CAPITOLATO PER L ACQUISTO DI APPLICAZIONI INFORMATICHE PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DEMOGRAFICI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO PER L ACQUISTO DI APPLICAZIONI INFORMATICHE PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DEMOGRAFICI"

Transcript

1 CAPITOLATO PER L ACQUISTO DI APPLICAZIONI INFORMATICHE PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DEMOGRAFICI PARTE 1^ DISPOSIZIONI GENERALI 1

2 SOMMARIO Art.1 Oggetto del Capitolato... 4 Art.2 MODALITA DI REDAZIONE DELL OFFERTA... 7 Art. 3 TERMINI PER LA CONSEGNA DELLA FORNITURA... 8 Art. 4 Individuazione dei referenti... 8 Art. 5 MODALITA DI AGGIUDICAZIONE DELLA FORNITURA... 9 Art. 6 Servizi di primo impianto relativi alla fornitura dei software applicativi Art 7. Conversioni Art 8. Formazione del Personale Art 9. Supporto all avviamento (affiancamento agli utenti) Art 10. Manuali Operativi Art. 11 Garanzia di funzionamento software applicativo Art. 12 Pagamento canoni di manutenzione Art. 13 FATTURAZIONE E PAGAMENTI Art. 14 PENALI Art. 15 ONERI A CARICO DELLA DITTA AGGIUDICATARIA Art. 16 Responsabilità, garanzie e subappalto Art. 17 Risoluzione del contratto Art. 18 Proroghe e sospensioni delle attività Art. 19 Brevetti e Diritti Art. 20 Trattamento dati sensibili Art. 21 Controversie e foro competente Art. 22 Norme generali e di rinvio

3 INTRODUZIONE L Unione Terre d Argine intende acquistare per i comuni membri dell Unione un pacchetto applicativo per la gestione dei Servizi Demografici proponendosi con questo intervento di perseguire i principi di base di una buona soluzione informatica per la pubblica amministrazione e nello specifico: Incrementare l efficienza delle attività amministrative e gestionali e, conseguentemente, migliorare l efficienza dei servizi prestati alla popolazione; Migliorare la qualità e l efficacia dei processi decisionali favorendone la condivisione fra i diversi soggetti, anche attraverso l organizzazione e la condivisione di banche dati; Sfruttare le sinergie tra Enti Locali, Associazioni e Pubblica Amministrazione Centrale aprendo il sistema allo scambio dati verso altri enti e verso i cittadini. Questo dovrà avvenire nel rispetto degli standard DigitPA (ex CNIPA) e ministeriali; Migliorare la trasparenza garantendo al cittadino il diritto di prendere visione degli atti di un procedimento o dello stato del procedimento amministrativo che lo riguardano, con applicazione delle disposizioni ministeriali della Legge 241/90; Migliorare i servizi al cittadino del territorio comunale facilitandone l accesso via internet. Migliorare i servizi ai cittadini comunitari ed extra comunitari con l applicazione delle disposizioni ministeriali e con la possibilità di traduzione in più lingue dei procedimenti standard; 3

4 A RT.1 OGGETTO DEL CAPITOLATO L Unione delle Terre d Argine intende dotarsi di un software gestionale dei Servizi Demografici. I Comuni dell'unione delle Terre d Argine sono interconnessi da un'infrastruttura di rete regionale in fibra ottica la cui gestione è affidata a LEPIDA s.p.a (società in house della regione Emilia Romagna). Questo consente un' agile, veloce e stabile dialogo informatico con le realtà digitali presenti nei 4 comuni. Il CED del Comune di Carpi detiene un infrastruttura informatica ben configurata e consolidata che consta di: un' organico in pianta stabile dedicato alla gestione dell' infrastruttura informatica; una sala server dotata di accesso controllato, gruppo di continuità, raffrescamento, impianto di backup, armadio ignifugo dipartimentale per il mantenimento dei nastri di backup e sistema di firewalling ed antivirus a protezione dei dati; licenze software per l' uso dei più importanti software di base necessari per il funzionamento complessivo. Il nuovo applicativo verrà inserito in tale realtà, a partire dal Comune di Carpi, dal Comune di ed a seguire opzionalmente negli altri Comuni facenti parte l'unione, beneficiando di tutto il valore aggiunto che l' infrastruttura è in grado di offrire. Il presente capitolato disciplina la fornitura, in termini esecutivi, del software applicativo, e dei servizi correlati. L intera fornitura dovrà fornire nel modo più completo possibile tutte le specifiche riportate dal presente capitolato nella sezione Parte 2^ Specifiche tecniche e dovrà comprendere: software applicativo per la gestione dei Servizi demografici in modalità multiutenza e multiente con postazioni di lavoro illimitate, comprensivo della parte web, per l erogazione futura dei servizi on line rivolti ai cittadini e alle imprese, e della relativa manualistica e documentazione; 4

5 eventuali software comprensivi di licenze di infrastruttura applicativa e di produttività personale necessari per il corretto funzionamento del sistema (tipo Application Servers/Open Office, ecc.); servizi di installazione, configurazione e parametrizzazione degli applicativi offerti; attivazione delle politiche di sicurezza di accesso agli applicativi (compresa la creazione dei profili di accesso per tutti gli utenti che accederanno alle diverse applicazioni); personalizzazione di tutti i modelli necessari a garantire l utilizzo completo degli applicativi e la funzionalità degli uffici anche rispetto alle identità comunali interessate; recupero completo delle banche dati, comprensive di storico, relative ai vecchi applicativi presenti nei comuni; a questo scopo le banche dati verranno messe a disposizione dai Comuni dell' Unione nello stato di fatto in cui si trovano, sui sistemi esistenti. Sarà a carico dell azienda aggiudicataria quanto necessario al recupero del dato (le eventuali spese necessarie per il recupero del dato saranno a carico della ditta aggiudicataria) e al trasferimento nelle nuove banche dati per renderle utilizzabili con le nuove procedure: Servizi di formazione per gli utenti. Servizi di supporto all avviamento delle procedure per gli utenti; Servizi di assistenza e manutenzione ordinaria per il primo anno dopo l avvenuto collaudo; Ogni software, materiale o altro, non indicato, ma che la ditta riterrà opportuno consegnare, o comunque risulti necessario al corretto e completo funzionamento del sistema, 5

6 Si precisa che qualsiasi intervento relativo a quanto sopra esposto si ritiene comprensivo di diritto di chiamata, trasferta etc. L amministrazione si riserva l insindacabile facoltà di eseguire eventuali estensioni o riduzioni dell appalto entro il quinto d obbligo così come previsto dall art. 11 del R.D nr e dall art. 120 del R.D nr Tutto il progetto sopra elencato si intende, come già specificato, Chiavi in mano, il che significa che eventuali software o utility non menzionati nel presente capitolato, ma che la ditta riterrà opportuno consegnare o risulti necessario al corretto e completo funzionamento del sistema che si andrà ad installare dovrà essere incluso. 6

7 A RT.2 MODALITA DI REDAZIONE DELL OFFERTA Le offerte dovranno pervenire in un plico chiuso e controfirmato lungo i lembi di chiusura, recante all'esterno l'indicazione del mittente e la seguente dicitura: Offerta per la gara relativa all acquisto di applicazioni informatiche per la gestione dei servizi demografici Il suddetto plico dovrà contenere a pena di esclusione: 1. Una busta chiusa e controfirmata lungo i lembi di chiusura recante all'esterno la seguente dicitura: "A OFFERTA Economica", contenente l Allegato A Offerta Economica debitamente compilato in ogni sua parte: L offerta economica dovrà riportare: a. COSTO INIZIALE: si tratta del costo di implementazione del pacchetto applicativo che comprende: installazione, avvio, eventuale costo dell applicativo (se previsto), primo anno di manutenzione evolutiva, correttiva e normativa che decorre dalla data dell avvenuto collaudo, integrazioni richieste con i diversi applicativi, assistenza in loco per affiancamento in fase di avviamento; b. COSTO DI MANTENIMENTO: si tratta del canone annuo di manutenzione evolutiva e correttiva trascorso il primo anno dall avvenuto collaudo dell applicativo e deve obbligatoriamente fornire ogni adeguamento necessario a tutte le variazioni di legge, nazionale o regionale; Dovrà essere riportata anche la quotazione in numero di ore e costo a giornata (comprensiva di ogni spesa) a fronte di intervento tecnico presso le nostre sedi. 2. Una busta chiusa e controfirmata lungo i lembi di chiusura recante all'esterno la seguente dicitura: "B OFFERTA Tecnica", contenente: l Allegato B Offerta Tecnica debitamente compilato in ogni sua parte. Nell offerta tecnica, pena esclusione, si dovrà descrivere per ogni punto indicato nel modulo di offerta tecnica suddiviso per tabelle, il livello e le modalità tecniche con cui si soddisfano le funzionalità richieste. In particolare, dovrà essere fornita una descrizione dettagliata di come sono state implementate all interno della procedura le funzionalità richieste atte a garantire la protezione dei dati personali e la sicurezza degli stessi, presentando anche il certificato richiesto dall Art.8 Gestione dei 7

8 Servizi Demografici trasversale alle diverse aree del capitolato parte 2^ requisiti tecnici. il capitolato parte 1^ disposizione generali firmato per accettazione in ogni pagina. La dichiarazione debitamente compilata e firmata dell Allegato C Dichiarazione Ditte. La presentazione dell offerta rappresenta la piena e incondizionata accettazione, senza riserva alcuna, di questo capitolato parte 1^ disposizioni generali A RT. 3 TERMINI PER LA CONSEGNA DELLA FORNITURA Il prodotto dovrà essere in produzione entro 6 (sei) mesi dalla data della conferma d ordine e comunque entro e non oltre il 01/01/2011. Eventuali sospensioni per cause o motivazioni non direttamente imputabili alla azienda appaltatrice sono regolate dall art. 18 del capitolato parte 1^ disposizione generali A RT. 4 INDIVIDUAZIONE DEI REFERENTI L Amministrazione provvederà a designare tre propri referenti: il referente di progetto (responsabile dei servizi demografici), il referente amministrativo (responsabile dei sistemi informativi) ed il referente tecnico (il referente tecnico di procedura) che saranno gli unici interlocutori verso il fornitore. Allo stesso modo, la ditta aggiudicataria, unica responsabile del progetto, dovrà identificare e comunicare 2 referenti, uno commerciale ed uno tecnico, che la rappresentino, per tutta la durata del contratto e del periodo di garanzia, ai quali l Amministrazione farà riferimento per qualsiasi argomento relativo al progetto. Le attività delle figure di cui sopra non potranno essere vincolate ad un monte giornate prefissato e tanto meno ad una valutazione economica delle attività svolte. La ditta aggiudicataria, nel caso in cui l Ente rilevasse un inadeguatezza sui metodi di gestione dei referenti proposti, dietro semplice richiesta dello stesso, è tenuta alla sostituzione di uno o entrambi i referenti. L obiettivo è di evitare, nell interesse di entrambi, ogni possibile malinteso e di concorrere a rimuovere prontamente ogni eventuale ostacolo che dovesse insorgere a compromettere il corretto e celere avanzamento dei lavori. 8

9 A RT. 5 MODALITA DI AGGIUDICAZIONE DELLA FORNITURA La fornitura verrà assegnata mediante procedura negoziata tramite gara ufficiosa a favore dell'offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell'art.83 del D.LGS n.163 e successive modificazioni, con valutazione delle offerte da parte di apposita Commissione giudicatrice, tenendo conto dei seguenti parametri: Punteggio assegnato per o o il costo iniziale dell applicativo il suo successivo mantenimento evolutivo, correttivo e normativo Punteggio assegnato per o o o la corrispondenza ai requisiti del capitolato tecnico la valutazione delle funzionalità rilevate durante la dimostrazione (demo) il soddisfacimento dei requisiti sistemistici L importo a base di gara è fissato in ,00 al netto dell'iva (per il costo globale dell'applicativo comprensivo di conversione dati in essere, licenze, sorgenti e di supporti contenenti i file di installazione e relativa manualistica per la procedura e costo canone di manutenzione annuo dopo la garanzia di 12 mesi) L attribuzione dei punteggi, separatamente per ognuno dei parametri sopra descritti, avverrà nel modo seguente : A. Costo iniziale e Costo di mantenimento punti 40 così suddivisi: 1) Costo globale dell applicativo, comprensivo di conversione dati in essere, licenze, sorgenti e di supporti contenenti i file di installazione e relativa manualista per la procedura: punti 15; All offerta con il prezzo più basso verranno attribuiti punti 15. Alle successive offerte verranno attribuiti i punteggi secondo la seguente proporzione: prezzo offerto : prezzo più basso = 15 : X 2) Canone di mantenimento annuo. È richiesto che venga indicato l ammontare del costo del mantenimento correttivo, ed evolutivo del software su base annuale in relazione al changelog e alle revisioni evolutive del software stesso: punti 25. All offerta con il prezzo più basso verranno attribuiti punti 25. Alle successive offerte verranno attribuiti i punteggi secondo la seguente proporzione: prezzo offerto : prezzo più basso = 25 : X 9

10 B. Qualità complessiva dell applicativo punti 60 così suddivisi: 1) Corrispondenza ai requisiti tecnici di cui al Capitolato tecnico ed eventuali migliorie (la commissione valuterà le risposte ai singoli punti richiesti, analizzando le risposte e le osservazioni riportate nell ALLEGATO B che ogni ditta partecipante è tenuta a compilare. La commissione potrà chiedere chiarimenti ed integrazioni di spiegazioni, nel caso non le ritenga esaurienti): punti 25. 2) Aspetti sistemistici web: punti 10. Si considerano Web solo gli applicativi la cui fruizione richieda esclusivamente il browser. Non si considera Web qualsiasi applicativo che richieda lo scaricamento in locale di qualsivoglia estensione o pacchetto aggiuntivo. Si darà preferenza agli applicativi che dimostreranno di avere le pagine più snelle. 3) Funzionalità globali dell applicativo emerse dalla dimostrazione (DEMO): la commissione valuterà fino ad un massimo di punti 15 in base alla dimostrazione pratica che la ditta effettuerà presso gli uffici comunali nella data in cui deciderà la commissione, evidenziando le caratteristiche e la funzionalità del prodotto. 4) Aspetti innovativi non contemplati nei requisiti tecnici della Parte 2 Specifiche tecniche. La commissione, a proprio insindacabile giudizio, assegnerà fino ad un massimo di punti 10 gli applicativi che presenteranno funzionalità particolarmente innovative. 10

11 L attribuzione dei punteggi ai singoli contenuti del precedente progetto qualitativo tecnico verrà effettuata dalla Commissione Giudicatrice, appositamente costituita e nominata dal Dirigente del Settore competente dopo la presentazione delle offerte assegnando un coefficiente compreso tra 0 e 1, espresso in valori centesimali, a ciascuno dei 4 elementi sopracitati, in base a coefficienti di qualità previsti dall art. 4 commi 1 e 2 del D.P.C.M. del 13 marzo 1999, n. 117 come segue: Ottimo 1,00 Buono 0,75 Medio 0,50 Sufficiente 0,25 Insufficiente 0,00 Tali coefficienti attribuiti verranno moltiplicati per i fattori ponderali, cioè i punti di cui al precedente Progetto Qualitativo Tecnico. La somma che ne risulta determina il punteggio totale attribuito all offerta per il Progetto Qualitativo Tecnico. Una volta attribuiti i punteggi ai progetti tecnici B1, B2 e B4, la commissione designata alla valutazione delle offerte, sospenderà la seduta per stilare il calendario delle dimostrazioni delle funzionalità (B3) e convocherà direttamente con comunicazioni successive a mezzo fax le aziende partecipanti a seconda delle disponibilità dei membri della commissione stessa. Il giorno designato per la dimostrazione delle funzionalità dell applicativo di ogni singola azienda non sarà derogabile. Le aziende che non si presenteranno saranno automaticamente escluse dalla gara. Una volta ultimate tutte le DEMO, la Commissione Giudicatrice si riunirà per attribuire i punteggi relativi alle funzionalità emerse (B3). L aggiudicazione avverrà alla Ditta la cui offerta otterrà il punteggio complessivamente superiore sommando i punteggi totali dei precedenti punti A e B. L aggiudicazione avverrà con riserva di verifica (2 settimane) del rispetto di tutte le caratteristiche richieste nell Art.8 AMBIENTE E SISTEMI OPERATIVI della Parte 2 Specifiche tecniche. Se le effettive caratteristiche non corrispondono, l aggiudicazione sarà revocata e la fornitura sarà assegnata al secondo in graduatoria. L Amministrazione si riserva, a proprio insindacabile giudizio, di procedere o meno all aggiudicazione della fornitura nel caso di presentazione di una sola offerta, si riserva anche di non procedere ad alcuna assegnazione, qualora non ritenesse soddisfacente nessuna offerta tecnica ed economica presentate dai concorrenti. 11

12 A RT. 6 S ERVIZI DI PRIMO IMPIANTO RELATIVI ALLA FORNITURA DEI SOFTWARE APPLICATIVI L offerta dovrà comprendere i seguenti servizi correlati: Consegna del software applicativo offerto Installazione del software applicativo offerto Configurazione dell ambiente di lavoro delle nuove procedure, ovvero tutte le configurazioni software necessarie per il corretto funzionamento delle procedure installate. Ad esempio: o Creazione dei profili utenti e delle politiche di accesso o Configurazione dei database ed il dimensionamento degli ambienti o Parametrizzazione dell ambiente di lavoro delle nuove procedure, ovvero tutte le configurazioni software necessarie per il corretto funzionamento delle procedure installate. A RT 7. CONVERSIONI Nella fornitura devono ritenersi comprese tutte le attività di recupero ed importazione delle banche dati, comprensive dello storico e relative ai vecchi applicativi presenti. Le banche dati verranno messe a disposizione dai Comuni nello stato di fatto in cui si trovano, cioè sui sistemi esistenti, per mezzo della collaborazione con lo Staff Tecnico dei Sistemi Informativi. Sarà a carico dell azienda aggiudicataria quanto necessario al recupero, compreso le eventuali spese necessarie per il recupero del dato e tutte le attività necessarie al trasferimento nelle nuove banche dati per renderle utilizzabili con le nuove procedure. 12

13 A RT 8. FORMAZIONE DEL PERSONALE E richiesta la formazione per l addestramento all uso dell applicativo. I corsi da tenersi presso le sedi comunali verranno programmati compatibilmente con le esigenze di servizio degli sportelli pubblici. Potranno essere previste formazione all uso per alcuni operatori e solo dove possibile, corsi di formazione collettivi. Sono richieste in totale un minimo di 20 (venti) giornate di formazione, da distribuire sui Comuni dell Unione delle Terre d Argine e previo accordo con i responsabili dei singoli servizi. Le giornate si intendono di 6 ore ciascuna e frazionabili in mezze giornate da 3 ore. A RT 9. S UPPORTO ALL AVVIAMENTO (AFFIANCAMENTO AGLI UTENTI) Nel progetto dovranno essere dettagliate le modalità con le quali si intende procedere all erogazione delle attività di supporto all avviamento, ovvero di affiancamento operativo del personale dell Ente nell utilizzo del software applicativo offerto. A RT 10. MANUALI OPERATIVI La Ditta aggiudicatrice fornirà all'amministrazione committente copia in formato elettronico della documentazione di tipo tecnico rivolta all utente, completa di tutte le informazioni necessarie per lo svolgimento delle funzioni ai vari livelli di competenza. Il Comune di riserva di mettere a disposizione tale documentazione nella rete intranet o in qualunque altro modo reputi utile, al fine di renderla disponibile a tutti gli interessati in formato elettronico. In caso di modifiche agli applicativi, l aggiudicatario si impegna a fornire quanto prima la versione aggiornata della documentazione, sempre in formato elettronico. 13

14 A RT. 11 GARANZIA DI FUNZIONAMENTO SOFTWARE APPLICATIVO Il Fornitore si impegna a garantire che il software, all'atto dell'installazione, sia in regolare condizione di funzionamento. Il Fornitore garantisce con apposita dichiarazione che, all'atto dell'installazione, non esistono particolari adempimenti normativi da parte dei settori e uffici interessati alla fornitura delle applicazioni, non contemplati nelle funzionalità del software acquisito dall'ente. La garanzia software è compresa nel costo di implementazione del pacchetto applicativo e deve comprendere l assistenza telefonica, la manutenzione correttiva, adeguativa, evolutiva e normativa per la durata di 12 mesi dalla data dell avvenuto collaudo. A RT. 12 PAGAMENTO CANONI DI MANUTENZIONE Il Servizio di Manutenzione si intende suddiviso in 4 distinti momenti operativi: 1. assistenza telefonica; 2. manutenzione correttiva: si configura quando la software house corregge bug emersi durante l utilizzo dell applicativo da parte dell Ente 3. manutenzione adeguativa/normativa : si configura quando viene adeguato l applicativo per soddisfare eventuali variazione di Legge. Tale adeguamento deve essere disponibile entro i limiti imposti dalla legge stessa. 4. manutenzione evolutiva: si configura quando la software house propone evoluzioni sostanziali dell applicativo al fine di migliorarne la produttività. Il 2 anno successivo al collaudo (il 1 anno si intende coperto da garanzia) il canone di manutenzione offerto in fase di gara verrà corrisposto per intero, mentre a partire dal 3 l importo del canone verrà ripartito secondo il seguente schema: 1. 30% per l assistenza telefonica e la manutenzione correttiva; 2. 70% per la manutenzione adeguativa/normativa ed evolutiva; Ogni anno successivo al secondo l Ente corrisponderà alla software house il canone di mantenimento dell applicativo nella misura del 30% in assenza (durante l arco dell anno solare trascorso) di eventuali operazioni di manutenzione adeguativa ed evolutiva. Per contro, verrà corrisposto il pagamento in toto del canone di manutenzione annuale solo in presenza di modifiche di cui sopra ai punti 3 e 4. Tali modifiche dovranno essere accuratamente argomentate e descritte compilando 14

15 l apposito modulo Allegato D Modifiche adeguative/normative ed evolutive, il quale dovrà essere validato e vistato dal Responsabile di Procedimento Tecnico A RT. 13 FATTURAZIONE E PAGAMENTI Il pagamento della fornitura avverrà nella seguente modalità: 30% all installazione del pacchetto software presso la nostra sede, 30% alla consegna della conversione definitiva dei dati pregressi, 40% al collaudo positivo dell applicativo. La fattura relativa alla fornitura di applicazioni informatiche va intestata a: Unione delle Terre d Argine Corso Alberto Pio, Carpi (MO). La fattura annuale relativa al pagamento del Canone di Manutenzione di cui all Art. 12 del presente Capitolato verrà saldata a partire dalla fine del 2 anno. Il pagamento della fattura avverrà tramite Bonifico Bancario disposto a 60 giorni data fattura, salvo diverse pattuizioni con la Ditta Aggiudicataria. Tale termine resterà interrotto qualora intervenga richiesta di chiarimento. A RT. 14 PENALI Nei casi sotto elencati il Responsabile del Settore competente, ai fini di garantire l efficacia delle attività affidate in appalto, potrà applicare all'aggiudicatario della fornitura, con l'unica formalità della contestazione dell'addebito, le seguenti penali: in caso di ritardo nell attivazione del software rispetto alla tempistica indicata di 6 mesi a decorrere dalla conferma d ordine, verrà applicata una penale di 100,00 al giorno (festivi compresi) salvo il diritto dell Amministrazione appaltatrice al risarcimento degli eventuali maggiori danni. In caso di ritardo nella risposta alla richiesta di intervento tecnico superiore alle 12 ore verrà applicata una penale di 100,00 all ora salvo il diritto dell Amministrazione appaltatrice al risarcimento degli eventuali maggiori danni. 15

16 Per ritardi nello svolgimento delle attività affidate s intendono quelli non giustificati e non sanati con sospensioni o proroghe accordate dall Amministrazione appaltatrice ed esclusivamente imputabili a cause dovute e provocate al soggetto appaltatore. La Società avrà facoltà di presentare le proprie controdeduzioni entro e non oltre dieci giorni dalla notifica della contestazione. Qualora il ritardo nella consegna rispetto al termine finale di ultimazione delle attività indicato nel progetto prescelto superi i 30 (trenta) giorni naturali e consecutivi, l Amministrazione appaltatrice avrà il diritto di risolvere de iure il contratto L'applicazione delle penalità di cui sopra, è indipendente dai diritti spettanti all'ente per le eventuali violazioni contrattuali verificatesi. L'Amministrazione si riserva in ogni caso di fare eseguire la fornitura addebitando le maggiori spese come indicato. A RT. 15 ONERI A CARICO DELLA DITTA AGGIUDICATARIA Entro il termine indicato nella comunicazione di formale aggiudicazione, inviata dal Responsabile del procedimento, il soggetto aggiudicatario dovrà presentare all Amministrazione aggiudicatrice, a pena di decadenza dall aggiudicazione la certificazione antimafia ai sensi del D.P.R 252/98. L'Impresa, ove richiesto dall'amministrazione, in qualsiasi momento dovrà essere in grado di precisare i nominativi del personale in servizio. La Ditta si impegna a garantire l'immediata sostituzione dei propri operatori assenti per qualsiasi motivo o periodo di tempo non che di quelli che, a giudizio dell'amministrazione, dovessero risultare non idonei allo svolgimento del servizio stesso. Ai fini della valutazione dell'idoneità, questa potrà risultare anche da una sola inosservanza dei doveri di servizio e di comportamento previsti dal presente capitolato. L'appaltatore all'atto dell'inizio della fornitura dovrà comunicare all'amministrazione, per iscritto, il nominativo di un referente, al quale possa essere notificata qualunque disposizione anche verbale. L'impresa si obbliga a sollevare l'amministrazione da qualsiasi pretesa, azione o rivalsa che possa derivargli da parte di terzi nel corso dello svolgimento della fornitura. L'lmpresa è sempre responsabile, sia verso l'amministrazione che verso terzi, dell'esecuzione delle attività previste, dell'operato dei suoi dipendenti e degli eventuali danni che dal personale impiegato e dai mezzi utilizzati derivino a 16

17 carico di terzi o dalla stazione Appaltante. Qualora l'impresa o chi per essa non dovesse provvedere al risarcimento o alla riparazione del danno, nel termine fissato nella relativa lettera di notifica, l'ente resta autorizzato a provvedere direttamente, trattenendo l'importo dal corrispettivo di prima scadenza. A RT. 16 RESPONSABILITÀ, GARANZIE E SUBAPPALTO L appaltatore nell accettare l appalto, dichiara che nell offerta economica sono compresi tutti i diritti e le eventuali indennità relative all impiego di metodi, dispositivi e materiali eventualmente coperti da diritti di brevetto, d autore e, in genere, da altri diritti di privativa. L Amministrazione appaltatrice non assume alcuna responsabilità nel caso che l appaltatore abbia usato dispositivi o soluzioni tecniche, di cui altri abbiano ottenuto il brevetto o la privativa. L appaltatore è tenuto alle garanzie per la difformità e i vizi come previsto dall art e dall art del Codice Civile. Rimane inoltre a carico dell appaltatore, dopo l approvazione del collaudo, la garanzia per le difformità e i vizi non riconosciuti e non riconoscibili in fase di collaudo. A copertura economica della garanzia, la cauzione definitiva sarà svincolata trascorso un anno dal verbale finale di collaudo. L appaltatore è responsabile penalmente e civilmente dei danni di qualsiasi genere che potessero derivare alle persone e alle cose durante lo svolgimento delle attività oggetto dell appalto. Qualora sorgessero cause o liti, in conseguenza della violazione dei diritti di cui al precedente comma 1 ovvero dei danni di cui sopra, l appaltatore dovrà sollevare e tenere indenne l Amministrazione appaltatrice da ogni rivendicazione, perdita, danno e responsabilità, a qualunque titolo avanzati o pretesi. In qualunque caso di impossibilità, per l Amministrazione appaltatrice, di utilizzare i prodotti necessari allo svolgimento del servizio, l appaltatore dovrà modificare o sostituire i prodotti in questione con altri aventi le stesse capacità e che, in ogni caso, soddisfino le esigenze dell Amministrazione appaltatrice, garantendo il regolare e corretto svolgimento delle prestazioni rese o da rendere. A RT. 17 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO E' facoltà dell'ente appaltante di risolvere il contratto di appalto, ai sensi ed agli effetti di cui all'art del Codice Civile, nei seguenti casi: 17

18 interruzione o difformità della fornitura senza giusta causa; inosservanza reiterata delle disposizioni di legge, di regolamento e degli obblighi previsti dal presente bando di gara; inadempienze degli obblighi contrattuali che si protraggano oltre il termine, non inferiore a quello eventualmente previsto nel progetto e, in mancanza, a 10 giorni, assegnato all Appaltatrice per porre fine all inadempimento; ogni altra inadempienza qui non contemplata a patto che renda impossibile la prosecuzione dell'appalto, ai sensi dell'art e seguenti del Codice Civile; ritardi nella consegna superiori a giorni 30 (trenta) naturali e consecutivi. Esito negativo del Collaudo Violazione dei brevetti industriali e diritti d autore Nel caso di risoluzione del contratto per i casi previsti dal presente articolo, l'appaltatore incorre nella perdita della cauzione che resta incamerata dall'ente a titolo di penale, salvo il risarcimento dei danni nei confronti dell'aggiudicatario per un eventuale nuovo appalto e per tutti gli altri eventuali danni sofferti. 18

19 A RT. 18 PROROGHE E SOSPENSIONI DELLE ATTIVITÀ Qualora durante l esecuzione delle attività affidate siano avanzate richieste di proroghe da parte del soggetto appaltatore, queste potranno essere concesse solo dopo che l Amministrazione appaltatrice le abbia approvate ovvero sia stata accertata la reale sussistenza dei motivi di forza maggiore all origine delle richieste stesse. E fatto divieto alla ditta provvedere alla sospensione della fornitura di propria iniziativa per qualsiasi motivo o circostanza, pena la recessione del contratto. L Amministrazione appaltatrice, per ragioni di pubblico interesse o altre necessità, può ordinare eventuali sospensioni delle attività affidate. In caso di sospensione non spetterà al soggetto appaltatore alcun compenso o indennizzo aggiuntivo. La durata della sospensione non sarà calcolata nel termine fissato per l ultimazione delle attività. A RT. 19 BREVETTI E DIRITTI L'aggiudicataria assume ogni responsabilità nel caso di vendita di apparecchiature che violino brevetti (per invenzioni, modelli industriali e marchi). Conseguentemente, la medesima terrà a proprio carico tutti gli oneri derivanti da eventuali azioni per contraffazione esperite nei confronti degli Enti acquirenti in relazione alle apparecchiature fornite o al loro uso; e, quindi, deve tenere indenni gli Enti stessi dalle spese eventualmente sostenute per la difesa in giudizio nonché dalle altre spese di causa e per risarcimento danni cui vengano condannati con sentenza passata in giudicato. A RT. 20 T RATTAMENTO DATI SENSIBILI La ditta opererà nel totale rispetto della riservatezza nel trattamento dei dati, ai sensi della vigente normativa in materia di privacy. (D.Lgs. n. 196/03) e della vigente regolamentazione comunale in materia. A tal fine dovrà essere posta particolare cura relativamente alla documentazione riservata. L Amministrazione provvederà a nominare la ditta aggiudicataria responsabile del trattamento dei dati personali (ordinari, sensibili e giudiziari) a mezzo decreto che la ditta sottoscriverà per accettazione. Il soggetto aggiudicatario ha l obbligo di mantenere riservati i dati e le informazioni, ivi comprese quelle che transitano per le apparecchiature di 19

20 elaborazione dati di cui venga in possesso e di non divulgarli in alcun modo e in qualsiasi forma e di non farne oggetto di utilizzazione a qualsiasi titolo per scopi diversi da quelli strettamente necessari all esecuzione dell appalto. L obbligo di cui sopra sussiste, altresì, relativamente a tutto il materiale originario o predisposto in esecuzione delle attività affidate in appalto. L obbligo di cui al comma precedente non concerne i dati che siano o divengano di pubblico dominio, nonché le idee, le metodologie e le esperienze tecniche che il soggetto aggiudicatario sviluppa o realizza in esecuzione delle prestazioni dovute. Il soggetto aggiudicatario è responsabile per l esatta osservanza da parte dei propri dipendenti, consulenti e collaboratori, nonché dei propri eventuali subappaltatori e dei dipendenti, consulenti e collaboratori di questi ultimi, degli obblighi di segretezza anzidetti. In caso di inosservanza degli obblighi di riservatezza, l Amministrazione appaltatrice ha la facoltà di dichiarare risolto di diritto il contratto, fermo restando che l appaltatore sarà tenuto a risarcire tutti i danni che dovessero derivare all Amministrazione appaltatrice. Il soggetto aggiudicatario potrà citare i termini essenziali del contratto laddove ciò fosse condizione necessaria per la partecipazione dell impresa stessa a gare e appalti. A RT. 21 CONTROVERSIE E FORO COMPETENTE Nel caso di controversie, l appaltatore non potrà sospendere né rifiutare l esecuzione del servizio, ma dovrà limitarsi a produrre le proprie motivate riserve per iscritto, in attesa che vengano assunte dall Amministrazione comunale mandataria le decisioni in ordine alla prosecuzione dello svolgimento dell appalto. In assenza di una soluzione concordata per qualsiasi questione insorta tra l Amministrazione comunale e la ditta aggiudicataria relativamente ai patti convenuti ed a quanto non previsto nel presente atto ma relativo al servizio oggetto dell appalto la controversia sarà demandata al Tribunale di Modena. 20

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO MILANO - Via A. Di Rudinì, 8 U.O. Amministrazione risorse umane/pd BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli