Esercitazione Dicembre 2010 (2 ore)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esercitazione 10. 21 Dicembre 2010 (2 ore)"

Transcript

1 Esercitazione Dicembre 2010 (2 ore) Riassunto Nell'esecitazione di oggi abbiamo lavorato ancora sulle funzioni. Abbiamo inoltre introdotto alcune delle seguenti funzioni per tracciare i grafici. Funzione per tracciare linee su piano cartesiano: plot(x,y) -> x e y sono dei vettori aventi stessa dimensione contenenti le coordinate dei punti da rappresentare. Funzione per tracciare linee su spazio cartesiano: plot3(x,y,z) -> x,y e z sono dei vettori aventi stessa dimensione contenenti le coordinate dei punti da rappresentare. Gli esercizi svolti sono i seguenti: 1. Funzioni e matrici logiche - TDE 03/02/2009A 2. Esercizio 2 (TDE 20/07/2009) 3. Stringhe palindrome 4. Tariffe telefoniche (plot in 2 dimensioni) Esercizio 1. (Funzioni e matrici logiche - TDE 03/02/2009A) Scrivere una funzione che pre come parametro due matrici A e B, della stessa dimensione, e restituisce i seguenti 3 valori: 1. Il numero di elementi uguali in posizioni corrispondenti. 2. Il numero di elementi di A massimali per la matrice B, cioe' il numero di posizioni, nella matrice A, in cui e' presente un elemento che e' maggiore o uguale a tutti gli elementi presenti nella matrice B. 3. Il numero massimo di elementi di A massimali per la matrice B (secondo la definizione precedente) presenti in una stessa colonna della matrice A. function [r1,r2,r3]=soluzione(a, B) t1 = A==B; M = max(max(b)); t2 = A <= M; r1 = sum(sum(t1)); r2 = sum(sum(t2)); r3 = max(sum(t2));

2 Esercizio 2 (TDE 20/07/2009) Una matrice Matlab contiene numeri interi. Si vuole progettare una funzione che ricevo la matrice e un array di numeri interi che rappresenta una sequenza, cerchi tale sequenza all interno della matrice. La sequenza può essere disposta, nella matrice, verticalmente dall alto verso il basso od orizzontalmente, da sinistra verso destra. La funzione deve avere la seguente intestazione: function [riga, col, dir] = cercainiziosequenza(matrice, seq) se la sequenza è presente nella matrice allora riga e col indicano gli indici di riga e di colonna del suo primo elemento, mentre dir viene posto uguale al carattere v se la sequenza è disposta verticalmente, o se orizzontalmente (se la sequenza è presente ripetuta in più posizioni, i valori restituiti possono essere quelli relativi a una qualsiasi delle ripetizioni); se la sequenza non è presente, riga e col valgono entrambi 0 e dir vale n. 1. Per codificare la funzione in questione, si sviluppano prima le due seguenti funzioni ausiliarie function [pres] = verificaseqorizzontaledaposizione (matrice, seq, riga, col) function [pres] = verificaseqverticaledaposizione (matrice, seq, riga, col) che ricercano la sequenza nella matrice a partire da una posizione d inizio precisa, in direzione orizzontale o verticale: riga e col sono il punto di inizio; il risultato pres vale 1 se la sequenza è presente, 0 altrimenti. 2. Successivamente si utilizzano queste due funzioni per codificare le due seguenti 1. function [riga, col] = cercainizioseqorizzontale(matrice, seq) 2. function [riga, col] = cercainizioseqverticale(matrice, seq) che ricercano la sequenza in tutta la matrice con disposizione orizzontale e verticale, restituo in riga e col le coordinate del punto d inizio, se la sequenza viene trovata, o il valore 0 altrimenti. 3. Infine si codifichi la funzione cercainiziosequenza faco uso delle due precedenti. Ai fini dell esame, per questioni di tempo, si sviluppino solo le seguenti funzioni, ipotizzando che le altre due siano già state sviluppate: function [pres] = verificaseqorizzontaledaposizione (matrice, seq, riga, col) function [riga, col] cercainizioseqorizzontale = (matrice, seq) function [riga, col, dir] = cercainiziosequenza(matrice, seq) function [pres] = verificaseqorizzontaledaposizione (matrice, seq, riga, col) len=length(seq); pr=matrice(riga,col:col+len-1); pres=all(pr==seq);

3 function [pres] = verificaseqverticaledaposizione (matrice, seq, riga, col) len=length(seq); pr=matrice(riga:riga+len-1,col); pres=all(pr==seq'); function [riga, col] = cercainizioseqorizzontale (matrice, seq) len = length(seq); [R,C] = size(matrice); for r = 1 : R for c = 1: C-len+1 pres = verificaseqorizzontaledaposizione(matrice, seq, r, c); if pres riga=r; col=c; riga=0; col=0; function [riga, col] = cercainizioseqverticale (matrice, seq) len = length(seq); [R,C] = size(matrice); for c = 1 : C for r = 1: R-len+1 pres = verificaseqverticaledaposizione(matrice, seq, r, c);

4 if pres riga=r; col=c; riga=0; col=0; function [riga, col, dir] = cercainiziosequenza(matrice, seq) [ro, co] = cercainizioseqorizzontale(matrice, seq); if ro ~= 0 riga = ro; col = co; dir = 'o'; [rv, cv] = cercainizioseqverticale(matrice, seq); if rv ~= 0 riga = rv; col = cv; dir = 'v'; riga=0;

5 col=0; dir='n'; Esercizio 3. (Stringhe palindrome) Scrivere una funzione ricorsiva che riconosca stringhe palindrome. La funzione ritornerà 1 in caso che la stringa sia palindroma, 0 altrimenti. function [res] = palindrome(seq) if length(seq) == 1 res = 1 elseif seq(1) ~= seq(length(seq)) res = 0 else res = (seq(1) == seq(length(seq))) & palindrome(seq(2:length(seq)-1)) ; Esercizio 4. (Cosa fa) Esercizio 3 (4 punti) Si analizzi la funzione ricorsiva sotto riportata e si spieghi in modo sintetico che cosa calcola. Si indichi inoltre cosa restituisce la funzione quando viene chiamata con argomento pari a 5. function [M]=cosafa(n) if (n == 1) M = 1; else

6 S = cosafa(n-1); k = size(s,1)+2; M = ones(k)*n; M(2:k-1,2:k-1)=S; Nota: La funzione MATLAB ones(n)restituisce una matrice di dimensione n x n in cui tutti gli elementi sono pari ad 1 La funzione calcola una matrice di dimensione (2 n 1) xi (2 n 1) che ha come elemento centrale 1 le cui cornici concentriche hanno valori che vanno da 2 ad n: octave:3> cosafa(5) ans = Esercizio 5. (Tariffe telefoniche) Una nota compagnia di telefonia offre due tariffe ai propri clienti. La tariffa T1 ha un costo di 0.17 euro

7 al minuto tariffati al secondo, la tariffa T2 ha un costo di 0.12 euro al minuto tariffato a scatti di 30 secondi, piu' un ulteriore scatto alla risposta di 0.16 euro. Si chieda l'inserimento di un numero di secondi e si tracci il grafico di entrambe le tariffe a partire da 0 secondi fino al numero di secondi inserito. Codice N=input('Inserire il numero di secondi: '); tempo=0:n; T1=0.17*tempo/60; T2= *ceil(tempo/30); % 0.06 e' il valore dello scatto (0.12/2) plot(tempo,t1,tempo,t2); title('confronto tariffe telefoniche') xlabel('tempo di conversazione (secondi)') ylabel('costo (euro)') Esecuzione Inserire il numero di secondi: 1000

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Informatica B anno accademico 2013-2014 Prof. Danilo ARDAGNA Esercitazione 05.06.2014 Esercizio 1. (Agenzia di viaggi - accesso ai file) Un'agenzia di viaggi possiede

Dettagli

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Prova in itinere del 25 Gennaio 2010 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Prova in itinere del 25 Gennaio 2010 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Prova in itinere del 25 Gennaio 2010 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Spazio riservato ai docenti Il presente plico contiene 4

Dettagli

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Esercitazione del 22/01/2013 Esercizio 1 Un sistema dispone di 16 pagine di memoria fisica e 64 di memoria virtuale. Sapo che l indirizzo

Dettagli

1 (7) 2 (6) 3 (6) 4 (7) 5 (6)

1 (7) 2 (6) 3 (6) 4 (7) 5 (6) CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA, CHIMICA e MATERIALI Informatica B, C Anno Accademico 2014-2015 Proff. Danilo ARDAGNA, Antonio MIELE Seconda Prova in Itinere 29.6.2015 Cognome Nome Matricola Firma

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Matlab: esempi ed esercizi

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Matlab: esempi ed esercizi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Matlab: esempi ed esercizi Sommario e obiettivi Sommario Esempi di implementazioni Matlab di semplici algoritmi Analisi di codici Matlab Obiettivi

Dettagli

Introduzione al MATLAB c Parte 3 Script e function

Introduzione al MATLAB c Parte 3 Script e function Introduzione al MATLAB c Parte 3 Script e function Lucia Gastaldi DICATAM - Sezione di Matematica, http://lucia-gastaldi.unibs.it Indice 1 M-file di tipo Script e Function Script Function 2 Gestione dell

Dettagli

Laboratorio di Matlab

Laboratorio di Matlab Laboratorio di Matlab Alessandro Formaglio Dipartimento di Ingegneria dell Informazione, Università di Siena alex@dii.unisi.it http://www.dii.unisi.it/ control/matlab/labmatlab.html 9 Luglio 2009 DII -

Dettagli

Ogni parte non cancellata a penna sarà considerata parte integrante della soluzione.

Ogni parte non cancellata a penna sarà considerata parte integrante della soluzione. Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Appello del 18 luglio 2012 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Spazio riservato ai docenti Il presente plico contiene 3 esercizi

Dettagli

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Prova in itinere del 24 Gennaio 2011 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Prova in itinere del 24 Gennaio 2011 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Prova in itinere del 24 Gennaio 2011 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Spazio riservato ai docenti Il presente plico contiene 3

Dettagli

Esercizi di riepilogo (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo)

Esercizi di riepilogo (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Esercizi di riepilogo (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Selezione di prove di esame al calcolatore Esercizio 1 (esame del 13/01/2006) La classe Matrice definisce oggetti che rappresentano matrici

Dettagli

Capitolo 10 - Strutture

Capitolo 10 - Strutture 1 Capitolo 10 - Strutture Strutture In molte situazioni, una variabile non è sufficiente per descrivere un oggetto. Ad esempio, una posizione sul piano cartesiano è identificata da due coordinate, e la

Dettagli

Introduzione al MATLAB c Parte 2

Introduzione al MATLAB c Parte 2 Introduzione al MATLAB c Parte 2 Lucia Gastaldi Dipartimento di Matematica, http://dm.ing.unibs.it/gastaldi/ 18 gennaio 2008 Outline 1 M-file di tipo Script e Function Script Function 2 Costrutti di programmazione

Dettagli

Grafici tridimensionali

Grafici tridimensionali MatLab Lezione 3 Grafici tridimensionali Creazione di un Grafico 3D (1/4) Si supponga di voler tracciare il grafico della funzione nell intervallo x = [0,5]; y=[0,5] z = e -(x+y)/2 sin(3x) sin(3y) Si può

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica lesson 25 Exercises 2013/06/23 Prof. Emiliano Casalicchio emiliano.casalicchio@uniroma2.it Esami n Appelli (Prova Scritta - Prova Pratica) 1 Luglio (ore 9:00) 3 Luglio (ore 14)

Dettagli

Finestre grafiche. >> figure >> figure(n)

Finestre grafiche. >> figure >> figure(n) Finestre grafiche MATLAB ha anche la possibilità di lavorare con delle finestre grafiche sulle quali si possono fare disegni bidimensionali o tridimensionali. Una finestra grafica viene aperta con il comando

Dettagli

RIGA COLONNA MATRICOLA

RIGA COLONNA MATRICOLA Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Appello del 17 settembre 2012 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Spazio riservato ai docenti Il presente plico contiene 3 esercizi,

Dettagli

MATLAB Elementi di grafica Costrutti di programmazione

MATLAB Elementi di grafica Costrutti di programmazione MATLAB Elementi di grafica Costrutti di programmazione Operazioni punto Le operazioni punto agiscono su array che abbiano le stesse dimensioni:.* prodotto elemento per elemento./ divisione elemento per

Dettagli

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Appello dell 8 Febbraio 2010 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Appello dell 8 Febbraio 2010 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Appello dell 8 Febbraio 2010 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Spazio riservato ai docenti Il presente plico contiene 4 esercizi,

Dettagli

Fondamenti di Informatica A.A. 2016/17

Fondamenti di Informatica A.A. 2016/17 Fondamenti di Informatica Int ro d u z i o n e a l l a p ro g ra m m a z i o n e i n M AT L A B : E s e rc i ta z i o n e 2 P ro f. C h r i st i a n E s p o s i to C o rs o d i L a u re a i n I n g e g

Dettagli

MATLAB c. Lucia Gastaldi Dipartimento di Matematica Lezione 4 (15 ottobre 2003)

MATLAB c. Lucia Gastaldi Dipartimento di Matematica  Lezione 4 (15 ottobre 2003) MATLAB c M-file. Lucia Gastaldi Dipartimento di Matematica http://dm.ing.unibs.it/gastaldi/ Lezione 4 (15 ottobre 2003) Esercizio Problema 3: la successione di funzioni f n (x) = (x 2 x) n per 0 x 1 è

Dettagli

15 Riepilogo di esercizi in MATLAB

15 Riepilogo di esercizi in MATLAB 15.1 Esercizi Esercizio 15.1 (TdE 2014) Si consideri l array definito in MATLAB e chiamato dati. Tale array contiene le informazioni riguardanti le precipitazioni atmosferiche registrate da una stazione

Dettagli

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B. Esempio di seconda prova in itinere A.A

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B. Esempio di seconda prova in itinere A.A Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Esempio di seconda prova in itinere A.A. 2008-2009 Esercizio 1 Si vuole considerare la traiettoria percorsa da un oggetto immaginario

Dettagli

Rappresentazione di curve in tre dimensioni

Rappresentazione di curve in tre dimensioni Rappresentazione di curve in tre dimensioni Il comando plot3, con la sintassi >>plot3(x,y,z) Analoga al semplice plot, permette di tracciare nello spazio curve i cui punti hanno coordinate rispettivamente

Dettagli

Esercizi d esame. Elena Tundo

Esercizi d esame. Elena Tundo Esercizi d esame Elena Tundo Esercizi su Linux Tenendo presente di partire dalla home directory, la sequenza di comandi Linux per creare una sottocartella dir2 ed una dir3 e spostare dentro dir2 il file

Dettagli

UD4 - MATLAB. M-file. Efficienza degli algoritmi. Formati d uscita

UD4 - MATLAB. M-file. Efficienza degli algoritmi. Formati d uscita UD4 - MATLAB M-file. Efficienza degli algoritmi. Formati d uscita M-files In MatLab è possibile eseguire istruzioni contenute in file esterni; Tali file sono chiamati M-file perché devono avere estensione.m

Dettagli

Tetrapyramis. organizza. Divide et Impera. Gara di giochii logici a squadre per Istituti Scolastici

Tetrapyramis. organizza. Divide et Impera. Gara di giochii logici a squadre per Istituti Scolastici Tetrapyramis organizza Divide et Impera Gara di giochii logici a squadre per Istituti Scolastici Autore: Data: Durata: Categoria: Sito web: ALBERTO FABRIS giovedì 17 novembre 2016, 14.30 16.00 (orario

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Informatica B anno accademico 2012-2013 Prof. Danilo ARDAGNA Esercitazione 16.05.2013 Esercizio 1: Cinematica Due treni partono da due stazioni adiacenti, che distano

Dettagli

Facoltà di Ingegneria Industriale. Matlab/Octave - Esercitazione 3

Facoltà di Ingegneria Industriale. Matlab/Octave - Esercitazione 3 Facoltà di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica, Meccanica e dei Trasporti Matlab/Octave - Esercitazione 3 funzioni definizione ed invocazione delle funzioni semantica dell invocazione

Dettagli

Introduzione a Matlab

Introduzione a Matlab INFORMATICA B Ingegneria Elettrica Introduzione a Matlab Introduzione a Matlab Matlab (MATrix LABoratory) è uno strumento per il calcolo scientifico ed ingegneristico Matlab facilita lo sviluppo di programmi

Dettagli

PuzzleFountain. Amico Logico

PuzzleFountain. Amico Logico PuzzleFountain Amico Logico Autore: Data: Durata: Sito web: ALBERTO FABRIS sabato 29 novembre 20, 6.00 8.00 (orario server Italia) 20 minuti www.puzzlefountain.com Battaglia navale 2 Labirinto magico Circuito

Dettagli

Tetrapyramis. organizza. Duello. Gara di giochii logici a squadre per Istituti Scolastici

Tetrapyramis. organizza. Duello. Gara di giochii logici a squadre per Istituti Scolastici Tetrapyramis organizza Duello Gara di giochii logici a squadre per Istituti Scolastici Autore: Data: Durata: Categoria: Sito web: ALBERTO FABRIS mercoledì 14 dicembre 2016, 14.30 16.00 (orario serverr

Dettagli

RIGA COLONNA MATRICOLA. Il presente plico contiene 3 esercizi e deve essere debitamente compilato con cognome e nome, numero di matricola.

RIGA COLONNA MATRICOLA. Il presente plico contiene 3 esercizi e deve essere debitamente compilato con cognome e nome, numero di matricola. Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Appello 29 Giugno 2015 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Spazio riservato ai docenti Il presente plico contiene 3 esercizi e deve

Dettagli

Traccia 1. Nome Cognome Matricola Firma. Spazio Riservato alla Commissione. Esercizio 1 Esercizio 2 Esercizio 3 Esercizio 4 Esercizio 5 Totale

Traccia 1. Nome Cognome Matricola Firma. Spazio Riservato alla Commissione. Esercizio 1 Esercizio 2 Esercizio 3 Esercizio 4 Esercizio 5 Totale Nome Cognome Matricola Firma Traccia 1 Spazio Riservato alla Commissione Esercizio 1 Esercizio 2 Esercizio 3 Esercizio 4 Esercizio 5 Totale Appello di Fondamenti di Informatica 12/09/2017 POSSIBILI SOLUZIONI

Dettagli

ESERCIZIO 1. Informatica B - Esercitazione 10

ESERCIZIO 1. Informatica B - Esercitazione 10 ESERCIZIO 1 Informatica B - Esercitazione 10 Scrivere un programma che chiede all'utente di inserire un numero positivo (nel caso in cui il numero non sia positivo ripetere inserimento) e: - verifica se

Dettagli

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica Algoritmi di Ricerca Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Ricerca in una sequenza di elementi Data una sequenza di elementi, occorre verificare

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica rogrammazione in MATLAB Gestione File Grafici E s e rc i t a z i o n e e r C a s a 2 r o f. R a f f a e l e i z zo l a n t e A. A. 2 0 1 6 / 1 7 M unteggio 5 3 2 4 7 3 3 2 1 9

Dettagli

8 Introduzione MATLAB

8 Introduzione MATLAB 8.1 Basi Per pulire il workspace (eliminare tutte le variabili esistenti): 1 clear Per pulire la finestra dei comandi (command window): 1 clc In MATLAB non è necessario dichiarare le variabili ed esse

Dettagli

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, INFORMAZIONE E BIOIGNEGNERIA. INFORMATICA B Ingegneria Elettrica. Script in Matlab

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, INFORMAZIONE E BIOIGNEGNERIA. INFORMATICA B Ingegneria Elettrica. Script in Matlab DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, INFORMAZIONE E BIOIGNEGNERIA INFORMATICA B Ingegneria Elettrica Script in Matlab Gli script Uno script è un file di testo contenente una sequenza di comandi MATLAB (è un programma

Dettagli

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Appello del 21 Luglio 2010 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Appello del 21 Luglio 2010 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Appello del 21 Luglio 2010 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Spazio riservato ai docenti Il presente plico contiene 4 esercizi,

Dettagli

Cognome e Nome : Corso e Anno di Immatricolazione: Modalità di Laboratorio (Progetto/Prova) :

Cognome e Nome : Corso e Anno di Immatricolazione: Modalità di Laboratorio (Progetto/Prova) : PROGRAMMAZIONE (Corsi B e C) Pre-appello di Gennaio 2004 (A.A. 2003/2004) PROGRAMMAZIONE (B e C) S. Straordinaria - Appello di Gennaio (A.A. 2002/2003) 22 Gennaio 2004 ore 11 Aula II di Facoltà (Durata:

Dettagli

n deve essere maggiore di 0, altrimenti il metodo restituisce null.

n deve essere maggiore di 0, altrimenti il metodo restituisce null. Esercizio 1 di classe Intersezione che presi in input due Array di int A e B, restituisce in output un array contenente gli elementi presenti sia in A che in B. Esercizio 2 di classe identità che prende

Dettagli

Informatica B

Informatica B Informatica B 2016-2016 Esercitazione IV Variabili funzione & Funzioni di Ordine Superiore Alessandro A. Nacci alessandro.nacci@polimi.it - www.alessandronacci.it 1 Ripasso Facciamo un ripasso di quanto

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Strutture Selettive, Iterative, Gestione File e Grafici in MATLAB: Esercizi (Magazzini) rof. Arcangelo Castiglione A.A. 2016/17 antalone (ind. 1) Camicia (ind.

Dettagli

Tetrapyramis. organizza. Made in Japan. Gara di giochii logici a squadre per Istituti Scolastici

Tetrapyramis. organizza. Made in Japan. Gara di giochii logici a squadre per Istituti Scolastici Tetrapyramis organizza Made in Japan Gara di giochii logici a squadre per Istituti Scolastici Autore: Data: Durata: Categoria: Sito web: ALBERTO FABRIS martedì 14 febbraio 2017, 14.30 16.00 (orario server

Dettagli

Programmazione Matlab

Programmazione Matlab MatLab Lezione 2 Programmazione Matlab MATLAB vs. C++ File sorgente C++: sono trasformati in linguaggio macchina dal compilatore; MATLAB: sono interpretati; Tipi di dato C++: è necessario specificare il

Dettagli

Mini-Corso di Informatica

Mini-Corso di Informatica Mini-Corso di Informatica CALCOLI DI PROCESSO DELL INGEGNERIA CHIMICA Ing. Sara Brambilla Tel. 3299 sara.brambilla@polimi.it Note sulle esercitazioni Durante le esercitazioni impareremo a implementare

Dettagli

CORSO DI LABORATORIO DI INFORMATICA

CORSO DI LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO DI LABORATORIO DI INFORMATICA Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Elettrica a.a. 2015/2016 Docente: Ing. Domenico Amalfitano Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell Informazione

Dettagli

Tetrapyramis. organizza. Chi cerchia trova. ALBERTO FABRIS giovedì 19 gennaio 2017, (orario server Italia) Libretto di gara

Tetrapyramis. organizza. Chi cerchia trova. ALBERTO FABRIS giovedì 19 gennaio 2017, (orario server Italia) Libretto di gara Tetrapyramis organizza Chi cerchia trova Gara online di giochi logici a squadre per Istituti Scolastici Autore: Data: Durata: Categoria: Sito web: ALBERTO FABRIS giovedì 19 gennaio 2017, 14.30 16.00 (orario

Dettagli

Microsoft Excel Lezione 3

Microsoft Excel Lezione 3 Corso di Introduzione all Informatica Microsoft Excel Lezione 3 Esercitatore: Fabio Palopoli Rappresentare graficamente le informazioni per renderle interessanti e facilmente comprensibili. Per inserire

Dettagli

Microsoft Excel Nozioni avanzate

Microsoft Excel Nozioni avanzate Sistemi di elaborazione delle informazioni Microsoft Excel Nozioni avanzate Luca Bortolussi 1 Panoramica sulle funzioni e funzioni principali Descrizione delle funzioni principali SE(test;se_vero;se_falso):

Dettagli

PuzzleFountain. Amico Logico

PuzzleFountain. Amico Logico PuzzleFountain Progetto Amico Logico Autore: Data: Durata: ategoria: Sito web: ALBERTO FABRIS martedì 13 gennaio 2015, 1.30 16.00 (orario server Italia) 90 minuti squadre www.puzzlefountain.com Ouverture

Dettagli

Matlab: Strutture di Controllo. Informatica B

Matlab: Strutture di Controllo. Informatica B Matlab: Strutture di Controllo Informatica B Tipo di dato logico È un tipo di dato che può avere solo due valori true (vero) 1 false (falso) 0 I valori di questo tipo possono essere generati direttamente

Dettagli

Corso di Fondamenti di Informatica

Corso di Fondamenti di Informatica Corso di Fondamenti di Informatica Gli algoritmi di base sul tipo array: ordinamento e ricerca Claudio De Stefano - Corso di Fondamenti di Informatica 1 Algoritmi di ordinamento gli algoritmi si differenziano

Dettagli

Array e Oggetti. Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1. Dispensa 12. A. Miola Dicembre 2006

Array e Oggetti. Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1. Dispensa 12. A. Miola Dicembre 2006 Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1 Dispensa 12 Array e Oggetti A. Miola Dicembre 2006 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf1/ Array e Oggetti 1 Contenuti Array paralleli

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Introduzione alla programmazione in MATLAB: Parte 3 Possibili Soluzioni per gli Esercizi Prof. Arcangelo Castiglione A.A. 2016/17 Esercizio 1 (Possibile Soluzione) Scrivere un

Dettagli

Introduzione al MATLAB c Parte 2 Funzioni

Introduzione al MATLAB c Parte 2 Funzioni Introduzione al MATLAB c Parte 2 Funzioni Lucia Gastaldi DICATAM - Sezione di Matematica, http://lucia-gastaldi.unibs.it Indice 1 Funzioni matematiche Assegnazione di funzioni 2 Grafico di funzione in

Dettagli

1 (6) 2 (7) 3 (7) 4 (7) 5 (6)

1 (6) 2 (7) 3 (7) 4 (7) 5 (6) CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA, CHIMICA e MATERIALI Informatica B anno accademico 010-011 Prof. Danilo ARDAGNA Seconda Prova in Itinere 7.06.011 Durata 1h 30 Valutazioni 1 (6) (7) 3 (7) 4 (7)

Dettagli

Quadrato Magico. Fondamenti di Programmazione

Quadrato Magico. Fondamenti di Programmazione Quadrato Magico Si richiede lo sviluppo di un programma che permette all utente l inserimento di una matrice quadrata di numeri interi positivi e verifica se si tratta di un quadrato magico Una matrice

Dettagli

3. Matrici e algebra lineare in MATLAB

3. Matrici e algebra lineare in MATLAB 3. Matrici e algebra lineare in MATLAB Riferimenti bibliografici Getting Started with MATLAB, Version 7, The MathWorks, www.mathworks.com (Capitolo 2) Mathematics, Version 7, The MathWorks, www.mathworks.com

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 1 Obiettivi di questa esercitazione 1. Array e funzioni 2. Array e funzioni ricorsive 3. Array e confronto di array 2 Esercizio 1 Creare un programma che legga da

Dettagli

Corso di Laurea in Matematica Corso di Informatica Prova d Esame del 02/02/2010

Corso di Laurea in Matematica Corso di Informatica Prova d Esame del 02/02/2010 Esercizio 1. Si deve modellare con una classe Java il contenuto di un portamonete, con delle opportune semplificazioni. Le monete da considerare sono di soli 4 tagli: 10, 20, 50 e 100 centesimi (cioè 1

Dettagli

Fondamenti di Informatica A.A. 2016/17

Fondamenti di Informatica A.A. 2016/17 Fondamenti di Informatica R i p a s s o A rgo m e nt i M AT L A B Po s s i b i l i S o l u z i o n i P ro f. C h r i st i a n E s p o s i to C o rs o d i L a u re a i n I n g e g n e r i a M e c ca n i

Dettagli

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingegneria Elettronica e Telecomunicazioni. Lab 06 Array" Lab06 1

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingegneria Elettronica e Telecomunicazioni. Lab 06 Array Lab06 1 Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingegneria Elettronica e Telecomunicazioni Lab 06 Array" Lab06 1 Esercizio 1" n Creare un programma che legga da input un numero non noto a priori di interi

Dettagli

Tetrapyramis. organizza. Warm up. Gara di giochii logici a squadre per Istituti Scolastici

Tetrapyramis. organizza. Warm up. Gara di giochii logici a squadre per Istituti Scolastici Tetrapyramis organizza Warm up Gara di giochii logici a squadre per Istituti Scolastici Autore: Data: Durata: Categoria: Sito web: ALBERTO FABRIS martedì 25 ottobre 2016, 14.30 16.00 (orario server Italia)

Dettagli

Indice. Ricerca richiesta d offerta. Risultati della ricerca Navigazione Stati

Indice. Ricerca richiesta d offerta. Risultati della ricerca Navigazione Stati Indice Ricerca richiesta d offerta Risultati della ricerca Navigazione Stati Dettaglio richiesta d offerta Codice materiale cliente Note di posizione Aggiungi al carrello 1 di 8 Ricerca richiesta d offerta

Dettagli

Informatica B. Facoltà di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica, Meccanica e dei Trasporti. Prof. Marco Masseroli

Informatica B. Facoltà di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica, Meccanica e dei Trasporti. Prof. Marco Masseroli Facoltà di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica, Meccanica e dei Trasporti Dipartimento di Elettronica e Informazione Informatica B Prof. Marco Masseroli LAB 4: MATLAB/OCTAVE ESERCIZI

Dettagli

Valori Alfanumerici. Informatica di Base -- R.Gaeta 1

Valori Alfanumerici. Informatica di Base -- R.Gaeta 1 Valori Alfanumerici Finora abbiamo utilizzato solo valori numerici; Se vogliamo usare valori alfanumerici (caratteri e numeri), usiamo le stringhe; In Logo le stringhe si delimitano con le parentesi quadre;

Dettagli

Abbiamo inoltre visto come tracciare grafici di superfici su spazio cartesiano con la funzione mesh:

Abbiamo inoltre visto come tracciare grafici di superfici su spazio cartesiano con la funzione mesh: Esercitazione 11 11 Gennaio 2011 (3 ore) Riassunto Nell'esercitazione di oggi abbiamo visto che in MATLAB è disponibile un'alternativa a disp per stampare su schermo. La funzione introdotta e' fprintf

Dettagli

ARRAY E STRINGHE. ESERCIZIO 2 Scrivere un programma che calcola il numero di doppie e di dittonghi (2 vocali vicine) presenti in una stringa.

ARRAY E STRINGHE. ESERCIZIO 2 Scrivere un programma che calcola il numero di doppie e di dittonghi (2 vocali vicine) presenti in una stringa. 3 ITI - a.s. 2007-2008 Compiti di Informatica ESTATE 2008 ARRAY E STRINGHE Scrivere una funzione che carica da tastiera un array di n elementi e lo stampa invertendo il primo elemento con l'ultimo, il

Dettagli

Tetrapyramis. organizza. Ricominciamo. Gara di giochii logici a squadre per Istituti scolastici. 2015, (orario server Italia)

Tetrapyramis. organizza. Ricominciamo. Gara di giochii logici a squadre per Istituti scolastici. 2015, (orario server Italia) Tetrapyramis organizza Ricominciamo Gara di giochii logici a squadre per Istituti scolastici Autore: Data: Durata: Categoria: Sito web: ALBERTO FABRIS martedì 6 ottobre 05, 4.30 6.00 (orario server Italia)

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 1 Obiettivi di questa esercitazione 1. Array 2 Esercizio 1 Creare un programma che legga da input un numero non noto a priori di interi (al più 10) terminati da 0.

Dettagli

Iterazione. Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1. Dispensa E07. C. Limongelli Novembre 2007

Iterazione. Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1. Dispensa E07. C. Limongelli Novembre 2007 Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1 Dispensa E07 Iterazione C. Limongelli Novembre 2007 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf1/ Iterazione 1 Contenuti Si vogliono formalizzare

Dettagli

Laboratorio di Python

Laboratorio di Python Laboratorio di Python Matrici con Liste Lab09 5 Aprile 2017 Outline Correzione esercizi per oggi Matrici Teoria Esercizi Esercizi per casa Esercizio 1 per casa Scrivere una funzione che verifica se una

Dettagli

Tetrapyramis. organizza. Diagonalmente. Gara di giochii logici a squadre per Istituti scolastici. 2016, (orario server Italia)

Tetrapyramis. organizza. Diagonalmente. Gara di giochii logici a squadre per Istituti scolastici. 2016, (orario server Italia) Tetrapyramis organizza Diagonalmente Gara di giochii logici a squadre per Istituti scolastici Autore: Data: Durata: Categoria: Sito web: ALBERTO FABRIS martedì 15 marzo 2016, 14.30 16.00 (orario server

Dettagli

Corso di Matematica per la Chimica

Corso di Matematica per la Chimica Corso di Matematica per la Chimica Dott.ssa Maria Carmela De Bonis Dipartimento di Matematica, Informatica e Economia Università della Basilicata a.a. 2014-15 Presentazione del Matlab Riferimenti bibliografici

Dettagli

Esercizi riassuntivi (Fondamenti di Informatica 2 Walter Didimo) Soluzioni

Esercizi riassuntivi (Fondamenti di Informatica 2 Walter Didimo) Soluzioni Esercizi riassuntivi (Fondamenti di Informatica 2 Walter Didimo) Soluzioni Esercizio 1 Dire quale è la complessità temporale del seguente metodo, espressa con notazione asintotica O(.) (con la migliore

Dettagli

Funzioni. function [] = nome_funzione ([ par.formali ])

Funzioni. function [<risultati>] = nome_funzione ([ par.formali ]) MATLAB Le funzioni Funzioni Con il termine funzione si intende, in generale, un operatore che, applicato a un insieme di operandi, calcola un valore come risultato, esattamente come avviene anche per una

Dettagli

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria Informatica B Sezione D Franchi Alessio Mauro,

Dettagli

Metodi di Analisi dei Dati Sperimentali. AA 2009/2010 Pier Luca Maffettone. Elementi di Matlab

Metodi di Analisi dei Dati Sperimentali. AA 2009/2010 Pier Luca Maffettone. Elementi di Matlab Metodi di Analisi dei Dati Sperimentali AA /2010 Pier Luca Maffettone Elementi di Matlab Sommario Introduzione Variabili Manipolazione di elementi Creazione di vettori/matrici Operazioni elementari Funzioni

Dettagli

TETR RAPYRAMIS. di Alberto Fabris. organizza il. 3 CAMPIONATOO STUDENTESCO DI GIOCHII LOGICI per l anno scolastico

TETR RAPYRAMIS. di Alberto Fabris. organizza il. 3 CAMPIONATOO STUDENTESCO DI GIOCHII LOGICI per l anno scolastico TETR RAPYRAMIS di Alberto Fabris organizza il CAMPIONATOO STUDENTESCO DI GIOCHII LOGICI per l anno scolastico 015-16 Regolamento delle gare individuali A ciascun concorrente verrà consegnato un testo cartaceo

Dettagli

Microsoft Excel. Nozioni Avanzate

Microsoft Excel. Nozioni Avanzate Microsoft Excel Nozioni Avanzate Grafici [2/14] Ad aree: Rappresentano il contributo che ogni serie di dati fornisce al totale, nel tempo. Più piccola è l area di una serie, più lieve è il contributo apportato

Dettagli

Aritmetica in Floating Point

Aritmetica in Floating Point Aritmetica in Floating Point Esempio di non associatività Alcune proprietà delle operazioni in aritmetica esatta possono non valere in aritmetica finita in virgola mobile (floating point). Ad esempio:

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Strutture Selettive, Iterative, Gestione File e Grafici in MATLAB: Esercizi (Carte) rof. Arcangelo Castiglione A.A. 2016/17 unteggio 5 3 2 4 7 3 3 2 1 9 NOTA: Negli esercizi possono

Dettagli

Le basi del linguaggio Java

Le basi del linguaggio Java Le basi del linguaggio Java Compilazione e interpretazione Quando si compila il codice sorgente scritto in Java, il compilatore genera il codice compilato, chiamato bytecode. È un codice generato per una

Dettagli

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Prova in itinere del 10 Novembre 2009 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA

Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Prova in itinere del 10 Novembre 2009 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria Industriale INFORMATICA B Prova in itinere del 10 Novembre 2009 COGNOME E NOME RIGA COLONNA MATRICOLA Spazio riservato ai docenti Il presente plico contiene

Dettagli

Script in Matlab. INFORMATICA B + C (sezione L-Z) Ingegneria Elettrica, Chimica e dei Materiali

Script in Matlab. INFORMATICA B + C (sezione L-Z) Ingegneria Elettrica, Chimica e dei Materiali DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA, INFORMAZIONE E BIOIGNEGNERIA INFORMATICA B + C (sezione L-Z) Ingegneria Elettrica, Chimica e dei Materiali Script in Matlab Gli script Uno script è un file di testo contenente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Introduzione a Matlab

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Introduzione a Matlab UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Introduzione a Matlab MATLAB MATLAB (abbreviazione di Matrix Laboratory) è un ambiente per il calcolo numerico e un linguaggio di programmazione (interpretato)

Dettagli

MATLAB (II parte) Commenti. Input/Output (I/O) Istruzioni di Input/Output (I/O)

MATLAB (II parte) Commenti. Input/Output (I/O) Istruzioni di Input/Output (I/O) Commenti (II parte) Sequenze di caratteri precedute da % Es. % Questo è un commento Vengono ignorati nell'esecuzione di un programma ma servono a chiarire il significato del programma Possono essere inseriti

Dettagli

La rivista di giochi logici. Amico Logico. organizza il. 2 CAMPIONATO STUDENTESCO DI GIOCHI LOGICI per l anno scolastico

La rivista di giochi logici. Amico Logico. organizza il. 2 CAMPIONATO STUDENTESCO DI GIOCHI LOGICI per l anno scolastico La rivista di giochi logici Amico Logico organizza il 2 CAMPIONATO STUDENTESCO DI GIOCHI LOGICI per l anno scolastico 2014-15 Regolamento della gara individuale per gli studenti delle scuole medie A ciascun

Dettagli

Informatica/ Ing. Meccanica/ Edile/ Prof. Verdicchio/ 17/01/2014/ Foglio delle domande / VERSIONE 1

Informatica/ Ing. Meccanica/ Edile/ Prof. Verdicchio/ 17/01/2014/ Foglio delle domande / VERSIONE 1 Informatica/ Ing. Meccanica/ Edile/ Prof. Verdicchio/ 17/01/2014/ Foglio delle domande/ VERSIONE 1 1) L approccio con cui si studia un sistema focalizzandosi solo sul rapporto tra input e output si chiama

Dettagli

Esercitazione 4. Comandi iterativi for, while, do-while

Esercitazione 4. Comandi iterativi for, while, do-while Esercitazione 4 Comandi iterativi for, while, do-while Comando for for (istr1; cond; istr2) istr3; Le istruzioni vengono eseguite nel seguente ordine: 1) esegui istr1 2) se cond è vera vai al passo 3 altrimenti

Dettagli

Programmazione II Compitino (Vers. A)

Programmazione II Compitino (Vers. A) Programmazione II Compitino (Vers. A) 17 dicembre 2015 Cognome... Nome... Matricola... Anno di corso... Nei seguenti quesiti, quando vi è richiesto di scrivere un programma, potete limitarvi al corpo del

Dettagli

1 (12) 2 (6) 3 (4) 4 (4) 5 (6)

1 (12) 2 (6) 3 (4) 4 (4) 5 (6) CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA, CHIMICA e MATERIALI Informatica B, C Anno Accademico 2013-2014 Proff. Danilo ARDAGNA, Antonio MIELE Primo appello 14.7.2014 Cognome Nome Matricola Firma Durata:

Dettagli

Multidimensionali. Array Multidimensionali. Tipi di array. Matrice: array bidimensionale. Array multidimensionale. Dichiarazione di una matrice

Multidimensionali. Array Multidimensionali. Tipi di array. Matrice: array bidimensionale. Array multidimensionale. Dichiarazione di una matrice Tipi di array Array Multidimensionali Antonella Santone Monodimensionali (vettore) Multidimensionali Array multidimensionale Un array multidimensionale è un array, i cui elementi sono a loro volta degli

Dettagli

Laboratorio di Programmazione Lezione 3. Cristian Del Fabbro

Laboratorio di Programmazione Lezione 3. Cristian Del Fabbro Laboratorio di Programmazione Lezione 3 Cristian Del Fabbro Prossima lezione GIOVEDÌ 12 NOVEMBRE ORE 14:00 Array a.k.a. vettore Un array è una collezione ordinata di dati omogenei (cioé sono tutti dello

Dettagli

Prof. Silvio Reato Valcavasia Ricerche. Il piano cartesiano

Prof. Silvio Reato Valcavasia Ricerche. Il piano cartesiano Il piano cartesiano Per la rappresentazione di grafici su di un piano si utilizza un sistema di riferimento cartesiano. Su questo piano si rappresentano due rette orientate (con delle frecce all estremità

Dettagli

VBA è un linguaggio di scripting derivato da Visual Basic, da cui prende il nome. Come ogni linguaggio ha le sue regole.

VBA è un linguaggio di scripting derivato da Visual Basic, da cui prende il nome. Come ogni linguaggio ha le sue regole. Excel VBA VBA Visual Basic for Application VBA è un linguaggio di scripting derivato da Visual Basic, da cui prende il nome. Come ogni linguaggio ha le sue regole. 2 Prima di iniziare. Che cos è una variabile?

Dettagli

Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O. Un esempio. Funzioni ricorsive. La ricorsione

Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O. Un esempio. Funzioni ricorsive. La ricorsione Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O Tiziana Calamoneri Ricorsione DD Cap. 5, pp. 160-184 KP Cap. 5, pp. 199-208 Un esempio Problema: prendere in input un intero e calcolarne il fattoriale

Dettagli

Programmazione II Compitino (Vers. B)

Programmazione II Compitino (Vers. B) Programmazione II Compitino (Vers. B) 17 dicembre 2015 Cognome Jackson Nome Michael Matricola 696969 Anno di corso 1 Nei seguenti quesiti, quando vi è richiesto di scrivere un programma, potete limitarvi

Dettagli

10 Funzioni MATLAB. dove: output1, output2,.. sono gli output (opzionali), che, se dichiarati, devono essere inizializzati dalla funzione

10 Funzioni MATLAB. dove: output1, output2,.. sono gli output (opzionali), che, se dichiarati, devono essere inizializzati dalla funzione Le funzioni in un programma sono utilizzate per strutturare il codice in sottoparti e per evitare di replicare inutilmente il codice. In MATLAB le funzioni vengono identificate con la parola chiave function

Dettagli