SUGAR WORLD 2004 STRUMENTI PER IL MIGLIORAMENTO E IL CONSOLIDAMENTO DELLE RESE IN BIETICOLTURA: ASPETI TECNICO- ECONOMICI DELL IRRIGAZIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SUGAR WORLD 2004 STRUMENTI PER IL MIGLIORAMENTO E IL CONSOLIDAMENTO DELLE RESE IN BIETICOLTURA: ASPETI TECNICO- ECONOMICI DELL IRRIGAZIONE"

Transcript

1 SUGAR WORLD 2004 STRUMENTI PER IL MIGLIORAMENTO E IL CONSOLIDAMENTO DELLE RESE IN BIETICOLTURA: ASPETI TECNICO- ECONOMICI DELL IRRIGAZIONE Erman Gabellini, Giovanni Bettini, Giuseppe Ciuffreda Settore irrigazione Beta S.c.a.r.l. Cesena, 3 dicembre 2004

2 PROGETTO EUROPA : ATTIVITÀ 2004 Azione 1: definizione delle restituzioni di acqua alla coltura Azione 2: confronto tecnico ed economico tra differenti tipologie di impianti distributivi Azione 3: studio della fertirrigazione sulla coltura

3 SEQUENZA PRESENTAZIONI Gli aspetti produttivi: Dott. Giovanni Bettini Gli aspetti economici: Dott. Giuseppe Ciuffreda Analisi di convenienza ed azioni future: Dott. Erman Gabellini

4 ASPETTI PRODUTTIVI

5 DATI TECNICI CESA (AR) FIUMAZZO (RA) MONTAGNANA (PD) VOGHERA (PV) SEMINA 3-apr 21-mar 1-apr 18-mar 1 ESTIRPO 11-ago 10-ago 16-ago 16-ago 2 ESTIRPO 21-set 24-set 29-set 23-set Località Tessitura del terreno % Cic (1) Pa Ad Rifu Sabbia Argilla Limo mm mm mm mm Voghera (PV) Montagnana (PD) Fiumazzo (RA) Cesa (AR) (1) 40 cm di profondità

6 PARAMETRI IDROLOGICI DELLE PROVE Cesa (AR) Fiumazzo (RA) Montagnana (PD) Voghera (PV) 1 est 2 est 1 est 2 est 1 est 2 est 1 est 2 est Precipitazioni mm ETC mm Etf mm (apporti di falda) Irrigazioni 50% mm e n. 80 (2) 130 (3) 50 (1) 100 (2) 40 (1) 40 (1) 145 (3) 185 (4) Irrigazioni 100% mm e n. 185 (5) 280 (7) 140 (3) 230 (5) 90 (2) 140 (3) 220 (5) 285 (7) Irrigazioni su base tensiometrica mm e n. 185 (5) 280 (7) 175 (4) 265 (6) 90 (2) 140 (3) 220 (5) 285 (7)

7 AZIONE 1 Individuazione della restituzione ottimale di acqua alla coltura TESI restituzione del 50% dell evapotraspirato colturale calcolato con il software Acqua Facile (AF) intervenendo quando si esaurisce il 100% della riserva facilmente utilizzabile (RIFU); restituzione del 100% dell evapotraspirato colturale calcolato con il software Acqua Facile (AF) intervenendo quando si esaurisce il 100% della riserva facilmente utilizzabile (RIFU); restituzione del 100% dell evapotraspirato intervenendo quando il tensiometro posizionato a 40 cm di profondità raggiunge una depressione di -70 centibar.

8 t/ha Azione 1 - Peso radici t/ha - I estirpo 78,9 77,0 76,7 74,5 71,8 72,8 72,3 69,1 56,6 50,7 43,2 34,6 51,5 64,9 51,6 Cesa Fiumazzo Montagnana Voghera asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

9 Azione 1 - Peso radici t/ha - II estirpo 120 t/ha ,2 112,8 108,8 104,6 103,7 101,3 83,7 83,6 88,3 71,1 93,2 64,6 Cesa Montagnana Voghera asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

10 Azione 1 - Polarizzazione - I estirpo 17, , , , , , ,6 15,5 15,1 14,9 15,6 15,0 14,6 13,8 13,7 14,2 14,3 17,1 15,4 14,9 Cesa Fiumazzo Montagnana Voghera 14,6 asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

11 Azione 1 - Polarizzazione - II estirpo 15, , , , , , ,0 15,0 15,0 15,3 14,7 14,1 13,8 13,8 13,5 13,7 13,5 Cesa Montagnana Voghera 13,2 asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

12 95 Azione 1 - PSD - I estirpo ,7 91,0 91,0 91,5 93,8 93,5 92,6 91,5 90,3 90,6 90,8 92,4 91,7 91,5 91, Cesa Fiumazzo Montagnana Voghera asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

13 Azione 1 - PSD - II estirpo ,9 90,0 90,2 91,3 91,3 90,2 91,0 91,1 92,0 90,9 90,4 90, Cesa Montagnana Voghera asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

14 3,50 3,25 3,00 2,75 2,50 2,25 2,00 1,75 1,50 1,25 1,00 1,7 Azione 1 - PLV (x1.000/ha) I estirpo 3,4 3,4 3,3 3,2 3,2 3,0 3,1 2,6 2,8 2,8 2,2 2,0 2,5 2,5 Cesa Fiumazzo Montagnana Voghera asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

15 4,50 4,25 4,00 3,75 3,50 3,25 3,00 2,75 2,50 2,25 2,00 1,75 1,50 2,4 Azione 1 - PLV (x1.000/ha) - II estirpo 4,4 4,3 4,0 3,8 3,8 3,8 3,6 3,6 3,5 3,2 3,0 Cesa Montagnana Voghera asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

16 CONCLUSIONI AZIONE 1 In tutte le prove l irrigazione ha aumentato la produttività della coltura; il peso ha sempre registrato forti incrementi e la polarizzazione ha subito lievi rementi in due località, con leggero incremento a Montagnana e una sensibile diminuzione a Voghera; in primo estirpo le plusvalenze ottenute restituendo il 50% di evapotraspirato variano da un euro fino a euro, mentre in secondo estirpo gli incrementi oscillano da +500 euro a +740 euro; in primo estirpo le plusvalenze ottenute restituendo il 100% di evapotraspirato variano da un euro fino a euro; in secondo estirpo gli incrementi oscillano da +780 euro a euro; in linea generale, la restituzione al 100%, ha fornito incrementi di reddito circa doppi rispetto al 50%; tra il primo e il secondo estirpo le differenze di reddito con il test asciutto sono aumentate in maniera significativa.

17 AZIONE 2 Confrontro tra quattro diverse tipologie di impianti distributivi: Ala gocciolante (manichetta) Minisprinkler Macchina semovente ad ala avvolgibile (rotolone) con irrigatore a getto singolo Macchina semovente ad ala avvolgibile (rotolone) accoppiato con barra orizzontale In tutti gli impianti è stata adottata la restituzione del 100% dell evapotraspirato colturale calcolato con il software Acqua Facile (AF) intervenendo quando si esaurisce il 100% della riserva facilmente utilizzabile (RIFU), con volumi d acqua di circa 40 mm per intervento

18 Azione 2 - Peso radici t/ha - I e II estirpo ,7 99,3 71,9 94,8 Manichetta Sprinkler Rotolone Barra orrizontale 69,4 98,5 73,7 96,5 I estirpo (Montagnana-Voghera) II estirpo (Montagnana-Voghera-Cesa)

19 Azione 2 - Polarizzazione - I e II estirpo 15, , ,5 14,3 13,8 15,1 14,1 15,2 14,5 14,7 14, ,5 12 Manichetta Sprinkler Rotolone Barra orrizontale I estirpo (Montagnana-Voghera) II estirpo (Montagnana-Voghera-Cesa)

20 Azione 2 - Purezza Sugo Denso - I e II estirpo ,1 90,1 92,2 91,8 91,9 91,9 91,0 90, Manichetta Sprinkler Rotolone Barra orrizontale I estirpo Montagnana-Voghera II estirpo Montagnana-Voghera-Cesa

21 Azione 2 - PLV - (x1.000/ha) I e II estirpo 4,25 4,00 3,75 3,50 3,25 3,00 2,75 2,50 2,25 2,00 3,2 3,9 3,3 3,8 Manichetta Sprinkler Rotolone Barra orrizontale 3,2 4,1 3,2 3,9 I estirpo Montagnana-Voghera II estirpo Montagnana-Voghera-Cesa

22 CONCLUSIONI AZIONE 2 l elaborazione complessiva sia del primo estirpo, sia del secondo, non è statisticamente significativa: non è emerso un impianto distributivo in grado di differenziarsi in termini produttivi rispetto agli altri; segnaliamo una maggiore produzione di peso, anche se non significativa per la manichetta che, per contro, presenta una riduzione in termini di polarizzazione;

23 GLI ASPETTI ECONOMICI

24 Calcolo e confronto dei costi di esercizio di 4 tipologie di impianti irrigui: ala gocciolante (manichetta); minisprinkler; rotolone con barra orizzontale; rotolone con irrigatore singolo.

25 COSTO ANNUO D ESERCIZIO Costo annuo d esercizio = costi costanti (Kc) + costi variabili (Kv) x n Costi costanti: sono indipendenti dall uso che si fa della macchina, nel senso che rimangono costanti qualunque sia il numero di unità di lavoro che la macchina è chiamata a fare; Costi variabili: sono costi la cui entità varia, anche se non sempre in modo rigidamente proporzionale, al variare delle unità di lavoro fornite dalle macchine; n: numero d interventi irrigui o m 3 d acqua distribuiti.

26 NOTE ULTERIORI il pompaggio dell acqua avviene da un canale a cielo aperto; l'attrezzatura per la messa in pressione dell impianto è costituita da una pompa a presa cardanica ad asse orizzontale, azionata dalla presa di forza di una trattrice; il turno d irrigazione è pari a 7 giorni (riferito ai momenti di massima evapotraspirazione); l interesse annuo sul valore dell impianto è pari ad una percentuale del 2,25% ([1]) sul suo valore medio (Vm) ([2]); i costi riportati sono al netto dell IVA e si riferiscono ad una superficie di 1 ettaro. [1] Valore attuale del tasso di sconto della Banca Centrale Europea. [2] Vm = (Vo Vr)/2 dove Vo = valore a nuovo dell impianto e Vr = valore di recupero dell impianto.

27 CRITERI ADOTTATI PER IL CALCOLO DEI COSTI FISSI I costi fissi sono stati calcolati considerando una superficie irrigabile totale di : 14 ettari per ala gocciolante e minisprinkler [4]; 17 ettari per ala piovana; 23 ettari per rotolone Gli ammortamenti pari a: 1 anno per i materiali di consumo; 5 anni per i materiali plastici (lay flat, raccorderie, ecc.); 10 anni per i materiali ferrosi (filtri, raccordi, ecc.); Per rotolone, barra e pompa una quota di reintegrazione calcolata: sottraendo al valore a nuovo (Vo), il valore di recupero (Vr) - stimato pari al 10 % di Vo - diviso la durata dell impianto stimata in 12 anni [(Vo Vr)/n anni la quota di manutenzione ordinaria pari al 1% del valore a nuovo dell impianto. [4]. Questo valore deriva dalla moltiplicazione del turno d adacquamento nei momenti di massima evapotraspirazione (7gg) e gli ettari irrigabili contemporaneamente (2 ha).

28 CRITERI ADOTTATI PER IL CALCOLO DEI COSTI VARIABILI I costi variabili sono stati calcolati considerando: un volume d adacquamento pari a 1500 m 3 /ha, distribuiti in: 5 interventi (300 m 3 per intervento irriguo) per ala gocciolante e minisprinkler; 4 interventi (375 m 3 per intervento irriguo) per ala piovana e rotolone; consumi energetici stimati 0,18 litri/h di gasolio per CV;

29 CARATTERISTICHE DELL IMPIANTO AD ALA GOCCIOLANTE il dimensionamento è stato eseguito per irrigare contemporaneamente due ettari; ala gocciolante non autocompensante monouso (Acqua Traxx) diametro 16 mm, spessore 6 mil (0.15 mm), gocciolatori ogni 30 cm, portata nominale di 1,1 l/h alla pressione d esercizio di 0,7 bar; ali gocciolanti posizionate ad una distanza di 90 cm, pluviometria di 4 mm\h; l'impianto filtrante costituito da: filtro quarzite con controlavaggio manuale; filtro rete 120 mesh; L attrezzatura impiegata per la messa in pressione dell impianto è costituita da una pompa Caprari MEC D 1/65 B, portata di L/min. azionata da una trattrice di 40 CV.

30 RIPARTIZIONE DEI COSTI FISSI ALA GOCCIOLANTE Quota manutenzione 13 Quota interessi 29 Manodopera allestimento 113 Quota ammortamento 635

31 RIPARTIZIONE DEI COSTI VARIABILI ALA GOCCIOLANTE Manodopera distribuzione 28,40 Costi energetici 54,00

32 CARATTERISTICHE DELL IMPIANTO MINISPRINKLER il dimensionamento è stato eseguito per irrigare contemporaneamente due ettari; irrigatori (Dan super 10 Giallo) diametro di gittata 20 m, portata 530 l/h con pressione di esercizio di 3,5 bar. La pluviometria 4,1 mm/h. condotta principale in lay flat (manichetta appiattibile) da 3 pollici, ali in polietilene PN4 diametro di 40 mm; sesto d impianto 12m x 10,8m, pluviometria 4,1 mm\h; l'impianto filtrante costituito da un filtro rete 120 mesh; L attrezzatura impiegata per la messa in pressione dell impianto è costituita da una pompa Caprari MEC D 3/65 B, portata di L/min azionata da una trattrice di 70 CV.

33 RIPARTIZIONE DEI COSTI FISSI IMPIANTO MINISPRINKLER Quota manutenzione 17 Quota interessi 39 Manodopera allestimento 114 Quota ammortamento 317

34 RIPARTIZIONE DEI COSTI VARIABILI IMPIANTO MINISPRINKLER Costi energetici 94,50 Manodopera distribuzione 28,40

35 CARATTERISTICHE ROTOLONE CON BARRA ORIZZONTALE Il dimensionamento è stato eseguito sulla base: di un irrigatore semovente, 320 m di lunghezza e diametro esterno del tubo di 110 mm; di una barra telescopica con attacco a tre punti lunghezza utile bagnabile di 50 m, 43 ugelli (Ø 6 mm); di una pressione d'esercizio alla barra di 2,5 bar e velocità di rientro 40 m/h, pluviometria 40 mm/h; di un impianto filtrante costituito da filtro rete 120 mesh; di una pompa Caprari MEC D 2/65 A, portata di L/min azionata da una trattrice di 80 CV.

36 RIPARTIZIONE DEI COSTI FISSI ROTOLONE CON BARRA ORIZZONTALE Quota interessi 9 Quota manutenzione; 35 Quota ammortamento 67

37 RIPARTIZIONE DEI COSTI VARIABILI ROTOLONE CON BARRA ORIZZONTALE Manodopera per distribuzione 71 Costi energetici 115

38 CARATTERISTICHE DEL ROTOLONE CON IRRIGATORE SINGOLO Il dimensionamento è stato eseguito sulla base: di un irrigatore semovente, 320 m di lunghezza e diametro esterno del tubo di 110 mm; di un irrigatore (Sime Konkord) con boccaglio da 30 mm, gittata di 55 m, lunghezza utile bagnabile di 100 m; di una pressione d'esercizio all irrigatore di 7 bar e velocità di rientro 23 m/h, pluviometria 40 mm/h; di una pompa caprari mec D 3/65 B, portata di L/min azionata da una trattrice di 100 CV.

39 RIPARTIZIONE DEI COSTI FISSI ROTOLONE CON IRRIGATORE SINGOLO Quota interessi 5 Quota manutenzione 19 Quota ammortamento 36

40 RIPARTIZIONE DEI COSTI VARIABILI ROTOLONE CON IRRIGATORE SINGOLO Manodopera per distribuzione 28 Costi energetici 126

41 COSTI FISSI RIPARTIZIONE DEI COSTI FISSI DEI QUATTRO TIPI D'IMPIANTO Manodopera per allestimento Quota interessi Quota manutenzione Quota ammortamento Manichetta Sprinkler Ala piovana Rotolone

42 COSTI PROPORZIONALI RIPARIZIONE DEI COSTI RPOPORZIONALI DEI QUATTRO TIPI D'IMPIANTO Costi energetici Manodopera per distribuzione , ,40 28,40 28,40 0 Manichetta Sprinkler Ala piovana Rotolone

43 COSTI TOTALI RIPARTIZIONE DEI COSTI TOTALI DEI QUATTRO TIPI D'IMPIANTO Totale costi variabili Totale costi fissi Manichetta Sprinkler Ala piovana Rotolone

44 CONCLUSIONI L analisi dei costi evidenzia grosse differenze tra gli impianti; la quota di ammortamento della manichetta è il doppio di quella dello sprinkler, 10 volte più elevata di quella della barra e circa 20 rispetto a quella del rotolone; anche le quote interessi e manodopera per allestimento incidono sul costo degli impianti fissi in quanto sono spese che si ripropongono ogni anno, mentre per impianti tipo barra e rotolone le ampie superfici irrigate e la durata poliennale diluiscono queste spese; ovviamente barra e rotolone presentano costi energetici più elevati e un maggiore pompaggio di acqua alla fonte per la loro minore efficienza distributiva.

45 ANALISI DI CONVENIENZA

46 Prendendo a riferimento la situazione reale delle prove 2004, con l analisi di convenienza vogliamo: valutare l impianto distributivo più conveniente in termini economici, a parità di volume irriguo stagionale determinato attraverso la restituzione del 100% dell evapotraspirato calcolato con il software Acquafacile ; definire, tra i diversi livelli di restituzione dell evapotraspirato colturale, quello ottimale sotto il profilo produttivo ed economico.

47 IMPIANTO DISTRIBUTIVO: quadro di riferimento IMPIANTI BARRA MANICHETTA ROTOLONE SPRINKLER Plv 1 estirpo (/ha) Plv 2 estirpo (/ha) Volume irriguo stagionale 1 estirpo (m 3 /ha) Volume irriguo stagionale 2 estirpo (m 3 /ha) Costo colturale senza irrigazione (/ha) Costo fisso irrigazione (/ha) Costo proporzionale irrigazione (/m3) 0,12 0,05 0,10 0,08 nell analisi è stato impostato un costo colturale, senza irrigazione, di euro/ha; il costo dell acqua non è stato valutato perché nella maggioranza dei comprensori del centro-nord si versa un imposta consortile di bonifica a superficie (irrigua o aziendale) indipendente dalla quantità di acqua utilizzata (alla domanda).

48 CONFRONTO REDDITI 1 ESTIRPAMENTO PLV (/ha) ASCIUTTO BARRA MANICHETTA ROTOLONE SPRINKLER COSTI REDDITO NETTO

49 CONFRONTO REDDITI 2 ESTIRPAMENTO PLV (/ha) ASCIUTTO BARRA MANICHETTA ROTOLONE SPRINKLER COSTI REDDITO NETTO

50 CONSIDERAZIONI L annata ha evidenziato una crescita della produzione lorda vendibile e del reddito netto passando dal primo al secondo estirpo; il test non irrigato si è attestato su valori più elevati rispetto alle reali produzioni aziendali di riferimento (compensori attigui alle prove) con una PLV di e di /ha rispettivamente in 1 e 2 estirpo; nell analisi di convenienza solo gli impianti tipo barra orizzontale e rotolone hanno fornito un incremento di reddito netto rispetto al test non irrigato; l incremento ha raggiunto il valore massimo in secondo estirpo con rotolone (plusvalenza di 842 euro / +50%);

51 CONSIDERAZIONI Il dato accertato quest anno non dipende dalla produttività degli impianti, ma dal loro diverso costo di gestione; l analisi dei costi presentata segue un approccio scientifico; tuttavia nella realtà incidono sulle scelte dell imprenditore agricolo: situazioni di ordine pratico-gestionale (approvvigionamento idrico, superficie aziendale, manodopera, giacitura dei terreni, clima) aspetti di ordine economico (ammortamento impianti, finanziamenti pubblici e/o privati, manodopera propria); Nel Nord Italia l impiego del rotolone è giustificato sia sotto il profilo produttivo sia sotto quello economico. Nel breve periodo occorrerà lavorare affinchè il maggior numero possibile di aziende consideri l irrigazione una pratica colturale ordinaria ;

52 CONSIDERAZIONI La diffusione di impianti irrigui fissi (minisprinkler e soprattutto manichetta) è legata alla possibilità di ammortizzare completamente questi impianti in più anni (3-5) attraverso: la raccolta delle ali gocciolanti ed il loro riutilizzo l interramento della manichetta per più anni a circa 45 cm di profondità.

53 RACCOLTA MANICHETTA con attrezzature in grado di: Sollevare la manichetta sopra la coltura Unire con saldature termiche due manichette Ribobinare le ali gocciolanti

54 MANICHETTA INTERRATA

55 CONFRONTO TRA DIVERSI LIVELLI DI RESTITUZIONE Il volume distributivo migliore sotto il profilo produttivo è già stato evidenziato nell azione 1 PRODUZIONE LORDA VENDIBILE ASCIUTTO REST 50%AF REST 100%AF REST 100% TEN Occorre valutare se l innalzamento di Plv, ottenuto con il 100% di restituzione rispetto al 50%, una volta detratti tutti i costi di irrigazione offre ancora un incremento di reddito.

56 CONFRONTO TRA DIVERSI LIVELLI DI RESTITUZIONE In tutte le prove sono stati calcolati i costi fissi e quelli proporzionali per l irrigazione in funzione dei volumi realmente distribuiti e dei diversi impianti analizzati. Si è poi proceduto alla determinazione del Reddito Netto REDDITO NETTO OTTENUTO CON DIVERSI LIVELLI DI RESTITUZIONE REST 50%AF REST 100%AF REST 100% TEN euro BARRA MANICHETTA ROTOLONE SPRINKLER MEDIA

57 CONSIDERAZIONI TESI BARRA MANICHETTA ROTOLONE SPRINKLER MEDIA INC. % Rest. 50% AF % Rest. 100% AF ,7% Rest. 100% TENS: ,2% l analisi di convenienza su questi dati, al netto di tutti i costi irrigui, evidenzia una plusvalenza di circa 300 euro per la restituzione al 100% pari ad un + 24%.

58 GRAZIE PER L ATTENZIONE

59 CESA (AR) ANDAMENTO METEOROLOGICO precipitazioni mm temperature ( C) mar apr mag giu lug ago set 3-5 pioggia 2004 T max storiche T max 2004 T min storiche T min 2004

60 FIUMAZZO (RA) ANDAMENTO METEOROLOGICO precipitazioni mm temperature ( C) mar apr mag giu lug ago set 3-5 pioggia 2004 T max storiche T max 2004 T min storiche T min 2004

61 MONTAGNANA (PD) ANDAMENTO METEOROLOGICO precipitazioni mm temperature ( C) mar apr mag giu lug ago set 3-5 pioggia 2004 T max storiche T max 2004 T min storiche T min 2004

62 VOGHERA (PV) ANDAMENTO METEOROLOGICO precipitazioni mm temperature ( C) mar apr mag giu lug ago set 3-5 pioggia 2004 T max storiche T max 2004 T min storiche T min 2004

In uno scenario di aumento dei costi

In uno scenario di aumento dei costi analisi dei costi di esercizio Come scegliere il rotolone più adatto alle proprie esigenze di Giuseppe Taglioli, Giulia Villani, Matteo Boscarato In uno scenario di aumento dei costi di beni e servizi

Dettagli

IRRIGARE A COSTI CONTENUTI Costo di irrigazione dei rotoloni

IRRIGARE A COSTI CONTENUTI Costo di irrigazione dei rotoloni IRRIGARE A COSTI CONTENUTI Costo di irrigazione dei rotoloni Presso Cremonafiere alla manifestazione Vegetalia, in data 28 gennaio 2005, in collaborazione con UNIMA e il 12 Salone Nazionale del Contoterzismo,

Dettagli

Risparmio idrico. Luca Barbero Sett. Provinciale Agricoltura

Risparmio idrico. Luca Barbero Sett. Provinciale Agricoltura Luca Barbero Sett. Provinciale Agricoltura Perché risparmiare acqua in agricoltura? Non è un bene infinito Riduzione riserva terrestre acqua dolce Scioglimento dei ghiacci competizione utilizzatori (aumento

Dettagli

Pro e contro dell irrigazione del mais con ala gocciolante

Pro e contro dell irrigazione del mais con ala gocciolante PROVE SVOLTE A FERRARA NEL 2015 Pro e contro dell irrigazione del mais con ala gocciolante di Fabio Galli, Alessandro Zago, Andrea Biondi stagionale degli ultimi anni, molto spesso caratterizzato da estati

Dettagli

MANICHETTA E ALA GOCCIOLANTE. Pressione max.

MANICHETTA E ALA GOCCIOLANTE. Pressione max. Applicazioni La manichetta gocciolante Aqua-TraXX è ideale per l irrigazione delle: - Solanacee: Patate, Peperoni, Pomodori, Melanzane, Tabacco ecc. - Cucurbitacee: Zucche, Zucchine, Cetriolo, Cocomero,

Dettagli

H2O ACCADUEO 2014. Acqua e produzioni alimentari: scenari, tecnologie, politiche

H2O ACCADUEO 2014. Acqua e produzioni alimentari: scenari, tecnologie, politiche H2O ACCADUEO 2014 Acqua e produzioni alimentari: scenari, tecnologie, politiche IL PUNTO DI VISTA DEI PRODUTTORI Sala Madrigale Bologna Fiere 23 Ottobre 2014 Giampiero Reggidori APOCONERPO-OP Filiera dell

Dettagli

In uno scenario di aumento dei costi di beni e servizi

In uno scenario di aumento dei costi di beni e servizi SPERIMENTAZIONE IRRIGUA DI 6 ANNI IN UNA LOCALITÀ IN TOSCANA Costi irrigui a confronto tra pioggia e goccia su pomodoro Dalla prova su sei anni descritta in questo articolo si evidenzia una migliore risposta

Dettagli

Corso di Idraulica Agraria ed Impianti Irrigui

Corso di Idraulica Agraria ed Impianti Irrigui Corso di Idraulica Agraria ed Impianti Irrigui Docente: Ing. Demetrio Antonio Zema Lezione n. 11: Generalità sugli impianti irrigui Anno Accademico 2011-2012 2012 1 Metodi irrigui 2 Metodi irrigui Modalità

Dettagli

Utilizzo energie rinnovabili per il risparmio energetico in fase di cura

Utilizzo energie rinnovabili per il risparmio energetico in fase di cura Convegno - Sostenibilità della coltura del tabacco in Italia - Utilizzo energie rinnovabili per il risparmio energetico in fase di cura Dott. Pasquale Raiola 20 Aprile 2011 Dip. Scienze Economico-Estimative

Dettagli

Bilancio (PROVA) DESCRIZIONE AZIENDA

Bilancio (PROVA) DESCRIZIONE AZIENDA Bilancio (PROVA) L imprenditrice agricola professionale xxxxx possiede e gestisce un fondo di circa 45 ettari situato nel comune di xxxxx, provincia di xxx. L imprenditrice vuole valutare la convenienza

Dettagli

Irrigare il mais. Come?

Irrigare il mais. Come? Irrigare il mais Come? Prima di tutto pensiamo all ambiente e ad ottimizzare la risorsa ACQUA Come? Le alternative sono almeno due la Manichetta o l Irrigatore (con recupero indipendente a motore) Quale

Dettagli

EIMA 2003 - CONFERENZA STAMPA. Illustrazione dei dati rilevati in campo sull efficienza dei rotoloni e degli impianti a goccia

EIMA 2003 - CONFERENZA STAMPA. Illustrazione dei dati rilevati in campo sull efficienza dei rotoloni e degli impianti a goccia EIMA 2003 - CONFERENZA STAMPA Relazione del dr. Giorgio Gazzotti, agronomo Illustrazione dei dati rilevati in campo sull efficienza dei rotoloni e degli impianti a goccia Dati rilevati in campo sull efficienza

Dettagli

Negli ultimi tempi il dibattito

Negli ultimi tempi il dibattito EVOLUZIONE TECNICA NELL IRRIGAZIONE A PIOGGIA I «nuovi» rotoloni, una risposta al risparmio idrico Le ragioni di un grande successo: centraline computerizzate con contalitri e sistemi turbinariduttore

Dettagli

Estratto dal settimanale Terra e Vita n. 16/2004, pagg. 51-52

Estratto dal settimanale Terra e Vita n. 16/2004, pagg. 51-52 Estratto dal settimanale Terra e Vita n. 16/2004, pagg. 51-52 Ve.Pro.L.G. Esempio d applicazione del software, nell assistenza tecnica per ottimizzare l impiego di acqua e di energia negli impianti di

Dettagli

AZIENDA SPERIMENTALE Vittorio Tadini Loc. Gariga - 29027 Podenzano Piacenza

AZIENDA SPERIMENTALE Vittorio Tadini Loc. Gariga - 29027 Podenzano Piacenza AZIENDA SPERIMENTALE Vittorio Tadini Loc. Gariga - 29027 Podenzano Piacenza CONFRONTO TRA DIVERSI SISTEMI IRRIGUI SU POMODORO DA INDUSTRIA ANNO 2006 Questa attività promossa dall Azienda Sperimentale V.

Dettagli

1. I Andamento dei costi di produzione della carne bovina in Veneto nel 2014

1. I Andamento dei costi di produzione della carne bovina in Veneto nel 2014 1. I Andamento dei costi di produzione della carne bovina in Veneto nel 2014 Metodologia di calcolo Partendo dai dati raccolti attraverso l indagine campionaria che ha consentito di rilevare i costi medi

Dettagli

Stime 2012 degli investimenti e delle produzioni dei principali cereali in Italia. Maggio 2012

Stime 2012 degli investimenti e delle produzioni dei principali cereali in Italia. Maggio 2012 produzioni dei principali cereali in Italia Maggio 2012 1 produzioni dei principali cereali in Italia L ISTAT ha divulgato a febbraio 2012 le intenzioni di semina delle principali coltivazioni erbacee.

Dettagli

Calcolo della producibilità di un impianto fotovoltaico

Calcolo della producibilità di un impianto fotovoltaico Calcolo della producibilità di un impianto fotovoltaico UNI/TS 11300-4, Guida CEI 82-25 EDIFICIO INDIRIZZO Edificio di civile abitazione Via G. Puccini 10 - BORGOMANERO (NO) COMMITTENTE INDIRIZZO Sig.

Dettagli

ALLEGATO B: LINEA GUIDA PER L IRRIGAZIONE DELLE PRODUZIONI INTEGRATE

ALLEGATO B: LINEA GUIDA PER L IRRIGAZIONE DELLE PRODUZIONI INTEGRATE ALLEGATO B: LINEA GUIDA PER L IRRIGAZIONE DELLE PRODUZIONI INTEGRATE ASPETTI GENERALI Si fa riferimento a quanto riportato nel documento Principi e criteri generali per le pratiche agronomiche della produzione

Dettagli

Impianti di sollevamento

Impianti di sollevamento Idraulica Agraria. a.a. 2008-2009 Impianti di sollevamento Idraulica Agraria-prof. A. Capra 1 Impianto di sollevamento Nel campo gravitazionale, per effetto del dislivello piezometrico esistente tra due

Dettagli

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO A cura dell Ufficio Studi Confcommercio LE DINAMICHE ECONOMICHE DEL VENETO Negli ultimi anni l economia del Veneto è risultata tra le più

Dettagli

STRUMENTI di SUPPORTO alle DECISIONI per l USO IRRIGUO dell ACQUA

STRUMENTI di SUPPORTO alle DECISIONI per l USO IRRIGUO dell ACQUA STRUMENTI di SUPPORTO alle DECISIONI per l USO IRRIGUO dell ACQUA Seminario: La gestione delle acque nel territorio agricolo Ordine Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Padova Marco

Dettagli

Business Plan 3 anni Società di persone, Professioniti e Autonomi

Business Plan 3 anni Società di persone, Professioniti e Autonomi Business Plan 3 anni Società di persone, Professioniti e Autonomi Le attività da svolgere per la realizzazione del Business Plan da parte del sono le seguenti: 1. Inserimento del resoconto dell'anno 2.

Dettagli

ALLEGATO 1 Analisi delle serie storiche pluviometriche delle stazioni di Torre del Lago e di Viareggio.

ALLEGATO 1 Analisi delle serie storiche pluviometriche delle stazioni di Torre del Lago e di Viareggio. ALLEGATO 1 Analisi delle serie storiche pluviometriche delle stazioni di Torre del Lago e di Viareggio. Per una migliore caratterizzazione del bacino idrologico dell area di studio, sono state acquisite

Dettagli

Aziende Commerciali e servizi:budget e cash flow per Reparti e Consolidato

Aziende Commerciali e servizi:budget e cash flow per Reparti e Consolidato Aziende Commerciali e servizi:budget e cash flow per Reparti e Consolidato Molto spesso nelle Aziende commerciali e/o di Servizi si ha la necessità di analizzare, sia a livello economico che finanziario,

Dettagli

IMPIANTO SOLARE TERMICO PER ACS OFFERTA TECNICO COMMERCIALE (2015)

IMPIANTO SOLARE TERMICO PER ACS OFFERTA TECNICO COMMERCIALE (2015) IMPIANTO SOLARE TERMICO PER ACS OFFERTA TECNICO COMMERCIALE (2015) Analisi Presa in esame la zona di Pescia (PT) come rappresentativa delle provincie di Lucca, Prato e Pistoia, limitatamente alla fascia

Dettagli

miglioramenti fondiari e il costo di esercizio delle macchine Prof. Giorgio Zagnoli

miglioramenti fondiari e il costo di esercizio delle macchine Prof. Giorgio Zagnoli La valutazione economica dei miglioramenti fondiari e il costo di esercizio delle macchine Prof. Giorgio Zagnoli Dipartimento di Economia e Ingegneria Agrarie ALMA MATER - Università di Bologna macchine

Dettagli

Evoluzione delle tecniche di distribuzione irrigua per essere al passo con le esigenze delle aziende agricole e con i cambiamenti climatici in atto

Evoluzione delle tecniche di distribuzione irrigua per essere al passo con le esigenze delle aziende agricole e con i cambiamenti climatici in atto Evoluzione delle tecniche di distribuzione irrigua per essere al passo con le esigenze delle aziende agricole e con i cambiamenti climatici in atto Dr. Francesco Marotta (Consorzio di bonifica Destra Sele)

Dettagli

Ala piovana mobile a traino d estremità

Ala piovana mobile a traino d estremità SEMOVENTI IRRIGUI Ala piovana mobile a traino d estremità Ala piovana mobile a traino frontale -L irrigatore semovente ad ala avvolgibile con irrigatore unico o barra irrigatrice destremità, d estremità

Dettagli

Budget e Cash Flow per Professionisti e Ditte individuali

Budget e Cash Flow per Professionisti e Ditte individuali Budget e Cash Flow per Professionisti e Ditte individuali E' un Software ideato e realizzato per poter essere facilmente utilizzato dalle Piccole e Medie Imprese che non possono contare su una struttura

Dettagli

Risultati dell indagine sui costi di produzione del tabacco Bright e individuazione di best practice

Risultati dell indagine sui costi di produzione del tabacco Bright e individuazione di best practice Risultati dell indagine sui costi di produzione del tabacco Bright e individuazione di best practice Prof. Antonio Pierri 20 Aprile 2011 Dip. Scienze Economico-Estimative e degli Alimenti 1. Il campione

Dettagli

ISTRUZIONI DI BASE PER L USO DEL SERVIZIO PILOTAGGIO DELL'IRRIGAZIONE A SCALA AZIENDALE E CONSORTILE ASSISTITO DA SATELLITE-IRRISAT

ISTRUZIONI DI BASE PER L USO DEL SERVIZIO PILOTAGGIO DELL'IRRIGAZIONE A SCALA AZIENDALE E CONSORTILE ASSISTITO DA SATELLITE-IRRISAT PILOTAGGIO DELL'IRRIGAZIONE A SCALA AZIENDALE E CONSORTILE ASSISTITO DA SATELLITE-IRRISAT PSR CAMPANIA 2007/2013 MISURA 124 ISTRUZIONI DI BASE PER L USO DEL SERVIZIO www.consulenzairrigua.it PROGETTO REALIZZATO

Dettagli

Irrigazione per ASPERSIONE

Irrigazione per ASPERSIONE RISPARMIO IDRICO / METODI E SISTEMI IRRIGUI Irrigazione per ASPERSIONE La sollecitazione ad un uso più parsimonioso e corretto dell acqua vede nella sostituzione dei metodi scarsamente efficienti, con

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza Report trimestrale sull andamento dell economia Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre SEI provvederà a mettere a disposizione delle imprese, con cadenza trimestrale, un report finalizzato

Dettagli

Gestione Sostenibile dell Irrigazione. Massimo Rocchitta. Bari 4 Febbario 2011

Gestione Sostenibile dell Irrigazione. Massimo Rocchitta. Bari 4 Febbario 2011 Gestione Sostenibile dell Irrigazione Paola Ugas Massimo Rocchitta Bari 4 Febbario 2011 Gestione Sostenibile dell Irrigazione Paola Ugas - L acqua è un elemento di sviluppo economico e sociale - Fino agli

Dettagli

TECNICHE INNOVATIVE DI IRRIGAZIONE E FERTIRRIGAZIONE

TECNICHE INNOVATIVE DI IRRIGAZIONE E FERTIRRIGAZIONE presenta: TECNICHE INNOVATIVE DI IRRIGAZIONE E FERTIRRIGAZIONE PER IMPIANTO E GESTIONE DELL ALBICOCCHETO 15 MARZO 2013 Scanzano J.co (MT) OBIETTIVI DI UNA CORRETTA GESTIONE IDRICA Gli apporti idrici tramite

Dettagli

Corso di Business Planning e Start Up Imprese Multimediali

Corso di Business Planning e Start Up Imprese Multimediali Corso di Business Planning e Start Up Imprese Multimediali A.A. 2013-2014 Prof. Attilio Bruni Corso di Laurea in Comunicazione d Impresa, Marketing e Nuovi Media Il modello finanziario e il bilancio previsionale

Dettagli

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO La riclassificazione del bilancio Lo schema di bilancio attualmente utilizzato nell'unione Europea non soddisfa interamente le esigenze degli analisti. E'

Dettagli

Tecnico EP dell Università di Pisa - Responsabile tecnico del Laboratorio Nazionale dell Irrigazione. 2

Tecnico EP dell Università di Pisa - Responsabile tecnico del Laboratorio Nazionale dell Irrigazione. 2 Irrigazione a goccia su colture ortive di pieno campo. Conoscere gli impianti e farli funzionare correttamente, per conseguire buoni risultati produttivi e risparmiare acqua Marcello Bertolacci 1, Pasquale

Dettagli

MIGLIORAMENTO DEI SISTEMI D IRRIGAZIONE E DELLE TECNICHE COLTURALI (2015-2018)

MIGLIORAMENTO DEI SISTEMI D IRRIGAZIONE E DELLE TECNICHE COLTURALI (2015-2018) Centro Trasferimento Tecnologico MIGLIORAMENTO DEI SISTEMI D IRRIGAZIONE E DELLE TECNICHE COLTURALI (2015-2018) Stefano Pedò Franco Michelotti Riva del Garda - 26 febbraio 2016 Premesse Premessa La riorganizzazione

Dettagli

Schema piezometrico di un generico impianto di sollevamento.

Schema piezometrico di un generico impianto di sollevamento. La scelta della pompa da inserire in un generico impianto di sollevamento (Figura 9-) che debba sollevare un assegnata portata non è univoca se a priori non sono assegnati anche il tipo e il diametro delle

Dettagli

SCELTA DELL AMBIENTE DI COLTIVAZIONE E VOCAZIONALITÀ

SCELTA DELL AMBIENTE DI COLTIVAZIONE E VOCAZIONALITÀ CILIEGIO Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SCELTA DELL AMBIENTE DI COLTIVAZIONE E VOCAZIONALITÀ

Dettagli

PROGETTO ORIF: OSSIGENAZIONE E RISPARMIO IDRICO

PROGETTO ORIF: OSSIGENAZIONE E RISPARMIO IDRICO P.S.R. 2007-2013 MISURA 124 Dgr n. 745 del 15/03/2010 PROGETTO DI RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo, alimentare e

Dettagli

- Salumificio - Business plan

- Salumificio - Business plan - Salumificio - Business plan (tabelle) 1 INDICE 1. Pianificazione economico-finanziaria 2009-2012... 3 a. Conto economico... 3 Ricavi... 3 Costi... 4 b. Stato Patrimoniale... 6 c. Analisi finanziaria...

Dettagli

prelevarla in un momento successivo per soddisfare i propri consumi.

prelevarla in un momento successivo per soddisfare i propri consumi. Lo scambio sul posto Lo scambio sul posto definisce una nuova regolamentazione del meccanismo che consente, in generale, di immettere in rete l energia elettrica prodotta ma non immediatamente autoconsumata,

Dettagli

Managing water is managing life

Managing water is managing life USO EFFICIENTE DELLE RISORSE IDRICHE IN AGRICOLTURA, STRUMENTI E PROSPETTIVE The new way to design Managing water is managing life Workshop Camera di Commercio 22/10/2014 Palermo 1 Irrigazione e uniformità

Dettagli

AGRICOLTURA. H114D - Studio sui Sistemi d'irrigazione

AGRICOLTURA. H114D - Studio sui Sistemi d'irrigazione AGRICOLTURA H114D - Studio sui Sistemi d'irrigazione 1. Introduzione L irrigazione, tecnica mediante la quale viene apportata alla terra nella quantità, ritmi e qualità opportuni quell alimento indispensabile

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 13 Maggio 2013 Più raccolta, meno prestiti PIÚ RACCOLTA, MENO PRESTITI Continuano a ridursi gli impieghi, con saggi che nel caso delle famiglie raggiungono valori di massimo

Dettagli

Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2009

Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2009 1 luglio 2010 Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970- L Istat rende disponibili le serie storiche degli investimenti per branca proprietaria per gli

Dettagli

Pompaggio acqua con energia fotovoltaica

Pompaggio acqua con energia fotovoltaica Pompaggio acqua con energia fotovoltaica Comune di Bugenyuzi (provincia Karuzi) Località Kivumu Burundi Africa Centrale V.I.S.P.E. VOLONTARI ITALIANI SOLIDARIETÀ PAESI EMERGENTI INDICE a) contesto geografico,

Dettagli

LA CARATTERIZZAZIONE DELLA MECCANIZZAZIONE DELL AGRICOLTURA ITALIANA ATTRAVERSO LA RICA

LA CARATTERIZZAZIONE DELLA MECCANIZZAZIONE DELL AGRICOLTURA ITALIANA ATTRAVERSO LA RICA LA CARATTERIZZAZIONE DELLA MECCANIZZAZIONE DELL AGRICOLTURA ITALIANA ATTRAVERSO LA RICA Nel corso dei secoli l agricoltura ha subito profondi cambiamenti ma, solo con l invenzione del motore a combustione

Dettagli

ANALISI DI CONTESTO: LE TENDENZE RECENTI ED I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO NELLA FILIERA ORTOFRUTTICOLA ITALIANA

ANALISI DI CONTESTO: LE TENDENZE RECENTI ED I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO NELLA FILIERA ORTOFRUTTICOLA ITALIANA ANALISI DI CONTESTO: LE TENDENZE RECENTI ED I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO NELLA FILIERA ORTOFRUTTICOLA ITALIANA ISMEA Direzione Servizi di Mercato e Supporti Tecnologici Dr. Mario Schiano lo Moriello 1

Dettagli

ERSAT: prova dimostrativa di subirrigazione a goccia su vigneto di nuovo impianto

ERSAT: prova dimostrativa di subirrigazione a goccia su vigneto di nuovo impianto ERSAT: prova dimostrativa di subirrigazione a goccia su vigneto di nuovo impianto a cura di Giuseppe Pia, Renzo Peretto, Luigi Petillo. Cos è la subirrigazione a goccia. La subirrigazione a goccia, altrimenti

Dettagli

RAPPORTO MENSILE ABI Ottobre 2015 (principali evidenze)

RAPPORTO MENSILE ABI Ottobre 2015 (principali evidenze) RAPPORTO MENSILE ABI Ottobre 2015 (principali evidenze) 1. A settembre 2015 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.825 miliardi di euro (cfr. Tabella 1) è nettamente

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 8 - Marzo PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

L acqua è sempre più preziosa. Utilizzala al meglio con il mais ARTESIAN. NOVITà

L acqua è sempre più preziosa. Utilizzala al meglio con il mais ARTESIAN. NOVITà L acqua è sempre più preziosa. Utilizzala al meglio con il mais ARTESIAN. NOVITà Gli ibridi di mais ad alta efficienza idrica L acqua è una delle risorse chiave per la maiscoltura. Un adeguata disponibilità

Dettagli

RADIAZIONE SOLARE. Università di Bologna

RADIAZIONE SOLARE. Università di Bologna RADIAZIONE SOLARE DiSTA Università di Bologna IMPORTANZA DELLA RADIAZIONE E' fonte del 99.9% dell energia disponibile sulla terra Le principali fonti energetiche controllate dall'uomo sono state generate

Dettagli

Esperienza triennale sull irrigazione nel centro-nord Italia

Esperienza triennale sull irrigazione nel centro-nord Italia Esperienza triennale sull irrigazione nel centro-nord Italia A cura di Erman Gabellini, Giuseppe Ciuffreda, Giovanni Bettini, Adriano Fabbri Il nuovo regolamento ha esteso i suoi effetti anche alle tecniche

Dettagli

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di Gli indici per l analisi di bilancio Relazione di Giorgio Caprioli Gli indici di solidità Gli indici di solidità studiano il rapporto tra le parti alte dello Stato Patrimoniale, ossia tra Capitale proprio

Dettagli

STIMA DEI FABBISOGNI IRRIGUI OTTIMALI DEI CONSORZI DI BONIFICA UTENTI DEL LAGO DI GARDA

STIMA DEI FABBISOGNI IRRIGUI OTTIMALI DEI CONSORZI DI BONIFICA UTENTI DEL LAGO DI GARDA Consorzio di Bonifica Colli Morenici del Garda Consorzio di Bonifica Fossa di Pozzolo Consorzio di Bonifica Sud Ovest Mantova STIMA DEI FABBISOGNI IRRIGUI OTTIMALI DEI CONSORZI DI BONIFICA UTENTI DEL LAGO

Dettagli

E dai liquami elettricità e ca

E dai liquami elettricità e ca DOSSIER E dai liquami elettricità e ca Aumentare il numero delle bovine non è più la sola opzione possibile quando si voglia investire. Lo sviluppo delle energie da fonti rinnovabili fa intravedere nuove

Dettagli

IL BILANCIO AZIENDALE. come strumento strategico decisionale

IL BILANCIO AZIENDALE. come strumento strategico decisionale IL BILANCIO AZIENDALE come strumento strategico decisionale Il bilancio fornisce un quadro della situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell'azienda È strumento di comunicazione, interna ed esterna,

Dettagli

Valutazioni economiche delle colture oleaginose per la filiera biodiesel

Valutazioni economiche delle colture oleaginose per la filiera biodiesel EIMA International, Bologna 7-11 Novembre 2012 PLF Unità di Ricerca per le Produzioni Legnose fuori Foresta Colture erbacee oleaginose: potenzialità produttive di brassicacee e girasole, meccanizzazione

Dettagli

Indice 1. LE AZIENDE AGRICOLE... 4 2. I COSTI SOSTENUTI... 11 3. I PRINCIPALI RISULTATI ECONOMICI... 17

Indice 1. LE AZIENDE AGRICOLE... 4 2. I COSTI SOSTENUTI... 11 3. I PRINCIPALI RISULTATI ECONOMICI... 17 Indice 1. LE AZIENDE AGRICOLE... 4 2. I COSTI SOSTENUTI... 11 3. I PRINCIPALI RISULTATI ECONOMICI... 17 Questo volume è frutto di alcuni ricercatori INEA del Servizio 1- Rilevazioni contabili e analisi

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 9 - Marzo PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 7 - Febbraio PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

GESTIRE I COSTI E PIANIFICARE I RICAVI: come realizzare il prospetto economico dell attività

GESTIRE I COSTI E PIANIFICARE I RICAVI: come realizzare il prospetto economico dell attività GESTIRE I COSTI E PIANIFICARE I RICAVI: come realizzare il prospetto economico dell attività CONTABILITA GENERALE e CONTABILITA ANALITICA le informazioni derivanti dalla Contabilità Generale (C.G.) si

Dettagli

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile Comune di Prato Leventina - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile 1 Marzo 2004 Incarico del Municipio di Prato-Leventina per la valutazione dell efficienza funzionale

Dettagli

La congiuntura del credito in Emilia-Romagna. Direzione Centrale Studi e Ricerche

La congiuntura del credito in Emilia-Romagna. Direzione Centrale Studi e Ricerche La congiuntura del credito in Emilia-Romagna Direzione Centrale Studi e Ricerche 1 marzo 2015 Credito in lenta uscita dal ciclo negativo Il minimo del ciclo negativo dei prestiti è chiaramente alle spalle,

Dettagli

IMPIANTO DEL VIGNETO

IMPIANTO DEL VIGNETO IMPIANTO DEL VIGNETO Irrigazione R.Genovesi L irrigazione del vigneto, in climi nei quali le precipitazioni arrivano a coprire una parte rilevante dei fabbisogni idrici delle piante, può assumere il significato

Dettagli

La Crisi dei Salari Crescita, Occupazione e Redditi perduti negli anni Duemila

La Crisi dei Salari Crescita, Occupazione e Redditi perduti negli anni Duemila Istituto per le ricerche economiche e sociali La Crisi dei Salari Crescita, Occupazione e Redditi perduti negli anni Duemila presentazione a cura di: Agostino Megale Riccardo Sanna Taranto, 18/9/2010 elaborazioni

Dettagli

Documento di economia e finanza 2015. Dossier 1 La finanza delle amministrazioni comunali

Documento di economia e finanza 2015. Dossier 1 La finanza delle amministrazioni comunali Documento di economia e finanza 2015 Dossier 1 La finanza delle amministrazioni comunali Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Giorgio Alleva Commissioni riunite V Commissione

Dettagli

Indici Basilea 2 + Business Plan Società di persone e Autonomi

Indici Basilea 2 + Business Plan Società di persone e Autonomi Indici Basilea 2 + Business Plan Società di persone e Autonomi La procedura è quasi tutta automatizzata restando a carico dell'utente le seguenti, limitate, attività: 1. Inserimento degli ultimi 2 Bilanci

Dettagli

Architettura istituzionale del mercato elettrico italiano

Architettura istituzionale del mercato elettrico italiano Architettura istituzionale del mercato elettrico italiano Massimo Beccarello Direzione Strategie, studi e documentazione Milano Roma, 20 giugno 2006 Autorità per l energia elettrica e il gas 1 I soggetti

Dettagli

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.)

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) 2 LA MISSION DI MENOENERGIA ORIGINE DI MENOENERGIA Menoenergia è una società controllata dal Gruppo

Dettagli

Costo della vita e prezzi immobiliari correnti

Costo della vita e prezzi immobiliari correnti dott. ing. arch. Alberto M. Lunghini, FRICS, AICI, FIABCI Reddy s Group SRL IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO dagli anni 60 al 31/12/2014 (con ipotesi di andamento del mercato sino al 2026)

Dettagli

Fonti di finanziamento: l effetto positivo della leva finanziaria

Fonti di finanziamento: l effetto positivo della leva finanziaria Il caso Fonti di finanziamento: l effetto positivo della leva finanziaria di Silvia Tommaso - Università della Calabria Nella scelta delle fonti di finanziamento, necessarie alla copertura del fabbisogno

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE DIPARTIMENTO DI ENERGETICA E MACCHINE Impianti di accumulo mediante pompaggio: caratteristiche generali e peculiarità funzionali Piero Pinamonti 1 Potenza efficiente degli

Dettagli

COSTI NEL CORSO DEGLI ANNI:

COSTI NEL CORSO DEGLI ANNI: COSTI NEL CORSO DEGLI ANNI: Dal 1996 al 2006 il tasso di inflazione ufficiale è stato del 24,9% Ma gli incrementi medi sono stati ad es Gasolio + 42,86 Contributi lavoratori autonomi + 41,18 variazione

Dettagli

Il ruolo delle banche per lo sviluppo delle imprese agricole e delle loro cooperative

Il ruolo delle banche per lo sviluppo delle imprese agricole e delle loro cooperative Il ruolo delle banche per lo sviluppo delle imprese agricole e delle loro cooperative Raffaele Rinaldi Responsabile Ufficio Crediti ABI CREDITO E COOPERAZIONE Roma, 18 PRESTITI DELLE BANCHE PER SETTORI

Dettagli

L'economia italiana in breve

L'economia italiana in breve L'economia italiana in breve N. 9 - Settembre 9 PIL, domanda nazionale, commercio con l'estero Quantità a prezzi concatenati; variazioni percentuali sul periodo precedente in ragione d'anno; dati trimestrali

Dettagli

MUSEK WP N. 2. ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community.

MUSEK WP N. 2. ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community. MUSEK WP N. 2 ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community. MUNICIPALITY OF RAVENNA Maggio 2007 Sommario Il Comune di RAVENNA...Errore. Il segnalibro non è definito. 1 L

Dettagli

Reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle società IV trimestre 2010

Reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle società IV trimestre 2010 8 aprile 2011 Reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle società IV trimestre 2010 Direzione centrale comunicazione ed editoria Tel. +39 06.4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel.

Dettagli

DATI SULLA PRODUZIONE ED OFFERTA DI ENERGIA ELETTRICA

DATI SULLA PRODUZIONE ED OFFERTA DI ENERGIA ELETTRICA REGIONE SICILIANA - ASSESSORATO INDUSTRIA UFFICIO SPECIALE PER IL COORDINAMENTO DELLE INIZIATIVE ENERGETICHE U.O. 2 DATI SULLA PRODUZIONE ED OFFERTA DI ENERGIA ELETTRICA AGGIORNATI AL MESE DI MARZO 2009

Dettagli

Macchina di pressofusione a Risparmio Energetico

Macchina di pressofusione a Risparmio Energetico Macchina di pressofusione a Risparmio Energetico Vieni a vederla dal 14 al 17 aprile al Pressa HC con motore a Risparmio Energetico Questa gamma di macchine di pressofusione è stata studiata per ottenere

Dettagli

SWP. Scaldacqua a pompa di calore SWP L acqua calda costa meno, finalmente. + Efficienza + Risparmio + Benessere

SWP. Scaldacqua a pompa di calore SWP L acqua calda costa meno, finalmente. + Efficienza + Risparmio + Benessere SWP Scaldacqua a pompa di calore SWP L acqua calda costa meno, finalmente. + Efficienza + Risparmio + Benessere Scaldacqua a pompa di calore SWP AERMEC tutta l acqua calda che vuoi, ad altissima efficienza

Dettagli

LA SPESA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE

LA SPESA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI LA SPESA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE PER INVESTIMENTI FISSI: CONFRONTO EUROPEO ESTRATTO DALL OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI GIUGNO

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

CONTO ECONOMICO TRIMESTRALE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE

CONTO ECONOMICO TRIMESTRALE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE 9 gennaio 2014 III trimestre 2013 CONTO ECONOMICO TRIMESTRALE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE Indebitamento, saldo primario, saldo corrente, entrate totali, uscite totali Nel terzo trimestre 2013 l indebitamento

Dettagli

Corso di laurea in "Protezione delle piante" a.a. 2002/2003 Corso di MECCANICA AGRARIA Docente: Prof. Domenico Pessina ESERCIZIARIO PER GLI STUDENTI

Corso di laurea in Protezione delle piante a.a. 2002/2003 Corso di MECCANICA AGRARIA Docente: Prof. Domenico Pessina ESERCIZIARIO PER GLI STUDENTI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO ISTITUTO DI INGEGNERIA AGRARIA via G. Celoria, 2-20133 Milano Corso di laurea in "Protezione delle piante" a.a. 2002/2003 Corso di MECCANICA AGRARIA Docente: Prof. Domenico

Dettagli

Analisi costi-benefici degli interventi di efficienza energetica

Analisi costi-benefici degli interventi di efficienza energetica Università Roma La Sapienza Dipartimento di Meccanica ed Aeronautica Analisi costi-benefici degli interventi di efficienza energetica Prof. Marco LUCENTINI Università degli Studi di Roma "La Sapienza"

Dettagli

DATI SULLA PRODUZIONE ED OFFERTA DI ENERGIA ELETTRICA

DATI SULLA PRODUZIONE ED OFFERTA DI ENERGIA ELETTRICA REGIONE SICILIANA - ASSESSORATO INDUSTRIA UFFICIO SPECIALE PER IL COORDINAMENTO DELLE INIZIATIVE ENERGETICHE U.O. 2 DATI SULLA PRODUZIONE ED OFFERTA DI ENERGIA ELETTRICA AGGIORNATI AL MESE DI GIUGNO 2008

Dettagli

dilenab@arssa-mail.it

dilenab@arssa-mail.it dilenab@arssa-mail.it Introduzione L Aridità è una caratteristica climatica determinata dalla contemporanea scarsità di piogge e dalla forte evaporazione che sottrae umidità al terreno (UNEP 1997- http://www.unep.org/geo/geo1/ch/toc.htm)

Dettagli

DICHIARAZIONI DEI REDDITI PERSONE FISICHE PER L ANNO D IMPOSTA 2013 NOTA ESPLICATIVA

DICHIARAZIONI DEI REDDITI PERSONE FISICHE PER L ANNO D IMPOSTA 2013 NOTA ESPLICATIVA DICHIARAZIONI DEI REDDITI PERSONE FISICHE PER L ANNO D IMPOSTA 2013 NOTA ESPLICATIVA - Quadro generale Per una corretta interpretazione dei dati statistici occorre fare riferimento al contesto macroeconomico

Dettagli

CERTIFICATO n 46a 005

CERTIFICATO n 46a 005 SERVIZIO DI ACCERTAMENTO DELLE CARATTERISTICHE FUNZIONALI E DELLA SICUREZZA DELLE MACCHINE AGRICOLE CERTIFICATO n 46a 5 UGELLO A FESSURA A INDUZIONE D ARIA SERIE: 1131 VERSIONE: 3 DITTA COSTRUTTRICE: ABBÀ

Dettagli

Il caso CodeInt s.r.l.

Il caso CodeInt s.r.l. L ANALISI DEI COSTI DI DISTRIBUZIONE PER LA VALUTAZIONE DELL EFFICIENZA COMMERCIALE Il caso CodeInt s.r.l. Che cos è la contabilità analitica? insieme di determinazioni economicoquantitative mediante cui

Dettagli

La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici

La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici home >> approccio economico >> La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici CONCETTO DI EFFICIENZA L'IMPRESA AGRARIA E' EFFICIENTE

Dettagli

CASO DI STUDIO. La AG ha finanziato gli acquisti suddetti ricorrendo ad un mutuo per complessive 550 mila e per il resto ad indebitamento bancario.

CASO DI STUDIO. La AG ha finanziato gli acquisti suddetti ricorrendo ad un mutuo per complessive 550 mila e per il resto ad indebitamento bancario. CASO DI STUDIO La società AG è stata costituita il 2 gennaio 2010, con capitale sociale di L. 400 mila euro interamente sottoscritto dalla holding del gruppo Aldegheri, operante nel settore agro-alimentare.

Dettagli

Responsabile scientifico del Progetto: Prof. Leonardo Casini

Responsabile scientifico del Progetto: Prof. Leonardo Casini Progetto di ricerca: La multifunzionalità dell agricoltura nelle zone montane marginali: una valutazione qualitativa, quantitativa e monetaria degli impatti ambientali economici e sociali Responsabile

Dettagli