Non hai il conto corrente? L Agea non può pagarti.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Non hai il conto corrente? L Agea non può pagarti."

Transcript

1 POLITICA AGRICOLA COMUNE DOMANDA UNICA 2007 Non hai il conto corrente? L Agea non può pagarti. Da quest anno, per effetto delle norme contenute nella Finanziaria 2007, i premi PAC non verranno più pagati tramite assegni ma esclusivamente attraverso accreditamento su conto corrente bancario o postale. Pertanto, le aziende che non avranno comunicato in tempo il loro numero di conto corrente non potranno ricevere i pagamenti richiesti. Chiedi informazioni sulle novità della Domanda Unica 2007 al tuo CAA o vai al sito

2 POLITICA AGRICOLA COMUNE DOMANDA UNICA 2007 Cos è Lo dice la parola stessa: la Domanda Unica è il modello dichiarativo che il titolare di un azienda agricola deve utilizzare per chiedere di essere ammesso ai benefici comunitari previsti dal Regolamento (CE) n. 1782/03 e pertanto la presentazione della stessa è l unica modalità che consente di ottenere il pagamento degli aiuti di cui si ha diritto. Quali vantaggi comporta La Domanda Unica favorisce la semplificazione amministrativa e riduce gli adempimenti a carico degli agricoltori poiché permette di richiedere contestualmente più pagamenti attraverso la compilazione e la presentazione, appunto, di un unica istanza. È collegata al fascicolo aziendale L azienda agricola che intende beneficiare dei sostegni comunitari deve costituire presso il CAA, a cui ha conferito mandato, il proprio fascicolo aziendale, che è il registro in cui vengono conservate, sia in forma cartacea che digitale, le informazioni e la documentazione relativa all azienda e alla sua consistenza. Solo dopo aver costituito il proprio fascicolo, l azienda può presentare la Domanda Unica. Il fascicolo aziendale può essere aggiornato in qualsiasi momento dell anno rivolgendosi al CAA oppure direttamente ad Agea. Dove si presenta Gli agricoltori che hanno conferito apposito mandato devono presentare la Domanda Unica al proprio Centro di Assistenza Agricola che provvederà ad inserire l istanza direttamente nel sistema informatico di Agea.

3 Coloro i quali non hanno conferito alcun mandato dovranno, invece, rivolgersi direttamente ad Agea presentandosi allo sportello di Roma in via Torino 45 oppure recapitando la Domanda Unica tramite posta (il relativo modello è scaricabile dal sito Quando si presenta Il termine ultimo di presentazione della Domanda Unica è fissato al 15 maggio Tuttavia il regolamento comunitario prevede un ulteriore periodo di 25 giorni (il termine slitta dunque all 11 giugno 2007) ma con l applicazione di una penalità pecuniaria per ogni giorno di ritardo pari all 1% del totale dei pagamenti dovuti. Più sono i giorni di ritardo, maggiore è pertanto la penalità da pagare. Le domande che perverranno oltre l 11 giugno 2007 saranno dichiarate inammissibili. Come si compila Per semplificare ulteriormente gli adempimenti a carico degli agricoltori, Agea ha già provveduto, grazie ai dati in suo possesso, a precompilare la parte della Domanda Unica relativa al pagamento del premio disaccoppiato. Pertanto, coloro i quali chiederanno di accedere esclusivamente a questo regime di aiuto dovranno rivolgersi al proprio CAA per chiedere la verifica dell esattezza delle informazioni già inserite nel modello precompilato e procedere alla convalida degli stessi. Le eventuali modifiche al modello precompilato saranno effettuate, su richiesta degli interessati, direttamente dagli operatori dei CAA. Chi, invece, chiederà anche o esclusivamente aiuti accoppiati dovrà provvedere a fornire ulteriori elementi dichiarativi e presentare la documentazione necessaria. Consente il calcolo immediato dei premi disaccoppiati Il sistema informativo di Agea è in grado di quantificare immediatamente l importo del premio relativo al regime degli aiuti disaccoppiati. Pertanto, a coloro i quali chiederanno di accedere esclusivamente a tale regime, verrà rilasciata, al momento della presentazione della Domanda Unica, una comunicazione nella quale viene indicato l ammontare dell aiuto spettante. La quantificazione in tempo reale dell importo di

4 cui si ha diritto agevola le richieste di anticipazioni dei premi PAC praticate dagli istituti di credito. Può essere modificata L agricoltore che ha già presentato la Domanda Unica può chiederne la modifica per correggere eventuali errori di compilazione relativamente alla destinazione dell uso del suolo e/o per inserire nuove superfici a seguito dell aggiornamento del fascicolo aziendale. Il termine ultimo per le domande di modifica è fissato al 31 maggio Quando si paga Agea, dopo aver effettuato tutti i controlli previsti dal Sistema Integrato di Gestione e Controllo (SIGC), procederà, come previsto dalla normativa comunitaria, al pagamento della Domanda Unica a partire dal 1 dicembre 2007 fino al 30 giugno Come si paga (niente assegni, solo conto corrente) Il vecchio assegno con cui venivano pagati gli aiuti PAC è andato in pensione. Per le domande di aiuto presentate quest anno, le erogazioni comunitarie saranno, infatti, effettuate esclusivamente attraverso accreditamento su conto corrente bancario o postale. Lo impone la nuova normativa nazionale e comunitaria (Finanziaria 2007, Legge 231/2005 art. 3 comma 5-bis e Regolamento (CE) n. 885/2006, allegato 1, paragrafo 2, lettera b). Di conseguenza, le aziende non potranno ricevere i pagamenti richiesti fin quando non avranno comunicato il loro numero di conto corrente. Prima lo si comunica, quindi, prima si potranno ricevere gli aiuti. A tal proposito si consiglia di farlo già al momento della presentazione della Domanda Unica compilando l apposito spazio riservato. Ma attenzione. C è un termine massimo entro il quale il conto corrente deve, comunque, essere comunicato: è il 30 maggio Le comunicazioni che arriveranno oltre questa data saranno, infatti, inefficaci e determineranno l impossibilità, da parte di Agea, a procedere ai pagamenti richiesti.

5 Aiuti disaccoppiati (Premio unico aziendale) Con la Domanda Unica può essere richiesto il pagamento del cosiddetto Premio unico aziendale per i seguenti settori in cui vige il regime degli aiuti disaccoppiati: seminativi (compreso grano duro) leguminose da granella (ceci, lenticchie e vecce) foraggi essiccati carni bovine carni ovicaprine olio di oliva tabacco latte zucchero Aiuti accoppiati Oltre agli aiuti disaccoppiati, con la Domanda Unica possono essere richiesti anche i seguenti aiuti accoppiati: premio specifico alla qualità per il frumento duro; premio per le colture proteiche; aiuto specifico riso; pagamento per la superficie per la frutta a guscio; aiuto per colture energetiche; aiuto alle sementi; premio per i prodotti lattiero caseari e pagamenti supplementari; premi previsti dall art. 69 del Reg. (CE) 1782/03 quali: grano duro grano tenero mais avvicendamento colturale carni bovine carni ovine e caprine Informazioni utili Titoli Il pagamento del premio unico aziendale avviene attraverso l utilizzo dei titoli assegnati individualmente a ciascun agricoltore sulla base degli aiuti da questi percepiti in un determinato periodo di riferimento. Tuttavia, i titoli da soli non bastano per ottenere il pagamento del premio unico aziendale. Essi, infatti, devono essere applicati ad una superficie corrispondente. Dunque, chi detiene titoli ma non ha un terreno dove applicarli, non ha diritto al pagamento degli aiuti. Il non utilizzo dei titoli per tre campagne consecutive comporta la perdita degli stessi. Condizionalità Il premio unico aziendale non è legato alla reale produzione nei vari settori di intervento, bensì alla superficie aziendale complessivamente destinata ad ogni attività agricola, per la quale deve essere garantito il mantenimento delle buone condizioni agronomiche e ambientali e dei criteri e delle norme in materia di sanità pubblica, salute delle piante, benessere degli animali (condizionalità). Il mancato rispetto delle regole di condizionalità determina l applicazione di sanzioni a carico dell agricoltore inadempiente, e pertanto esse condizionano il pagamento degli aiuti. Superfici Nella Domanda Unica non deve essere specificata soltanto la superficie dove si intendono applicare i titoli, ma devono essere dichiarate tutte le particelle in cui l azienda svolge la propria attività poiché le verifiche sul rispetto delle cosiddette regole di condizionalità sono estese a tutta la superficie aziendale e non soltanto a quella che ha dato luogo all erogazione dell aiuto.

6 I.P. Stampa Arti Grafiche La Moderna - Progetto grafico Giampiero Marzi

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare Prof. Felice ADINOLFI Università degli Studi di Bologna Roma 22 Gennaio

Dettagli

Il Regime di Pagamento Unico. Simone Severini DAFNE Facoltà di Agraria Viterbo

Il Regime di Pagamento Unico. Simone Severini DAFNE Facoltà di Agraria Viterbo Il Regime di Pagamento Unico Simone Severini DAFNE Facoltà di Agraria Viterbo Riforma Fischler (2003) Motivazioni della riforma Allargamento dell UE del 2004 (15 25 Stati Membri): Nuovi SM: rapporto abitanti/agricoltori;

Dettagli

Interventi di mercato e quote latte dopo l Health Check

Interventi di mercato e quote latte dopo l Health Check Workshop promosso dal Gruppo 2013 Il futuro della PAC dopo l Health Check Roma, Palazzo Rospigliosi, 26 novembre 2008 Interventi di mercato e quote latte dopo l Health Check Gabriele Canali Università

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE N. 21 LORO SEDI

ISTRUZIONI OPERATIVE N. 21 LORO SEDI Ufficio Monocratico Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499537/538 Fax 06.49499751 Prot. N. 476 /UM.2015 Del 23.03.2015 (CITARE NELLA RISPOSTA) ISTRUZIONI OPERATIVE N. 21 Ai Produttori interessati Al

Dettagli

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità?

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità? FAQ: Condizionalità Cosa si intende per condizionalità? La condizionalità è una delle maggiori novità introdotte dalla Politica Agricola Comune (PAC) approvata nel 2003. Rappresenta l insieme delle norme

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 45 del 05 aprile 2016

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 45 del 05 aprile 2016 ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE Decreto n. 45 del 05 aprile 2016 Oggetto: Domanda Unica campagna 2016: avvio del procedimento di cui al Reg.

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura. Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica 2009

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura. Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica 2009 Allegato 1) al Decreto del Direttore di ARTEA n. 58 del 4 febbraio 2009 ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica

Dettagli

REVISIONE INTERMEDIA DELLA POLITICA AGRICOLA COMUNE

REVISIONE INTERMEDIA DELLA POLITICA AGRICOLA COMUNE REVISIONE INTERMEDIA DELLA POLITICA AGRICOLA COMUNE Comunicazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento Europeo COM (2002) 394 SINTESI 2003 La PAC tra Agenda 2000 ed il 2008: la Revisione di Medio

Dettagli

L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac

L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac Workshop Gli strumenti per l assicurazione del rischio di impresa nello scenario della nuova Pac L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac Roma, 3 marzo 2009 Angelo Frascarelli

Dettagli

Anno Accademico 2011-2012

Anno Accademico 2011-2012 Università di Bologna Facoltà di Agraria Anno Accademico 2011-2012 Insegnamento di POLITICA delle PRODUZIONI VEGETALI Docente Prof. GIORGIO ZAGNOLI Le riforme degli anni 90 VERSO LA RIFORMA FISCHLER...

Dettagli

Pag. 1 di 10. sostituita. Ragione sociale ---- Cod. Fiscale / / Accredito C/C Ente ABI CAB

Pag. 1 di 10. sostituita. Ragione sociale ---- Cod. Fiscale / / Accredito C/C Ente ABI CAB Pag. 1 di 10 sostituita Ragione sociale ---- Cod. Fiscale / / Accredito C/C Ente ABI CAB Quadro B - Superfici e piano colturale Dati catastali Comune Sezione Foglio Particella Sub Codici particolari Sup.

Dettagli

PAC 2014-2020 LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA, TUTTE LE NOVITÀ PER IL 2015

PAC 2014-2020 LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA, TUTTE LE NOVITÀ PER IL 2015 Speciale n.4 PAC 2014-2020 LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA, TUTTE LE NOVITÀ PER IL 2015 Per la gestione del rischio in agricoltura il 2015 lo possiamo considerare l anno zero viste le tante novità.

Dettagli

RIFORMA DELLA PAC RESOCONTO DELLE RIUNIONI DEL TAVOLO TECNICO PER LA RISOLUZIONE DELLE DOMANDE SULL APPLICAZIONE E GESTIONE DELLA RIFORMA DELLA PAC

RIFORMA DELLA PAC RESOCONTO DELLE RIUNIONI DEL TAVOLO TECNICO PER LA RISOLUZIONE DELLE DOMANDE SULL APPLICAZIONE E GESTIONE DELLA RIFORMA DELLA PAC RIFORMA DELLA PAC RESOCONTO DELLE RIUNIONI DEL TAVOLO TECNICO PER LA RISOLUZIONE DELLE DOMANDE SULL APPLICAZIONE E GESTIONE DELLA RIFORMA DELLA PAC Questioni sottoposte al gruppo di lavoro nelle riunioni

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2013

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2013 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2013 Per la compilazione della domanda unica 2013 è necessario conoscere la normativa comunitaria e nazionale di riferimento ed in particolare

Dettagli

AGRICOLTURA 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER SEMPLIFICARE

AGRICOLTURA 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER SEMPLIFICARE AGRICOLTURA 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER SEMPLIFICARE AGRICOLTURA 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER SEMPLIFICARE Ogni anno: 25 chili di carta per azienda e 100 giorni di lavoro sprecati per le pratiche burocratiche.

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014 Per la compilazione della domanda unica 2014 è necessario conoscere la normativa comunitaria e nazionale di riferimento ed in particolare

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Allegato 1) al Decreto del Direttore di ARTEA n. 39 del 16 aprile 2015 ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica

Dettagli

Piemonte FINPIEMONTE via Bogino, 23 10123 TORINO

Piemonte FINPIEMONTE via Bogino, 23 10123 TORINO AREA COORDINAMENTO Via Torino, 45 00184 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2006. 356 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 05/05/2006 All AGEA - Ufficio Monocratico - Area Controlli - Area

Dettagli

A.G.R.E.A Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

A.G.R.E.A Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA UFFICIO MONOCRATICO Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.571 Prot. N. UMU/804 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 8 maggio 2015 ISTRUZIONI OPERATIVE N 26 AI PRODUTTORI INTERESSATI AI CENTRI

Dettagli

REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE

REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE - MOLISE 2014-2020 BANDO

Dettagli

I STRUZIONI PER L USO

I STRUZIONI PER L USO I STRUZIONI PER L USO LA NUOVA PAC - INDICE PAG 4... PAG 7... PAG 8... PAG 9... PAG 10... PAG 12... PAG 13... PAG 14... PAG 16... COLDIRETTI MARCHE E LA RIFORMA COS È IL PREMIO UNICO AZIENDALE? CHI HA

Dettagli

All. All. All. All. All. All. All. All. All

All. All. All. All. All. All. All. All. All AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.262 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 25 maggio 2015 A.G.R.E.A Largo Caduti

Dettagli

A.G.R.E.A Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA. APPAG Trento Via G.B. Trener, 3 38100 TRENTO. Via E.Molè 88100 CATANZARO. All

A.G.R.E.A Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA. APPAG Trento Via G.B. Trener, 3 38100 TRENTO. Via E.Molè 88100 CATANZARO. All AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.255 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 21 maggio 2015 A.G.R.E.A Largo Caduti

Dettagli

IT 2014. La Commissione ha gestito in maniera efficace l integrazione del sostegno accoppiato nel regime di pagamento unico? Relazione speciale

IT 2014. La Commissione ha gestito in maniera efficace l integrazione del sostegno accoppiato nel regime di pagamento unico? Relazione speciale IT 2014 n. 08 Relazione speciale La Commissione ha gestito in maniera efficace l integrazione del sostegno accoppiato nel regime di pagamento unico? CORTE DEI CONTI EUROPEA CORTE DEI CONTI EUROPEA 12,

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Allegato 1) al Decreto del Direttore di ARTEA n. 45 del 05 aprile 2016 ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica

Dettagli

VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98; VISTI gli artt. 4 e 16 del D. Lgs. 165/01;

VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98; VISTI gli artt. 4 e 16 del D. Lgs. 165/01; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98; VISTI gli artt. 4 e 16 del D. Lgs. 165/01; VISTO l art. 32 della legge 18 giugno 2009, n. 69, che prevede l obbligo di sostituire la pubblicazione tradizionale

Dettagli

Fac-simile domanda All Organismo di garanzia

Fac-simile domanda All Organismo di garanzia Fac-simile domanda All Organismo di garanzia Alla Banca Domanda di contributo in regime de minimis ai sensi del Regolamento (CE) n. 1535/2007 della Commissione del 20 dicembre 2007, relativo all applicazione

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 Allegato alla Det. N. 8022/707 dell 8 maggio 2015 ASSESSORADU DE S AGRICOLTURA E REFORMA AGRO-PASTORALE ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE SERVIZIO PRODUZIONI PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE

Dettagli

1 Premessa... 2. 2 Anagrafe Aziendale... 2. 2.1 Scopi... 2. 2.2 Documenti aziendali... 2. 2.3 Fascicolo Aziendale... 2. 2.4 Interscambio dati...

1 Premessa... 2. 2 Anagrafe Aziendale... 2. 2.1 Scopi... 2. 2.2 Documenti aziendali... 2. 2.3 Fascicolo Aziendale... 2. 2.4 Interscambio dati... Allegato A) al Decreto del Direttore n. 32 del 31/03/2015 Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale nell Anagrafe delle Aziende Agricole di ARTEA e per la gestione della

Dettagli

1 Premessa... 2. 2 Anagrafe regionale delle aziende agricole... 2. 2.1 Scopi... 2. 2.2 Documenti aziendali... 2. 2.3 Fascicolo Aziendale...

1 Premessa... 2. 2 Anagrafe regionale delle aziende agricole... 2. 2.1 Scopi... 2. 2.2 Documenti aziendali... 2. 2.3 Fascicolo Aziendale... Allegato A) al Decreto del Direttore n. 140 del 31 dicembre 2015 Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale nell Anagrafe delle Aziende Agricole di ARTEA e per la gestione

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 50-13328 DEL 15 FEBBRAIO 2010

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 50-13328 DEL 15 FEBBRAIO 2010 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 50-13328 DEL 15 FEBBRAIO 2010 PSR 2007-2013 della Regione Piemonte: misura 214 Pagamenti agroambientali - Campagna 2010. Presentazione domande di pagamento per le

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2794 del 29 dicembre 2014 pag. 1/7

ALLEGATOA alla Dgr n. 2794 del 29 dicembre 2014 pag. 1/7 284 Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 21 del 3 marzo 2015 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2794 del 29 dicembre 2014 pag. 1/7 PROGRAMMA REGIONALE DI INTERVENTO PER IL

Dettagli

3 miliardi di euro l anno) per finanziare le misure del. mercato) di circa 4 miliardi di euro (per l OCM non vi

3 miliardi di euro l anno) per finanziare le misure del. mercato) di circa 4 miliardi di euro (per l OCM non vi PAC 2014-20202020 L agricoltura italiana verso il futuro I NUMERI La dotazione assegnata all Italia è di circa 52 miliardi di euro, in 7 anni. Circa 27 miliardi di euro totali (circa 4 miliardi di euro

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

Il fascicolo aziendale

Il fascicolo aziendale Il campo tiene banco Indice Perché il fascicolo? Cenni normativi A chi rivolgersi Il contenuto L aggiornamento I controlli Perché il fascicolo? Ogni azienda che si presenta alla Pubblica Amministrazione

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 REG. (CE) N. 1698/2005 CHIARIMENTI SULLE

Dettagli

Ecco i titoli definitivi

Ecco i titoli definitivi ATTUALITÀ PAC Il Valore Unitario Nazionale è di 217,64 euro/ha di Angelo Frascarelli Il 1 aprile Agea ha comunicato numero e valore dei titoli dal al 2020 Ecco i titoli definitivi I l 1 aprile, Agea ha

Dettagli

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti Università di Bologna 17 maggio, 2013 I temi di approfondimento Il percorso di riforma Gli obiettivi e lo scenario economico

Dettagli

Bologna, 11/04/2012 LA RIFORMA PAC: IL NUOVO FASCICOLO AZIENDALE E I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COLLEGATI

Bologna, 11/04/2012 LA RIFORMA PAC: IL NUOVO FASCICOLO AZIENDALE E I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COLLEGATI Bologna, 11/04/2012 LA RIFORMA PAC: IL NUOVO FASCICOLO AZIENDALE E I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COLLEGATI DECRETO MINISTERIALE 162 del 12/01/2015 Decreto relativo alla SEMPLIFICAZIONE della gestione della

Dettagli

L agricoltura dopo la riforma della Pac 2014-2020. Riunioni di zona 2014. Slides di Vincenzo Lenucci e Massimo Chiarelli

L agricoltura dopo la riforma della Pac 2014-2020. Riunioni di zona 2014. Slides di Vincenzo Lenucci e Massimo Chiarelli L agricoltura dopo la riforma della Pac 2014-2020 Riunioni di zona 2014 Slides di Vincenzo Lenucci e Massimo Chiarelli Argomenti della presentazione 1. I nuovi pagamenti diretti 2. Approfondimenti su:

Dettagli

Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014

Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014 Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014 Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale nel Sistema Informativo di ARTEA e per la gestione della Dichiarazione

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PROGRAMMA PROTEINE VEGETALI

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PROGRAMMA PROTEINE VEGETALI PROGRAMMA PROTEINE VEGETALI Premessa Il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali ha invitato le Regioni alla stesura di un proprio programma che s inserisse all interno di un piano nazionale, denominato

Dettagli

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti DENIS PANTINI Responsabile Area Agricoltura e Industria Alimentare 5 aprile 2013 I temi di approfondimento Il percorso

Dettagli

CIRCOLARE N. 44. Ai Titolari di Domanda Unica 2010. Centri di Assistenza Agricola

CIRCOLARE N. 44. Ai Titolari di Domanda Unica 2010. Centri di Assistenza Agricola Ufficio Monocratico Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499537/542 Fax 06.49499399 Prot. AGEA.2011.000954 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 11 agosto 2011 CIRCOLARE N. 44 Ai Titolari di Domanda Unica

Dettagli

La verifica dello stato di salute della PAC: le novità. Carla CAVALLINI EUROPE DIRECT Carrefour europeo Emilia

La verifica dello stato di salute della PAC: le novità. Carla CAVALLINI EUROPE DIRECT Carrefour europeo Emilia La verifica dello stato di salute della PAC: le novità Carla CAVALLINI EUROPE DIRECT Carrefour europeo Emilia Le proposte legislative del Health Check Il contesto attuale Il significativo aumento dei prezzi

Dettagli

Nascita della Politica Agricola Comunitaria

Nascita della Politica Agricola Comunitaria Anni 50 Nascita della Politica Agricola Comunitaria Entrata dell Italia nel Mercato Comune Europeo (MEC) con il Trattato di Roma (1957) e con la Conferenza di Stresa (1958) Il Trattato di Roma ha previsto

Dettagli

ufficio di NUOVI AGRICOLTORI DAL 2011

ufficio di NUOVI AGRICOLTORI DAL 2011 spazio riservato al protocollo APPAG All Organismo Pagatore APPAG Agenzia Provinciale per i Pagamenti Via G.B. Trener, 3 38121 TRENTO DICHIARAZIONE PER L'ACCESSO ALLA RISERVA NAZIONALE richiesto con la

Dettagli

Il biologico in Toscana

Il biologico in Toscana Quaderno della Il biologico in Toscana 7 Chi promuove il progetto Filiera Corta Bio nella regione CTPB - Coordinamento Toscano Produttori Biologici - e un associazione nata nel 1983 a Firenze per iniziativa

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60)

ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Struttura Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali PSR 2007/2013 Istruzioni per la compilazione Istanze

Dettagli

ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008

ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008 ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008 MISURA 211 - INDENNITÀ COMPENSATIVE DEGLI SVANTAGGI NATURALI A FAVORE DEGLI AGRICOLTORI DELLE ZONE MONTANE 1) OBIETTIVI

Dettagli

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata Riforma della PAC Aiuti Diretti Europa 2020 Aiuti diretti Quadro finanziario Pluriennale (QFP) per l Italia 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 TOTALE 3953,3 3902,0 3850,8 3799,5 3751,9 3704,3 3704,3 26.666,38

Dettagli

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.140 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 20 marzo 2015 Organismo Pagatore AGEA

Dettagli

Produzione agricola della canapa da fibra

Produzione agricola della canapa da fibra Produzione agricola della canapa da fibra aspetti economici e scenari produttivi Studio Paroli e Associati Tecnica ed Economia Agraria Via Fiorentina, 84 PONTEDERA (PI) Tel 0587-59016 La coltivazione della

Dettagli

1.1.1 Adempimenti specifici per la misura 2.1.4. Azione b) Sostegno all agricoltura biologica

1.1.1 Adempimenti specifici per la misura 2.1.4. Azione b) Sostegno all agricoltura biologica 1.1.1 Adempimenti specifici per la misura 2.1.4. Azione b) Sostegno all agricoltura biologica La misura è finalizzata a promuovere uno sviluppo sostenibile delle aree rurali, incoraggiando degli agricoltori

Dettagli

ORGANISMO PAGATORE PAC 2014-2020 CAMPAGNA 2015

ORGANISMO PAGATORE PAC 2014-2020 CAMPAGNA 2015 ORGANISMO PAGATORE PAC 2014-2020 MANUALE PER LA COMPILAZIONE E LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI PRIMA ASSEGNAZIONE DEI DIRITTI ALL AIUTO E DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO CAMPAGNA 2015 Reg. (UE) n. 1307/2013

Dettagli

All AGEA - Ufficio Monocratico - Area Controlli - Area Autorizzazione Pagamenti SEDE. Organismo Pagatore della Regione

All AGEA - Ufficio Monocratico - Area Controlli - Area Autorizzazione Pagamenti SEDE. Organismo Pagatore della Regione AREA COORDINAMENTO Via Torino, 45 00184 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2007.315 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 9 maggio 2007 AGEA - Ufficio Monocratico - Area Controlli - Area Autorizzazione

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE N. 6

ISTRUZIONI OPERATIVE N. 6 Ufficio Monocratico Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.494991 Fax 06.4453940 Prot. N. UMU.2013.0375 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 5 MAR 2013 ISTRUZIONI OPERATIVE N. 6 Ai Titolari di Domanda Unica 2012

Dettagli

(1) Pubblicato nella G.U.U.E. 20 novembre 2004, n. L 345. Entrato in vigore il 27 novembre 2004.

(1) Pubblicato nella G.U.U.E. 20 novembre 2004, n. L 345. Entrato in vigore il 27 novembre 2004. Reg. (CE) n. 1973/2004 del 29 ottobre 2004 (1). Regolamento della Commissione recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1782/2003 del Consiglio per quanto riguarda i regimi di sostegno di

Dettagli

IL PROGETTO. Agricoltura 2.0

IL PROGETTO. Agricoltura 2.0 Dott. Castiglione Presidente ISMEA Agricoltura 2.0 Agricoltura 2.0, un programma di innovazione verso l'agricoltura digitale 1. Il progetto 2. Gli interventi realizzati 3. I vantaggi conseguiti 4. Le nuove

Dettagli

1. FINALITÀ DELLA CARTA 3. FUNZIONI

1. FINALITÀ DELLA CARTA 3. FUNZIONI INDICE CARTA DEI SERVIZI DEL CENTRO DI ASSISTENZA AGRICOLA COLDIRETTI SRL 1. Finalità della Carta 2. Chi siamo 3. Funzioni 4. I nostri servizi 5. Qualità dei servizi 6. Presenza sul territorio 7. Risorse

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA BANDO PUBBLICO

REPUBBLICA ITALIANA BANDO PUBBLICO REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato regionale dell agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento regionale per l Agricoltura Servizio I Agricoltura ed Ambiente

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE N.

ISTRUZIONI OPERATIVE N. Ufficio Monocratico Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499537/538 Fax 06.49499751 Prot. N. UMU.2014.0059 Del 15 gennaio 2014 (CITARE NELLA RISPOSTA) ISTRUZIONI OPERATIVE N. 2 Ai Produttori interessati

Dettagli

UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA

UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA Regione Puglia FEASR 2007 -- 2013 Programma di Sviluppo Rurale 22 00 00 77 -- 22 00 11 33 M aa rr zz oo 22 00 11 00 MISURA 114 1. Titolo della Misura Utilizzo

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Allegato 1) al Decreto del Direttore di ARTEA n. 20 del 5 febbraio 2014 ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 32 31 marzo 2015

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 32 31 marzo 2015 ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE Decreto n. 32 31 marzo 2015 Oggetto : Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale

Dettagli

L'UE riforma radicalmente la propria politica agricola per realizzare un'agricoltura sostenibile in Europa

L'UE riforma radicalmente la propria politica agricola per realizzare un'agricoltura sostenibile in Europa IP/03/898 Lussemburgo, 26 giugno 2003 L'UE riforma radicalmente la propria politica agricola per realizzare un'agricoltura sostenibile in Europa I ministri europei dell'agricoltura hanno approvato in data

Dettagli

L Ocm unica e la semplificazione della Pac

L Ocm unica e la semplificazione della Pac FORUM INTERNAZIONALE DELL AGRICOLTURA E DELL ALIMENTAZIONE POLITICHE EUROPEE SVILUPPO TERRITORIALE MERCATI L Ocm unica e la semplificazione della Pac Angelo Frascarelli Working paper n.5 Febbraio 2008

Dettagli

PAC 2014-2020 L agricoltura italiana verso il futuro

PAC 2014-2020 L agricoltura italiana verso il futuro PAC 2014-2020 L agricoltura italiana verso il futuro LE RISORSE FINANZIARIE La dotazione assegnata all Italia è di circa 52 miliardi di euro, in 7 anni. Circa 27 miliardi di euro totali (circa 4 miliardi

Dettagli

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2014

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2014 Mantova, 12/03/2014 CAMPAGNA ASSICURATIVA 2014 La copertura assicurativa agevolata dei rischi agricoli è effettuata nell ambito del regime di sostegno specifico di cui all articolo 68 del Regolamento (CE)

Dettagli

L 226/8 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 28.8.2009

L 226/8 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 28.8.2009 L 226/8 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 28.8.2009 REGOLAMENTO (CE) N. 781/2009 DELLA COMMISSIONE del 27 agosto 2009 che modifica il regolamento (CE) n. 868/2008 relativo alla scheda aziendale da

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura. Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura. Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020 PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020 Sottomisura 6.1 Aiuto all avviamento di imprese per giovani

Dettagli

Oggetto: Riemissione pagamenti di aiuti e premi comunitari non andati a buon fine.

Oggetto: Riemissione pagamenti di aiuti e premi comunitari non andati a buon fine. ORGANISMO PAGATORE Ufficio Monocratico Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499.646 Fax 06.49499.757 Prot. N. UMU.2013.1147 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 19 giugno 2013 A Tutti gli interessati Agli

Dettagli

A.G.R.E.A Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA. APPAG Trento Via G.B. Trener, 3 38100 TRENTO. Via E.Molè 88100 CATANZARO. All

A.G.R.E.A Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA. APPAG Trento Via G.B. Trener, 3 38100 TRENTO. Via E.Molè 88100 CATANZARO. All AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.276 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 3 giugno 2015 A.G.R.E.A Largo Caduti

Dettagli

IL SISTEMA DEGLI AIUTI ACCOPPIATI DELLA PAC L APPLICAZIONE DELL ARTICOLO 68 DEL REG. (CE) N. 73/2009 IN ALCUNI PAESI UE

IL SISTEMA DEGLI AIUTI ACCOPPIATI DELLA PAC L APPLICAZIONE DELL ARTICOLO 68 DEL REG. (CE) N. 73/2009 IN ALCUNI PAESI UE IL SISTEMA DEGLI AIUTI ACCOPPIATI DELLA PAC L APPLICAZIONE DELL ARTICOLO 68 DEL REG. (CE) N. 73/2009 IN ALCUNI PAESI UE L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI IL SISTEMA DEGLI AIUTI ACCOPPIATI DELLA PAC L

Dettagli

MANUALE PER LA GESTIONE DEGLI AIUTI DIRETTI CAMPAGNA 2015

MANUALE PER LA GESTIONE DEGLI AIUTI DIRETTI CAMPAGNA 2015 MANUALE PER LA GESTIONE DEGLI AIUTI DIRETTI CAMPAGNA 2015 Regolamento (CE) n. 1307/2013 Approvato con decreto n. 66 del 5 giugno 2015 1 / 83 INDICE 1. DEFINIZIONI... 5 2. INTRODUZIONE... 7 3. AMBITI D

Dettagli

P.A.N. per L agricoltura Biologica - 2008/2009. Asse 2 Az. 2.1 e Asse 4 Az. 4.4 Attività operative previste a partire dall ottobre 2011

P.A.N. per L agricoltura Biologica - 2008/2009. Asse 2 Az. 2.1 e Asse 4 Az. 4.4 Attività operative previste a partire dall ottobre 2011 P.A.N. per L agricoltura Biologica - 2008/2009. Asse 2 Az. 2.1 e Asse 4 Az. 4.4 Attività operative previste a partire dall ottobre 2011 1) Premessa PIANO NAZIONALE SEMENTI BIOLOGICHE 1 II biennio Il secondo

Dettagli

5.3.1.3.2 Partecipazione degli agricoltori a sistemi di qualità alimentare

5.3.1.3.2 Partecipazione degli agricoltori a sistemi di qualità alimentare 5.3.1.3.2 Partecipazione degli agricoltori a sistemi di qualità alimentare Riferimenti normativi Codice di Misura Articolo 20 (c) (ii) e art. 32 del Reg. (CE) N 1698/2005 Articolo 22 e punto 5.3.1.3.2.

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 ASSESSORADU DE S AGRICOLTURA E REFORMA AGRO-PASTORALE ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 REG. (UE) N. 1305/2013 METODOLOGIA DI CALCOLO DEI PAGAMENTI

Dettagli

Area di applicazione Tutto il territorio della Regione Liguria.

Area di applicazione Tutto il territorio della Regione Liguria. Disposizioni tecniche e procedurali per la presentazione delle domande di pagamento relative ad un impegno quinquennale aperto a valere sulla misura 214 Pagamenti agroambientali del PSR 2007-2013 annualità

Dettagli

CO.PRO.VI. Società Cooperativa CONDIFESA di PAVIA. Piazza Vittorio Veneto 1-27045 Casteggio

CO.PRO.VI. Società Cooperativa CONDIFESA di PAVIA. Piazza Vittorio Veneto 1-27045 Casteggio CO.PRO.VI. Società Cooperativa CONDIFESA di PAVIA Piazza Vittorio Veneto 1-27045 Casteggio tel. 0383.82392/804067 fax 0383.805509 coprovi@maxidata.it condifesa.pavia@asnacodi.it www.coprovi.it Campagna

Dettagli

ALLEGATO A al decreto n. 185/2005. Istruzioni esplicative generali. Sommario

ALLEGATO A al decreto n. 185/2005. Istruzioni esplicative generali. Sommario ALLEGATO A al decreto n. 185/2005 Istruzioni esplicative generali Sommario 1. Premessa... 2 2. Riferimenti normativi... 2 3. Categorie di titoli... 2 4. Il Registro Nazionale Titoli... 3 5. Disciplina

Dettagli

Anagrafe Agricola Unica versione 27.10.0 - Rilascio del 10/07/2013

Anagrafe Agricola Unica versione 27.10.0 - Rilascio del 10/07/2013 Direzione Agricoltura C.d.C Agricoltura S.I.A.P. ANAGRAFE UNICA DEL PIEMONTE Pag. 1 di 4 Anagrafe Agricola Unica versione 27.10.0 - Rilascio del 10/07/2013 N. Sezione Descrizione 1 Anagrafica Eliminata

Dettagli

Specifiche Tecniche Controlli Oggettivi Superfici

Specifiche Tecniche Controlli Oggettivi Superfici DOMANDA DI PAGAMENTO UNICA REGG. CE n. 1782/2003, 795/2004 e 796/2004 e successive modifiche e integrazioni Specifiche Tecniche Controlli Oggettivi Superfici campagna 2007 AGEA Servizio Tecnico Parrtte

Dettagli

Allegato A Delibera Giunta Provinciale n. 674-23761 del 22 giugno 2010 LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 23 MAGGIO 2008 ART. 10

Allegato A Delibera Giunta Provinciale n. 674-23761 del 22 giugno 2010 LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 23 MAGGIO 2008 ART. 10 Allegato A Delibera Giunta Provinciale n. 674-23761 del 22 giugno 2010 LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 23 MAGGIO 2008 ART. 10 PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DELLA MECCANIZZAZIONE AGRICOLA

Dettagli

AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/2011

AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/2011 AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/ Dalla prima analisi dei dati forniti al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali dagli Organismi di Controllo (OdC) operanti in Italia al 31 dicembre

Dettagli

Aggiornamenti sulla PAC. Sommario. di Maria Rosaria Pupo D'Andrea (Dicembre 2011)

Aggiornamenti sulla PAC. Sommario. di Maria Rosaria Pupo D'Andrea (Dicembre 2011) Aggiornamenti sulla PAC di Maria Rosaria Pupo D'Andrea (Dicembre 2011) Sommario - Distribuzione degli aiuti tra Stati membri e flessibilità tra pilastri - Agricoltore attivo - Requisiti minimi per beneficiare

Dettagli

PIEMONTE: SCHEDE DESCRITTIVE AGEVOLAZIONI ED INCENTIVI

PIEMONTE: SCHEDE DESCRITTIVE AGEVOLAZIONI ED INCENTIVI PIEMONTE: SCHEDE DESCRITTIVE AGEVOLAZIONI ED INCENTIVI Maggio 2013 A cura di Davide Abellonio, studio Finanza e Impresa, www.finanzaeimpresa.eu PSR 2007/2013 - Misura 211. Contributo a fondo perduto sotto

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Il Ministro dell economia e delle finanze. di concerto con

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Il Ministro dell economia e delle finanze. di concerto con DECRETO 18 aprile 2016, n.4293 Ripartizione delle risorse del fondo per gli investimenti nel settore lattiero caseario ai sensi dell articolo 1, commi 214-217, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge

Dettagli

ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA

ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA Allegato 1 al decreto n. ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA Modalità e condizioni per la presentazione della domanda di contributo per le assicurazioni nel settore OCM Vitivinicolo Campagna 2010 1 Sommario

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-20

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-20 PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-20 Misura 10 Pagamenti agro climatico ambientali Sottomisura 10.1 Pagamenti per impegni agro climatico ambientali Tipo di operazione 10.1.5 Coltivazione delle varietà

Dettagli

Associazione Regionale Allevatori della Liguria via Vittorio Veneto 149/2 Mignanego (GE) p.iva 01553510999. tel. 010581938 fax 0107721655

Associazione Regionale Allevatori della Liguria via Vittorio Veneto 149/2 Mignanego (GE) p.iva 01553510999. tel. 010581938 fax 0107721655 Associazione Regionale Allevatori della Liguria via Vittorio Veneto 149/2 Mignanego (GE) p.iva 01553510999. tel. 010581938 fax 0107721655 PRESENTAZIONE DEL PROGETTO ZOOALIMSOST è un progetto finalizzato

Dettagli

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE ASSESSORATO AGRICOLTURA E RISORSE NATURALI DIPARTIMENTO AGRICOLTURA POLITICHE REGIONALI DI SVILUPPO RURALE PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE OGGETTO : APPROVAZIONE DEI BANDI PER LA RACCOLTA DELLE DOMANDE DI ADESIONE

Dettagli

1. Controlli di ricevibilità 2. Controlli di ammissibilità a) Controllo tecnico-amministrativo

1. Controlli di ricevibilità 2. Controlli di ammissibilità a) Controllo tecnico-amministrativo Allegato 1 Istruzioni per il controllo delle domande di aiuto presentate ai sensi del bando regionale 2008/2009 - Misura di ristrutturazione e riconversione dei vigneti nell ambito delle disposizioni attuative

Dettagli

5.3.1.1.4 MISURA 114 - Utilizzo di servizi di consulenza

5.3.1.1.4 MISURA 114 - Utilizzo di servizi di consulenza 5.3.1.1.4 MISURA 114 - Utilizzo di servizi di consulenza Riferimenti normativi Articolo 20 lettera a) punto iv) ed articolo 24 Regolamento (CE) n. 1698/05. Articolo 15 del Regolamento (CE) n. 1974/2006

Dettagli

LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI

LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI PRESIDENTE GRUPPO GESTIONE DEI RISCHI COPA-COGECA 1. QUALI I RISCHI PER UN IMPRESA AGRICOLA 2. PERCHE SOSTENERE LA GESTIONE DEI RISCHI 3. LE POSSIBILITÀ

Dettagli

ALLEGATO N. 1 MODALITA PER L APERTURA CONDIZIONATA DELLA MISURA 11 AGRICOLTURA BIOLOGICA DEL PSR 2014-2020 ANNO 2015

ALLEGATO N. 1 MODALITA PER L APERTURA CONDIZIONATA DELLA MISURA 11 AGRICOLTURA BIOLOGICA DEL PSR 2014-2020 ANNO 2015 ALLEGATO N. 1 MODALITA PER L APERTURA CONDIZIONATA DELLA MISURA 11 AGRICOLTURA BIOLOGICA DEL PSR 2014-2020 ANNO 2015 In attesa che la Commissione Europea approvi il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020

Dettagli

Il biologico in Sicilia

Il biologico in Sicilia Quaderno della Il biologico in Sicilia 7 Chi promuove il progetto Filiera Corta Bio nella regione AGRINOVA e una cooperativa agricola di produttori e tecnici agronomi ed ha come scopo sociale la diffusione

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PAC

LA RIFORMA DELLA PAC LA RIFORMA DELLA PAC 1 La Pac (Politica Agricola Comunitaria) è L insieme delle norme che da circa 40 anni governano la politica agricola all interno degli Stati appartenenti alla U.E.. La Pac è stata

Dettagli

POLIZZE AMMESSE AD ASSICURAZIONE AGEVOLATA

POLIZZE AMMESSE AD ASSICURAZIONE AGEVOLATA prot. n. /14 Terni, 17 marzo 2014 Ai sig.ri S O C I Loro Indirizzo OGGETTO: campagna assicurativa 2014 Egregio Socio, La informiamo che è iniziata la campagna assicurativa 2014, La invitiamo pertanto a

Dettagli

I punti dell accordo di Bruxelles

I punti dell accordo di Bruxelles Come cambierà la pac dopo l health check La cosiddetta verifica dello stato di salute della pac ha rappresentato un ulteriore passo verso la destrutturazione della politica agricola comunitaria, con un

Dettagli