PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA MARTEDI 15 GENNAIO 2008

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA MARTEDI 15 GENNAIO 2008"

Transcript

1 PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA di MARTEDI 15 GENNAIO 2008

2 N Titolo Testata-Edizione Data 1 Oggi a San Giusto i funerali di Fausta Zumin Il Piccolo Gorizia Savogna contro Gorizia: no all'inceneritore Il Piccolo Gorizia Sondaggio: promosso a pieni voti l'ascensore Messaggero Veneto Gorizia Domani all'enoteca Messaggero Veneto Gorizia Mostra per i 50 anni di autonomia comunale Messaggero Veneto Gorizia Pro loco, premio dedicato ad Anglisani Messaggero Veneto Gorizia Nasce il Confidi piu' grande del Fvg Messaggero Veneto Nazionale

3 15 GEN 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 19 Apprezzato medico ha fondato il Caravan club Oggi a San Giusto i funerali di Fausta Zumin, pioniera del campeggismo goriziano Fausta Zumin Verranno celebrati oggi, alle 10, nella chiesa di San Giusto, i funerali di Fausta Zumin. Era nata a Gorizia il 3 aprile 1922 da antica famiglia gradiscana; ha compiuto tutti i suoi studi a Gorizia conseguendo la maturità classica: trasferitasi a Padova ha conseguito la laurea in medicina, con specializzazione in microbiologia ed igiene ambientale. Aveva sposato nel 1945 Antonio Galliani, da poco mancato, dal quale ha avuto il figlio Claudio, presidente del Caravan club, da lei fondato nel Rientrata a Gorizia nel 1948 ha iniziato a prestare la sua opera professionale quale medico ginecologo all ospedale civile. Negli anni 50 ha vinto il concorso ed è entrata a far parte dello staff medico dell allora laboratorio medico-micrografico gestito dalla Provincia di Gorizia (attualmente biotossicologico) del quale è divenuta dirigente negli anni 60 succedendo a Renato Principe ed entrando in quiescenza per raggiunti limitì d età nell anno La sua gestione della struttura sanitaria portò al raggiungimento di livelli qualitativi di assoluta rilevanza in campo nazionale. Amante dei viaggi e della vita all aria aperta sin da ragazza, è stata tra i pionieri del campeggismo goriziano e molto attiva nei soccorsi prestati ai terremotati del Friuli. Ora, in questo giorni così triste, dal figlio Claudio arriva uno struggente saluto: «Buona strada Fausta...». Taglio medio

4 15 GEN 2008 Il Piccolo Gorizia Isontino pagina 22 Savogna è pronta alla mobilitazione contro l inceneritore SAVOGNA «Al sindaco di Gorizia Romoli non venga in mente di rimettere in funzione l inceneritore ai confini con Savogna d Isonzo. Altrimenti, scoppia la rivolta popolare». Lo scandisce a chiare lettere Julijan Caudek, presidente del Comitato contro l inceneritore. Gli è bastato leggere alcune dichiarazioni del primo cittadino goriziano («Ritengo poi che sia utile rimettere in funzione il nostro inceneritore chiuso dal 2003, adeguandolo alle normative vigenti», le parole di Romoli) per far scattare l allarme. A pagina 22

5 15 GEN 2008 Il Piccolo Gorizia Isontino pagina 22 Le recenti dichiarazioni del sindaco Romoli non sono piaciute al gruppo di cittadini che si oppone alla riaccensione dell impianto Savogna contro Gorizia: no all inceneritore Caudek (Comitato): «Romoli non si sogni di riattivare l impianto. Scoppierebbe la rivolta» di Francesco Fain SAVOGNA «Al sindaco di Gorizia Romoli non venga in mente di rimettere in funzione l inceneritore ai confini con Savogna d Isonzo. Altrimenti, scoppia la rivolta popolare». Lo scandisce a chiare lettere Julijan Caudek, presidente del Comitato contro l inceneritore. Gli è bastato leggere (nella pagina regionale del nostro giornale) alcune dichiarazioni del primo cittadino («Ritengo poi che sia utile rimettere in funzione il nostro inceneritore chiuso dal 2003, adeguandolo alle normative vigenti», le parole di Romoli) per far scattare immediatamente l allarme rosso. «A settembre dello scorso anno scrissi una lettera al sindaco di Gorizia in cui, come Comitato contro l inceneritore, gli chiesi quale sarebbero stati i suoi intendimenti relativamente all inceneritore, oggi dismesso, che si trova ai confini con Savogna d Isonzo. La sua risposta? Disse che l amministrazione da lui guidata non aveva alcun interesse a rimettere in funzione tale impianto. Leggendo i giornali, oggi mi vengono dei seri dubbi su ciò che Romoli scrisse in quella lettera». Caudek non nasconde che le affermazioni del primo cittadino hanno creato apprensione (se non addirittura allarme) fra gli abitanti di Savogna d Isonzo che si erano battuti con forza contro quell impianto, poi spento a furor di popolo. «Non «Sono sorpreso: pareva che la giunta del capoluogo avesse un altra idea» capisco cos è cambiato da settembre. Evidentemente, Romoli deve avere trovato qualche sponda se oggi candidamente afferma Importanti anche alcuni passaggi del bilancio di previsione della Provincia in cui si ricorda che sarebbe utile rimettere in funzione il nostro inceneritore chiuso dal 2003, adeguandolo alle normative vigenti. Questo discorso non vogliamo nemmeno prenderlo in considerazione. E, anzi, puntualizziamo: se il Comune di Gorizia dovesse decidere di riaprire il forno inceneritore lo farà contro la nostra volontà: posso preannunciargli che scoppierà la rivolta popolare». Le intenzioni di Romoli cocciano contro - poi - gli intendimenti della giunta provinciale e del presidente Enrico Gherghetta. Si legge nella relazione al bilancio previsionale che: «in tale contesto (quello della raccolta dei rifiuti, ndr), e in attuazione del decreto legislativo 152 del 2006, si darà vita all Autorità d ambito sui rifiuti. Il passaggio a tariffe differenziate e personalizzate, la riduzione delle immondizie alla fonte, la verifica impiantistica e la verifica del Piano regionale dei rifiuti sembrano, del resto, essere scelte ineludibili. La Provincia sarà chiamata a modificare il piano attuativo provinciale sui rifiuti per non prevedere più discariche, nè inceneritori nè fantasiose combustioni di rifiuti solidi urbani nella centrale termoelettrica Endesa». Julijan Caudek Ettore Romoli L inceneritore che confina con Savogna è dismesso ormai da diverso tempo

6 15 GEN 2008 Messaggero Veneto Gorizia Citta' pagina 3 Quasi un plebiscito per l ascensore Nel nostro sondaggio i sì all impianto per il castello sono stati pari al 71% Soddisfatto Romoli, ma gli oppositori non demordono: chiarezza sui costi GORIZIA. I goriziani hanno promosso a pieni voti l ascensore per il castello, opera compresanell ambitodelpianodiriqualificazione di piazza Vittoria. L esito del sondaggio promosso dal Messaggero Veneto, che ha suscitato anche un vivace dibattito a livello politico, non lascia adito a dubbi. I sì sono stati pari al 71%, i pareri sfavorevoli al 29. Il sindaco Ettore Romoli ha espresso la sua soddisfazione per il consenso manifestato dai gorizianinei riguardi della scelta operata dall amministrazione comunale, nella convinzione cheserviràad attrarre turistiea rivitalizzarela città. Sullastessa lunghezza d onda l assessore alla Cultura Antonio Devetag: «Unavoltatantoèstatacancellata l abitudine al nose pol». Gli oppositori,dallagironcoliamosetti e Marincic, non demordono e chiedono chiarezza sui costi di gestione. I SERVIZI IN CRONACA

7 15 GEN 2008 Messaggero Veneto Gorizia Citta' pagina 3 Il 71% dei lettori ha espresso parere favorevole. La soddisfazione di Romoli Sondaggio: promosso a pieni voti l ascensore per il castello di VINCENZO COMPAGNONE I goriziani hanno promosso a pieni voti l ascensore per il Castello, opera compresa nell ambito del piano di riqualificazione di piazza Vittoria. L esito del sondaggio promosso dal Messaggero Veneto fra i suoi lettori, che ha suscitatoancheunvivace dibattito a livello politico, non ammette discussioni. I sì, espressi semplicemente in questo modoma,perlopiù,conunamotivazione, sono stati 89, pari al 71 per cento. I pareri sfavorevoli si sono fermati invece a 36, che corrispondono al 29 per cento. 150 gli sms giunti in redazione: abbiamodovutotoglieredalcomputo i doppioni e, ovviamente, quelli senza testo. Ci scusiamo con i lettori chehanno incontrato delle difficoltà tecniche (il primo giorno è stato impossibile inviare sms per un disguido)nellospedireimessaggi. Il risultato del mini-referendum è, peraltro,eloquenteeavrebbepotutosubìre soltanto leggere variazioni. Il sindaco, Ettore Romoli, ha espresso la sua soddisfazione per il consenso manifestato dai goriziani nei riguardi della sceltaoperatadall amministrazionecomunale, «una scelta peraltro obbligata - harimarcato - dalmomento cheilavori già appaltati dalla giunta Brancati comprendono la realizzazione delle opere murarie di supporto alla cabinovia.esarebbeimpensabileinterrompereunappaltogiàaffidato,cosìcometrovo assurdo creare le strutture murarie senza riempirle con l impianto di risalita». Secondo il primo cittadino, i cittadini «hanno ragionato meglio di coloro che si oppongono all ascensore, adducendo delle tesi improponibili». Come abbiamo già avuto modo di osservare, SMS PERVENUTI 150 VOTI VALIDI SÌ NO 125 I risultati 36 (29%) 89 (71%) chi contesta l opera ha appuntato le suecritiche soprattutto suuna (presunta) elevata consistenza dei costi di gestione. In effetti domenica scorsa, nell ultimo giorno utile per l invio di sms, dopo che il consigliere del Forum MarkoMarincicavevaevidenziatoilpesante deficit fatto registrare dalla funicolare di Lubiana, molto simile per caratteristiche all impianto goriziano (quasi300milaeurodiperditanel2007) per la prima volta i sì e i no si sono equivalsi.inprecedenza,lasuperiorità dei pareri favorevoli era stata schiacciante. Ma a proposito dei costi di gestione, di cui la parte più rilevante è costituita dalle spese per il personale, Romoli ha ancorauna volta tagliatocorto:«i tecnici mi hanno ribadito che non saranno superioria80milaeuroall anno.ritengochel impiegodi 2personesaràsufficiente e, ripeto, sono convinto che l ascensore servirà ad attrarre turisti a Gorizia e a rivitalizzare la città». Il fronte del no, attorno al quale si presumeva potessero coagularsi (e mobilitarsi nel sondaggio) i partiti dell opposizione, è parso,unavoltadipiù,pococoeso.magiuliomosetti,consigliere del Partito democratico, non demorde e annuncia che continuerà la sua battaglia contro l impianto. «Ritaglierò e conserverò questa pagina del Messaggero Veneto - afferma - e invito i goriziani a fare altrettanto. La tirerò fuori quando si capirà che non avremo i soldi per gestire l ascensore e anche gli esponenti del centro-destra che oggi si allineano pedissequamente alla direttive del capo si renderanno conto del danno fatto alla città con questa scelta. Ovviamente,allora,Romoliscaricheràtuttelecolpe su chi lo ha preceduto».

8 15 GEN 2008 Messaggero Veneto Gorizia Citta' pagina 3

9 15 GEN 2008 Messaggero Veneto Gorizia Citta' pagina 3 LA PALADINA DEL NO Gironcoli: ma nessuno dà una risposta al problema dei costi di gestione Donatella Gironcoli Erastata la prima, in consiglio comunale, a sollevare dubbi sulla realizzazionedell ascensore.oradonatella Gironcoli, leader dei Cittadini per Gorizia, prende atto della sconfitta del partito del no nel sondaggio del Messaggero Veneto, ma ribadisce che, in ogni caso, anche dal dibattito sviluppatosi sul nostro giornaleè emerso che «non sipuò governare senza progetti». Tiene a precisare, la Gironcoli, che l ascensore le piace «per motivi storico-artistici (come omaggio all idea di Max Fabiani) e per ragioni estetiche (l opportunità di creare un accessodiprestigioallacittàalta,futura acropoli culturale)». «Ma credo anche puntualizza che l amministrazione non possa promuovere progetti di questa portata basandosi su fattori emotivi (è il sogno del sindaco Valenti che si avvera ) o per compiacimento estetico, bensì debba governare con razionalità e buon senso. Purtroppo la verità continua è che né i sindaci Romoli e Valenti, né l assessore Devetag, né gliufficitecnicidispongonodiunvero studio di fattibilità dell ascensore. Lo dimostrail fattochecontinuano a quantificare i costi di gestione in 80 mila euro l anno, cifra che può coprire solamente la manutenzione dell impianto.eilpersonale?èquesta la domanda cruciale a cui nessuno sa dare una risposta». Laconsigliera ricordacomela funicolare di Lubiana, più volte citata come modello, schieri per ogni turno cinque addetti e sia aperta ogni giorno con orario continuato sino alle 21. Nonostante i notevoli flussi turisticil impianto registra un passivo di quasi euro l anno. «Non è pensabile rileva la Gironcoli che l ascensore di Gorizia si muova abbandonato a se stesso e che non ci sianessuno nelle stazionidi arrivo e partenza.quindi,ribadendocheicosti annui di esercizio saranno di almeno 240 mila e non 80 mila euro, si pone il problema della sostenibilità edelladiscrezionalitàdelprogetto». La proposta dell esponente dei Cittadini è allora quella di «investire i milioni di euro dell impianto in unariqualificazioneseriadelcastello». «Non una semplice tinteggiatura delle pareti con piano bar e buffet tipico spiega, ma un ripensamentoradicaledeglispaziedellestrutture che ne permettano l utilizzo per grandi eventi che attirino grandi flussi turistici (non i 36 mila visitatori l anno di oggi)». «Un piano articolato e innovativo di rilancio turistico è la conclusione dicui l ascensorepotràcostituire un tassello, non certo l idea portante».

10 15 GEN 2008 Messaggero Veneto Gorizia Citta' pagina 3 MARINCIC (FORUM) «Castelbrando? È privato» L impianto fa parte di un megacomplesso turistico-congressuale Improponibile per Marincic il paragone con l ascensore di Castelbrando (nella foto), che non impiega personale Traipiùpugnacioppositoriall ascensore per il castello si è rivelato il consigliere comunale del Forum Marko Marincic, il primo a rendere pubblici i dati relativi alleconsistentiperdite fatte registraredalla funicolaredilubiananel2007.emarincic ieri ha voluto rispondere a un sms che lo invitava a informarsi sull impianto di Castelbrando (Treviso) che, a differenza di quellodilubiana, per il cuifunzionamento sono impegnate 5 persone, non impiega alcun addetto. Si tratta - lo si evince da internet - di un ascensore la cui cabina è manovrata dagli stessi utenti. In caso di guasti si suona un pulsante e interviene il personale della strutturaalberghiera,alcuiservizioopera l ascensore. Non si tratta infatti di un impianto pubblico, ma di un mezzo di accesso a un megacomplesso turistico-congressuale,l hotela4stellecastellobrandolini, contornato da 50 ettari di parco e foreste. «Gli utenti esterni precisa Marincic pagano 1 euro la corsa con l ascensore, il cui utilizzo è invece gratuito per gli ospiti. La cabina ha una portata di 25 persone. In pratica il numero di utenti è minore, salvo in occasione di eventi molto affollati. L ascensoreeffettua8-10milacorsemensili. Stimando una media di 5 persone trasportate, ne ricaviamo oltre mezzo milionedi utentil anno. Adettadei responsabili aggiunge Marincic, i costi di gestione sonoingenti:continuemanutenzionimensili, con la necessità di sostituire con una certa frequenza componenti anche molto costose. Costicheperaltro uncentrocome CastelloBrandolinièingradodisopportare». Marincic ha analizzato insomma l improponibilitàdiunparagoneconl impiantogoriziano,«sperandochealtrettantofacciaanche il Comune, prima di buttaredalla finestra (o dall ascensore) i soldi dei cittadini».

11 15 GEN 2008 Messaggero Veneto Gorizia Citta' pagina 3 «Segno di fiducia nella giunta» Devetag: cancellata stavolta l abitudine al no se pol «Gorizia ha detto sì all ascensore, cancellando una volta tanto quell'abitudine al "no se pol" che sembrava ormai una connotazione genetica». Palesemente entusiasta l assessore alla cultura Antonio Devetag, convinto assertore della bontà del progetto. «E' una svolta? Noi crediamo di si - aggiunge -, ed è anche un segno di fiducia verso questanuova amministrazione,che nondovrà essere disatteso. Gorizia ha detto sì a una struttura, la salita meccanica al castello, che una volta realizzata sarà comunque solo uno dei tanti tasselli suiqualirifondarelavocazioneturisticadellacittà, oggi pressochè ridotta a zero. Il nostro primo obiettivoèquellodiconsolidarelesinergiepositiveche sisono appalesateinquesti mesi.comune, Provincia,Cameradicommercio,FondazioneCarigo, con le associazioni di categoria dovranno elaborareprogettidisviluppocomune.conlaregione dovranno trovare le risorse per lo sviluppo turisticodellacittà, legatoaunnuovorapporto di Goriziaconilsuoterritorio,conCormònseGradisca ma anche con tutti i comuni della fascia collinare. Gorizia - ha osservato ancora Devetag - non deve cessare di esistere al di là dell'isonzo e dialogare soltantocon Nova Gorica, fino a perdere il ruolodicapoluogo provinciale,come vorrebbe una certa sinistra. Per quanto riguarda il problema specifico,iparagoni di Marincic lascianoiltempo che trovano. Lubiana è una capitale, e il suo impianto di risalita è ben più imponente del nostro. Alla spesa di 290 mila euro cui si riferisce Marincic bisogna sottrarre le spese di ammortamento per arrivare quindi a poco più di 100mila euro. Ilcaso più simile a quello di Gorizia, per struttura, lunghezza e dislivello è la cabinovia di Todi, la cui gestionenonhamai datoproblemifinanziari. Torneremo su questo argomento ma segnaliamo con dispiacere l'atteggiamento di Marincic, esponente dispicco dellaminoranza slovenadi sinistra, che non abbiamo mai sentito protestare quando segnalammo il "buco" del 2007 nel bilancio del teatro Verdi (circa 180mila euro: la giunta Valenti aveva lasciato a Brancati il denaro per fare ben due stagioni). Ma che dire del resto a una sinistra che non ne ha azzeccato una negli ultimi 60 anni, a cominciare dal no alla Scuola della Finanza, per finire con il tentatoabbandono del nostro "logo" turistico, ovvero il castello e il suo borgo cui si è preferito il petardo e il vin brulè, naturalmente "transfrontalieri"?».

12 15 GEN 2008 Messaggero Veneto Gorizia Isontino pagina 9 CORMÒNS Domani all enoteca presentazione di prodotti tipici transfrontalieri CORMÒNS. I prodotti tipici dell area transfrontalierasarannoprotagonistidella presentazione che si terrà domani all enoteca a Cormòns. L incontro, che avrà inizio alle 18, consentirà di presentare il progetto Valo-Pt (valorizzazione prodotti tipici transfrontalieri),realizzato nell ambitodelprogetto Interreg III A Italia-Slovenia. Il progetto Valo-Pt è stato sviluppato a partire dalla necessità di sostenere l attività delle aziende agricole e incentivare la competitivitàdell agricoltura nelleprovince di Gorizia e Trieste, in Italia, e nelle regionistatistiche Carso-Litoranea egoriziana, in Slovenia, sulla base di uno sviluppo sostenibile ed eco-compatibile in linea con la salvaguardia dell ambiente. Ne è nata unapubblicazionedaltitolo Edamus,bibamus, gaudeamus. Il progetto è stato gestito dalla Camera per l agricoltura e le foreste della Slovenia - Istituto per l agricoltura e le foreste Nuova Gorizia, mentre su quello italiano dalla Provincia di Gorizia. Il territorio, così vario dal punto di vista geografico, si contraddistingue anche per le sue peculiarità geografiche e sociali, in quanto punto di convergenza tra l Oriente slavoel Occidente latino.questaposizione ha di fatto compreso la trasmissione, l intreccioel adattamentotradiversiinflussie condizioni culturali, tra le quali anche l aspettoenogastronomico.illibrosipropone di illustrare al consumatore, in modo semplice e accattivante, i prodotti agricoli di otto filiere di produzione (vitivinicoltura, orticoltura, frutticoltura, olivicoltura, apicoltura, erboristeria, zootecnia e casearia)eipiattitipicidiquestezonediconfine. Questo percorso sui prodotti tipici non poteva che aprirsi parlando del vino, con la descrizione delle aree viticole e dei vini. Si prosegue poi con la frutta (in particolare ciliegie, pesche, susine, cachi, fichi, pere). L orto e i suoi prodotti vengono descritti nel terzo capitolo. Poi si passa al latte (formaggi di latte vaccino, di latte caprino, ovino,mistoelericotte).seguepoiladescrizione delle tipologie di carne presenti in zona e dei salumi che ne derivano. L argomento successivo è l olio d oliva, per poi passare al pregiato miele prodotto in queste terre. Ilcapitoloottodescriveleerbearomatiche, le bacche e i funghi che si possono trovare. La pubblicazione si conclude con un capitolo sui piatti della tradizione: dalle pietanze tipiche dell arco alpino alla cucina traporezenelojavornik,dalcollioall Isonzo, la Goriska Brda, la cucina nelle valli, il Carso-Kras, da Trieste a Grado, l Istria slovena e il ciglione carsico. Il coordinatore della presentazione all enotecadicormònssaràl agronomoclaudio Fabbro. Per partecipare all incontro è necessaria la prenotazione ( ). Taglio medio

13 15 GEN 2008 Messaggero Veneto Gorizia Isontino pagina 10 MORARO Mostra per i 50 anni di autonomia comunale Battiston (con fascia tricolore) all inaugurazione del municipio MORARO. Tra le iniziative culturali programmate nel corso del 2007 a Moraro, la più significativa è stata quella realizzatainoccasionedei50annidiautonomia amministrativa del Comune, che è statafesteggiataassiemeaquelladeicomuni di San Lorenzo, Mossa e Capriva. Per celebrare la ricorrenza era stata allestita anche una mostra realizzata da Simone Casta e Michel Mucci con fotografie e documenti d epoca. Per la comunità morarese e stata l occasione di ricordare mezzo secolo di storiadelpaese attraversolevarieamministrazioni comunali che si sono succedute a partire dal decreto emanato dal presidente della Repubblica Gronchi con cui era stata sancita la ricostituzione del Comune nel Primo sindaco eletto era stato Oliviero Battiston, a cui sono poi seguiti Tullio Tuni, Romano Tuni, Roberta Demartin, Renato Fiorelli, ancora Romano Tuni e poi Alberto Pelos. Da ricordare anche il ruolo svolto per circa un anno da Alcide Turco, che alla scomparsa di Romano Tuni nel 2005 ha retto il Comune per un anno prima dell elezione del sindaco attuale, Pelos, il cui mandato si è iniziato nel Le immagini hanno riassunto anche gli eventi più importanti avvenuti dal 1957 fino a oggi, con le opere pubbliche più rilevanti che sono state realizzate, come il municipio, il Centro servizi agricoli, la palestra comunale, la nuova piazzadelpaesee,negliultimianni,l impianto di compostaggio e la rotonda del cimitero. (ma.si.) Taglio medio

14 15 GEN 2008 Messaggero Veneto Gorizia Isontino pagina 10 GRADISCA Pro loco, premio dedicato ad Anglisani Gianni Anglisani, scomparso due anni e mezzo fa GRADISCA.Lasezioneculturale Gianni Anglisani della Pro locodi Gradisca organizza, con il contributodella ProvinciadiGorizia,lasecondaedizionedelpremiodedicatoproprioallamemoria di Anglisani, poeta, scrittore, pittoreecriticogradiscanod origineaversanascomparsodueanni e mezzo fa. L iniziativaèriservataaglistudentidellescuolemediesuperiori isontine e gode del patrocinio del Comune di Gradisca, della Provincia e del ministero della Pubblica istruzione. Il titolo dell iniziativa è ispirato ai versi di Sul sentiero Rilke, una delle poesie di Anglisani: «Una testa bionda / Maglietta rossa / Jeans / Un libro di poesie tra le mani / Il mare / Una giovinezza che passa la domenica così / è avvenire, è sperare». La scelta di un titolo così elaborato è spiegata dalla Pro loco: «Vogliamo invitare i giovaniaparlareinversideiloro sogni e delle loro speranze, delle aspirazioni e dei progetti». La partecipazione, fuori concorso, è consentita a tutti quanti lo desiderassero, senza limiti d età o residenza. L ultimo giornovalidoperl inviodellecomposizioni è il 31 marzo (farà fede il timbro postale). Le poesie dattiloscritte dovranno essere inviate, in triplice copia, in una busta chiusa, non raccomandata, senzaindicazionedelmittente.ilregolamento può essere richiesto alla Pro loco di Gradisca recandosi nella sede di via Cividale 21/d, telefonando al numero oinviandoun agli indirizzi virgilio.it o e potrà essere visionato in tutti gli istituti scolastici interessati. Le premiazioni (ai primi tre classificati andranno borse di studio, ai partecipanti fuori concorsopremidirappresentanza) sono previste a fine maggio. Giuseppe Pisano Taglio medio

15 15 GEN 2008 Messaggero Veneto Nazionale Economia pagina 7 Ufficializzata la fusione dei Congafi artigiani di Udine e Pordenone: oltre soci e un patrimonio di 35 milioni di euro Nasce il Confidi più grande del Fvg Bertossi: e adesso tocca agli altri di RENATO D ARGENIO UDINE. Oltre 9 mila 500 aziende associate, 35 milioni di euro di patrimonio, 250 milioni tra fidi e finanziamenti garantiti: è il ConfidimpresaFvg, consorzionatodalla fusionedel CongafiartigianidiUdinee Pordenone, eoggi maggiore finanziaria del Friuli Venezia Giulia e fra le più importanti d Italia. Il battesimo è avvenuto ieri, alla Camera di commercio di Udine, con la nomina di Daniele Nonino alla presidenza e di Giovanni Battista Gregoris e Carlo Tudech alla vicepresidenza. Padrino l assessore regionale alle Attività produttive, Enrico Bertossi: «Mi auguro che questo processo si consolidi». Il presidente Daniele Nonino e l assessore Enrico Bertossi Confidimpresa Fvg è la seconda fusione che si realizza in regione dopo quella dei Congafi industria, artigianato e commercio della provincia di Gorizia.«Questaèlaconclusione felice di un percorso cominciato nel 1997 con una furibonda litigata ha raccontato Bertossi :alloranontutti in Confartigianato credevano in questa soluzione. Fortunatamente le cose sono cambiate e quanto auspicato dalla giuntaillystadiventandorealtà. E dal 2003 che diciamo che 15 Consorzi garanzia fidi in Friuli Vg sono troppi. Ecco perchè, forti anche delle indicazioni di Bankitalia, abbiamospintoperlefusioni.fusionichegarantisconoservizimiglioriemaggiorerappresentatività. Ecco perchè mi auguro chequestoprocessosiconsolidi, e non perchè la Regione è perl autarchiaoperlachiusura, ma perchè vogliamo aumentare la competitività del sistema. Visto poi che i consistenti fondi investiti dalla Regione nei Confidi sono già diventatipartedellorostessopatrimonio - ha concluso l assessore - è bene che questo resti sottoil controllodel Friuli Venezia Giulia, attraverso le associazioni di categoria cui i Confidi sono collegati». Un processo che la Regione sostiene garantendo contributi solo a chi si aggrega: nel caso specifico1,9 milioni finiranno le casse di Confidimpresa Fvg equasi700in quelledelconfidi Isontino. La fusione. «Grazie all unione delle due strutture haspiegatoilpresidentenonino, Confidimpresa può migliorare i servizi di assistenza finanziariainmododaaccedere al credito più facilmente. Dalprimogennaioinuovimassimali di fidi garantiti sono di 30 mila euro sui conti correnti;di150milasuifinanziamenti a breve termine; di 300 mila sullo smobilizzo dei crediti e di500milasuifinanziamentia medio e lungo termine. Potremo andare anche oltre, valutandoognisingolocaso haaggiuntononino.confidimpresa ha accordi con tutte le banche delle due province (oltre 700 sportelli) permettendo ai propri soci e non solo di accederepiùfacilmentealcredito e di farlo a tassi privilegiati. Ci sono, poi, speciali convenzioni per le nuove imprese, per l imprenditoria femminile, gli autotrasportatori e per progetti di energie rinnovabili». Appello alle banche. La nascitadiconfidimpresaèstata anche l occasione per muovere un paio di appunti alle banche:«itempimedi per la concessione di una garanzia sonodi 10giorni, decisamente inferiori a quelli degli istituti di credito. Ecco perchè colgo l occasione per invitare le banchea dare risposte più rapide alle imprese artigiane. Invito poi gli istituti a non dire che le nostre pratiche sono complesse. Capisco cheilpassaggioconfidi prevede qualche pratica in più, ma al nostro interno abbiamoun organizzazionecapacedisopperirealla burocrazia». La mission «Vogliamofacilitarel accessoalcreditodei soci ai migliori tassi grazie alla concessione della garanziamutualistica epoioffriremo assistenza finanziaria per la scelta dei più corretti strumenti di credito, promuovendo l uso dell agevolato». Organi sociali. Il nuovo consiglio di amministrazione, oltreanonino(presidente)ea Gregoris e Tudech (vice) vede seduti al tavolo del consiglio Gianfranco Borghello, Vittorio Bortolotti (nominato dalla Regione), Giovanna Cinelli, Giovanni Di Maria, Silvio Franz, Giovanni Greatti, Niveo Paravano, Silvano Pascolo,PrimoPizzioli,FlorindaPoles, Severino Schiff, Bruno Spinato e Roberto Vicentini. IlComitatoesecutivodiGaranzia dell area pordenonese saràcompostodagiovannibattista Gregoris, Florinda Poles e Bruno Spinato. Quello dell area udinese da Giovanni Greatti, Giovanni Di Maria e da Severino Schiff.

16 15 GEN 2008 Messaggero Veneto Nazionale Economia pagina 7 Rappresentanti di banche e imprese alla presentazione di Confidimpresa Fvg

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

GENNAIO 2011. download www.maecla.it. Esperienza didattica nella scuola primaria a cura di Giuseppe Amato ( alias Davide Tamatoni )

GENNAIO 2011. download www.maecla.it. Esperienza didattica nella scuola primaria a cura di Giuseppe Amato ( alias Davide Tamatoni ) Esperienza didattica nella scuola primaria a cura di Giuseppe Amato ( alias Davide Tamatoni ) I NUMERI NEGATIVI Lezione tratta da http://www.maecla.it/bibliotecamatematica/af_file/damore_oliva_numeri/mat_fant_classe4.pdf

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est indipendentista ma anche italiano

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est indipendentista ma anche italiano OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est indipendentista ma anche italiano Il Gazzettino, 17.03.2015 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 Poschiavo, 14 febbraio 2014 PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 L assemblea generale ordinaria del 2015 si è svolta presso il ristorante La Tana del Grillo a Pedemonte, in data 31 gennaio

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Il capo del Governo Da almeno una decina d anni mi sono convinto che il passaggio delle quote è inevitabile. Una volta cambiato

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano La ricostituzione della pluralità dei soci nella s.a.s. In ogni numero della rivista trattiamo una questione dibattuta a cui i nostri esperti forniscono una soluzione operativa. Una guida indispensabile

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI D.M. 14-7-2000 Modificazione al disciplinare di produzione dei vini ad indicazione geografica tipica «delle Venezie». Pubblicato nella Gazz. Uff. 29 luglio

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE PARZIALE... 5 DOMANDE DI AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Cieg, zop, mat, a so tutt mé

Cieg, zop, mat, a so tutt mé Comune di Pesaro Servizio Politiche dei Beni Culturali Concorso letterario riservato agli studenti delle scuole superiori Omaggio a Odoardo Giansanti Cieg, zop, mat, a so tutt mé era l'alba del secolo

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile,

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, e della cioccolata, in una cornice resa particolarmente suggestiva dal sole che illuminava la bella valle circostante,

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Area Affari Generali Servizio Società Partecipate INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Di seguito si riportano i dati relativi alle partecipazioni in società

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3 non statuto REGOLAMENTO pagina 2 di 5 Articolo 1 Natura e Sede 3 Articolo 2 Durata. 3 Articolo 3 - Contrassegno 3 Articolo 4 Oggetto e finalità 3 Articolo 5 Adesione al MoVimento 4 Articolo 6 Finanziamento

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

The Systems Thinker. DIALOGIC LEADERSHIP William N. Isaacs. Volume 10 Number 1Feb 1999

The Systems Thinker. DIALOGIC LEADERSHIP William N. Isaacs. Volume 10 Number 1Feb 1999 TheSystemsThinker Volume10Number1Feb1999 DIALOGIC LEADERSHIP WilliamN.Isaacs Trad.diJacopoNicelli ProofreadingdiLorenzoCampese 2012SocietyforOrganizationalLearning Quandol annoscorso,lasocietàmonsantoel

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva RASSEGNA STAMPA UNISANNIO 02/07/2015 Indice Il Sannio Quotidiano 1 Unisannio Atenei campani, il rettore Filippo de Rossi al vertice Il Mattino 2 Unisannio Coordinamento atenei campani: de Rossi al vertice

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO 943 REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. R. Brunetta per Il Giornale 5 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 2 Di imbrogli,

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli