SUGAR WORLD 2004 STRUMENTI PER IL MIGLIORAMENTO E IL CONSOLIDAMENTO DELLE RESE IN BIETICOLTURA: ASPETI TECNICO- ECONOMICI DELL IRRIGAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SUGAR WORLD 2004 STRUMENTI PER IL MIGLIORAMENTO E IL CONSOLIDAMENTO DELLE RESE IN BIETICOLTURA: ASPETI TECNICO- ECONOMICI DELL IRRIGAZIONE"

Transcript

1 SUGAR WORLD 2004 STRUMENTI PER IL MIGLIORAMENTO E IL CONSOLIDAMENTO DELLE RESE IN BIETICOLTURA: ASPETI TECNICO- ECONOMICI DELL IRRIGAZIONE Erman Gabellini, Giovanni Bettini, Giuseppe Ciuffreda Settore irrigazione Beta S.c.a.r.l. Cesena, 3 dicembre 2004

2 PROGETTO EUROPA : ATTIVITÀ 2004 Azione 1: definizione delle restituzioni di acqua alla coltura Azione 2: confronto tecnico ed economico tra differenti tipologie di impianti distributivi Azione 3: studio della fertirrigazione sulla coltura

3 SEQUENZA PRESENTAZIONI Gli aspetti produttivi: Dott. Giovanni Bettini Gli aspetti economici: Dott. Giuseppe Ciuffreda Analisi di convenienza ed azioni future: Dott. Erman Gabellini

4 ASPETTI PRODUTTIVI

5 DATI TECNICI CESA (AR) FIUMAZZO (RA) MONTAGNANA (PD) VOGHERA (PV) SEMINA 3-apr 21-mar 1-apr 18-mar 1 ESTIRPO 11-ago 10-ago 16-ago 16-ago 2 ESTIRPO 21-set 24-set 29-set 23-set Località Tessitura del terreno % Cic (1) Pa Ad Rifu Sabbia Argilla Limo mm mm mm mm Voghera (PV) Montagnana (PD) Fiumazzo (RA) Cesa (AR) (1) 40 cm di profondità

6 PARAMETRI IDROLOGICI DELLE PROVE Cesa (AR) Fiumazzo (RA) Montagnana (PD) Voghera (PV) 1 est 2 est 1 est 2 est 1 est 2 est 1 est 2 est Precipitazioni mm ETC mm Etf mm (apporti di falda) Irrigazioni 50% mm e n. 80 (2) 130 (3) 50 (1) 100 (2) 40 (1) 40 (1) 145 (3) 185 (4) Irrigazioni 100% mm e n. 185 (5) 280 (7) 140 (3) 230 (5) 90 (2) 140 (3) 220 (5) 285 (7) Irrigazioni su base tensiometrica mm e n. 185 (5) 280 (7) 175 (4) 265 (6) 90 (2) 140 (3) 220 (5) 285 (7)

7 AZIONE 1 Individuazione della restituzione ottimale di acqua alla coltura TESI restituzione del 50% dell evapotraspirato colturale calcolato con il software Acqua Facile (AF) intervenendo quando si esaurisce il 100% della riserva facilmente utilizzabile (RIFU); restituzione del 100% dell evapotraspirato colturale calcolato con il software Acqua Facile (AF) intervenendo quando si esaurisce il 100% della riserva facilmente utilizzabile (RIFU); restituzione del 100% dell evapotraspirato intervenendo quando il tensiometro posizionato a 40 cm di profondità raggiunge una depressione di -70 centibar.

8 t/ha Azione 1 - Peso radici t/ha - I estirpo 78,9 77,0 76,7 74,5 71,8 72,8 72,3 69,1 56,6 50,7 43,2 34,6 51,5 64,9 51,6 Cesa Fiumazzo Montagnana Voghera asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

9 Azione 1 - Peso radici t/ha - II estirpo 120 t/ha ,2 112,8 108,8 104,6 103,7 101,3 83,7 83,6 88,3 71,1 93,2 64,6 Cesa Montagnana Voghera asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

10 Azione 1 - Polarizzazione - I estirpo 17, , , , , , ,6 15,5 15,1 14,9 15,6 15,0 14,6 13,8 13,7 14,2 14,3 17,1 15,4 14,9 Cesa Fiumazzo Montagnana Voghera 14,6 asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

11 Azione 1 - Polarizzazione - II estirpo 15, , , , , , ,0 15,0 15,0 15,3 14,7 14,1 13,8 13,8 13,5 13,7 13,5 Cesa Montagnana Voghera 13,2 asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

12 95 Azione 1 - PSD - I estirpo ,7 91,0 91,0 91,5 93,8 93,5 92,6 91,5 90,3 90,6 90,8 92,4 91,7 91,5 91, Cesa Fiumazzo Montagnana Voghera asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

13 Azione 1 - PSD - II estirpo ,9 90,0 90,2 91,3 91,3 90,2 91,0 91,1 92,0 90,9 90,4 90, Cesa Montagnana Voghera asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

14 3,50 3,25 3,00 2,75 2,50 2,25 2,00 1,75 1,50 1,25 1,00 1,7 Azione 1 - PLV (x1.000/ha) I estirpo 3,4 3,4 3,3 3,2 3,2 3,0 3,1 2,6 2,8 2,8 2,2 2,0 2,5 2,5 Cesa Fiumazzo Montagnana Voghera asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

15 4,50 4,25 4,00 3,75 3,50 3,25 3,00 2,75 2,50 2,25 2,00 1,75 1,50 2,4 Azione 1 - PLV (x1.000/ha) - II estirpo 4,4 4,3 4,0 3,8 3,8 3,8 3,6 3,6 3,5 3,2 3,0 Cesa Montagnana Voghera asciutto 50% evap. 100% evap. tensiom.

16 CONCLUSIONI AZIONE 1 In tutte le prove l irrigazione ha aumentato la produttività della coltura; il peso ha sempre registrato forti incrementi e la polarizzazione ha subito lievi rementi in due località, con leggero incremento a Montagnana e una sensibile diminuzione a Voghera; in primo estirpo le plusvalenze ottenute restituendo il 50% di evapotraspirato variano da un euro fino a euro, mentre in secondo estirpo gli incrementi oscillano da +500 euro a +740 euro; in primo estirpo le plusvalenze ottenute restituendo il 100% di evapotraspirato variano da un euro fino a euro; in secondo estirpo gli incrementi oscillano da +780 euro a euro; in linea generale, la restituzione al 100%, ha fornito incrementi di reddito circa doppi rispetto al 50%; tra il primo e il secondo estirpo le differenze di reddito con il test asciutto sono aumentate in maniera significativa.

17 AZIONE 2 Confrontro tra quattro diverse tipologie di impianti distributivi: Ala gocciolante (manichetta) Minisprinkler Macchina semovente ad ala avvolgibile (rotolone) con irrigatore a getto singolo Macchina semovente ad ala avvolgibile (rotolone) accoppiato con barra orizzontale In tutti gli impianti è stata adottata la restituzione del 100% dell evapotraspirato colturale calcolato con il software Acqua Facile (AF) intervenendo quando si esaurisce il 100% della riserva facilmente utilizzabile (RIFU), con volumi d acqua di circa 40 mm per intervento

18 Azione 2 - Peso radici t/ha - I e II estirpo ,7 99,3 71,9 94,8 Manichetta Sprinkler Rotolone Barra orrizontale 69,4 98,5 73,7 96,5 I estirpo (Montagnana-Voghera) II estirpo (Montagnana-Voghera-Cesa)

19 Azione 2 - Polarizzazione - I e II estirpo 15, , ,5 14,3 13,8 15,1 14,1 15,2 14,5 14,7 14, ,5 12 Manichetta Sprinkler Rotolone Barra orrizontale I estirpo (Montagnana-Voghera) II estirpo (Montagnana-Voghera-Cesa)

20 Azione 2 - Purezza Sugo Denso - I e II estirpo ,1 90,1 92,2 91,8 91,9 91,9 91,0 90, Manichetta Sprinkler Rotolone Barra orrizontale I estirpo Montagnana-Voghera II estirpo Montagnana-Voghera-Cesa

21 Azione 2 - PLV - (x1.000/ha) I e II estirpo 4,25 4,00 3,75 3,50 3,25 3,00 2,75 2,50 2,25 2,00 3,2 3,9 3,3 3,8 Manichetta Sprinkler Rotolone Barra orrizontale 3,2 4,1 3,2 3,9 I estirpo Montagnana-Voghera II estirpo Montagnana-Voghera-Cesa

22 CONCLUSIONI AZIONE 2 l elaborazione complessiva sia del primo estirpo, sia del secondo, non è statisticamente significativa: non è emerso un impianto distributivo in grado di differenziarsi in termini produttivi rispetto agli altri; segnaliamo una maggiore produzione di peso, anche se non significativa per la manichetta che, per contro, presenta una riduzione in termini di polarizzazione;

23 GLI ASPETTI ECONOMICI

24 Calcolo e confronto dei costi di esercizio di 4 tipologie di impianti irrigui: ala gocciolante (manichetta); minisprinkler; rotolone con barra orizzontale; rotolone con irrigatore singolo.

25 COSTO ANNUO D ESERCIZIO Costo annuo d esercizio = costi costanti (Kc) + costi variabili (Kv) x n Costi costanti: sono indipendenti dall uso che si fa della macchina, nel senso che rimangono costanti qualunque sia il numero di unità di lavoro che la macchina è chiamata a fare; Costi variabili: sono costi la cui entità varia, anche se non sempre in modo rigidamente proporzionale, al variare delle unità di lavoro fornite dalle macchine; n: numero d interventi irrigui o m 3 d acqua distribuiti.

26 NOTE ULTERIORI il pompaggio dell acqua avviene da un canale a cielo aperto; l'attrezzatura per la messa in pressione dell impianto è costituita da una pompa a presa cardanica ad asse orizzontale, azionata dalla presa di forza di una trattrice; il turno d irrigazione è pari a 7 giorni (riferito ai momenti di massima evapotraspirazione); l interesse annuo sul valore dell impianto è pari ad una percentuale del 2,25% ([1]) sul suo valore medio (Vm) ([2]); i costi riportati sono al netto dell IVA e si riferiscono ad una superficie di 1 ettaro. [1] Valore attuale del tasso di sconto della Banca Centrale Europea. [2] Vm = (Vo Vr)/2 dove Vo = valore a nuovo dell impianto e Vr = valore di recupero dell impianto.

27 CRITERI ADOTTATI PER IL CALCOLO DEI COSTI FISSI I costi fissi sono stati calcolati considerando una superficie irrigabile totale di : 14 ettari per ala gocciolante e minisprinkler [4]; 17 ettari per ala piovana; 23 ettari per rotolone Gli ammortamenti pari a: 1 anno per i materiali di consumo; 5 anni per i materiali plastici (lay flat, raccorderie, ecc.); 10 anni per i materiali ferrosi (filtri, raccordi, ecc.); Per rotolone, barra e pompa una quota di reintegrazione calcolata: sottraendo al valore a nuovo (Vo), il valore di recupero (Vr) - stimato pari al 10 % di Vo - diviso la durata dell impianto stimata in 12 anni [(Vo Vr)/n anni la quota di manutenzione ordinaria pari al 1% del valore a nuovo dell impianto. [4]. Questo valore deriva dalla moltiplicazione del turno d adacquamento nei momenti di massima evapotraspirazione (7gg) e gli ettari irrigabili contemporaneamente (2 ha).

28 CRITERI ADOTTATI PER IL CALCOLO DEI COSTI VARIABILI I costi variabili sono stati calcolati considerando: un volume d adacquamento pari a 1500 m 3 /ha, distribuiti in: 5 interventi (300 m 3 per intervento irriguo) per ala gocciolante e minisprinkler; 4 interventi (375 m 3 per intervento irriguo) per ala piovana e rotolone; consumi energetici stimati 0,18 litri/h di gasolio per CV;

29 CARATTERISTICHE DELL IMPIANTO AD ALA GOCCIOLANTE il dimensionamento è stato eseguito per irrigare contemporaneamente due ettari; ala gocciolante non autocompensante monouso (Acqua Traxx) diametro 16 mm, spessore 6 mil (0.15 mm), gocciolatori ogni 30 cm, portata nominale di 1,1 l/h alla pressione d esercizio di 0,7 bar; ali gocciolanti posizionate ad una distanza di 90 cm, pluviometria di 4 mm\h; l'impianto filtrante costituito da: filtro quarzite con controlavaggio manuale; filtro rete 120 mesh; L attrezzatura impiegata per la messa in pressione dell impianto è costituita da una pompa Caprari MEC D 1/65 B, portata di L/min. azionata da una trattrice di 40 CV.

30 RIPARTIZIONE DEI COSTI FISSI ALA GOCCIOLANTE Quota manutenzione 13 Quota interessi 29 Manodopera allestimento 113 Quota ammortamento 635

31 RIPARTIZIONE DEI COSTI VARIABILI ALA GOCCIOLANTE Manodopera distribuzione 28,40 Costi energetici 54,00

32 CARATTERISTICHE DELL IMPIANTO MINISPRINKLER il dimensionamento è stato eseguito per irrigare contemporaneamente due ettari; irrigatori (Dan super 10 Giallo) diametro di gittata 20 m, portata 530 l/h con pressione di esercizio di 3,5 bar. La pluviometria 4,1 mm/h. condotta principale in lay flat (manichetta appiattibile) da 3 pollici, ali in polietilene PN4 diametro di 40 mm; sesto d impianto 12m x 10,8m, pluviometria 4,1 mm\h; l'impianto filtrante costituito da un filtro rete 120 mesh; L attrezzatura impiegata per la messa in pressione dell impianto è costituita da una pompa Caprari MEC D 3/65 B, portata di L/min azionata da una trattrice di 70 CV.

33 RIPARTIZIONE DEI COSTI FISSI IMPIANTO MINISPRINKLER Quota manutenzione 17 Quota interessi 39 Manodopera allestimento 114 Quota ammortamento 317

34 RIPARTIZIONE DEI COSTI VARIABILI IMPIANTO MINISPRINKLER Costi energetici 94,50 Manodopera distribuzione 28,40

35 CARATTERISTICHE ROTOLONE CON BARRA ORIZZONTALE Il dimensionamento è stato eseguito sulla base: di un irrigatore semovente, 320 m di lunghezza e diametro esterno del tubo di 110 mm; di una barra telescopica con attacco a tre punti lunghezza utile bagnabile di 50 m, 43 ugelli (Ø 6 mm); di una pressione d'esercizio alla barra di 2,5 bar e velocità di rientro 40 m/h, pluviometria 40 mm/h; di un impianto filtrante costituito da filtro rete 120 mesh; di una pompa Caprari MEC D 2/65 A, portata di L/min azionata da una trattrice di 80 CV.

36 RIPARTIZIONE DEI COSTI FISSI ROTOLONE CON BARRA ORIZZONTALE Quota interessi 9 Quota manutenzione; 35 Quota ammortamento 67

37 RIPARTIZIONE DEI COSTI VARIABILI ROTOLONE CON BARRA ORIZZONTALE Manodopera per distribuzione 71 Costi energetici 115

38 CARATTERISTICHE DEL ROTOLONE CON IRRIGATORE SINGOLO Il dimensionamento è stato eseguito sulla base: di un irrigatore semovente, 320 m di lunghezza e diametro esterno del tubo di 110 mm; di un irrigatore (Sime Konkord) con boccaglio da 30 mm, gittata di 55 m, lunghezza utile bagnabile di 100 m; di una pressione d'esercizio all irrigatore di 7 bar e velocità di rientro 23 m/h, pluviometria 40 mm/h; di una pompa caprari mec D 3/65 B, portata di L/min azionata da una trattrice di 100 CV.

39 RIPARTIZIONE DEI COSTI FISSI ROTOLONE CON IRRIGATORE SINGOLO Quota interessi 5 Quota manutenzione 19 Quota ammortamento 36

40 RIPARTIZIONE DEI COSTI VARIABILI ROTOLONE CON IRRIGATORE SINGOLO Manodopera per distribuzione 28 Costi energetici 126

41 COSTI FISSI RIPARTIZIONE DEI COSTI FISSI DEI QUATTRO TIPI D'IMPIANTO Manodopera per allestimento Quota interessi Quota manutenzione Quota ammortamento Manichetta Sprinkler Ala piovana Rotolone

42 COSTI PROPORZIONALI RIPARIZIONE DEI COSTI RPOPORZIONALI DEI QUATTRO TIPI D'IMPIANTO Costi energetici Manodopera per distribuzione , ,40 28,40 28,40 0 Manichetta Sprinkler Ala piovana Rotolone

43 COSTI TOTALI RIPARTIZIONE DEI COSTI TOTALI DEI QUATTRO TIPI D'IMPIANTO Totale costi variabili Totale costi fissi Manichetta Sprinkler Ala piovana Rotolone

44 CONCLUSIONI L analisi dei costi evidenzia grosse differenze tra gli impianti; la quota di ammortamento della manichetta è il doppio di quella dello sprinkler, 10 volte più elevata di quella della barra e circa 20 rispetto a quella del rotolone; anche le quote interessi e manodopera per allestimento incidono sul costo degli impianti fissi in quanto sono spese che si ripropongono ogni anno, mentre per impianti tipo barra e rotolone le ampie superfici irrigate e la durata poliennale diluiscono queste spese; ovviamente barra e rotolone presentano costi energetici più elevati e un maggiore pompaggio di acqua alla fonte per la loro minore efficienza distributiva.

45 ANALISI DI CONVENIENZA

46 Prendendo a riferimento la situazione reale delle prove 2004, con l analisi di convenienza vogliamo: valutare l impianto distributivo più conveniente in termini economici, a parità di volume irriguo stagionale determinato attraverso la restituzione del 100% dell evapotraspirato calcolato con il software Acquafacile ; definire, tra i diversi livelli di restituzione dell evapotraspirato colturale, quello ottimale sotto il profilo produttivo ed economico.

47 IMPIANTO DISTRIBUTIVO: quadro di riferimento IMPIANTI BARRA MANICHETTA ROTOLONE SPRINKLER Plv 1 estirpo (/ha) Plv 2 estirpo (/ha) Volume irriguo stagionale 1 estirpo (m 3 /ha) Volume irriguo stagionale 2 estirpo (m 3 /ha) Costo colturale senza irrigazione (/ha) Costo fisso irrigazione (/ha) Costo proporzionale irrigazione (/m3) 0,12 0,05 0,10 0,08 nell analisi è stato impostato un costo colturale, senza irrigazione, di euro/ha; il costo dell acqua non è stato valutato perché nella maggioranza dei comprensori del centro-nord si versa un imposta consortile di bonifica a superficie (irrigua o aziendale) indipendente dalla quantità di acqua utilizzata (alla domanda).

48 CONFRONTO REDDITI 1 ESTIRPAMENTO PLV (/ha) ASCIUTTO BARRA MANICHETTA ROTOLONE SPRINKLER COSTI REDDITO NETTO

49 CONFRONTO REDDITI 2 ESTIRPAMENTO PLV (/ha) ASCIUTTO BARRA MANICHETTA ROTOLONE SPRINKLER COSTI REDDITO NETTO

50 CONSIDERAZIONI L annata ha evidenziato una crescita della produzione lorda vendibile e del reddito netto passando dal primo al secondo estirpo; il test non irrigato si è attestato su valori più elevati rispetto alle reali produzioni aziendali di riferimento (compensori attigui alle prove) con una PLV di e di /ha rispettivamente in 1 e 2 estirpo; nell analisi di convenienza solo gli impianti tipo barra orizzontale e rotolone hanno fornito un incremento di reddito netto rispetto al test non irrigato; l incremento ha raggiunto il valore massimo in secondo estirpo con rotolone (plusvalenza di 842 euro / +50%);

51 CONSIDERAZIONI Il dato accertato quest anno non dipende dalla produttività degli impianti, ma dal loro diverso costo di gestione; l analisi dei costi presentata segue un approccio scientifico; tuttavia nella realtà incidono sulle scelte dell imprenditore agricolo: situazioni di ordine pratico-gestionale (approvvigionamento idrico, superficie aziendale, manodopera, giacitura dei terreni, clima) aspetti di ordine economico (ammortamento impianti, finanziamenti pubblici e/o privati, manodopera propria); Nel Nord Italia l impiego del rotolone è giustificato sia sotto il profilo produttivo sia sotto quello economico. Nel breve periodo occorrerà lavorare affinchè il maggior numero possibile di aziende consideri l irrigazione una pratica colturale ordinaria ;

52 CONSIDERAZIONI La diffusione di impianti irrigui fissi (minisprinkler e soprattutto manichetta) è legata alla possibilità di ammortizzare completamente questi impianti in più anni (3-5) attraverso: la raccolta delle ali gocciolanti ed il loro riutilizzo l interramento della manichetta per più anni a circa 45 cm di profondità.

53 RACCOLTA MANICHETTA con attrezzature in grado di: Sollevare la manichetta sopra la coltura Unire con saldature termiche due manichette Ribobinare le ali gocciolanti

54 MANICHETTA INTERRATA

55 CONFRONTO TRA DIVERSI LIVELLI DI RESTITUZIONE Il volume distributivo migliore sotto il profilo produttivo è già stato evidenziato nell azione 1 PRODUZIONE LORDA VENDIBILE ASCIUTTO REST 50%AF REST 100%AF REST 100% TEN Occorre valutare se l innalzamento di Plv, ottenuto con il 100% di restituzione rispetto al 50%, una volta detratti tutti i costi di irrigazione offre ancora un incremento di reddito.

56 CONFRONTO TRA DIVERSI LIVELLI DI RESTITUZIONE In tutte le prove sono stati calcolati i costi fissi e quelli proporzionali per l irrigazione in funzione dei volumi realmente distribuiti e dei diversi impianti analizzati. Si è poi proceduto alla determinazione del Reddito Netto REDDITO NETTO OTTENUTO CON DIVERSI LIVELLI DI RESTITUZIONE REST 50%AF REST 100%AF REST 100% TEN euro BARRA MANICHETTA ROTOLONE SPRINKLER MEDIA

57 CONSIDERAZIONI TESI BARRA MANICHETTA ROTOLONE SPRINKLER MEDIA INC. % Rest. 50% AF % Rest. 100% AF ,7% Rest. 100% TENS: ,2% l analisi di convenienza su questi dati, al netto di tutti i costi irrigui, evidenzia una plusvalenza di circa 300 euro per la restituzione al 100% pari ad un + 24%.

58 GRAZIE PER L ATTENZIONE

59 CESA (AR) ANDAMENTO METEOROLOGICO precipitazioni mm temperature ( C) mar apr mag giu lug ago set 3-5 pioggia 2004 T max storiche T max 2004 T min storiche T min 2004

60 FIUMAZZO (RA) ANDAMENTO METEOROLOGICO precipitazioni mm temperature ( C) mar apr mag giu lug ago set 3-5 pioggia 2004 T max storiche T max 2004 T min storiche T min 2004

61 MONTAGNANA (PD) ANDAMENTO METEOROLOGICO precipitazioni mm temperature ( C) mar apr mag giu lug ago set 3-5 pioggia 2004 T max storiche T max 2004 T min storiche T min 2004

62 VOGHERA (PV) ANDAMENTO METEOROLOGICO precipitazioni mm temperature ( C) mar apr mag giu lug ago set 3-5 pioggia 2004 T max storiche T max 2004 T min storiche T min 2004

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Abano Terme, 27 29 Aprile 2007 Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Adriano Barbi, Alessandro Chiaudani, Irene Delillo ARPAV Centro Meteorologico di Teolo Sabato 28 Aprile 2007 In collaborazione con

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

garantiscono completamente quanto sopra un anno su due, statisticamente.

garantiscono completamente quanto sopra un anno su due, statisticamente. Direzione Ambiente Linee guida per la verifica dei fabbisogni irrigui, la revisione delle concessioni e il calcolo dei riparti in condizioni di magra Quant4 Software di calcolo dei fabbisogni irrigui comprensoriali

Dettagli

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile Comune di Prato Leventina - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile 1 Marzo 2004 Incarico del Municipio di Prato-Leventina per la valutazione dell efficienza funzionale

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

La protezione delle culture agricole è la nostra specialità

La protezione delle culture agricole è la nostra specialità La protezione delle culture agricole è la nostra specialità Ugelli antideriva ad aspirazione d aria ed accessori per irrorazione AirMix e TurboDrop i più conosciuti e diffusi nel mondo per la protezione

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

MODENA E IL SUO CLIMA

MODENA E IL SUO CLIMA Comune di Modena - SERVIZIO STATISTICA: note divulgative Pagina 1 di 2 MODENA E IL SUO CLIMA Modena, pur non essendo estranea al fenomeno del riscaldamento generalizzato, continua ad essere caratterizzata

Dettagli

GARDENA IRRIGAZIONE 2015 L IRRIGAZIONE PERFETTA PER OGNI GIARDINO

GARDENA IRRIGAZIONE 2015 L IRRIGAZIONE PERFETTA PER OGNI GIARDINO GARDENA IRRIGAZIONE 2015 L IRRIGAZIONE PERFETTA PER OGNI GIARDINO IRRIGAZIONE GARDENA Prodotti di qualità. Giardini in ottima forma. GARDENA assortimento completo GARDENA offre tutto ciò di cui avete bisogno

Dettagli

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO FABRIANO 06 MAGGIO 2014 1 Fig 1 Intervento di semina su sodo con

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

n 9 di mercoledì 10/06/2015 Sommario settimana dal 10/06/2015 al 16/06/2015 Riassunto

n 9 di mercoledì 10/06/2015 Sommario settimana dal 10/06/2015 al 16/06/2015 Riassunto Fattori comprensoriali comuni Fonti di approvvigionamento idriche Sommario settimana dal 10/06/2015 al 16/06/2015 Riassunto Fiume PO portata presso località Pontelagoscuro - Fiume PO livello presso opera

Dettagli

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria Quale frequenza di lavoro scegliere Geometria del pezzo da trattare e sue caratteristiche elettromagnetiche

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fattori comprensoriali comuni Fonti di approvvigionamento idriche Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fiume PO portata presso località Pontelagoscuro - Fiume PO livello presso opera

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

www.jabsco.com Nuova autoclave autoaspirante a basso consumo energetico, può servire in contemporanea 2 rubinetti massimo.

www.jabsco.com Nuova autoclave autoaspirante a basso consumo energetico, può servire in contemporanea 2 rubinetti massimo. Autoclave Autoclave Mod. RFL 122202A Nuova autoclave autoaspirante a basso consumo energetico, può servire in contemporanea 2 rubinetti massimo. Protezione termica interna per i sovracarichi. Gira a secco

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione Andrea Mariani Pulizia delle vasche volano e di prima pioggia LE ACQUE PIOVANE: Contengono SEDIMENTI - DEPOSITI in vasca; - Riduzione

Dettagli

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Con il patrocinio di energia UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Dopo un anno di monitoraggio climatico nella città di Perugia, effettuato grazie alla rete meteo installata

Dettagli

Manuale tecnico di progettazione

Manuale tecnico di progettazione Manuale tecnico di progettazione Informazioni tecniche, tabelle di calcolo, descrizioni di capitolato Adduzione idrica e riscaldamento Scarico e pluviali Indice Impianti di scarico Considerazioni generali

Dettagli

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni 3M Italia, Gennaio 2011 Bollettino Istruzioni Applicazione pellicole su vetro Bollettino Istruzioni 3M Italia Spa Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello (MI) Fax: 02 93664033 E-mail 3mitalyamd@mmm.com

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

QUELL ACQUA SOTTO TERRA

QUELL ACQUA SOTTO TERRA Il Divulgatore n -/200 Quaderni di informazione Agro-Ambientale Pagg. 14-24 QUELL ACQUA SOTTO TERRA La cosiddetta falda ipodermica rappresenta una fonte d acqua significativa per le colture agrarie e va

Dettagli

Manuale d Istruzioni per l uso dell Impianto di Irrigazione per Spazi verdi Residenziali

Manuale d Istruzioni per l uso dell Impianto di Irrigazione per Spazi verdi Residenziali Manuale d Istruzioni per l uso dell Impianto di Irrigazione per Spazi verdi Residenziali Come creare ed Installare un Impianto di Irrigazione Interrato Passo per Passo Gli Innovatori dell Irrigazione Questo

Dettagli

Convegno ARPAER-OGER-Provincia Piacenza CAMBIAMENTO CLIMATICO, ACQUE E DISSESTO IDROGEOLOGICO. GEOFLUID, Piacenza - 1 ottobre 2014

Convegno ARPAER-OGER-Provincia Piacenza CAMBIAMENTO CLIMATICO, ACQUE E DISSESTO IDROGEOLOGICO. GEOFLUID, Piacenza - 1 ottobre 2014 CAMBIAMENTO CLIMATICO, ACQUE E DISSESTO IDROGEOLOGICO Il cambiamento climatico ed il suo impatto ambientale-territoriale su risorsa idrica e rischio Idrogeologico Carlo Cacciamani Direttore Arpa, Servizio

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01 Ecoenergia Idee da installare La pompa di calore Eco Hot Water TEMP La pompa di calore a basamento Eco Hot

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 BORA Professional BORA Classic BORA Basic Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 Progettazione d avanguardia Aspirazione efficace dei vapori nel loro punto d origine BORA Professional Elementi da

Dettagli

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE IG 01.001 IG 01.002 IG 01.003a Approntamento dell' attrezzatura di perforazione a rotazione compreso il carico e lo scarico e la revisione a fine lavori. Per ogni approntamento dellattrezzatura cad 667,35

Dettagli

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA IT Sistema a soffitto Il rivoluzionario sistema a soffitto Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA Il rivoluzionario sistema a soffitto Resa certificata Adduzione inserita nella

Dettagli

Riferimenti Normativi. D. Lgs. 152/06 (Testo Unico) Delib. Int. 04/02/1977 Leggi e Regolamenti locali D.M. 185/03 (riutilizzo acq.

Riferimenti Normativi. D. Lgs. 152/06 (Testo Unico) Delib. Int. 04/02/1977 Leggi e Regolamenti locali D.M. 185/03 (riutilizzo acq. Riferimenti Normativi - D. Lgs. 152/06 (Testo Unico) Delib. Int. 04/02/1977 Leggi e Regolamenti locali D.M. 185/03 (riutilizzo acq. reflue) Acque reflue domestiche: acque reflue provenienti da insediamenti

Dettagli

6. L acqua e la tecnica dell irrigazione

6. L acqua e la tecnica dell irrigazione Sansavini_p145-172_c06 24/03/2005 08:58 Pagina 145 6. L acqua e la tecnica dell irrigazione CristosXiloyannis, Rossano Massai, Bartolomeo Dichio 6.1. Il ruolo dell acqua nella pianta L acqua è il costituente

Dettagli

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 RAPPORTI DI LAVORO ATTIVATI (1) NEI MESI GENNAIO-MARZO DEGLI ANNI 2013, 2014 E 2015 A. NUOVI RAPPORTI DI LAVORO A1. Assunzioni a tempo indeterminato gen-mar

Dettagli

La direttiva europea sull eco-design OGNI GIORNO SEMINIAMO TECNOLOGIA PER LA VITA

La direttiva europea sull eco-design OGNI GIORNO SEMINIAMO TECNOLOGIA PER LA VITA La direttiva europea sull eco-design OGNI GIORNO SEMINIAMO TECNOLOGIA PER LA VITA 2020. Ci aspetta un grande obiettivo La direttiva Eco-design. 02 Nel 2005 l Unione Europea ha approvato la nuova direttiva

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO Studio di tecniche innovative per la razionalizzazione dell uso di fertilizzanti abbinato alla razionalizzazione della risorsa idrica PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ

Dettagli

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw SCHEDA TECNICA CAPACITÀ BENNE CARICO OPERATIVO BENNE PESO OPERATIVO POTENZA MASSIMA W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw W270C/W300C ECOLOGICO COME

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA E DEGLI Quantità R. E L E M E N T I unitario TOTALE R I P O R T O

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA E DEGLI Quantità R. E L E M E N T I unitario TOTALE R I P O R T O pag. 1 R I P O R T O 023573g Valvola a sfera in ottone cromato di diam. 2" con maniglia a leva gialla. Si intende compreso nel prezzo la mano d'opera e quanto altro necessario a rendere l'opera finita

Dettagli

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI Anno 2006/2007 A cura dell ufficio Agronomico Italpollina Spa OBIETTIVO

Dettagli

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20%

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20% Allegato A PARTE I Determinazione delle ore lavoro per realizzare la condizione di principalità di cui all'articolo 6, comma 3, lettera a) della l.r.30/2003. (42) 1. PREMESSA L imprenditore agricolo che

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv )

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv ) SIVIERA GIREVOLE A RIBALTAMENTO IDRAULICO BREVETTATA TRASPORTABILE CON MULETTO MODELLO S.A.F.-SIV-R-G SIVIERA A RIBALTAMENTO MANUALE MODELLO S.A.F. SIV-R1-R2 1 DESCRIZIONE DELLA SIVIERA Si è sempre pensato

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto

Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto Floating system per la produzione di mazzetti e il tappettino subirrigante per le piantine. Due innovazioni adottate dall azienda Ricci

Dettagli

Indagine Agronomica. Obiettivi: Progetto CORINAT

Indagine Agronomica. Obiettivi: Progetto CORINAT Progetto CORINAT Indagine Agronomica Obiettivi: Creazione di un sistema cartografico (GIS) per l analisi territoriale Valutazione della influenza della misura 214 azione i sui componenti della produzione

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-F GPC Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-P GPC - GPE GPC Sicurezza conforme alle ultime normative CE; valvole di sicurezza; riempi botte antinquinante; miscelatore nel coperchio

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC

POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC POMPE GASOLIO - 2 - POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC serie EASY con pompante in alluminio DP3517-30 - 12 Volt DP3518-30 - 24 Volt Elettropompa rotativa a palette autoadescante con by-pass, pompante in alluminio

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

Le perdite d'acqua si definiscono con riferimento al deflusso superficiale (opportunamente definito) alla sezione di chiusura del bacino.

Le perdite d'acqua si definiscono con riferimento al deflusso superficiale (opportunamente definito) alla sezione di chiusura del bacino. Il bacino può essere inteso come volume di controllo che appoggia sulla superficie del suolo oppure sullo strato impermeabile sottostante agli acquiferi. I fenomeni di trasporto di acqua attraverso il

Dettagli

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove La pompa di calore Definizioni La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia da una sorgente a temperatura più bassa ad un utilizzatore a temperatura più alta, tramite la fornitura di

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO Ufficio studi I dati più recenti indicano in oltre 1,4 milioni il numero degli occupati nelle imprese del turismo. Il 68% sono dipendenti. Per conto dell EBNT (Ente Bilaterale Nazionale del Turismo) Fipe,

Dettagli

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013 Implementazione di un modello dinamico 3D densità a dipendente all'interno di un sistema Web-GIS per la gestione e il monitoraggio della qualità delle acque di falda per un comparto di discariche Prof.

Dettagli

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni R r INFORMAZIONE PRODOTTO Turbine I-20 Ultra Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni E I - 2 0 N I B U l t U a T a PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO L

Dettagli

Fertirrigazione del Pinot grigio: più qualità e più guadagno

Fertirrigazione del Pinot grigio: più qualità e più guadagno PROVE DI NUTRIZIONE DELLA VITE NELLA ZONA DOC FRIULI ISONZO VITICOLTURA Fertirrigazione del Pinot grigio: più qualità e più guadagno Dal confronto tra concimazione tradizionale e fertirrigazione della

Dettagli

Operazioni colturali Misura Prezzo unitario Aratura ha 150,00 Erpicatura ha 60,00 Fresatura o erpice rotante ha 123,00 Semina mais e girasole,

Operazioni colturali Misura Prezzo unitario Aratura ha 150,00 Erpicatura ha 60,00 Fresatura o erpice rotante ha 123,00 Semina mais e girasole, Operazioni colturali Misura Prezzo unitario Aratura ha 150,00 Erpicatura ha 60,00 Fresatura o erpice rotante ha 123,00 Semina mais e girasole, macchina monoseme ha 63,00 Con concimazione localizzata ha

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

Valvola di strozzamento e non ritorno

Valvola di strozzamento e non ritorno Valvola di strozzamento e non ritorno RI 79/0.09 Sostituisce: 0.06 /6 Tipi MG e MK Grandezze nominali da 6 a 0 Serie X Pressione d'esercizio massima 5 bar Portata max. 400 l/min. K564- Sommario Indice

Dettagli

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Roma, aprile 2013 INDICE Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Esempi di interventi incentivabili -2- Il Conto Termico: DM 28 12 12 Il Conto Termico

Dettagli

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Misure precise e affidabili in applicazioni ad alta temperatura, come il trattamento termico e i processi di combustione Materiali ceramici

Dettagli

Tanta visibilità posteriore! Tanto spazio libero sul pianale! Totalmente integrato! Scarrabile in 30 secondi! CITY26-35-52 HP diesel

Tanta visibilità posteriore! Tanto spazio libero sul pianale! Totalmente integrato! Scarrabile in 30 secondi! CITY26-35-52 HP diesel CITY26-35-52 HP diesel Totalmente integrato! Scarrabile in 30 secondi! Tanta visibilità posteriore! Tanto spazio libero sul pianale! Disinfestatrici di Classe Superiore C I T I Z E N CITYPlus Ecology Macchina

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

La risorsa idrica sotterranea tra pressione antropica e salvaguardia ambientale

La risorsa idrica sotterranea tra pressione antropica e salvaguardia ambientale La risorsa idrica sotterranea tra pressione Marco Petitta Società Geologica Italiana Dipartimento di Scienze della Terra Università di Roma La Sapienza Compiti del geologo (idrogeologo) sul tema acqua

Dettagli

Impianti di pressurizzazione Alimentazione idrica Industria Edilizia Lavaggi

Impianti di pressurizzazione Alimentazione idrica Industria Edilizia Lavaggi NOCCHI CPS Facile da installare, Basso consumo energetico, Dimensioni compatte CPS è un dispositivo elettronico in grado di variare la frequenza di un elettropompa. Integrato direttamente sul motore permette

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

Facciamoci due conti

Facciamoci due conti Facciamoci due conti Ma alla fine quanto si guadagna a coltivare canapa? la domanda sorge spontanea ed è più che legittima, specie considerando il panorama deprimente dell agricoltura in Italia ai giorni

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

Endivie 2013-2014. Qualità e innovazione Tante novità, da condividere

Endivie 2013-2014. Qualità e innovazione Tante novità, da condividere Endivie 2013-2014 Qualità e innovazione Tante novità, da condividere Tutto il meglio dell endivia Negli ultimi anni Rijk Zwaan ha realizzato un importante programma di ricerca dedicato all endivia. Si

Dettagli

per un fai da te di alta qualità

per un fai da te di alta qualità per un fai da te di alta qualità container su misura e programmati 4 anni insieme senza pensieri La garanzia copre tutto il territorio italiano. qualità tedesca 360 affidabilità Sistema di imballaggio

Dettagli

Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23)

Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23) Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23) Indicatori congiunturali di settore e previsioni Business Analysis Aprile 2015 Indicatori congiunturali Indice della

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar Pozzoli depurazione s.r.l. via M.Quadrio 11, 23022 Chiavenna SO P.IVA: 01263260133, REA: 61186, Telefono 0343 37475 (3

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

Lavastoviglie a nastro

Lavastoviglie a nastro NE ECO2 Lavastoviglie a nastro 5 buoni motivi per scegliere la serie NE ECO2 1 Igiene Le vasche stampate con gli spigoli arrotondati garantiscono una pulizia accurata della macchina. 2 Affidabilità La

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Guida alla coltivazione della barbabietola da zucchero

Guida alla coltivazione della barbabietola da zucchero Guida alla coltivazione della barbabietola da zucchero Dalla sperimentazione di Beta una guida operativa completa per la coltivazione redditizia di una delle più importanti colture industriali Beta S.c.a.r.l.

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

Centrale Generativa e Energie alternative Pianta ergonomica dei componenti

Centrale Generativa e Energie alternative Pianta ergonomica dei componenti Soluzione 3 Dimensioni Nuova Sala Termica Cortina 30 ottobre 2013 agg. 12 Novembre 2013 agg. 18 Novembre 2013 Comune di Cortina d'ampezzo Provincia di Belluno 1,50 0,80 Pompa di Calore Aermec ANLI 021H

Dettagli

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane Agrofarmaco biologico per la prevenzione delle malattie fungine del terreno TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane NOVITà TELLUS: la nuova risorsa per una crescita vigorosa TELLUS

Dettagli

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.)

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Foglio n 1 di 6 ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Intervento su impianto gas portata termica (Q n )= 34,10. kw tot Impresa/Ditta: DATI INSTALLATORE Resp. Tecnico/Titolare:

Dettagli

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI Milano, 17 Marzo 2010 AGENDA 1. Il Gruppo 2. Il mercato 3. Dati economico-finanziari 4. Il titolo Pag. 2 RELATORI LUIGI LUZZATI Presidente del CDA di Centrale del Latte di Torino

Dettagli

OGGETTO: PAROS GREEN. Vi indichiamo le principali caratteristiche tecniche:

OGGETTO: PAROS GREEN. Vi indichiamo le principali caratteristiche tecniche: OGGETTO: Egregi, a breve verrà commercializzata una nuova gamma di caldaie a condensazione, chiamata Paros Green, che andranno a integrare il catalogo listino attualmente in vigore. Viene fornita in tre

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Questo contenuto ti è offerto da: www.sipcamitalia.it Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni.

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

BENESSERE ANIMALE ANNUALITA' 2009 MISURA F - b

BENESSERE ANIMALE ANNUALITA' 2009 MISURA F - b BENESSERE ANIMALE ANNUALITA' 2009 MISURA F - b Schema presentazione La produzione di latte ovino Il costo di produzione del latte ovino: Costi aziendali Costi di sistema Interazione fra prezzo, costi di

Dettagli