Le aree marine protette

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le aree marine protette"

Transcript

1 Le aree marine protette La penisola italiana, situata al centro del Mediterraneo, possiede, con oltre chilometri di sviluppo costiero, una risorsa inestimabile dal punto di vista ambientale, storico e sociale caratterizzata da una straordinaria ricchezza e varietà di flora e fauna, dalla presenza di innumerevoli testimonianze archeologiche, architettoniche e paesaggistiche. Questo immenso patrimonio nell ultimo secolo è stato aggredito dall inquinamento, dalla speculazione edilizia e da attività economiche ed industriali insensibili al degrado ambientale. Il percorso per la salvaguardia inizia nel 1982 con l istituzione delle aree marine protette italiane, grazie all approvazione della legge per la difesa del mare (n. 979 del 31/12/1982). Da allora, con vari passaggi legislativi, sono state istituite 20 riserve marine, 2 parchi nazionali con perimetrazione a mare, 2 parchi sommersi e un santuario internazionale per i mammiferi marini. Inoltre sono state designate 18 aree di prossima istituzione, selezionate tra le 49 aree di reperimento individuate dal Ministero: l Isola di Bergeggi e Gallinara in Liguria, l Isola di Pantelleria, le Isole Eolie, la Penisola Maddalena - Capo Murro di Porco in Sicilia, l Arcipelago della Maddalena, Capo Testa - Punta Falcone, il Golfo di Orosei - Capo Monte Santu in Sardegna, la Costa del Monte Conero nelle Marche, Torre del Cerrano in Abruzzo, il Parco Marino del Piceno, la Costa degli Infreschi, S. Maria di Castellabate, l Isola di Capri, il Regno di Nettuno (isole di Ischia, Vivara e Procida) in Campania, le Isole Pontine (Ponza, Palmarola e Zannone) e le secche della Meloria in Toscana, dove il Parco dell Arcipelago Toscano, aumentando la protezione a mare (che prima interessava solo Montecristo, Pianosa e, in parte, Giannutri e Capraia) a tutte le sette isole e ad alcuni isolotti minori e scogli dell arcipelago, diventerà il più esteso parco marino d Europa ( ettari). Nella mappa del mare protetto meritano di essere segnalate anche le Oasi Blu del WWF; oltre la riserva marina di Miramare nel Golfo di Trieste, ricordiamo la Villa di Tiberio in provincia di Latina, dieci ettari dove si possono effettuare visite guidate ed escursioni in barca, i trenta ettari del Monte Orlando nel Comune di Gaeta e sempre nel Lazio l Oasi Blu di Gianola, cinque ettari con un percorso per subacquei. secondo una prospettiva che restituisce il giusto rilievo all aspetto informativo. Infatti bisogna saper divulgare le informazioni relative alle aree marine protette e saper persuadere dell opportunità di queste forme di tutela e del vantaggio economico che le fonti alternative di sviluppo sono in grado di apportare. Un passaggio importante perché la gestazione di nuove iniziative in Italia, si sa, non è mai facile e la sola azione di sorveglianza non può aiutare a diffondere quella cultura del rispetto dell ambiente, obiettivo primario e imprescindibile all interno di ogni serio progetto di tutela del patrimonio del nostro Paese.

2 Le aree marine protette

3 Portofino DOV È, COM È - L area marina protetta di Portofino è stata istituita nel 1999 e comprende i Comuni di Camogli, Portofino e S. Margherita Ligure. COSA SI PUÒ FARE - Nella zona A sono vietati la navigazione, l ancoraggio, l ormeggio di qualsiasi mezzo nautico nonché la pesca e la balneazione. Nella zona B è consentito invece l ormeggio dei soli natanti nelle aree appositamente predisposte. Nella C è consentito l ancoraggio e la navigazione alle unità da diporto di lunghezza non superiore ai 24 metri. Vietata la pesca subacquea e quella a strascico. La pesca sportiva è consentita nelle zone B (solo per residenti) e zona C con un autorizzazione dell ente gestore. Conviene informarsi bene sulle disposizioni per la nautica da diporto. FLORA E FAUNA - Le falesie sommerse del promontorio di Portofino ospitano una fauna e una flora particolarmente interessanti e diversificate. Sui versanti sabbiosi sono presenti praterie di posidonia che sono autentiche nursery marine perché vi trovano rifugio e nutrimento moltissime specie. SOTT ACQUA - All interno dell area sono consentite immersioni nelle zone B e C, anche con guide subacquee dei vari diving center autorizzati. Vietate le attività subacquee notturne. Sul sito della riserva ci sono alcuni interessanti percorsi sub. CURIOSITÀ - Portofino è il regno del Corallium rubrum. NUMERI UTILI - Consorzio di gestione, viale Rainusso 14, Villa Carmagnola, S. Margherita Ligure (GE), tel , fax Capitaneria di Porto di Genova, via Magazzini generali 4, Genova tel

4 Portofino Cartografia e Perimetro (dati estratti dal sito Dimensioni dell' Superficie ettari Zona Linea di costa - metri Zona A Zona B Zona C Totale Perimetro L'area naturale marina protetta Portofino è delimitata dalla congiungente i seguenti punti, comprendendo anche i relativi territori costieri appartenenti al demanio marittimo: A) 44 19' 12" N 09 12' 52" E E) N E M) 44 19' 33" N 09 08' 44" E B) 44 18' 20" N 09 13' 10" E F) N E N) 44 19' 26" N 09 09' 01" E V) 44 18' 11" N 09 12' 46" E G) N E O) 44 19' 31" N 09 09' 04" E Z) 44 18' 09" N 09 12' 54" E H) N E P) 44 19' 38" N 09 08' 47" E C) 44 18' 11" N 09 13' 13" E I) N E Q) 44 19' 48" N 09 08' 55" E D) 44 17' 43" N 09 13' 22" E L) N E R) 44 20' 46" N 09 09' 10" E S) 44 20' 46" N 09 09' 20" E

5 PERIMETRO DELLA ZONA A T) 44 18' 55" N 09 09' 26" E U) 44 18' 44" N 09 10' 00" E La zona A di riserva integrale comprende il tratto di mare da Punta Torretta a Punta del Buco (Cala dell'oro) ed è delimitata dalla congiungente i punti in tabella. PERIMETRO DELLA ZONA B D) 44 17' 43" N 09 13' 22" E E) 44 18' 32" N 09 10' 25" E F) 44 18' 50" N 09 10' 34" E G) 44 18' 53" N 09 10' 28" E H) 44 18' 35" N 09 10' 13" E I) 44 18' 50" N 09 09' 18" E L) 44 19' 13" N 09 08' 29" E La zona B di riserva generale comprende il tratto di mare da Punta di Portofino a Punta della Chiappa; esclude il corridoio di accesso e la rada di S. Fruttuoso dove la navigazione a motore dovrà comunque essere effettuata ad una velocità massima di dieci nodi (fatto salvo il transito dei mezzi impiegati per servizio pubblico navale di linea che potranno procedere ad una velocità di trasferimento non superiore a venti nodi). La zona B è delimitata dalla congiungente i punti in tabella. PERIMETRO DELLA ZONA C Le zone C di riserva parziale dell'area marina protetta Portofino sono due e comprendono: 1. il tratto di mare da Punta Pedale alla Punta Portofino, escludendo il corridoio di accesso e la rada di Portofino; 2. il tratto di mare da Punta della Chiappa a Punta Cannette, escludendo il corridoio di accesso e la rada di Porto Pidocchio. Nelle rade e nei corridoi menzionati, pur non rientrando nei confini dell'area marina protetta, la navigazione a motore dovrà comunque essere effettuata ad una velocità massima di dieci nodi (fatto salvo il transito dei mezzi impiegati per servizio pubblico navale di linea che potranno procedere ad una velocità di trasferimento non superiore a venti nodi). La zona C è delimitata dalla congiungente i punti sottoindicati: A) 44 19' 12" N 09 12' 52" E L) 44 19' 13" N 09 08' 29" E B) 44 18' 20" N 09 13' 10" E M) 44 19' 33" N 09 08' 44" E V) 44 18' 11" N 09 12' 46" E N) 44 19' 26" N 09 09' 01" E Z) 44 18' 09" N 09 12' 54" E O) 44 19' 31" N 09 09' 04" E C) 44 18' 11" N 09 13' 13" E P) 44 19' 38" N 09 08' 47" E D) 44 17' 43" N 09 13' 22" E Q) 44 19' 48" N 09 08' 55" E R) 44 20' 46" N 09 09' 10" E S) 44 20' 46" N 09 09' 20" E

6 Cinque Terre DOV È, COM È - L area marina protetta delle Cinque Terre si estende lungo la costa ligure tra la zona di Punta Mesco e quella di Capo Montenero. Comprende i comuni di Riomaggiore (con la frazione di Manarola), Vernazza (con la frazione di Corniglia), Monterosso al Mare e, parzialmente, Levanto. L area, che si estende per circa 2800 ettari, è gestita dal Parco Nazionale delle Cinque Terre. COSA SI PUÒ FARE - L area protetta è divisa in tre zone (A, B e C). Nella zona A è vietata qualsiasi attività di pesca, sono invece consentite le visite guidate, anche subacquee, secondo percorsi prefissati, la balneazione e l accesso (ma non l ormeggio e l ancoraggio) a piccoli natanti sprovvisti di motore. Nella zona B sono consentite le immersioni subacquee, a l navigazione con natanti e imbarcazioni a velocità ridotta (non superiore a 8 nodi) e l ormeggio in zone appositamente predisposte dall ente gestore. È permessa la pesca sportiva con lenze e canne da fermo mentre sono vietate la pesca a strascico e la pesca subacquea. Nella zona C, le attività di pesca professionale, sportiva e sub sono regolamentate dall ente gestore. FLORA E FAUNA - I fondali sono vari e molto ricchi di fauna e flora marina. La relativa torbidezza di queste acque e la ridotta illuminazione dei fondali consentono di osservare specie che di solito vivono in profondità e in penombra come la Paramuricea clavata, la più bella gorgonia del Mediterraneo. I fondali sabbiosi vicino a Monterosso ospitano un ampia prateria di Posidonie che si estende dai 5 ai 25 metri di profondità. SOTT ACQUA - Diversi gli itinerari subacquei, alcuni dai nomi suggestivi come il panettone, la via dell amore, la franata di Corniglia. CURIOSITÀ - La riserva marina delle Cinque Terre è stata istituita nel Da segnalare i fondali rocciosi di Punta Mesco e Capo Montenero, ricchi di formazioni di corallo, compreso il rarissimo corallo nero. Un altra particolarità è la presenza di balene. NUMERI UTILI - I centri di accoglienza si trovano presso le stazioni ferroviarie di Riomaggiore, Corniglia, Vernazza e Monterosso. Parco Nazionale delle Cinque Terre, via Telemaco Signorini 118, Rio Maggiore (SP), tel , fax Capitaneria di Porto di La Spezia, largo Michele Fiorillo 2, La Spezia, tel

7 Cinque Terre Cartografia e Perimetro (dati estratti dal sito Dimensioni dell' Zona Superficie ettari Linea di costa - metri Zona A Zona B Zona C Totale Perimetro Punto '. 01 N 09 37'. 12 E Punto '. 62 N 09 36'. 55 E Punto '. 63 N 09 37'. 69 E Punto '. 63 N 09 38'. 96 E Punto '. 45 N 09 43'. 59 E Punto '. 53 N 09 44'. 93 E Con riferimento alla cartografia, l'area naturale marina protetta Cinque Terre è delimitata dalla congiungente i seguenti punti, comprendendo anche i relativi territori costieri appartenenti al demanio marittimo:

8 PERIMETRO DELLA ZONA A Punto '. 61 N 09 37'. 44 E Punto '. 42 N 09 37'. 26 E Punto '. 01 N 09 37'. 60 E La zona A di riserva integrale comprende il tratto di mare delimitato dalla congiungente i punti in tabella. Punto '. 84 N 09 38'. 31 E Punto '. 12 N 09 38'. 57 E Punto '. 21 N 09 38'. 36 E PERIMETRO DELLE ZONE B Le zone B di riserva generale dell'area marina protetta Cinque Terre sono due e comprendono i tratti di mare delimitati dalle congiungenti i punti sottoindicati: 1. Zona B (Mesco) 2. Zona B (Monte Negro) Punto '. 75 N 09 44'. 38 E Punto '. 75 N 09 44'. 09 E Punto '. 50 N 09 43'. 77 E Punto '. 16 N 09 44'. 33 E Punto '. 54 N 09 44'. 83 E

9 Punto '. 94 N 09 37'. 12 E Punto '. 75 N 09 36'. 88 E Punto '. 77 N 09 37'. 69 E Punto '. 77 N 09 38'. 34 E Punto '. 47 N 09 38'. 96 E Punto '. 64 N 09 38'. 60 E PERIMETRO DELLA ZONA C La zona C di riserva parziale comprende il residuo tratto di mare all'interno del perimetro dell'area marina protetta, ad esclusione della zona A e delle zone B. Secche di Tor Paterno DOV È, COM È - L area marina protetta Secche di Tor Paterno si estende lungo la costa laziale al largo del Lido di Castel Fusano tra i comuni di Roma e Pomezia. La riserva copre un area di 12 chilometri quadrati (delimitata da 4 boe) ed è gestita dall ente RomaNatura. COSA SI PUÒ FARE - L area protetta comprende un unica zona di riserva generale, detta zona B. Sono vietate la navigazione (tranne l accesso alle imbarcazioni per la pesca sportiva autorizzate), la pesca esercitata con reti da traino, la pesca subacquea e l ancoraggio. Sono consentite le attività di pesca sportiva (previa autorizzazione rilasciata dall ente gestore), la balneazione e le immersioni subacquee. I moduli per richiedere l autorizzazione per la pesca sono disponibili sul sito internet dell area marina. FLORA E FAUNA - Le Secche di Tor Paterno sono una formazione rocciosa ricoperta da organismi animali e vegetali che emerge in un ampio deserto di sabbia e fango. La profondità massima è di circa 60 metri mentre la sommità della montagna raggiunge i 18 metri sotto il livello del mare. Nulla emerge dall acqua, né è visibile dalla superficie. La sommità rocciosa ospita diverse colonie di posidonia oceanica. Più in profondità si trovano varie specie di celenterati tra cui la gorgonia rossa e gli alcionari. Le acque sono ricche di pesci di fondale (come la murena, il grongo e la rana pescatrice) e di acque libere (come la spigola, il cefalo e il sarago). In alcune stagioni dell anno, i più fortunati possono avvistare branchi di delfini e alcune rare specie di uccelli marini. SOTT ACQUA - Per visitare l area marina protetta ci si può rivolgere ai diving center presenti sul litorale romano (ad Ostia o a Torvajanica) che organizzano visite guidate alle secche. CURIOSITÀ - L area marina protetta delle Secche di Tor Paterno è stata istituita nel Le sue acque ospitano l ormai raro cavalluccio marino, disegnato sul logo dell area marina e simbolo della riserva. NUMERI UTILI - Ente Regionale RomaNatura Villa Mozzanti, via Gomenizza 81, Roma, tel , fax Capitaneria di Porto di Roma Guardia Costiera di Fiumicino, viale Traiano 37, Roma, tel Sito internet Secche di Tor Paterno:

10 Secche di Tor Paterno Cartografia e Perimetro (dati estratti dal sito Dimensioni dell' Zona Superficie ettari Linea di costa - metri Zona A 0 0 Zona B Zona C Totale Perimetro A) 41 37'. 30 N '. 50 E B) 41 36'. 00 N '. 90 E C) 41 34'. 50 N '. 50 E D) 41 35'. 80 N '. 00 E Come riportato nella cartografia, l'area naturale marina protetta Secche di Tor Paterno comprende un'unica zona di riserva generale, zona B, delimitata dalla congiungente i seguenti punti:

11 Isole di Ventotene e Santo Stefano DOV È, COM È - Le isole di Ventotene e di Santo Stefano si trovano nell arcipelago delle Isole Pontine. La gestione è affidata al Comune di Ventotene (LT). L area protetta si estende per quasi 3 ettari e si sviluppa lungo 9 chilometri di costa. COSA SI PUÒ FARE - L area protetta comprende tre zone a tutela differenziata. Nella zona A, di riserva integrale, i sub devono essere accompagnati da personale specializzato e con apposito permesso. Al suo interno è vietata ogni attività di pesca. Nella zona B (di riserva generale) l accesso alle imbarcazioni è consentito in punti fissi e percorsi prestabiliti. Sono ammesse le immersioni con bombole, preventivamente autorizzate, e la navigazione per i cittadini residenti nel Comune di Ventotene. Nella zona C (di riserva parziale) è consentita la pesca professionale ai non residenti, con i limiti disposti dall ente gestore. FLORA E FAUNA - Ventotene poggia su un bassofondo roccioso che la circonda tutta. Il movimentato paesaggio costiero, che vede alternarsi calette, promontori, scogli e isolotti, si prolunga in ricchi fondali marini. Le acque di Ventotene e Santo Stefano sono particolarmente limpide e integre. Nelle zone in penombra le pareti rocciose sono tappezzate dalle colonne color arancio dell astroide. Caratteristica è la presenza della rara ciprea mediterranea. Tra le franate di massi e gli scogli, ricchi di tane e di anfratti, è frequente l incontro con polpi e murene, bavose e donzelle pavonine, saraghi e occhiate anche di discrete dimensioni. Intorno all isola è possibile avvistare grossi cetacei come il capodoglio e la balenottera comune. SOTT ACQUA - Diversi gli itinerari per i subacquei. Tra i tanti consigliamo una visita alle Sconciglie, a Punta dell Arco, a Punta Spasaro e alle secche di Capri. CURIOSITÀ - Le due isole sono situate lungo le rotte migratorie che uniscono l Europa all Africa e sono quindi zone di sosta per gli uccelli migratori. NUMERI UTILI - Comune di Ventotene, piazza Castello 1, Ventotene (LT), tel , fax Capitaneria di Porto di Gaeta, via Docibile 35, (LT), tel

12 Isole di Ventotene e Santo Stefano Cartografia e Perimetro (dati estratti dal sito Dimensioni dell' Zona Superficie ettari Linea di costa - metri Zona A Zona B Zona C Totale Perimetro A) 40 49'. 13 N 13 23'. 13 E B) 40 49'. 47 N 13 25'. 95 E C) 40 48'. 33 N 13 27'. 87 E D) 40 47'. 58 N 13 28'. 00 E E) 40 46'. 80 N 13 28'. 80 E F) 40 46'. 27 N 13 25'. 33 E G) 40 46'. 77 N 13 22'. 90 E H) 40 48'. 45 N 13 24'. 78 E L'area naturale marina protetta Isole di Ventotene e Santo Stefano è delimitata dalla congiungente i seguenti punti, comprendendo anche i relativi territori costieri appartenenti al demanio marittimo:

13 PERIMETRO DELLA ZONA A D) 40 47'. 58 N 13 28'. 00 E E) 40 46'. 80 N 13 28'. 80 E I) 40 46'. 43 N 13 26'. 53 E L) 40 47'. 45 N 13 26'. 68 E M) 40 47'. 43 N 13 27'. 07 E N) 40 47'. 40 N 13 27'. 47 E La zona A di riserva integrale comprende, nell'isola di Santo Stefano, il tratto di mare delimitato dalla congiungente i punti in tabella. PERIMETRO DELLA ZONA B La zona B di riserva generale comprende il tratto di mare delimitato dalla congiungente i punti in tabella. L) 40 47'. 45 N 13 26'. 68 E M) 40 47'. 43 N 13 27'. 07 E 13 28'. 00 E N) 40 47'. 40 N 13 27'. 47 E 13 25'. 33 E O) 40 47'. 13 N 13 25'. 45 E 40 47'. 25 N 13 25'. 27 E A) 40 49'. 13 N 13 23'. 13 E C) 40 48'. 33 N 13 27'. 87 E D) 40 47'. 58 N F) 40 46'. 27 N G) 40 46'. 77 N 13 22'. 90 E P) H) 40 48'. 45 N 13 24'. 78 E R) 40 48'. 20 N 13 25'. 78 E 13 26'. 53 E S) 40 49'. 27 N 13 24'. 43 E I) 40 46'. 43 N PERIMETRO DELLA ZONA C B) 40 49'. 47 N 13 25'. 95 E C) 40 48'. 33 N 13 27'. 87 E O) 40 47'. 13 N 13 25'. 45 E P) 40 47'. 25 N 13 25'. 27 E R) 40 48'. 20 N 13 25'. 78 E S) 40 49'. 27 N 13 24'. 43 E La zona C di riserva parziale comprende il tratto di mare delimitato dalla congiungente i punti in tabella. Punta Campanella DOV È, COM È - L area marina protetta di Punta Campanella l antico Capo Athenion divide il Golfo di Napoli da quello di Salerno ed è separata dall Isola di Capri solo da un breve tratto di mare. L area comprende circa 40 km di costa della Penisola Sorrentina, inclusi tutti i comuni costieri da Sorrento a Positano, ed è divisa in zone A, B e C. COSA SI PUÒ FARE - Le escursioni marine devono essere eseguite con imbarcazioni autorizzate dall ente gestore (e sono vietate nella zona A). FLORA E FAUNA - La posidonia oceanica, la più diffusa fra le piante superiori marine, ha funzione di barriera all erosione delle coste. Particolarmente interessante la fauna marina: cavallucci, cefali, salpe, corvine, aragoste, spigole, orate. In aumento dall istituzione dell area marina dentici, fragolini e calamari con notevoli benefici per i pescatori locali. SOTT ACQUA - L attività subacquea è soggetta al rilascio di autorizzazione da parte dell ente gestore. Nelle profondità si trova anche il corallo nero. Spettacolari la Grotta dello Zaffiro e la Grotta dell Isca. I fondali raggiungono in alcuni casi la batimetrica di 50 metri a poca distanza dalla costa. Nei mari dello scoglio del Vervece, a 12 metri di profondità, si trova la statua della Madonnina che protegge le immersioni dei sub. CURIOSITÀ - Di grande importanza l istituzione della riserva per combattere la pesca di frodo ai datteri di mare,

14 molluschi di mare protetti da anni. L impatto dell estrazione del dattero infatti è devastante perché comporta la totale distruzione delle rocce che li ospitano. È stato calcolato che occorrono circa 80 anni prima di avere datteri di grosse dimensioni (8 cm). NUMERI UTILI - Riserva Naturale, viale Filangieri 40, Massa Lubrense (NA), tel , fax Numero verde Capitaneria di Porto di Napoli, piazzale Pisacane, Napoli, tel , fax

15 Punta Campanella Cartografia e Perimetro (dati estratti dal sito Dimensioni dell' Zona Superficie ettari Linea di costa - metri Zona A Zona B Zona C Totale

16 Perimetro La cartografia allegata al decreto ministeriale del 13 giugno 2000, riporta l'area marina protetta Punta Campanella è delimitata dalla congiungente i seguenti punti, comprendendo anche i relativi territori costieri appartenenti al demanio marittimo: AA) 40 38'. 10 N 14 21'. 10 E H) 40 34'. 29 N 14 20'. 92 E Z) 40 35'. 12 N 14 26'. 47 E A) 40 38'. 41 N 14 21'. 14 E I) 40 34'. 59 N 14 21'. 06 E Y) 40 35'. 25 N 14 25'. 98 E B) 40 37'. 27 N 14 19'. 44 E IA) 40 35'. 02 N 14 22'. 29 E N) 40 35'. 21 N 14 24'. 00 E C) 40 36'. 53 N 14 19'. 42 E L) 40 35'. 46 N 14 23'. 51 E O) 40 35'. 63 N 14 24'. 00 E D) 40 35'. 10 N 14 18'. 90 E W) 40 35'. 01 N 14 23'. 51 E P) 40 36'. 50 N 14 26'. 12 E E) 40 33'. 99 N 14 19'. 48 E U) 40 34'. 88 N 14 25'. 01 E Q) 40 36'. 91 N 14 27'. 00 E F) 40 34'. 28 N 14 19'. 93 E T) 40 34'. 88 N 14 25'. 38 E R) 40 36'. 92 N 14 27'. 81 E G) 40 34'. 04 N 14 20'. 40 E S) 40 34'. 66 N 14 25'. 88 E RR) 40 37'. 02 N 14 27'. 76 E K) 40 34'. 82 N 14 26'. 47 E PERIMETRO DELLE ZONE A Le zone A di riserva integrale di quest'area marina protetta sono due, e comprendono: 1. le aree circostanti lo scoglio di Vetara e la secca a ponente delle isole Li Galli, delimitata dalla congiungente i punti in tabella. 2. l'area circostante lo scoglio Vervece, delimitata dalla congiungente i punti in tabella. BA) 40 37'. 42 N 14 19'. 66 E B) 40 37'. 27 N 14 19'. 44 E 14 23'. 51 E BC) 40 37'. 08 N 14 19'. 42 E 40 34'. 88 N 14 25'. 01 E BB) 40 36'. 98 N 14 19'. 71 E 40 35'. 25 N 14 25'. 27 E M) 40 35'. 20 N 14 23'. 51 E W) 40 34'. 82 N U) X) PERIMETRO DELLE ZONE B Le zone B di riserva generale nell'area protetta Punta Campanella sono tre, due delle quali sono servite da corridoi di accesso, e comprendono: 1. l'area compresa tra l'estremo sud della cala di Mitigliano e il lato nord della Punta di Montalto, inclusa l'area di Mortelle, DD) 40 34'. 99 N 14 19'. 42 E delimitata dalla congiungente i punti sottoindicati: D) 40 35'. 10 N 14 18'. 90 E E) 40 33'. 99 N 14 19'. 48 E F) 40 34'. 28 N 14 19'. 93 E G) 40 34'. 04 N 14 20'. 40 E H) 40 34'. 29 N 14 20'. 92 E I) 40 34'. 59 N 14 21'. 06 E II) 40 34'. 81 N 14 20'. 90 E IIA) 40 35'. 22 N 14 22'. 10 E IA) 40 35'. 02 N 14 22'. 29 E L) 40 35'. 46 N 14 23'. 51 E M) 40 35'. 20 N 14 23'. 51 E N) 40 35'. 21 N 14 24'. 00 E O) 40 35'. 63 N 14 24'. 00 E P) 40 36'. 50 N 14 26'. 12 E PP) 40 36'. 75 N 14 25'. 86 E 2. l'area compresa tra lo scoglio Scruopolo, isola di Isca inclusa, e la punta a ponente della Grotta Matera, delimitata dalla congiungente i punti in tabella.

17 In tale area sono previsti: corridoio 1), delimitato dagli estremi a terra del fiordo di Crapolla e dalla congiungente i punti sottoindicati: corridoio 2), delimitato dalla congiungente i punti sottoindicati: L) 40 35'. 46 N 14 23'. 51 E IIB) 40 35'. 45 N 14 22'. 80 E M) 40 35'. 20 N 14 23'. 51 E IB) 40 35'. 21 N 14 22'. 81 E N) 40 35'. 21 N 14 24'. 00 E IC) 40 35'. 32 N 14 23'. 16 E O) 40 35'. 63 N 14 24'. 00 E IIC) 40 35'. 47 N 14 22'. 87 E 3. L'area circostante le isole Li Galli, delimitata dalla congiungente i punti in tabella. X) 40 35'. 25 N 14 25'. 27 E Y) 40 35'. 25 N 14 25'. 98 E Z) 40 35'. 12 N 14 26'. 47 E K) 40 34'. 82 N 14 26'. 47 E S) 40 34'. 66 N 14 25'. 88 E T) 40 34'. 88 N 14 25'. 38 E U) 40 34'. 88 N 14 25'. 01 E In tale area è previsto un corridoio di accesso, delimitato dalla congiungente i seguenti punti: X) 40 35'. 25 N 14 25'. 27 E XB) 40 35'. 25 N 14 25'. 61 E T) 40 34'. 88 N 14 25'. 38 E U) 40 34'. 88 N 14 25'. 01 E PERIMETRO DELLE ZONE C Le zone C di riserva parziale nell'area protetta Punta Campanella sono tre, e comprendono: AA) 40 38'. 10 N 14 21'. 10 E A) 40 38'. 41 N 14 21'. 14 E B) 40 37'. 27 N 14 19'. 44 E C) 40 36'. 53 N 14 19'. 42 E D) 40 35'. 10 N 14 18'. 90 E DD) 40 34'. 99 N 14 19'. 42 E II) 40 34'. 83 N 14 20'. 91 E I) 40 34'. 59 N 14 21'. 06 E IA) 40 35'. 02 N 14 22'. 29 E IIA) 40 35'. 22 N 14 22'. 10 E PP) 40 36'. 75 N 14 25'. 86 E P) 40 36'. 50 N 14 26'. 12 E Q) 40 36'. 91 N 14 27'. 00 E R) 40 36'. 92 N 14 27'. 81 E RR) 40 37'. 02 N 14 27'. 76 E 1. l'area compresa tra Capo Sorrento e l'estremo sud della cala di Mitigliano, scoglio del Vervece escluso, delimitata dalla congiungente i punti in tabella. 2. l'area compresa tra il lato nord della Punta di Montalto, esclusa l'area di Mortelle, e lo scoglio Scruopolo, delimitata dalla congiungente i punti in tabella. 3. l'area compresa tra Grotta Matera e Punta Germano, delimitata dalla congiungente i punti in tabella.

18 Isola dell'asinara DOV È, COM È - L isola, situata nella parte nord-occidentale della Sardegna, è diventata riserva naturale con la legge del 97 e dall anno successivo è amministrata da un comitato di gestione provvisorio. Vanta una superficie terrestre di circa 5170 ettari, una superficie marina di ettari, e una linea di costa di 110 chilometri. L isola ha un clima semi-arido, con una piovosità che ha i valori fra i più bassi di tutta la Sardegna. COSA SI PUÒ FARE - Non è consentita la navigazione all interno delle acque del parco (all interno della fascia dei 1000 metri dalla linea della costa), se non attraverso le imbarcazioni autorizzate dell Ente Parco. Previste comunque visite guidate, escursioni intorno all isola con barche a vela, pescaturismo e diving con oltre presenze annue. Partenza da Stintino, che dista 9 miglia da Fornelli, e Porto Torres che dista 15 miglia. FLORA E FAUNA - Di grande interesse la fauna terrestre (con il caratteristico asinello bianco) mentre per quanto riguarda l ambiente marino sono presenti popolazioni di cernie brune, corvine, saraghi, stenelle e tursiopi. SOTT ACQUA - Nel parco operano delle imbarcazioni col fondo trasparente che possono essere utilizzate nell area dei Fornelli, Cala Reale e Cala D Oliva. Previsti centri di immersione specializzati. Nei siti di maggior interesse sono previste boe sommerse a 3 metri di profondità, per evitare l ancoraggio delle imbarcazioni. CURIOSITÀ - Tra il 1600 e la fine dell Ottocento l isola fu abitata da una comunità di pescatori e pastori che furono poi allontanati a seguito dell istituzione del Primario Lazzaretto del Regno d Italia e della Colonia Penale Agricola. Il Supercarcere è stato dismesso nel NUMERI UTILI - Comitato gestione provvisorio, via Iosto 7, Porto Torres (SS), tel , fax Numero verde Capitaneria di Porto Torres, via del mare, Porto Torres, tel Sito internet: È possibile acquistare on line il biglietto per visitare la riserva (costo a partire da 21,75 euro).

19 Isola dell'asinara Cartografia e Perimetro (dati estratti dal sito Dimensioni dell' Zona Superficie ettari Linea di costa - metri Zona A Zona B Zona C Totale

20 Perimetro Con riferimento alla cartografia allegata al decreto ministeriale del , del quale costituisce parte integrante, l'area marina protetta Isola dell'asinara è suddivisa nelle seguenti zone: zona A, di riserva integrale; zona B, di riserva generale; zona C, di riserva parziale, ed è delimitata nel suo perimetro esterno dalla congiungente i seguenti punti, comprendendo anche i relativi territori costieri appartenenti al demanio marittimo: A) 40 59'.10 N '.19 E E) 41 08'.37 N '.13 E B) 40 58'.95 N '.13 E F) 41 06'.23 N '.97 E C) 41 02'.47 N '.13 E G) 41 03'.48 N '.97 E D) 41 06'.27 N '.44 E H) 40 58'.18 N '.92 E A) 40 59'.10 N '.19 E PERIMETRO DELLA ZONA A La zona A di riserva integrale sono tre e comprendono i seguenti tratti di mare: a) il tratto di mare compreso tra Punta dello Scorno e Punta del Porco, delimitato dalla congiungente i seguenti punti: b) il tratto di mare compreso tra Punta l'arroccu e Punta Galetta, delimitato dalla congiungente i seguenti punti: c) il tratto di mare compreso tra Punta Pedra Bianca e Punta Agnadda, delimitato dalla congiungente i seguenti punti: S1) 41 07'.20 N '.13 E U) 41 07'.52 N '.13 E V) 41 06'.38 N '.68 E Z1) 41 05'.96 N '.12 E X1) 41 02'.41 N '.49 E Y1) 41 00'.67 N '.44 E W1) 41 00'.16 N '.66 E J1) 41 01'.55 N '.03 E PERIMETRO DELLA ZONA B Le zone B di riserva generale comprende il tratto di mare occidentale e orientale dell'isola dell'asinara compreso tra Punta Salippi e Punta Barbarossa, tratto delimitato dalla congiungente i seguenti punti: O) 41 06'.37 N '.34 E P) 41 03'.68 N '.34 E '.75 E Q) 40 58'.85 N '.86 E '.13 E R1) 40 59'.00 N '.38 E I1) 40 59'.38 N '.53 E L) 41 02'.42 N '.53 E M) 41 06'.12 N N) 41 08'.05 N PERIMETRO DELLA ZONA C La zona C di riserva parziale comprende il residuo tratto di mare all'interno del perimetro dell'area marina protetta già indicato.

21 Capo Caccia - Isola Piana DOV È, COM È - L area marina protetta Capo Caccia- Isola Piana, istituita nel 2002, si trova nel Comune di Alghero (SS). La riserva, che racchiude la baia di Porto Conte, si estende tra il gigantesco promontorio di Capo Caccia, un imponente massa calcarea di 200 metri d altezza, e il promontorio di Punta del Giglio. L area, con i suoi ettari di superficie, si estende per circa 38 chilometri di costa. L ente gestore dell area è ancora da individuare. COSA SI PUÒ FARE - Due sono le zone A: le acque che circondano l Isola Piana e il tratto di mare a est del promontorio di Punta Giglio. In queste zone sono vietate la navigazione, l ancoraggio, la balneazione, le immersioni e qualsiasi attività di pesca. All interno della zona B è autorizzata la navigazione a motore a velocità non superiore ai 5 nodi; l ancoraggio è permesso solo in zone predisposte. Sono consentite la balneazione e le immersioni subacquee. Sono vietate tutte le attività di pesca. La zona C comprende il residuo tratto di mare dell area. Al suo interno la navigazione a motore è autorizzata a velocità non superiore ai 10 nodi. FLORA E FAUNA - Di fronte al promontorio di Capo Caccia si stagliano due isole: a nord l Isola Piana; a sud troviamo l Isola Foradada (forata), attraversata da una grotta. Nella baia di Porto Conte, tra i 10 e i 35 metri di profondità, sono presenti vaste praterie di posidonia oceanica. Ad una profondità di metri è possibile trovare delle colonie di corallo rosso, da cui il nome di Riviera del Corallo. SOTT ACQUA - Per esplorare i fondali dell area marina consigliamo di rivolgersi ai tanti diving center ospitati nella zona di Porto Conte. CURIOSITÀ - Le pareti verticali del promontorio ospitano anfratti e grotte che formano un complesso sotterraneo di antri e cavità collegate fra loro. Il promontorio di Capo Caccia ospita una colonia di grifoni, avvoltoi con un apertura alare di oltre 3 metri, specie seriamente minacciata d estinzione. NUMERI UTILI - Capitaneria di Porto di Porto Torres, via Mare, Porto Torres (SS) tel , fax Capo Caccia - Isola Piana Cartografia e Perimetro (dati estratti dal sito

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

ALLEGATO A ALLE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI: PERICOLOSITÀ SISMICA

ALLEGATO A ALLE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI: PERICOLOSITÀ SISMICA ALLEGATO A ALLE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI: PERICOLOSITÀ SISMICA Le Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC) adottano un approccio prestazionale alla progettazione delle strutture nuove e alla verifica

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado DIREZIONE CENTRALE INFRASTRUTTURE, MOBILITÀ, PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, LAVORI PUBBLICI, UNIVERSITÀ SERVIZIO TUTELA DEL PAESAGGIO E BIODIVERSITÀ CON LA COLLABORAZIONE DEL SERVIZIO CACCIA E RISORSE ITTICHE

Dettagli

3. ANALISI DELLE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLE MODIFICAZIONI DELLA LINEA DI RIVA E DELLA COSTA

3. ANALISI DELLE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLE MODIFICAZIONI DELLA LINEA DI RIVA E DELLA COSTA 3. ANALISI DELLE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLE MODIFICAZIONI DELLA LINEA DI RIVA E DELLA COSTA L analisi di seguito riguarda l intero sviluppo del litorale che ricade nei confini del Comune di Rosignano

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Club Alpino Italiano Sezione di Valenza Davide e Luigi Guerci Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Sabato 19 settembre 2015 Viaggio andata Ritrovo dei

Dettagli

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Irepa Informa Anno 2 Numero 2 2 Trimestre Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Le dinamiche congiunturali del secondo trimestre Nel secondo trimestre, i principali indicatori congiunturali

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva 4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva L attività è stata introdotta da una richiesta di collaborazione, si è chiesto l aiuto degli alunni per riscoprire le caratteristiche

Dettagli

LA CONVENZIONE DELLE NAZIONI UNIUTE SUI DIRITTI DEL MARE

LA CONVENZIONE DELLE NAZIONI UNIUTE SUI DIRITTI DEL MARE LA CONVENZIONE DELLE NAZIONI UNIUTE SUI DIRITTI DEL MARE Riportiamo il testo integrale dell accordo sottoscritto il 10 dicembre 1982 Montego Bay, in Giamaica da 155 Stati. PARTE I Introduzione Articolo

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi...

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi... GLI APPENNINI Gli Appennini sono una catena montuosa che si estende da Nord a Sud per circa 1400 chilometri lungo la penisola italiana. Le montagne degli Appennini sono montagne meno alte di quelle delle

Dettagli

Komodo Resort. Viaggio Evento By Scuba Cruise - Tel 0525 56277 - Mob 347 9673195 - info@scubacruise.it - www.scubacruise.

Komodo Resort. Viaggio Evento By Scuba Cruise - Tel 0525 56277 - Mob 347 9673195 - info@scubacruise.it - www.scubacruise. Viaggio Evento By Scuba Cruise - Tel 0525 56277 - Mob 347 9673195 - info@scubacruise.it - www.scubacruise.it Pag 1/8 Speciale Manta Festival con Spot Project a KOMODO Dal 19 al 29 Novembre 2015 - Viaggio

Dettagli

L Astrofisica su Mediterranea

L Astrofisica su Mediterranea Is tuto Nazionale di Astrofisica Consorzio Interuniversitario per la Fisica Spaziale Proge o Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea è un progetto d introduzione all Astrofisica

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta PREMESSA L itinerario lungo il corso del fiume Brenta è motivato dalla presenza di un area di notevole interesse ambientale che merita una sua specifica valorizzazione anche a livello di turismo minore

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Cartografia di base per i territori

Cartografia di base per i territori Cartografia di base per i territori L INFORMAZIONE GEOGRAFICA I dati dell informazione geografica L Amministrazione Regionale, nell ambito delle attività di competenza del Servizio sistema informativo

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

RELAZIONE FINALE II STRALCIO

RELAZIONE FINALE II STRALCIO Valorizzazione e gestione della zona a tutela biologica delle Tegnue di Chioggia L.R. 15/2007 RELAZIONE FINALE II STRALCIO 2011-2012 Il Presidente Piero Mescalchin PREMESSA La presente Relazione finale

Dettagli

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE Chiusura editoriale: 16 marzo 2015 Per informazioni: germana.dellepiane@liguriaricerche.it LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 LIGURIA RICERCHE SpA Via XX Settembre,

Dettagli

S.E.Port. s.r.l. al servizio del Porto di Civitavecchia VII

S.E.Port. s.r.l. al servizio del Porto di Civitavecchia VII S.E.Port. s.r.l. al servizio del Porto di Civitavecchia Premessa L Autorità Portuale di Civitavecchia ha da tempo avviato un processo di ammodernamento del Porto affinché assuma le connotazioni di un moderno

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni)

SP- 06 SCHEDA PROGETTO S. BARTOLOMEO. Analisi, Obiettivi e Strategie. Progetto. Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) S. BARTOLOMEO SP- 06 Progetto Parametri progettuali- aree standard (prescrizioni) All interno del perimetro del PAC devono essere realizzati/ceduti i seguenti servizi: a) S5g - Servizi per la balneazione

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti 2014/2015 TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti Atene / Canale di Corinto / Epidauro / Micene / Nauplia / Olympia Arachova / Delfi / Kalambaka / Monasteri Bizantini delle Meteore / Termopili

Dettagli

Testi e fotografie: Enrico Firpo

Testi e fotografie: Enrico Firpo ESA European Scuba Agency E vietata la riproduzione di questo manuale o di sue singole parti Product n M0008 A cura di Mauro Bertolini Progetto formativo, sviluppo, consulenza e revisioni: Mauro Bertolini,

Dettagli

Carta M_02 Carta Geomorfologica

Carta M_02 Carta Geomorfologica Carta M_02 Carta Geomorfologica La Carta Geomorfologica è senz altro quella che ha comportato il maggiore sforzo di documentazione e di armonizzazione. Lo scopo della carta è quello di illustrare la dinamica

Dettagli

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09 Unione Europea Regione Siciliana Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali Codice POR: 1999.IT.16.1.PO.011/1.11/11.2.9/0334 Ambito territoriale dei Monti di Trapani PIANO DI GESTIONE versione conforme

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO. Valido dal 1 Gennaio 2015

DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO. Valido dal 1 Gennaio 2015 DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO Valido dal 1 Gennaio 2015 SOMMARIO 1 Premessa... 3 2 Descrizione della Nuova Struttura Tariffaria...4 2.1 Classe Tariffaria URBANO NAPOLI... 6 2.2 Classe Tariffaria URBANO

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA il Krill Letterio Guglielmo II Krill (Euphausia superba) è il più abbondante crostaceo del mondo. Nonostante sia lungo 65 mm esso costituisce la principale fonte di alimento per una grande varietà di animali

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Sviluppo sostenibile e gestione responsabile delle risorse

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE SCIARE AL CORNO ALLE SCALE IL CORNO ALLE SCALE SPORT INVERNALI PER TUTTI E A TUTTI I LIVELLI, CALDA OSPITALITÀ E PIACEVOLI MOMENTI DI SVAGO E DI RELAX: È CIÒ CHE OFFRE IL CORNO ALLE SCALE, LA STAZIONE

Dettagli

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate.

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. VOLO incluso DA MILANO MALPENSA Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. a n t i l l e mar dei caraibi 2 0 1 3-1 4 Un arcipelago di isole di gioia e colore. Viaggia nel cuore delle Antille. Il ritmo

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA CANDIDATURA ITALIANA AL PREMIO DEL PAESAGGIO DEL CONSIGLIO D EUROPA EDIZIONE 2014/2015

PRESENTAZIONE DELLA CANDIDATURA ITALIANA AL PREMIO DEL PAESAGGIO DEL CONSIGLIO D EUROPA EDIZIONE 2014/2015 Comunicato Stampa Salone del Consiglio Nazionale, via del Collegio Romano 27 (presso la sede del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) - ROMA 28 aprile 2015 Ore 9.30 PRESENTAZIONE

Dettagli

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Secondo l Organizzazione Mondiale per il Turismo, le Alpi accolgono ogni anno il 12% circa del turismo mondiale. Parallelamente le Alpi rappresentano anche uno

Dettagli

Protagonista dello sviluppo locale

Protagonista dello sviluppo locale Bic Umbria Protagonista dello sviluppo locale Sviluppo Italia Bic Umbria promuove, accelera e diffonde lo sviluppo produttivo e imprenditoriale nella regione. È controllata da Sviluppo Italia, l Agenzia

Dettagli

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO. AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.EU Tra le giornate di martedì 7 e venerdì 10 Settembre 2010, il Veneto è stato interessato

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno.

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno. ITALIA FISICA Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 10 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE A. Le idee importanti l L Italia è una penisola al centro del Mar Mediterraneo, con due grandi isole l In Europa, l

Dettagli

Il Sistema metrico siculo

Il Sistema metrico siculo 1 Il Sistema metrico siculo Il sistema di pesi e misure in vigore in Sicilia prima dell annessione all Italia è noto non era il Sistema Metrico Decimale ed i suoi derivati giunti fino al moderno Sistema

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

ESTRATTO ORARIO. Validità sino al 15.06.2011. Rete urbana Mestre: nuova linea tranviaria e modifiche ai servizi bus

ESTRATTO ORARIO. Validità sino al 15.06.2011. Rete urbana Mestre: nuova linea tranviaria e modifiche ai servizi bus ESTRATTO ORARIO Validità sino al 15.06.2011 Rete urbana Mestre: nuova linea tranviaria e modifiche ai servizi bus E tu cosa stai aspettando? Con il nuovo tram avrai corse più frequenti e veloci e un maggior

Dettagli

Partenze Da Laurentina [Metro B]

Partenze Da Laurentina [Metro B] Orario in vigore dal 27 Apr 2015 al 08 Jun 2015 pag. 1/28 Laurentina Metro B, Roma Partenze Da Laurentina [Metro B] DESTINAZIONE FERIALE FESTIVO per Albano Laziale p.zza Mazzini 14:40 NS 14:50 a 16:40

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente!

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente! Corriamo 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente per l ambiente! E la più grande corsa a tappe a favore dell e dello ambiente sport E una manifestazione non competitiva,

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

Elaborazione su immagine tratta dal sito www.padovanavigazione.it

Elaborazione su immagine tratta dal sito www.padovanavigazione.it ITINERARIO 3. Sito UNESCO Venezia e la sua laguna (parte in Comune di Codevigo Provincia di Padova); Dai Colli Euganei alla Laguna sud di Venezia, lungo i Canali Vigenzone e Pontelongo; Da Padova alla

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014).

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014). COMUNICATO STAMPA ADRIATIC SEA FORUM: al via oggi a Dubrovnik la seconda edizione di Adriatic Sea Forum cruise, ferry, sail & yacht, evento internazionale itinerante dedicato ai settori del turismo via

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

LA CARTOGRAFIA E LA SCALA

LA CARTOGRAFIA E LA SCALA Corso di laurea in Urbanistica e Sistemi Informativi Territoriali Laboratorio di ingresso Prof. Salvemini Arch. Valeria Mercadante A.A. 2009/2010 LA CARTOGRAFIA E LA SCALA La scala numerica La scala numerica

Dettagli

Riassunto Esecutivo Concorrenza fra mammiferi marini e industria peschiera: cibo su cui riflettere di Kristin Kashner e Daniel Pauly Maggio 2004

Riassunto Esecutivo Concorrenza fra mammiferi marini e industria peschiera: cibo su cui riflettere di Kristin Kashner e Daniel Pauly Maggio 2004 Riassunto Esecutivo Concorrenza fra mammiferi marini e industria peschiera: cibo su cui riflettere di Kristin Kashner e Daniel Pauly Maggio 2004 [page break] Sono gli attuali modi di gestire le risorse

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA)

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) La Valutazione di Impatto Ambientale e lo Studio di Impatto Ambientale VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) http://people.unica.it/maltinti/lezioni Link: SIAeVIA

Dettagli

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA Intervista all Ing. Mercatali di RFI Metrogenova.com ha recentemente incontrato l ingegner Gianfranco Mercatali, Direttore Compartimentale Infrastruttura di

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA PROGETTO COMENIUS FONTI ENERGETICHE IN SICILIA Energia Solare Energia da gas Energia Eolica Energia da biomassa Energia Termica Energia da carbone Energia Idrica Energia Geotermica Centrale idroelettrica

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

RISTORANTI 2014 RESTAURANTS

RISTORANTI 2014 RESTAURANTS RISTORANTI 2014 RESTAURANTS NB Il giorno di chiusura è riferito ai periodi di bassa stagione, in alta stagione normalmente sono sempre aperti RISTORANTI PERGINE - S.CRISTOFORO - ISCHIA - VALCANOVER Al

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Indagine conoscitiva sul sistema dei fontanili del Parco Agricolo Sud Milano

Indagine conoscitiva sul sistema dei fontanili del Parco Agricolo Sud Milano Altri studi condotti dal Parco integrati con il Sitpas U. Ceriani - Direttore del Parco Agricolo Sud Milano, Provincia di Milano M. Cont - Funzionario Agronomo del Parco Agricolo Sud Milano, Provincia

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli