POZZETTI PER ALLOGGIAMENTO CAVI IN FIBRA OTTICA PER TELECOMUNICAZIONI. dimensioni interne cm 90 x 70

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "POZZETTI PER ALLOGGIAMENTO CAVI IN FIBRA OTTICA PER TELECOMUNICAZIONI. dimensioni interne cm 90 x 70"

Transcript

1 Telecomunicazioni POZZETTI PER ALLOGGIAMENTO CAVI IN FIBRA OTTICA PER TELECOMUNICAZIONI dimensioni interne cm 90 x 70 Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Pozzetto prefabbricato in calcestruzzo rinforzato con armatura metallica per infrastrutture di rete per telecomunicazioni. Il manufatto in oggetto si compone di un elemento di base a pianta rettangolare il cui bordo è sagomato ad incastro per consentire l inserimento di prolunghe raggiungi quota, di altezza pari a cm 10, 20 e 40. Tali prolunghe sono sagomate ad incastro per la sovrapposizione fra loro. Alla sommità è previsto l inserimento di un anello portachiusino che ha un foro centrale di dimensioni interne effettive di cm 60x60 o cm 70x80. Il manufatto è confezionato con impasto di calcestruzzo semiasciutto, sottoposto a vibrocompressione, avente una resistenza non inferiore a Rck 400 Kg/cmq secondo specifiche tecniche omologate dal Gestore. Costruito secondo le raccomandazioni previste dalle Norme Armonizzate Europee è conforme al Capitolato Tecnico n 1408 di Telecom Italia. 2

2 Tutte le misure sono espresse in centimetri Codice Descrizione h. cm Riferimento TELECOM Peso Kg Base 90 x 70 mis. interne 36,0 NMU Sopralzo per base 90 x 70 10,0 NMU Sopralzo per base 90 x 70 20,0 NMU Sopralzo per base 90 x 70 40,0 NMU anello portachiusino foro 60 x 60 12, anello portachiusino foro 70 x 80 12, anello portachiusino foro 60 x 60 con boccole anello portachiusino foro 70 x 80 con boccole 12,5 NMU ,5 NMU S anello portachiusino in tre pezzi 12,

3 Telecomunicazioni POZZETTI PER ALLOGGIAMENTO CAVI IN FIBRA OTTICA PER TELECOMUNICAZIONI dimensioni interne cm 125 x 80 Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Pozzetto prefabbricato in calcestruzzo rinforzato con armatura metallica per infrastrutture di rete per telecomunicazioni. Il manufatto in oggetto si compone di un elemento di base a pianta rettangolare il cui bordo è sagomato ad incastro per consentire l inserimento di prolunghe raggiungi quota, di altezza pari a cm 10, 20 e 40. Tali prolunghe sono sagomate ad incastro per la sovrapposizione fra loro. Alla sommità è previsto l inserimento di un anello portachiusino che ha un foro centrale di dimensioni interne effettive di cm 60x120 o cm 70x106. Il manufatto è confezionato con impasto di calcestruzzo semiasciutto, sottoposto a vibrocompressione, avente una resistenza non inferiore a Rck 400 Kg/cmq secondo specifiche tecniche omologate dal Gestore. Costruito secondo le raccomandazioni previste dalle Norme Armonizzate Europee è conforme al Capitolato Tecnico n 1408 di Telecom Italia. 4

4 Tutte le misure sono espresse in centimetri Codice Descrizione h. cm Riferimento TELECOM Peso Kg Base 125 x 80 mis. interne 53,0 NMU Sopralzo per base 125 x 80 10,0 NMU Sopralzo per base 125 x 80 20,0 NMU Sopralzo per base 125 x 80 40,0 NMU anello portachiusino foro 60 x ,0 NMU anello portachiusino foro 70 x , anello portachiusino foro 60 x 120 con boccole anello portachiusino foro 70 x 106 con boccole anello portachiusino in quattro pezzi 12,0 NMU ,0 NMU ,0 NMU

5 Telecomunicazioni POZZETTI MODULARI IN CALCESTRUZZO dimensioni interne cm 40 x 40 Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione riferimento TELECOM Peso Kg base 40 x 40 x 27 mis. interne NMU sopralzo 40 x 40 x 30 NMU

6 Tutte le misure sono espresse in centimetri Pozzetti modulari per infrastrutture di reti di telecomunicazioni, costituiti da un elemento di base ed uno di prolunga, entrambi di forma parallelepipeda. Il bordo superiore della base ed il bordo inferiore della prolunga, per consentire il loro accoppiamento sono sagomati con incastro maschio-femmina. Realizzato in calcestruzzo semi asciutto e sottoposto a ciclo continuo di vibrazione, ha resistenza Rck>= 400 Kg/cmq. Nelle pareti verticali sono realizzati degli alleggerimenti per facilitare l apertura dei fori di passaggio dei cavi. Un foro centrale di diametro 30 mm, consente la movimentazione del manufatto. Realizzato secondo specifiche tecniche Telecom e costruito secondo le raccomandazioni previste dalle Norme Armonizzate Europee e conforme alla Specifica Tecnica n 825 di Telecom Italia. 7

7 Telecomunicazioni MAXI POZZETTO PER TELECOMUNICAZIONI Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione Riferimento TELECOM Peso Kg Maxi Pozzetto 220 x 170 mis. esterne NMU Soletta foro 60 x Torrino foro 60 x 120 NMU Soletta foro 70 x Torrino foro 70 x

8 Tutte le misure sono espresse in centimetri Manufatto realizzato in calcestruzzo avente superficie interna ed esterna a sezione semiellittica. Le misure di ingombro (esterne) dell elemento prefabbricato indicano la lunghezza esterna pari a cm 220, la larghezza pari a cm 170, l altezza pari a cm 115. Lo spessore delle pareti è costante e pari a cm 10. Lo spessore del fondo è pari a cm 10. Sulla superficie verticale sono presenti quattro aree di spessore ridotto (alleggerimenti) che consentono, una volta abbattute, dopo che il manufatto è posto in opera, il passaggio dei cavi. Il manufatto è confezionato con impasto di calcestruzzo vibrato avente resistenza non inferiore a Rck 300 Kg/cmq. L armatura è costituita da gabbia rigida in acciaio e da barre longitudinali che abbiano passo e diametro idonei a resistere ai carichi di rottura previsti in progetto. Per la movimentazione il Maxi Pozzetto è dotato di ganci sagomati in opera, posizionati sul fondo. Il manufatto è costruito secondo le raccomandazioni previste dalle Norme Armonizzate Europee e conforme al Capitolato Tecnico n 1396 di Telecom Italia. 9

9 Telecomunicazioni CAMERETTA PREFABBRICATA PER ARMADI RIPARTILINEA (POLICENTRICA) Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione riferimento TELECOM Peso Kg elemento inferiore 220 x 170 mis. esterne nmu Elemento superiore 220 x 170 mis. esterne nmu

10 Tutte le misure sono espresse in centimetri Cameretta prefabbricata per armadi ripartilinea, realizzata in calcestruzzo armato per la distribuzione di cavi telefonici. Il manufatto costituito da due gusci, speculari rispetto al piano orizzontale, con pianta policentrica di dimensioni esterne cm 220 x 170 e altezza 110, è realizzato con impasto di calcestruzzo vibrato avente resistenza non inferiore a Rck 300 Kg/cmq fluido. La movimentazione dei due manufatti avviene mediante boccole inserite nel getto e con attrezzature atte a sollevare il doppio del peso della singola cameretta. Sulla superficie orizzontale dell elemento superiore è presente un foro quadrato passante atto all alloggiamento del torrino raggiungi quota o il chiusino di copertura in ghisa. Sulla superficie verticale sono presenti degli alleggerimenti che consentono, una volta abbattuti, il passaggio di cavi telefonici. Il manufatto è costruito secondo le raccomandazioni previste dalle Norme Armonizzate Europee e conforme al Capitolato Tecnico n 1343 di Telecom Italia. 11

11 Telecomunicazioni CAMERETTA A DUE AD ANGOLO Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione riferimento Peso Kg Elemento inferiore 295 x 250 x 110 mis. esterne norma 7 sip Elemento superiore 295 x 250 x 110 mis. esterne norma 7 sip

12 Elemento inferiore cod Elemento superiore cod Tutte le misure sono espresse in centimetri Cameretta realizzata in calcestruzzo avente superficie interna ed esterna a sezione poligonale. Le misure di ingombro (esterne) dell elemento prefabbricato indicano la dimensione esterna massima pari a cm 296, le altre due dimensioni pari a cm 250, l altezza pari a cm 220. Il manufatto così descritto, in pianta può essere similarmente considerato come un triangolo dove al posto dei vertici ci sono tre segmenti portanti misure di cm 86. Il manufatto è costituito da due elementi sovrapponibili e accoppiabili con un incastro a mezzo spessore. Lo spessore delle pareti è costante e pari a cm 13. Lo spessore del fondo è pari a cm 12,5. Sulla superficie verticale dei lati più corti (collocati ortogonalmente fra loro) sono presenti due aree di spessore ridotto (alleggerimenti) che consentono, una volta abbattute dopo che il manufatto è stato messo definitivamente a dimora, il passaggio dei cavi telefonici. Sulla superficie orizzontale dell elemento superiore è presente un foro quadrato passante adatto al ricevimento del torrino raggiungi-quota. Il manufatto, pesante per ciascun elemento Kg 3.100, è confezionato con impasto di calcestruzzo armato sottoposto a ciclo lavorativo nel quale è previsto un iniziale getto di calcestruzzo fluido direttamente dentro la cassaforma (dotata di anima interna) e di un successivo costipamento con vibrazione ad aghi la cui resistenza non deve essere inferiore a Rck 300 Kg/cmq. L armatura è costituita da gabbia rigida in acciaio e da barre longitudinali che abbiano passo e diametro idonei a resistere ai carichi di rottura previsti in progetto. Le camerette sono provviste di quattro ganci in acciaio a boccole, disposte nelle pareti verticali, per facilitare la movimentazione dei due elementi. Si consiglia l utilizzo di tiranti a quattro funi, dimensionati per il peso di ciascun elemento. Il manufatto è costruito secondo le raccomandazioni previste dalle Norme Armonizzate Europee. 13

13 Telecomunicazioni CAMERETTA A DUE VIE DI LINEA Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione riferimento Peso Kg Elemento inferiore 295 x 250 x 110 mis. esterne norma 7 sip Elemento superiore 295 x 250 x 110 mis. esterne norma 7 sip

14 Elemento inferiore cod Elemento superiore cod Tutte le misure sono espresse in centimetri Cameretta realizzata in calcestruzzo avente superficie interna ed esterna a sezione poligonale. Le misure di ingombro (esterne) dell elemento prefabbricato indicano la lunghezza esterna pari a cm 350, la larghezza pari a cm 183, l altezza pari a cm 220. Il manufatto è costituito da due elementi sovrapponibili e accoppiabili con un incastro a mezzo spessore. Lo spessore delle pareti è costante e pari a cm 11. Lo spessore del fondo è pari a cm 11. Sulla superficie verticale dei lati più corti (contrapposti fra loro) sono presenti due aree di spessore ridotto (alleggerimenti) che consentono, una volta abbattute dopo che il manufatto è stato messo definitivamente a dimora, il passaggio dei cavi telefonici. Sulla superficie orizzontale dell elemento superiore è presente un foro quadrato passante adatto al ricevimento del torrino raggiungi-quota. Il manufatto, pesante per ciascun elemento Kg 3.500, è confezionato con impasto di calcestruzzo armato sottoposto a ciclo lavorativo nel quale è previsto un iniziale getto di calcestruzzo fluido direttamente dentro la cassaforma (dotata di anima interna) e di un successivo costipamento con vibrazione ad aghi. L armatura è costituita da gabbia rigida in acciaio e da barre longitudinali che abbiano passo e diametro idonei a resistere ai carichi di rottura previsti in progetto. Le camerette sono provviste di quattro ganci in acciaio a boccole, disposte nelle pareti verticali, per facilitare la movimentazione dei due elementi. Si consiglia l utilizzo di tiranti a quattro funi, dimensionati per il peso di ciascun elemento. Il manufatto è costruito secondo le raccomandazioni previste dalle Norme Armonizzate Europee. 15

15 Telecomunicazioni CAMERETTA A TRE VIE Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione riferimento Peso Kg Elemento inferiore 360 x 250 x 110 mis. esterne norma 7 sip Elemento superiore 360 x 250 x 110 mis. esterne norma 7 sip

16 ELEM ENTO INFERIORE ELEMENTO SUPERIORE Tutte le misure sono espresse in centimetri Cameretta realizzata in calcestruzzo avente superficie interna ed esterna a sezione poligonale. Le misure di ingombro (esterne) dell elemento prefabbricato indicano la lunghezza esterna pari a cm 360, la larghezza pari a cm 250, l altezza pari a cm 220. Il manufatto è costituito da due elementi sovrapponibili e accoppiabili con un incastro a mezzo spessore. Lo spessore delle pareti è costante e pari a cm 14. Lo spessore del fondo è pari a cm 15. Sulla superficie verticale dei tre lati più corti (sfalsati di 90 l uno con l altro) sono presenti aree di spessore ridotto (alleggerimenti) che consentono, una volta abbattute dopo che il manufatto è stato messo definitivamente a dimora, il passaggio dei cavi telefonici. Sulla superficie orizzontale dell elemento superiore è presente un foro quadrato passante adatto al ricevimento del torrino raggiungi-quota. Il manufatto, pesante Kg 8.800, è confezionato con impasto di calcestruzzo armato sottoposto a ciclo lavorativo nel quale è previsto un iniziale getto di calcestruzzo fluido direttamente dentro la cassaforma (dotata di anima interna) e di un successivo costipamento con vibrazione ad aghi la cui resistenza non deve essere inferiore a Rck 300 Kg/cmq. L armatura è costituita da gabbia rigida in acciaio e da barre longitudinali che abbiano passo e diametro idonei a resistere ai carichi di rottura previsti in progetto. Le camerette sono provviste di quattro ganci in acciaio a boccole, disposte nelle pareti verticali, per facilitare la movimentazione dei due elementi. Si consiglia l utilizzo di tiranti a quattro funi, dimensionati per il peso di ciascun elemento. Il manufatto è costruito secondo le raccomandazioni previste dalle Norme Armonizzate Europee. 17

17 Telecomunicazioni CAMERETTA A DUE VIE B2S Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione riferimento Peso Kg Elemento inferiore 350 X 160 X 102,5 mis. est. norma 7 sip Elemento superiore 350 X 160 X 102,5 mis. est. norma 7 sip torrino 90 X 90 X 20 mis. esterne norma 7 sip

18 Torrino cod Elemento inferiore cod Elemento superiore cod Tutte le misure sono espresse in centimetri Cameretta realizzata in calcestruzzo avente superficie interna ed esterna a sezione rettangolare. Le misure di ingombro (esterne) dell elemento prefabbricato indicano la lunghezza esterna pari a cm 350, la larghezza pari a cm 160, l altezza pari a cm 220. Il manufatto è costituito da due elementi sovrapponibili e accoppiabili con un incastro a mezzo spessore. Lo spessore delle pareti varia da cm 12 alla base fino a cm 10 all incastro. Lo spessore del fondo è pari a cm 15. Sulla superficie verticale dei lati più corti (contrapposti fra loro) sono presenti aree di spessore ridotto (alleggerimenti) che consentono, una volta abbattute dopo che il manufatto è stato messo definitivamente a dimora, il passaggio dei cavi telefonici. Sulla superficie orizzontale dell elemento superiore è presente un foro quadrato passante adatto al ricevimento del torrino raggiungi-quota e il relativo chiusino in ghisa. Il manufatto, pesante per ciascun elemento Kg 4.060, è confezionato con impasto di calcestruzzo armato sottoposto a ciclo lavorativo nel quale è previsto un iniziale getto di calcestruzzo fluido direttamente dentro la cassaforma (dotata di anima interna) e di un successivo costipamento con vibrazione ad aghi la cui resistenza non deve essere inferiore a Rck 300 Kg/cmq. L armatura è costituita da gabbia rigida in acciaio e da barre longitudinali che abbiano passo e diametro idonei a resistere ai carichi di rottura previsti in progetto. Le camerette sono provviste di quattro ganci in acciaio a boccole, disposte nelle pareti verticali, per facilitare la movimentazione dei due elementi. Si consiglia l utilizzo di tiranti a quattro funi, dimensionati per il peso di ciascun elemento. Il manufatto è costruito secondo le raccomandazioni previste dalle Norme Armonizzate Europee. 19

19 Telecomunicazioni TORRINO E PROLUNGA Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione Dimensioni Peso Kg Torrino per camerette 1060 x 1060 x Torrino prolunga H x 940 x Torrino prolunga H x 940 x

20 Tutte le misure sono espresse in centimetri Gli elementi hanno struttura quadrilatera chiusa di spessore cm 13 e cm 8 nella parte alta a contatto con il chiusino. Dimensionati considerando come sovraccarichi accidentali quelli previsti dalle Normative sui Carichi e Sovraccarichi e dalla Normativa sui ponti. Realizzato in calcestruzzo classe Rck 300 a getto fluido, con armatura rigida con barre in acciaio longitudinali. 21

21 Telecomunicazioni ancore a piramide Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione riferimento TELECOM Peso Kg ancore a piramide nmu

22 PRODOTTI PER EDILIZIA STRADALE E CIVILE RETI TELEFONICHE ED ELETTRICHE ARREDO URBANO E DEPURAZIONE ACQUE Tutte le misure sono espresse in centimetri Manufatto per ancoraggio tiranti palificazione Telecom, di forma tronco piramidale, realizzata in calcestruzzo semiasciutto, sottoposta a ciclo di vibrazione. Nel getto viene inserita una staffa in acciaio piegata a freddo e zincata a caldo. Materiali impiegati: calcestruzzo RcK 300; armatura Fe B44 K. Realizzato secondo specifica tecnica nr.154 Telecom Italia. 23

23 Telecomunicazioni BASAMENTO PER ARMADIO A COLONNina linea 90 Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione riferimento TELECOM Peso Kg basamento nmu

24 ,9 + 0,1 15,6 + 0,1 Tutte le misure sono espresse in centimetri Il basamento è costituito da un elemento prefabbricato in cemento armato e vibrato, di resistenza caratteristica non inferiore a Rck 300 Kg/cmq, a pianta rettangolare e di forma parallelopipeda, provvisti di opportuni incavi per la movimentazione. Il basamento è armato con barre di acciaio a aderenza migliorata FeB 44K di opportuno diametro. Sulla parte superiore del basamento, sono inglobate delle boccole filettate in acciaio zincato M6, per il fissaggio dell armadio sovrastante. Peso kg 60. Realizzato secondo specifiche tecniche omologate dal gestore e costruito secondo le raccomandazioni previste dalle Norme Armonizzate Europee. 25

25 Telecomunicazioni BASAMENTO PER ARMADIO a colonna Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione riferimento TELECOM Peso Kg basamento NMU

26 Boccole filettate M Tutte le misure sono espresse in centimetri Il manufatto è costituito da un elemento prefabbricato in cemento armato e vibrato, di resistenza caratteristica non inferiore a Rck 300 Kg/cmq, a pianta rettangolare e di forma parallelepipeda e provvisto di opportuni incavi per la movimentazione, con pareti a frattura per l ingresso dei cavi e cavità interne per il passaggio degli stessi. Il basamento è armato mediante gabbia costituita da barre di acciaio a aderenza migliorata FeB 44K di diamentro di 6 mm. Sulla parte superiore del basamento, sono inglobate delle boccole filettate in acciaio zincato M14, per il fissaggio dell armadio sovrastante. Realizzato secondo Specifica Tecnica ICM/MU/685 Telecom Italia. 27

27 Telecomunicazioni BASAMENTO PER CABINET PER APPARaTI AN TIPO LARGE Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione Peso Kg basamento

28 Tutte le misure sono espresse in centimetri Il manufatto è costituito da un elemento prefabbricato in cemento armato e vibrato, di resistenza caratteristica non inferiore a Rck 300 Kg/cmq opportunamente sagomato per consentire il passaggio dei cavi necessari al funzionamento degli apparati contenuti nei cabinet. Internamente al volume del basamento sono realizzate due cavità verticali di dimensioni differenti, destinate ad accogliere cavi di diametro adeguato; il lato previsto per l entrata dei cavi è quello con lo zoccolo alla base. Anteriormente il basamento viene anche dotato, alla base, di uno zoccolo sporgente. Lo zoccolo contribuisce a stabilizzare il sistema sotto l azione del vento. Sulla parte superiore del basamento, sono inglobate delle boccole filettate in acciaio zincato M14, per il bloccaggio mediante viti della base del cabinet. Il basamento è armato mediante gabbia costituita da barre di acciaio ad aderenza migliorata FeB 44K di diamentro di 8 mm. Realizzato secondo Specifica Tecnica nr. 811 Telecom Italia. 29

29 Telecomunicazioni BASAMENTO MPX1 Codice Descrizione riferimento TELECOM Peso Kg basamento NMU

30 Tutte le misure sono espresse in centimetri Il basamento è costituito da un elemento prefabbricato in cemento armato e vibrato, di resistenza caratteristica non inferiore a Rck 300 Kg/cmq opportunamente sagomato per consentire il passaggio dei cavi necessari al funzionamento degli apparati contenuti nei cabinet. Internamente al volume del basamento sono realizzate due cavità verticali di dimensioni differenti, destinate ad accogliere cavi di diametro adeguato; il lato previsto per l entrata dei cavi è quello con lo zoccolo alla base. Anteriormente il basamento viene anche dotato, alla base, di uno zoccolo sporgente. Lo zoccolo contribuisce a stabilizzare il sistema sotto l azione del vento. Sulla parte superiore del basamento, sono inglobate delle boccole filettate in acciaio zincato M14, per il bloccaggio mediante viti della base del cabinet. Il basamento è armato mediante gabbia costituita da barre di acciaio ad aderenza migliorata FeB 44K di diametro di 8 mm. Realizzato secondo specifiche tecniche omologate dal gestore e costruito secondo le raccomandazioni previste dalle Norme Armonizzate Europee. 31

31 Telecomunicazioni ELEMENTO METROWEB ALLEGGERITO Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione Peso Kg elemento 55 x 55 x 30 mis. esterne 56 32

32 Tutte le misure sono espresse in centimetri Pozzetto prefabbricato in cemento, di tipo modulare a forma parallelepipeda, per reti multimediali. Realizzato in conglomerato cementizio del tipo alleggerito a ciclo di lavorazione a vibrazione, la cui resistenza non deve essere inferiore Rck 300. Il manufatto è costruito secondo le raccomandazioni previste dalle Norme Armonizzate Europee e corrispondente alla specifica tecnica Metroweb. 33

33 Telecomunicazioni ELEMENTO DI CORONAMENTO AEM Modello depositato con Autorizzazione Ministeriale Codice Descrizione riferimento aem Peso Kg elemento 55 x 55 x 30 mis. esterne

34 Tutte le misure sono espresse in centimetri Elemento prefabbricato, di tipo modulare a forma parallelepipeda, senza fondo per reti multimediali. Realizzato in calcestruzzo a ciclo di lavorazione a vibrazione e sformatura continua, la cui resistenze non deve essere inferiore Rck 300. I bordi sono sagomati in modo di consentire l inserimento di più elementi fra di loro, con alleggerimenti sulle pareti laterali per il passaggio di cavi. Il manufatto è costruito secondo le raccomandazioni previste dalle Norme Armonizzate Europee e corrispondente alla specifica tecnica AEM. 35

35 Teleriscaldamento POZZETTO PER VALVOLE DN25 DN dis L I H sp peso (kg) dn piastra sopralzo inferiore sopralzo passacavi inf sopralzo passacavi sup sopralzo superiore sopralzo superiore sopralzo superiore AES - elementi componibili pozzetto per alloggiamento valvole DN25 - DN100 dimensioni interne (cm.) 36

36 Tutte le misure sono espresse in centimetri Manufatto prefabbricato ad elementi conponibili confezionato con impasto di conglomerato cementizio armato e fibrorinforzato sottoposto a ciclo lavorativo di vibrazione per l ottenimento di una resistenza non inferiore ad RbK di 300 kg/cmq. L armatura è costituita da staffe in acciaio feb44k e da fibra (nella misura di Kg.25/mc) in acciaio, omogeneamente distribuita, prima del getto, nell impasto di calcestruzzo. Tale particolare tipo di armatura ha la duplice funzione di rispondere ai requisiti richiesti per la resistenza meccanica e di consentire, al manufatto, di limitare le microfessurazioni tipiche dei getti in calcestruzzo. Tale accorgimento, inoltre, impedisce la formazione, sulle superfici del manufatto, di habitat biologicamente adatti allo sviluppo di muffe e colonie di organismi inquinanti. Il manufatto è costituito da più elementi accoppiabili; il primo elemento (fondo) ha forma parallelepipeda ed e costituito da una piastra di base che porta uno spessore costante di cm. 20 e dimensioni di ingombro pari a cm. 140x140; il secondo elemento (sopralzo) ha forma anulare con perimetro quadrato. E alto cm. 40 e lo spessore delle pareti è di cm. 15. Le dimensioni interne (luce netta) sono pari a cm. 90x90. Sopporta carichi stradali; il terzo e quarto elemento, in analogia con il secondo elemento sottostante, hanno forma anulare con perimetro quadrato; hanno dimensioni interne (luce netta) pari a cm. 90x90, sono alti cm. 60 ed hanno spessore delle pareti pari a cm. 15. Su due delle quattro pareti, opposte fra loro, sono ricavati, nello spessore delle pareti stesse, due alleggerimenti semicircolari, perfettamente speculari fra loro, tali da consentire, nel loro accoppiamento, una complessiva area, di spessore ridotto, che consente, una volta eventualmente abbattuta, il passaggio di tubazioni predisposti per l utilizzo finale; il quinto elemento, ultimo nella composizione della colonna ed opzionale (sopralzo), ha forma anulare con perimetro qradrato. Presenta altezza variabile di cm. 40, cm. 20 o cm. 10 e lo spessore delle pareti è di cm. 15. Le dimensioni interne (luce netta) sono pari a cm. 90x90. Sopporta carichi stradali. 37

37 Teleriscaldamento POZZETTO PER VALVOLE DN125 DN dis lp ln H sp peso (kg) dn piastra piastra piastra sopralzo inferiore sopralzo inferiore sopralzo inferiore sopralzo passacavi inf sopralzo passacavi inf sopralzo passacavi inf sopralzo passacavi sup sopralzo passacavi sup sopralzo passacavi sup sopralzo superiore sopralzo superiore sopralzo superiore sopralzo superiore sopralzo superiore sopralzo superiore sopralzo superiore sopralzo superiore sopralzo superiore AES - elementi componibili pozzetto per alloggiamento valvole DN125 - DN400 dimensioni interne (cm.)

38 Manufatto prefabbricato ad elementi conponibili confezionato con impasto di conglomerato cementizio armato e fibrorinforzato sottoposto a ciclo lavorativo di vibrazione per l ottenimento di una resistenza non inferiore ad RbK di 300 kg/cmq. L armatura è costituita da staffe in acciaio feb44k e da fibra (nella misura di Kg.25/mc) in acciaio, omogeneamente distribuita, prima del getto, nell impasto di calcestruzzo. Tale particolare tipo di armatura ha la duplice funzione di rispondere ai requisiti richiesti per la resistenza meccanica e di consentire, al manufatto, di limitare le microfessurazioni tipiche dei getti in calcestruzzo. Tale accorgimento, inoltre, impedisce la formazione, sulle superfici del manufatto, Tutte le misure sono espresse in centimetri di habitat biologicamente adatti allo sviluppo di muffe e colonie di organismi inquinanti. Il manufatto è costituito da più elementi accoppiabili; il primo elemento (fondo) ha forma parallelepipeda ed e costituito da una piastra di base, che porta uno spessore costante di cm. 20 e dimensioni di ingombro pari a cm. Lpx180 (con Lp pari a cm. 130 per valvole comprese fra DN125 e DN250 ed Lp pari cm. 160 per valvole comprese fra DN300 e DN350; per valvole DN400 Lp porta la misura cm. 170); il secondo elemento (sopralzo) ha forma anulare con perimetro rettangolare. E alto cm. 40 e lo spessore delle pareti è di cm. 15. Le dimensioni interne (luce netta) sono pari a cm. Lnx130 (con Ln pari a cm. 80 per valvole comprese fra DN125 e DN250 ed Ln pari cm. 110 per valvole comprese fra DN300 e DN350; per valvole DN400 Ln porta la misura di cm. 120). Sopporta carichi stradali; il terzo e quarto elemento, in analogia con il secondo elemento sottostante, hanno forma anulare con perimetro rettangolare; hanno dimensioni interne (luce netta) pari a cm. Lnx130 (con Ln pari a cm. 80 per valvole comprese fra DN125 e DN250 ed Ln pari cm. 110 per valvole comprese fra DN300 e DN350; per valvole DN400 Ln porta la misura di cm. 120). Sono alti cm. 60 ed hanno spessore delle pareti pari a cm. 15. Su due delle quattro pareti, opposte fra loro, sono ricavati, nello spessore delle pareti stesse, due alleggerimenti semicircolari, perfettamente speculari fra loro, tali da consentire, nel loro accoppiamento, una complessiva area, di spessore ridotto, che consente, una volta eventualmente abbattuta, il passaggio di tubazioni con diametro esterno fino 800 mm; il quinto elemento, ultimo nella composizione della colonna ed opzionale (sopralzo), ha forma anulare con perimetro rettangolare. Presenta altezza variabile di cm. 40, cm. 20 o cm. 10 e lo spessore delle pareti è di cm. 15. Le dimensioni interne (luce netta) sono pari a cm. Lnx130 (con Ln pari a cm. 80 per valvole comprese fra DN125 e DN250 ed Ln pari cm. 110 per valvole comprese fra DN300 e DN350; per valvole DN400 Ln porta la misura di cm Sopporta carichi stradali. 39

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

TUBI E MANUFATTI IN CEMENTO PREFABBRICATI PER STRADE - FOGNATURE - EDILIZIA

TUBI E MANUFATTI IN CEMENTO PREFABBRICATI PER STRADE - FOGNATURE - EDILIZIA TUBI E MANUFATTI IN CEMENTO PREFABBRICATI PER STRADE - FOGNATURE - EDILIZIA INDICE GENERALE PAG. 2 PAG. 3 PAG. 4 PAG. 5 NOVITÀ 2012 SISTEMA QUALITÀ MARCATURA CE MOVIMENTAZIONE E POSA PAG. 6 PAG. 7-8 TUBI

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMUNE DI ROMBIOLO PROVINCIA DI VIBO VALENTIA PROGETTO ESECUTIVO: Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA Progettista: VISTO: Comune di Rombiolo Via

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E_ SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E_ SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMUNE DI ROMBIOLO PROVINCIA DI VIBO VALENTIA PROGETTO ESECUTIVO: Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E_ SCALA Progettista: VISTO: Comune di Rombiolo Via

Dettagli

Bloccaggi a doppio tirante orizzontali e verticali

Bloccaggi a doppio tirante orizzontali e verticali Bloccaggi a doppio tirante orizzontali e verticali Caratteristiche: i bloccaggi sono disponibili in due configurazioni: orizzontali, come raffigurati in bassoa nella foto, con il bloccaggio e la staffa

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI pag. 2 Nr. 1 CHIUSURA MASSICCIATA STRADALE eseguita con fornitura e messa in opera di materiale D.0001.3 di saturazione formato esclusivamente con pietrisco minuto di cava dello spessore di mm 0-2, rispondente

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE TOP SOL TOP BRIDGE E S S E D I V I S I O N E INFRASTRUTTURE E D INF IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI giulianedmp SOLUZIONI COSTRUTTIVE PER L EDILIZIA giulianedmp TOP SOL / TOP BRIDGE Impalcati

Dettagli

ALLEGATO R ELENCO PREZZI

ALLEGATO R ELENCO PREZZI A r c h i t e t t o R i n a l d i n i E t t o r e R a v e n n a, V i a l e d e l l a L i r i c a n. 4 3 T e l 0 5 4 4 405979 F a x 0 5 4 4 272644 comm. part. Emissione Spec foglio di Mar2014 COMMITTENTE:

Dettagli

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale Edizione Agosto 2006 Il grande cerchio per una protezione naturale FERRONDO -Innovazione astuto dinamico di valore Con un unico profilo FERRONDO GRANDE combina protezione dai rumori e Design. La sua forma

Dettagli

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar Pozzoli depurazione s.r.l. via M.Quadrio 11, 23022 Chiavenna SO P.IVA: 01263260133, REA: 61186, Telefono 0343 37475 (3

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net ........... COMUNITA' MONTANA MUGELLO Oggetto dei lavori: REALIZZAZIONE DI NUOVO LOCALE TECNICO - I DIACCI II LOTTO Progettista: Geom. Francesco Minniti COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 2 LOTTO - COMPUTO METRICO

Dettagli

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN PER SOLAI MONODIREZIONALI skyrail sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE w w w. g e o p l a s t. i t SOLAI 02 VISION Con la Sapienza di costruisce

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI Le lavorazioni oggetto della presente relazione sono rappresentate dalla demolizione di n 14 edifici costruiti tra gli anni 1978 ed il 1980

Dettagli

codice descrizione un. mis. pr. unit.

codice descrizione un. mis. pr. unit. 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore con benna rovescia compreso manovratore, carburante, lubrificante, trasporto in loco ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego, della capacita' di m³ 0.500

Dettagli

Carichi unitari. Dimensionamento delle sezioni e verifica di massima. Dimensionamento travi a spessore. Altri carichi unitari. Esempio.

Carichi unitari. Dimensionamento delle sezioni e verifica di massima. Dimensionamento travi a spessore. Altri carichi unitari. Esempio. Carichi unitari delle sezioni e verifica di massima Una volta definito lo spessore, si possono calcolare i carichi unitari (k/m ) Solaio del piano tipo Solaio di copertura Solaio torrino scala Sbalzo piano

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

Solai osservazioni generali

Solai osservazioni generali SOLAI Struttura orizzontale posta ad ogni piano di un edificio. Ha lo scopo di sostenere il proprio peso, dei pavimenti, delle pareti divisorie e dei carichi di esercizio. Per orizzontamento si intende

Dettagli

7 PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE

7 PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE 7 PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE Il presente capitolo disciplina la progettazione e la costruzione delle nuove opere soggette anche all azione sismica. Le sue indicazioni sono da considerare aggiuntive

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

MAPEPLAST LA POLVERE ADDITIVO PER RIEMPIMENTI FLUIDI E MALTE E CALCESTRUZZI LEGGERI NOVITÀ: SACCO IDROSOLUBILE 778/3.2000 CARATTERISTICHE TECNICHE

MAPEPLAST LA POLVERE ADDITIVO PER RIEMPIMENTI FLUIDI E MALTE E CALCESTRUZZI LEGGERI NOVITÀ: SACCO IDROSOLUBILE 778/3.2000 CARATTERISTICHE TECNICHE N NOVITÀ: SACCO IDROSOLUBILE 778/3.2000 MAPEPLAST LA POLVERE ADDITIVO PER RIEMPIMENTI FLUIDI E MALTE E CALCESTRUZZI LEGGERI elastico e resistenza a trazione, per il riempimento degli scavi effettuati nel

Dettagli

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE pag. 1 R I P O R T O LAVORI A CORPO 1 RIMOZIONE DI ARMATURA STRADALE P001 ESISTENTE Prezzo per rimozione a qualsiasi altezza di armatura stradale esistente, completa di accessori elettrici e lampada, previo

Dettagli

Valutazione della vulnerabilità e interventi per le costruzioni ad uso produttivo in zona sismica

Valutazione della vulnerabilità e interventi per le costruzioni ad uso produttivo in zona sismica Valutazione della vulnerabilità e interventi per le costruzioni ad uso produttivo in zona sismica 1 Ambito operativo e inquadramento normativo Tenuto conto del rilevante impatto che gli eventi sismici,

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 22 E. P_ SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 22 E. P_ SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMUNE DI ROMBIOLO PROVINCIA DI VIBO VALENTIA PROGETTO ESECUTIVO: Lavori completamento opere urbanizzazione Primaria COMMITTENTE: EL.: n 22 E. P_ SCALA Progettista: VISTO: Comune Rombiolo Via Karl Marx

Dettagli

Scatole da incasso. Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE

Scatole da incasso. Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE Scatole da incasso Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE Principali caratteristiche tecnopolimero ad alta resistenza e indeformabilità temperatura durante l installazione

Dettagli

FAR s.r.l. ELETTRONICA ELETTROTECNICA TELECOMUNICAZIONI. Attrezzo di connessione unificato per strisce IDC centrali Matr. TELECOM 61116.

FAR s.r.l. ELETTRONICA ELETTROTECNICA TELECOMUNICAZIONI. Attrezzo di connessione unificato per strisce IDC centrali Matr. TELECOM 61116. Attrezzo di connessione unificato per strisce IDC centrali Matr. TELECOM 61116.0 Attrezzo N di connesssione moduli terminazioni. esterne IDC con testina in metallo Matr. TELECOM 31429.4 Attrezzo Inserzione

Dettagli

Titolo I NORME TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE, ESECUZIONE E COLLAUDO DEGLI EDIFICI IN MURATURA

Titolo I NORME TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE, ESECUZIONE E COLLAUDO DEGLI EDIFICI IN MURATURA D.M.LL.PP. del 20/11/1987 Norme tecniche per la progettazione, esecuzione e collaudo degli edifici in muratura e per il loro consolidamento. Art. 1. Sono approvate le integrazioni e le rettifiche apportate

Dettagli

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Misure di prevenzione e protezione collettive e individuali in riferimento al rischio di caduta dall alto nei cantieri edili A cura dei Tec. Prev. Mara Italia, Marco

Dettagli

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMO RESISTENTE A PETTINE Un elemento di calcestruzzo tra due fessure consecutive si può schematizzare come una mensola incastrata nel corrente

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

10 CALCOLO AGLI STATI LIMITE DELLE STRUTTURE IN C.A.

10 CALCOLO AGLI STATI LIMITE DELLE STRUTTURE IN C.A. 10 CALCOLO AGLI STATI LIMITE DELLE STRUTTURE IN C.A. Il capitolo fa riferimento alla versione definitiva dell'eurocodice 2, parte 1.1, UNI EN 1992-1-1, recepito e reso applicabile in Italia dal DM del

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA TECNICA E LE SPECIFICHE DELLE OPERE DESTINATE AD OSPITARE LE RETI DI BANDA LARGA

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA TECNICA E LE SPECIFICHE DELLE OPERE DESTINATE AD OSPITARE LE RETI DI BANDA LARGA Regolamento recante la disciplina tecnica e le specifiche delle opere destinate ad ospitare le reti di banda larga REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA TECNICA E LE SPECIFICHE DELLE OPERE DESTINATE AD OSPITARE

Dettagli

Codice di pratica per la posa in opera di masselli autobloccanti in calcestruzzo

Codice di pratica per la posa in opera di masselli autobloccanti in calcestruzzo EDIZIONE 1 / Volume 1 Codice di pratica per la posa in opera di masselli autobloccanti in calcestruzzo Sezione Blocchi e Pavimenti Codice di pratica per la posa in opera di masselli autobloccanti in calcestruzzo

Dettagli

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI 3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI L aerostato è un aeromobile che, per ottenere la portanza, ossia la forza necessaria per sollevarsi da terra e volare, utilizza gas più leggeri

Dettagli

kerabuild jet Code E591 2008/08 pagina 1/5

kerabuild jet Code E591 2008/08 pagina 1/5 recupero calcestruzzo MALTE TECNOLOGICHE STRUTTURALI ad alta resistenza chimica LINEA costruzioni kerabuild Malta tecnologica strutturale colabile monocomponente per inghisaggi a rapida messa in servizio.

Dettagli

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 n ordine codice descrizione un. mis. quantità pr. unit. importo 1 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II AGGIORNAMENTO 12/12/2014 Fondazioni dirette e indirette Le strutture di fondazione trasmettono

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE a cura del Consorzio POROTON Italia VERSIONE ASPETTI GENERALI E TIPOLOGIE MURARIE Le murature si dividono in tre principali categorie: murature

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SETTORE TECNICO UFFICIO PROGETTAZIONE INTERVENTI E.R.S. E M.O. LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA EDILE ELENCO PREZZI UNITARI RESP. UFFICIO

Dettagli

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO kio-polieco.com Group ha recentemente brevettato un innovativo processo di produzione industriale per l impiego di uno speciale materiale composito. CHIUSINO KIO EN 124

Dettagli

PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE

PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE CAPITOLO 7. 7. PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE BOZZA DI LAVORO Ottobre 2014 278 [BOZZA DI LAVORO OTTOBRE 2014] CAPITOLO 7 Il presente capitolo disciplina la progettazione e la costruzione delle nuove

Dettagli

Elenco Prezzi Unitari

Elenco Prezzi Unitari Pag. - 1 - di 7 D.008 mc 8,92 Scavo a sezione obbligata Scavo a larga sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici in terreno di media consistenza fino alla profondità di 4 m, sia asciutti che bagnati,

Dettagli

4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA

4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA 123 4 CAPITOLO 4. STRUTTURA ESISTENTE A TELAIO IN CA Il presente esempio è finalizzato a guidare il progettista alla compilazione del SI-ERC per un edificio con struttura a telaio in CA per il quale è

Dettagli

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA E DEGLI Quantità R. E L E M E N T I unitario TOTALE R I P O R T O

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA E DEGLI Quantità R. E L E M E N T I unitario TOTALE R I P O R T O pag. 1 R I P O R T O 023573g Valvola a sfera in ottone cromato di diam. 2" con maniglia a leva gialla. Si intende compreso nel prezzo la mano d'opera e quanto altro necessario a rendere l'opera finita

Dettagli

- Seminario tecnico -

- Seminario tecnico - Con il contributo di Presentano: - Seminario tecnico - prevenzione delle cadute dall alto con dispositivi di ancoraggio «linee vita» Orario: dalle 16,00 alle 18,00 presso GENIOMECCANICA SA, Via Essagra

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

Modelli di dimensionamento

Modelli di dimensionamento Introduzione alla Norma SIA 266 Modelli di dimensionamento Franco Prada Studio d ing. Giani e Prada Lugano Testo di: Joseph Schwartz HTA Luzern Documentazione a pagina 19 Norma SIA 266 - Costruzioni di

Dettagli

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro ElEvata sicurezza - Catenaccio laterale

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE.

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola portoghese in cotto AA IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola di punta nella gamma Imerys-copertura, la sua onda molto pronunciata offre un compromesso ideale per i clienti alla ricerca

Dettagli

ISOLATORI ELASTOMERICI. ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02

ISOLATORI ELASTOMERICI. ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02 ISOLATORI ELASTOMERICI ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02 INTRODUZIONE CERTIFICAZIONI Nel 1992 FIP Industriale ha ottenuto la certificazione CISQ-ICIM per il Sistema di Assicurazione Qualità in conformità

Dettagli

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture LINEE GUIDA RELATIVE ALLE MISURE PREVENTIVE E PROTETTIVE DA PREDISPORRE NEGLI EDIFICI PER L ACCESSO, IL TRANSITO E L ESECUZIONE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE IN QUOTA IN CONDIZIONI DI SICUREZZA Aprile 2007

Dettagli

Sistema per il Ripristino delle Strutture Interrate PRODOTTI PER IMPERMEABILIZZARE

Sistema per il Ripristino delle Strutture Interrate PRODOTTI PER IMPERMEABILIZZARE Sistema per il Ripristino delle Strutture Interrate PRODOTTI PER IMPERMEABILIZZARE Il Ripristino DELLE Strutture Interrate NIDI DI GHIAIA E DISTANZIATORI PLASTICI RIPRESE DI GETTO Strutture Interrate RIPRESE

Dettagli

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L FORM FORM è un calorifero estremamente versatile ed elegante grazie alla forma particolare dei collettori e alle dimensioni dei tubi radianti, decisamente ridotte (ø1 mm). Form è prodotto in due modelli:

Dettagli

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote Opere Provvisionali Linee guida per il montaggio e smontaggio di ANVVFC,, Presidenza Nazionale, dicembre 2008 pag 1 Il DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 (Pubblicato sulla G.U del 30 aprile 2008)

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI ELENCO PREZZI UNITARI PER COSTRUZIONE E MANUTENZIONE RETI ACQUA, RETI FOGNARIE E IMPIANTI DI ALLACCIAMENTO UTENZA Distretto Operativo OPER / COORD / SUP EDIZIONE 02 / 2012 SOCIETÀ ACQUE POTABILI p.a. C.so

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv )

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv ) SIVIERA GIREVOLE A RIBALTAMENTO IDRAULICO BREVETTATA TRASPORTABILE CON MULETTO MODELLO S.A.F.-SIV-R-G SIVIERA A RIBALTAMENTO MANUALE MODELLO S.A.F. SIV-R1-R2 1 DESCRIZIONE DELLA SIVIERA Si è sempre pensato

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa

Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa Misura di portata Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa Scheda tecnica WIKA FL 10.05 FloTec Applicazioni Produzione di petrolio e raffinazione Trattamento

Dettagli

Burj al-arab. Tom Wright and Atkins

Burj al-arab. Tom Wright and Atkins Tom Wright and Atkins Esterni e dettagli costruttivi L esterno della struttura è caratterizzato da tre elementi: la pianta triangolare; l esoscheletro in acciaio; la tenda in teflon. La sagoma è poi interrotta

Dettagli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli ingegneri della Provincia Autonoma di Trento nell anno 2012, si propone quale traccia per la stesura del Certificato di

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

ANALISI PUSHOVER Statica Lineare Dinamica Lineare Statica Non Lineare Dinamica Non Lineare PUSH-OVER

ANALISI PUSHOVER Statica Lineare Dinamica Lineare Statica Non Lineare Dinamica Non Lineare PUSH-OVER ANALISI PUSHOVER - Analisi sismica Statica Lineare - Analisi sismica Dinamica Lineare - Analisi sismica Statica Non Lineare - Analisi sismica Dinamica Non Lineare Con il nome di analisi PUSH-OVER si indica

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera Diffusore a pavimento modello SOL per convezione libera Indice Campo di impiego... 5 Panoramica sui prodotti.... 6 Descrizione dei prodotti Modello SOL96... 8 Modello SOL... 9 Modello SOL...10 Modello

Dettagli

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 CATALOGO TECNICO SCARICATO DA WWW.SNAIDEROPARTNERS.COM IL CATALOGO È SOGGETTO AD AGGIORNAMENTI PERIODICI SEGNALATI ALL INTERNO DI EXTRANET: PRIMA

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06 DESCRIZIONE IMPIANTO MOD. DP03 Sistema per il parcheggio di autoveicoli a comando elettrico con movimentazioni oleodinamiche con tre piattaforme singole sovrapposte idonee a parcheggiare in modo indipendente

Dettagli

STRUTTURE MISTE E CONNETTORI

STRUTTURE MISTE E CONNETTORI STRUTTURE MISTE E CONNETTORI Quando due materiali diversi sono tenuti uniti in modo efficace si comportano, da un punto di vista strutturale, come un elemento unico. In edilizia si utilizza questo principio

Dettagli

ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI

ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI Giunzione a compara in lega di alluminio per utilizzo in ambienti interni ed eterni (cl. di erv. 2) Preforata con ditanze ottimizzate per giunzioni ia u legno (chiodi

Dettagli

PRESCRIZIONI ANTISISMICHE E CRITERI DI CALCOLO: Interazione tra strutture e tamponamenti

PRESCRIZIONI ANTISISMICHE E CRITERI DI CALCOLO: Interazione tra strutture e tamponamenti Convegno CRITICITÀ DELLA PROGETTAZIONE TERMICA E ACUSTICA DEGLI EDIFICI IN RAPPORTO ALLE PRESCRIZIONI STRUTTURALI ANTISISMICHE Saie 2009, Sala Topazio, Sabato 31 ottobre ore 9.00 PRESCRIZIONI ANTISISMICHE

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008 I LAVORI IN QUOTA I Dispositivi di Protezione Individuale Problematiche e soluzioni Luigi Cortis via di Fontana Candida 1, 00040 Monte Porzio Catone (Roma) telefono

Dettagli

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013 S T U D I O D I P R O G E T T A Z I O N E C I V I L E E D I N D U S T R I A L E D O T T. I N G. P R E T T O F L A V I O COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA Oggetto: SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli