Del. 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica e per il GAS

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Del. 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica e per il GAS"

Transcript

1 Del. 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica e per il GAS Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas Compilazione dei documenti previsti

2 La Del. 40/04 dell AEEG Le FINALITA L Autorità per l Energia Elettrica e per il Gas ha emesso un REGOLAMENTO a salvaguardia della PUBBLICA INCOLUMITA imponendo a TUTTI i DISTRIBUTORI di gas di procedere all accertamento ai fini della sicurezza di nuovi documenti con modalità e tempi diversi: Progressivamente, a partire dall 1/10/2004, gli accertamenti devono precedere le fasi di attivazione dei nuovi allacci alla rete gas. Dall 1/04/2008 gli accertamenti riguarderanno gli impianti già allacciati e che vengono riattivati dopo la chiusura del contatore o che vengono modificati dagli utenti. Solo a partire dal 1/10/2006 gli accertamenti riguarderanno gli impianti esistenti con percentuali a crescere negli anni. La prima fase I nuovi impianti I nuovi MODELLI predisposti dall Autorità per l Energia e per il GAS sono reperibili sui siti internet. I modelli devono essere scelti in relazione alla tipologia dell impianto: per i normali utilizzi di tipo civile si devono compilare i modelli A e B (*), validi fino al 31/03/2007 e successivamente sostituiti dai modelli H e I Il modello A deve essere redatto dal cliente. Il modello B dall installatore e dev essere corredato dagli allegati già previsti per la Dichiarazione di Conformità ai sensi della L. 46/90 La delibera 40/04 ha introdotto un ciclo di controllo sui NUOVI impianti utenza postcontatore, che consente agli INSTALLATORI di eseguire correttamente le prove di TENUTA e FUNZIONALI sugli impianti: Il CLIENTE richiede un nuovo allaccio e consegna i Modelli (A e B oppure CeD)correttamente compilati, firmati e completi dei relativi allegati; Il DISTRIBUTORE, tramite PERSONALE QUALIFICATO o PROFESSIONISTI ESTERNI, accerta la documentazione prodotta dal cliente e dal suo installatore; Se l esito è negativo: procede alla notifica degli esiti nei confronti del CLIENTE; Se l esito è positivo: procede all attivazione della fornitura del gas in via transitoria ; L INSTALLATORE esegue la PROVA di TENUTA e le PROVE FUNZIONALI sull impianto e compila la DICHIARAZIONE di CONFORMITA (solo primo foglio); il CLIENTE consegna la Dichiarazione di Conformità al DISTRIBUTORE (entro 30 giorni dalla fornitura provvisoria); Il DISTRIBUTORE sospende il gas qualora non pervenga la corretta documentazione; (*) Per gli impianti non soggetti alla Legge 46/90 in sostituzione dei moduli A e B devono essere compilati i Moduli C e D. Tutti gli impianti di tipo civile sono soggetti alla Legge 46/90. Se avete dei dubbi seguite la seguente tabella o fatevi guidare da un professionista. Ambiti di applicazione Modelli AeB Unità immobiliari o parte di esse ad uso CIVILE adibite a: uso abitativo; conventi o simili; studi professionali; sedi di persone giuridiche e private; sedi di associazioni e circoli. Modelli CeD Unità immobiliari ad uso NON CIVILE: uffici; edifici destinati a pubbliche finalità (pubblici e privati); attività scolastiche; edifici di culto; società, attività commerciali; banche; depositi; produzione di beni e servizi; attività industriali, attività agricole; luoghi di cura.

3 I concetti generali Cos è un accertamento L Autorità per l Energia Elettrica e per il Gas ha definito un ACCERTAMENTO come: l'insieme delle attività dirette ad accertare in via esclusivamente documentale che l'impianto di utenza sia stato eseguito e sia mantenuto in stato di sicuro funzionamento nei riguardi della pubblica incolumità; L'accertamento è effettuato dall'accertatore esclusivamente su una delle seguenti documentazioni, in alternativa tra di loro, e secondo quanto previsto dalla delibera AEEG 40/04: richiesta ed attestazione di cui agli allegati A e B, complete di tutti gli allegati; richiesta ed attestazione di cui agli allegati C e D, complete di tutti gli allegati; Copia della dichiarazione di conformità di cui alla legge 5 marzo 1990, n. 46 ; L accertamento La metodologia La metodologia di accertamento deve garantire che la documentazione presentata corrisponda a dei requisiti minimi per cui l'accertatore possa sia procedere alle verifiche di conformità alla legislazione vigente dei documenti stessi e dei loro allegati, sia individuare i requisiti di " sicuro funzionamento ai fini della pubblica incolumità" e la conformità alle norme tecniche emesse dall'uni e dal CEI applicabili al singolo caso. La metodologia utilizzata presuppone di scomporre l'attività di accertamento documentale in tre FASI LOGICHE (Controlli: FORMALE; TECNICO; NORMATIVO) composte a loro volta da singoli controlli analitici. E ESSENZIALE che la documentazione prodotta corrisponda ai contenuti minimi per garantire all accertatore di comprendere la corretta esecuzione degli impianti: i Modelli (A e B oppureced)devono essere correttamente compilati, firmati e completi dei relativi allegati; tra gli allegati dei Mod.AeBdevono SEMPRE essere prodotti: il CERTIFICATO CAMERALE; lo SCHEMA dell impianto; la RELAZIONE sui MATERIALI UTILIZZATI; i RIFERIMENTI a precedenti Dichiarazioni di Conformità (es. Canne fumarie); i PROGETTI quando obbligatori (per potenze superiori ai 35 KW e firmati dal professionista; se superiori ai 116 KW con il visto dei VVFF per la pratica di prevenzione incendi) la DICHIARAZIONE di CONFORMITA (primo foglio), che deve essere compilata SOLO DOPO aver eseguito la PROVA di TENUTA e le PROVE FUNZIONALI sull impianto; E BUONA REGOLA SEGUIRE LE INDICAZIONI DEL C.I.G. ( COMITATO ITALIANO GAS) per la REDAZIONE degli ALLEGATI ed in particolare per LA RELAZIONE dei MATERIALI e per lo SCHEMA dell IMPIANTO. Quali CONTENUTI MINIMI degli allegati ai Modelli B e D devono essere previste le descrizioni di: TUBAZIONI del GAS e loro POSIZIONE (percorso e posa); tutti gli APPARECCHI installati o installabili (cioè con predisposizione effettuata); SCARICO dei FUMI (in canna fumaria; all esterno; in canna fumaria multipla, ecc.); AREAZIONE dei LOCALI (dove sono installati apparecchi di tipo B o cucine); ogni altra indicazione ritenuta utile per la comprensione della tipologia o della realizzazione dell impianto.

4 La compilazione dei modelli Il Modello A Il modello A è compilato dal CLIENTE FINALE

5 La compilazione dei modelli Il Modello B Il modello B deve essere compilato dall INSTALLATORE (7)

6 Una particolare attenzione Le note al modello B Le note al modello B sono importanti Un flash sul servizio

7 La compilazione dei modelli Il Modello C Il modello C per gli impianti NON soggetti alla Legge 46/90

8 La compilazione dei modelli Il Modello D Il modello D deve essere compilato dall INSTALLATORE

9 Una particolare attenzione Le note al modello D Le note al modello D chiariscono le modalità di compilazione

10 Gli allegati In accordo con le guide C.I.G. Le guide del C.I.G. suddividono gli allegati in sezioni e quadri Il Certificato Camerale di riconoscimento dei requisiti ai sensi della L. 46/90: per gli impianti a servizio di porzioni di edificio di tipo civile (modello B) va SEMPRE citato e sempre ALLEGATO. La SEZIONE I Riferimenti inerenti alla documentazione La sezione I è composta da tre distinti quadri raggruppati sotto un unico titolo: il QUADRO A: dove devono essere riportati i riferimenti della dichiarazione stessa e quelli degli eventuali progetti esistenti (progetto per l impianto del gas per potenzialità complessive superiori ai 34,8 KW; progetto della canna fumaria se collettiva o convogliante apparecchi di potenzialità singola superiore ai 34,8 KW; progetto di prevenzione incendi per impianti termici di potenzialità superiore ai 116 KW o altre attività soggette a vigilanza dei V.V.F.F). il QUADRO B: dove devono essere riportati i riferimenti ad eventuali Dichiarazioni di Conformità precedenti (esempio canna fumaria già realizzata); il QUADRO C: dove vanno indicati (se esistenti) i riferimenti ad alcuni importanti documenti ma che non sempre accompagnano la Dichiarazione.

11 Gli allegati In accordo con le guide C.I.G. La SEZIONE II Relazione schematica Il quadro A della sezione II: la RELAZIONE SCHEMATICA Il QUADRO A della SEZ II è suddiviso in tre distinti scenari. Nel primo ( scenario A) sono identificate le tipologie di intervento possibili (segnalare Nuovo impianto gas per un impianto mai allacciato alla rete di distribuzione). Il secondo scenario ( scenario B) riguarda gli elementi interessati dall intervento: occorre segnalare la potenza anche degli apparecchi per i quali è stato anche solo predisposto l allaccio (es. apparecchio di cottura non installato). La POTENZA COMPLESSIVA deve essere la somma delle potenze degli apparecchi installati ed installabili. Nel terzo scenario ( scenario C) viene indicata la competenza del dimensionamento dell impianto gas distinguendo tra quella di un professionista (conformità ad un progetto) e quella dell installatore (impianti di potenzialità complessiva inferiore ai 34,8 KW).

12 Gli allegati In accordo con le guide C.I.G. Il quadro B della sezione II: lo SCHEMA di IMPIANTO Il QUADRO B della SEZ II è la rappresentazione SCHEMATICA dell'intervento, dove l'intervento descritto nel quadro A della stessa sezione viene rappresentato sotto forma di disegno. L utilizzo di simbologia standard facilita la lettura dei singoli elementi. I riferimenti che sono indicati nello schema devono essere analoghi a quelli riportati nei quadri descrittivi successivi. Lo SCHEMA dell IMPIANTO assonometrico. può essere di diversa tipologia: planimetrico, tipologico, Tutti i tipi di schemi possono essere considerati corretti. In quelli planimetrici occorre riportare un particolare per le parti che in pianta non sono rappresentabili. Lo schema tipologico rappresenta l impianto senza riportare le geometrie e le distanze in scala e può essere riutilizzato per installazioni similari. Lo schema assonometrico è il più completo ma necessita di una rappresentazione sufficientemente precisa che difficilmente può essere eseguita a mano libera.

13 Gli allegati In accordo con le guide C.I.G. Esempio di SCHEMA di IMPIANTO L ESEMPIO è la rappresentazione TIPOLOGICA di un tipico impianto di tipo civile dove sono presenti: tre componenti principali: F1 apparecchio di cottura, F2 scaldabagno, F3 radiatore a gas; una presa d aria G1; tubazioni e raccordi gas: Ae B numerati progressivamente; valvole e rubinetti: C numerati progressivamente; canali da fumo di: scaldabagno H1, cappa H2, radiatore a gas H3; un flessibile di allaccio dell apparecchio di cottura E1. L identificazione progressiva (lettera e numero) dev essere riportata nei riferimenti dei successivi quadri descrittivi della SEZIONE III.

14 Gli allegati In accordo con le guide C.I.G. La SEZIONE III Tipologia dei prodotti e dei materiali impiegati Ia compilazione degli altri quadri analitici: prodotti e materiali Il QUADRO A della SEZ III riguarda le APPARECCHIATURE installate, che devono essere descritte e caratterizzate in relazione ai locali dove sono installate, al tipo ( A, B, C con riferimento alla classificazione della norma UNI-CIG 7129 e del DM 12/4/96), modello e marca, portata termica, tipo di collegamento e tipo di scarico dei fumi. Per gli apparecchi di cottura e per quelli di tipologia B (camera aperta) occorre anche definire le caratteristiche delle aperture di ventilazione. Il QUADRO B della SEZ III riguarda i singoli materiali utilizzati nell'impianto (tubi, raccordi, canali fumo, ecc.) che devono essere identificati con i riferimenti riportati nello schema (A1; A2; B1; ecc.), l'ubicazione, il materiale, le caratteristiche geometriche (dimensioni e quantità/lunghezza), la tipologia di installazione (a vista; sottotraccia; ecc.) ed eventuali attestati o normative specifiche di prodotto. Qualora la tipologia dei materiali sia ricompresa nella norma di riferimento generale dichiarata in capo al quadro (es. UNI-CIG 7129) non risulta necessario indicare le singole norme di prodotto, che invece vanno indicate se il materiale non è coperto dalla norma generale suddetta. Questo elenco può sostituire lo schema di impianto (quadro B della sezione II), ma normalmente ne integra le indicazioni. In questa maniera la descrizione ed identificazione dell'impianto può considerarsi completa e corretta senza la necessità di inserire disegni planimetrici (che possono comunque essere allegati).

15 Gli allegati In accordo con la guida CIG La SEZIONE IV Verifica della tenuta/collaudo Ia compilazione degli altri quadri analitici: le verifiche finali La sezione riguarda le PROVE DI SICUREZZA necessarie PRIMA della messa in gas dell'impianto, ed in particolare le prove di tenuta delle tubazioni e quella della canna fumaria (se adeguata nello stesso intervento). La sezione ha degli appositi spazi per la firma da parte del RESPONSABILE TECNICO dell'impresa che realizza l'intervento e per il COMMITTENTE dello stesso, entrambi devono essere chiaramente identificati. Verifiche preliminari alla messa in esercizio DOPO l'apertura del contatore del gas, e quindi dopo che l'impianto è stato messo in esercizio, deve essere ripetuta la prova di tenuta, verificato il buon funzionamento delle apparecchiature, l'effettiva idoneità dei locali dove sono installati gli apparecchi e la ventilazione degli stessi, la funzionalità dei camini e la compatibilità con quanto già installato. DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE Art. 9 della Legge n. 46 del 5 marzo 1990 Il sottoscritto titolare o legale rappresentante dell impresa (Ragione sociale) operante nel settore Con sede in via n. Telefono Comune (Prov.) Partita IVA O iscritta al registro delle Ditte (R.D n. 2011) della camera C.I.A.A. dii n O iscritta all Albo Provinciale delle Imprese Artigiane (legge n 433) di n DOPO aver eseguito le verifiche preliminari alla messa in esercizio occorre compilare il primo foglio della DICHIARAZIONE di CONFORMITA. Tale foglio va consegnato al cliente. e una copiadeve essere consegnata al Distributore che ha eseguito l accertamento entro 30 giorni dalla data di apertura del contatore. Nell eventualità siano intervenute modifiche sull impianto o a seguito delle prove funzionali o per attuare prescrizioni occorre allegare apposita documentazione tecnica che riporti tali interventi. Qualora la Dichiarazione non venga consegnata nei termini prescritti o risulti irregolare il Distributore procede alla chiusura del contatore. In edifico ad uso: O industriale O civile (2) O commercio O altri usi

16 ULTERIORI INFORMAZIONI ED I MODELLI CITATI SONO REPERIBILI SUL SITO INTERNET E SUI SITI DELLE SINGOLE SOCIETA DISTRIBUTRICI SUL SITO SONO REPERIBILI LE ISTRUZIONI DI COMPILAZIONE E APPOSITI SOFTWARE PER UNA PIU RAPIDA COMPILAZIONE DEI FOGLI (SEZIONI E QUADRI) PREVISTI DALLE GUIDE DEL C.I.G. (COMITATO ITALIANO GAS). (VERIFICARE LE MODALITA DI ACQUISTO DELLA GUIDA PREVISTE DAI PROPRIETARI DEI DIRITTI). AGGIORNAMENTI ED AVVERTENZE SONO DISPONIBILI SUI SITI DELLE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA E DELLE ALTRE ISTITUZIONI INTERESSATE.

Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori

Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori Seguire i riferimenti posti sul modulo prestampato Rif. (*) La portata termica totale dell impianto gas sul quale sono stati eseguiti i

Dettagli

Il sottoscritto (*) residente in: via n. piano interno comune CAP (provincia ) tel. (tel. cellulare e-mail ) Codice Fiscale / Partita IVA:

Il sottoscritto (*) residente in: via n. piano interno comune CAP (provincia ) tel. (tel. cellulare e-mail ) Codice Fiscale / Partita IVA: Allegato H/40 (sezione da compilarsi a cura del venditore) Ragione sociale del venditore Codice del Punto di Riconsegna o codice assegnato dal distributore alla richiesta di attivazione/riattivazione della

Dettagli

ADOZIONE DEL REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI D UTENZA A GAS. UN NUOVO REGOLAMENTO PENSATO PER LA SICUREZZA.

ADOZIONE DEL REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI D UTENZA A GAS. UN NUOVO REGOLAMENTO PENSATO PER LA SICUREZZA. Delibera 40/04 della Autorità per l Energia Elettrica e il Gas ADOZIONE DEL REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI D UTENZA A GAS. UN NUOVO REGOLAMENTO PENSATO PER LA

Dettagli

Sezione I : Riferimenti inerenti alla documentazione Quadro A. Dichiarazione di conformità n Impianto gas rif. n data

Sezione I : Riferimenti inerenti alla documentazione Quadro A. Dichiarazione di conformità n Impianto gas rif. n data Allegato a: Dichiarazione di Conformità (ai sensi della Legge 46/90) Attestato di corretta esecuzione impianto gas di cui al modello "B" (Del. N 40/04 dell'aeeg) Sezione I : Riferimenti inerenti alla documentazione

Dettagli

Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (Legge 46/90, D.M. 20-feb-1992, Del. AEEG 40/04 e succ. mod.)

Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (Legge 46/90, D.M. 20-feb-1992, Del. AEEG 40/04 e succ. mod.) Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (Legge 46/90, D.M. 20-feb-1992, Del. AEEG 40/04 e succ. mod.) Foglio n... Intervento su impianto gas di portata termica totale (Qn) (*) =.

Dettagli

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n.

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n. Allegato A (da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore: (Denominazione, indirizzo, telefono) Richiesta di attivazione della fornitura di gas: Codice n. RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA

Dettagli

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n.

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n. Allegato A (da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore: (Denominazione, indirizzo, telefono) Richiesta di attivazione della fornitura di gas: Codice n. RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE. art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 0013-2010. Data.

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE. art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 0013-2010. Data. DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 Prot. N 0013-2010 Data 22/03/2010 Committente: Ubicazione Descrizione: Roberto Rossi Via Via Rosselli

Dettagli

Immobiliare EuroEdil Viale Milano 345 scala: 2 piano: 3 interno: 12 40126 Bologna (BO) Nuovo impianto di condizionamento in civile abitazione.

Immobiliare EuroEdil Viale Milano 345 scala: 2 piano: 3 interno: 12 40126 Bologna (BO) Nuovo impianto di condizionamento in civile abitazione. DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 Prot. N 0007-2010 Data 12/03/2010 Committente: Ubicazione Descrizione: Immobiliare EuroEdil Viale

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA D ARTE ( D.M. 37 DEL 22 GENNAIO 2008)

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA D ARTE ( D.M. 37 DEL 22 GENNAIO 2008) Il sottoscritto titolare/legale rappresentante dell impresa (rag. sociale) Operante nel settore Con sede nel comune di: (prov. ) Via nr. P.IVA: Cod. Fisc. Tel. Fax E-mail Iscritta nel registro delle imprese

Dettagli

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n.

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n. Allegato A (da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore: (Denominazione, indirizzo, telefono) Richiesta di attivazione della fornitura di gas: Codice n. RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA

Dettagli

ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA

ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA Modulo predisposto dal CIG ESEMPIO DI COMPILAZIONE L esempio di compilazione degli allegati tecnici secondo il modulo predisposto dal CIG e dall UNI,

Dettagli

ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA

ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA Modulo predisposto dal CIG ESEMPIO DI COMPILAZIONE L esempio di compilazione degli allegati tecnici secondo il nuovo modulo predisposto dal CIG e dall

Dettagli

Roberto Rossi Via Via Rosselli 54 scala: piano: T interno: 2 47522 Cesena (FC) Nuovo impianto solare termico in civile abitazione.

Roberto Rossi Via Via Rosselli 54 scala: piano: T interno: 2 47522 Cesena (FC) Nuovo impianto solare termico in civile abitazione. DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 Prot. N 0016-2010 Data 22/03/2010 Committente: Ubicazione Descrizione: Roberto Rossi Via Via Rosselli

Dettagli

LA COMPILAZIONE E LA VERIFICA DELL ALLEGATO I/40

LA COMPILAZIONE E LA VERIFICA DELL ALLEGATO I/40 Delibera 40/14 La modulistica per gli installatori LA COMPILAZIONE E LA VERIFICA DELL ALLEGATO I/40 Moreno Barbani Responsabile Emilia Romagna Bologna, 9 settembre 2014 Linee Guida CIG n. 11. Accertamenti

Dettagli

(da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore Denominazione Indirizzo Telefono

(da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore Denominazione Indirizzo Telefono Richiesta di attivazione della fornitura di gas REVISIONE: 1 DEL: 25.05.2005 PAG. 1 DI 1 178 Allegato A della Delibera 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica ed il Gas (da compilarsi a cura del cliente

Dettagli

Allegati Tecnici Obbligatori Foglio 1 di. (DM 37/08) Impresa/Ditta. Resp.Tecnico/Titolare. Committente.

Allegati Tecnici Obbligatori Foglio 1 di. (DM 37/08) Impresa/Ditta. Resp.Tecnico/Titolare. Committente. Allegati Tecnici Obbligatori Foglio 1 di. (DM 37/08) Impresa/Ditta Resp.Tecnico/Titolare Sez. I: Riferimenti inerenti alla documentazione. Quadro A: Dichiarazione di conformità (1) n. Committente Progetti:

Dettagli

(da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore Denominazione Indirizzo Telefono

(da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore Denominazione Indirizzo Telefono Richiesta di attivazione della fornitura di gas REVISIONE: 1 DEL: 25.05.2005 PAG. 1 DI 1 178 Allegato A della Delibera 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica ed il Gas (da compilarsi a cura del cliente

Dettagli

PROCEDURA PER L'ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA PER IMPIANTI DI UTENZA GAS NUOVI

PROCEDURA PER L'ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA PER IMPIANTI DI UTENZA GAS NUOVI PROCEDURA PER L'ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA PER IMPIANTI DI UTENZA GAS NUOVI Procedura per richieste di attivazione della fornitura di gas pervenute al venditore a partire dall'1 aprile 2007 (art. 16,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DELL IMPIANTO TERMICO

RELAZIONE TECNICA DELL IMPIANTO TERMICO RELAZIONE TECNICA DELL IMPIANTO TERMICO (Allegato alla dichiarazione di conformità o all attestazione di corretta esecuzione dell impianto a gas di cui al modello I allegato alla Delibera AEEG n 40/04)

Dettagli

aggiorna le disposizioni per gli accertamenti documentali sugli impianti di utenza NUOVI (di nuova installazione);

aggiorna le disposizioni per gli accertamenti documentali sugli impianti di utenza NUOVI (di nuova installazione); FEBBRAIO 2014 Il 6 febbraio 2014 l Autorità per l Energia Elettrica e il Gas (AEEG) ha emanato e pubblicato sul proprio sito la Delibera n. 40/2014/R/gas, Disposizioni in materia di accertamenti della

Dettagli

1 321/000000 info@iltubo.it 01234567890 Roma n. 181251 RM 54874

1 321/000000 info@iltubo.it 01234567890 Roma n. 181251 RM 54874 Allegato I/40 ATTESTAZIONE DI CORRETTA ESECUZIONE DELL'IMPIANTO (rilasciata ai sensi della Deliberazione n. 40/2014/R/gas dell Autorità per l Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico) Sezione da compilarsi

Dettagli

2) Nome e cognome del titolare o legale rappresentante della ditta installatrice;

2) Nome e cognome del titolare o legale rappresentante della ditta installatrice; LA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Alla fine del lavoro l installatore è tenuto a rilasciare al committente la Dichiarazione di Conformità dei lavori eseguiti, tale dichiarazione per essere valida deve essere

Dettagli

Versione da allegare al preventivo per un nuovo allacciamento

Versione da allegare al preventivo per un nuovo allacciamento Allegato F Versione da allegare al preventivo per un nuovo allacciamento Gentile Cliente, la procedura descritta Le consentirà di assicurarsi la realizzazione del suo impianto di utilizzo del gas nel pieno

Dettagli

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 18 marzo 2004 Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas dicembre 2000, n. 237/00 (deliberazione n. 40/04) L AUTORITA PER L ENERGIA

Dettagli

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i.

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. ACCERTAMENTI DOCUMENTALI ai sensi della DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. PRINCIPALI ELEMENTI DI AUTOCONTROLLO AI FINI DELLA CORRETTA COMPILAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DA ACCERTARE 1 PREMESSA Nelle pagine

Dettagli

ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA

ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA ESEMPIO DI COMPILAZIONE L esempio di compilazione degli allegati tecnici secondo un modello predisposto dal CIG e dall UNI, unitamente alla compilazione

Dettagli

Testo coordinato con le integrazioni e modifiche apportate dalla deliberazione 22 luglio 2004, n. 129/04

Testo coordinato con le integrazioni e modifiche apportate dalla deliberazione 22 luglio 2004, n. 129/04 Deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas 18 marzo 2004, n. 40/04 in materia di adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE Art. 9 della Legge n 46 del 5 marzo 1990

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE Art. 9 della Legge n 46 del 5 marzo 1990 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE Art. 9 della Legge n 46 del 5 marzo 1990 Il sottoscritto.. titolare o legale rappresentante dell impresa (ragione sociale).operante nel settore

Dettagli

Relazione schematica opere eseguite: tipologia materiali utilizzati

Relazione schematica opere eseguite: tipologia materiali utilizzati Allegati alla dichiarazione di conformità alla regola dell arte delle opere eseguite, di cui al D.MSE 22 gennaio 2008, n. 37 (allegato all attestazione di corretta esecuzione dell impianto a gas di cui

Dettagli

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO, CLIMATIZZAZIONE, CONDIZIONAMENTO E REFRIGERAZIONE (DM. 37/08 art. 1, comma 2, lettera c)

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO, CLIMATIZZAZIONE, CONDIZIONAMENTO E REFRIGERAZIONE (DM. 37/08 art. 1, comma 2, lettera c) TIPO DI LAVORO Installazione, rifacimento, trasformazione, ampliamento di impianto dotato o anche non dotato di canna fumaria collettiva ramificata (Per frigorifero ad adsorbimento alimentato a gas vedere

Dettagli

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.)

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Foglio n 1 di 6 ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Intervento su impianto gas portata termica (Q n )= 34,10. kw tot Impresa/Ditta: DATI INSTALLATORE Resp. Tecnico/Titolare:

Dettagli

RIEPILOGO DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI ATTIVAZIONE FORNITURA GAS METANO AI SENSI DELLA DELIBERA A.E.E.G. 40/04

RIEPILOGO DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI ATTIVAZIONE FORNITURA GAS METANO AI SENSI DELLA DELIBERA A.E.E.G. 40/04 RIEPILOGO DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI ATTIVAZIONE FORNITURA GAS METANO AI SENSI DELLA DELIBERA A.E.E.G. 40/04 Per la parte Documentazione ALLEGATO A o C ALLEGATO B o D ALLEGATI TECNICI

Dettagli

Committente Ubicazione impianto di utenza: Comune di: ( ) Via n.

Committente Ubicazione impianto di utenza: Comune di: ( ) Via n. Dati dell'installatore (1) Nominativo titolare/legale rappresentante Impresa/ditta (ragione sociale) Responsabile tecnico/titolare Sede: Comune di: CAP prov. Via n. tel cell fax email Dati del committente

Dettagli

Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (D.M. 37/08; Delibera AEEGSI 40/14 e successive modifiche e integrazioni)

Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (D.M. 37/08; Delibera AEEGSI 40/14 e successive modifiche e integrazioni) Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (D.M. 37/08; Delibera AEEGSI 40/14 e successive modifiche e integrazioni) SEZIONE 1 Quadro A: dati dell impresa installatore IMPRESA / DITTA

Dettagli

Residente in via/piazza n. Città Provincia DELEGO. Preventivo/fattura intestato a: C.F. Part. IVA tel: Indirizzo di spedizione:

Residente in via/piazza n. Città Provincia DELEGO. Preventivo/fattura intestato a: C.F. Part. IVA tel: Indirizzo di spedizione: Io sottoscritto1 Residente in via/piazza n Città Provincia C.I. n 2 DELEGO La società DUFERCO ENERGIA SPA ad effettuare la/e seguenti operazioni4: Preventivo nuovo impianto Colloca contatore con attivazione

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DEGLI IMPIANTI DI INSEGNA LUMINOSA

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DEGLI IMPIANTI DI INSEGNA LUMINOSA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DEGLI IMPIANTI DI INSEGNA LUMINOSA Istruzioni per la compilazione L art. 7 comma 1 del D.M. 37/08 prevede che Al termine dei lavori, previa effettuazione delle verifiche previste

Dettagli

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i.

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. ACCERTAMENTI DOCUMENTALI ai sensi della DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. PRINCIPALI ELEMENTI DI AUTOCONTROLLO AI FINI DELLA CORRETTA COMPILAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DA ACCERTARE 1 PREMESSA Nelle pagine

Dettagli

Note Allegati obbligatori

Note Allegati obbligatori Note Allegati obbligatori (*) La portata termica totale dell impianto gas sul quale sono stati eseguiti i lavori (realizzazione, modifica, sostituzione apparecchi, ecc.), deve essere calcolata sommando

Dettagli

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI Schema Impianto realizzato - Relazione con tipologie materiali utilizzati D.M.n.37 del 22 gennaio 2008

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI Schema Impianto realizzato - Relazione con tipologie materiali utilizzati D.M.n.37 del 22 gennaio 2008 ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI Schema Impianto realizzato - Relazione con tipologie materiali utilizzati D.M.n.37 del 22 gennaio 2008 Intervento su impianto gas di portata termica totale (Qn) (*)=............

Dettagli

Allegati Obbligatori ( DM 37 / 2008 ) DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ N. DEL

Allegati Obbligatori ( DM 37 / 2008 ) DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ N. DEL DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPIANTO Cod. rich. Venditore PDR Committente Impresa / Ditta Responsabile tecnico / Titolare La presente documentazione si riferisce alla seguente tipologia di intervento : impianto

Dettagli

Allegati Tecnici Obbligatori (Decreto 37/08, Delibera AEEG n. 40/14 e succ. integrazioni e modifiche)

Allegati Tecnici Obbligatori (Decreto 37/08, Delibera AEEG n. 40/14 e succ. integrazioni e modifiche) Tab. 1 Allegati Tecnici Obbligatori (Decreto 37/08, Delibera AEEG n. 40/14 e succ. integrazioni e modifiche) Impresa/Ditta Responsabile Tecnico/Titolare.. Dichiarazione di conformità n Modulo Allegato

Dettagli

LA COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA - LEGGE n. 46/90 -Settore termoidraulico-

LA COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA - LEGGE n. 46/90 -Settore termoidraulico- LA COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA - LEGGE n. 46/90 -Settore termoidraulico- Pag 1 di 79 Allllegattii Obblliigattorrii IIll Modellllo prropostto dalllla Guiida

Dettagli

Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori

Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori Seguire i riferimenti posti sul modulo prestampato (A) Per una migliore garanzia della integrità del documento è consigliato numerare tutti

Dettagli

Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas

Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas In vigore dal 1 luglio 2014 1 Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente regolamento,

Dettagli

Tipo di intervento effettuato. Eseguito come: Sez. I: riferimenti inerenti alla documentazione. Cod. rich. Venditore )

Tipo di intervento effettuato. Eseguito come: Sez. I: riferimenti inerenti alla documentazione. Cod. rich. Venditore ) ) ) ) ) ) Cod. rich. Venditore ) Impresa / Ditta Resp.Tecnico / Titolare ) ) ) ) ) )Cod. rich. GESAM S.p.A. ) Sez. I: riferimenti inerenti alla documentazione Quadro A Dichiarazione di Conformità (1) n

Dettagli

ATTIVAZIONE O RIATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DEL GAS COMBUSTIBILE

ATTIVAZIONE O RIATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DEL GAS COMBUSTIBILE ATTIVAZIONE O RIATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DEL GAS COMBUSTIBILE INDICAZIONI PER CLIENTI FINALI ED INSTALLATORI L'attivazione o riattivazione della fornitura del gas combustibile è svolta esclusivamente

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica

IL DIRETTORE GENERALE per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica DECRETO 19 maggio 2010 Modifica degli allegati al decreto 22 gennaio 2008, n. 37, concernente il regolamento in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici. IL DIRETTORE

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE. art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 0009-2010. Data.

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE. art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 0009-2010. Data. DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 Prot. N 0009-200 Data 5/03/200 Committente: Ubicazione Descrizione: Immobiliare EuroEdil Viale Milano

Dettagli

Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas (deliberazione n. 40/04)

Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas (deliberazione n. 40/04) (testo coordinato con le integrazioni e modifiche apportate dalle delibere n. 129/04, n. 43/05, n. 192/05, n. 47/06, n. 87/06, n. 147/06 e ARG/gas n. 27/08) Deliberazione 18 marzo 2004 Adozione del regolamento

Dettagli

Deliberazione 18 marzo 2004, n. 40/04 Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas.

Deliberazione 18 marzo 2004, n. 40/04 Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas. Deliberazione 18 marzo 2004, n. 40/04 Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas. Emanata da: Autorità per l energia elettrica e il gas Pubblicata

Dettagli

Delibera n. 129/04 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Nella riunione del 22 luglio 2004. Visti:

Delibera n. 129/04 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Nella riunione del 22 luglio 2004. Visti: Pagina 1 di 5 Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it il 29 luglio 2004, ai sensi dell'articolo 6, comma 4, della deliberazione dell'autorità per l'energia elettrica e il gas 20 febbraio 2001, n. 26/01

Dettagli

Documentazione da presentare alla societa di distribuzione per impianti di utenza IMPIANTI NUOVI

Documentazione da presentare alla societa di distribuzione per impianti di utenza IMPIANTI NUOVI CAMPO DI APPLICAZIONE Quanto stabilito dalla presente norma si applica esclusivamente alle richieste di fornitura su allacciamenti di utenza nuovi. MODALITA RICHIESTA ATTIVAZIONE Per ogni nuova richiesta

Dettagli

Immobiliare EuroEdil Viale Milano 345 scala: 2 piano: 3 interno: 12 40126 Bologna (BO) Nuovo impianto antintrusione in locali ad uso ufficio.

Immobiliare EuroEdil Viale Milano 345 scala: 2 piano: 3 interno: 12 40126 Bologna (BO) Nuovo impianto antintrusione in locali ad uso ufficio. DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 Prot. N 004-200 Data 22/03/200 Committente: Ubicazione Descrizione: Immobiliare EuroEdil Viale Milano

Dettagli

La nuova delibera 40/14 (con le modifiche apportate dalla Delibera 261/2014 del 6 giugno 20014) Giovanni Raimondini Milano, 18 giugno 2014

La nuova delibera 40/14 (con le modifiche apportate dalla Delibera 261/2014 del 6 giugno 20014) Giovanni Raimondini Milano, 18 giugno 2014 La nuova delibera 40/14 (con le modifiche apportate dalla Delibera 261/2014 del 6 giugno 20014) Giovanni Raimondini Milano, 18 giugno 2014 La nuova delibera 40/14 Dal 1 luglio 2014 la delibera 40/14 dell'aeegsi

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE. art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 0011-2010. Data.

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE. art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 0011-2010. Data. DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 Prot. N 00-200 Data 6/03/200 Committente: Ubicazione Descrizione: Immobiliare EuroEdil Viale Milano

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 6 FEBBRAIO 2014 40/2014/R/GAS DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ACCERTAMENTI DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI DI UTENZA A GAS L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO Nella riunione

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DELL IMPIANTO ai sensi del decreto 22 gennaio 2008 n. 37, art. 7

DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DELL IMPIANTO ai sensi del decreto 22 gennaio 2008 n. 37, art. 7 DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DELL IMPIANTO ai sensi del decreto 22 gennaio 2008 n. 37, art. 7 Il sottoscritto Roberto Marchini che ricopre da almeno cinque anni il ruolo di responsabile tecnico di una

Dettagli

DELIBERA 40/2014/R/gas Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas

DELIBERA 40/2014/R/gas Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas DELIBERA 40/2014/R/gas Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas Seminario Confartigianato Milano, 12 marzo 2015 Roberto Maulini Direzione Infrastrutture Certificazione

Dettagli

Delibera 40-2014. Modifiche ed Innovazioni

Delibera 40-2014. Modifiche ed Innovazioni Delibera 40-2014 Modifiche ed Innovazioni Campo di applicazione: Il presente regolamento si applica agli impianti di utenza alimentati a gas per mezzo di reti canalizzate per uso non tecnologico ai sensi

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE ALLEGATO I (DI CUI ALL ART. 7) DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE Il sottoscritto., titolare o legale rappresentante dell impresa, operante nel settore ELETTRICO, con sede

Dettagli

Commissionato da : Nel comune di PR Via n scala piano Interno di proprietà di (nome, cognome, o ragione sociale e indirizzo) DICHIARA

Commissionato da : Nel comune di PR Via n scala piano Interno di proprietà di (nome, cognome, o ragione sociale e indirizzo) DICHIARA MINISTRO DELL INDUSTRIA DEL COMMERCIO E DELL ARTIGIANATO DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL IMPIANTO ALLA REGOLA D ARTE Allegato I di cui all art. 7 del Decreto 22 gennaio 2008 n.37 Il sottoscritto Titolare

Dettagli

Scheda per opere di: Immobile di proprietà Sig.

Scheda per opere di: Immobile di proprietà Sig. Scheda per opere di: Immobile di proprietà Sig. 1 La/Il sottoscritta/o codice fiscale in qualità di progettista dell'intervento di, relativo all immobile sito in Taurisano, indirizzo, di proprietà del/dei

Dettagli

UNI 11528:2014. Impianti a gas di portata termica maggiore di 35 kw. Progettazione, installazione e messa in servizio. ing.

UNI 11528:2014. Impianti a gas di portata termica maggiore di 35 kw. Progettazione, installazione e messa in servizio. ing. UNI 11528:2014 Impianti a gas di portata termica maggiore di 35 kw. Progettazione, installazione e messa in servizio ing. ALBERTO MONTANINI Presidente Assotermica Presidente Commissione Post-Contatore

Dettagli

DOCUMENTINEWS GRAZIE A:

DOCUMENTINEWS GRAZIE A: DOCUMENTINEWS Approfondimenti schematici e monotematici di tipo tecnico-giuridico su Normative, Regole, Giurisprudenza, Tecnologie, Tecniche, Prodotti e Materiali da costruzione e per lo studio professionale.

Dettagli

ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS

ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS Edison DG Spa Società a socio unico Sede Legale - Via Pelosa, 20 35030 Selvazzano Dentro PD Tel. +39 049 8739444 ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS Richiedere l allaccio è semplice È sufficiente presentare la

Dettagli

Domande e risposte sulla legge 10/91

Domande e risposte sulla legge 10/91 Domande e risposte sulla legge 10/91 Di cosa si occupa la legge 10/91? La legge 10/91 contiene le norme per l attuazione del piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio

Dettagli

COMUNE di CHIOGGIA. Scheda per l individuazione degli impianti soggetti all obbligo del progetto (art.5 D.M. n 37 del 22/01/2008) DITTA:

COMUNE di CHIOGGIA. Scheda per l individuazione degli impianti soggetti all obbligo del progetto (art.5 D.M. n 37 del 22/01/2008) DITTA: COMUNE di CHIOGGIA Scheda per l individuazione degli impianti soggetti all obbligo del progetto (art.5 D.M. n 37 del 22/01/2008) DATI IDENTIFICATIVI DELL INTERVENTO: DITTA: PRATICA EDILIZIA: DESCRIZIONE

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 6 FEBBRAIO 2014 40/2014/R/GAS DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ACCERTAMENTI DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI DI UTENZA A GAS L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO Nella riunione

Dettagli

FORMULARIO SICU PREVENZIONE INCENDI SICUREZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI

FORMULARIO SICU PREVENZIONE INCENDI SICUREZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI FORMULARIO SICU PREVENZIONE INCENDI SICUREZZA PROGETTO - MATERIALI DI ALLESTIMENTO IMPIANTO ELETTRICO ALLEGATI Dati da compilare obbligatoriamente a cura dell Espositore PROSPETTO RIEPILOGATIVO Con riferimento

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE. art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 0008-2010. Data.

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE. art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 0008-2010. Data. DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 Prot. N 0008-2010 Data 12/03/2010 Committente: Ubicazione Descrizione: Flavio Paglierini Via Via Cesare

Dettagli

QUADERNO TECNICO Gennaio 2011

QUADERNO TECNICO Gennaio 2011 1/12 QUADERNO TECNICO Gennaio 2011 Autore: Dott. Mauro Baldissin - Tecnico della Prevenzione CANTIERI EDILI CONTROLLI FONDAMENTALI PER RIDURRE IL RISCHIO ELETTRICO Premessa Nei cantieri edili i rischi

Dettagli

4.1 DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPIANTO

4.1 DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPIANTO 4.1 DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPIANTO Dichiarazione di conformità n Committente Punto di riconsegna (PDR) (1) Impresa / Ditta Responsabile Tecnico / Titolare La presente documentazione si riferisce alla

Dettagli

NORME PER LA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI (Adempimenti ai sensi dell art. 6, L. 05.03.1990 n. 46, e dell art. 4, D.P.R. 06.12.1991 n.

NORME PER LA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI (Adempimenti ai sensi dell art. 6, L. 05.03.1990 n. 46, e dell art. 4, D.P.R. 06.12.1991 n. ALLEGATO 7 BIS ALLA RICHIESTA DI PERMESSO DI COSTRUIRE O DENUNCIA INIZIO ATTIVITA DICHIARAZIONE PER ADEMPIMENTI LEGGE N. 46/90 ALLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA DEL COMUNE DI SAN MARTI DI VENEZZE (RO)

Dettagli

1 Denominazione della figura professionale Tecnico Certificatore della conformità fine lavori ai sensi dell art.86 della LR 1/2005

1 Denominazione della figura professionale Tecnico Certificatore della conformità fine lavori ai sensi dell art.86 della LR 1/2005 Corso di formazione per Tecnico Certificatore della conformità fine lavori ai sensi dell art.86 della LR 1/2005 in materia di impianti elettrici e impianti a gas negli edifici abitativi ESIGENZE E FINALITA

Dettagli

DALLA LEGGE 46/90 E DAL DPR 47/91 AL NUOVO DM 37/08

DALLA LEGGE 46/90 E DAL DPR 47/91 AL NUOVO DM 37/08 DALLA LEGGE 46/90 E DAL DPR 47/91 AL NUOVO DM 37/08 DM del 22/01/08 n. 37 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ATTIVITA DI INSTALLAZIONE DEGLI IMPIANTI ALL INTERNO DEGLI EDIFICI Art. 1 - IMPIANTI SOGGETTI ALL APPLICAZIONE

Dettagli

Deliberazione 6 febbraio 2014, n. 40/2014/R/gas Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas.

Deliberazione 6 febbraio 2014, n. 40/2014/R/gas Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas. Deliberazione 6 febbraio 2014, n. 40/2014/R/gas Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas. Emanata da: Autorità per l energia elettrica e il gas ed il sistema

Dettagli

Delibera n. 192/05 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Delibera n. 192/05 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delibera n. 192/05 Modifiche ed integrazioni al regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas di cui alla deliberazione 18 marzo 2004, n. 40/04 L AUTORITÀ PER

Dettagli

Listino prezzi per attività al Punto di Riconsegna non comprese nella tariffa di distribuzione

Listino prezzi per attività al Punto di Riconsegna non comprese nella tariffa di distribuzione Gritti Gas Rete S.r.l. Via Carducci, 2 26900 Lodi (LO) Condizioni Economiche Attività Presso il Punto di Riconsegna (PDR) Listino prezzi per attività al Punto di Riconsegna non comprese nella tariffa di

Dettagli

LINEA GUIDA CIG N. 11

LINEA GUIDA CIG N. 11 Ente Federato all UNI 20122 Milano Via Larga, 2 www.cig.it LINEA GUIDA CIG N. 11 ESECUZIONE DEGLI ACCERTAMENTI DOCUMENTALI DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI DI UTENZA A GAS ai sensi della deliberazione dell'autorità

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA e DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA e DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA e DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA GROSSETO, 21 ottobre 2011 Al termine dei lavori, previa effettuazione delle verifiche previste dalle norme vigenti, comprese quelle di funzionalità,

Dettagli

Il Comitato Italiano Gas CIG, si riserva di adire le vie legali nei confronti di chi non rispetterà le precedenti condizioni.

Il Comitato Italiano Gas CIG, si riserva di adire le vie legali nei confronti di chi non rispetterà le precedenti condizioni. NOTA PER GLI UTILIZZATORI DELLE PRESENTI LINEE GUIDA Le presenti linee guida, costituiscono un documento tecnico d indirizzo e consultazione, propedeutico ad una corretta attuazione della deliberazione

Dettagli

Milano - 18 giugno 2014

Milano - 18 giugno 2014 Milano - 18 giugno 2014 Linee Guida CIG N. 11 Esecuzione degli accertamenti documentali di sicurezza degli impianti di utenza a gas. (Realizzate ai sensi della Delibera AEEG n. 40/14 in ambito CIG P.C.

Dettagli

Regolamento di riordino delle disposizioni in materia di attività di INSTALLAZIONE IMPIANTI NEGLI EDIFICI. Bologna, 26 marzo 2008

Regolamento di riordino delle disposizioni in materia di attività di INSTALLAZIONE IMPIANTI NEGLI EDIFICI. Bologna, 26 marzo 2008 Regolamento di riordino delle disposizioni in materia di attività di INSTALLAZIONE IMPIANTI NEGLI EDIFICI Bologna, 26 marzo 2008 Decreto n. 37 del 22/1/2008 Regolamento concernente l attuazione dell articolo

Dettagli

Gli adempimenti dei Comuni previsti dal DM n. 37/2008 in materia di sicurezza di impianti negli edifici

Gli adempimenti dei Comuni previsti dal DM n. 37/2008 in materia di sicurezza di impianti negli edifici Gli adempimenti dei Comuni previsti dal DM n. 37/2008 in materia di sicurezza di impianti negli edifici Dichiarazione di conformità Dichiarazione di rispondenza 1 La dichiarazione di conformità Progetto

Dettagli

Sicurezza degli impianti negli edifici: nuove regole

Sicurezza degli impianti negli edifici: nuove regole D.M. 22 GENNAIO 2008 N 37 Regolamento concernente l attuazione dell articolo 11-quaterdecies, comma 13, lettera a) della legge n.248 del 2 dicembre 2005, recante riordino delle disposizioni in materia

Dettagli

Tecnofumi Srl. Testi leggi

Tecnofumi Srl. Testi leggi Testi leggi NORMA EN 1856/1e norma 1856/2 del 2003 - Marcatura CE La norma riguarda i proddotti Doppia parete ed i sistemi camino. Sintesi: la presente norma istituisce la Marcatura CE, fissando i requisiti

Dettagli

GLI ENTI LOCALI E LA DELIBERAZIONE N. 40/04: LE NOVITÀ INTRODOTTE DALLA DELIBERAZIONE N. 87/06

GLI ENTI LOCALI E LA DELIBERAZIONE N. 40/04: LE NOVITÀ INTRODOTTE DALLA DELIBERAZIONE N. 87/06 GLI ENTI LOCALI E LA DELIBERAZIONE N. 40/04: LE NOVITÀ INTRODOTTE DALLA DELIBERAZIONE N. 87/06 Alberto Grossi Direttore della Direzione Consumatori e Qualità del Servizio Questa presentazione non è un

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 6 FEBBRAIO 2014 40/2014/R/GAS DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ACCERTAMENTI DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI DI UTENZA A GAS L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO Nella riunione

Dettagli

PROCEDURA PER L ESECUZIONE DELLA VERIFICA DEL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE COMPILAZIONE DEL RAPPORTO DI PROVA

PROCEDURA PER L ESECUZIONE DELLA VERIFICA DEL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE COMPILAZIONE DEL RAPPORTO DI PROVA PROCEDURA PER L ESECUZIONE DELLA VERIFICA DEL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE COMPILAZIONE DEL RAPPORTO DI PROVA I. Premessa La presente procedura costituisce l insieme delle linee guida per l esecuzione delle

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE Il sottoscritto GIOVANNI ROSSI titolare o legale rappresentante dell impresa GIOVANNI ROSSI IMPIANTI ELETTRICI, operante nel settore IMPIANTI

Dettagli

LINEA GUIDA CIG N. 12

LINEA GUIDA CIG N. 12 Ente Federato all UNI 20122 Milano Via Larga, 2 www.cig.it LINEA GUIDA CIG N. 12 ATTIVAZIONE O RIATTIVAZIONE DELL IMPIANTO DEL CLIENTE FINALE IIIª EDIZIONE - 2014 NOTA ILLUSTRATIVA Il Progetto di Linea

Dettagli

(sezione da compilarsi a cura del venditore) (sezione da compilarsi a cura del cliente finale)

(sezione da compilarsi a cura del venditore) (sezione da compilarsi a cura del cliente finale) Allegato H/40 (sezione da compilarsi a cura del venditore) Ragione sociale del venditore Codice del Punto di Riconsegna o codice assegnato dal distributore alla richiesta di attivazione/riattivazione della

Dettagli

COMUNE DI MONTE DI MALO

COMUNE DI MONTE DI MALO COMUNE DI MONTE DI MALO Provincia di Vicenza MOD- RICHIESTA DI CERTIFICATO DI AGIBILITA (Art. 24 del D.P.R. n. 380/01 e successive modificazioni ed integrazioni) Via Europa n. 14 36030 Monte di Malo (VI)

Dettagli

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 18 marzo 2004 n. 40 Adozione del regolamento delle attivita' di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas. (Deliberazione n. 40/04).

Dettagli

LINEA GUIDA CIG N. 11

LINEA GUIDA CIG N. 11 Ente Federato all UNI 20122 Milano Via Larga, 2 www.cig.it LINEA GUIDA CIG N. 11 ESECUZIONE DEGLI ACCERTAMENTI DOCUMENTALI DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI DI UTENZA A GAS ai sensi della deliberazione dell'autorità

Dettagli

CARTA DELSERVIZIO PER LA VENDITA DEL GAS

CARTA DELSERVIZIO PER LA VENDITA DEL GAS PREMESSA La carta del servizio per la vendita del gas di Loro F.lli S.p.a. recepisce quanto previsto dall Autorità per l energia Elettrica e il Gas attraverso la deliberazione n. 168/04 ove vengono definiti

Dettagli

ENTRATA IN VIGORE DELLE NORME IN MATERIA DI INSTALLAZIONE DI IMPIANTI NEGLI EDIFICI (D.M.22/01/2008 N.37).

ENTRATA IN VIGORE DELLE NORME IN MATERIA DI INSTALLAZIONE DI IMPIANTI NEGLI EDIFICI (D.M.22/01/2008 N.37). Comune di Modena Settore Trasformazione Urbana e Qualità Edilizia Via Santi 60 - Tel. 059/203.2224 - Fax 059/203.2164 E-mail giovanni.villanti@comune.modena.it Il Dirigente Responsabile del Settore Modena,

Dettagli

IMPLEMENTAZIONI APPORTATE CON LA VERSIONE 3.1

IMPLEMENTAZIONI APPORTATE CON LA VERSIONE 3.1 Pagina 1 Mestre Venezia, luglio 2015 Siamo lieti di comunicarvi che è disponibile l aggiornamento alla versione 3.1 di iodichiaro2. IMPLEMENTAZIONI APPORTATE CON LA VERSIONE 3.1 VERBALE DI COLLAUDO UNI

Dettagli

GAS PIU DISTRIBUZIONE S.R.L. SEDE OPERATIVA DI ROZZANO PREZZIARIO DELLE PRESTAZIONI ACCESSORIE e OPZIONALI AL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE 1 INDICE pag. 2 PREMESSA pag. 3 PRESTAZIONJI TECNICHE

Dettagli