Ambiente e Sicurezza Credito Fiscale Formazione Internazionalizzazione Sindacale Ancos / Caf Categorie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ambiente e Sicurezza Credito Fiscale Formazione Internazionalizzazione Sindacale Ancos / Caf Categorie"

Transcript

1 Anno VIII N 7 21 aprile 2015 Ambiente e Sicurezza Credito Fiscale Formazione Internazionalizzazione Sindacale Ancos / Caf Categorie In evidenza AMBIENTE SISTRI: sanzioni ed operatività SINDACALE TFR in busta paga: al via da aprile CAF E tempo di 730 CATEGORIE Privati: bollette meno care col Cenpi Via Rosario, Cremona - Tel Fax

2 Torna al sommario pag. 2 i l S O M M A R I O AMBIENTE e SICUREZZA Rifiuti pericolosi: modifiche al Catalogo Europeo dei Rifiuti (CER) pag. 3 SISTRI: sanzioni ed operatività pag. 4 Albo Gestori Ambientali: pagamento telematico pag. 7 Servizio di Medicina del Lavoro pag. 8 OPTA: sportello informativo per le aziende pag. 9 CREDITO Al via l Accordo banche-imprese Nuova moratoria per le Pmi pag. 10 Affidamenti più finanziamenti: sconti sulle commissioni pag. 10 Artigianfidi Lombardia pag. 11 FISCALE Notizie in breve pag. 12 Le scadenze pag. 13 FORMAZIONE Corsi sulla formazione obbligatoria per la sicurezza - Corso RSPP datori di lavoro pag. 14 Il calendario dei corsi della formazione obbligatoria pag. 15 SINDACALE TFR in busta paga: iniziata la sperimentazione pag. 16 Novità nei contratti pag. 17 SAN.ARTI.: cos è, come aderire pag. 18 PREVIDENZA / ANCOS / CAF Iscrizione all Ancos - Le prossime iniziative pag. 19 Il 730 con il CAF Confartigianato pag. 20 CATEGORIE Rinnovo tessera 2015 pag. 21 Servizi agli associati: ecco tutti i nostri Sportelli pag. 22 Per tutti: anche i privati possono risparmiare su luce e gas pag. 24 Inst. Impianti Elettrici e Idraulici: adesioni ad Aperto per ferie 2015 pag. 25 Autotrasporti: la grave situazione del settore pag. 26 Autotrasporti/2: iniziative per la somministrazione transnazionale di lavoro pag. 27 Autotrasporti/3: notizie in breve pag. 28 Polizze speciali per Idraulici, Elettricisti, Liutai pag. 29 Aggiornamento convenzioni pag. 30 Consultate le ultime notizie sul web pag. 37

3 Torna al sommario pag. 3 AMBIENTE e SICUREZZA Rifiuti pericolosi: modifiche al Catalogo Europeo dei Rifiuti (CER) Le novità dal 1 giugno 2015 Nel dicembre 2014, è stato pubblicato un nuovo Regolamento europeo (GUCE n. 1357/2014 che sostituisce l All. III Dir. 2008/98/CE, e di conseguenza l intero All. I alla Parte IV del D.Lgs n. 152/2006) che si applicherà dal 1 giugno La nuova disciplina riforma e aggiorna profondamente la normativa in tema di caratteristiche di pericolo per i rifiuti, allineandola con le disposizioni sulla classificazione, etichettatura ed imballaggio delle sostanze e delle miscele (Regolamento n. 1272/2008 cd. CLP in vigore negli Stati membri dal 20 gennaio 2009) rinominando tutte le caratteristiche di pericolo da H 1 a H 15 mediante sostituzione della sigla H con quella HP. Tra le novità a cui riporre maggiore attenzione segnaliamo la modifica di alcune caratteristiche di pericolo (es. H 5, ex nocivo, ora è denominata Tossicità specifica per organi bersaglio (STOT)/Tossicità in caso di aspirazione ), nonché l introduzione di dettagliate prescrizioni per ciascuna caratteristica HP. Inoltre sono introdotte tabelle che consentiranno di armonizzare la disciplina comunitaria sui rifiuti con quella contenuta nel Regolamento CLP, mediante l individuazione per ciascuna caratteristica di pericolo delle corrispondenti classi e categorie di pericolo. Quali risvolti per le aziende? La modifica delle caratteristiche di pericolosità ha enormi riflessi sia per la Valutazione del rischio chimico (che è parte integrante del DVR), sia per l attribuzione del codice CER in tema di smaltimento rifiuti, con importanti riflessi sulla gestione già in essere delle sostanze all interno dell azienda. Confartigianato si è attivata prontamente nei confronti del Ministero per sottolineare le pesanti e gravose ripercussioni che il provvedimento avrà nei confronti delle imprese. Terremo certamente informate le aziende circa gli sviluppi della trattativa.

4 Torna al sommario pag. 4 SISTRI: sanzioni ed operatività Entro il 30 aprile il versamento del contributo 2015 per le imprese con più di 10 dipendenti (conteggiando anche i soci) Sistri, sono arrivate le sanzioni: con il Milleproroghe (D.L. 31 dicembre 2014, n. 192), approvato lo scorso il 26/2/2015, è stato infatti previsto dal 1 aprile 2015 l applicazione delle sanzioni per mancata iscrizione e quelle per mancato versamento del contributo annuale. Non è stata quindi differita al 31/12/2015 l entrata in vigore di queste sanzioni. Chi non avesse provveduto a versare il contributo al Sistri per il 2014, potrebbe quindi vedersi applicare la sanzione prevista (pecuniaria di euro). Per il 2015, invece, il contributo annuale va versato entro il termine ordinario del 30 aprile prossimo. Ricordiamo che il 31 marzo scorso era la scadenza per il versamento del contributo annuale Sistri Per tutto il 2015, le imprese produttrici di rifiuti pericolosi (con meno di 10 dipendenti, compresi i soci) dovranno continuare ad applicare gli adempimenti cartacei per la tracciabilità dei rifiuti (formulario di trasporto, registro di carico e scarico e MUD) unitamente a quelli telematici del Sistri (cosidetto doppio binario ), per non incorrere in sanzioni per il mancato funzionamento di quest ultimo sistema. Le sanzioni per il mancato o errato utilizzo del Sistri si applicheranno invece solo a partire dal 1 gennaio Le attenzioni del Ministero si stanno intanto concentrando sulla gara europea per riaffidare la gestione del servizio Sistri: il Ministro ha dichiarato che entro giugno saremo pronti a farla partire e il nuovo sistema sarà avviato ufficialmente dal Nuove modalità e operatività sono quindi dietro l angolo. 30 APRILE DIRITTO ANNUALE SISTRI Le imprese assoggettate al SISTRI sono tenute al versamento del contributo 2015 entro il 30 aprile p.v. (vedi tabella sotto). Si tratta dei produttori di rifiuti pericolosi con più di 10 dipendenti ( conteggiando anche i soci), gestori e trasportatori di rifiuti pericolosi. CONTRIBUTI PER L ISCRIZIONE AL SISTRI ANNO 2015 PRODUTTORI DI RIFIUTI PERICOLOSI Dipendenti per Unità Locale Contributo < 10 Solo per aziende con più unità locali 120,00 Da 11 a ,00 Da 51 a ,00 Da 251 a ,00 Oltre ,00 Definizione di dipendenti : il numero di addetti, ossia delle persone occupate nell unità locale dell ente o dell impresa con una posizione di lavoro indipendente o dipendente a tempo, pieno, a tempo parziale, con contratto di apprendistato o contratto di inserimento, anche se temporaneamente assente per servizio, ferie, malattia, sospensione dal lavoro, cassa integrazione guadagni, eccetera. I lavoratori stagionali sono considerati come frazioni di unità lavorative annue con riferimento alle giornate effettivamente retribuite. In caso di frazioni si arrotonda all intero superiore o inferiore più vicino.

5 Torna al sommario pag. 5 TRASPORTATORI Quantità annua autorizzata / tonn. Contributo rifiuti pericolosi Inferiore a ,00 Sup. o uguale a e inf. a ,00 Sup. o uguale a e inf ,00 Sup. o uguale a e inf ,00 Sup. o uguale a e inf ,00 Sup. o uguale a ,00 Per ogni mezzo 150,00 DEMOLITORI ROTTAMATORI Quantità in tonnellate / anno Contributo rifiuti pericolosi < ,00 Tra e ,00 Tra e ,00 Tra e ,00 Tra e ,00 Oltre ,00 FRANTUMATORI Quantità in tonnellate / anno Contributo rifiuti pericolosi < ,00 Tra e ,00 Tra e ,00 Tra e ,00 Tra e ,00 Tra e ,00 Oltre ,00 IMPIANTI DI RECUPERO/SMALTIMENTO Quantità in tonnellate / anno Contributo rifiuti pericolosi < ,00 Tra e ,00 Tra e ,00 Tra e ,00 Tra e ,00 Oltre ,00

6 Torna al sommario pag. 6 MODALITA DI VERSAMENTO Il versamento dell importo dovuto è fattibile in due modi tramite conto corrente postale compilando con i seguenti dati il bollettino: conto corrente postale n intestato a Tesoreria di Roma Succursale Min. Ambiente SiSTRI d.m. 17/12/2009 Min. Amb. DG Tut. Ter. Via C. Colombo, Roma Causale Contributo Sistri/ anno 2015 Codice fiscale Ditta versante n. d iscrizione al SISTRI O tramite bonifico bancario, presso la Tesoreria provinciale dello Stato (Banca D Italia) con i seguenti dati: Bonifico Bancario IBAN IT56L Beneficiario Tesoreria di Roma Succursale Min. Ambiente SiSTRI d.m. 17/12/2009 Min. Amb. DG Tut. Ter. Via C. Colombo, Roma Codice Fiscale Causale Contributo Sistri/ anno 2015 Codice fiscale Ditta versante n. d iscrizione al SISTRI Gli estremi del versamento effettuato vanno comunicati al SISTRI utilizzando l apposita chiavetta USB SI- STRI nell Area Gestione Azienda/Pagamenti. In caso di impossibilità causa dispositivo USB guasto - in alternativa - è possibile inviare copia del bonifico con gli estremi del versamento e del CRO e del numero di iscrizione alla mail: Info Ufficio Ambiente tel

7 Torna al sommario pag. 7 Albo Gestori Ambientali: pagamento telematico del diritto annuale - anno Anche questo versamento va effettuato entro il 30 aprile Informiamo le imprese associate che il prossimo 30 aprile scadrà il termine per la corresponsione del diritto annuo di Iscrizione all Albo Gestori Ambientali; dallo scorso anno il pagamento è possibile in via telematica (carta di credito, telemaco pay su circuito Infocamere o Iconto, mav elettronico bancario) tramite il sito web con le proprie credenziali di autenticazione ricevute a suo tempo. Entro il 30 aprile le imprese iscritte all Albo Gestori Ambientali riceveranno una comunicazione di avviso di pagamento esclusivamente tramite Pec, contenente le istruzioni ed i riferimenti per effettuare il pagamento telematico dei diritti annuali dovuti. I pagamenti effettuati secondo le modalità indicate nella comunicazione saranno registrati automaticamente e visibili nell area riservata all impresa nel sito mentre gli eventuali pagamenti già effettuati tramite bollettino postale o bonifico bancario saranno registrati solo successivamente. Eventuale modalità di versamento tramite bollettino postale: bollettino postale intestato CCIAA Milano Albo Gestori Ambientali - importo: 50 - conto corrente postale causale: diritto annuale codice fiscale azienda. Copia dell attestazione di versamento sarà successivamente da inviare al seguente indirizzo L Ufficio Ambiente dell Associazione è a disposizione per ogni ulteriore ragguaglio nel merito (tel ).

8 Torna al sommario pag. 8

9 Torna al sommario pag. 9 Organismo Paritetico Territoriale Artigianato OPTA: SPORTELLO INFORMATIVO PER LE AZIENDE Si informano le aziende artigiane associate che è attivo lo Sportello OPTA tutti i martedì dalle ore alle ore presso la sede di EBA Cremona Ente Bilaterale Artigianato Via Lanaioli, 1 - Cremona I tre Rappresentanti del Lavoratori alla Sicurezza Territoriali RLST Mario Daina Cesare Leoni Gabriella Urso saranno a disposizione, a turno, per ogni eventuale richiesta di informazioni riguardante l applicazione del D.Lgs 81/08 in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro. Per un rapido contatto o per fissare un appuntamento segnaliamo i seguenti riferimenti: Mail: Tel. e fax

10 Torna al sommario pag. 10 CREDITO Al via l Accordo banche-imprese Nuova moratoria per le Pmi È stata raggiunta, il 31 marzo scorso, l intesa sull Accordo per il Credito 2015, tra l Associazione bancaria italiana e le associazioni d impresa, fra cui Confartigianato, diretta a sostenere le piccole e medie imprese (PMI). A partire dal 2009, l ABI e le Parti hanno definito una serie di iniziative volte a sostenere le esigenze di liquidità delle imprese, grazie alle quali le PMI beneficiarie hanno potuto sospendere il pagamento della quota capitale di oltre 415 mila finanziamenti, ottenendo liquidità aggiuntiva per circa 24 miliardi di euro. L Accordo per il Credito 2015, che resterà in vigore fino al 31 dicembre 2017, prevede tre iniziative: 1. Imprese in Ripresa; 2. Imprese in Sviluppo; 3. Imprese e PA. Imprese in Ripresa prevede la possibilità per tutte le PMI in bonis di: a) sospendere la quota capitale delle rate di mutui e leasing, anche agevolati o perfezionati con cambiali; b) allungare il piano di ammortamento dei mutui e le scadenze del credito a breve termine. Imprese in Sviluppo prevede che le banche aderenti costituiscano dei plafond individuali destinati al finanziamento dei progetti imprenditoriali delle PMI. La nuova misura si estende anche al finanziamento dell incremento del capitale circolante. Imprese e PA riprende lo schema precedente per lo smobilizzo dei crediti delle imprese verso la PA, aggiornandone i contenuti alle recenti disposizioni legislative. L ABI e le associazioni d impresa si attiveranno per sottoscrivere un accordo con l Agenzia delle Entrate in base al quale, le imprese che hanno richiesto il rimborso di un credito di natura fiscale possano ottenerne l anticipazione bancaria. Riprende, dunque, una stagione di lavoro comune tra l ABI e le Associazioni di impresa, che si auspica possa essere foriera di buoni risultati nell interesse dell economia del nostro Paese. Affidamenti più finanziamenti: sconti sulle commissioni Il Servizio Credito di Confartigianato Cremona propone una sconto per le imprese che affiancano alla pratica di rinnovo degli affidamenti commerciali garantiti da Artigianfidi Lombardia in scadenza nei prossimi mesi, un finanziamento a lungo termine. Alle imprese si applicherà una riduzione della commissione di garanzia pari al 15% sugli affidamenti da rinnovare e sul nuovo finanziamento. Lo sconto è utilizzabile purchè la nuova offerta complessiva sia di importo almeno uguale ai precedenti affidamenti garantiti da Artigianfidi, e qualora il finanziamento sia di importo almeno pari al 20% degli affidamenti precedenti. Info presso Artigianfidi Lombardia tel

11 Torna al sommario pag. 11

12 Torna al sommario pag. 12 FISCALE NOTIZIE IN BREVE Il decreto Milleproroghe è legge Il Milleproroghe è in vigore. Tra le disposizioni di carattere fiscale si conferma: la proroga al 2016 dell eliminazione dell obbligo di presentazione della dichiarazione IVA unificata e della comunicazione dati IVA; la proroga al 2016 dell operatività dell Imposta Municipale Secondaria (IMUS); la proroga a luglio 2015 della richiesta di rateizzazione delle cartelle Equitalia per chi è decaduto dal beneficio entro il 2014; la possibilità di adottare il vecchio regime dei minimi con imposta sostitutiva del 5% per chi inizia l attività nel 2015; la proroga fino a fine 2016 dell anticipo di una quota degli appalti alle imprese; il blocco dell aumento dei contributi per gli autonomi iscritti alla gestione separata Inps. Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Fino al 30 giugno 2015 è possibile usufruire del Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi previsto dal DL n. 91/2014 convertito dalla Legge n. 116/2014. I beneficiari del credito d imposta sono i soggetti titolari di reddito d impresa che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi compresi nella divisione 28 della tabella ATECO. Il credito d imposta è pari al 15% delle spese sostenute in eccedenza rispetto alla media degli investimenti in beni strumentali nei cinque periodi di imposta precedenti. Il credito d imposta si applica anche alle imprese operanti da meno di cinque anni che siano in attività alla data di entrata in vigore del decreto-legge. Non spetta per gli investimenti di importo unitario inferiore a euro. Semplificata la compilazione dei modelli Intra-servizi L Agenzia delle Dogane ha recepito le semplificazioni alle modalità di compilazione dei modelli Intra relativi alle prestazioni di servizi. In particolare è ora prevista l indicazione facoltativa del numero e della data della fattura nonché delle modalità di erogazione del servizio e di incasso. La nuova versione delle istruzioni specifica inoltre che, in caso di prestazioni con la medesima controparte (acquirente / fornitore) e tipologia del servizio e lo stesso Paese di pagamento, in ciascuna riga di dettaglio va riepilogato l importo complessivo delle stesse.

13 Torna al sommario pag. 13 Le scadenze Lunedì 27 aprile INTRASTAT - Presentazione elenchi mensili e primo trimestre Giovedì 30 aprile IVA: COMUNICAZIONE ACQUISTI SAN MARINO - Comunicazione mensile da operatori economici sanmarinesi annotate nei regisrti Iva nel mese precedente. AMBIENTE - Denuncia annuale MUD. AMBIENTE - Piano gestione solventi per lavanderie. AMBIENTE - Versamento diritto annuale Albo Gestori Rifiuti. Lunedì 18 maggio IVA - Versamento mese di aprile. IVA TRIMESTRALE - Versamento primo trimestre RITENUTE ALLA FONTE - Versamento mese di aprile dipendenti, lavoratori autonomi e provvigioni. ADDIZIONALI IRPEF - Determinazione e versamento imposta regionale e comunale per redditi lavoro dipendente e assimilati. INPS - Versamento contributi previdenziali dipendenti mese di aprile; versamento contributo dipendenti e collaboratori iscritti gestione separata. INPS - Versamento rata contributi sul minimale di reddito. INAIL - Autoliquidazione, denuncia delle retribuzioni 2014; versamento premi anno 2014/2015. Lunedì 25 maggio INTRASTAT - Presentazione elenchi mensili. Lunedì 1 giugno IVA: COMUNICAZIONE ACQUISTI SAN MARINO - Comunicazione mensile da operatori economici sanmarinesi annotate nei regisrti Iva nel mese precedente. SCF/DIRITTI DISCOGRAFICI - Termine pagamento diritti per Parrucchieri, Pubblici Esercizi, ecc. SICUREZZA - Presentazione documento di valutazione rischi secondo le procedure standardizzate.

14 Torna al sommario pag. 14 FORMAZIONE Sicurezza del lavoro - Accordo Stato/Regioni del 21/12/11 Formazione obbligatoria per tutti i dipendenti, soci e collaboratori familiari Com è noto, la Conferenza Permanente per i rapporti tra Stato e Regioni ha approvato gli Accordi che prevedono importanti novità in materia di formazione dei lavoratori in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro. L Accordo, in vigore dal 26 gennaio 2012, prevede che tutti i lavoratori dovranno seguire corsi specifici di formazione sui rischi aziendali legati all attività svolta, con durata variabile in base al livello di rischio (attraverso la classificazione dei settori di cui allegato 2 dell Accordo Individuazione Macrocategorie di rischio e corrispondenze codice attività ATECO ). Segnaliamo che il nuovo Accordo contiene anche una serie di altre disposizioni riguardanti ad es. i lavoratori stagionali, la collaborazione con gli enti bilaterali e gli organismi paritetici nella realizzazione dei corsi, la formazione obbligatoria in caso di somministrazione lavoro, la ripetizione della formazione in caso di trasferimento o cambiamento di mansione, introduzione di nuove attrezzature, tecnologie, sostanze ed in particolare la formazione obbligatoria da dare ai lavoratori nuovi assunti entro 60 giorni dalla data di assunzione. Confartigianato Cremona si mette a disposizione delle imprese per poter ottimizzare i suddetti adempimenti cercando di agevolare nel miglior modo la partecipazione degli associati grazie a tariffe ridotte e completezza dell offerta formativa organizzata nelle Sedi dell Associazione in tutta la Provincia di Cremona. I corsi saranno suddivisi in base al livello di rischio del settore di appartenenza dell azienda e richiederanno un aggiornamento ogni 5 anni. Al termine del percorso formativo verrà rilasciato regolare attestato di frequenza. Qui di seguito lo schema di articolazione della formazione per i prossimi mesi: A CREMONA - via Rosario, 5 Lunedì 4 maggio dalle 14 alle 18 Lunedì 11 maggio dalle 14 alle 18 Lunedì 18 maggio dalle 14 alle 18 Lunedì 25 maggio dalle 14 alle 18 Scarica qui la scheda di iscrizione ai corsi sulla sicurezza Per Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione dai Rischi Corso RSPP sulla sicurezza nei luoghi di lavoro Il corso è rivolto ai datori di lavoro che intendono assumersi l incarico di Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione dai Rischi e viene effettuato in ottemperanza a quanto previsto dall'attuale normativa di riferimento (ai sensi del D.Lgs. 81/08 e Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011). Qui le date del corso: Martedì 5 maggio dalle 17 alle 21 Martedì 12 maggio dalle 17 alle 21 Martedì 19 maggio dalle 17 alle 21 Martedì 26 maggio dalle 17 alle 21 Tra gli argomenti trattati, il D.Lgs. 81/2008 sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, la valutazione del rischio, la tipologia dei rischi di gestione della sicurezza in azienda e la prevenzione degli incendi. Inoltre verranno approfondite le tematiche sul rapporto con il personale, gli infortuni sul lavoro ed il ruolo dell'inail, la sorveglianza sanitaria e la gestione delle emergenze. Il percorso formativo viene articolato in moduli associati ai tre livelli di rischio, basso, medio e alto (della durata di 16/32/48 ore), previsti per le aziende a seconda il tipo di attività svolta, come da codice attività ATECO 2002_2007.

15 Torna al sommario pag. 15 Il calendario dei nostri corsi CORSO DI FORMAZIONE PONTEGGI Nel mese di maggio Confartigianato Cremona comunica che sono aperte le iscrizioni al corso di formazione rivolto ai dipendenti e titolari di azienda addetti alle attività di montaggio, smontaggio e trasformazione dei ponteggi metallici. Tale formazione obbligatoria è prevista dal D.Lgs. 81/08 (che ha recepito il D.Lgs. 235/2003 entrato in vigore in data 19/07/2005). Tutti coloro che sono adibiti al montaggio smontaggio e trasformazione dei ponteggi devono essere in possesso dell attestato di formazione. Sede: campo autorizzato di San Giovanni in Croce Va Valletta, 1 - Zona Artigianale dietro Factory Outlet CORSO DI AGGIORNAMENTO PER ADDETTI AL MONTAGGIO PONTEGGI Sabato 30 maggio 2015 (D.lgs 235/03 D.lgs 81/08 art allegato XXI p.6) I lavoratori che hanno conseguito l idoneità formativa per svolgere le mansioni di addetti al montaggio, smontaggio e trasformazione dei ponteggi hanno l obbligo per legge, di svolgere ogni 4 anni un corso di formazione tecnicopratico della durata minima di 4 ore di cui tre ore di contenuti tecnico/pratici. La mancata frequenza del corso di aggiornamento non consente lo svolgimento dell attività di montaggio/smontaggio trasformazione dei ponteggi. CORSO AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO (Obbligatorio ogni 3 anni) Corso pre-serale della durata complessiva di 8 ore (2 lezioni) Lunedì 18 e martedì 19 maggio dalle alle Il corso di Aggiornamento Primo Soccorso triennale rientra negli obblighi formativi del D.Lgs. 81/08 a carico delle aziende artigiane con soci, dipendenti o coadiuvanti; l aggiornamento della formazione di Primo Soccorso è prevista ogni tre anni dal rilascio dell attesto di formazione di base. Presso: Sede Confartigianato Cremona Via Rosario, 5 CORSO DI ANTINCENDIO BASSO e MEDIO RISCHIO Corso Medio (serale + pratica sabato) giovedì 18 giugno dalle 17 alle 21 sabato 20 giugno dalle 8.30 alle Il corso per Addetti all Antincendio, ai sensi dei D.Lgs. 626/94 e D.M. del 10 marzo 1998, è uno degli obblighi formativi per le società e le aziende individuali con dipendenti o coadiuvanti. Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza con profitto. Gli interessati possono richiedere informazioni e la scheda di partecipazione contattando l Ufficio Formazione, telefono: / Per partecipare ai corsi è necessario essere associati e in regola con il pagamento della Tessera 2015

16 Torna al sommario pag. 16 SINDACALE Dal 3 di aprile è possibile scegliere e tale opzione è vincolata fino al 30 giugno 2018 TFR in busta paga: iniziata la sperimentazione Informiamo che la legge n. 190/2014 (legge di stabilità 2015) ha introdotto in via sperimentale la possibilità di richiedere al datore di lavoro la liquidazione mensile della quota di TFR, come quota integrativa della retribuzione (Qu.I.R.). Tale possibilità riguarda tutti i lavoratori dipendenti del settore privato che abbiano un rapporto di lavoro in essere da almeno sei mesi presso il medesimo datore di lavoro. La manifestazione di volontà, qualora esercitata, è irrevocabile fino al 30 giugno A tal fine è necessario compilare l apposito modulo a disposizione delle aziende presso l Ufficio Paghe della nostra Associazione. La manifestazione di volontà può essere esercitata anche in caso di conferimento del TFR a forme pensionistiche complementari; in tal caso la partecipazione alla forma pensionistica complementare prosegue senza soluzione di continuità, anche sulla base della eventuale contribuzione a carico del lavoratore e/o del datore di lavoro. Il lavoratore dipendente è tenuto a notificare al datore di lavoro l eventuale disposizione del TFR a garanzia di contratti di finanziamento; detta disposizione preclude infatti l'esercizio della richiesta della Qu.I.R. fino alla notifica da parte del mutuante della estinzione del credito oggetto del contratto di finanziamento. La quota integrativa della retribuzione (Qu.I.R.) sarà assoggettata a tassazione ordinaria (in luogo della tassazione separata del TFR erogato a fine rapporto) mentre non sarà imponibile ai fini previdenziali. Tale quota rientrerà quindi nella determinazione del reddito complessivo a tutti gli effetti di legge, fatta eccezione per la determinazione del reddito complessivo ai fini del diritto al credito di cui art. 13, comma 1-bis, del TUIR (c.d. bonus 80 euro ex DL 66/2014). La manifestazione di volontà è efficace e l'erogazione della Qu.I.R. è operativa a partire dal mese successivo a quello di presentazione dell istanza, sino al periodo di paga che scade il 30 giugno 2018, ovvero a quello in cui si verifica la risoluzione del rapporto di lavoro se antecedente. La liquidazione della Qu.I.R. avverrà mensilmente a partire dal periodo di paga decorrente dal mese successivo a quello di presentazione dell istanza. Qualora invece codesta azienda intenda accedere al finanziamento previsto dall art. 1, comma 30, della legge n. 190/2014 (possibilità prevista per i datori di lavoro aventi alle dipendenze un numero di addetti inferiore a 50, di accedere a un finanziamento assistito da garanzia rilasciata dal Fondo istituito presso l INPS ai sensi dell art. 1, comma 32, della legge n. 190/2014 e dalla garanzia dello Stato quale garanzia di ultima istanza) la liquidazione della Qu.I.R. avverrà mensilmente a partire dal terzo mese successivo a quello di presentazione dell istanza. Infine si sottolinea che tra le cause che determinano l interruzione della liquidazione della Qu.I.R. (accordo di ristrutturazione del debito di cui all articolo 182-bis della legge fallimentare, piano di risanamento di cui all articolo 67, comma 3, lettera d, della legge fallimentare, accordo di ristrutturazione dei debiti e di soddisfazione dei crediti di cui all articolo 7, della legge n. 3 del 27 gennaio 2012, avvio di procedure concorsuali) rientrano gli interventi autorizzati di integrazione salariale straordinaria e in deroga, se in prosecuzione dell integrazione straordinaria stessa, limitatamente ai lavoratori dipendenti in forza all unità produttiva interessata dai predetti interventi. Per qualsiasi informazione potete contattare gli Uffici di Confartigianato Cremona al numero

17 Torna al sommario pag. 17 NOVITA NEI CONTRATTI AUMENTI CONTRATTUALI Segnaliamo che con il mese di aprile entrano in vigore gli accordi contrattuali dei seguento CCNL: - Tessile / Abbigliamento - Lavanderie - Commercio METALMECCANICI - ORAFI - ODONTOTECNICI: UNA TANTUM L accordo prevede inoltre un erogazione economica una tantum di 420 a copertura del periodo di carenza contrattuale 2013/2014. Tale importo verrà erogato ai lavoratori in forza alla data di sottoscrizione (15 gennaio 2015) e in relazione alla durata del rapporto di lavoro nel periodo che va dal gennaio 2013 al dicembre 2014 e corrisposto in quattro tranche di 105 cadauna rispettivamente con le retribuzioni di gennaio, aprile, luglio, ottobre Agli apprendisti sarà erogato nella misura del 70% con i medesimi criteri. Per qualsiasi informazione potete contattare l Ufficio Paghe dell Associazione al numero

18 Torna al sommario pag COS E SAN.ARTI. - San.Arti. è il Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa nato dall accordo per i lavoratori dell artigianato interconfederale del 21 settembre 2010 e dei contratti collettivi nazionali di lavoro, i cui Soci Fondatori sono: le organizzazioni imprenditoriali dell artigianato, fra cui Confartigianato Imprese, e le organizzazioni sindacali confederali dei lavoratori CGIL, CISL e UIL. - PER CHI E SAN.ARTI. - Per familiari dell imprenditore artigiano, dei soci dell impresa artigiana, dei collaboratori dell imprenditore artigiano e dei titolari di piccole e medie imprese non artigiane si intendono: il coniuge (anche se separato); il convivente more uxorio, i figli a carico. Per figli a carico si intendono: i figli di età inferiore ai 18 anni con un reddito da lavoro inferiore a 2.840,51 al lordo degli oneri deducibili; i figli di età superiore a 18 anni e fino al compimento del 30 anno di età che versino in stato di inoccupazione/disoccupazione con un reddito da lavoro inferiore a 2.840,51 al lordo degli oneri deducibili; i minori legalmente affidati. La sanità integrativa per gli Artigiani Oggi anche i titolari possono avere rimborsi CHIEDI SUBITO INFORMAZIONI: chiama lo I COSTI PER ADERIRE - Al fondo possono aderire i titolari, i soci, i collaboratori, i dipendenti e i familiari d imprese artigiane. La quota di adesione per i titolari, i soci e i collaboratori è di 295, invece per i familiari che decidessero di aderire volontariamente al Fondo la quota d adesione è di soli 110 per ogni figlio fino a 14 anni, 175 per ogni figlio da 15 anni a 18 anni (30 anni se fiscalmente a carico) 175 per il coniuge/ convivente more uxorio fino a 67 anni. Grazie a San.Arti. i familiari possono contare sul rimborso in corso d anno delle spese sostenute per una vasta gamma di prestazioni sanitarie a fronte di un piccolo contributo economico. - COME ADERIRE - L iscrizione è volontaria e si effettua compilando apposita modulistica presente sul sito oppure rivolgendosi al nostro Sportello presso la Sede provinciale. Una volta in possesso di username e password, San.Arti. sarà sempre a vostra disposizione tramite il sito internet, l App e il Numero Verde per: - prenotare visite ed esami e la copertura della prestazione dal piano sanitario; - ricevere consulenza per la scelta della struttura più idonea e conoscere la disponibilità dell appuntamento entro 24 ore dalla richiesta; - controllare in ogni momento i rimborsi; - consultare l elenco delle strutture sanitarie convenzionate.. ecc. I servizi online sono attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Decine di prestazioni erogate: diagnostica e terapia, visite specialistiche, ticket per accertamenti diagnostici e pronto soccorso, pacchetto maternità, ricovero in Istituto di cura per intervento chirurgico, odontoiatra, fisioterapia.

19 Torna al sommario pag. 19 ANCOS L'A.N.Co.S. - Associazione Nazionale Comunità Sociali e Sportive, è la possibilità concreta di svolgere attività ricreativa, turistica, di solidarietà e impiego intelligente del tempo libero. L'Ancos è un ente di promozione sociale riconosciuto dal Mistero per la Solidarietà Sociale e dal Ministero degli interni che vuole, tramite le esperienze associative come la nostra, rispondere ai bisogni di socialità e relazionalità che provengono dalla gente e per questo è abilitata anche alla raccolta del 5x1000. Ancos è anche un momento di aggregazione e di socializzazione, valorizzando il tempo libero con iniziative di volontariato e solidarietà, offrendovi opportunità culturali, attività sportive, occasioni di viaggio, eventi, momenti, di confronto e comunicazione, corsi di formazione. Ancos ti da una mano a vivere meglio, ti assiste in varie necessità rendendo più semplice e allegra la tua vita. Cosa aspetti a diventare socio? - ISCRIVITI ANCHE TU AD ANCOS - Il Consiglio Direttivo dell Ancos ha deliberato il costo annuale della tessera associativa che da diritto di partecipare alle varie iniziative promosse da Ancos. Per l anno 2015 è stata confermata la quota di 10,00 a persona e per soggetto famigliare. La tessera scade al 31/12 di ogni anno. I soci ANAP sono automaticamente soci Ancos e non devono versare la quota. Il rinnovo o la sottocrizione si effetta presso la Sede di via Rosario, 5 a Cremona. Per informazioni e iscrizioni contattare la sede ANCOS di Cremona - via Rosario, 5 - tel PROSSIME INIZIATIVE EXPO: VISITA ALL ITALIAN MAKERS VILLAGE Domenica 25 maggio Visita all IMV (Italian Makers Village), il fuori Expo di Confartigianato a Milano, in occasione di EXPO Settimana dedicata alla Toscana. (Tutti possono partecipare - partenza in pullman dalla Sede di via Rosario fino ad esaurimento posti). OSTENSIONE DELLA SACRA SINDONE A TORINO Martedì 2 giugno Partecipazione alla Straordinaria Ostensione della Sacra Sindone in occasione del Bicentenario della nascita di S. Giovanni Bosco. Tour del centro storico di Torino, sosta alla zona di Valdocco, presso la Casa Madre dei Salesiani. Visita del Santuario di Maria Ausiliatrice dove è custodito il corpo di San Giovanni Bosco. Ad orario stabilito, ingresso nella Cattedrale di S. Giovanni dove è prevista l Ostensione della Sacra SIndone; passaggio davanti al Sacro Telo per la devozione e la preghiera. Partenza ore 7 dal piazzale bus turistici di Porta Venezia). 30,00 a persona. Info e prenotazioni: chiamare Ancos - Cremona, via Rosario, 5 - tel

20 Torna al sommario pag. 20 E tempo di dichiarazioni dei redditi Il 730 con il CAAF Confartigianato: un servizio valido ed efficiente per recuperare subito i tuoi crediti Tutti possono accedere al nostro CAF. Firma per il 5 x 1000 e scegli ANCOS Confartigianato Cremona ricorda che quest anno, viste le novità introdotte, vengono unificate le scadenze per il Mod. 730 al 7 luglio 2015, sia se il modello viene presentato direttamente dal contribuente, sia se viene presentato tramite sostituto d imposta, CAF o professionista. La dichiarazione dei redditi, per 20 milioni di contribuenti tra lavoratori dipendenti e pensionati, dovrebbe essere facilitata dalla novità del Mod. 730 precompilato. Dovrebbe in quanto il nuovo modello, disponibile online (è stato rilasciato il 15 aprile dall Agenzia delle Entrate, è consultabile attraverso un cassetto fiscale dedicato, la cui chiave d accesso è una password personalizzata, un Pin individuale (insomma, una prassi complessa). Il servizio Caaf Confartigianato offre un assistenza fiscale utile, sicura ed efficiente, grazie alla quale sarà possibile avere subito la dichiarazione dei redditi Mod. 730, farsi rimborsare l IRPEF al più presto, rateizzare, in caso di debito d imposta, l importo dovuto fino ad un massimo di cinque rate, presentare la dichiarazione congiuntamente con il coniuge e assicurando riservatezza ed offrendo un'assistenza completa per tutti gli altri adempimenti fiscali. Inoltre, è possibile donare il proprio 5x1000 ad ANCOS - C.F L'ANCoS è un ente di promozione sociale riconosciuto dal Mistero per la Solidarietà Sociale e dal Ministero degli interni che vuole, tramite le esperienze associative come la nostra, rispondere ai bisogni di socialità e relazionalità che provengono dalla gente. Per questo è abilitata anche alla raccolta del 5x1000. Le entrate servono a realizzare grandi progetti umanitari in Italia e all'estero, come ad esempio la scuola dei Mestieri di Soddo (Etiopia), per insegnare ai giovani etiopi un mestiere utile ai fini del loro futuro, sollevandoli dalla situazione di estrema difficoltà nella quale vivono, e l attività di prevenzione dell Alzheimer. Informazioni e appuntamenti presso il Caaf Confartigianato - via Rosario, 5 - tel e tutte le sedi degli Uffici periferici dell Associazione presenti sul territorio provinciale. Per il tuo 730 scegli il nostro CAAF

Oggetto: ISTRUZIONI QUIR

Oggetto: ISTRUZIONI QUIR A TUTTE LE AZIENDE INTERESSATE Conegliano, lì 04 Maggio 2015 Circolare 22/2015 Oggetto: ISTRUZIONI QUIR Con la circolare n.82/15 l Inps ha diffuso le istruzioni operative per la liquidazione della quota

Dettagli

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE E il momento di scegliere A cura della Struttura di Comparto Scuola non statale DESTINARE IL TFR COS E IL TFR? Il trattamento di fine rapporto (anche conosciuto come liquidazione

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI Modena, 07 aprile 2015 Fiscale Spazio aziende è destinato alle impresa dello Studio e contiene, con un linguaggio semplice e sintetico, un riepilogo delle ultime novità fiscali, alcuni commenti relativi

Dettagli

Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli

Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli 64/2015 Maggio/4/2015 (*) Napoli 8 Maggio 2015 Con la Circolare n. 82 del 23 aprile 2015, l'inps fornisce le istruzioni operative per

Dettagli

a cura del Rag. Vassilli TIENGO

a cura del Rag. Vassilli TIENGO Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

SCADENZARIO GENNAIO 2011

SCADENZARIO GENNAIO 2011 SCADENZARIO GENNAIO 2011 1 Sabato SETTORE ACCISE: avvio sistema telematico per la generazione del Documento Amministrativo di Accompagnamento dei prodotti spediti in sospensione di accisa (ex DAA) RIFIUTI

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Informativa - ONB Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza INDICE 1 Premessa... 2 2 Sintesi delle principali novità in materia di lavoro e previdenza...

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE *

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * Chi è interessato dalla Riforma Sono interessati alla riforma della previdenza complementare attuata con il decreto legislativo n. 252/2005

Dettagli

Circolare 9/2015 Tfr in busta paga

Circolare 9/2015 Tfr in busta paga Roma, 24 marzo 2015 Prot. 2015.0006903/am Alla cortese attenzione di: Iscritti al Fondo Pegaso Fonti istitutive Delegati all Assemblea di Pegaso Aziende associate -Direzioni del personale -RSU aziendali

Dettagli

TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro

TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro Con la collaborazione del Centro Studi SEAC siamo lieti di inviarle il n. 04 di SPAZIO AZIENDE APRILE 2015 Rinnovato il CCNL Terziario Ipotesi

Dettagli

SANITA INTEGRATIVA VENETO SANI.IN.VENETO

SANITA INTEGRATIVA VENETO SANI.IN.VENETO SANITA INTEGRATIVA VENETO SANI.IN.VENETO REGOLAMENTO ART. 1) OGGETTO Il presente regolamento disciplina il funzionamento tecnico ed amministrativo del Fondo nonché le modalità di adesione/iscrizione, i

Dettagli

Legge n. 296/2006 art. 1, comma 749

Legge n. 296/2006 art. 1, comma 749 Legge n. 296/2006 art. 1, comma 749 A decorrere dal 1 gennaio 2007 il lavoratore dipendente è tenuto ad operare una scelta circa la destinazione del proprio tfr maturando: se destinarlo a una previdenza

Dettagli

Tfr in busta paga. La domanda di richiesta

Tfr in busta paga. La domanda di richiesta Periodico informativo n. 47/ Tfr in busta paga. La domanda di richiesta Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo informarla che, dal prossimo mese di aprile, i lavoratori

Dettagli

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione)

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione) La previdenza complementare La previdenza complementare ha lo scopo di pagare pensioni che si aggiungono a quelle del sistema obbligatorio, in modo da assicurare migliori condizioni di vita ai pensionati.

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Federazione Lavoratori della Conoscenza LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Schede informative A partire dal 1 gennaio 2007, per 16 milioni di lavoratori dipendenti del settore

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE INDICE INTRODUZIONE IL TFR LA PREVVIDENZA COMPLEMENTARE IL FINANZIAMENTO DELLE FORME PENSIONISTICHE FORME DI ADESIONE AGEVOLAZIONI FISCALI TASSAZIONE DELLE PRESTAZIONI TRASFERIMENTO

Dettagli

SPAZIO AZIENDE AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE

SPAZIO AZIENDE AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE Commercialisti Associati Bellttramii Pellllegriinii Ciimarollllii Veronesii Zorzii - Basiille 25124 Brescia 38100 Trento 38080 Darzo 20144 Milano 5, Via Aldo Moro 5, Via S. Vigilio 1, Zona Artigianale

Dettagli

Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2015.

Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2015. INFORMAT N. 190 30 GIUGNO 2015 Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2015. LUGLIO Le scadenze dei versamenti derivanti dal mod. UNICO 2015 sono riportate alla luce della proroga

Dettagli

ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI

ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI Fondo Pensione Dipendenti del Gruppo Enel COMUNICATO AGLI ISCRITTI N. 6-2011 ADESIONE AL FOPEN DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DEI SOCI Si informano gli associati che, a partire dal 1 ottobre 2011,

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza CIRCOLARE Febbraio 2014 Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Gentili clienti! Con la presente circolare vorremmo portarla a conoscenza delle

Dettagli

OGGETTO: Tfr in busta paga. La domanda di richiesta

OGGETTO: Tfr in busta paga. La domanda di richiesta OGGETTO: Tfr in busta paga. La domanda di richiesta dal prossimo mese di aprile, i lavoratori appartenenti al settore privato potranno chiedere l anticipo - mensilmente in busta - del proprio Tfr (tecnicamente

Dettagli

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE Come viene alimentata la posizione previdenziale? Il finanziamento è attuato mediante contribuzione a carico del lavoratore, del datore di lavoro e tramite

Dettagli

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali UniSalute per l Azienda: un know-how all avanguardia Soluzioni flessibili e innovative in linea con

Dettagli

SISTRI. Nuovo servizio Tekneco: Consulenza Rifiuti

SISTRI. Nuovo servizio Tekneco: Consulenza Rifiuti SISTRI Nuovo servizio Tekneco: Consulenza Rifiuti Con l entrata in vigore del Decreto ministeriale 17 dicembre 2009 (SISTRI) molti aspetti riguardanti i rifiuti hanno subito una modifica. Il servizio da

Dettagli

SCADENZE SETTEMBRE 2014

SCADENZE SETTEMBRE 2014 SCADENZE SETTEMBRE 2014 LUNEDì 1 SETTEMBRE REGISTRO - Scade il termine per la registrazione dei nuovi contratti di locazione di immobili con decorrenza 1 a- gosto 2014 e per il versamento dell imposta

Dettagli

Ai Consulenti del Lavoro

Ai Consulenti del Lavoro Foggia, 12 luglio 2012 Ai Titolari di imprese di PANIFICAZIONE Ai Consulenti del Lavoro Oggetto: Ente bilaterale (EBIPAN) e assistenza sanitaria settore panificazione (FON.SAP.) Caro collega, al fine di

Dettagli

Aprile 2010. Quota A - pagamento contributi 2010

Aprile 2010. Quota A - pagamento contributi 2010 Aprile 2010 Quota A - pagamento contributi 2010 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano ha avviato l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati in

Dettagli

SISTRI VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO E MODALITA DI CANCELLAZIONE

SISTRI VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO E MODALITA DI CANCELLAZIONE SISTRI VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO E MODALITA DI CANCELLAZIONE Le discussioni sull applicabilità del Sistema zombi così comè stato definito nella nuova campagna stop-sistri portata avanti dalle associazioni

Dettagli

ARTIGIANATO - PREVIDENZA - FONDI - Folder Informativo su ARTIFOND

ARTIGIANATO - PREVIDENZA - FONDI - Folder Informativo su ARTIFOND ARTIGIANATO - PREVIDENZA - FONDI - Folder Informativo su ARTIFOND La riforma del sistema pensionistico determinata dalla legge 335/1995 e successive modificazioni ha modificato il sistema di rogazione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA In data 23 dicembre 2009 in Torino tra Provincia di Torino (di seguito Provincia ) Unicredit

Dettagli

CNA SERVIZI INFORMA MAGGIO 2010

CNA SERVIZI INFORMA MAGGIO 2010 CNA SERVIZI INFORMA 2010 ELENCO ARGOMENTI TRATTATI Detassazione degli investimenti per ricerca e sviluppo per la realizzazione dei campionari1 Presentazione modello unico dichiarazione ambientale (MUD)

Dettagli

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 12 17 MARZO 2008 Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 Copyright

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA In data 2013 in Torino tra Provincia di Torino (di seguito Provincia ) Unicredit Banca (di seguito

Dettagli

Prot. n. C/2015/02DIR Roma, 21 Aprile 2015

Prot. n. C/2015/02DIR Roma, 21 Aprile 2015 Circolare n. 02/15 Prot. n. C/2015/02DIR Roma, 21 Aprile 2015 Alla c.a. - Aziende - Centri Servizi - Consulenti - Assosoftware - ANCL E p.c. - Parti Sociali - Organi Statutari - Ebna 1. RIAPERTURA CAMPAGNA

Dettagli

Erogazione mensile del TFR- QUIR

Erogazione mensile del TFR- QUIR Erogazione mensile del TFR- QUIR Nuoro 11 giugno 2015 Premessa sensi dell art. 1, co. 26, della legge di stabilità 2015, i lavoratori dipendenti del settore privato possono richiedere ai rispettivi datori

Dettagli

Prot. n. C/2015/07DIR Roma, 11 Settembre 2015

Prot. n. C/2015/07DIR Roma, 11 Settembre 2015 Circolare n. 07/15 Prot. n. C/2015/07DIR Roma, 11 Settembre 2015 Alla c.a. - Aziende - Centri Servizi - Consulenti - Dipendenti - Iscritti volontari E p.c. - Parti Sociali - Organi Statutari - Ebna 1.

Dettagli

Una scelta responsabile e conveniente per il tuo Tfr

Una scelta responsabile e conveniente per il tuo Tfr Una scelta responsabile e conveniente per il tuo Tfr Messaggio promozionale riguardante forme pensionistiche complementari Prima di aderire leggere la Nota informativa e lo Statuto La destinazione del

Dettagli

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 01.04.15 SETTORI: TESSILE, ABBIGLIAMENTO, MODA, CALZATURE, PELLI E CUOIO (PICCOLA INDUSTRIA) AUMENTO MINIMI CONTRATTUALI: seguiranno apposite circolari con nuovi

Dettagli

Previcooper, il fondo pensione della distribuzione cooperativa

Previcooper, il fondo pensione della distribuzione cooperativa Fondo Pensione per i lavoratori dipendenti dalle imprese della distribuzione cooperativa Iscritto all Albo dei Fondi Pensione con il numero d ordine 102 Previcooper, il fondo pensione della distribuzione

Dettagli

2007: LA RIFORMA PREVIDENZIALE Guida pratica alle novità previdenziali e fiscali

2007: LA RIFORMA PREVIDENZIALE Guida pratica alle novità previdenziali e fiscali 2007: LA RIFORMA PREVIDENZIALE Guida pratica alle novità previdenziali e fiscali RIFORMA TFR E PREVIDENZA INTEGRATIVA Sarebbero dovute entrare in vigore il prossimo anno, il 2008. Con un anno di anticipo,

Dettagli

Più opportunità dal tuo fondo pensione

Più opportunità dal tuo fondo pensione fondo pensione per il personale del gruppo helvetia e del gruppo nationale suisse Più opportunità dal tuo fondo pensione Più adesioni con i fiscalmente a carico, più contribuzione da parte del datore di

Dettagli

Sintesi degli accordi. (*) Esclusi i comparti Autotrasporto merci e logistica, Edilizia e Servizi di pulizia, che non hanno rinnovato.

Sintesi degli accordi. (*) Esclusi i comparti Autotrasporto merci e logistica, Edilizia e Servizi di pulizia, che non hanno rinnovato. Settore Artigiano Accordo interconfederale - 15 dicembre 2009 Accordi - 15 dicembre 2009 Retribuzioni contrattuali dal 1º gennaio 2010 e bilateralità â Parti stipulanti: Confartigianato Imprese, Cna, Casartigiani

Dettagli

REGOLAMENTO. Fondo mètasalute

REGOLAMENTO. Fondo mètasalute REGOLAMENTO Fondo mètasalute 1 DISPOSIZIONI GENERALI Il presente regolamento disciplina il funzionamento di mètasalute, il Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori dell industria metalmeccanica

Dettagli

RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE DESTINAZIONE DEL TFR MATURANDO A PARTIRE DALL 01.01.2007 IN APPLICAZIONE DELL ART. 8 COMMA 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005 N. 252 Ogni lavoratore del settore

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

NOTIZIE FLASH Ottobre 2011

NOTIZIE FLASH Ottobre 2011 NOTIZIE FLASH Ottobre 2011 Terremoto Abruzzo sospensione riscossione contributi Il decreto legge del 29 dicembre 2010, n. 225 (c.d. milleproroghe ), convertito con modificazioni dall art. 1, comma 1, L.

Dettagli

Dal 1 marzo 2015 al 30 giugno 2018 i lavoratori del settore privato potranno chiedere l erogazione del Tfr in busta paga.

Dal 1 marzo 2015 al 30 giugno 2018 i lavoratori del settore privato potranno chiedere l erogazione del Tfr in busta paga. Lavorofisco.it Dal 1 marzo 2015 al 30 giugno 2018 i lavoratori del settore privato potranno chiedere l erogazione del Tfr in busta paga. La legge di Stabilità 2015 prevede, infatti, in via sperimentale

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: UTILIZZO E FINALITA

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: UTILIZZO E FINALITA LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: UTILIZZO E FINALITA Il decreto legislativo n. 252 del 5 dicembre 2005 ha rinviato al 1 gennaio 2007 esclusivamente l obbligo della destinazione del TFR maturando alla previdenza

Dettagli

NOTA SULLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

NOTA SULLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE Ai dipendenti delle agenzie di Assicurazione in GESTIONE LIBERA NOTA SULLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE Ricordiamo a tutti i dipendenti delle agenzie in gestione libera aderenti allo SNA, che dal 2006 sono

Dettagli

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico La Direttiva 2003/54/CE prevede che gli Stati membri mettano

Dettagli

Fondo di solidarietà Credito

Fondo di solidarietà Credito BANCA POPOLARE DI MILANO Documenti: conoscere per decidere Fondo di solidarietà Credito Il fondo eroga prestazioni a favore dei lavoratori di aziende facenti parte di gruppi creditizi o che applicano i

Dettagli

ADEMPIMENTI MESE DI OTTOBRE 2012

ADEMPIMENTI MESE DI OTTOBRE 2012 10 ADEMPIMENTI MESE DI OTTOBRE 2012 10 MERCOLEDI Inps Lavoratori domestici - Ultimo giorno per il versamento dei contributi previdenziali/assistenziali a cadenza trimestrale relativi ai lavoratori domestici.

Dettagli

IL CAF DELLA CISL. Il posto giusto

IL CAF DELLA CISL. Il posto giusto Carta dei Servizi IL CAF DELLA CISL Il Caf Cisl opera per fornire ad iscritti, lavoratori e pensionati assistenza e consulenza completa e qualificata nel campo fiscale e delle agevolazioni sociali. Nato

Dettagli

1) Scadenze importanti (pag. 1) 2) Agevolazioni e contributi a favore delle imprese (pag. 7) 3) Varie aggiornamento (pag. 8) 1. Scadenze importanti

1) Scadenze importanti (pag. 1) 2) Agevolazioni e contributi a favore delle imprese (pag. 7) 3) Varie aggiornamento (pag. 8) 1. Scadenze importanti DOTT. RAG. GIOVANNA CASTELLI Via Luigi Sacco 14, Varese Tel.: 0332/288494 288522 Fax: 0332/831583 282850 E-mail: segreteria@gcastelli.com Varese, 30 luglio 2014 SOMMARIO: 1) Scadenze importanti (pag. 1)

Dettagli

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI ELABORAZIONE PAGHE

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI ELABORAZIONE PAGHE DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI ELABORAZIONE PAGHE Il contratto per la fornitura del servizio di elaborazione paghe ha generalmente validità di 12 mesi e comprenderà tutte le elaborazioni mensili ed annuali,

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI Circolare nr.03/2015 Ai sig.ri Clienti E loro sedi ULTIME NOVITÀ FISCALI Diritto CCIAA 2015 Decreto Ministero Sviluppo economico 8.1.2015 Tremonti-quater Circolare Agenzia Entrate 19.2.2015, n. 5/E È stato

Dettagli

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO I contribuenti che possiedono redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

Notizie Flash. Quota A - pagamento contributi 2010. Contributi di riscatto. Quota B - redditi professionali 2009

Notizie Flash. Quota A - pagamento contributi 2010. Contributi di riscatto. Quota B - redditi professionali 2009 Notizie Flash Quota A - pagamento contributi 2010 Il 30 giugno è scaduta la seconda rata del contributo di Quota A. Qualora l avviso sia pervenuto dopo la scadenza di una o più rate, il pagamento delle

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I LAVORATORI DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI.

FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I LAVORATORI DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI. FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I LAVORATORI DELL ARTIGIANATO SAN.ARTI. REGOLAMENTO DELLE PROCEDURE OPERATIVE RELATIVE ALLA ISCRIZIONE, ALLA CONTRIBUZIONE ED ALLE PRESTAZIONI. Approvato dal

Dettagli

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Con decreto del Ministero dell economia e delle finanze 31 gennaio

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Numero verde

Dettagli

SCADENZARIO LUGIO - AGOSTO - SETTEMBRE 2015 LUGLIO

SCADENZARIO LUGIO - AGOSTO - SETTEMBRE 2015 LUGLIO INFORMAT N. 190 30 GIUGNO 2015 INFORMAT N. 005 07 GENNAIO 2013 SCADENZARIO LUGIO - AGOSTO - SETTEMBRE 2015 Si riportano di seguito le principali scadenze del PRIMO TRIMESTRE 2013. Si riportano di seguito

Dettagli

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO AGENTI DI COMMERCIO, MEDIATORI E SPEDIZIONIERI Gli adempimenti previsti entro tale data ed indicati all interno della nostra circolare 10.2013 (http://www.contrino.it/?p=1555)

Dettagli

Oggetto: Modello 730 obbligo di utilizzo del modulo Delega

Oggetto: Modello 730 obbligo di utilizzo del modulo Delega Roma lì 09/03/2015 Prot. n. Circolare n. 41 Ai CRP e ai loro Sportelli Oggetto: Modello 730 obbligo di utilizzo del modulo Delega Premessa La nuova normativa in materia di 730 prevede che l Agenzia delle

Dettagli

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali Circolare n. 7/14 Legnago, 15.07.2014 A TUTTI I CLIENTI - LORO SEDI - OBBLIGO INSTALLAZIONE DEL POS AL 30.06.2014 Come già

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

OGGETTO: Qu.I.R.: la liquidazione

OGGETTO: Qu.I.R.: la liquidazione Informativa per la clientela di studio N. 66 del 29.04.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Qu.I.R.: la liquidazione In caso di presentazione del modello Qu.I.R. (allegato al DPCM 20 febbraio 2015,

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro CHE COS È E' un documento obbligatorio che indica la retribuzione,

Dettagli

TFR IN AZIENDA O NEL FONDO PENSIONE: COSA MI CONVIENE?

TFR IN AZIENDA O NEL FONDO PENSIONE: COSA MI CONVIENE? TFR IN AZIENDA O NEL FONDO PENSIONE: COSA MI CONVIENE? QUESITI E SOLUZIONI SULLA PREVIDENZA INTEGRATIVA. SPECIALE LAVORATORI DIPENDENTI LA PREVIDENZA? È CAMBIATA Le modifiche introdotte dalla Riforma Dini

Dettagli

Il tuo domani dipende dalle scelte di oggi. Tutte le risposte che cerchi

Il tuo domani dipende dalle scelte di oggi. Tutte le risposte che cerchi UnipolSai Assicurazioni è la compagnia del Gruppo Unipol, nata dalla fusione di tre importanti e storiche compagnie assicurative italiane: Unipol Assicurazioni, FondiariaSai e Milano Assicurazioni. Leader

Dettagli

SCADENZE NOVEMBRE 2014

SCADENZE NOVEMBRE 2014 SCADENZE NOVEMBRE 2014 LUNEDì 17 NOVEMBRE RAVVEDIMENTO OPEROSO BREVE Scade il termine per regolarizzare gli adempimenti (omessi, tardivi o insufficienti versamenti di imposte o ritenute) non effettuati

Dettagli

Notizie Flash marzo 2011

Notizie Flash marzo 2011 Notizie Flash marzo 2011 Quota A - pagamento contributi 2011 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano avvia l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati

Dettagli

Area Formazione. Ettore Romanò Responsabile Area Formazione

Area Formazione. Ettore Romanò Responsabile Area Formazione FORMAZIIONE OBBLIIGATORIIA IIN MATERIIA DII SIICUREZZA E SALUTE NEII LUOGHII DII LAVORO (art. 34 D. Lgs. 81/08 art. 37, comma 2, D. Lgs. 81/08) Caro imprenditore, i nuovi Accordi Stato Regioni hanno radicalmente

Dettagli

Circolare prot. 003/14 Roma, 7 luglio 2014. Spett.li

Circolare prot. 003/14 Roma, 7 luglio 2014. Spett.li Circolare prot. 003/14 Roma, 7 luglio 2014 Spett.li e, p.c.: Aziende che applicano i ccnnll dei servizi ambientali Federambiente FISE Assoambiente Associazioni Territoriali di Confindustria Ai Signori

Dettagli

NOTIZIE FLASH novembre 2011

NOTIZIE FLASH novembre 2011 NOTIZIE FLASH novembre 2011 Quota A: riscossione contributo 2011 Il 30 novembre scade la quarta rata del contributo Quota A. In caso di smarrimento o mancato ricevimento dell avviso di pagamento deve essere

Dettagli

MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 15 febbraio 2010. Modi che ed integrazioni al decreto 17 dicembre 2009, recante: «Istituzione del sistema di controllo della tracciabilità

Dettagli

Bologna, 20 marzo 2015. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi

Bologna, 20 marzo 2015. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Bologna, 20 marzo 2015 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Oggetto CIRCOLARE N. 4 DOCUMENTAZIONE PER IL MODELLO 730/2015 E MODELLO UNICO PF 2015 DA CONSEGNARE ENTRO L 8 APRILE P.V. RICHIESTA DELLA

Dettagli

MUTUI : PROMESSA MANTENUTA!

MUTUI : PROMESSA MANTENUTA! MUTUI : PROMESSA MANTENUTA! Nel sottolineare l importanza dell impegno svolto dalle commissioni tecniche costituite dalle Organizzazioni Sindacali, che, in seguito al lavoro svolto ha permesso di individuare

Dettagli

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA La Microimpresa è una misura prevista dal Titolo II del Decreto 185/2000 pensata per chi vuole creare una piccola impresa nel settore

Dettagli

Riforma della Previdenza Complementare e nuove regole Fondo COMETA

Riforma della Previdenza Complementare e nuove regole Fondo COMETA Riforma della Previdenza Complementare e nuove regole Fondo COMETA * " &$ #+ ( " ', & $ - "$. /$!& /$!& /$!& /$!& + $$!&$ #,!& '!! " #$ %& $ ' ( )( & &$ )($$&! " )( $ )( gennaio 2007 2 Normativa di riferimento:

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO TELEMATICO

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO TELEMATICO Istruzioni per la compilazione della comunicazione telematica del reddito professionale e per il pagamento dei contributi a saldo REDDITI ANNO 2014 INDICE INTRODUZIONE 1. Chi deve compilare e inviare la

Dettagli

MODULO DI ADESIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA E CONVENZIONE

MODULO DI ADESIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA E CONVENZIONE ALLEGATO 1.A MODULO DI ADESIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA E CONVENZIONE -------- Dati anagrafici Il sottoscritto. nato a il. residente in via.... n.. cap... del Comune di Prov..... nella qualità di... dell

Dettagli

La Gestione Separata. Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013

La Gestione Separata. Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013 La Gestione Separata Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013 1 2 L iscrizione E a carico del lavoratore o del professionista Deve essere presentata entro 30 giorni dall inizio dell attività.

Dettagli

concrete per i del settore

concrete per i del settore le TUTELE concrete per i LAVORATORI del settore ARTIGIANATO Contributi per i lavoratori previsti da e.l.b.a. Cassa integrazione disoccupazione Aiuti familiari Formazione Contratti salario Sicurezza sul

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Numero verde

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016

LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 LA CERTIFICAZIONE UNICA 2016 L Agenzia delle entrate, con provvedimento del 15 gennaio 2016, ha reso disponibile la versione definitiva della Certificazione Unica 2016, meglio nota come CU, da utilizzare

Dettagli

SPECIALE FONDO DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE

SPECIALE FONDO DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE Notiziario interno della Fisac/Cgil per gli esattoriali della Concessione di Roma supplemento ad Informazioni-Fisac OTTOBRE 2000 Non sono le idee che mi spaventano, ma le facce che rappresentano queste

Dettagli

ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale

ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale Durata: 60 ore Inizio corso: da definire Sede: Corso Raffaello 17/D - Torino Docente: dottore consulente del lavoro con esperienza consolidata

Dettagli

Comunicazione 02/2010

Comunicazione 02/2010 Carpi, 17/02/ Comunicazione 02/ Oggetto: Nuovo sistema di gestione rifiuti - SISTRI. Il Decreto del Ministero dell Ambiente del 17 dicembre 2009 ha introdotto una rivoluzione nelle modalità di gestione

Dettagli

IL NUOVO TFR, GUIDA ALL USO A cura di Tommaso Roberto De Maria

IL NUOVO TFR, GUIDA ALL USO A cura di Tommaso Roberto De Maria LIBERA Confederazione Sindacale Li.Co.S. Sede nazionale Via Garibaldi, 45-20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel.: 02 / 39.43.76.31. Fax: 02 / 39.43.75.26. e-mail: sindacatolicos@libero.it IL NUOVO TFR, GUIDA

Dettagli

Via Guantai Nuovi, 25 80133 Napoli Tel. 081/5520148 Fax 081/5800322 E-mail: info@studioforlani.it

Via Guantai Nuovi, 25 80133 Napoli Tel. 081/5520148 Fax 081/5800322 E-mail: info@studioforlani.it Ultime novità fiscali Movimentazioni di c/c sospette e falsa fatturazione Sentenza Corte Cassazione 7.4.2009, n. 14933 La presenza sul c/c bancario di movimentazioni sospette, ossia non corrispondenti

Dettagli

DECRETO SVILUPPO 2011

DECRETO SVILUPPO 2011 CIRCOLARE INFORMATIVA N. 3 AGOSTO 2011 DECRETO SVILUPPO 2011 E stata pubblicata sulla gazzetta ufficiale 12.07.2011, n. 160, la Legge 12.07.2011 n. 106 di conversione del D.L. 70/2011 c.d. Decreto Sviluppo.

Dettagli

REGOLAMENTO. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014)

REGOLAMENTO. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014) REGOLAMENTO (Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 23 maggio 2014) 1 Indice Articolo1 Oggetto del Regolamento Articolo 2 Requisiti di iscrizione Articolo 3 Modalità di adesione e comunicazione

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Per informazioni: 800.316.181 infoclienti@postevita.it

Dettagli

SCADENZE FEBBRAIO 2015

SCADENZE FEBBRAIO 2015 SCADENZE FEBBRAIO 2015 MARTEDì 10 FEBBRAIO IMU TERRENI Scade il termine per il versamento dell IMU sui terreni; l imposta è calcolata in base alle aliquote standard (7,6 per mille) tranne quando i Comuni

Dettagli

FONTEMP il Fondo di previdenza per i lavoratori in somministrazione

FONTEMP il Fondo di previdenza per i lavoratori in somministrazione FONTEMP il Fondo di previdenza per i lavoratori in somministrazione 1 L ADESIONE L adesione alle forme pensionistiche complementari è libera e volontaria 2 L ADESIONE SI PUO ADERIRE A FONTEMP: IN MANIERA

Dettagli

La deduzione spetta una sola volta per ogni giorno di effettuazione del trasporto, indipendentemente dal numero di viaggi.

La deduzione spetta una sola volta per ogni giorno di effettuazione del trasporto, indipendentemente dal numero di viaggi. AGEVOLAZIONI SETTORE AUTOTRASPORTO IMPOSTE SUI REDDITI Deduzione forfettarie (Art. 66 comma 5 TUIR) Alle imprese autorizzate all autotrasporto di merci per conto terzi spetta una deduzione forfettaria

Dettagli

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO Art. 1 PREMESSE L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3,

Dettagli

Circolare N. 60 del 21 Aprile 2015

Circolare N. 60 del 21 Aprile 2015 Circolare N. 60 del 21 Aprile 2015 TFR in busta paga: la richiesta di finanziamento a copertura delle somme erogate al lavoratore (Art. 1 commi da 26 a 34 legge n. 190 del 23.12.2014, DPCM n. 29 del 20.02.2015)

Dettagli

Roma, 12 febbraio 2013

Roma, 12 febbraio 2013 Roma, 12 febbraio 2013 C.C.N.L. Industria alimentare 27.10.2012 Fondo per il sostegno alla maternità/paternità e per la promozione della bilateralità di settore Avvio contribuzione da parte delle Aziende

Dettagli