Due importanti inaugurazioni che documentano i frutti positivi della collaborazione tra l Amministrazione Comunale e le Associazioni di Usmate Velate

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Due importanti inaugurazioni che documentano i frutti positivi della collaborazione tra l Amministrazione Comunale e le Associazioni di Usmate Velate"

Transcript

1 Periodico di informazione comunale anno XXVIII - n. 2 - Giugno 2008 Due importanti inaugurazioni che documentano i frutti positivi della collaborazione tra l Amministrazione Comunale e le Associazioni di Usmate Velate Inaugurazione Baita Ten. Silvio Sala 20 aprile 2008 Inaugurazione Casa Famiglia Monica Cantù 30 marzo 2008 Editore: Sindaco Angelo Penati - c/o Comune di Usmate Velate - c.so Italia, 22 Usmate Velate (MI) - Tel

2 2La parola al Sindaco I sessant anni della Costituzione italiana La carta costituzionale italiana è stata approvata il 27 dicembre del 1947 ed è entrata in vigore il primo gennaio 1948; da sessant anni questo documento regola la vita sociale della Repubblica italiana con piena autorità ed è il collante fra le massime cariche e funzioni dello Stato, è strumento di riferimento dell attività legislativa e di governo politico della nazione. E il più importante documento, formato da 139 articoli, che ci richiama l appartenenza ad una Repubblica Democratica, quindi del popolo, fondata sul lavoro, cioè sulla capacità e sulla professionalità di ciascuno di noi di saper sviluppare, in modo autonomo o associato, il progresso materiale o spirituale, attraverso l organizzazione sociale, politica ed economica della Nazione. Garantisce i diritti dell uomo, di pari dignità sociale e di eguaglianza davanti alla legge, senza distinzioni di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali. Ci richiama inoltre ai doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale. Questo documento è un attuale forte richiamo sociale a tutti noi, affinché dedichiamo quotidianamente il nostro tempo e il nostro lavoro alla comune convivenza, valorizzando quanto ci circonda come patrimonio collettivo da rispettare e tutelare. E uno stimolo continuo a migliorare la condizione sociale ed economica, prezioso strumento per il benessere di ciascuno. Anche nel nostro comune non mancano gli esempi positivi, singoli e associati, che si prodigano nel lavoro, nel sociale, nell associazionismo, nelle attività di volontariato a servizio della persona umana, nello sport, esempi che - nella cerimonia di festeggiamento del 2 Giugno 2008, Festa della Repubblica Italiana abbiamo voluto richiamare per essere riconoscenti. Nella serata del 29 maggio sono state consegnate le benemerenze civiche a quattro cittadini, segnalati da altri cittadini, per la loro capacità, dedizione, sensibilità e disponibilità nell associazionismo, nell organizzazione dello sport, nell educazione scolastica e nel servizio sociale. Sono Pagg. 2-3 La parola al Sindaco Pagg La parola agli Assessori Pag. 7 La Cultura Pag. 8 Estate 2008 Pag. 9 Lo sport Pag. 10 I lettori scrivono Pagg La bacheca informativa Pagg Le Associazioni Pagg I Gruppi consiliari Pagg Gli Uffici Comunali Sommario Giugno 2007 inoltre stati premiati con una borsa di studio numerosi studenti, per essersi distinti con impegno nello studio; sono giovani ai quali la Repubblica italiana guarda con favore e ripone speranza per la crescita della futura vita civile e democratica. Altri eventi importanti sono avvenuti questa primavera con l inaugurazione della ristrutturazione e riqualificazione dell immobile della Casa Famiglia Monica Cantù, segno tangibile della capacità di dedizione verso i bisogni della sofferenza, oltre all inaugurazione della nuova Baita dell Associazione Nazionale Alpini locale, intitolata alla memoria del tenente Silvio Sala, segno di capacità dell associazionismo tipico italiano. Segni tutti importanti e positivi che mi auguro facciano riflettere e siano da stimolo a noi e alle nuove generazioni perché continuino ad attuarsi, concretizzarsi ed essere migliorate le regole dettate dalla nostra Carta Costituzionale. il Notiziario Sindaco Angelo PENATI DI USMATE VELATE PERIODICO DI INFORMAZIONE A CURA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Direttore Responsabile: Claudio Besana Capo Redattore: M. Rosella Penati Segreteria di Redazione: Michele Pilotti Comitato dei Garanti: Francesco Attuati, Bruno Bassani, Felice Del Corso, Matteo Giuffrida, Maria Stella Perego, Mirco Ravasi Fotocomposizione grafica e stampa: San Giorgio Servizi S.r.l.

3 Il Sindaco chiede collaborazione Tre sono le ordinanze emanate dal Sindaco per il periodo estivo. Tutte riguardano la salute e la salvaguardia dell ambiente. Le riassumiamo qui di seguito, rinviandovi per la lettura del testo integrale alle pagine del sito internet comunale. UTILIZZO ACQUA POTABILE L ordinanza n 24 del 5 maggio 2008 stabilisce che: E fatto divieto, con decorrenza da lunedì 19 maggio 2008 e fino a lunedì 14 settembre 2008, nella fascia oraria quotidiana che va dalle ore 6.00 alle ore 22.00, di utilizzare l'acqua potabile per l'innaffiamento di orti, giardini, impianti sportivi, aree a verde, il lavaggio di autovetture e simili, il lavaggio di spazi ed aree pubbliche e/o private, il riempimento di piscine, nonché per ogni altro uso che non sia domestico, su tutto il territorio comunale, con l'esclusione delle aziende agricole e florovivaistiche. SFALCIO DELL AMBROSIA Rilevato che il polline dell' "ambrosia", di natura particolarmente allergenica, rappresenta una delle principali cause di pollinosi e che tale pollinosi è divenuta, nel territorio della Provincia di Milano, la più frequente allergia che si manifesta attraverso una sintomatologia asmatica nelle sue varie forme cliniche, con l ordinanza n 25 del 5 maggio 2008 si impone ai proprietari e conduttori di aree agricole non coltivate, nonché ai proprietari di aree verdi urbane incolte e di aree verdi industriali dismesse, e ai responsabili dei cantieri edili aperti da almeno un anno dalla data della presente ordinanza, di vigilare sull'eventuale presenza di ambrosia nelle aree di loro pertinenza e di eseguire tra il mese di Giugno ed entro i primi venti giorni del mese di Settembre, periodici interventi di manutenzione e pulizia, che prevedano almeno quattro sfalci nei seguenti periodi: 1 sfalcio: terza decade di Giugno; 2 sfalcio: terza decade di Luglio; 3 sfalcio: seconda decade di Agosto; 4 sfalcio: seconda decade di Settembre. La parola al Sindaco LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE L ordinanza n 27 del 5 maggio prescrive idonei interventi di disinfestazione contro la "Aedes albopicus" (zanzara tigre) che tra le zanzare è quella che può causare maggiori fastidi alle persone e, a volte, anche problemi di carattere sanitario, e contro le altre specie di zanzare presenti sul territorio del Comune di Usmate Velate. Inoltre il provvedimento chiede a tutta la cittadinanza: di non abbandonare in alcun luogo oggetti e contenitori di qualsiasi natura e dimensioni dove possa raccogliersi l acqua piovana (barattoli, copertoni, rifiuti, materiale vario sparso); di svuotare giornalmente qualsiasi contenitore di uso comune con presenza di acqua e, ove possibile, capovolgerli (bacinelle, bidoni, secchi, annaffiatoi); di coprire ermeticamente i contenitori d acqua inamovibili (bidoni, cisterne); a tutti i condomini e ai proprietari di edifici: di ispezionare, pulire e trattare periodicamente con prodotto disinfestante larvicida le caditoie interne ai tombini per la raccolta dell acqua piovana, presente nei giardini e nei cortili; di impedire la formazione di acqua stagnante nei cortili e nei giardini; di procedere periodicamente alla disinfestazione delle aree verdi; ai consorzi, alle aziende agricole, e zootecniche e a chiunque detenga animali per l allevamento: di curare il perfetto stato di efficienza di tutti gli impianti idrici allo scopo di evitare raccolte, anche temporanee, di acqua stagnante; di procedere autonomamente con disinfestazioni periodiche dei focolai larvali e degli spazi verdi; ai responsabili dei cantieri: di avere particolare cura, per quanto riguarda le raccolte idriche temporanee, ed eliminare i ristagni occasionali; di procedere autonomamente con disinfestazioni, qualora riscontrata la presenza di zanzare; a coloro che detengono, anche temporaneamente, copertoni di auto o assimilabili, oltre che attenersi ai comportamenti su riportati, di: disporre a piramide gli pneumatici dopo averli svuotati da eventuale acqua e ricoprirli con telo impermeabile, o comunque impedire qualsiasi raccolta di acqua piovana; eliminare, o stoccare in luoghi chiusi ove possibile, gli pneumatici fuori uso e non più utilizzabili, dopo essere stati svuotati da ogni contenuto di acqua e di provvedere alla disinfestazione con cadenza quindicinale, degli pneumatici privi di copertura; a coloro che gestiscono attività di rottamazione e vivai: di procedere ad una disinfestazione mensile delle aree interessate da dette attività; a coloro che svolgono attività hobbistica di ortista : di coprire ermeticamente i contenitori per la raccolta dell acqua; di avere cura nell evitare la formazione di ristagni d acqua. 3

4 La parola agli Assessori Il presente, la memoria del passato ed il futuro Le problematiche attuali della nostra Comunità, come tutto del resto, hanno un retroterra storico. Cercare di spiegare il presente ripercorrendo il passato è spesso uno sforzo inutile! A molti la memoria del passato, in modo particolare se scomoda, non interessa! La comodità di non voler conoscere, porta molte volte ad esprimere pareri e giudizi sommari e generalizzati, facile scorciatoia per la propria coscienza; coscienze che hanno valori granitici, eloquentemente supportati, spesso però solo quando i temi riguardano argomenti generali. Di solito, agli amministratori in carica, capita di sentirsi dire Voi avete fatto! Anzi Voi dovevate fare! Voi siete responsabili di.! Addossando ad essi tutte le decisioni e le responsabilità storiche. Non è difficile, se si vuole, se interessa, comprendere il corso degli eventi storici, le motivazioni e coloro che hanno deciso le scelte. In merito alle condizioni del territorio, al consumo di suolo, è chiaramente e politicamente di parte non voler rapportare la situazione del nostro Comune con altri vicini. Le affermazioni generiche si smentiscono con i fatti! Oggi l area della Brianza presenta una densità abitativa di abitanti per chilometro quadrato, più del doppio della nostra realtà. Sognare di essere in un isola felice è anacronistico, viviamo Giugno 2008 in una delle realtà più industrializzate del mondo ma, pur tuttavia, il territorio del nostro Comune mantiene delle prerogative di aree verdi da meritarsi la citazione di uno dei comuni della Brianza con la miglior impronta ecologica. Un fattore molto importante e raramente considerato, è il dato del verde di proprietà comunale consolidato dei parchi, dei giardini, delle aree sportive e ricreative e delle aree verdi coltivate o boschive; orbene la media di queste aree nei comuni della Provincia di Milano è di circa 19 metri quadri per abitante, noi siamo vicini alla soglia degli 80 metri quadri per abitante. Questi sono numeri e non affermazioni generiche, senza dimenticare che il nostro Comune ha inserito nei Parchi il 42% del territorio contro la media provinciale del 27%, una scelta voluta e condivisa da tutte le Amministrazioni che si sono succedute in questi vent anni alla guida del paese. Si discute molto in merito al concetto di consumo di suolo i parametri di misura possono essere: - L analisi dal punto di osservazione storico-visivo di ognuno di noi, legato al lasso temporale vissuto nel nostro Paese, rapportato ai cambiamenti intervenuti. - L analisi, riconducibile al Piano Territoriale della Provincia di Milano, dove l indice di consumo di suolo è il rapporto percentuale tra la superficie urbanizzata e la superficie territoriale comunale. Secondo il Piano provinciale non comportano consumo di suolo, le parti 4

5 incluse nel perimetro del tessuto urbano consolidato, le previsioni di edilizia residenziale pubblica e i progetti presentati allo Sportello Unico per le attività produttive. Gli obiettivi provinciali del sistema insediativo devono garantire il contenimento di urbanizzazione entro la soglia massima del 45% del territorio e in ogni caso entro un consumo aggiuntivo massimo del 5%. Noi siamo di molto inferiori ai parametri provinciali! Le scelte urbanistiche più corpose fatte da questa maggioranza sono stati, in quattro anni, tre Programmi Integrati di Intervento (P.I.I.) con un consumo di suolo di circa lo 0,15% del territorio. Due hanno portato un incremento dell edificato di circa metri cubi, con una cessione al comune di circa mq. di aree, compresa la parte mancante per completare il parco della Cassinetta. Oltre alle cessioni di aree, saranno eseguiti alcuni interventi di interesse generale quali: il marciapiede sul tratto iniziale di Via Valletta, la continuazione della pista ciclopedonale e la realizzazione della fermata bus in Via Verdi, i parcheggi in Via Mozart, oltre alla sistemazione degli ambulatori medici di Via Cottolengo. L altro Programma Integrato di Intervento riguarda la trasformazione e la riduzione di circa metri cubi da industriale in di residenziale in centro Usmate, con la cessione al Comune di circa metri quadri per residenza convenzionata, circa metri quadri per parcheggi, la sistemazione viabilistica con la realizzazione di una rotonda all inizio di Corso Italia, la connessione con Via Isonzo, la sistemazione ciclopedonale dalla scuola materna alla media e euro finalizzati per opere fognarie a Velate. Chi si candida ad amministrare deve accettare che le sue decisioni siano messe in discussione, anzi, lui stesso deve continuamente verificarle, con la convinzione di aver fatto le scelte giuste nelle condizioni migliori del momento. Per questo motivo, passati quattro anni, un ripasso sul nostro programma ci permette di ricordare che i principali obiettivi in campo urbanistico erano sostanzialmente tre: - Dare corpo al Parco dei Colli Briantei con Arcore e Camparada. Obiettivo raggiunto! - Chiusura del contenzioso trentennale per l area della Cassinetta. Obiettivo raggiunto! - Nuovo strumento urbanistico. Obiettivo da raggiungere entro il mandato legislativo! L attuazione del nuovo strumento urbanistico, deve avvenire con le nuove regole dettate dalla legge regionale 12/2005 calate nella realtà attuale del Piano Regolatore Generale approvato fin dal lontano Il nuovo strumento urbanistico, chiamato Piano di Governo del Territorio (P.G.T.), è composto di tre documenti fondamentali: Il Documento di Piano con durata quinquennale sempre modificabile, il Piano delle Regole ed il Piano dei Servizi senza termini di validità sempre modificabili. Rispetto al Piano Regolatore, il Piano di Governo del Territorio è molto più flessibile, può essere modificato, affinato e migliorato in un continuo confronto con le condizioni reali, un nuovo modo di affrontare i problemi urbanistici e governarli. Il Piano di Governo del Territorio, introduce le regole della perequazione urbanistica, definisce gli ambiti del contesto urbano, gli ambiti agricoli e le aree definite di trasformazione. Nel Piano sono determinati gli obiettivi, fissate le condizioni ed i vincoli per tutte le aree di trasformazione. Alcune sono vincolate all opportunità di trasferire attività industriali fuori dai centri urbani, le aziende hanno tutto il diritto di rimanere dove operano ne siamo felici, ma, se dovessero manifestare la necessità di una diversa collocazione degli impianti nell ambito del nostro territorio, nel Piano sono identificate le aree idonee vincolate a questa funzione. Altre aree di trasformazione sono legate alla necessità di delocalizzare la scuola elementare di Via Fiume. Altre hanno assegnato una potenzialità volumetrica compensativa senza edificabilità. Un aspetto non secondario è che il comune è proprietario in tutto o in parte di alcune delle aree soggette a trasformazione, questa condizione gli permetterà di concorrere di fatto nei futuri cambiamenti. Il Piano prevede l opportunità di un aumento dell indice edificatorio a fronte di obiettivi di carattere sociale, del recupero idrico, del risparmio energetico e dell innalzamento del valore ecologico. Dopo l adozione in Consiglio comunale, si possono proporre osservazioni nei tempi previsti dalle normative, prima dell approvazione definitiva. Noi abbiamo lavorato per raggiungere gli obiettivi dichiarati. Possiamo dire di aver spianato la strada ai futuri amministratori togliendo di mezzo cause pendenti e dando loro un Parco da valorizzare e un nuovo strumento urbanistico che riteniamo capace di affrontare il futuro del Paese. Ermanno Riboldi Assessore all Urbanistica Corso di compostaggio domestico A settembre sarà organizzato un corso di compostaggio. Per informazioni e iscrizione chiamare gli ufffici ecologia e U.R.P La parola agli Assessori 5

6 6La parola agli Assessori A sostegno delle famiglie e del lavoro femminile In questi ultimi anni l Assessorato ai servizi alla persona ha cercato di incrementare gli interventi a sostegno delle famiglie e delle madri che lavorano. È stato consolidato il servizio di post-scuola alla scuola materna G. Rodari e sono stati attivati i servizi di pre e post-scuola presso il plesso di via Fiume della scuola elementare. Per i bambini delle materne e delle elementari è da tempo attivo il centro estivo comunale, affidato ad una cooperativa. Non è inoltre mancata un attenzione al lavoro svolto dagli oratori nei primi mesi delle vacanze. È stata consolidata nel tempo la collaborazione con il Nido Cometa di Lomagna, avviata prima del 1999 da Giorgio Lodi e Alba Mariani. Per i cittadini di Usmate e di Velate è prevista, attraverso una convenzione, la riserva dei posti, mentre una parziale riduzione delle rette è garantita alle famiglie che hanno un reddito ISEE inferiore a euro. Con le Scuole dell infanzia Fracaro e Sant Anna è stata rinnovata la convenzione per le sezioni di micronido. Il servizio, in questo caso, è offerto ai bambini di età compresa tra i due ed i tre anni. Gli accordi con gli asili parrocchiali prevedono un ampia riserva di posti. Le rette sono decisamente contenute e, per le famiglie con reddito ISEE inferiore a euro, sono previsti abbattimenti commisurati alla disponibilità economica dei CONTRIBUTI ECONOMICI ALLE FAMIGLIE CHE HANNO USUFRUITO DEI NIDI Giugno 2008 richiedenti. Sono stati avviati i primi contatti per giungere, nel prossimo autunno, alla definizione di una convenzione con i responsabili del nido privato che è stato aperto alla Cascina Vega. Informo, infine, che da quest anno l Amministrazione comunale assegnerà contributi alle famiglie che hanno un reddito ISEE inferiore ai euro e che utilizzano nidi non convenzionati con il comune di Usmate Velate. Il bando è finanziato con risorse dell Ente e con i circa euro pervenuti al Comune grazie alle scelte compiute dai cittadini nell ambito della destinazione del 5 per mille. Claudio Besana Assessore ai Servizi alla Persona L Amministrazione comunale in via sperimentale, istituisce un bando per l assegnazione di contributi economici destinati alle famiglie residenti che abbiano usufruito per i loro bambini nell anno scolastico 2007/08 di asili nido, micronidi o nidi famiglia autorizzati al funzionamento, situati ovunque e non convenzionati con il nostro ente per la riserva posti e l abbattimento delle rette. Il bando verrà pubblicato nel mese di luglio e rimarrà aperto per circa due mesi. Potranno partecipare validamente tutti coloro il cui ISEE complessivo del nucleo familiare non superi il valore di ,00. I contributi assegnati saranno proporzionali alla spesa sostenuta e documentata per il pagamento della retta del nido, tenendo conto delle risorse disponibili rispetto al numero delle domande, con un contributo massimo per ogni bambino di 1.000,00.

7 Prossime iniziative della Consulta cultura mese di settembre: COMO e VILLA BALBIANELLO Per informazioni e iscrizioni rivolgersi alla Biblioteca civica, via Milano, 13 - tel Fermare l attimo Per le programmazioni del Cinema in centro consultare il successivo cartellone delle iniziative dell estate 2008 La Cultura La mostra Fermare l attimo dei sessant anni del Piccolo Teatro di Milano ha lasciato Villa Scaccabarozzi il 21 aprile scorso, dopo una permanenza fra noi di una quindicina di giorni, periodo in cui Velate è stata meta di visitatori da tutto il territorio circostante il nostro comune. Un iniziativa di prestigio per cui ancora ringraziamo il Sig. Carlo Belgir, ma soprattutto gli allievi di teatro dell Associazione Magazzini Culturali che si sono prestati a garantire l apertura della mostra e ad elaborare un momento teatrale in occasione della sua chiusura. Associazione Magazzini Culturali e Biblioteca Civica 7

8 L'Assessorato alla Cultura e la Consulta cultura presentano Gli appuntamenti da non perdere di Estate con noi 2008 MERCOLEDI 11 GIUGNO ore Un Palco in Piazza Magazzini Notturni Cesare perduto nella pioggia : Dialoghi con Leuco` : Associazione Magazzini Culturali Palco presso la nuova Piazza di Villa Borgia. Giugno Estate 2008 VENERDI 13 GIUGNO ore Un Palco in Piazza Magazzini Notturni La notte che danza : rassegna scuole di danza a cura di Danza Viva Associazione Magazzini Culturali Palco presso la nuova Piazza di Villa Borgia. In caso di maltempo si recupera domenica 15 giugno SABATO 14 GIUGNO ore Un Palco in Piazza Concerto sotto le stelle Serata di musica lirica a cura dell'accademia Internazionale di Arte e Musica - Palco presso la nuova Piazza di Villa Borgia GIUGNO FESTA DELL'ALTRO MONDO tornei equicalci e equivolley - Centro scolastico di via Luini MERCOLEDI 18 GIUGNO ore CINEMA IN CENTRO Ortone e il mondo dei Chi - cartoni animati Cortile del Municipio - Ingresso dalla Biblioteca - biglietto euro 4,00-3, GIUGNO FESTA DELLA CASCINA CORRADA - Cascina Corrada MERCOLEDI 25 GIUGNO ore CINEMA IN CENTRO Il cacciatore di aquiloni - film drammatico Cortile del Municipio - Ingresso dalla Biblioteca - biglietto euro 4, GIUGNO e LUGLIO dalle Musica, Gastronomia e divertimento a cura della Associazione per il tempo libero ATL - Centro civico della Cascina Corrada di seguito il programma dettagliato: GIOVEDI 26 GIUGNO Orfani di Palco Brianza Tour Gruppi giovanili a cura di Spazio Giovani VENERDI 27 GIUGNO I Blu Krakers Cabaret in dialetto SABATO 28 GIUGNO Martino Ballo liscio, con intermezzo di Tango Argentino DOMENICA 29 GIUGNO Serata con musica e ballo Country GIOVEDI 3 LUGLIO I Tempo Libero Ballo liscio VENERDI 4 LUGLIO M. Benetti & Mele Spinte e Orfani di Palco Progetto musicale con canzoni in milanese. SABATO 5 LUGLIO Musica e ballo Latino Americano DOMENICA 6 LUGLIO I colibrì Serata di chiusura: Ballo liscio N.B. In concomitanza con il Campionato Europeo di Calcio, nelle serate di interesse, sarà allestito un maxischermo a cura di Spazio Giovani al Centro civico di Cascina Corrada.

9 6 aprile 2008 Usmate Velate Città del rugby Trofeo di Carnevale XXVII edizione Iniziamo dai numeri: 46 squadre iscritte, più di 15 società, circa 900 giovani guerrieri under 7, under 9, under 11 e under 13, per un totale di circa 2000 persone. Oltre 80 aspiranti che hanno provato la palla ovale nel centro sportivo tra le e le Una domenica di ordinaria goliardia ludica sui campi da rugby a Usmate Velate. Un paese di abitanti è aumentato del 20% in un attimo, al giungere della mandria di 900 giovani guerrieri, raggruppati in 47 squadre di 15 società, con accompagnatori al seguito. Il centro sportivo si è illuminato dei 1000 colori delle maglie. Accolti da un'organizzazione che migliora di anno in anno, il flusso di persone non ha trovato ostacoli e si è riversato nel campo di rugby adibito all'evento. Programma in mano e fischietto in bocca, le partite sono iniziate a ritmo serrato, dalle 10 del mattino alla mezza. A mezzogiorno sono iniziate le prove per i ragazzi che non avevano mai avuto il coraggio di provare, e fino alle è stato un alternarsi in crescendo di adolescenti che hanno calpestato il prato. Alla fine sono stati più di 80. Già dalle la piastra per salamelle e la friggitrice hanno invaso i campi con i loro profumi, attirando genitori, accompagnatori e visitatori. E poi di colpo l'arrivo di Troncon, in sordina, che si è portato quasi non visto sul campo dell'under 7, ma il passa parola è stato rapido, e prima a gruppetti e poi in massa, chi non giocava si è riversato sul campo dei più piccoli alla ricerca di un autografo. Passato il pranzo, tutte le squadre si sono accinte ad affrontare le fasi finali, e per altre due ore si è continuato senza sosta. Alle 16 la premiazione, alla presenza del Sindaco Angelo Penati, dell'assessore allo sport Antonino Labate e di Troncon, che hanno partecipato alle premiazioni assegnando i premi più prestigiosi. Quest'anno è stato un trionfo sotto tutti gli aspetti, numero di atleti, di squadre, di società. Ogni squadra ha affrontato almeno 4 partite, molte ne hanno fatte 5, alcune addirittura 6. L'organizzazione, pochi dirigenti e tanti genitori, ha retto senza problemi, con tutti i punti cardine dotati di radio ricetrasmittenti per le comunicazioni di servizio e quelle di gioco. La7 e Sky Brianza News hanno ripreso il torneo nelle sue varie fasi, e hanno approntato i servizi che sono andati in onda al tg sport nazionale delle di lunedì 7 su La7 e sul canale 922 di Sky nella serata di mercoledì 9. E ora la sfida più bella: raccogliere quegli 80 ragazzi che si sono alternati sul campo prova e guidarli in questo sport fantastico sul campo e denso di amici a bordo del campo stesso. Carlo Francolini Presidente Velate Rugby Lo Sport 9

10 I lettori scrivono I PEDONI In tema di sicurezza stradale sono spesso dimenticati i pedoni. In alcune vie centrali di Usmate uscire di casa o dai negozi risulta essere pericoloso per la propria incolumità fisica. Sui marciapiedi delle vie centrali si assiste al passeggio delle giovani famiglie con passeggino in fila indiana e il non poter sostare per socializzare perché si intralcia il passaggio delle biciclette e le persone con problemi motori o portatori di handicap non si sentono sicure sui marciapiedi. La via Roma e corso Italia alcuni tratti di marciapiede è promiscuo ciclabile. Il tratto di fronte la farmacia Trevisan è solo marciapiede. Grandissima soddisfazione per le ragazze della squadra di calcio a cinque della scuola media di Usmate Velate che si sono aggiudicate il titolo di migliore formazione lombarda. Mercoledì 14 maggio si sono disputate presso il Palalido di Milano le fasi finali del Campionato regionale che le ha viste protagoniste e vincenti. Le avversarie erano le ragazze della scuola media Casorati di Pavia, squadra ritenuta dai più determinata e atleticamente molto forte. Il risultato finale è stato 5-2 (reti di Simona Spreafico, Ofelia Zanin, Giulia Colombo (2) e un autorete). Con questa vittoria le ragazze del Luini si sono guadagnate la partecipazione come rappresentanti della Lombardia alle fasi nazionali in programma a Fiuggi dal 25 al 30 maggio. La squadra - dice il prof. Tedeschi - ha dimostrato umiltà, temperamento, generosità, serietà e buona dose di corag- CONGRATULAZIONI RAGAZZE! gio e agonismo. Il risultato positivo è stato frutto di tanti sacrifici da parte di un gruppo di giovani atlete che hanno saputo spendersi e che hanno creduto fino in fondo di potercela fare. La formazione del Luini non è nuova a questi successi sportivi: già due anni fa era entrata nell Olimpo delle migliori squadre nazionali dando lustro all Istituto Comprensivo grazie ai suoi successi. Grande determinazione, dunque, delle ragazze ma anche dell allenatore, prof. Tedeschi, un vero trascinatore che ha saputo trasmettere alla squadra la passione per il gioco, ma soprattutto la voglia di vivere con altruismo e serenità questo sport di squadra. Ecco la rosa Giugno 2008 Di fatto questa confusione ha reso ciclabile tutti i marciapiedi del centro paese. Altre vie centrali hanno altri aspetti di pericolosità. Via Vittorio Emanuele II è priva di marciapiedi e tra parcheggi e ostacoli artificiali il pedone deve invadere la sede stradale. Pure la spaziosa Via Casati è priva di marciapiedi. Mentre in Via Milano, dove c è la sede della Polizia Locale e la Biblioteca, c è un cordolo di cemento lungo circa 40 metri che delimita un pseudo marciapiede; ma quando piove questo breve tratto di marciapiede si trasforma in un ruscello in quanto raccoglie lo scarico pluviale del confinante condominio. Anche in questa situazione, se sprovvisti di calzature anfibie o di stivali, bisogna invadere la sede stradale. Il marciapiede della via Luini che porta al centro Sportivo è l assurdità: è interrotto da un muro! Sono solo alcuni esempi perché nella realtà sono molte le vie dove i pedoni sono a rischio. All Amministrazione Comunale piace fare l immobiliare per aumentare gli abitanti. Gli abitanti sono anche pedoni e gli si deve garantire sicurezza. Distinti saluti. Luigi Paleari completa delle ragazze vincenti: Martina Brambilla, Simona Spreafico, Giorgia Carletti, Susanna Mariani, Beatrice Zanin, Ofelia Zanin, Fabiola Beretta, Elisa Bandini, Giulia Colombo, Marina Mensi e Amina Belghzal. Veronica Lunghi Docente dell Istituto Comprensivo B. Luini di Usmate Velate 10

11 PREVISIONI DI BILANCIO 2008 Il bilancio di previsione 2008, approvato dal CC con delibera nr 10 del 31 marzo 2008, si caratterizza per una serie di novità, in parte dovute agli interventi contenuti nella legge finanziaria 2008 (legge n. 244/07), approvata dal governo Prodi, in parte conseguenza delle scelte operate dall Amministrazione Comunale. Il principale elemento di discontinuità con il passato è costituito dalla nuova detrazione di imposta in materia di Ici, ulteriore rispetto a quella comunale, che ricordiamo è pari a 120 euro. La legge determina la misura dell agevolazione nell 1,33 della base imponibile, applicabile all abitazione principale e alla relativa pertinenza, fissandone il tetto massimo a 200 euro per ciascun immobile su base annua ed escludendo dal proprio ambito di applicazione le abitazioni di lusso (categorie catastali A/1 A/8 A/9). Per il comune di Usmate Velate la rendita catastale media delle abitazioni principali comprensive di pertinenza è pari a circa 400 euro per cui si avrà una detrazione media aggiuntiva di circa 56 euro, pari al 28% dell importo massimo previsto dalla legge. La riduzione di gettito determinata da questa scelta sarà compensata da uguali trasferimenti da parte dello Stato. A livello comunale, per far fronte alle riduzione generalizzata delle entrate, peraltro accompagnata da un oculata politica di contenimento delle spese correnti - rispetto al 2007 si registra un incremento degli stessi meno che fisiologico, in misura inferiore all 1% - e garantire l equilibrio generale dei conti senza inasprire la pressione tributaria, si è deciso di incrementare l aliquota relativa alle abitazioni principali, ferma sin dalla sua introduzione al livello minimo della forbice, portandola dal 4,5 al 5,5. L effetto combinato della maggior detrazione statale e dell aumento dell accise comunale determinerà in media una riduzione del 15% dell imposta da versare sull abitazione principale, consentendo al contempo di non applicare, tra i pochi comuni lombardi (nel 2007 quasi il 75% degli stessi vi ha fatto ricorso, l 86% nella sola provincia di Milano) l addizionale comunale sull IRPEF. Altra novità si registra in materia di patto di stabilità 2008, dove nuovamente vengono cambiati i parametri di riferimento per il calcolo degli obiettivi. Per i comuni virtuosi (come Usmate Velate) non viene richiesto nessun concorso di miglioramento alla manovra, ma occorre il mantenimento per il triennio del saldo misto, combinazione dei saldi di competenza e cassa, relativi rispettivamente alla parte corrente e a quella capitale, registrato nel triennio Inevitabilmente tali prescrizioni contabili, per quanto migliorative rispetto ad iniziative aventi finalità analoghe imposte negli anni passati, finiscono per condizionare le politiche di bilancio dell Ente, costretto a modulare il proprio piano degli investimenti in funzione delle disponibilità di cassa del momento, indipendentemente dalla copertura finanziaria individuata e dalla capacità prospettica di onorare gli impegni assunti. L auspicio è di poter recuperare nell immediato futuro piena autonomia decisionale e progettuale, per far fronte ai bisogni della propria comunità, nel rispetto del proprio mandato elettorale e degli obiettivi di risanamento della finanza pubblica, imposti dal buon senso prima ancora che dalle politiche nazionali e comunitarie. Bacheca informativa 11

12 Bacheca informativa Giugno

13 Bacheca informativa 13

14 Bacheca informativa Giugno

15 Ecco le proposte del C.A.I. per il 2 semestre 2008 giorno destinazione altitudine località partenza caratteristiche domenica 15 giugno rifugio Bosio mt Torre S. Maria dislivello: 991 mt mt 1095 impegno fisico: E tempo: 3,00 ore domenica 20 luglio rifugio Marinelli mt Diga campo Moro dislivello: 820 mt mt 1990 impegno fisico: E tempo: 3,00 ore domenica 24 agosto rifugio Giannetti mt Bagni di Masino dislivello: 1362 mt mt 1172 impegno fisico: E tempo: 3,30 ore domenica 21 settembre Monte Legnone mt DOMENICA 12 OTTOBRE CASTAGNATA - da definire Rifugio Roccoli Lorla dislivello: 1164 mt mt 1445 impegno fisico: I tempo: 3,30 ore Le Associazioni DOMENICA 19 OTTOBRE FESTA D AUTUNNO domenica 26 ottobre Zuccone mt Piani di Bobbio dislivello: 300 mt Campelli mt 1800 impegno fisico: I tempo: 3,00 ore domenica 9 novembre Corni di Canzo mt Canzo Fonti Gaium dislivello: 892 mt mt. 481 impegno fisico: E tempo: 2,30 ore DOMENICA 16 NOVEMBRE PRANZO SOCIALE - da definire domenica 14 dicembre Rifugio Capanna mt Plassa Arera dislivello: 900 mt mt impegno fisico: I tempo: 2,00 ore Luminarie Natalizie 2007 Vogliamo segnalare che l esercizio della signora Angela Baio, Fiorista in Usmate, ha partecipato come contribuzione alle Luminarie Natalizie 2007, come tutti i precedenti anni e, solo per una svista, di cui ci scusiamo, non è stato inserita nell elenco dei partecipanti pubblicato nel precedente Notiziario Stefano Baroncini Presidente Consulta Attività Produttive 15

16 Le Associazioni L iniziativa sociale a favore di una scuola di Lagos (Nigeria) sostenuta dal Comune su proposta di un gruppo di cittadini Mi trovo a Lagos, la città più popolosa della Nigeria ( di abitanti circa) dal settembre 2006 come cooperante della ONG italiana AVSI, presente in questo paese da 20 anni. A Lagos AVSI ha costruito e gestisce dal 1991 Saint Kizito, un centro sanitario nella periferia povera di Lagos che offre cure mediche di vario genere e un servizio di prevenzione e cura dell Hiv- Aids e la scuola per l infanzia e primaria SS. Peter and Paul, dove, con un altra cooperante italiana lavoro come coordinatrice delle attività didattico educative. Nata anch essa agli inizi degli anni 90 come attività caritativa, l attuale sede è stata inaugurata nel 2004, ha tutto personale locale, compresa la preside, e offre a circa 360 studenti, la maggior parte provenienti dalla periferia povera di Lagos, un percorso educativo di qualità, il pasto (per molti tra loro il solo della giornata) e un programma sanitario, in collaborazione con St. Kizito. Da settembre 2007, l orizzonte si è ulteriormente ampliato perché abbiamo iniziato ad occuparci di circa 400 bambini, figli di pescatori immigrati dal Benin, che frequentavano negli scorsi anni la nostra scuola e che ora si sono trasferiti con le loro famiglie dall altra parte della laguna nel villaggio di Ikorodu. Per loro AVSI ha infatti edificato la scuola che, sebbene non ancora ultimata, è in piena attività, sotto la guida di Willy, un nostro collaboratore. Noi la visitiamo periodicamente Giugno 2008 dopo un tragitto di circa un ora in barca e la seguiamo sempre dal punto di vista didattico ed educativo. Il vociare dei bimbi che arrivano sempre con largo anticipo rispetto all orario di inizio perché amano stare a scuola, il loro impegnarsi nell attività scolastica e, soprattutto, la loro irrefrenabile voglia di vivere sono lo strumento attraverso cui ogni giorno ci è ricordato il motivo per cui val la pena di affrontare la complessità e i disagi di questa realtà. I nostri bambini sono frequentemente coinvolti con problematiche molto serie e drammatiche, che vanno 16

17 dalla difficoltà di nutrirsi regolarmente, alle malattie come la malaria che, purtroppo, è una cattiva ma fedele compagna, alla frequente mancanza di almeno uno dei genitori, mancato per morte o per abbandono della famiglia, all ambiente in cui vivono, dove, molto frequentemente, capita loro di assistere o addirittura subire violenze, e di essere testimoni di gravi risse e uccisioni. Per questo ci teniamo che la scuola sia bella: la cura di ogni particolare è un modo per accogliere i bambini e le loro famiglie e per dire loro quanto ci teniamo che il luogo dove insieme lavoriamo e impariamo a crescere e a educare sia, già di per sé, una testimonianza di speranza e di positività. È sempre questa ragione che mi ha spinto ad accostare Peter, un nostro alunno un po difficile, si direbbe: certamente non molto incline allo studio, a 14 anni ancora in quarta elementare, anche perché a casa nessuno lo segue e quando torna da scuola aiuta la madre a vendere al mercato. Parlando con lui ho scoperto che è bravo a disegnare e gli ho chiesto di fare un disegno per me: non pensavo certo che sarebbe arrivato dopo qualche giorno con un gran disegno colorato munito di dedica e curato in tutti i dettagli! È proprio vero che ciò che si desidera di più è essere guardati per ciò che si è e non per ciò che si sa fare e allora si mettono a frutto anche i talenti che si possiedono! Speriamo che arrivino anche i risultati necessari nelle altre materie scolastiche! Se volessi raccontare la mia vita quotidiana a scuola e in questo paese non basterebbe un volume, per questo mi fermo qui, con il cuore ancora colmo di gratitudine per l iniziativa che un gruppo di cittadini di Usmate e di Velate ha voluto prendere con il sostegno dell Amministrazione Comunale e che rinsalda, semmai ce ne fosse bisogno, il legame con il paese in cui sono nata e cresciuta e che mi porto dentro come scrigno a cui spesso attingo tanti ricordi e tanti suggerimenti fatti della fede, della tenacia e dell umiltà dei miei genitori innanzitutto e delle persone che ho conosciuto e che hanno accompagnato la mia infanzia e la mia giovinezza. Rita Sala Rita Sala è nata ad Usmate Velate nel 1958, dove ha risieduto fino al Dopo aver frequentato il liceo classico Zucchi di Monza, si è laureata in filosofia all Università Cattolica di Milano. Docente di ruolo nelle scuole medie superiori, da alcuni anni si dedica a progetti di cooperazione internazionale nel campo dell istruzione in alcuni paesi del continente africano promossi dall Associazione Volontari per il Servizio Internazionale. Le Associazioni 17

18 Un Amministrazione che difende il bene comune e che vuole compiere scelte di lungo respiro Gruppi Consiliari Con questo articolo vogliamo continuare a documentare quanto l amministrazione in carica sta facendo per migliorare la vita della nostra comunità, ricordando alcune recenti iniziative. Il piano di governo del territorio. Entro giugno di quest anno sarà adottato il nuovo piano di governo del territorio. Si tratta di un documento innovativo, redatto da un pool di professionisti scelti per la loro alta professionalità. Il piano in questione prevede una crescita contenuta degli spazi che saranno occupati da nuove abitazioni (la previsione di incremento della superficie urbanizzata è pari all 1,36%). Di conseguenza si prevede che, una volta completato tutto il piano tra dieci anni, la popolazione del comune non supererà gli abitanti. Abitanti nel 1989, anno di entrata in vigore del piano attualmente in vigore (PRG) Abitanti previsti nel 2000 in base al piano attualmente vigente (PRG del 1989) Popolazione residente al 31 dicembre Popolazione prevista nel 2018 in base al nuovo piano di governo del territorio (nuovo PGT del 2008) Come si può notare osservando le cartine del nuovo PGT, una quota rilevante del nostro territorio (più del 66%) è destinata a restare area verde. Nel piano si identificano inoltre delle aree di trasformazioni pensate per due scopi precisi: allontanare le attività produttive dalle zone destinate alle residenze e dotare il Comune di spazi e di risorse per costruire, ad esempio, la nuova scuola elementare e la nuova palestra. Vogliamo approvare un piano che non ingessi il territorio, anche perché non siamo tra quelli che sono diventati verdi dopo aver realizzato la loro villa e valorizzato i loro terreni. A noi interessa uno sviluppo molto contenuto, che non mortifichi i legittimi interessi dei proprietari privati e che ci consenta di dotare il Comune delle strutture e dei servizi essenziali, di avere le risorse per garantire una manutenzione delle amplissime superfici di proprietà comunali (circa il 10 % della territorio complessivo), di permettere ai nostri figli di continuare ad abitare ad Usmate e a Velate. Superficie complessiva del territorio comunale 9,74 Kmq Aree che con il nuovo PGT saranno destinate a verde pubblico e privato Aree verdi inserite nei parchi del Molgora e dei Colli briantei Aree verdi di proprietà comunale 6,53 Kmq 4,2 Kmq 0,94 Kmq I nuovi parcheggi della stazione di Carnate-Usmate.È stato recentemente ultimato e sarà reso disponibile un primo parcheggio destinato ad ospitare le auto dei pendolari che utilizzato la stazione ferroviaria di Carnate Usmate. La struttura, ubicata in via Friuli e dotata di 40 posti auto, è stata realizzata nell ambito di un piano di lottizzazione. In queste settimane è stato inoltre concluso un accordo tra i comuni di Usmate Velate e di Carnate, l Amministrazione provinciale di Milano e le Ferrovie dello Stato per realizzare un altro grande parcheggio nell area sterrata situata in via Venezia attualmente utilizzata da molti pendolari. L accordo sottoscritto prevede che il Comune di Usmate Velate metta a disposizione un area di sua proprietà la cui superficie si estende per circa mq. Il Comune di Carnate rende disponibile un area di circa 900 mq, che si unisce ad altre aree di parcheggio rese disponibili dal Comune di Carnate nei pressi della stazione. La Provincia di Milano si fa carico delle spese di costruzione del parcheggio, inizialmente dotato di 239 posti auto interni più 20 posti esterni lungo Via Venezia, mentre le Ferrovie, si accollano gli oneri di progettazione e provvedono direttamente alla realizzazione del manufatto. Si tratta di un opera importante, che risolve un annoso problema, che comporta un sacrificio non indifferente per il nostro comune, ma che rende la nostra stazione una struttura sempre più moderna e, soprattutto, migliora fortemente la circolazione veicolare nelle vie Venezia, Torino, Stazione e viale Lombardia con grande vantaggio per i cittadini residenti in questa parte del nostro territorio. È confortante notare come una scelta così importante sia stata condivisa da due delle tre forze di opposizione presenti nel Consiglio comunale; peccato che invece la Lega Lombarda continui a praticare un opposizione ottusa, improntata ad un rifiuto sistematico di ogni proposta, anche di quelle che recano vantaggio ai nostri concittadini. Gruppo Consiliare Uniti per Usmate Velate 18

19 IL DOPO ELEZIONI Tiriamo un po le somme, senza deprimerci né sconfortarci. Cosa ci dicono queste elezioni? Che il Pdl ha vinto nettamente, con un trionfo di Berlusconi ma soprattutto della Lega. L aver sfiorato il 9 % è davvero un risultato incredibile per il partito di Bossi che al nord ha spopolato; sarà nuovamente l ago della bilancia per molte scelte di Governo. Il potere che gli elettori hanno affidato alla Lega è sintomo di dove il paese voglia approdare: un'immigrazione molto più severa, controllata, gestita ed affiancata ad un servizio pubblico molto più efficiente in termini di spesa, pubblico impiego e rapporto col territorio. In definitiva si arriverà, a impiegare nell'operato pubblico locale solo le risorse effettivamente raggranellate dal bacino d'utenza vedendo in concreto, dove vanno a finire i tanti soldi di tasse pagate. Il Partito Democratico ha invece perso in malo modo, ma la corsa e le illusioni sono state avvincenti. Purtroppo non era facile riconquistare un elettorato deluso e stanco, ma la sconfitta ha i suoi lati positivi: una nuova formazione che, partita dal nulla, nei prossimi anni se continuerà così conquisterà elettori e consensi. al risultato tutto sommato accettabile del partito di Di Pietro. Il fatto più imprevisto, magari deprimente per alcuni, è l uscita della sinistra dal Parlamento, ma se consideriamo il distacco dalla realtà, la campagna elettorale sbagliata, la decisione di cambiare al partito comunista simbolo e nome e l annuncio di Bertinotti di voler lasciare la guida del partito, il tutto spiega la loro disfatta. L Udc forse si aspettava qualcosa di più, ma non è andata male. Certo è che Casini si pensa che tornerà sui suoi passi, e l opposizione costruttiva che promette potrebbe trasformarsi, probabilmente in un riavvicinamento al Pdl. I socialisti hanno ottenuto un risultato insignificante come del resto La Destra che è sotto il 3 %. Ferrara ha ottenuto un risultato ridicolo, pomodori a parte, ma non perde l ironia: Al mio grido di dolore su un tema drammatico e vero, gli italiani hanno risposto con una sonora pernacchia. E poi? E poi nulla. Qui si aspetta e si accetta la sconfitta. Intanto appare chiaro che la tendenza italiana sarà quella del netto bipolarismo, per i prossimi anni. E niente più destra, niente più sinistra, in fondo lo cantava anche Giorgio Gaber, qualche anno fa, concludendo con un sonoro Basta!. Ora che il governo ha giurato, il popolo italiano si aspetta che Berlusconi abolisca l ICI senza per questo far soffrire i Comuni, che ci faccia sentire più sicuri in casa nostra, che risolva una volta per tutte il problema della spazzatura a Napoli, che rilanci l economia con misure che diano fiato alle imprese, aumentando gli stipendi ai lavoratori, introducendo il principio della meritocrazia, premiando chi lavora veramente e punendo i fannulloni, salvaguardando il potere d acquisto delle pensioni. Il popolo italiano con questo voto ha chiesto impegno e serietà ai chi governa; e non concederà alibi a nessuno: Berlusconi ha una maggioranza di ferro, enorme, solida. Non potrà accampare scuse sulla sua eventuale non riuscita dell'opera di governo. Gruppi Consiliari Gruppo consiliare INSIEME PER USMATE VELATE 19

20 GRAZIE AGLI ELETTORI DI USMATE VELATE! Gruppi Consiliari Voti % Lega Nord % Camera 08 % Incr.to su 2006 % Senato 08 % Incr.to su 2006 Usmate Velate 21, % 19, % Prov. Monza Brianza 21,29 +89% 20,19 +94% Lombardia 21,00 +87% 20,72 +86% Circa il 20% dei cittadini di Usmate Velate ha scelto la Lega. Li ringraziamo. Ma in Consiglio Comunale il nostro Consigliere è solo. Il Piano di Governo del Territorio è alle porte! Una volta aperte il cittadino troverà una serie di decisioni (tratte dalla documentazione del PGT pubblicata anche sul sito comunale) fra le quali ne evidenziamo alcune: - Usmate Velate aumenterà la sua popolazione del 20% ; dai 10 mila di oggi si passerà ai 12 fra 5 anni; La Lega nel 1995 indicava in 8,5 mila abitanti la popolazione ottimale per Usmate Velate. Circa 80 mila mq di territorio saranno destinati a nuovo cemento: 60 mila per nuove abitazioni suddivisi in 13 AT (Aree di Trasformazione) e 20 mila per delocalizzare capannoni e magazzini oggi in aree urbanizzate. Ci sarà una nuova strada a Velate (zona via Verdi con zona del Dosso); ricordiamoci: Chi semina strade raccoglie appartamenti!. Il metodo utilizzato dalla Amministrazione comunale non si ispira ai basilari principi della pianificazione ma al loro contrario cioè prima realizzare, eseguire, attuare. Negli ultimi mesi sono passate in Consiglio Comunale, tra le tante, un paio di delibere assai discutibili: un Piano Integrato d Intervento e il parcheggio alla Stazione di Carnate. Il nostro Consigliere si è opposto, ma è solo, solo contro tutti. La prima delibera si deve ad una Società Immobiliare che ha presentato un progetto ove in cambio di una rotonda, un po di terreno e qualche, ufficialmente per le fogne della Brugorella, ma che probabilmente pagherà i famosi danni dell allagamento di Velate, edificherà sul terreno ove attualmente esistono dei capannoni, un complesso di palazzine per almeno una cinquantina di appartamenti in un area a rischio per la presenza dei pozzi dell acqua potabile. Ma ai nostri Amministratori evidentemente servivano quei soldi e li hanno avuti. Meglio le palazzine che i capannoni!. Quella zona sarebbe ideale per completare un bel Polo educativo e sportivo con scuole elementari, una vera Biblioteca, integrandole con le infrastrutture esistenti in modo tale da realizzare un vero Polo educativo e ricreativo, di aggregazione per giovani e anziani. Non sarà così: adesso ci faranno le palazzine. Dice la Giunta: Quel terreno costa, non abbiamo i soldi per comperarlo, come facciamo, l Immobiliare può fare quello che vuole, non possiamo farci niente! Che Giunta audace; ti si riempie il cuore, di rabbia. Sono anni che sentiamo dire: Non possiamo farci niente, non è colpa nostra, c è la Provincia, la Regione, non abbiamo i soldi ed il paese se ne va. L altra delibera che cito ad esempio è relativa al parcheggio alla Stazione di Carnate e il relativo contributo della Provincia di Milano. Esiste ancora la Provincia di Milano; è guidata da un uomo di ferro, estruso dalle acciaierie di Sesto San Giovanni, un po arrugginito, che ondeggia alla ricerca di un improbabile e tra poco inutile equilibrio. la Provincia dicevo ci dà per asfaltare l attuale parcheggio a Carnate, alla Stazione (il terreno però è di Usmate Velate per l 80%), ma a raso : prendere o lasciare. E la nostra Giunta accondiscende. Prende i denari per l orribile parcheggio a raso ( a livello del suolo), ma il trucco è che lo faranno le Ferrovie e lo pagheremo noi con il terreno e questi soldi. Risultato: per asfaltare i metri di un parcheggio che i nostri cittadini hanno già senza sborsare una lira, ci rimettiamo il terreno, che poco o tanto qualche cosa vale e le Ferrovie si prendono i nostri Per gestirlo questa Giunta farà pagare i pendolari, anche quelli di Usmate Velate: dovranno pagare un biglietto per avere la stessa cosa che avevano prima gratuitamente, e ci saranno un mucchio di automobili in più, ma nessuno sa quante! Poi, magari, si potranno costruire uno o due piani fuori terra, per aumentare il numero delle macchine posteggiabili! Io ho detto: Visto che il terreno è nostro e anche quelli che ci mettono la macchina dovremmo essere prima di tutto noi, perché non facciamo una cosa fatta bene: un bel parcheggio interrato, come ormai si fa dappertutto in Europa!. Quale pensate possa essere stata la risposta dei nostri Amministratori? Ma come facciamo, non possiamo farci niente, non abbiamo i soldi e via di seguito. L idea che avremmo potuto raccogliere una piccola tariffa fino a coprirne i costi non è stata nemmeno presa in considerazione. Ci sarebbe costato un po, ma sarebbe stato nostro. Poi avrebbero pagato gli altri, non i nostri concittadini. Così invece sarà la solita spesa pubblica senza controllo, denari al vento per avere ciò che avevamo già, gratuitamente! La Lega sta chiedendo il Federalismo Fiscale: che i nostri soldi restino qui! Così la smetteremo di dire ma come facciamo, non abbiamo i soldi. Ogni anno i cittadini di Usmate Velate mandano a Roma le loro tasse e sono tanti, tanti soldi. Nel 2004 l imponibile IRPEF ammontava a 139milioni di. Calcolando prudenzialmente almeno un 25% di tasse, il paese ha inviato a Roma almeno 35 milioni di. Ne ritorna un paio di milioni. Veramente una miseria e se dobbiamo fare qualche cosa dobbiamo vendere il nostro Territorio. La nostra, la tua forza è sulla punta di quella matita, quella che marcherà il nostro simbolo alle prossime elezioni dillo a tutti. Gruppo Consiliare Lega Nord Lega Lombarda 20

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI Prot. Nr 11636 Vicenza, 25 settembre 2013 Cat.E8 Ai Sigg. Dirigenti Scolastici degli Istituti Superiori di II grado Statali e Paritari della Provincia di Vicenza e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Crema Uno Via Borgo S.Pietro 8-26013 Crema (CR) Tel. 0373-256238 Fax 0373-250556 E-mail ufficio: segreteriacircolo1@libero.it

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Per poter lavorare in Italia il cittadino straniero non comunitario deve essere in possesso del permesso di soggiorno rilasciato per

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli