RD Pali Swiss S.a.g.l.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RD Pali Swiss S.a.g.l."

Transcript

1 RD Pali Swiss S.a.g.l. consolidamento e stabilizzazione dei terreni micropali - tiranti - pali trivellati di grande diametro - diaframmi - jet grouting La Rd Pali Swiss Sagl nasce nel 2013 come filiale della ditta omonima con sede in Italia, costituita nel 2003 dall unione di persone con pluriennale esperienza nel campo della progettazione ed esecuzione di fondazioni speciali. L impresa opera con proprie attrezzature, effettuando indagini geognostiche ed opere di consolidamento del terreno. Coerentemente con la convinzione che eseguire correttamente una fondazione speciale presuppone un adeguata conoscenza del terreno e delle tecniche di perforazione, il nostro Ufficio Tecnico, composto da uno staff altamente qualificato, segue le problematiche legate alla geologia e alla geotecnica lungo le varie fasi, dalla valutazione di fattibilità alla redazione degli elementi esecutivi ed alle prove di collaudo, con l obiettivo costante di sviluppare soluzioni che ottimizzino tecnicamente ed economicamente ogni intervento, garantendo al cliente una soluzione dai tempi e dai costi certi. Soprattutto nel caso di lavori complessi, quali interventi in terreni problematici o scavi sotto la quota di falda, la garanzia di buona riuscita dipende da un approccio progettuale che tenga conto anche delle difficoltà esecutive e semplifichi al massimo i processi costruttivi. Grazie al costante impegno ed alla solida collaborazione con progettisti affermati in campo geotecnico, abbiamo realizzato con successo diversi interventi che presentavano problematiche complesse ed a prima vista difficilmente risolvibili. La nostra esperienza nel campo è a disposizione dei progettisti che vogliono verificare l efficacia della loro soluzione e di quanti debbano confrontarsi con problematiche di fondazione e consolidamento del terreno. Pagina 1 - Curriculum RD PALI

2 ELENCO ATTREZZATURE DI NOSTRA PROPRIETA Perforatrice idraulica Casagrande B125 KRC. Scavatore attrezzato con Kelly idraulico in grado di scavare diaframmi in cemento armato con spessori da 40 a 100 cm e profondità fino a 28 m. Perforatrice idraulica Casagrande C7. E stata progettata per i lavori gravosi assicurando caratteristiche di robustezza, affidabilità e versatilità. È idonea per eseguire ancoraggi, tiranti e micropali ed è particolarmente adatta al jet grouting; il mast nella versione lunga munito di prolunghe permette di perforare fino a 24 m con un singolo passaggio. Grazie al sistema di articolazione, la C7 raggiungere le posizioni estreme come la posizione Front The Wall e il brandeggio a ± 95 per consentire il lavoro in spazi estremamente ridotti. Le soluzioni adottate rendono la C7 altamente manovrabile e facile da posizionare in spazi angusti. Pagina 2 - Curriculum RD PALI

3 Perforatrice idraulica Casagrande C6. Rappresenta la macchina di punta della gamma di macchine per la piccola perforazione. E una macchina versatile e garantisce alte prestazioni sia nella realizzazione di micropali, così come nei lavori di ancoraggio e sondaggio che in quella dei jet grouting. L ampio arco di movimentazioni le consente di ottenere sempre la posizione di lavoro ottimale, anche negli spazi più angusti. Perforatrice idraulica Comacchio MC 400. Perforatrice idraulica di piccole dimensioni ed altezza ridotta, con centrale separata, appositamente studiata per lavorare in spazi ristretti e di difficile accesso. Pagina 3 - Curriculum RD PALI

4 Unità di perforazione idraulica Marini ID 160: testa di rotazione idraulica montata su slitta, per l esecuzione di fori con diametro fino a 4, adatta al lavoro in parete o su piani a pendenza elevata. Grù Locatelli GRIL 827. E una gru semovente fuoristrada, diesel, idraulica e completamente girevole montata su un carro speciale a quattro ruote motrici, costruito in acciaio ad alta resistenza per servizio pesante con caratteristiche di notevole manovrabilità quando impiegata in spazi ristretti. Compressore Atlas XAHS 306 Md e compressore Atlas XAHS 416 Md. Azionati da motori Deutz, rappresentano la più affidabile fonte di aria compressa per l azionamento delle attrezzature pneumatiche; grazie all elevata portata d aria (18 e 21 mc/min) sono adatti alla perforazione fino a profondità elevata. Pagina 4 - Curriculum RD PALI

5 PRINCIPALI LAVORI SVOLTI NEL CAMPO DELLA GEOLOGIA TECNICA E DELLE FONDAZIONI PROFONDE NEGLI ULTIMI ANNI Data Aprile oggi Committente Edil Finazzi srl Ubicazione del cantiere Via Moscova 38 - Milano Progetto Realizzazione di un nuovo complesso residenziale con tre piani interrati Descrizione delle opere Opera di realizzazione particolarmente difficoltosa, sia per la collocazione ambientale che per la particolarità della struttura. Il cantiere è ubicato nel centro della città e prevede lo scavo di 3 piani interrati fino alla profondità di 12 m dalla quota di via Moscova, in un area circondata da edifici multipiano in contesto storico. I micropali sono stati realizzati in spazi di difficile accesso; l impossibilità di realizzare tiranti di contrasto ha richiesto l imposta di una struttura realizzata con travi in acciaio (IPE 600) e puntoni trasversali con luce fino a 9 m. Tutte le opere speciali sono state realizzate nel rispetto delle tempistiche richieste dal committente. Importo dei lavori ,00 Pagina 5 - Curriculum RD PALI

6 Data Luglio oggi Committente Ediltecno Restauri srl Ubicazione del cantiere Via Filippetti Milano Progetto Realizzazione dei nuovi uffici, laboratori e magazzini della nuova sede di Rolex Italia spa Descrizione delle opere L intervento ha richiesto la realizzazione di opere di presidio dello scavo per la formazione dei piani interrati (profondità fino a 8 m), oltre alla formazione dei pali di fondazione della nuova struttura, con diametri di 220 e 300 mm e profondità fino a 28 m. In totale sono stati realizzati circa m tra micropali e tiranti e mq di diaframmi in c.a. Importo dei lavori ,00 Pagina 6 - Curriculum RD PALI

7 Data Settembre 2013 febbraio 2014 Committente Trafilerie Carlo Gnutti S.p.a. Ubicazione del cantiere Via San Bernardino Chiari (Bs) Progetto Nuovo impianto di depurazione acque prima pioggia Descrizione delle opere Berlinese di micropali con 2 ordini di tiranti, utilizzata per il presidio di uno scavo con profondità di 10 m dal p.c. Importo dei lavori ,00 Pagina 7 - Curriculum RD PALI

8 Data Febbraio 2013 Dicembre 2013 Committente Fedrigoli Costruzioni spa Ubicazione del cantiere Via Bissolati Brescia Progetto Realizzazione della nuova piastra multifunzionale per l ospedale Poliambulanza Descrizione delle opere Per il presidio dei fronti di scavo sono stati realizzati diaframmi in c.a. intirantati; le opere di fondazione della struttura hanno richiesto l imposta di circa m di pali ad elica continua diam. 500 mm. Importo dei lavori ,00 Pagina 8 - Curriculum RD PALI

9 Data Maggio 2012 Gennaio 2013 Committente I.T.I. S.p.a. (MO) Autorità Portuale di Savona Ubicazione del cantiere Porto di Savona) Progetto Nuova sede dell Autorità Portuale di Savona Descrizione delle opere Realizzazione di una berlinese di micropali per il presidio dei binari ferroviari; realizzazione di m di pali trivellati 800 mm con lunghezza da 28 a 32 m per la fondazione dell edificio e del ponte sulla ferrovia, collaudati con prove di carico statiche a 250 t. Parte dei pali sono stati trivellati all interno di una vecchia scogliera di massi ciclopici presente da 3 a 12 m di profondità. Importo dei lavori ,00 Pagina 9 - Curriculum RD PALI

10 Data Novembre 2011 Marzo 2012 Committente Quinto Piano srl Ubicazione del cantiere Via Vallecamonica Brescia (Bs) Progetto Nuovo insediamento commerciale e residenziale Descrizione delle opere Realizzazione di circa m di micropali con tiranti provvisionali per il contenimento di un fronte di scavo con altezza fino a 8.5 m per la realizzazione di una nuova palazzina abitativa. Importo dei lavori ,00 Pagina 10 - Curriculum RD PALI

11 Pagina 11 - Curriculum RD PALI

12 Data Marzo 2012 Maggio 2012 Committente Flli Baraldi S.p.a. Ubicazione del cantiere Via Bergognone Milano (Mi) Progetto Nuova sede Giorgio Armani S.p.a. Descrizione delle opere Formazione di una berlinese per il presidio di fronti di scavo - realizzazione di m di micropali con puntoni inclinati di contrasto. Importo dei lavori ,00 Data Marzo 2010 Marzo 2012 Committente Edilgamma s.r.l. Amministrazione comunale di Bergamo Ubicazione del cantiere Via Quarenghi Bergamo (Bg) Progetto Riqualificazione ed ampliamento di un edificio esistente in edilizia convenzionata (appalto pubblico) Descrizione delle opere Realizzazione di una paratia in c.a. (diaframmi e tiranti) e di una berlinese di micropali per il contenimento di un fronte di scavo con altezza di 8 m; il cantiere, ubicato in un area ad elevata antropizzazione (nucleo storico della città di Bergamo), ha richiesto la formazione di circa mq di diaframmi in c.a. da 60 cm e di circa m tra micropali e tiranti. Nonostante le elevate difficoltà logistiche, tutte le fasi lavorative sono state terminate nei tempi richiesti dalla D.L. Importo dei lavori ,00 Pagina 12 - Curriculum RD PALI

13 Pagina 13 - Curriculum RD PALI

14 Data Agosto 2012 Febbraio 2013 Committente Amministrazione Comunale di Lumezzane Ubicazione del cantiere Lumezzane via Rossaghe Progetto Messa in sicurezza del lato meridionale del campo sportivo di Rossaghe Descrizione delle opere Realizzazione di circa m di micropali 200 mm, profondi fino a 15 m, in zona di difficile agibilità; esecuzione delle travi di fondazione e delle murature di contenimento, ripristino di muri controterra lesionati. Importo dei lavori ,00 Pagina 14 - Curriculum RD PALI

15 Data Febbraio 2012 Maggio 2012 Committente Ediltre s.r.l. Berlucchi s.p.a. Ubicazione del cantiere Castagneto Carducci località Caccia al Piano Progetto Nuova cantina enologica podere Caccia al Piano Descrizione delle opere Realizzazione di una paratia in c.a. di circa mq con tiranti per il contenimento di un fronte di scavo con altezza di 7 m. Importo dei lavori ,00 Data Ottobre 2011 Marzo 2012 Committente Gencantieri S.p.a. Syndial S.p.a. Ubicazione del cantiere Cengio (SV) Progetto Bonifica delle aree golenali nell area Ex ACNA Descrizione delle opere Realizzazione di una berlinese di pali trivellati mm. L intervento ha richiesto l esecuzione di circa m di pali con lunghezza fino a 12 m immorsati nel substrato roccioso per 3 m, collaudati con prove sismiche down - hole Importo dei lavori ,00 Pagina 15 - Curriculum RD PALI

16 Data Novembre- Dicembre 2011 Committente Amministrazione Comunale di Lumezzane (BS) Ubicazione del cantiere Lumezzane (BS) Progetto Consolidamento di un versante in frana Descrizione delle opere Consolidamento di versante in frana messa in sicurezza di via S. Margherita. Sono stati realizzati circa 600 m di micropali in zona di difficile accessibilità; l intervento è stato completato con tecniche di ingegneria naturalistica, attraverso la formazione di gabbionate in legname con talee. Importo dei lavori ,00 Pagina 16 - Curriculum RD PALI

17 Data Novembre 2009 Febbraio 2012 Committente Raffmetal spa Ubicazione del cantiere Loc.Ferriera Casto (Bs) Progetto Ampliamento di un edificio industriale Descrizione delle opere Consolidamento di versante e realizzazione di una berlinesi di micropali intirantati. Sono stati realizzati m di micropali e m di tiranti a trefolo, con travi di ripartizione in profilato. Importo dei lavori ,00 Pagina 17 - Curriculum RD PALI

18 Data Luglio 2011 Dicembre 2011 Committente Palingeo srl Ubicazione del cantiere Casalgrasso (Cn) Progetto Costruzione di un impianto idroelettrico Descrizione delle opere E stata realizzata una paratia in c.a., impermeabilizzata con pile jet grouting a monte dei giunti e tappo di fondo, per la creazione del canale di adduzione e scarico della centrale. L intervento ha comportato la formazione di circa mq di pannelli di diaframma in c.a., dei quali circa mq formati a T, con spessore 800 mm, spinti fino alla profondità di 25 m all interno di terreni ghiaioso sabbiosi sotto il livello della falda freatica Importo dei lavori ,00 Pagina 18 - Curriculum RD PALI

19 Data Maggio 2011 Novembre 2011 Committente Conca Fiorita srl Ubicazione del cantiere Bergamo (Bg) Progetto Progettazione e realizzazione di un diaframma in c.a. con tiranti Descrizione delle opere La creazione di un interrato su 2 livelli ha richiesto la formazione di circa mq di pannelli di diaframma con spessore 60 cm e profondità fino a 15 m, accompagnati da m di tiranti a 3 e 5 trefoli, alcuni dei quali con iniezione multipla ed altri attrezzati con sistema TFEG. Importo dei lavori ,00 Pagina 19 - Curriculum RD PALI

20 Data Agosto 2010 Marzo 2011 Committente Parsis srl Ubicazione del cantiere Paratico (Bs) Progetto Costruzione di un ristorante ed un rimessaggio barche. Descrizione delle opere Sono stati realizzati circa mq di diaframmi in c.a, con spessore 50 cm e profondità 18 m, impermeabilizzati con pile jet a monte dei giunti e tappo di fondo per un area di mq. La quota di fondo scavo si trovava 6.50 m al di sotto del livello dell adiacente lago d Iseo; grazie alle opere di impermeabilizzazione è stato possibile realizzare lo scavo utilizzando 2 sole pompe per l aggottamento dell acqua, per una portata misurata minore di 60 l/min. Importo dei lavori ,00 Pagina 20 - Curriculum RD PALI

21 Pagina 21 - Curriculum RD PALI

22 Data Luglio 2010 Settembre 2010 Committente Castiglia Costruzioni srl Ubicazione del cantiere Quiliano (Sv) Progetto Nuovo polo logistico CONAD Descrizione delle opere Il progetto ha richiesto la progettazione e la realizzazione di circa 1700 pali vibroinfissi mm, con portata di 40 t e lunghezza di 13 m. Il collaudo è stato effettuato attraverso 7 prove di carico statiche spinte fino a 80 t, registrando un cedimento massimo di 2.82 mm (valore al carico massimo). Nel tempo di 3 mesi sono stati completati m di pali, nel rispetto dei tempi di consegna imposti dalla committenza. L utilizzo di pali vibroinfissi in luogo dei trivellati inizialmente in progetto ha consentito un risparmio del 50% sui costi delle fondazioni profonde. Importo dei lavori ,00 Pagina 22 - Curriculum RD PALI

23 Data Giugno 2009 Dicembre 2010 Committente CDS Costruzioni spa Ubicazione del cantiere Rozzano (Mi) Progetto Ampliamento del Centro Commerciale Fiordaliso Descrizione delle opere Sono stati realizzati circa pali vibroinfissi mm, per un totale di circa m; grazie all accurata campagna di indagini geognostiche ed alle diverse prove di carico condotte nei vari lotti del terreno interessato dall ampliamento, è stato possibile realizzare pali con portata fino a 60 t (SLU), con lunghezze variabili da 6 a 8 m. L ottimizzazione delle opere di fondazione ha consentito un contenimento dei costi pari al 40% circa rispetto alle ipotesi progettuali. Importo dei lavori ,00 Pagina 23 - Curriculum RD PALI

24 Data Aprile 2009 Settembre 2009 Committente Solis srl Ubicazione del cantiere Impruneta (Fi) Loc.Tavernuzze Progetto consolidamento di un versante in frana e presidio degli scavi per la realizzazione di un complesso artigianale. Descrizione delle opere E stata progettata e realizzata una berlinese di micropali che ha svolto la duplice funzione di stabilizzazione del versante (interessato da movimenti franosi in forma di colate di detrito) e di presidio dei fronti di scavo. In totale sono stati realizzati m di micropali e m di tiranti con relative travi di ripartizione. Il monitoraggio in corso d opera è stato eseguito attraverso l imposta di 6 inclinometri. Importo dei lavori ,00 Pagina 24 - Curriculum RD PALI

25 Data Gennaio 2009 Aprile 2010 Committente Interim srl Ubicazione del cantiere Bergamo via Bono area ex Cisalpina Progetto Nuovo complesso residenziale e commerciale Descrizione delle opere Per lo scavo dei 2 livelli interrati sono stati realizzati circa mq di diaframmi con spessore 80 cm e profondi 14 m; grazie all immorsamento nello strato basale dotato di elevata resistenza è stato possibile eseguire il lavoro senza tiranti, liberando il cantiere dalle servitù con le proprietà confinanti. Importo dei lavori ,00 Pagina 25 - Curriculum RD PALI

26 Pagina 26 - Curriculum RD PALI

27 Data Marzo 2009 Aprile 2009 Committente Impresa Paterlini e Tonolini Ubicazione del cantiere Brescia via Bissolati Progetto Ampliamento dell Ospedale Poliambulanza Descrizione delle opere Per la realizzazione dei locali interrati è stata realizzata una paratia di micropali intirantati; le opere di fondazione hanno richiesto l imposta di circa m di pali CFA (elica continua). L ottimizzazione del progetto, preceduta da un apposita campagna di indagini geognostiche e prove di carico statiche, ha permesso un risparmio del 25 % circa sui costi delle fondazioni profonde. Importo dei lavori ,00 Pagina 27 - Curriculum RD PALI

28 Data Giugno 2008 Ottobre 2010 Committente CDS Costruzioni spa Ubicazione del cantiere Brescia - Via Leonardo da Vinci Progetto Realizzazione di un parcheggio interrato multipiano Descrizione delle opere Per il presidio dei fronti di scavo sono stati realizzati circa mq di diaframmi in c.a. con spessore 50 e 60 cm, m di micropali disposti a berlinese e m tiranti fino a 6 trefoli. Importo dei lavori ,00 Pagina 28 - Curriculum RD PALI

29 Pagina 29 - Curriculum RD PALI

30 Pagina 30 - Curriculum RD PALI

31 Data Ottobre 2008 Gennaio 2011 Committente Impresa Zoppi srl / Impresa Rivarossi Ubicazione del cantiere Varazze (Sv) Progetto Sistemazione idraulica del Torrente Teiro e del Rio Arzocco Descrizione delle opere La copertura dell alveo del torrente ha richiesto la realizzazione di una berlinese di pali trivellati mm con profondità da 12 a 15 m, la cui perforazione è stata resa particolarmente difficoltosa dalla presenza di terreni con trovanti; per la sottofondazione delle pile esistenti sono state utilizzate colonne di jet grouting bifluido mm. Importo dei lavori ,00 Pagina 31 - Curriculum RD PALI

32 Data Novembre 2005 Marzo 2010 Committente Coopsette SCARL Ubicazione del cantiere Campione del Garda Tremosine (Bs) Progetto Riqualificazione del centro abitato Descrizione delle opere Il progetto, particolarmente articolato, ha richiesto l effettuazione di una campagna di indagini geognostiche, con prove in sito e di laboratorio e sondaggi da pontone; Le opere di presidio contemplavano circa m tra micropali e tiranti. Importo dei lavori ,00 Pagina 32 - Curriculum RD PALI

33 Pagina 33 - Curriculum RD PALI

34 Data Aprile 2008 Marzo 2009 Committente Impresa Calvetti srl Ubicazione del cantiere Milano via Timavo Progetto Nuovo complesso residenziale Descrizione delle opere E stato realizzato un diaframma in c.a. con spessore 60 cm e profondità fino a 24 m per la realizzazione di un interrato multipiano, accompagnato da 2 ordini di tiranti. La particolare collocazione del sito, in un terreno soggetto a bonifica ambientale, ha richiesto al gestione separata dei fanghi e delle risulte di scavo potenzialmente inquinate. Importo dei lavori ,00 Pagina 34 - Curriculum RD PALI

35 Data Luglio 2009 Novembre 2009 Committente Costruende srl Ubicazione del cantiere Diga di San Anna fiume Adda in località Fara Gera d Adda Progetto Riqualificazione centrale idroelettrica Descrizione delle opere Il lavoro ha richiesto al progettazione e la realizzazione di una paratia in c.a. sotto falda per lo scavo del corpo centrale e del canale di scarico in adiacenza al fiume Adda Importo dei lavori ,00 Pagina 35 - Curriculum RD PALI

36 Data Luglio 2005 Aprile 2006 Committente Atig Bresciana Costruzioni srl Ubicazione del cantiere Brescia Via Dalmazia Progetto sottopasso alla linea ferroviaria Brescia Iseo - Edolo Descrizione delle opere E stato realizzato un diaframma in c.a. con spessore 80 e 100 cm e profondità fino a 27 m per il presidio dei fronti di scavo destinati al successivo raccordo con il sottopasso inserito a spinta. Importo dei lavori ,00 Pagina 36 - Curriculum RD PALI

37 Data Novembre 2005 Febbraio 2006 Committente A.I.A. S.p.a. Ubicazione del cantiere Baveno (Vb) Progetto Ampliamento Hotel Ankara Descrizione delle opere E stata realizzata una berlinese di micropali per il sostegno di un fronte di scavo con altezza fino a 18 m, per un totale di circa m di micropali e m di tiranti a trefolo. Importo dei lavori ,00 Pagina 37 - Curriculum RD PALI

38 Data luglio 2004 maggio 2005 Committente Gnutti Bortolo srl Ubicazione del cantiere Lumezzane (BS) località Faidana Progetto Realizzazione di un complesso artigianale Descrizione delle opere Il lavoro ha richiesto al progettazione e la Direzione dei Lavori per la costruzione di una berlinese di micropali particolarmente impegnativa, sia per la considerevole altezza dello scavo (fino a 21 m) che per la presenza di terreni argillosi pervasi da venute di acqua. Importo dei lavori Indagini geognostiche e progettazione ,00; opere speciali ,00 Pagina 38 - Curriculum RD PALI

39 LAVORI IN PARETE: CONSOLIDAMENTO DI FRONTI ROCCIOSI, BARRIERE PARAMASSI E PARAVALANGHE La nostra impresa esegue, sia direttamente che in collaborazione con altre imprese specializzate del settore, lavori di consolidamento in parete o su versanti di difficile accesso ed elevata acclività. I lavori vengono eseguiti da personale qualificato adeguatamente formato e costantemente aggiornato per operare in condizioni particolarmente pericolose. Anno 2010: Cantiere di Toscolano Maderno (BS) parete chiodata con rete paramassi Pagina 39 - Curriculum RD PALI

40 Anno 2011: Cantiere di Pulciano rete armata paramassi ed ancoraggio muro in c.a. con barre auto perforanti Pagina 40 - Curriculum RD PALI

41 Anno 2012: Cantiere di Lumezzane (BS) chiodatura per il consolidamento di un muro in c.a. Anno 2012: Alta Valle Trompia (BS) consolidamento di un versante franoso Pagina 41 - Curriculum RD PALI

42 Pagina 42 - Curriculum RD PALI Anno 2011: Cantiere di Madonna di Campiglio reti da neve tipo DK4

43 Pagina 43 - Curriculum RD PALI Anno 2012: Cantiere di Madonna di Campiglio reti da neve tipo DK4

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE IG 01.001 IG 01.002 IG 01.003a Approntamento dell' attrezzatura di perforazione a rotazione compreso il carico e lo scarico e la revisione a fine lavori. Per ogni approntamento dellattrezzatura cad 667,35

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

GEOTECNICA. ing. Nunziante Squeglia 13. OPERE DI SOSTEGNO. Corso di Geotecnica Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Architettura

GEOTECNICA. ing. Nunziante Squeglia 13. OPERE DI SOSTEGNO. Corso di Geotecnica Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Architettura GEOTECNICA 13. OPERE DI SOSTEGNO DEFINIZIONI Opere di sostegno rigide: muri a gravità, a mensola, a contrafforti.. Opere di sostegno flessibili: palancole metalliche, diaframmi in cls (eventualmente con

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO «Quello Quello che per un uomo è "magia", per un altro è ingegneria». Robert Anson Heinlein ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA Corso di aggiornamento sulle Norme

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A.

AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A. AGGIORNAMENTO DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL S.U.A. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE P.R.G. VIGENTE In base alla tavola di Zonizzazione del P.R.G. vigente l area oggetto dell intervento è normata come

Dettagli

4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA

4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA 123 4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA Il presente esempio è finalizzato a guidare il progettista alla compilazione del SI-ERC per un edificio con struttura a telaio in CA per il quale è

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

codice descrizione un. mis. pr. unit.

codice descrizione un. mis. pr. unit. 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore con benna rovescia compreso manovratore, carburante, lubrificante, trasporto in loco ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego, della capacita' di m³ 0.500

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI:

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI: COMUNE DI FINALE EMILIA (Provincia di Modena) P.zza Verdi, 1 41034 Finale Emilia (Mo) Tel. 0535-788111 fa 0535-788130 Sito Internet: www.comunefinale.net SERVIZIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA AUTOCALCOLO

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

Circolare 2 febbraio 2009, n. 617 - Istruzioni per l applicazione delle Nuove norme tecniche per le costruzioni di cui al D.M.

Circolare 2 febbraio 2009, n. 617 - Istruzioni per l applicazione delle Nuove norme tecniche per le costruzioni di cui al D.M. Circolare 2 febbraio 2009, n. 617 - Istruzioni per l applicazione delle Nuove norme tecniche per le costruzioni di cui al D.M. 14 gennaio 2008 Con decreto ministeriale 14 gennaio 2008, pubblicato nella

Dettagli

Carichi unitari. Dimensionamento delle sezioni e verifica di massima. Dimensionamento travi a spessore. Altri carichi unitari. Esempio.

Carichi unitari. Dimensionamento delle sezioni e verifica di massima. Dimensionamento travi a spessore. Altri carichi unitari. Esempio. Carichi unitari delle sezioni e verifica di massima Una volta definito lo spessore, si possono calcolare i carichi unitari (k/m ) Solaio del piano tipo Solaio di copertura Solaio torrino scala Sbalzo piano

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II AGGIORNAMENTO 12/12/2014 Fondazioni dirette e indirette Le strutture di fondazione trasmettono

Dettagli

Norme Tecniche per il Progetto Sismico di Opere di Fondazione e di Sostegno dei Terreni

Norme Tecniche per il Progetto Sismico di Opere di Fondazione e di Sostegno dei Terreni 1/58 ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Corso di aggiornamento professionale Dott. Ing. Giulio Pandini IX Corso Università degli Studi di Bergamo - Facoltà di Ingegneria Dalmine 21 novembre

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE TOP SOL TOP BRIDGE E S S E D I V I S I O N E INFRASTRUTTURE E D INF IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI giulianedmp SOLUZIONI COSTRUTTIVE PER L EDILIZIA giulianedmp TOP SOL / TOP BRIDGE Impalcati

Dettagli

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 presentazione FPA PROGETTI SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 1 1. DATI SOCIETÀ FPA PROGETTI SRL SEDE IN MILANO VIA PALMANOVA 24 20132 TEL.02/2360126 02/26681716

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI pag. 2 Nr. 1 CHIUSURA MASSICCIATA STRADALE eseguita con fornitura e messa in opera di materiale D.0001.3 di saturazione formato esclusivamente con pietrisco minuto di cava dello spessore di mm 0-2, rispondente

Dettagli

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO OGGETTO : PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO PER L AREA D1 DELLA ZONA P1.8 DEL P.R.G.C. RIF. CATASTALI : FOGLIO 26 MAPP.NN.232(ex36/a), 233(ex37/a, 112, 130, 136, 171,

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

DEMOLIZIONE EDIFICI RAFFORZAMENTI E PUNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OPERE ADIACENTI

DEMOLIZIONE EDIFICI RAFFORZAMENTI E PUNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OPERE ADIACENTI DEMOLIZIONE EDIFICI 1. DEMOLIZIONI MANUALI E1 DEMOLIZIONI STRUTTURE RAFFORZAMENTI E UNTELLAMENTI (RISANAMENTI) DISTACCO OERE ADIACENTI DEMOLIZIONE VOLTE; DEMOLIZIONE SOLAI IN LEGNO; DEMOLIZIONE SOLAI LATERO-

Dettagli

4.1 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. 7.4 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO..

4.1 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. 7.4 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. E. Cosenza NORME TECNICHE Costruzioni di calcestruzzo Edoardo Cosenza Dipartimento di Ingegneria Strutturale Università di Napoli Federico II 4.1 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. 7.4 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO..

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Allegato B COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa SETTORE 2 GESTIONE DEL TERRITORIO E DEL PATRIMONIO U.O. URBANISTICA EDILIZIA Modifica all Appendice 2 Schede norma dei comparti di trasformazione

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMO RESISTENTE A PETTINE Un elemento di calcestruzzo tra due fessure consecutive si può schematizzare come una mensola incastrata nel corrente

Dettagli

Costruzioni in legno: nuove prospettive

Costruzioni in legno: nuove prospettive Costruzioni in legno: nuove prospettive STRUZION Il legno come materiale da costruzione: origini e declino Il legno, grazie alla sua diffusione e alle sue proprietà, ha rappresentato per millenni il materiale

Dettagli

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI PENDII NATURALI E ARTIFICIALI Classificazione del movimento, fattori instabilizzanti, indagini e controlli 04 Prof. Ing. Marco Favaretti Università di Padova Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840 Assessorat des Ouvrages Publics de la protection des sols et du logement public Assessorato Opere Pubbliche, Difesa del Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica Premessa Le fondamentali indicazioni riportate

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

COMPLESSO xxxxxxxxxxx

COMPLESSO xxxxxxxxxxx PROVE DI CARICO SU PALI E INDAGINI SIT COMPLESSO xxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx PROVE N 131/132/133/134/135 /FI 8, 9, 10, 11 Giugno 2009 Committente: Direttore Lavori: Relatore: xxxxxxxxxxxxxxxx

Dettagli

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar Pozzoli depurazione s.r.l. via M.Quadrio 11, 23022 Chiavenna SO P.IVA: 01263260133, REA: 61186, Telefono 0343 37475 (3

Dettagli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli ingegneri della Provincia Autonoma di Trento nell anno 2012, si propone quale traccia per la stesura del Certificato di

Dettagli

LEADER EUROPEO. Blocchi e Solai in Legno Cemento. Struttura antisismica testata e collaudata

LEADER EUROPEO. Blocchi e Solai in Legno Cemento. Struttura antisismica testata e collaudata LEADER EUROPEO Blocchi e Solai in Legno Cemento Struttura antisismica testata e collaudata Come da Linee Guida del Ministero LLPP Luglio 2011 TERREMOTO IN EMILIA 2012 Asilo a Ganaceto (MO) Intervento a

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790 SCHEDARIEPILOGATIVAINTERVENTO OPCMn.3779e3790 A)Caratteristicheedificio Esitodiagibilità: B-C (OPCM 3779) E (OPCM 3790) Superficielordacomplessivacoperta( 1 ) mqnum.dipiani Num.UnitàImmobiliaritotali B)Contributorichiestoaisensidi

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico I Parte I Introduzione 1 1 Introduzione... 1 2 Editor di... stile 1 Parte II Modello grafico 4 1 Intestazione... 4 2 Colonna... metrica 4 3 Litologia... 5 4 Descrizione... 5 5 Quota... 6 6 Percentuale...

Dettagli

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 n ordine codice descrizione un. mis. quantità pr. unit. importo 1 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3 INDICE 1. Recupero ambientale..pag.2 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale....3 M.F.G. service s.a.s. di A.L Incesso 1. Recupero ambientale Istanza di ampliamento di calcare Prima

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Barriere flessibili contro le frane superficiali di versante: la soluzione vantaggiosa contro i pericoli naturali.

Barriere flessibili contro le frane superficiali di versante: la soluzione vantaggiosa contro i pericoli naturali. Barriere flessibili contro le frane superficiali di versante: la soluzione vantaggiosa contro i pericoli naturali. Barriere flessibili di protezione contro le frane superficiali in pendii instabili: -

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

COMMISSARIO DELEGATO PER IL SUPERAMENTO EMERGENZA SITO "EX ECOLIBARNA"

COMMISSARIO DELEGATO PER IL SUPERAMENTO EMERGENZA SITO EX ECOLIBARNA Regione Piemonte Provincia di Alessandria Comune di Serravalle Scrivia COMMISSARIO DELEGATO PER IL SUPERAMENTO EMERGENZA SITO "E ECOLIBARNA" Progetto esecutivo di messa in sicurezza della falda sottostante

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA ISTITUTO DI EDILIZIA ISTITUTO DI SCIENZA E TECNICA DELLE COSTRUZIONI TESI

Dettagli

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA NTA di SUA di iniziativa privata SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA.. INDICE ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... pag. 2 ART. 2 ELABORATI DEL PIANO...» 2 ART. 3 DATI COMPLESSIVI DEL PIANO...» 2 ART.

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN PER SOLAI MONODIREZIONALI skyrail sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE w w w. g e o p l a s t. i t SOLAI 02 VISION Con la Sapienza di costruisce

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

ISOLATORI ELASTOMERICI. ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02

ISOLATORI ELASTOMERICI. ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02 ISOLATORI ELASTOMERICI ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02 INTRODUZIONE CERTIFICAZIONI Nel 1992 FIP Industriale ha ottenuto la certificazione CISQ-ICIM per il Sistema di Assicurazione Qualità in conformità

Dettagli

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6 Sistema FS Uno Istruzione di montaggio CONTENUTO Pagina 1 Generalità 2 2 Palificazione 3 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4 4 Elenco dei componenti 6 5 Rappresentazione esplosa del sistema

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO

ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO professione sicurezza ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO 2 Le norme applicabili sono previste nel Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro (Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81) Sicurezza sul lavoro

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net ........... COMUNITA' MONTANA MUGELLO Oggetto dei lavori: REALIZZAZIONE DI NUOVO LOCALE TECNICO - I DIACCI II LOTTO Progettista: Geom. Francesco Minniti COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 2 LOTTO - COMPUTO METRICO

Dettagli

Se son rose, fioriranno rosse

Se son rose, fioriranno rosse VISTI IN CANTIERE demolizione Se son rose, fioriranno rosse È iniziata la demolizione di un grande complesso industriale sito in Toscana da parte di Armofer. All opera il Volvo EC700B LC Maurizio Quaranta

Dettagli

A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000

A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000 Scheda n. 7 AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE A 2 A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000 Residenziale a blocco Superficie

Dettagli

Comune di Frascati Provincia di Roma RELAZIONE TECNICA. Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il

Comune di Frascati Provincia di Roma RELAZIONE TECNICA. Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il Comune di Frascati Provincia di Roma pag. 1 RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il suo collegamento al collettore ACEA lungo Via Enrico Fermi.

Dettagli

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini CADUTE DALL ALTO CADUTE DALL ALTO DA STRUTTURE EDILI CADUTE DALL ALTO DA OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO PER APERTURE NEL VUOTO CADUTE DALL ALTO PER CEDIMENTI O CROLLI DEL TAVOLATO CADUTE DALL ALTO

Dettagli

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale Edizione Agosto 2006 Il grande cerchio per una protezione naturale FERRONDO -Innovazione astuto dinamico di valore Con un unico profilo FERRONDO GRANDE combina protezione dai rumori e Design. La sua forma

Dettagli

Antonello Aurigemma Assessore alle Politiche della Mobilità di Roma Capitale

Antonello Aurigemma Assessore alle Politiche della Mobilità di Roma Capitale Antonello Aurigemma Assessore alle Politiche della Mobilità di Roma Capitale La principale sfida che ci siamo trovati di fronte nel 2008, anno di insediamento della nuova Amministrazione Capitolina, è

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv )

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv ) SIVIERA GIREVOLE A RIBALTAMENTO IDRAULICO BREVETTATA TRASPORTABILE CON MULETTO MODELLO S.A.F.-SIV-R-G SIVIERA A RIBALTAMENTO MANUALE MODELLO S.A.F. SIV-R1-R2 1 DESCRIZIONE DELLA SIVIERA Si è sempre pensato

Dettagli

Valutazione della vulnerabilità e interventi per le costruzioni ad uso produttivo in zona sismica

Valutazione della vulnerabilità e interventi per le costruzioni ad uso produttivo in zona sismica Valutazione della vulnerabilità e interventi per le costruzioni ad uso produttivo in zona sismica 1 Ambito operativo e inquadramento normativo Tenuto conto del rilevante impatto che gli eventi sismici,

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO Gli impianti idroelettrici Iren Energia è la società del Gruppo Iren che opera nei settori della produzione e distribuzione di energia

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

(omissis) ALLEGATO 5 - NORME TECNICHE GENERALI. (omissis)

(omissis) ALLEGATO 5 - NORME TECNICHE GENERALI. (omissis) Deliberazione Comitato per la tutela delle acque dall'inquinamento 04.02.1977 Criteri, metodologie e norme tecniche generali di cui all'art. 2, lettere b), d) ed e), della legge 10 maggio 1976, n. 319,

Dettagli

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013 S T U D I O D I P R O G E T T A Z I O N E C I V I L E E D I N D U S T R I A L E D O T T. I N G. P R E T T O F L A V I O COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA Oggetto: SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici

Interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici Allegato 1 Interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici 1. Premessa 1.1 Ambito di applicazione ed efficacia. Ai sensi dell art. 9, comma 3, della legge regionale n. 19 del 2008,

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni)

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) S. BARTOLOMEO SP- 06 Progetto Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) All interno del perimetro del PAC devono essere realizzati/ceduti i seguenti servizi: a) S5g - Servizi per la balneazione

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS. Membrane impermeabilizzanti

MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS. Membrane impermeabilizzanti MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS Membrane impermeabilizzanti L L ERFLEX HELASTO M INERAL LIGHTERFLEX HELASTO LIGHTERFLEX HPCP SUPER

Dettagli

PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE

PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE CAPITOLO 7. 7. PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE BOZZA DI LAVORO Ottobre 2014 278 [BOZZA DI LAVORO OTTOBRE 2014] CAPITOLO 7 Il presente capitolo disciplina la progettazione e la costruzione delle nuove

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA 1 Realizzazione Parco Commerciale Osimo (AN) STRADA CLUENTINA 57/A 62100 MACERATA Indice INTRODUZIONE ALL INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli