ricercatrice Bibliografia musicale Biblioteconomia e archivistica musicale Beni musicali e nuove tecnologie Musica barocca

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ricercatrice Bibliografia musicale Biblioteconomia e archivistica musicale Beni musicali e nuove tecnologie Musica barocca"

Transcript

1 È ricercatrice presso l Università di Torino (Dipartimento di Studi Umanistici), dove insegna Bibliografia musicale (dall a.a. 2006/7), ha insegnato Biblioteconomia e archivistica musicale (a.a. 1999/ /2) e Beni musicali e nuove tecnologie (a.a. 2003/4 2005/6), e coordinato il corso di Musica barocca (a.a. 2009/ /2). Membro del comitato scientifico di «Fonti musicali italiane» (periodico della Società Italiana di Musicologia; dal 2004) e de «Gli spazi della musica» (periodico elettronico dell Università di Torino; dal 2012), del consiglio direttivo dell Istituto per i Beni Musicali in Piemonte (dal 1986) e del comitato scientifico dell orchestra barocca e classica Academia Montis Regalis (dal 2007), ha collaborato a opere collettive quali il Dizionario enciclopedico universale della musica e dei musicisti (DEUMM) e Die Musik in Geschichte und Gegenwart. Allgemeine Enzyklopädie der Musik (MGG). Ha fatto parte di comitati scientifici di mostre e convegni nazionali e internazionali. Esperta di gestione e catalogazione di documenti musicali e di interesse musicale (esperienze maturate come responsabile delle biblioteche dei Conservatori di musica di Bolzano e Novara; ), curatrice di cataloghi di fondi musicali di rilevanza internazionale, dal 1999 al 2006 è stata coordinatore scientifico del progetto di censimento e catalogazione del patrimonio musicale piemontese, progetto promosso da Regione Piemonte e Istituto per i Beni Musicali in Piemonte che ha impegnato una quarantina di studiosi; dal 2003 al 2005 ha coperto lo stesso ruolo nell ambito del progetto di catalogazione del patrimonio musicale manoscritto e a stampa della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino che ha coinvolto una dozzina di laureati in discipline musicali. È stata consulente, tra gli altri, dei seguenti progetti: Archivio Digitale della Musica (2002-7), progetto promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali che si è proposto di sperimentare e mettere a regime un modello di servizio integrato per la ricerca, la consultazione e l accesso a documenti che contengono musica notata, con possibilità di navigazione dal record bibliografico relativo a una partitura alla sua immagine digitalizzata e all eventuale documento sonoro digitalizzato corrispondente, attraverso tecnologie di distribuzione in rete di immagini e suoni; Progetto di catalogazione informatizzata dell Archivio musicale dell Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI (1999), Manoscritti musicali dell Accademia Filarmonica di Torino (De Sono - Associazione per la musica; ), Progetto Di.Do.S. (Digitalizzazione Documenti Sonori) (Museo Nazionale del Cinema; ). Negli anni , ha partecipato ai PRIN Banca dati della critica musicale italiana (coord. Fiamma Nicolodi, Università di Firenze) e Banca dati della critica musicale italiana (coord. Luisa Zanoncelli, Università di Torino). È stata responsabile scientifico del progetto CABIRIA - Census, Cataloguing and Study of Manuscript and Printed Music for the Cinema in Piedmont (www.progetto-cabiria.eu), finanziato dalla Regione Piemonte e condotto per conto del Dipartimento di Studi Umanistici dell Università di Torino (2010-4) ed è membro dei gruppi di ricerca dei seguenti progetti: Invisibilia. The Promotion of the Artistic and Expressive Intangible Heritage in Piedmont: Toward a Digital Creativity Model, promosso dall Università di Torino e finanziato dalla Compagnia di San Paolo (coord. Giulio Lughi, Università di Torino; ); Riordino, catalogazione e studio dei documenti manoscritti e a stampa conservati nell'archivio musicale dell'orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, finanziato dal Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica (FIRB; coord. Andrea Malvano, Università di Torino; ).

2 Fa parte del comitato scientifico del CIRMA Centro Interdipartimentale di Ricerca su Multimedia e Audiovisivo. TRA LE SUE PUBBLICAZIONI: Monografie e cataloghi di fondi musicali Mettere in scena la regalità. Le feste teatrali di Gaetano Pugnani al Regio di Torino, Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2012 (Le chevalier errant, n. 8). Non sono molti, in Italia e altrove, i teatri la cui storia sia stata indagata tanto a fondo come quella del Teatro Regio di Torino. Salvo rare eccezioni, tuttavia, specie per quanto riguarda il XVIII secolo l attenzione è stata per lo più catturata dai drammi per musica rappresentati nelle stagioni di carnevale. Gli spettacoli fuori stagione, che si allestivano in occasione del matrimonio dei membri della casa reale o in concomitanza con la visita di personaggi illustri, non hanno sollecitato altrettanto interesse: eppure lo spettacolo celebrativo, luogo di liturgia politica e strumento di consenso e propaganda per eccellenza, costituisce un terreno quanto mai fecondo per chi intenda studiare la politica curiale e le sue pratiche rituali; dal punto di vista musicale, poi, alcuni dei generi ad esso più strettamente connessi e funzionali (feste teatrali, azioni teatrali, serenate) offrono non pochi spunti d indagine, per i riflessi che il contesto celebrativo ebbe sulla scelta e la ricorrenza dei soggetti, sulla struttura e sull assetto drammatico, sulle parentele con forme e generi preesistenti e coevi, sulle modalità dell intonazione, sulle opzioni e sui vincoli in termini di organici vocali e orchestrali, apparati scenografici, inserti coreutici. Che è quanto si è proposto di affrontare questo volume in relazione alle feste teatrali del musicista più eminente dell ultimo trentennio del Settecento sabaudo nonché violinista fra i più celebrati in Europa: Gaetano Pugnani. Il fondo musicale Della Chà, presentazione di Giorgio Pestelli, Firenze, Olschki, 2010 (Accademia delle Scienze di Torino. I libri dell Accademia, n. 6). Pur non essendosi mai caratterizzata in senso musicale, la Biblioteca dell Accademia delle Scienze di Torino conserva un patrimonio musicale di notevole interesse, in gran parte riconducibile al fondo donato nel 1968 dall industriale, bibliofilo e collezionista d arte Ambrogio della Chà ( ). Il volume è il risultato della biennale ricerca tesa a ricostruire la sezione musicale del fondo, in parte smembrata all arrivo in Accademia, in parte collocata in deposito senza numeri di inventario e segnature che attestassero la provenienza del materiale. La ricerca (condotta - oltre che sugli inventari e i cataloghi esistenti - sulle legature, gli ex libris e le note di possesso dei diversi membri della famiglia) ha permesso di delineare i contorni di una sezione formata da 442 documenti musicali a stampa (secc. XIX-XX), 2 manoscritti musicali (sec. XIX), 230 libretti (secc. XVIII-XX; inoltre raccolte di opere di Goldoni, Metastasio, Molière, Zeno), 14 raccolte di canti popolari (sec. XIX-XX), 93 titoli di saggistica musicale pubblicati entro la metà del Novecento. Musica a stampa e manoscritta e libretti sono oggetto di catalogazione redatta secondo le normative internazionali e corredata da indici di nomi, titoli e incipit musicali, personaggi. Ne emerge un quadro che riflette l educazione musicale tipica della borghesia colta dell Ottocento italiano e trova conferma la passione bibliofila di alcuni membri della famiglia Della Chà, cui si deve la presenza di numerose prime edizioni e di alcune rarità (ad esempio le stampe litografiche di composizioni musicali di Maximilian Joseph, duca di Baviera, cultore delle tradizioni musicali della sua terra oggi ricordato soprattutto come padre dell imperatrice Sissi). La Raccolta Foà-Giordano della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino. Catalogo della musica a stampa, Milano, Electa, Catalogo degli oltre 900 documenti musicali a stampa (alcuni ignoti al RISM o estremamente rari; molte prime edizioni di Mozart, Beethoven, Schubert ecc.) della Raccolta Foà-Giordano della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino, nata intorno alle donazioni dell industriale tessile Filippo Giordano, che a partire dal 1930 cominciò a finanziare l acquisto di manoscritti e stampe musicali appartenenti a privati o messi in vendita da librerie antiquarie. Oltre alla musica a stampa la raccolta include più di 700 manoscritti musicali (sec. XVIII-XIX), molti dei quali di rilevante interesse musicologico (es.: Foà-Giordano 394, manoscritto settecentesco con composizioni per clavicembalo di A. e D. Scarlatti, F. Mancini, G. Greco e G.F. Haendel; Foà-Giordano 883: Agnus Dei autografo di G. Paisiello; Foà-Giordano 893/2-3, manoscritto contenente duetti di A. Steffani ecc.). Le opere musicali della Biblioteca Santa Rosa. Catalogo, Torino, Istituto per i Beni Musicali in Piemonte, 1993.

3 Catalogo della sezione musicale della biblioteca di Santorre di Santarosa ( ), in deposito presso la Biblioteca Civica di Savigliano (CN) ma proprietà della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino. Accanto alla tipica produzione ottocentesca destinata ai salotti, vi figura un gruppo di rari e importanti manoscritti relativi a opere rappresentate al Teatro Regio e al Teatro Carignano di Torino negli anni Sessanta del Settecento (Artaserse di J.C. Bach ed Enea nel Lazio di Traetta, rappresentate in prima assoluta al Regio nel 1760; Galuppi, Il filosofo di campagna e Le nozze; Traetta, Buovo d'antona; Fischietti, La fiera di Sinigaglia e Il signor dottore; Gassmann, Gli uccellatori) e composizioni sacre di Rispoli, De Majo, Cafaro, Insanguine, Jommelli ecc. Raccolta Mauro Foà - Raccolta Renzo Giordano, in collaborazione con Isabella Fragalà Data, introduzione di Alberto Basso, Roma, Edizioni Torre d Orfeo, 1987 (Cataloghi di fondi musicali italiani a cura della Società Italiana di Musicologia, n. 7). Catalogo della Raccolta Mauro Foà e della Raccolta Renzo Giordano, giunte alla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino rispettivamente nel 1927 e nel 1930 e riconducibili alla figura del conte Giacomo Durazzo ( ). Note a livello internazionale soprattutto per la presenza di 27 tomi quasi interamente autografi di Antonio Vivaldi, contengono fra l altro dieci volumi parzialmente autografi di Alessandro Stradella e sedici codici di intavolatura d organo tedesca (sec. XVII), nonché manoscritti e stampe musicali (di Gluck, Hasse, Traetta; balli di J. Starzer) ascrivibili agli anni in cui Durazzo fu direttore dei teatri imperiali a Vienna. Curatele Film Music: Practices, Theoretical and Methodological Perspectives. Studies around Cabiria Research Project, Torino, Kaplan, 2014 (http://www.progetto-cabiria.eu/images/pdf/filmmusic/). La festa teatrale nel Settecento. Dalla corte di Vienna alle corti d Italia, atti del convegno internazionale di studi (Reggia della Venaria Reale, novembre 2009), in collaborazione con Andrea Merlotti, Lucca, Libreria Musicale Italiana, Praticata a Vienna dal Seicento, la festa teatrale conobbe nel Settecento (grazie a poeti come il Metastasio e a compositori come Gluck, Hasse e Mozart) una grande fortuna in varie corti europee, divenendo spesso il genere ideale per celebrare in musica eventi politico-dinastici. La varietà delle declinazioni (accomunate dalla scelta di soggetti per lo più mitologico-allegorici e dalla finalità encomiastica, a fronte di un ampio ventaglio di soluzioni drammaturgicospettacolari), la stretta parentela con cantata, opera e oratorio, l interscambiabilità delle etichette di cui fu oggetto (festa teatrale, ma anche azione teatrale, serenata) l hanno sottratta alle tradizionali tassonomie: un terreno problematico e affascinante su cui al convegno La festa teatrale nel Settecento (promosso dall Università di Torino e dal Consorzio La Venaria Reale, in collaborazione con l associazione culturale «Il Saggiatore musicale») si sono confrontati studiosi di diverse discipline. Le fonti musicali in Piemonte, vol. 1, Torino, Lucca, Libreria Musicale Italiana, Il volume raccoglie i risultati del settennale progetto di censimento del patrimonio musicale conservato nelle istituzioni e collezioni pubbliche e private torinesi. Promosso dalla Regione Piemonte e condotto dall Istituto per i Beni Musicali in Piemonte (ente di rilievo regionale ai sensi della L.R. 49/84), il progetto si è avvalso della collaborazione di decine di studiosi sotto la direzione scientifica della curatrice, A. Colturato. Molte delle 75 istituzioni e collezioni censite erano ignote ai precedenti censimenti nazionali e internazionali (Sartori, RISM, CABIMUS ecc.); numerosissime le fonti musicali sconosciute. Bibliografia di 1275 titoli sulla musica e sulle fonti musicali in Piemonte; 32 tavole. Saggi, articoli e contributi in atti di convegni Cabiria Research Project (University of Turin), in Film Music: Practices, Theoretical and Methodological Perspectives. Studies around Cabiria Research Project, a cura di Annarita Colturato, Torino, Kaplan, 2014, pp L articolo illustra il progetto Cabiria - Census, Cataloguing and Study of Manuscript and Printed Music for the Cinema in Piedmont di cui l autrice è stata responsabile scientifico. Promosso dall Università di Torino e finanziato dalla Regione Piemonte, il progetto ha avuto come obiettivi: il censimento e la catalogazione della musica per film conservata in Piemonte; la realizzazione di una banca dati catalografica liberamente accessibile e corredata, nel rispetto delle norme vigenti in materia di diritto d autore, dalle immagini digitali dei documenti in un sito bilingue (italiano-

4 inglese) appositamente creato (www.progetto-cabiria.eu); lo studio dei materiali catalogati e la stesura di saggi critici che affrontassero l analisi della musica per film secondo prospettive diverse (musicologica, estetica, etnomusicologica, antropologico-musicale, bibliografica) e contribuissero alla definizione di una metodologia filologicamente fondata, essenziale anche per le operazioni di restauro delle colonne sonore. Il computo complessivo dei documenti reperiti nel corso del progetto nelle oltre 300 istituzioni individuate e censite nelle otto province piemontesi ammonta a 107 manoscritti e stampe; quasi un quinto dei documenti risale al primo trentennio del Novecento, altrettanti al decennio successivo. Il catalogo elettronico, redatto secondo le più recenti norme nazionali e internazionali, conta record fra collezioni, periodici, monografie e spogli, e presenta authority file di oltre nomi (compositori, parolieri, registi, attori ecc.) e oltre titoli (composizioni musicali, film, incipit testuali ecc.). 132 record sono corredati dalle immagini digitali parziali o complete del documento cui fanno riferimento. Le feste di Tersicore, ossia la danza nelle raccolte della Biblioteca Nazionale di Torino, in «Fonti Musicali Italiane», n. 18, 2013, pp Nota soprattutto per la presenza dei manoscritti vivaldiani, la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino vanta un patrimonio musicale e di interesse musicale di varietà e pregio straordinari. Fra i materiali tuttora poco conosciuti si collocano quelli legati alla danza; ad eccezione dei codici dei balletti allestiti alla corte sabauda nel Seicento e dei manoscritti con la musica di Joseph Starzer per i balli di Franz Hilverding, infatti, non sono molte le fonti che negli anni sono state oggetto di indagine e studio. Il saggio dà conto di alcuni dei documenti più interessanti disseminati nelle raccolte (balli teatrali manoscritti e a stampa, raccolte di danze, libretti, trattati, lettere di ballerini e coreografi) e si sofferma sul fondo donato nel 2011 alla biblioteca da Gianni Secondo, appassionato studioso di storia della danza e bibliofilo. Ancora non disponibile al pubblico, il fondo include circa duemila monografie (fra cui numerose prime edizioni dei trattati di Caroso, Negri, Ménestrier, Feuillet, Noverre, Dufort, Bonnet, Rameau, Cahusac, Gallini, Blasis ecc.), trecento libretti, edizioni musicali, volumi di figurini, ritratti incisi o litografati di ballerini e coreografi, manifesti, foto di scena, annate di testate periodiche, documenti sonori e audiovisivi. Corredano il saggio due appendici con la trascrizione di alcune lettere inedite di Dominique Lefèvre, Charles Lepicq e Carlo Blasis, e l elenco dettagliato della sessantina di libri antichi e del centinaio di libretti di ballo ottocenteschi del Fondo Secondo. «Gaude felix Sabaudia, gaude tota Ecclesia»: la musica nelle funzioni religiose in presenza della corte (Torino, sec. XVIII), in Atti del Congresso Internazionale di Musica Sacra. In occasione del centenario di fondazione del PIMS, a cura di Antonio Addamiano e Francesco Luisi, Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, 2013, pp All alba del Settecento la vita musicale torinese ruotava principalmente attorno a due istituzioni: la Cappella Metropolitana e la Regia Cappella. Pur facendo capo l una all autorità ecclesiastica e l altra alla casa regnante, e dunque mantenendo nel tempo una totale indipendenza amministrativa, si trattò di istituzioni contraddistinte da una spiccata contiguità (e permeabilità), come contigui (e permeabili) erano in Duomo e a Palazzo Reale gli spazi destinati alle funzioni religiose che prevedevano l impiego dei loro membri. Sulla scorta dei documenti d archivio, dei cerimoniali di corte, delle fonti musicali e delle testimonianze dei contemporanei, il saggio illustra organici, repertorio e pratiche performative del corredo musicale prescritto per le cerimonie religiose in presenza della corte: una corte forse meno incline di altre all arte lodata da Cristina di Svezia come vero «ornamento de principi» ma tanto conscia dell apporto che la musica poteva fornire alla crescita e al consolidamento del prestigio internazionale del regno da finanziare viaggi e soggiorni di studio ai musicisti più meritevoli, edificare un teatro fra i più belli della penisola e mantenere quella che Rousseau definì la «meilleure symphonie de l Europe». «Musis hospitium concedere». La musica nelle collezioni librarie sabaude al tempo di Carlo Emanuele e Caterina, in L'Infanta. Caterina d'austria, duchessa di Savoia ( ), a cura di Blythe Alice Raviola e Franca Varallo, Roma, Carocci, 2013, pp Risultato dello studio degli inventari delle raccolte librarie di Casa Savoia, il saggio dà conto (con numerose informazioni inedite) dei documenti musicali manoscritti e a stampa presenti nelle collezioni ducali al tempo di Carlo Emanuele I ( ) e della consorte Caterina d'austria ( ), soffermandosi poi in particolare sui Concerti di Pietro Veccoli (noti come Intermedi delle sirene) per la tragicommedia Adelonda di Frigia di Federico Della Valle, rappresentata il 25 novembre 1595 in occasione della visita a Torino del cardinale Alberto arciduca d'austria, e sullo zapato, uno spettacolo peculiare della corte sabauda nel Seicento. Le feste teatrali di Gaetano Pugnani, in La festa teatrale nel Settecento. Dalla corte di Vienna alle corti d Italia, atti del convegno internazionale di studi promosso dall Università di Torino e dal Consorzio La Venaria Reale, in collaborazione con l associazione culturale «Il Saggiatore musicale» (Reggia della Venaria Reale, novembre 2009), a cura di Annarita Colturato e Andrea Merlotti, Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2011, pp

5 A partire dalla Vittoria d Imeneo di Galuppi, andata in scena il 7 giugno 1750 per celebrare le nozze tra il futuro Vittorio Amedeo III di Savoia e Ferdinanda di Borbone, infanta di Spagna, le feste teatrali furono a Torino il genere cui più spesso si fece ricorso per solennizzare le visite di principi e sovrani stranieri e, soprattutto, i legami dinastici che nell ultimo scorcio di secolo la monarchia riuscì a stringere con le corti di Vienna e Versailles nel tentativo di porre rimedio alla scomoda posizione in cui si trovava a seguito dell inaspettato avvicinamento tra le due potenze, tradizionalmente nemiche. Il palcoscenico del Teatro Regio ospitò l 8 aprile 1771, per il matrimonio della principessa Giuseppina con il futuro Luigi XVIII, la «favola pastorale» Issea. Il 2 ottobre 1775 e il 2 maggio 1789, in occasione delle nozze di due futuri eredi al trono sabaudo (Carlo Emanuele IV e Vittorio Emanuele I), rispettivamente con Clotilde, figlia del Delfino di Francia, e Maria Teresa, figlia dell arciduca Ferdinando d Asburgo (fratello di Giuseppe II), fu la volta delle «feste per musica» L Aurora e Demetrio a Rodi. A celebrare in musica la «stirpe augusta ai più sublimi / troni d Europa in imenei congiunta» fu in tutti e tre i casi Gaetano Pugnani, violinista di fama internazionale che nel 1769 aveva esordito come operista al King s Theatre di Londra e che al ritorno in patria finì per assommare le principali cariche musicali (primo violino nelle orchestre della Regia Cappella e del Teatro Regio dal 1770, direttore generale della musica strumentale dal 1776, direttore della musica militare dal 1786). Sulla scorta della documentazione conservata in biblioteche e archivi italiani e stranieri, il contributo illustra le modalità dell allestimento di questo genere di lavori presso la corte sabauda, la scelta dei soggetti (allusivi al contesto storico-politico, com era lecito attendersi dato il loro carattere smaccatamente encomiastico), l articolazione delle partiture e dei libretti (affidati ai poeti di corte Vittorio Amedeo Cigna Santi e Giandomenico Boggio), con ampio spazio concesso agli inserti corali e coreutici: quei «cori troppo frequenti e i cori intrecciati coi balli» che stando a Luigi Serio non piacquero a Napoli in occasione dell Adone e Venere (G. Boltri - G. Pugnani; Teatro San Carlo, 12 gennaio 1784) e che invece a Torino, piazza tutt altro che insensibile alle coeve istanze di riforma, si apprezzavano particolarmente. Un espectáculo para el Archiduque: La Dora festeggiante y L accorta cameriera de Martín y Soler. Con referencias a otras de sus obras representadas en Turín antes del fin del siglo XVIII, in Los siete mundos de Vicente Martín y Soler, atti del convegno internazionale di studi promosso dalla Universitat de València, dall Institut Valencià de la Música - Generalitat Valenciana e dall Instituto Complutense de Ciencias Musicales (Valencia, novembre 2006), a cura di Dorothea Link e Leonardo Waisman, Valencia, Institut Valencià de la Música - Generalitat Valenciana, 2010, pp A Torino come altrove era consuetudine, in occasione della visita di personalità straniere, allestire spettacoli musicali nel teatro di corte. Accadde anche nel settembre del 1783 quando, scartata per motivi di tempo l ipotesi di commissionare una festa teatrale per il soggiorno dell arciduca Ferdinando d Asburgo-Lorena e della moglie Beatrice d Este, l unica alternativa praticabile fu ritenuta quella di trasferire per alcune sere al Teatro Regio uno dei drammi giocosi in programma al Teatro Carignano: si trattò de L accorta cameriera di Vicente Martín y Soler, andata in scena per la prima volta a Venezia l anno precedente con il titolo In amor ci vuol destrezza e arricchita a Torino da un prologo (La Dora festeggiante) utile a solennizzare la circostanza e ad esaltare la magnificenza di un teatro ritenuto tra i più belli d Europa. Attraverso l indagine sui documenti d archivio il saggio illustra le circostanze dell allestimento, interessante connubio tra forme diverse di produzione del teatro d opera (modello impresariale e committenza regia), dando anche conto delle partiture (in parte sconosciute) e dei libretti relativi ai due lavori in questione. In margine sono poi resi noti i risultati dell esame delle fonti relative a due ulteriori titoli del compositore spagnolo presenti nell ultimo scorcio del secolo nei cartelloni del Teatro Carignano, Una cosa rara e La capricciosa corretta, rappresentate rispettivamente nell autunno del 1789 e nel carnevale del Musica e cerimoniale nel Settecento, in Le strategie dell apparenza. Cerimoniali, politica e società alla corte dei Savoia in età moderna, a cura di Paola Bianchi e Andrea Merlotti, Torino, Zamorani, 2010, pp Il tema dei cerimoniali (dei loro simboli e significati, della loro funzione) costituisce un nodo centrale nella storiografia di tutte le corti. Tra le varie prospettive d indagine, il saggio si concentra su quella dello spinoso e complesso rapporto fra musica e cerimoniale, nella fattispecie presso la corte sabauda nel XVIII secolo. Come altre case reali, i Savoia furono consci dell apporto che la musica poteva fornire al consolidamento e alla crescita del prestigio internazionale e compresero quanto un adeguato corredo sonoro fosse indispensabile all esibizione della regalità e alla ritualizzazione del quotidiano. Paragrafi dedicati alle istituzioni (Cappella Metropolitana, Regia Cappella, bande reggimentali), ai principali eventi dinastici (battesimi, funerali, matrimoni, conviti solenni ecc.) e alle cerimonie religiose illustrano il ruolo e l importanza della musica al servizio del re in una corte altamente formalizzata come fu quella sabauda. «Ed alla sinfonia di ben cento voci e d altrettanti stromenti danzarono»: la musica nelle feste sabaude tra fine Cinquecento e inizio Settecento, in Feste barocche. Cerimonie e spettacoli alla corte dei Savoia tra Cinque e Settecento, catalogo della mostra (Torino, Palazzo Madama, 7 aprile - 5 luglio 2009), a cura di Clelia Arnaldi di Balme e Franca Varallo, Cinisello Balsamo (MI), Silvana Editoriale, 2009, pp Trattare della musica nelle feste allestite alla corte sabauda tra il 1563 (anno in cui la corte si trasferì da Chambéry a Torino) e il 1724 (anno della morte di Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours, seconda delle Madame Reali)

6 significa indagare su una componente imprescindibile delle stesse (il corredo sonoro) sulla scorta di fonti primarie quasi inesistenti e di fonti secondarie (relazioni, descrizioni ecc.) di una vaghezza tanto suggestiva quanto sconfortante. Pur nella lacunosità della documentazione, il contributo si propone di illustrare la funzione della musica in questo tipo di eventi, di dare conto delle istituzioni cui era demandata e del mutamento del suo ruolo nei diversi generi praticati (sino alla capitolazione della refrattaria corte sabauda di fronte al dilagare del melodramma). Particolare attenzione è prestata alle fonti musicali superstiti (di Pietro Veccoli, Sigismondo D India, Filippo Albini, Filippo d Agliè ecc.), in parte esposte in mostra e descritte in apposite schede. «Viva si canti al nodo»: l Issea di Gaetano Pugnani per il matrimonio tra Maria Giuseppina di Savoia e il conte di Provenza, in Annibale, Torino e Annibale in Torino, atti della giornata di studi promossa dall Università degli Studi di Torino e dall associazione culturale «Il Saggiatore musicale» (Torino, 22 febbraio 2007), a cura di Alberto Rizzuti, Firenze, Olschki, 2009, pp Genesi e allestimento di Issea, favola pastorale per musica di Gaetano Pugnani composta in occasione del matrimonio tra Giuseppina di Savoia e Luigi Stanislao Saverio di Borbone, conte di Provenza (futuro Luigi XVIII), e andata in scena al Teatro Regio di Torino l 8 aprile Secondo titolo per il teatro del musicista, all epoca già famoso per il suo virtuosismo violinistico e la sua produzione strumentale (l esordio in teatro era avvenuto nel 1769 a Londra con l opera comica Nanetta e Lubino), in Issea Pugnani supportato da un libretto di Vittorio Amedeo Cigna Santi ispirato alla pastorale héroïque Issé di La Motte e Destouches (1697) si dimostrò tutt altro che ignaro delle soluzioni che si andavano saggiando in ambito europeo nei drammi per musica e negli spettacoli celebrativi (nove anni prima, del resto, si era esibito al Burgtheater di Vienna nell intervallo di un esecuzione in forma di concerto dell Alcide al bivio di Metastasio Hasse, una delle feste teatrali più fortunate del tempo). Come attestano documenti d archivio, libretti e partiture, Issea fu ripresa il 29 giugno 1772 in forma di serenata pastorale al Palacio de Queluz, residenza portoghese di Pietro III, fratello di Giuseppe II. Studiare, leggere, eseguire Vivaldi: breve guida alle fonti, ai cataloghi e alla letteratura musicologica, in Vivaldimania. Una storia torinese, catalogo della mostra (Torino, Palazzo Bricherasio, 23 aprile - 8 giugno 2008), a cura di Susan Orlando e Franca Porticelli, Cinisello Balsamo (MI), Silvana Editoriale, 2008, pp Vademecum alle fonti musicali, ai cataloghi e alla letteratura musicologica dedicati alla vita e all opera di Antonio Vivaldi pubblicato nel volume dato alle stampe in occasione della mostra Vivaldimania, che ha offerto al pubblico la possibilità di ammirare oltre a dipinti, strumenti musicali e documenti d archivio alcuni dei 27 tomi manoscritti quasi completamente autografi di Antonio Vivaldi confluiti nelle collezioni della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino nel 1927 e nel 1930 al termine di vicissitudini rocambolesche: una delle più preziose raccolte musicali esistenti al mondo, precedentemente esposta solo a Venezia nel 1958 e a Torino nel 1978 (tricentenario della nascita del musicista) e nel 2006 (in occasione delle Olimpiadi invernali). Dall Italia alla Francia, e ritorno, nell introduzione a La Fenice rinovata ballato in Fossano, facsimile del balletto eseguito a Fossano il 9 febbraio 1644, Fossano, Cassa di Risparmio di Fossano - Savigliano, L Artistica Editrice, 2007, pp. IX-XII. L arrivo, nel 1619, a Torino di Cristina di Francia, moglie di Vittorio Amedeo di Savoia, segnò una data fondamentale nella storia della musica e degli spettacoli in Piemonte: a Cristina si devono il riassetto dei complessi musicali di corte e soprattutto la fioritura dei balletti e delle feste che per oltre trent anni Filippo San Martino d Agliè (diplomatico, letterato, musicista, coreografo) compose e le dedicò, riuscendo a coniugare in maniera originale esperienze coreutiche francesi e tradizione spettacolare sabauda. Uno dei più antichi tra i quattordici preziosi testimoni di balletti di corte sabaudi sinora conosciuti è il codice miniato de La fenice rinovata, rappresentato nel Castello di Fossano (dove Cristina risiedeva all epoca) il 9 febbraio 1644 «con tante mute metafore quante attioni, e tanti misteri quante metafore» (così il Tesauro a proposito dei «figurati balletti»). Contrariamente a quel che accade per altri titoli, oltre al codice (vergato da Giovanni Tommaso Borgonio e segnato q.v.63) la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino conserva anche la musica delle danze (qm.ii.82). Un industria «troppo imperfetta»: la fabbricazione dei pianoforti a Torino nell Ottocento, in «Fonti musicali italiane», n. 12, 2007, pp A dispetto di una tradizione pianistica di modesto rilievo, il Piemonte (Torino, in particolare) ebbe nell Ottocento e nel primo Novecento un ruolo centrale nel settore della fabbricazione di strumenti a tastiera. In attesa di un indagine capillare sulle carte d archivio riguardanti tanto i singoli costruttori quanto le istituzioni incaricate di conservare la documentazione allegata alle richieste di concessione di privilegi, il saggio fa il punto sulle ricerche compiute e sulla bibliografia sinora prodotta e delinea il panorama produttivo torinese avvalendosi in particolare delle guide commerciali della città e delle pubblicazioni (cataloghi, relazioni, giudizi ecc.) date alle stampe in occasione delle esposizioni periodiche (un osservatorio privilegiato, nel caso della capitale sabauda, data la quantità di manifestazioni organizzate)

7 e ricavandone informazioni in larga misura inedite sui principali fabbricanti (Berra, Marchisio, Aymonino, Roeseler, Chiappo, Mola ecc.), sulla loro produzione, sul numero dei loro dipendenti, su materiali e macchine impiegati. Corredano l articolo un apparato iconografico che include strumenti e cataloghi appartenenti a collezioni private e sinora sconosciuti e due appendici dedicate rispettivamente ai costruttori torinesi di pianoforti presenti alle esposizioni tenutesi in Italia e all estero nell Ottocento (con descrizione degli strumenti esposti e stralci dei giudizi ricevuti) e ai fabbricanti e negozianti torinesi di pianoforti citati nelle guide commerciali della città fino al 1900 (con ragione sociale e indirizzi). Tra l Annibale in Torino e il Barbiere di Siviglia. Opere di Giovanni Paisiello rappresentate al Teatro Carignano di Torino negli anni 70 del Settecento, in Giovanni Paisiello e la cultura europea del suo tempo, atti del convegno internazionale di studi promosso dall Istituto Musicale G. Paisiello col patrocinio della Società Italiana di Musicologia, della Società Italiana di Studi sul Secolo XVIII, della Società Internazionale di Studi sul Secolo XVIII e dell Università degli Studi di Lecce (Taranto, giugno 2002), a cura di Francesco Paolo Russo, Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2007, pp Pur se l esordio torinese di Giovanni Paisiello ebbe luogo sul più prestigioso palcoscenico della città (il Teatro Regio, dove nel gennaio del 1771 debuttò il dramma per musica Annibale in Torino), la fortuna del compositore nella capitale sabauda fu legata soprattutto alla presenza delle sue opere comiche nella programmazione dell ancora poco studiato Teatro Carignano, a differenza del Regio (aperto nella sola stagione di carnevale e consacrato all'opera seria e al ballo) sede lungo tutto il corso dell anno di tragedie e commedie, drammi giocosi e opéras-comiques, concerti e spettacoli di arte varia. Il saggio prende in esame i titoli paisielliani allestiti al Carignano prima del Barbiere di Siviglia (6-XI-1784) nella fattispecie L innocente fortunata (autunno 1773), La discordia fortunata (autunno 1775), La frascatana (autunno 1775), Il tamburo notturno (autunno 1777), L idolo cinese (autunno 1777), Le due contesse (autunno 1778) e ne analizza libretti e partiture manoscritte, dando anche conto di importanti fonti sconosciute. Giacomo Durazzo, che «alla dolcezza delle maniere la perspicacia delle idee soavemente accoppiando» favorì la riforma del teatro musicale settecentesco, in Torino musicale scrinium di Vivaldi. Il teatro vivaldiano nelle raccolte manoscritte della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino, a cura di Maria Letizia Sebastiani e Franca Porticelli, Torino, Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino, 2006, pp Ritratto di Giacomo Durazzo ( ), diplomatico, collezionista, direttore dei teatri imperiali a Vienna negli anni della riforma di Gluck e Calzabigi. Dalla sua biblioteca privata proviene gran parte dei manoscritti e delle edizioni musicali della Raccolta Mauro Foà e della Raccolta Renzo Giordano, nelle quali sono conservati tra l altro 27 codici quasi completamente autografi di Antonio Vivaldi. Album di famiglia. Un secolo di vita musicale italiana nei ricordi di Giuseppe Bertolino, Adele Bertolino Aldrovandi e Clelia Aldrovandi Gatti, in Bibliofilia subalpina. Quaderno 2003, a cura di Francesco Malaguzzi, Torino, Centro Studi Piemontesi, 2003, pp Saggio sull archivio del pianista e compositore Giuseppe Bertolino ( ), della figlia Adele Bertolino Aldrovandi ( ), anch essa pianista, e della nipote Clelia Aldrovandi Gatti ( ), arpista tra le più importanti del Novecento e moglie del critico musicale Guido M. Gatti. Archivio acquistato dalla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino nel Un fondo musicale sconosciuto conservato presso l Istituto per i Beni Musicali in Piemonte: il Dono in memoria di Umberto II, in Miscellanea di studi 5, a cura di Alberto Basso, Torino, Centro Studi Piemontesi - Istituto per i Beni Musicali in Piemonte, 2003, pp Catalogo del fondo musicale ottocentesco comprendente 44 manoscritti e 41 edizioni musicali (molte delle quali estremamente rare), probabilmente legato a Casa Savoia e donato nel 1993 all Istituto per i Beni Musicali in Piemonte. I concerti per violino e orchestra di Gaetano Pugnani: ricognizione delle fonti, introduzione al Concerto in la maggiore per violino e orchestra di Gaetano Pugnani, revisione di Luigi Mangiocavallo, Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2001, pp. VII-XIV. Note storiche e catalogo tematico dei concerti per violino e orchestra di G. Pugnani ( ), gran parte dei quali inediti. Forme dell associazionismo musicale in Piemonte dalla Restaurazione allo Statuto Albertino, in Accademie e società filarmoniche in Italia. Studi e ricerche, a cura di Antonio Carlini, Trento, Società Filarmonica, 1999, pp

8 Saggio sull associazionismo musicale in Piemonte nell Ottocento, fenomeno che, specie nel periodo compreso tra la fine dell impero napoleonico e le riforme albertine, ebbe rilievo politico, oltre che musicale. Ottocento strumentale torinese: le iniziative dei fratelli Marchisio, tra pionierismo e compromesso, in Accademie e società filarmoniche: organizzazione, cultura e attività dei filarmonici nell Italia dell'ottocento, atti del convegno di studi promosso dalla Società Filarmonica di Trento e dalla Società Italiana di Musicologia (Trento, 1-3 dicembre 1995), a cura di Antonio Carlini, Trento, Provincia Autonoma di Trento - Società Filarmonica, 1998, pp Esame delle iniziative avviate da Antonino e Giuseppe Enrico Marchisio (fratelli delle celebri cantanti Barbara e Carlotta) parallelamente alla Società Torinese del Quartetto, con particolare riguardo alle accademie e società filarmoniche delle quali furono animatori. La Società Torinese del Quartetto ( ), in Miscellanea di studi 4. In onore di Alberto Basso, a cura di Isabella Data, Torino, Centro Studi Piemontesi - Istituto per i Beni Musicali in Piemonte, 1996, pp Ricostruzione dell attività e della cronologia dei concerti della Società Torinese del Quartetto ( ), una delle prime Società del Quartetto nate in Italia. Tra i fondatori e animatori Antonino Marchisio ( ) e Giuseppe Enrico Marchisio ( ).

Volume pubblicato con il contributo di

Volume pubblicato con il contributo di Volume pubblicato con il contributo di CRUM Centro Regionale Universitario per la Musica Massimo Mila e in collaborazione con In copertina: C. A. Porporati, da P. Visca, antiporta de L Aurora. Festa per

Dettagli

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI Comitato Nazionale per le celebrazioni del III centenario della nascita di Pietro Metastasio

Dettagli

Pietro Abbà Cornaglia

Pietro Abbà Cornaglia Pietro Abbà Cornaglia (1851-1894) Compositore, organista, didatta e critico musicale Palazzo Ghilini, sec. XIX I primi anni Compositore, organista, critico musicale; nato ad Alessandria (Piemonte) il 20

Dettagli

I fondi e gli archivi musicali

I fondi e gli archivi musicali I fondi e gli archivi musicali La Biblioteca ha acquisito, in pochi anni, importanti documenti musicali relativi a musicisti e nobildonne trapanesi con l obiettivo di divenire un punto di riferimento privilegiato

Dettagli

Jolanda Conti e Angelo Dragone fidanzati, 1942

Jolanda Conti e Angelo Dragone fidanzati, 1942 Jolanda Conti e Angelo Dragone fidanzati, 1942 foto Mauro Raffini Per tutta la Loro vita, ancora prima del matrimonio, Jolanda e Angelo Dragone, hanno raccolto con cura e metodo libri, lettere, fotografie

Dettagli

Giuseppe Verdi. Musica e cultura. Museo Nazionale Russo di Musica Casa Museo di Feodor Chaliapin. Mosca, 10 giugno 10 agosto 2014

Giuseppe Verdi. Musica e cultura. Museo Nazionale Russo di Musica Casa Museo di Feodor Chaliapin. Mosca, 10 giugno 10 agosto 2014 Giuseppe Verdi Musica e cultura Museo Nazionale Russo di Musica Casa Museo di Feodor Chaliapin Mosca, 10 giugno 10 agosto 2014 Giuseppe Verdi Musica e cultura BICENTENARIO DELLA NASCITA DI GIUSEPPE VERDI

Dettagli

Cos è il ballo. L evento di beneficenza, da sempre organizzato dal Comitato Vienna sul Lago, in collaborazione con Marina Militare e il

Cos è il ballo. L evento di beneficenza, da sempre organizzato dal Comitato Vienna sul Lago, in collaborazione con Marina Militare e il SERATA DI GALA 3 credits Francesco Ragni Il Gran Ballo della Venaria Reale costituisce un importante evento Istituzionale, al quale sono stati attribuiti negli anni: due medaglie di benemerenza dal Presidente

Dettagli

Il primo archivio on line realizzato da un grande quotidiano italiano ad accesso gratuito

Il primo archivio on line realizzato da un grande quotidiano italiano ad accesso gratuito ARCHIVIO STORICO LA STAMPA Il primo archivio on line realizzato da un grande quotidiano italiano ad accesso gratuito 1.761.000 pagine 12.000.000 articoli 47.243 edizioni giornaliere La Stampa 18.314 edizioni

Dettagli

Bibliografia. Piccola bibliografia di riferimento

Bibliografia. Piccola bibliografia di riferimento Bibliografia Piccola bibliografia di riferimento COSTA padre Eugenio CELEBRARE CANTANDO Manuale pratico per l animatore musicale nella liturgia Edizioni San Paolo (1994) Cinisello Balsamo (Milano) Chi

Dettagli

Liceo Carducci Pisa Liceo Musicale

Liceo Carducci Pisa Liceo Musicale Liceo Carducci Pisa Liceo Musicale ARTISTICO CLASSICO LINGUISTICO I nuovi Licei riforma Gelmini I sei licei: MUSICALE E COREUTICO SCIENTIFICO (opzione SCIENZE APPLICATE) SCIENZE UMANE (opzione ECONOMICO-SOCIALE)

Dettagli

La Barca Sublime Palcoscenico regale sull acqua

La Barca Sublime Palcoscenico regale sull acqua La Barca Sublime Palcoscenico regale sull acqua Il più incredibile e fiabesco dei manufatti di Casa Savoia:il Bucintoro del Re di Sardegna, l'ultima imbarcazione veneziana originale del Settecento esistente

Dettagli

GUIDA ALLA NAVIGAZIONE

GUIDA ALLA NAVIGAZIONE GUIDA ALLA NAVIGAZIONE 1. Accesso al sito La consultazione di AMAtI è subordinata alla registrazione al sito. Per registrarsi è necessario contattare la redazione all indirizzo francesca.simoncini@unifi.it.

Dettagli

Amici di Palazzo Reale

Amici di Palazzo Reale Amici di Palazzo Reale 55 56 Umberto e Maria Josè. Ultimi Principi a Palazzo Una mostra per un ritrovato percorso di visita Giulia Piovano L hanno fornito l occasione per riaprire al pubblico le sale del

Dettagli

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA G. NICOLINI di PIACENZA Istituto di Alta Cultura Dipartimento di Teoria e Analisi, Composizione e Direzione STORIA DELLA MUSICA Corso di fascia pre-accademica Esame di certificazione

Dettagli

PROSSIMI APPUNTAMENTI

PROSSIMI APPUNTAMENTI PROSSIMI APPUNTAMENTI Aperte le prenotazioni per la mostra RENOIR dalle Collezioni del Musée d'orsay e dell'orangerie!! AFFRETTATEVI A PRENOTARE I POSTI DISPONIBILI! Una grande mostra a Torino: Pierre-Auguste

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i bambini Gentili Insegnanti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e

Dettagli

Fototeca Digitale Piemontese

Fototeca Digitale Piemontese Fotografie online. La digitalizzazione del patrimonio fotografico in Piemonte Torino, 14 maggio 2010 Fototeca Digitale Piemontese Dimitri Brunetti Regione Piemonte. Settore biblioteche, archivi e istituti

Dettagli

Attività didattiche 2012-2013

Attività didattiche 2012-2013 Attività didattiche 2012-2013 VISITA TRADIZIONALE Lungo un percorso di 30 sale i ragazzi sono accompagnati a conoscere i fatti e i protagonisti che hanno portato all indipendenza e all unità d Italia.

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, visite, incontri

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, visite, incontri Spettacoli, attività didattiche e laboratori, visite, incontri 20 14 15 Gentili Insegnanti, il programma de La Scuola all Opera si presenta da quest anno in una veste grafica diversa, più agile e colorata,

Dettagli

SCUOLA DI MUSICA CORALE E DIREZIONE DI CORO

SCUOLA DI MUSICA CORALE E DIREZIONE DI CORO DIPARTIMENTO DI TEORIA E ANALISI, COMPOSIZIONE E DIREZIONE SCUOLA DI MUSICA CORALE E DIREZIONE DI CORO DCSL33 CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO SPERIMENTALE DI SECONDO LIVELLO IN DIREZIONE DI CORO E COMPOSIZIONE

Dettagli

LA MOLE ANTONELIANA - MUSEO DEL CINEMA

LA MOLE ANTONELIANA - MUSEO DEL CINEMA LA MOLE ANTONELIANA - MUSEO DEL CINEMA Il Museo Nazionale del Cinema di Torino nasce nel 1941 da un progetto di Marita Adriana Prolo, collezionista e storica.oggi il Museo Nazionale del Cinema è ritornato

Dettagli

nel cuore della storia una promessa per la vita

nel cuore della storia una promessa per la vita nel cuore della storia una promessa per la vita sposarsi a palazzo madama Un centinaio le coppie che ad oggi hanno pronunciato il sì nella cornice prestigiosa di Palazzo Madama. Risalgono all inizio del

Dettagli

Capodimonte: primo museo di Napoli

Capodimonte: primo museo di Napoli Capodimonte: primo museo di Napoli Un breve viaggio nel tempo a riscoprire ed a conoscere le origini del primo Museo di Napoli, centro di ricerche per la storia dell arte in città e nel Mezzogiorno, tra

Dettagli

Artisti di Musica Classica 2015-2016

Artisti di Musica Classica 2015-2016 Artisti di Musica Classica 2015-2016 Management Artisti di Musica Classica Volete provare vibranti emozioni e riscoprire il fascino seducente della Grande Musica? Vi appassiona la Musica Classica ed avete

Dettagli

POLIFONIE DI IERI E DI OGGI Lunedì 13 GENNAIO ore 21 Tempio Valdese - Torino RASSEGNA STAMPA

POLIFONIE DI IERI E DI OGGI Lunedì 13 GENNAIO ore 21 Tempio Valdese - Torino RASSEGNA STAMPA POLIFONIE DI IERI E DI OGGI Lunedì 13 GENNAIO ore 21 Tempio Valdese - Torino RASSEGNA STAMPA INDICE CARTA STAMPATA Sistema Musica Castagnoli: una nuova Messa per la Cattedrale di Casale Gennaio 2014 Sistema

Dettagli

PUBBLICAZIONE OPERA OMNIA SUI TEATRI NAPOLETANI I TEATRI POPOLARI DI NAPOLI

PUBBLICAZIONE OPERA OMNIA SUI TEATRI NAPOLETANI I TEATRI POPOLARI DI NAPOLI PUBBLICAZIONE OPERA OMNIA SUI TEATRI NAPOLETANI I TEATRI POPOLARI DI NAPOLI PUPI, GUARATTELLE, DRAMMI SACRI, OPERA BUFFA La casa editrice De Frede Editore annuncia la pubblicazione di una nuova e articolata

Dettagli

ALKEOS Associazione per Fini Sociali ONLUS Alkeos_onlus@yahoo.it

ALKEOS Associazione per Fini Sociali ONLUS Alkeos_onlus@yahoo.it Razionale del progetto Si tratta del primo appuntamento di portata internazionale di una lunga serie di eventi che si apre con il 2005, in sintonia con l importante progetto realizzato dall Associazione

Dettagli

COMPOSIZIONE PER TEATRO E CINEMA

COMPOSIZIONE PER TEATRO E CINEMA CONSERVATORIO DI MUSICA BONPORTI TRENTO Via S. Maria Maddalena CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO BIENNIO SUPERIORE SPERIMENTALE COMPOSIZIONE PER TEATRO E CINEMA PIANO DEGLI STUDI biennio_compos_teatro_cinema.rtf

Dettagli

Sede centrale Via A. Massalongo, 2-37121 Verona - Tel: 045 8002814/8009133 - Fax 045 8009018

Sede centrale Via A. Massalongo, 2-37121 Verona - Tel: 045 8002814/8009133 - Fax 045 8009018 LE SEDI Il Conservatorio di Verona ha due sedi: Sede centrale Via A. Massalongo, 2-37121 Verona - Tel: 045 8002814/8009133 - Fax 045 8009018 ORARIO DI APERTURA*: dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 19.30

Dettagli

I SOGGETTI DI SPETTACOLO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA

I SOGGETTI DI SPETTACOLO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA I SOGGETTI DI SPETTACOLO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Censimento. Anno 2007. La ricerca ha come obiettivo quello di fotografare il sistema dello spettacolo nella Provincia di Ravenna, attraverso il monitoraggio

Dettagli

Caterina Verbaro. I margini del sogno. La poesia di Lorenzo Calogero. Edizioni ETS

Caterina Verbaro. I margini del sogno. La poesia di Lorenzo Calogero. Edizioni ETS Caterina Verbaro I margini del sogno La poesia di Lorenzo Calogero Edizioni ETS www.edizioniets.com In copertina: Paul Klee, Il funambolo, 1923 Il presente volume è stato pubblicato con il contributo del

Dettagli

La Fondazione Pirelli a Milano

La Fondazione Pirelli a Milano La Fondazione Pirelli a Milano La storia di Pirelli è contraddistinta da una cultura d impresa capace di coniugare innovazione tecnologica e cultura umanistica, ricerca scientifica e sperimentazione artistica,

Dettagli

Università degli Studi di Verona STORIA DI SAN BENEDETTO POLIRONE

Università degli Studi di Verona STORIA DI SAN BENEDETTO POLIRONE Università degli Studi di Verona STORIA DI SAN BENEDETTO POLIRONE SAN BENEDETTO PO: IL COMPLESSO MONASTICO I DOCUMENTI STORIA ATTO DI FONDAZIONE DEL MONASTERO DI TEDALDO DI CANOSSA GIUGNO 1007 DOCUMENTO

Dettagli

CAPPELLA DELLA PIETA DE TURCHINI

CAPPELLA DELLA PIETA DE TURCHINI CAPPELLA DELLA PIETA DE TURCHINI a cura di Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano Dal sito www.turchini.it/orchestra è costituita da strumentisti e cantanti specializzati nell esecuzione del repertorio

Dettagli

Corso di Diploma accademico di primo livello in OBOE - DCPL 36 Regolamento didattico del corso

Corso di Diploma accademico di primo livello in OBOE - DCPL 36 Regolamento didattico del corso Corso di Diploma accademico di primo livello in OBOE - DCPL 36 Regolamento didattico del corso Art. 1 Il presente regolamento disciplina le attività didattiche del Corso di diploma accademico di primo

Dettagli

Il Centro di Documentazione Musicale della Toscana: un servizio regionale per la conoscenza e tutela dei fondi musicali

Il Centro di Documentazione Musicale della Toscana: un servizio regionale per la conoscenza e tutela dei fondi musicali STEFANIA GITTO Il Centro di Documentazione Musicale della Toscana: un servizio regionale per la conoscenza e tutela dei fondi musicali ABSTRACT Quaderni Estensi n. 6 (2014), p. 43-45 STEFANIA GITTO, CeDoMus

Dettagli

VOX IMAGO Collana a cura di Intesa Sanpaolo in collaborazione con Mondadori-Electa e Musicom.it

VOX IMAGO Collana a cura di Intesa Sanpaolo in collaborazione con Mondadori-Electa e Musicom.it VOX IMAGO Collana a cura di Intesa Sanpaolo in collaborazione con Mondadori-Electa e Musicom.it VERDI NABUCCO NICOLA LUISOTTI DANIELE ABBADO TEATRO ALLA SCALA PROGETTO DIDATTICO Prosegue quest anno il

Dettagli

Direzione Centrale Cultura e Educazione 2012 06331/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Centrale Cultura e Educazione 2012 06331/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Centrale Cultura e Educazione 2012 06331/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 184 approvata il 20 novembre 2012 DETERMINAZIONE:

Dettagli

La Venaria Reale 2015. I quadri del Re. Il nuovo allestimento nell Appartamento della principessa Ludovica. Dal 28 maggio 2015

La Venaria Reale 2015. I quadri del Re. Il nuovo allestimento nell Appartamento della principessa Ludovica. Dal 28 maggio 2015 La Venaria Reale 2015 I quadri del Re. La Galleria Sabauda alla Reggia di Venaria Il nuovo allestimento nell Appartamento della principessa Ludovica Dal 28 maggio 2015 I quadri del Re. La Galleria Sabauda

Dettagli

La Biblioteca Comunale di Montale Castello La Smilea e il Fondo Fiabe proveniente dall Institut Français Firenze Dal Palazzo al Castello*

La Biblioteca Comunale di Montale Castello La Smilea e il Fondo Fiabe proveniente dall Institut Français Firenze Dal Palazzo al Castello* La Biblioteca Comunale di Montale Castello La Smilea e il Fondo Fiabe proveniente dall Institut Français Firenze Dal Palazzo al Castello* La Biblioteca Comunale di Montale, nata negli anni 70, è stata

Dettagli

Comune di Clusone. Regolamento di organizzazione e funzionamento del MAT Museo Arte e Tempo

Comune di Clusone. Regolamento di organizzazione e funzionamento del MAT Museo Arte e Tempo Comune di Clusone Deliberazione del Consiglio Comunale n. 54 del 27/12/2005 Regolamento di organizzazione e funzionamento del MAT Museo Arte e Tempo Art. 1 (Oggetto del Regolamento) E istituito il MAT

Dettagli

Informazioni per la stampa. Hofmobiliendepot Museo del mobile Vienna

Informazioni per la stampa. Hofmobiliendepot Museo del mobile Vienna Informazioni per la stampa Hofmobiliendepot Museo del mobile Vienna Vienna, agosto 2013 L Hofmobiliendepot è un Museo del mobile unico nel suo genere al mondo Un tempo l Hofmobiliendepot era il deposito

Dettagli

http://www.trio-lescano.it/ Biografie dei cantanti che hanno collaborato col Trio Lescano di Alessandro Rigacci

http://www.trio-lescano.it/ Biografie dei cantanti che hanno collaborato col Trio Lescano di Alessandro Rigacci http://www.trio-lescano.it/ Biografie dei cantanti che hanno collaborato col Trio Lescano di Alessandro Rigacci Restauro delle immagini, revisione del testo e impaginazione del Curatore Sono vietati l

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali a.a. 2007/2008

Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali a.a. 2007/2008 Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali a.a. 2007/2008 Il Corso di laurea di primo livello (Laurea triennale) in Scienze dei Beni culturali (che si inserisce nella classe delle lauree in Scienze

Dettagli

Saranno le opere di questi autori oggetto di studio del progetto Re Sole

Saranno le opere di questi autori oggetto di studio del progetto Re Sole Il Barocco Francese alla Corte del Re Sole Il tema del Progetto affronta un periodo poco conosciuto ma di grande importanza per l evoluzione della musica europea, quello del Barocco Francese della seconda

Dettagli

COMUNE DI RIMINI. Istituto Musicale Pareggiato G. Lettimi (D.M. 9/1/2001) Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale (A.F.A.M.

COMUNE DI RIMINI. Istituto Musicale Pareggiato G. Lettimi (D.M. 9/1/2001) Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale (A.F.A.M. COMUNE DI RIMINI Istituto Musicale Pareggiato G. Lettimi (D.M. 9/1/2001) Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale (A.F.A.M.) DIPLOMA ACCADEMICO DI II LIVELLO Biennio Specialistico sperimentale

Dettagli

-Testimonianze di artisti modenesi tra '800 e 900 : 2-17 giugno 1990, Rocca di Vignola: Edizioni Vaccari, 1990.

-Testimonianze di artisti modenesi tra '800 e 900 : 2-17 giugno 1990, Rocca di Vignola: Edizioni Vaccari, 1990. Elisabetta Barbolini Ferrari Curriculum professionale Ricercatrice, Scrittrice, Studiosa della Storia Estense e di Storia della cucina Esperta d'arte e antiquariato, in particolare di porcellane, maioliche

Dettagli

Archivi della Parola dell Immagine e della Comunicazione Editoriale. FondoLagorio

Archivi della Parola dell Immagine e della Comunicazione Editoriale. FondoLagorio Archivi della Parola dell Immagine e della Comunicazione Editoriale FondoLagorio Fondo VIGEVANI Il fondo Lagorio Manoscritto del romanzo L arcadia americana Il fondo Gina Lagorio (Luigina Bernocco, 6 gennaio

Dettagli

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato La nuova biblioteca pubblica della città di Prato, l Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini, è situata

Dettagli

Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo

Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo Guerre e rivolte del XVII secolo italiano 1613-1617 / Prima guerra del Monferrato: Savoia e Venezia contro Gonzaga e Spagna; Monferrato

Dettagli

Curriculum del Dr. Massimo Tarassi

Curriculum del Dr. Massimo Tarassi Curriculum del Dr. Massimo Tarassi Data di nascita 7 MAGGIO 1947 Istruzione e Formazione 1972 Laurea presso la Facoltà di Lettere dell Università di Firenze, con una Tesi di Storia Medievale, successivamente

Dettagli

Alberto Bentoglio CURRICULUM VITAE ATTIVITÀ DI RICERCA

Alberto Bentoglio CURRICULUM VITAE ATTIVITÀ DI RICERCA Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali Alberto Bentoglio CURRICULUM VITAE ATTIVITÀ DI RICERCA Titoli accademici: Dottore di Ricerca in Teoria e storia della rappresentazione drammatica (V ciclo) presso

Dettagli

Master in Critica Giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2012/2013

Master in Critica Giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2012/2013 Art. 1 Master in Critica Giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2012/2013 Per l anno accademico 2012/2013, è istituito, presso l Accademia Nazionale d Arte Drammatica Silvio D Amico, il Master

Dettagli

DALLA RAPPRESENTAZIONE DELLO SPETTACOLO ALLA SUA

DALLA RAPPRESENTAZIONE DELLO SPETTACOLO ALLA SUA DALLA RAPPRESENTAZIONE DELLO SPETTACOLO ALLA SUA VALORIZZAZIONE NEL TEMPO Realizzazione di un sistema digitale di catalogazione e fruizione on line dell Archivio storico e audiovisuale del Teatro dell

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 18 Ottobre 2011 11:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 20 Ottobre 2015 16:09

Scritto da Administrator Martedì 18 Ottobre 2011 11:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 20 Ottobre 2015 16:09 Nicola Sfredda, nato a Milano nel 1957, si è diplomato in pianoforte, composizione, musica corale e direzione di coro presso il Conservatorio "G.Verdi" di Milano; ha conseguito inoltre il diploma di maturità

Dettagli

STORIA DI UGO ED ESTER Racconto d amore e di politica

STORIA DI UGO ED ESTER Racconto d amore e di politica 1953/2008 e presentano STORIA DI UGO ED ESTER Racconto d amore e di politica [Digitare il nome dell'autore] Liberamente tratto da Gli anni del giudizio di Giovanni Arpino 1953/2008 In un paese della campagna

Dettagli

GIOVANNI MUZZIOLI (1854-1894) Il vero la storia e la finzione

GIOVANNI MUZZIOLI (1854-1894) Il vero la storia e la finzione GIOVANNI MUZZIOLI (1854-1894) Il vero la storia e la finzione Palazzo Foresti, via San. Francesco 20, Carpi 27 novembre 2009-24 gennaio 2010 Mostra promossa e organizzata da Società Palazzo Foresti, Carpi

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. Mara Mazzoni Loreto (AN) Italiana PER IL CURRICULUM VITAE. Nome Residente a

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. Mara Mazzoni Loreto (AN) Italiana PER IL CURRICULUM VITAE. Nome Residente a F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Residente a Mara Mazzoni Loreto (AN) Data di nascita Loreto (AN), 13/12/1981 Nazionalità Italiana ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e indirizzo

Dettagli

Centro Culturale Vita e Pace. Quaderno del volontariato culturale

Centro Culturale Vita e Pace. Quaderno del volontariato culturale Centro Culturale Vita e Pace 97 98 Quindicesimo anniversario della fondazione (1999-2014) Domenica 19 ottobre 2014 nella Chiesa di Santa Maria Maggiore in Borgo Vecchio di Avigliana è stato celebrato il

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE PROGETTAZIONE PRELIMINARE, DEFINITIVA ED ESECUTIVA CON PRIME INDICAZIONI SULLA SICUREZZA E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI UN PADIGLIONE ESPOSITIVO, DESTINATO

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i ragazzi

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i ragazzi 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i ragazzi Gentili Docenti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e di

Dettagli

Corso di Diploma accademico di primo livello in PIANOFORTE - DCPL 39 Regolamento didattico del corso

Corso di Diploma accademico di primo livello in PIANOFORTE - DCPL 39 Regolamento didattico del corso Corso di Diploma accademico di primo livello in PIANOFORTE - DCPL 39 Regolamento didattico del corso Art. 1 Il presente regolamento disciplina le attività didattiche del Corso di diploma accademico di

Dettagli

Le biblioteche non si fanno; crescono. Augustine Birrell - Obiter dicta 1884. (1850-1933)

Le biblioteche non si fanno; crescono. Augustine Birrell - Obiter dicta 1884. (1850-1933) Le biblioteche non si fanno; crescono Augustine Birrell - Obiter dicta 1884. (1850-1933) Editing, progettazione e realizzazione grafica: FLUXCAP - Roma web: www.fluxcap.it mail: info@fluxcap.it... Dello

Dettagli

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l Università di Torino il 9 Luglio 1975 con 110/110 e lode.

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l Università di Torino il 9 Luglio 1975 con 110/110 e lode. COGNOME NOME BARGONI ALESSANDRO Professione : Medico Chirurgo Sede lavorativa: Dipartimento di Fisiopatologia clinica. Via Genova 3, 10123 Torino Tel.: 0116705382 E-mail: alessandro.bargoni@unito.it CURRICULUM

Dettagli

Musica antiqua latina

Musica antiqua latina Domenica 21 aprile 2013, ore 11,50 Musica antiqua latina Paolo Perrone, violino Gabriele Politi, violino Giordano antonelli, violoncello Michele carreca, tiorba andrea Buccarella, organo, clavicembalo

Dettagli

BIBLIOTECA DELLA FONDAZIONE G.ROSSINI

BIBLIOTECA DELLA FONDAZIONE G.ROSSINI BIBLIOTECA DELLA FONDAZIONE G.ROSSINI Carta dei Servizi Art.1. Premessa 1.1 Finalità del servizio bibliotecario La Biblioteca della Fondazione Rossini è un servizio specializzato nella raccolta di documenti

Dettagli

IL CLASSICISMO Dal vivo

IL CLASSICISMO Dal vivo La musica vocale La musica vocale e in particolare il melodramma sono molto seguiti. I cantanti d opera diventano i beniamini del pubblico e intervengono nella composizione delle opere. La Riforma del

Dettagli

Figlio di Carmine e Maria Passalacqua, Pasquale Bona nacque a Cerignola il 3 novembre 1808. Sposò

Figlio di Carmine e Maria Passalacqua, Pasquale Bona nacque a Cerignola il 3 novembre 1808. Sposò Figlio di Carmine e Maria Passalacqua, Pasquale Bona nacque a Cerignola il 3 novembre 1808. Sposò Rosa Ottaviani. Morì a Milano il 2 dicembre 1878. Illustre teorico, pedagogo, trattatista e compositore

Dettagli

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente.

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente. LABORATORIO-MUSEO TECNOLOGIC@MENTE Tecnologic@mente, coordinato e gestito dalla Fondazione Natale Capellaro, in questi anni ha svolto un importante e fondamentale lavoro volto per la conservazione e, soprattutto,

Dettagli

La Galleria Sabauda A CURA DEL SETTORE RICERCHE TRADIZIONI ETNICHE, STORICHE E AGROALIMENTARI DELL ASSOCIAZIONE THULE ITALIA-SEZ.

La Galleria Sabauda A CURA DEL SETTORE RICERCHE TRADIZIONI ETNICHE, STORICHE E AGROALIMENTARI DELL ASSOCIAZIONE THULE ITALIA-SEZ. La Galleria Sabauda A CURA DEL SETTORE RICERCHE TRADIZIONI ETNICHE, STORICHE E AGROALIMENTARI DELL ASSOCIAZIONE THULE ITALIA-SEZ. PIEMONTE La galleria sabauda è situata presso il palazzo dell Accademia

Dettagli

ROMA FESTIVAL BAROCCO

ROMA FESTIVAL BAROCCO ROMA FESTIVAL BAROCCO VIII EDIZIONE 29 ottobre - 20 dicembre 2015 La VIII Edizione del Roma Festival Barocco, in programma dal 29 ottobre al 20 dicembre 2015, presenta un ciclo di quindici concerti che

Dettagli

UN ANNO DI MUSICA CON IL MAESTRO GIUSEPPE VERDI

UN ANNO DI MUSICA CON IL MAESTRO GIUSEPPE VERDI UN ANNO DI MUSICA CON IL MAESTRO GIUSEPPE VERDI PERCORSO INTERDISCIPLINARE DI MUSICA TECNOLOGIA IMMAGINE ITALIANO STORIA Classi 4 C e 5 B a.s. 2013 /2014 Il 10 ottobre 2013 noi alunni di tutta la Scuola

Dettagli

ISTITUZIONE COMUNALE CULTURALE CIVICO ISTITUTO MUSICALE

ISTITUZIONE COMUNALE CULTURALE CIVICO ISTITUTO MUSICALE ISTITUZIONE COMUNALE CULTURALE CIVICO ISTITUTO MUSICALE Antonio Vivaldi Piazza della Rossa, n. 1-12022 BUSCA (CN) TEL.: 0171-946528 FAX: 0171-948210 E-Mail: vivaldi_busca@yahoo.it PIANO OFFERTA ARTISTICO-FORMATIVA

Dettagli

QUARESIMA 2015. elledici.org L editrice nel segno di Don Bosco

QUARESIMA 2015. elledici.org L editrice nel segno di Don Bosco QUARESIMA 2015 elledici.org L editrice nel segno di Don Bosco Rosanna e Gianluigi Ferrarotti Il libro delle attività per Pasqua Il libro offre alcune proposte di attività inerenti alla Pasqua: ornamenti

Dettagli

Master in critica giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2010/2011

Master in critica giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2010/2011 Art. 1 Master in critica giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2010/2011 Per l anno accademico 2010/2011, è istituito, presso l Accademia Nazionale d Arte Drammatica Silvio D Amico, il master

Dettagli

prontiatutto un iniziativa di IL PROGETTO

prontiatutto un iniziativa di IL PROGETTO prontiatutto un iniziativa di IL PROGETTO #IOLEGGOPERCHÉ 2016 IL PROGETTO, LA DINAMICA, GLI ATTORI UNA NUOVA MISSIONE PER I MESSAGGERI DELLA LETTURA: SVILUPPARE E RILANCIARE LE BIBLIOTECHE SCOLASTICHE

Dettagli

Documentare la musica in Italia

Documentare la musica in Italia Documentare la musica in Italia AGOSTINA ZECCA LATERZA La IAML-Italia, fondata nel 1994, è la sezione italiana della IAML internazionale e di questa persegue lo scopo, ossia documentare la musica, formando

Dettagli

PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA / LAVORO. Anno scolastico 2015/2016

PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA / LAVORO. Anno scolastico 2015/2016 PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA / LAVORO Anno scolastico 2015/2016 Le recenti disposizioni in materia di alternanza scuola / lavoro sono state una preziosa opportunità per sviluppare nuovi progetti di collaborazione

Dettagli

Lo stemma della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie è composto da uno scudo centrale ovale, diviso in 19 parti (17 armi e 2 scudetti) cimato dalla Corona Reale, circondato dai collari di sei ordini

Dettagli

Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron

Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron REGIONE PIEMONTE Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron PROVINCIA DI BIELLA Ricetto - Uno dei borghi più belli d Italia Centro Documentazione Ricetti Ricetto di Candelo (BI) Piano di Programmazione:

Dettagli

Accademia G. Carrara di Belle Arti Bergamo Scheda informativa

Accademia G. Carrara di Belle Arti Bergamo Scheda informativa Accademia G. Carrara di Belle Arti Bergamo Scheda informativa Nata dalla volontà di Giacomo Carrara alla fine del Settecento come Scuola di Pittura, dal 1958 l Accademia di Belle Arti Giacomo Carrara è

Dettagli

DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO - LEGNI SCUOLA DI FLAUTO DOLCE DCPL29 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN FLAUTO DOLCE

DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO - LEGNI SCUOLA DI FLAUTO DOLCE DCPL29 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN FLAUTO DOLCE DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI A FIATO - LEGNI SCUOLA DI FLAUTO DOLCE DCPL29 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN FLAUTO DOLCE Obiettivi formativi Al termine degli studi relativi al Diploma

Dettagli

Fasti della burocrazia. Uniformi civili e di corte XVIII-XIX. Le leggi e l iconografia

Fasti della burocrazia. Uniformi civili e di corte XVIII-XIX. Le leggi e l iconografia Fasti della burocrazia. Uniformi civili e di corte XVIII-XIX Le leggi e l iconografia Il linguaggio delle uniformi civili antiche è complesso e rigorosamente codificato: ogni uniforme era regolata da precisi

Dettagli

Francesco Giuseppe 1830 1916

Francesco Giuseppe 1830 1916 Catalogo delle offerte 2016 2 MOSTRA TEMPORANEA Francesco Giuseppe 1830 1916 16 marzo - 27 novembre 2016 Per il centenario del la morte dell imperatore Mostre in quattro diverse sedi Per ulteriori informazioni:

Dettagli

DIPARTIMENTO DIDATTICA E FORMAZIONE PROGRAMMAZIONE 2014/2015

DIPARTIMENTO DIDATTICA E FORMAZIONE PROGRAMMAZIONE 2014/2015 DIPARTIMENTO DIDATTICA E FORMAZIONE PROGRAMMAZIONE 2014/2015 Il Teatro dell Opera di Roma, attraverso questo Dipartimento intende avvicinare e coinvolgere i giovani all arte della Danza e della Musica

Dettagli

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza NOVARA la La e una risposta all umana ricerca di conoscenza PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO E INVESTIRE NELLA CONOSCENZA E NEL RISPETTO DELLA PROPRIA STORIA: Nuovo Spazio la Cultura PICCOLO COCCIA Nella

Dettagli

2010 Nuovi edifici in Via Salieri

2010 Nuovi edifici in Via Salieri VIA ANTONIO SALIERI Via Antonio Salieri unisce Via Mozart a Via Foglia. Si tratta di una via esistente solo da qualche anno, da quando la zona è stata edificata con abitazioni dall architettura moderna.

Dettagli

ISTITUTO MUSICALE PAREGGIATO

ISTITUTO MUSICALE PAREGGIATO PIANOFORTE Biennio Sperimentale di II Livello Indirizzo interpretativo compositivo OBIETTIVI FORMATIVI Il percorso formativo previsto dal corso sperimentale di II livello in discipline musicali ad indirizzo

Dettagli

Degustando musica MUSICA. Giovani talenti in concerto e degustazioni di vini, salumi, dolci, formaggi...

Degustando musica MUSICA. Giovani talenti in concerto e degustazioni di vini, salumi, dolci, formaggi... Degustando musica Presentazioni e degustazioni a cura di Matteo Scibilla, presidente dell Associazione Cuochi di Lombardia Giovani talenti in concerto e degustazioni di vini, salumi, dolci, formaggi...

Dettagli

BIBLIOTECA DEL SENATO E MINISTERO DELLA DIFESA: UNA COLLABORAZIONE DECENNALE IN NOME DELLA CULTURA

BIBLIOTECA DEL SENATO E MINISTERO DELLA DIFESA: UNA COLLABORAZIONE DECENNALE IN NOME DELLA CULTURA BIBLIOTECA DEL SENATO E MINISTERO DELLA DIFESA: UNA COLLABORAZIONE DECENNALE IN NOME DELLA CULTURA di Ada Fichera 70 INFORMAZIONI DELLA DIFESA 1/2014 Un antichità avvolgente e un fascino singolare connotano

Dettagli

La giornata dell Open Day è stata un appuntamento importante per le associazioni

La giornata dell Open Day è stata un appuntamento importante per le associazioni Open Day regionale del Volontariato Feliciano Della Mora La giornata dell Open Day è stata un appuntamento importante per le associazioni di volontariato culturale che si sono presentate nell ambito del

Dettagli

TEST D'INGRESSO PER LA VERIFICA DI DEBITI FORMATIVI - sessione autunnale 2014 -

TEST D'INGRESSO PER LA VERIFICA DI DEBITI FORMATIVI - sessione autunnale 2014 - MINISTERO DELL ISTRUZIONE, UNIVERSITÀ E RICERCA CONSERVATORIO DI MUSICA LUCIO CAMPIANI ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE Via della Conciliazione 33 46100 Mantova Italia tel. +39 0376 324636 fax +39

Dettagli

Informazioni per la stampa Hofmobiliendepot Museo del mobile di Vienna

Informazioni per la stampa Hofmobiliendepot Museo del mobile di Vienna Informazioni per la stampa Hofmobiliendepot Museo del mobile di Vienna Uno dei siti di Schloss Schönbrunn Kultur- und Betriebsges.m.b.H. L Hofmobiliendepot è un Museo del mobile unico nel suo genere al

Dettagli

Musica di Johann Strauss (figlio)

Musica di Johann Strauss (figlio) IL PIPISTRELLO Il Pipistrello Musica di Johann Strauss (figlio) A cura di Giovanna Gritti I PERSONAGGI nel balletto di R. Petit Bella, (Rosalinde nell opera di Strauss) una giovane donna della buona società.

Dettagli

Testata: Corriere dell Irpinia Data: 4 Maggio 2014 Pag.: 10

Testata: Corriere dell Irpinia Data: 4 Maggio 2014 Pag.: 10 Testata: Corriere dell Irpinia Data: 4 Maggio 2014 Pag.: 10 Testata: Corriere dell Irpinia Data: 4 Maggio 2014 Pag.: 12 Testata: Corriere dell Irpinia Data: 4 Maggio 2014 Pag.: 12 Testata: Il Mattino Data:

Dettagli

Testata: Il Mattino Data: 11 Ottobre 2014 Pag.: 43

Testata: Il Mattino Data: 11 Ottobre 2014 Pag.: 43 Testata: Il Mattino Data: 11 Ottobre 2014 Pag.: 43 Testata: Il Mattino Data: 11 Ottobre 2014 Pag.: 46 Testata: Il Mattino Data: 11 Ottobre 2014 Pag.: 24 Testata: Il Quotidiano del Sud Data: 11 Ottobre

Dettagli

ROSSINI GIOACHINO Pesaro 29 febbraio 1792 Passy 13 Febbraio 1868

ROSSINI GIOACHINO Pesaro 29 febbraio 1792 Passy 13 Febbraio 1868 ROSSINI GIOACHINO Pesaro 29 febbraio 1792 Passy 13 Febbraio 1868 Gioachino Rossini nasce a Pesaro il 29 Febbraio 1792, figlio di un suonatore d'orchestra e di una cantante d'opera attivi nei teatri di

Dettagli

Biblioteca e archivio storico CARTA DELLE COLLEZIONI

Biblioteca e archivio storico CARTA DELLE COLLEZIONI Biblioteca e archivio storico CARTA DELLE COLLEZIONI 2014 Finalità della biblioteca La biblioteca del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto si propone di raccogliere, conservare e valorizzare

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna

Annuario Statistico della Sardegna Annuario Statistico della Sardegna CULTURA Attività culturali e sociali varie Il dominio di riferimento delle statistiche culturali è definito e articolato sulla base del quadro generale raccomandato dall

Dettagli