NON TUTTO VIEN PER NUOCERE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NON TUTTO VIEN PER NUOCERE"

Transcript

1 NON TUTTO VIEN PER NUOCERE Anche l anno 2013 sta chiudendo i battenti, portando ancora con sè la crisi economica che ormai perdura da anni. A mio avviso, però, a differenza degli anni precedenti, quest anno la crisi ci porterà una sorpresa per Natale: cambia l ordine delle priorità nel calendario del Santo Natale. Mi sembra, infatti, che in questo periodo le persone stiano mettendo al primo posto delle loro priorità alcune domande come dove passiamo il giorno di Natale, a casa mia o casa tua?, e ancora Ci siamo tutti?. Questo ci fa capire quale sia il giusto valore da dare al grande Evento: stare in Famiglia, stare insieme, stare uniti. Non che i regali non siano importanti: anzi, danno il giusto corredo alla Festa, ma credo che questi abbiano perso il primo posto nella scala dei valori da dare al Natale; peraltro, come è giusto che sia. Forse, questa è una delle poche ricadute positive che la Crisi ci ha portato e, se vogliamo essere onesti, siamo contenti! Siamo contenti di riscoprire i valori fondanti, quelli che hanno fatto l uomo, senza i quali la nostra società non potrebbe crescere. Spero dunque che tutti i nostri lettori possano rivivere le emozioni di una volta, risentire i sapori e i profumi delle Feste in famiglia, di quando si era bambini, e vivere pienamente il valore autentico del Santo Natale. Auguro di cuore Buone Festività Natalizie. > DR

2 Editore SOMMARIO EDIZIONI ERBIA SRL via Serio, 2/A Albino (BG) Direttore Responsabile TIZIANO PIAZZA Segreteria Tel LA BERGAMO GEPI 10 CREOLE S 12 IL MUSEO DEL PRESEPIO Stampa Edizioni Erbia srl Hanno collaborato: Matteo Alborghetti, Stefania Barcella, Federico Biffignandi, Enzo De Canio, Federico Errante, Paolo Ghisleni, Francesca Grassi, Claudia Patelli, Cesare Solimbergo. Impaginazione Grafica: Fabio Imberti Fotografi: Archivio CAI Bergamo, Genuine Seriate, Museo del Presepio Dalmine, Marco Quaranta Nembro, Cesare Solimbergo, Mauro Visconi, linolmostudio (Castione della Presolana), Danilo Sechi. Foto di copertina: Cesare Solimbergo COPYRIGHT BERGAMÈ: TESTI ED IMMAGINI DELLA PRESENTE PUBBLICAZIONE NON POSSONO ESSERE RIPRODOTTI CON MEZZI GRAFICI, MECCANICI, ELETTRONICI O DIGITALI SENZA PREVENTIVA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELL EDITORE. OGNI VIOLAZIONE SARA PERSEGUITA A NORMA DI LEGGE BERGAMÈ, PERIODICO BIMESTRALE DI INFORMAZIO- NE LOCALE ISCRIZIONE PRESSO TRIBUNALE DI BERGAMO N 15 DEL 2012 IL 15/06/12 Crediti fotografici: Per le immagini senza crediti, l Edizioni Erbia ha cercato di rintracciare i titolari dei diritti fotografici, senza riuscire a reperirli. Ovviamente, è a disposizione per l assolvimento di quanto occorre nei loro confronti. 16 MONS. GIULIO DELLAVITE 20 NATALE IN BOLIVIA 24 MARTINÌ 26 WALTER GADDA 32 ELLEDI 38 STOCKHOLM 42 CESARE PISONI 51 TELAIO DELL ANGELO 60 VIVEKA ASSEMBERGS 64 TEATRO PROVA 71 FIORELLO LORENZI 87 ALESSANDRO FABIANI 20 ASSOCIAZIONE ARTIGIANI 46 PROMOSERIO 56 CLUB ALPINO ITALIANO 68 SAI LA TV 76 MOTOCLUB BERGAMO 80 CONI BERGAMO 84 TARFÙ 92 SAGRE E FESTE

3 LA PERSEVERANZA E DEI VINCENTI Quando le cose si fanno oscure e sembra che non ci sia alcuna ragione di continuare, quando tutto sembra portare a rinunciare, a non continuare a tentare, è proprio allora che si distinguono gli uomini vincenti dagli uomini cedevoli. Se si ha la forza di percorrere ancora qualche altro metro ed andare avanti, l orizzonte si schiarirà e si comincerà a vedere i primi segni di quell abbondanza che è dei vincenti, perché hanno avuto il coraggio di perseverare. Ecco, la perseveranza è la differenza tra successo e fallimento. Questa è la qualità che più di ogni altra limita la maggioranza delle persone nelle grandi realizzazioni; esse vorrebbero intraprendere qualche impresa ma, non appena il cammino si fa arduo, si arrendono. Essi mancano di perseveranza. La perseveranza ha un motore a due cilindri : forza di volontà e desiderio. Se ben combinati, formano una coppia irresistibile. E con la perseveranza si raggiunge il successo. E, poi, la perseveranza fortifica l essere umano, gli rimpolpa le ossa. A volte, la salita è durissima, quasi insostenibile, si pensa di mollare, ma a piccoli passi ci si rilancia. Merito di Qualcuno che ci affianca nel cammino difficile, Qualcuno che da lassù ci aiuta: basta riconoscerlo in tutte le nostre azioni quotidiane, basta dare un senso a quello che facciamo. Questa motivazione ci dà la carica giusta per perseguire con entusiasmo e costanza tutti gli obiettivi prefissati. Ogni passo nella giusta direzione è un passo verso una gioia maggiore. La perseveranza, quindi, è sinonimo di grandezza. Quelli che riescono a riprendersi dopo uno scoraggiamento, e continuano a provare, finiscono per arrivare alla meta, e allora tutti grideranno Bravo! lo sapevo che ci saresti riuscito. > Tiziano Piazza

4 LA BERGAMO CHE LAVORA E PRODUCE Un azienda leader nel mercato delle coibentazioni, con una competenza e conoscenza tecnica d avanguardia. GEPI srl, ALTA TECNOLOGIA PER L ISOLAMENTO TERMOACUSTICO Grazie ad un esperienza ventennale, ha acquisito clienti e commesse sempre più importanti. La sua strategia imprenditoriale si basa su ricerca, qualità e sicurezza. Le certificazioni di qualità come valore aggiunto. Il settore edile ha subìto una vera e propria evoluzione nel corso degli anni, grazie all introduzione di materiali di nuova concezione, capaci di rivestire ogni ambiente, evitando al contempo dispersioni di calore, oltre a isolare acusticamente la zona interessata. La società GEPI di Torre Boldone ha perfettamente compreso l importanza di queste novità di settore e, per questo motivo, si è specializzata nell installazione di isolanti termoacustici e impermeabilizzanti, contro la dispersione di calore e di frigorie, ma anche nella posa di compartimentazioni EI, offrendo servizi di mappatura, progettazione, certificazione e garanzia. Ormai, sono vent anni che la società GEPI opera nel mercato degli isolamenti termoacustici, diversificando i suoi ambiti d intervento e spaziando in tutto il mondo. 4

5 LA STORIA Era il 1992, quando Roberto Ghilardi e Ubaldo Pacati diedero il via alla loro avventura imprenditoriale, la GEPI isolamenti termoacustici. Amici d infanzia, entrambi 43enni, rintracciarono la loro prima sede in un garage di via Rotone, a Nembro. Uno spazio che misurava poco meno di 50 metri quadrati, ma la passione, la dedizione e la determinazione hanno fatto sì che la piccola azienda crescesse costantemente. Furono anni pionieristici, di grande vitalità e dinamicità, tanto che già quattro anni dopo, nel 1996, l attività fu trasferita in via Milano, ad Albino, in una sede più ampia e più consona ai nuovi traguardi raggiunti dai due GEPI. In pochi anni, Roberto Ghilardi e Ubaldo Pacati hanno portato la società, con una crescita continua e costante, ad essere una consolidata realtà produttiva del territorio bergamasco, forte e apprezzata anche in tutta Italia, in Europa e anche Oltreoceano (Caraibi). Il segreto di GEPI è semplice: tanta voglia di lavoro e forte verve imprenditoriale; ma anche graduale rinnovamento e alta personalizzazione dei propri prodotti e dei servizi offerti. E così, nel 2003, sull onda lunga di un attività sempre in crescita, la società è obbligata a Centrale elettrica EDF (Martinica) 5

6 rintracciare nuovi spazi, più grandi e più funzionali, trovati in via delle Industrie 17, a Torre Boldone, l attuale sede. LO STAFF OPERATIVO Forte di un esperienza ventennale, la società GEPI opera per committenti di ogni tipo, come soggetti privati, società ed enti, prestando un accurato servizio, applicabile anche nei più moderni contesti immobiliari. Questa capillare capacità d intervento è possibile unicamente per mezzo di uno staff tecnico composto da oltre 30 dipendenti, fra cui ingegneri e abili professionisti, per i rispettivi settori di competenza, attenti e disponibili, sempre in costante aggiornamento tecnico, appartenenti a una struttura direzionale altamente qualificata. Nello specifico, lo staff è composto da un team di progettazione delle soluzioni, tutte realizzate nel pieno rispetto delle normative in materia, e da una squadra specializzata per la messa in opera e l assistenza post-vendita. Sono i collaboratori che fanno grande una società spiega Ubaldo Pacati - La meticolosa ricerca dei migliori tecnici e la continuativa formazione del nostro staff operativo garantiscono standard qualitativi elevati per qualunque problematica ed esigenza relativa all isolamento. Un personale attento e disponibile, sempre a disposizione dei clienti per rispondere a tutte le richieste e suggerire soluzioni con competenza e serietà. Ma rigore ed efficienza sono espressi anche dalle strutture e dai magazzini dell azienda, sempre in perfetto ordine, come se fossero 6

7 un mercato competitivo come quello attuale, basta vedere la vasta gamma di ambiti d intervento: isolamenti e coibentazioni per impianti civili, cementerie e acciaierie, industrie chimiche e farmaceutiche, caldaie e impianti di cogenerazione, ospedali e industrie di prodotti alimentari, cantieri navali, condotte e cabine insonorizzate. Ma anche centri commerciali, edilizia pubblica, luoghi di culto, aree sportive, parchi divertimento. Tante e grandi le opere realizzate in questi anni. Fra le più significative, il termovalorizzatore di Grugliasco (TO), la centrale a biomassa di Rivarolo Canavese (TO), la sede di Intesa San Paolo, a Torino, la cementeria Holcim di Merone (CO); mentre all estero è da segnalare la centrale elettrica EDF di Bellefontaine, in Martinica. Sede Intesa S. Paolo - Torino pronti in qualsiasi momento ad affrontare una nuova sfida. INTERVENTI DI RILIEVO Traguardi importanti quelli raggiunti da GEPI, che però si devono basare anche su materie prime di indubbia qualità. L utilizzo delle tecnologie più avanzate è importante continua Roberto Ghilardi Ma grande attenzione è da dare ai materiali. Solo una approfondita selezione di quelli più performanti può offrire soluzioni certificate e garantite nel tempo. Per questo scegliamo partners di primaria importanza mondiale, che impiegano materie prime eccellenti, con processi di fabbricazione innovativi ed un controllo rigoroso delle fasi di produzione, nel rispetto dell ambiente: da qui, l ottima qualità dei prodotti GEPI. Questa caratteristica, associata all eccellente servizio logistico, ci ha permesso di essere oggi una delle primarie aziende italiane nel settore degli isolanti termoacustici. Per comprendere questi successi, peraltro in Holcim - Merone (Co) 7

8 Termovalorizzatore - Grugliasco (To) CANTIERI APERTI Per la società GEPI i traguardi non sono punti di arrivo, ma di ripartenza, sempre su strade segnate da ricerca, qualità, sicurezza, per adattarsi alle nuove esigenze del mercato, con investimenti atti ad accrescere la competitività, garantire lo sviluppo e migliorare la redditività. Attualmente, infatti, sono una ventina i cantieri operativi, in Italia e all estero. Si sta lavorando al delfinario di Genova, al Cosmo Hotel di Milano, all Esselunga di Calco (LC), al Politecnico di Lecco, agli ospedali di Massa Carrara, Pinerolo (TO), Paderno Dugnano (MI), Candiolo (TO), Monselice-Este (PD) e San Giovanni Bosco di Torino. Inoltre, la GEPI sta lavorando alla realizzazione del nuovo hotel della catena alberghiera low cost B&B di Sesto San Giovanni (MI), in quella che era la torre sospesa di Sesto Marelli. E cantiere aperto anche in Germania, precisamente a Berlino, dove si sta lavorando presso l azienda Novelis, che realizza prodotti laminati di alluminio. Sede Banca di Credito - Milano 8

9 Ospedale - Monselice-Este (Pd) ATTESTAZIONI DI QUALITA Con la qualità non si discute. Così, negli anni, la società GEPI ha acquisito importanti certificati di garanzia, che comprovano il possesso dei requisiti di efficacia ed efficienza nella realizzazione del prodotto e nell erogazione dei servizi. Sulle pareti della sede direzionale di via delle Industrie fanno bella mostra diverse certificazioni. Per esempio, l attestazione ISO 9001 e l attestazione SOA. Quest ultima è necessaria a comprovare la capacità tecnica ed economica dell impresa di eseguire (direttamente o in subappalto) opere pubbliche con importi superiori a euro. Da segnalare, infine, che la sede della società GEPI si qualifica come esempio di ecosostenibilità, disponendo di un officina completamente automatizzata, ma soprattutto autonoma a livello energetico, grazie ad una copertura con pannelli solari. > C.P. GEPI srl Via delle Industrie, Torre Boldone (BG) Tel Fax

10 LA BERGAMO DEL FASHION CONCEPT STORE NATALE... DA CREOLE S Ultime corse per i regali natalizi? Da Creole s trovi sicuramente ciò che fa per te! Splendidi alberelli segnaposti in perle e Swarovski, in abbinamento perfetto col centrotavola coordinato. Cuori di ceramica colorati con frasi augurali. Portacandele, vasetti e lampade in raffinatissima pietra leccese. Ma non è tutto... Foulard e sciarpe gioiello, giuste per ogni occasione! Bracciali elastici con miniature e strass, braccialetti e cinture in pelle e strass, oppure collarini murano oro tutti ricamati a mano by Neli (prodotti in esclusiva per Creole s). E ancora, preziosi orecchini pendenti in argento, articoli vintage che spaziano dai bracciali al girocollo e, infine, non poteva mancare il must: unici fermacapelli gioiello con raso e Swarovski, per essere semplicemente perfetta in queste feste. Creole s - Via Roma, 67 - Grumello del Monte (Bergamo) - tel

11 Collezione autunno/inverno 2013/14 via Roma 67, Grumello del Monte (BG), tel orari: , chiuso domenica e lunedì mattina 11

12 LA BERGAMO DELLA TRADIZIONE POPOLARE Un attrattiva culturale in grado di suscitare una forte occasione di richiamo da tutto il mondo. IL MUSEO DEL PRESEPIO, ESEMPLARI DAI 5 CONTINENTI Aperto da circa 40 anni, raccoglie, conserva e valorizza una collezione unica al mondo, che ruota attorno al tema della natività. Intanto, fervono i preparativi in vista del Convegno Internazionale del presepio, che si terrà a Bergamo, nel L obiettivo è rendere la città Capitale del Presepio. Fiore all occhiello della Bergamasca, il Museo del Presepio di Dalmine ospita oltre 900 presepi, tra i quali spiccano presepi antichi ed esemplari delle migliori scuole presepistiche italiane ed europee. Divenuto un centro di studio per i presepisti ma anche per i semplici appassionati, è uno dei musei più visitati di tutta la provincia. Per conoscere meglio questa realtà, ecco l intervista al Conservatore del Museo del Presepio, la Dott.ssa Barbara Crivellari. Come è nato il museo? Il museo è stato fondato nel 1974 per iniziativa di don Giacomo Piazzoli, primo parroco di Brembo di Dalmine, appassionato collezionista e presepista. A gestire la struttura è la locale associazione Amici del Presepio (fondata nel 1966), il cui presidente è Claudio Danesi e il segretario è Angelo Sorti. Nel periodo natalizio, il museo è aperto tutti i pomeriggi, dalle 14 alle 18, e i festivi, dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 19, mentre dal mese di febbraio, vi si può accedere il giovedì, il venerdì, il sabato e la domenica. Che tipi di presepi si possono trovare al museo? Il museo raccoglie e conserva presepi che hanno una spiccata rilevanza storico-artistica. La collezione spazia da bellissimi presepi napoletani del Settecento a quelli bergamaschi, con le tradizionali statue in gesso, che risalgono a fine Ottocento inizio Novecento. 12

13 Molto prezioso è anche un presepio ligure di gesso, anch esso del Settecento, opera dello scultore genovese Garaventa, in cui è possibile osservare anche la figura del committente. Con quali materiali sono realizzati i presepi della collezione? Sono i più svariati: dal legno al gesso, dalla carta alla terracotta, fino alla carta stagnola dei pacchetti di sigarette con cui sono costruiti i presepi tradizionali di Cracovia, in Polonia. Un bellissimo esemplare in terracotta, di scuola siciliana, invece, ci è stato donato da Papa Giovanni Paolo II, in occasione della Pasqua successiva alla sua visita a Bergamo, nel Non mancano, poi, esemplari curiosi, come uno dei più piccoli, contenuto nel guscio di un pistacchio, che si può osservare con la lente di ingrandimento. Come è cambiato nel tempo il presepio? L allestimento del presepio ha alle proprie spalle una storia plurisecolare. Si tratta di un arte antica, di facile lettura, che consente a tutti di ritrovare elementi familiari da riconoscere. I più piccoli adorano gli animali e, nel presepio, oltre alle greggi e a tutti gli animali da cortile, ci sono cani, gatti, cammelli, elefanti. I meno giovani rimangono incantati dalla ricostruzione degli interni d epoca e soprattutto dalle statue che ricordano gli antichi mestieri, come l arrotino o l ombrellaio. Oltre al valore religioso, un presepio fornisce informazioni preziose su un determinato luogo o paese: ne abbiamo diversi molto caratterizzati, tipici del paesaggio dell appennino tosco-emiliano, di quello francese o di quello spagnolo. 13

14 Qual è il percorso-tipo che un visitatore può compiere al museo? Il percorso museale si articola su due piani il primo piano e il piano interrato - e ospita presepi differenti per epoca, provenienza, dimensione e materiale. Ci sono presepi che raffigurano l immagine della Natività, ma anche scene ad essa collegate, come la visita di Maria a Elisabetta e l adorazione dei Magi. Il percorso inizia al primo piano, dove si possono ammirare i presepi napoletani, del Settecento, secolo d oro del presepio artistico. Il più imponente è una realizzazione del presepista Antonio Greco, un vero e proprio scoglio napoletano di oltre 20 mq, con oltre 130 statue a comporre tre grandi scene e numerose piccole scenette di vita quotidiana. Sempre al primo piano, nelle teche centrali, trovano posto presepi artigianali di Asia, Africa e America Latina. Accanto ai presepi di grande fattura, abbiamo una collezione di piccole statue, che venivano utilizzate per l allestimento dei presepi nelle case. È interessante notare la duplice dimensione del mondo del presepio: alcuni sono vere e proprie opere d arte, mentre altri sono parte della dimensione domestica e casalinga di ciascuno. Al museo, infatti, è possibile osservare anche statuine simili a quelle che utilizzavano i nostri nonni per preparare il presepio. Al primo piano vi è anche la ricostruzione di una bottega artigiana bergamasca, vero? Esatto, una bottega artigianale ottocentesca bergamasca, realmente esistita, attiva fino agli anni Sessanta del Novecento, che realizzava statue in gesso e che operava per la produzione di presepi: era la Bottega del Guelfo, situata a Bergamo, all inizio di via Sant Alessandro. Si trattava di una fiorente bottega che, nei suoi periodi di maggior splendore, impiegava anche una trentina di lavoranti, ragazze che si occupavano delle finiture delle statue, dipingendone i particolari. Il Museo sta eseguendo studi sul presepio bergamasco ed è particolarmente interessato alla produzione tradizionale di statue in gesso e in legno. Quali sono le scuole di presepio più rappresentate? Quelle siciliana, pugliese, sarda, ligure e trentina, mentre tra quelle europee spiccano i meravigliosi presepi della Spagna e della Polonia. Di rara maestria sono i diorami di prese- 14

15 pisti come Antonio Pigozzi, Pierluigi Bombelli e Umberto Palazzo, con statue di figurinai del calibro di Giuseppe Criscione, Raffaele De Angeli e Angela Tripi. Molto belli anche i presepi di carta Si, sono molto particolari. Attualmente il museo ne conta oltre 200 esemplari: una ventina sono esposti, mentre gli altri sono conservati in biblioteca. Ci sono presepi di carta costituiti partendo da stampe ritagliate e poi collocate su cartoncino o legno ed esemplari realizzati a teatrino. Recentemente, i presepi di carta sono stati oggetto di studio all interno del progetto SIRBeC, un progetto di Regione Lombardia per la catalogazione dei beni culturali. La prima parte della catalogazione si può già consultare on-line sul sito internet del Museo del Presepio com, con l obiettivo di condividere la conoscenza. Molto interessante anche il piano interrato del museo Qui, si può ammirare una splendida collezione di figure in cartapesta pugliesi, realizzata nei primi del Novecento e completamente restaurata. Inoltre, il presepio in gesso di Garaventa, i diorami italiani e spagnoli e un maestoso presepio biblico. Inoltre, si può trovare anche un presepio elettronico, che ha una significativa funzione didattica. All interno dell archivio del museo, infine, è custodito tutto il materiale riguardante il Natale e la Natività: musiche, cartoline, francobolli e santini a tema. Anche la biblioteca del museo è molto fornita E consultabile, su prenotazione, una biblioteca specializzata per lo studio del presepio: contiene un vasto archivio costituito da tutto il materiale inerente il presepio e, più in generale, il Natale, le sue tradizioni, la sua storia, i suoi usi e costumi. In tutto, un migliaio di volumi, ma siamo sempre a caccia di volumi rari. L idea è quella di rendere la biblioteca un vero e proprio centro-studi sul presepio, un luogo in cui organizzare anche convegni, incontri e seminari per studiosi e appassionati. E il book-shop? Al termine della visita, il visitatore può contare sulla presenza di un fornito book-shop, che soddisfa la curiosità dei presepisti o dei semplici amatori, con ogni genere di oggetto per costruire o arricchire il proprio presepio. Anche gli stessi presepisti professionisti vengono al book-shop del museo per acquistare statue e statuine. Infine, Bergamo si prepara a un appuntamento internazionale, conferma? Sì. Il Museo del Presepio si è fatto promotore di iniziative e di eventi internazionali, presentando la candidatura e ottenendo il mandato per l organizzazione del XX Congresso Internazionale UN.FOE.PRAE, Bergamo ottobre 2016 (Congresso Internazionale delle Associazioni Presepistiche), con cadenza quadriennale: un evento che viene riportato in Italia dopo 30 anni e che arriva a Bergamo per la prima volta. L iniziativa richiamerà da tutto il mondo un migliaio di persone, tra presepiologi, studiosi del presepio, presepisti e semplici appassionati. Il comitato organizzatore si chiama Venite adoremus Bergamo 2016 ed è composto dalle sezioni bergamasche di Brembo di Dalmine, Ponte San Pietro e Cividino-Quintano di Castelli Calepio della Associazione Italiana Amici del Presepio. Per l occasione, stiamo preparando diverse iniziative, incontri e mostre, che renderanno Bergamo Capitale del Presepio. Museo del Presepio Via XXV Aprile, Dalmine (Bergamo) Telefono e fax: > Paolo Ghisleni 15

16 LA BERGAMO CHE VIVE IL NATALE Il Natale provoca sempre in ognuno di noi tante domande. IL DUBBIO, IL PROTAGONISTA DEL PRESEPIO Se esprimi un desiderio è perché vedi cadere una stella, se vedi cadere una stella è perché stai guardando il cielo e se guardi il cielo è perché credi ancora in qualcosa. (Bob Marley). Ognuno di noi, dentro di sé, vorrebbe prendere in mano la sua vita e vederla luminosa, colorata, splendente, come sono le nostre strade e le nostre città a Natale. Vorremmo una vita ordinata, pulita, bella, ricca, buona, come sono le nostre case e le nostre tavole a Natale. Vorremmo una vita sorridente, generosa, disponibile, attenta, come sono le facce nelle nostre famiglie a Natale. Ma c è qualcosa in tutto questo che non funziona. Anche in quella notte di Betlemme c era uno spazio così, bello, caldo, ricco, lucente, tranquillo: la reggia di Erode. Gesù non ha voluto un palazzo, ma ha scelto una stalla. Disordinata, poco pulita, fredda, non troppo accogliente. Ma non sono queste le caratteristiche della nostra vita? Abbiamo un cuore apparecchiato da tante cose, da tanti desideri, da tanti sogni, ma anche da tante preoccupazioni e da un po di lacrime segrete. Noi vorremmo un cuore scintillante come una reggia, ma sotto sotto ci ritroviamo poveri, semplici, disordinati, e nel segreto anche un po sporchi. 16

17 Come una stalla. Ma qui Dio sceglie di nascere. Questa è la Buona Notizia del Natale: che la paglia resta paglia, ma con Dio sopra; che la stalla resta stalla, ma con Dio dentro. Così questo Dio, cucciolo di uomo, non cambierà la nostra vita, non trasformerà le nostre miserie in ricchezza, non metterà in ordine i nostri disordini, ma ci nascerà sopra, ci si appoggerà dentro. È il segreto del presepio. Se stiamo bene attenti, i sentieri con la ghiaia bianca, i ponti che fanno attraversare i laghetti di specchio alle strette strade ripide tra le montagne accartocciate, portano tutti verso la grotta, perché lì deve arrivare il vero protagonista di ogni presepe, che è il dubbio. Per quella strada giunge alla grotta il dubbio di Maria che guarda al suo bambino di cui conosce il Mistero, ma si domanda che cosa sarebbe successo di lui. È il dubbio sul futuro e ci insegna il segreto dell esistenza che è vivere con semplicità, ma pensare con grandezza, perché l essenziale non è comprendere la vita, ma gustarla. Per quella strada giunge alla grotta il dubbio di Giuseppe che guarda la donna che ama e non solo si fida ma si affida, scommettendo con coraggio sul loro amore al di là di tutto. 17

18 È il dubbio sull amore che ci insegna che se e quando non si ama troppo, non si ama abbastanza. Per quella strada giunge alla grotta il dubbio di Erode che si logora nei sospetti e nella gelosia. È il dubbio del chissà magari che ci insegna che la distanza è la vera prova dell amore, ma è anche ciò che più di tutto fa capire quanto si ama. Per quella strada giunge alla grotta il dubbio dei Pastori: Se è il figlio di Dio, perché Dio nasce in una stalla?. È il dubbio sulla fede che ci insegna che ognuno di noi può scegliere quello che vuole seminare, ma sarà obbligato a mietere solo quello che avrà piantato. Per quella strada giunge alla grotta il dubbio dei Magi che si domandano ma dove sto andando? ma cosa faccio?. È il dubbio sul futuro che ci insegna a non chiederci solo cosa voglio dalla vita?, ma anche di imparare a chiederci cosa vuole la vita da me. La Natività - Lorenzo Lotto 18

19 Per quella stessa strada giunge alla grotta il nostro dubbio: il dubbio sulla nostra vita e sul nostro amare, il dubbio su quello che vogliamo dagli altri e da noi stessi. Per quella strada giunge alla grotta anche il dubbio di Dio, perché lui, il Creatore, si trova senza casa nella sua casa. Siamo abituati a guardare la scena con un buonismo dolciastro, ma se ci pensiamo bene è un momento tremendo per Dio. Non c è posto per lui, se non una stalla. Dio non ha paura di bussare e non pretende di avere le chiavi. Proprio per questo Dio prende per mano ogni dubbio e lo conduce davanti al bambino appena nato, così ci insegna a guardare in basso per vedere il cielo. Come? L ho capito in questi giorni per strada. Nel caos di una via stracolma di gente accalcata per negozi, un bambino tirava la giacca chiamando il suo papà che stava in un faticoso equilibrio di pacchi di Natale. Sbuffando gli ha detto: Ti ho preso i giochi per la Wii che volevi, poi ti ho preso i Gormiti, che cosa vuoi ancora adesso? Cosa dovrei prenderti?. Prendimi la mano!, gli ha risposto il suo bambino. Così è Dio: non si trova al termine di ragionamenti o pretese, ma si trova dentro i piccoli gesti normali di amore vero. Oggi, Dio è il bambino e noi il padre del nostro futuro. Oggi, Dio non pretende, ma semplicemente ci chiede prendimi la mano. Prendere la mano a un Dio bambino significa capire che anche se il dubbio è il protagonista della nostra vita, anche se spesso tu non credi in Dio, Dio crede in te Sempre, comunque e nonostante tutto, Dio crede in te e ti dice: prendimi la mano. Mons. Giulio Dellavite Segretario Generale Curia diocesana di Bergamo 19

20 LA BERGAMO DELLE ALTRE ETNIE La comunità boliviana che vive a Bergamo rappresenta una realtà sempre più significativa nel panorama culturale della città. IL NATALE IN BOLIVIA I boliviani a Bergamo sono donne e uomini coraggiosi che, con malinconia e determinazione, hanno abbandonato la loro terra e le loro famiglie per emigrare in cerca di un luogo dove preparare un futuro migliore per i propri figli. Un popolo che vive a km dalla propria casa e che in questo periodo natalizio sente ancora più forte la nostalgia dell hogar, il focolare che hanno lasciato e tutti gli affetti che abitavano la loro casa. La festa del Natale, in Bolivia, ha un sapore speciale, perché viene vissuta come il principale momento dell anno, in cui tutta la famiglia si riunisce e festeggia la gioia del ritrovarsi insieme. Trascorrere il Natale lontano dal proprio Paese amplifica il senso di lontananza e solitudine che i boliviani emigrati provano tutti i giorni. Raccontare come si festeggia la natività in Bolivia vuole essere un modo per far sentire loro un po meno distante la loro terra e far conoscere ai bergamaschi la tradizione religiosa di una cultura che vive e cresce con noi e in mezzo a noi. In Bolivia i festeggiamenti hanno inizio nel pomeriggio del 24 dicembre, con la celebrazione della Messa. I bambini di ogni famiglia sono elettrizzati, perché hanno un compito importante: spetta a loro l incarico di portare in chiesa la statuina di Gesù Bambino che, allo scoccare della mezzanotte, riporranno nel presepe di casa. Arrivano in chiesa emozionati e depongono con cura il bambinello ai piedi dell altare che, in poco tempo, si riempie di decine e decine di statuine colorate, avvolte nella paglia di una culla, e aspettano che il sacerdote le benedica. Al termine della celebrazione, sono impazienti di tornare a casa, perché sanno che troveranno le mamme indaffarate nella preparazione dei buñuelos, frittelle dolci, fumanti e profumatissime, cosparse di miele. Una volta cotti, vengono impacchettati, e le mamme insieme ai figli più grandi li portano al mercato e nelle zone più degradate della città, dove le offrono ai bambini più poveri, insieme a una tazza di latte caldo con il cacao, alle bambole di pez- 20

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta

Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta Programmazione 2014/15: Scuola dell Infanzia Santa Marta IL GUSTO DI CRESCERE INSIEME NELLA GIOIA. Per l anno educativo 2014/15 proponiamo ai bambini un viaggio nel mondo dell alimentazione: partendo dalla

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Cari genitori e cari ragazzi, auguri da tutti i catechisti per un Santo Natale.

Cari genitori e cari ragazzi, auguri da tutti i catechisti per un Santo Natale. I PRESEPI DEL MONDO Non temete, ecco vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore, che è il Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

È possibile scoprire il Mediterraneo, il Nord Europa, Dubai, gli Emirati Arabi e l Oman, l Africa e l Oceano Indiano in modo inedito, esclusivo

È possibile scoprire il Mediterraneo, il Nord Europa, Dubai, gli Emirati Arabi e l Oman, l Africa e l Oceano Indiano in modo inedito, esclusivo È possibile scoprire il Mediterraneo, il Nord Europa, Dubai, gli Emirati Arabi e l Oman, l Africa e l Oceano Indiano in modo inedito, esclusivo lontano dai classici cliché turistici? SIAMO QUI PER RACCONTARVI

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE NIDO MADONNA DI FATIMA di Breda di Piave

PROGRAMMAZIONE NIDO MADONNA DI FATIMA di Breda di Piave PROGRAMMAZIONE NIDO MADONNA DI FATIMA di Breda di Piave PREMESSA: Il collegio docenti è composto da quattro insegnanti e la coordinatrice e si riunisce una volta al mese circa. Una cosa molto importante

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe Nei giorni 11 e 12 aprile sono andata in gita scolastica a Venezia. Prima di questo viaggio, nel mio immaginario, Venezia era una città triste,

Dettagli

anataleilregaloè solidale

anataleilregaloè solidale anataleilregaloè solidale Da cinquant anni il Gruppo Abele coltiva futuro, accogliendo persone in difficoltà, aiutando le donne vittime di tratta e violenza, dando una mano concreta alle famiglie e ai

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Insegnante Damiani Elena L INSEGNAMENTO

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

VALCALEPIO Una località speciale per la coltivazione della vite da tempo immemorabile

VALCALEPIO Una località speciale per la coltivazione della vite da tempo immemorabile VALCALEPIO Una località speciale per la coltivazione della vite da tempo immemorabile La Valcalepio, situata nel cuore della Lombardia, si estende dalle rive occidentali del lago d Iseo, verso le colline

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

SPETTACOLO DI NATALE 2014

SPETTACOLO DI NATALE 2014 Sabato 20 Dicembre 2014 SPETTACOLO DI NATALE 2014 TUTTO IL MONDO FESTEGGIA IL NATALE Carissime famiglie, mamme, papà, fratelli, sorelle, nonni, zii Benvenuti a tutti! Eccoci anche quest anno alle porte

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

«È stupendo vivere nell amore»

«È stupendo vivere nell amore» «È stupendo vivere nell amore» «È stupendo vivere nell amore» La storia di don Luigi Monza Testo di Francesca Pedretti Illustrazioni di Claudia Chinaglia Immaginate un piccolo paese, poco lontano da qui...

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

In ascolto del respiro della terra

In ascolto del respiro della terra Progetto educativo-didattico delle Scuole dell Infanzia IC Dosolo-Pomponesco-Viadana 2013/2014 In ascolto del respiro della terra QUANDO TUTTO È SI- LENZIO, POTRETE SEN- TIRE UN LUNGO E PRO- FONDO RESPIRO

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Guida MICHELIN Italia 2014

Guida MICHELIN Italia 2014 COMUNICATO STAMPA Milano, 5 novembre 2013 Guida MICHELIN Italia 2014 Contatto stampa 02 3395 3609 Guida MICHELIN Italia 2014: boom di novità e di stelle La nuova edizione della guida MICHELIN Italia raccoglie

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

ANNIVERSARIO IN ARRIVO?

ANNIVERSARIO IN ARRIVO? ANNIVERSARIO IN ARRIVO? Scopri chi può aiutarti a sorprenderla! 1 CON QUESTA GUIDA SCOPRIRAI: > Perché festeggiare un anniversario di nozze > Quali sono le coppie più felici > I momenti che ricorderai

Dettagli

Design per una linea di gioielli Basileus un marchio per il mercato da sviluppare in collaborazione con Abu Dhabi

Design per una linea di gioielli Basileus un marchio per il mercato da sviluppare in collaborazione con Abu Dhabi Design per una linea di gioielli Basileus un marchio per il mercato da sviluppare in collaborazione con Abu Dhabi GLI STUDENTI DI MESSINA Comincio da Simona, ufficio e segreteria, ponte tra Sicilia e Lombardia.

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Anima conviviale testo Annarita Triarico Foto Villa la Bianca

Anima conviviale testo Annarita Triarico Foto Villa la Bianca Xxxx testo Annarita Triarico Foto Villa la Bianca Un amorevole restauro conservativo ha trasformato la villa che fu dello scrittore e critico letterario Cesare Garboli in un accogliente guest house di

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

Mediet erranea. Sapori e profumi dal Mediterraneo. Festival del buon mangiare e del buon vivere

Mediet erranea. Sapori e profumi dal Mediterraneo. Festival del buon mangiare e del buon vivere Mediet erranea Sapori e profumi dal Mediterraneo Festival del buon mangiare e del buon vivere Piazza Armerina 16 19 marzo 2013 Chiostro dei Gesuiti centro storico Piazza: un modello di sviluppo Piazza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

nel nel giardino del gigante...

nel nel giardino del gigante... nel nel giardino del del gigante... Scuola dell infanzia Scuola dell infanzia - Scuola primaria classi 1^ 2^ 3^ Scuola primaria classi 4^ 5^ - Scuola secondaria di I grado Visita autogestita al Giardino

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO IL CORPO IN MOVIMENTO Prendere coscienza della propria identità Scoprire le diversità Apprendere le prime regole di vita sociale Osservare l ambiente che lo circonda Ascoltare le narrazioni

Dettagli

Donnardea, una breve descrizione. pag 2. Dove siamo... pag 4. Donnardea: quando lavoro e famiglia s incontrano.pag 5. Enoturismo a Donnardea...

Donnardea, una breve descrizione. pag 2. Dove siamo... pag 4. Donnardea: quando lavoro e famiglia s incontrano.pag 5. Enoturismo a Donnardea... INDICE Donnardea, una breve descrizione. pag 2 Dove siamo.... pag 4 Donnardea: quando lavoro e famiglia s incontrano.pag 5 Enoturismo a Donnardea...pag 6 Donnardea per i bambini diventa anche una Fattoria

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Ogni viaggio nasce da un sogno, vive nella realtà, si perpetua nel ricordo ed è inscindibile dal suo racconto!

Ogni viaggio nasce da un sogno, vive nella realtà, si perpetua nel ricordo ed è inscindibile dal suo racconto! Ogni viaggio nasce da un sogno, vive nella realtà, si perpetua nel ricordo ed è inscindibile dal suo racconto! Solidità e passione Il gruppo Frigerio Viaggi Facciamo muovere il mondo Frigerio Ugo e C.

Dettagli

MALEVIČ PER LA SCUOLA

MALEVIČ PER LA SCUOLA MALEVIČ PER LA SCUOLA Kazimir Malevič nasce a Kiev nel 1878, e nel 1915 il suo Quadrato nero su fondo bianco che vede quest anno il centenario - è stato identificato come l icona del nostro tempo dal suo

Dettagli

liberty in libertà Una villa liberty che racchiude un albergo moderno. Un luogo che fa sentire leggeri.

liberty in libertà Una villa liberty che racchiude un albergo moderno. Un luogo che fa sentire leggeri. liberty in libertà Una villa liberty che racchiude un albergo moderno. Un luogo che fa sentire leggeri. 60 61 LIBERTY IN LIBERTà 1 I dee, coraggio, attenzione per i dettagli e buon gusto: ecco cosa ha

Dettagli

La Fontana del villaggio

La Fontana del villaggio La Fontana del villaggio Anch io posso attingere alla sorgente! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO RELIGIOSO Anno Scolastico 2013/2014 Premessa

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF

LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF Comitato Unicef Emilia Romagna Comitato Unicef Bologna LABORATORIO PIGOTTE PER UNICEF presso la Casa Circondariale di Bologna Le testimonianze delle detenute e delle volontarie Le detenute: B. O. (Romania)

Dettagli

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica.

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Comune di Brentonico Provincia autonoma di Trento Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Collaborazione Istituto comprensivo Scuola primaria Brentonico

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARROCCHIALE Madonna di Fatima Via Don Pietro Cozza GAZZOLO D'ARCOLE (VR) IRC: I DONI DI DIO

SCUOLA DELL INFANZIA PARROCCHIALE Madonna di Fatima Via Don Pietro Cozza GAZZOLO D'ARCOLE (VR) IRC: I DONI DI DIO SCUOLA DELL INFANZIA PARROCCHIALE Madonna di Fatima Via Don Pietro Cozza GAZZOLO D'ARCOLE (VR) IRC: I DONI DI DIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 L insegnamento della Religione Cattolica, IRC, nella scuola dell

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it Gusto

Dettagli

SMA: DAL 1960, QUALITA E ORIGINALITA

SMA: DAL 1960, QUALITA E ORIGINALITA ITALIANO 01 SMA: DAL 1960, QUALITA E ORIGINALITA COMPANY PROFILE Fondata nel 1960 da quattro esperti imprenditori del settore del mobile, SMA fin dall inizio si è specializzata nella produzione di camere

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

TUTTI A TAVOLA NON DI SOLO PANE VIVRA L UOMO

TUTTI A TAVOLA NON DI SOLO PANE VIVRA L UOMO - CRE 2015 - TUTTI A TAVOLA NON DI SOLO PANE VIVRA L UOMO Finisce la Scuola COMINCIA L ESTATE! Pensando ad una proposta educativa nella Scuola dell Infanzia in Estate, è certo che l attività estiva non

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

MALEVIČ PER LA SCUOLA

MALEVIČ PER LA SCUOLA MALEVIČ PER LA SCUOLA KazimirMalevič nasce a Kiev nel 1878, e nel 1915 il suo Quadrato nero su fondo bianco che vede quest anno il centenario - è stato identificato come l icona del nostro tempo dal suo

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE La Macchina del Tempo Il progetto ideato e realizzato da L Asino d Oro Associazione Culturale per le scuole primarie, dal titolo La Macchina del Tempo, si propone come uno strumento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA. C era una volta un Grande libro...che annunciava.. INSEGNANTE: ZICOMERI LAURA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA. C era una volta un Grande libro...che annunciava.. INSEGNANTE: ZICOMERI LAURA PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA C era una volta un Grande libro...che annunciava.. INSEGNANTE: ZICOMERI LAURA a.s.2015/2016 PREMESSA Insegnare Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia significa

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

La memoria delle terre alte. a colloquio con. Aldo Audisio. http://www.museomontagna.org/it/home/index.php

La memoria delle terre alte. a colloquio con. Aldo Audisio. http://www.museomontagna.org/it/home/index.php FOCUS ORIZZONTI La memoria delle terre alte Museo della montagna Duca degli Abruzzi Torino: il più importante del mondo a colloquio con Aldo Audisio http://www.museomontagna.org/it/home/index.php Il Museo

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

Tu scendi come la neve per stare con noi e portarci in Cielo!

Tu scendi come la neve per stare con noi e portarci in Cielo! Oh che meraviglia... Tu scendi come la neve per stare con noi e portarci in Cielo! Inserto N. 4 2009 Carissimi bambini, ogni anno vi divertite un mondo a fare il vostro presepe e non vedete l ora di aggiungere

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Amanti nasce da un amore e una ricerca della bellezza e della perfezione, si ispira al viaggio a quel continuo cercare senza sentirsi mai arrivati, a

Amanti nasce da un amore e una ricerca della bellezza e della perfezione, si ispira al viaggio a quel continuo cercare senza sentirsi mai arrivati, a Una borsa che è qualcosa di più che una semplice borsa. Uno stile inconfondibile che diventa, modo di essere, di vivere, di vedere il mondo. Il mondo di filomenamanti. Filomena Manti parte alla volta dell

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

campo dell osso - gioco e natura -

campo dell osso - gioco e natura - campo dell osso - gioco e natura - ci presentiamo Campo dell Osso - Gioco e Natura è un campo per ragazzi dai 6 ai 13 anni, che parte da un innovativo ambito progettuale pensato per far trascorrere ai

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno Parrocchia di S. Gregorio Magno Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno via Boccaccio, 91-35128 Padova, P. IVA 03386430288, C.F. 80041130289 Tel.e Fax 049-8071565, E mail: scuolamaterna@sangregoriomagnopadova.it,

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

Intervista ad Anke Merzbach

Intervista ad Anke Merzbach Intervista ad Anke Merzbach a cura di Giorgio Tani Seravezza Fotografia, iniziata da alcuni anni, si è affermata, per le proposte che vengono fatte, come una delle più interessanti manifestazioni nazionali.

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!!

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Anno Scolastico 2011/2012 Progetto Educativo Didattico

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

l osteria La Ricetta Due fratelli: Alessandro e Andrea Daprà, il primo un matematico, il secondo un maestro d arte.

l osteria La Ricetta Due fratelli: Alessandro e Andrea Daprà, il primo un matematico, il secondo un maestro d arte. Armonia creativa Della Corte dei Toldi, ovvero, di una esperienza di vacanza in cui l esaltazione e l armonia dei sensi sono qualcosa di irrinunciabile. Un ristorante e una residenza nell antico centro

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la preghiere Associazione Ragazzi del Cielo Ragazzi della Terra 1 guardando di la Madre di tutte le madri Vergine Maria, madre di tutti i figli, madre di tutte le madri e di tutti i padri. Noi, famiglie dei

Dettagli