ricercatrice Bibliografia musicale Biblioteconomia e archivistica musicale Beni musicali e nuove tecnologie Musica barocca

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ricercatrice Bibliografia musicale Biblioteconomia e archivistica musicale Beni musicali e nuove tecnologie Musica barocca"

Transcript

1 È ricercatrice presso l Università di Torino (Dipartimento di Studi Umanistici), dove insegna Bibliografia musicale (dall a.a. 2006/7), ha insegnato Biblioteconomia e archivistica musicale (a.a. 1999/ /2) e Beni musicali e nuove tecnologie (a.a. 2003/4 2005/6), e coordinato il corso di Musica barocca (a.a. 2009/ /2). Membro del comitato scientifico di «Fonti musicali italiane» (periodico della Società Italiana di Musicologia; dal 2004) e de «Gli spazi della musica» (periodico elettronico dell Università di Torino; dal 2012), del consiglio direttivo dell Istituto per i Beni Musicali in Piemonte (dal 1986) e del comitato scientifico dell orchestra barocca e classica Academia Montis Regalis (dal 2007), ha collaborato a opere collettive quali il Dizionario enciclopedico universale della musica e dei musicisti (DEUMM) e Die Musik in Geschichte und Gegenwart. Allgemeine Enzyklopädie der Musik (MGG). Ha fatto parte di comitati scientifici di mostre e convegni nazionali e internazionali. Esperta di gestione e catalogazione di documenti musicali e di interesse musicale (esperienze maturate come responsabile delle biblioteche dei Conservatori di musica di Bolzano e Novara; ), curatrice di cataloghi di fondi musicali di rilevanza internazionale, dal 1999 al 2006 è stata coordinatore scientifico del progetto di censimento e catalogazione del patrimonio musicale piemontese, progetto promosso da Regione Piemonte e Istituto per i Beni Musicali in Piemonte che ha impegnato una quarantina di studiosi; dal 2003 al 2005 ha coperto lo stesso ruolo nell ambito del progetto di catalogazione del patrimonio musicale manoscritto e a stampa della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino che ha coinvolto una dozzina di laureati in discipline musicali. È stata consulente, tra gli altri, dei seguenti progetti: Archivio Digitale della Musica (2002-7), progetto promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali che si è proposto di sperimentare e mettere a regime un modello di servizio integrato per la ricerca, la consultazione e l accesso a documenti che contengono musica notata, con possibilità di navigazione dal record bibliografico relativo a una partitura alla sua immagine digitalizzata e all eventuale documento sonoro digitalizzato corrispondente, attraverso tecnologie di distribuzione in rete di immagini e suoni; Progetto di catalogazione informatizzata dell Archivio musicale dell Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI (1999), Manoscritti musicali dell Accademia Filarmonica di Torino (De Sono - Associazione per la musica; ), Progetto Di.Do.S. (Digitalizzazione Documenti Sonori) (Museo Nazionale del Cinema; ). Negli anni , ha partecipato ai PRIN Banca dati della critica musicale italiana (coord. Fiamma Nicolodi, Università di Firenze) e Banca dati della critica musicale italiana (coord. Luisa Zanoncelli, Università di Torino). È stata responsabile scientifico del progetto CABIRIA - Census, Cataloguing and Study of Manuscript and Printed Music for the Cinema in Piedmont (www.progetto-cabiria.eu), finanziato dalla Regione Piemonte e condotto per conto del Dipartimento di Studi Umanistici dell Università di Torino (2010-4) ed è membro dei gruppi di ricerca dei seguenti progetti: Invisibilia. The Promotion of the Artistic and Expressive Intangible Heritage in Piedmont: Toward a Digital Creativity Model, promosso dall Università di Torino e finanziato dalla Compagnia di San Paolo (coord. Giulio Lughi, Università di Torino; ); Riordino, catalogazione e studio dei documenti manoscritti e a stampa conservati nell'archivio musicale dell'orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, finanziato dal Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica (FIRB; coord. Andrea Malvano, Università di Torino; ).

2 Fa parte del comitato scientifico del CIRMA Centro Interdipartimentale di Ricerca su Multimedia e Audiovisivo. TRA LE SUE PUBBLICAZIONI: Monografie e cataloghi di fondi musicali Mettere in scena la regalità. Le feste teatrali di Gaetano Pugnani al Regio di Torino, Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2012 (Le chevalier errant, n. 8). Non sono molti, in Italia e altrove, i teatri la cui storia sia stata indagata tanto a fondo come quella del Teatro Regio di Torino. Salvo rare eccezioni, tuttavia, specie per quanto riguarda il XVIII secolo l attenzione è stata per lo più catturata dai drammi per musica rappresentati nelle stagioni di carnevale. Gli spettacoli fuori stagione, che si allestivano in occasione del matrimonio dei membri della casa reale o in concomitanza con la visita di personaggi illustri, non hanno sollecitato altrettanto interesse: eppure lo spettacolo celebrativo, luogo di liturgia politica e strumento di consenso e propaganda per eccellenza, costituisce un terreno quanto mai fecondo per chi intenda studiare la politica curiale e le sue pratiche rituali; dal punto di vista musicale, poi, alcuni dei generi ad esso più strettamente connessi e funzionali (feste teatrali, azioni teatrali, serenate) offrono non pochi spunti d indagine, per i riflessi che il contesto celebrativo ebbe sulla scelta e la ricorrenza dei soggetti, sulla struttura e sull assetto drammatico, sulle parentele con forme e generi preesistenti e coevi, sulle modalità dell intonazione, sulle opzioni e sui vincoli in termini di organici vocali e orchestrali, apparati scenografici, inserti coreutici. Che è quanto si è proposto di affrontare questo volume in relazione alle feste teatrali del musicista più eminente dell ultimo trentennio del Settecento sabaudo nonché violinista fra i più celebrati in Europa: Gaetano Pugnani. Il fondo musicale Della Chà, presentazione di Giorgio Pestelli, Firenze, Olschki, 2010 (Accademia delle Scienze di Torino. I libri dell Accademia, n. 6). Pur non essendosi mai caratterizzata in senso musicale, la Biblioteca dell Accademia delle Scienze di Torino conserva un patrimonio musicale di notevole interesse, in gran parte riconducibile al fondo donato nel 1968 dall industriale, bibliofilo e collezionista d arte Ambrogio della Chà ( ). Il volume è il risultato della biennale ricerca tesa a ricostruire la sezione musicale del fondo, in parte smembrata all arrivo in Accademia, in parte collocata in deposito senza numeri di inventario e segnature che attestassero la provenienza del materiale. La ricerca (condotta - oltre che sugli inventari e i cataloghi esistenti - sulle legature, gli ex libris e le note di possesso dei diversi membri della famiglia) ha permesso di delineare i contorni di una sezione formata da 442 documenti musicali a stampa (secc. XIX-XX), 2 manoscritti musicali (sec. XIX), 230 libretti (secc. XVIII-XX; inoltre raccolte di opere di Goldoni, Metastasio, Molière, Zeno), 14 raccolte di canti popolari (sec. XIX-XX), 93 titoli di saggistica musicale pubblicati entro la metà del Novecento. Musica a stampa e manoscritta e libretti sono oggetto di catalogazione redatta secondo le normative internazionali e corredata da indici di nomi, titoli e incipit musicali, personaggi. Ne emerge un quadro che riflette l educazione musicale tipica della borghesia colta dell Ottocento italiano e trova conferma la passione bibliofila di alcuni membri della famiglia Della Chà, cui si deve la presenza di numerose prime edizioni e di alcune rarità (ad esempio le stampe litografiche di composizioni musicali di Maximilian Joseph, duca di Baviera, cultore delle tradizioni musicali della sua terra oggi ricordato soprattutto come padre dell imperatrice Sissi). La Raccolta Foà-Giordano della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino. Catalogo della musica a stampa, Milano, Electa, Catalogo degli oltre 900 documenti musicali a stampa (alcuni ignoti al RISM o estremamente rari; molte prime edizioni di Mozart, Beethoven, Schubert ecc.) della Raccolta Foà-Giordano della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino, nata intorno alle donazioni dell industriale tessile Filippo Giordano, che a partire dal 1930 cominciò a finanziare l acquisto di manoscritti e stampe musicali appartenenti a privati o messi in vendita da librerie antiquarie. Oltre alla musica a stampa la raccolta include più di 700 manoscritti musicali (sec. XVIII-XIX), molti dei quali di rilevante interesse musicologico (es.: Foà-Giordano 394, manoscritto settecentesco con composizioni per clavicembalo di A. e D. Scarlatti, F. Mancini, G. Greco e G.F. Haendel; Foà-Giordano 883: Agnus Dei autografo di G. Paisiello; Foà-Giordano 893/2-3, manoscritto contenente duetti di A. Steffani ecc.). Le opere musicali della Biblioteca Santa Rosa. Catalogo, Torino, Istituto per i Beni Musicali in Piemonte, 1993.

3 Catalogo della sezione musicale della biblioteca di Santorre di Santarosa ( ), in deposito presso la Biblioteca Civica di Savigliano (CN) ma proprietà della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino. Accanto alla tipica produzione ottocentesca destinata ai salotti, vi figura un gruppo di rari e importanti manoscritti relativi a opere rappresentate al Teatro Regio e al Teatro Carignano di Torino negli anni Sessanta del Settecento (Artaserse di J.C. Bach ed Enea nel Lazio di Traetta, rappresentate in prima assoluta al Regio nel 1760; Galuppi, Il filosofo di campagna e Le nozze; Traetta, Buovo d'antona; Fischietti, La fiera di Sinigaglia e Il signor dottore; Gassmann, Gli uccellatori) e composizioni sacre di Rispoli, De Majo, Cafaro, Insanguine, Jommelli ecc. Raccolta Mauro Foà - Raccolta Renzo Giordano, in collaborazione con Isabella Fragalà Data, introduzione di Alberto Basso, Roma, Edizioni Torre d Orfeo, 1987 (Cataloghi di fondi musicali italiani a cura della Società Italiana di Musicologia, n. 7). Catalogo della Raccolta Mauro Foà e della Raccolta Renzo Giordano, giunte alla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino rispettivamente nel 1927 e nel 1930 e riconducibili alla figura del conte Giacomo Durazzo ( ). Note a livello internazionale soprattutto per la presenza di 27 tomi quasi interamente autografi di Antonio Vivaldi, contengono fra l altro dieci volumi parzialmente autografi di Alessandro Stradella e sedici codici di intavolatura d organo tedesca (sec. XVII), nonché manoscritti e stampe musicali (di Gluck, Hasse, Traetta; balli di J. Starzer) ascrivibili agli anni in cui Durazzo fu direttore dei teatri imperiali a Vienna. Curatele Film Music: Practices, Theoretical and Methodological Perspectives. Studies around Cabiria Research Project, Torino, Kaplan, 2014 (http://www.progetto-cabiria.eu/images/pdf/filmmusic/). La festa teatrale nel Settecento. Dalla corte di Vienna alle corti d Italia, atti del convegno internazionale di studi (Reggia della Venaria Reale, novembre 2009), in collaborazione con Andrea Merlotti, Lucca, Libreria Musicale Italiana, Praticata a Vienna dal Seicento, la festa teatrale conobbe nel Settecento (grazie a poeti come il Metastasio e a compositori come Gluck, Hasse e Mozart) una grande fortuna in varie corti europee, divenendo spesso il genere ideale per celebrare in musica eventi politico-dinastici. La varietà delle declinazioni (accomunate dalla scelta di soggetti per lo più mitologico-allegorici e dalla finalità encomiastica, a fronte di un ampio ventaglio di soluzioni drammaturgicospettacolari), la stretta parentela con cantata, opera e oratorio, l interscambiabilità delle etichette di cui fu oggetto (festa teatrale, ma anche azione teatrale, serenata) l hanno sottratta alle tradizionali tassonomie: un terreno problematico e affascinante su cui al convegno La festa teatrale nel Settecento (promosso dall Università di Torino e dal Consorzio La Venaria Reale, in collaborazione con l associazione culturale «Il Saggiatore musicale») si sono confrontati studiosi di diverse discipline. Le fonti musicali in Piemonte, vol. 1, Torino, Lucca, Libreria Musicale Italiana, Il volume raccoglie i risultati del settennale progetto di censimento del patrimonio musicale conservato nelle istituzioni e collezioni pubbliche e private torinesi. Promosso dalla Regione Piemonte e condotto dall Istituto per i Beni Musicali in Piemonte (ente di rilievo regionale ai sensi della L.R. 49/84), il progetto si è avvalso della collaborazione di decine di studiosi sotto la direzione scientifica della curatrice, A. Colturato. Molte delle 75 istituzioni e collezioni censite erano ignote ai precedenti censimenti nazionali e internazionali (Sartori, RISM, CABIMUS ecc.); numerosissime le fonti musicali sconosciute. Bibliografia di 1275 titoli sulla musica e sulle fonti musicali in Piemonte; 32 tavole. Saggi, articoli e contributi in atti di convegni Cabiria Research Project (University of Turin), in Film Music: Practices, Theoretical and Methodological Perspectives. Studies around Cabiria Research Project, a cura di Annarita Colturato, Torino, Kaplan, 2014, pp L articolo illustra il progetto Cabiria - Census, Cataloguing and Study of Manuscript and Printed Music for the Cinema in Piedmont di cui l autrice è stata responsabile scientifico. Promosso dall Università di Torino e finanziato dalla Regione Piemonte, il progetto ha avuto come obiettivi: il censimento e la catalogazione della musica per film conservata in Piemonte; la realizzazione di una banca dati catalografica liberamente accessibile e corredata, nel rispetto delle norme vigenti in materia di diritto d autore, dalle immagini digitali dei documenti in un sito bilingue (italiano-

4 inglese) appositamente creato (www.progetto-cabiria.eu); lo studio dei materiali catalogati e la stesura di saggi critici che affrontassero l analisi della musica per film secondo prospettive diverse (musicologica, estetica, etnomusicologica, antropologico-musicale, bibliografica) e contribuissero alla definizione di una metodologia filologicamente fondata, essenziale anche per le operazioni di restauro delle colonne sonore. Il computo complessivo dei documenti reperiti nel corso del progetto nelle oltre 300 istituzioni individuate e censite nelle otto province piemontesi ammonta a 107 manoscritti e stampe; quasi un quinto dei documenti risale al primo trentennio del Novecento, altrettanti al decennio successivo. Il catalogo elettronico, redatto secondo le più recenti norme nazionali e internazionali, conta record fra collezioni, periodici, monografie e spogli, e presenta authority file di oltre nomi (compositori, parolieri, registi, attori ecc.) e oltre titoli (composizioni musicali, film, incipit testuali ecc.). 132 record sono corredati dalle immagini digitali parziali o complete del documento cui fanno riferimento. Le feste di Tersicore, ossia la danza nelle raccolte della Biblioteca Nazionale di Torino, in «Fonti Musicali Italiane», n. 18, 2013, pp Nota soprattutto per la presenza dei manoscritti vivaldiani, la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino vanta un patrimonio musicale e di interesse musicale di varietà e pregio straordinari. Fra i materiali tuttora poco conosciuti si collocano quelli legati alla danza; ad eccezione dei codici dei balletti allestiti alla corte sabauda nel Seicento e dei manoscritti con la musica di Joseph Starzer per i balli di Franz Hilverding, infatti, non sono molte le fonti che negli anni sono state oggetto di indagine e studio. Il saggio dà conto di alcuni dei documenti più interessanti disseminati nelle raccolte (balli teatrali manoscritti e a stampa, raccolte di danze, libretti, trattati, lettere di ballerini e coreografi) e si sofferma sul fondo donato nel 2011 alla biblioteca da Gianni Secondo, appassionato studioso di storia della danza e bibliofilo. Ancora non disponibile al pubblico, il fondo include circa duemila monografie (fra cui numerose prime edizioni dei trattati di Caroso, Negri, Ménestrier, Feuillet, Noverre, Dufort, Bonnet, Rameau, Cahusac, Gallini, Blasis ecc.), trecento libretti, edizioni musicali, volumi di figurini, ritratti incisi o litografati di ballerini e coreografi, manifesti, foto di scena, annate di testate periodiche, documenti sonori e audiovisivi. Corredano il saggio due appendici con la trascrizione di alcune lettere inedite di Dominique Lefèvre, Charles Lepicq e Carlo Blasis, e l elenco dettagliato della sessantina di libri antichi e del centinaio di libretti di ballo ottocenteschi del Fondo Secondo. «Gaude felix Sabaudia, gaude tota Ecclesia»: la musica nelle funzioni religiose in presenza della corte (Torino, sec. XVIII), in Atti del Congresso Internazionale di Musica Sacra. In occasione del centenario di fondazione del PIMS, a cura di Antonio Addamiano e Francesco Luisi, Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, 2013, pp All alba del Settecento la vita musicale torinese ruotava principalmente attorno a due istituzioni: la Cappella Metropolitana e la Regia Cappella. Pur facendo capo l una all autorità ecclesiastica e l altra alla casa regnante, e dunque mantenendo nel tempo una totale indipendenza amministrativa, si trattò di istituzioni contraddistinte da una spiccata contiguità (e permeabilità), come contigui (e permeabili) erano in Duomo e a Palazzo Reale gli spazi destinati alle funzioni religiose che prevedevano l impiego dei loro membri. Sulla scorta dei documenti d archivio, dei cerimoniali di corte, delle fonti musicali e delle testimonianze dei contemporanei, il saggio illustra organici, repertorio e pratiche performative del corredo musicale prescritto per le cerimonie religiose in presenza della corte: una corte forse meno incline di altre all arte lodata da Cristina di Svezia come vero «ornamento de principi» ma tanto conscia dell apporto che la musica poteva fornire alla crescita e al consolidamento del prestigio internazionale del regno da finanziare viaggi e soggiorni di studio ai musicisti più meritevoli, edificare un teatro fra i più belli della penisola e mantenere quella che Rousseau definì la «meilleure symphonie de l Europe». «Musis hospitium concedere». La musica nelle collezioni librarie sabaude al tempo di Carlo Emanuele e Caterina, in L'Infanta. Caterina d'austria, duchessa di Savoia ( ), a cura di Blythe Alice Raviola e Franca Varallo, Roma, Carocci, 2013, pp Risultato dello studio degli inventari delle raccolte librarie di Casa Savoia, il saggio dà conto (con numerose informazioni inedite) dei documenti musicali manoscritti e a stampa presenti nelle collezioni ducali al tempo di Carlo Emanuele I ( ) e della consorte Caterina d'austria ( ), soffermandosi poi in particolare sui Concerti di Pietro Veccoli (noti come Intermedi delle sirene) per la tragicommedia Adelonda di Frigia di Federico Della Valle, rappresentata il 25 novembre 1595 in occasione della visita a Torino del cardinale Alberto arciduca d'austria, e sullo zapato, uno spettacolo peculiare della corte sabauda nel Seicento. Le feste teatrali di Gaetano Pugnani, in La festa teatrale nel Settecento. Dalla corte di Vienna alle corti d Italia, atti del convegno internazionale di studi promosso dall Università di Torino e dal Consorzio La Venaria Reale, in collaborazione con l associazione culturale «Il Saggiatore musicale» (Reggia della Venaria Reale, novembre 2009), a cura di Annarita Colturato e Andrea Merlotti, Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2011, pp

5 A partire dalla Vittoria d Imeneo di Galuppi, andata in scena il 7 giugno 1750 per celebrare le nozze tra il futuro Vittorio Amedeo III di Savoia e Ferdinanda di Borbone, infanta di Spagna, le feste teatrali furono a Torino il genere cui più spesso si fece ricorso per solennizzare le visite di principi e sovrani stranieri e, soprattutto, i legami dinastici che nell ultimo scorcio di secolo la monarchia riuscì a stringere con le corti di Vienna e Versailles nel tentativo di porre rimedio alla scomoda posizione in cui si trovava a seguito dell inaspettato avvicinamento tra le due potenze, tradizionalmente nemiche. Il palcoscenico del Teatro Regio ospitò l 8 aprile 1771, per il matrimonio della principessa Giuseppina con il futuro Luigi XVIII, la «favola pastorale» Issea. Il 2 ottobre 1775 e il 2 maggio 1789, in occasione delle nozze di due futuri eredi al trono sabaudo (Carlo Emanuele IV e Vittorio Emanuele I), rispettivamente con Clotilde, figlia del Delfino di Francia, e Maria Teresa, figlia dell arciduca Ferdinando d Asburgo (fratello di Giuseppe II), fu la volta delle «feste per musica» L Aurora e Demetrio a Rodi. A celebrare in musica la «stirpe augusta ai più sublimi / troni d Europa in imenei congiunta» fu in tutti e tre i casi Gaetano Pugnani, violinista di fama internazionale che nel 1769 aveva esordito come operista al King s Theatre di Londra e che al ritorno in patria finì per assommare le principali cariche musicali (primo violino nelle orchestre della Regia Cappella e del Teatro Regio dal 1770, direttore generale della musica strumentale dal 1776, direttore della musica militare dal 1786). Sulla scorta della documentazione conservata in biblioteche e archivi italiani e stranieri, il contributo illustra le modalità dell allestimento di questo genere di lavori presso la corte sabauda, la scelta dei soggetti (allusivi al contesto storico-politico, com era lecito attendersi dato il loro carattere smaccatamente encomiastico), l articolazione delle partiture e dei libretti (affidati ai poeti di corte Vittorio Amedeo Cigna Santi e Giandomenico Boggio), con ampio spazio concesso agli inserti corali e coreutici: quei «cori troppo frequenti e i cori intrecciati coi balli» che stando a Luigi Serio non piacquero a Napoli in occasione dell Adone e Venere (G. Boltri - G. Pugnani; Teatro San Carlo, 12 gennaio 1784) e che invece a Torino, piazza tutt altro che insensibile alle coeve istanze di riforma, si apprezzavano particolarmente. Un espectáculo para el Archiduque: La Dora festeggiante y L accorta cameriera de Martín y Soler. Con referencias a otras de sus obras representadas en Turín antes del fin del siglo XVIII, in Los siete mundos de Vicente Martín y Soler, atti del convegno internazionale di studi promosso dalla Universitat de València, dall Institut Valencià de la Música - Generalitat Valenciana e dall Instituto Complutense de Ciencias Musicales (Valencia, novembre 2006), a cura di Dorothea Link e Leonardo Waisman, Valencia, Institut Valencià de la Música - Generalitat Valenciana, 2010, pp A Torino come altrove era consuetudine, in occasione della visita di personalità straniere, allestire spettacoli musicali nel teatro di corte. Accadde anche nel settembre del 1783 quando, scartata per motivi di tempo l ipotesi di commissionare una festa teatrale per il soggiorno dell arciduca Ferdinando d Asburgo-Lorena e della moglie Beatrice d Este, l unica alternativa praticabile fu ritenuta quella di trasferire per alcune sere al Teatro Regio uno dei drammi giocosi in programma al Teatro Carignano: si trattò de L accorta cameriera di Vicente Martín y Soler, andata in scena per la prima volta a Venezia l anno precedente con il titolo In amor ci vuol destrezza e arricchita a Torino da un prologo (La Dora festeggiante) utile a solennizzare la circostanza e ad esaltare la magnificenza di un teatro ritenuto tra i più belli d Europa. Attraverso l indagine sui documenti d archivio il saggio illustra le circostanze dell allestimento, interessante connubio tra forme diverse di produzione del teatro d opera (modello impresariale e committenza regia), dando anche conto delle partiture (in parte sconosciute) e dei libretti relativi ai due lavori in questione. In margine sono poi resi noti i risultati dell esame delle fonti relative a due ulteriori titoli del compositore spagnolo presenti nell ultimo scorcio del secolo nei cartelloni del Teatro Carignano, Una cosa rara e La capricciosa corretta, rappresentate rispettivamente nell autunno del 1789 e nel carnevale del Musica e cerimoniale nel Settecento, in Le strategie dell apparenza. Cerimoniali, politica e società alla corte dei Savoia in età moderna, a cura di Paola Bianchi e Andrea Merlotti, Torino, Zamorani, 2010, pp Il tema dei cerimoniali (dei loro simboli e significati, della loro funzione) costituisce un nodo centrale nella storiografia di tutte le corti. Tra le varie prospettive d indagine, il saggio si concentra su quella dello spinoso e complesso rapporto fra musica e cerimoniale, nella fattispecie presso la corte sabauda nel XVIII secolo. Come altre case reali, i Savoia furono consci dell apporto che la musica poteva fornire al consolidamento e alla crescita del prestigio internazionale e compresero quanto un adeguato corredo sonoro fosse indispensabile all esibizione della regalità e alla ritualizzazione del quotidiano. Paragrafi dedicati alle istituzioni (Cappella Metropolitana, Regia Cappella, bande reggimentali), ai principali eventi dinastici (battesimi, funerali, matrimoni, conviti solenni ecc.) e alle cerimonie religiose illustrano il ruolo e l importanza della musica al servizio del re in una corte altamente formalizzata come fu quella sabauda. «Ed alla sinfonia di ben cento voci e d altrettanti stromenti danzarono»: la musica nelle feste sabaude tra fine Cinquecento e inizio Settecento, in Feste barocche. Cerimonie e spettacoli alla corte dei Savoia tra Cinque e Settecento, catalogo della mostra (Torino, Palazzo Madama, 7 aprile - 5 luglio 2009), a cura di Clelia Arnaldi di Balme e Franca Varallo, Cinisello Balsamo (MI), Silvana Editoriale, 2009, pp Trattare della musica nelle feste allestite alla corte sabauda tra il 1563 (anno in cui la corte si trasferì da Chambéry a Torino) e il 1724 (anno della morte di Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours, seconda delle Madame Reali)

6 significa indagare su una componente imprescindibile delle stesse (il corredo sonoro) sulla scorta di fonti primarie quasi inesistenti e di fonti secondarie (relazioni, descrizioni ecc.) di una vaghezza tanto suggestiva quanto sconfortante. Pur nella lacunosità della documentazione, il contributo si propone di illustrare la funzione della musica in questo tipo di eventi, di dare conto delle istituzioni cui era demandata e del mutamento del suo ruolo nei diversi generi praticati (sino alla capitolazione della refrattaria corte sabauda di fronte al dilagare del melodramma). Particolare attenzione è prestata alle fonti musicali superstiti (di Pietro Veccoli, Sigismondo D India, Filippo Albini, Filippo d Agliè ecc.), in parte esposte in mostra e descritte in apposite schede. «Viva si canti al nodo»: l Issea di Gaetano Pugnani per il matrimonio tra Maria Giuseppina di Savoia e il conte di Provenza, in Annibale, Torino e Annibale in Torino, atti della giornata di studi promossa dall Università degli Studi di Torino e dall associazione culturale «Il Saggiatore musicale» (Torino, 22 febbraio 2007), a cura di Alberto Rizzuti, Firenze, Olschki, 2009, pp Genesi e allestimento di Issea, favola pastorale per musica di Gaetano Pugnani composta in occasione del matrimonio tra Giuseppina di Savoia e Luigi Stanislao Saverio di Borbone, conte di Provenza (futuro Luigi XVIII), e andata in scena al Teatro Regio di Torino l 8 aprile Secondo titolo per il teatro del musicista, all epoca già famoso per il suo virtuosismo violinistico e la sua produzione strumentale (l esordio in teatro era avvenuto nel 1769 a Londra con l opera comica Nanetta e Lubino), in Issea Pugnani supportato da un libretto di Vittorio Amedeo Cigna Santi ispirato alla pastorale héroïque Issé di La Motte e Destouches (1697) si dimostrò tutt altro che ignaro delle soluzioni che si andavano saggiando in ambito europeo nei drammi per musica e negli spettacoli celebrativi (nove anni prima, del resto, si era esibito al Burgtheater di Vienna nell intervallo di un esecuzione in forma di concerto dell Alcide al bivio di Metastasio Hasse, una delle feste teatrali più fortunate del tempo). Come attestano documenti d archivio, libretti e partiture, Issea fu ripresa il 29 giugno 1772 in forma di serenata pastorale al Palacio de Queluz, residenza portoghese di Pietro III, fratello di Giuseppe II. Studiare, leggere, eseguire Vivaldi: breve guida alle fonti, ai cataloghi e alla letteratura musicologica, in Vivaldimania. Una storia torinese, catalogo della mostra (Torino, Palazzo Bricherasio, 23 aprile - 8 giugno 2008), a cura di Susan Orlando e Franca Porticelli, Cinisello Balsamo (MI), Silvana Editoriale, 2008, pp Vademecum alle fonti musicali, ai cataloghi e alla letteratura musicologica dedicati alla vita e all opera di Antonio Vivaldi pubblicato nel volume dato alle stampe in occasione della mostra Vivaldimania, che ha offerto al pubblico la possibilità di ammirare oltre a dipinti, strumenti musicali e documenti d archivio alcuni dei 27 tomi manoscritti quasi completamente autografi di Antonio Vivaldi confluiti nelle collezioni della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino nel 1927 e nel 1930 al termine di vicissitudini rocambolesche: una delle più preziose raccolte musicali esistenti al mondo, precedentemente esposta solo a Venezia nel 1958 e a Torino nel 1978 (tricentenario della nascita del musicista) e nel 2006 (in occasione delle Olimpiadi invernali). Dall Italia alla Francia, e ritorno, nell introduzione a La Fenice rinovata ballato in Fossano, facsimile del balletto eseguito a Fossano il 9 febbraio 1644, Fossano, Cassa di Risparmio di Fossano - Savigliano, L Artistica Editrice, 2007, pp. IX-XII. L arrivo, nel 1619, a Torino di Cristina di Francia, moglie di Vittorio Amedeo di Savoia, segnò una data fondamentale nella storia della musica e degli spettacoli in Piemonte: a Cristina si devono il riassetto dei complessi musicali di corte e soprattutto la fioritura dei balletti e delle feste che per oltre trent anni Filippo San Martino d Agliè (diplomatico, letterato, musicista, coreografo) compose e le dedicò, riuscendo a coniugare in maniera originale esperienze coreutiche francesi e tradizione spettacolare sabauda. Uno dei più antichi tra i quattordici preziosi testimoni di balletti di corte sabaudi sinora conosciuti è il codice miniato de La fenice rinovata, rappresentato nel Castello di Fossano (dove Cristina risiedeva all epoca) il 9 febbraio 1644 «con tante mute metafore quante attioni, e tanti misteri quante metafore» (così il Tesauro a proposito dei «figurati balletti»). Contrariamente a quel che accade per altri titoli, oltre al codice (vergato da Giovanni Tommaso Borgonio e segnato q.v.63) la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino conserva anche la musica delle danze (qm.ii.82). Un industria «troppo imperfetta»: la fabbricazione dei pianoforti a Torino nell Ottocento, in «Fonti musicali italiane», n. 12, 2007, pp A dispetto di una tradizione pianistica di modesto rilievo, il Piemonte (Torino, in particolare) ebbe nell Ottocento e nel primo Novecento un ruolo centrale nel settore della fabbricazione di strumenti a tastiera. In attesa di un indagine capillare sulle carte d archivio riguardanti tanto i singoli costruttori quanto le istituzioni incaricate di conservare la documentazione allegata alle richieste di concessione di privilegi, il saggio fa il punto sulle ricerche compiute e sulla bibliografia sinora prodotta e delinea il panorama produttivo torinese avvalendosi in particolare delle guide commerciali della città e delle pubblicazioni (cataloghi, relazioni, giudizi ecc.) date alle stampe in occasione delle esposizioni periodiche (un osservatorio privilegiato, nel caso della capitale sabauda, data la quantità di manifestazioni organizzate)

7 e ricavandone informazioni in larga misura inedite sui principali fabbricanti (Berra, Marchisio, Aymonino, Roeseler, Chiappo, Mola ecc.), sulla loro produzione, sul numero dei loro dipendenti, su materiali e macchine impiegati. Corredano l articolo un apparato iconografico che include strumenti e cataloghi appartenenti a collezioni private e sinora sconosciuti e due appendici dedicate rispettivamente ai costruttori torinesi di pianoforti presenti alle esposizioni tenutesi in Italia e all estero nell Ottocento (con descrizione degli strumenti esposti e stralci dei giudizi ricevuti) e ai fabbricanti e negozianti torinesi di pianoforti citati nelle guide commerciali della città fino al 1900 (con ragione sociale e indirizzi). Tra l Annibale in Torino e il Barbiere di Siviglia. Opere di Giovanni Paisiello rappresentate al Teatro Carignano di Torino negli anni 70 del Settecento, in Giovanni Paisiello e la cultura europea del suo tempo, atti del convegno internazionale di studi promosso dall Istituto Musicale G. Paisiello col patrocinio della Società Italiana di Musicologia, della Società Italiana di Studi sul Secolo XVIII, della Società Internazionale di Studi sul Secolo XVIII e dell Università degli Studi di Lecce (Taranto, giugno 2002), a cura di Francesco Paolo Russo, Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2007, pp Pur se l esordio torinese di Giovanni Paisiello ebbe luogo sul più prestigioso palcoscenico della città (il Teatro Regio, dove nel gennaio del 1771 debuttò il dramma per musica Annibale in Torino), la fortuna del compositore nella capitale sabauda fu legata soprattutto alla presenza delle sue opere comiche nella programmazione dell ancora poco studiato Teatro Carignano, a differenza del Regio (aperto nella sola stagione di carnevale e consacrato all'opera seria e al ballo) sede lungo tutto il corso dell anno di tragedie e commedie, drammi giocosi e opéras-comiques, concerti e spettacoli di arte varia. Il saggio prende in esame i titoli paisielliani allestiti al Carignano prima del Barbiere di Siviglia (6-XI-1784) nella fattispecie L innocente fortunata (autunno 1773), La discordia fortunata (autunno 1775), La frascatana (autunno 1775), Il tamburo notturno (autunno 1777), L idolo cinese (autunno 1777), Le due contesse (autunno 1778) e ne analizza libretti e partiture manoscritte, dando anche conto di importanti fonti sconosciute. Giacomo Durazzo, che «alla dolcezza delle maniere la perspicacia delle idee soavemente accoppiando» favorì la riforma del teatro musicale settecentesco, in Torino musicale scrinium di Vivaldi. Il teatro vivaldiano nelle raccolte manoscritte della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino, a cura di Maria Letizia Sebastiani e Franca Porticelli, Torino, Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino, 2006, pp Ritratto di Giacomo Durazzo ( ), diplomatico, collezionista, direttore dei teatri imperiali a Vienna negli anni della riforma di Gluck e Calzabigi. Dalla sua biblioteca privata proviene gran parte dei manoscritti e delle edizioni musicali della Raccolta Mauro Foà e della Raccolta Renzo Giordano, nelle quali sono conservati tra l altro 27 codici quasi completamente autografi di Antonio Vivaldi. Album di famiglia. Un secolo di vita musicale italiana nei ricordi di Giuseppe Bertolino, Adele Bertolino Aldrovandi e Clelia Aldrovandi Gatti, in Bibliofilia subalpina. Quaderno 2003, a cura di Francesco Malaguzzi, Torino, Centro Studi Piemontesi, 2003, pp Saggio sull archivio del pianista e compositore Giuseppe Bertolino ( ), della figlia Adele Bertolino Aldrovandi ( ), anch essa pianista, e della nipote Clelia Aldrovandi Gatti ( ), arpista tra le più importanti del Novecento e moglie del critico musicale Guido M. Gatti. Archivio acquistato dalla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino nel Un fondo musicale sconosciuto conservato presso l Istituto per i Beni Musicali in Piemonte: il Dono in memoria di Umberto II, in Miscellanea di studi 5, a cura di Alberto Basso, Torino, Centro Studi Piemontesi - Istituto per i Beni Musicali in Piemonte, 2003, pp Catalogo del fondo musicale ottocentesco comprendente 44 manoscritti e 41 edizioni musicali (molte delle quali estremamente rare), probabilmente legato a Casa Savoia e donato nel 1993 all Istituto per i Beni Musicali in Piemonte. I concerti per violino e orchestra di Gaetano Pugnani: ricognizione delle fonti, introduzione al Concerto in la maggiore per violino e orchestra di Gaetano Pugnani, revisione di Luigi Mangiocavallo, Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2001, pp. VII-XIV. Note storiche e catalogo tematico dei concerti per violino e orchestra di G. Pugnani ( ), gran parte dei quali inediti. Forme dell associazionismo musicale in Piemonte dalla Restaurazione allo Statuto Albertino, in Accademie e società filarmoniche in Italia. Studi e ricerche, a cura di Antonio Carlini, Trento, Società Filarmonica, 1999, pp

8 Saggio sull associazionismo musicale in Piemonte nell Ottocento, fenomeno che, specie nel periodo compreso tra la fine dell impero napoleonico e le riforme albertine, ebbe rilievo politico, oltre che musicale. Ottocento strumentale torinese: le iniziative dei fratelli Marchisio, tra pionierismo e compromesso, in Accademie e società filarmoniche: organizzazione, cultura e attività dei filarmonici nell Italia dell'ottocento, atti del convegno di studi promosso dalla Società Filarmonica di Trento e dalla Società Italiana di Musicologia (Trento, 1-3 dicembre 1995), a cura di Antonio Carlini, Trento, Provincia Autonoma di Trento - Società Filarmonica, 1998, pp Esame delle iniziative avviate da Antonino e Giuseppe Enrico Marchisio (fratelli delle celebri cantanti Barbara e Carlotta) parallelamente alla Società Torinese del Quartetto, con particolare riguardo alle accademie e società filarmoniche delle quali furono animatori. La Società Torinese del Quartetto ( ), in Miscellanea di studi 4. In onore di Alberto Basso, a cura di Isabella Data, Torino, Centro Studi Piemontesi - Istituto per i Beni Musicali in Piemonte, 1996, pp Ricostruzione dell attività e della cronologia dei concerti della Società Torinese del Quartetto ( ), una delle prime Società del Quartetto nate in Italia. Tra i fondatori e animatori Antonino Marchisio ( ) e Giuseppe Enrico Marchisio ( ).

---------------- Ufficio Stampa

---------------- Ufficio Stampa Ufficio Stampa Presentazione del libro TeatrOpera: Esperimenti Scenici di Maria Grazia Pani Concerto spettacolo con voce recitante, soprani, tenore e pianoforte 11 maggio 2015 Teatro Sociale ----------------

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Storia dell'opera lirica in pillole

Storia dell'opera lirica in pillole Storia dell'opera lirica in pillole Le origini dell opera lirica: tutto ebbe inizio così... L opera lirica non esisteva nell antichità. Esisteva il teatro fin dai tempi dell antica Grecia e c era la musica

Dettagli

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini Che cos è l Opera in musica L opera in musica (chiamata anche opera lirica o melodramma) è un genere teatrale nato a Firenze alla fine del Cinquecento.

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE 13 15 febbraio 2015 www.bolzano-bozen.it Anche quest anno, dal 13 al 15 febbraio, Bolzano festeggia San Valentino con gli appuntamenti de I Luoghi dell Amore, un viaggio

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici.

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici. Teoria musicale - 8 ALTRI MODI E SCALE Nell iniziare questo capitolo bisogna subito premettere che questi argomenti vengono trattati con specifiche limitazioni in quanto il discorso è estremamente vasto,

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013 Consultazione Pubblica per l istituzione dell Anagrafe Nazionale Nominativa dei Professori e dei Ricercatori e delle Pubblicazioni Scientifiche (ANPRePS) Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza

Dettagli

IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI

IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI ALLEGATO II 1 0 R A P P O R T O S U L L A F O R M A Z I O N E N E L L A P A : I L G R U P P O D I L A V O R O E G L I A U T O R I D E G L I A P P

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

STRUTTURA DELL ELABORATO Copertina frontespizio indice testo appendici (eventuali) bibliografia sitografia (eventuale)

STRUTTURA DELL ELABORATO Copertina frontespizio indice testo appendici (eventuali) bibliografia sitografia (eventuale) NORME ESSENZIALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA 1 (per i corsi di laurea in Lingue e culture moderne e Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale) STRUTTURA DELL ELABORATO

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11.

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11. VERBALE N 2/11 L anno 2011 il giorno 4 del mese di marzo alle ore 12,00 previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalle vigenti norme, nella sede del Conservatorio G. Martucci di Salerno si riunisce

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

PROFESSORI DELLO STAT

PROFESSORI DELLO STAT PROFESSORI STABILI ORDINARI > Giuliani p. Matteo, ofm Dottorato in Scienze dell Educazione con indirizzo catechetica Catechetica e Didattica della religione Responsabile del Servizio Formazione Permanente

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10)

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) RELIGIONE 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO GIORDA, DIRITTI DI CARTA U SEI 16,35

Dettagli

CURRICULUM ARTISTICO Associazione Culturale. Tutti all... Opera

CURRICULUM ARTISTICO Associazione Culturale. Tutti all... Opera CURRICULUM ARTISTICO Associazione Culturale Tutti all...opera Generalità: Nome: Tutti all... Opera Sede Legale: Via Enrico Fermi, 2-20090 Opera (Mi) Sede Operativa: Via di Vittorio, 78 Opera (MI) Telefono:

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici 1. Introduzione Vengono oggi pubblicate sul sito dell ANVUR e 3 tabelle relative alle procedure dell abilitazione scientifica nazionale

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL CONSERVAZI ONE ED ACCESSI BI LI TÀ I N NTERNETDICOLLEZI ONIAUDI OVI SI VE I PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL 1. IL RUOLO DELLE BIBLIOTECHE AUDIOVISIVE Il fine principale è la conservazione

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015 ORDINE DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO Delegazione Gran Magistrale della Sardegna SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

Dettagli

El lugar de las fresas

El lugar de las fresas El lugar de las fresas Il luogo delle fragole Un anziana contadina italiana dedita al lavoro, un immigrato marrocchino appena arrivato in Italia, una giovane cineasta spagnola; Da un incontro casuale al

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

OGGETTO Proposta Spettacoli

OGGETTO Proposta Spettacoli O n a r t s d i Soc.Coop.Artemente Via Ronchi 12, Ca tania Fax 095.2935784 Mobile 320 0752460 www.onarts.net - info@onarts.net OGGETTO Proposta Spettacoli Con la presente siamo lieti di presentarvi le

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

2000 ho conseguito una laurea in giurisprudenza discutendo una tesi in diritto penitenziario con la dott.sa Presutti all Università di Milano

2000 ho conseguito una laurea in giurisprudenza discutendo una tesi in diritto penitenziario con la dott.sa Presutti all Università di Milano mi chiamo Marco Girardello lavoro per la Fondazione Casa di Carità dal 2001 allor quando le azioni in carcere erano promosse dal C.F.P.P. Casa di Carità Onlus provengo da un background di studi giuridici

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Strutture a disposizione delle Parrocchie

Strutture a disposizione delle Parrocchie ARCIDIOCESI DI MILANO Ufficio Amministrativo Diocesano Strutture a disposizione delle Parrocchie MANUTENZIONE PROGRAMMATA DEGLI IMMOBILI: FASCICOLO TECNICO DEL FABBRICATO E PIANO DI MANUTENZIONE 1 Don

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

Parrocchia Di Tavole. Piazza SS. Annunziata 18100 Tavole/Prelá

Parrocchia Di Tavole. Piazza SS. Annunziata 18100 Tavole/Prelá Piazza SS. Annunziata 18100 Tavole/Prelá Per ulteriori informazioni: Don Sandro Marsano, Piazza San Tommaso 18020, Dolcedo (IM); Irene Revello, Piazza SS. Annunziata 5, 18100 Tavole/Prelá, Tel: 0039 0183

Dettagli

CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica

CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica CHOREOGRAPHIC COLLISION part 3 CHECK UP Percorso di formazione coreografica DIREZIONE ARTISTICA ISMAEL IVO Choreografic Collision è un laboratorio di ricerca. È un percorso di formazione per stimolare

Dettagli

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni : criteri e indicazioni di Ilaria Moroni Ultimo aggiornamento: giugno 2010 A) Sistema classico (autore-titolo) nel corpo del testo: es. frase citata da un libro ¹ [N nota in apice] in nota a piè di pag.:

Dettagli

Oltre che alla grande visibilità pubblica degli avvisi murali scritti, dei manifesti e

Oltre che alla grande visibilità pubblica degli avvisi murali scritti, dei manifesti e Piccola ma efficace 134 L ALtrA réclame: CArtOLINE, CALENDArIEttI, FIGUrINE, OPUSCOLI Nella pagina a fronte, dall alto in senso orario: blocco per annotazioni e corrispondenza delle Generali destinato

Dettagli

L'UOMO NEL DILUVIO uno spettacolo di Simone Amendola e Valerio Malorni

L'UOMO NEL DILUVIO uno spettacolo di Simone Amendola e Valerio Malorni Presenta L'UOMO NEL DILUVIO uno spettacolo di Simone Amendola e Valerio Malorni Premio IN-BOX 2014 LA CRITICA Uno spettacolo intenso... L'eco del diluvio è dilagata in noi con il suo fragore incontenibile

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 B Corso: SERVIZI COMMERCIALI (TRIENNIO)

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 B Corso: SERVIZI COMMERCIALI (TRIENNIO) Classe: 3 B ITALIANO LETTERATURA 9788822168191 SAMBUGAR MARTA / SALA' GABRIELLA LETTERATURA + / VOLUME 1 + GUIDA ESAME 1 + ANTOLOGIA DIVINA COMMEDIA + ESPANSIONE WEB 1 LA NUOVA ITALIA EDITRICE 32,80 No

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

AREOPAGO T Teatro Salesiano E

AREOPAGO T Teatro Salesiano E www.cnos-scuola.it sulla schermata del vostro sito compare la finestra seguente con il logo dell Areopago TES AREOPAGO TES TEATROEDUCATIVOSALESIANO avanti Cliccando sulla freccia si accede alla pagina

Dettagli

Guida al Campus. Aule, mappe e servizi. Sede di Milano

Guida al Campus. Aule, mappe e servizi. Sede di Milano Guida al Campus Aule, mappe e servizi Sede di Milano INDICE Elenco aule per attività didattiche 2 Elenco Istituti e Dipartimenti 7 Mappe delle Sedi universitarie del campus di Milano 8 Vista d insieme

Dettagli

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Versione 1.1 2 dicembre 2014 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Cosa devono fare docenti, ricercatori,

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli