Manuale per la corretta POSA in OPERA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale per la corretta POSA in OPERA"

Transcript

1 Manuale per la corretta POSA in OPERA LINEA MAKE by Tecnasfalti SECONDA EDIZIONE

2

3 MANUALE PER LA CORRETTA POSA IN OPERA DEI MATERIALI PER L ISOLAMENTO TERMOACUSTICO NUOVE COSTRUZIONI PAVIMENTO 1. L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1.1 Pavimento galleggiante 1.2 Posa del materassino 1.3 Posa della Fascia Perimetrale 1.4 Massetto di finitura 1.5 Posa della pavimentazione finale PARETE 2. I DIVISORI VERTICALI FONOISOLANTI 2.1 Pareti doppie con intercapedine 2.2 Posa della parete 2.3 Posa dell isolante 2.4 Pareti leggere su orditura metallica 2.5 Isolamento acustico di piccoli elementi RISANAMENTO 3. RISANAMENTO ACUSTICO 3.1 Risanamento acustico sotto piastrella 3.2 Rumori di Drum Sound 3.3 Contropareti 3.4 Controsoffitti 3.5 Controplaccaggi 3.6 Correzione acustica di interni 3.7 Solai in legno PRODOTTI 4. I PRODOTTI ISOLMANT 4.1 Prodotti della Linea Pavimento 4.2 Prodotti della Linea Parete 4.3 Prodotti della Linea Risanamento 4.4 Accessori ed altri prodotti 4.5 Isolmant PRONTO Manuale per la corretta posa in opera 3

4 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO Il rumore di calpestio è quel disturbo causato dal fatto che i divisori dell appartamento, soprattutto il solaio, non isolano i rumori provocati dai vicini (generalmente del piano superiore) quando camminano, spostano mobili o sedie o generano quelli che vengono definiti rumori di natura impattiva. Questo tipo di rumore è solitamente frutto di un urto contro la superficie del pavimento che innesca delle vibrazioni dentro la struttura portante dell edificio che vengono propagate attraverso il calcestruzzo armato, nei locali adiacenti. Per isolare i solai dal rumore di calpestio è necessario posare un materaasino della gamma Isolmant al di sotto del pavimento e del massetto di finitura realizzando quello che tecnicamente si definisce un pavimento galleggiante. Si tratta di prevedere l inserimento di uno strato elastico che funzioni da molla in grado di smorzare la vibrazione generata sul pavimento (rumore di calpestio), attenuando così la componente che si propaga nella struttura (trasmessa) e che si diffonderà poi nei locali adiacenti. 4 Manuale per la corretta posa in opera

5 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO L INDICE ΔL NW DESCRIVE IL CONTRIBUTO ALL ABBATTIMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO, IN AGGIUNTA A QUELLO DEL SOLAIO, OFFERTO DAL SISTEMA TECNOLOGICO CHE SI CHIAMA PAVIMENTO GALLEGGIANTE. Manuale per la corretta posa in opera 5

6 ISOLAMENTO A PAVIMENTO IL PAVIMENTO GALLEGGIANTE Il sistema chiamato tecnicamente massa-molla-massa permette di ottenere dei ΔL w dai 20 ai 35 db se correttamente installato in opera. Ed è proprio la fase di posa in opera ad essere estremamente importante anche perché il Decreto Attuativo in materia di Isolamento acustico (DPCM 5/12/97) dichiara esplicitamente che il requisito acustico passivo previsto va rispettato in opera. Se il requisito va rispettato in opera significa che la fase di installazione dei prodotti riveste un importanza assoluta e non solo va realizzata a regola d arte ma spesso richiede l utilizzo di specifici accessori quali ad esempio le Fasce Perimetrali, Tagliamuro e la Fascia Nastro e la Fascia Taglia Battiscopa. 6 Manuale per la corretta posa in opera

7 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO PER OTTENERE UN ISOLAMENTO ACUSTICO A NORMA DI LEGGE BISOGNA PORRE MOLTA ATTENZIONE IN TUTTE E 3 LE FASI DELLA COSTRUZIONE DEL PAVIMENTO GALLEGGIANTE: 1. LA PROGETTAZIONE ACUSTICA; 2. LA SCELTA DI MATERASSINI IDONEI; 3. UNA POSA IN OPERA A REGOLA D ARTE. Manuale per la corretta posa in opera 7

8 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO IL PAVIMENTO GALLEGGIANTE Sottofondi bistrato È sempre preferibile posare il materassino anticalpestio al di sopra di strati planari compatti, tenaci e privi di tubazioni impiantistiche. In tal senso si consiglia, ove lo spessore a disposizione lo consenta, di realizzare sottofondi bistrato che prevedano un primogetto, generalmente con impasti cementizi alleggeriti, per inglobare l impiantistica. Una volta indurito lo strato di livellamento impianti, si procede alla posa del materassino isolante e al successivo getto del massetto di finitura e pavimentazione finale. Lo strato di livellamento sul quale si posa il materiale elastico deve essere piano e privo di asperità con la necessaria consistenza onde evitare cedimenti dovuti all insufficiente stabilità e/o alla scarsa resistenza alla compressione. Gli impasti alleggeriti devono essere eseguiti e posati con attenzione specie se confezionati in cantiere o pompati direttamente al piano mediante autobetoniera. Eventuali concentrazioni di materiale leggero potrebbero determinare cedimenti che possono danneggiare la struttura e quindi l isolamento al calpestio. Meglio sarebbe sempre affidarsi a prodotti premiscelati o predosati che assicurano maggiore qualità e precise responsabilità del produttore. 8 Manuale per la corretta posa in opera

9 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO Solaio 2. Strato di livellamento impianti 3. Strato isolante in Isolmant Special, Isolmant UndeSpecial o Isolmant UnderSlim 4. Massetto di finitura 5. Pavimento 1 LO SPESSORE DEGLI STRATI DI LIVELLAMENTO DEGLI IMPIANTI VARIA IN FUNZIONE DELLE TUBATURE PRESENTI MA ANCHE DELLE ESIGENZE DI ISOLAMENTO TERMICO SECONDO QUANTO PREVISTO DAI VINCOLI SULLE TRASMITTANZE MASSIME INTERPIANO PREVISTI DAL DLGS 311/06 E SUCCESSIVI. Manuale per la corretta posa in opera 9

10 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO IL PAVIMENTO GALLEGGIANTE Sottofondi monostrato Nel caso in cui non sia possibile realizzare un sottofondo bistrato, si procede alla stesa del materassino a diretto contatto con il solaio e al successivo getto del massetto di finitura. Questa modalità esecutiva, definita sottofondo monostrato, sottopone però lo strato resiliente a gravi rischi di lacerazione che possono comprometterne il funzionamento acustico. Nel caso infatti in cui il materassino venga posato sopra la rete impiantistica risulta evidente la possibilità indesiderata di poterlo perforare specie nelle zone in cui le tubazioni si sovrappongono. Questi punti sono anche critici in quanto il materassino si distacca dal solaio vanificando così il suo funzionamento elastico (oltre che, nuovamente, aumentando i rischi di rottura a posteriori ). Se al contrario, il materassino viene posto al di sotto della rete impiantistica, si riducono i punti di distacco dal solaio ma aumenta il pericolo di lacerazione dovuto all ulteriore passaggio su di esso degli impiantisti (e probabilmente anche dei gessisti ). I prodotti Isolmant della gamma Plus (Isolmant MonoPlus, Isolmant BiPlus e Isolmant D311) sono specifici per questa applicazione in quanto forniti di un rivestimento superficiale che non altera le caratteristiche elastiche del materiale ma ne aumenta la resistenza superficiale all abrasione. 10 Manuale per la corretta posa in opera

11 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO Solaio 2. Strato isolante in Isolmant MonoPlus, Isolmant BiPlus o Isolmant D Massetto di finitura 4. Pavimento QUESTE RAGIONI RENDONO DECISAMENTE PREFERIBILE, COME GIÀ DETTO, LA REALIZZAZIONE DI SOTTOFONDI BISTRATO CHE RIDUCONO IL RISCHIO DI LACERAZIONE DEL MATERASSINO ACUSTICO DOVUTO AI RIPETUTI PASSAGGI DEGLI IMPIANTISTI E DI TUTTI GLI ALTRI OPERATORI DEL CANTIERE. Manuale per la corretta posa in opera 11

12 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO IL PAVIMENTO GALLEGGIANTE Sottofondi ad elevata resistenza termica Come richiesto dalle più recenti prescrizioni normative in materia di isolamento termico e di risparmio energetico, tutti i divisori orizzontali, in aggiunta alle prestazioni acustiche, devono ridurre la trasmittanza (U), rendendo così necessario l impiego di materiali con elevati valori di resistenza termica. In particolare l utimo solaio (di copertura), il primo solaio (controterra) ed il solaio di quota zero (su garages o cantine) devono garantire ottime prestazioni termiche. Ecco perchè sovente in questi casi si posa al di sotto del massetto di finitura un pannello isolante di qualche cm di spessore. Isolmant QuotaZero (22 mm di spessore) consente con un solo prodotto di realizzare l isolamento acustico e termico anche nelle situazioni più estreme. 12 Manuale per la corretta posa in opera

13 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO PAVIMENTO 1 1. Solaio 2. Strato di livellamento impianti 3. Strato isolante in Isolmant QuotaZero 4. Film in nylon da 150 micron 5. Massetto di finitura 6. Pavimento PRIMA DI PROCEDERE AL GETTO DEL MASSETTO DI FINITU- RA È NECESSARIO STENDERE SOPRA LO STRATO IN ISOL- MANT QUOTAZERO UN FILM IMPERMEABILE IN PE DI SPES- SORE MINIMO 150 MICRON. SI SCONSIGLIANO SPESSORI DEL MASSETTO INFERIORI A 5 CENTIMETRI PERCHÈ ESPOSTI AD ELEVATO RISCHIO DI FESSURAZIONE. Manuale per la corretta posa in opera 13

14 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO IL PAVIMENTO GALLEGGIANTE Pavimenti riscaldati Anche nel caso vengano utilizzati sistemi di riscaldamento a pavimento (pavimento radiante) è necessario prevedere la posa del materassino resiliente per l isolamento acustico al calpestio. I pannelli isolanti normalmente impiegati come supporto alla serpentina infatti non possiedono, nella maggior parte dei casi, valori di rigidità dinamica sufficientemente bassi da poter funzionare anche come isolanti acustici. È quindi indispensabile inserire al di sotto del pannello un materassino acustico. A tale scopo va inserito il materassino avendo cura di: Desolidarizzare le scatole che contengono i collettori dalle pareti restrostanti ricoprendole con uno strato di materiale elastico e fissandole a parete con tasselli in gomma. Ricoprire i tubi del riscaldamento con guaine in materiale elastico laddove i tubi dovessero forare il risvolto a parete del materiale resiliente Collegare i tubi di risalita a parete con le pareti retrostanti con collari in gomma (non con collari rigidi). ISOLMANT RADIANTE POSSIEDE LE CARATTERISTICHE ACU- STICHE IDONEE PER PORTARE A NORMA QUESTI SISTEMI E, GRAZIE ALLA SUPERFICIE ALLUMINATA, COLLABORA ALL I- SOLAMENTO TERMICO SCHERMANDO IL FLUSSO DI CALO- RE (SPECIE NELLE STRUTTURE A BASSO SPESSORE). 14 Manuale per la corretta posa in opera

15 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO Solaio 2. Strato di livellamento impianti 3. Strato isolante in Isolmant Radiante 4. Pannello isolante 5. Serpentina per il riscaldamento 6. Massetto di finitura 7. Pavimento Manuale per la corretta posa in opera 15

16 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO IL PAVIMENTO GALLEGGIANTE Massetti autolivellanti L introduzione sul mercato dei prodotti autolivellanti (premiscelati e non) ha velocizzato molto le fasi di messa in opera dei massetti con notevoli vantaggi anche sul grado di finitura, sulla resistenza, sulla compattezza e sulla planarità della superficie di posa. Per contro, salvo sempre che sarebbe preferibile che a posare l autolivellante fosse una squadra specializzata, il comportamento acustico di queste strutture va studiato con attenzione. L elevata densità e rigidezza, e il getto in spessore ridotto (circa 3 cm) causano nei massetti autolivellanti uno strano comportamento meccanico (simile alle piastre) che rischia di risuonare danneggiando la prestazione acustica del pavimento galleggiante. Per porre rimedio a questo problema si consiglia di utilizzare materiali resilienti specifici. Particolarmente importante in questi casi risulta la sigillatura di tutti gli interstizi che oltre che causa di ponti acustici procurano vie di fuga per il massetto allo stato liquido. NEL CASO DI GETTI IN AUTOLIVELLANTE SI CONSIGLIA DI UTILIZZARE ISOLMANT FASCIA PERIMETRALE TECNICA H 12,5 CM SPECIFICA PER QUESTE APPLICAZIONI. 16 Manuale per la corretta posa in opera

17 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1. Solaio 2. Strato di livellamento impianti 3. Isolmant UnderLivell 4. Massetto autolivellante 1 PAVIMENTO Manuale per la corretta posa in opera 17

18 ISOLAMENTO A PAVIMENTO LA POSA DEL MATERASSINO II materiale elastico da utilizzare andrà scelto adeguatamente in base alle esigenze di isolamento al calpestio richieste ed ai carichi ai quali è sottoposto il pavimento. Il raggiungimento del requisito acustico passivo è garantito infatti dal corretto funzionamento del sistema pavimento galleggiante e non già dal solo materiale per l isolamento acustico. In base dunque al tipo e al peso del solaio posto in opera, del massetto e del pavimento previsti si potrà orientare la scelta su materiali resilienti che possano garantire un buon isolamento acustico al calpestio a lungo nel tempo. Le grandezze su cui basarsi nella scelta sono due: 1. La rigidità dinamica (in MN/m 3 ) che descrive la capacità elastica di un materiale sotto l azione di un carico ciclico 2. Lo scorrimento viscoso a compessione (creep) che determina il cedimento a lungo nel tempo, sotto il carico costante del massetto 18 Manuale per la corretta posa in opera

19 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO Se le masse in gioco e la rigidità dinamica del materassino sono progettate correttamente, il pavimento galleggia, dissipando l energia rumore. DURANTE LE FASI DI POSA È NECESSARIO TENERE IN GRAN- DE CONSIDERAZIONE UNA SERIE DI PARTICOLARI ESECUTI- VI CHE IMPEDISCONO LA FORMAZIONE DI PERICOLOSI PON- TI ACUSTICI CHE POSSONO COMPROMETTERE, IN PARTE O COMPLETAMENTE, L ISOLAMENTO ACUSTICO A PAVIMENTO. Manuale per la corretta posa in opera 19

20 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO LA POSA DEL MATERASSINO La posa dei teli: sormonto e nastratura Il materiale elastico una volta steso in opera dovrà costituire uno strato continuo ed integro che possa realizzare una perfetta vasca a tenuta in cui il massetto possa galleggiare senza essere vincolato rigidamente alle strutture. Il materassino dunque non deve presentare al momento del getto né discontinuità, né lacerazioni. I VARI TELI DI MATERIALE, DURANTE LA FASE DI POSA, NON VANNO SOLAMENTE ACCOSTATI MA ANCHE SORMONTATI PER ALMENO 10 CM E SIGILLATI MEDIANTE NASTRO ADESI- VO O SPECIFICA FASCIA NASTRO - IN POLIETILENE DA 3 MM ADESIVO DELLA GAMMA ISOLMANT ACCESSORI. 20 Manuale per la corretta posa in opera

21 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO Tutti i prodotti della Linea Isolmant a Pavimento (gamma Special e gamma Plus) sono dotati di battentatura maschio femmina (per facilitare le fasi di sormonto) ottenuta mediante un accoppiamento disallineato di circa 10 cm del polietilene espanso sulla fibra acustica. 1 PAVIMENTO I PRODOTTI DELLA GAMMA PLUS (ISOLMANT BIPLUS E ISOL- MANT MONOPLUS) SONO FORNITI DI BATTENTATURA CON FILM ADESIVO PER FACILITARE IL SORMONTO E LA NASTRA- TURA EVITANDO L UTILIZZO DI NASTRO DA CANTIERE. Manuale per la corretta posa in opera 21

22 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO LA POSA DEL MATERASSINO La posa dei teli: rifilo della battentatura In fase di posa occorre sempre partire a filo parete con il polietilene evitando di lasciare a vista strisce di sola fibra, specie vicino alla parete che si imbeve di cemento e si irrigidisce. I PRODOTTI ISOLMANT PER L ISOLAMENTO ACUSTICO A PAVIMENTO SONO DOTATI DI BATTENTATURA. è BENE RICORDARE SEMPRE CHE LA SOLA FIBRA ECCEDENTE DAL MATERASSINO VA RIFILATA SE A CONTATTO CON LA PARETE. 22 Manuale per la corretta posa in opera

23 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO Manuale per la corretta posa in opera 23

24 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO LA POSA DEL MATERASSINO Il verso di posa Nei casi in cui i materassini per l isolamento acustico siano costituiti dall accoppiamento di vari materiali tra cui strati fibrosi o porosi, nella scheda tecnica e sul catalogo tecnico è indicato specificatamente il verso per la posa (che è poi quella suggerita dal verso in cui i rotoli sono riavvolti). IN FASE DI POSA DEI ROTOLI È OBBLIGATORI MANTENERE IL VERSO INDICATO PER EVITARE CHE I MATERIALI VENGA- NO POSATI AL CONTRARIO E CHE IL MASSETTO IMBEVA GLI STRATI FIBROSI/POROSI CHE SI IRRIGIDIREBBERO PERDEN- DO LA LORO EFFICACIA ACUSTICA. 24 Manuale per la corretta posa in opera

25 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO I PRODOTTI DELLA GAMMA PLUS (ISOLMANT BIPLUS E ISOL- MANT MONOPLUS) SONO FORNITI DI BATTENTATURA CON FILM ADESIVO PER FACILITARE IL SORMONTO E LA NASTRA- TURA EVITANDO L UTILIZZO DI NASTRO DA CANTIERE. Manuale per la corretta posa in opera 25

26 ISOLAMENTO A PAVIMENTO LA POSA DELLA FASCIA PERIMETRALE I teli di materiale isolante non vanno posati solo sul solaio ma anche risvoltati a parete per uno spessore pari ad almeno quello del massetto più quello della pavimentazione finale. Così facendo si evita che le facce verticali del massetto, una volta indurito, possano toccare le pareti costituendo da un lato un pericoloso ponte acustico e dall altro un freno statico al galleggiamento del sistema. Questa operazione in realtà nei cantieri non si fa quasi più perché troppo complessa a causa della natura e dello spessore dei materiali isolanti scelti. Isolmant rende disponibile una vasta gamma di FASCE PERI- METRALI per desolidarizzare la fascia verticale del massetto dalle pareti divisorie. È MOLTO MEGLIO RICORRERE ALL UTILIZZO DI ISOLMANT FASCIA PERIMETRALE. SI TRATTA DI TAGLI SPECIALI DI MATERASSINO DA 3 O 5 MM ADESIVIZZATO, CON CUI È POS- SIBILE ISOLARE CON CURA TUTTO IL PERIMETRO DEI LOCALI FACENDO ATTENZIONE AD APPLICARE UNA PARTE DELLA FASCIA AL PIEDE DELLA PARETE E LA RESTANTE PARTE SUL SOLAIO O SUL MATERASSINO GIÀ POSATO. 26 Manuale per la corretta posa in opera

27 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO Manuale per la corretta posa in opera 27

28 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO LA POSA DELLA FASCIA PERIMETRALE Isolmant Fascia Perimetrale Tecnica Per semplificare le fasi di messa in opera, è stata introdotta una fascia perimetrale adesiva ancora più facile da posare disponibile nelle altezze 12,5 / 18,5 e 25 cm dotata di cordonatura per facilitare la piegatura a 90 gradi del materiale. I restanti cm vanno applicati alla parete e sono caratterizzati da un adesivo che risulta poco tenace negli ultimi 5 cm (in alto). Tale accorgimento tecnlogico diminuisce il rischio di asportare l intonaco durante la rimozione della eccedenza di fascia perimetrale al termine della posa della pavimentazione. 28 Manuale per la corretta posa in opera

29 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO PER RICORDARE AGLI OPERATORI DEL CANTIERE CHE L EC- CEDENZA DI FASCIA PERIMETRALE VA TAGLIATA E RIMOSSA SOLO DOPO AVER POSATO E STUCCATO IL PAVIMENTO, SUL PRODOTTO ISOLMANT FASCIA PERIMETRALE TECNICA È SE- RIGRAFATA, IN BUONA EVIDENZA, LA DICITURA NON RIFI- LARE PRIMA DI AVER POSATO E STUCCATO LA PAVIMENTA- ZIONE. Manuale per la corretta posa in opera 29

30 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO LA POSA DELLA FASCIA PERIMETRALE La doppia fascia Perimetrale Nel caso di sottofondi bistrato è necessario applicare una doppia fascia perimetrale. In aggiunta a quella che si posa sulla parete a livello del massetto, ne va posizionata un altra in verticale, adesivizzata sulla porzione di parete sottostante, prima di realizzare lo strato di livellamento degli impianti. Questa fascia di spessore pari a quello dello strato di livellamento, ne impedisce il contatto rigido con la tramezza e quindi un possibile ponte acustico. POSA DELLA FASCIA PERIMETRALE RADIANTE SPECIFICA PER L ISOLAMENTO CONTRO PARETE DEI SOTTOFONDI CON SISTEMI DI RISCALDAMENTO/ RAFFREDDAMENTO A PAVIMENTO. 30 Manuale per la corretta posa in opera

31 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO NEI SOTTOFONDI BISTRATO OCCORRE POSIZIONARE DUE FASCE PERIMETRALI: PRIMA QUELLA CHE DESOLIDARIZZA DALLA PARETE IL GETTO DI LIVELLAMENTO DEGLI IMPIANTI E POI, QUELLA CHE DISTACCA DALLA PARETE IL MASSETTO DI FINITURA. Manuale per la corretta posa in opera 31

32 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO LA POSA DELLA FASCIA PERIMETRALE Distacchi della fascia perimetrale Anche la fascia perimetrale ovviamente dovrà risultare continua ed integra. È pertanto necessario sormontare e nastrare il congiungimento fra due fasce e non attraversare con impianti o altri elementi solidi la fascia stessa. Vanno evitati anche i distacchi delle fasce perimetrali dal muro. Questi fenomeni sono molto rischiosi perché lasciano dei vuoti che, se liberi potrebbero essere riempiti da materiale cementizio causando ponti acustici, che se occulti, potrebbero provocare cedimenti del massetto. UN ERRORE DA EVITARE DURANTE L INSTALLAZIONE IN CANTIERE È QUELLO DI LASCIARE DELL ARIA AL DI SOTTO DELLA FASCIA PER MANCATA ACCURATEZZA NELLA POSA. SE LA FASCIA NON È BEN ADERENTE ALLO SPIGOLO AL PIEDE DELLA PARETE MA, COME SI DICE IN CANTIERE, FA LA SGUSCIA, SI POTREBBE OSSERVARE A POSTERIORI UNA ROTTURA DEL PAVIMENTO PER INSUFFICIENTE SPESSORE E INCONSISTENZA DEL MASSETTO IN QUEI PUNTI. 32 Manuale per la corretta posa in opera

33 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO NO 1 PAVIMENTO NO ERRORI DA EVITARE ASSOLUTAMENTE DU- RANTE LA POSA DELLA FASCIA PERIMETRALE. Manuale per la corretta posa in opera 33

34 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO LA POSA DELLA FASCIA PERIMETRALE Isolmant angolo, spigolo e telaio porta In presenza di pilastri, lesene, porte ed altri movimenti delle pareti, la fascia Perimetrale va modellata senza interruzione per seguire fedelmente il perimetro dei locali. Per facilitare questo compito sono a disposizione degli accessori specifici per garantire la desolidarizzazione del massetto dalle pareti in concomitanza degli angoli chiusi (concavi), degli spigoli (angoli aperti - convessi) o dei telai delle porte. 34 Manuale per la corretta posa in opera

35 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO Isolmant Spigolo Isolmant Angolo Isolmant Telaio Porta GIÀ PREFORMATI A MISURA E ADESIVI, EVITANO LE OPERA- ZIONI DI TAGLIO E PIEGATURA DELLA FASCIA PERIMETRALE IN CORRISPONDENZA DEI PILASTRI E DELLE PORTE. Manuale per la corretta posa in opera 35

36 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO LA POSA DELLA FASCIA PERIMETRALE Soglie e Porte Per non compromettere l isolamento acustico del pavimento galleggiante occorre porre molta attenzione nella posa della fascia perimetrale (o del risvolto) in corrispondenza delle soglie delle porte di ingresso e delle porte finestre verso i balconi e in generale in corrispondenza dei falsi telai di tutte le porte. Anche in tali punti il materiale resiliente dovrà garantire la completa desolidarizzazione tra massetto cementizio ed elementi strutturali. 36 Manuale per la corretta posa in opera

37 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO ATTENZIONE: POCHE DECINE DI CENTIMETRI DI CONNESSIO- NE RIGIDA TRA IL MASSETTIO CEMENTIZIO E LE STRUTTURE PORTANTI POSSONO PROCURARE LA PERDITA DI ALCUNI DE- CIBEL, CAUSANDO UN MAL FUNZIONAMENTO DEL PAVIMEN- TO GALLEGGIANTE E QUINDI UNO SCARSO ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO. Manuale per la corretta posa in opera 37

38 ISOLAMENTO A PAVIMENTO IL MASSETTO DI FINITURA Prima del getto del massetto Prima di procedere alla posa del massetto di finitura l impresa deve rendersi ragionevolmente certa di aver realizzato una perfetta vasca a tenuta all interno della quale il massetto cementizio che andrà a gettare possa galleggiare senza stabilire alcuna connessione rigida né con gli strati portanti al di sotto né con le pareti ai suoi lati. Eventuali punti scoperti che potrebbero costituire ponte acustico vanno rivestiti con ritagli di materiale elastico o con Isolmant Fascia Nastro. LA STESA DEL MASSETTO DI FINITURA ANDRÀ REALIZZA- TA NEL VERSO DI SOVRAPPOSIZIONE DEI TELI, ALTRIMENTI SI CORRE IL RISCHIO DI INFILARE MATERIALE CEMENTIZIO AL DI SOTTO DELLO STRATO ISOLANTE. ALTRETTANTA AT- TENZIONE ANDRÀ POSTA NEL NON INSERIRE LA MALTA DEL MASSETTO NELLE ZONE IN CUI LA FASCIA SI FOSSE MALAU- GURATAMENTE STACCATA DALLA PARETE (SPECIE NEGLI ANGOLI). 38 Manuale per la corretta posa in opera

39 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO Manuale per la corretta posa in opera 39

40 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO IL MASSETTO DI FINITURA Qualità dei massetti e della loro posa Il massetto di finitura in calcestruzzo dovrà essere realizzato con corretti dosaggi di inerte, legante ed acqua, dovrà avere buona consistenza, elevata resistenza e spessore minimo non inferiore a 5 cm. Specialmente nei casi in cui lo spessore può scendere sotto i 5 cm (massetti monostrato con fitta rete di impianti), si consiglia di armare il massetto con apposita rete elettrosaldata e zincata con maglia 5x5 cm e filo 2. In tutti i casi il materiale dovrà essere ben battuto (specie ai lati e negli angoli), costipato in tutto il suo spesore, staggiato e frattazzato (a mano o con elicottero) a regola d arte. Particolare attenzione dovrà essere posta alla fase di stagionatura al fine di non comprometterne la consistenza e la compattezza a causa di fenomeni di bleeding, asciugature differenziali, cavillature o crepe per eccessivo ritiro termoigrometrico. DURANTE IL GETTO DEL MASSETTO BISOGNERÀ PRESTARE PARTICOLARE CURA A NON LACERARE O FORARE IL MATE- RIALE ELASTICO. PER RIDURRE QUESTO RISCHIO SI CON- SIGLIA DI SCEGLIERE I MATERASSINI DELLA GAMMA PLUS, DOTATI DI UN TESSUTO SUPERFICIALE CHE NON IRRIGIDISCE IL PRODOTTO MA CONSENTE UNA PIÙ ELEVATA RESISTENZA ALLA ABRASIONE. 40 Manuale per la corretta posa in opera

41 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO Manuale per la corretta posa in opera 41

42 ISOLAMENTO A PAVIMENTO LA POSA DELLA PAVIMENTAZIONE FINALE Rifilatura della fascia Una volta stagionato il massetto di finitura è indispensabile rendere noto a tutti gli operatori del cantiere che l eccedenza di fascia perimetrale va rifilata solo al termine della posa e stuccatura della pavimentazione. Se infatti tale operazione viene effettuata prima della posa della finitura superficiale, il contatto diretto del pavimento con le pareti, oltre a costituire un ponte acustico, ostacola il galleggiamento del massetto sul materassino elastico provocando una perdita di isolamento di alcuni decibel. Il pavimento andrà dunque posato a contatto con la Fascia Perimetrale garantendo così la riduzione del passaggio di rumore ed il funzionamento elastico del sistema. 42 Manuale per la corretta posa in opera

43 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO L ECCEDENZA DI FASCIA PERIMETRALE NON VA RIFILATA PRIMA DI AVER INCOLLATO LE CERAMICHE, MA SOLO AL TERMINE DELLA LORO POSA E STUCCATURA. Manuale per la corretta posa in opera 43

44 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO LA POSA DELLA PAVIMENTAZIONE FINALE Posa del battiscopa ceramico sul giunto elastico Anche la posa del battiscopa deve essere realizzata con attenzione al funzionamento acustico del sistema. Sia i battiscopa perimetrali che le piastrelle di rivestimento delle pareti dei bagni e delle cucine dovranno essere distaccate di qualche millimetro dal rivestimento a pavimento in modo da evitare la formazione di collegamenti rigidi tra pavimentazione e pareti laterali. Nel caso in cui, al contrario, non solo essi non vengono distaccati ma addirittura vengono maltati al pavimento si può osservare un annullamento totale del galleggiamento del sistema e dunque una mancanza pressoché assoluta dell isolamento acustico al calpestio. 44 Manuale per la corretta posa in opera

45 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO IL BATTISCOPA CERAMICO NON VA APPOGGIATO AL PAVI- MENTO MA VA TENUTO SOLLEVATO DI QUALCHE MILLIMETRO E FUGATO CON UN LEGANTE ELASTICO A BASE SILICONICA O CON UNA MALTA ADDITIVATA A COMPORTAMENTO FLES- SIBILE. NEL CASO IN CUI IL GIUNTO FOSSE RIGIDO, ESSO IM- PEDISCE AL PAVIMENTO DI GALLEGGIARE ED È DESTINATO A SFUGARSI. Manuale per la corretta posa in opera 45

46 1. ISOLAMENTO A PAVIMENTO LA POSA DELLA PAVIMENTAZIONE FINALE La posa della fascia Taglia Battiscopa Il battiscopa ceramico non va appoggiato al pavimento ma va tenuto sollevato di qualche millimetro e fugato con un legante elastico a base siliconica o con una malta additivata a comportamento flessibile. Nel caso in cui il giunto fosse rigido, esso impedisce al pavimento di galleggiare ed è destinato a sfugarsi. Si consiglia l uso di Isolmant Fascia TBTS (taglia battiscopa) che, adesivizzata sulla pavimentazione ceramica, disconnette il battiscopa dal pavimento. L eccedenza di Fascia TBTS va rifilata con un cutter. 46 Manuale per la corretta posa in opera

47 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO L ISOLAMENTO ACUSTICO AL CALPESTIO 1 PAVIMENTO Manuale per la corretta posa in opera 47

48 2. ISOLAMENTO A PARETE Requisito indispensabile per ottenere valori di potere fonoisolante apparente come previsti dalla Legge per divisori verticali a parete doppia con intercapedine è quello che essi siano dotati di massa. Quanto più il divisorio sarà pesante tanto più offrirà inerzia alla sollecitazione provocata dall energia rumore (ad esclusione delle così dette pareti leggere in cartongesso o similari che sfruttano un principio differente). Se il divisorio oppone resistenza al passaggio di rumore lo si può definire ben isolato. Ma la resistenza al rumore nelle pareti doppie non è solo funzione della massa ma anche di una capacità del sistema parete di smorzare in modo elastico alcune fastidiose frequenze del rumore che lo attraversa. Per fare questo è indispensabile inserire nell intercapedine un adeguato materiale isolante dotato di caratteristiche sia di fonoisolamento che di fonoimpedenza. 48 Manuale per la corretta posa in opera

49 >BENESSERE ACUSTICO E TERMICO I DIVISORI VERTICALI FONOISOLANTI 2 PARETE ANCHE NELLA REALIZZAZIONE DEI DIVISORI VERTICALI CON REQUISITI ACUSTICI A NORMA DI LEGGE È INDISPENSABILE UNA CORRETTA PROGETTAZIONE, LA SCELTA DI ISOLANTI IDONEI E, SOPRATTUTTO, UNA PERFETTA ESECUZIONE IN FASE DI POSA. Manuale per la corretta posa in opera 49

GUIDA PRATICA all isolamento acustico e termico

GUIDA PRATICA all isolamento acustico e termico GUIDA PRATICA all isolamento acustico e termico by Tecnasfalti SECONDA EDIZIONE ISOLMANT TECNOLOGIA ED AMBIENTE: IL SILENZIO È D ORO, LE ENERGIE PREZIOSE Soluzioni reali per problemi reali. Con questa

Dettagli

24 PROGETTAZIONE DEL SILENZIO: NODI PARETE-PAVIMENTO

24 PROGETTAZIONE DEL SILENZIO: NODI PARETE-PAVIMENTO 24 PROGETTAZIONE DEL SILENZIO: NODI PARETE-PAVIMENTO NODO PARETE PESANTE - SOLAIO Desolidarizzazione parete pesante -solaio, mediante speciale fascia tagliamuro Silenz Tagliamuro Later. NODO MASSETTO -

Dettagli

Strumenti di progettazione per MAPESILENT SYSTEM

Strumenti di progettazione per MAPESILENT SYSTEM MAPESILENT SYSTEM MAPESILENT System pag. 2 INTRODUZIONE pag. 4 Mapesilent system pag. 4 PRESTAZIONI E POSA IN OPERA pag. 6 ESEMPIO DI CALCOLO ACUSTICO pag. 7 ESEMPIO DI CALCOLO TERMICO pag. 8 COMPONENTI

Dettagli

Isolamento acustico al calpestio

Isolamento acustico al calpestio Acustica in edilizia Isolamento acustico al calpestio In materia di inquinamento acustico fa testo la legge quadro n.447 del 26 ottobre 1995 che: fissa le competenze di Stato, Regioni, Province, Comuni

Dettagli

Isolamento acustico anticalpestio

Isolamento acustico anticalpestio Isolamento acustico anticalpestio Isolanti anticalpestio in polietilene espanso reticolato Pavitema Rex è una gamma di isolanti anticalpestio in polietilene espanso reticolato nata per rispondere alla

Dettagli

ASSIMPREDIL ANCE CONVEGNO REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI MONZA. Martedì 14 OTTOBRE 2008. L uso di materiali per raggiungere i risultati

ASSIMPREDIL ANCE CONVEGNO REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI MONZA. Martedì 14 OTTOBRE 2008. L uso di materiali per raggiungere i risultati ASSIMPREDIL ANCE CONVEGNO REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI MONZA Martedì 14 OTTOBRE 2008 L uso di materiali per raggiungere i risultati Modernità e tradizione, esempi di stratigrafie differenti Relatore

Dettagli

Requisiti acustici degli edifici Dalla teoria al cantiere

Requisiti acustici degli edifici Dalla teoria al cantiere Focus PROGETTARE E COSTRUIRE MEGLIO SI DEVE E SI PUO Pollein (AO), 09 ottobre 2012 Requisiti acustici degli edifici Dalla teoria al cantiere Domenico Nicastro nicastro@acusma.com Domenico Nicastro requisiti

Dettagli

Guida alle applicazioni

Guida alle applicazioni Isolanti acustici Guida alle applicazioni per l isolamento acustico dei solai Divisione Isolanti Isolanti acustici Guida alle applicazioni per l isolamento acustico dei solai Introduzione 04 Strutture

Dettagli

Soluzioni per pareti e solai ISOTEX. Metodo costruttivo in legno-cemento. Fascicolo tecnico realizzato da T.E.P. s.r.l. - Tecnologia e Progetto

Soluzioni per pareti e solai ISOTEX. Metodo costruttivo in legno-cemento. Fascicolo tecnico realizzato da T.E.P. s.r.l. - Tecnologia e Progetto Soluzioni per pareti e solai ISOTEX Metodo costruttivo in legno-cemento Fascicolo tecnico realizzato da T.E.P. s.r.l. - Tecnologia e Progetto La documentazione della ditta C & P Costruzioni è stata analizzata

Dettagli

SOLUZIONI FASSA BORTOLO PER L ISOLAMENTO ACUSTICO IN EDILIZIA

SOLUZIONI FASSA BORTOLO PER L ISOLAMENTO ACUSTICO IN EDILIZIA SOLUZIONI FASSA BORTOLO PER L ISOLAMENTO ACUSTICO IN EDILIZIA ORA VEDREMO IN SINTESI LE POSSIBILI SOLUZIONI TECNICHE RELATIVE A: 1. Isolamento acustico per via aerea mediante sistemi in cartongesso per

Dettagli

Pavitema. Isolamento acustico dei sottopavimenti AGGLOMERATO DI SCHIUMA DI GOMMA ESPANSA. Vantaggi. Pavitema Soft

Pavitema. Isolamento acustico dei sottopavimenti AGGLOMERATO DI SCHIUMA DI GOMMA ESPANSA. Vantaggi. Pavitema Soft Pavitema Isolamento acustico dei sottopavimenti Pavitema rappresenta la soluzione pratica ed economica per risolvere il problema dell isolamento anticalpestio. L offerta della Maxitalia è costituita da

Dettagli

CIRFONIC hp CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: SPECIFICHE APPLICATIVE COGENTI:

CIRFONIC hp CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: SPECIFICHE APPLICATIVE COGENTI: CIRFONIC hp Manto in agglomerato poliuretanico espanso flessibile con pellicola in polietilene CAMPO DI UTILIZZO: CIRFONIC HP è un prodotto specifico per l isolamento acustico del rumore di calpestio,

Dettagli

NORDSILENCE NORDSILENCE EXTRA IL MASSIMO ISOLAMENTO CON IL MINIMO SFORZO. Prestazioni, qualità e praticità al servizio del progettista.

NORDSILENCE NORDSILENCE EXTRA IL MASSIMO ISOLAMENTO CON IL MINIMO SFORZO. Prestazioni, qualità e praticità al servizio del progettista. IL MASSIMO ISOLAMENTO CON IL MINIMO SFORZO NORDSILENCE NORDSILENCE EXTRA Nordsilence e Nordsilence Extra sono la risposta della ricerca Nord Bitumi alle esigenze di progettisti e applicatori. Sono sistemi

Dettagli

Categoria A. Categoria B. Categoria C. Categoria D. Categoria E. Categoria F. Categoria G. Categorie di cui alla Tabella A. R w D 2m,n,T,w L n,w

Categoria A. Categoria B. Categoria C. Categoria D. Categoria E. Categoria F. Categoria G. Categorie di cui alla Tabella A. R w D 2m,n,T,w L n,w Pavigran Il tappeto ecologico in gomma per anticalpestio Pavigran è una gamma di tappeti isolanti in gomma per lo smorzamento delle vibrazioni, da installare sotto il pavimento per risolvere i problemi

Dettagli

CIRFONIC SPECIAL CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA:

CIRFONIC SPECIAL CAMPO DI UTILIZZO: DESCRIZIONE DI CAPITOLATO: DIMENSIONI DI FORNITURA: CIRFONIC SPECIAL Manto in agglomerato poliuretanico espanso flessibile con pellicola in polietilene CAMPO DI UTILIZZO: CIRFONIC SPECIAL è un prodotto specifico per l isolamento acustico del rumore di calpestio,

Dettagli

ISOLAMENTO ACUSTICO. Dare valore alla vita di tutti i giorni. Relatore: geom. Alberto Forner Responsabile Commerciale Div. Edilizia [Proxital Spa]

ISOLAMENTO ACUSTICO. Dare valore alla vita di tutti i giorni. Relatore: geom. Alberto Forner Responsabile Commerciale Div. Edilizia [Proxital Spa] ISOLAMENTO ACUSTICO Dare valore alla vita di tutti i giorni Relatore: geom. Alberto Forner Responsabile Commerciale Div. Edilizia [Proxital Spa] 1997/2000 2000/2005 Viene reso attuativo il Decreto che

Dettagli

Comfort termico e acustico con sistemi isolanti a secco

Comfort termico e acustico con sistemi isolanti a secco Comfort termico e acustico con sistemi isolanti a secco Pannelli isolanti con cartongesso Gexo è un sistema nato per risolvere, agendo dall interno, i problemi di isolamento degli ambienti abbinando i

Dettagli

Gamma disponibile Le tramezze POROTON P800 e POROTON PLAN TM

Gamma disponibile Le tramezze POROTON P800 e POROTON PLAN TM Tramezze Poroton e Poroton Plan TM soddisfano ogni esigenza di cantiere Gamma disponibile Le tramezze P800 e PLAN TM P800 sono elementi in laterizio porizzato caratterizzati da giunti verticali ad incastro.

Dettagli

BENVENUTI IN ISOLMANT

BENVENUTI IN ISOLMANT 28 ottobre 2014 BENVENUTI IN ISOLMANT Tecnasfalti-Isolmant è stata fondata nel 1976 da Ugo Canni Ferrari Produce e distribuisce prodotti per l isolamento acustico e termico Leader in Italia e in Europa

Dettagli

L isolante termico anticalpestio. Isolamento termoacustico dei solai

L isolante termico anticalpestio. Isolamento termoacustico dei solai L isolante termico anticalpestio Isolamento termoacustico dei solai L isolante termico anticalpestio Un doppio problema: requisiti acustici e rendimento energetico dei solai Le normative italiane stabiliscono

Dettagli

GAMMA PRODOTTI ISOLAMENTO ACUSTICO. chimica e innovazione industriale

GAMMA PRODOTTI ISOLAMENTO ACUSTICO. chimica e innovazione industriale GAMMA PRODOTTI ISOLAMENTO ACUSTICO chimica e innovazione industriale il silenzio è musica stoppa il rumore A vostra disposizione nei cantieri personale qualifi cato per posa e collaudi in opera. www.proxital.it

Dettagli

ISOLAMENTO ACUSTICO IN EDILIZIA Problematiche e soluzioni

ISOLAMENTO ACUSTICO IN EDILIZIA Problematiche e soluzioni Bolzano, 19 novembre 2015 ISOLAMENTO ACUSTICO IN EDILIZIA Problematiche e soluzioni Per. Ind Alberto Piffer Loc. Aicheri, 2 38015 Lavis (TN) Mail: alberto.piffer@gmail.com Web: www.albertopiffer.it Problematiche

Dettagli

Isolamento acustico al calpestio: dalla teoria al collaudo

Isolamento acustico al calpestio: dalla teoria al collaudo Isolamento acustico al calpestio: dalla teoria al collaudo Raccolta di prove in opera su solai in laterocemento INDICE. IL QUADRO LEGISLATIVO NAZIONALE pag.. Che cosa dice la legge. I requisiti acustici

Dettagli

RISANAMENTO ACUSTICO E TERMICO DELLE PARETI

RISANAMENTO ACUSTICO E TERMICO DELLE PARETI RISANAMENTO ACUSTICO E TERMICO DELLE PARETI Isolmant ha creato un intera gamma di prodotti per il risanamento acustico e termico delle pareti, realizzati con lastre in cartongesso accoppiate a pannelli

Dettagli

ISOLMANT CATALOGO PRODOTTI

ISOLMANT CATALOGO PRODOTTI ISOLMANT CATALOGO PRODOTTI LINEA SALE by Tecnasfalti 2012 PRIMA EDIZIONE ISOLMANT TECNOLOGIA ED AMBIENTE: IL SILENZIO è D ORO, LE ENERGIE PREZIOSE Soluzioni reali per problemi reali. Con questa mission

Dettagli

Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche)

Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche) Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche) Ing. Clara Peretti Coordinatrice Consorzio Q-RAD 2 Contenuti della presentazione Il

Dettagli

CALPESTIO. PARETE DEL SILENZIO HABITAT I e HABITAT II. FORMATO mm 1.200 x 2.800/3.000 o su richiesta 1.400/1.500. SPESSORE 33-43-53 mm

CALPESTIO. PARETE DEL SILENZIO HABITAT I e HABITAT II. FORMATO mm 1.200 x 2.800/3.000 o su richiesta 1.400/1.500. SPESSORE 33-43-53 mm / Data 01/08/2015 FORMATO mm 1.200 x 2.800/3.000 o su richiesta 1.400/1.500 SPESSORE 33-43-53 mm PESO 12-13-14 kg/mq CONDUCIBILITA TERMICA W/mK 0,035 10 C POTERE FONOISOLANTE Rw = 32 db FONOISOLAMENTO

Dettagli

PROTEZIONE DAI RUMORI TRASMESSI PER VIA AEREA SOLUZIONE UNIVERSALE PER PARETI, SOLAI, SOFFITTI E COPERTURE

PROTEZIONE DAI RUMORI TRASMESSI PER VIA AEREA SOLUZIONE UNIVERSALE PER PARETI, SOLAI, SOFFITTI E COPERTURE PROTEZIONE DAI RUMORI TRASMESSI PER VIA AEREA ISOLAMENTO ACUSTICO DAI RUMORI DA CALPESTIO PROTEZIONE DALLE RADIAZIONI SOLUZIONE UNIVERSALE PER PARETI, SOLAI, SOFFITTI E COPERTURE SICUREZZA AL 100% NON

Dettagli

EchoSTOP. Tublex. Gruppo. Isolanti acustici fonoimpedenti. L isolante acustico e termico per impianti idrosanitari

EchoSTOP. Tublex. Gruppo. Isolanti acustici fonoimpedenti. L isolante acustico e termico per impianti idrosanitari EchoSTOP Isolanti acustici fonoimpedenti Tublex L isolante acustico e termico per impianti idrosanitari Gruppo EchoSTOP Isolanti acustici fonoimpedenti La gamma EchoSTOP racchiude una serie di prodotti,

Dettagli

ELEMENTI DI ACUSTICA 08

ELEMENTI DI ACUSTICA 08 I.U.A.V. Scienze dell architettura a.a. 2012/2013 Fisica Tecnica e Controllo Ambientale Prof. Piercarlo Romagnoni ELEMENTI DI ACUSTICA 08 ACUSTICA ARCHITETTONICA 02 FONOISOLAMENTO ASSORBIMENTO, RIFLESSIONE,

Dettagli

Blanke TRIMAT. Blanke TRIMAT diminuisce notevolmente i rimbombi prodotti dal calpestio: è perciò ideale per le ristrutturazioni.

Blanke TRIMAT. Blanke TRIMAT diminuisce notevolmente i rimbombi prodotti dal calpestio: è perciò ideale per le ristrutturazioni. DATI TECNICI Blanke TRIMAT Fonoassorbente e separatore Uso e funzione Blanke TRIMAT, materassino fonoassorbente che neutralizza le tensioni, è usato per la posa di piastrelle, pietra naturale, graniglia

Dettagli

SOMMARIO 1. PARETI... 5 2. COPERTURE... 25 3. SOLAI INTERMEDI... 33 4. DETTAGLI COSTRUTTIVI... 37

SOMMARIO 1. PARETI... 5 2. COPERTURE... 25 3. SOLAI INTERMEDI... 33 4. DETTAGLI COSTRUTTIVI... 37 Rev.7 MAPPA TECNICA SOMMARIO 1. PARETI... 5 1.1 PARETE ESTERNA A TELAIO SENZA VANO TECNICO... 6 1.2 PARETE ESTERNA A TELAIO CON VANO TECNICO... 8 1.3 PARETE ESTERNA A TELAIO REI 60... 10 1.4 PARETE ESTERNA

Dettagli

Soluzioni di parete e di solaio: soluzioni e dettagli per l isolamento ai rumori aerei e al calpestio

Soluzioni di parete e di solaio: soluzioni e dettagli per l isolamento ai rumori aerei e al calpestio Soluzioni di parete e di solaio: soluzioni e dettagli per l isolamento ai rumori aerei e al calpestio Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale Università degli Studi di Brescia Ing. Edoardo Piana

Dettagli

CONTROTERRA PAVIMENTI VERSO L ESTERNO COPERTURE SOLUZIONE IN SACCO CONTRO TERRA RISCALDAMENTO PAVIMENTI CONTRO TERRA SOTTOFONDI U=0,8MALTA

CONTROTERRA PAVIMENTI VERSO L ESTERNO COPERTURE SOLUZIONE IN SACCO CONTRO TERRA RISCALDAMENTO PAVIMENTI CONTRO TERRA SOTTOFONDI U=0,8MALTA TERMICODEMOLIZIONE ISOLA CON Sistemi e soluzioni per l isolamento termico in argilla espansa ai sensi del nuovo Decreto 26 giugno 2015 sull efficienza energetica in edilizia (NZEB - edifici a energia quasi

Dettagli

FERMACELL. L'alta qualità FERMACELL per pareti, soffitti, sottotetti

FERMACELL. L'alta qualità FERMACELL per pareti, soffitti, sottotetti FERMACELL L'alta qualità FERMACELL per pareti, soffitti, sottotetti EDIZIONE 00 0 buone ragioni scegliere l alta qualità FERMACELL! Le lastre in gessofibra FERMACELL hanno le carte in regola per soddisfare

Dettagli

Attacco in fondazione della muratura: soluzioni

Attacco in fondazione della muratura: soluzioni Attacco in fondazione della muratura: soluzioni Roberto Calliari Chi ben comincia è a metà dell opera! Questo detto popolare si può correttamente applicare nella costruzione di un edificio efficiente.

Dettagli

Lasciati avvolgere dal silenzio.

Lasciati avvolgere dal silenzio. Lasciati avvolgere dal silenzio. 1R0ICI0CL% ATO, E, L LABI RICIC GENTE. L AV V O L a Nu ova G a m m a d i P r o d o t t i T X T Listino Prezzi CODICE E DESCRIZIONE PAG. SPESSORE /m 2 ANTICALPESTIO L010112408

Dettagli

Tabella B requisiti acustici passivi degli edifici, dei loro componenti e degli impianti tecnologici

Tabella B requisiti acustici passivi degli edifici, dei loro componenti e degli impianti tecnologici 1. Classificazione degli ambienti e requisiti da rispettare Nel D.P.C.M. 5.12.97 sono indicate, nella tabella A, le classificazioni degli ambienti abitativi e, nella tabella B, i requisiti acustici passivi

Dettagli

L isolamento termico dei sottofondi contro terra e dei divisori orizzontali interpiano.

L isolamento termico dei sottofondi contro terra e dei divisori orizzontali interpiano. Laterlite 38 tecnologia L isolamento termico dei sottofondi contro terra e dei divisori orizzontali interpiano. Soluzioni per vespai isolati contro terra Le novità contenute nel Decreto requisiti minimi

Dettagli

SUPER SABBIA E CEMENTO

SUPER SABBIA E CEMENTO LINEA SUPER SABBIA E CEMENTO novità Da oggi fibrorinforzato FIBRORINFORZATO MASSETTO TRADIZIONALE FIBRORINFORZATO PREDOSATO A MEDIO/RAPIDA ASCIUGATURA PER PAVIMENTO PRODOTTO COMPOSTO DA AGGREGATO SILICEO,

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

[LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI]

[LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI] 2014 PROGETTARE BIOEDILE Giovanni Tona [LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI] Analisi delle cause delle più frequenti lesioni presenti negli edifici con struttura in cemento armato, e metodi di

Dettagli

ESEMPI DI APPLICAZIONI

ESEMPI DI APPLICAZIONI RISCALDAMENTO IN FIBRA DI CARBONIO ESEMPI DI APPLICAZIONI MATERASSINO SOTTO IL MASSETTO E PAVIMENTO L installazione sotto il massetto, grazie all inerzia termica dello stesso, consente di mantenere la

Dettagli

9.4. Applicazione e funzione. Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico

9.4. Applicazione e funzione. Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico Schlüter -BEKOTEC-EN 18 FTS Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico 9.4 Struttura per massetto di basso spessore privo di tensioni, a ridotta deformazione. Particolarmente indicato per

Dettagli

Sistema per pavimenti

Sistema per pavimenti Schlüter -BEKOTEC Sistema per pavimenti 9.1 struttura in basso spessore a ridotta deformazione concava e convessa Scheda tecnica Applicazione e funzione Schlüter -BEKOTEC è un sistema sicuro che permette

Dettagli

sistema DAMPER isolamento acustico

sistema DAMPER isolamento acustico sistema DAMPER isolamento acustico DAMProll 3 Materassino in gomma per isolamento rumori da calpestio SILEREX 5 Premiscelato sfuso in gomma per isolamento vibrazioni, rumori impattivi e da calpestio DAMPstrip

Dettagli

In attesa e nella speranza che il D.P.C.M. 5.12.97 venga rivisitato e aggiornato, dobbiamo riferirci inevitabilmente ai requisiti acustici che il

In attesa e nella speranza che il D.P.C.M. 5.12.97 venga rivisitato e aggiornato, dobbiamo riferirci inevitabilmente ai requisiti acustici che il Progettazione, scelte tecniche e controlli dell isolamento acustico tra unità abitative, corretta posa in opera di solai, tamponamenti e pareti divisorie Ing. Paolo Giacomin Vice Presidente Commissione

Dettagli

SISTEMI COSTRUTTIVI CON ELEMENTI A FORI ORIZZONTALI

SISTEMI COSTRUTTIVI CON ELEMENTI A FORI ORIZZONTALI SISTEMI COSTRUTTIVI CON ELEMENTI A FORI ORIZZONTALI www.latercom.net GAMMA DISPONIBILE Per la loro natura estremamente versatile, gli elementi a fori orizzontali possono essere impiegati per la realizzazione

Dettagli

ACUSTICA EDILIZIA. Obiettivo dell acustica edilizia è la difesa dai rumori sia esterni che interni mediante:

ACUSTICA EDILIZIA. Obiettivo dell acustica edilizia è la difesa dai rumori sia esterni che interni mediante: ACUSTICA EDILIZIA Obiettivo dell acustica edilizia è la difesa dai rumori sia esterni che interni mediante: a) definizione dei limiti di benessere; b) individuazione e caratterizzazione delle fonti di

Dettagli

innovazione Pannelli Accoppiati formazione a regola d arte Pregystyrene - Pregyfoam

innovazione Pannelli Accoppiati formazione a regola d arte Pregystyrene - Pregyfoam innovazione Pannelli Accoppiati formazione a regola d arte Pregystyrene - Pregyfoam Pregyver sistema lastre- Pregyroche PANNELLI ACCOPPIATI I PANNELLI ACCOPPIATI SINIAT I pannelli preaccoppiati Siniat

Dettagli

ITP - INDAGINE TECNICA PREVENTIVA

ITP - INDAGINE TECNICA PREVENTIVA ITP - INDAGINE TECNICA PREVENTIVA Prima della posa in opera è fondamentale l indagine tecnica preventiva per verificare la situazione del cantiere ed effettuare le misurazioni necesarie. Stato del cantiere

Dettagli

Il Progetto unisol CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SOLAIO unisol

Il Progetto unisol CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SOLAIO unisol Il Progetto unisol CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SOLAIO unisol Gianfranco Righetti ASSOUNISOL, VERONA 1 - unisol : caratteristiche e prestazioni 1.1 - Caratteristiche generali Il solaio unisol è formato

Dettagli

Premessa. Valori limite dei parametri Parametri R w (*) D 2m,nT,w L n,w L ASmax L Aeq

Premessa. Valori limite dei parametri Parametri R w (*) D 2m,nT,w L n,w L ASmax L Aeq Premessa Scopo della presente relazione, redatta ai sensi della Legge 26 ottobre 1995, n. 447 Legge quadro sull'inquinamento acustico e del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre

Dettagli

FONOISOLAMENTO. SpA. Bonifica acustica_modulo j8

FONOISOLAMENTO. SpA. Bonifica acustica_modulo j8 Coefficiente τ di trasmissione del rumore di una parete τ = W W t = Potere fonoisolante R di una parete i potenza sonora trasmessa al di là della parete potenza sonora incidente sulla parete R = livello

Dettagli

Appendice 4 Tecnologie di coibentazione

Appendice 4 Tecnologie di coibentazione AUDIT ENERGETICI DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI TRECATE Appendice 4 Appendice 4 Tecnologie di coibentazione SOMMARIO A. COIBENTAZIONE PARETI...3 B. COIBENTAZIONE COPERTURE...7 C. COIBENTAZIONE

Dettagli

PARTIZIONI VERTICALI

PARTIZIONI VERTICALI 1 PARTIZIONI VERTICALI DIVISORI IN CARTONGESSO MG1.1 Parete interna in cartongesso - Spessore totale 15 cm 2 - Struttura costituita da : V/S 3.2.1 montanti in profilati a C in acciaio zincato, 100 x 50

Dettagli

LINEA ISOLGYPSUM RISANAMENTO TERMICO E ACUSTICO A BASSO SPESSORE DELLE PARETI

LINEA ISOLGYPSUM RISANAMENTO TERMICO E ACUSTICO A BASSO SPESSORE DELLE PARETI LINEA ISOLGYPSUM RISANAMENTO TERMICO E ACUSTICO A BASSO SPESSORE DELLE PARETI Stop a rumore e muffe Via al risparmio LINEA RISANAMENTO RISANAMENTO > APPLICAZIONI A PARETE >LINEA CARTONGESSO RISANAMENTO

Dettagli

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente documento, ivi inclusa la

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente documento, ivi inclusa la Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente documento, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione

Dettagli

Applicazioni degli isolanti di origine vegetale in pannelli su chiusure verticali: alcuni esempi

Applicazioni degli isolanti di origine vegetale in pannelli su chiusure verticali: alcuni esempi Applicazioni degli isolanti origine vegetale in pannelli su chiusure verticali: alcuni esempi Soluzione tecnica Prodotto Altre applicazioni del prodotto Isolamento in intercapene Struttura in legno rivestimento

Dettagli

Polistirene espanso macinato a granulometria variabile. Polistirene espanso macinato a granulometria variabile,

Polistirene espanso macinato a granulometria variabile. Polistirene espanso macinato a granulometria variabile, Massetti leggeri Perliking : Polistirene macinato e perla vergine per massetti in CLS leggero Tipo PKM Polistirene espanso macinato a granulometria variabile PKM/ADD Polistirene espanso macinato a granulometria

Dettagli

INTERVENTI PER RISANARE GLI EDIFICI ESISTENTI PER RAGGIUNGERE CLASSI ACUSTICHE E TERMICHE PIU ELEVATE. CRITICITÀ E OPPORTUNITÀ

INTERVENTI PER RISANARE GLI EDIFICI ESISTENTI PER RAGGIUNGERE CLASSI ACUSTICHE E TERMICHE PIU ELEVATE. CRITICITÀ E OPPORTUNITÀ 2 Convention Nazionale del Gruppo di Acustica Edilizia L evoluzione e l armonizzazione delle norme italiane ed europee sulla protezione acustica degli edifici Firenze 13 dicembre 2010 INTERVENTI PER RISANARE

Dettagli

PARETI IN LECABLOCCO PER IL COMFORT ACUSTICO SOLUZIONI PER LA NORMA UNI 11367

PARETI IN LECABLOCCO PER IL COMFORT ACUSTICO SOLUZIONI PER LA NORMA UNI 11367 PARETI IN LECABLOCCO PER IL COMFORT ACUSTICO SOLUZIONI PER LA NORMA UNI 67 LA NUOVA NORMA UNI 67 Classificazione acustica delle Unità Immobiliari. Norma UNI 67. Nel luglio 00 è stata pubblicata la norma

Dettagli

Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL

Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL Schede tecniche FERMACELL Impermeabilizzare nelle costruzioni a secco FERMACELL Sollecitazione dell umidità Campi di utilizzo Secondo la sollecitazione di umidità cui è sottoposto un elemento costruttivo,

Dettagli

SOLUZIONI TECNICHE D INTERVENTO NEI FABBRICATI NUOVI PARETE ESTERNA

SOLUZIONI TECNICHE D INTERVENTO NEI FABBRICATI NUOVI PARETE ESTERNA ISOLAMENTO ACUSTICO DEI RUMORI AEREI DELLE PARETI Isolamento acustico di pareti esterne realizzato mediante doppia parete intercalata da un intercapedine riempita da un pannello fonoisolante rivestito

Dettagli

EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO. Capitolato delle opere

EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO. Capitolato delle opere EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO Capitolato delle opere Premessa Il complesso e costituito da tre edifici a destinazione residenziale, di 2 piani fuori terra e da un piano interrato adibito

Dettagli

Sistema di consolidamento di solai in legno, acciaio e calcestruzzo. Il nuovo indirizzo della ristrutturazione.

Sistema di consolidamento di solai in legno, acciaio e calcestruzzo. Il nuovo indirizzo della ristrutturazione. Sistema di consolidamento di solai in legno, acciaio e calcestruzzo. Il nuovo indirizzo della ristrutturazione. Nuovo sistema di interconnessione più calcestruzzi strutturali Leca. L unione fa il rinforzo.

Dettagli

CARNIVAL. Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti. konstruktive leidenschaft

CARNIVAL. Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti. konstruktive leidenschaft Massetto cementizio autolivellante con ottime proprietà fonoassorbenti konstruktive leidenschaft 01.2016 Vimark 2 5 DESCRIZIONE COMPOSIZIONE MISCELAZIONE E POSA IN OPERA CARNIVAL è un massetto minerale

Dettagli

SISTEMA PER L ISOLAMENTO ACUSTICO CONTRO IL RUMORE DA CALPESTIO

SISTEMA PER L ISOLAMENTO ACUSTICO CONTRO IL RUMORE DA CALPESTIO SISTEMA PER L ISOLAMENTO ACUSTICO CONTRO IL RUMORE DA CALPESTIO Indice Comfort abitativo................. 3 Comfort termico.................. 4 Il rumore: che fastidio.............. 5 Sistema di isolamento

Dettagli

RELAZIONE ACUSTICA. Legge 447 del 26 ottobre 1995. D.P.C.M. 05 dicembre 1997

RELAZIONE ACUSTICA. Legge 447 del 26 ottobre 1995. D.P.C.M. 05 dicembre 1997 RELAZIONE ACUSTICA Legge 447 del 26 ottobre 1995 D.P.C.M. 05 dicembre 1997 COMMITTENTE: Mario Bianchi EDIFICIO: Palazzina 4 unità Residenziali INDIRIZZO Via Verdi 12, Milano INTERVENTO: Valutazione del

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI CALCOLO PREVISIONALE DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI

RELAZIONE TECNICA DI CALCOLO PREVISIONALE DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI Comune di Montaione Provincia di Firenze Nuova costruzione di un edificio residenziale avente struttura in legno, costituito da n. 10 alloggi, da destinare alla locazione a canoni agevolati, posto nell

Dettagli

LECABLOCCO TRAMEZZA LECALITE. Un prodotto, quattro sistemi applicativi!

LECABLOCCO TRAMEZZA LECALITE. Un prodotto, quattro sistemi applicativi! LECABLOCCO TRAMEZZA LECALITE. Un prodotto, quattro sistemi applicativi! LECABLOCCO TRAMEZZA LECALITE La gamma Lecablocco Tramezza Lecalite Pieni. T8x28x55 pieno T10x28x55 pieno La gamma Lecablocco Tramezza

Dettagli

Gli specialisti dell isolamento termico a basso spessore. Vers. 1.0 Anno 2012 VOCI DI CAPITOLATO ISOLAMENTO IN AEROGEL

Gli specialisti dell isolamento termico a basso spessore. Vers. 1.0 Anno 2012 VOCI DI CAPITOLATO ISOLAMENTO IN AEROGEL Gli specialisti dell isolamento termico a basso spessore Vers. 1.0 Anno 2012 VOCI DI CAPITOLATO ISOLAMENTO IN AEROGEL Gli specialisti dell isolamento termico a basso spessore VOCI DI CAPITOLATO ISOLAMENTO

Dettagli

DESCRIZIONI DI CAPITOLATO PER L ISOLAMENTO TERMOACUSTICO NELL EDILIZIA CIVILE ED INDUSTRIALE

DESCRIZIONI DI CAPITOLATO PER L ISOLAMENTO TERMOACUSTICO NELL EDILIZIA CIVILE ED INDUSTRIALE DESCRIZIONI DI CAPITOLATO PER L ISOLAMENTO TERMOACUSTICO NELL EDILIZIA CIVILE ED INDUSTRIALE Claudioforesi S.r.l. via Fosso, 2/4 60027 S. Biagio Osimo (AN) Tel. 071 7202204 071 7109309 Fax. 071 7108180

Dettagli

Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici

Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici L isolamento acustico: Come rispettare i parametri previsti dalle normative vigenti Possibili soluzioni e modalità per una corretta posa in opera Ing. S. Mammi Presidente ANIT 1 IL DPCM 5-12-1997 Determinazione

Dettagli

Non fanno una piega. Sottofondi a Secco Brio

Non fanno una piega. Sottofondi a Secco Brio Non fanno una piega Sottofondi a Secco Brio Sistema Costruttivo a Secco 10/2006 Sottofondi a Secco Brio Leggeri, resistenti e semplici da posare Un passo avanti nella tecnologia delle lastre per sottofondi

Dettagli

ISOLAMENTO ACUSTICO DAI RUMORI DI CALPESTIO DEI PAVIMENTI ED ISOLAMENTO TERMICO DEI SOLAI

ISOLAMENTO ACUSTICO DAI RUMORI DI CALPESTIO DEI PAVIMENTI ED ISOLAMENTO TERMICO DEI SOLAI ISOLAMENTO ACUSTICO DAI RUMORI DI CALPESTIO DEI PAVIMENTI ED ISOLAMENTO TERMICO DEI SOLAI Isolamento acustico dai rumori di calpestio dei pavimenti ed isolamento termico dei solai Isolamento acustico dai

Dettagli

Leganti - malte pronte - colle - sabbie CEMENTO DIVERSI FORNITORI

Leganti - malte pronte - colle - sabbie CEMENTO DIVERSI FORNITORI Scheda Prodotto: ST01.000.11.03 Data ultimo agg.: 15 marzo 2005 Leganti - malte pronte - colle - sabbie CEMENTO DIVERSI FORNITORI Classificazione 01 Leganti/malte pronte/colle/sabbie 01.000 Cemento 01.000.11

Dettagli

principalmente la funzione di ripartire gli spazi interni degli edifici

principalmente la funzione di ripartire gli spazi interni degli edifici LE PARETI INTERNE Sono elementi costruttivi che hanno principalmente la funzione di ripartire gli spazi interni degli edifici secondo dimensioni adatte alla destinazioni funzionali che devono essere realizzate

Dettagli

+ Qualità + Risparmio + Risultati + Ecologia

+ Qualità + Risparmio + Risultati + Ecologia + Qualità + Risparmio + Risultati + Ecologia L isolamento acustico per l edilizia. + Qualità Tecnologie avanzate hanno permesso la realizzazione di una linea unica ed efficace tramite lo studio dei materiali

Dettagli

DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE

DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE Costruzioni s.r.l. Via Boccaccio n 29 20123 MILANO P.IVA 06454770964 Oggetto: REALIZZAZIONE NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI IN COMUNE DI LENNO (CO) VIALE LIBRONICO DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE CAPITOLATO

Dettagli

INTERVENTI DI RIPRISTINO NEL CASO DI DIFETTI DI POSA IN OPERA

INTERVENTI DI RIPRISTINO NEL CASO DI DIFETTI DI POSA IN OPERA INTERVENTI DI RIPRISTINO NEL CASO DI DIFETTI DI POSA IN OPERA Pelucchi Francesco Antonio (1) 1) Studio Pelucchi, Perugia 1. Introduzione In questo lavoro si riportano i risultati di 3 indagini sperimentali

Dettagli

Wallgran. Pannelli in gomma per insonorizzazione di pareti. Gruppo

Wallgran. Pannelli in gomma per insonorizzazione di pareti. Gruppo Wallgran Pannelli in gomma per insonorizzazione di pareti Gruppo Wallgran Pannelli in gomma per l insonorizzazione di pareti Maxitalia ha studiato a fondo le problematiche dell isolamento acustico delle

Dettagli

IL SILENZIO È. SONIC PANEL e SONIC ROLL. sistema fonoisolante e impermeabilizzante a solaio

IL SILENZIO È. SONIC PANEL e SONIC ROLL. sistema fonoisolante e impermeabilizzante a solaio IL SILENZIO È SONIC PANEL e SONIC ROLL sistema fonoisolante e impermeabilizzante a solaio IN OSSERVANZA DEL DECRETO D.P.C.M. 5-12-1997 RELATIVO AI REQUISITI ACUSTICI E DEL DECRETO LEGISLATIVO DEL 29-12-2006

Dettagli

SOLUZIONI TECNICHE D INTERVENTO NEI FABBRICATI ESISTENTI PARETE ESTERNA

SOLUZIONI TECNICHE D INTERVENTO NEI FABBRICATI ESISTENTI PARETE ESTERNA ISOLAMENTO ACUSTICO DEI RUMORI AEREI DELLE PARETI 1 2 Isolamento acustico realizzato mediante una parete in cartongesso montata su telaio metallico autoportante SOLUZIONI TECNICHE D INTERVENTO NEI FABBRICATI

Dettagli

VALUTAZIONE TEORICA E SPERIMENTALE DELLE PROPRIETA DI ISOLAMENTO ACUSTICO DI PANNELLI IN SUGHERO

VALUTAZIONE TEORICA E SPERIMENTALE DELLE PROPRIETA DI ISOLAMENTO ACUSTICO DI PANNELLI IN SUGHERO Associazione Italiana di Acustica 36 Convegno Nazionale Torino, 10-12 giugno 2009 VALUTAZIONE TEORICA E SPERIMENTALE DELLE PROPRIETA DI ISOLAMENTO ACUSTICO DI PANNELLI IN SUGHERO Cinzia Buratti, Elisa

Dettagli

REALIZZAZIONE DEL SOTTOFONDO

REALIZZAZIONE DEL SOTTOFONDO MODALITA DI POSA REALIZZAZIONE DEL SOTTOFONDO Posa di FONOSTRIP. Il solaio che costituisce l elemento portante in genere è costituito da latero-cemento. Su di esso verranno predisposte le strisce isolanti

Dettagli

Unità 4. I materiali edili. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena B1 CHIAVI. In questa unità imparerai:

Unità 4. I materiali edili. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena B1 CHIAVI. In questa unità imparerai: Unità 4 I materiali edili CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere un testo che descrive alcuni materiali usati in edilizia. a comprendere una scheda tecnica. a comprendere un testo che dà istruzioni

Dettagli

APPLICAZIONE DI CARTONGESSI

APPLICAZIONE DI CARTONGESSI APPLICAZIONE DI CARTONGESSI Il cartongesso è uno dei materiali da costruzione più usati nell'edilizia leggera, in particolar modo per le partizioni verticali interne, data la sua velocità di applicazione

Dettagli

experience and passion

experience and passion experience and passion Isolanti in polietilene espanso reticolato Finalmente la nuova gamma di isolanti termoacustici Monferlene messa a punto dalla Ebrille nella sua divisione espansi. Monferlene ricorda

Dettagli

La previsione della protezione acustica degli edifici con metodi semplificati

La previsione della protezione acustica degli edifici con metodi semplificati La previsione della protezione acustica degli edifici con metodi semplificati EDILTIRRENO EXPO Carrara, 16 Maggio 2008 Simone Secchi Dipartimento di Tecnologie dell Architettura e Design _ Università di

Dettagli

ALLEGATO A Calcoli di progetto PREMESSA Scopo della presente relazione, redatta ai sensi della Legge 26 ottobre 1995, n. 447 Legge quadro sull'inquinamento acustico e del Decreto del Presidente del Consiglio

Dettagli

SISTEMA BIOCLIMA SISMICO CON MURATURA ARMATA

SISTEMA BIOCLIMA SISMICO CON MURATURA ARMATA SISTEMA BIOCLIMA SISMICO CON MURATURA ARMATA Essenzialmente, l armatura offre un incremento di resistenza a trazione e a taglio nonchè, ovviamente, a flessione mentre i blocchi e la malta assorbono prevalentemente

Dettagli

Strumenti e regole fondamentali per un'attenta progettazione ed esecuzione delle opere

Strumenti e regole fondamentali per un'attenta progettazione ed esecuzione delle opere Strumenti e regole fondamentali per un'attenta progettazione ed esecuzione delle opere Roberto Filippetto - responsabile Ufficio Tecnico 339/8935863 - areatecnica@isolmec.com 1 ISOLMEC nasce nel 1986 occupandosi

Dettagli

LECABLOCCO TRAMEZZA. semplice, sicuro e vantaggioso

LECABLOCCO TRAMEZZA. semplice, sicuro e vantaggioso LECABLOCCO TRAMEZZA semplice, sicuro e vantaggioso Il Lecablocco Tramezza è un manufatto in calcestruzzo alleggerito con argilla espansa Leca studiato dall ANPEL con sistema di collegamento ad incastri

Dettagli

SISTEMA CUCITURE ATTIVE C.A.M.

SISTEMA CUCITURE ATTIVE C.A.M. SISTEMA CUCITURE ATTIVE C.A.M. Il patrimonio storico in Italia è largamente costituito da fabbricati e monumenti in muratura. Le tipologie costruttive e i materiali utilizzati sono i più vari (pietrame

Dettagli

1. S T R U T T U R A PREMESSA

1. S T R U T T U R A PREMESSA PREMESSA I fabbricati in oggetto saranno realizzati con caratteristiche costruttive edili e impiantistiche finalizzate all ottenimento della classificazione energetica in Classe B, ai sensi della vigente

Dettagli