Solidaria. Associazione per la solidarietà e lo sviluppo - Onlus. SOSTEGNO A DISTANZA Il convegno SAD a Genova

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Solidaria. Associazione per la solidarietà e lo sviluppo - Onlus. SOSTEGNO A DISTANZA Il convegno SAD a Genova"

Transcript

1 Solidaria [2]2014 Associazione per la solidarietà e lo sviluppo - Onlus NEWS Se gli ultimi rimangono indietro UNICEF Giornata internazionale della bambine SOSTEGNO A DISTANZA Il convegno SAD a Genova MOZAMBICO È tornata la normalità BRASILE Festa Giunina a Terra Santa PERIODICO QUADRIMESTRALE - ISCRIZIONE TRIBUNALE DI GENOVA N. 4/ REGISTRO STAMPA N. 1/2009 POSTE ITALIANE S.P.A. - SPEDIZIONE IN ABB. POSTALE D.L. 353/ (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) ART. 1, COMMA 2, DCB GENOVA

2 sommario Novembre 2014 DAL MONDO 3 Se gli ultimi rimangono indietro UNICEF 5 La prima Giornata internazionale delle Bambine SOSTEGNO A DISTANZA 8 A Genova un convegno sul sostegno a distanza ADOZIONI 9 Adozioni a distanza: ecco un po di storia BRASILE 11 Centro Terra Santa: si è concluso il primo semestre scolastico MOZAMBICO 13 È tornata la normalità ATTIVITÀ 14 I nostri collaboratori: conosciamo Eduardo TESTIMONIANZE 15 Gino e Magaly: «Abbiamo incontrato la piccola Sindy» Periodico informativo quadrimestrale di Solidaria Onlus Associazione per la Solidarietà e lo Sviluppo Via Molteni, 2/1 sc. B Genova Tel Fax Direttore Responsabile: Andrea Bazzurro Redazione: Via Molteni, 2/1 sc. B Genova Impaginazione: Studio Helix - Recco (Ge) Stampa: Angassini Arti Grafiche - Genova Registrazione: Tribunale di Genova n. 4/2008 Corrispondenti: Repubblica Dominicana: Blanca Severino - Domingo De Peña Haiti: P. Wilnor Ilieris Brasile: Frei Diego Da Melo - Frei Alvaci Mozambico: Daniela Bulha Hanno collaborato a questo numero: Andrea Bazzurro - Sabina Perozzi Solidaria News viene inviato a tutti i sostenitori e a chi ne fa richiesta. SOLIDARIA NEWS è il periodico informativo di Solidaria Onlus, Associazione per la Solidarietà e lo Sviluppo. Fondata da persone impegnate da anni in attività di sviluppo nei Paesi Emergenti con la finalità di combattere la povertà e l esclusione sociale, la missione di Solidaria è quella di promuovere il benessere dei minori e delle loro comunità di appartenenza, senza distinzioni religiose, etniche o di genere. Solidaria realizza le proprie attività avvalendosi della collaborazione di partner locali e strutture religiose, attraverso le quali vengono sostenuti, nelle necessità di base, migliaia di bambini perseguendo principi di trasparenza finanziaria, sostenibilità degli interventi e valorizzazione del patrimonio sociale e ambientale locale. Solidaria attualmente è presente in 4 paesi (Repubblica Dominicana, Haiti, Brasile e Mozambico) con 27 progetti che rispondono a precise richieste delle comunità e si caratterizzano per essere gestiti da partner locali la cui professionalità ed esperienza garantiscono il corretto svolgimento delle iniziative. I progetti di Solidaria riguardano prevalentemente i seguenti settori d intervento: Infanzia. Migliorare le condizioni di vita dei minori orfani o a rischio di vulnerabilità. Acqua. Favorire l accesso all acqua potabile, educando ad un utilizzo corretto e responsabile delle risorse idriche. Diritti. Difendere la giustizia sociale, promuovendo il ruolo femminile e sostenendo le comunità svantaggiate. Formazione. Valorizzare la cultura e le risorse locali, sostenendo l istruzione e la formazione professionale. Solidaria realizza le proprie iniziative tramite programmi di sostegno a distanza: con un contributo mensile di 24,00 euro i sottoscrittori possono offrire un aiuto concreto a bambini in situazione di povertà e residenti nei PVS, senza sradicarli dalla loro famiglia e dalla loro cultura. Vuoi aderire alle nostre iniziative? Vuoi contribuire? Poste Italiane c/c IBAN IT 06 D Carige c/c 16722/80 IBAN IT 35 M Intestati a: Solidaria Onlus - Genova

3 DAL MONDO Novembre LA DISUGUAGLIANZA TRA BAMBINI POVERI E BAMBINI RICCHI Se gli ultimi rimangono indietro Save The Children ha recentemente pubblicato il rapporto Nati Uguali, in cui si denuncia una triste realtà: negli ultimi vent anni è cresciuta la disuguaglianza tra bambini poveri e ricchi, arrivando a livelli mai raggiunti prima d ora. Il rapporto ha raccolto i dati di 32 paesi: Armenia, Bangladesh, Burkina Faso, Repubblica Dominicana, Niger, Nepal, Ruanda, India, Mali, Pakistan, Egitto, Giordania, Mozambico, Marocco, Filippine, Cambogia, Vietnam, Nigeria, Turchia, Indonesia, Tanzania, Nicaragua, Madagascar, Uganda, Colombia, Kenya, Camerun, Ghana, Costa d Avorio, Zambia, Perù, Bolivia. In alcuni di questi paesi la distanza tra bambini ricchi e poveri negli ultimi vent anni è quasi triplicata, come nel caso del Perù dove è aumentata del 179%. Seguono Bolivia (+170%), Colombia (+87%), Camerun (+84%) e Ghana (+78%). La distanza tra i bambini poveri e quelli ricchi a livello globale è cresciuta del 35% rispetto al 1990, il doppio rispetto all aumento della distanza riscontrata tra poveri e ricchi adulti. Questo dato fa riflettere se si pensa che i bambini cosiddetti ricchi hanno moltissime possibilità in più di accedere a risorse e servizi che dovrebbero essere considerati basilari, come l educazione e l assistenza sanitaria. Questa è la causa del

4 4 Novembre2014 DAL MONDO perché la mortalità infantile dei bambini poveri sotto i 5 anni è doppia rispetto a quella dei bambini più ricchi. Inoltre la situazione è aggravata anche dalla provenienza geografica; infatti, se un bambino povero nasce in un paese del sud del mondo, avrà ancor meno possibilità di un bambino povero nato in un paese industrializzato. In ogni caso i bambini che nascono in condizioni disagiate hanno più probabilità di sviluppare ritardi fisici e mentali, e pochissime possibilità di sopravvivere se nascono già con un handicap. Inoltre se tutti i bambini poveri, oltre al diritto alla salute, avessero accesso all istruzione, la situazione globale cambierebbe e diminuirebbe drasticamente il numero di persone che vivono in povertà. Un ultimo dato su cui riflettere è il seguente: fino al 1990, il 93% dei poveri viveva nei paesi a basso reddito e oggi circa il 70% vive nei paesi a medio reddito mentre è aumentata la percentuale di poveri anche nei paesi ad alto reddito, poiché anche qui si investe sempre meno nell educazione e nei servizi per l infanzia.

5 UNICEF Novembre RICORRENZA ISTITUITA DALLE NAZIONI UNITE La prima Giornata internazionale delle Bambine ottobre si è celebrata la Giornata Internazionale delle bambine, una L 11 ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite come momento di riflessione sulle sfide che le giovani devono affrontare ogni giorno per promuovere la realizzazione dei loro diritti. Sono quasi 400 milioni le donne, oltre il 40% del totale, di età compresa tra 20 e 49 anni che si sono sposate in minore età. Solo in India una donna su tre, circa 70 milioni, si è sposata prima di compiere 18 anni e circa 23 milioni si sono sposate prima di raggiungere i 15 anni di età. È proprio per questi numeri che l Unicef ha istituito la Giornata Internazionale delle bambine, con l obiettivo di sconfiggere questa pratica considerata una violazione dei diritti umani perché comporta conseguenze pesanti su tutti gli aspetti della vita di una bambina. I matrimoni precoci spesso provocano l abbandono della scuola. Nelle comunità dove tale pratica è diffusa, sposare una bambina è parte di norme sociali e atteggiamenti che riflettono il basso valore dato ai diritti umani e l istruzione è una delle strategie più efficaci per proteggere le bambine dai matrimoni precoci. Quando le ragazze possono continuare a studiare, può verificarsi facilmente anche un cambiamento nei comportamenti che migliora le loro opportunità all interno della comunità. Le spose bambine afferma l Unicef sono i soggetti più emarginati e vulnerabili della società e costrette spesso a una vita di totale isolamento: allontanate troppo presto dalla famiglia di origine, escluse dall istruzione, deprivate anche della possibilità di poter andare a scuola e di avere relazioni con i coetanei e con il resto della comunità. Il rischio maggiore è quello legato alle gravidanze in quanto più è giovane la futura mamma e più c è il rischio di morte: infatti, tra le ragazze di età compresa tra 15 e 19 anni, i decessi legati alla gravidanza rappresentano una quota importante della mortalità complessiva. Inoltre le giovani tra i 10 e i 14 anni di età hanno probabilità cinque volte maggiori rispetto a quelle tra 20 e 24 anni di morire durante la gravidanza e il parto.

6 6 Novembre2014 UNICEF Il fenomeno delle spose bambine, pur essendo diminuito nel corso degli ultimi trent anni, rimane diffuso in particolare regioni rurali di diverse zone del mondo. LE CIFRE DEL FENOMENO In occasione della Giornata Internazionale delle bambine, l Unicef ha presentato una raccolta di dati su questo fenomeno. Circa un quarto delle ragazze tra i 15 e i 19 anni nel mondo (circa 70 milioni) ha dichiarato di esser stata vittima di qualche forma di violenza fisica. Circa 120 milioni di giovani sotto i 20 anni nel mondo (circa 1 su 10) sono state costrette a subire rapporti o atti sessuali forzati, e 1 ragazza su 3 di età compresa tra 15 e 19 anni (84 milioni in tutto) è stata vittima di violenza psicologica, fi- sica o sessuale da parte del marito o del partner. In molti Stati, circa 7 ragazze su 10 tra i 15 e i 19 anni che sono state vittime di violenza fisica o sessuale, non hanno mai chiesto aiuto: molte hanno detto che non credevano che ciò che subivano fosse un abuso, oppure che non lo ritenevano un problema degno di attenzione. Nel mondo, più di 700 mi- LA SCUOLA NEGATA Anche in Mozambico un elevata percentuale di bambine e adolescenti non ha accesso all istruzione per diverse cause, tra le quali prevalgono, oltre agli aspetti strutturali quali l insufficienza di scuole o la loro eccessiva distanza dall abitazione, anche aspetti culturali che, oltre a vedere nei figli un importante fonte di lavoro all interno della famiglia o nella coltivazione dei campi, si esprime attraverso i matrimoni precoci, in particolare imposti alle figlie femmine. Quando ciò accade, una bambina deve mettere da parte la propria infanzia e assumere il ruolo di donna, adeguandosi a tutte le incombenze che ne derivano e, se già frequentava la scuola, è costretta ad abbandonarla. Il matrimonio precoce ha anche implicazioni fisiche per le giovani: a causa della gravidanza una giovane sotto i 15 anni, ha 5 volte più probabilità di morire rispetto ad una donna di 25 anni. Solidaria contribuisce a combattere questo fenomeno favorendo la frequenza scolastica delle bambine attraverso l iscrizione, la dotazione di materiale scolastico e la sensibilizzazione nei confronti delle famiglie.

7 UNICEF Novembre lioni di donne si sono sposate prima di aver compiuto 18 anni. Più di un terzo di esse (circa 250 milioni) si sono sposate addirittura prima di compiere 15 anni. I dati mostrano una preoccupante percezione sull accettazione della violenza, in particolar modo tra le ragazze. A livello globale circa metà delle ragazze tra i 15 e i 19 anni crede che un uomo sia giustificato se percuote la moglie o la compagna in determinate circostanze, quali ad esempio il diniego di un rapporto sessuale, oppure uscire di casa senza permesso, trascurare i bambini o non preparare la cena. MALALA, LA RAGAZZINA CHE SPAVENTA I TALIBANI A Malala Yousafzai, la diciassettenne che i talebani hanno tentato di uccidere il 9 ottobre 2012 perché rivendicava il diritto all istruzione per sé e le sue compagne, è stato assegnato il Nobel per la Pace e l Istruzione, sottolineando così il fondamentale ruolo della scuola a cui devono accedere tutti i bambini a prescindere dalla religione, dal paese, dalle possibilità economiche e contro lo sfruttamento che indirizza i minori al lavoro invece che ai banchi e ai libri. La giuria ha così motivato il premio Nobel: «Nonostante la sua giovane età, Malala Yousafzai ha già combattuto per il diritto delle bambine all istruzione e ha mostrato con l esempio che anche bambini e giovani possono contribuire a cambiare la loro situazione. Cosa che ha fatto nelle circostanze più pericolose. Attraverso la sua lotta eroica è diventata una portavoce importante del diritto delle bambine all istruzione». Malala divide il Nobel con l attivista indiano Kakilash Satyarthi che lotta da decenni per sottrarre i bambini allo sfruttamento di chi, nel migliore dei casi, li vorrebbe manodopera a basso costo.

8 8 Novembre2014 SOSTEGNO A DISTANZA A Genova il convegno sul sostegno a distanza Vincenzo Curatola e un momento del convegno. I l Forum Nazionale del Sostegno a Distanza (Forum SaD) ha organizzato, in collaborazione con il Comune di Genova e il patrocinio della Regione Liguria, un convegno europeo dedicato alla promozione del Sostegno a Distanza quale strumento per favorire l applicazione dei Diritti dell Infanzia. Il convegno, che si è svolto il 19 novembre, data del XXV anniversario della Convenzione ONU sui Diritti dell Infanzia, ha voluto essere un occasione di conoscenza e incontro di coloro che in Europa si occupano di sostegno a distanza e ha voluto promuovere una rete di organizzazioni europee per avviare non solo un lavoro di scambio e di esperienze, ma anche di riflessione comune per acquistare forza di fronte alle istituzioni europee. «Nel XXV Anniversario della Convenzione ONU sui Diritti dell Infanzia ha detto Vincenzo Curatola, Presidente di Forum- SaD di fronte al moltiplicarsi di guerre e crisi economiche che colpiscono soprattutto la vita dei bambini, diamo una risposta concreta: iniziamo a metterci insieme, per accrescere la solidarietà e diffondere cultura e relazioni di pace e di sviluppo tra i popoli attraverso il sostegno a distanza. Lavoreremo perché la nostra sia soprattutto un Europa di cittadini e di istituzioni solidali.» In Europa sono molte le organizzazioni di sostegno a distanza e decine di milioni i bambini che riescono a vincere le avversità della vita grazie a questo impegno solidale. In Italia ForumSaD raccoglie 122 Onlus, distribuite in 17 regioni e 30 province, con progetti in 120 Paesi del mondo che coinvolgono 2 milioni di bambini. ForumSad è impegnato, oltre al sostegno all'infanzia internazionale, a garantire a tutti i bambini e adolescenti stranieri, recentemente immigrati in Italia, gli stessi diritti dei loro coetanei. «Le persone vanno sostenute, soprattutto le più deboli come i bambini dovunque hanno bisogno, così come avviene normalmente nei paesi anglosassoni. Oltre all'assistenza materiale presso le strutture messe a disposizione dai sindaci, i bambini e gli adolescenti di recente immigrazione, hanno bisogno di riallacciare legami relazionali e familiari.»

9 ADOZIONI Novembre Adozioni a distanza Ecco un po di storia Non vi è una data precisa per fissare l inizio del fenomeno delle adozioni a distanza. Una forma di adozione spirituale era già nota all inizio del Novecento con il sostegno dei seminaristi nel mondo a cura della Pontificia Opera di S. Pietro Apostolo, che ancora oggi si occupa della formazione dei sacerdoti. Altre forme di adozioni a distanza finalizzate ad un progetto compaiono verso il 1950 ad opera del Pime (Pontificio Istituto Missioni Estere) che lancia negli Stati Uniti il Foster Parents Mission Club (Club missionario dei genitori adottivi) con il proposito di sostenere a distanza i bambini orfani delle missioni in Birmania. Ma c è chi sostiene che le prime forme di adozione a distanza risalgono, sempre in ambito statunitense, dopo la guerra del Vietnam per aiutare i bambini vittime del conflitto. In Italia i sostegni a distanza nascono negli anni successivi al Sessantotto con il sorgere di movimenti e gruppi che s impegnano nel campo della giustizia e della solidarietà con i Paesi in via di sviluppo. La crescita del fenomeno è abbastanza graduale sino verso la metà degli anni Ottanta. In questo periodo, in concomitanza con la crisi dello Stato assisten- ziale e della cooperazione internazionale, si osserva una rapida evoluzione: diminuendo sempre più l intervento dello Stato nel sostegno ai Paesi in via di Sviluppo, la solidarietà con il Sud del mondo cerca altre strade e un alternativa viene individuata nell adozione a distanza che conosce un grande successo e si afferma come una nuova forma di solidarietà. Oltre alle congregazioni religiose, scendono in campo anche le associazioni laiche, gli enti morali e le organizzazioni non governative (Ong). Un primo vero riferimento che si rifà all adozione a distanza si ha nel 1995 con l enciclica di Giovanni Paolo II Evangelium Vitae dove l adozione a distanza viene evidenziata come forma di solidarietà e diviene lo strumento da privilegiare in situazioni di disagio economico e familiare. Oggi in Italia sono centinaia gli organismi attivi nel settore, dalle piccole realtà parrocchiali alle grandi multinazionali della solidarietà. Pur costituendo un panorama eterogeneo, diverse organizzazioni hanno sentito l esigenza di unirsi in coordinamenti quali la Gabbianella e il ForumSad.

10 10 Novembre2014 ADOZIONI IL SOSTEGNO A DISTANZA IN ITALIA 1,5 milioni gli italiani aderenti a progetti di adozioni a distanza 455 milioni di euro le somme annuali donate 110 paesi in cui vengono realizzati gli interventi di sostegno 380 le organizzazioni che si occupano di sostegno a distanza in Italia. C è da sperare che l adozione a distanza non perda la spinta che ha permesso una così grande diffusione e che mantenga inalterata la sua origine: quella di essere espressione di solidarietà verso chi ha gli stessi diritti dei nostri figli ma non ha le stesse possibilità per realizzarli. ADOZIONI A DISTANZA E SOSTEGNO A DISTANZA. QUALI SONO LE DIFFERENZE? Chi si avvicina per la prima volta al mondo delle donazioni internazionali, si sarà posto una domanda: «Qual è la differenza tra adozione a distanza e sostegno a distanza?» In realtà, non vi è nessuna differenza tra i due termini. Il termine adozione fa leva sul carico emozionale che implica una vicinanza tra la sostenitrice o il sostenitore e la bambina o il bambino che beneficia del progetto di donazione. Tecnicamente, però, il termine adozione non può essere inteso in senso giuridico. Nonostante ciò, il rapporto che s instaura con il beneficiario attraverso le lettere scambiate o le visite, può trasformare l iniziativa in qualcosa di più profondo di una semplice donazione. Da rilevare anche che molte volte gli interventi per le adozioni a distanza non vanno a esclusivo beneficio della singola bambina o bambino, ma anche di tutta la comunità. Più che adozione a distanza, il termine corretto da utilizzare è sostegno a distanza, un concetto che si avvicina maggiormente alla realtà della donazione. Il sostegno quindi non è solo un investimento economico nel futuro di una bambina o di un bambino che vivono in una situazione di povertà, ma anche un investimento d affetto. ADOZIONE O SOSTEGNO A DISTANZA? Adozioni a distanza o sostegno a distanza? Al di là dei termini poco importa. L obiettivo è, in ogni caso, quello di cambiare il mondo garantendo un futuro migliore a una delle tante bambine o bambini in condizione di povertà.

11 BRASILE Novembre AL CENTRO TERRA SANTA Festa Giunina Si è concluso il primo semestre scolastico Ibambini del centro Terra Santa sostenuti in Brasile da Solidaria hanno terminato il primo semestre scolastico con un momento di festa. Al termine del primo semestre si celebra infatti la Festa Giunina, una festività che trae origine da consuetudini contadine. Nelle città e nei villaggi del Brasile le persone indossano vestiti tradizionali che richiamano abitudini e stili di vita ormai quasi dimenticati mentre per le strade vengono venduti prodotti coltivati con metodi tradizionali. Ecco alcune immagini inviate da nostro referente nel Centro Terra Santa, padre Jean Ajiuni. Alla festa di chiusura del primo semestre ha fat-

12 12 Novembre2014 BRASILE to seguito una giornata dedicate alle mães, le madri, ossia le volontarie che giornalmente seguono le attività del Centro Educativo Terra Santa, dedicandosi in particolare alla preparazione dei pasti dei bambini. Ricordiamo che il Centro Terra Santa garantisce sostegno ai minori in regime di semi internato, basandosi sui principi etici d autonomia, responsabilità e solidarietà. Il programma include bambini da 5 ad 11 anni d età, residenti nelle famiglie più povere, i quali trascorrono gran parte della giornata presso il Centro frequentando la scuola primaria e usufruendo dei pasti. Attraverso il sostegno a distanza, Solidaria collabora con il Centro Educativo Terra Santa, garantendo un supporto a molti bambini che, diversamente, farebbero della strada la loro casa e degli espedienti per sopravvivere lo stile di vita.

13 MOZAMBICO Novembre È tornata la normalità In luglio e agosto sono continuate anche in Mozambico le distribuzioni di alimenti e materiale scolastico ai minori inseriti nel programma di sostegno a distanza. Terminato finalmente il confronto armato tra le due principali formazioni politiche, ossia il Frelimo (il partito alla guida del governo dall Indipendenza) e la Renamo (il partito d opposizione), è tornata la normalità ed è stato possibile raggiungere tutte le località in condizioni di sicurezza. Tuttavia, un certo numero di nuclei familiari che si erano allontanati in altre località alla ricerca di sicurezza all inizio delle ostilità, non hanno ancora fatto ritorno nei loro villaggi mentre questo numero del nostro notiziario va in stampa. Il ritorno è previsto nelle prossime settimane. È probabile quindi che alcuni sostenitori non ricevano in tempo la consueta corrispondenza natalizia (la fotografia e la lettera del minore sostenuto) che invieremo in un secondo momento. ELETTO IL NUOVO PRESIDENTE Filipe Nyusi, candidato del partito Frelimo al governo, ha vinto le elezioni presidenziali del 15 ottobre con il 57,3 % dei voti. Lo ha annunciato la commissione elettorale. Ex ministro della Difesa, Filipe Nyusi ha ricevuto molto meno consensi del suo predecessore e compagno di partito Armando Guebuza, eletto nel 2009 con il 76%. Anche in parlamento il Frelimo rimane il primo partito, ma registra un calo passando da 191 a 144 seggi. Afonso Dhlakama, leader della Renamp, lo storico partito di opposizione, ha ottenuto il 36,6 % contro il 16,5 % del È invece sceso al 6,4%, rispetto all 8,6% di cinque anni fa, Daviz Simango, leader del Movimento Democratico del Mozambico nato da una scissione interna alla Renamo.

14 14 Novembre2014 ATTIVITÀ INCONTRO CON I NOSTRI COLLABORATORI Conosciamo Eduardo L e nostre attività prevedono la visita periodica ai bambini sostenuti a distanza, visite che hanno il compito di tenere i contatti con i bambini, ascoltare le necessità delle loro famiglie, dare consigli per una corretta nutrizione, comunicare le date delle distribuzioni. Eduardo è uno dei nostri animatori sociali in Mozambico. Ha 32 anni, una moglie e due figli. Vive a Mutua, una piccola località nel distretto di Dondo, a una cinquantina di chilometri dalla nostra sede di Beira. Il suo sogno era quello di diventare un tecnico edile e trovare lavoro in quel settore. A quell epoca, una quindicina d anni fa, vi era molto lavoro nel settore delle costruzioni: dopo la guerra era il momento della ricostruzione e migliaia di edifici, di scuole e di centri sanitari dovevano essere ricostruiti. Ma, si sa, la vita spesso impone strade diverse da quelle desiderate. «Ho lasciato la città per accudire i miei anziani genitori e, andando a vivere in un piccolo villaggio, non sarebbe stato facile frequentare la scuola.» La distanza da percorrere quotidianamente dal villaggio alla scuola professionale di Beira rappresentava infatti un grande ostacolo in un paese quasi privo di mezzi di trasporto. Eduardo ha così dovuto rassegnarsi a vivere nel piccolo villaggio, dove si poi è formato una famiglia. Il nostro incontro con Eduardo è avvenuto una decina d anni fa, quando il numero dei bambini sostenuti a distanza aumentava e vi era la necessità di trovare un nuovo collaboratore. Da allora è sempre stato con noi, ha frequentato, e continua a frequentare, i seminari che il ministero dell Azione Sociale organizza periodicamente per gli operatori sociali sui temi della nutrizione, igiene e istruzione. Tutte le mattine sale sulla bicicletta e inizia il giro di visite ai bambini sostenuti a distanza e alle loro famiglie programmate per quel giorno. Per ogni visita svolge una breve relazione e, una volta al mese, raggiunge la nostra sede e consegna i fogli che ha compilato. Le distanze non sono brevi e a volte per incontrare certi nuclei familiari occorre pedalare per chilometri sotto il sole africano, un impresa non da poco. Può anche succedere che, nella stagione delle piogge, alcune famiglie non siano raggiungibili. «Una volta ho deciso di prendere una canoa per attraversare il fiume. Il ponte non era percorribile perché sommerso dall acqua. Stavo per raggiungere l altra sponda quando è spuntato dall acqua un coccodrillo: ha girato per un po attorno alla canoa e poi si è allontanato. Per fortuna non ha rovesciato la canoa»

15 TESTIMONIANZE Novembre IL RACCONTO DI GINO E MAGALY «Abbiamo incontrato la piccola Sindy» D a tempo io e mio marito sentivamo parlare, da alcuni nostri amici, del loro bambino sostenuto a distanza. Poi un giorno, leggendo in una rivista l invito dell associazione Solidaria Onlus ad aderire ad un programma di adozioni a distanza non abbiamo esitato un istante. Dopo alcuni giorni è arrivata la fotografia di una bambina, Sindy Dhanna, che viveva nella Repubblica Dominicana. Per la verità avevamo indicato noi questo Paese: io sono di origine cubana e, parlando spagnolo, avevo il vantaggio di poter corrispondere direttamente con la piccola Sindy e la sua famiglia. Così la scorsa primavera abbiamo deciso di visitarli. È stata un esperienza indimenticabile vedere la nostra bambina e conoscere le località in cui Solidaria opera, tra difficoltà e problemi. Ho conosciuto i volontari di Solidaria, Jacinto, Felix, la signora Rosa e Maurizio, l instancabile coordinatore delle attività di sostegno. Quando siamo andati via ci siamo salutati con un lungo abbraccio e con la promessa di rivederci presto. Un ringraziamento a tutti coloro che abbiamo conosciuto per l ospitalità ricevuta con l augurio che il nostro entusiasmo possa coinvolgere altre persone a seguire la nostra esperienza e sostenere un bambino.

16 Convinci un amico e moltiplica il tuo aiuto Moltiplica i sorrisi! SE DESIDERI CHE UN TUO AMICO RICEVA INFORMAZIONI COMPILA IL MODULO E SPEDISCILO Scheda di adesione Nome Cognome Indirizzo Città Provincia Tel Cap Solidaria tutela i dati personali ai sensi del D.lgs.n. 196/2003 Firma per autorizzazione al trattamento dei dati personali. Via Molteni, 2/1 sc. B Genova Tel Fax

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali Allegato A Legenda Elenco degli enti autorizzati per paese straniero: L asterisco (*) sta ad indicare l obbligo di accreditamento nel Paese straniero secondo una specifica procedura. In questo caso e stato

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva INSIEME SI PUÒ per una solidarietà più viva 1 9 9 3-2 0 1 3 Insieme Si Può 1993/2013 Insieme Si Può L Associazione ha lo scopo di sviluppare, favorire ed incentivare l adozione a distanza di bambini bisognosi,

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per i tuoi regali di Natale scegli di essere al fianco del WFP: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Scegli i tuoi regali aziendali

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione UNICEF Centro di Ricerca Innocenti COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione Per ogni bambino Salute, Scuola, Uguaglianza, Protezione Firenze, 15 marzo 2004 UNICEF Centro

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te.

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Nel Sud del mondo in una situazione di povertá e di emarginazione a molti bambini sono negati i diritti fondamentali alla vita, alla

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

SETTE BUONE RAGIONI PER COSTRUIRE UN EUROPA PER E CON I BAMBINI

SETTE BUONE RAGIONI PER COSTRUIRE UN EUROPA PER E CON I BAMBINI SETTE BUONE RAGIONI PER COSTRUIRE UN EUROPA PER E CON I BAMBINI 1. I bambini non sono mini persone, con mini diritti I bambini godono di diritti. La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell infanzia

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Protocollo d intesa. tra. Ministero della Giustizia. Autorità garante per l'infanzia e l adolescenza. Bambinisenzasbarre ONLUS

Protocollo d intesa. tra. Ministero della Giustizia. Autorità garante per l'infanzia e l adolescenza. Bambinisenzasbarre ONLUS Protocollo d intesa tra Ministero della Giustizia Autorità garante per l'infanzia e l adolescenza e Bambinisenzasbarre ONLUS IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA L'AUTORITÀ GARANTE PER L'INFANZIA E L ADOLESCENZA

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Campagna per la promozione dell affidamento familiare Il primo diritto che andrebbe assicurato ad ogni bambino è quello

Dettagli

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM SkyTeam Awards è uno dei maggiori vantaggi che ti offre l Alleanza SkyTeam: un solo Biglietto Premio per tante destinazioni nel mondo, anche quando l itinerario che scegli

Dettagli

INFORM-AC FESTA DELLA PACE 2015

INFORM-AC FESTA DELLA PACE 2015 INFORM-AC FESTA DELLA PACE 2015 Il mese di gennaio da sempre rappresenta il cuore dell Iniziativa di Carità nel percorso formativo dell Acr, una traduzione concreta - a misura dei bambini e ragazzi attraverso

Dettagli

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE La privacy DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE Temi in classe Non lede la privacy l insegnante che assegna ai propri alunni lo svolgimento di temi in classe riguardanti il loro

Dettagli

La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità

La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità Questa pubblicazione è stata realizzata con il contributo della Commissione europea, in occasione del 2007 - Anno europeo delle

Dettagli

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO L Autopresentazione dell organizzazione e il Modello di report sono stati sviluppati da PICUM con il sostegno di due

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Vicenza e Verona

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA

In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA A PIEN ROONG Fornire : Arredi scuola Sostegno allo studio e Salute pubblica SPONSOR: Micromondo

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

PARMA PER GLI ALTRI ONG

PARMA PER GLI ALTRI ONG PARMA PER GLI ALTRI ONG «Il bisogno degli Altri, del prossimo che non può attendere il futuro per concretizzarsi. Quando? Ora, ma a piccoli passi : la goccia che riempie i mari, che cade in continuazione,

Dettagli

Convenzione delle Nazioni Unite sull eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW)

Convenzione delle Nazioni Unite sull eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW) Convenzione delle Nazioni Unite sull eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW) Adottata dall Assemblea generale delle NU il 18.12.1979, in vigore internazionale dal 3.9.1981.

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE COMUNICATO STAMPA 17.10.2007 Con cortese preghiera di diffusione Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE -Incontro pubblico

Dettagli

Allegato II L ONU e le persone con disabilità

Allegato II L ONU e le persone con disabilità Allegato II L ONU e le persone con disabilità L impegno delle Nazioni Unite sul miglioramento dello Stato delle persone con disabilità Oltre mezzo miliardo di persone sono disabili come risultato di una

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO)

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) La presente raccolta comprende solo le voci principali della classificazione di Ratisbona relativa all arte (LH LO) INDICE LD 3000 - LD 8000

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A.

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A. PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO UONPIA Varese, Busto A., Gallarate Mancanza di un sistema di monitoraggio nazionale Nel 201110.985

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli