Interoperabilità e standard OpenGIS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Interoperabilità e standard OpenGIS"

Transcript

1 INTEROPERABILITÀ E GIS WEB SERVICES Corso Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR Interoperabilità e standard OpenGIS...1 GIS Web Services...3 XML...5 Web Services...6 GIS Web Services...9 Formato standard per i dati vettoriali: GML...10 SVG...12 Standard OpenGIS per il web...16 OpenGIS - Web Map Server (WMS)...17 OpenGIS - Web Feature Server (WFS)...21 Interoperabilità e standard OpenGIS Interoperabilità è un termine usato cosi spesso nell industria GIS che ha quasi perso di significato. Immaginiamo di realizzare una applicazione che usi dati di produttori di GIS diversi, ad esempio visualizzare dati di un produttore, eseguire il plotting da un altro software, utilizzare funzionalità di analisi da un altro ancora e cosi via. O immaginiamo di dover integrare dati provenienti da diversi enti che richieda la visualizzazione dell unione dei file e permettere le query come se fosse un unico dataset. Tutto questo, al giorno d oggi è ancora un sogno. Negli esempi sopra esposti ci si rende conto che la tecnologia per l interoperabilità richiede una buona dose di armonizzazione, quindi accordi tra chi spedisce e riceve informazione. In altra parole abbiamo bisogno di standards. Diversi sistemi non saranno in grado di cooperare se non vengono definite delle interfacce standard. Nel mondo dell informazione digitale standard quindi testo, numeri, immagini, l interoperabilità è un dato di fatto. Possiamo spedire tra computer ed applicazioni diverse e le sono sempre leggibili. Possiamo scambiare documenti di testo o numeri, eseguire il copia incolla da diverse applicazioni, riusciamo a usare il contenuto senza grossi problemi da qualsiasi PC anche se il dato è stato creato da applicazioni diverse. 1

2 La storia cambia quando si tratta di dati GIS. AL momento non ci sono tipi di dato geografico ben conosciuti ed accettati senza problemi da qualsiasi software GIS. L informazione geografica è rappresentata in modo diverso dai diversi software, addirittura alcuni produttori di software GIS tengono privato il formato dei dati utilizzato. In questo modo è praticamente impossibile trasferire informazione geografica tra ambienti GIS diversi, senza una opportuna ma non sempre possibile, traduzione. Client1 Client2 Client3 Server1 Server2 Server3 Architettura di un sistema NON interoperabile Client1 Client2 Server1 Server2 Server3 Architettura di un sistema interoperabile Il problema dell interoperabilità nei GIS è molto sentito ma ancora non si è arrivati ad una soluzione definitiva. Troppi interessi contrastanti dei produttori rendono difficile percorrere fino in fondo questa strada. 2

3 Per questo motivo è nato nel 1994 l OpenGIS Consortium (http://www.opengis.org) come un consorzio internazionale che riunisce i maggiori produttori di software GIS e istituzioni universitarie e governative con lo scopo di proporre degli standard GIS che favoriscano l'interoperabilita'. OpenGIS si prefigge lo scopo di riunire gli utenti con i produttori di tecnologie GIS per raggiungere un accordo sulla definizione tecnica di interfacce aperte che rendano possibile la cooperazione tra i sistemi. Attualmente conta 321 membri che finanziano il consorzio,. I documenti di specifica vengono redatti dal consorzio OpenGIS secondo tre modalità. Tipicamente provengono da un meccanismo RFC, Request For Comments, cosi' come avviene per gli standard di Internet. Il consorzio propone un draft di standard, lo pubblica e poi raccoglie i commenti fino allo scadere di una deadline. Quello che ne risulta e' un documento che rispecchia le volonta' del consorzio e degli utenti che hanno sottomesso dei commenti. TerraServer - MapQuest - EPA - Alcuni sistemi di Mapping non interoperabili 3

4 Sorgente A GetMap Territorio Sorgente B GetMap Acqua GetMap Sorgente C Web Mapping Client Confini Un sistema web mapping interoperabile Per poter realizzare un sistema interoperabile sono necessari, come abbiamo visto, gli standards, ovvero la definizione di interfacce di comunicazione standard tra i vari sistemi. Nel seguito vedremo alcune tecnologie che permettono di rendere la applicazioni interoperabili GIS Web Services In questa sezione vedremo la tecnologia per realizzare GIS Web Services, ovvero servizi webgis orientati alle applicazioni. Per rendere possibile la comunicazione tra applicazioni web è essenziale impiegare delle interfacce standard che permettano lo scambio di informazioni tra due applicazioni (tra due computer invece che tra computer e umani). Vedremo quindi il linguaggio XML e la sua versione geografica, GML. Poi vedremo come l organizzazione OpenGIS OpenGeospatial consortium abbia definito delle specifiche di comunicazione per MapServer, il Web Map Server e il Web Feature Server. Queste specifiche permettono di realizzare Mapserver 4

5 interoperabili, ovvero in grado di comunicare tra loro per scambiarsi informazione di tipo geografica. XML XML (extensible Markup Language) è un linguaggio per il web nato nel 1998 come raccomandazione del W3C (consorzio di aziende che si occupa della definizione e dell aggiornamento della maggior parte degli standard del mondo Internet ) È un sottoinsieme di SGML (Standard Generalized Markup Language): metalinguaggio per la definizione di molteplici linguaggi particolari: i Markup Language È utilizzato per descrivere le informazioni in formato testuale, secondo una struttura gerarchica ad albero. XML non è solo una tecnologia per il Web; infatti è compatibile con qualsiasi piattaforma hardware e software. È pensato per gestire qualsiasi tipo di contenuto che possa essere descritto in forma di testo e può diventare lo standard per l interscambio dei dati di ogni applicazione. Inoltre è open source e ben supportato da un ampia comunità in espansione di strumenti ed esperti in questa tecnologia. XML è un linguaggio estensibile. Infatti, mentre in HTML i tag sono predefiniti dal W3C, in XML ogni utente può definire insiemi di tag ad hoc, cioè per un dominio specifico (detto vocabolario XML). Caratteristica principale di XML, per il Web, è che XML separa il contenuto dalla presentazione. Mentre lo scopo di HTML è descrivere l apparenza grafica (layout) di una pagina, lo scopo di XML è quello di strutturare delle informazioni secondo la logica richiesta dall applicazione. La visualizzazione grafica della pagina XML avviene mediante una trasformazione descritta da un foglio di stile che contiene le informazioni per la presentazione. Esempio XML: <business-card> <persona> <titolo> Sig. </titolo> <nome> Mario </nome> <cognome> Rossi </cognome> </persona> <indirizzo> 5

6 <strada> Via Verdi </strada> <numero-civico> 12 </numero-civico> <cap> </cap> <città> Pisa </città> </indirizzo> </business-card> Web Services I servizi web (web services) sono applicazioni auto-contenute che forniscono funzionalità specifiche ad altre applicazioni via Internet. Le applicazioni possono accedere ai web services tramite protocollo HTTP e con formato XML senza preoccuparsi di come i servizi sono realizzati. 6

7 Un servizio web descrive un insieme di operazioni; possiamo pensare a tali operazioni come alle funzioni messe a disposizione da una libreria condivisa, o alle classi di un package Java. Stiamo considerando, inoltre, uno scenario di applicazioni distribuite, che fruiscono del servizio attraverso una rete. La comunicazione tra il web service e le altre applicazioni avviene tramite messaggi codificati in un formato XML (tipicamente SOAP). Il paradigma dei web services può essere quello del fornitore di energia elettrica con tutti i clienti, gli strumenti che usano quel servizio per far funzionare applicativi. In questo mondo, l interfaccia è la spina che abbiamo a casa, che ci permette di attingere a quel servizio. Clients Client usano il servizio tramite l interfaccia Service Access Point Fornitore di energia elettrica Un servizio web può essere a sua volta descritto mediante una descrizione del servizio che specifica in modo formale tutte le informazioni necessarie per la sua 7

8 invocazione: ad esempio la localizzazione, il formato dei messaggi, il protocollo di trasporto. La descrizione dei servizi web è anch'essa basata su un apposito formato XML: WSDL (Web Services Description Language). Una delle caratteristiche più interessanti dei web services è la possibilità di utilizzarli per comunicazioni e scambi di informazioni automatici: non interazione tra persona e applicazione (come avviene nella navigazione sul web) bensì interazione tra applicazioni. La descrizione formale e standardizzata dei servizi web, infatti, consente la ricerca e l'utilizzo dei web services senza richiedere necessariamente l'intervento umano. Ad esempio, un agente software potrebbe essere istruito per svolgere un determinato compito utilizzando automaticamente un servizio web; altrettanto automaticamente, l'agente potrebbe interrogare un repertorio di servizi web per cercare altri servizi di cui avesse bisogno. 8

9 GIS Web Services I GIS web services sono web services che eseguono tasks di geoprocessing come: o o o o Address matching Proximity searches Routing Mapping I GIS web services permettono agli sviluppatori di applicazioni di integrare funzionalità GIS nelle loro applicazioni web senza dover realizzare la funzionalità localmente. Esempi: ESRI Arc Web Services: <?xml version='1.0' encoding='utf-8'?> <soap:envelope xmlns:xsi='http://www.w3.org/2001/xmlschema-instance' xmlns:xsd='http://www.w3.org/2001/xmlschema' xmlns:soap='http://schemas.xmlsoap.org/soap/envelope/' xmlns:soapenc='http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/' soap:encodingstyle='http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/'> <soap:body> <ns0:findplace xmlns:ns0='http://arcweb.esri.com/placefindersample'> <placename xsi:type='xsd:string'>redlands</placename> </ns0:findplace> </soap:body> </soap:envelope> Esempio di messaggio SOAPper un servizio di findplace findplace è un tag al cui interno si trovano i parametri della funzione, rappresentati come tag. Il Place Finder Sample Web Service rimane in ascolto su richieste di questo tipo e ritorna una risposta che contiene informazioni sulla località. 9

10 Alcuni Link Formato standard per i dati vettoriali: GML GML (Geography Markup Language) è una versione di XML per la modellazione, lo scambio e la memorizzazione di informazioni geografiche che include proprietà spaziali e non. Esso è definito dall Open GIS Consortium (OGC) che ha realizzato e approvato la versione 3.1 della specifica del linguaggio GML (febbraio 2004) (http://www.opengeospatial.org/standards/gml) Come il linguaggio XML, GML è testuale: per essere visualizzato deve essere trasformato in un formato grafico vettoriale come VML o SVG. In GML 2.0 gli schemi fondamentali sono: Feature schema Geometry schema Xlink schema Una feature geografica è una astrazione di una entità o di un fenomeno del mondo reale alla quale è associata una collocazione relativa sulla Terra. Geometry schema è usato per definire le proprietà geometriche delle features utilizzando punti, linee, poligoni Xlink schema specifica come devono essere usati i link in GML per implementare le associazioni fra gli oggetti GML Esempio <CityModel xmlns:gml="http://www.opengis.net/gml" <River> <gml:description>the river through Cambridge.</gml:description> 10

11 <gml:name>cam</gml:name> <gml:centerlineof> <gml:linestring srsname="http:// url /gml/srs/epsg.xml#4326"> <gml:coord> <gml:x>0</gml:x> <gml:y>50</gml:y> </gml:coord> <gml:coord> <gml:x>70</gml:x> <gml:y>60</gml:y> </gml:coord> </gml:linestring> </gml:centerlineof> </River> </CityModel> Ogni istanza di una feature è rappresentata da un elemento XML il cui nome è dato dal tipo semantico cioè una categoria del mondo reale (in questo esempio river). Il namespace indicato dal prefisso gml: indica che i corrispettivi nomi locali che lo seguono sono stati definiti negli schemi. Per validare un file GML dovrò scrivere uno schema che importa gli schemi GML e che definisce i nuovi tag utilizzati (in questo esempio CityModel, River, ). La nuova versione (3.0) estende la precedente ed è compatibile con essa. Comprende molti più schemi XML (33!) per trattare un gran numero di tipi di oggetti per la descrizione di dati geografici Geometria (anche 3D) Topologia Dati temporali Coverages Osservazioni Sistemi di riferimento di coordinate e unità di misura Supporto per i metadati Gli schemi si possono scaricare all indirizzo: GML si può usare in abbinamento a SVG per visualizzare su web dati geografici 11

12 SVG SVG è un modo per descrivere dati grafici vettoriali per il web. La grafica vettoriale descrive la grafica in termine di linee, curve etc. SVG può essere visualizzato tramite un plug-in Esempio: <?xml version="1.0"?> <svg viewbox=" " width="300" height="300"> <!-- Generate a background --> <g> <path style="fill: pink" d="m0,0 h300 v300 h-300 z"/> </g> <!-- Some shapes and colors --> <g> <circle style="fill: green; fill-opacity: 0.5" cx="150" cy="150" r="50"/> <rect style="fill: blue; stroke: white" x="50" y="50" width="100" height="100"/> <text style="fill: red; font-size: 24pt" x="25" y="250">welcome to SVG!</text> </g> </svg> L XSLT (Extensible Stylesheet Language Transformation) è un linguaggio per la trasformazione di un documento XML in un altro documento XML ed è lo strumento utilizzato anche per fornire lo stile della visualizzazione 12

13 13

14 14

15 Stile della strada Phayathai Road Apply Style feature= strada Geometry Encoding Applicare uno stile di visualizzazione e trasformazione in SVG Trasforma i miei Edit dati geo data in GML! by mouse Output GML file <GML> <Line>10,10,40,45</Line> <Polygon>40,40,50,45,33,34,45,67< /Polygon> </GML> HTTP 15

16 Standard OpenGIS per il web Per il Web, OGC definisce le specifiche per i Web GIS Services, il cui funzionamento può essere definito in quattro passi: 1. Il client contatta il server e lo interroga sulle sue funzionalità 2. il server fornisce al client un documento XML con le funzionalità del servizio supportate 3. il client chiede i dati al server 4. il server fornisce i dati richiesti L architettura proposta per gli OGC web services è mostrata in figura: 16

17 0service%22 OGC definisce due tipo di Web Server: Il Web Map Server che fornisce mappe grafiche e Web Feature Server che fornisce feature geografiche in formato GML. OpenGIS - Web Map Server (WMS) L OpenGIS Web Map Service (WMS) Implementation Specification definisce tre operazioni (GetCapabilities, GetMap, and GetFeatureInfo) per la creazione e la visualizzazione di mappe che possono provenire da multiple sorgenti di informazione. Quando un client e un server implementano WMS, ogni client può accedere mappe fornite da qualsiasi server e può combinare mappe (con overlay) da uno o più server. Vediamo nel dettaglio le tre interfacce: GetCapabilities: Ottiene metadati del tipo machine-readable (e humanreadable) quindi XML, di descrizione del contenuto informativo del WMS's e dei parametri accettati. GetMap: ottiene una immagine della mappa dove i parametri geospaziali e dimensioni sono definiti. GetFeatureInfo (opzionale): chiede informazioni su particolari funzionalità Lo standard OGC definisce quali sono i parametri e che formato hanno per ognuna di queste interfacce. 17

18 Master SIT Map Server Viewer Client Web Browser Web Map Servers internet Map Server Map Server Map Server Interoperabilità significa mappe composte da N Server version=1.1.0&service=wms&request=getmap&srs=epsg:4326& bbox= , , , &width=500&height=300 &layers=l7o_b743:ceoware2&format=image/gif&transparent=true &exceptions=application/vnd.ogc.se inimage&styles=default 18

19 version=1.1.0&service=wms&request=getmap&srs=epsg:4326& bbox= , , , &width=500&height=300 &layers=route_1:bndt/ntdb-250k&format=image/gif&transparent=true &exceptions=application/vnd.ogc.se inimage&styles=default GetCapabilities Forinisce metadati in formato XML sulle funzionalità e metadati dei layer. Esempio: &version=1.1.1&service=wms&request=getcapabilities 19

20 version=1.1.1&service=wms&request=describelayer&layers=rivers GetMap Ritorna un immagine grafica dei dati basata sull area di interesse. Solo immagini, non features, non attributi. Tra i parametri: service (multiple services may exists from this service, e.g. WMS, WFS, WCS) request (GetMap) width (output image width) height (output image height) layers (data desired to be visualized) - Get this from GetCapabilities info Comma-separated list Esempio. Layers=elevation,roads,railways, Esempio: e=wms&request=getmap&srs=epsg:4326&bbox=-180,- 90,180,90&format=image/png&layers=land_shallow_topo_2048,rivers&styles=,&transparent=true &width=500&height=300 Esempi: bin/services/global?version=1.1.1&request=map&srs=epsg:4326&bbox=-180,- 90,180,90&width=400&height=200&format=JPEG&layers=lakes& 20

21 OpenGIS - Web Feature Server (WFS) Mentre il risultato di un WebMap Server è puramente grafico, un WFS fornisce entità geografiche o features. Un feature è un oggetto geografico con delle proprietà, tra cui la geometria, ovvero punti linee poligoni. Le interfacce di BASE definite sono: GetCapabilities Fornisce una lista dei tipi di feature disponibili nel WFS e quali operazioni supporta. DescribeFeatureType Fornisce una descrizione della struttura di un dato tipi di feature. GetFeature Fornisce accesso alle features basato su un filtro che vincola il risultato ritornato spazialmente o non spazialmente. Mentre quelle TRANSAZIONALI, opzionali, sono: LockFeature - (Opzionale) fornisce la capacità di lockare una feature. Transaction Fornisce la capacità di inserire, aggiornare e cancellare features. Ovviamente la possibilità di avere operazioni di updating fa emergere problematiche di sicurezza. Riferimenti Web mapping course powerpoints: OpenGIS Consortium: 21

VII meeting utenti italiani di GRASS Genova, 23-24 febbraio 2006 MapServer e servizi web: introduzione e prime verifiche

VII meeting utenti italiani di GRASS Genova, 23-24 febbraio 2006 MapServer e servizi web: introduzione e prime verifiche VII meeting utenti italiani di GRASS Genova, 23-24 febbraio 2006 MapServer e servizi web: introduzione e prime verifiche Maria Antonia Brovelli maria.brovelli@polimi.it Marco Negretti marco.negretti@polimi.it

Dettagli

Utilizzo dei geoservizi in QGIS

Utilizzo dei geoservizi in QGIS Introduzione a QGIS, software free & Open Source per la gestione di dati territoriali Genova, 27 marzo 2013 Cosa si intende per geoservizio? Un geoservizio permette la consultazione, l elaborazione e la

Dettagli

Applicazione di standard di interoperabilità spaziale all interno dell infrastruttura dei dati geografici della Regione Calabria

Applicazione di standard di interoperabilità spaziale all interno dell infrastruttura dei dati geografici della Regione Calabria Applicazione di standard di interoperabilità spaziale all interno dell infrastruttura dei dati geografici della Regione Calabria G.Calabretta ***, T. Caracciolo *, V.Marra *, M.Sisca **, F.Teti ** (*)

Dettagli

MapServer. Marco Negretti. Politecnico di Milano Polo Regionale di Como e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi.

MapServer. Marco Negretti. Politecnico di Milano Polo Regionale di Como e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi. MapServer Marco Negretti Politecnico di Milano Polo Regionale di Como e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi.it Università degli Studi di Genova - 13/05/10 introduzione MapServer

Dettagli

Corso di Basi di Dati Spaziali. WebGIS e GeoServer. Tipologie di WebGIS. Vantaggi e Svantaggi. Geography Markup Language (GML) Standard

Corso di Basi di Dati Spaziali. WebGIS e GeoServer. Tipologie di WebGIS. Vantaggi e Svantaggi. Geography Markup Language (GML) Standard Cos è un? Cos è un? Caratteristiche dei Esempi di Disponibili Architettura dei Università degli Studi di Udine Corso di Laurea in Informatica Corso di Basi di Dati Spaziali e Un è un Sistema Informativo

Dettagli

WebGis Comune di Novara

WebGis Comune di Novara 1 / 12 Progetto GeoCivit@s 2 / 12 Premesse Con il presente documento si descrive sinteticamente la nuova applicazione personalizzata per la pubblicazione dei dati geografici. Tale documento contiene una

Dettagli

GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico

GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico Guida all'accesso ai Map Service WMS e WMTS con Q-GIS (v. 2.0) Versione 01 novembre 2013 Redazione Arpa Piemonte - Sistema Informativo

Dettagli

Introduzione a webgis e Open Web Services (OWS)

Introduzione a webgis e Open Web Services (OWS) Università degli Studi di Genova 18 maggio 2011 Introduzione a webgis e Open Web Services (OWS) Marco Negretti - marco.negretti@polimi.it Politecnico di Milano Indice Introduzione generale webgis Open

Dettagli

Componenti di un GIS 30/11/2009. Un GIS non è solamente un DB spaziale

Componenti di un GIS 30/11/2009. Un GIS non è solamente un DB spaziale Componenti di un GIS Un GIS non è solamente un DB spaziale Corso di Basi di Dati Spaziali a.a. 2009/2010 Dott. Paolo Gallo Le applicazioni richiedono strumenti per la pubblicazione e l editing dei dati

Dettagli

La realizzazione di WebGis con strumenti "Open Source".

La realizzazione di WebGis con strumenti Open Source. La realizzazione di WebGis con strumenti "Open Source". Esempi di impiego di strumenti a sorgente aperto per la realizzazione di un Gis con interfaccia Web Cos'è un Web Gis? Da wikipedia: Sono detti WebGIS

Dettagli

Utilizzo dei servizi WMS e WFS

Utilizzo dei servizi WMS e WFS Servizi_WMS-WFS_SIT_Puglia.pdf Emesso il : 31/01/2014 Documento per gli utenti internet Utilizzo dei servizi WMS e WFS ABSTRACT Il documento presenta le modalità di connessione a PUGLIA.CON in modalità

Dettagli

Prodotti WebGIS commerciali

Prodotti WebGIS commerciali PRODOTTI WEBGIS Corso WebGIS - Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2006/2005 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Prodotti WebGIS commerciali...1 ESRI ArcIMS...1 Intergraph - GeoMedia WebMap...5 AutoDesk...6

Dettagli

GEOPORTALE Arpa Piemonte

GEOPORTALE Arpa Piemonte GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico Guida all' accesso ai Map Service WMS con ESRI ArcGIS Versione 01 novembre 2011 Redazione Arpa Piemonte - Sistema Informativo Ambientale

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Progetto SITR - IDT

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Progetto SITR - IDT DELLA SARDEGNA Progetto SITR - IDT Obiettivi del progetto SITR Scopo dell iniziativa è: realizzare un ambiente nel quale gli attori possano cooperare tra loro ed interagire con la tecnologia alfine di

Dettagli

Strumenti GIS Open Source

Strumenti GIS Open Source Strumenti GIS Open Source gvsig C l a u d i o S c h i f a n i no strumento GIS Open Source in evoluzione Le origini del progetto Cosa è gvsig Quali sono le sue potenzialità di analisi dei dati Sviluppi

Dettagli

Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006. Chiara Renso. ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it. Contenuti del Corso

Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006. Chiara Renso. ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it. Contenuti del Corso WEB & GIS Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Contenuti del Corso 1. Introduzione 2. Internet e Tecnologia Web 3. Il server web: IIS, Apache, IIS 4. Il

Dettagli

GIS e dati - Breve Introduzione

GIS e dati - Breve Introduzione 44th Annual Conference of the Italian Operational Research Society (AIRO 2014) Como 2-5 September 2014 Polo Territoriale di Como Laboratorio di Geomatica GIS e dati - Breve Introduzione Marco Negretti

Dettagli

GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture. Docente: Cristoforo Abbattista email: abbattista@planetek.it

GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture. Docente: Cristoforo Abbattista email: abbattista@planetek.it GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture Docente: Cristoforo Abbattista email: abbattista@planetek.it V lezione Prodotti e tecnologie GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture GIS e Geo WEB: piattaforme

Dettagli

Arch. Claudio Schifani 1

Arch. Claudio Schifani 1 DA KOSMO A GVSIG PASSANDO PER GEOSERVER I due software che utilizzeremo in questa esercitazione sono Kosmo (deriva dal più ampio progetto Jump) e Geoserver (server open source per la pubblicazione e la

Dettagli

PROGETTO STRATEGICO PTA PIATTAFORMA TECNOLOGICA ALPINA: UNO STRUMENTO TRANSFRONTALIERO PER LA CONDIVISIONE DI INFRASTRUTTURE E SERVIZI

PROGETTO STRATEGICO PTA PIATTAFORMA TECNOLOGICA ALPINA: UNO STRUMENTO TRANSFRONTALIERO PER LA CONDIVISIONE DI INFRASTRUTTURE E SERVIZI Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia Svizzera 2007-2013 PROGETTO STRATEGICO PTA PIATTAFORMA TECNOLOGICA ALPINA: UNO STRUMENTO TRANSFRONTALIERO PER LA CONDIVISIONE DI INFRASTRUTTURE

Dettagli

I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo

I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo Filippo DEL GUZZO (*), Valentina VALLERIANI (*), Alessandro CACCHIONE (*) (*) Regione Abruzzo, Struttura Speciale di

Dettagli

Tecniche Multimediali

Tecniche Multimediali Chiedersi se un computer possa pensare non è più interessante del chiedersi se un sottomarino possa nuotare Edsger Dijkstra (The threats to computing science) Tecniche Multimediali Corso di Laurea in «Informatica»

Dettagli

GUIDA OPERATIVA AI SERVIZI WEBGIS MEDIANTE ARCGIS

GUIDA OPERATIVA AI SERVIZI WEBGIS MEDIANTE ARCGIS GUIDA OPERATIVA AI SERVIZI WEBGIS MEDIANTE ARCGIS Data 28/02/2012 A- I Servizi WebGIS 1 Introduzione I Servizi WebGIS I servizi di webmapping o WebGIS sono sistemi informativi geografici (GIS) pubblicati

Dettagli

ArcGIS - ArcView ArcCatalog

ArcGIS - ArcView ArcCatalog ArcGIS - ArcView ArcCatalog Marco Negretti Politecnico di Milano Polo Regionale di Como e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi.it 12/11/08 - v 3.0 ArcCatalog ArcCatalog: strumento

Dettagli

Direzione generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche

Direzione generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche Specifiche tecniche per la condivisione e pubblicazione sul Geoportale

Dettagli

SVILUPPO DI WEB SERVICES PER L INTEROPERABILITÀ DI INFORMAZIONI GEOGRAFICHE NEL CONTESTO ITALIANO ED EUROPEO

SVILUPPO DI WEB SERVICES PER L INTEROPERABILITÀ DI INFORMAZIONI GEOGRAFICHE NEL CONTESTO ITALIANO ED EUROPEO SVILUPPO DI WEB SERVICES PER L INTEROPERABILITÀ DI INFORMAZIONI GEOGRAFICHE NEL CONTESTO ITALIANO ED EUROPEO Luca DELL AMICO (*), Corrado IANNUCCI (**), Marcello MARINELLI (***), Valter SAMBUCINI (***)

Dettagli

Uno strumento di base per la pubblicazione di dati geografici su Web

Uno strumento di base per la pubblicazione di dati geografici su Web Alveo WMS connector Uno strumento di base per la pubblicazione di dati geografici su Web Autori Francesco Marucci, Claudio Zoppellari Settore GIS Cooperativa Alveo, Territorio e geoinformatica via Guerrazzi,

Dettagli

GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE. MEDIANTE Autocad Map 3D

GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE. MEDIANTE Autocad Map 3D GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE Autocad Map 3D Data 28/02/2012 I Servizi WebGIS 1. Introduzione I Servizi WebGIS Il software cartografico AutoCAD Map 3D è un applicazione per la pianificazione

Dettagli

:: RNDT. repertorio nazionale dei dati territoriali. 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1

:: RNDT. repertorio nazionale dei dati territoriali. 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1 :: RNDT repertorio nazionale dei dati territoriali 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1 I dati territoriali della Pubblica Amministrazione 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 2 Codice dell Amministrazione Digitale

Dettagli

Visualizzare livelli WMS e WFS

Visualizzare livelli WMS e WFS Visualizzare livelli WMS e WFS SITAR - Regione Liguria Settore Sistemi Informativi e Telematici Regionali via Fieschi, 15 16121 - GENOVA tel. sportello 010 548 4170 fax sportello 010 548 4184 infoter@regione.liguria.it

Dettagli

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R.S. RSDI Basilicata. Standard per l Interoperabilità con la RSDI Basilicata

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R.S. RSDI Basilicata. Standard per l Interoperabilità con la RSDI Basilicata UFFICIO S. I. R.S. RSDI Basilicata Standard per l Interoperabilità con la RSDI Basilicata Autori: Anna Maria Grippo Ufficio SIRS Data di creazione: Ottobre 2012 Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2013 Versione:

Dettagli

Web applications for geographical data. Alberto Belussi maggio 2007

Web applications for geographical data. Alberto Belussi maggio 2007 Web applications for geographical data Alberto Belussi maggio 2007 Applicazioni Web Cos è un applicazione Web? Un applicazione Web e un software che adotta come interfaccia verso l utente finale un ipertesto

Dettagli

Una soluzione WEB-GIS per la pubblicazione di dati statistici della Regione Sardegna

Una soluzione WEB-GIS per la pubblicazione di dati statistici della Regione Sardegna Una soluzione WEB-GIS per la pubblicazione di dati statistici della Regione Sardegna Sergio Loddo, Luca Devola GFOSS - Cagliari, 27 febbraio 2009 Indice 1. Presentazione 2. Progetto 3. Architettura, metodologia

Dettagli

Master SIT Settembre 2006. Corso Web & GIS - Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006. Chiara Renso. ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.

Master SIT Settembre 2006. Corso Web & GIS - Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006. Chiara Renso. ISTI- CNR c.renso@isti.cnr. COSTRUIRE APPLICAZIONI WEB GIS: SERVIZI E STRATEGIE Corso - Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it I servizi WebGIS...1 Download di dati...3 Visualizzazione

Dettagli

!!! Progettazione!e!sviluppo!del!DSS5WebGIS! Waves!Energy! !!!!!! M.!Pollino,!L.!La!Porta,!E.!Caiaffa! !!!!! Report!RdS/PAR2013/168!

!!! Progettazione!e!sviluppo!del!DSS5WebGIS! Waves!Energy! !!!!!! M.!Pollino,!L.!La!Porta,!E.!Caiaffa! !!!!! Report!RdS/PAR2013/168! Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ProgettazioneesviluppodelDSS5WebGIS WavesEnergy M.Pollino,L.LaPorta,E.Caiaffa

Dettagli

Attività previste per lo sviluppo del progetto di ricerca:

Attività previste per lo sviluppo del progetto di ricerca: Attività previste per lo sviluppo del progetto di ricerca: ICAD-GEO - Studio di fattibilita per la realizzazione di un progetto per la realizzazione di una infrastruttura per la cooperazione applicativa

Dettagli

XML Master di II livello "Sistemi informativi geografici per il monitoraggio e la gestione del territorio"

XML Master di II livello Sistemi informativi geografici per il monitoraggio e la gestione del territorio XML Master di II livello "Sistemi informativi geografici per il monitoraggio e la gestione del territorio" Claudio Rocchini claudio@rockini.name Istituto Geografico Militare 2013 Introduzione a XML extensible

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

ArcGIS. Server. Un Server GIS completo e integrato

ArcGIS. Server. Un Server GIS completo e integrato ArcGIS Server Un Server GIS completo e integrato ArcGIS Server Un Server GIS completo e integrato ArcGIS Server connette gli utenti all informazione geografica. Aziende di piccole e grandi dimensioni utilizzano

Dettagli

OneGeology-Europe: architettura, geoportale e servizi web per rendere accessibile la Carta Geologica d Europa

OneGeology-Europe: architettura, geoportale e servizi web per rendere accessibile la Carta Geologica d Europa OneGeology-Europe: architettura, geoportale e servizi web per rendere accessibile la Carta Geologica d Europa Carlo Cipolloni (*), Agnes Tellez-Arenas (**), Jean-Jeacques Serrano (**), Robert Tomas (***)

Dettagli

Visualizzazione, interrogazione e modifica dei database topografici.

Visualizzazione, interrogazione e modifica dei database topografici. Visualizzazione, interrogazione e modifica dei database topografici. La soluzione WebGIS su misura per visualizzazione, interrogazione e gestione operativa, comprensiva di editing, di cartografia e database

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE QUANTUM GIS

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE QUANTUM GIS Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE Titolo Guida all accesso dei Web Service mediante l utilizzo del software Quantum GIS. Autore

Dettagli

Enrico Fagnoni BOTK IN A NUTSHELL

Enrico Fagnoni <e.fagnoni@e-artspace.com> BOTK IN A NUTSHELL Enrico Fagnoni BOTK IN A NUTSHELL 20/01/2011 1 Business Ontology ToolKit Business Ontology Toolkit (BOTK) è un insieme estensibile di strumenti per realizzare applicazioni basate

Dettagli

L esperienza GeoSDI Della Protezione Civile Nazionale

L esperienza GeoSDI Della Protezione Civile Nazionale L esperienza GeoSDI Della Protezione Civile Nazionale a cura di Claudio Schifani Infrastruttura dei dati territoriali per la gestione di scenari di emergenza in Italia - GeoSDI Perchè Realizzare un Sistema

Dettagli

mario rossi 1230 Tag di chiusura dato. Tag di apertura

<utente> <nome>mario</nome> <cognome>rossi</cognome> <saldo>1230</saldo> </utente> Tag di chiusura dato. Tag di apertura Interoperabilità e linguaggio XML Nel laboratorio precedente abbiamo visto come tramite BPMN sia possibile istruire un sistema informatico a gestire i flussi di attività. Si tratta però di attività interne

Dettagli

Il Portale del Servizio Geologico d Italia d come strumento di diffusione delle banche dati geologiche e geotematiche

Il Portale del Servizio Geologico d Italia d come strumento di diffusione delle banche dati geologiche e geotematiche 2 Riunione Gruppo GIT 4-5 giugno 2007 - Bevagna (PG) Il Portale del Servizio Geologico d Italia d come strumento di diffusione delle banche dati geologiche e geotematiche Autori: L. Battaglini, V. Campo,

Dettagli

Introduzione a XML: Document Type Definition; parser XML; XML-schema; extensible Stylesheet Language. a.a. 2004/05 Tecnologie Web 1

Introduzione a XML: Document Type Definition; parser XML; XML-schema; extensible Stylesheet Language. a.a. 2004/05 Tecnologie Web 1 Introduzione a XML: Document Type Definition; parser XML; XML-schema; extensible Stylesheet Language a.a. 2004/05 Tecnologie Web 1 XML - I XML (exstensible Markup Language): XML è un formato standard,

Dettagli

Internet e Tecnologia Web

Internet e Tecnologia Web INTERNET E TECNOLOGIA WEB Corso WebGis per Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Internet e Tecnologia Web...1 TCP/IP...2 Architettura Client-Server...6

Dettagli

Realizzazione di un geoservizio conforme ad INSPIRE per i DB topografici 2k della Regione Lombardia

Realizzazione di un geoservizio conforme ad INSPIRE per i DB topografici 2k della Regione Lombardia Giornata GIS 2008 - Lugano, 10 ottobre Realizzazione di un geoservizio conforme ad INSPIRE per i DB topografici 2k della Regione Lombardia Michele Beretta - michele.beretta@ieee.org Maria Antonia Brovelli

Dettagli

XML. XML è contemporaneamente: XML non è:

XML. XML è contemporaneamente: XML non è: XML XML è contemporaneamente: Linguaggio di annotazione (Markup) che permette di creare gruppi di marcatori (tag set) personalizzati (MathML, XHTML, chemicalml, ecc..) Formato standard per lo scambio dei

Dettagli

Il Geoportale ed il Nuovo Repertorio Cartografico comunale. Comune di Pisa

Il Geoportale ed il Nuovo Repertorio Cartografico comunale. Comune di Pisa Il Geoportale ed il Nuovo Repertorio Cartografico comunale Comune di Pisa ESRI Geoportal Server È un prodotto gratuito e Open Source che permette la ricerca e l'uso di risorse geospaziali tra cui dataset,

Dettagli

Sistemi informativi territoriali open source

Sistemi informativi territoriali open source Sistemi informativi territoriali open source Paolo Cavallini cavallini@faunalia.it www.faunalia.it www.gfoss.it piazza Garibaldi, 5 56025 Pontedera PI 0587-213742 348-3801953 GIS e DSS Geographic Information

Dettagli

WEBGIS 1.0. Guida per l utente

WEBGIS 1.0. Guida per l utente WEBGIS 1.0 Guida per l utente SOMMARIO 1 INTRODUZIONE...3 2 FUNZIONALITA...4 2.1 Strumenti WebGIS... 4 2.1.1 Mappa... 5 2.1.2 Inquadramento mappa... 6 2.1.3 Toolbar... 7 2.1.4 Scala... 9 2.1.5 Legenda...

Dettagli

Overview. Key Features

Overview. Key Features Overview Per partecipare all Esri Developer Network (EDN) è necessario sottoscrivere un abbonamento annuale; l EDN rappresenta un modo economico per ottenere licenze software sfruttando come base i prodotti

Dettagli

Sistemi informativi geografici liberi ed open source

Sistemi informativi geografici liberi ed open source Sistemi informativi geografici liberi ed open source Paolo Cavallini cavallini@faunalia.it www.faunalia.it www.gfoss.it piazza Garibaldi, 5 56025 Pontedera PI 0587-213742 348-3801953 GIS e DSS Geographic

Dettagli

Il Software Open Source per la Geomatica. Francesco Pirotti CIRGEO -Dipto TESAF

Il Software Open Source per la Geomatica. Francesco Pirotti CIRGEO -Dipto TESAF Il Software Open Source per la Geomatica Francesco Pirotti CIRGEO -Dipto TESAF GIS (Geographic Information System) SIT (Sistema Informativo Territoriale) Le componenti essenziali di un GIS: Immagazzinamento

Dettagli

Introduzione ai Web Services Alberto Polzonetti

Introduzione ai Web Services Alberto Polzonetti PROGRAMMAZIONE di RETE A.A. 2003-2004 Corso di laurea in INFORMATICA Introduzione ai Web Services alberto.polzonetti@unicam.it Introduzione al problema della comunicazione fra applicazioni 2 1 Il Problema

Dettagli

MASTERING SPACE AND TIME WITH XML. Seminario XML Avanzato Corso di Dottorato in Scienze Computazionali ed Informatiche Dott.sa Leano Vincenza Anna

MASTERING SPACE AND TIME WITH XML. Seminario XML Avanzato Corso di Dottorato in Scienze Computazionali ed Informatiche Dott.sa Leano Vincenza Anna MASTERING SPACE AND TIME WITH XML Seminario XML Avanzato Corso di Dottorato in Scienze Computazionali ed Informatiche Dott.sa Leano Vincenza Anna TIPOLOGIA DEI DATI I dati su cu costruiamo le nostre applicazioni

Dettagli

Indice. Introduzione PARTE PRIMA PRENDERE CONFIDENZA CON SVG 1

Indice. Introduzione PARTE PRIMA PRENDERE CONFIDENZA CON SVG 1 V Indice Introduzione XIII PARTE PRIMA PRENDERE CONFIDENZA CON SVG 1 Capitolo 1 Il set di strumenti principali di SVG 3 1.1 Creare e modificare SVG 3 1.2 Editor di testi 3 XML Writer 4 1.3 Package di grafica

Dettagli

Il Geoportale della Provincia di Napoli (GPN): Geoportal e Metadati INSPIRE

Il Geoportale della Provincia di Napoli (GPN): Geoportal e Metadati INSPIRE Il Geoportale della Provincia di Napoli (GPN): Geoportal e Metadati INSPIRE Rocco Mari, Pietro d Amico,Paola Napolitano, Giuseppe Palma, Fortunato Sgariglia, Marco Soravia Provincia di Napoli - Direzione

Dettagli

Il Web-Service SDMX dell ISTAT

Il Web-Service SDMX dell ISTAT Il Web-Service SDMX dell ISTAT Versione: 1.0.0 Data: 26/06/2014 Autore: Approvato da: Modifiche Versione Modifiche Autore Data Indice dei contenuti 1 Introduzione... 4 2 Esempio d uso... 5 2.1 Riferimento

Dettagli

Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT)

Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT) Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT) Versione 8.0 Marzo 2014 CRONOLOGIA DELLE RELEASE: Numero Data di release emissione

Dettagli

Servizi INSPIRE implementati con software liberi (Free Open Source) Francesco D'Alesio Peter Hopfgartner Paolo Viskanic

Servizi INSPIRE implementati con software liberi (Free Open Source) Francesco D'Alesio Peter Hopfgartner Paolo Viskanic Servizi INSPIRE implementati con software liberi (Free Open Source) Francesco D'Alesio Peter Hopfgartner Paolo Viskanic Il progetto FreeGIS FreeGIS è un progetto Interreg Italia-Svizzera cofinanziato dal

Dettagli

Il software libero per le analisi geografiche

Il software libero per le analisi geografiche Il software libero per le analisi geografiche Paolo Cavallini cavallini@faunalia.it www.faunalia.it www.gfoss.it piazza Garibaldi, 5 56025 Pontedera PI 0587-213742 348-3801953 GIS e DSS Geographic Information

Dettagli

Geoservizi web OGC per il monitoraggio ambientale

Geoservizi web OGC per il monitoraggio ambientale 9-11 febbraio 2011, Trento XII Meeting degli utenti italiani GRASS e FOSS4G Geoservizi web OGC per il monitoraggio ambientale L'esempio dei dati ARPA della città di Milano per l'analisi della qualità dell'aria

Dettagli

Service Oriented Architectures (SOA)

Service Oriented Architectures (SOA) Facoltà di Ingegneria dell Informazione Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria dei Sistemi Laurea Magistrale in Ingegneria Biomedica Dipartimento di Elettronica e Informazione

Dettagli

HTML e Linguaggi. Politecnico di Milano Facoltà del Design Bovisa. Prof. Gianpaolo Cugola Dipartimento di Elettronica e Informazione

HTML e Linguaggi. Politecnico di Milano Facoltà del Design Bovisa. Prof. Gianpaolo Cugola Dipartimento di Elettronica e Informazione HTML e Linguaggi Politecnico di Facoltà del Design Bovisa Prof. Gianpaolo Cugola Dipartimento di Elettronica e Informazione cugola@elet.polimi.it http://home.dei.polimi.it/cugola Indice Il linguaggio del

Dettagli

ASPETTI TECNICI DEL SISTEMA

ASPETTI TECNICI DEL SISTEMA ASPETTI TECNICI DEL SISTEMA Daniele Gentili - Stefano Scardigli SOFTWARE COMMERCIALI COINVOLTI NEL PROGETTO Internet Explorer 5.0 Internet Information Server 4.0 Oracle 8.0.5 Arcview 3.1 Internet Map Server

Dettagli

1 Vincenzo de Stefano SAP e Servizi Web http://desvino.altervista.org

1 Vincenzo de Stefano SAP e Servizi Web http://desvino.altervista.org 1 Vincenzo de Stefano SAP e Servizi Web http://desvino.altervista.org Prefazione. Da Hello World a Hello World Wide Web. Hello World è la prima frase stampata a video dal primo programma di esempio scritto

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE AUTOCAD MAP 3D

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE AUTOCAD MAP 3D Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE Titolo Guida all accesso dei Web Service mediante l utilizzo del software Autocad Map 3D Autore

Dettagli

GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture. Docente: Cristoforo Abbattista email: abbattista@planetek.it

GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture. Docente: Cristoforo Abbattista email: abbattista@planetek.it GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture Docente: Cristoforo Abbattista email: abbattista@planetek.it III lezione Componenti e linguaggi GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture Vediamo un po Demo PostgreSQL

Dettagli

ArcGIS 10 strumenti di editing e ArcCatalog. Marco Negretti Politecnico di Milano e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi.

ArcGIS 10 strumenti di editing e ArcCatalog. Marco Negretti Politecnico di Milano e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi. ArcGIS 10 strumenti di editing e ArcCatalog Marco Negretti Politecnico di Milano e-mail: marco.negretti@polimi.it http://geomatica.como.polimi.it 14/11/2012 digitalizzare una immagine gestione dell'archivio

Dettagli

Corso GIS Open Source QGIS Base Introduzione ai GIS e apprendimento software Open Source QGIS

Corso GIS Open Source QGIS Base Introduzione ai GIS e apprendimento software Open Source QGIS www.terrelogiche.com Corso GIS Open Source QGIS Base Introduzione ai GIS e apprendimento software Open Source QGIS >>Castel San Vincenzo (Isernia) Centro Visita Parco Nazionale d Abruzzo, Lazio e Molise

Dettagli

Geoservizi. Geoservizi. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 65

Geoservizi. Geoservizi. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 65 Geoservizi Geoservizi Paolo Zatelli Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 65 Geoservizi Outline 1 Introduzione 2 Standard OGC 3 Funzionamento

Dettagli

Web-Mobile-GIS e Open Data geografici: due casi di studio pratici

Web-Mobile-GIS e Open Data geografici: due casi di studio pratici Web-Mobile-GIS e Open Data geografici: due casi di studio pratici Gianfranco Di Pietro (Geofunction Srls - dipietro@geofunction.it) Fabio Rinnone (Geofunction Srls - fabiorinnone@geofunction.it) Introduzione

Dettagli

Il cgml: una soluzione basata su XML per la rappresentazione di mappe vettoriali su dispositivi mobili

Il cgml: una soluzione basata su XML per la rappresentazione di mappe vettoriali su dispositivi mobili Il cgml: una soluzione basata su XML per la rappresentazione di mappe vettoriali su dispositivi mobili Roberto Demontis, Emanuela De Vita, Andrea Piras, Stefano Sanna {demontis, emy, piras, gerda}@crs4.it

Dettagli

Linguaggi per la descrizione dei documenti

Linguaggi per la descrizione dei documenti SGML (Standard General Markup Language) Linguaggi per la descrizione dei documenti SGML,HTML,XML Molteplicità di documenti di tipo diverso (es. web): articoli, cataloghi, rubriche, tabelle di dati etc..

Dettagli

Semantica dei Giochi

Semantica dei Giochi Corso di Laurea Specialistica in Informatica Semantica dei Giochi A.A. 2005-2006 Docenti: Claudia Faggian e Pierre-Louis Curien (CNRS - Paris 7) SEMANTICA... Qual e' il senso [l'essenziale] di un programma?

Dettagli

Comune di Conegliano GeoPortale Web Services WMS - WFS

Comune di Conegliano GeoPortale Web Services WMS - WFS Comune di Conegliano GeoPortale Web Services WMS - WFS MANUALE UTENTE vers. Luglio 2013 a cura del Servizio Sistema Informativo Generalmente le mappe prodotte da un servizio WMS sono rese in un formato

Dettagli

Sistemi Informativi e WWW

Sistemi Informativi e WWW Premesse Sistemi Informativi e WWW WWW: introduce un nuovo paradigma di diffusione (per i fornitori) e acquisizione (per gli utilizzatori) delle informazioni, con facilità d uso, flessibilità ed economicità

Dettagli

GIORNATE TRIESTINE UTENTI GVSIG 13 14 aprile 2010. gvsig e didattica GIS

GIORNATE TRIESTINE UTENTI GVSIG 13 14 aprile 2010. gvsig e didattica GIS GIORNATE TRIESTINE UTENTI GVSIG 13 14 aprile 2010 gvsig e didattica GIS di Claudio Schifani Docente laboratorio GIS Master II livello SIT&TLR IUAV di Venezia Obiettivo Progettare ed innovare il laboratorio

Dettagli

La codifica delle immagini

La codifica delle immagini Analogamente possiamo codificare le immagini a colori. In questo caso si tratta di individuare un certo numero di sfumature, gradazioni di colore differenti e di codificare ognuna mediante un'opportuna

Dettagli

Infrastrutture di dati spaziali e soluzioni con sdi.suite

Infrastrutture di dati spaziali e soluzioni con sdi.suite 1 Infrastrutture di dati spaziali e soluzioni con sdi.suite Ralf Hackmann Con terra GmbH Münster, germany SDI implementati a livello mondiale Cosa è necessario fornire come Prodotto ai vostri utenti? Utilizzazioni

Dettagli

Open data e Interoperabilità: service to service per la creazione di valore aggiunto Una Case History in ambito di monitoraggio sismico

Open data e Interoperabilità: service to service per la creazione di valore aggiunto Una Case History in ambito di monitoraggio sismico Open data e Interoperabilità: service to service per la creazione di valore aggiunto Una Case History in ambito di monitoraggio sismico Lorenzo Amato Istituto di Metodologie per l Analisi Ambientale (IMAA)

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS Compilato: Andrea De Felici Rivisto: Approvato: Versione: 1.0 Distribuito: 01/08/2013 1 INDICE 1. INTRODUZIONE..3 2. PRIMI PASSI.....4

Dettagli

PIATTAFORMA DI SERVIZI PER GIOCHI GEOLOCALIZZATI

PIATTAFORMA DI SERVIZI PER GIOCHI GEOLOCALIZZATI POLITECNICO DI MILANO FACOLTÀ INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE PROGETTO DI TECNOLOGIE DEI SERVIZI 1 PIATTAFORMA DI SERVIZI PER GIOCHI GEOLOCALIZZATI Roberto Mereghetti 740264 SOMMARIO Introduzione... 3 Obiettivi...

Dettagli

Geofusion ed interoperabilità: un approccio open source

Geofusion ed interoperabilità: un approccio open source Geofusion ed interoperabilità: un approccio open source Cristiano Giovando (*) (*) Department of Geography, San Diego State University, San Diego, CA92182 email: giovando@rohan.sdsu.edu Riassunto Sebbene

Dettagli

GUIDA OPERATIVA AL SOFTWARE QGIS E NUOVE FUNZIONALITÀ

GUIDA OPERATIVA AL SOFTWARE QGIS E NUOVE FUNZIONALITÀ giovedì 7 maggio 2015 // Centro Studi PIM Villa Scheibler a cura di Angelo Armentano EDITARE Ultima versione del software QGis e strumenti di editing avanzato a cura della dott.ssa Francesca Cella [Centro

Dettagli

IV lezione INSPIRE. GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture

IV lezione INSPIRE. GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture IV lezione INSPIRE GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture Be INSPIRED! GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture - Cristoforo Abbattista Page 2 Cos è INSPIRE Direttiva Europea 2007/02/EC Stabilisce

Dettagli

GeoPortale Emilia-Romagna - un'esperienza di IDT regionale

GeoPortale Emilia-Romagna - un'esperienza di IDT regionale GeoPortale Emilia-Romagna - un'esperienza di IDT regionale Giovanni Ciardi (*), Stefano Olivucci (*), Alfredo Abrescia (**) (*) Regione Emilia-Romagna, Servizio Sviluppo dell'amministrazione digitale e

Dettagli

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL Pag. 1 di 17 Progetto SIRPE De-materializzazione personalizzati CIL per la cooperazione Versione 1.0 INDICE Pag. 2 di 17 1 INTRODUZIONE 4 1.1 Scopo del documento 4 1.2 Riferimenti 4 2 GENERALITÀ 4 2.1

Dettagli

OpenGIADA Strumento GIS per la gestione dei dati territoriali ed ambientali Nuova versione

OpenGIADA Strumento GIS per la gestione dei dati territoriali ed ambientali Nuova versione MONITOR Gestione ed evoluzione del sistema per il monitoraggio degli interventi in campo ambientale e per la condivisione delle basi dati ambientali e territoriali Attività di formazione per gli assistenti

Dettagli

Fruibilità dell Informazione Ambientale

Fruibilità dell Informazione Ambientale Fruibilità dell Informazione Ambientale Nicoletta Sannio, Mariano Casula Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della Difesa Ambiente, Sevizio S.A.V.I Abstract Il Sistema Informativo Regionale Ambientale

Dettagli

STATO delle ATTIVITA del GRUPPO di LAVORO per L INFORMATIZZAZIONE dei PRODOTTI in AMBIENTE GIS

STATO delle ATTIVITA del GRUPPO di LAVORO per L INFORMATIZZAZIONE dei PRODOTTI in AMBIENTE GIS STATO delle ATTIVITA del GRUPPO di LAVORO per L INFORMATIZZAZIONE dei PRODOTTI in AMBIENTE GIS Pierluigi CARA, Maurizio PIGNONE Convegno finale Progetti S Bologna, 4-5 giugno 2015 1 premessa L Allegato

Dettagli

L Iniziativa egovernment.net per l Italia

L Iniziativa egovernment.net per l Italia L Iniziativa egovernment.net per l Italia Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa Allegato 1 Porta di Dominio.NET Versione 1.0, Aprile 2002 Soluzioni per l Interoperabilità e la Cooperazione Applicativa

Dettagli

Semantic Web. Semantic Web. Il Semantic Web: una semplice estensione. Il Web oggi. Il Semantic Web. Semantic Web

Semantic Web. Semantic Web. Il Semantic Web: una semplice estensione. Il Web oggi. Il Semantic Web. Semantic Web Semantic Web L. Farinetti - Politecnico di Torino Semantic Web Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino farinetti@polito.it 1 z Seconda generazione del Web z conceptual structuring

Dettagli

SISTEMI ESPERTI PER LE EMERGENZE UMANITARIE SUPPORTO GRAFICO CAPITOLI 7-8

SISTEMI ESPERTI PER LE EMERGENZE UMANITARIE SUPPORTO GRAFICO CAPITOLI 7-8 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO SISTEMI ESPERTI PER LE EMERGENZE UMANITARIE SUPPORTO GRAFICO CAPITOLI 7-8 PROF. ARCH. EMANUELE SANTINI MARZO

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE ARCGIS EXPLORER

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE ARCGIS EXPLORER Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE Titolo Guida all accesso dei Web Service mediante l utilizzo del software ArcGIS Explorer. Autore

Dettagli

SERVIZI INFORMATIVI INTEGRATI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO (PR5SIT) DELLA REGIONE CALABRIA

SERVIZI INFORMATIVI INTEGRATI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO (PR5SIT) DELLA REGIONE CALABRIA SERVIZI INFORMATIVI INTEGRATI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO (PR5SIT) DELLA REGIONE CALABRIA Tonino CARACCIOLO (*), Vincenzo MARRA (*), Domenico MODAFFARI (*), Francesco NAPOLETANO (**), Alfredo PELLICANO

Dettagli

Java, GIS e Software libero

Java, GIS e Software libero Java, GIS e Software libero di Maurizio Napolitano (ITC-irst) napo@itc.it 1. Introduzione In questo articolo verranno presentate le più diffuse soluzioni java che la comunità del software libero offre

Dettagli