normativa in materia di spettacolo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "normativa in materia di spettacolo"

Transcript

1 Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione Seduta del 11 luglio 2012 La Relazione Rl n. 1 sullo stato tt di attuazione della normativa in materia di spettacolo Servizio Studi e Valutazione Politiche regionali Ufficio Analisi Leggi e Politiche regionali

2 Sommario Il settore dello spettacolo in Lombardia La cornice degli interventi regionali (la l.r. 21/2008) I Fondi Le macro aree di intervento La Relazione 1/2013 le risorse stanziate e erogate altre attività Il punto sulle risorse in campo nel quadriennio Spunti di approfondimento Fonti informative: Relazione 1/2012 Relazione sullo stato di attuazione della normativa in materia di spettacolo Delibera quadro ti triennale in materia di spettacolo (dcr 535/2012), Delibera interventi tiper attività ità culturali li (dgr 3915/2012), Rel. 13/2011 e 33/2012 (sullo stato di attuazione della normativa in materia di spettacolo) 2/21

3 Perché è importante la cultura Lo sviluppo sociale Fulcro del tessuto sociale, la cultura plasma le nostre identità, le nostre aspirazioni e le relazioni con gli altri e con il mondo. Essa modella i luoghi e i paesaggi in cui viviamo e gli stili di vita che adottiamo. Il patrimonio culturale, le arti visive e dello spettacolo, il cinema, la musica, l editoria, la moda e il design hanno un ruolo di primo piano nella nostra vita quotidiana. Lo sviluppo economico In Europa i settori creativi e culturali rappresentano oltre il 3% del Pil e danno lavoro a 7 milioni di persone Comunicazione della Commissione europea al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale e al Comitato delle regioni, Bruxelles, 26/09/2012. E un area di policy complessa che incrocia altre politiche pubbliche ad esempio la formazione, il lavoro, le politiche giovanili, il turismo, la valorizzazione delle tradizioni locali 3/21

4 Il settore dello spettacolo in Lombardia lavoratori iscritti all Enpals Oltre imprese (di cui imprese del campo cinematografico) Numerosi Istituti di alta formazione (Accademia della Scala, Conservatori, Università ) Lo spettacolo dal vivo Circa 500 luoghi di spettacolo (teatri, cinema, auditorium...) 11 teatri stabili Più di 30 teatri lirici Il cinema Oltre 900 strutture (458 esercizi cinematografici, 31 multisala con più di 5 schermi e 433 sale di comunità) 460 schermi attivi per almeno 200 spettacoli l anno In Lombardia si tengono il 15% delle recite teatrali, il 19% dei concerti e il 16% degli spettacoli cinematografici nazionali 4/21

5 La cornice degli interventi regionali La l.r. 21/2008 disciplina gli ambiti dello spettacolo dal vivoe e del cinema istituisce strumenti di finanziamento dedicati al settore prevede il riconoscimento di soggetti di rilevanza regionale stabilisce la programmazione degli interventi attraverso programma p g triennale (Delibera quadro approvata dal Consiglio) programma annuale (Delibera approvata dalla Giunta) 5/21

6 Quali sono i Fondi regionaliper lo spettacolo? Fondo Unico regionale per lo Spettacolo (FURS) spese correnti per progetti, iniziative e attività di spettacolo (festival, rassegne, attività, produzioni ) Fondo di rotazione investimenti ristrutturazione e adeguamento tecnologico delle sale (arredi, impiantistica, apparecchiature, digitalizzazione sale cinematografiche ) Fondo di garanzia garanzia per l accesso al credito per le imprese del settore Fondo per la partecipazione i di Regione Lombardia alle Fondazioni i contributo di gestione e per le attività delle Fondazioni Teatro alla Scala, Piccolo Teatro, Pomeriggi musicali e dell Associazione Centro Teatrale Bresciano 6/21

7 Le macro aree di intervento 1. Creazione e sostegno di circuiti in rete per ampliare e equilibrare l offerta di spettacoli sul territorio 2. Sostegno alla produzione, distribuzione, promozione di spettacoli per garantire continuità ai soggetti produttivi consolidati e riconosciuti per sostenere innovazione i e soggetti emergenti 3. Partecipazione alle Fondazioni/Associazioni per sostenerne la gestione 4. Adeguamentodelle delle strutture per stare al passo con l innovazione tecnologica e garantire la sicurezza delle strutture 7/21

8 La Rel. 1: le risorse stanziate nel 2012 Le risorse a bilancio nel 2012 per il Settore Spettacolo sono pari a euro di cui sul FURS sul Fondo per la partecipazione alle Fondazioni sul Fondo di rotazione 8/21

9 Come sono state assegnate le risorse? 1. I circuiti ( euro) 5 teatri per il Circuito Lirico e 14 Enti capofila del Circuito Teatrale 2. La produzione ( euro) 21 soggetti di produzione teatrale, 5 teatri di Tradizione, 21 progetti di musica e danza, la Cineteca e Film Commission 3. Le Fondazioni ( euro) 4. Le strutture ( euro) 28 progetti per l adeguamento delle sale di spettacolo e 36 soggetti per la digitalizzazione degli schermi cinematografici Inoltre Il progetto NEXT ( euro) Il progetto ORMA (7.000 euro monitoraggio) 9/21

10 Riepilogando il FURS 2012 Contributi regionali assegnati pari a euro di cui (16%) Cinema Spettacolo dal vivo (84%) N.B. per lo spettacolo dal vivo 62% a sostegno di produzioni teatrali e del Circuito teatrale 24% a sostegno del Circuito lirico 14% a sostegno di progetti di musica e danza 10/21

11 Riepilogando il Fondo di rotazione 2012 Finanziamenti regionali assegnati pari a euro (75% finanziamento agevolato e 25% a fondo perduto) di cui ,00 euro (34%) ,00 euro (66%) Adeguamento sale spettacolo Digitalizzazione schermi cinematografici 11/21

12 Totale delle risorse assegnate nel euro (15%) Spettacolo dal vivo (FURS/Fondazioni/Fondo rotazione) Cinema e audivisivi (FURS/Fondo rotazione) euro (85%) 12/21

13 Altre attività del 2012 Riconoscimento dei soggetti di rilevanza regionale riconosciuti 2 nuovi soggetti confermato il riconoscimento a 44 soggetti (su 47) Modifica dell art. 10 della l.r. 21/2008 Le sale e le arene cinematografiche sono riconosciute come attrezzature di interesse generale quando realizzate in centri urbani o in complessi che hanno anche spazi per attività culturali, formative e ricreative Apertura del tavolo Danza Sviluppo polo cine audiovisivo Ex Manifattura Tabacchi 13/21

14 Il 2012 è stato un anno particolare Per effetto dell obiettivo del contenimento della spesa regionale, anche per i vincoli imposti dal patto di stabilità, il 2012 è iniziato con una pesante riduzione del bilancio regionale destinato alla cultura che ha condizionato anche l applicazione della l.r. 21/2008. Relazione 1/2013, pag. 2 all. 1 dgr X/193 del dl 24/05/2013 / 14/21

15 Il FURS Fondo Unico regionale per lo Spettacolo (FURS, l.r. 21/2008, art. 4) , , , , ,00 Spettacolo dal vivo Cinema e audiovisivi , , ,00 0, % spettacolo dal vivo e 25% al cinema Il fondo nel 2011 è stato ridotto del 40% rispetto al 2010, nel 2012 la riduzione è stata del 10% rispetto al /21

16 Il fondo di rotazione ,00 Fondo di rotazione (l.r. 21/2008, art. 5) , , , ,00 Spettacolo dal vivo Cinema e audiovisivi , , ,00 Bandi 2008 Bandi 2009 Bandi 2011 Bandi 2012 le risorse messe a bando nel 2012 sono dedicate esclusivamente al supporto per il passaggio al digitale (la digitalizzazione copre il 77% delle risorse a disposizione nel quadriennio per il cinema) 16/21

17 E il Fondo di garanzia? La Relazione 1 non riporta informazioni, dalle due precedenti relazioni apprendiamo che: è stato istituito nel dicembre del 2009 (dgr 10683) ad oggi 5 soggetti beneficiari (tra 2010 e 2011) oltre euro sono le garanzie concesse da Regione Lombardia (durata della dll garanzia 5 anni) 17/21

18 Per concludere La Rel. 1 descrive cosa è stato fatto nell anno 2012 per sostenere le attività dello spettacolo in Lombardia suddividendole per ambiti (spettacolo dal vivo cinema e audiovisivi) elencando i principali i provvedimenti i assunti specificando le risorse assegnate Quali altre informazioni potrebbero far capire meglio se gli interventi regionali messi in campo stanno andando nella direzione desiderata? 18/21

19 Spunti di approfondimento Ad esempio, sarebbe utile conoscere 1. in che misura è cresciuta la diffusione degli spettacoli sul territorio, quanti gli enti e quali le aree coinvolte dai progetti finanziati per il sostegno alla circuitazione 2. quale è stato il grado di partecipazione ai bandi regionali per il sostegno alla produzione, quante domande hanno ottenuto i finanziamenti rispetto a quelle presentate e in che misura si è riusciti a sostenere i soggetti emergenti, l innovazione, la ricerca e la sperimentazione 3. quale aleè stato il livello di partecipazione ione e il grado di copertura ra delle domande sui bandi regionali per l adeguamento delle strutture, quali gli adeguamenti realizzati grazie ai finanziamenti accordati e quale lo stato di avanzamento della digitalizzazione degli schermi cinematografici 19/21

20 Spunti di approfondimento 4. il grado di utilizzo del Fondo di Garanzia,le richieste di questa forma di aiuto, le attività ità avviate grazie a questo sostegno 5. le attività tà e le risorse se messe in campo per la formazione o eee l aggiornamento del personale artistico e tecnico ed il grado di partecipazione agli interventi 6. lo stato di avanzamento delle attività di monitoraggio intraprese ed i loro principali esiti 20/21

21 Grazie per l attenzione 21/21

PROGETTO DI LEGGE IN MATERIA DI SPETTACOLO PROPOSTA DI ARTICOLATO. Art. 1 Finalità

PROGETTO DI LEGGE IN MATERIA DI SPETTACOLO PROPOSTA DI ARTICOLATO. Art. 1 Finalità PROGETTO DI LEGGE IN MATERIA DI SPETTACOLO PROPOSTA DI ARTICOLATO Art. 1 Finalità 1 - La Regione Lombardia riconosce lo Spettacolo, nelle sue diverse articolazioni di generi e settori, componente fondamentale,

Dettagli

CULTURA E SVILUPPO IN LOMBARDIA. Valentina Aprea

CULTURA E SVILUPPO IN LOMBARDIA. Valentina Aprea CULTURA E SVILUPPO IN LOMBARDIA Valentina Aprea Stato di attuazione nella cultura Premessa La Lombardia è la regione italiana più ricca di istituti della cultura è ricopre un ruolo primario nel panorama

Dettagli

DECRETO N Del 18/07/2017

DECRETO N Del 18/07/2017 DECRETO N. 8722 Del 18/07/2017 Identificativo Atto n. 102 DIREZIONE GENERALE CULTURE, IDENTITA' E AUTONOMIE Oggetto RIDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO ASSEGNATO ALLA PARROCCHIA S. BARTOLOMEO APOSTOLO DI BRANZI

Dettagli

Bando territori creativi

Bando territori creativi Bando territori creativi Risorse complessive 1.282.000,00 Beneficiari Soggetti di natura pubblica (Enti Locali, Camere di Commercio, Università) minimo 3 soggetti di natura pubblica 2 enti di diversa natura

Dettagli

30 giugno 2017 Milano

30 giugno 2017 Milano 48 milioni DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO 18 milioni RICERCA E INNOVAZIONE 12 milioni INCLUSIONE SCOLASTICA DISABILI 5,3 milioni RILANCIO INFOPOINT 3,2 milioni SPETTACOLO 1,4 milioni PREVENZIONE RISCHIO

Dettagli

Cultura Crea: aiuto per le imprese culturali del Sud

Cultura Crea: aiuto per le imprese culturali del Sud Cultura Crea: aiuto per le imprese culturali del Sud Giovanna Greco in Contributi e finanziamenti A partire da oggi 15 settembre 2016 è operativo il nuovo regime (denominato Cultura Crea) di aiuto del

Dettagli

Bilancio di Previsione 2014

Bilancio di Previsione 2014 Allegato 11 Bilancio di Previsione 2014 Piano Previsionale Istituzione Culturale e relativo Bilancio Assessore al Bilancio Dott.ssa Ilia Varo Dirigente al Bilancio Dott.ssa Cinzia Farinelli ISTITUZIONE

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 21/05/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 41

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 21/05/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 41 Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 12 maggio 2015, n. 213 autorizzazione all'autorità di Gestione del POR FESR Lazio 2007-2013 ad implementare la dotazione dell'avviso

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI IRAP PER I PRIVATI CHE INVESTONO IN CULTURA E PAESAGGIO

AGEVOLAZIONI FISCALI IRAP PER I PRIVATI CHE INVESTONO IN CULTURA E PAESAGGIO AGEVOLAZIONI FISCALI IRAP PER I PRIVATI CHE INVESTONO IN CULTURA E PAESAGGIO La Legge Regionale n. 45/2012 prevede agevolazioni fiscali per le imprese ed i liberi professionisti che contribuiscono alla

Dettagli

COMUNE DI FAENZA SETTORE CULTURA-ISTRUZIONE SERVIZIO CULTURA REGOLAMENTO DI SETTORE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E DI BENEFICI ECONOMICI DIVERSI

COMUNE DI FAENZA SETTORE CULTURA-ISTRUZIONE SERVIZIO CULTURA REGOLAMENTO DI SETTORE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E DI BENEFICI ECONOMICI DIVERSI COMUNE DI FAENZA SETTORE CULTURA-ISTRUZIONE SERVIZIO CULTURA SETTORE ATTIVITA CULTURALI, GIOVANILI, DEL TEMPO LIBERO REGOLAMENTO DI SETTORE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E DI BENEFICI ECONOMICI DIVERSI

Dettagli

BILANCIO 2018 EMILIA-ROMAGNA UNA REGIONE PER

BILANCIO 2018 EMILIA-ROMAGNA UNA REGIONE PER EMILIA-ROMAGNA EMILIA-ROMAGNA LE PERSONE E LA COMUNITÀ LA CRESCITA E IL LAVORO I SAPERI LA SOSTENIBILITÀ EMILIA-ROMAGNA PIL 2016: +1,7% (stima più alta in Italia, insieme alla Lombardia) Disoccupazione:

Dettagli

DECRETO N. 354 Del 25/01/2016

DECRETO N. 354 Del 25/01/2016 DECRETO N. 354 Del 25/01/2016 Identificativo Atto n. 20 DIREZIONE GENERALE CULTURE, IDENTITA' E AUTONOMIE Oggetto RIDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO ASSEGNATO ALLA SOCIETÀ OPERAIA DI MUTUO SOCCORSO DI VOGHERA

Dettagli

VALORIZZAZIONE TURISTICO-CULTURALE DELLA LOMBARDIA. Cremona, 13 luglio 2017

VALORIZZAZIONE TURISTICO-CULTURALE DELLA LOMBARDIA. Cremona, 13 luglio 2017 VALORIZZAZIONE TURISTICO-CULTURALE DELLA LOMBARDIA Cremona, 13 luglio 2017 Finalità e obiettivi L Avviso intende valorizzare dal punto di vista turistico-culturale le seguenti famiglie di grandi attrattori,

Dettagli

Attività di monitoraggio

Attività di monitoraggio Assessorato Cultura, politiche giovanili e politiche per la legalità 2015 2016 Attività di monitoraggio Finanziamenti regionali alle attività di spettacolo 2015 Indice 1. I finanziamenti della Regione

Dettagli

Interventi a sostegno del comparto turistico: le novità del sistema agevolativo regionale

Interventi a sostegno del comparto turistico: le novità del sistema agevolativo regionale Interventi a sostegno del comparto turistico: le novità del sistema agevolativo regionale Antonello Piras Coordinatore Gruppo di lavoro Politiche per le imprese e la competitività Centro Regionale di Programmazione

Dettagli

Azioni orientate. l educazione alla. La relazione n. 17/2014. Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione

Azioni orientate. l educazione alla. La relazione n. 17/2014. Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione Seduta del 15 maggio 2014 Azioni orientate verso l educazione alla legalitàlità La relazione n. 17/2014 Immagine: Festa della legalità Istituto comprensivo

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 1891 Seduta del 30/05/2014

DELIBERAZIONE N X / 1891 Seduta del 30/05/2014 DELIBERAZIONE N X / 1891 Seduta del 30/05/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

Direzione Generale COMPETITIVITA DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE. Area di Coordinamento Cultura

Direzione Generale COMPETITIVITA DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE. Area di Coordinamento Cultura Allegato A) Direzione Generale COMPETITIVITA DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE Area di Coordinamento Cultura PIANO DELLA CULTURA 2012-2015 (L.R. 21/10) Attuazione anno 2013 Progetto regionale:

Dettagli

A CHE PUNTO SIAMO? (i PRIMI SEI MESI)

A CHE PUNTO SIAMO? (i PRIMI SEI MESI) A CHE PUNTO SIAMO? (i PRIMI SEI MESI) Lanciato il 27 ottobre 2015 Valore: 1,1 miliardi di Euro Partite 19 azioni su 35 previste: attuazione al 60% Tutte le altre azioni in partenza tra Maggio e Dicembre

Dettagli

PARTE PRIMA. LEGGE REGIONALE 29 aprile 2004, n. 6. Norme organiche in materia di spettacolo e norme di disciplina transitoria delle attività culturali

PARTE PRIMA. LEGGE REGIONALE 29 aprile 2004, n. 6. Norme organiche in materia di spettacolo e norme di disciplina transitoria delle attività culturali 4890 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 53 del 30-4-2004 PARTE PRIMA Leggi e Regolamenti Regionali LEGGE REGIONALE 29 aprile 2004, n. 6 Norme organiche in materia di spettacolo e norme di disciplina

Dettagli

Relazione sull utilizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo 2013 Short version

Relazione sull utilizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo 2013 Short version Relazione sull utilizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo 2013 Short version Osservatorio dello Spettacolo Indice 1. Il contributo stanziato 2. Il contributo assegnato per le attività di spettacolo

Dettagli

COMUNE DI PORTO MANTOVANO. (Provincia di Mantova)

COMUNE DI PORTO MANTOVANO. (Provincia di Mantova) COMUNE DI PORTO MANTOVANO (Provincia di Mantova) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI NEI SETTORI ATTIVITA SPORTIVE, CULTURALI, TUTELA AMBIENTALE, SVILUPPO ECONOMICO

Dettagli

MISSIONE 001: Organi Costituzionali a rilevanza Costituzionale e Presidenza del Consiglio dei Ministri

MISSIONE 001: Organi Costituzionali a rilevanza Costituzionale e Presidenza del Consiglio dei Ministri CDR 16 Gioventù e Servizio civile nazionale MISSIONE 001: Organi Costituzionali a rilevanza Costituzionale e Presidenza del Consiglio dei Ministri Programma 003: Presidenza del Consiglio dei Ministri MISSIONE

Dettagli

Comitato Unitario delle Professioni in collaborazione con

Comitato Unitario delle Professioni in collaborazione con Le agevolazioni ai professionisti nella nuova programmazione 2014-20202020 Comitato Unitario delle Professioni in collaborazione con www.finanziamentinews.it Dal 2016, iliberi professionisti possono accedere

Dettagli

Bando per la presentazione delle domande per interventi regionali di promozione e sostegno della musica giovanile (Legge regionale , n. 8).

Bando per la presentazione delle domande per interventi regionali di promozione e sostegno della musica giovanile (Legge regionale , n. 8). Bando per la presentazione delle domande per interventi regionali di promozione e sostegno della musica giovanile (Legge regionale 19.3.2009, n. 8). La Giunta regionale del Veneto, con provvedimento n.

Dettagli

POR FESR ottobre 2016

POR FESR ottobre 2016 POR FESR 2014 2020 26 ottobre 2016 POR FESR 2014 2020 Il POR FESR 2014 2020 è il Programma Operativo che, con un ammontare di risorse complessive pari a 970.474.516 e suddiviso in 6 Assi (più Asse di AT),

Dettagli

Promozione dei beni e delle attività culturali

Promozione dei beni e delle attività culturali BANDI REGIONALI Promozione dei beni e delle attività culturali Con la Deliberazione della Giunta regionale 20 Luglio 2015, n. 116-1873 (pubblicata sul Supplemento ordinario n. 2 del B.U.R. n. 29 sezione

Dettagli

DECRETO N Del 20/02/2017

DECRETO N Del 20/02/2017 DECRETO N. 1716 Del 20/02/2017 Identificativo Atto n. 129 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto INTERVENTI A FAVORE DEL PATRIMONIO SCOLASTICO FINANZIABILI CON IL FONDO EDILIZIA SCOLASTICA

Dettagli

Programma di attività in materia di promozione dei beni e delle attività culturali

Programma di attività in materia di promozione dei beni e delle attività culturali ESTRATTO DELL ALLEGATO ALLA D.G.R. N. 116-1873 DEL 20 luglio2015. Assessorato alla Cultura e al Turismo Programma di attività in materia di promozione dei beni e delle attività culturali 2015-2017 Omissis

Dettagli

Progetto : START UP House

Progetto : START UP House Progetto : START UP House Azione 1.1 «Si tratta di incrementare l utilizzo delle strutture di incubazione e di innovazione tecnologica presenti nel territorio regionale andando a coordinare ed agevolare

Dettagli

Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE UMBRIA N. 34 del 18 agosto 2004

Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE UMBRIA N. 34 del 18 agosto 2004 5(*,21(80%5,$ /(**(5(*,21$/(1'(/ 1RUPHLQPDWHULDGLVSHWWDFRORª Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE UMBRIA N. 34 del 18 agosto 2004,/&216,*/,25(*,21$/( KDDSSURYDWR /$35(6,'(17('(//$*,817$5(*,21$/( 35208/*$

Dettagli

Verso una legge regionale per lo sviluppo del settore musicale

Verso una legge regionale per lo sviluppo del settore musicale Verso una legge regionale per lo sviluppo del settore musicale 12 giugno 2017 Confronto con gli operatori Le imprese musicali in Emilia-Romagna: 398* Suddivisione delle imprese musicali per tipologia di

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013. Informativa sullo stato di attuazione degli strumenti di ingegneria finanziaria

POR CALABRIA FESR 2007/2013. Informativa sullo stato di attuazione degli strumenti di ingegneria finanziaria UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA FESR 2007/2013 Informativa sullo stato di attuazione degli strumenti di ingegneria finanziaria Punto 8 all ordine del giorno del IX Comitato

Dettagli

Lombardia: alcune informazioni

Lombardia: alcune informazioni Lombardia: alcune informazioni Dimensioni «come quelle di uno stato»: 10 milioni di abitanti PIL: 20.7% del PIL italiano - 2.7% del PIL europeo oltre 820.000 imprese per lo + PMI 13 università un esteso

Dettagli

DECRETO N Del 04/08/2017

DECRETO N Del 04/08/2017 DECRETO N. 9751 Del 04/08/2017 Identificativo Atto n. 123 DIREZIONE GENERALE CULTURE, IDENTITA' E AUTONOMIE Oggetto REALIZZAZIONE DI OPERALOMBARDIA E INIZIATIVE DI ALTO VALORE ARTISTICO DA PARTE DEI TEATRI

Dettagli

REGIONE TOSCANA BALDI SIMONETTA. Il Dirigente Responsabile:

REGIONE TOSCANA BALDI SIMONETTA. Il Dirigente Responsabile: REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO INDUSTRIA, ARTIGIANATO, INNOVAZIONE TECNOLOGICA SETTORE POLITICHE ORIZZONTALI DI

Dettagli

A SCUOLA DI INNOVAZIONE 383 MILIONI DI EURO PER PIÙ QUALITÀ E INNOVAZIONE PER GLI STUDENTI LOMBARDI

A SCUOLA DI INNOVAZIONE 383 MILIONI DI EURO PER PIÙ QUALITÀ E INNOVAZIONE PER GLI STUDENTI LOMBARDI A SCUOLA DI INNOVAZIONE 383 MILIONI DI EURO PER PIÙ QUALITÀ E INNOVAZIONE PER GLI STUDENTI LOMBARDI 383 MILIONI DI EURO PER LE DOTI E INNOVAZIONE A SCUOLA Regione Lombardia ha stanziato 383 milioni di

Dettagli

Nuova Legge del Cinema e dell Audiovisivo. Legge 14 novembre 2016 n.220

Nuova Legge del Cinema e dell Audiovisivo. Legge 14 novembre 2016 n.220 Nuova Legge del Cinema e dell Audiovisivo Legge 14 novembre 2016 n.220 Si punta a correggere alcune debolezze strutturali ü Dimensioni del mercato complessivo ridotte rispetto ai principali competitor

Dettagli

BOZZA IPOTESI DI LAVORO NORME ORGANICHE IN MATERIA DI SPETTACOLO

BOZZA IPOTESI DI LAVORO NORME ORGANICHE IN MATERIA DI SPETTACOLO IPOTESI DI LAVORO NORME ORGANICHE IN MATERIA DI SPETTACOLO 26 SETTEMBRE 2006 TITOLO I FINALITÀ E FUNZIONI Art. 1 Finalità 1. La Regione Abruzzo, in attuazione delle proprie finalità statutarie e nel rispetto

Dettagli

Premessa metodologica

Premessa metodologica Premessa metodologica L analisi che segue è il risultato di un lavoro di ricerca svolto attraverso il censimento di associazioni, istituzioni, cooperative/società e fondazioni operanti in Emilia-Romagna

Dettagli

COD. PRATICA: Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 66 DEL 04/02/2013

COD. PRATICA: Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 66 DEL 04/02/2013 Regione Umbria Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 66 DEL 04/02/2013 OGGETTO: POR FESR 2007-2013 - Asse I - Attività b1 Sostegno alla diffusione delle TIC nelle PMI Bando TIC Cinema

Dettagli

Consiglio regionale della Toscana

Consiglio regionale della Toscana Consiglio regionale della Toscana LEGGE REGIONALE N. 1/2017 (Atti del Consiglio) Professioni regolamentate. Modifiche alla l.r. 73/2008. *************** Approvata dal Consiglio regionale nella seduta del

Dettagli

CULTURA & GIOVANI FINANZIAMENTI REGIONALI REGIONE EMILIA-ROMAGNA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. L innovazione Creativa di Bologna

CULTURA & GIOVANI FINANZIAMENTI REGIONALI REGIONE EMILIA-ROMAGNA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. L innovazione Creativa di Bologna CULTURA & GIOVANI FINANZIAMENTI REGIONALI REGIONE EMILIA-ROMAGNA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE Titolo INCREDIBOL L innovazione Creativa di Bologna Scadenza 30 ottobre 2017 Neo imprese, liberi professionisti,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER INTERVENTI DI INNOVAZIONE E RIQUALIFICAZIONE TECNOLOGICA DEI CINEMA E CINEMA-TEATRI DI PUGLIA

AVVISO PUBBLICO PER INTERVENTI DI INNOVAZIONE E RIQUALIFICAZIONE TECNOLOGICA DEI CINEMA E CINEMA-TEATRI DI PUGLIA TEATRI DI PUGLIA POR 2014-2020 REGIONE PUGLIA ASSE III COMPETITIVITA DELLE PMI FINALITA La Regione Puglia intende realizzare un intervento volto a qualificare e riqualificare gli spazi, anche previo aumento

Dettagli

Mappatura e Monitoraggio di normative e fondi regionali di sostegno al cinema. Ufficio Studi ANICA. Provincia Autonoma di Trento.

Mappatura e Monitoraggio di normative e fondi regionali di sostegno al cinema. Ufficio Studi ANICA. Provincia Autonoma di Trento. Mappatura e Monitoraggio di normative e fondi regionali di sostegno al cinema Ufficio Studi ANICA Provincia Autonoma di Trento Film Fund Per ogni approfondimento, fare riferimento al testo integrale del

Dettagli

Piano Agricolo Regionale Misura Agricoltura Sociale

Piano Agricolo Regionale Misura Agricoltura Sociale Regione Toscana Piano Agricolo Regionale Misura 6.3.11 Agricoltura Sociale -L.R. 1/06 Disciplina degli interventi regionali in materia di agricoltura e di sviluppo rurale -DCR 98/2008 Piano Agricolo Regionale

Dettagli

ANEC Associazione Nazionale Esercenti Cinema

ANEC Associazione Nazionale Esercenti Cinema ANEC Associazione Nazionale Esercenti Cinema Firenze, 3 febbraio 2016 SEZIONE REGIONALE TOSCANA A tutte le imprese associate all'anec Toscana e all'acec Toscana L O R O S E D I Oggetto: Disegno di Legge

Dettagli

DECRETO N Del 11/04/2017

DECRETO N Del 11/04/2017 DECRETO N. 4086 Del 11/04/2017 Identificativo Atto n. 246 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE BANDO PER LA CONFERMA DEL FABBISOGNO DI INTERVENTI DI EDILIZA SCOLASTICA,

Dettagli

I nuovi bandi per il consolidamento dell attività d impresa

I nuovi bandi per il consolidamento dell attività d impresa AL VIA IL POR FESR 2014-2020: VIENI A CONOSCERLO! Roberto Marcato Assessorato allo Sviluppo Economico ed Energia Direzione Industria Artigianato Commercio e Servizi I nuovi bandi per il consolidamento

Dettagli

8 novembre 2017 Sala Movie Film Commission Torino Piemonte Torino

8 novembre 2017 Sala Movie Film Commission Torino Piemonte Torino 8 novembre 2017 Sala Movie Film Commission Torino Piemonte Torino I DATI DELLA CULTURA IN PIEMONTE. PARTECIPAZIONE, CONSUMI, RISORSE ECONOMICHE E PRODUZIONE La partecipazione culturale dei piemontesi L

Dettagli

IMPRESA CULTURALE. Luce per la didattica

IMPRESA CULTURALE. Luce per la didattica IMPRESA CULTURALE Luce per la didattica L IMPRESA Impresa in genere, ciò che si imprende a fare o che si ha in animo di fare: Indica per lo più azioni, individuali o collettive, di una certa importanza

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. ESPERIENZA LAVORATIVA E PROFESSIONALE Date (dal 2006 al 2016)

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. ESPERIENZA LAVORATIVA E PROFESSIONALE Date (dal 2006 al 2016) F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail VIA ANTONIO MONACO 36, 87100 COSENZA + 39 328 459xxxx giampaolocalabrese@libero.it Nazionalità ITALIANA

Dettagli

REPORT BANDI PIEMONTE

REPORT BANDI PIEMONTE REPORT BANDI PIEMONTE INDICE PSR 2014/2020. MISURA 19.1.1. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PARI AL 100% PER SUPPORTARE LE STRATEGIE DEI GAL.... 2 L.R. 18/2008. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 70% PER SOSTENERE

Dettagli

DECRETO N Del 03/07/2017

DECRETO N Del 03/07/2017 DECRETO N. 7960 Del 03/07/2017 Identificativo Atto n. 403 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELL AVVISO PER LA REALIZZAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA DI CORSI ANNUALI

Dettagli

A- Indirizzo generale dell intervento regionale

A- Indirizzo generale dell intervento regionale Allegato A Criteri per l accesso ai cofinanziamenti finalizzati al superamento delle barriere architettoniche e localizzative attraverso Progetti Pilota, ai sensi dell art. 34 bis della l.r. 20 febbraio

Dettagli

Testo Unico per l Artigianato. Semplificazione, innovazione, sostegno alle imprese e all artigianato tradizionale

Testo Unico per l Artigianato. Semplificazione, innovazione, sostegno alle imprese e all artigianato tradizionale Testo Unico per l Artigianato Semplificazione, innovazione, sostegno alle imprese e all artigianato tradizionale 1 Scopo della riforma è tutelare, sviluppare e valorizzare il ruolo dell artigianato nelle

Dettagli

I DISTRETTI URBANI DEL COMMERCIO. Bari - Fiera del Levante 9 novembre 2016

I DISTRETTI URBANI DEL COMMERCIO. Bari - Fiera del Levante 9 novembre 2016 I DISTRETTI URBANI DEL COMMERCIO Bari - Fiera del Levante 9 novembre 2016 I DISTRETTI URBANI DEL COMMERCIO Strumenti comunali di programmazione e incentivazione Legge regionale 16 aprile 2015, n. 24: articoli

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DEL TURISMO, DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO DIPARTIMENTO REGIONALE DEL TURISMO, DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO AREE

ASSESSORATO REGIONALE DEL TURISMO, DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO DIPARTIMENTO REGIONALE DEL TURISMO, DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO AREE ASSESSORATO REGIONALE DEL TURISMO, DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO DIPARTIMENTO REGIONALE DEL TURISMO, DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO AREE AREA 1 AFFARI GENERALI Gestione delle risorse umane Ufficio relazioni

Dettagli

stiamo partecipando con vivo interesse al percorso di costruzione di una Legge Regionale per la Musica che si sta profilando in questi ultimi mesi.

stiamo partecipando con vivo interesse al percorso di costruzione di una Legge Regionale per la Musica che si sta profilando in questi ultimi mesi. Bologna, 06/07/2017 Spett. le Regione Emilia-Romagna Oggetto: contributo dell ARCI verso una Legge Regionale per la Musica Gentilissimi, stiamo partecipando con vivo interesse al percorso di costruzione

Dettagli

Sviluppo della Banda Larga in Liguria

Sviluppo della Banda Larga in Liguria Banda Larga Sviluppo della Banda Larga in Liguria Comitato di Sorveglianza PSR FEASR 2007-2013 Genova - 18 Giugno 2014 1 Banda Larga l.r. n. 42/2006 «Istituzione del Sistema Informativo Regionale Integrato

Dettagli

BANDO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLE SALE CINEMATOGRAFICHE GESTITE DA ENTI NON COSTITUITI IN FORMA DI IMPRESA ANNO 2016.

BANDO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLE SALE CINEMATOGRAFICHE GESTITE DA ENTI NON COSTITUITI IN FORMA DI IMPRESA ANNO 2016. APPENDICE 2 BANDO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLE SALE CINEMATOGRAFICHE GESTITE DA ENTI NON COSTITUITI IN FORMA DI IMPRESA ANNO 2016. TRACCIA DI RELAZIONE TECNICA-ILLUSTRATIVA DEL PROGETTO Oltre alle informazioni

Dettagli

Io sono cultura L Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi

Io sono cultura L Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi Io sono cultura - 2016 L Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Roma, 23 Giugno 2016 Realizzato da: Partner: Con il patrocinio

Dettagli

LE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI EDIZIONE Presentazione 28 aprile 2010

LE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI EDIZIONE Presentazione 28 aprile 2010 LE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI EDIZIONE 2010 Presentazione 28 aprile 2010 INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO EDIZIONE 2010 Le iniziative a sostegno dell

Dettagli

Adalberto Merighi Vicerettore alla Ricerca Università degli Studi di Torino

Adalberto Merighi Vicerettore alla Ricerca Università degli Studi di Torino L importanza della cooperazione fra Istituzioni e Fondazioni Adalberto Merighi Vicerettore alla Ricerca Università degli Studi di Torino 15 febbraio 2012 Aula Magna Ospedale S. Anna Fondazioni Le fondazioni

Dettagli

Nel corso degli anni A. C. Lambda Italia ha operato nel campo della formazione professionale progettando ed erogando numerosi corsi di

Nel corso degli anni A. C. Lambda Italia ha operato nel campo della formazione professionale progettando ed erogando numerosi corsi di L Associazione Culturale Lambda Italia nasce nel 1996 quale ente senza fine di lucro per la progettazione ed l erogazione di progetti formativi di qualificazione e riqualificazione professionale finanziati

Dettagli

COPERTURA FINANZIARIA DI CUI ALLA LR n. 28/2001 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI E INTEGRAZIONI

COPERTURA FINANZIARIA DI CUI ALLA LR n. 28/2001 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI E INTEGRAZIONI E PER LA PROMOZIONE O, DI DEI DELI SAPERI BERAZI E DEI ONE TALENTI NTA REGI ONALE l e at t i vi t à di spet t acol o ( Legge Regi onal e 29 apr i l e 2004 n. 6 Modal i t à e pr ocedur e di at t uazi one

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento 730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 39 02.05.2016 Unico PF - IL QUADRO RU: le novità Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: UNICO Nel quadro RU il contribuente deve indicare

Dettagli

Fondi Europei 2014-2020 La Programmazione dei Fondi Strutturali europei in Emilia-Romagna

Fondi Europei 2014-2020 La Programmazione dei Fondi Strutturali europei in Emilia-Romagna Fondi Europei 2014-2020 La Programmazione dei Fondi Strutturali europei in Emilia-Romagna 1 STRATEGIA EUROPA 2020 http://ec.europa.eu/europe2020/index_it.htm 2 EMILIA ROMAGNA: 2.457 MILIONI DI EURO Fondo

Dettagli

PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DELLA MISURA 511 ASSISTENZA TECNICA DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/13

PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DELLA MISURA 511 ASSISTENZA TECNICA DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/13 Allegato A PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DELLA MISURA 511 ASSISTENZA TECNICA DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/13 1. Obiettivi della misura Ai sensi dell art. 66 del Reg CE 1698/2005 gli interventi dell

Dettagli

Richiesta contributo per la realizzazione di

Richiesta contributo per la realizzazione di Domanda di contributo per la realizzazione di un evento di promozione della cultura cinematografica inerente le attività per lo sviluppo del cinema in Sardegna ai sensi dell articolo 15 della L.R. 20 settembre

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU51 19/12/2013

REGIONE PIEMONTE BU51 19/12/2013 REGIONE PIEMONTE BU51 19/12/2013 Codice DB1801 D.D. 5 novembre 2013, n. 517 L.r. n. 18/2008, art. 3. Accesso ai contributi in conto interessi per mutui bancari a tasso agevolato a sostegno di investimenti

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 08/01/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 3

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 08/01/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 3 Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 30 dicembre 2014, n. 928 Legge Regionale 13 aprile 2012 n. 2 articolo 26 comma 3. Interventi regionali per lo sviluppo del cinema

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 30/07/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 61

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 30/07/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 61 Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 28 luglio 2015, n. 395 POR FESR Lazio 2014-2020. Approvazione della Scheda Modalità Attuative (MAPO) relativa all'azione 3.3.1

Dettagli

Agevolazioni per investimenti Industria 4.0. Agevolazioni nazionali

Agevolazioni per investimenti Industria 4.0. Agevolazioni nazionali Agevolazioni per investimenti Industria 4.0 Agevolazioni nazionali Incentivi per l acquisto/leasing di beni strumentali Nuova Legge Sabatini" (Art. 2 comma 2 D.L. n. 69/2013) Credito d imposta per spese

Dettagli

IL BILANCIO DI REGIONE LOMBARDIA

IL BILANCIO DI REGIONE LOMBARDIA IL BILANCIO DI REGIONE LOMBARDIA 2017-2019 PRINCIPALI LINEE DI INDIRIZZO NONOSTANTE I TAGLI DEL GOVERNO STIMATI IN 290 MILIONI PER REGIONE LOMBARDIA: Non aumentiamo la pressione fiscale Garantiamo la spesa

Dettagli

Settore Patrimonio Culturale, Siti UNESCO, Arte contemporanea, Memoria PIANO DELLA CULTURA (L.R. 21/10) Attuazione anno 2016

Settore Patrimonio Culturale, Siti UNESCO, Arte contemporanea, Memoria PIANO DELLA CULTURA (L.R. 21/10) Attuazione anno 2016 Allegato A) Direzione CULTURA E RICERCA Settore Patrimonio Culturale, Siti UNESCO, Arte contemporanea, Memoria PIANO DELLA CULTURA 2012-2015 (L.R. 21/10) Attuazione anno 2016 Progetto regionale Arte contemporanea

Dettagli

Sintesi delle principali disposizioni

Sintesi delle principali disposizioni Sintesi delle principali disposizioni Titolo I Disposizioni Generali Art. 1: descrive l oggetto e le finalità del ddl, specificando che la legge detta i principi attraverso cui lo Stato promuove e sostiene

Dettagli

LEGGE REGIONALE , n. 8 Interventi regionali di promozione e sostegno della musica giovanile BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

LEGGE REGIONALE , n. 8 Interventi regionali di promozione e sostegno della musica giovanile BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 718 del 21 maggio 2013 pag. 1/5 LEGGE REGIONALE 19.3.2009, n. 8 Interventi regionali di promozione e sostegno della musica giovanile BANDO PER LA PRESENTAZIONE

Dettagli

COMITATO DI SORVEGLIANZA POR FESR

COMITATO DI SORVEGLIANZA POR FESR Punto 2.3 Sistema degli Aiuti e Strumenti finanziari (SF) DGR n. 46/8 del 22.9.2015 Programmazione Unitaria 2014-2020. Strategia 2"Creare opportunità di lavoro favorendo la competitività delle imprese".

Dettagli

Allegato 1 Misura 1.9 Supporto a progetti di investimento e sviluppo delle grandi imprese presenti sul territorio piemontese

Allegato 1 Misura 1.9 Supporto a progetti di investimento e sviluppo delle grandi imprese presenti sul territorio piemontese Allegato 1 Misura 1.9 Supporto a progetti di investimento e sviluppo delle grandi imprese presenti sul territorio piemontese Obiettivo della Misura è il sostegno alle imprese con oltre 250 dipendenti attive

Dettagli

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZI CULTURALI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZI CULTURALI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Settore: SP Proponente: 91.A Proposta: 2015/610 del 30/06/2015 Classifica: COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA R.U.D. 619 del 03/07/2015 SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZI CULTURALI Dirigente: GASPARINI Arch. Giordano

Dettagli

DECRETO N Del 12/05/2015

DECRETO N Del 12/05/2015 DECRETO N. 3788 Del 12/05/2015 Identificativo Atto n. 448 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto BANDO PER LA RACCOLTA DEL FABBISOGNO DI INTERVENTI DI EDILIZIA SCOLASTICA, IN ATTUAZIONE

Dettagli

Conferenza Stampa 11 agosto 2017

Conferenza Stampa 11 agosto 2017 Conferenza Stampa 11 agosto 2017 CRISTINA TAJANI Assessore alle Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse Umane - Comune di Milano SPAZIO OPEN Viale Montenero 6 - Milano COWORKING

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI COMUNE DI BIENO PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI (Art. 7, L.R. 31 luglio 1993, n. 13 Suppl. ord. n. 1 al B.U. 10

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI PUBBLICHE AMMESSE A BENEFICIO. Breve descrizione dell agevolazione. Contributi in conto. finanziamenti per la realizzazione di

ELENCO AGEVOLAZIONI PUBBLICHE AMMESSE A BENEFICIO. Breve descrizione dell agevolazione. Contributi in conto. finanziamenti per la realizzazione di Oggetto: Adesione della Regione Sardegna al nuovo Accordo la ripresa 2015", sottoscritto dall'abi e dalle associazioni imprenditoriali in data 31 marzo 2015. Aggiornamento elenco strumenti finanziari oggetto

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE SOMMARIO REPUBBLICA ITALIANA. Serie Ordinaria - Giovedì 09 aprile 2015 A) CONSIGLIO REGIONALE

BOLLETTINO UFFICIALE SOMMARIO REPUBBLICA ITALIANA. Serie Ordinaria - Giovedì 09 aprile 2015 A) CONSIGLIO REGIONALE Anno XLV N. 089 Iscritto nel registro Stampa del Tribunale di Milano (n. 656 del 21 dicembre 2010) Proprietario: Giunta Regionale della Lombardia Sede Direzione e redazione: p.zza Città di Lombardia, 1

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU19 08/05/2014

REGIONE PIEMONTE BU19 08/05/2014 REGIONE PIEMONTE BU19 08/05/2014 Codice DB1801 D.D. 24 febbraio 2014, n. 55 L.r. n. 18/2008 (art. 3). Accesso ai contributi in conto interessi per mutui bancari a tasso agevolato a sostegno di investimenti

Dettagli

LA RETE MOLISANA DELLO SPETTACOLO DAL VIVO PATTO DELLO SPETTACOLO

LA RETE MOLISANA DELLO SPETTACOLO DAL VIVO PATTO DELLO SPETTACOLO LA RETE MOLISANA DELLO SPETTACOLO DAL VIVO PATTO DELLO SPETTACOLO SOGGETTI COINVOLTI E RESPONSABILITÁ La Regione Molise, Ente capofila del presente progetto, si impegna ad attuare, nel corso del triennio

Dettagli

DECRETO N Del 21/06/2016

DECRETO N Del 21/06/2016 DECRETO N. 5785 Del 21/06/2016 Identificativo Atto n. 473 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE, AI SENSI DELLA DGR 3862/2015, DELL AVVISO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 3 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 3 del 1360 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 3 del 10-1-2017 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 21 dicembre 2016, n. 2075 Piano 2016 delle attività ammesse a finanziamento nel settore dello Spettacolo

Dettagli

COMUNE DI GARBAGNATE PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI GARBAGNATE PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI GARBAGNATE PROVINCIA DI LECCO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI E PER L ATTRIBUZIONE DI ALTRI VANTAGGI ECONOMICI. (Art.12 Legge 7 agosto

Dettagli

CDR 16 Gioventù e Servizio civile nazionale. MISSIONE 001: Organi Costituzionali a rilevanza Costituzionale e Presidenza del Consiglio dei ministri

CDR 16 Gioventù e Servizio civile nazionale. MISSIONE 001: Organi Costituzionali a rilevanza Costituzionale e Presidenza del Consiglio dei ministri CDR 16 Gioventù e Servizio civile nazionale MISSIONE 001: Organi Costituzionali a rilevanza Costituzionale e Presidenza del Consiglio dei ministri Programma 003: Presidenza del Consiglio dei ministri MISSIONE

Dettagli

Legge di Bilancio 2018: le principali novità del disegno di legge

Legge di Bilancio 2018: le principali novità del disegno di legge Legge di Bilancio 2018: le principali novità del disegno di legge Le novità del DDL Bilancio 2018 annunciate dal Governo. Tra i punti chiave, le novità in merito ai bonus ristrutturazioni e risparmio energetico

Dettagli

Investiamo nel nostro futuro.

Investiamo nel nostro futuro. UNIONE EUROPEA Investiamo nel nostro futuro. La nostra Puglia Creativa per una nuova industria delle idee. L immaginazione in Puglia si trasforma in produzione e diventa industria creativa. In linea con

Dettagli

Tipolitografia INAIL - Milano - 3/06

Tipolitografia INAIL - Milano - 3/06 Tipolitografia INAIL - Milano - 3/06 Per informazioni: Contact Center 803164 www.inail.it Tipolitografia INAIL - Milano - 3/06 INCENTIVI ALLA PREVENZIONE FINANZIAMENTO IN CONTO CAPITALE PROGRAMMI DI ADEGUAMENTO

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DI INVESTIMENTO E PROMOZIONE DELLO SPETTACOLO

PROGRAMMA TRIENNALE DI INVESTIMENTO E PROMOZIONE DELLO SPETTACOLO PROGRAMMA TRIENNALE DI INVESTIMENTO E PROMOZIONE DELLO SPETTACOLO 2016-2018 La Regione Campania riconosce ogni forma di spettacolo, aspetto fondamentale della cultura regionale, quale mezzo di espressione

Dettagli

"#$%##&'()*$&+(""&,($-%)('())%"('.#%'()

#$%##&'()*$&+(&,($-%)('())%('.#%'() "#$%##&'()*$&+(""&,($-%)('())%"('.#%'()!! " # (/$(#%$0&/(1($%)( 1$02($03 (1#&%))4&//(##&5)%0.1#%(/0&1%)(6%'0"+.""&('()0-($%#&7.%1#&"(/.(8 Visto il Regolamento (UE) n. 1301/2013 del Parlamento Europeo e

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA TIPO DA ALLEGARE AL DECRETO DI APPROVAZIONE DEI BANDI REGIONALI *

SCHEDA INFORMATIVA TIPO DA ALLEGARE AL DECRETO DI APPROVAZIONE DEI BANDI REGIONALI * SCHEDA INFORMATIVA TIPO DA ALLEGARE AL DECRETO DI APPROVAZIONE DEI BANDI REGIONALI * TITOLO AL VIA DI COSA SI TRATTA AL VIA Agevolazioni Lombarde per la Valorizzazione degli Investimenti Aziendali secondo

Dettagli

GLI INTERVENTI DEGLI ATENEI E DEGLI ISTITUTI AFAM IN FAVORE DEGLI STUDENTI 1 - a.a. 2009/2010. Numero 4/2011

GLI INTERVENTI DEGLI ATENEI E DEGLI ISTITUTI AFAM IN FAVORE DEGLI STUDENTI 1 - a.a. 2009/2010. Numero 4/2011 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Università, l Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica e per la Ricerca Ufficio II GLI INTERVENTI DEGLI ATENEI E DEGLI

Dettagli

un libro è un libro un libro non è un libro.

un libro è un libro un libro non è un libro. L'accesso alla cultura è il punto di partenza per una società civile forte. Un sistema che non promuove la lettura, l'editoria indipendente e la diffusione della cultura si atrofizza. Ma se un libro non

Dettagli