villa Bassi sito in Zugliano (VI) in via Chiesa, catastalmente censito al N.C.E.U. al Foglio 8 mapp. n. 26 sub. 5 e sub. 6; - che la Fondazione Antonio Bassi intende affidare, la gestione a terzi dell immobile denominato Villa Bassi mediante contratto di affitto d azienda ad uso ristorante/pizzeria bar e alloggio del gestore; - che per i locali sopra descritti s intende individuare, tramite procedimento di gara ed evidenza pubblica, un soggetto abilitato ad esercitare le attività di cui sopra, previa stipula di regolare contratto di affitto d azienda; RENDE NOTO che è indetta una gara per il giorno MERCOLEDI 3 GIUGNO 2015 alle ore presso la sala riunioni della Fondazione Antonio Bassi, sita c/o la sala della comunità parrocchiale di Grumolo Pedemonte di Zugliano (VI), innanzi alla Commissione composta dai membri del Consiglio di Amministrazione, per l aggiudicazione del contratto di affitto d azienda per l attività di somministrazione di alimenti e bevande tipologia unica di cui all art. 5 della L.R. n. 29 del e al D.Lgs. 59/2010, da esercitarsi esclusivamente presso l immobile di proprietà della Fondazione Antonio Bassi di cui in premessa, sito a Zugliano in via Chiesa, meglio descritto nella planimetria agli atti. La Villa è dotata di attrezzature cucina ed attrezzature varie per allestimento sale (tavoli e sedie), oltre che dai beni mobili presenti nell alloggio del gestore, così come descritti nell inventario dei beni allegato al presente bando. Art. 1 ENTE AGGIUDICANTE FONDAZIONE ANTONIO BASSI c/o Comune di Zugliano, via Roma n. 69, Zugliano (VI) Tel. 0445/ int. 3 fax 0445/ C.F P.IVA ; sito internet: P.E.C.: Art. 2 OGGETTO La Fondazione Antonio Bassi si pone l obiettivo di individuare un gestore per l immobile di proprietà denominato Villa Bassi con adeguate capacità professionali, la cui offerta sia improntata ad un adeguato standard qualitativo ed ambientale, finalizzato alla valorizzazione delle tipicità eno gastronomiche del territorio ed in armonia con il contesto ambientale. L immobile Villa Bassi è un immobile storico e rappresenta un elemento architettonico di spicco nel contesto paesaggistico di Grumolo Pedemonte e delle Bregonze. 1

2 Il presente bando ha per oggetto la concessione in affitto d azienda per l attività di somministrazione di alimenti e bevande tipologia unica di cui all art. 5 della L.R. n. 29 del , da esercitarsi esclusivamente presso l immobile di proprietà della Fondazione Antonio Bassi denominato Villa Bassi sito in Zugliano, fraz. Grumolo Pedemonte, via Chiesa, con destinazione vincolata all esercizio di tale attività a favore dell aggiudicatario della presente gara, che assume l obbligo di intestazione dell autorizzazione amministrativa per l esercizio, con esplicito divieto di cessione a terzi. La superficie a disposizione per l attività di somministrazione di alimenti e bevande è così composta: 1. locali adibiti all attività: sala bar, n. 4 sale da pranzo, portico, n. 2 cucine attrezzate, servizi igienici, dispensa/cantina per un totale di circa 336 mq.; 2. appartamento ad uso del gestore: n. 1 cucina/soggiorno, n. 1 camera, n. 2 ripostigli, n. 1 bagno, n. 1 corridoio, n. 1 ripostiglio/lavanderia, deposito per un totale di circa 162 mq.. 3. n. 1 garage; di cui alla planimetria allegata 4. area pertinenziale esterna sia pavimentata che a verde; 5. area parcheggio. Fanno altresì parte della concessione gli arredi ed attrezzature presenti nei locali, come elencati nell inventario allegato al presente bando sotto la lettera D) per formarne parte integrante e sostanziale, che potranno essere utilizzati esclusivamente per i fini di cui sopra. Le attrezzature messe a disposizione della Fondazione vengono affidate al concessionario nelle condizioni e nella consistenza in cui si trovano alla data della consegna, come risulterà da apposito verbale che verrà redatto al momento della consegna della stessa. Il concessionario dovrà mantenere annualmente aggiornato il predetto inventario dei beni e delle attrezzature, che sarà allegato al verbale di consegna. La Fondazione Antonio Bassi si riserva la possibilità di far eseguire in qualsiasi momento verifiche e perizie tecniche atte ad accertare il buono stato di manutenzione dei beni mobili e immobili facenti parte della concessione. In caso di rilievi negativi la Fondazione Antonio Bassi potrà effettuare la contestazione al concessionario indicando le mancanze riscontrate e gli interventi da eseguire, assegnando un termine per provvedervi. L autorizzazione amministrativa per lo svolgimento dell attività commerciale di somministrazione di alimenti e bevande, deve essere conseguita ed utilizzata in perfetta sintonia con la relativa notifica sanitaria. Sono a carico del concessionario tutte le spese relative alla gestione dell immobile e dell attività commerciale oggetto del bando e aggiudicate, ivi incluse le utenze e i tributi comunali, gli oneri relativi alla retribuzione del personale, imposte e contributi e oneri assicurativi per danni a terzi, causati dalla conduzione dell attività oggetto di concessione. L immobile e l area esterna costituiranno parte integrante della concessione, nello stato di fatto e di diritto in cui attualmente si trovano, con le servitù attive e passive e non, accessori, pertinenze, coerenze e diritti di qualsiasi sorta. Sarà vietata ogni variazione d uso non espressamente autorizzata dalla Fondazione Antonio Bassi, nonché il subappalto a terzi dei locali, degli arredi e delle attrezzature. Art. 3 CONSEGNA DEFINITIVA E RICONSEGNA DEI LOCALI OGGETTO DELLA CONCESSIONE Le procedure di consegna dei locali avverranno mediante un sopralluogo congiunto fra le parti, funzionale alla verifica dello stato dei luoghi, delle dotazione d arredo e delle attrezzature presenti negli stessi. Al termine del sopralluogo sarà stilato apposito verbale volto a riepilogarne l esito e ad immettere il concessionario nella piena disponibilità dei locali stessi al fine di svolgere il servizio in oggetto. Al verbale di consegna definitivo sarà allegato l elenco puntuale dei beni mobili e delle attrezzature consegnate assieme ai locali (allegato D). Al fine della concessione, per la riconsegna dei locali, verrà seguita identica procedura volta a rilevare lo stato dei luoghi e delle dotazioni. Qualora venissero rilevati danni o carenze alle dotazioni di cui il concessionario aveva il possesso, la Fondazione richiederà al concessionario le riparazioni e/o ripristino a sue spese. Art. 4 DURATA DELLA CONCESSIONE La presente procedura comporterà la stipula del contratto di affitto d azienda, redatto sulla base dello schema di contratto allegato A) al presente bando e del quale forma parte integrante e sostanziale, recante le condizioni che disciplineranno il rapporto di affitto d azienda. 2

3 La durata della concessione è di anni 6 (sei) anni. Alla scadenza dell affitto d azienda il presente contratto potrà essere rinnovato per ulteriori 6 (sei) anni qualora nessuna delle parti abbia comunicato disdetta all altra a mezzo lettera raccomandata o via pec almeno 12 (dodici) mesi prima della scadenza. In caso di mancato rinnovo, il gestore senza pretesa alcuna, dovrà restituire l azienda all affittante non oltre il periodo contrattuale, con consegna delle chiavi, previa verifica dello stato delle unità immobiliari, dei relativi impianti e dell osservanza di ogni altra obbligazione contrattuale, fermo il risarcimento dei danni accertati oltre la normale usura. La concessione decorrerà dalla data della stipula del contratto. Art. 5 CANONE DI CONCESSIONE A BASE DI GARA: Il corrispettivo minimo richiesto per la concessione del servizio in argomento e posto a base di gara è quantificato in 2.500,00= mensili (oltre IVA di legge se dovuta). Saranno ammesse solo offerte esclusivamente in rialzo di detto importo. Per il primo anno dalla data di decorrenza della concessione, per consentire l avviamento dell impresa verrà applicato un canone mensile pari ad 2.000,00= (oltre IVA di legge se dovuta). Art. 6 - REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA Potranno presentare istanza di ammissione alla gara: le persone fisiche, le imprese individuali, le società, le associazioni di imprese e gli organismi collettivi nei limiti stabiliti dalle singole disposizioni statutarie in possesso dei seguenti requisiti indicati nei successimi commi. Nel caso di concorrenti costituiti da imprese riunite o associate la domanda e le dichiarazioni devono essere presentate da ciascun concorrente. Nel caso di consorzi dovrà essere prodotta dichiarazione che indichi per quali consorziati il consorzio concorre e relativamente a questi ultimi opera il divieto di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma. Nel caso di associazione o consorzio non ancora costituiti dovranno essere prodotte le dichiarazioni, rese da ogni concorrente, attestanti a quale concorrente, in caso di aggiudicazione, sarà conferito mandato speciale con rappresentanza o funzioni di capogruppo e la quota di partecipazione al raggruppamento, corrispondente alla percentuale di servizi, indicando la tipologia degli stessi, che verranno eseguiti da ciascun concorrente. Nel caso di associazione o consorzio già costituiti occorre produrre mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza conferita alla mandataria per scrittura privata autenticata, ovvero l atto costitutivo in copia autentica del consorzio. Il soggetto partecipante e per esso il legale rappresentante, dovrà dichiarare, a pena di esclusione, ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 445/2000 e s.m.i., il possesso dei requisiti come di seguito riportati, utilizzando il modello allegato b) al presente bando di gara che ne costituisce parte integrante e sostanziale: A - REQUISITI DI ORDINE GENERALE 1. dati identificativi: (nel caso di persona fisica): nome e cognome, luogo e data di nascita, residenza e codice fiscale; di non essere interdetto, inabilitato o fallito e che a proprio carico non sono in corso procedimenti per la dichiarazione di alcuni di tali stati; (nel caso di persona giuridica): ragione sociale, sede legale, codice fiscale/partita IVA, estremi di iscrizione presso la C.C.I.A.A. ed elementi identificativi dei legali rappresentanti; di non essere in stato di fallimento, liquidazione coatta, di concordato preventivo e di non avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni; 2. di non trovarsi nelle condizioni di esclusione dalla partecipazione alle procedure di affidamento di servizi e di stipulazione dei contratti previste dall art. 38 del D.Lgs. 163/2006 ss.mm.ii.; 3. che nei propri confronti non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all art. 9, comma 2, lett. C) del D.Lgs. 08/06/2001, n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione, compresi i provvedimenti interdettivi di cui all art. 36 bis, comma 1, del D.L. 223/2006 convertito con modificazioni dalla legge 248/2006 e dagli artt. 32/ter e 32/quater del codice penale; 4. che ai sensi dell art. 89 del D.Lgs. 1559/11 nei propri confronti non sussistono le cause di divieto, decadenza o di sospensione di cui all art. 67 del D.Lgs. 159/2011, né altri elementi ostativi come definiti dal codice delle leggi antimafia e misure di prevenzione; 5. essere in regola con le norme di regolarità contributiva (versamento contributi INPS, INAIL) o in alternativa di non essere soggetto a tali disposizioni; 6. di possedere strutture organizzative e funzionali, nonché la consistenza patrimoniale idonei all espletamento dell attività di somministrazione di alimenti e bevande di cui al presente bando; 7. di essere in regola con le norme in materia di avviamento al lavoro dei disabili ai sensi della L. 68/1999 o di non essere soggetto a tali disposizioni; 3

4 8. di non aver reso false dichiarazioni in merito ai requisiti e condizioni rilevanti per concorrere alla gara; 9. di rispettare i Contratti Collettivi Nazionali di lavoro del settore, gli accordi sindacali integrativi e tutti gli adempimenti di legge nei confronti dei lavoratori dipendenti, nonché di rispettare gli obblighi previsti dal D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. per la salute sui luoghi di lavoro; 10. di aver preso visione dei luoghi e del locale oggetto della presente gara; 11. di avere preso piena ed integrale conoscenza e di accettare le norme del presente bando di gara e dello schema di contratto di affitto di azienda allegato al bando di gara e di ritenere la propria offerta che produce congrua; 12. di impegnarsi a mantenere valida l offerta presentata per il periodo di giorni 180 (centottanta) decorrenti dalla data di esperimento della gara; Nella domanda dovrà inoltre essere specificato: 13. l autorizzazione all invio delle comunicazioni relative alla presente procedura all indirizzo di posta elettronica certificata o al numero di fax indicato nel modulo di domanda. A tal fine, si precisa che questo ente procederà all invio delle comunicazioni esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata (PEC) o in mancanza a mezzo fax. B - REQUISITI SPECIFICI PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE 14. di non essere stato dichiarato delinquente abituale, professionale, ovvero di avere ottenuto la riabilitazione; 15. di non aver riportato una condanna, con sentenza passata in giudicato, per delitto non colposo, per il quale è prevista una pena detentiva non inferiore al minimo di tre anni, ovvero che pur avendo riportato tale condanna, non è stata applicata una pena superiore al minimo edittale; 16. di non aver riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna a pena detentiva per uno dei delitti di cui al libri II, Titolo VIII, capo II del codice penale, ovvero per ricettazione, riciclaggio, insolvenza fraudolenta, bancarotta fraudolenta, usura, delitti contro la persona commessi con violenza, estorsione; 17. di non aver riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna per reati contro l igiene e la sanità pubblica, compresi i delitti di cui al libro II, Titolo VI, capo II del codice penale; 18. di non avere riportato, con sentenza passata in giudicato, due o più condanne, nel quinquennio precedente all inizio dell esercizio dell attività, per delitti di frode nella preparazione e nel commercio degli alimenti previsti da leggi speciali; 18. di essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti professionali: a) aver frequentato, con esito positivo, un corso professionale per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti, istituito o riconosciuto dalle regioni o dalle province autonome di Trento e Bolzano; b) avere, per almeno due anni, anche non continuativi, nel quinquennio precedente, esercitato in proprio attività d impresa nel settore alimentare o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande o avere prestato la propria opera presso tali imprese, in qualità di dipendente qualificato addetto alla vendita o alla somministrazione o alla preparazione degli alimenti, o in qualità di socio lavoratore o in altre posizioni equivalenti o, se trattasi di coniuge, parente o affine, entro il terzo grado, dell imprenditore, in qualità di coadiutore familiare, comprovata dalla iscrizione all istituto nazionale per la previdenza sociale; c) essere in possesso di diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola ad indirizzo professionale, almeno triennale, purché nel corso di studi siano previste materie attinenti al commercio, alla preparazione o alla somministrazione di alimenti; In caso di società, associazioni od organismi collettivi i requisiti soggettivi di cui al punto B (dal 15 al 21) devono essere posseduti dal legale rappresentante, ovvero, in alternativa,dall eventuale persona preposta all attività commerciale, che a tal fine dovranno dichiarare il possesso dei requisiti personalmente come da modello allegato B1) al presente bando. Art. 7 - CRITERI DI AGGIUDICAZIONE L aggiudicazione sarà disposta a favore del concorrente che avrà formulato l offerta economicamente più vantaggiosa, individuata tramite il conseguimento del punteggio complessivo più alto (massimo 100 punti) secondo i seguenti criteri: A) Offerta gestionale: fino ad un massimo di punti 30. Proposta operativa relativa alla tipologia di ristorazione che s intende adottare. Saranno oggetto della miglior valutazione la qualità e la diversificazione della proposta eno-gastronomica. B) Curriculum professionale: fino ad un massimo di punti 40. Saranno oggetto di valutazione l organizzazione e capacità tecnica, valutata sulla base delle precedenti attività svolte nel campo della ristorazione attinenti a quella oggetto del presente avviso e le qualificazioni professionali, valutate sulla base di attestati posseduti inerente l attività oggetto del presente bando. 4

5 Per quanto attiene al curriculum professionale, per ogni dichiarazione resa in merito a qualificazioni certificate, le stesse dovranno essere esibite dall aggiudicatario assieme alla domanda. C) Offerta economica: canone mensile di concessione: fino ad un massimo di punti 30. Sarà attribuito il punteggio massimo (30 punti) al canone mensile più alto. I successivi punteggi saranno assegnati secondo la seguente formula: PUNTEGGIO = 30 X canone mensile singola offerta canone mensile maggiore A pena di esclusione, sono ammesse unicamente offerte in aumento. L offerta economica dovrà essere presentata esclusivamente in base al modello allegato C) al presente bando. Non saranno ammesse alla gara offerte parziali, indeterminate ovvero condizionate, ovvero che rechino cancellature o abrasioni o che non siano espressamente sottoscritte dal concorrente. In caso di discordanza tra l offerta economica espressa in cifre e quella espressa in lettere, sarà ritenuta valida quella più vantaggiosa per l Amministrazione, ai sensi dell art. 72 del R.D. n. 827/1924. Si procederà all aggiudicazione anche nel caso sia pervenuta una sola offerta valida. Art. 8 - GARANZIA La ditta aggiudicataria del contratto dovrà presentare, prima della stipula del contratto, una garanzia definitiva pari ad ,00=, a garanzia dell assolvimento di ogni obbligazioni contrattuale, del puntuale pagamento del canone ed oneri accessori e risarcimento dei danni tutti. La garanzia definitiva potrà essere stipulata con una delle seguenti modalità: - fidejussione bancaria; - ricevuta del versamento effettuato presso la Tesoreria Comunale UNICREDIT S.P.A. (codice IBAN IT11Q ) Agenzia di Thiene via Chilesotti, indicante la seguente causale garanzia definitiva per l aggiudicazione del contratto di affitto di azienda Villa Bassi. La fidejussione bancaria dovrà riportare espressamente l'indicazione di tutte le clausole di seguito indicate: - espressa rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale ex art. 1944, comma 2 C.C.; - l'assunzione dell'impegno incondizionato da parte del soggetto fideiussore a versare l'importo della cauzione su semplice richiesta della Fondazione, senza possibilità di opporre eccezioni di sorta, ed entro 15 giorni dalla richiesta stessa; - rinuncia del fideiussore ad avvalersi dei termini di cui all'art C.c.; - indicazione quale foro esclusivo per ogni controversia dovesse insorgere nei confronti della Fondazione, dell'autorità giudiziaria in cui ha sede l'ente garantito. Non saranno ammesse fidejussioni bancarie che contengano clausole attraverso le quali vengano posti oneri di qualsiasi tipo a carico della Fondazione. La mancata costituzione della garanzia definitiva determinerà la decadenza dell offerente dall aggiudicazione. La suddetta garanzia, vincolata per tutta la durata del contratto, sarà a garanzia dell esatto adempimento degli obblighi derivanti dal contratto, del puntuale pagamento dei canoni e dell eventuale risarcimento dei danni. Resta salvo per la Fondazione l esperimento di ogni altra azione nel caso in cui la cauzione risultasse insufficiente. Art. 9 POLIZZE ASSICURATIVE L aggiudicatario si assume in proprio ogni responsabilità per infortunio o danni eventualmente arrecati a terzi, persone e/o cose, nell espletamento del servizio, ed in particolare agli utenti fruitori del servizio, oltre che alla Fondazione e ai dipendenti dell impresa concessionaria che operano presso i locali, nonché ogni altra persona presente occasionalmente presso tale struttura, ovvero in dipendenza di omissioni, negligenze o altre inadempienze relative all esecuzione delle prestazioni contrattuali ad esso riferibili, anche se eseguite da parte di terzi. Per tutta la durata del contratto l aggiudicatario si assumerà la responsabilità esclusiva per la custodia dei locali, delle attrezzature e di tutti i beni affidati al medesimo per l esecuzione del contratto, liberando la Fondazione, proprietaria dei suddetti beni da qualsiasi onere o responsabilità. L aggiudicatario dovrà presentare, entro la data di sottoscrizione del contratto di affitto d azienda, copia della polizza assicurativa RCD (comprensiva della sezione RCT ed RCO) stipulata presso una primaria compagnia assicurativa, con un massimale per sinistro e per anno non inferiore ad ,00= e dovrà, per tutto il periodo contrattuale, presentare copia della quietanza dell avvenuto pagamento del premio. L aggiudicatario dovrà presentare altresì, entro la data di sottoscrizione del contratto di affitto d azienda, copia della polizza assicurativa Incendio a garanzia di tutto il bene dato in locazione e tutte le garanzie accessorie (esplosione, scoppio, fumo, eventi atmosferici, danni da acqua, rottura tubazioni, atti vandalici, ecc.) sia del fabbricato che del contenuto, stipulata presso una primaria compagnia assicurativa, con un massimale per sinistro e per anno non inferiore ad ,00= e dovrà, per tutto il periodo contrattuale, presentare copia della quietanza dell avvenuto pagamento del premio. 5

6 La mancata attivazione delle polizze assicurative entro il termine sopraindicato determinerà la decadenza dell offerente dall aggiudicazione del contratto. Art MODALITA DI PARTECIPAZIONE Per partecipare alla gara i soggetti interessati dovranno far pervenire, entro e non oltre il termine perentorio delle ore 12:00 del giorno di MERCOLEDI 3 GIUGNO 2015 al seguente indirizzo: FONDAZIONE ANTONIO BASSI C/O COMUNE DI ZUGLIANO - Via Roma Zugliano (VI), un plico chiuso, idoneamente controfirmato e sigillato sui lembi di chiusura, riportante i dati del mittente e del destinatario e recante la scritta GARA DEL GIORNO DI MERCOLEDI 3 GIUGNO 2015 ORE 20.30: NON APRIRE BANDO DI GARA PER LA CONCESSIONE IN AFFITTO DELL AZIENDA COMMERCIALE DENOMINATA VILLA BASSI AD USO RISTORANTE/PIZZERIA BAR E ALLOGGIO DEL GESTORE A GRUMOLO PEDEMONTE DI ZUGLIANO. Il plico potrà essere consegnato a mezzo del servizio postale, mediante servizi privati di recapito postale oppure mediante recapito a mano al Segretario della Fondazione Sig.ra Ballardin Marialuisa c/o Ufficio Ragioneria/Tributi del Comune di Zugliano. Per la verifica del termine di arrivo farà fede il timbro apposto dal Segretario della Fondazione. Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente. Trascorso il termine indicato nel presente articolo non viene riconosciuta valida alcuna offerta ancorché sostitutiva o integrativa di quella presentata. Il recapito del piego rimane ad esclusivo rischio del mittente, ove per qualsiasi motivo lo stesso non giunga a destinazione in tempo utile. Non si darà corso all apertura del plico che non risulti pervenuto entro la scadenza sopra precisata o sul quale non sia apposto il mittente, la scritta relativa alla specificazione dell oggetto della gara, non sia sigillato e/o non sia controfirmato sui lembi di chiusura. La presentazione della domanda comporta, da parte del richiedente, la conoscenza e l accettazione di tutto quanto indicato nel presente avviso e relativi allegati. Il plico dovrà contenere, a pena di esclusione, le seguenti tre buste: BUSTA A) La busta A) debitamente sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, recante esternamente il nominativo del mittente e la dicitura DOCUMENTAZIONE DI GARA dovrà contenere, a pena di esclusione, quanto segue: 1. Istanza di partecipazione in marca da bollo da 16,00 con dichiarazione sostitutiva di certificazione, resa ai sensi dell art. 46 del D.P.R. 445/00, sottoscritta dal partecipante, redatta esclusivamente secondo il modello allegato B al presente bando, relativa ai requisiti di partecipazione alla gara e completa di copia fotostatica, non autenticata, di documento di identità del sottoscrittore in corso di validità. E fatta salva la facoltà di includere all interno della busta direttamente le certificazioni rilasciate dagli enti competenti. Qualora l istanza non sia presentata da persona fisica, la stessa dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante, procuratore con poteri di firma o comunque persona abilitata ad impegnare il concorrente. In caso di domanda presentata dal procuratore, dovrà essere presentata procura in originale o copia conforme. In caso di società, associazioni od organismi collettivi, il legale rappresentante, o la persona preposta all attività commerciale, nonché tutti i soggetti individuati dall art. 2, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 3 giugno 1998, n. 252 (Regolamento recante norme per la semplificazione dei procedimenti relativi al rilascio delle comunicazioni e delle informazioni antimafia), dovranno dichiarare il possesso dei requisiti personalmente come da modello allegato B1) al presente bando. BUSTA B) La busta B), debitamente sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, recante esternamente il nominativo del mittente e la dicitura OFFERTA TECNICA dovrà contenere, a pena di esclusione, la seguente documentazione: 1. Offerta gestionale: proposta operativa relativa alla tipologia di ristorazione che s intende adottare, secondo quanto stabilito al precedente all art. 7A) CRITERI DI AGGIUDICAZIONE del presente bando, sottoscritta dal partecipante (qualora l istanza sia presentata da una persona fisica), dal titolare della ditta concorrente o legale rappresentante nell ipotesi di società; 2. Curriculum professionale sottoscritto dal partecipante (qualora l istanza sia presentata da una persona fisica), dal titolare e/o legale rappresentante nell ipotesi di società; BUSTA C) La busta C), debitamente sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, recante esternamente il nominativo del mittente e la dicitura OFFERTA ECONOMICA dovrà contenere, a pena di esclusione, l offerta economica. L offerta economica, in bollo da 16,00 dovrà essere redatta come da modello allegato C) dovrà contenere l indicazione in cifre ed in lettere dell ammontare del canone mensile dell affitto d azienda, al netto dell I.V.A., che il concorrente s impegna a corrispondere, precisando che in caso di discordanza tra l offerta economica espressa in cifre e quella espressa in lettere, sarà ritenuta valida quella più vantaggiosa per l Amministrazione. All interno della busta non dovrà essere inserito nessun altro documento. 6

7 A pena di esclusione, qualora la documentazione o l offerta rechino la firma di persona diversa dal partecipante (qualora l istanza sia presentata da una persona fisica) o dal legale rappresentante, dovrà essere allegato l atto giustificativo dei poteri del sottoscrittore (procura speciale in originale o copia autentica). L offerta economica e l offerta progettuale diventano vincolanti per il partecipante all atto della loro presentazione. A pena di esclusione, in caso di raggruppamento temporaneo di più soggetti, l offerta economica, quella progettuale ed il curriculum, nonché tutte le dichiarazioni contenute nella busta A), dovranno essere sottoscritti congiuntamente da tutti i componenti del raggruppamento. La mancata presentazione e allegazione dei documenti di gara e di ognuna delle dichiarazioni di cui al presente bando determina l esclusione dalla gara; parimenti, determina l esclusione dalla gara il fatto che la domanda di partecipazione, l offerta tecnica e/o l offerta economica non siano contenute nell apposita busta interna, e queste ultime e il plico che le contiene non siano debitamente sigillati e/o controfirmati sui lembi di chiusura e/o non rechino le scritte sopra indicate. Non sono ammesse alla gara offerte indeterminate ovvero condizionate o espresse in modo indeterminato ovvero che rechino cancellature od abrasioni che non siano espressamente approvate e siglate dal partecipante (qualora l istanza sia presentata da una persona fisica) o dal legale rappresentante. Non sono ammesse offerte in ribasso. Non sono altresì ammesse offerte in variante. Art VALUTAZIONE DELLE OFFERTE La valutazione delle offerte sarà effettuata da apposita Commissione composta dai membri del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Antonio Bassi. Si procederà in seduta pubblica all apertura e verifica delle buste A) e alla comunicazione dei nominativi delle imprese concorrenti ammesse alla fase successive della gara. Si procederà quindi all apertura e verifica delle buste B) e alla lettura dei contenuti. Di seguito la commissione procederà, in seduta segreta, alla valutazione delle specifiche tecniche contenute nelle buste B), in rapporto a quanto richiesto nel bando. La fase di analisi delle offerte tecniche potrà svolgersi, ove ciò si rendesse necessario, anche in più sedute al fine di permettere un accurata valutazione delle offerte presentate. Successivamente, in seduta pubblica, la Commissione renderà noti i punteggi attribuiti alle singole offerte tecniche, e procederà all apertura e verifica delle buste C) per la valutazione delle offerte economiche e alla formazione della graduatoria per la determinazione dell offerta economicamente più vantaggiosa. La concessione verrà aggiudicata a favore dell offerta economicamente più vantaggiosa e cioè quella che otterrà il miglior punteggio assegnato dalla commissione giudicatrice secondo i parametri previsti all art. 7 criteri di aggiudicazione. L aggiudicazione provvisoria sarà disposta nei confronti del concorrente che avrà conseguito il punteggio più alto. A parità di punteggio, la concessione viene affidata al concorrente che ha offerto il canone più elevato. In caso di ulteriore parità, l affidamento avviene tramite sorteggio. L aggiudicazione è immediatamente vincolante per l offerente mentre per la Fondazione Antonio Bassi lo diverrà successivamente alla sottoscrizione del contratto. Si procederà all aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida. Art. 12 DISPOSIZIONI FINALI Il responsabile del procedimento avrà la facoltà insindacabile di non dar luogo alla gara stessa o di prorogarne la data, dandone comunicazione ai concorrenti, senza che gli stessi possano avanzare alcuna pretesa al riguardo. Nel caso di eccessivo protrarsi della gara dalla data di inizio della stessa, il Responsabile del procedimento avrà facoltà di sospenderla e di rinviare la prosecuzione al primo giorno successivo non festivo, ad ora da stabilirsi. Ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 tutte le dichiarazioni di cui al presente bando dovranno essere sottoscritte e corredate, a pena di esclusione, di copia fotostatica di documento di identità del sottoscrittore in corso di validità. Ai sensi degli artt. 43 e 71 del D.P.R. 445/2000 è facoltà dell amministrazione procedere d ufficio alla verifica delle dichiarazioni rese in sede di gara. In ogni caso si provvederà alla verifica delle dichiarazioni rese dal soggetto che risulterà aggiudicatario della gara. La documentazione e le dichiarazioni non in regola con l imposta di bollo non comportano esclusione dalla gara. L Amministrazione procederà all inoltro della denuncia al competente Ufficio del registro per la regolarizzazione a norma dell art. 19 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642 come sostituito dall art. 16 del D.P.R. 30 dicembre 1982, n Per tutto quanto non previsto nel presente bando, si rinvia alle norme contenute nello schema di contratto allegato a) nonché alle vigenti norme di legge e di regolamenti in materia, nonché a tutte le disposizioni legislative del settore in vigore. Le spese per la stesura e la registrazione del contratto di affitto d azienda saranno sostenute dall affittuario. Il gestore consentirà la visita alla Villa da parte di eventuali interessati. Ogni eventuale onere derivante dalla visita è posto a suo carico, esonerando la Fondazione Bassi da ogni responsabilità per eventuali danni che dovessero verificarsi a persone o cose durante l orario di visita predetto. 7

8 Il gestore consentirà altresì, previo accordo con la Fondazione, la messa a disposizione della Villa per serate culturali organizzate dalla Fondazione Antonio Bassi. Art ATTIVAZIONE DELL ESERCIZIO L aggiudicatario dovrà espletare tutte le procedure richieste al fine di ottenere dalle competenti strutture i titoli autorizzativi necessari per lo svolgimento dell attività di somministrazione di alimenti e bevande ai sensi della normativa vigente anche subentrando alle autorizzazioni soprarichiamate ove ricorrano i presupposti. Per l esercizio dell attività sono richiesti i requisiti specifici previsti dalla normativa di settore vigente tempo per tempo. L autorizzazione vincolerà il soggetto aggiudicatario all esercizio dell attività esclusivamente all interno dell immobile Villa Bassi. Detta autorizzazione non sarà trasferibile in altra sede né a soggetto diverso da quello individuato con la presente procedura, a pena di revoca dell autorizzazione, risoluzione del contratto ed escussione della cauzione definitiva. Art INFORMAZIONI Responsabile del procedimento: il responsabile del procedimento è il Presidente della Fondazione Antonio Bassi Sig.ra Illesi Maria Luigia Documentazione di gara: il presente bando di gara ed i rispettivi allegati, potranno essere visionati e scaricati sul sito internet della Fondazione all indirizzo Per eventuali informazioni relativamente al presente bando di gara è possibile contattare il segretario della Fondazione sig.ra Ballardin - cell. 388/ Art TRATTAMENTO DATI Tutti i dati personali forniti dai concorrenti, obbligatori per le finalità connesse alla gara e per l eventuale successiva stipula e gestione del contratto, saranno trattati dall Ente appaltante conformemente alle disposizioni del D.Lgs. 196/2003 e s.m.i.. Le imprese concorrenti e gli interessati hanno facoltà di esercitare i diritti previsti dal decreto stesso. Zugliano, IL PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE ANTONIO BASSI F.to Illesi Maria Luigia ALLEGATI: A) SCHEMA DI CONTRATTO B) MODULO ISTANZA DI PARTECIPAZIONE - B1) MODULO PER DICHIARAZIONE DEI SOCI C) MODULO PER OFFERTA ECONOMICA D) INVENTARIO E) PLANIMETRIA DEI LOCALI 8

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

C:\DOCUME~1\ascanim\IMPOST~1\Temp\Domino Web Access\34\schema SCIA pe.doc Pagina 1 di 34

C:\DOCUME~1\ascanim\IMPOST~1\Temp\Domino Web Access\34\schema SCIA pe.doc Pagina 1 di 34 TIMBRO PROTOCOLLO MODULO DI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE (SUBINGRESSO NUOVA APERTURA (di cui art. 4 comma 5^ L.R. 14/2003) - CESSAZIONE VARIAZIONI

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio SPACCI INTERNI COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio SPACCI INTERNI COMUNICAZIONE MOD.COM 4 SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO MUNICIPIO.. Via - 00..Roma Forme speciali di vendita al dettaglio SPACCI INTERNI COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 16 e 26

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA Art. 1 - Oggetto Il presente disciplinare di gara ha per oggetto le norme di partecipazione alla successiva gara,

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO)

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) Al Comune di BRUINO SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) OGGETTO: SCIA di subingresso nell'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche ai sensi dell art. 28, comma 12, del D.Lgs. n. 114/1998

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO ESERCIZIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di *

COMMERCIO AL DETTAGLIO ESERCIZIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di * Regione Campania Modello 1A copia per il Comune COMMERCIO AL DETTAGLIO ESERCIZIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di * Ai sensi della legge regionale della Campania 1/2014,

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 47 del 31-03-2011

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 47 del 31-03-2011 9234 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 47 del 31-03-2011 mod. Com 6 REGIONE PUGLIA Forme speciali di vendita al dettaglio - SPACCI INTERNI SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' COMPILARE

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE. Ai sensi della L.R. 11/03 e Regolamento Regionale n.3/2011 il sottoscritto

VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE. Ai sensi della L.R. 11/03 e Regolamento Regionale n.3/2011 il sottoscritto mod. Com 8 REGIONE PUGLIA Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' COMPILARE A STAMPATELLO

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

C O M U N E D I M O D I C A

C O M U N E D I M O D I C A C O M U N E D I M O D I C A XI SETTORE Sezione 1 a - Manutenzione Strade e Illuminazione BANDO DI GARA Ai fini del presente bando-disciplinare si intende per: - CODICE : il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare COMUNE DI BARLETTA CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA N. 1/2009 Il Comune di Barletta, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno)

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno) COMUNE DI FORCE PROT. N. 5794 del 15 dicembre 2014 (Provincia Ascoli Piceno) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE - AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 163/2006 - DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

ART. 1 Ente appaltante

ART. 1 Ente appaltante La Scuola è sede di progetti Istituto Omnicomprensivo Statale San Demetrio Corone (CS) Dirigenza ed Uffici Amministrativi Via Dante Alighieri, n. 146 87069 San Demetrio Corone (CS) Tel. +39 0984 956086

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale Da riportare su carta intestata Mod. 1 sez A Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ENTI DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO 14 PER

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI BANDO PER LA VENDITA DI TERRENI CON PATTO DI RISERVATO DOMINIO A FAVORE DI GIOVANI LAUREATI (Determinazione del Direttore Generale n. 642 del 06/12/2012) Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI 1. L Istituto

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA Mod. PRES 1. PRESENTAZIONE DELL OFFERTA Per la pubblica gara avente ad oggetto Procedura aperta per l affidamento del servizio di assistenza ad personam Periodo

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in MODELLO PER PERSONE FISICHE ACI SERVIZIO PATRIMONIO E APPROVVIGIONAMENTI Coordinamento e Controllo Gestione Immobili Via Marsala 8 00185 - Roma OFFERTA A TRATTATIVA PRIVATA Oggetto: Offerta per l'acquisto

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990)

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990) Scia/82 ¹ Segnalazione certificata di inizio dell attività pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione (Legge n. 82 del 25/1/94) La/il sottoscritta/o nata/o a (Prov. ) il in

Dettagli