REPUBBLICA ITALIANA SOMMARIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REPUBBLICA ITALIANA SOMMARIO"

Transcript

1 ANCONA ANNO XLIV N. 4 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MARCHE SOMMARIO ATTI DELLA REGIONE DELIBERAZIONI DELL UFFI- CIO DI PRESIDENZA DELL AS- SEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE Seduta n. 102 del 29/11/2012: Delibere dal n. 852 al n pag. 421 Seduta n. 103 del 04/12/2012: Delibera n pag. 421 Seduta n. 104 del 10/12/2012: Delibere dal n. 861 al n pag. 421 Seduta n. 105 del 17/12/2012: Delibere dal n. 865 al n pag. 422 DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA REGIONALE Deliberazione n. 1 del 08/01/2013. Legge regionale 32/01: Sistema regionale di protezione civile. Criteri per l individuazione di Centri Operativi Intercomunali che svolgono funzioni di presidi nella dorsale appenninica pag. 423 Deliberazione n. 2 del 08/01/2013. L.R. 32/01. Indicazioni volte a regolare la partecipazione dei minori alle attività di volontariato di protezione civile pag. 425 Deliberazione n. 3 del 08/01/2013. Progetto Casa intelligente per una longevità attiva ed indipendente dell anziano previsto dalla D.G.R. 1464/ Ulteriori risorse disponibili per il finanziamento delle proposte progettuali presentate nel bando approvato con D.G.R. 1004/2012 e risultate ammissibili alle agevolazioni ai sensi della determin del Direttore Generale dell I.N.R.C.A. di Ancona N. 381/DGEN del pag. 425 Deliberazione n. 4 del 08/01/2013. Controllo Atti. Legge n. 412/91, Art. 4, comma 8. L.R. n. 26/96, art. 28. Determina del Direttore Generale dell INRCA n. 366 del , concernente POR Ancona: autorizzazione alla spesa per espletamente gara a procedura aperta per affidamento servizio trasporto pazienti e salme intraospedaliero per un periodo di 2 anni. Euro ,31 (Iva Compresa) Richiesta chiarimenti pag. 429 Deliberazione n. 5 del 08/01/2013. Controllo Atti. Legge n. 412/91, Art. 4, comma 8. L.R. n. 26/96, Il Bollettino della Regione Marche si pubblica in Ancona e di norma esce una volta alla settimana, il giovedì. La Direzione e la Redazione sono presso la Regione Marche Segreteria della Giunta regionale - Via Gentile da Fabriano - Ancona - Tel. (071) 8061 POSTE ITALIANE S.p.A. SPEDIZIONE IN A.P. 70% DCB POTENZA

2 art. 28. Determina del direttore generale ASUR n. 921 del , concernente: appalto Servizio di Gestione della Struttura Residenziale Riabilitativa e Centro Diurno in località Varea Dini a Gadana di Urbino, per l Area Vasta n. 1. Richiesta di chiarimenti pag. 429 Deliberazione n. 6 del 08/01/2013. Controllo Atti. Legge n. 412/91, Art. 4, comma 8. L.R. n. 26/96, art. 28. Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord. Determina del direttore generale n. 813 del , concernente Indizione di procedura aperta per l acquisizione di un sistema di spettrometria di massa tandem occorrente alla U.O.C./Neuropsichiatria Infantile pag. 429 Deliberazione n. 7 del 08/01/2013. Art. 25 della L.R. 27/12/2012, n Iscrizione nel Bilancio di Previsione per l anno 2013 di entrate derivanti da assegnazioni da parte dello Stato per la realizzazione del progetto interregionale Piano di monitoraggio per la ricerca delle diossine negli alimenti di origine animale e relativi impieghi. Euro , pag. 429 Deliberazione n. 8 del 08/01/2013. L.R. n. 26/1996, Art. 4. Approvazione dello schema di contratto aggiuntivo per la conferma dell incarico di direzione dell Agenzia Regionale Sanitaria (ARS) pag. 432 DECRETI DEI DIRIGENTI REGIONALI SERVIZIO TERRITORIO, AMBIENTE ED ENERGIA Decreto del Dirigente della Posizione di Funzione Valutazioni ed Autorizzazioni Ambientali n. 124 del 20/12/2012 DLgs 152/06 LR 7/04 DLgs 42/04 DGRM 1813/12. Giudizio positivo compatibilità ambientale comprensivo VAS Autorizzazione Paesaggistica. Provincia Ancona. Bacino idrografico Fiume Aspio Fosso Rigo. Primo stralcio C1 Progetto definitivo pag. 433 SERVIZIO AGRICOLTURA, FORESTAZIONE E PESCA Decreto del Dirigente del servizio Agricoltura, Forestazione e Pesca n. 6 del 10/01/2013 Reg. CE n. 1698/05 D.A. n. 58/2012 DGR n. 1547/2012. PSR Marche Asse 2 Bando misura 2.2.6, azione a) Lavori forestali volti alla riduzione del rischio di incendio 4 bando - anno pag. 436 ATTI DI ENTI LOCALI E DI ALTRI SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI Provincia di Ancona Determinazione del Dirigente n. 11 del 09/01/2013. F.P. Programma delle Azioni anno POR FSE 2007/ ObiettivoI competitivita regionale e occupazione - Asse II occupabilità - azione 8 - obiettivo specifico "E" - categoria di spesa 66 avviso pubblico per la concessione incentivi per la frequenza di corsi di formazione a domanda individuale tramite voucher formativi per destinatari di ammortizzatori sociali in deroga - D.G.P. n. 503 del 30/12/ approvazione graduatoria e individuazione beneficiari Periodo dal 14/11/2012 al 13/12/2012 (numero bando siform: VOUCHER_OCC_ANCO- NA_2012) Sub impegno di spesa.....pag. 446 Provincia di Ancona Determinazione del Dirigente n. 12 del 09/01/2013 Programma delle azioni anno POR FSE 2007/ Obiettivo competitività regionale e occupazione, - asse II occupabilità - Azione 8 - obiettivo specifico "E" - Categoria di spesa 66 avviso pubblico per la concessione di incentivi per la frequenza di corsi di formazione a domanda individuale tramite voucher formativi per destinatari di ammortizzatori sociali in deroga - D.G.P. n

3 del 30/12/ approvazione graduatoria e individuazione beneficiari periodo dal 14/12/2012 al 31/12/2012 (numero bando siform: VOUCHER_OCC_ANCO- NA_2012) - Sub Impegno di Spesa...pag. 449 Provincia di Ancona Determinazione del Dirigente n. 15 del 10/01/ Programma delle azioni anno POR FSE 2007/ Obiettivo competitività regionale e occupazione, - asse II occupabilità - Azione 8 - obiettivo specifico "E" - Categoria di spesa 66 avviso pubblico per la concessione di incentivi per la frequenza di corsi di formazione a domanda individuale tramite voucher formativi per destinatari di ammortizzatori sociali in deroga - D.G.P. n. 503 del 30/12/ approvazione graduatoria e individuazione beneficiari periodo dal 14/11/2012 al 13/12/2012 (numero bando siform: VOUCHER_OCC_FABRIA- NO_2012) - Sub Impegno di Spesa...pag. 451 Provincia di Ancona Determinazione del Dirigente n. 16 del 10/01/ Programma delle azioni anno POR FSE 2007/ Obiettivo competitività regionale e occupazione, - asse I occupabilità - Azione 9 - obiettivo specifico "C" - Categoria di spesa 64 avviso pubblico per la concessione di incentivi per la frequenza di corsi di formazione a domanda individuale tramite voucher formativi per destinatari di ammortizzatori sociali in deroga - D.G.P. n. 503 del 30/12/ approvazione graduatoria e individuazione beneficiari periodo dal 14/11/2012 al 13/12/2012 (numero bando siform: VOUCHER_ADAT_FABRIA- NO_2012) - Sub Impegno di Spesa...pag. 453 Provincia di Ancona Determinazione del Dirigente n. 17 del 10/01/ Programma delle azioni anno POR FSE 2007/ Obiettivo competitività regionale e occupazione, - asse I adattabilità - Azione 9 - obiettivo specifico "C" - Categoria di spesa 64 avviso pubblico per la concessione di incentivi per la frequenza di corsi di formazione a domanda individuale tramite voucher formativi per destinatari di ammortizzatori sociali in deroga - D.G.P. n. 503 del 30/12/ approvazione graduatoria e individuazione beneficiari periodo dal 14/11/2012 al 13/12/2012 (numero bando siform: VOUCHER_ADAT_ANCO- NA_2012) - Sub Impegno di Spesa...pag. 455 Provincia di Ancona Determinazione del Dirigente n. 19 del 10/01/ Programma delle azioni anno POR FSE 2007/ Obiettivo competitività regionale e occupazioni, - asse II occupabilità - Azione 8 - obiettivo specifico "E" - Categoria di spesa 66 avviso pubblico per la concessione di incentivi per la frequenza di corsi di formazione a domanda individuale tramite voucher formativi per destinatari di ammortizzatori sociali in deroga - D.G.P. n. 503 del 30/12/ approvazione graduatoria e individuazione beneficiari periodo dal 14/12/2012 al 31/12/2012 (numero bando siform: VOUCHER_OCC_SENIGAL- LIA_2012) - Sub Impegno di Spesa...pag. 457 Provincia di Macerata Determinazione Dirigenziale n Settore del 10/01/2013 POR Marche FSE 2007/ Asse I - DD n. 539/VI/II Avviso pubblico volto alla concessione di VOUCHER FORMATIVI a destinatari di ammortizzatori sociali in deroga. Approvazione XXV Graduatoria CIOF di Macerata e concessione aiuto - spesa 3.743, pag. 459 Provincia di Macerata Determinazione Dirigenziale n Settore del 10/01/ POR Marche FSE 2007/ Asse I - DD n. 539/VI/II Avviso pubblico volto alla concessione di VOUCHER FORMATIVI a destinatari di ammortizzatori sociali in deroga. Approvazione XXVI Graduatoria CIOF di Macerata e concessione aiuto - spesa 1.976, pag. 461 Provincia di Macerata Determinazione Dirigenziale n Settore del 15/01/ POR Marche FSE 2007/ Asse III Inclusione Sociale - Voucher Formativi Individuali per Destinatari di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) a zero ore: 417

4 Nomina della Commissione di Valutazione delle domande pervenute a seguito dell'avviso Pubblico approvato con DD n. 710/VI del 07/12/2012" pag. 463 Provincia di Macerata Determinazione Dirigenziale n Settore del 15/01/ POR Marche FSE 2007/ Asse I - Avviso Pubblico per concessione di Voucher Formativi per destinatari di ammortizzatori sociali in deroga, Spesa 500,000,00 - cap per la presentazione delle domande al 31/12/2012- Formale interpretazione del paragrafo 3.3" pag. 463 Provincia di Macerata Determinazione Dirigenziale n del 16/01/ POR Marche FSE 2007/ Asse I - DD n. 539/VI/II Avviso pubblico volto alla concessione di VOUCHER FORMA- TIVI a destinatari di ammortizzatori sociali in deroga. Approvazione XXVII Graduatoria CIOF di Macerata e concessione aiuto - spesa 950,00" pag. 463 Comune di Agugliano Deliberazione del C.C. n. 59 del 17/12/ Variante parziale al piano regolatore generale relativa alle zone agricole-territorio non insediativo. Approvazione definitiva pag. 466 Comune di Grottazzolina Deliberazione di C.C. n. 5 del 14/05/ Lavori di recupero strutturale ex Chiesa di Santa Maria a piè di Costa. Approvazione variante al vigente PRG, ai sensi dell'art. 26 della Legge Regionale 34/92 e dell'art. 19 del DPR 327/ pag. 466 Comune di Jesi Deliberazione del C.C. n.166 del avente ad oggetto: Variante parziale al PRG: Prolungamento del Viale della Vittoria (Villa Federici). Approvazione ai sensi dell'art.26 della L.R. n.34/92 e ss.mm.ii pag. 466 Comune di Montecassiano Delibera di C.C. n. 44 del 25/09/12 Ridefinizione vincolo paesaggistico fosso vallato variante al P.R.G. ai sensi del comma 5, art. 15 della L.R.. 34/92 approvazione definitiva pag. 467 Comune di Pesaro Delibera C.C. n. 139 del : approvazione modifica non sostanziale al P.R.G.. vigente relativamente all'immobile sito in strada della Torraccia, ai sensi dell'art. 15, comma 5, l.r. 34/92 e successive modifiche e integrazioni......pag. 467 Comune di Pesaro Delibera C.C. n. 140 del : approvazione variante al P.R.G. Vigente, ai sensi del combinato disposto degli artt. 15, comma 5, e 30 della l.r. n. 34 /92 e ss.mm.ii., relativa alla UMI del P.N curvone, sita in viale della Vittoria/viale dei Partigiani (VNS 347) pag. 468 Comune di Pesaro Delibera C.C. n. 141 del : approvazione modifica difica non sostanziale al P.R.G.. vigente relativamente all'immobile sito in via Giorgi, ai sensi dell'art. 15, comma 5, L.R. 34/92 e s.m.i.....pag. 468 Comune di Pesaro Delibera C.C. n. 149 del : approvazione progetto comportante variante al PRG vigente, ai sensi dell'art. 5 D.P.R. n. 447/98 e s.m.i., per costruzione edificio a destinazione commerciale previa demolizione di fabbricati esistenti lotto I sito all'interno del P.N. 89- Carattabrighe. Ditta: "Arca Spa" pag. 469 Comune di Porto Recanati Deliberazione della G.C. n.183 del 17/12/2012 Piano particolareggiato di recupero ex art. 2 L.r (piano casa), per demolizione e ricostruzione parziale con sopraelevazione edificio via Garibaldi - Adozione finale l.r Art pag. 470 Città di Porto Sant'Elpidio Deliberazione Giunta Comunale n. 222 del 17/12/ L.R. 34/92 e smi art Approvazione variante alle norme tecniche di attuazione del PRG pag

5 Comune di Sant'Angelo in Pontano Deliberazione del C.C. n. 30 del 28 novembre 2012 con oggetto: "Variante urbanistica ai sensi dell'art. 8 del DPR 160/2010 in località Pianello per realizzazione deposito ditta Autrasporti Cecchetti s.a.s. Cecchetti Maurizio & c." pag. 470 Comune di Sassocorvaro Delibera di G.C. n. 1 del Sdemanializzazione di un tratto della strada in loc. Cà Corsuccio di Mercatale pag. 470 Comune di Tolentino Deliberazione di G.C. n. 393 del : "Saemanializzazione di un relitto stradale in c.da Ributino" pag. 471 Società per l'acquedetto del NERA SpA - Macerata Lotto 3 dei lavori di "Completamento dell'acquedotto del Nera dal serbatoio di Bura (Tolentino) alla costa" Decreti per servitù e/o Occupazioni temporanee di cui alle pratiche n 3.056, 3.057, 3.058, 3.059, 3.060, 3.061, del 11/01/ pag. 471 COMUNICAZIONE DI AVVIO DEI PROCEDIMENTI AMMINI- STRATIVI Regione Marche - Servizio Infrastrutture, Trasporti ed Energia Posizione di Funzione Valutazioni ed Autorizzazioni Ambientali L.R. n 3/2012 art. 8 Procedura di verifica di assoggettabilità. Progetto "Micro centrale idroelettrica Variante per modifica generatori e adeguamento potenza installata - Vallato Belardini Località Serre Basse Fiume Esino Comune di Matelica". Soggetto proponente: Esino e Musone Idroelettrica S.r.l. di Macerata. Comunicazione di avvenuto deposito e avvio procedimento..pag. 479 BANDI E AVVISI DI GARA ARPAM - Ancona Avviso pubblico per indagine di mercato pag. 479 ASUR - Area Vasta n. 3 Macerata Bando di gara procedura aperta per l istituzione di un accordo quadro per l affidamento dei lavori di manutenzione ordinaria, riparazioni e lavori in economia di opere edili da effettuarsi presso tutte le strutture sanitarie ed amministrative dell ASUR Marche - Area Vasta n. 3 in Macerata suddiviso in N. 3 Lotti: LottoN. 1 - C.I.G.: A0E, Lotto N. 2 - C.I.G.: Lotto N. 3 - C.I.G.: FB pag. 480 BANDI DI CONCORSO Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Beniamino Forlini - Offida Concorso pubblico per esami per la copertura di n. 1 posto di Operatore Socio Sanitario - categoria B1 - tempo pieno e indeterminato pag. 484 ASUR - Area Vasta n. 2 - Ancona (Fabriano) Concorso pubblico per titoli ed esami per l assunzione a tempo indeterminato di n. 1 Dirigente Medico di Medicina Trasfusionale con rapporto esclusivo - area della medicina diagnostica e dei servizi pag. 492 ASUR - Area Vasta n. 3 - Macerata Concorso pubblico, per titoli ed esami per n. 1 posto di Collaboratore Professionale Sanitario Assistente Sanitario (Cat. D) pag. 498 ASUR - Area Vasta n. 3 - Macerata Concorso pubblico, per titoli ed esami, per n. 1 posto di Dirigente Medico di Ginecologia ed Ostetricia pag. 508 ESITI DI GARA Regione Marche - Servizio Attività normativa e legale e risorse strumentali - P.F. Sistemi informativi e telematici CIG Procedura aperta ai sensi del D.Lgs. n.163/2006 per Acquisizione di prestazioni triennali per lo sviluppo dei servizi applicativi, telematici, di interoperabilità e SEO per il sistema informativo regionale del turismo pag

6 Comune di Fossombrone Esito di gara a procedura ristretta per Affidamento Servizio di Tesoreria Comunale pag. 517 AVVISI Regione Marche - Gabinetto del Presidente della Giunta regionale - Stampa e Comunicazione Istituzionale ADEMPIMENTI ART. 71 DPR N 445/ pag. 517 Comune di Urbisaglia Adozione Piano di Recupero ad iniziativa privata immobile ubicato in Via Setificio n pag. 518 Autorità di Bacino Interregionale Marecchia e Conca - Rimini Avviso Approvazione della Modifica e aggiornamento della Perimetrazione di area a pericolosità idrogeologica molto elevata, in loc.tà Montelicciano nel Comune di Montegrimano (PU), di cui alla scheda 4.29.P dell Allegato 2/B del. Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico comma 3, Art. 6 Norme di Piano del Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico P.A.I......pag. 518 Regione Emilia-Romagna); b) Integrazione e aggiornamento cartografico arti. 8 e 9 P.A.I: fasce di territorio di pertinenza dei corsi d acqua Rio Melo (Comune di Riccione e Comune di Coriano - Provincia di Rimini) pag. 519 E.R.S.U - Urbino Avviso relativo alla gara per la fornitura di: Stoviglie biodegradabili e compostabilie pag. 519 General Building SpA - Polverigi Realizzazione elettrodotto MT a 20 KV in cavo sotterraneo/aereo, nel Comune di San Marcello (AN) per la connessione alla rete elettrica di un impianto di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile (fotovoltaica) della Ditta General Building S.p.a. (diramazione entro 2 Km da impianto esistente - applicazione art. 1 L.R. 24/90). Cod. Rintracciabilità T pag. 520 SVIM SVILUPPO MARCHE SpA Ancona Avviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio, Finalizzata al conferimento di n. 1 incarico di collaborazione coordinata a progetto pag. 521 Autorità di Bacino Interregionale Marecchia e Conca - Rimini AVVISO DI APPROVAZIONE AGGIORNAMENTO 2012, comma 2, art.6 norme PIANO STRALCIO DI BACINO PER L ASSETTO IDRO- GEOLOGICO DEL BACINO DEI FIU- MI MARECCHIA E CONCA (P.A.I.): Classificazione delle Aree in dissesto da assoggettare a verifica pag. 519 Autorità di Bacino Interregionale Marecchia e Conca - Rimini Avviso di Adozione Progetto di Piano Stralcio Assetto Idrogeologico (P.A.I.) Variante 2012 (comma 1, art. 6 delle Norme P.A.I.) : a) Modifica e integrazione Carta Inventario del Dissesto, Comuni di Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant Agata Peltria e Talamello (Provincia di Rimini), scala I: (reccpimento aggiornamento, integrazione ed omogeneizzazione della cartografia del dissesto predisposta dalla 420

7 ATTI DELLA REGIONE DELIBERAZIONI DELL UFFICIO DI PRESIDENZA DELL ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE Seduta n. 102 del 29/11/2012: Delibere dal n. 852 al n. 859 Seduta n. 103 del 04/12/2012: Delibera n. 860 Seduta n. 104 del 10/12/2012: Delibere dal n. 861 al n. 864 Seduta n. 102 del 29/11/2012 del 29/11/2012 Delibera n. 852 L.R. 34/1988 ARTT PRORO- GA INCARICO DI COLLABORAZIONE COOR- DINATA E CONTINUATIVA ALLA DOTT.SSA RUGGERI AMBRA FINO AL 25/03/2013 PER LE ESIGENZE DEL GRUPPO CONSILIARE "SINI- STRA, ECONOLOGIA E LIBERTA"' Delibera n. 853 L.R. 34/1988 ARTT PRORO- GA INCARICO DI COLLABORAZIONE COOR- DINATA E CONTINUATIVA AL SIG. ALVARO PICINETTI PER ULTERIORI MESI TRE PER LE ESIGENZE DEL GRUPPO ASSEMBLEARE "FEDERAZIONE DELLA SINISTRA/PDCI-PRC" Delibera n. 854 ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLE MARCHE PROGETTO "PROMOTORI DI PACE" GIORNATA REGIONALE DELLA PACE - ANCONA, 14 DICEMBRE 2012 Delibera n. 855 ASSOCIAZIONE CITTA' DELLA BIRRA - APECCHIO FESTIVAL NAZIONALE DELL'ALOGASTRONOMIA APECCHIO, 1-2 SETTEMBRE 2012 PATROCINIO E COMPARTE- CIPAZIONE Delibera n. 856 BILANCIO DI PREVISIONE DELL'ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONA- LE PER L'ESERCIZIO FINANZIARIO PROGRAMMA ANNUALE E TRIENNALE DI ATTIVITA' E DI GESTIONE - PROPOSTA AL CONSIGLIO REGIONALE Delibera n. 857 L.R. 34/1988 ARTT PRORO- GA RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO A TEMPO DETERMINATO DEL DIPENDENTE CAPPONI FRANCO IN QUALITA' DI ADDETTO A TEMPO PIENO PRESSO IL GRUPPO CONSI- LIARE "POPOLO DELLA LIBERTA' " FINO AL 30/06/2013 Delibera n. 858 RICHIESTA ASSENSO PROPO- GA COMANDO PRESSO L'ASSEMBLEA LEGI- SLATIVA DELLA DOTT.SSA LANTERNARI STEFANIA, DIPENDENTE DELLA PROVINCIA DI ROMA, CATEGORIA GIURIDICA D1, FINO AL 20/03/2014. Delibera n. 859 RICHIESTA ASSENSO PRORO- GA COMANDO PRESSO L'ASSEMBLEA LEGI- SLATIVA DELLA SIG.RA GIACCHE' ELISABET- TA DIPENDENTE DEL COMUNE DI CASTELFI- DARDO, CATEGORIA GIURIDICA C, FINO AL 28/02/2014. Seduta n. 103 del 04/12/2012 del 29/11/2012 Delibera n. 860 PROPOSTA DELL'UFFICIO DI PRESIDENZA PER L'ELEZIONE DI UNA COM- PONENTE LA COMMISSIONE REGIONALE PER LE PARI OPPORTUNITÀ TRA UOMO E DONNA (L.R. 18 APRILE N. 9 - ARTICOLO 3). Seduta n. 104 del 10/12/2012 del 29/11/2012 Delibera n. 861 PIANO FABBISOGNO ANNI 2013/2014PER IL PERSONALE DIRIGENTE DELL'ASSEMBLEA LEGISLATIVA DEL COM- PARTO REGIONI AI SENSI DELL'ART. 39 DEL- LA LEGGE 449/ PIANO OCCUPAZIONA- LE 2012 Delibera n. 862 L.R. N. 34/1988 E S.M. - ARTT. 4-5 RICHIESTA COLLOCAMENTO IN ASPETTA- TIVA DEL DIPENDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE SORDETTI VINCENZO, CATEGO- RIA D1, PER ASSEGNAZIONE AL GRUPPO ASSEMBLEARE "VERDI" IN QUALITA' DI ASSISTENTE AL CONSIGLIERE CARDOGNA ADRIANO - IN SOSTITUZIONE DELLA SIG.RA SABINI GILBERTA. Delibera n. 863 CIRCOLO ACLI "G. BURRAI" CUCCURANO "ACLINFESTA", 6 E 7 OTTOBRE 2012, CUCCURANO DI FANO COMPARTECIPA- ZIONE. Delibera n. 864 TERZA VARIAZIONE DI FONDI 421

8 TRA CAPITOLI DEL BILANCIO DELL'ASSEM- BLEA LEGISLATIVA REGIONALE. ANNO Seduta n. 105 del 17/12/2012 del 29/11/2012 Delibera n. 865 MODIFICA DENOMINAZIONE GRUPPO "API - LISTE CIVICHE ITALIA" IN "LISTE CIVICHE PER L'ITALIA"Delibera n. 866 ATTUAZIONE LEGGE 7 DICEMBRE 2012, N FINANZIAMENTO ALL'ATTIVITA' DEI GRUPPI CONSILIARI Delibera n. 867 MISURAZIONE E VALUTAZIO- NE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE ED ORGANIZZATIVA. SISTEMA DEI COMPENSI INCENTIVANTI PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DELL'ASSEMBLEA LEGISLATIVA. Delibera n. 868 SERVIZIO DI PARCHEGGIO PER LE ESIGENZE DELL'ASSEMBLEA LEGISLATI- VA DELLE MARCHE. IMPEGNO DI SPESA ANNO CIG ZC407C83E7 Delibera n. 869 CONSIGLIERA REGIONALE MAURA MALASPINA. AUTORIZZAZIONE ALLA MISSIONE A TUNISI. PERIODO 11/14 DICEMBRE L.R. 13 MARZO 1995, N. 23, ART. 5 E S. M. ED INTEGRAZIONI. Delibera n. 870 INTEGRAZIONE DELIBERA- ZIONE DELL'UFFICIO DI PRESIDENZA N. 755/93 DEL 10,09, COMMISSIONE DI CONCORSO PUBBLICO PER N. 1 POSTO CATE- GORIA B3, PROFILO "COLLABORATORE CONSILIARE POLIGRAFICO" Delibera n. 871 LAV, LAVORATORI ANZIANI PER IL VOLONTARIATO, SEZIONE REGIONA- LE MARCHE. "VOLONTARIATO E PREVEN- ZIONE ALIMENTARE" 2 EDIZIONE, NOVEM- BRE 2012, UNIVERSITÀ DI CAMERINO. PATROCINIO E COMPARTECIPAZIONE Delibera n. 872 ASSOCIAZIONE CULTURALE FIDES VITA 22 CONVEGNO FIDES VITA, 28 OTTOBRE - 4 NOVEMBRE, SAN BENEDETTO DEL TRONTO, ZONA PALASPORT. COMPAR- TECIPAZIONE Delibera n. 873 ASSOCIAZIONE "IL LABORA- TORIO ARMONICO" - FANO "MUSICA ANTICA IN PROVINCIA - CASTELLI D'ARIA - FESTI- VAL ORGANISTICO DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO" - II EDIZIONE COMPAR- TECIPAZIONE Delibera n. 874 COMUNE DI MONTEMAGGIO- RE AL METAURO INIZIATIVA "SEGUENDO LA COMETA" PATROCINIO E COMPARTECIPA- ZIONE Delibera n. 875 ASSOCIAZIONE BAGNINI DI PESARO INIZIATIVA "IL MARE D'INVERNO" GENNAIO 2012 COMPARTECIPAZIONE. Delibera n. 876 ASSOCIAZIONE NAZIONALE BERSAGLIERI - JESI (AN) RADUNO INTER- PROVINCIALE BERSAGLIERI PER L'85 ANNI- VERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA SEZIONE "G. GIOVAGNOLI" DI JESI COMPAR- TECIPAZIONE. Delibera n. 877 ASSOCIAZIONE CORALE "FEDERICO MARINI" - ANCONA RASSEGNA NAZIONALE CORALI POLIFONICHE CITTÀ DI ANCONA - XXIII^ EDIZIONE INTEGRAZIONE COMPARTECIPAZIONE. Delibera n. 878 ASSOCIAZIONE PROMOZIONE ATTIVITA' E TIPICITA' LOCALI MARCHE - PORTO SANT'ELPIDIO FERMO LA TERRA CHE T'AMA COMPARTECIPAZIONE. Delibera n. 879 ASSOCIAZIONE PALIO DEL DUCA RIEVOCAZIONE STORICA SPONSALIA 2012, XXV^ EDIZIONE, COMPARTECIPAZIONE Delibera n. 880 ASSOCIAZIONE L'AFRICA CHIAMA ONLUS - FANO (PU) SETTIMANA AFRICANA REGIONALE - XV EDIZIONE COM- PARTECIPAZIONE Delibera n. 881 ASSOCIAZIONE ANGELO DI PIAZZALE ONLUS CONFERENZA "LEGALITÀ... UTOPIA O REALTÀ?" - ANCONA, 5 DICEM- BRE 2012 PATROCINIO E COMPARTECIPAZIO- NE. Delibera n. 882 ASSOCIAZIONE "INFIORATA DI MONTEFIORE DELL' ASO". "INFIORATA 2012", MONTEFIORE DELL' ASO, 10 GIUGNO COMPARTECIPAZIONE. Delibera n. 883 ASSOCIAZIONE CULTURALE "TRESESSANTA" AXOSSINI ("APE ROSSINI") 422

9 PESARO, CHIOSTRO EX SAN DOMENICO - 5 / 7 OTTOBRE COMPARTECIPAZIONE. Delibera n. 884 DELEGAZIONE PONTIFICIA PER IL SANTUARIO DELLA SANTA CASA DI LORETO -LORETO (AN) MOSTRA "FRANCO CAMPANARI, UNO SCULTORE PER PADRE PIO. STUDI E BOZZETTI". COMPARTECIPA- ZIONE. Delibera n. 885 COMUNITA' MARCHIGIANI DI BOLOGNA GIORNATA MARCHIGIANA E FESTA DEGLI AUGURI - BOLOGNA, 16 DICEMBRE 2012 PATROCINIO E COMPARTE- CIPAZIONE. Delibera n. 886 ASSOCIAZIONE CULTURALE "DEL BUON GOVERNO DI FANO" CONVEGNO "LA CONFISCA PER EQUIVALENTE TRA TEO- RIA E PRASSI", 25 SETTEMBRE 2012, PESARO. COMPARTECIPAZIONE. Delibera n. 887 ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA MARY CONFEZIONI, PICE- NO CYCLING TEAM. CICLISMO, GRAN FON- DO DEI COLLI ASCOLANI, ASCOLI PICENO, 29 APRILE COMPARTECIPAZIONE. Delibera n. 888 ASSOCIAZIONE "LA VOCE DELLA VALLESINA" PRESENTAZIONE DEL LIBRO FOTOGRAFICO SULLA VALLESINA, DICEMBRE 2012, JESI. PATROCINIO E COM- PARTECIPAZIONE. Delibera n. 889 ASSOCIAZIONE NOMADI FAN CLUB "LA COLLINA" - LORETO (AN) RICORDI D'AUTORE (20 ANNI CON AUGUSTO) - NOMA- DI IN CONCERTO PATROCINIO E COMPARTE- CIPAZIONE. Delibera n. 890 ASSOCIAZIONE TURISTICA PRO LOCO SAN COSTANZO INAUGURAZIO- NE NUOVO PUNTO IAT - SAN COSTANZO. COMPARTECIPAZIONE. Delibera n. 891 ASSOCIAZIONE CULTURALE LEGENDS THE BEATLES , 50 ANNIVERSARIO LOVE ME DO, COMPARTECI- PAZIONE. Delibera n. 892 ASSOCIAZIONE RIPALTA E I SUOI AMICI - RIPALTA DI CARTOCETO - CAR- TOCETO (PU) "BORGO IN FESTA" COMPARTE- CIPAZIONE. Delibera n. 893 COMUNE DI APECCHIO (PU) XXX MOSTRA MERCATO DEL TARTUFO E DEI PRODOTTI DEL BOSCO IV DEGUSTAZIONE DELLE BIRRE ARTIGIANALI COMPARTECIPA- ZIONE. Delibera n. 894 ASSOCIAZIONE PICENO TEC- NOLOGIE (AP) SERIE DI INIZIATIVE "ENRICO MATTEI, UNA FIGURA STRAORDINARIA" PATROCINIO E COMPARTECIPAZIONE. Delibera n. 895 CENTRO SOCIO - CULTURALE "MARIA ROSSI" CORSI PER IL TEMPO LIBE- RO, PESARO, ANNO PATROCINIO E COMPARTECIPAZIONE Delibera n. 896 ASSOCIAZIONE TURISTICA PRO LOCO DI CANDELARA "CANDELE A CANDELARA", IX EDIZIONE, DALLI AL 9 DICEMBRE 2012, CANDELARA PATROCINIO E COMPARTECIPAZIONE Delibera n. 897 COMUNE DI COLLI DEL TRON- TO - PROVINCIA DI ASCOLI PICENO INIZIATI- VA "NATALE D'ARTE III EDIZIONE" PATROCI- NIO E COMPARTECIPAZIONE. Delibera n. 898 ROTARY CLUB LORETO INI- ZIATIVA "SPETTACOLO TEATRALE DEL " PATROCINIO E COMPARTECIPA- ZIONE. DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA REGIONALE Deliberazione n. 1 dell 8/01/2013. Legge regionale 32/01: Sistema regionale di protezione civile. Criteri per l individuazione di Centri Operativi Intercomunali che svolgono funzioni di presidi nella dorsale appenninica LA GIUNTA REGIONALE omissis DELIBERA di individuare nel territorio circostante i Comuni di Macerata Feltria, Urbino, Fabriano, Camerino ed Amandola le zone nelle quali prevedere l istituzione, man mano che se ne presentino le condizioni e le possibilità, di Centri Operativi Intercomunali 423

10 (COI) con finalità di protezione civile destinati ad assicurare il presidio dei territori montani sia per le attività di prevenzione sia per quelle di allarme ed emergenza; di precisare che nell allegato a), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, sono indicati i Comuni che afferiscono ai singoli COI; di stabilire che in caso di allarme o di emergenza l attivazione sarà disposta, volta per volta, per i Comuni realmente interessati dall evento emergenziale (previsto, potenziale e/o in atto); i criteri da utilizzarsi per l individuazione dei siti in cui collocare la sede dei COI sono quelli riportati nell allegato b), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione; per l attivazione degli stessi dovranno essere rese disponibili le risorse e le dotazioni organiche riportate nel medesimo allegato b); le risorse necessarie una tantum per assicurarne la reale fruibilità, derivanti dalla eventuale esigenza di effettuare lavori di manutenzione straordinaria della struttura e degli impianti, provvedere ai cablaggi ed installare la strumentazione tecnologica ed informatica indispensabile saranno valutate sulla base di specifici progetti; le procedure per l attivazione ed il funzionamento dei COI sono definite nella pianificazione di emergenza a livello locale e regionale; Il Direttore del Dipartimento per le politiche integrate di sicurezza e per la protezione civile provvede a dare attuazione a quanto stabilito con il presente atto e, con propri atti motivati, potrà apportare le variazioni organizzative utili a consentire la migliore funzionalità dei COI. Allegato a) Comune di riferimento: Urbino Comuni afferenti: Petriano, Montecalvo in Foglia, Fermignano, Urbania, Peglio, Sant Angelo in Vado, Mercatello sul Metauro, Borgo Pace, Acqualagna, Cagli, Pergola, Frontone, Serra Sant Abbondio, Cantiano, Apecchio, Piobbico, Isola del Piano, Fossombrone. Comune di riferimento: Macerata Feltria: Comuni afferenti: Auditore; Belforte all Isauro; Carpegna; Frontino; Lunano; Mercatino Conca; Monte Cerignone; Montecopiolo; Monte Grimano Terme; Piandimeleto; Pietrarubbia; Sassocorvaro; Sassofeltrio; Tavoleto. Comune di riferimento: Fabriano Comuni afferenti: Mergo, Serra San Quirico, Genga, Sassoferrato, Cerreto d Esi, Arcevia, Cupramontana, Rosora, Staffolo. Comune di riferimento: Camerino Comuni afferenti: Apiro, Serravalle di Chienti, Muccia, Pieve Torina, Pievebovigliana, Fiastra, Acquacanina, Fiordimonte, Bolognola, Ussita, Castelsantangelo sul Nera, Visso, Monte Cavallo, Montedinove, Poggio San Vicino. Comune di riferimento: Amandola Comuni afferenti: Santa Vittoria in Matenano, Ortezzano, Montelparo, Smerillo, Montefalcone Appennino, Force, Rotella, Comunanza, Montefortino, Montemonaco. Allegato b) Criteri minimi per l individuazione delle località e dei siti ove installare i presidi della dorsale appenninica. Il sit nel quale si potrà prevedere l installazione del Centro Operativo Intercomunale (COI), quale presidio locale di protezione civile dovrà possedere i seguenti requisiti: a) disporre di un edificio, di proprietà pubblica o comunque ottenibile in comodato gratuito, di dimensioni adeguate, in grado di resistere all evento sismico massimo atteso nel luogo e non soggetto a rischio esterno a seguito di un evento sismico; b) essere in zona considerata sicura per quanto attiene al rischio idrogeologico; c) essere in zona al di fuori delle aree di potenziale pericolo rispetto alle attività a rischio di incidenti rilevanti; d) essere dotato di una viabilità adeguata che consenta anche il transito di mezzi pesanti; e) essere dotato di spazi che consentano lo stazionamento dei mezzi; essere dotato di adeguata copertura radio che consenta l impiego delle frequenze in uso dal sistema della protezione civile, necessarie per i collegamenti dedicati alla rete di comunicazione di emergenza e di tutti i suoi applicativi informatici e tecnologici, comprese le videosorveglianze. Costo annuo medio per la gestione del sito Il costo, desunto da quelli mediamente sostenuti da strutture analoghe, limitatamente alla fornitura di acqua, energia elettrica, riscaldamento, per l uso del telefono e per l effettuazione delle pulizie ammonta ad Euro Dotazione organica necessaria Una unità di categoria B, una di categoria C ed una di categoria D, poste a disposizione a titolo gratuito dai Comuni interessati e/o dalla Provincia o dalla Regione, costituiscono il personale indispensabile per la gestione corrente del sito. Nel caso si dovesse operare in maniera continuativa dovrà essere assicurata la possibilità di integrare, per il periodo strettamente necessario, detto personale 424

11 con altro adeguatamente formato, posto a disposizione dai medesimi Enti. Deliberazione n. 2 dell 8/01/2013. L.R. 32/01. Indicazioni volte a regolare la partecipazione dei minori alle attività di volontariato di protezione civile. LA GIUNTA REGIONALE omissis DELIBERA per adempiere a quanto richiesto dal Consiglio delle Autonomie Locali, nella seduta del 14 novembre 2012 con il parere n 70/2012, ovvero che fossero individuate modalità che consentano l approccio al volontariato di protezione civile di soggetti di età inferiore ai 18 anni, si stabilisce che le indicazioni volte a regolare la partecipazione dei minori alle attività di volontariato di protezione civile sono quelle riportate nell allegato a), parte integrante e sostanziale della presente deliberazione. Allegato a) Indicazioni volte a regolare l approccio dei minori alle attività di volontariato di protezione civile. I minori, al compimento del sedicesimo anno di età, possono essere ammessi a partecipare ad alcune delle attività del volontariato di protezione civile, sotto la diretta responsabilità del rappresentante legale dell organizzazione che ne determina in forma scritta l ammissione previo consenso, sempre in forma scritta, da parte di chi esercita la potestà parentale. La denominazione da utilizzarsi per individuare tali minori è: Juniores; I nominativi dei minori ammessi a partecipare non potranno essere inseriti nella banca dati VOLOWEB. Relativamente ai compiti che possono essere svolti dal minore, non sussistono particolari problemi qualora si preveda che la frequenza di attività formative ed informative, mentre occorrerà evitare lo svolgimento di attività, anche addestrative, che comportino comunque esposizione al rischio, e per le quali sia necessario l utilizzo di dispositivi di protezione individuale di qualunque categoria, nonché specifiche competenze. Dovrà essere stipulata una polizza assicurativa che garantisca una adeguata copertura per il rischio di infortunio e morte e per la responsabilità civile derivante da azioni compiute, preferibilmente senza franchigia, ad evitare che il responsabile dell organizzazione sia chiamato a rispondere in solido per la quota eventualmente non garantita dalla polizza stessa. Per evitare che persone appartenenti al sistema - che non siano a conoscenza che la persona di che trattasi sia un minore - possano richiedergli di svolgere attività che lo stesso non può compiere, è necessario che il minore indossi un gilet giallo, dotato di strisce catarifrangenti recante su dorso e sul davanti la scritta, sempre in materiale catarifrangente, Juniores oppure un fratino giallo, sempre dotato di strisce catarifrangenti recante sul dorso e sul petto la scritta Juniores. Deliberazione n. 3 dell 8/01/2013. Progetto Casa intelligente per una longevità attiva ed indipendente dell anziano previsto dalla D.G.R. 1464/ Ulteriori risorse disponibili per il finanziamento delle proposte progettuali presentate nel bando approvato con D.G.R. 1004/2012 e risultate ammissibili alle agevolazioni ai sensi della determin del Direttore Generale dell I.N.R.C.A. di Ancona N. 381/DGEN del LA GIUNTA REGIONALE omissis DELIBERA 1) di approvare la graduatoria di cui all Allegato A, che forma parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, relativa alle domande presentate ai sensi del bando approvato con D.G.R del , così come predisposta e definita dall Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (I.N.R.C.A.) di Ancona, mediante determina del Direttore Generale n. 381/DGEN del , in attuazione del progetto Casa intelligente per una longevità attiva ed indipendente dell anziano ed in base alla convenzione stipulata il 16 novembre 2011 (Reg. Int. N del ); 2) di determinare in complessivi Euro ,24 il fabbisogno necessario al finanziamento delle proposte progettuali risultate ammissibili; 3) di disporre l ulteriore somma di Euro ,24, oltre alla somma di Euro ,00 già destinata con D.G.R del , con riferimento alla disponibilità esistente sul capitolo del bilancio di previsione 2013, al fine della copertura finanziara del suddetto fabbisogno; 4) il dirigente del Servizio Industria Artigianato Istruzione Formazione e Lavoro adotta l atto relativo all assunzione dell impegno di spesa e alla concessione delle agevolazioni. 425

12 426

13 427

14 428

15 Deliberazione n. 4 dell 8/01/2013. Controllo Atti. Legge n. 412/91, Art. 4, comma 8. L.R. n. 26/96, art. 28. Determina del Direttore Generale dell INRCA n. 366 del , concernente POR Ancona: autorizzazione alla spesa per espletamente gara a procedura aperta per affidamento servizio trasporto pazienti e salme intraospedaliero per un periodo di 2 anni. Euro ,31 (Iva Compresa) Richiesta chiarimenti. LA GIUNTA REGIONALE omissis DELIBERA di chiedere i seguenti chiarimenti ed elementi integrativi di giudizio sulla determina n. 366 del del Direttore Generale dell INRCA: - L ente chiarisca le modalità e gli interventi gestionali ed economici adottati o da adottare per conseguire il rispetto delle disposizioni contenute nella DGRM n. 1220/2012 attuativa del D.L. n. 95/2012 sulla spending review, sia per l anno in corso sia per il periodo di durata dell appalto in oggetto. - In merito alla coerenza dell incremento previsto rispetto alla programmazione pluriennale, che prevede una riduzione delle risorse economiche. Deliberazione n. 5 dell 8/01/2013. Controllo Atti. Legge n. 412/91, Art. 4, comma 8. L.R. n. 26/96, art. 28. Determina del direttore generale ASUR n. 921 del , concernente: appalto Servizio di Gestione della Struttura Residenziale Riabilitativa e Centro Diurno in località Varea Dini a Gadana di Urbino, per l Area Vasta n. 1. Richiesta di chiarimenti. LA GIUNTA REGIONALE omissis DELIBERA di chiedere chiarimenti sulla determina n. 921 del , del Direttore Generale dell ASUR, in ; ordine ai seguenti aspetti: 1) Non conformità del dettato del punto 2) del dispositivo della determina n.921/2012 con il secondo comma dell art.11 del Codice dei Contratti, dal momento che l indicazione del criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa non soddisfa l estremo di legge del criterio di selezione delle offerte; 2) Analoga non conformità del predetto punto 2) al citato art.11, secondo comma, del Codice per assoluta incertezza degli elementi essenziali del contratto, dal momento che l Azienda, allo stato, non dispone di un progetto e, conseguenzialmente, di un quadro economico e delle voci di spesa; 3) Assoluta incertezza dei mezzi finanziari occorrenti i quali, correlativamente, non sono stimabili nemmeno in via presuntiva: al riguardo, la disponibilità economica inferiore agli attuali costi d esercizio non è supportata da alcun dato obiettivo tantomeno storico; 4) Mancata evidenziazione dei risparmi di spesa rispetto all onere attualmente sostenuto o sostenuto negli esercizi precedenti con le note e vigenti disposizioni legislative e sub=legislative, imposte dalla Regione, in materia. Deliberazione n. 6 dell 8/01/2013. Controllo Atti. Legge n. 412/91, Art. 4, comma 8. L.R. n. 26/96, art. 28. Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord. Determina del direttore generale n. 813 del , concernente Indizione di procedura aperta per l acquisizione di un sistema di spettrometria di massa tandem occorrente alla U.O.C./Neuropsichiatria Infantile LA GIUNTA REGIONALE omissis DELIBERA di approvare la determina n.813 del , adottata dal Direttore Generale dell Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord di Pesaro, con la seguente precisazione: 1) L Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord, con la nota del proprio Direttore Generale prot. n del , ha precisato di impegnarsi ad assumere, a carico del proprio budget annuale, successivamente all anno di sperimentazione previsto dalla nota del Direttore del Dipartimento per la Salute e per i Servizi Sociali prot. n dell , gli oneri relativi all acquisto del materiale di consumo nonché le spese derivanti dal contratto di manutenzione dell attrezzatura. Deliberazione n. 7 dell 8/01/2013. Art. 25 della L.R. 27/12/2012, n Iscrizione nel Bilancio di Previsione per l anno 2013 di entrate derivanti da assegnazioni da parte dello Stato per la realizzazione del progetto interregionale Piano di monitoraggio per 429

16 la ricerca delle diossine negli alimenti di origine animale e relativi impieghi. Euro ,00. LA GIUNTA REGIONALE omissis DELIBERA 1) Di apportare al Bilancio di Previsione per l anno 2013 le variazioni in termini di competenza e di cassa così come riportato nell ALLEGATO A parte integrante della presente deliberazione; 2) Di modificare la DGR 1787 del 28 dicembre 2012 e successive modificazioni concernente l approvazione del Programma Operativo Annuale per l anno 2013, le variazioni in termini di competenza e di cassa così come riportato nell ALLEGATO B parte integrante della presente deliberazione; 3) di trasmettere copia del presente atto, all Assemblea legislativa regionale entro dieci giorni dalla sua adozione e di disporne la pubblicazione sul BUR entro 15 giorni ai sensi dell art.29, comma 8 e dell art. 9 comma 4 della L.R. 11/12/2001, n

17 431

18 Deliberazione n. 8 dell 8/01/2013. L.R. n. 26/1996, Art. 4. Approvazione dello schema di contratto aggiuntivo per la conferma dell incarico di direzione dell Agenzia Regionale Sanitaria (ARS). LA GIUNTA REGIONALE omissis DELIBERA - di approvare lo schema di contratto aggiuntivo al contratto di lavoro stipulato in data 17 gennaio 2011 (Reg. int. n ), allegato alla presente deliberazione, quale sua parte integrante e sostanziale sotto la lett. A.; - di incaricare il Presidente della Giunta Regionale di sottoscrivere il contratto, con facoltà di apportare modificazioni non sostanziali al suo contenuto dispositivo; - di stabilire che gli oneri derivanti dalla presente deliberazione sono a carico del bilancio dell Agenzia regionale sanitaria; REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE CONTRATTO AGGIUNTIVO AL CONTRAT- TO DI LAVORO DI DIRITTO PRIVATO A TEMPO DETERMINATO DEL 17 GENNAIO 2011 (n del Reg. int.) In Ancona, addì... presso la sede dell Ente in Via Gentile da Fabriano n. 9, TRA La Regione Marche - Codice Fiscale , rappresentata ai fini del presente atto dal Presidente della Giunta regionale, Gian Mario SPACCA, nato a Fabriano il 16/02/1953, domiciliato per la carica, presso la sede dell Ente; E Il dott. Carmine RUTA, nato a Bolzano il 03/07/1947 e residente a... Via... C.F. RTUCMM47403A952E, PREMESSO CHE Le parti hanno sottoscritto in data 17 gennaio 2011 (Reg. int. N. 1546) un contratto di lavoro subordinato di diritto privato a tempo determinato per il conferimento dell incarico di Direttore del Dipartimento per la Salute e per le Politiche sociali e delle funzioni di direzione dell Agenzia regionale sanitaria (di seguito: ARS). Gli artt. 18 e 19 della L.R. n. 45 del 27/12/2012 hanno stabilito una riorganizzazione delle strutture regionali che operano in materia socio- sanitaria mediante la soppressione del Dipartimento per la Salute e per i Servizi Sociali e la contestuale istituzione del Servizio Sanità e del Servizio Politiche Sociali. Inoltre le stesse norme hanno apportato modificazioni all art. 4 della L.R. n. 26 del 17/07/1996 e abrogato il comma 2 dell art. 20 della L.R. n. 17 del 22/11/2010 prevedente l incarico di direzione dell ARS, in capo al direttore del Dipartimento per la salute e per le Politiche sociali. A seguito della modificazione dell articolazione strutturale del settore, la Giunta Regionale ha ritenuto di proporre al dott. Carmine Ruta l incarico di direzione dell ARS. Le parti, in data 27/12/2012, hanno stilato un accordo preliminare, approvato dalla Giunta Regionale nella seduta del 28/12/2012. In tale sede, la Giunta ha confermato l incarico di direttore dell ARS, al dott. Carmine Ruta, mediante modificazione del vigente contratto di lavoro individuale nella parte concernente l oggetto della prestazione ed il trattamento economico. Tutto ciò premesso, da ritenersi parte integrante e sostanziale del presente contratto, le parti danno come conosciute le norme ed i documenti menzionati e convengono quanto segue: ART. 1 (Oggetto del Contratto) 1) La Regione Marche, a parziale modificazione dell art. 2 del contratto di lavoro del 17 gennaio 2011, conferma al dott. Carmine Ruta che accetta, l incarico di direttore dell ARS con sede di lavoro presso la sede legale dell ente, in Ancona, Via Gentile da Fabriano n.9. 2) Il dott. Carmine Ruta assume in prima persona le responsabilità connesse all esercizio di tutte le attribuzioni direzionali attinenti al ruolo ricoperto e rinvenibili nell art. 4 della L.R. n. 26 del 1996 e nella L.R. n. 20 del 2001, ivi richiamata, nonché quelle previste nel presente contratto ovvero derivanti da altre pertinenti disposizioni legislative o regolamentari emanate dalla Regione Marche. 3) Il Direttore si impegna ad ispirare la propria azione agli obiettivi ed ai principi generali stabiliti da norme e disposizioni regionali e risponde direttamente del raggiungimento degli obiettivi e direttive fissati dalla Regione, della corretta ed economica gestione delle risorse attribuite o introitate nonché dell imparzialità e del buon andamento dell azione amministrativa. 4) il Dott. Carmine Ruta fermo restando il rispetto delle norme di cui alla Legge 241/1990 e s.m., è tenuto al segreto sulle attività di servizio e non può dare informazioni o comunicazioni relative a provvedimenti ed operazioni di qualsiasi natura o notizie delle quali sia venuto a conoscenza a causa del suo ufficio quando da ciò possa derivare danno per la Regione Marche ovvero un danno o un ingiusto vantaggio a terzi. 432

19 5) Le parti si danno reciprocamente atto dell imprescindibile natura fiduciaria dell incarico, connaturata al ruolo dirigenziale oggetto dell incarico, quale emergente dall ordinamento della dirigenza pubblica di cui al D.Lgs n. 165/2001 e, quanto alla Regione Marche, dalle L.R. nn. 4/1996 e 20/2001. ART. 2 (Attività dell ARS) 1) L ARS espleta le funzioni indicate nell art. 4 1 comma della L.R. n. 26 del 1996, secondo quanto ivi previsto. 2) Per tale effetto, le strutture dell ARS ed i relativi dirigenti collaborano con il Servizio Sanità ed il Servizio Politiche sociali nei settori di rispettiva competenza. Le modalità ed i termini per l attuazione dell attività di collaborazione sono decisi dalla Giunta Regionale. 3) L ARS, in conformità a quanto stabilito dall art. 4 comma 3 bis della L.R. n. 26 del 1996, supporta la Giunta Regionale ed il suo Presidente nella programmazione sanitaria. In particolare tale attività è diretta alla ideazione ed alla pianificazione dei percorsi strategici per la Regione nei settori di competenza della medesima Agenzia. L ARS svolge un compito di monitoraggio sull andamento del sistema sanitario regionale. 4) L ARS assume la responsabilità dei progetti regionali attinenti il settore della longevità attività già implementati o ancora da intraprendere. La Regione si riserva di affidare all ARS ulteriori progetti speciali di interesse strategico. 5) L ARS ed il Direttore, per le attività e le incombenze elencate ai commi 4) e 5) operano in collegamento funzionale con il Presidente della Giunta Regionale, titolare della delega in materia di programmazione. ART. 3 (Struttura dell ARS) 1) L ARS mantiene l organizzazione, le risorse strumentali, umane e fmanziarie esistenti, alla data di conferma dell incarico al Direttore. 2) È fatta salva la possibilità di introdurre modificazione ai suddetti elementi per cause oggettive non dipendenti dalla responsabilità di ciascuna delle parti ovvero concordemente stabilita fra di loro. ART. 4 (Disposizioni aggiuntive) 1) Al Direttore sono mantenuti gli incarichi ad personam conferiti con nomina del Ministero della Salute, nel rispetto di quanto stabilito dall art. 4 del contratto stipulato in data 17/01/2011. ART. 4 (Trattamento economico omnicomprensivo) 1) Al Direttore spetta, per lo svolgimento delle funzioni, il trattamento economico omnicomprensivo annuo lordo di Euro ,00 (centocinquantacinquemila/00) da corrispondere in dodici mensilità posticipate, di pari ammontare. 2) Il trattamento economico di cui al comma 1) è integrato dell importo annuo di Euro 5.000,00 (cinquemila/00) in relazione a corsi di formazione manageriale e ad iniziative di studio, congegni o manifestazioni afferenti la sanità regionale o nazionale promossi dalla Regione o a cui la Regione aderisca, alle quali il Direttore dovrà partecipare per esigenze connesse al proprio ufficio. 3) Il trattamento economico è altresì integrato da un ulteriore quota, sino al 20 per cento, da corrispondersi ex post sulla base dei risultati conseguiti relativamente agli obiettivi fissati dalla Giunta regionale. 4) Al Direttore spettano compensi aggiuntivi per incarichi ulteriori conferiti in relazione a progetti speciali affidati, nella misura da concordare fra le parti in relazione all importanza, all onerosità ed alla durata degli incarichi stessi. ART. 5 (Durata del Contratto) 1) L incarico di Direttore decorre, ai fini giuridici ed economici, dall 1 gennaio 2013 e termina alla scadenza della presente legislatura ed è prorogabile. 2) Alla scadenza definitiva, l incarico cessa automaticamente senza obbligo di preavviso. ART. 6 (Disciplina residuale) 1) Per tutti gli aspetti del rapporto di lavoro non disciplinati dal presente contratto, le parti concordano di confermare valide le pattuizioni del contratto stipulato in data 17 gennaio IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Gian Mario SPACCA IL DIRETTORE dott. Carmine RUTA DECRETI DEI DIRIGENTI REGIONALI SERVIZIO TERRITORIO, AMBIENTE ED ENERGIA Decreto del Dirigente della Posizione di Funzione Valutazioni ed Autorizzazioni 433

20 Ambientali n. 124 del 20/12/2012 DLgs 152/06 LR 7/04 DLgs 42/04 DGRM 1813/12. Giudizio positivo compatibilità ambientale comprensivo VAS Autorizzazione Paesaggistica. Provincia Ancona. Bacino idrografico Fiume Aspio Fosso Rigo. Primo stralcio C1 Progetto definitivo. IL DIRIGENTE DELLA POSIZIONE DI FUNZIO- NE VALUTAZIONI ED AUTORIZZAZIONI AMBIENTALI omissis DECRETA DI DARE ATTO che, ai sensi e nei termini del combinato disposto dell art. 9, c. 5 della L.R. n. 7/2004 e dell art. 24, c. 4, del D.Lgs. n. 152/2006, sono pervenute osservazioni e memorie scritte relative al progetto: Interventi di completamento per la riduzione del rischio idrogeologico nelle aree interessate dagli eventi alluvionali del settembre Bacino idrografico del Fiume Aspio - Fosso Rigo. Primo stralcio C1. Progetto definitivo. DI ESPRIMERSI in ordine alle osservazioni e controdeduzioni presentate dal proponente, ai sensi dell art. 11, c. 1 della LR. n. 7/2004, in merito al progetto denominato: Interventi di completamento per la riduzione del rischio idrogeologico nelle aree interessate dagli eventi alluvionali del settembre 2006 Bacino idrografico del Fiume Aspio Fosso Rigo. Primo stralcio C1 Progetto definitivo, e come riportato nel documento istruttorio del presente decreto; DI RILASCIARE, ai sensi del combinato disposto del D.Lgs. n. 152/2006, art. 26 e degli artt 9 e 11 della L.R.n. 7/2004, il giudizio positivo di compatibilità ambientale per il progetto denominato Interventi di completamento per la riduzione del rischio idrogeologico nelle aree interessate dagli eventi alluvionali del settembre Bacino idrografico del Fiume Aspio - Fosso Rigo. Primo stralcio C1 Progetto definitivo, presentato dalla Provincia di Ancona Settore tutela e Valorizzazione dell Ambiente purché nelle successive fasi progettuale, autorizzatorie e di gestione dell impianto siano rispettate le condizioni e prescrizioni riportate nell Allegato A che fa parte integrante del presente decreto. DI DARE ATTO che ai sensi del combinato disposto della LR 6/2007 e della DGR 1813/2010, punto 9 paragrafo 1.3 la procedura di screening VAS relativa alla variante del PRG del Comune di Castelfidardo funzionale al progetto Oggetto di VIA è sostituita dalla presente procedura di VIA. DI STABILIRE conseguentemente che la variante è esclusa dalla procedura di valutazione ambientale strategica in quanto dalla sua applicazione non possono originarsi effetti negativi sull ambiente; DI RILASCIARE l Autorizzazione Paesaggistica di cui all art. 146 del D.Lgs n. 42/2004, per il progetto denominato: interventi di completamento per la riduzione del rischio idrogeologico nelle aree interessate dagli eventi alluvionali del settembre Bacino idrografico del Fiume Aspio - Fosso Riga Primo stralcio C1 Progetto definito, per le motivazioni evidenziato nel documento istruttorio nella configurazione progettuale che emerge dagli elaborati depositati dal proponente. DI TRASMETTERE copia del presente atto unitamente agli elaborati progettuali debitamente timbrati, alla Provincia di Ancona, e copia del decreto alla P.F. Difesa del Suolo, alla P.F. Viabilità e demanio idrico, al dirigente del Servizio Infrastrutture, Trasporti ed Energia, al Comune di Osimo, al Comune di Castelfidardo, all ARPAM Dipartimento Provinciale di Ancona, al Corpo Forestale dello Stato Comando Provinciale dl Ancona, alla Direzione regionale beni Culturali e Paesaggistici delle Marche, alla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici delle Marche, all Autorità di Bacino Regionale, al Servizio Agricoltura. DI RAPPRESENTARE ai sensi dell articolo 3, comma 4, della L 241/1990 che contro il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale delle Marche entro sessanta giorni dalla data di ricevimento del presente atto. Entro 120 giorni può, in alternativa, essere proposto ricorso straordinario al Capo dello Stato, ai sensi del D.P.R. 24 novembre 1971 n DI RAPPRESENTARE che il presente provvedimento è rilasciato ai soli fini stabiliti dalla L.R, n. 3 del 26 marzo 2012 e non sostituisce in alcun modo ulteriori pareri od atti di assenso comunque denominati di competenze di questa o di altre amministrazioni, non oggetto del presente atto, pertanto la ditta dovrà ottenere tuttele ulteriori autorizzazioni necessarie alla concreta realizzazione dell intervento, DI PUBBLICARE per estratto il presente provvedimento ai sensi della L.R. n 7/2004, art 11, comma 2. Il presente atto può essere scaricato integralmente dal seguente link selezionando la voce Provvedimento finale: tta/375/id_proc/1082/tipo/via/directory/voo433 /Default.aspx Si attesta inoltre che dal presente decreto non deriva né può derivare un impegno di spesa a carico della Regione. IL DIRIGENTE DELLA POSIZIONE DI FUNZIONE Dott. Geol. David Piccinini 434

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PASQUALE DE BELLIS Indirizzo Via Piave, nr. 20-60027 Osimo Stazione (AN) ITALIA Telefono 347 8228478 071 7819651 Fax E-mail pasquale.de.bellis@regione.marche.it

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4

LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4 6232 LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4 Semplificazioni del procedimento amministrativo. Modifiche e integrazioni alla legge regionale 12 aprile 2001, n. 11 (Norme sulla valutazione dell impatto ambientale),

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza)

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Allegato 2 Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Sono molto frequenti le situazioni in cui l obbligo di effettuare valutazioni ambientali

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 Identificativo Atto n. 191 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELL AVVISO FORMAZIONE CONTINUA COMPETITIVITA EXPO E L'atto si compone

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

Decreto del Commissario Straordinario

Decreto del Commissario Straordinario Decreto del Commissario Straordinario N. 8 del Reg. Data 30/07/2014 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE ANTICENDIO NELLA FORESTA DEMANIALE REGIONALE DEL MONTE CARPEGNA - PSR MARCHE

Dettagli

P.R.G.C. DI MATTIE - REL. ILLUSTRATIVA - VAR. IN ITINERE ALLA VAR. STRUTTUR. E DI ADEG. AL P.A.I. - D.C.C.20/ 28.09.2011

P.R.G.C. DI MATTIE - REL. ILLUSTRATIVA - VAR. IN ITINERE ALLA VAR. STRUTTUR. E DI ADEG. AL P.A.I. - D.C.C.20/ 28.09.2011 0 INDICE RELAZIONE ILLUSTRATIVA RI 2 1) PRESENTAZIONE. 3 2) LO STRUMENTO URBANISTICO DEL COMUNE DI MATTIE.. 3 3) LE MOTIVAZIONI DELLA VARIANTE ATTUALE. 4 4) I REQUISITI FORMALI DEGLI ATTI Dl VARIANTE.

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

COMUNE di F AE N Z A

COMUNE di F AE N Z A All. G COMUNE di F AE N Z A Settore Territorio ADOZIONE ATTO C.C. n. 73 del 10.02.2010 PUBBLICAZIONE BUR n. 54 del 31.03.2010 APPROVAZIONE ATTO C.C. n. 290 del 21/11/2011 PUBBLICAZIONE BUR n. del ATTI

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping)

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping) LEGGE REGIONALE 18 maggio 1999, n. 9 DISCIPLINA DELLA PROCEDURA DI VALUTAZIONE DELL'IMPATTO AMBIENTALE Testo coordinato con le modifiche apportate da: L.R. 16 novembre 2000 n. 35 Titolo III PROCEDURA DI

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4 Regolamento per la ripartizione e l erogazione dell incentivo ex art. 92 D. lgs. 163/06 e s.m.i. 1 INDICE TITOLO I :PREMESSA 3 Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA)

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Ai progetti sottoposti alla procedura di impatto ambientale ai sensi degli articoli 52 e seguenti, è allegato uno studio di impatto ambientale, redatto

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

ENTI LOCALI LEGGE REGIONALE 29 OTTOBRE 2014, N. 10

ENTI LOCALI LEGGE REGIONALE 29 OTTOBRE 2014, N. 10 ENTI LOCALI LEGGE REGIONALE 29 OTTOBRE 2014, N. 10 Disposizioni in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte della Regione e degli enti a ordinamento regionale, nonché modifiche

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

6.3.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 10. 2014, n. 1 Abrogazioni

6.3.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 10. 2014, n. 1 Abrogazioni 9 Lastri, De Robertis, Rossetti, Ruggeri, Remaschi, Boretti, Venturi, Bambagioni, Saccardi Proposta di legge della Giunta regionale 20 ottobre Art. 20 2014, n. 1 Abrogazioni divenuta Proposta di legge

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II.

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II. REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale del Territorio e dell Ambiente DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AMBIENTE Servizio 3 "ASSETTO DEL TERRITORIO E DIFESA DEL SUOLO (P.A.I.) (ART.1 D.L.

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

02/05/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 35. Regione Lazio

02/05/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 35. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 23 aprile 2014, n. G06045 POR FESR LAZIO 2007-2013 ASSE I - Attività I.1 "Potenziamento e messa

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE II Commissario delegato per la ricostruzione - Presidente della Regione Abruzzo STRUTTURA TECNICA DI MISSIONE Azioni di supporto ai Comuni colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 INCENTIVI PER ATTIVITA DI

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI Marca da Bollo 16,00 Al Sig. Presidente della Provincia di Pavia Ufficio concessioni pubblicitarie Piazza Italia, 2 27100 Pavia AUTORIZZAZIONE OGGETTO: Richiesta di autorizzazione per il posizionamento

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 6 AGRICOLTURA - FORESTE FORESTAZIONE SETTORE 4 Servizi di sviluppo agricolo fitosanitario e valorizzazione patrimonio ittico

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t LEGGE REGIONALE 20 MAGGIO 2014, N. 26 Disposizioni per favorire l accesso dei giovani all agricoltura e contrastare l abbandono e il consumo dei suoli agricoli 2 LEGGE REGIONALE Disposizioni per favorire

Dettagli

della Regione Toscana Bollettino Ufficiale: via F. Baracca, 88-50127 Firenze - Fax: 055-4384620

della Regione Toscana Bollettino Ufficiale: via F. Baracca, 88-50127 Firenze - Fax: 055-4384620 Anno XLI Repubblica Italiana BOLLETTINO UFFICIALE della Regione Toscana Parte Prima n. 9 mercoledì, 17 febbraio 2010 Firenze Bollettino Ufficiale: via F. Baracca, 88-50127 Firenze - Fax: 055-4384620 Portineria

Dettagli

Analisi dei prodotti turistici locali, anche connessi alle produzioni ed al made in italy

Analisi dei prodotti turistici locali, anche connessi alle produzioni ed al made in italy Analisi dei prodotti turistici locali, anche connessi alle produzioni ed al made in italy Dicembre 2011 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vocazioni di prodotto sui territori: un quadro di sintesi...

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa COMUNE DI LARI Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 519 Numerazione servizio 201 Data di registrazione 17/12/2009 COPIA Oggetto : DECRETO DI ESPROPRIO RELATIVO A PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO PER PUBBLICA

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 404 PARTE PRIMA L E G G I - R E G O L A M E N T I DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Art. 2 (Finalità) 1. La Regione con la promozione della progettazione di qualità ed il ricorso alle procedure concorsuali,

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

DECRETO n. 375 del 11/07/2014

DECRETO n. 375 del 11/07/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

Parte I. VISTA la L.R. 2 marzo 1996 n. 12 e sue successive

Parte I. VISTA la L.R. 2 marzo 1996 n. 12 e sue successive Parte I N. 19 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 19-6-2012 4849 Contenzioso n. 160 - Tribunale di Potenza - Procedimento penale n. 3608/08 - R.G.N.R. n. 485/09 R.G.GIP - Costituzione in

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305. Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie

B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305. Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305 Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie LA GIUNTA REGIONALE Premesso: che con D.P.R. 12 aprile

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

meglio descritte nella relazione tecnica allegata

meglio descritte nella relazione tecnica allegata Modello 05: Spazio riservato all Ufficio Protocollo Marca da bollo 14,62 Al Dirigente del Settore II Comune di Roccapalumba Oggetto: l sottoscritt nat a ( ) il / / residente a ( ) in via n. C.F. in qualità

Dettagli