Solidaria. Associazione per la solidarietà e lo sviluppo - Onlus. SOSTEGNO A DISTANZA Il convegno SAD a Genova

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Solidaria. Associazione per la solidarietà e lo sviluppo - Onlus. SOSTEGNO A DISTANZA Il convegno SAD a Genova"

Transcript

1 Solidaria [2]2014 Associazione per la solidarietà e lo sviluppo - Onlus NEWS Se gli ultimi rimangono indietro UNICEF Giornata internazionale della bambine SOSTEGNO A DISTANZA Il convegno SAD a Genova MOZAMBICO È tornata la normalità BRASILE Festa Giunina a Terra Santa PERIODICO QUADRIMESTRALE - ISCRIZIONE TRIBUNALE DI GENOVA N. 4/ REGISTRO STAMPA N. 1/2009 POSTE ITALIANE S.P.A. - SPEDIZIONE IN ABB. POSTALE D.L. 353/ (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) ART. 1, COMMA 2, DCB GENOVA

2 sommario Novembre 2014 DAL MONDO 3 Se gli ultimi rimangono indietro UNICEF 5 La prima Giornata internazionale delle Bambine SOSTEGNO A DISTANZA 8 A Genova un convegno sul sostegno a distanza ADOZIONI 9 Adozioni a distanza: ecco un po di storia BRASILE 11 Centro Terra Santa: si è concluso il primo semestre scolastico MOZAMBICO 13 È tornata la normalità ATTIVITÀ 14 I nostri collaboratori: conosciamo Eduardo TESTIMONIANZE 15 Gino e Magaly: «Abbiamo incontrato la piccola Sindy» Periodico informativo quadrimestrale di Solidaria Onlus Associazione per la Solidarietà e lo Sviluppo Via Molteni, 2/1 sc. B Genova Tel Fax Direttore Responsabile: Andrea Bazzurro Redazione: Via Molteni, 2/1 sc. B Genova Impaginazione: Studio Helix - Recco (Ge) Stampa: Angassini Arti Grafiche - Genova Registrazione: Tribunale di Genova n. 4/2008 Corrispondenti: Repubblica Dominicana: Blanca Severino - Domingo De Peña Haiti: P. Wilnor Ilieris Brasile: Frei Diego Da Melo - Frei Alvaci Mozambico: Daniela Bulha Hanno collaborato a questo numero: Andrea Bazzurro - Sabina Perozzi Solidaria News viene inviato a tutti i sostenitori e a chi ne fa richiesta. SOLIDARIA NEWS è il periodico informativo di Solidaria Onlus, Associazione per la Solidarietà e lo Sviluppo. Fondata da persone impegnate da anni in attività di sviluppo nei Paesi Emergenti con la finalità di combattere la povertà e l esclusione sociale, la missione di Solidaria è quella di promuovere il benessere dei minori e delle loro comunità di appartenenza, senza distinzioni religiose, etniche o di genere. Solidaria realizza le proprie attività avvalendosi della collaborazione di partner locali e strutture religiose, attraverso le quali vengono sostenuti, nelle necessità di base, migliaia di bambini perseguendo principi di trasparenza finanziaria, sostenibilità degli interventi e valorizzazione del patrimonio sociale e ambientale locale. Solidaria attualmente è presente in 4 paesi (Repubblica Dominicana, Haiti, Brasile e Mozambico) con 27 progetti che rispondono a precise richieste delle comunità e si caratterizzano per essere gestiti da partner locali la cui professionalità ed esperienza garantiscono il corretto svolgimento delle iniziative. I progetti di Solidaria riguardano prevalentemente i seguenti settori d intervento: Infanzia. Migliorare le condizioni di vita dei minori orfani o a rischio di vulnerabilità. Acqua. Favorire l accesso all acqua potabile, educando ad un utilizzo corretto e responsabile delle risorse idriche. Diritti. Difendere la giustizia sociale, promuovendo il ruolo femminile e sostenendo le comunità svantaggiate. Formazione. Valorizzare la cultura e le risorse locali, sostenendo l istruzione e la formazione professionale. Solidaria realizza le proprie iniziative tramite programmi di sostegno a distanza: con un contributo mensile di 24,00 euro i sottoscrittori possono offrire un aiuto concreto a bambini in situazione di povertà e residenti nei PVS, senza sradicarli dalla loro famiglia e dalla loro cultura. Vuoi aderire alle nostre iniziative? Vuoi contribuire? Poste Italiane c/c IBAN IT 06 D Carige c/c 16722/80 IBAN IT 35 M Intestati a: Solidaria Onlus - Genova

3 DAL MONDO Novembre LA DISUGUAGLIANZA TRA BAMBINI POVERI E BAMBINI RICCHI Se gli ultimi rimangono indietro Save The Children ha recentemente pubblicato il rapporto Nati Uguali, in cui si denuncia una triste realtà: negli ultimi vent anni è cresciuta la disuguaglianza tra bambini poveri e ricchi, arrivando a livelli mai raggiunti prima d ora. Il rapporto ha raccolto i dati di 32 paesi: Armenia, Bangladesh, Burkina Faso, Repubblica Dominicana, Niger, Nepal, Ruanda, India, Mali, Pakistan, Egitto, Giordania, Mozambico, Marocco, Filippine, Cambogia, Vietnam, Nigeria, Turchia, Indonesia, Tanzania, Nicaragua, Madagascar, Uganda, Colombia, Kenya, Camerun, Ghana, Costa d Avorio, Zambia, Perù, Bolivia. In alcuni di questi paesi la distanza tra bambini ricchi e poveri negli ultimi vent anni è quasi triplicata, come nel caso del Perù dove è aumentata del 179%. Seguono Bolivia (+170%), Colombia (+87%), Camerun (+84%) e Ghana (+78%). La distanza tra i bambini poveri e quelli ricchi a livello globale è cresciuta del 35% rispetto al 1990, il doppio rispetto all aumento della distanza riscontrata tra poveri e ricchi adulti. Questo dato fa riflettere se si pensa che i bambini cosiddetti ricchi hanno moltissime possibilità in più di accedere a risorse e servizi che dovrebbero essere considerati basilari, come l educazione e l assistenza sanitaria. Questa è la causa del

4 4 Novembre2014 DAL MONDO perché la mortalità infantile dei bambini poveri sotto i 5 anni è doppia rispetto a quella dei bambini più ricchi. Inoltre la situazione è aggravata anche dalla provenienza geografica; infatti, se un bambino povero nasce in un paese del sud del mondo, avrà ancor meno possibilità di un bambino povero nato in un paese industrializzato. In ogni caso i bambini che nascono in condizioni disagiate hanno più probabilità di sviluppare ritardi fisici e mentali, e pochissime possibilità di sopravvivere se nascono già con un handicap. Inoltre se tutti i bambini poveri, oltre al diritto alla salute, avessero accesso all istruzione, la situazione globale cambierebbe e diminuirebbe drasticamente il numero di persone che vivono in povertà. Un ultimo dato su cui riflettere è il seguente: fino al 1990, il 93% dei poveri viveva nei paesi a basso reddito e oggi circa il 70% vive nei paesi a medio reddito mentre è aumentata la percentuale di poveri anche nei paesi ad alto reddito, poiché anche qui si investe sempre meno nell educazione e nei servizi per l infanzia.

5 UNICEF Novembre RICORRENZA ISTITUITA DALLE NAZIONI UNITE La prima Giornata internazionale delle Bambine ottobre si è celebrata la Giornata Internazionale delle bambine, una L 11 ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite come momento di riflessione sulle sfide che le giovani devono affrontare ogni giorno per promuovere la realizzazione dei loro diritti. Sono quasi 400 milioni le donne, oltre il 40% del totale, di età compresa tra 20 e 49 anni che si sono sposate in minore età. Solo in India una donna su tre, circa 70 milioni, si è sposata prima di compiere 18 anni e circa 23 milioni si sono sposate prima di raggiungere i 15 anni di età. È proprio per questi numeri che l Unicef ha istituito la Giornata Internazionale delle bambine, con l obiettivo di sconfiggere questa pratica considerata una violazione dei diritti umani perché comporta conseguenze pesanti su tutti gli aspetti della vita di una bambina. I matrimoni precoci spesso provocano l abbandono della scuola. Nelle comunità dove tale pratica è diffusa, sposare una bambina è parte di norme sociali e atteggiamenti che riflettono il basso valore dato ai diritti umani e l istruzione è una delle strategie più efficaci per proteggere le bambine dai matrimoni precoci. Quando le ragazze possono continuare a studiare, può verificarsi facilmente anche un cambiamento nei comportamenti che migliora le loro opportunità all interno della comunità. Le spose bambine afferma l Unicef sono i soggetti più emarginati e vulnerabili della società e costrette spesso a una vita di totale isolamento: allontanate troppo presto dalla famiglia di origine, escluse dall istruzione, deprivate anche della possibilità di poter andare a scuola e di avere relazioni con i coetanei e con il resto della comunità. Il rischio maggiore è quello legato alle gravidanze in quanto più è giovane la futura mamma e più c è il rischio di morte: infatti, tra le ragazze di età compresa tra 15 e 19 anni, i decessi legati alla gravidanza rappresentano una quota importante della mortalità complessiva. Inoltre le giovani tra i 10 e i 14 anni di età hanno probabilità cinque volte maggiori rispetto a quelle tra 20 e 24 anni di morire durante la gravidanza e il parto.

6 6 Novembre2014 UNICEF Il fenomeno delle spose bambine, pur essendo diminuito nel corso degli ultimi trent anni, rimane diffuso in particolare regioni rurali di diverse zone del mondo. LE CIFRE DEL FENOMENO In occasione della Giornata Internazionale delle bambine, l Unicef ha presentato una raccolta di dati su questo fenomeno. Circa un quarto delle ragazze tra i 15 e i 19 anni nel mondo (circa 70 milioni) ha dichiarato di esser stata vittima di qualche forma di violenza fisica. Circa 120 milioni di giovani sotto i 20 anni nel mondo (circa 1 su 10) sono state costrette a subire rapporti o atti sessuali forzati, e 1 ragazza su 3 di età compresa tra 15 e 19 anni (84 milioni in tutto) è stata vittima di violenza psicologica, fi- sica o sessuale da parte del marito o del partner. In molti Stati, circa 7 ragazze su 10 tra i 15 e i 19 anni che sono state vittime di violenza fisica o sessuale, non hanno mai chiesto aiuto: molte hanno detto che non credevano che ciò che subivano fosse un abuso, oppure che non lo ritenevano un problema degno di attenzione. Nel mondo, più di 700 mi- LA SCUOLA NEGATA Anche in Mozambico un elevata percentuale di bambine e adolescenti non ha accesso all istruzione per diverse cause, tra le quali prevalgono, oltre agli aspetti strutturali quali l insufficienza di scuole o la loro eccessiva distanza dall abitazione, anche aspetti culturali che, oltre a vedere nei figli un importante fonte di lavoro all interno della famiglia o nella coltivazione dei campi, si esprime attraverso i matrimoni precoci, in particolare imposti alle figlie femmine. Quando ciò accade, una bambina deve mettere da parte la propria infanzia e assumere il ruolo di donna, adeguandosi a tutte le incombenze che ne derivano e, se già frequentava la scuola, è costretta ad abbandonarla. Il matrimonio precoce ha anche implicazioni fisiche per le giovani: a causa della gravidanza una giovane sotto i 15 anni, ha 5 volte più probabilità di morire rispetto ad una donna di 25 anni. Solidaria contribuisce a combattere questo fenomeno favorendo la frequenza scolastica delle bambine attraverso l iscrizione, la dotazione di materiale scolastico e la sensibilizzazione nei confronti delle famiglie.

7 UNICEF Novembre lioni di donne si sono sposate prima di aver compiuto 18 anni. Più di un terzo di esse (circa 250 milioni) si sono sposate addirittura prima di compiere 15 anni. I dati mostrano una preoccupante percezione sull accettazione della violenza, in particolar modo tra le ragazze. A livello globale circa metà delle ragazze tra i 15 e i 19 anni crede che un uomo sia giustificato se percuote la moglie o la compagna in determinate circostanze, quali ad esempio il diniego di un rapporto sessuale, oppure uscire di casa senza permesso, trascurare i bambini o non preparare la cena. MALALA, LA RAGAZZINA CHE SPAVENTA I TALIBANI A Malala Yousafzai, la diciassettenne che i talebani hanno tentato di uccidere il 9 ottobre 2012 perché rivendicava il diritto all istruzione per sé e le sue compagne, è stato assegnato il Nobel per la Pace e l Istruzione, sottolineando così il fondamentale ruolo della scuola a cui devono accedere tutti i bambini a prescindere dalla religione, dal paese, dalle possibilità economiche e contro lo sfruttamento che indirizza i minori al lavoro invece che ai banchi e ai libri. La giuria ha così motivato il premio Nobel: «Nonostante la sua giovane età, Malala Yousafzai ha già combattuto per il diritto delle bambine all istruzione e ha mostrato con l esempio che anche bambini e giovani possono contribuire a cambiare la loro situazione. Cosa che ha fatto nelle circostanze più pericolose. Attraverso la sua lotta eroica è diventata una portavoce importante del diritto delle bambine all istruzione». Malala divide il Nobel con l attivista indiano Kakilash Satyarthi che lotta da decenni per sottrarre i bambini allo sfruttamento di chi, nel migliore dei casi, li vorrebbe manodopera a basso costo.

8 8 Novembre2014 SOSTEGNO A DISTANZA A Genova il convegno sul sostegno a distanza Vincenzo Curatola e un momento del convegno. I l Forum Nazionale del Sostegno a Distanza (Forum SaD) ha organizzato, in collaborazione con il Comune di Genova e il patrocinio della Regione Liguria, un convegno europeo dedicato alla promozione del Sostegno a Distanza quale strumento per favorire l applicazione dei Diritti dell Infanzia. Il convegno, che si è svolto il 19 novembre, data del XXV anniversario della Convenzione ONU sui Diritti dell Infanzia, ha voluto essere un occasione di conoscenza e incontro di coloro che in Europa si occupano di sostegno a distanza e ha voluto promuovere una rete di organizzazioni europee per avviare non solo un lavoro di scambio e di esperienze, ma anche di riflessione comune per acquistare forza di fronte alle istituzioni europee. «Nel XXV Anniversario della Convenzione ONU sui Diritti dell Infanzia ha detto Vincenzo Curatola, Presidente di Forum- SaD di fronte al moltiplicarsi di guerre e crisi economiche che colpiscono soprattutto la vita dei bambini, diamo una risposta concreta: iniziamo a metterci insieme, per accrescere la solidarietà e diffondere cultura e relazioni di pace e di sviluppo tra i popoli attraverso il sostegno a distanza. Lavoreremo perché la nostra sia soprattutto un Europa di cittadini e di istituzioni solidali.» In Europa sono molte le organizzazioni di sostegno a distanza e decine di milioni i bambini che riescono a vincere le avversità della vita grazie a questo impegno solidale. In Italia ForumSaD raccoglie 122 Onlus, distribuite in 17 regioni e 30 province, con progetti in 120 Paesi del mondo che coinvolgono 2 milioni di bambini. ForumSad è impegnato, oltre al sostegno all'infanzia internazionale, a garantire a tutti i bambini e adolescenti stranieri, recentemente immigrati in Italia, gli stessi diritti dei loro coetanei. «Le persone vanno sostenute, soprattutto le più deboli come i bambini dovunque hanno bisogno, così come avviene normalmente nei paesi anglosassoni. Oltre all'assistenza materiale presso le strutture messe a disposizione dai sindaci, i bambini e gli adolescenti di recente immigrazione, hanno bisogno di riallacciare legami relazionali e familiari.»

9 ADOZIONI Novembre Adozioni a distanza Ecco un po di storia Non vi è una data precisa per fissare l inizio del fenomeno delle adozioni a distanza. Una forma di adozione spirituale era già nota all inizio del Novecento con il sostegno dei seminaristi nel mondo a cura della Pontificia Opera di S. Pietro Apostolo, che ancora oggi si occupa della formazione dei sacerdoti. Altre forme di adozioni a distanza finalizzate ad un progetto compaiono verso il 1950 ad opera del Pime (Pontificio Istituto Missioni Estere) che lancia negli Stati Uniti il Foster Parents Mission Club (Club missionario dei genitori adottivi) con il proposito di sostenere a distanza i bambini orfani delle missioni in Birmania. Ma c è chi sostiene che le prime forme di adozione a distanza risalgono, sempre in ambito statunitense, dopo la guerra del Vietnam per aiutare i bambini vittime del conflitto. In Italia i sostegni a distanza nascono negli anni successivi al Sessantotto con il sorgere di movimenti e gruppi che s impegnano nel campo della giustizia e della solidarietà con i Paesi in via di sviluppo. La crescita del fenomeno è abbastanza graduale sino verso la metà degli anni Ottanta. In questo periodo, in concomitanza con la crisi dello Stato assisten- ziale e della cooperazione internazionale, si osserva una rapida evoluzione: diminuendo sempre più l intervento dello Stato nel sostegno ai Paesi in via di Sviluppo, la solidarietà con il Sud del mondo cerca altre strade e un alternativa viene individuata nell adozione a distanza che conosce un grande successo e si afferma come una nuova forma di solidarietà. Oltre alle congregazioni religiose, scendono in campo anche le associazioni laiche, gli enti morali e le organizzazioni non governative (Ong). Un primo vero riferimento che si rifà all adozione a distanza si ha nel 1995 con l enciclica di Giovanni Paolo II Evangelium Vitae dove l adozione a distanza viene evidenziata come forma di solidarietà e diviene lo strumento da privilegiare in situazioni di disagio economico e familiare. Oggi in Italia sono centinaia gli organismi attivi nel settore, dalle piccole realtà parrocchiali alle grandi multinazionali della solidarietà. Pur costituendo un panorama eterogeneo, diverse organizzazioni hanno sentito l esigenza di unirsi in coordinamenti quali la Gabbianella e il ForumSad.

10 10 Novembre2014 ADOZIONI IL SOSTEGNO A DISTANZA IN ITALIA 1,5 milioni gli italiani aderenti a progetti di adozioni a distanza 455 milioni di euro le somme annuali donate 110 paesi in cui vengono realizzati gli interventi di sostegno 380 le organizzazioni che si occupano di sostegno a distanza in Italia. C è da sperare che l adozione a distanza non perda la spinta che ha permesso una così grande diffusione e che mantenga inalterata la sua origine: quella di essere espressione di solidarietà verso chi ha gli stessi diritti dei nostri figli ma non ha le stesse possibilità per realizzarli. ADOZIONI A DISTANZA E SOSTEGNO A DISTANZA. QUALI SONO LE DIFFERENZE? Chi si avvicina per la prima volta al mondo delle donazioni internazionali, si sarà posto una domanda: «Qual è la differenza tra adozione a distanza e sostegno a distanza?» In realtà, non vi è nessuna differenza tra i due termini. Il termine adozione fa leva sul carico emozionale che implica una vicinanza tra la sostenitrice o il sostenitore e la bambina o il bambino che beneficia del progetto di donazione. Tecnicamente, però, il termine adozione non può essere inteso in senso giuridico. Nonostante ciò, il rapporto che s instaura con il beneficiario attraverso le lettere scambiate o le visite, può trasformare l iniziativa in qualcosa di più profondo di una semplice donazione. Da rilevare anche che molte volte gli interventi per le adozioni a distanza non vanno a esclusivo beneficio della singola bambina o bambino, ma anche di tutta la comunità. Più che adozione a distanza, il termine corretto da utilizzare è sostegno a distanza, un concetto che si avvicina maggiormente alla realtà della donazione. Il sostegno quindi non è solo un investimento economico nel futuro di una bambina o di un bambino che vivono in una situazione di povertà, ma anche un investimento d affetto. ADOZIONE O SOSTEGNO A DISTANZA? Adozioni a distanza o sostegno a distanza? Al di là dei termini poco importa. L obiettivo è, in ogni caso, quello di cambiare il mondo garantendo un futuro migliore a una delle tante bambine o bambini in condizione di povertà.

11 BRASILE Novembre AL CENTRO TERRA SANTA Festa Giunina Si è concluso il primo semestre scolastico Ibambini del centro Terra Santa sostenuti in Brasile da Solidaria hanno terminato il primo semestre scolastico con un momento di festa. Al termine del primo semestre si celebra infatti la Festa Giunina, una festività che trae origine da consuetudini contadine. Nelle città e nei villaggi del Brasile le persone indossano vestiti tradizionali che richiamano abitudini e stili di vita ormai quasi dimenticati mentre per le strade vengono venduti prodotti coltivati con metodi tradizionali. Ecco alcune immagini inviate da nostro referente nel Centro Terra Santa, padre Jean Ajiuni. Alla festa di chiusura del primo semestre ha fat-

12 12 Novembre2014 BRASILE to seguito una giornata dedicate alle mães, le madri, ossia le volontarie che giornalmente seguono le attività del Centro Educativo Terra Santa, dedicandosi in particolare alla preparazione dei pasti dei bambini. Ricordiamo che il Centro Terra Santa garantisce sostegno ai minori in regime di semi internato, basandosi sui principi etici d autonomia, responsabilità e solidarietà. Il programma include bambini da 5 ad 11 anni d età, residenti nelle famiglie più povere, i quali trascorrono gran parte della giornata presso il Centro frequentando la scuola primaria e usufruendo dei pasti. Attraverso il sostegno a distanza, Solidaria collabora con il Centro Educativo Terra Santa, garantendo un supporto a molti bambini che, diversamente, farebbero della strada la loro casa e degli espedienti per sopravvivere lo stile di vita.

13 MOZAMBICO Novembre È tornata la normalità In luglio e agosto sono continuate anche in Mozambico le distribuzioni di alimenti e materiale scolastico ai minori inseriti nel programma di sostegno a distanza. Terminato finalmente il confronto armato tra le due principali formazioni politiche, ossia il Frelimo (il partito alla guida del governo dall Indipendenza) e la Renamo (il partito d opposizione), è tornata la normalità ed è stato possibile raggiungere tutte le località in condizioni di sicurezza. Tuttavia, un certo numero di nuclei familiari che si erano allontanati in altre località alla ricerca di sicurezza all inizio delle ostilità, non hanno ancora fatto ritorno nei loro villaggi mentre questo numero del nostro notiziario va in stampa. Il ritorno è previsto nelle prossime settimane. È probabile quindi che alcuni sostenitori non ricevano in tempo la consueta corrispondenza natalizia (la fotografia e la lettera del minore sostenuto) che invieremo in un secondo momento. ELETTO IL NUOVO PRESIDENTE Filipe Nyusi, candidato del partito Frelimo al governo, ha vinto le elezioni presidenziali del 15 ottobre con il 57,3 % dei voti. Lo ha annunciato la commissione elettorale. Ex ministro della Difesa, Filipe Nyusi ha ricevuto molto meno consensi del suo predecessore e compagno di partito Armando Guebuza, eletto nel 2009 con il 76%. Anche in parlamento il Frelimo rimane il primo partito, ma registra un calo passando da 191 a 144 seggi. Afonso Dhlakama, leader della Renamp, lo storico partito di opposizione, ha ottenuto il 36,6 % contro il 16,5 % del È invece sceso al 6,4%, rispetto all 8,6% di cinque anni fa, Daviz Simango, leader del Movimento Democratico del Mozambico nato da una scissione interna alla Renamo.

14 14 Novembre2014 ATTIVITÀ INCONTRO CON I NOSTRI COLLABORATORI Conosciamo Eduardo L e nostre attività prevedono la visita periodica ai bambini sostenuti a distanza, visite che hanno il compito di tenere i contatti con i bambini, ascoltare le necessità delle loro famiglie, dare consigli per una corretta nutrizione, comunicare le date delle distribuzioni. Eduardo è uno dei nostri animatori sociali in Mozambico. Ha 32 anni, una moglie e due figli. Vive a Mutua, una piccola località nel distretto di Dondo, a una cinquantina di chilometri dalla nostra sede di Beira. Il suo sogno era quello di diventare un tecnico edile e trovare lavoro in quel settore. A quell epoca, una quindicina d anni fa, vi era molto lavoro nel settore delle costruzioni: dopo la guerra era il momento della ricostruzione e migliaia di edifici, di scuole e di centri sanitari dovevano essere ricostruiti. Ma, si sa, la vita spesso impone strade diverse da quelle desiderate. «Ho lasciato la città per accudire i miei anziani genitori e, andando a vivere in un piccolo villaggio, non sarebbe stato facile frequentare la scuola.» La distanza da percorrere quotidianamente dal villaggio alla scuola professionale di Beira rappresentava infatti un grande ostacolo in un paese quasi privo di mezzi di trasporto. Eduardo ha così dovuto rassegnarsi a vivere nel piccolo villaggio, dove si poi è formato una famiglia. Il nostro incontro con Eduardo è avvenuto una decina d anni fa, quando il numero dei bambini sostenuti a distanza aumentava e vi era la necessità di trovare un nuovo collaboratore. Da allora è sempre stato con noi, ha frequentato, e continua a frequentare, i seminari che il ministero dell Azione Sociale organizza periodicamente per gli operatori sociali sui temi della nutrizione, igiene e istruzione. Tutte le mattine sale sulla bicicletta e inizia il giro di visite ai bambini sostenuti a distanza e alle loro famiglie programmate per quel giorno. Per ogni visita svolge una breve relazione e, una volta al mese, raggiunge la nostra sede e consegna i fogli che ha compilato. Le distanze non sono brevi e a volte per incontrare certi nuclei familiari occorre pedalare per chilometri sotto il sole africano, un impresa non da poco. Può anche succedere che, nella stagione delle piogge, alcune famiglie non siano raggiungibili. «Una volta ho deciso di prendere una canoa per attraversare il fiume. Il ponte non era percorribile perché sommerso dall acqua. Stavo per raggiungere l altra sponda quando è spuntato dall acqua un coccodrillo: ha girato per un po attorno alla canoa e poi si è allontanato. Per fortuna non ha rovesciato la canoa»

15 TESTIMONIANZE Novembre IL RACCONTO DI GINO E MAGALY «Abbiamo incontrato la piccola Sindy» D a tempo io e mio marito sentivamo parlare, da alcuni nostri amici, del loro bambino sostenuto a distanza. Poi un giorno, leggendo in una rivista l invito dell associazione Solidaria Onlus ad aderire ad un programma di adozioni a distanza non abbiamo esitato un istante. Dopo alcuni giorni è arrivata la fotografia di una bambina, Sindy Dhanna, che viveva nella Repubblica Dominicana. Per la verità avevamo indicato noi questo Paese: io sono di origine cubana e, parlando spagnolo, avevo il vantaggio di poter corrispondere direttamente con la piccola Sindy e la sua famiglia. Così la scorsa primavera abbiamo deciso di visitarli. È stata un esperienza indimenticabile vedere la nostra bambina e conoscere le località in cui Solidaria opera, tra difficoltà e problemi. Ho conosciuto i volontari di Solidaria, Jacinto, Felix, la signora Rosa e Maurizio, l instancabile coordinatore delle attività di sostegno. Quando siamo andati via ci siamo salutati con un lungo abbraccio e con la promessa di rivederci presto. Un ringraziamento a tutti coloro che abbiamo conosciuto per l ospitalità ricevuta con l augurio che il nostro entusiasmo possa coinvolgere altre persone a seguire la nostra esperienza e sostenere un bambino.

16 Convinci un amico e moltiplica il tuo aiuto Moltiplica i sorrisi! SE DESIDERI CHE UN TUO AMICO RICEVA INFORMAZIONI COMPILA IL MODULO E SPEDISCILO Scheda di adesione Nome Cognome Indirizzo Città Provincia Tel Cap Solidaria tutela i dati personali ai sensi del D.lgs.n. 196/2003 Firma per autorizzazione al trattamento dei dati personali. Via Molteni, 2/1 sc. B Genova Tel Fax

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014 Mani Unite Onlus Nel 2014 le attività svolte in Mozambico, oltre ad essere state realizzate come negli anni precedenti nell ambito degli obiettivi istituzionali (sostegno scolastico e nutrizionale), si

Dettagli

Mani Unite. Unite Onlus. Sintesi attività 2011

Mani Unite. Unite Onlus. Sintesi attività 2011 Mani Unite Unite Onlus Presentiamo anche quest anno, come doverosa consuetudine, la sintesi delle attività realizzate nel corso del 2011 a favore dei bambini che soffrono ingiustizie, fame e carenze non

Dettagli

Programma di adozioni a distanza

Programma di adozioni a distanza Programma di adozioni a distanza Tutti noi siamo stati bambini, certamente più fortunati di molti altri perchè abbiamo avuto chi ci ha seguito e ci ha consentito di diventare adulti. Ma in tutto il mondo

Dettagli

SOGNI DA RIACCENDERE Benin

SOGNI DA RIACCENDERE Benin SOGNI DA RIACCENDERE Benin Il Sole Onlus Soprattutto i bambini Nel 1997 nasce l Associazione Il Sole Onlus. La sua mission è garantire ai bambini di tutto il mondo pari opportunità e dignità, indipendentemente

Dettagli

Carta dei Servizi - Sezione II: Cooperazione allo Sviluppo Carta dei Servizi Chi Siamo Che cosa facciamo Come Lavoriamo

Carta dei Servizi - Sezione II: Cooperazione allo Sviluppo Carta dei Servizi Chi Siamo Che cosa facciamo Come Lavoriamo Carta dei Servizi Chi Siamo Che cosa facciamo Come Lavoriamo Dove Siamo Cooperazione allo Sviluppo Servizi alle Famiglie Adozione Internazionale Ultimo aggiornamento Settembre 2015 Sez.II - 1 Indice Indice...

Dettagli

FIORI CHE RINASCONO Etiopia

FIORI CHE RINASCONO Etiopia FIORI CHE RINASCONO Etiopia Il Sole Onlus Soprattutto i bambini Nel 1997 nasce l Associazione Il Sole Onlus. La sua mission è garantire ai bambini di tutto il mondo pari opportunità e dignità, indipendentemente

Dettagli

Aiutali a costruire il loro futuro

Aiutali a costruire il loro futuro Aiutali a costruire il loro futuro Programma di adozioni a distanza Mani Unite per il Mozambico Via Cividale, 133 33100 UDINE (UD) Tel. +39 04321845007 Fax +39 04321845008 info@maniunite.org - www.maniunite.org

Dettagli

Le buone idee per i tuoi giorni di festa

Le buone idee per i tuoi giorni di festa Le buone idee per i tuoi giorni di festa Una bomboniera non C è sempre una buona occasione per scegliere le Scegli le bomboniere solidali Intervita, rendi indimenticabili i tuoi giorni di festa. Matrimonio,

Dettagli

CAMBIARE È POSSIBILE. SD children-onlus SOSTENIAMO I FIGLI DELLA GUERRA. www.childrenonlus.it

CAMBIARE È POSSIBILE. SD children-onlus SOSTENIAMO I FIGLI DELLA GUERRA. www.childrenonlus.it CAMBIARE È POSSIBILE CON IL NOSTRO E IL VOSTRO IMPEGNO, CAMBIARE LA VITA DI UN BAMBINO È POSSIBILE. children-onlus SOSTENIAMO I FIGLI DELLA GUERRA. PROGETTO DI SOSTEGNO A DISTANZA PER I BAMBINI DEL CONGO.

Dettagli

Il Presidente CONI Bergamo Valerio Bettoni

Il Presidente CONI Bergamo Valerio Bettoni Il Coni, quale vertice e guida del movimento sportivo italiano, sceglie di potenziare e diffondere la cultura e la pratica sportiva nella scuola attraverso il progetto Giochi della Gioventù a cui è stato

Dettagli

ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso

ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

MORTALITA INFANTILE E SOTTOSVILUPPO Due dei problemi più gravi nel mondo Cerchiamo insieme una soluzione!

MORTALITA INFANTILE E SOTTOSVILUPPO Due dei problemi più gravi nel mondo Cerchiamo insieme una soluzione! MORTALITA INFANTILE E SOTTOSVILUPPO Due dei problemi più gravi nel mondo Cerchiamo insieme una soluzione! Il concetto di sottosviluppo è stato introdotto, al termine della seconda guerra mondiale, da H.S.Truman

Dettagli

UNICEF. organizzazione. Paola Bianchi Presidente UNICEF Cosenza. 23 marzo 2010

UNICEF. organizzazione. Paola Bianchi Presidente UNICEF Cosenza. 23 marzo 2010 UNICEF Missione e organizzazione Paola Bianchi Presidente UNICEF Cosenza 23 marzo 2010 I momenti principali della storia dell UNICEF (1) 11 Dic. 1946: l Assemblea Generale dell ONU istituisce l UNICEF

Dettagli

Sogni da riaccendere Benin

Sogni da riaccendere Benin Sogni da riaccendere Benin Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

Convenzione internazionale sui diritti dell infanzia e dell adolescenza il diritto di crescere

Convenzione internazionale sui diritti dell infanzia e dell adolescenza il diritto di crescere Convenzione internazionale sui diritti dell infanzia e dell adolescenza il diritto di crescere La Convenzione internazionale sui diritti dell infanzia e dell adolescenza è un Patto tra Stati approvato

Dettagli

ADOZIONI A DISTANZA Etiopia

ADOZIONI A DISTANZA Etiopia ADOZIONI A DISTANZA Etiopia Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE

L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE ANCHE TU AVRAI UNA NUOVA FAMIGLIA. Se c è qualcosa di cui un bambino abbandonato o rimasto senza i genitori ha bisogno, questa è la famiglia. Non solo

Dettagli

PROGETTO DJAMBO. Il contesto

PROGETTO DJAMBO. Il contesto ATTIVITÀ 2008 1 Mani Unite, pur essendo una realtà giovane, è nata dall esperienza di solidarietà di persone che, da oltre vent anni, stanno contribuendo alla crescita di un paese, il Mozambico, oggi impegnato

Dettagli

Linee Guida per la Presentazione e il Reporting per i Progetti all ESTERO

Linee Guida per la Presentazione e il Reporting per i Progetti all ESTERO FAIB Fondazione aiutare i bambini Via Ronchi 17, 20134 Milano tel: 02 2100241 fax: 02 70 60 52 44 info@aiutareibambini.it www.aiutareibambini.it Linee Guida Presentazione e Reporting Progetti Estero MOD

Dettagli

Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile

Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile Chi siamo Il CCM, Comitato Collaborazione Medica, è un Organizzazione Non Governativa e Onlus fondata nel 1968 a Torino da un gruppo

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PREMESSA La società attuale non solo ci invita a pensarci e a pensare in termini di globalità e di globalizzazione, ma ci chiede anche

Dettagli

PROGETTO OLTRE IL MURO

PROGETTO OLTRE IL MURO PROGETTO OLTRE IL MURO PROGETTO INTEGRATO PER il SOSTEGNO E IL REINSERIMENTO PSICO- SOCIALE DEI MINORI IN CARCERE O DEI FIGLI CON MAMME IN CARCERE Benin Aggiornato al: 18/11/2013 SOMMARIO 1) IL PROGETTO

Dettagli

WORLDLESS CHILDREN LUCA CATALANO GONZAGA

WORLDLESS CHILDREN LUCA CATALANO GONZAGA WORLDLESS CHILDREN LUCA CATALANO GONZAGA PREMESSA Ad oltre 1 miliardo di bambini nel mondo viene negato il sano sviluppo sancito dalla Convenzione sui Diritti dell'infanzia del 1989 violando il diritto

Dettagli

BAMBINI E ADOLESCENTI IN MOZAMBICO

BAMBINI E ADOLESCENTI IN MOZAMBICO BAMBINI E ADOLESCENTI IN MOZAMBICO I dati che seguono intendono dare un indicazione di massima della situazione minorile esistente oggi in Mozambico e provengono dall Istituto Nazionale di Statistica del

Dettagli

Il lavoro Minorile QUANTI SONO I BAMBINI CHE LAVORANO? Nel mondo i bambini (0 14 anni) sono più di due miliardi. L' 87% di essi vive nei Paesi del Sud del mondo Ma solo pochissimi di essi hanno un'infanzia

Dettagli

Introduzione. (Martha C. Nussbaum, Non per profitto. Perché le democrazie hanno bisogno della cultura umanistica, Il Mulino, 2010)

Introduzione. (Martha C. Nussbaum, Non per profitto. Perché le democrazie hanno bisogno della cultura umanistica, Il Mulino, 2010) 7 Introduzione «Cosa c è nell esistenza umana che rende così difficile sposare le istituzioni democratiche basate sul rispetto dei princìpi dell uguaglianza e delle garanzie del diritto, e così facile

Dettagli

MK ONLUS per i bambini del Burkina Faso

MK ONLUS per i bambini del Burkina Faso I lions italiani contro le malattie killer dei bambini - onlus MISSION Creare e promuovere tra tutti i popoli uno spirito di comprensione per i bisogni umanitari attraverso volontari servizi coinvolgenti

Dettagli

Viaggio in Bangladesh, una missione UNICEF

Viaggio in Bangladesh, una missione UNICEF Viaggio in Bangladesh, una missione UNICEF Enrica Costantini * Il Bangladesh è uno dei Paesi più poveri al mondo il 43,3% della popolazione sopravvive con meno di 1 dollaro al giorno ed è anche uno dei

Dettagli

I.R. Centro Missionario Diocesano - Trento

I.R. Centro Missionario Diocesano - Trento I.R. Centro Missionario Diocesano - Trento 2 ECCO LA MIA STORIA... Ho due fratelli e tre sorelle. Mio padre non aveva un lavoro fìsso e la mia mamma era semplicemente una casalinga. Oltre ad un pezzo di

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 225 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 Legge quadro sulla famiglia TIPOGRAFIA DEL SENATO

Dettagli

Diritti bambini. I dati riportati sono tratti da un

Diritti bambini. I dati riportati sono tratti da un Diritti bambini L assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1959 ha stilato la Dichiarazione dei Diritti del Fanciullo ampliata e integrata nel 1989 con la Dichiarazione dei Diritti del Bambino

Dettagli

A Natale regala vita

A Natale regala vita A Natale regala vita A Natale regala acqua, salute e vita! Il futuro della Tanzania, uno dei Paesi più poveri del Mondo, dipende dai bambini sì, il futuro di un intero Paese dipende da loro, dai più piccoli,

Dettagli

F A Q. CHI è COOPI CHE TIPO DI ATTIVITA' REALIZZA COOPI ALL'ESTERO?

F A Q. CHI è COOPI CHE TIPO DI ATTIVITA' REALIZZA COOPI ALL'ESTERO? F A Q CHI è COOPI COOPI - Cooperazione Internazionale è un'organizzazione non governativa italiana laica e indipendente fondata nel 1965. COOPI è un'associazione ufficialmente riconosciuta dal Ministero

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

Pensiamo che i bambini siano le persone più importanti del mondo

Pensiamo che i bambini siano le persone più importanti del mondo Pensiamo che i bambini siano le persone più importanti del mondo IKEA Social Initiative è dalla parte dei bambini IKEA crede che la casa sia il luogo più importante del mondo e che i bambini siano le persone

Dettagli

con il tuo sostegno costruisco il mio futuro ADOZIONI A DISTANZA

con il tuo sostegno costruisco il mio futuro ADOZIONI A DISTANZA sostegno con il tuo costruisco il mio futuro ADOZIONI A DISTANZA Seguendo le orme di Don Bosco, i missionari salesiani dedicano la loro vita alle persone in difficoltà in terre lontane, in luoghi in cui

Dettagli

Progetto Casa Pangea Calcutta. Report semestrale Gennaio-Giugno 2015

Progetto Casa Pangea Calcutta. Report semestrale Gennaio-Giugno 2015 Progetto Casa Pangea Calcutta Report semestrale Gennaio-Giugno 2015 Sommario 3 Introduzione 5 Programma di supporto e riabilitazione fisico-mentale 5 Supporto medico 5 Accesso alle agevolazioni statali

Dettagli

SCHEDA DATI. UNICEF: Rapporto Per ogni bambino la giusta opportunità. Un mondo a misura di bambini e adolescenti Post-2015

SCHEDA DATI. UNICEF: Rapporto Per ogni bambino la giusta opportunità. Un mondo a misura di bambini e adolescenti Post-2015 SCHEDA DATI UNICEF: Rapporto Per ogni bambino la giusta opportunità. Un mondo a misura di bambini e adolescenti Post-2015 Trasformare il circolo vizioso in un circolo virtuoso ha benefici enormi: - Si

Dettagli

Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11

Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11 Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11 DC.DP.00.33 1. PRESENTAZIONE DELLA FONDAZIONE aiutare i bambini ONLUS "aiutare i bambini" è una fondazione italiana, laica e indipendente, nata

Dettagli

n. 2 Solo con te risponderemo all emergenza, solo con te vinceremo la sfida per il futuro del mondo!

n. 2 Solo con te risponderemo all emergenza, solo con te vinceremo la sfida per il futuro del mondo! Progetti Iniziative Tutto quello che hai fatto con noi n. 2 luglio 2013 Solo con te risponderemo all emergenza, solo con te vinceremo la sfida per il futuro del mondo! Un mondo di giustizia, equità e dignità

Dettagli

REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI

REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI ALLEGATO E DGR 535/2015 (estratto) REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI LINEE DI INDIRIZZO IN MATERIA DI PARTECIPAZIONE E ASCOLTO DEI MINORENNI Servizio Famiglia, Minori e Pari Opportunità

Dettagli

SOS VILLAGGI DEI BAMBINI ONLUS. Il calore di una casa per ogni bambino

SOS VILLAGGI DEI BAMBINI ONLUS. Il calore di una casa per ogni bambino SOS VILLAGGI DEI BAMBINI ONLUS Il calore di una casa per ogni bambino La nostra storia L Associazione SOS Villaggi dei Bambini fu fondata in Austria da Hermann Gmeiner nel 1949 al fine di aiutare i bambini

Dettagli

CITTA DI BASSANO DEL GRAPPA Medaglia d Oro al Valor Militare. Area 1^ -Amministrativa - Economico finanziaria Risorse Umane

CITTA DI BASSANO DEL GRAPPA Medaglia d Oro al Valor Militare. Area 1^ -Amministrativa - Economico finanziaria Risorse Umane CITTA DI BASSANO DEL GRAPPA Medaglia d Oro al Valor Militare Area 1^ -Amministrativa - Economico finanziaria Risorse Umane L EVOLUZIONE DEL MODELLO FAMILIARE A BASSANO DEL GRAPPA Traccia di lettura dei

Dettagli

ESTATE 2013 COOPERAZIONE INTERNAZIONALE GUIDA AI CAMPI DI VOLONTARIATO

ESTATE 2013 COOPERAZIONE INTERNAZIONALE GUIDA AI CAMPI DI VOLONTARIATO FEBBRAIO 2013 ESTATE 2013 COOPERAZIONE INTERNAZIONALE GUIDA AI CAMPI DI VOLONTARIATO COME SCEGLIERE IL GIUSTO La buona volontà e l entusiasmo sono importanti, ma non bastano. Per trascorrere un periodo

Dettagli

SCHEDA PROGETTO QdF 2014/

SCHEDA PROGETTO QdF 2014/ SCHEDA PROGETTO PROMOTORE Persona Comunità Ente/Istituto Associazione cognome, nome denominazione (ente / associazione) posta elettronica sito web SEMI ONLUS info@semionlus.com www.semionlus.com Breve

Dettagli

IO,ASSIEME AI MIEI CONSIGLIERI, CREDIAMO NEL DIRITTO AD AVERE UN MONDO PIU PULITO.

IO,ASSIEME AI MIEI CONSIGLIERI, CREDIAMO NEL DIRITTO AD AVERE UN MONDO PIU PULITO. BUON GIORNO A TUTTI I PRESENTI, SONO FRANCESCO RODELLA IL SINDACO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE DEI COMUNI DI CEREGNANO E GAVELLO. IO,ASSIEME AI MIEI CONSIGLIERI, CREDIAMO NEL DIRITTO

Dettagli

Bilancio al 31 dicembre 2011. Relazione Morale

Bilancio al 31 dicembre 2011. Relazione Morale Bilancio al 31 dicembre 2011 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Maurizio Armandi Silingardi Sergio Gennari Mario Presidente Vice presidente Consigliere Bilancio al 31 dicembre 2011 Relazione Morale 1 Introduzione

Dettagli

PRIMI GIORNI IN ANGOLA.

PRIMI GIORNI IN ANGOLA. PRIMI GIORNI IN ANGOLA. Sono già tante le cose da raccontare, e non so da che parte cominciare! 1. IL LAVORO. Nella lettera precedente ( Che ci faccio qui ) vi ho già descritto a grandi linee il progetto

Dettagli

AFRICA Scuole per l'africa. Campagna Scuole per l'africa. Adottiamo un progetto SCUOLA REPORT DI PROGETTO RISULTATI CONSEGUITI

AFRICA Scuole per l'africa. Campagna Scuole per l'africa. Adottiamo un progetto SCUOLA REPORT DI PROGETTO RISULTATI CONSEGUITI Adottiamo un progetto SCUOLA AFRICA Scuole per l'africa UNICEF/NYHQ2007-1344/Pirozzi Campagna Scuole per l'africa REPORT DI PROGETTO RISULTATI CONSEGUITI Campagna Scuole per l'africa REPORT DI PROGETTO:

Dettagli

COOPERAZIONE DIRITTI SVILUPPO GIUSTIZIA EDUCAZIONE GENERE AUTONOMIA ECONOMIA AMBIENTE CAPACITÀ RISPETTO CULTURE COMUNITÀ SOSTENIBILITÀ CITTADINANZA

COOPERAZIONE DIRITTI SVILUPPO GIUSTIZIA EDUCAZIONE GENERE AUTONOMIA ECONOMIA AMBIENTE CAPACITÀ RISPETTO CULTURE COMUNITÀ SOSTENIBILITÀ CITTADINANZA COOPERAZIONE DIRITTI SVILUPPO GIUSTIZIA EDUCAZIONE GENERE AUTONOMIA ECONOMIA AMBIENTE CAPACITÀ RISPETTO CULTURE COMUNITÀ SOSTENIBILITÀ CITTADINANZA SCAMBIO ARIA ACQUA TERRA CAMBIAMENTO SOVRANITÀ ALIMENTARE

Dettagli

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA CITTADINANZA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE prende coscienza della propria persona ed impara ad averne cura prende coscienza degli altri bambini e impara a lavorare

Dettagli

PROGETTI INTERNAZIONALI PER COSTRUIRE SOLIDARIETÀ

PROGETTI INTERNAZIONALI PER COSTRUIRE SOLIDARIETÀ CARITAS DIOCESANA RIMINI PROGETTI INTERNAZIONALI PER COSTRUIRE SOLIDARIETÀ Ogni progetto deve diventare un percorso di solidarietà. La realizzazione dei progetti è una strada lungo la quale promuovere

Dettagli

MANIFESTO dei Gruppi di Volontariato Vincenziano di Milano - AIC Italia (versione analitica) I principi fondamentali

MANIFESTO dei Gruppi di Volontariato Vincenziano di Milano - AIC Italia (versione analitica) I principi fondamentali MANIFESTO dei Gruppi di Volontariato Vincenziano di Milano - AIC Italia (versione analitica) I principi fondamentali La nostra identità si basa sulla coerenza con il progetto fondamentale di San Vincenzo

Dettagli

Ricordo che nel 2010 la Vice Presidente Reding ha presentato. il "Programma dell'ue per i diritti dei minori" in cui si

Ricordo che nel 2010 la Vice Presidente Reding ha presentato. il Programma dell'ue per i diritti dei minori in cui si 7th European Forum on the Rights of the Child Brussels, 13-14 November 2012 ****** Ricordo che nel 2010 la Vice Presidente Reding ha presentato il "Programma dell'ue per i diritti dei minori" in cui si

Dettagli

All'origine del fenomeno si trovano un insieme di fattori che riguardano:

All'origine del fenomeno si trovano un insieme di fattori che riguardano: Scheda di sintesi Rapporto di ricerca Il matrimonio forzato in Italia: conoscere, riflettere, proporre Come costruire una stima del numero delle donne e bambine vittime in Italia di matrimoni forzati e

Dettagli

Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia

Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia Foto Settimio Benedusi 2 a edizione giovedì 20 novembre 2014 Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia Iniziativa nazionale di sensibilizzazione sui diritti dei bambini e raccolta di farmaci da banco

Dettagli

La funzione dei centri antiviolenza e il loro osservatorio: il sostegno del bambino coinvolto nel percorso di protezione assieme alla madre A cura di Centri antiviolenza Demetra, Linea RosaeSos Donna Formazione

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il progetto: CONGREGAZIONE SUORE ORSOLINE DEL SACRO CUORE DI MARIA Codice di accreditamento: NZ00039 Albo e classe

Dettagli

Diventa ambasciatore dei diritti dei bambini! Partner istituzionali Iniziativa realizzata con Grazie a

Diventa ambasciatore dei diritti dei bambini! Partner istituzionali Iniziativa realizzata con Grazie a Con il Patrocinio di: Presidenza del Consiglio dei Ministri Regione Campania Regione Emilia Romagna Regione Lazio Regione Liguria Regione Lombardia Regione Piemonte Regione Puglia Regione Sardegna Regione

Dettagli

Rapporto UNICEF sulla condizione dell'infanzia nel mondo 2006 - "Esclusi e invisibili"

Rapporto UNICEF sulla condizione dell'infanzia nel mondo 2006 - Esclusi e invisibili Rapporto UNICEF sulla condizione dell'infanzia nel mondo 2006 - "Esclusi e invisibili" Un'infanzia che non riceve aiuto: sono milioni i bambini invisibili Londra/Roma, 14 dicembre 2005 - Centinaia di milioni

Dettagli

SCHEDA 1 L ASSOCIAZIONE

SCHEDA 1 L ASSOCIAZIONE SCHEDA 1 L ASSOCIAZIONE L associazione Fabbrica dei Sogni si può definire come il punto di arrivo di un percorso iniziato nell anno 2000 all interno della Comunità del Centro giovanile S. Giorgio di Bergamo,

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

La speranza di vita alla nascita passerà da 51,5 a 47,1 anni nel 2010. Sarebbe invece salita a 61,4 anni in assenza della sindrome.

La speranza di vita alla nascita passerà da 51,5 a 47,1 anni nel 2010. Sarebbe invece salita a 61,4 anni in assenza della sindrome. Realizzazione di un Laboratorio di Diagnostica avanzata nella città di Nampula in Mozambico nel quadro di un Programma di prevenzione e lotta all AIDS PROGETTO - NOTIZIE - COME ADERIRE E RIFERIMENTI PER

Dettagli

ADOZIONI A DISTANZA India

ADOZIONI A DISTANZA India ADOZIONI A DISTANZA India Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

IV International Media Forum On the Protection of Nature

IV International Media Forum On the Protection of Nature IV International Media Forum On the Protection of Nature "Protection of Nature, Protection of Health" Roma, 4-7 Ottobre 2006 Carlotta Sami Direttrice dei Programmi, Save the Children Italia Chi siamo Save

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

DECISIONE N.7/14 PREVENZIONE E LOTTA ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

DECISIONE N.7/14 PREVENZIONE E LOTTA ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE MC.DEC/7/14/Corr.1 1 Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa Consiglio dei ministri Basilea 2014 ITALIAN Original: ENGLISH Secondo giorno della ventunesima Riunione Giornale MC(21)

Dettagli

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM Associazione FA.T.A. Onlus FA.T.A. FAmiglie Temporanea Accoglienza (www.fataonlus.org) ospita e sostiene bambini e adolescenti che il Tribunale dei Minori allontana dalla famiglia per disagio. L Associazione

Dettagli

Osservatorio sulle Differenze

Osservatorio sulle Differenze Comune di Bologna Assessorato scuola, formazione e Politiche delle differenze Osservatorio sulle Differenze Sintesi della ricerca: L integrazione scolastica delle seconde generazioni di stranieri nelle

Dettagli

SOSTEGNO A DISTANZA Ente promotore: Centro Missionario Diocesano - Vigevano

SOSTEGNO A DISTANZA Ente promotore: Centro Missionario Diocesano - Vigevano ASIA INDIA - SOSTEGNO A DISTANZA Ente promotore: Centro Missionario Diocesano - Vigevano Assicura il mantenimento di una bambina proveniente dai bassifondi della città, con un contributo continuativo da

Dettagli

a favore Un testamento dei poveri

a favore Un testamento dei poveri a favore Un testamento dei poveri Un segno concreto per tutti i poveri Un testamento, perché? Un testamento sono le ultime parole, quelle decisive di una vita, quelle che fanno la differenza, quelle che

Dettagli

IL NOCE Periodico dell Associazione di Volontariato IL NOCE

IL NOCE Periodico dell Associazione di Volontariato IL NOCE IL NOCE, periodico dell Associazione di volontariato Il Noce - Dir.Resp. :Luigi Piccoli Anno XXI n. 48 - Aut.Trib. Pordenone del 6 aprile 2000 - Spediz. in abbon. Postale - art. 2 comma 20/c, legge 662/96

Dettagli

Entra nella mia vita.

Entra nella mia vita. Entra nella mia vita. Cambiala. Il diritto di essere bambini. Perché tutti i bambini abbiano salute, istruzione e amore. Ogni giorno. Una campagna promossa da 2 Da quando siamo nati abbiamo imparato tante

Dettagli

Questa agenda è il segno di un aiuto concreto alla popolazione del Sahel, una regione dell Africa Occidentale dove la siccità e l aumento dei prezzi

Questa agenda è il segno di un aiuto concreto alla popolazione del Sahel, una regione dell Africa Occidentale dove la siccità e l aumento dei prezzi Questa agenda è il segno di un aiuto concreto alla popolazione del Sahel, una regione dell Africa Occidentale dove la siccità e l aumento dei prezzi del cibo hanno determinato una grave crisi alimentare.

Dettagli

BOMBONIERE SOLIDALI DI FATA Nella gioia uno sguardo agli altri

BOMBONIERE SOLIDALI DI FATA Nella gioia uno sguardo agli altri BOMBONIERE SOLIDALI DI FATA Nella gioia uno sguardo agli altri FATA ONLUS nasce nel 1999 a Cesano Boscone (MI) da un gruppo di famiglie che hanno fatto della loro esperienza diretta in tema di affido una

Dettagli

AUDIZIONE VM PISTELLI MARTEDÌ 22 LUGLIO 2014, BRUXELLES (COHAFA)

AUDIZIONE VM PISTELLI MARTEDÌ 22 LUGLIO 2014, BRUXELLES (COHAFA) AUDIZIONE VM PISTELLI MARTEDÌ 22 LUGLIO 2014, BRUXELLES PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA PER IL SEMESTRE DI PRESIDENZA ITALIANA DEL GRUPPO DI LAVORO SULL AIUTO UMANITARIO (COHAFA) Spunti di intervento 1 INTRODUZIONE

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L E

M G I U S T I Z I A N O R I L E M G I U S T I Z I A N O R I L E L applicazione della Legge 4 maggio 1983 n. 184 Disciplina dell adozione e dell affidamento dei minori negli anni 1993-1999 Analisi statistica A cura del Servizio Statistico

Dettagli

PROGETTO ADOZIONI INTERNAZIONALI A DISTANZA ITALIA UGANDA GUIDA PER I SOSTENITORI

PROGETTO ADOZIONI INTERNAZIONALI A DISTANZA ITALIA UGANDA GUIDA PER I SOSTENITORI PROGETTO ADOZIONI INTERNAZIONALI A DISTANZA ITALIA UGANDA GUIDA PER I SOSTENITORI Premessa L Uganda è il secondo Paese, in ordine cronologico, con cui Idee Migranti ha costruito rapporti di cooperazione.

Dettagli

Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi tramite sms solidale a sostegno della campagna Operazione Fame

Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi tramite sms solidale a sostegno della campagna Operazione Fame Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi tramite sms solidale a sostegno della campagna Operazione Fame Milano, giugno 2010 ActionAid ActionAid, organizzazione indipendente impegnata nella lotta

Dettagli

L IMPEGNO DELL ITALIA PER I DIRITTI DI BAMBINI, ADOLESCENTI E GIOVANI

L IMPEGNO DELL ITALIA PER I DIRITTI DI BAMBINI, ADOLESCENTI E GIOVANI L IMPEGNO DELL ITALIA PER I DIRITTI DI BAMBINI, ADOLESCENTI E GIOVANI La tutela e la promozione dei diritti dei minori nel mondo sono la strada obbligata per la crescita dei Paesi in Via di Sviluppo e

Dettagli

Centro Missionario Diocesano - Trento. Alla ricerca del bene comune. Crescere insieme oltre le visioni parziali. I.R.

Centro Missionario Diocesano - Trento. Alla ricerca del bene comune. Crescere insieme oltre le visioni parziali. I.R. Centro Missionario Diocesano - Trento I.R. Alla ricerca del bene comune. Crescere insieme oltre le visioni parziali. Progetto Anno Pastorale 2008/2009 ALLA RICERCA DEL BENE COMUNE! Ma cos è questo bene

Dettagli

Tre PROGETTI per HAITI

Tre PROGETTI per HAITI Tre PROGETTI per HAITI EMERGENZA HAITI p. 2 SAINT CHARLE A CROIX DES BOUQUES PROGETTO SOSTEGNO SCUOLA PRIMARIA p. 3 DAJABON PROGETTO CASA FAMIGLIA PER BAMBINI ORFANI p. 4 LÉ0GANE PROGETTO RICOSTRUZIONE

Dettagli

La violenza assistita e la rete dei Servizi attivi: dalla normativa all azione sul territorio

La violenza assistita e la rete dei Servizi attivi: dalla normativa all azione sul territorio La violenza assistita e la rete dei Servizi attivi: dalla normativa all azione sul territorio Martina Zorz Assistente Sociale Comune di Locate Varesino martedì 28 Aprile 2015 I DATI Rete interprovinciale

Dettagli

Servizi sociali per i bambini di strada Centro Diurno Don Bosco. Tirana. Albania

Servizi sociali per i bambini di strada Centro Diurno Don Bosco. Tirana. Albania FONDAZIONE DON BOSCO NEL MONDO - Via della Pisana, 1111 00163 Roma CF. 97210180580 - Tel. 06 65612663 Fax 06.65612010 - E-Mail donbosconelmondo@sdb.org Servizi sociali per i bambini di strada Centro Diurno

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

OSSERVATORIO NINNA HO. Dati sul fenomeno dei bambini non riconosciuti alla nascita

OSSERVATORIO NINNA HO. Dati sul fenomeno dei bambini non riconosciuti alla nascita OSSERVATORIO NINNA HO Dati sul fenomeno dei bambini non riconosciuti alla nascita Dati sul fenomeno dei bambini non riconosciuti alla nascita - OSSERVATORIO NINNA HO Il Progetto ninna ho, voluto dalla

Dettagli

Progetto LE DONNE DI BUTARE RWANDA. Rapporto della missione (24/11/2013 08/12/2013) UMUBYEYI MWIZA ONLUS e ROMAMULTISERVIZI SPA

Progetto LE DONNE DI BUTARE RWANDA. Rapporto della missione (24/11/2013 08/12/2013) UMUBYEYI MWIZA ONLUS e ROMAMULTISERVIZI SPA Progetto LE DONNE DI BUTARE RWANDA Rapporto della missione (24/11/2013 08/12/2013) UMUBYEYI MWIZA ONLUS e ROMAMULTISERVIZI SPA Umubyeyi Mwiza è una espressione della lingua kinyarwanda che può essere tradotto

Dettagli

Scuole per. l Africa. Uniti per i bambini

Scuole per. l Africa. Uniti per i bambini Scuole per l Africa Uniti per i bambini Nell Africa Subsahariana un bambino su tre si vede negato il diritto fondamentale ad andare a scuola e rimane intrappolato in un circolo vizioso di povertà, discriminazione

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Anthony Lake Direttore Generale UNICEF

Anthony Lake Direttore Generale UNICEF 5 ANNI DI GUERRA IN SIRIA NESSUN LUOGO SICURO PER I BAMBINI La crisi in numeri L impatto di 5 ANNI DI GUERRA sui bambini siriani e la loro infanzia 5 ANNI: UN ETÀ CRUCIALE PER UN BAMBINO Per i 3,7 milioni

Dettagli

ASSOCIAZIONE PROGETTO CASA VERDE Via Scido 104-00118 Morena, ROMA ATTIVITA REALIZZATE DALL ASSOCIAZIONE NELL ANNO 2012

ASSOCIAZIONE PROGETTO CASA VERDE Via Scido 104-00118 Morena, ROMA ATTIVITA REALIZZATE DALL ASSOCIAZIONE NELL ANNO 2012 ASSOCIAZIONE PROGETTO CASA VERDE Via Scido 104-00118 Morena, ROMA ATTIVITA REALIZZATE DALL ASSOCIAZIONE NELL ANNO 2012 1 PRESENTAZIONE Stiamo vivendo il nostro 23 anno di vita, e siamo quindi ben oltre

Dettagli

Cosa chiede ActionAid al governo italiano?

Cosa chiede ActionAid al governo italiano? Afghanistan e diritti delle donne: domande e risposte Cosa chiede ActionAid al governo italiano? La fase di transizione che prevede il progressivo ritiro delle truppe internazionali è cominciata nel 2011

Dettagli

PROGETTO RAGAZZE MADRI DI GOMA Maison Margherita

PROGETTO RAGAZZE MADRI DI GOMA Maison Margherita PROGETTO RAGAZZE MADRI DI GOMA Maison Margherita 1. Introduzione 1.1. Titolo del progetto : Realizzazione di un Centro di accoglienza e di sostegno psico -sociale per ragazze vulnerabili(vittime di violenza

Dettagli

Progetto Scuole Catalogo proposte 2011/2012

Progetto Scuole Catalogo proposte 2011/2012 Progetto Scuole Catalogo proposte 2011/2012 DC.DP.00.36 Fondazione aiutare i bambini Onlus Via Ronchi, 17-20134 Milano - Tel. 02 70.60.35.30 Email: info@aiutareibambini.it - www.aiutareibambini.it Fondazione

Dettagli

prefazione Per un organizzazione si tratta di un compito difficile, ma allo stesso tempo importante e gratificante.

prefazione Per un organizzazione si tratta di un compito difficile, ma allo stesso tempo importante e gratificante. chi siamo prefazione L età adulta è lo specchio della nostra infanzia. Infanzia che può diventare un aiuto o un ostacolo, nella vita futura. Quali possono essere le basi per il nostro sviluppo futuro,

Dettagli

La casa delle donne India

La casa delle donne India La casa delle donne India Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il Sole Onlus Il suo obiettivo è, fin da subito, di garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

Grazie per l attenzione che riserverai alla lettura di questi messaggi, al di là di quello che potrai poi fare.

Grazie per l attenzione che riserverai alla lettura di questi messaggi, al di là di quello che potrai poi fare. FONDAZIONE GEDAMA onlus organizzazione non lucrativa di utilità sociale - Iscritta nel Registro Prefettizio delle Persone Giuridiche della Prefettura di Bergamo al n. 17 della parte 1^ ( parte generale)

Dettagli