Rassegna Stampa di mercoledì 4 marzo 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna Stampa di mercoledì 4 marzo 2015"

Transcript

1 Rassegna Stampa di mercoledì 4 marzo 2015 SNALS / CONFSAL Agenzie di stampa 03/03/2015 ARTICOLI PRESI DAL WEB Testate on line 04/03/2015 ARTICOLI PRESI DAL WEB Corriere della Sera 04/03/2015 RIFORMA DELLA SCUOLA, C'E' SOLO LA BOZZA "MA LE ASSUNZIONI NON SLITTERANNO" la Stampa 04/03/2015 SCUOLE PARITARIE E PRECARI RENZI COSTRETTO AL RINVIO Alto Adige 04/03/2015 SCUOLA, SOLO LINEE GUIDA RENZI: "PRECARI SALVI" Corriere del Veneto - 04/03/2015 SCUOLA, SI PREPARANO ALLA PENSIONE IN 450 "CAMBIO NECESSARIO" Ed. Vicenza Corriere di Verona (Corriere della Sera) 04/03/2015 RSU SCUOLA, INSEGNANTI AL VOTO SINDACATI CRITICI CON IL GOVERNO RENZI Gazzetta di Mantova 04/03/2015 SCUOLA, SOLO LINEE GUIDA RENZI: "PRECARI SALVI" Gazzetta 04/03/2015 SCUOLA, SOLO LINEE GUIDA RENZI: PRECARI SALVI Reggio/Mo/Mn/Fe Il Cittadino (Lodi) 04/03/2015 SCATTANO LE LEZIONE DELLA LIBERA UNIVERSITA' Il Giornale di Vicenza 04/03/2015 "LITE" SUL LICEO DI QUATTRO ANNI I SINDACATI CONTESTANO I PRESIDI "LITE" SUL LICEO DI QUATTRO ANNI I Il Piccolo 04/03/2015 SCUOLA, SOLO LINEE GUIDA RENZI: "PRECARI SALVI" Il Secolo XIX 04/03/2015 SCUOLE PARITARIE E PRECARI RENZI COSTRETTO AL RINVIO Il Tirreno 04/03/2015 SCUOLA, SOLO LINEE GUIDA RENZI: "PRECARI SALVI" La Citta' (Salerno) 04/03/2015 SCUOLA, SOLO LINEE GUIDA RENZI: "PRECARI SALVI" La Nuova Sardegna 04/03/2015 SCUOLA, SOLO LINEE GUIDA RENZI: "PRECARI SALVI" La Provincia - Ed. 04/03/2015 GRIDO D'ALLARME DEI SINDACATI "ASSUNZIONI A FORTE RISCHIO" Varese La Provincia Pavese 04/03/2015 SCUOLA, SOLO LINEE GUIDA RENZI: "PRECARI SALVI" La Tribuna di Treviso 04/03/2015 DAL 2009 E' BOOM DI CONTENZIOSI Liberta' 04/03/2015 SULLA SCUOLA SOLO LINEE GUIDA RENZI: ASSUNZIONI PRECARI OK L'Unione Sarda 04/03/2015 SCUOLA, NO AL DDL Messaggero Veneto 04/03/2015 SCUOLA, SOLO LINEE GUIDA RENZI: "PRECARI SALVI" TRENTINO 04/03/2015 SCUOLA, SOLO LINEE GUIDA RENZI: "PRECARI SALVI" Cronache del 04/03/2015 IARMO': "L'ITER GIUDIZIARIO PRESENTA DELLE ANOMALIE" Garantista Calabria - Giornale di Sicilia - 04/03/2015 PORTO TREMESTIERI, TUTTI A RAPPORTO DAL MINISTRO LUPI Ed. Messina-Catania Il Mattino - Napoli Sud 04/03/2015 TERME IL SINDACATO ATTACCA IL COMUNE Costiera Il Piccolo 04/03/2015 BATTAGLIA SUL TPL, ADDETTI IN ALLARME Roma 04/03/2015 ELEZIONI RSU TRA VELENI E RITARDI Latina Editoriale Oggi 02/03/2015 GIUSTIZIA AL COLLASSO, LA STRATEGIA DEI LAVORATORI DI CONFSAL E UNSA+++

2 Scuola, Formazione, Università, Ricerca il Sole 24 Ore 04/03/2015 ANCORA RINVIO SULLA SCUOLA, SLITTA IL DDL il Sole 24 Ore 04/03/2015 AUMENTI DI STIPENDIO LEGATI PER IL 70% AL MERITO il Sole 24 Ore 04/03/2015 DOPO SEI MESI IL GOVERNO E' ANCORA FERMO ALLE LINEE GUIDA Corriere della Sera 04/03/2015 I DOCENTI PRECARI Corriere della Sera 04/03/2015 CONFERMATI GLI SGRAVI PER LE PARITARIE: "UN CAMBIO CULTURALE" Corriere della Sera 04/03/2015 TROPPE QUESTIONI INSIEME E NON TUTTE URGENTI ECCO PERCHE' IL PREMIER HA RINUNCIATO AL DECRETO Corriere della Sera 04/03/2015 RIFORMA. E' LA SCUOLA MEDIA LA GRANDE DIMENTICATA la Repubblica 04/03/2015 LO SCONTRO CON LA GIANNINI E LA SFIDA DEL PREMIER "IL PARLAMENTO SI MUOVA O TORNIAMO AL DECRETO" la Repubblica 04/03/2015 Int. a M.Pirrotta: "SONO QUINDICI ANNI CHE ASPETTO UNA CATTEDRA ORMAI NON MI FIDO PIU'" la Repubblica 04/03/2015 Int. a P.Marotta: "IL TEMPO E' GIA' SCADUTO NON CE LA FAREMO NEANCHE LAVORANDO TUTTA L'ESTATE" la Repubblica 04/03/2015 SGRAVI ALLE PARITARIE, PIU' SOLDI AI PRESIDI Italia Oggi 04/03/2015 RENZI, SULLA SCUOLA E' TUTTO DA RIFARE Italia Oggi 04/03/2015 GRUPPI ANTIGRAFFITI il Messaggero 04/03/2015 L'ISTRUZIONE SENZA RISORSE E LE PRIORITA' DA RIDEFINIRE il Messaggero 04/03/2015 I VESCOVI PREOCCUPATI: "DELUSI SE SALTA IL BONUS PER LE PARITARIE" il Messaggero 04/03/2015 Int. a M.Rusconi: IL RAPPRESENTANTE DEI PRESIDI: "PRECARI ASSUNTI A SETTEMBRE? ORMAI NON C'E' PIU' TEMPO" il Messaggero 04/03/2015 NO AL DECRETO "PER NON STRESSARE IL COLLE" TENSIONE TRA IL PREMIER E LA GIANNINI il Giornale 04/03/2015 IL BLUFF SULLA SCUOLA: RENZI SI RIMANGIA LA RIFORMA Libero 04/03/2015 LA "SVOLTA" SULLA SCUOLA DI RENZI RESTA IN GHIACCIAIA Avvenire 04/03/2015 LA SFIDA DI RENZI: "PRIMO SI' IL 10 MAGGIO" il Tempo 04/03/2015 MUORE GIOCANDO A PALLONE. SOTTO ACCUSA IL PROF Cronache del 04/03/2015 SCUOLA, RENZI SALVA SOLO I PRECARI? Garantista Giorno/Resto/Nazione 04/03/2015 MA IL MERITO VA PREMIATO Giorno/Resto/Nazione 04/03/2015 Int. a F.Pandolfi: "IO E LA CATTEDRA, UN'ODISSEA LUNGA DODICI ANNI" Il Fatto 04/03/2015 IL MINISTRO SEMPRE IN BILICO Il Fatto 04/03/2015 ADDIO 150 MILA ASSUNTI LA PROMESSA SI DIMEZZA Il Fatto 04/03/2015 LA RABBIA DEI PRECARI: "DILETTANTI!" il Foglio 04/03/2015 BOCCIARE LA SCUOLA DEI BENECOMUNISTI il Manifesto 04/03/2015 DECRETO O DISEGNO DI LEGGE? DI CERTO C'E' SOLO IL PASTICCIO il Mattino 04/03/2015 PERCHE' NON SERVONO SLOGAN MA IDEE CHIARE E RISORSE il Mattino 04/03/2015 Int. a G.Rembado: "SENZA LA VALUTAZIONE SUI PROF NON CI SARA' ALCUN CAMBIAMENTO" Il Secolo XIX 04/03/2015 LA MAPPA-CHOC DELLE ALLUVIONI: E' IN PERICOLO UN LIGURE SU CINQUE La Croce 04/03/2015 RAGAZZE, L'8 MARZO SOGNATEVI #DONNE la Gazzetta del 04/03/2015 GIANNINI: DETRAZIONI PER GLI ISTITUTI PARITARI Mezzogiorno la Gazzetta del 04/03/2015 RICERCA, IL FUTURO COMINCIA FRA I BANCHI Mezzogiorno la Stampa 04/03/2015 LA PROCURA APRE UN'INCHIESTA SUL "BOTELLON" MF - Milano Finanza 04/03/2015 Int. a R.Dona': UNA CHANCE PER IL MADE IN ITALY 2.0 il Giornale 04/03/2015 ALL'UNIVERSITA' DI PARMA UN SUPERCENTRO COMBATTE IL DOLORE ALLA SCHIENA Italia Oggi 04/03/2015 CURA MATTARELLA, I PRIMI EFFETTI il Tempo 04/03/2015 GIANNINI MINISTRA A SUA INSAPUTA RENZI FA LE RIFORME, LEI NON LO SA il Tempo 04/03/2015 SE I CANTAUTORI VANNO A SCUOLA +++

3 Economia, Lavoro, Previdenza il Sole 24 Ore il Sole 24 Ore Corriere della Sera Corriere della Sera la Repubblica la Stampa la Stampa la Stampa Italia Oggi Italia Oggi il Messaggero il Messaggero il Giornale il Giornale il Mattino Il Secolo XIX Corriere della Sera Corriere della Sera la Repubblica la Repubblica la Stampa 04/03/2015 CONTRATTAZIONE, PROVE DI RIFORMA 04/03/2015 DAGLI ISPETTORI NO ALLA FUSIONE INAIL-INPS 04/03/2015 PENSIONI FLESSIBILI, APERTURA DI POLETTI QUATTRO IPOTESI ALLO STUDIO DEL GOVERNO 04/03/2015 "FERRARI? E' ITALIANA E RESTERA' IN ITALIA" 04/03/2015 MEDIASET TAGLIA LA BUSTA PAGA DEI GIORNALISTI, LITE IN ASSEMBLEA 04/03/2015 "PENSIONI ANTICIPATE, CI SARANNO INTERVENTI NELLA LEGGE DI STABILITA'" 04/03/2015 Int. a E.Giovannini: "LA SOLUZIONE E' IL PRESTITO AI LAVORATORI IN USCITA" 04/03/2015 PENSIONI, IL MOMENTO DELLE SCELTE 04/03/2015 RICERCA, A FINE ANNO I BONUS ALLE ASSUNZIONI 04/03/2015 PIU' ASSUNZIONI A MELFI 04/03/2015 MALATTIE "MIRATE" E SCIOPERI BIANCHI COSI' LA STRETTA SULL'ASSENTEISMO 04/03/2015 POLETTI: "ENTRO FINE ANNO PENSIONI PIU' FLESSIBILI" 04/03/2015 Int. a S.Fassina: "L'EURO E' STATO UN ERRORE NON DOVEVAMO ENTRARCI" 04/03/2015 PENSIONI, ESODATI E JOBS ACT: ATTACCO ALLA RIFORMA FORNERO 04/03/2015 "PENSIONI, MODIFICHE NELLA STABILITA'" 04/03/2015 IN PENSIONE PRIMA CON ASSEGNO PIU' LEGGERO: COSI' CAMBIA LA FORNERO 04/03/2015 ILVA, OK DELLA CAMERA AL DECRETO IL SALVATAGGIO ORA E' LEGGE 04/03/2015 SALVA IMPRESE, NEL CAPITALE ANCHE GLI ENTI PREVIDENZIALI 04/03/2015 PIANO INTERNET ULTRAVELOCE PER L'85% DEGLI ITALIANI 12 MILIARDI TRA STATO E PRIVATI 04/03/2015 Int. a J.Juncker: "CON QUESTA DISOCCUPAZIONE NON E' ONESTO DIRE ALLA GENTE CHE SIAMO FUORI DALLA CRISI ORA SERVONO GLI 04/03/2015 FALSO IN BILANCIO, VIA LE SOGLIE SCONTRO SULLE INTERCETTAZIONI

4 03/03/2015 Scuola: Snals, esasperati precari in attesa stabilizzazione (ANSA) - ROMA, 3 MAR - "Non dovrebbe essere consentito a nessuno di alimentare speranze e vanificarle". Lo dichiara il segretario generale dello Snals-Confsal, Marco Paolo Nigi, alla vigilia del Consiglio dei ministri di oggi che dovrebbe deliberare solo un disegno di legge. "Visti i tempi che intercorrono per l'inizio del prossimo anno scolastico, c'è più di un fondato sospetto che per il siano a rischio l'organico funzionale e il piano di stabilizzazione del personale. Prima di esprimere giudizi attendiamo la parola definitiva a questa che si è rivelata una vera e propria 'telenovela'. Certo è - osserva Nigi - che assume sempre più fondamento il dubbio che avevamo subito espresso come sindacato: il governo aveva presentato un provvedimento di cui erano stati studiati solo i titoli dei capitoli senza aver predisposto né i contenuti né tutte le coperture finanziarie necessarie. Di sicuro, lo Snals-Confsal - conclude - non subirà passivamente una situazione di questo tipo se dovesse essere confermata". (ANSA). 03/03/2015 SCUOLA: SNALS, VERGOGNA, CON DISEGNO LEGGE TEMPI LUNGHI PER ASSUNZIONI = Roma, 3 mar. (Adnkronos/Labitalia) - "E' una vergogna. Ancora non si sa quanti lavoratori saranno assunti e quando. E con il disegno di legge i tempi saranno molto più lunghi...". Così il segretario generale dello Snals Confsal, Marco Paolo Nigi, commenta, con Labitalia, la decisione del governo di seguire la strada del disegno di legge, e non del decreto legge, per la riforma della scuola. "Ci sono 80mila persone -continua Nigi- che da anni fanno parte dell'organico di fatto delle scuole, che andrebbe abolito, e che attendono di essere stabilizzati". "E' una vergogna che lo Stato da una parte -conclude- faccia il Jobs act per assumere a tempo indeterminato i lavoratori privati e dall'altra non riesca ad assumere a tempo indeterminato gli insegnanti". Allo stesso tempo, però, conclude Nigi, "lo strumento del disegno di legge ci permetterà di essere ascoltati dalle commissioni parlamentari e dire la nostra, presentando le nostre opinioni". (Pal/Adnkronos) 03-MAR-15 14:02

5 03/03/2015 SCUOLA. SNALS-CONFSAL: BUONA SCUOLA O TELENOVELA? NIGI: ''PRECARI A RISCHIO, NOSTRO SOSPETTO È FONDATO'' (DIRE) Roma, 3 mar. - "Prima di esprimere giudizi attendiamo la parola definitiva a questa che si e'' rivelata una vera e propria ''telenovela''. Certo e'' che assume sempre piu'' fondamento il dubbio che avevamo subito espresso come sindacato: il governo aveva presentato un provvedimento di cui erano stati studiati solo i titoli dei capitoli, senza aver predisposto ne'' i contenuti ne'' tutte le coperture finanziarie necessarie". Cosi'' Marco Paolo Nigi, segretario generale dello Snals-Confsal, alla vigilia del Consiglio dei ministri di oggi che dovrebbe varare la ''Buona Scuola'', ovvero la tanto annunciata riforma dell''istruzione. "Non dovrebbe essere consentito a nessuno di alimentare speranze e vanificarle- prosegue Nigi- Visti i tempi che intercorrono per l''inizio del prossimo anno scolastico, c''e'' piu'' di un fondato sospetto che per il 2015/16 siano a rischio l''organico funzionale e il piano di stabilizzazione del personale. Di sicuro- conclude- non subiremo passivamente una situazione di questo tipo, se dovesse essere confermata". (Com/Cds/Dire) 14: NNNN 03/03/2015 Snals-Confsal, a rischio piano stabilizzazione personale scuola Roma, 3 mar. (askanews) - "Non dovrebbe essere consentito a nessuno di alimentare speranze e vanificarle". Lo ha dichiarato il segretario generale dello Snals-Confsal, Marco Paolo Nigi, alla vigilia del Consiglio dei ministri di oggi che dovrebbe deliberare solo un disegno di legge. "Visti i tempi che intercorrono per l'inizio del prossimo anno scolastico, c'è più di un fondato sospetto che per il 2015/16 siano a rischio l'organico funzionale e il piano di stabilizzazione del personale". Prima di esprimere giudizi attendiamo la parola definitiva a questa che si è rivelata una vera e propria "telenovela". Certo è che assume sempre più fondamento il dubbio che avevamo subito espresso come sindacato: il governo aveva presentato un provvedimento di cui erano stati studiati solo i titoli dei capitoli senza aver predisposto né i contenuti né tutte le coperture finanziarie necessarie.

6 03/03/2015 Pol - Snals-Confsal: Buona scuola o telenovela? Esasperati i precari Roma - 3 mar (Prima Pagina News) Non dovrebbe essere consentito a nessuno di alimentare speranze e vanificarle, lo ha dichiarato il segretario generale dello SNALS-CONFSAL, Marco Paolo Nigi, alla vigilia del Consiglio dei ministri di oggi che dovrebbe deliberare solo un disegno di legge. Visti i tempi che intercorrono per l inizio del prossimo anno scolastico, c è più di un fondato sospetto che per il 2015/16 siano a rischio l organico funzionale e il piano di stabilizzazione del personale. Prima di esprimere giudizi attendiamo la parola definitiva a questa che si è rivelata una vera e propria telenovela. Certo è che assume sempre più fondamento il dubbio che avevamo subito espresso come sindacato: il governo aveva presentato un provvedimento di cui erano stati studiati solo i titoli dei capitoli senza aver predisposto né i contenuti né tutte le coperture finanziarie necessarie. Di sicuro, lo SNALS-CONFSAL non subirà passivamente una situazione di questo tipo se dovesse essere confermata. (PPN) 3 mar :47 03/03/2015 Snals-Confsal, a rischio piano stabilizzazione personale scuola Scritto da Did TMNews Roma, 3 mar. (askanews) - "Non dovrebbe essere consentito a nessuno di alimentare speranze e vanificarle". Lo ha dichiarato il segretario generale dello Snals-Confsal, Marco Paolo Nigi, alla vigilia del Consiglio dei ministri di oggi che dovrebbe deliberare solo un disegno di legge. "Visti i tempi che intercorrono per l'inizio del prossimo anno scolastico, c'è più di un fondato sospetto che per il 2015/16 siano a rischio l'organico funzionale e il piano di stabilizzazione del personale". Prima di esprimere giudizi attendiamo la parola definitiva a questa che si è rivelata una vera e propria "telenovela". Certo è che assume sempre più fondamento il dubbio che avevamo subito espresso come sindacato: il governo aveva presentato un provvedimento di cui erano stati studiati solo i titoli dei capitoli senza aver predisposto né i contenuti né tutte le coperture finanziarie necessarie.

7 03/03/2015 Snals-Confsal: "buona scuola" o "telenovela"? Il segretario Nigi: dopo una miriade di annunci il governo si e' accorto che il provvedimento non sta in piedi (ilvelino/agv NEWS) Roma, 03 MAR - "Non dovrebbe essere consentito a nessuno di alimentare speranze e vanificarle". Cosi' il segretario generale dello Snals-Confsal, Marco Paolo Nigi, alla vigilia del Consiglio dei ministri di oggi che dovrebbe deliberare solo un disegno di legge. "Visti i tempi che intercorrono per l'inizio del prossimo anno scolastico, c'e' piu' di un fondato sospetto che per il siano a rischio l'organico funzionale e il piano di stabilizzazione del personale - rileva -. Prima di esprimere giudizi attendiamo la parola definitiva a questa che si e' rivelata una vera e propria 'telenovela'. Certo e' che assume sempre piu' fondamento il dubbio che avevamo subito espresso come sindacato: il governo aveva presentato un provvedimento di cui erano stati studiati solo i titoli dei capitoli senza aver predisposto ne' i contenuti ne' tutte le coperture finanziarie necessarie. Di sicuro - conclude Nigi -, lo Snals-Confsal non subira' passivamente una situazione di questo tipo se dovesse essere confermata". (com/mpi) MAR 15 NNNN 3 marzo :27 Riforma della scuola, tutto rinviato. «Ma le assunzioni non slitteranno» Dopo la rinuncia di Renzi allo strumenti legislativo del decreto d urgenza i sindacati avevano rivolto un appello: «Il premier ci ripensi» di Redazione Scuola Tutto rinviato al Consiglio dei ministri di martedì 10 marzo. È in quella sede che verrà presentato il disegno di legge per la Buona Scuola che prende il posto del decreto d urgenza inizialmente previsto. «Trovo surreale il dibattito di queste ore sulla scuola: se è un decreto o un disegno di legge», ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi aprendo la conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri. «Lo strumento da utilizzare dipende dalla situazione politica ha aggiunto e dalle caratteristiche di necessità e urgenza». «Non c è nessun rischio che slittino le procedure di assunzione degli insegnanti previste per il 1 settembre 2015 ha assicurato Renzi ma noi facciamo una proposta al Parlamento: ci sono le condizioni perché il Parlamento in un tempo sufficiente ma non biblico possa legiferare senza dover utilizzare strumenti d urgenza. Passiamo la palla al Parlamento». Per nulla imbarazzato dall ennesimo cambio di programma, il premier Renzi ha fatto anche una battuta sulle graduatorie a esaurimento «che non devono diventare a esaurimento nervoso». E ci ha tenuto ad allontanare ogni dubbio sulla presunta mancanza di coperture finanziarie ricordando il «miliardino messo a disposizione in legge di Stabilità, tre miliardi a regime».

8 L intervento del ministro Giannini La parola è poi passata al ministro dell Istruzione Stefania Giannini che ha illustrato i cardini della riforma. «Abbiamo un obiettivo molto preciso che è quello di dare attuazione reale a un concetto rimasto congelato per 15 anni che è quello dell autonomia scolastica», ha detto la Giannini. «Per cambiare la scuola bisogna partire da un progetto educativo, potenziando l autonomia. Una scuola che dia competenze linguistiche (inglese in modalità Clil dalla primaria), musica, arte, educazione motoria con insegnati specialisti». E poi gli altri capisaldi della Buona Scuola targata Renzi- Giannini: l alternanza scuola- lavoro (400 ore negli istituti tecnici e 200 ore per i licei) e soprattutto la riforma della carriera degli insegnanti. «Si passa a un sistema di valutazione degli insegnanti innovativo e rivoluzionario per il Paese che finora ha visto la progressione di carriera legata solo all anzianità», ha detto il ministro Giannini confermando che il 70% degli scatti sarà legato al merito. Nel disegno di legge finirà anche la riforma della scuola per l infanzia, con un ciclo unico 0-6 anni. Infine il ministro ha voluto fare un accenno al nodo emerso nelle ultime ore degli sgravi per le scuole private. «Ci sono delle misure fiscali, sulle quali dobbiamo prendere una decisione, che sono molto interessanti e innovative ha detto. In particolare la detrazione per le famiglie di alunni di scuole paritarie». L ipotesi di un mini decreto solo per le assunzioni Ma la Giannini ha anche lasciato aperta l ipotesi a un mini decreto d urgenza solo per il piano di stabilizzazione dei precari. Per le assunzioni dei docenti, lo strumento legislativo «lo decideremo martedì prossimo», ha detto la Giannini. «Per noi ha aggiunto le assunzioni sono una priorità e una urgenza. Quindi sarà uno strumento che consenta di ottenere questo risultato». L incontro con il ministro Giannini Un ora e mezza. Tanto era durato l incontro fra il ministro Stefania Giannini e il premier Matteo Renzi per preparare il documento da portare oggi sul tavolo del Consiglio dei ministri delle 18 e 30, terminato circa due ore dopo. La bozza del decreto che il Miur - dopo mesi di lavoro, marce indietro e passi avanti, revisioni e limature fino all ultimo - aveva girato a Renzi sabato è diventata infatti carta straccia dopo che lunedì sera alle nove il presidente del Consiglio ha annunciato a sorpresa di non voler più ricorrere a un decreto legge d urgenza ma a un «normale» disegno di legge. Renzi ha spiegato la sua decisione con il desiderio di dare ascolto ai richiami del Quirinale e della presidenza del Senato per una maggiore collegialità nelle decisioni. Il ricorso allo strumento legislativo del ddl garantisce infatti il coinvolgimento pieno del Parlamento sulla riforma della scuola ma, dall altro lato, si temeva che i suoi tempi più distesi rischiassero di far slittare il piano di maxi-assunzioni previsto per settembre prossimo (120 mila posti). Sindacati e precari in allarme La scelta del premier aveva messo in allarme fin dalla mattinata i sindacati che avevano chiesto al governo di non sottrarsi «all unica, vera urgenza : definire le assunzioni dei precari, che non possono essere presi più un giro», sostiene la Gilda. «Non dovrebbe essere consentito a nessuno di alimentare speranze e vanificarle», ha rincarato il segretario generale dello Snals-Confsal, Marco Paolo Nigi. Mentre l Anief ha lanciato un appello: «Per le assunzioni dei precari il Governo ci ripensi: meglio un decreto legge che definisca con chiarezza l organico». «Che si metta in discussione il regolare avvio dell anno scolastico non è tollerabile ha affermato il sindacato in una nota per chi aspetta da anni e per le famiglie che meritano posti stabili. Il disegno di legge non è la strada più opportuna». L angoscia dei precari E se i sindacati sono in allarme, i precari vivono ore di vera angoscia. Parliamo di 120 mila docenti che sperano di poter finalmente dire addio alla lotteria delle supplenze e alla girandola delle scuole e che adesso vedono sfumare all ultimo la possibilità di un posto fisso. Di questi 105 mila sono iscritti alle Gae, le graduatorie a esaurimento chiuse dal 2007 di cui il premier Renzi aveva promesso lo svuotamento integrale; e 15 mila iscritti alle graduatorie di istituto (principalmente professori di matematica e fisica che scarseggiano nelle graduatorie provinciali) per i quali il

9 decreto prevedeva un contratto-ponte in vista dell assunzione definitiva (possibile solo dopo il prossimo concorso per 75 mila nel triennio ). 03/03/2015 Buona Scuola o telenovela? Esasperati i precari in attesa di stabilizzazione di redazione Nigi (Snals) Dopo una miriade di annunci il governo, quando è arrivato a concludere, si è accorto che il provvedimento non sta in piedi "Non dovrebbe essere consentito a nessuno di alimentaresperanze e vanificarle", lo ha dichiarato il segretario generale dello SNALS-CONFSAL, Marco Paolo Nigi, alla vigilia del Consiglio dei ministri di oggi che dovrebbe deliberare solo un disegno di legge. Visti i tempi che intercorrono per l'inizio del prossimo anno scolastico, c è più di un fondato sospetto che per il 2015/16 siano a rischio l organico funzionale e il piano di stabilizzazione del personale. Prima di esprimere giudizi attendiamo la parola definitiva a questa che si è rivelata una vera e propria telenovela. Certo è che assume sempre più fondamento il dubbio che avevamo subito espresso come sindacato: il governo aveva presentato un provvedimento di cui erano stati studiati solo i titoli dei capitoli senza aver predisposto né i contenuti né tutte le coperture finanziarie necessarie. Di sicuro, lo SNALS-CONFSAL non subirà passivamente una situazione di questo tipo se dovesse essere confermata. Martedì, 03 Marzo 2015 Politica scolastica. Buona Scuola o telenovela? La voce degli altri Nigi: "Dopo una miriade di annunci il Governo, quando è arrivato a concludere, si è accorto che il provvedimento non sta in piedi". "Non dovrebbe essere consentito a nessuno di alimentare speranze e vanificarle", lo ha dichiarato il segretario generale dello Snals-Confsal, Marco Paolo Nigi, alla vigilia del Consiglio dei ministri di oggi che dovrebbe deliberare solo un disegno di legge. Visti i tempi che intercorrono per l inizio del prossimo anno scolastico, c è più di un fondato sospetto che per il 2015/16 siano a rischio l organico funzionale e il piano di stabilizzazione del personale. Prima di esprimere giudizi attendiamo la parola definitiva a questa che si è rivelata una vera e propria "telenovela". Certo è che assume sempre più fondamento il dubbio che avevamo subito espresso come sindacato: il governo aveva presentato un provvedimento di cui erano stati studiati

10 solo i titoli dei capitoli senza aver predisposto né i contenuti né tutte le coperture finanziarie necessarie. Di sicuro, lo Snals-Confsal non subirà passivamente una situazione di questo tipo se dovesse essere confermata. martedì 3 marzo 2015 Sindacati, precari e vincitori di concorso chiedono il DL assunzioni Sono solidali con i precari, le cui assunzioni hanno (temporaneamente?) perso il binario veloce della decretazione d urgenza, praticamente tutti i sindacati. Gli stessi che fino a ieri criticavano (sul resto dei temi proposti) aspramente il piano governativo La Buona Scuola. Cominciamo una rassegna delle posizioni sindacali, a partire dalla nota della Flc Cgil, che dal suo sito scrive: E' assurdo pensare che sulle immissioni in ruolo dei precari si possa procedere con un disegno di legge. Dopo aver sbandierato per mesi la stabilizzazione di 150 mila precari, cambiando continuamente idea sul numero e sui precari da assumere, adesso si rinvia tutto. ( ) Non c'è più tempo da perdere se si vogliono fare le assunzioni a settembre. Su tutte le altre materie è opportuno prevedere un disegno di legge che coinvolga le scuole, i territori, le forze sociali e il parlamento. Anche la Uil Scuola scrive sul proprio spazio Web: Il decreto legge su organici assunzioni e precariato è necessario. Il Governo la smetta di giocare con numeri nel chiuso delle stanze e rispetti le persone, i precari e convochi i sindacati per trovare soluzioni possibili, ragionevoli e utili per la qualità della scuola. Il segretario generale dello Snals-Confsal, Marco Paolo Nigi, in comunicato stampa commenta: Non dovrebbe essere consentito a nessuno di alimentare speranze e vanificarle. Visti i tempi che intercorrono per l inizio del prossimo anno scolastico, c è più di un fondato sospetto che per il 2015/16 siano a rischio l organico funzionale e il piano di stabilizzazione del personale. Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, infine chiede che i precari non siano più presi in giro e il governo emani il decreto sulle loro assunzioni. Oltre il mondo sindacale invece si stanno muovendo i vincitori e gli idonei del concorso del 2012, e gli iscritti nelle Graduatorie a Esaurimento, che in queste ore stanno twittando massicciamente al premier Matteo Renzi lo stralcio in decreto legge delle loro assunzioni, al punto che i loro hashtag (#vincitorisenzacattedra, #idoneiconcorsone2012 e #gaetuttinruolocondl) sono attualmente tra i trending topics del social network.

11 CDltalia-News.it _ Italia Politica Esteri Economia Salute Sporl: Spettacolo Rubriche... - Tu S< i Qui ; CI""". Economi 5<",,10 : PI«dti Eomp<foti 'o At=> Di Stolliliua,iMe Scuola: precari esasperati in atesa di stabilizzazione Grazie per il feedback. J.n.d.i.tl[Q Esamineremo questo "nnunc;a per mig.liorare l'esperiema utente In futuro AiutacI a mostrartl annun ci migliori a~glornando le tu e Impo sl.clon l deg l, annunci Roma, 3 marw "Non dovrebbe essere consentito a nes~;uno di alimentare speranze l' vanifkarle", lo ha dichiarato il segretario generale dello SNALS -CONFSAL. Marco Paolo Nigi. alla Vigilia del Consiglio dei ministri di oggi {hl' dovrebbe deliberare 5010 un disegno di legge. Viru l tempi {hl' intercorrono per l'inizio del prossimo anno 5colasti<:o, c'è pii.! di un.... fondato sospeno che per il 2015/16 siano a rischio l'orgaolm funzionale e Il plano di stablllzlazlone del personale. Prima di esprimere giudizi anendlamo la pdrol~ definitiva ~ questa che si e rivelata una vera e proprra "telenovela" (end e che assume sempre più fondamento Il dubbio che avevamo subito espresso mme slnda{a!o: il governo aveva presentalo un prowedlmento di cui erano stati studiati solo i moh del capitoli senza aver predisposto nt' I contenuti ne lune le copenure finanziarie necessarie. DI sicuro, lo SNALS (ONFSAl non sublr~ Google passivamente una situazione di questo tipo se L ~':.. ':c~~~:'é_j dovesse essere ~onfermata. Snals (onfsal

12 02/03/ :05 Nigi (Confsal), per Rsu lista in ognuna delle scuole italiane Roma, 2 mar. (Labitalia) - "Elezioni importanti che si fanno ogni 3 anni anche per misurare la rappresentatività dei sindacati nel pubblico impiego. Per quanto riguarda la Confsal, affrontiamo serenamente questo appuntamento perchè siamo largamente presenti nella scuola, nella sanità, nei ministeri, nelle agenzie fiscale e più in generale in tutto il pubblico impiego". Così Marco Paolo Nigi, segretario generale della Confsal, parla con Labitalia alla vigilia dell'avvio delle elezioni delle Rsu nelle pubbliche amministrazioni."nella scuola, in particolare, attraverso lo Snals Confsal -spiega Nigi, che è anche segretario generale dello Snals- siamo presenti con una lista in tutte le 8.00 scuole presenti sul territorio"."ci aspettiamo un risultato positivo -aggiunge Nigi- anche sulla base delle nostre proposte: come prima cosa vogliamo il rinnovo del contratto collettivo di lavoro per i dipendenti pubblici, contratto che -ricorda- è fermo al Poi, vogliamo lo sblocco degli scatti di anzianità e vogliamo -conclude- l'unificazione tra i due organici della scuola: quello di marzo e quello di settembre, il che significa dare continuità al lavoro e immettere in ruolo i precari". 2 marzo 2015 Pa: Nigi (Confsal), per Rsu lista in ognuna delle scuole italiane by Adnkronos in Economia-adn, Nazionali Roma, 2 mar. (Adnkronos/Labitalia) Elezioni importanti che si fanno ogni 3 anni anche per misurare la rappresentatività dei sindacati nel pubblico impiego. Per quanto riguarda la Confsal, affrontiamo serenamente questo appuntamento perchè siamo largamente presenti nella scuola, nella sanità, nei ministeri, nelle agenzie fiscale e più in generale in tutto il pubblico impiego. Così Marco Paolo Nigi, segretario generale della Confsal, parla con Labitalia alla vigilia dell avvio delle elezioni delle Rsu nelle pubbliche amministrazioni. Nella scuola, in particolare, attraverso lo Snals Confsal -spiega Nigi, che è anche segretario generale dello Snals- siamo presenti con una lista in tutte le 8.00 scuole presenti sul territorio. Ci aspettiamo un risultato positivo -aggiunge Nigi- anche sulla base delle nostre proposte: come prima cosa vogliamo il rinnovo del contratto collettivo di lavoro per i dipendenti pubblici, contratto che -ricorda- è fermo al Poi, vogliamo lo sblocco degli scatti di anzianità e vogliamo - conclude- l unificazione tra i due organici della scuola: quello di marzo e quello di settembre, il che significa dare continuità al lavoro e immettere in ruolo i precari. ECONOMIA; NAZIONALE 02 MARZO 2015 Pa: Nigi (Confsal), per Rsu lista in ognuna delle scuole italiane Roma, 2 mar. (Adnkronos/Labitalia) - "Elezioni importanti che si fanno ogni 3 anni anche per misurare la rappresentatività dei sindacati nel pubblico impiego. Per quanto riguarda la Confsal,

13 affrontiamo serenamente questo appuntamento perchè siamo largamente presenti nella scuola, nella sanità, nei ministeri, nelle agenzie fiscale e più in generale in tutto il pubblico impiego". Così Marco Paolo Nigi, segretario generale della Confsal, parla con Labitalia alla vigilia dell'avvio delle elezioni delle Rsu nelle pubbliche amministrazioni. "Nella scuola, in particolare, attraverso lo Snals Confsal -spiega Nigi, che è anche segretario generale dello Snals- siamo presenti con una lista in tutte le 8.00 scuole presenti sul territorio". "Ci aspettiamo un risultato positivo -aggiunge Nigi- anche sulla base delle nostre proposte: come prima cosa vogliamo il rinnovo del contratto collettivo di lavoro per i dipendenti pubblici, contratto che -ricorda- è fermo al Poi, vogliamo lo sblocco degli scatti di anzianità e vogliamo - conclude- l'unificazione tra i due organici della scuola: quello di marzo e quello di settembre, il che significa dare continuità al lavoro e immettere in ruolo i precari". 4 marzo, :09 di redazione. mi devo formare per essere selezionato al meglio per il prossimo Concorso?! Lettera inviata in redazione - Carissima redazione Orizzonte Scuola, sono deluso ed amareggiato. ancora una volta i precari l uno contro l altro, i ministri accontentano un po tutti per dividerci e soprattutto per distruggere la scuola. Sono un docente precario che aveva un sogno. fare l INSEGNANTE. Non voglio raccontarvi la mia storia di sacrifici e di come molto spesso per perseguire il mio sogno ho dovuto fare più lavori o rinunciare alla mia vita privata, ma vi voglio parlare solo della mia UMILE esperienza. Mi sono diplomato con il massimo dei voti, laureato con 106/110, ABILITAZIONE SISSIS, inserimento in Graduatorie ad Esaurimento e via al Nord cattedra al 31 AGOSTO. Arriva il Ministro di turno e taglia le ore negli istituti tecnici, scompare la mia cattedra e altre due, devo ritornare a casa deluso; ma non mi arrendo, inizio ad insegnare in una scuola privata in condizioni non certo ideali. Finalmente viene indetto il concorso 2012 e non posso partecipare come vorrei in quanto: 1. non è bandita la classe di concorso in cui sono abilitato 2. mi sono laureato dopo il 2002 e quindi non posso partecipare come laureato nonostante una Laurea del VECCHIO ORDINAMENTO. Però posso farlo con il diploma, ma non arrivo sino in fondo è andata male, penso che forse la prossima volta andrà meglio e mi consolo sapendo che i posti messi a concorso sono pochi. Nel frattempo iniziano i ricorsi per il concorso sia perché la soglia del test di preselezione è troppo alta sia anche per far ammettere i laureati dopo il Ricorsi a cui non partecipo perché il bando di partecipazione parlava chiaro...e invece sbagliavo in Italia tutto cambia. Nel frattempo lavoro nella scuola pubblica con contratti annuali (per due anni su posto vacante) con il diploma, come ITP, poiché non ci sono abilitati e continuo a fare Master e corsi di perfezionamento. Nel 2013 ho fatto il PAS COME ITP, che non mi servirà a nulla perché fra idonei e vincitori non rimangono posti; Infatti a causa dei Ruoli fatti nel 2012 e 2013, non essendoci graduatorie ad esaurimento in queste classi di concorso, tutti i posti disponibili vanno al concorso, superando anche la quota prevista dal ministero del 50% a discrezione del csa della mia provincia, (ma come mai può accadere questo? nessuno mi dà risposte concrete o meglio il CSA a sua discrezione decide di dare tutti i posti non assegnati in altre classi per mancanza di aspiranti, solo alla classe di concorso

14 in cui io mi sono abilitato essendoci la disponibilità) e come se non bastasse decidono di assumere anche gli idonei e non solo i vincitori, in Italia ancora una volta si cambiano le carte in tavola! Non rimangono più posti ma resta qualche spezzone che mi permette di lavorare ancora con contratto annuale, ancora su posto vacante. Decido di fare il TFA, riesco a superare la selezione e adesso stò frequentando a km e km di distanza da casa, e cambiano di nuovo le carte in tavola così tutti gli idonei al tfa vengono ammessi, non solo i vincitori; l italia non si smentisce mai tutto puo cambiare e sforniamo abilitati che non sappiamo poi collocare perché non ci sono i posti!!!. Al di là dello stress e dei soldi spesi per SISSIS, PAS, TFA, MASTER E CORSI DI PERFEZIONAMENTO, PER VIAGGIARE e PER LAVORARE FUORI, ora mi trovo nelle Graduatorie ad esaurimento in una classe di concorso in perenne esubero un po ovunque, per un taglio delle ore fatto dal ministro di turno, le quali andrebbero ripristinate in base ad una sentenza che ne chiede il ripristino - Tar Lazio ricorso dello SNALS-Confsal, con sentenza n. 3527/2013 e di cui nessuno parla; quindi difficilmente troverò una collocazione con le graduatorie ad esaurimento nonostante tutti gli iscritti abbiamo diritto al ruolo, ma sembra che di punto in bianco qualcuno ha deciso di concedere il ruolo ad alcuni ed altri no. Con il Pas ho avuto accesso alla seconda fascia delle graduatorie d istituto, ma non prenderò il ruolo perché non rimarranno posti nella mia provincia, in quanto sono stati già assegnati a vincitori e idonei che sono tantissimi e dei quali molti non hanno mai insegnato. Ho più di 36 mesi di servizio nel pubblico, su posto vacante, fra graduatorie ad esaurimento e graduatorie d istituto di seconda fascia, ma sembra che neanche per questo abbia diritto al ruolo. Mi tocca fare il concorso perché finora non sono mica stato selezionato e formato!!! fra SISSIS, PAS, TFA, MASTER E CORSI DI PERFEZIONAMENTO e LAVORO IN CLASSE. Ora vorrei capire dove ho sbagliato forse sono troppo giovane e aver cercato di battere gli altri sul tempo è stato un errore, o forse la mia colpa è voler realizzare un sogno e cioè fare l insegnante un sogno troppo costoso per lo STATO! e cioè Assumere un giovane che è stato formato e selezionato ad un costo troppo elevato (non solo economico) e che è stato utilizzato DA Nord A SUD NEL PUBBLICO E NEL PRIVATO! Perché la formazione e la selezione non è stata chiesta ai colleghi delle graduatorie ad esaurimento passati di ruolo sino a questo momento o a quelli che hanno vinto il concorso e non hanno mai insegnato? Perché si cambiano sempre le regole? Tutti gli iscritti alle graduatorie ad esaurimento hanno diritto al ruolo! Tutti i vincitori di concorso idonei compresi hanno diritto al ruolo! Tutti gli abilitati e non di seconda e terza fascia che lavorano da anni hanno diritto al ruolo! In maniera diversa ma tutti hanno diritto al ruolo (mi scuso se in questo momento di delusione ho dimenticato qualcuno). Ora mi chiedo ha senso al momento bandire un altro concorso? Ha senso bandire percorsi TFA o PAS per formare docenti di classe di concorso di cui non c è il bisogno o in esubero, o peggio obsolete? Mi spiegate la ragione di tutto cio? Come è strana l Italia, ACCONTENTA UN PO TUTTI E NON ACCONTENTA NESSUNO SI VUOLE SOLO DIVIDERE I PRECARI. P.S.: VORREI CHIARIRE CHE IL MIO PUNTO DI VISTA NON VUOLE OFFENDERE NESSUN COLLEGA PRECARIO E NESSUN COLLEGA DI RUOLO, MA E UN INVITO AD UNIRSI TUTTI E A FAR SI CHE LA SCUOLA ITALIANA RINASCA, BASTA CON LA DISTRUZIONE DELLA SCUOLA E PER GIUNTA A NOSTRE SPESE!!! RINGRAZIO TUTTA LA REDAZIONE ORIZZONTE SCUOLA PER IL PREZIOSO LAVORO

15 mar SCUOLA: LO SNALS IMPEGNATO ALLE RSU Albenga- Sono aperti da questa mattina in tutta la provincia i seggi elettorali per il rinnovo delle RSU della Scuola. Nel comprensorio ingauno e finalese una grande mole di lavoro è stata fatta dallo SNALS che cerca di curare gli interessi degli operatori della scuola stando al di fuori delle beghe di palazzo e politiche che invece contraddistinguono le altre sigle sindacali. Saranno 43 candidati per 14 liste- dice Enzo Sabatini, segretario provinciale dello SNALS- quelli che si presenteranno alle elezioni per il rinnovo degli RSU negli Istituti e Circoli Didattici tra Andora e Finale Ligure. Un bel numero di operatori impegnati in campo educativo ed appartenenti ai ruoli del personale docente, amministrativo, tecnico e scolastico che cercheranno di farsi votare per dare una rappresentanza anche allo Snals a livello locale. I seggi resteranno aperti, con orari differenti a seconda degli Istituti e dei Circoli Didattici, fino al 5 marzo, mentre lo spoglio avverrà in tutta Italia il giorno 6. Il nostro sindacato- prosegue il segretario provinciale Enzo Sabatini- si è impegnato per presentare i propri candidati e la lista in tutte e 35 le istituzioni nelle quali, in provincia di Savona, vengono rinnovate le relative rappresentanze. Per noi si è trattato di uno sforzo notevole che si è potuto concretizzare anche grazie alla collaborazione di tanti nostri iscritti e simpatizzanti che in Val Bormida, nel Ponente e nel Savonese, ci hanno aiutato a comporre le liste ed a trovare scrutatori, rappresentanti di lista e sottoscrittori. Nelle 35 liste abbiamo ben 117 candidati tutti impegnati in quelli che sono gli obiettivi prioritari dello Snals: realizzare una riforma che garantisca la serietà degli studi, restituisca autorevolezza alla scuola e dignità sociale agli operatori scolastici. Altri temi che ci stanno particolarmente a cuore sono il Rinnovo del contratto, il Mantenimento degli scatti di anzianità, la Stabilizzazione del personale precario, la Difesa dell occupazione del personale ATA e gli Investimenti nella scuola, senza i quali si rende in pratica inefficace il ruolo degli stessi RSU eletti. Questi i nomi dei candidati SNALS nel Ponente Savonese. Andora: Giuseppina Mazzola, Florinda Gaglianone, Vilma Delmonte. Alassio: Antonio De Luca, Patrizia Lambertenghi, Bruna Rutter. Alassio e Albenga: Giancardi- Galilei- Aicardi. Maria Gaudenti, Antonino Maccarrone, Enzo Commodari, Roberto Damilano. Albenga. Albenga I. Mara Grossi, Nicolina Benedetto, Paola Nocera. Albenga II: Silvia Rossi, Alessandra Vignola, Elena Baldelli, Paola Patrizia Ferrari. Giordano Bruno: Claudia Amerio, Giuseppina Rivella, Simona Baglietto. Ceriale: Patrizia Mariano, Paolo Torre. Loano: Rosanna Tassistro, Caterina Montarello, Daria Janis. Falcone: Antonella Tosi, Rosa Rita Daros. Val Varatella: Maria Burgio, Roberta Risso. Pietra Ligure: Giulio Alluto, Alfredo Fiaschi, Maria Ausilia Piana. Finale Ligure : Elena Ferrara, Carla Camerano, Laura Sicorello. Issel: Valeria Storchi, Enrica Ponzano, Lucia Zanella, Benedetto Russo. Migliorini: Luca Bottaro, Caterina Siri, Graziella Rebagliati, Andrea Billwiller. CLAUDIO ALMANZI

16 COBBIEBE DELLA SEBA Primo piano l Istruzione I Data Pagina Foglio / _.._ _ Renzi: da martedì decidé l'aula. Giannini: le carriere decise dal merito Rifonna della scuola, c' è solo la bozza «Male assunzioni non slitteranno» ROMA «Non c'è alcun rischio che slittino le assunzioni dei precari dal primo settembre: dallo marzo inizierà lo scoccare dei giorni per arrivare all'assunzione di tutti coloro che dovranno essere assunti quest'anno». Quindi, sulla Buona Scuola «non c'è alcun passo indietro del governo», perché «il futuro del Paese passa per la riforma della scuola». Ancora. Ma la ri~ voluzione stavolta non dipende più solo dal premier Matteo Renzi e dai suoi ministri. Stavolta sarà tutto il Parlamento a dover decidere. Perché il governo, dopo mesi di annunci e promesse, ha abbandonato l'idea di un decreto legge d'urgenza sulla Buona Scuola per preferire un disegno di legge che coinvolga direttamente il Parlamento. Ieri, la ministra delllstruzione Stefania Giannini ha portato la proposta del Miur in Consiglio dei ministri: hanno una settimana di tempo per studiaria e approvarla nel prossimo Cdm dello marzo. Poi martedì prossimo la bozza sarà licenziata e portata alle Camere per essere discussa. «La palla I punti e Sarà scelto soltanto martedì prossimo «lo strumento legislativo» perle assunzioni dei docenti precari. «Decideremo con chiarezza contenuti e veicolo legislativo», ha detto il ministro dell'istruzione Stefania Giannini e Ieri sera, intervistata durante la trasmissione di Raitre «Ballarò», (o stesso ministro ha però chiarito che sono state Ritaglio passa al Parlamento - ha spiegato Renzi -, ci sono le condizioni per cui in un tempo sufficiente ma non biblico, si possa legiferare senza la necessaria richiesta di utilizzare gli strumenti di urgenza». Nessun rischio per i 120 mila precari da assumere il primo settembre dunque? No, dice Renzi, <<nessun passo indietro: bisogna superare il meccanismo frustrante del precariato frutto di cattiva politica ma anche di cattivo sindacato, basta ai precari». La ministra Stefania Giannini ribadisce che «per noi le assunzioni sono un'urgenza e una priorità» e che,«lo strumento legislativo per farlo «lo decideremo martedì prossimo». Comunque, «copriremo tutti i posti vacanti di insegnanti, con personale di ruolo e non supplenti, e il piano di assunzioni sarà elaborato tenendo conto dei fabbisogni». TI Miur pensa però ancora alla possibilità di un decreto che possa includere tutto il pacchetto della Buona Scuola, «perché senza le assunzioni, tutto il resto non si può fare». E il resto significa le materie in più alle elementari e alle superiori - inglese, musica, arte, educazione fisica, economia, diritto alla cittadinanza, educazione all'ambiente -, l'alternanza scuola-lavoro, la scuola digitale, l'integrazione degli alunni stranieri con l'italiano come seconda lingua straniera, l'edilizia scolastica:, la formazione degli insegnanti, la loro valutazione, gli scatti di merito (che peseranno per il 70% sullo stipendio) e l'anzianità (30%), <<un sistema di carriera innovativo e rivoluzionario» dice la Giannini. TI tutto con un miliardo di euro nel 2015, e tre dal «I soldi ci sono, guai a chi dice il contrario», sostiene Renzi. Nella bozza del governo entrano così anche il 5 per mille da destinare anche alle scuole, lo «school bonus» per chi investe su studenti, manutenzione e nuove strutture scolastiche e le detrazioni fiscali per chi frequenta le paritarie, tema che negli ultimi giorni aveva fatto molto discutere. «Oggi abbiamo presentato le linee guida della riforma della scuola - ha detto Giannini-: adesso il Parlamento dovrà di- presentate le linee guida eln realtà della riforma e Lo stesso il premier premier ha poi della scuola Matteo Renzi aggiùntosu e che «la non avrebbe Facebook che settimana ancora deciso. prossima nella riforma Fonti del ci sarà della scuola ministero il disegno «partiamo dell'istruzione di legge. da due concetti sperano fino di fondo: Adesso all'ultimo il Parlamento autonomia di convincere e qualità» dovrà il presidente dimostrare del Consiglio di avere a trasporre a cuore il piano il tema della di assunzioni scuola» in un decreto stampa ad uso esclusivo del destinatario, non mostrare.di avere a cuore il tema della scuola». Ma «senza decreto -.le"risponde da lontano Pierluigi Bersani (Pd) - non arrivi all'assunzione dei precari a ottobre». E infatti il nodo del disegno di legge restano le migliaia di insegnanti in attesa dell'assunzione da anni che negli ultimi mesi avevano visto avvicinare la famosa immissione in ruolo. I sindacati mantengono i loro dubbi. L'Anief boccia la scelta del ddl che ritarda i tempi e «mette a rischio l'avvio del nuovo anno ~colastico». Lo Snals-Confsal parla di <<telenovela» e stigmatizza: «Non dovrebbe essere consentito a nessuno di alimentare speranze e vanificarle». Gli studenti dell'uds scendono in piazza in tutta Italia il 12 marzo e la FIc Cgil ricorda: <<Non c'è più tempo da perdere se si vogliono fare le assunzioni a settembre», ma «sul resto è opportuno prevedere un disegno di legge che coinvolga le scuole, i territori, le forze sociali e il Parlamento» e si dice «pronta a iniziative clamorose di mobilitazione». Claudia VoItattorni RIPRODUZIONE RISERVATA riproducibile. SNALS Pag. 4

17 I LA STAMPA I ;:::" /2 Scuole paritarie e precari Renzi costretto al rinvio n ministro dell'istruzione Gianrllni non era stata consultata Ma il premier assicura: "Le asslillzioni non slitteranno" ~~ alla fin~ dopo ~ei mesi di annunci, rmvll e marce indietro il governo ha dovuto arrendersi e quello che avrebbe dovuto essere il giorno della Buona Scuola è stato solo il giorno dell'ennesimo Rinvio. Nel frattempo si moltiplicano le anticipazioni sulle misure che prima o poi verranno e che stanno creando molto malumore: dalla possibilità di chiedere il trasferimento per chi è di ruolo da un anno ponendo le basi di un esodo di prof con cattedra da nord a sud e di nuovi precari da sud a nord, all'obbligo per chi ha l'abilitazione nel sostegno di insegnare quella materia e non altre. Fuori controllo La situazione è precipitata all'improvviso due sere fa quando, senza consultare nessuno, Matteo Renzi ha deciso di rinunciare al decreto legge annunciato e di inserire l'intero pacchetto di riforme sulla scuola in un disegno di legge, anche se comunque ha assicurato: «Nessun rischio che slitti- no le assunzioni dei precari». Il premier sperava così di fermare la proposta del Ncd di inserire detrazioni a favore di chi iscrive i figli nelle scuole paritarie ma il rischio era di bloccare anche le assunzioni dei precari perché difficilmente il Parlamento avrebbe potuto approvare il provvedimento in tempi utili per far partire la complessa macchina delle assunzioni e renderla operativa per l'avvio dell'anno scolastico. Il problema è stato affrontato in una riunione ieri mattina tra la ministra dell'istruzione Stefania Giannini piuttosto seccata di non essere stata ancora una volta minimamente consultata dal premier e un Matteo Renzi che ancora sperava di mantenere la parola data ricorrendo al decreto solo per le assunzioni lasciando al disegno di leggè tutto il resto. In realtà la questione era più complessa, nel pomeriggio anche Renzi si è dovuto arrendere all'evidenza e rinviare tutto al consiglio dei ministri di martedì prossimo, se tutto andrà bene. Nella riunione di ieri si è solo parlato in modo generico dei temi da affrontare senza entrare nel dettaglio delle misure e degli strumenti legislativi che il governo userà. Le linee guida Ma da due giorni circola una bozza del decreto-legge che avrebbe dovuto rappresentare la base di discussione nel consiglio dei ministri. L'ha pubblicato il sito «Orizzonte Scuola» e permette di capire qualcosa di più sulle difficoltà incontrate dal governo. Mentre circolano altre indiscrezioni che minacciano di creare problemi, se confermate. Ci saranno supplenti di sicuro ancora per un anno, le scuole potranno ancora attingere alle graduatorie di istituto. C'è la prescrizione che chi ha il titolo per insegnare sostegno oltre ad altre materie non possa più scegliere la materia di insegnamento in base alle opportunità. Chi è diventato di ruolo l'anno scorso potrà chiedere il trasferimento e questo rischia di creare un effetto a catena con esodi in tutt'italia. Scompaiono gli scatti di anzianità, sostituiti da una cifra che comunque sar.à inferiore a quella attuale. La rabbia Forte la rabbia dei precari e dei sindacati. La Gilda avverte Renzi: «I precari non possono essere presi più un giro». Antonio Antonazzo, referente dei precari della Gilda racconta di essere stato sommerso di telefonate di protesta ieri pomeriggio. «Da 16 anni aspettiamo, ma ancora non si vede nemmeno un percorso». «Non dovrebbe essere consentito a nessuno di alimentare speranze e vanificarie», aggiunge il segretario generale dello Snals-Confsal, Marco Paolo limi L1\nief lailcia un appello: «Per le assunzioni dej precari - sottolinea il presidente Marcello Pacifico - è meglio un decreto legge, che definisca con chiarezza l'organico». «Che si discuta il regolare avvio dell'anno scolastico non è tollerabile - afferma il sindacato - per chi aspetta da anni e per le famiglie che meritano posti stabili. Il disegno di legge non è la strada più opportuna». Vogliamo mettere in pratica un concetto congelato per 15 anni: l'autonomia scolastica Per le assunzioni dei precari il governo definisca l'organico in un decreto legge Stefania Giannini Ministro dell'istruzione Marcello Pacifico Presidente Anief SNALS Pag. 6

18 ALTOADICE Pagina 2/3 Foglio 1 IL GOVERNO» Scuola, solo linee guida Renzi: «Precari salvi» Niente decreto, martedì un disegno di legge con gli sgravi per le paritarie Allarme sindacale: «È una vergogna». Rinvio anche per la banda larga di Gabriele Rizzardi t ROMA Niente decreto e neppure un disegno di legge. Sulla riforma della scuola, il Consiglio dei ministri, che si è riunito ieri sera, ha indicato solo le "linee guida" ed ha rinviato a martedì prossimo l'ok definitivo al disegno di legge che dovrebbe dare corpo in tempi certi alla "buona scuola" immaginata dal premier. La decisione del governo di dare il via alla riforma con un disegno di legge e non con un decreto potrebbe cambiare le carte in tavola, almeno per quanto riguarda il piano straordinario delle assunzioni. Con il decreto legge i tecnici del ministero avrebbero potuto cominciare subito a lavorare per l'assunzione dei 120 mila precari della scuola dal primo settembre. Con il disegno di legge, invece, i tempi non sono più così certi perché si dovranno attendere tutti passaggi parlamentari. Ma il premier esclude che possano slittare le assunzioni. «N on c'è alcun rischio che slit - tino le procedure di assunzione del personale a far data dal primo settembre. E non c'è alcun passo indietro del governo» assicura Renzi, che annuncia nuove risorse per il settore: «Non ci sono problemi di copertura per le assunzioni dei precari. C'è un miliardo messo da parte, che diventano 3 miliardi nel 2016». Quanto al rischio che l'esame del disegno di legge in Parlamento possa dilatarsi all'infinito, il presidente del consiglio ricorda e deputati e senatori, delle opposizioni e non, che l'ostruzionismo «bloccherebbe l'immissione in ruolo degli insegnanti precari». Sulla questione interviene anche il ministro Giannini, che in conferenza stampa illustra le linee di intervento. «Obiettivo ineludibile della scuola è la copertura di tutti i posti vacanti, le cattedre, con personale di ruolo e non con supplenti annuali» spiega il ministro, che conferma gli sgravi fiscali per chi sceglie le scuole private: «Oltre alla possibilità di destinare il5 per mille alla scuola, i provvedimenti che stiamo predisponendo prevedono sul piano fiscale uno "School Bonus" per chi investe in progetti legati alla scuola e la detrazione per chi frequenta le scuole private». Dopo aver ricordato che il tema dell'istruzione viene riportato «al centro dell' agenda politica del governo», il ministro annuncia che per gli insegnanti si passa «ad un sistema di va- 1utazion e di carriera innovativo e rivoluzionario per il paese, che finora ha visto la progressione di carriera legata solo all'anzianità». Si farà un decreto legge per l'assunzione dei precari, come chiedono i sindacati e le opposizioni? Il governo prende tempo. «Lo strumento legislativo lo decideremo martedì. Per noi le assunzioni sono una priorità e un'urgenza. Quindi sarà uno strumento che consenta di ottenere questo risultato» chiosa il ministro dell'istruzione. E pazienza se i sindacati sono in fibrillazione. «È una vergogna. Ancora non si sa quanti lavoratoti saranno assunti e quando. Con il disegno di legge i tempi saranno molto più lunghi» attacca il segretario generale dello!mmi Marco Paolo lm'iu «Per le assunzioni dei precarrrr governo ci ripensi: meglio un decreto legge che definisca con chiarezza l'organico» ag- giunge l'anief. Il problema è stato affrontato ieri mattina durante un faccia a faccia tra Stefania Giannini e Matteo Renzi. Ma il pressing del ministro dell'istruzione, che ha provato a convincere il premier a stralciare dal disegno di legge almeno la parte delle assunzioni degli insegnanti precari, non ha avuto il risultato sperato e, entrando a Palazzo Chigi, il ministro Boschi ha escluso la via del decreto: «Non è all'ordine del giorno». Quel che è certo è che la riforma prevede interventi dagli scatti di merito per gli insegnanti agli sgravi fiscali per le famiglie che mandano i loro figli alle scuole private. Non solo, quindi, l'assunzione dei precari. Ma il governo non si è occupato anche di banda larga. Obiettivo del governo è' quello di portare entro il 2020 la connessione internet ultraveloce a 100 Megabits al secondo ad almeno il 50% della popolazione e quella ad almeno 30 megabits praticamenta a tutti. «La comunicazione sulla banda ultra larga in consiglio dei ministri rappresenta l'abc del nuovo alfabeto economico» taglia corto Renzi. RIPRODUZIONE RISERVATA ~ Scuola, solo linee guida Renzi: «Precari salvh> N 11 I t, n, t <i" I, ~ ( I I gg <ngl"gro, I I I,I Alla mesndacale d,ula e Bogla»!wo nchepe l''bandal''ga ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile. SNALS Pag. 8

19 Pagina 8 Foglio 1 segretari Scuola, si preparano alla pensione in 450 «Cambio necessario» VICENZA Infornata di pensionamenti nella scuola pubblica vicentina, che si prepara ad un consistente ricambio generazionale. Sono state definite in questi giorni le liste provvisorie delle cessazioni dal servizio, dando un quadro dei posti che si libereranno da settembre. Analizzando i dati con quelli degli scorsi anni, si scopre che saluteranno gli studenti in quasi 450, tra personale amministrativo, collaboratori scolastici, dirigenti e insegnanti, dalle materne alle superiori. il numero è in decisivo aumento rispetto al 2014, quando nel Vicentino hanno lasciato definitivamente la scuola in circa 270. Più esigui i pensionamenti degli anni precedenti: 150 nel 2013, 264 nel Per trovare cifre superiori a quelle attuali si deve tornare al 20 7, anno in cui si registrarono 522 pensionamenti. A rallentare il flusso in uscita di insegnanti, bidelli e segretari è stata la riforma Fornero di tre anni fa che ha modificato i criteri di accesso al sistema pensionistico, facendo rimanere tra i corridoi, in ufficio e in cattedra chi pensava ormai di aver finito. Ora quel traguardo lo stanno per raggiungere in circa 450. I posti lasciati liberi dai neo pensionati saranno coperti con assunzioni in ruolo per le materie di insegnamento in cui esiste la graduatoria, altrimenti andranno a supplenti. <<Nell'ambio della scuola è positiva un'uscita consistente, perché c'è necessità di un ricambio generazionale - commenta il segretario provinciale del sindacato rm:!i.'mjj Doriano Zordan - Con le classi numerose degli ultimi anni servono molte energie per fare gli insegnanti. Stiamo notando una grande sofferenza a restare in servizio: i docenti appena possono se ne vanno. il problema sta nella difficoltà a gestire un sistema che è in continua evoluzione, mentre la scuola avrebbe bisogno di stabilità. Inoltre, c'è troppa burocrazia e pochi strumenti, insegnare in questo modo diventa frustrante». Secondo l'elenco provvisorio stilato dall'ufficio scolastico provinciale, termineranno di lavorare nella scuola pubblica una trentina di assistenti amministrativi, sei assistenti tecnici, 45 collaboratori scolastici, sette direttori dei servizi generali e amministrativi, un preside (anche se potrebbero essercene altri cinque in procinto di fare domanda di pensionamento), 41 insegnanti delle scuole d'infanzia, 112 delle elementari e 151 docenti di medie e superiori. A queste vanno aggiunte altre richieste, circa una cinquantina, ancora in via di valutazione. Elfrida Ragazzo RIPRODUZIONE RISERVATA SNALS Pag. 9

20 Pagina 14 Foglio 1 Rsu Scuola, insegnanti al voto Sindacati critici con il governo Renzi Cgil e CisI sulle assunzioni dei precari: «Agli annunci non seguono i fatti» VERONA Aleggia lo spettro della «buona scuola» sulle elezioni per il rinnovo della rappresentanza unitaria sindacale nella scuola. Come nel resto del comparto pubblico, si voterà fino a domani, mentre dal governo giungono segnali incerti. A cominciare, per l'appunto da uno dei provvedimenti - simbolo dell'esecutivo Renzi, che da ieri pomeriggio è stato messo in «stand-by». In particolare non si sa ancora se la «buona scuola», presentata ieri in Consiglio dei Ministri, approderà in Parlamento con la formula del decreto legge o se seguirà l'iter come semplice disegno di legge. Nel secondo caso, i tempi si allungheranno e le assunzioni dei precari previste per settembre potrebbero saltare. A Verona e provincia i numeri sono rilevanti: circa tremila gli insegnanti e i dipendenti Ata in lizza per un posto fisso. La notizia non è stata accolta bene dalle sigle, pur critiche verso il provvedimento. <<Prendiamo atto che alla politica dell'annuncio non sono seguiti i fatti - è il commento di Alessio Rebonato, segretario provinciale della Cisl Scuola -. Al governo parlano molto, ma poi falliscono sui fatti concreti. La priorità è quella di intervenire sul precariato storico, come già raccomandato dalla corte di giustizia europea. Allo stato attuale' invece, ci troviamo un organico che è tarato esclusivamente sulle sostituzioni, invece di ragionare in termini di offerta formativa».scettica anche la Cgil: «La sensazione è che ci siano grandi contraddizioni - sostiene Corrado Bares segretario della Flc veronese - Di certo la stabilizzazione dei precari è l'unico aspetto positivo del provvedimento. Dubito che questa cosa diventi operativa prima di settembre: il rischio, insomma, è quello di fare un pasticcio».quanto alle elezioni, i sindacati si dicono ottimi- Inattesa di un posto Scene di ordinario precariato a inizio anno: giovani insegnanti all'assegnazione degli incarichi nell'aula magna del liceo Messedaglia di Verona sti: «Ci sarà un'ampia partecipazione, nonostante le incertezze - scommette Bares -l'ultima volta l'affluenza ha superato il 75%».Saranno circa 300 i rappresentanti che verranno rinnovati, tre per ogni istituto comprensivo o scuola superiore, sei in quelli più grandi. Presente in tutte le scuole, per la prima volta da 17 anni, la Cgil. Presenza massiccia anche per la Cisl Scuola, storicamente la più rappresentativa. Negli istituti liste anche della Dil Scuola e degli autonomi del rm!i.'!mj Gilda e Anief RIPRODUZIONE RISERVATA SNALS Pag. 10

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la Buona Scuola di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti Genesi Principi Finalità Metodologia e didattica Apertura

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO SU SOSTEGNO HO AVUTO IL RUOLO SECONDO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI DEL 25 AGOSTO 2009

RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO SU SOSTEGNO HO AVUTO IL RUOLO SECONDO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI DEL 25 AGOSTO 2009 SECONDO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI DEL 25 AGOSTO 2009 a cura di Laura Razzano RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA PER QUEST'ANNO (2009/2010)O NON POTRO' PIU' LAVORARE NELLA GRADUATORIA DI QUELLA PROVINCIA POTRO'

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

JI~~J~J deii~erlella ~ q;~fu»e ii~ educativo cii ~ e cii~ q;~ ~fu»eil[!/)~../~

JI~~J~J deii~erlella ~ q;~fu»e ii~ educativo cii ~ e cii~ q;~ ~fu»eil[!/)~../~ ca MIUR _Ministero dell'istruzione dell'universuà e della Ricerca AOODPIT _DIPARTIMENTO DELL'ISTRUZIONE REGISTRO DECRETI DIPARTIMENTALI Prot. n. 0000767 _ 17/07/2015 _ REGISTRAZIONE 1111_11111 JI~~J~J

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

D.R. n. 15 del 26.01.2015

D.R. n. 15 del 26.01.2015 IL RETTORE Vista la legge 30 dicembre 2010, n. 240 Norme in materia di organizzazione delle Università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l efficienza

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricadono durante degli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricadono durante degli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

g"+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014

g+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014 UNIVERSITÀ DI ROMA Consigl io di Amministrazione - 8 APR. 2014 Nell'anno duemilaquattordici, addì 8 aprile alle ore 15.55, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il Consiglio di Amministrazione,

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

assumere tutti i docenti di cui la buona scuola ha bisogno

assumere tutti i docenti di cui la buona scuola ha bisogno 1 assumere tutti i docenti di cui la buona scuola ha bisogno È difficile pensare di poter affrontare i nodi strutturali della scuola italiana senza affrontare prima le emergenze. Quelle emergenze diventate

Dettagli

CAPO I - criteri di assegnazione ai plessi del personale collaboratore scolastico.

CAPO I - criteri di assegnazione ai plessi del personale collaboratore scolastico. Oggetto: contrattazione integrativa a livello di Istituzione Scolastica per la determinazione dei criteri riguardanti l assegnazione del personale docente e ATA ai plessi: a.s. 2011/2012. Istituzione Scolastica:

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15.

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15. Istituto Tecnico Statale Settore Tecnologico Via Tronconi, 22-31100 Treviso tel. 0422.430310 fax 0422.432545 mail: pallad@tin.it dirigente@palladio-tv.it pec: itspalladio@pec.palladio-tv.it url: www.palladio-tv.it

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Disegno di legge su La buona scuola. Il nostro commento

Disegno di legge su La buona scuola. Il nostro commento Disegno di legge su La buona scuola. Il nostro commento Questo il contenuto articolo per articolo, in sintesi nella colonna di sinistra, del DDL di riforma della scuola e le nostre valutazioni nella colonna

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

La ricostruzione della carriera del personale della scuola

La ricostruzione della carriera del personale della scuola La ricostruzione della carriera del personale della scuola Se guardiamo gli ultimi 50 anni, l evoluzione della progressione di carriera aveva subito parecchie variazioni, ma sostanzialmente un principio

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 La circolare del dipartimento funzione pubblica esplicativa dell articolo 4 del Decreto Legge n. 101 del 31 agosto 2013, convertito

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche 1)Pubblicata nel B.U. 7 novembre 1995, n. 51. Art. 1 (Ambito di applicazione) (1) Tutte le istituzioni scolastiche

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

IPOTESI DI TRA PREMESSO

IPOTESI DI TRA PREMESSO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO CONCERNENTE LE UTILIZZAZIONI E LE ASSEGNAZIONI PROVVISORIE DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ED A.T.A. PER L ANNO SCOLASTICO 2015/16. L'anno 2015 il

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 INSERIMENTO/AGGIORNAMENTO GRADUATORIE ATA DI 1^ FASCIA GUIDA ANALITICA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA (modelli di domanda - allegati B1, B2, F, G, H) 0) La modulistica

Dettagli

CONDIVIDE E PARTECIPA

CONDIVIDE E PARTECIPA il 13 OTTOBRE 2007 - inform@ su: Delibera della Direzione Nazionale il S.I.A.P. privilegia il confronto interno Dal Governo Consiglio dei Ministri nr. 69 Decreto di razionalizzazione dell assetto organizzativo

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva RASSEGNA STAMPA UNISANNIO 02/07/2015 Indice Il Sannio Quotidiano 1 Unisannio Atenei campani, il rettore Filippo de Rossi al vertice Il Mattino 2 Unisannio Coordinamento atenei campani: de Rossi al vertice

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica

D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 1. Il Senato della

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario Pagina 1 di 6 DECRETO LEGISLATIVO 4 marzo 2015, n. 23 Disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183. (15G00037)

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

La scuola che vogliamo Il Piano del Governo - Le proposte della FLC CGIL UNA GRIGLIA DI TEMI PER LA DISCUSSIONE. Quale idea di scuola

La scuola che vogliamo Il Piano del Governo - Le proposte della FLC CGIL UNA GRIGLIA DI TEMI PER LA DISCUSSIONE. Quale idea di scuola La scuola che vogliamo Il Piano del Governo - Le proposte della FLC CGIL UNA GRIGLIA DI TEMI PER LA DISCUSSIONE La presente griglia contiene tutti i temi del Piano scuola del Governo del 3 settembre 2014

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

la buona SCUOLA facciamo crescere il paese

la buona SCUOLA facciamo crescere il paese la buona SCUOLA facciamo crescere il paese INDICE Assumere tutti 1 i docenti di cui 2 la buona scuola ha bisogno 1.1 Tutti i nuovi docenti 1.2 Fuori e dentro la classe, cosa faranno questi nuovi docenti

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE (GIANNINI) DI CONCERTO CON IL MINISTRO PER LA SEMPLIFICAZIONE E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (MADIA) (PADOAN)

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE (GIANNINI) DI CONCERTO CON IL MINISTRO PER LA SEMPLIFICAZIONE E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (MADIA) (PADOAN) Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2994 DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA (GIANNINI) DI CONCERTO CON IL MINISTRO PER

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Concorso nazionale La mia

Dettagli

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore 1 di 20 Insegnamenti di Informatica nelle scuole superiori: la situazione attuale Prof. Minerva Augusto (Membro del Consiglio

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA.

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA. DOV'ERA LA CGIL? Al quesito post ideologico che as silla il presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, tentiamo di dare una risposta per i fatti e non per l'ideologia. Era il 2009 e la CGIL scriveva

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

OrizzonteScuola.it 1

OrizzonteScuola.it 1 1 2014 Orizzonte Scuola S.R.L. Via J. A. Spataro 17/A 97100 Ragusa (Rg) - Sicily E-mail: redazione@orizzontescuola.it http://orizzontescuola.it 2 INDICE LE SUPPLENZE DI COMPETENZA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Tatsiana: possiamo finalmente superare molti pregiudizi nei confronti degli altri, che sono diversi solo apparentemente

Tatsiana: possiamo finalmente superare molti pregiudizi nei confronti degli altri, che sono diversi solo apparentemente Buongiorno, mi chiamo Tatsiana Shkurynava. Sono di nazionalità bielorussa, vivo in Italia a Reggio Calabria. In questo breve articolo vorrei raccontare della mia esperienza in Italia. Tutto è cominciato

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

CITTÀ POLITICA CRONACA SINDACATI SPETTACOLO SPORT ECONOMIA. Viabilità provinciale, aggiudicati i lavori finanziati con i Fondi FAS

CITTÀ POLITICA CRONACA SINDACATI SPETTACOLO SPORT ECONOMIA. Viabilità provinciale, aggiudicati i lavori finanziati con i Fondi FAS Pagina 1 di 5 Home 0881.568734 redazione@teleradioerre.it CITTÀ POLITICA CRONACA SINDACATI SPETTACOLO SPORT ECONOMIA SANITÀ CULTURA Invia query BREAKING NEWS un corso educativo per la vignetta razzista

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

Rileggere oggi Lettera a una professoressa. Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale.

Rileggere oggi Lettera a una professoressa. Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale. Rileggere oggi Lettera a una professoressa Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale. 1. Lettera a una professoressa Lettera a una professoressa è un libro

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio IV - Ordinamenti scolastici -

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca SEZIONE SITUAZIONE ANAGRAFICA SEZIONE POSIZIONE GIURIDICA (barrare la casella relativa) Pagina 1 di 7 SEZIONE DATI DI INSEGNAMENTO SEZIONE TIPOLOGIA DOMANDA (Barrare la casella di interesse) Pagina 2 di

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli