POR FESR ottobre 2016

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "POR FESR ottobre 2016"

Transcript

1 POR FESR ottobre 2016

2 POR FESR Il POR FESR è il Programma Operativo che, con un ammontare di risorse complessive pari a e suddiviso in 6 Assi (più Asse di AT), in linea con gli obiettivi individuati dalla Strategia Europa 2020 e con le politiche regionali di sviluppo a favore della produttività e della competitività delle imprese e dell intero sistema territoriale promuove un modello di: 1) Crescita intelligente 2) Crescita sostenibile 3) Crescita inclusiva

3 POR FESR ) CRESCITA INTELLIGENTE A) Costruzione di un ecosistema dell innovazione, basatosullastrategiadi specializzazione intelligente (S3) di Regione Lombardia; B) Sostegno alla competitività delle imprese e del sistema imprenditoriale, in coerenza con l Iniziativa Faro europea Una politica industriale per l era della globalizzazione e lo «Small Business Act»; C) Riduzione del digital divide e diffusione della connettività a Banda Ultralarga, soprattutto nel tessuto imprenditoriale

4 POR FESR ) CRESCITA sostenibile A) Riduzione dei consumi energetici negli edifici pubblici e negli impianti di illuminazione pubblica A) Incremento della mobilità sostenibile nelle aree urbane e metropolitane

5 POR FESR ) CRESCITA inclusiva 1) Sperimentazione di politiche su scala urbana, per lo sviluppo sostenibile ed inclusivo, attraverso interventi sulle dinamiche abitative tramite la riqualificazione di quartieri a prevalente edilizia residenziale pubblica; 2) Sostegno allo sviluppo di territori caratterizzati da isolamento geografico, calo demografico e bassi livelli dei servizi essenziali al cittadino ( Aree Interne ), tramite un approccio allo sviluppo territoriale di scala vasta che promuova la crescita attraverso la valorizzazione delle risorse locali.

6 POR FESR Crescita intelligente ASSE 1 - Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l'innovazione (349,355 MLN ) ASSE 2 Migliorare l'accesso alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, nonché l'impiego e la qualità delle medesime (20 MLN ) ASSE 3 - Promuovere la competitività delle PMI (294,645 MLN ) ASSE 7 Assistenza tecnica Crescita sostenibile ASSE 4 - Sostenere la transizione verso un economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori (194,6 MLN ) Crescita sostenibile inclusiva ASSE 5 Sviluppo urbano sostenibile (60 MLN ) ASSE 6 Strategia turistica delle Aree Interne (19 MLN )

7 ATTUAZIONE POR FESR AD OTTOBRE 2016 Risorse programmate (con DGR) sui 6 Assi Prioritari (escluso l Asse di AT): ca. 481,9 M pari a circa il 49,7 % della dotazione complessiva dei 6 Assi del POR FESR ,4 M 294,6 M ,6 M 208,1 M 194,6 M 93,5 M 77,1 M 65,75 M 20 M 45,3 M 60 M 52,7 M 19 M 20 M 20 M 19 M 0 0 ASSE I ASSE II ASSE III ASSE IV ASSE V ASSE VI Dotazione Risorse Programmate Risorse bandi regionali

8 POR FESR QUALI OPPORTUNITA PER LE IMPRESE ASSE 1 «RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L INNOVAZIONE» (dotazione 349,355 mln ) ASSE 3 «PROMUOVERE COMPETITIVITÀ DELLE PMI» (dotazione 294,645 mln )

9 ASSE 1 «RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L INNOVAZIONE»

10 ASSE 1 «RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L INNOVAZIONE» ATTUAZIONE AD OTTOBRE ,6 Mln (62,9% di risorse Asse 1) di risorse programmate 71 Progetti finanziati 5 Bandi approvati 26,2 Mln investimenti finanziati 23,6 Mln contributi concessi 8,7 Mln contributi erogati Bandi aperti Linea R&S per MPMI (FRIM FESR 2020) Supporto a CTL Bandi di prossima pubblicazione Linea Innovazione

11 ASSE 1 «RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L INNOVAZIONE» BANDI CHIUSI RA 1.1 «Incremento dell innovazione delle imprese» Bando «Smart Fashion and Design» (1/2) (Bando Decreto n.3169 DEL 11/04/2016) Dotazione finanziaria 15 mln Caratteristiche principali OGGETTO: Contributo a fondo perduto per progetti di sviluppo sperimentale con ricadute effettive e comprovate nella filiera della moda e/o del design BENEFICIARI: Partenariati composti da almeno 2 PMI ed una sola Grande impresa e/o un solo organismo di ricerca IMPORTO MAX: IMPORTO MIN PROGETTO: AMBITO: AdS della S3

12 ASSE 1 «RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L INNOVAZIONE» BANDI CHIUSI RA 1.1 «Incremento dell innovazione delle imprese» Bando «Smart Fashion and Design» (2/2) (Bando Decreto n.3169 DEL 11/04/2016) ATTUAZIONE AD OTTOBRE 2016: CHIUSA PRESENTAZIONE DOMANDE (16/6/16) 67 PROGETTI PRESENTATI IN CORSO DI VALUTAZIONE CA. 78,3 mln INVESTIMENTI PRESENTATI; CA. 31,6 mln CONTRIBUTI RICHIESTI

13 ASSE 1 «RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L INNOVAZIONE» BANDI CHIUSI RA 1.1 «Incremento dell innovazione delle imprese» Linea R&S per Aggregazioni (1/2) (Bando Decreto del 23/12/2015) Dotazione finanziaria 120 mln Caratteristiche principali OGGETTO: Contributo «misto» (a fondo perduto e finanziamento agevolato) per programmi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale BENEFICIARI: Partenariati tra almeno 2 PMI ed un organismo di ricerca e/o una Grande impresa IMPORTO MAX: 2 Mln a programma - Contributo a fondo perduto per Organismi di ricerca (40% costi ammissibili); Contributo «misto» per PMI (60% finanziamento + 10% a fondo perduto) e per Grandi imprese (50% finanziamento + 10% a fondo perduto) IMPORTO MIN PROGETTO: 1 Mln AMBITO: AdS della S3

14 ASSE 1 «RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L INNOVAZIONE» BANDI CHIUSI Bando in due fasi: RA 1.1 «Incremento dell innovazione delle imprese» Linea R&S per Aggregazioni (2/2) (Bando Decreto del 23/12/2015) ATTUAZIONE AD OTTOBRE 2016: - 1 fase (chiusa il 17/3/2016): 70 progetti ammessi alla II fase (Decreto n del 12/7/16): - investimenti presentati: ca. 99,8 mln ; - contributi richiesti: ca. 59 mln - 2 fase (chiusa il 12/8/2016): in corso fase di istruttoria

15 ASSE 1 «RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L INNOVAZIONE» BANDI CHIUSI RA 1.1 «Incremento dell innovazione delle imprese» Linea Accordi per la ricerca e l innovazione (1/2) (Bando DGR 5245 del 31/05/2016) Dotazione finanziaria 40 mln Caratteristiche principali OGGETTO: Contributo a fondo perduto per progetti comprendenti la Ricerca industriale, lo Sviluppo sperimentale e l Innovazione con impatto sulla competitività del territorio BENEFICIARI: Partenariati formalizzati in Aggregazioni (minimo due soggetti di cui almeno una impresa e un organismo di ricerca e/o Università) IMPORTO MAX: 4,5 Mln a progetto con intensità di aiuto (ESL) pari a: 60% per ricerca industriale, 40% per sviluppo sperimentale, 50 % per Innovazione delle PMI e 50% per Innovazione di processi e organizzativa per PMI (15% per Grandi Imprese) IMPORTO MIN PROGETTO: 5 Mln AMBITO: AdS della S3

16 ASSE 1 «RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L INNOVAZIONE» BANDI CHIUSI RA 1.1 «Incremento dell innovazione delle imprese» Linea Accordi per la ricerca e l innovazione (2/2) (Bando DGR 5245 del 31/05/2016) ATTUAZIONE OTTOBRE 2016: CHIUSA PRESENTAZIONE DOMANDE (29/9/16): 90 PROGETTI PRESENTATI IN CORSO DI VALUTAZIONE; CA. 600 mln INVESTIMENTI PRESENTATI; CA. 290 mln CONTRIBUTI RICHIESTI

17 ASSE 1 «RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L INNOVAZIONE» BANDI APERTI RA 1.1 «Incremento dell innovazione delle imprese» Fondo FRIM FESR 2020 (1/2) (Bando DGR del 18/12/2014) Dotazione finanziaria 30 mln Caratteristiche principali OGGETTO: Prestiti durata 3-7 anni, tasso dello 0,5% per progetti di ricerca e sviluppo con ricadute positive su l sistema competitivo e sul territorio lombardo BENEFICIARI: MPMI dei settori manifatturiero, delle costruzioni e dei servizi alle imprese IMPORTO MAX: 1 Mln intensità max aiuto in ESL 35% IMPORTO MIN PROGETTO: AMBITO: Aree di Specializzazione della S3

18 ASSE 1 «RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L INNOVAZIONE» BANDI APERTI RA 1.1 «Incremento dell innovazione delle imprese» Fondo FRIM FESR 2020 (2/2) (Bando DGR del 18/12/2014) ATTUAZIONE OTTOBRE 2016: Progetti finanziati: 71 (principali Aree S3: 45% ambito manifatturiero avanzato; 19% industrie creative-culturali e 11% industria della salute) Investimenti ammessi: ca.26,2 mln Contributi concessi: ca.23,6 mln Contributi erogati: ca. 8.8 mln Sportello sospeso provvisoriamente (Decreto n del 20/10/2016) Eventuale riapertura al termine della fase di istruttoria delle domande pervenute

19 ASSE 1 «RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L INNOVAZIONE» BANDI APERTI RA 1.2 «Rafforzamento del sistema innovativo regionale e nazionale» Supporto ai Cluster tecnologici lombardi (CTL) (1/2) (Bando Decreto 6786 del 12/07/2016) Dotazione finanziaria 1mln Caratteristiche principali: OGGETTO: Contributo a fondo perduto per «Piani di consolidamento» dei 9 CTL per il consolidamento delle relative governance per lo sviluppo e valorizzazione dell innovazione, della competitività e dell attrattività del territorio e degli attori del sistema della ricerca lombardi anche in ambito internazionale. Previste 2«finestre»per la presentazione dei progetti BENEFICIARI: 9 CTL riconosciuti da RL (Decreti n del 30/5/14 e 6980 del 22/7/14) IMPORTO MAX: per CTL (fino a max 50% di costi sostenuti)(+ max se Piano di consolidamento prevede anche progetto inter-cluster) INVESTIMENTO MIN: per CTL per Piani di consolidamento; per progetti intercluster Apertura II finestra dal 3/11/2016 al 1/12/2016

20 ASSE 1 «RAFFORZARE LA RICERCA, LO SVILUPPO TECNOLOGICO E L INNOVAZIONE» BANDI APERTI RA 1.2 «Rafforzamento del sistema innovativo regionale e nazionale» Supporto ai Cluster tecnologici lombardi (CTL) (2/2) (Bando Decreto 6786 del 12/07/2016) ATTUAZIONE OTTOBRE 2016: CHIUSA I FINESTRA DEL BANDO 4 PROGETTI PRESENTATI IN CORSO DI VALUTAZIONE (2 anche con progetti inter-cluster): CA INVESTIMENTI PRESENTATI CA CONTRIBUTI RICHIESTI Apertura II finestra dal 3/11/2016 al 1/12/2016

21 ASSE 3 «PROMUOVERE COMPETITIVITÀ DELLE PMI» Priorità (Reg. n. 1303/13) Risultato atteso (AdP) Azione del POR Risorse 3.d Rilancio della propensione agli investimenti del sistema produttivo 1 Azione 32 % dotazione b 3.4. Incremento livello internazionalizzazione sistemi produttivi 3.3. Consolidamento diversificazione sistemi produttivi territoriali 2 Azioni 11% dotazione 3 Azioni 19% dotazione a 3.5.Nascita e consolidamento MPMI 1 Azione 12 % dotazione d 3.6 Miglioramento accesso al credito 3 Azioni % dotazione 10 azioni

22 ASSE 3 «PROMUOVERE COMPETITIVITÀ DELLE PMI» ATTUAZIONE AD OTTOBRE ,1 mln (26,2% di risorse Asse 3) di risorse programmate 9 Progetti finanziati 3 Bandi approvati Ca. 2 mln Contributi concessi Ca. 4,2 mln Investimenti finanziati Bandi aperti Bandi di prossima pubblicazione Linea Intraprendo Progetti di promozione dell export

23 ASSE 3 «PROMUOVERE COMPETITIVITÀ DELLE PMI» BANDI CHIUSI RA 3.3 «Consolidamento diversificazione sistemi produttivi territoriali» Linea Sviluppo di prodotti e servizi integrati per la valorizzazione degli attrattori turistico-culturali e naturali della Lombardia (1/2) (Bando Decreto del 30/11/2015) Dotazione finanziaria 4 mln Caratteristiche principali OGGETTO: Contributo a fondo perduto a «progetti integrati» per la valorizzazione turistico-culturale dei grandi attrattori del Patrimonio UNESCO e del Patrimonio lirico lombardo BENEFICIARI: partenariati tra MPMI e associazioni di professionisti dei settori culturale creativo e turistico commerciale IMPORTO MAX: (50% dei costi ammessi) IMPORTO MIN PROGETTO:

24 ASSE 3 «PROMUOVERE COMPETITIVITÀ DELLE PMI» BANDI CHIUSI RA 3.3 «Consolidamento diversificazione sistemi produttivi territoriali» Linea Sviluppo di prodotti e servizi integrati per la valorizzazione degli attrattori turistico-culturali e naturali della Lombardia (2/2) ATTUAZIONE AD OTTOBRE 2016: Bando chiuso Approvata graduatoria (Decreto 7293 del 25/7/16): 9 PROGETTI FINANZIATI Ca. 4,2 MLN DI INVESTIMENTI FINANZIATI Ca. 2 MLN DI CONTRIBUTI CONCESSI

25 ASSE 3 «PROMUOVERE COMPETITIVITÀ DELLE PMI» BANDI CHIUSI RA 3.6. Miglioramento accesso al credito Linea Controgaranzie (Bando Decreto 5804 del 21/6/16) Dotazione finanziaria «Fondo controgaranzie» 28,5 mln Dotazione bando 25,5 mln Caratteristiche principali: OGGETTO: Controgaranzia su portafogli di garanzie concessi dai Soggetti Richiedenti (Confidi) per migliorare l accesso al credito di PMI BENEFICIARI: Confidi ex artt. 107 e 105 TUB IMPORTO MAX: 50 % su importo garantito da Confidi e max per operazione AMBITO: Operazioni finanziarie per creazione nuove imprese, messa a disposizione di capitale di costituzione, capitale di espansione, penetrazione nuovi mercati, sviluppo di nuovi brevetti/prodotti) ATTUAZIONE OTTOBRE 2016 TERMINE PRESENTAZIONE DOMANDE CONFIDI CHIUSO IL 23/8/16: 18 CANDIDATURE DI CONFIDI IN FASE DI ISTRUTTORIA

26 ASSE 3 «PROMUOVERE COMPETITIVITÀ DELLE PMI» BANDI APERTI RA 3.5 «Nascita e consolidamento MPMI» Linea «INTRAPRENDO» (1/2) (Bando Decreto n del 5/7/16) Dotazione finanziaria 30 mln (Linea) 15,835 mln (I bando) Caratteristiche principali OGGETTO: Contributo a fondo perduto e finanziamento a tasso agevolato per investimenti funzionali all avvio di attività imprenditoriali o al loro rilancio BENEFICIARI: MPMI avviate da max 24 mesi o costituende e liberi professionisti (anche in forma associata) con attività avviata da max 24 mesi o che intendono avviarla IMPORTO MAX: AMBITO: tutti i settori BANDO A SPORTELLO APERTO IL 15/9/16 FINO AD ESAURIMENTO RISORSE

27 ASSE 3 «PROMUOVERE COMPETITIVITÀ DELLE PMI» BANDI APERTI RA 3.5 «Nascita e consolidamento MPMI» Linea «INTRAPRENDO» (2/2) ATTUAZIONE ad ottobre 2016: BANDO A SPORTELLO APERTO IL 15/9/16 FINO AD ESAURIMENTO RISORSE: 226 DOMANDE PREVENUTE Ca. 12,877 mln DI RICHIESTE CONTRIBUTO Ca. 21,5 mln DI INVESTIMENTI PRESENTATI IN CORSO ISTRUTTORIA

28 ASSE 4 «SOSTENERE LA TRANSIZIONE VERSO UN ECONOMIA A BASSE EMISSIONI DI CARBONIO IN TUTTI I SETTORI» Priorità (Reg. n. 1303/13) Risultato atteso (AdP) Azioni del POR Risorse 4.c Riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico, residenziali e non residenziali e integrazione di fonti rinnovabili 2 Azioni 69% della dotazione e Aumentare la mobilità sostenibile nelle aree urbane 2 Azioni 31% della dotazione Azioni

29 ASSE 4 «SOSTENERE LA TRANSIZIONE VERSO UN ECONOMIA A BASSE EMISSIONI DI CARBONIO IN TUTTI I SETTORI» 48% Totale risorse programmate, 93,5 mln su 194,600 mln di cui: - 65,750 mln su RA 4.1. «Riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico, residenziali e non residenziali e integrazione di fonti rinnovabili» (34% risorse su RA 4.1.); - 20 mln su RA 4.6. «Aumentare la mobilità sostenibile nelle aree urbane» (33% risorse su RA 4.6.); Riserve Aree Interne (DGR n. 4803/2016): - 4,250 mln riserva Area Interna «Alta Valtellina»; - 3,5 mln riserva 2 nuove Aree Interne Attuazione bandi - Criteri di selezione approvati per 4 azioni (su 4 complessive); - 4Iniziative istituite e 1 Vexa elaborata - 4 Bandi approvati - Progetti finanziati: 72 - Contributo concesso: 15 mln - 1 bando chiuso con 21 progetti ammessi a fase di concertazione

30 ASSE 4 «SOSTENERE LA TRANSIZIONE VERSO UN ECONOMIA A BASSE EMISSIONI DI CARBONIO IN TUTTI I SETTORI» BANDI CHIUSI RA 4.1. Riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico, residenziali e non residenziali e integrazione di fonti rinnovabili Linea Bando per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici di proprietà di piccoli comuni, unioni di comuni, comuni derivanti da fusione e comunità montane» (I Bando Piccoli Comuni) (Bando: Decreto 6484 del 30/7/2015) Dotazione finanziaria iniziale 7 mln Dotazione finanziaria da graduatoria Agevolazione OGGETTO: Contributo a fondo perduto (90% costo ammissibile) per riqualificazione energetica del patrimonio edilizio pubblico BENEFICIARI: Comuni sino a 1000 ab., Unioni di Comuni, C. Mont., Comuni nati da fusione di Comuni dal 1/1/2011 IMPORTO MAX: AMBITO: edifici di proprietà pubblica, destinati all uso pubblico

31 ASSE 4 «SOSTENERE LA TRANSIZIONE VERSO UN ECONOMIA A BASSE EMISSIONI DI CARBONIO IN TUTTI I SETTORI» BANDI CHIUSI Linea Bando per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici di proprietà di piccoli comuni, unioni di comuni, comuni derivanti da fusione e comunità montane» (I Bando Piccoli Comuni) ATTUAZIONE ad ottobre 2016 Approvazione graduatoria (Decreto n del 5/5/16): PROGETTI AMMESSI E FINANZIATI: 17 CONTRIBUTI CONCESSI:

32 ASSE 4 «SOSTENERE LA TRANSIZIONE VERSO UN ECONOMIA A BASSE EMISSIONI DI CARBONIO IN TUTTI I SETTORI» BANDI CHIUSI RA 4.1. Riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico, residenziali e non residenziali e integrazione di fonti rinnovabili Linea Bando per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici di proprietà di piccoli comuni, unioni di comuni, comuni derivanti da fusione e comunità montane» (II Bando Piccoli Comuni) (Bando: Decreto 4708 del 26/5/2016) Dotazione finanziaria iniziale ,69 mln (8 Mln ,69 da economie I bando) Agevolazione OGGETTO: Contributo a fondo perduto (90% costo ammissibile) per riqualificazione energetica del patrimonio edilizio pubblico BENEFICIARI: Comuni sino a 1000 ab., Unioni di Comuni, C. Mont., Comuni nati da fusione di Comuni dal 1/1/2011 IMPORTO MAX: AMBITO: edifici di proprietà pubblica, destinati all uso pubblico

33 ASSE 4 «SOSTENERE LA TRANSIZIONE VERSO UN ECONOMIA A BASSE EMISSIONI DI CARBONIO IN TUTTI I SETTORI» BANDI CHIUSI Linea Bando per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici di proprietà di piccoli comuni, unioni di comuni, comuni derivanti da fusione e comunità montane» (II Bando Piccoli Comuni) ATTUAZIONE ad ottobre 2016 Approvazione graduatoria (Decreto n del 21/10/16): PROGETTI AMMESSI E FINANZIATI: 55 CONTRIBUTI CONCESSI:

34 ASSE 4 «SOSTENERE LA TRANSIZIONE VERSO UN ECONOMIA A BASSE EMISSIONI DI CARBONIO IN TUTTI I SETTORI» BANDI CHIUSI RA 4.6 Aumentare la mobilità sostenibile nelle aree urbane Linea Istituzione «Misura Mobilità ciclistica» e apertura bando (RA 4.6 Aumentare la mobilità sostenibile nelle aree urbane) (Bando: Decreto 6549 del 31/7/2015 Dotazione finanziaria 20 mln Agevolazione OGGETTO: Contributo a fondo perduto pari a 70% costo ammissibile per progetti di mobilità ciclistica BENEFICIARI: Comuni capoluogo di provincia, > abitanti, Città Metropolitana, Enti Parchi regionali IMPORTO MAX: AMBITO: Reti ciclabili di livello regionale PRMC ATTUAZIONE AD OTTOBRE 2016: 21 PROGETTI AMMESSI ALLA FASE DI CONCERTAZIONE (Decreto n del 15/7/16) PER SOTTOSCRIZIONE DEGLI ACCORDI CON RL ENTRO 31/12/16

35 ASSE 4 «SOSTENERE LA TRANSIZIONE VERSO UN ECONOMIA A BASSE EMISSIONI DI CARBONIO IN TUTTI I SETTORI» BANDI APERTI RA 4.1. Riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico, residenziali e non residenziali e integrazione di fonti rinnovabili Bando «Fondo regionale per l efficienza energetica (FREE)» (Bando: Decreto 5002 del 1/6/2016) Dotazione finanziaria 30,750 mln Agevolazione OGGETTO: Contributo «misto» pari a 70% costo ammissibile (30 % a fondo perduto + 40% finanziamento agevolato) per interventi di efficientamento energetico di edifici pubblici BENEFICIARI: - soggetti richiedenti il contributo: Comuni, Unioni di Comuni e Comunità Montane; - soggetti privati aggiudicatari di operazioni di PPP per l efficientamento energetico di edifici pubblici di proprietà di Comuni e Comunità Montane IMPORTO MAX: 4,9 Mln per intervento IMPORTO MIN SPESE: 1Mln ATTUAZIONE AD OTTOBRE 2016 BANDO APERTO FINO AL 28 OTTOBRE 2016

36 ASSE 5 «SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE» Priorità (Reg. n. 1303/13) Risultato atteso (AdP) Azioni del POR RIsorse 3.d 3.7 Diffusione e rafforzamento delle attività economiche a contenuto sociale 4.c 4.1 Riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico, residenziali e non residenziali e integrazione di fonti rinnovabili 9.b 9.4 Riduzione del numero di famiglie con particolari fragilità sociali ed economiche in condizioni di disagio abitativo 1 Azione 3 % della dotazione 2 Azioni 14 % della dotazione 1 Azione 83 % della dotazione Azioni

37 ASSE 5 «SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE» OBIETTIVI QUADRO 1) RIDISEGNO E MODERNIZZAZIONE DI SERVIZI URBANI; 2) RAFFORZAMENTO CAPACITA FILIERE PRODUTTIVE LOCALI CON ATTENZIONE ALLA DIMENSIONE SOCIALE DI IMPRESA IN FUNZIONE DELL INCLUSIONE SOCIALE

38 ASSE 5 «SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE» COMUNE DI MILANO - QUADRO RISORSE FINANZIARIE Fonte risorse Risorse % su totale POR FESR 52,7 mln 57,7% POR FSE 1,9 mln 2,1% PON METRO 5 mln 5,5% Comune di Milano Regione Lombardia 20 mln 21,9% 15,8 mln 12,8% TOTALE 95,4 100%

39 ASSE 6 «STRATEGIA TURISTICA DELLE AREE INTERNE» Priorità (Reg. n. 1303/13) Risultato atteso (AdP) Azioni del POR Risorse 6.c: Conservare, proteggere, promuovere e sviluppare il patrimonio naturale e culturale 6.7 Miglioramento delle condizioni e degli standard di offerta e fruizione del patrimonio culturale, nelle aree di attrazione 2 Azioni 100% della dotazione Azioni

40 ASSE 6 «STRATEGIA TURISTICA DELLE AREE INTERNE» PROCESSO DI PROGETTAZIONE INTEGRATA BOTTOM-UP FONDATA SU 2 PILASTRI: 1) RAFFORZAMENTO SERVIZI DI CITTADINANZA (SCUOLA, SANITA, MOBILITA ) 2) COSTRUZIONE DI TRAIETTORIE DI SVILUPPO LOCALE (TURISMO E ARTIGIANATO)

41 ASSE 6 «STRATEGIA TURISTICA DELLE AREE INTERNE» RISORSE STRATEGIA NAZIONALE AREE INTERNE - LOMBARDIA (4 AREE) Fonte risorse Risorse % su totale POR FESR Asse VI ,5% POR FESR I, III e IV ,5% POR FSE ,9% PSR FEASR ,6% TOTALE POR ,00% Legge Stabilità TOTALE

42 PER INFORMAZIONI SU BANDI POR FESR VISITATE IL SITO «PROGRAMMAZIONE EUROPEA» DI REGIONE LOMBARDIA Alla sezione «Programmazione europea » POR FESR 2014

ASSE 1. INNOVAZIONE ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA Dott.ssa Colombo

ASSE 1. INNOVAZIONE ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA Dott.ssa Colombo ASSE 1 INNOVAZIONE ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA Dott.ssa Colombo ASSE 1: OBIETTIVI E FINALITÀ Promozione di maggiore intensità e qualità degli investimenti in Ricerca e Sviluppo; Potenziamento degli investimenti

Dettagli

Obiettivo "Investimenti in favore della crescita e dell occupazione"

Obiettivo Investimenti in favore della crescita e dell occupazione Obiettivo "Investimenti in favore della crescita e dell occupazione" Programma Operativo della Regione Lombardia Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) 2014-2020 Decisione C(2015) 923 del 12/02/2015

Dettagli

Agenda urbana dell Umbria Carlo Cipiciani

Agenda urbana dell Umbria Carlo Cipiciani Agenda urbana dell Umbria Carlo Cipiciani Regione Umbria Perché un Agenda urbana nella nuova programmazione 2014-2020 delle risorse europee Le città Motori della crescita e di poli di creatività e innovazione

Dettagli

Programma Operativo 2014/2020

Programma Operativo 2014/2020 Programma Operativo Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014/2020 DOTAZIONE FINANZIARIA F.E.S.R. 2014/2020 965.844.740 Nel periodo 2007/2013 1.076.000.000 Criteri di concentrazione delle risorse per la

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START

FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START DOTAZIONE BANDO SOGGETTI BENEFICIARI La dotazione finanziaria iniziale è pari ad 30.000.000,00, così suddivisa:

Dettagli

Il territorio della BAT e la programmazione 2014-2020: una strategia per la crescita e l occupazione

Il territorio della BAT e la programmazione 2014-2020: una strategia per la crescita e l occupazione European Association of Local and Regional Initiatives for Economic Development, Employment and Solidarity Il territorio della BAT e la programmazione 2014-2020: una strategia per la crescita e l occupazione

Dettagli

Modelli di finanziamento innovativi per investimenti nell efficienza energetica: Progetto Europeo MARTE

Modelli di finanziamento innovativi per investimenti nell efficienza energetica: Progetto Europeo MARTE Modelli di finanziamento innovativi per investimenti nell efficienza energetica: Progetto Europeo MARTE Fabio Travagliati Regione Marche Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE Fondi Strutturali

Dettagli

Strumenti Finanziari: VEXA ex art. 37 Reg. 1303/2013

Strumenti Finanziari: VEXA ex art. 37 Reg. 1303/2013 Strumenti Finanziari: VEXA ex art. 37 Reg. 1303/2013 Comitato di Sorveglianza - 12 maggio 2015 Gli Strumenti Finanziari nella Programmazione 2014-2020 (1/2) Il Contesto Europeo La Programmazione 2014-2020

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2448 Seduta del 07/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2448 Seduta del 07/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2448 Seduta del 07/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

Programma Operativo della Regione Piemonte FESR FSE Fondi strutturali europei 2014 2020

Programma Operativo della Regione Piemonte FESR FSE Fondi strutturali europei 2014 2020 Programma Operativo della Regione Piemonte FESR FSE Fondi strutturali europei 2014 2020 Umberto Fava Agenzia di sviluppo Langhe Monferrato Roero Alessandria, 1 Dicembre 2014 Palatium Vetus Fondazione Cassa

Dettagli

Fondi Strutturali Periodo 2014-2020 Principi generali e strumenti programmatici. Cosimo Antonaci

Fondi Strutturali Periodo 2014-2020 Principi generali e strumenti programmatici. Cosimo Antonaci Fondi Strutturali Periodo 2014-2020 Principi generali e strumenti programmatici Cosimo Antonaci 1 cos è la politica di coesione la politica di coesione (o politica regionale comunitaria) è la politica

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 3619 Seduta del 21/05/2015

DELIBERAZIONE N X / 3619 Seduta del 21/05/2015 DELIBERAZIONE N X / 3619 Seduta del 21/05/2015 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI MARIA CRISTINA CANTU' CRISTINA

Dettagli

Consultazione online FASE 3 - PSR FEASR 2014-20 Osservazioni GAL della Pianura veneta

Consultazione online FASE 3 - PSR FEASR 2014-20 Osservazioni GAL della Pianura veneta Consultazione online FASE 3 - PSR FEASR 2014-20 Osservazioni GAL della Pianura veneta Misura 4. Investimenti in immobilizzazioni materiali (art. 17) Sottomisura 4.4 Sostegno per investimenti non produttivi

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE IL PERCORSO DI PROGRAMMAZIONE 2014 2020

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE IL PERCORSO DI PROGRAMMAZIONE 2014 2020 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE IL PERCORSO DI PROGRAMMAZIONE 2014 2020 REGIONE PIEMONTE Comitato di Sorveglianza Torino, 30 maggio 2014 I RIFERIMENTI INTERNI PER LA COSTRUZIONE

Dettagli

REGIONE TOSCANA Giunta Regionale

REGIONE TOSCANA Giunta Regionale Allegato A) REGIONE TOSCANA Giunta Regionale STRUTTURA E ARTICOLAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE CRESCITA E OCCUPAZIONE FESR TOSCANA 2014-2020 (POR CREO FESR TOSCANA 2.0) AGGIORNAMENTO e REVISIONE

Dettagli

Città metropolitane e PON Metro

Città metropolitane e PON Metro Città metropolitane e PON Metro Corso di Pubblica Amministrazione e Sviluppo Locale Massimo La Nave 1 L area delle operazioni del PON Il pilastro del PON Metro è l identificazione dei Comuni capoluogo

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2521 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2521 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2521 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 1916 Seduta del 30/05/2014

DELIBERAZIONE N X / 1916 Seduta del 30/05/2014 DELIBERAZIONE N X / 1916 Seduta del 30/05/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione:

I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione: I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione: Il modello Talent Lab di Calabria Innova Il Fondo Equity per le Imprese Innovative L acquisizione di servizi per l innovazione Luca Mannarino

Dettagli

Priorità della programmazione 2014 2020 nella Regione Siciliana

Priorità della programmazione 2014 2020 nella Regione Siciliana Priorità della programmazione 2014-2020 in Sicilia Priorità della programmazione 2014 2020 nella Regione Siciliana Emanuele Villa Istituto Arrupe Palermo, 21 maggio 2014 Priorità della programmazione 2014-2020

Dettagli

LINEA START E RESTART ASSE III 3.A.1.1 POR FESR 2014-2020 BANDO DELLA REGIONE LOMBARDIA CRITERI APPLICATIVI NUOVO BANDO

LINEA START E RESTART ASSE III 3.A.1.1 POR FESR 2014-2020 BANDO DELLA REGIONE LOMBARDIA CRITERI APPLICATIVI NUOVO BANDO LINEA START E RESTART ASSE III 3.A.1.1 POR FESR 2014-2020 BANDO DELLA REGIONE LOMBARDIA CRITERI APPLICATIVI NUOVO BANDO Giuseppe Vallarino 1 Convegno Lo street food come opportunità di lavoro. Normative

Dettagli

LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE

LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE 1. Linee guida per il Progetto di legge per il rilancio della competitività lombarda 2. Aggiornamento dei criteri attuativi di Credito Adesso: 3.

Dettagli

DECRETO N. 5032 Del 17/06/2015

DECRETO N. 5032 Del 17/06/2015 DECRETO N. 5032 Del 17/06/2015 Identificativo Atto n. 589 DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE Oggetto POR FESR 2007-2013. PROROGA DEL TERMINE PER LA CHIUSURA DELLO SPORTELLO

Dettagli

Il POR FESR dell Emilia-Romagna 2014-2020

Il POR FESR dell Emilia-Romagna 2014-2020 Il POR FESR dell Emilia-Romagna 2014-2020 10 marzo 2015 Morena Diazzi Autorità di Gestione Por Fesr Emilia-Romagna 2007-2013 L approccio unitario della nuova programmazione IL POR FESR 2014-2020 Con la

Dettagli

Accordo di partenariato 2014-2020. I fondi europei per la coesione

Accordo di partenariato 2014-2020. I fondi europei per la coesione Accordo di partenariato 2014-2020 I fondi europei per la coesione 4 Novembre 2014 Presidenza del Consiglio dei Ministri 1 cos è la politica di coesione la politica di coesione(o politica regionale comunitaria)

Dettagli

POR Lombardia FESR 2007-2013 DDUO n.7128 del 29/07/2011

POR Lombardia FESR 2007-2013 DDUO n.7128 del 29/07/2011 BANDO DI INVITO A PRESENTARE PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO SPERIMENTALE NEI SETTORI STRATEGICI DI REGIONE LOMBARDIA E DEL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA POR Lombardia

Dettagli

IL PROGRAMMA DEL POR FESR EMILIA-ROMAGNA 2014-2020. Autorità di Gestione POR FESR Emilia Romagna 2007-2013

IL PROGRAMMA DEL POR FESR EMILIA-ROMAGNA 2014-2020. Autorità di Gestione POR FESR Emilia Romagna 2007-2013 IL PROGRAMMA DEL POR FESR EMILIA-ROMAGNA 2014-2020 Autorità di Gestione POR FESR Emilia Romagna 2007-2013 La filiera della programmazione Regolamento generale sui fondi che introduce gli obiettivi tematici

Dettagli

Stati Generali della Ricerca e dell Innovazione

Stati Generali della Ricerca e dell Innovazione Stati Generali della Ricerca e dell Innovazione «Ricerca & Innovazione: programmazione comunitaria 2014/2020 e Smart Specialisation Strategy gli strumenti di ingegneria finanziaria» Milano, 25 luglio 2013

Dettagli

RAPPORTO 2014 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA

RAPPORTO 2014 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA RAPPORTO 2014 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA Il finanziamento degli investimenti degli Enti locali e territoriali: gli strumenti ed il loro utilizzo Alessandro Panaro Milano, 23 gennaio 2015 Le fonti

Dettagli

Le Priorità del Programma Spazio Alpino 2014-2020 e le nuove opportunità per i portatori di interesse italiani

Le Priorità del Programma Spazio Alpino 2014-2020 e le nuove opportunità per i portatori di interesse italiani Le Priorità del Programma Spazio Alpino 2014-2020 e le nuove opportunità per i portatori di interesse italiani Udine Italy 15 Settembre 2015 Wania Moschetta Regione Friuli Venezia Giulia This programme

Dettagli

PO REGIONE PUGLIA FESR 2007-2013: Strategia regionale per la Ricerca e l Innovazione Descrizione Assi e Azioni

PO REGIONE PUGLIA FESR 2007-2013: Strategia regionale per la Ricerca e l Innovazione Descrizione Assi e Azioni Newsletter n.74 Aprile 2010 Approfondimento_22 PO REGIONE PUGLIA FESR 2007-2013: Strategia regionale per la Ricerca e l Innovazione Descrizione Assi e Azioni Assi Asse 1 - Asse 2 - Asse 3 - Asse 4 - Sostegno

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI 2014-2020

PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI 2014-2020 PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI 2014-2020 27 gennaio 2014 1 PROGRAMMAZIONE 2014-2020 DEI FONDI COMUNITARI SINTESI DEL PERCORSO E STATO DELL ARTE A. Negoziato Europeo Il 2 dicembre 2013 il Consiglio

Dettagli

Contratti di Sviluppo Informativa sulle domande presentate al 31 maggio 2012 Comitato di Sorveglianza Roma, 15 giugno 2012

Contratti di Sviluppo Informativa sulle domande presentate al 31 maggio 2012 Comitato di Sorveglianza Roma, 15 giugno 2012 Punto 5 dell Ordine del Giorno: Contratti di Sviluppo Informativa sulle domande presentate al 31 maggio 2012 Comitato di Sorveglianza Roma, 15 giugno 2012 Cosa sono i Contratti di Sviluppo Strumento attuativo

Dettagli

PUBBLICO/PRIVATO: PROGETTARE INSIEME PER VINCERE IN EUROPA

PUBBLICO/PRIVATO: PROGETTARE INSIEME PER VINCERE IN EUROPA PUBBLICO/PRIVATO: PROGETTARE INSIEME PER VINCERE IN EUROPA IL MODELLO DISTRETTO CULTURALE EVOLUTO DELLE MARCHE E LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA Simona Teoldi ECONOMIA E CULTURA Cultura come volano trasversale

Dettagli

Mauro TERZONI. Dirigente Politiche Comunitarie Autorità di Gestione FESR e FSE Regione Marche

Mauro TERZONI. Dirigente Politiche Comunitarie Autorità di Gestione FESR e FSE Regione Marche Mauro TERZONI Dirigente Politiche Comunitarie Autorità di Gestione FESR e FSE Regione Marche Costruire il POR a partire dai bisogni Quali sfide? del territorio Unamodesta performance regionale in materia

Dettagli

Perugia 30 Novembre 2012. Le Politiche industriali della Regione Umbria: nuove misure di incentivazione

Perugia 30 Novembre 2012. Le Politiche industriali della Regione Umbria: nuove misure di incentivazione Perugia 30 Novembre 2012 Le Politiche industriali della Regione Umbria: nuove misure di incentivazione Direzione Regionale Programmazione, Innovazione e Competitività dell Umbria Coordinamento Area Imprese

Dettagli

NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE

NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE POR FESR SARDEGNA 2007 2013 Asse VI Competitività - Linea di attività 6.2.1.b Programma di aiuti per Nuove Imprese Innovative NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE Giuseppe Serra Sardegna Ricerche Progetto cofinanziato

Dettagli

Il CAPITALE DI RISCHIO E LA COLLABORAZIONE PUBBLICO PRIVATA. Bando 1.2.4. Ingegneria Finanziaria FONDO CAPITALE DI RISCHIO

Il CAPITALE DI RISCHIO E LA COLLABORAZIONE PUBBLICO PRIVATA. Bando 1.2.4. Ingegneria Finanziaria FONDO CAPITALE DI RISCHIO Il CAPITALE DI RISCHIO E LA COLLABORAZIONE PUBBLICO PRIVATA Bando 1.2.4. Ingegneria Finanziaria FONDO CAPITALE DI RISCHIO FINALITA E OBIETTIVI Supportare gli investimenti delle Piccole e Medie imprese

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA VALORIZZAZIONE E LA GESTIONE DEI SISTEMI AMBIENTALI E CULTURALI (SAC) DELLA REGIONE PUGLIA PREMESSO:

DISCIPLINARE PER LA VALORIZZAZIONE E LA GESTIONE DEI SISTEMI AMBIENTALI E CULTURALI (SAC) DELLA REGIONE PUGLIA PREMESSO: DISCIPLINARE PER LA VALORIZZAZIONE E LA GESTIONE DEI SISTEMI AMBIENTALI E CULTURALI (SAC) DELLA REGIONE PUGLIA PREMESSO: che le strategie della Regione Puglia nel campo della cultura, dell ambiente e del

Dettagli

I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020

I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020 Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020 Tiziana Dell Olmo, Regione Piemonte PROGRAMMAZIONE 2014-2020 IN PIEMONTE Programmi regionali

Dettagli

Le politiche e i progetti urbani nella programmazione europea 2014-2020 di Enrico Ciciotti

Le politiche e i progetti urbani nella programmazione europea 2014-2020 di Enrico Ciciotti Le politiche e i progetti urbani nella programmazione europea 2014-2020 di Enrico Ciciotti 1-Premessa Nel documento La ripresa economica e la politica industriale e regionale 1 venivano dati alcuni suggerimenti

Dettagli

Programma degli interventi

Programma degli interventi Allegato 1 alla Delib.G.R. n. 46/8 del 22.9.2015 Programmazione Unitaria 2014-2020. Strategia "Creare opportunità di lavoro favorendo la competitività delle imprese". Programma di intervento 3: Competitività

Dettagli

LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020

LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020 LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020 Direzione Affari economici e Centro Studi Ing. Romain Bocognani «I finanziamenti europei diretti ed indiretti per il settore delle

Dettagli

Progetto cofinanziato dall Unione Europea REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA UNIONE EUROPEA SFIRS. 03 Febbraio 2014

Progetto cofinanziato dall Unione Europea REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA UNIONE EUROPEA SFIRS. 03 Febbraio 2014 Progetto cofinanziato dall Unione Europea REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA UNIONE EUROPEA SFIRS 03 Febbraio 2014 1 Fondo Microcredito FSE Fondo Microcredito FSE Obiettivo L integrazione sociale nel mercato

Dettagli

Interventi a sostegno della nascita e lo sviluppo di nuove imprese innovative

Interventi a sostegno della nascita e lo sviluppo di nuove imprese innovative POR FESR SARDEGNA 2007 2013 Asse VI Competitività Interventi a sostegno della nascita e lo sviluppo di nuove imprese innovative Le opportunità localizzative offerte dal Parco scientifico e tecnologico

Dettagli

Finanziamenti Europei 2014-2020 Prospettive e investimenti. Rielaborazione delle presentazioni di Valentino Piana, Paola Giorgi e Mauro Terzoni

Finanziamenti Europei 2014-2020 Prospettive e investimenti. Rielaborazione delle presentazioni di Valentino Piana, Paola Giorgi e Mauro Terzoni Finanziamenti Europei 2014-2020 Prospettive e investimenti Rielaborazione delle presentazioni di Valentino Piana, Paola Giorgi e Mauro Terzoni Fondi FESR 2014-2020 L edilizia nel contesto europeo Gli undici

Dettagli

INFO-DAY ACCORDO DI PROGRAMMA

INFO-DAY ACCORDO DI PROGRAMMA INFO-DAY ACCORDO DI PROGRAMMA Ancona, 16 Novembre 2012 ACCORDO DI PROGRAMMA (ADP) PER LA REINDUSTRIALIZZAZIONE DELLE AREE COLPITE DALLA CRISI A. MERLONI INDICE -QUADRO GENERALE DELL ADP -ASSE 1, SVILUPPO

Dettagli

ALLEGATO A Linea di intervento 1.2.1.1 Asse 1 POR FESR 2007-2013 AZIONE A Sottomisura C - MISURA 1 BANDO PER LA CONCESSIONE DI INCENTIVI PER L ACCESSO DA PARTE DI MPMI LOMBARDE A PIATTAFORME DI OPEN INNOVATION

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2010. DOMODOSSOLA 18 settembre 2015

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2010. DOMODOSSOLA 18 settembre 2015 Programma di Sviluppo Rurale 2014-2010 MISURA 19 CLLD LEADER LA SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO DOMODOSSOLA 18 settembre 2015 1 Piemonte PROGRAMMAZIONE 2007-2013 PSR 2007-2013 ASSE IV LEADER 13 GRUPPI

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 803 Seduta del 11/10/2013

DELIBERAZIONE N X / 803 Seduta del 11/10/2013 DELIBERAZIONE N X / 803 Seduta del 11/10/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

Regione Abruzzo. Promozione e Sviluppo del Sistema Produttivo LEGGE REGIONALE PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DEL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONALE

Regione Abruzzo. Promozione e Sviluppo del Sistema Produttivo LEGGE REGIONALE PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DEL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONALE LEGGE REGIONALE PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DEL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONALE La Competitività Territoriale Lo sviluppo e la competitività territoriale passano necessariamente attraverso la capacità

Dettagli

Gli incentivi nazionali alla Ricerca. Unit Coordinamento Operativo e Sviluppo Strategico Department Finanza per lo Sviluppo

Gli incentivi nazionali alla Ricerca. Unit Coordinamento Operativo e Sviluppo Strategico Department Finanza per lo Sviluppo Gli incentivi nazionali alla Ricerca Unit Coordinamento Operativo e Sviluppo Strategico Department Finanza per lo Sviluppo Fondo per le Agevolazioni alla Ricerca (FAR) - MIUR Caratteristiche generali (1)

Dettagli

PROTOCOLLO D' INTESA PER L ATTUAZIONE DELL ASSE 6 CITTA AT- TRATTIVE E PARTECIPATE DEL POR FESR EMILIA ROMAGNA 2014-2020

PROTOCOLLO D' INTESA PER L ATTUAZIONE DELL ASSE 6 CITTA AT- TRATTIVE E PARTECIPATE DEL POR FESR EMILIA ROMAGNA 2014-2020 Allegato parte integrante - 2 Allegato B) PROTOCOLLO D' INTESA PER L ATTUAZIONE DELL ASSE 6 CITTA AT- TRATTIVE E PARTECIPATE DEL POR FESR EMILIA ROMAGNA 2014-2020 TRA Regione Emilia Romagna, in persona

Dettagli

Piano straordinario per l'occupazione.

Piano straordinario per l'occupazione. Piano straordinario per l'occupazione. Il lavoro, il futuro. COMPetitività ASSI MISURA II.1 Innovation Voucher Misura di sostegno Innovation Voucher Categorie di destinatari Favorire la nascita di nuove

Dettagli

AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI INTEGRATI DEI PICCOLI COMUNI (PICO) FASE I Fondo MICROCREDITO PICCOLI COMUNI CAMPANI-FSE

AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI INTEGRATI DEI PICCOLI COMUNI (PICO) FASE I Fondo MICROCREDITO PICCOLI COMUNI CAMPANI-FSE AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI INTEGRATI DEI PICCOLI COMUNI (PICO) FASE I Fondo MICROCREDITO PICCOLI COMUNI CAMPANI-FSE P.O. Campania FSE 2007-2013 Asse I Adattabilità Obiettivo specifico c) Obiettivo

Dettagli

INCENTIVI ALLE IMPRESE:

INCENTIVI ALLE IMPRESE: INCENTIVI ALLE IMPRESE: QUANDO COME E QUANTO Roma, 15-16 Febbraio 2014 Cari amici, questo opuscolo nasce con l auspicio di essere un valido punto di partenza per esplorare le possibilità messe in campo

Dettagli

! " # $ % % & % & ' (

!  # $ % % & % & ' ( ! "#$ & &' ! "#!"$ "!& #"!&$"'!& #"'!&$ & +,! -.! " ' /. 0 &.! " #!"$. # "!&$!& # "'!&$. /! # "!&$ +" '-'/!/1/.-2"!2.3 / 3 24! 5.&.3 /"0 ' 6'1'22'7//289 6.:'7//289; 6/-:!/.-"!./'"93 ;6'/2'":

Dettagli

PROGRAMMA DI COOPERAZIONE Alpine Space Programme 2014-2020

PROGRAMMA DI COOPERAZIONE Alpine Space Programme 2014-2020 PROGRAMMA DI COOPERAZIONE Alpine Space Programme 2014-2020 La presente scheda ha lo scopo di illustrare sinteticamente i contenuti del Programma di Cooperazione per il periodo 2014-2020, approvato dalla

Dettagli

Sezione MANIFATTURIERO GIOVANILE

Sezione MANIFATTURIERO GIOVANILE Allegato A) Scheda di dettaglio Finalità generale Obiettivo operativo Territori interessati Soggetti beneficiari CREAZIONE D'IMPRESA Sezione MANIFATTURIERO GIOVANILE Consolidare lo sviluppo economico accrescendo

Dettagli

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione.

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. Treviso, 24 febbraio 2015 Smart Specialisation Strategy Rappresenta il rafforzamento delle specializzazioni del territorio e la promozione

Dettagli

Il Programma Operativo Nazionale Per la Scuola Competenze e Ambienti per l Apprendimento

Il Programma Operativo Nazionale Per la Scuola Competenze e Ambienti per l Apprendimento Il Programma Operativo Nazionale Per la Scuola Competenze e Ambienti per l Apprendimento IL PERCORSO DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 Dicembre 2013: invio seconda bozza dell Accordo di Partenariato alla

Dettagli

Fare clic per inserire titolo

Fare clic per inserire titolo I finanziamenti della Regione inserire titolo per le imprese ICT L information and Comunication Tecnology nella Provincia di Forlì-Cesena: mappatura e scenari di sviluppo 08 ottobre 2015 Aula magna di

Dettagli

Un modello di sviluppo territoriale turistico e culturale: dall'analisi strategica al modello operativo. Fabio Guerra. Roma, 27 febbraio 2015

Un modello di sviluppo territoriale turistico e culturale: dall'analisi strategica al modello operativo. Fabio Guerra. Roma, 27 febbraio 2015 Un modello di sviluppo territoriale turistico e culturale: dall'analisi strategica al modello operativo Fabio Guerra Roma, 27 febbraio 2015 Argomenti trattati: Programmazione strategica: - La definizione

Dettagli

Documento di sintesi sulle priorità dei Fondi strutturali 2014 2020

Documento di sintesi sulle priorità dei Fondi strutturali 2014 2020 Documento di sintesi sulle priorità dei Fondi strutturali 2014 2020 1) La programmazione dei fondi europei 2014 2020 L UE propone attraverso Europa 2020 una strategia concentrata su alcune priorità, innervata

Dettagli

- In data 12 maggio 2015, il Ministero per la Sviluppo Economico - Direzione generale per il

- In data 12 maggio 2015, il Ministero per la Sviluppo Economico - Direzione generale per il REGIONE PIEMONTE BU45 12/11/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 26 ottobre 2015, n. 15-2314 Programma regionale di cofinanziamento a favore dell'efficienza energetica nei cicli e delle strutture

Dettagli

Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020. Programma Interreg Europe

Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020. Programma Interreg Europe Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020 Programma Interreg Europe Bologna, 27 novembre 2014 L area di Programma Programma Interreg Europe OBIETTIVO GENERALE Contribuire al rafforzamento delle politiche

Dettagli

I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020

I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020 Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea I programmi di cooperazione transnazionale e interregionale 2014-2020 Tiziana Dell Olmo Regione Piemonte, Settore Programmazione Macroeconomica Biella, 28 gennaio

Dettagli

Promuovere il miglioramento dell offerta di trasporto passeggeri e merci incrementando l efficienza e la sostenibilità ambientale.

Promuovere il miglioramento dell offerta di trasporto passeggeri e merci incrementando l efficienza e la sostenibilità ambientale. Gli Assi Prioritari Asse 1 Innovazione ed Economia della Conoscenza Promuovere e sostenere la ricerca e l innovazione per la competitività delle imprese attraverso la valorizzazione della conoscenza. Asse

Dettagli

Agenda Digitale del Veneto, le infrastrutture digitali. Azioni avviate e prospettive per il Polesine

Agenda Digitale del Veneto, le infrastrutture digitali. Azioni avviate e prospettive per il Polesine Agenda Digitale del Veneto, le infrastrutture digitali. Azioni avviate e prospettive per il Polesine Tasso Elvio Regione del Veneto Sezione Sistemi Informativi Rovigo 19 settembre 2014 1 L Agenda Digitale

Dettagli

Strumenti finanziari POR FESR 2014 2020 Informativa sulla valutazione ex ante

Strumenti finanziari POR FESR 2014 2020 Informativa sulla valutazione ex ante fondi strutturali e di investimento europei 2014-2020 FONDO SOCIALE EUROPEO e FONDO EUROPEO SVILUPPO REGIONALE Strumenti finanziari POR FESR 2014 2020 Informativa sulla valutazione ex ante Comitato di

Dettagli

Ricerca e Innovazione: Le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020

Ricerca e Innovazione: Le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020 Ricerca e Innovazione: Le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020 Esempio di programmazione Regionale Roma, 09 luglio 2014 Armando De Crinito Direttore Vicario DG Attività Produttive

Dettagli

INFORMATIVA SULLE AZIONI ATTIVATE (B) Strumenti di Ingegneria Finanziaria nell ambito del PON R&C. Comitato di Sorveglianza 16 giugno g 2010 Roma

INFORMATIVA SULLE AZIONI ATTIVATE (B) Strumenti di Ingegneria Finanziaria nell ambito del PON R&C. Comitato di Sorveglianza 16 giugno g 2010 Roma Punto 5 dell ordine del giorno: INFORMATIVA SULLE AZIONI ATTIVATE (B) Strumenti di Ingegneria Finanziaria nell ambito del PON R&C (C) I nuovi bandi del MISE a valere sulla Legge 46/82 FIT Comitato di Sorveglianza

Dettagli

Le opportunità di finanziamento per l efficientamento energetico

Le opportunità di finanziamento per l efficientamento energetico Le opportunità di finanziamento per l efficientamento energetico Fabio Travagliati Regione Marche Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE SENIGALLIA, 26 giugno 2015 Cinque Fondi strutturali

Dettagli

Patto dei Sindaci Il ruolo della Regione del Veneto

Patto dei Sindaci Il ruolo della Regione del Veneto Patto dei Sindaci Il ruolo della Regione del Veneto giuliano vendrame sezione energia regione del veneto Treviso, 25 marzo 2015 Dal 2008 attraverso il Patto dei Sindaci, le città firmatarie si sono impegnate

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 4253 Seduta del 30/10/2015

DELIBERAZIONE N X / 4253 Seduta del 30/10/2015 DELIBERAZIONE N X / 4253 Seduta del 30/10/2015 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali FABRIZIO SALA Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI FRANCESCA BRIANZA CRISTINA

Dettagli

LOMBARDIA REGIONE CONCRETA

LOMBARDIA REGIONE CONCRETA LOMBARDIA REGIONE CONCRETA PDL DIFESA DEL SUOLO PIÙ DI 200 MILIONI PER LA LOMBARDIA 126 MILIONI PER L AGRICOLTURA 62 MILIONI PER LE IMPRESE 15 MILIONI PER LA MODA E IL DESIGN 1,5 MILIONI AI CITTADINI COLPITI

Dettagli

PMI: contributi a fondo perduto 2014-2020 per le aziende e nuove opportunità di crescita

PMI: contributi a fondo perduto 2014-2020 per le aziende e nuove opportunità di crescita PMI: contributi a fondo perduto 2014-2020 per le aziende e nuove opportunità di crescita FONDI STRUTTURALI E DI COESIONE 2014/2020 PROGRAMMAZIONE EUROPEA: A livello europeo: Quadro Strategico Comune A

Dettagli

La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile

La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile giuliano vendrame sezione energia regione del veneto Padova, 17 novembre 2014 Piano Energetico Regionale Fonti Rinnovabili - Risparmio

Dettagli

I Fondi strutturali e i fondi a finalità strutturali europei in Basilicata

I Fondi strutturali e i fondi a finalità strutturali europei in Basilicata I Fondi strutturali e i fondi a finalità strutturali europei in Basilicata La Regione Basilicata ha attivi sul proprio territorio 3 Programmi di investimento delle risorse comunitarie per un ammontare

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE 2014-2020

REGIONE LOMBARDIA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE 2014-2020 UNIONE EUROPEA REGIONE LOMBARDIA Allegato A PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE 2014-2020 OBIETTIVO INVESTIMENTI IN FAVORE DELLA CRESCITA E DELL OCCUPAZIONE (cofinanziato con il FESR) ASSE PRIORITARIO I RAFFORZARE

Dettagli

Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Svizzera Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020

Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Svizzera Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020 Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Svizzera Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea 2014-2020 Laura Pedriali Settore Cooperazione transfrontaliera e programmazione integrata

Dettagli

QUALE SPAZIO PER LA SALUTE?

QUALE SPAZIO PER LA SALUTE? AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITÀ SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SOCIALE E INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA I FONDI STRUTTURALI NELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020: QUALE

Dettagli

Progetto Pilota Start Up House azione 1.2

Progetto Pilota Start Up House azione 1.2 LA REGIONE TOSCANA PER LE PMI Tour di presentazione delle prossime opportunità POR FESR 2014-2020 Intro Fondo rotativo Fondi di Garanzia Protocolli d insediamento Progetto Pilota Start Up House azione

Dettagli

AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI OPERATIVI PER L IMPRENDITORIALITA COMUNALE - (POIC) A VALERE SUL FONDO PISL POIC FSE. Fase I

AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI OPERATIVI PER L IMPRENDITORIALITA COMUNALE - (POIC) A VALERE SUL FONDO PISL POIC FSE. Fase I AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI OPERATIVI PER L IMPRENDITORIALITA COMUNALE - (POIC) A VALERE SUL FONDO PISL POIC FSE Fase I POR FSE 2007-2013 Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione ASSE II

Dettagli

D.G. Attività produttive, ricerca e innovazione D.d.u.o. 14 luglio 2015 - n. 5916 POR FESR 2014-2020. Bando FRIM FESR 2020.

D.G. Attività produttive, ricerca e innovazione D.d.u.o. 14 luglio 2015 - n. 5916 POR FESR 2014-2020. Bando FRIM FESR 2020. 32 Bollettino Ufficiale D.G. Attività produttive, ricerca e innovazione D.d.u.o. 14 luglio 2015 - n. 5916 POR FESR 2014-2020. Bando FRIM FESR 2020. Approvazione degli elenchi delle domande ammesse e non

Dettagli

RICHIESTA DI AMMISSIONE ALLA CONTROGARANZIA

RICHIESTA DI AMMISSIONE ALLA CONTROGARANZIA ALLEGATO 4 - Pag. 1 di 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 e DGR Basilicata n. 1813 del 29.10.2010 RICHIESTA DI AMMISSIONE ALLA CONTROGARANZIA

Dettagli

SVILUPPO TERRITORIALE A BASE CULTURALE E IMPRESA CULTURALE E CREATIVA AZIONI REGIONALI 2013 10,5 MILIONI DI EURO

SVILUPPO TERRITORIALE A BASE CULTURALE E IMPRESA CULTURALE E CREATIVA AZIONI REGIONALI 2013 10,5 MILIONI DI EURO REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE Assessore ai Beni e alle Attività culturali Pietro Marcolini - Servizio 3 - Internazionalizzazione, Cultura, Turismo, Commercio e Attività Promozionali P.F. Conservazione

Dettagli

POR 2014 2020 ASSE I SERVIZI INNOVATIVI

POR 2014 2020 ASSE I SERVIZI INNOVATIVI POR 2014 2020 ASSE I SERVIZI INNOVATIVI REGIONE TOSCANA - INCENTIVI ALLE PMI PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI INNOVATIVI BENEFICIARI PMI in forma singola o associata, aventi sede o unità locale destinataria

Dettagli

ICE AGENZIA ZAGABRIA 03/2015 NEWSLETTER DESK. PMI finanziamneti PROGRAMMA "IMPULSO IMPRENDITORIALE 2015" PER UN VALORE DI 613 MILIONI DI EURO

ICE AGENZIA ZAGABRIA 03/2015 NEWSLETTER DESK. PMI finanziamneti PROGRAMMA IMPULSO IMPRENDITORIALE 2015 PER UN VALORE DI 613 MILIONI DI EURO Le microimprese, le piccole e l'artigianato, Fondi provenienti dai fondi UE e Piu facile accesso ai finanziamenti. Per le micro e piccole imprese e l'artigianato sono previsti 119 milioni di kune (ca.

Dettagli

SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO FESR REGIONE MARCHE 2014-2020

SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO FESR REGIONE MARCHE 2014-2020 SERVIZIO RISORSE FINANZIARIE E POLITICHE COMUNITARIE P.F. POLITICHE COMUNITARIE AUTORITÀ DI GESTIONE F.E.S.R. E F.S.E. SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO FESR REGIONE MARCHE 2014-2020 1 settembre 2014 I principi

Dettagli

EUROPA 2020. TRE priorità. conoscenza e sull'innovazione; profilo delle risorse, più verde e più competitiva;

EUROPA 2020. TRE priorità. conoscenza e sull'innovazione; profilo delle risorse, più verde e più competitiva; EUROPA 2020 TRE priorità crescita intelligente sviluppare un'economia basata sulla conoscenza e sull'innovazione; crescita sostenibile promuovere un'economia più efficiente sotto il profilo delle risorse,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO ACADEMY WAKE UP PESARO

AVVISO PUBBLICO ACADEMY WAKE UP PESARO 0 AVVISO PUBBLICO ACADEMY WAKE UP PESARO SELEZIONE IDEE DI IMPRESA O START-UP DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO ALLE QUALI OFFRIRE UN PERCORSO DI SMART COACHING 1. PREMESSA L Agenzia per l Innovazione

Dettagli

Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI. Convegno

Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI. Convegno Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI Convegno «LE PMI INNOVATIVE - LEGGE SULLE AGEVOLAZIONI» Pordenone, 28 aprile 2015 1 Obiettivi della Riforma

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE FESR 2007-2013

PROGRAMMA OPERATIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE FESR 2007-2013 PROGRAMMA OPERATIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE FESR 2007-2013 Rapporto Annuale di Esecuzione 2012 Versione approvata dal Comitato di Sorveglianza del 21 giugno 2013 Rapporto Finale di Esecuzione

Dettagli

DIRETTIVE DI ATTUAZIONE - FASE I PRESENTAZIONE DEI PROGETTI INTEGRATI DEI PICCOLI COMUNI (PICO) fonte: http://burc.regione.campania.

DIRETTIVE DI ATTUAZIONE - FASE I PRESENTAZIONE DEI PROGETTI INTEGRATI DEI PICCOLI COMUNI (PICO) fonte: http://burc.regione.campania. Fondo MICROCREDITO PICCOLI COMUNI CAMPANI-FSE P.O. Campania FSE 2007-2013 Asse I Adattabilità Obiettivo specifico c) Obiettivo Operativo c.2 Asse II Occupabilità Obiettivo specifico e) Obiettivo Operativo

Dettagli

I POR MARCHE FESR E FSE NELLA PROGRAMMAZIONE 2014/2020

I POR MARCHE FESR E FSE NELLA PROGRAMMAZIONE 2014/2020 I POR MARCHE FESR E FSE NELLA PROGRAMMAZIONE 2014/2020 LA PROGRAMMAZIONE 14/20: LE PRINCIPALI NOVITA 3 fasce di Regioni (più sviluppate, meno sviluppate e in transizione); L accordo di partenariato La

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 24 DEL 16 GIUGNO 2008

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 24 DEL 16 GIUGNO 2008 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 11 aprile 2008 - Deliberazione N. 661 - Area Generale di Coordinamento N. 18 - Assistenza Sociale, Attività Sociali, Sport, Tempo Libero, Spettacolo N.

Dettagli

RAPPORTO GENERALE DI MONITORAGGIO

RAPPORTO GENERALE DI MONITORAGGIO REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE RAPPORTO GENERALE DI MONITORAGGIO ALLEGATO ALLA PROPOSTA DI DPEF 2014 PRESENTAZIONE Già la precedente normativa regionale in materia di programmazione (LR 61/2004 di modifica

Dettagli

Sintesi Valutazione ex Ante (ex art. 37 Regolamento Generale (UE) n. 1303/2013)

Sintesi Valutazione ex Ante (ex art. 37 Regolamento Generale (UE) n. 1303/2013) Sintesi Valutazione ex Ante (ex art. 37 Regolamento Generale (UE) n. 1303/2013) Strumenti Finanziari a supporto dell avvio di attività imprenditoriali nell ambito della Programmazione Comunitaria 2014-2020

Dettagli