Condividere vale più del dare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Condividere vale più del dare"

Transcript

1 MENSILE DELLA COMUNITA CRISTIANA DI PONTECITRA Anno 12 - N. 4 Diffusione gratuita ad uso interno Don Pasquale Giannino Condividere vale più del dare Vorrei che nella notte Santa di Natale ciascuno facesse un regalo speciale alla propria anima. Non è qualcosa da acquistare, né di ingombrante da custodire. Se penso per esempio a quei giovani residenti in questo quartiere che, forse un po per passatempo, un po perché si affacciano al mondo adulto e non riescono a lavorare, sono spesso abbindolati dal danaro facile con la vendita della droga. Un gruppo di ragazzi, ormai svezzati alla vita dalla cruda strada, convive con l illecito, è disponibile a smerciare, fa da palo, trasporta e mantiene la piazza con lo spaccio di stupefacenti. Sono quei ragazzi che alcuni anni fa, io ero appena arrivato in questa comunità, venivano al catechismo in preparazione alla prima comunione. È inutile ergersi a giudice, mi sono spesso detto. Questi ragazzi, e questo è il dramma più grave, si sentono già col destino prescritto, si sentono già adulti, già vecchi. Come non far nascere il loro il desiderio per i bei tempi dei pantaloni corti; quando scorrazzando per il quartiere, con un pallone sotto al braccio, si giocava a calcetto fuori il piazzale della chiesa, e se pioveva c era il portale della chiesa che proteggeva il loro scalciare. Dove sono andati quei volti sporchi di cioccolata, quei sorrisi ingenui, quelle corse a perditempo, quegli spettacoli a cui il prete obbligava a partecipare, le divertenti passeggiate? Nostalgia? No! È voglia di riscatto, perché il Natale non è dare qualcosa a chi non ha, ma condividere come ha fatto Gesù! Marigliano: tutela dell ambiente o cementificazione? Salvatore Sapio Lettera alla comunità Don Pasquale Giannino Non solo cemento... Mariateresa Vitelli Natale torna ancora...ma comme? Lucia Pina Giraldi Regalo di Natale Francesco Aliperti Bigliardo La nazionalità dello stupratore Carmine Egizio Ho fatto un sogno: L ultimo 25 dicembre Francesco Aliperti Bigliardo Sottostante: Cartoline Carmine Egizio Letto, Visto, Ascoltato: Facciamo finta che sia vero Francesco Panetta

2 2 Riflessioni Salvatore Sapio Marigliano: tutela dell ambiente o cementificazione? Vi ricordate della vasca di Marigliano? I più giovani non la ricordano, e quindi non possono conoscerne la funzione e l utilità, semplicemente perché sono nati dopo l avvenuta copertura del lagno! Molti giovani, infatti, vorrebbero conoscere le ragioni per le quali non viene sfruttata per fini abitativi quella vasta zona posta a sud-ovest del centro abitato di Marigliano che insiste poco oltre il campo sportivo. Gli interrogativi (innocenti!) dei giovani possono sembrare, a prima vista, giusti e pertinenti con la mancanza, nel territorio comunale, di aree edificabili giacché si devono rispettare i piani territoriali di Regione e Provincia. È bene chiarire subito che la San Sossio, costruita quattro secoli fa sotto il regime borbonico, era un invaso di laminazione per ridurre la portata delle piene entro limiti prefissati e controllabili aveva una funzione idrogeologica importantissima soprattutto per contenere i danni delle inondazioni una volta frequentissimi nella zona Marigliano-Pomigliano. Bene, sembra proprio che il Comune di Marigliano si stia attrezzando per arrivare allo sfruttamento edilizio di tutto, o quasi tutto, il proprio territorio comprese le aree a ridosso degli alvei o Lagni. Con la copertura dei lagni si è consentita, con il condono o con il rilascio di licenze edilizie, la cementificazione della cosiddetta fascia di rispetto o di arretramento, partendo dal concetto che l alveo di fatto non esiste più al posto del quale c è l attuale e importantissima arteria di via Isonzo. Mentre si discute sulla Istituire del Parco Regionale dei Regi Lagni, la giunta comunale di Marigliano, con la delibera 128 del 21/11/2011, chiede agli organi regionali preposti la riduzione delle fasce di rispetto dai vecchi canali borbonici (Campagna, Faibano, Casaferro, Somma e Frezza) fissate, in virtù dei vincoli paesaggistici, in 150 metri. Per la giunta comunale i lagni che circondano la città sono privi di qualsiasi presupposto di tutela perché sono, a dire dell assessore al ramo, solo recapito di acque meteoriche e fognarie. In realtà il comune ritiene più giusto eliminare la tutela paesaggistica a tali alvei piuttosto che chiedere e avviare un processo di bonifica degli stessi e, in contempo area, mettere in atto un sistema di controllo a che in essi non si sversino liquami e altro materiale inquinante. La bonifica degli alvei e la manu- Caffetteria Via Isonzo - MARIGLIANO Tel tenzione sono presupposti indispensabili per la tutela del territorio e per la prevenzione di possibili allagamenti che anche di recente si sono verificati. Noi non vogliamo essere àuguri di cattivi presagi, ma non vorremmo che l iniziativa della giunta favorisca cementificatori e imprenditori amici per riportare una espressione di OXIGENO NOTIZIE MARIGLIANO di Saverio Lo Sapio. Se cosi fosse, allora si potrebbe anche arrivare, a scapito della tutela dell ambiente, alla cementificazione della vasca di Marigliano. Viva l irresponsabilità! Via G. Amendola, 24 - Marigliano (NA) Tel Via Somma, Marigliano (NA)

3 Avvisi 3 Natale in Parrocchia Lunedì 26 dicembre Santo Stefano P.M. ore 19,00: Canti sotto l albero - Concerto della corale parrocchiale e degustazione di dolci natalizi e cioccolata calda. Venerdì 30 dicembre Festa della Santa Famiglia ore 18,30: Celebrazione Eucaristica con rinnovo delle promesse coniugali e benedizione delle famiglie. ore 19,00: Il Natale e i suoi strumenti : Concerto di zampogne. Ingresso gratuito con inviti. Sabato 31 dicembre Ottava di Natale ore 17,00 Celebrazioni Eucaristiche di ringraziamento di fine anno con benedizione eucaristica. GENNAIO 2012 Domenica 1 gennaio Maria SS. Madre di Dio Celebrazioni Eucaristiche ore 12,00 e 18,30. Benedizione di inizio anno. Martedì 3 gennaio Tempo di Natale ore 19,00: Tombolata della solidarietà Venerdì 6 gennaio Epifania del Signore Celebrazioni Eucaristiche ore 10,00-12,00-18,30. Durante le messe bacio del bambinello e annuncio di Pasqua. Ore 11,00: Premiazione del Concorso Il presepe più bello e spettacolo musicale dei ragazzi di ACR. Ore 16,00: Festa della Befana. Spettacolo di intrattenimento per fanciulli e degustazione dipopcorn e zucchero filato. di Luigi Terracciano

4 4 Mariateresa Vitelli Non solo cemento Di recente, in una trasmissione televisiva, il famoso attore Roberto Benigni ha riportato delle parole, particolarmente adatte all argomento di cui vi parlo : Ciò che abbiamo non l abbiamo ereditato dai nostri padri, bensì lo abbiamo in prestito dai nostri figli. Sono parole prese in prestito a qualcun altro e che, nel pensiero, sono state formulate da chissà quante altre persone (magari in forma diversa) e quindi (finalmente!) messe in pratica da qualcuno: Domenico Finiguerra. Il suo nome è sconosciuto ai più, al contrario della località in cui vive, Cassinetta di Lugagnano (MI), piccolo e grazioso comune di circa 1800 abitanti, famoso per una antica osteria insignita delle stelle nella guida Michelin. Ma, da quando Domenico Finiguerra è stato eletto sindaco del suo paese, lo ha reso anche un Comune fra i più virtuosi in Italia: infatti, consapevole che ogni anno in Italia si perde una quantità di suolo pari a campi da calcio, egli ha dato il via al movimento Stop al consumo di territorio, dopo aver approvato un piano regolatore che esclude la possibilità di edificare occupando nuove superfici, diventando un modello per molte altre realtà locali: dalla non cementificazione all attento recupero dell esistente, dal supporto al movimento per l acqua bene comune alla valorizzazione del patrimonio artistico, visto come fonte di guadagno alternativa all urbanizzazione. Insomma sta indicando la strada da seguire per frenare quel processo autodistruttivo cui in Italia si assiste da decenni e diffondere la consapevolezza che la cosa pubblica è preziosa e va gestita in modo nuovo, non solo ecosostenibile bensì responsabile. Ci indigniamo davanti alle tragedie (ampiamente prevedibili e sempre più frequenti) causate dalle alluvioni, ma nessuno vuole ammettere di aver abusato di quel territorio in cui si vive, il quale usa l unica difesa che gli resta per protestare. Eppure già sul Corriere della Sera del 15 dicembre 1951 così scriveva Luigi Einaudi, allora presidente della Repubblica: «La lotta contro la distruzione del suolo italiano sarà dura e lunga, forse secolare. Ma è il massimo compito di oggi se si vuole salvare il suolo in cui vivono gli italiani». Compito previsto anche dall articolo 9 della Costituzione Italiana: La Repubblica tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione e, specialmente oggi, tutelare il paesaggio non significa solo tutelare un elemento di bellezza (come intendevano originariamente i padri costituenti), ma significa anche tutelare la campagna, chi vi abita e chi vi lavora, difenderla possibilmente dalle multinazionali della chimica, opporsi alle importazioni insensate di beni agricoli, e quindi ai trasporti su lunghe distanze ed all inquinamento globale. Per chi è interessato a saperne di più, può leggere il libro : Chiara Sasso e Domenico Finiguerra, Il suolo è dei nostri figli, con introduzioni di Salvatore Settis e Luca Mercalli, Instar Libri, 104 pagine, 9 FALEGNAMERIA FALCO di Antonio Falco Fabbricazione di mobili in legno Corso Umberto I (Parco Paradiso) Marigliano (NA) tel Attualità Lucia Pina Giraldi Natale torna ancora. ma comme? Natale torna ancora.ma comme? Questo è il titolo di un testo poetico, una frase che fa riflettere o meglio che dovrebbe farci riflettere, sì perché Natale torna ogni anno, riempiendo il cuore di gioia, riunendo le famiglie, tutti sono felici, si ride, si scherza, si mangia e si spendono soldi senza fine, manco se non mangiassimo chissà da quanto, e tutto in 10 giorni e gli altri 355 che facciamo? Il mondo forse no, non è cambiato mai e pace in terra no, non c è e non ci sarà perché noi non siamo uomini di buona volontà.così dice una canzone. Natale è sempre, è quando dai il tuo posto sull autobus all anziano, è quando accarezzi quel bambino che piange, è quando corri in aiuto dell amico malato, è quando ti commuovi davanti a un tramonto, è quando ti batti per i giusti diritti, è quando senti che tu sei importante per la famiglia, è quando non taci davanti alle ingiustizie.. Ll ommo se scorda o Cielo, quanno sta buono nun se mporta e niente:né e Dio e né d a gente! Sultanto quanno soffre e tene guaie s arricorda d o munno e, quacche vota, s avvicina a Dio. Natale torn ancor! Sì, Natale torna e tornerà ed è così che Dio ti chiama, Egli è povero senza te, non aspettare domani, potrebbe essere troppo tardi, il miglior regalo che puoi farti a Natale è il tuo sì all amore incondizionato.

5 Attualità Francesco Aliperti Bigliardo Regalo di Natale 5 Sergio Marchionne è l Amministratore Delegato del gruppo FIAT. Uno degli uomini più potenti ed in vista d Italia. Passerà alla storia di questo paese per avere di fatto sancito la morte del Contratto Collettivo Nazionale dei Lavoratori metalmeccanici ovvero, di quello strumento cui parti sociali, imprenditori e lavoratori avevano affidato il compito di operare la sintesi, delle travagliate contrattazioni che caratterizzarono la fine degli anni settanta. Si tratta a mio giudizio del regalo più amaro e indegno che si potesse consegnare alla comunità civile della nostra nazione. Competitività, efficienza, modernità sono gli scudi di cui governo, stampa addomesticata e sindacati allineati si sono serviti per forzare la resistenza della FIOM, unica tra le sigle del sindacato nazionale, realmente intenzionata a difendere la democrazia, ancor prima che i diritti dei lavoratori di questo paese. È bastato un ricatto travestito da referendum per far arretrare le condizioni dei lavoratori di circa sessant anni. Un ricatto operato su poche migliaia di lavoratori che, come annunciato, sarà a breve applicato ai lavoratori dell intero gruppo. Manovre meschine ed antidemocratiche, ampiamente annunciate e colpevolmente ignorate da quanti in questo paese da sempre si dicono alfieri della giustizia e della pace sociale. Quello che trovo personalmente più spregevole in tutta questa vicenda, è che ovunque la retorica e l ipocrisia trovino modo di affermarsi. Fanno retorica quei sindacati che si dicono orientati alla difesa della dignità dei lavoratori, dei posti di lavoro, dell ingresso dei giovani nel mondo del lavoro e poi di fatto orientati alla ratifica di tutte le modifiche imposte dalla controparte. Fa retorica il ministro del lavoro quando parla di crisi e di scenari foschi senza però illustrare cosa intende fare per lo sviluppo e la ricerca in campo industriale. Fa retorica l informazione accreditata quando invoca il diritto alla libertà di stampa, salvo poi impedire alle ragioni di chi si oppone, di ottenere la giusta visibilità. Fa retorica l onnipotente Sergio Marchionne, l uomo della Provvidenza che tutto fa e dispone, quando parla di investimenti certi e di restaurazione necessaria, senza dire nulla sulla ricerca che intende portare avanti e soprattutto sulla reale volontà della sua impresa di continuare a produrre automobili in Italia piuttosto che furtive serrate e folle di cassintegrati. In questo mondo di bugie pronunciate con l allegria che è degli impuniti di professione mi piace sottolineare le parole del sindaco di Napoli de Magistris che ha scelto di disertare la cerimonia di presentazione al pubblico del nuovo modello di Panda che la fiat produrrà negli stabilimenti di pomigliano d arco. In una nota del 14 dicembre il primo cittadino del capoluogo campano dice Oggi è un giorno importante perchè si ufficializza l inizio della produzione del nuovo modello Panda a Pomigliano, eppure non è certo un giorno di festa per il mondo del lavo- ro e per la democrazia Sarebbe stato bello che qualcun altro, in questo giorno così amaro, avesse trovato modo di solidarizzare con quanti, per conservare il proprio diritto al lavoro, privi delle necessarie protezioni, dovranno imparare a camminare a testa bassa e a trasformare la propria rabbia in una opportuna e sempre più muta rassegnazione.

6 6 Attualità Carmine Egizio La nazionalità dello stupratore Che brutta storia quella architettata alcune settimane fa da una sedicenne torinese. Recriminare sulla verginità perduta con un coetaneo (nonostante avesse promesso alla nonna che sarebbe arrivata pura al matrimonio) ed incolpare due rom di stupro, è davvero miserabile. Mi chiedo cosa sia la purezza per questa torinese e quanta importanza abbia dato ad una sciocca promessa di purezza nel corpo, se tutto il resto era così marcio. Se proprio di purezza dobbiamo parlare, beh, consiglierei la nonna di questa ragazza ad inculcarle altri valori: una purezza di pensiero, per esempio. Non c è niente di puro in una ragazza torinese che riesce ad incolpare di un atto così cruento degli innocenti, saltando dall altro lato e diventando da vittima, carnefice. In seguito alla sua menzogna, è partito il raid contro la baraccopoli dei rom e, come si usa purtroppo fare in questi casi, si è dato fuoco all accampamento. Alla fine i veri stupratori sono i due torinesi arrestati di 20 e 59 anni che hanno appiccato il fuoco con la collaborazione di un altra squadra di torinesi che sono stati identificati dalla polizia. Qualche giorno dopo, la ragazza torinese ha chiesto scusa per l accaduto sia ai bambini presenti nell accampamento che ai suoi concittadini, nei quali ha instillato quel seme di vendetta da tempo da attecchito le sue radici profonde. Non capisco perchè quando si tratta di rom si dà subito fuoco e quando a sbagliare sono altri non si faccia niente, ma ci si appelli ad uno strano senso della giustizia. Sappiamo benissimo che esistono dei quartieri borderline dove risiede, quando non è ospite delle patrie galere, l assortimento più ricco della malavita spicciola. Mi chiedo perchè, ragionando sul mio territorio i napoletani, non incendiano gli insediamenti delle 219 quando vengono scippati. Certo, uno scippo non è uno stupro. Bene, allora vi racconto una storia bruttissima, anche se credo che non vi sarà sfuggita. Una coetanea della ragazza torinese, ma questa volta di Brusciano, a pochi respiri dalle nostre case, esce con il suo fidanzatino napoletano. Sono le 10 di sera quando il ragazzo la accompagna a casa in motorino, solo che questi la porta alla vicina stazione della Circumvesuviana, a quall ora deserta, dove lo aspettano altri tre ragazzi napoletani che a turno violantano la sedicenne e la minacciano di non dire niente altrimenti metteranno il video in rete. Una volta a casa, la ragazza racconta tutto ai genitori che la accompagnano presso la locale stazione dei Carabinieri. I ragazzi napoletani, saputo della denuncia della ragazza, si presentano a casa della stessa minacciando anche la famiglia. Per adesso finisce che i Carabinieri arrestano i quattro napoletani minorenni, tre dei quali figli di pregiudicati, spedendoli al centro di prima accoglienza. Perchè non sono state bruciate le case di questi napoletani? Cosa sarebbe successo se i carnefici fossero stati dei rom? Queste sono le mie domande alle quali ognuno sa dare la sua risposta, aggiungendo che le case o le baracche non vanno mai bruciate. Avrete notato che ho evidenziato le parole rom, torinese, napoletano. E una segnalazione e un auspicio. Quando la nazionalità dello stupratore non è italiana, non c è nessuna difficoltà da parte dei giornali a scrivere rom, racchiudendo in essa tutto il disprezzo e il razzismo insito in quella parola. In quel preciso momento anche loro compiono uno stupro verso i nostri pensieri, violentando il nostro metro di giudizio. Bene, anche quando il colpevole è di nazionalità italica, vorrei che gli organi di stampa esprimessero l identificazione geografica dell individuo, sia esso un torinese o un napoletano. Il reato è reato e basta, non si può raccontare di un colpevole, da un lato come di un uomo e dall altro come di un rom, come se già questo costituisse un aggravante per il tribunale più severo: quello dell opinione pubblica. Per anni abbiamo creduto che i rom rapissero i bambini; al massimo se li portava via l uomo nero, mai quello bianco. Ne avessero preso almeno una volta uno di questi ladri di bambini.

7 Rubriche 7 Francesco Aliperti Bigliardo Ho fatto un sogno L ultimo 25 dicembre Il comunicato stampa che la Santa Sede ha diramato a firma del suo massimo esponente, non lascia dubbi sulla storica decisione di rinunciare alla data del 25 dicembre, come quella in cui la comunità cristiana festeggia la nascita del Bambino Gesù. Difficile stabilire gli effetti che questa sofferta presa di posizione scatenerà. Assai più agevole comprenderne invece le motivazioni. Come il Papa stesso sottolinea nella nota: la decisione si è resa necessaria vista l impossibilità di sottrarre una festa a carattere preminentemente spirituale e religioso, alle speculazioni di tipo economico - commerciale cui si è assistito negli ultimi trenta anni. Chiara dunque l intenzione di prendere le distanze da quelle icone che hanno soppiantato nell immaginario comune le immagini del Natale della nostra millenaria tradizione. Evidente pure la volontà di sbarazzarsi in maniera definitiva di renne, slitte ed alberi colmi di luccicanti chincaglierie, che così scarsa correlazione hanno con il racconto della venuta del figlio di Dio sulla Terra. Desta stupore pure la determinazione di sua Santità di manifestare vicinanza a tutti quegli artigiani, del presente e del passato che, nel solco della tradizione, hanno saputo leggere ed esaltare attraverso la propria arte, la rappresentazione della natività. Il pensiero del papa va in primis a tutti i miniaturisti della celeberrima San Gregorio Armeno, che come si può leggere all interno del comunicato hanno da sempre colto la meraviglia dell uomo di fronte al miracolo della divinità che per amore, si è fatta carne. Non ci sono indicazioni invece circa la nuova data in cui la chiesa cattolica intende celebrare la sua festa più rappresentativa. Indiscrezioni sembrano voler raccontare che la data sarà itinerante e segreta ogni anno, per sfuggire ai tentativi del marketing parassitario di appropriarsi delle eventuali nuove date stabilite dal calendario della chiesa. Staremo a vedere come evolverà la situazione, intanto ci prepariamo a festeggiare l ul- timo 25 dicembre della storia dell umanità, con la speranza che non si debba, per ragioni analoghe, rinunciare a breve pure alla festività imposta dalla domenica. Che non si debba cioè decretare la fine del biblico settimo giorno in cui l uomo contemporaneo dei call center, dei supermercati, dei centri commerciali sempre aperti, ha già da tempo smesso di riposarsi. Carmine Egizio Sottostante Cartoline Nonostante il nostro giornale non sia un quotidiano, ritengo importante ritornare su alcuni avvenimenti di questo ultimo periodo. Facciamo finta che sia andato in vacanza; queste sono le mie cartoline. Firenze, prima di ogni cosa. Nel tirare dritto, dopo aver visto occupare in un parcheggio un posto riservato ai portatori di handicap da un automobilista che non ne aveva diritto, nonostantece ne fossero tanti altri liberi, ho pensato a quelli come Gianluca Cassera. Mi sono chiesto quanto il mio e scusate, forse anche il vostro silenzio hanno dato vigore alle idee degli altri. Ho pensato a tutti quei tamburi di pistole caricati a pallottole di indiferenza lasciati esplodere contro chi ci è differente nelle idee, nel credo, nella pelle, nel fisico. Abbiamo ucciso quando abbiamo riso a certe battute dei nostri politici, inconsapevoli che in quel momento stavamo premendo un silenzioso grilletto. Seconda cartolina da Milano. In tv c era un dipendente di Trenitalia che piangeva, mentre la sua compagna parlava della loro bambina che nascerà tra pochi giorni. Tutto questo succedeva ai piedi della torre dove da giorni sono accampati un drappello di colleghi di quest uomo che protestano contro la decisione dell amministratore delegato Moretti, di sopprimere quelle corse notturne che per anni hanno unito Palermo a Milano, lasciando a casa 800 persone. Non lo so, Mensile della Comunità Cristiana di Pontecitra Parrocchia del Sacro Cuore Anno 12 - N. 4 - Direttore responsabile Don Pasquale Giannino Redazione Francesco Aliperti Bigliardo, Carmine Egizio, Lucia Pina Giraldi, Francesco Panetta, Doriana Pianese, Salvatore Sapio, Mariateresa Vitelli. Progetto grafico e impaginazione Carmine Egizio Questo giornale è scaricabile dal sito ma è come se leggessi in questa decisione una prova tecnica di vera secessione. Dove non arriva la politica arriva l economia. La Sicilia che si allontana sempre di più da Milano perchè manca un collegamento a buon mercato, a meno che non si decida di farsi colpire al portafoglio da una frecciarossa. In quell uomo e quella donna, che non erano proprio dei ragazzini, ho visto un Giuseppe e una Maria di questo tempo che cercano un altro Egitto per mettere in salvo, prima ancora che sia nato, il progetto più alto che due individui possano realizzare: donare la vita. Ultima cartolina, Roma. Il ministro Fornero, quella dalla lacrima facile per intenderci, ha detto che bisogna mettere mano all art. 18 dello statuto dei lavoratori, ritornando a sferruzzare lì dove il governo precedente non era riuscito ad arrivare. Mi chiedo perchè si ruoti sempre intorno all annullamento della norma che vieta ad un datore di lavoro il licenziamento senza giusta causa. Anni fa, questo diritto era stato rivendicato anche dall ex presidente di Confindustria Antonio D Amato. Diceva che se la moglie andava a letto con un suo dipendente, egli doveva avere il diritto di licenziarlo. Spaccino il tutto per un adeguamento all Europa, ma sotto c è un progetto di sottometter il lavoratore. Mi chiedo quando sarà che la smetteranno di prendersela con i dipendenti ed ammettere finalmente di aver sposato una donna...diciamo dai facili costumi.

8 8 Francesco Panetta Visto, Letto, Ascoltato Facciamo finta che sia vero Mezzo secolo di musica, di voglia di stupire di essere controtendenza di anticipare le mode e gli stili ma soprattutto sapere quando fare silenzio, tutto questo è stato è continua ad essere il grande Adriano Celentano. Sembra fatto di un altra pasta, inossidabile e dire poco, lui che p riuscito ad anticipare tutti con il suo stile unico ed il suo pensiero anticonformista, mentre gli altri dovevano cedere il passo ai mitici Beatles e Rolling Stones, lui continuava a sfornare pezzi su pezzi con il suo swing sempre originale. Nel suo mezzo secolo di successi, giunge un disco musicalmente vario e perfino sperimentale, Facciamo finta che sia vero con nove pezzi molto diversi fra loro. L album racchiude in se molte collaborazioni artistiche (Jovanotti, Manu Chao, Battiato, Pacifico, Negramaro ) ma ciò che stupisce è l intensità dei brani, dell emozione che trasmettono, la quale tocca l apice con il brano Mutuo scritto ed interpretato dallo stesso Adriano. E un brano emozionante, Celentano non fa tanti giri di parole inutili, và dritto al punto, parla della disastrosa situazione economica mondiale, ma la cosa bella è che nonostante le angosce che molti vivono, lui trasmette e invoca quella bellezza che è dentro di noi e che noi possiamo riconquistare. Sembra fare tutto ciò come un appello a tenere alta la speranza Ma noi possiamo ricominciare e fare le cose da capo, perché lei e li che ci aspetta fin dalla notte dei tempi Questo album tutto fa immaginare fuorché, essere interpretato da un settantacinquenne che anagraficamente non sarà più quello di 24mila baci ma che di suo ha una passione inesauribile, che lo porta a ribaltare le regole della musica e provare come un bambino a compiere esperimenti con la sua fantasia inesauribile. Rubriche Compendio al Catechismo della Chiesa Cattolica 84. Che cosa significa il titolo «Signore»? Nella Bibbia, questo titolo designa abitualmente Dio Sovrano. Gesù lo attribuisce a se stesso e rivela la sua sovranità divina mediante il suo potere sulla natura, sui demoni, sul peccato e sulla morte, soprattutto con la sua Risurrezione. Le prime confessioni cristiane proclamano che la potenza, l onore e la gloria dovuti a Dio Padre sono propri anche di Gesù: Dio «gli ha dato il Nome che è al di sopra di ogni altro nome» (Fil 2,9). Egli è il Signore del mondo e della storia, il solo a cui l uomo debba sottomettere interamente la propria libertà personale. APOSTOLATO DELLA PREGHIERA Intenzione Generale Per le vittime dei disastri naturali Intenzione Missionaria Per l impegno dei cristiani in favore della pace Intenzione dall Episcopato Italiano Per il dialogo ecumenico

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE -Scoprire un mondo intorno a sé; un dono stupendo il creato -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre -L alunno/a sa: -riflettere su Dio

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Parlare in famiglia Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Perché è importante? IMPORTANZA DEL DIALOGO IN FAMIGLIA stili educativi: autoritario, democratico,

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Tipologia Obiettivi Linguaggio suggerito Setting Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Una celebrazione

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª

ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª 1 ª UA - Dio Creatore e amico 1 Bim. Ott-Nov Scoprire che per la religione cristiana Dio è

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO INSEGNAMENTO IL MIO CUORE CANTA LE TUE LODI a cura di Carlo Arditi, Responsabile del Servizio Musica e Canto Nel preparare questa condivisione mi sono accorto che, pur non avendolo fatto apposta, anche

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA 1 ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L educazione religiosa nella scuola dell infanzia concorre alla formazione integrale del bambino, promovendo la maturazione

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni.

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Prima della conclusione della S. Messa, concelebrata da don Donato, don Giuseppe Pendinelli

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

Questa non è una lezione

Questa non è una lezione Questa non è una lezione Sono appunti, idee su Internet tra rischi e opportunità. Che vuol dire non dobbiamo stare a guardare? È il Web 2.0... i cui attori siete voi Chi vi ha insegnato ad attraversare

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Cammino 3-6 anni 13 gennaio 2015 Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Premessa Prima di condividere con voi le idee che come equipe abbiamo pensato di

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

In questo articolo l autrice, partendo da una considerazione sull importanza

In questo articolo l autrice, partendo da una considerazione sull importanza La forza dei simboli Elisabeth Löh Manna In questo articolo l autrice, partendo da una considerazione sull importanza che i simboli ricoprono nella nostra vita, ci aiuta a discernere quando se ne abusa

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014

PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014 PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014 Carissimi Educatori, come anticipato prima di Natale con alcune informazioni sulla Festa diocesana della Pace del 16 febbraio 2014, vi proponiamo

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare Statement-Incontro Mondiale delle Famiglie 1/5 Elisabeth & Bernhard Neiser / Nr. 20 Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare 1. Riflessioni introduttive: Domenica e giorno

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA 1. DIO E L UOMO CLASSE PRIMA 1.1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre 1.2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele, testimoniato

Dettagli

Il GPS di Dio Schema riassuntivo del messaggio e domande per i Piccoli Gruppi

Il GPS di Dio Schema riassuntivo del messaggio e domande per i Piccoli Gruppi Il GPS di Dio Schema riassuntivo del messaggio e domande per i Piccoli Gruppi Matteo 5:6 Beati quelli che sono affamati e assetati di giustizia, perché saranno saziati. Giovanni 10:27 Le mie pecore ascoltano

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Insegnante Damiani Elena L INSEGNAMENTO

Dettagli

www.parrocchiamadonnaloreto.it

www.parrocchiamadonnaloreto.it www.parrocchiamadonnaloreto.it Prima di Natale, ci sono quattro settimane che sono molto speciali settimane che prendono il nome di Avvento, perche caratterizzate dall Attesa. Qualcuno potrebbe dire: attesa

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO VERBICARO PLESSI : Molinelli, Pantano e Orsomarso INSEGNANTI :Biondi Beatrice - D Aprile Carmelina - Di Santo Tiziana

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO COSA E L insieme di attività avviate dall allenatore per formare il ragazzo, attraverso lo sport, ai valori umani e cristiani PARTI COINVOLTE - ALLENATORE RESP. ANNATA

Dettagli