Periodico del Codacons Ambiente, Consumatori e Utenti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Periodico del Codacons Ambiente, Consumatori e Utenti"

Transcript

1 Periodico del Codacons Ambiente, Consumatori e Utenti Spedizione in abbonamento postale comma 20/c art.2 legge 662/96 Milano - Abbonamento, vaglia postale intestato a Codacons Nazionale Lombardia, Viale Abruzzi, Milano - Internet: Tessera abbonamento 50,00- n /01 gennaio 2012 IN QUESTO NUMERO: Pag.2 PROTESI AL SENO PERICOLOSE; IL CODACONS LANCIA L'ALLARME: SONO DECINE DI MIGLIAIA LE DONNE ITALIANE COINVOLTE NELLO SCANDALO Pag.2 ROMA: STAZIONI DELLA METRO COME DISCARICHE! Pag.2 NATALE: CONSUMI IN DRASTICO CALO. SPESI 48 EURO IN MENO A CITTADINO Pag.3 PROTESI AL SENO: GIA' DAL 2001 IL GEL DI SILICONE ERA STATO MODIFICATO Pag. 3 SALDI: CONFCOMMERCIO, PER FAMIGLIE SPESA MEDIA DI 403 EURO Pag. 4 RAI: AUMENTA IL CANONE MA L'AZIENDA VARA TAGLI PER 95 MILIONI DI EURO Pag.4 ANTITRUST: GARANZIA DEL VENDITORE,MULTA EURO A APPLE Pag. 5 SANITA': PROTESI PIP; ISTITUTO TUMORI MILANO, DA NOI MAI USATE Pag.5 PROTESI AL SENO: L'ISTITUTO EUROPEO DI ONCOLOGIA IMPIANTO' LE PIP ALLE PAZIENTI ANCHE NEL QUANDO IL SUO DIRETTORE ERA MINISTRO DELLA SALUTE? Pag.5 BENZINA: TOCCA NUOVO RECORD A 1,722 EURO AL LITRO Pag.5 ISTAT: UN ITALIANO SU 4 E' A RISCHIO POVERTA' Pag.6 ROMA: IL CODACONS LANCIA CLASS ACTION ANTI-SMOG Pag.6 CODACONS ISTITUISCE IL PREMIO "TARTASSATO DELL'ANNO" Pag.7 BENZINA: I CONSUMATORI ANNUNCIANO SCIOPERO IL 5 E 6 GENNAIO Pag.7 SALDI: CODACONS PREVEDE RIDUZIONE DEL 30%

2 2 SANITÀ / ARTICOLO 32 26/12/2011 PROTESI AL SENO PERICOLOSE; IL CODACONS LANCIA L'ALLARME: SONO DECINE DI MIGLIAIA LE DONNE ITALIANE COINVOLTE NELLO SCANDALO L'ASSOCIAZIONE AVVIA AZIONE COLLETTIVA DI RISARCIMENTO E PRESENTA DENUNCIA A 104 PROCURE DELLA REPUBBLICA PER LESIONI GRAVISSIME E FRODE IN COMMERCIO SUL WEB IL MODULO PER ADERIRE ALLA CLASS ACTION NEL PIU' TOTALE ANONIMATO Sarebbero decine di migliaia le donne che in Italia sono state sottoposte ad impianto di protesi prodotte dall'azienda francese Pip. Lo afferma il Codacons, che contesta il dato ufficiale fornito finora, secondo il quale sarebbero solo le pazienti coinvolte nello scandalo. Basti pensare - spiega l'associazione - che in base ad indiscrezioni da noi raccolte, fino al 2007 l'istituto Tumori di Milano avrebbe utilizzato unicamente tali protesi per le operazioni al seno. Sulla vicenda delle protesi pericolose, il Codacons presenterà domani un esposto a 104 Procure della Repubblica di tutta Italia, in cui si chiede di procedere per i reati di lesioni gravissime, frode in commercio e produzione e vendita di prodotti pericolosi, e di accertare le responsabilità di chi, come il Ministero della Salute e le altre autorità sanitarie del nostro paese, aveva il compito di vigilare ed evitare un simile scandalo. L'associazione lancia anche una azione collettiva alla quale possono partecipare tutte le pazienti che hanno subito un impianto di protesi Pip, finalizzata a far ottenere alle stesse il risarcimento dei danni subiti pari a 5mila euro ciascuna, anche solo per i rischi alla salute corsi relativamente alla pericolosità dei prodotti in questione. Sul sito Codacons e sul blog pubblicato un modulo attraverso il quale, nel più totale anonimato, le donne coinvolte potranno aderire alla class action promossa dall'associazione. RETTIFICA CODACONS Il Codacons precisa che nella nota in oggetto, l'associazione intendeva fare riferimento ad un altro istituto, diverso dall'istituto Nazionale Tumori di Milano, e precisamente all'i.e.o di Milano (Istituto Europeo di Oncologia). Tale Istituto, che ha sempre sede a Milano, ha impiantato per un periodo di tempo le protesi Pip al centro dello scandalo sanitario (come si afferma anche all'interno di un comunicato stampa pubblicato sul sito dell'istituto I.E.O.) CODACONS NEWS n.01 26/01 gennaio 2012 Il Codacons si scusa con l'istituto Nazionale Tumori di Milano e con i suoi pazienti per eventuali disagi provocati dall'equivoco non voluto sul nome dell'istituto che ha fatto uso di protesi Pip. TRASPORTI 26/12/2011 ROMA: STAZIONI DELLA METRO COME DISCARICHE! IL CODACONS CHIEDE ALLE ASL DI BLOCCARE L'ACCESSO DEGLI UTENTI. SI RISCHIANO INFEZIONI Stazioni della metropolitana come discariche a cielo aperto. Questa la situazione riscontrata oggi dal Codacons in numerose stazioni della Metro A della capitale. "Cartacce, rifiuti e sporcizia ricoprono i pavimenti delle più importanti fermate, come Flaminio o Termini - spiega il Presidente Carlo Rienzi - Abbiamo realizzato un dossier fotografico, che invieremo domani alla Procura della Repubblica di Roma, chiedendo di aprire una indagine per omissione di atti d'ufficio nei confronti dell'atac e di chi ha il compito di mantenere puliti i locali della metropolitana'. Ma l'associazione va oltre. Le Asl devono intervenire bloccando l'accesso degli utenti alle stazioni finchè non sarà ripristinato un accettabile livello igienico - afferma il Codacons - La situazione di incuria e di abbandono, infatti, genera il rischio di infezioni a danno dei passeggeri, rischio determinato dai rifiuti non rimossi e accumulatisi in questi giorni all'interno delle stazioni metropolitane. 26/12/2011 NATALE: CONSUMI IN DRASTICO CALO. SPESI 48 EURO IN MENO A CITTADINO PEGGIOR NATALE DEGLI ULTIMI 10 ANNI SUL FRONTE DELLE VENDITE E PER I SALDI IN PARTENZA SARA' ANCHE PEGGIO: ACQUISTI IN CALO DEL 30-40% Passato il Natale il Codacons fa il punto sulle spese delle famiglie relative alla festivita'. Complessivamente per il Natale 2011 ogni cittadino ha speso mediamente 48 euro in meno rispetto agli anni precedenti.

3 La contrazione ha riguardato sia il settore regali che quello degli addobbi per la casa, mentre hanno retto i consumi alimentari. Spese in calo anche per i viaggi, mentre il settore che piu' di tutti ha risentito della crisi e' quello dell'abbigliamento e delle calzature, dove il calo delle vendite ha raggiunto quota -30%. E per i saldi invernali in partenza a gennaio le previsioni del Codacons sono allarmanti. "Saranno un flop - spiega il Presidente Carlo Rienzi - le famiglie non hanno piu' possibilita' di spendere per beni non essenziali, nemmeno in regime di sconti stagionali. Prevediamo una riduzione record degli acquisti durante i saldi, con picchi del 30-40% rispetto allo scorso anno". pericolosità del prodotto, non sia stato fatto nulla!'. Intanto il Codacons sta raccogliendo decine di adesioni alla class action promossa dall'associazione e finalizzata a far ottenere alle donne coinvolte nello scandalo euro di risarcimento ciascuna, per i rischi alla salute corsi e per il danno morale derivante dalla paura e dall'angoscia. Info e moduli sul blog CLASSACTION PROTESI AL SENO: GIA' DAL 2001 IL GEL DI SILICONE ERA STATO MODIFICATO DAL 2007 AL 2010 NONOSTANTE FOSSERO NOTE LE CRITICITA' DELLE PROTESI NON E' STATO FATTO NULLA LE PAZIENTI ITALIANE COINVOLTE HANNO DIRITTO A 5MILA EURO DI RISARCIMENTO CIASCUNA. GIA' DECINE DI ADESIONI ALLA CLASS ACTION PROMOSSA DAL CODACONS Il Codacons, pur apprezzando lo sforzo del Ministero della Salute nella vicenda delle protesi al seno pericolose, ritiene che in Italia si sia fatto poco per tutelare la salute delle donne che hanno subito l'impianto di tale prodotto. Dal parere del Consiglio Superiore di Sanità si evince come già dal 2001 le protesi Pip fossero state riempite con gel di silicone dalla composizione differente rispetto a quella descritta nel "file tecnico' - spiega l'associazione - Inoltre, dal 2007 al 2010, nonostante fossero note le criticità di tale prodotto, le autorità italiane non solo non hanno adottato alcun provvedimento a tutela delle pazienti, ma non hanno nemmeno realizzato tempestivamente un registro nazionale degli impianti, come raccomandato dal Parlamento Europeo, che invitava anche gli stati membri a fornire adeguate informazioni ai pazienti. "Migliaia di donne italiane stanno vivendo nell'angoscia e temono per la propria salute - spiega il Presidente Carlo Rienzi - Il Servizio Sanitario Nazionale ha delle responsabilità oggettive nella vicenda, perchè ha lasciato entrare nel nostro paese protesi potenzialmente pericolose che sono state poi impiantate nelle pazienti. Abbiamo chiesto alla magistratura di accertare perchè per 3 anni, nonostante fosse nota la SALDI: CONFCOMMERCIO, PER FAMIGLIE SPESA MEDIA DI 403 EURO IL CODACONS: PREVISIONI OTTIMISTICHE, SARA' UN FLOP!! SOLO IL 40% DELLE FAMIGLIE APPROFITTERA' DEI SALDI LA SPESA PROCAPITE PER GLI SCONTI CROLLA A 110 EURO. ECCO I CONSIGLI PER EVITARE FREGATURE Le previsioni di Confcommercio sui saldi invernali in partenza a gennaio sono definite "ottimistiche' dal Codacons, che al contrario prevede un clamoroso flop per i prossimi sconti stagionali. "Solo il 40% delle famiglie potrà permettersi qualche acquisto, e la spesa procapite in regime di saldi si attesterà sui 110 euro - spiega il Presidente Carlo Rienzi - Il calo delle vendite, in base ai primi risultati emersi da una nostra indagine, raggiungerà quota -30% rispetto ai precedenti saldi invernali. A risentire della grave crisi del commercio saranno soprattutto i piccoli negozi e - prosegue Rienzi - per la prima volta anche gli outlet e i centri commerciali vedranno una consistente diminuzione del proprio giro d'affari'. Il Codacons diffonde anche quest'anno i consigli basilari per evitare fregature nel periodo dei saldi: 1. Conservate sempre lo scontrino: non e' vero che i capi in svendita non si possono sostituire. Il negoziante e' obbligato a sostituire l'articolo difettoso anche se dichiara che i capi in saldo non si possono cambiare. 2. Le vendite devono essere realmente di fine stagione: la merce posta in vendita sotto la voce "Saldo' deve essere l'avanzo di quella della stagione che sta finendo e non fondi di magazzino. State alla larga da quei negozi che avevano gli scaffali semivuoti poco prima dei saldi e che poi si sono magicamente riempiti dei piu' svariati articoli. 3. Girate. Non fermatevi mai al primo negozio che propone sconti ma confrontate i prezzi con quelli esposti in altri esercizi. Eviterete di CODACONS NEWS n.01 26/01 gennaio

4 mangiarvi le mani. A volte basta qualche giro in piu' per evitare l' acquisto sbagliato o per trovare prezzi più bassi. 4. Consigli per gli acquisti. Cercate di avere le idee chiare sulle spese da fare prima di entrare in negozio: sarete meno influenzabili dal negoziante e correrete meno il rischio di tornare a casa colmi di cose, magari anche a buon prezzo, ma delle quali non avevate alcun bisogno e che non userete mai. Pagare un prezzo alto non significa comprare un prodotto di qualita'. Diffidate dei marchi molto simili a quelli noti. 5. Diffidate degli sconti superiori al 50%, spesso nascondono merce non proprio nuova, o prezzi vecchi falsi. Un commerciante non puo' avere, infatti, ricarichi cosi' alti e dovrebbe vendere sottocosto. 6. Servitevi preferibilmente nei negozi di fiducia o acquistate merce della quale conoscete gia' il prezzo o la qualita' in modo da poter valutare liberamente e autonomamente la convenienza dell'acquisto. 7. Negozi e vetrine. Ricordate che sulla merce e' obbligatorio il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato. Il prezzo deve essere inoltre esposto "in modo chiaro e ben leggibile' (Dlg n. 114/98). Controllate che fra la merce in saldo non ce ne sia di nuova a prezzo pieno. La merce in saldo deve essere separata in modo chiaro dalla "nuova". Diffidate delle vetrine coperte da manifesti che non vi consentono di vedere la merce. 8. Prova dei capi: non c'e' l'obbligo. E' rimesso alla discrezionalita' del negoziante. Il consiglio e' di diffidare dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati. 9. Pagamenti. Nei negozi che espongono in vetrina l'adesivo della carta di credito o del bancomat, il commerciante e' obbligato ad accettare queste forme di pagamento anche per i saldi, senza oneri aggiuntivi. 10. Fregature. Se pensate di avere preso una fregatura rivolgetevi al Codacons, oppure all'ufficio Comunale per il commercio o ai Vigili Urbani. OSSERVATORIO TV RAI: AUMENTA IL CANONE MA L'AZIENDA VARA TAGLI PER 95 MILIONI DI EURO PROTESTA IL CODACONS: LA RAI TROVI LE RISORSE STANANDO GLI EVASORI determina una perdita per la tv di Stato pari a 230 milioni di euro annui, e paga migliaia di euro i calciatori per semplici partecipazioni a programmi come "Ballando con le stelle'. Lo afferma il Codacons, cha attacca duramente l'azienda: "La Rai taglia le spese e conseguentemente ridimensiona il servizio pubblico, ottenendo anche l'aumento del canone che passa a 112 euro, ma strapaga i calciatori come Bobo Vieri ed è immobile sul fronte dell'evasione - spiega il Presidente Carlo Rienzi - Un comportamento incomprensibile, dal momento che il mancato pagamento del canone speciale, cui sono tenuti per legge tutti gli esercizi pubblici, le sedi di partito, gli istituti religiosi, le navi, ecc., comporta un danno per le casse della rete di Stato stimato in circa 230 milioni di euro annui'. "Addirittura la Rai, contro il parere dello stesso DG Lorenza Lei, ha rifiutato di fornire al Codacons i dati circa l'evasione di tale tipologia di canone, impedendo all'associazione di contribuire al recupero delle somme dovute - prosegue Rienzi - Riteniamo inaccettabile che, a fronte dell'aumento del canone, si effettuino tagli di tale portata al servizio pubblico, con conseguente danno per i telespettatori e per i cittadini che finanziano l'azienda'. CLASSACTION ANTITRUST: GARANZIA DEL VENDITORE,MULTA EURO A APPLE IL CODACONS: BENE MULTA, ORA VALUTIAMO AZIONI RISARCITORIE. NON ESCLUSA CLASS ACTION Il Codacons accoglie con soddisfazione la sanzione da 900mila euro inflitta dall'antitrust alla Apple per pratiche commerciali scorrette verso i consumatori. "Negli anni abbiamo presentato numerose istanze all'autorità per la concorrenza, segnalando le scorrettezze sul fronte della garanzia commesse dalla Apple a danno dei consumatori italiani - spiega il Presidente Carlo Rienzi - Finalmente l'arroganza e lo strapotere della società sono stati puniti!'. "Ora valutiamo azioni legali e risarcitorie in favore di chi ha subito danni dai comportamenti illegittimi di Apple - prosegue Rienzi - L'ufficio legale della nostra associazione sta valutando anche la possibilità di intentare una vera e propria class action contro il colosso dell'informatica'. La Rai vara un piano d'emergenza che comporterà tagli per 95 milioni di euro, ma non combatte l'evasione del canone speciale, che 4 CODACONS NEWS n.01 26/01 gennaio 2012

5 SANITÀ / ARTICOLO 32 SANITA': PROTESI PIP; ISTITUTO TUMORI MILANO, DA NOI MAI USATE IL CODACONS: NON CI RIFERIVAMO ALL'ISTITUTO NAZIONALE TUMORI MA ALL'I.E.O. DI MILANO Il Codacons precisa che nella nota diffusa ieri e relativa alle protesi al seno, l'associazione intendeva fare riferimento ad un altro istituto, diverso dall'istituto Nazionale Tumori di Milano, e precisamente all'i.e.o di Milano (Istituto Europeo di Oncologia). Tale Istituto, che ha sempre sede a Milano, ha impiantato per un periodo di tempo le protesi Pip al centro dello scandalo sanitario (come si afferma anche all'interno di un comunicato stampa pubblicato sul sito dell'istituto I.E.O.) Il Codacons si scusa con l'istituto Nazionale Tumori di Milano e con i suoi pazienti per eventuali disagi provocati dall'equivoco non voluto sul nome dell'istituto che ha fatto uso di protesi Pip. SANITÀ / ARTICOLO 32 28/12/2011 PROTESI AL SENO: L'ISTITUTO EUROPEO DI ONCOLOGIA IMPIANTO' LE PIP ALLE PAZIENTI ANCHE NEL QUANDO IL SUO DIRETTORE ERA MINISTRO DELLA SALUTE? IL CODACONS CHIEDE CHIARIMENTI AL MINISTRO BALDUZZI COME MAI NEL 2000 NESUNA CAUTELA FU ADOTTATA IN QUELLO E NEGLI ALTRI ISTITUTI? E COME MAI PROPRIO NEL 2001 FU CAMBIATO IL GEL DI SILICONE NELLE PROTESI INCRIMINATE SENZA CHE NESSUNO AL MINISTERO SE NE ACCORGESSE? adottata in quell'istituto e nelle altre strutture che utilizzavano i prodotti dell'azienda francese? Come è stato possibile nel 2001 modificare il gel di silicone delle protesi Pip senza che nessuno al Ministero della Salute se ne accorgesse? "Vogliamo sapere se fin dal 2000 vi siano state carenze od omissioni da parte delle autorità sanitarie italiane in relazione ai controlli e alla vigilanza, che abbiano portato alla situazione attuale, mettendo a rischio la salute di migliaia di donne' - dichiara il Presidente Carlo Rienzi. 29/12/2011 BENZINA: TOCCA NUOVO RECORD A 1,722 EURO AL LITRO IL CODACONS: DA CARO-BENZINA STANGATA DA 215 MILIONI DI EURO SUI VIAGGI DI CAPODANNO PER UN PIENO DI GASOLIO +17,3 EURO A PIENO RISPETTO ALLO STESSO PERIODO DEL 2010! Un pieno di gasolio per un'auto di media cilindrata costa oggi esattamente 17,3 euro in più rispetto allo stesso periodo del Lo afferma il Codacons, commentando gli ultimi rincari dei carburanti. Per un pieno di benzina, invece, si spendono oggi mediamente quasi 13 euro in più. "Si tratta dell'ennesima stangata sulle vacanze degli italiani - afferma il Presidente Carlo Rienzi - Considerando i milioni di cittadini che si sposteranno per Capodanno utilizzando l'automobile, la maggiore spesa per i rifornimenti di carburante sarà pari complessivamente a 215 milioni di euro!'. "La colpa di tale stato di cose - prosegue Rienzi - è dei continui rialzi delle accise decisi dal Governo e dei soliti aumenti speculativi dei prezzi alla pompa che si registrano puntualmente in occasione delle partenze degli italiani, e che determinano una batosta per le tasche degli automobilisti'. Il Codacons torna oggi sul caso delle protesi al seno pericolose prodotte dalla Pip. Vogliamo avere alcuni chiarimenti dal Ministro della Salute Balduzzi - spiega l'associazione - In particolare l'istituto Europeo di Oncologia, che ha ammesso l'utilizzo delle protesi incriminate, ne ha fatto uso anche nel periodo , quando cioè il suo direttore scientifico Umberto Veronesi era anche Ministro della Salute? E come mai nel 2000, nonostante la Fda (Food and Drug Administration) avesse già segnalato difetti ad altre protesi Pip, nessuna cautela fu 29/12/2011 ISTAT: UN ITALIANO SU 4 E' A RISCHIO POVERTA' CODACONS: MANOVRA MONTI COLPISCE ANCHE QUESTI POVERI NO ALL'AUMENTO DELLE TASSE NON PROGRESSIVE COME L'IVA CODACONS NEWS n.01 26/01 gennaio

6 Secondo i dati resi noti oggi dall'istat, un italiano su quattro è a rischio di povertà o di esclusione sociale. L'indicatore sintetico del rischio di povertà e di esclusione sociale, infatti, e' pari al 24,5%. Per il Codacons questo dato dimostra, a differenza di quanto sostenuto da Monti, che la manovra del Governo appena approvata non è affatto equa, dato che colpisce anche questo 24,5% della popolazione. Sia la manovra di agosto di Berlusconi che quella di Monti sono particolarmente inique dato che, invece di colpire ricchi, evasori e privilegiati, ad esempio con una patrimoniale o l'innalzamento delle aliquote Irpef, aumentano le aliquote Iva, tassando così indiscriminatamente ricchi e poveri. L'Iva, infatti, essendo una imposta proporzionale e non progressiva, come previsto invece dall'art. 53 della Costituzione, secondo il quale il sistema tributario dovrebbe essere informato a criteri di progressività, colpisce e fa molto più male alle famiglie povere e numerose, dato che 10 euro, per uno che ne può spendere 1000, sono più necessari ed utili di 100 euro, per uno che può spenderne Inoltre l'inflazione, incentivata e alimentata dal Governo con l'aumento dell'iva ed i ripetuti aumenti delle accise sui carburanti è una tassa invisibile a carico delle famiglie più povere e di quei pensionati e dipendenti pubblici a cui il Governo Berlusconi prima e quello Monti poi hanno pensato bene di non indicizzare pensioni e retribuzioni. SANITÀ / ARTICOLO 32 29/12/2011 ROMA: IL CODACONS LANCIA CLASS ACTION ANTI-SMOG L'AZIONE PRESENTATA OGGI IN PIAZZA DEL POPOLO DA BABBI NATALE CON MASCHERE ANTIGAS Roma muoiano più di 1000 persone a causa dello smog. Le Regioni ed i Comuni dovrebbero monitorare costantemente gli agenti inquinanti dannosi per la salute, tra cui il Pm10 ed il Pm2.5, e adottare tutte le misure necessarie per evitare danni alla salute dei residenti. L'Unione Europea, con la direttiva 96/62/CE (D.Lgs. 351/1999), già dal 1996 ha predisposto un articolato sistema di norme diretto a consentire il raggiungimento di livelli di qualità dell'aria compatibili con la salute umana. Successivamente, l'ue è intervenuta più volte per garantire un monitoraggio sempre più attento della qualità dell'aria, sino ad introdurre tra gli inquinanti da monitorare assieme al Pm10 anche il Pm2.5, ormai ben noto per la sua pericolosità, rimettendo alle Regioni ed ai Comuni la competenza diretta ad adottare gli obiettivi da raggiungere per ridurre le emissioni inquinanti, tra le quali lo sviluppo dei trasporti pubblici e la promozione della mobilità alternativa. Inoltre, è stato fissato il limite di 35 giornate in cui i livelli di polveri sottili (Pm10) possono superare in un intero anno le soglie stabilite dalla UE (50 microgrammi per metro cubo). Roma Capitale continua costantemente a superare detti limiti, esponendo i cittadini romani a gravi pericoli per la salute. L'Agenzia europea per l'ambiente ha pubblicato lo scorso settembre il City ranking project, una classifica di 17 città, monitorando le polvere sottili, il loro superamento e le misure adottate per contrastarlo: Roma si è classificata ultima. Infatti: nel 2009, la città di Roma ha superato, in media, per 67 giorni il tetto di Pm10 nel 2010 i giorni di superamento sono stati in media 50 nel corso del 2011, addirittura i giorni eccedenti sono già stati in media 63 (Dati dell'arpa, Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale, che monitora costantemente il livello delle polveri sottili e gli altri agenti inquinanti nell'atmosfera, riferiti alle centraline di Francia, Tiburtina e Cinecittà). Il Codacons, accompagnato da una schiera di Babbi Natale in maschera antigas, ha presentato oggi in Piazza del Popolo un'azione collettiva finalizzata a far ottenere ai cittadini romani il risarcimento per danni da smog. "Nell'ultimo anno - spiega il Presidente Carlo Rienzi - siamo stati costretti a subire nella nostra città un continuo degrado dei quartieri, gravissimi allagamenti, disagi di ogni tipo, metro sommerse da sporcizia. Ora addirittura siamo soffocati dall'inquinamento dell'aria! Per tale motivo abbiamo deciso di organizzare una class action, alla quale possono aderire tutti i cittadini romani, chiedendo 2000 euro di risarcimento ciascuno'. Si stima che ogni anno nella città di 6 CODACONS NEWS n.01 26/01 gennaio 2012 TRASPORTI 30/12/2011 CODACONS ISTITUISCE IL PREMIO "TARTASSATO DELL'ANNO" VINCITORE 2011: L'AUTOMOBILISTA ITALIANO Il Codacons, a partire da quest'anno, ha deciso di istituire un nuovo premio. Dopo il già noto riconoscimento "Amico del consumatore" arriva, quindi, il premio "Tartassato dell'anno".

7 A vincerlo, per il 2011, è l'automobilista italiano, con la seguente motivazione: "perché pur essendo considerato dai politici un pollo da spennare, ed essendo orami diventato un cappone, è riuscito a sopravvivere alle feste che gli volevano fare. Nessun automobilista al mondo, infatti, ha mai subito un aumento di tasse paragonabile a quello che hanno patito quest'anno gli italiani. Ben 5, un record, gli incrementi delle accise (6 aprile, 28 giugno, 1 luglio, 1 novembre, 6 dicembre), 1 rialzo dell'iva che incide sia sui carburanti che sul prezzo dell'auto, aumento del contributo unificato per impugnare le multe, ora arrivato a 37 euro (tassa introdotta nel 2010), aumento esponenziale delle multe (il record è di euro per chi guida senza aver conseguito la patente), rincaro del bollo auto, aumenti delle tariffe autostradali, aumento delle tasse sulle polizze rc auto e dell' Imposta provinciale di trascrizione (IPT). Senza contare la riduzione da 60 a 30 giorni per impugnare una multa dinanzi al giudice di pace, i bolli pazzi della Regione Lombardia, le buche nelle strade ormai ridotte ad un groviera, il sale non sparso per contrastare la formazione del ghiaccio, le multe per non avere le catene a bordo anche quando splende il sole, la neve che non viene più spazzata, i cantieri sempre aperti, le code, i prezzi di riparazione delle autovetture ormai alle stelle, gli aumenti dell'rc auto...". 30/12/2011 BENZINA: I CONSUMATORI ANNUNCIANO SCIOPERO IL 5 E 6 GENNAIO CASPER DENUNCIA: DA RINCARI CARBURANTI RISCHIO EFFETTI SU INFLAZIONE FINO A +0,3% di benzina e gasolio, come forma di protesta contro i continui aumenti delle accise decisi dagli ultimi due governi, e contro le speculazioni sui prezzi alla pompa che mantengono alti i listini nonostante il calo del petrolio". E CASPER - Comitato contro le speculazioni e per il risparmio, denuncia: "L'abnorme situazione dei carburanti in Italia determina non solo una stangata sul pieno che sfiora i 200 euro annui ad automobilista, ma anche un effetto negativo sui prezzi al dettaglio dei beni trasportati su gomma. Effetto che - spiegano Adoc, Codacons, Movimento difesa del cittadino e Unione Nazionale Consumatori - potrà arrivare al +0,3% sul tasso di inflazione, con danni enormi per le tasche delle famiglie italiane". Per tale motivo le 4 associazioni hanno indetto uno "sciopero della benzina" che si terrà il 5 e il 6 gennaio 2012, chiedendo a sindacati, partiti politici, e movimenti sul web di aderire, e annunciano inoltre la preparazione di una denuncia penale in relazione alle speculazioni sui prezzi di benzina e gasolio. 01/01/2012 SALDI: CODACONS PREVEDE RIDUZIONE DEL 30% I saldi invernali ai nastri di partenza faranno registrare un calo record delle vendite attorno al -30% rispetto al E' la previsione che il Codacons lancia a poche ore dall'inizio del periodo delle vendite a prezzi scontati. "Solo il 40% delle famiglie potra' permettersi qualche acquisto, e la spesa procapite in regime di saldi si attestera' sui 110 euro", spiega il presidente dell'associazione, Carlo Rienzi. "Il calo delle vendite, in base ai primi risultati emersi da una nostra indagine - aggiunge - raggiungera' quota -30% rispetto ai precedenti saldi invernali". A risentire della grave crisi del commercio saranno soprattutto i piccoli negozi e per la prima volta anche gli outlet e i centri commerciali vedranno una consistente diminuzione del proprio giro d'affari". (FONTE AGI) Le associazioni dei consumatori aderenti a CASPER (Adoc, Codacons, Movimento difesa del cittadino e Unione Nazionale Consumatori) hanno deciso di indire due giorni di "sciopero della benzina" per protestare contro i rincari abnormi dei carburanti registrati in queste ultime ore in Italia. "Il 5 e il 6 gennaio prossimi i cittadini italiani sono invitati ad astenersi dal fare rifornimento CODACONS NEWS n.01 26/01 gennaio

8 La pubblicazione Codacons News è iscritta all elenco speciale, annesso all Albo dei giornalisti di Milano e registrata presso il Tribunale di Milano n.609. Codacons News viene distribuito nei mercati rionali gratuitamente. -Non contiene pubblicità - Abbonamento annuale 50,00 da versare attraverso vaglia postale intestato a: Codacons Nazionale Lombardia, Viale Abruzzi, Tel Direttore responsabile: Giuseppe Ursini Coordinamento editoriale: Marco Donzelli Comitato di redazione: Stefano Zerbi, Pietro Valentini, Nicola Basilico (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell ambiente e dei diritti degli utenti e consumatori) E un associazione nata nel 1986 e volta al perseguimento di un mirato rapporto tra l uso individuale e collettivo delle risorse umane ed un razionale sviluppo della società, improntato al rispetto della dignità della persona umana e della salvaguardia dell interesse fondamentale della salute e della sicurezza, attuale e futura delle singole persone. L associazione ha inoltre la finalità di tutelare, con ogni mezzo legittimo, gli interessi dei consumatori e degli utenti nei confronti dei soggetti pubblici o privati, produttori e/o erogatori di beni e servizi (art.7 Statuto Codacons). Il Codacons è un associazione di volontariato ai sensi della legge 266/91, per la difesa dell ambiente e dei consumatori, è riconosciuta ai sensi della legge 349/1986 Istitutiva del Ministero dell Ambiente, è un organizzazione non lucrativa di utilità sociale ai sensi del d.lgs. 460/1997 ed è membro del Consiglio Nazionale dei Consumatori e Utenti al Ministero dell Industria ai sensi della legge 281/98 COLLEGIO DI PRESIDENZA CODACONS Carlo Rienzi Marco Maria Donzelli Marco Ramadori Giuseppe Ursini SEDI SPORTELLO SULLA CITTA BARI BOLOGNA CAMPOBASSO CATANIA CATANZARO CIVITANOVA MARCHE (MACERATA) GENOVA FIRENZE MILANO MARANO D ISERA (TRENTO) MATERA MESTRE (VENEZIA) NAPOLI PERUGIA PESCARA PORDENONE ROMA SALERNO SASSARI TORINO

DOSSIER Sabato, 04 luglio 2015

DOSSIER Sabato, 04 luglio 2015 DOSSIER Sabato, 04 luglio 2015 DOSSIER Sabato, 04 luglio 2015 Articoli 04/07/2015 Gazzetta di Modena Pagina 12 Negozi, oggi il via ai saldi: «Valgono 30 milioni» 1 04/07/2015 Il Resto del Carlino (ed.

Dettagli

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro)

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro) TASSE RECORD: PER LE MICRO-IMPRESE PRESSIONE FISCALE FINO AL 63% Per le aziende con meno di 10 addetti, nel le tasse sono aumentate: colpito il 95% del totale delle imprese ===============================================================

Dettagli

Andamento generale e specificità della Sicilia

Andamento generale e specificità della Sicilia ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE Andamento generale e specificità della Sicilia Mercato europeo La crisi del settore dell'auto continua senza sosta e si sta aggravando ulteriormente,

Dettagli

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico La Direttiva 2003/54/CE prevede che gli Stati membri mettano

Dettagli

Il ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Alfonso Pecoraro Scanio, intervenendo alla presentazione del III Rapporto APAT

Il ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Alfonso Pecoraro Scanio, intervenendo alla presentazione del III Rapporto APAT Il ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Alfonso Pecoraro Scanio, intervenendo alla presentazione del III Rapporto APAT sulla Qualità dell Ambiente Urbano edizione 2006, ha sottolineato

Dettagli

IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA.

IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA. IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA. I rincari del carburante non rappresentano più una sorpresa per gli automobilisti italiani. I prezzi della

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 1832 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori GARRAFFA, BARATELLA, BATTAGLIA Giovanni, BATTISTI, COLETTI, DATO, FASSONE, FILIPPELLI, FLAMMIA, FORMISANO, LIGUORI,

Dettagli

C E N S I S OUTLOOK ITALIA. Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane nel 2 semestre 2013

C E N S I S OUTLOOK ITALIA. Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane nel 2 semestre 2013 C E N S I S OUTLOOK ITALIA Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane nel 2 semestre 2013 Roma, 16 ottobre 2013 - Sono sempre più numerose le famiglie che non riescono a far fronte alle spese

Dettagli

Autocaravan & Assicurazione Incredibili novità

Autocaravan & Assicurazione Incredibili novità 64 Associazione Nazionale Autocaravan & Assicurazione Incredibili novità Dal 1 luglio 2009 novità notevoli e significative nella polizza STRADA incamper Nel numero scorso, da pagina 93 a pagina 99 avevamo

Dettagli

Rapporto Osservasalute Aree metropolitane 2010

Rapporto Osservasalute Aree metropolitane 2010 Rapporto Osservasalute Aree metropolitane 2010 Atlante della salute nelle province metropolitane Migliore e peggiore performance provincia per provincia Torino: la provincia con i tassi di dimissione ospedaliera

Dettagli

USCITE STAMPA SU DATI ANIA SUL CALO DEI PREZZI DELLE POLIZZE RC AUTO

USCITE STAMPA SU DATI ANIA SUL CALO DEI PREZZI DELLE POLIZZE RC AUTO USCITE STAMPA SU DATI ANIA SUL CALO DEI PREZZI DELLE POLIZZE RC AUTO Rc auto: Ania, prezzi -6% in 2014, si riduce gap con

Dettagli

mini guida Tipologia del risarcimento del danno

mini guida Tipologia del risarcimento del danno mini guida Tipologia del risarcimento del danno Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del TIPOLOGIA DEL RISARCIMENTO DEL DANNO: IN FORMA SPECIFICA O PER EQUIVALENTE Sono frequenti

Dettagli

Servizi pubblici locali e utenze domestiche: un salasso da 5.349 a famiglia, negli ultimi 4 anni + 314

Servizi pubblici locali e utenze domestiche: un salasso da 5.349 a famiglia, negli ultimi 4 anni + 314 Servizi pubblici locali e utenze domestiche: un salasso da 5.349 a famiglia, negli ultimi 4 anni + 314 5.349 ogni anno. A tanto ammonta la spesa per una famiglia tipo per acqua, luce, gas, rifiuti, bus

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

CONFERENZA STAMPA 21 GENNAIO 2014 MANIFESTAZIONE. Mercoledì 22 gennaio 2014 alle ore 16:30. sotto la sede dell Aler di Milano di viale Romagna,26

CONFERENZA STAMPA 21 GENNAIO 2014 MANIFESTAZIONE. Mercoledì 22 gennaio 2014 alle ore 16:30. sotto la sede dell Aler di Milano di viale Romagna,26 Unione Inquilini CONFERENZA STAMPA 21 GENNAIO 2014 MANIFESTAZIONE Mercoledì 22 gennaio 2014 alle ore 16:30 sotto la sede dell Aler di Milano di viale Romagna,26 A seguito della decisione della Presidenza

Dettagli

TARIFFE, RINCARI RECORD

TARIFFE, RINCARI RECORD TARIFFE, RINCARI RECORD Negli ultimi 10 anni l acqua è aumentata dell 85,2 per cento, i rifiuti dell 81,8 per cento e i pedaggi autostradali del 50,1 per cento. Purtroppo, le liberalizzazioni non hanno

Dettagli

RAPIDE. La povertà in Italia nel 2000 POVERTÀ RELATIVA SUL TERRITORIO. 31 luglio 2001 SOTTO LA SOGLIA DI POVERTÀ RELATIVA IL 12,3% DELLE FAMIGLIE

RAPIDE. La povertà in Italia nel 2000 POVERTÀ RELATIVA SUL TERRITORIO. 31 luglio 2001 SOTTO LA SOGLIA DI POVERTÀ RELATIVA IL 12,3% DELLE FAMIGLIE SOTTO LA SOGLIA RELATIVA IL % DELLE FAMIGLIE La povertà in Italia nel della povertà viene calcolata sulla base del numero di L incidenza famiglie (e relativi componenti) che presentano spese per consumi

Dettagli

RILEVAZIONE SALDI INVERNALI 2014. Risultati di sintesi

RILEVAZIONE SALDI INVERNALI 2014. Risultati di sintesi RILEVAZIONE SALDI INVERNALI 2014 Risultati di sintesi 2 Rilevazione Saldi invernali 2014 - I risultati Panel e note metodologiche Altri beni persona 9% Altre merceologie 6% Calzature 14% Abbigliamento

Dettagli

I MEZZI PUBBLICI ITALIANI SONO DAVVERO CARI? 1. Lorenzo Minetti Università di Pavia, Collaboratore Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

I MEZZI PUBBLICI ITALIANI SONO DAVVERO CARI? 1. Lorenzo Minetti Università di Pavia, Collaboratore Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali I MEZZI PUBBLICI ITALIANI SONO DAVVERO CARI? 1 Lorenzo Minetti Università di Pavia, Collaboratore Dipartimento di Scienze Politiche

Dettagli

Evasione Fiscale. Equità Sociale. Evasione Contributiva. Sicurezza sui Luoghi di Lavoro

Evasione Fiscale. Equità Sociale. Evasione Contributiva. Sicurezza sui Luoghi di Lavoro Evasione Fiscale Equità Sociale Evasione Contributiva Sicurezza sui Luoghi di Lavoro Appunti della Camera del Lavoro di Brescia su equità sociale, evasione fiscale e contributiva, sicurezza sul lavoro

Dettagli

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 Nel bilancio di previsione 2013, il precedente direttivo aveva previsto un

Dettagli

Periodico informativo n. 67/2012. R.c. auto nel D.L. liberalizzazione

Periodico informativo n. 67/2012. R.c. auto nel D.L. liberalizzazione Periodico informativo n. 67/2012 R.c. auto nel D.L. liberalizzazione Gentile cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che il decreto liberalizzazione

Dettagli

Il comportamento economico delle famiglie straniere

Il comportamento economico delle famiglie straniere STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Il comportamento economico delle straniere Redditi, consumi, risparmi e povertà delle straniere in Italia nel 2010 Elaborazioni su dati Banca d Italia Perché

Dettagli

IL NUOVO SISTEMA PENSIONISTICO

IL NUOVO SISTEMA PENSIONISTICO IL NUOVO SISTEMA PENSIONISTICO PENSIONI: DAL 1 GENNAIO 2012 è CAMBIAto TUTTO Una nuova riforma pensionistica L evoluzione demografica ha determinato un aumento esponenziale del numero dei pensionati rispetto

Dettagli

TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO

TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO 166 i dossier www.freefoundation.com Primo approfondimento TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO 10 ottobre 2012 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 La Legge di Stabilità 2013 in 10 punti

Dettagli

Informazioni Statistiche N 8/2014

Informazioni Statistiche N 8/2014 Città di Palermo Ufficio Statistica Veicoli circolanti e immatricolati a Palermo nel 2013 Girolamo D Anneo Informazioni Statistiche N 8/2014 SETTEMBRE 2014 Sindaco: Segretario Generale: Capo Area della

Dettagli

Il nuovo sistema di perequazione SPI CGIL - DIPARTIMENTO NAZIONALE PREVIDENZA 1

Il nuovo sistema di perequazione SPI CGIL - DIPARTIMENTO NAZIONALE PREVIDENZA 1 Il nuovo sistema di perequazione NAZIONALE PREVIDENZA 1 La perequazione è un diritto Non può non esserci, può essere sospesa per brevi periodi, non ripetibili. La misura la decide il legislatore, tenendo

Dettagli

RAPIDE. Nel 2001 la spesa media mensile. La povertà in Italia nel 2001 POVERTÀ NEL TEMPO E SUL TERRITORIO. 17 luglio 2002

RAPIDE. Nel 2001 la spesa media mensile. La povertà in Italia nel 2001 POVERTÀ NEL TEMPO E SUL TERRITORIO. 17 luglio 2002 SOTTO LA SOGLIA DI POVERTÀ IL 12% DELLE FAMIGLIE La povertà in Italia nel 2001 di povertà viene calcolata sulla base del numero di L incidenza famiglie (e relativi componenti) che presentano spese per

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 04 luglio 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 04 luglio 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 04 luglio 2014 03/07/2014 Emilianet 03/07/2014 Emilianet DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 04 luglio 2014 Dossier Confcommercio Modena Consumi a 0,7%, la speranza

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

ASPETTI PARTICOLARI: LE LIMITAZIONI ALL USO DEI CONTANTI E DEI TITOLI AL PORTATORE

ASPETTI PARTICOLARI: LE LIMITAZIONI ALL USO DEI CONTANTI E DEI TITOLI AL PORTATORE ASPETTI PARTICOLARI: LE LIMITAZIONI ALL USO DEI CONTANTI E DEI TITOLI AL PORTATORE L art. 49 del DLGS n. 231/07 vieta il trasferimento di denaro contante, libretti e/o titoli al portatore fra soggetti

Dettagli

Risarcimento dei danni per la non ragionevole durata dei processi: la nuova legge Pinto

Risarcimento dei danni per la non ragionevole durata dei processi: la nuova legge Pinto STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

Informazioni Statistiche N 3/2013

Informazioni Statistiche N 3/2013 Città di Palermo Ufficio Statistica Veicoli circolanti e immatricolati a Palermo nel 2012 Girolamo D Anneo Informazioni Statistiche N 3/2013 NOVEMBRE 2013 Sindaco: Segretario Generale: Capo Area della

Dettagli

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2009. Settembre 2010

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2009. Settembre 2010 Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2009 Settembre 2010 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di Marisa Corazza e Tiziana

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 336. Istituzione della «Giornata nazionale della sicurezza sul lavoro» d iniziativa del senatore DE POLI

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 336. Istituzione della «Giornata nazionale della sicurezza sul lavoro» d iniziativa del senatore DE POLI Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 336 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore DE POLI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 29 MARZO 2013 Istituzione della «Giornata nazionale della sicurezza sul

Dettagli

FAMIGLIE: TASSE RECORD A REGGIO CALABRIA, NAPOLI E SALERNO

FAMIGLIE: TASSE RECORD A REGGIO CALABRIA, NAPOLI E SALERNO FAMIGLIE: TASSE RECORD A REGGIO CALABRIA, NAPOLI E SALERNO Le famiglie più tartassate d Italia abitano a Reggio Calabria. Nel 2015 il peso complessivo di Irpef, addizionali comunali e regionali all Irpef,

Dettagli

In caso di catastrofe AiTecc è con voi!

In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In questo documento teniamo a mettere in evidenza i fattori di maggior importanza per una prevenzione ottimale. 1. Prevenzione Prevenire una situazione catastrofica

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. La seconda distorsione era relativa alle c.d. imprese familiari.

COMUNICATO STAMPA. La seconda distorsione era relativa alle c.d. imprese familiari. COMUNICATO STAMPA Il Dipartimento delle Finanze pubblica le statistiche sulle dichiarazioni delle persone fisiche (IRPEF) relative all'anno d'imposta 2009, a soli cinque mesi dal termine di presentazione

Dettagli

24-NOV-2015 da pag. 37 foglio 1

24-NOV-2015 da pag. 37 foglio 1 Tiratura 09/2015: 391.681 Diffusione 09/2015: 270.207 Lettori Ed. II 2015: 2.458.000 Quotidiano - Ed. nazionale Dir. Resp.: Ezio Mauro da pag. 37 24/11/2015 Responsabilità professionale. Intervista a Trojano

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2014

RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2014 RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2014 Il presente bilancio è stato redatto in linea con le indicazioni deliberate dal Consiglio e tiene conto delle disposizioni

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

Carceri, il SAPPE: Sant Agostino, mancano i fondi per il riscaldamento (Il Vostro Giornale 26.02.09)

Carceri, il SAPPE: Sant Agostino, mancano i fondi per il riscaldamento (Il Vostro Giornale 26.02.09) Carceri, il SAPPE: Sant Agostino, mancano i fondi per il riscaldamento (Il Vostro Giornale 26.02.09) Savona. Esprime sgomento e sconcerto Michele Lorenzo, segretario regionale del SAPPE, sindacato autonomo

Dettagli

Quanto costa il mio fondo pensione?

Quanto costa il mio fondo pensione? Quanto costa il mio fondo pensione? Le differenze con il mercato e i nostri punti di forza Uno dei temi principali su cui il mercato della previdenza complementare si confronta è quello relativo ai costi

Dettagli

AGENZIA DEL TERRITORIO Pubblicate le quotazioni immobiliari del 1 Sem. 2008.

AGENZIA DEL TERRITORIO Pubblicate le quotazioni immobiliari del 1 Sem. 2008. N. 01 Novembre 2008 AGENZIA DEL TERRITORIO Pubblicate le quotazioni immobiliari del 1 Sem. 2008. Roma - Dal 15 Ottobre scorso sul sito internet www.agenziadelterritorio.it sono consultabili le quotazioni

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

Perché finanziare una mobilità urbana alternativa. Eleonora Pieralice

Perché finanziare una mobilità urbana alternativa. Eleonora Pieralice Perché finanziare una mobilità urbana alternativa Eleonora Pieralice Mobilità urbana sostenibile: lo squilibrio modale Il sistema dei trasporti italiano è dominato dalla crescita della domanda di mobilità

Dettagli

Missione Mobilità Milano, 7 aprile 2014. Intervento di Daniele Capezzone. Presidente Commissione Finanze della Camera PACCHETTO AUTO

Missione Mobilità Milano, 7 aprile 2014. Intervento di Daniele Capezzone. Presidente Commissione Finanze della Camera PACCHETTO AUTO Missione Mobilità Milano, 7 aprile 2014 Intervento di Daniele Capezzone Presidente Commissione Finanze della Camera PACCHETTO AUTO Facendo riferimento all anno 2012, il prelievo fiscale sulla filiera auto

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Comunicato stampa venerdì 13 gennaio 2012 INCHIESTA DELL ASSESSORATO AL TURISMO SUL NATALE APPENA TRASCORSO: I CITTADINI RISPONDONO In conclusione del Natale, il Comune

Dettagli

Lettera aperta di Confesercenti ai Parlamentari Ferraresi per i provvedimenti sui POS

Lettera aperta di Confesercenti ai Parlamentari Ferraresi per i provvedimenti sui POS Lettera aperta di Confesercenti ai Parlamentari Ferraresi per i provvedimenti sui POS Egr. On., come certamente saprà la legge di stabilità 2016, tra gli altri provvedimenti, ha previsto l obbligo di accettare

Dettagli

1 2 3 4 5 6 7 La riduzione delle copie vendute nel quinquennio è stata di 400 milioni, oltre un milione di copie al giorno. Lievemente meno accentuato il calo degli abbonamenti, passati da circa 380mila

Dettagli

L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché?

L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché? 1 L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché? La crisi che ormai da alcuni anni sta sconvolgendo la nostra economia ed il nostro lavoro ha colpito più di altri, alcuni comparti, caratterizzati dalla presenza

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Federazione Lavoratori della Conoscenza LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Schede informative A partire dal 1 gennaio 2007, per 16 milioni di lavoratori dipendenti del settore

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

Riforma Mercato del Lavoro. Legge 92/2012

Riforma Mercato del Lavoro. Legge 92/2012 Riforma Mercato del Lavoro Legge 92/2012 Caerano di San Marco 6 dicembre 2012 Premessa. La riforma del mercato del lavoro è stata definitivamente convertita nella legge 92 del 28 giugno 2012. Pubblicata

Dettagli

ECONOMIA NATALE, SPESA RIDOTTA PER SEI ITALIANI SU DIECI

ECONOMIA NATALE, SPESA RIDOTTA PER SEI ITALIANI SU DIECI ECONOMIA NATALE, SPESA RIDOTTA PER SEI ITALIANI SU DIECI Budget ridotto per gli under 34. Tagli su abbigliamento, calzature e viaggi. Ma Confesercenti è più ottimista. Meno spesa per la maggior parte degli

Dettagli

TARIFFE PUBBLICHE: IN ITALIA RINCARI TRA I PIU ELEVATI D EUROPA

TARIFFE PUBBLICHE: IN ITALIA RINCARI TRA I PIU ELEVATI D EUROPA TARIFFE PUBBLICHE: IN ITALIA RINCARI TRA I PIU ELEVATI D EUROPA Nell ultimo anno boom dei rifiuti: con l introduzione della Tari abbiamo pagato il 12,2 per cento in più. Luce, gas e trasporti sono le voci

Dettagli

Benefici ambientali del GPL per autotrazione - Sintesi 1

Benefici ambientali del GPL per autotrazione - Sintesi 1 Benefici ambientali del GPL per autotrazione - Sintesi 1 Introduzione Il traffico è la causa principale dell inquinamento urbano. Nelle aree urbane e metropolitane si sviluppa circa il 70 per cento di

Dettagli

NO AL GASOLIO PER I NUOVI MEZZI ATAC, SÌ A METANO O COMBUSTIBILI MENO INQUINANTI RIVEDERE LE SCELTE DELLA DELIBERA ATAC PER RIDURRE SMOG E SPESE

NO AL GASOLIO PER I NUOVI MEZZI ATAC, SÌ A METANO O COMBUSTIBILI MENO INQUINANTI RIVEDERE LE SCELTE DELLA DELIBERA ATAC PER RIDURRE SMOG E SPESE NO AL GASOLIO PER I NUOVI MEZZI ATAC, SÌ A METANO O COMBUSTIBILI MENO INQUINANTI RIVEDERE LE SCELTE DELLA DELIBERA ATAC PER RIDURRE SMOG E SPESE DOSSIER DI LEGAMBIENTE LAZIO NO AL GASOLIO PER I NUOVI MEZZI

Dettagli

Finanziaria 2006: misure e provvedimenti inerenti al Terzo Settore

Finanziaria 2006: misure e provvedimenti inerenti al Terzo Settore Finanziaria 2006: misure e provvedimenti inerenti al Terzo Settore a cura di Roberta De Pirro - Studio Sciumé e Associati roberta.depirro@sciume.net http://www.sciume.net/ Premessa Dopo un lungo e discusso

Dettagli

DECRETO AUTO BLU La risposta immediata. Roma, 3 agosto 2011

DECRETO AUTO BLU La risposta immediata. Roma, 3 agosto 2011 DECRETO AUTO BLU La risposta immediata Roma, 3 agosto 2011 IL DECRETO AUTO BLU Le auto blu sono percepite come un privilegio o peggio uno spreco Negli anni si è più volte intervenuti per razionalizzarne

Dettagli

- Rinegoziazione: pro e contro dell accordo Governo Abi. Istruzioni per l uso a cura di Adiconsum

- Rinegoziazione: pro e contro dell accordo Governo Abi. Istruzioni per l uso a cura di Adiconsum Coordinato da Valeria Lai Agenzia Adiconsum - anno XX - n. 29-30 maggio 2008 Stampato in proprio in maggio 2008 In questo numero: Speciale mutui: Rinegoziazione, pro e contro dell accordo Governo Abi Istruzioni

Dettagli

LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 BOLOGNA

LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 BOLOGNA OSSERVATORIO SUL MERCATO IMMOBILIARE Comunicato stampa LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A MAGGIO 2012 Trimestre Bologna Numero di compravendite

Dettagli

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese.

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese. I COMUNI RISPARMIANO, MA LE AMMINISTRAZIONI CENTRALI SPENDONO. TAGLIARE ANCORA VUOL DIRE TOGLIERE 6 MILIARDI DI EURO ALLE IMPRESE E MOLTI SERVIZI AI CITTADINI. I Comuni sono oggetto di una ingiusta campagna

Dettagli

RINNOVO POLIZZE SANITARIE PER IL BIENNIO 2012 2013 COMUNICATO DEI COMPONENTI ELETTI DEL C.d.A di Uni.C.A

RINNOVO POLIZZE SANITARIE PER IL BIENNIO 2012 2013 COMUNICATO DEI COMPONENTI ELETTI DEL C.d.A di Uni.C.A RINNOVO POLIZZE SANITARIE PER IL BIENNIO 2012 2013 COMUNICATO DEI COMPONENTI ELETTI DEL C.d.A di Uni.C.A Care Colleghe e Colleghi, in servizio e in esodo, e care Pensionate e Pensionati, si è conclusa

Dettagli

COMITATO PER LA RIDUZIONE DELL'IMPATTO AMBIENTALE DELL'AEROPORTO DI CIAMPINO

COMITATO PER LA RIDUZIONE DELL'IMPATTO AMBIENTALE DELL'AEROPORTO DI CIAMPINO AEROPORTO ROMA CIAMPINO: COSTANTE RUMORE DIURNO E NOTTURNO, CON VALORI TRA 58,2 E 85 DECIBEL CON LENZUOLA ANTISMOG E NUOVI ALLARMANTI DATI SUL RUMORE, LEGAMBIENTE E COMITATO RIDUZIONE IMPATTO AEROPORTO

Dettagli

Informazioni Statistiche N 2/2013

Informazioni Statistiche N 2/2013 Città di Palermo Ufficio Statistica Osservatorio Ambientale Istat sulle città: i risultati di Palermo e delle grandi città Anno 2012 Girolamo D Anneo Informazioni Statistiche N 2/2013 SETTEMBRE 2013 Sindaco:

Dettagli

L inflazione nel 2004

L inflazione nel 2004 L inflazione nel 2004 Un quadro generale In Italia l inflazione media annua per l anno 2004 si è attestata intorno al 2,2%, un risultato di gran lunga migliore rispetto al 2003 quando il valore medio di

Dettagli

nel Paese delle Regole

nel Paese delle Regole Fumetto Pag&Tax:Layout 1 24-02-2009 15:32 Pagina 1 PAG & TAX nel Paese delle Regole LE REGOLE FlSCALl SPlEGATE A FUMETTl! PAG TAX FISCO& Fumetto Pag&Tax:Layout 1 24-02-2009 15:32 Pagina 2 Fumetto Pag&Tax:Layout

Dettagli

Mal Aria contro lo smog in città

Mal Aria contro lo smog in città Cambiate abitudini Mal Aria contro lo smog in città Mal aria è la storica campagna di Legambiente contro l inquinamento atmosferico, per difendere il diritto alla salute dei cittadini e proporre soluzioni

Dettagli

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI Il costo per le casse pubbliche non dovrebbe superare i 150 milioni di euro. Secondo un sondaggio della CGIA, negli ultimi 10 anni la quota di spesa

Dettagli

Reg. (CEE) 4-2-1991 n. 295/91 295

Reg. (CEE) 4-2-1991 n. 295/91 295 Reg. (CEE) 4-2-1991 n. 295/91 295 Regolamento del Consiglio che stabilisce norme comuni relative ad un sistema di compensazione per negato imbarco nei trasporti aerei di linea. Pubblicata nella G.U.C.E.

Dettagli

soggetto partecipante propone l acquisto anche alternativo : di beni in blocco individuati; di singoli beni individuati; di un singolo bene

soggetto partecipante propone l acquisto anche alternativo : di beni in blocco individuati; di singoli beni individuati; di un singolo bene REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE IRREVOCABILI INERENTI L ACQUISTO DEI BENI INCLUSI NEL PATRIMONIO FALLIMENTARE SUDDIVISO NELLE CATEGORIE DI SEGUITO ELENCATE A) Con sentenza datata 2 agosto

Dettagli

Rischio povertà. Una soluzione: dare dignità al mercato

Rischio povertà. Una soluzione: dare dignità al mercato Rischio povertà. Una soluzione: dare dignità al mercato Leonardo Becchetti, Angela Schito - 15/04/2009 (BENE COMUNE:NET) Una delle conseguenze della crisi che stiamo vivendo riguarderà senza dubbio le

Dettagli

[Digitare il testo] Copyright Codacons 2010 www.codacons.it

[Digitare il testo] Copyright Codacons 2010 www.codacons.it A TUTTI I CITTADINI DI NAPOLI E PROVINCIA: Il Codacons scende in campo e lancia la clamorosa azione collettiva contro i RIFIUTI! AGISCI CON NOI PER RICHIEDERE UN RISARCIMENTO DI 2.000 EURO! TUTTI I NAPOLETANI

Dettagli

Fogarollo Fogarollo Seguono tabelle..

Fogarollo Fogarollo Seguono tabelle.. NO al monopolio delle Assicurazioni! - Parte dal Veneto la mobilitazione della categoria Riparazioni consegnate alle compagnie di Assicurazione: pietra tombale per migliaia di imprese. In Veneto 6.350

Dettagli

Italiano PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD 2012 BACHILLERATO FORMACIÓN PROFESIONAL CICLOS FORMATIVOS DE GRADO SUPERIOR. Examen

Italiano PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD 2012 BACHILLERATO FORMACIÓN PROFESIONAL CICLOS FORMATIVOS DE GRADO SUPERIOR. Examen PRUEBA DE ACCESO A LA 2012 Italiano BACHILLERATO FORMACIÓN PROFESIONAL CICLOS FORMATIVOS DE GRADO SUPERIOR Examen Criterios de Corrección y Calificación Quest'esame ha due opzioni. Deve rispondere solo

Dettagli

Tab. 1 La spesa finale per lo sport in Italia nel 2001 (valori in euro)

Tab. 1 La spesa finale per lo sport in Italia nel 2001 (valori in euro) Il quadro macroeconomico Il fatturato del sistema sportivo italiano può essere valutato nel 2001 in circa 31,6 miliardi di euro. Tale cifra rappresenta la somma di quanto è speso dalle famiglie italiane,

Dettagli

Esercitazione n.2 Inferenza su medie

Esercitazione n.2 Inferenza su medie Esercitazione n.2 Esercizio L ufficio del personale di una grande società intende stimare le spese mediche familiari dei suoi impiegati per valutare la possibilità di attuare un programma di assicurazione

Dettagli

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM INTERVENTO DELL'ASSESSORE REGIONALE ALLE POLITICHE DEL TURISMO E DELLA MONTAGNA DELLA REGIONE

Dettagli

No, grazie! Si nota una certa tensione nel mercato immobiliare mondiale, quello italiano sembra resistere egregiamente. A cura di Donato Palombella

No, grazie! Si nota una certa tensione nel mercato immobiliare mondiale, quello italiano sembra resistere egregiamente. A cura di Donato Palombella CRISI NEL MERCATO immobiliare? No, grazie! Si nota una certa tensione nel mercato immobiliare mondiale, quello italiano sembra resistere egregiamente. A cura di Donato Palombella 36 CRISI NEL MERCATO IMMOBILIARE?

Dettagli

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MACERATA ( VIA PESARO N. 6-62100 MACERATA)

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MACERATA ( VIA PESARO N. 6-62100 MACERATA) AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MACERATA ( VIA PESARO N. 6-62100 MACERATA) ISTANZA PER L AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO ( D.P.R. 30 MAGGIO 2002 N. 115 - legge 24 febbraio 2005,

Dettagli

Contributo di Altroconsumo

Contributo di Altroconsumo Contributo di Altroconsumo Audizione sulla filiera dell automotive in Italia a seguito della grande crisi del gruppo Volkswagen presso la X Commissione (Attività produttive, commercio e turismo) della

Dettagli

Osservatorio FeNEAL-UIL / CRESME. Occupazione e sicurezza sul cantiere nelle aree metropolitane

Osservatorio FeNEAL-UIL / CRESME. Occupazione e sicurezza sul cantiere nelle aree metropolitane feneal - uil Osservatorio FeNEAL-UIL / CRESME Occupazione e sicurezza sul cantiere nelle aree metropolitane ANTEPRIMA Roma 11 Marzo 2008 Il boom del settore edile (12 aree metropolitane) e l effetto emersione

Dettagli

VII Rapporto UIL Famiglia Reddito Casa

VII Rapporto UIL Famiglia Reddito Casa VII Rapporto UIL Famiglia Reddito Casa Indice A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 212 INDICE Nota introduttiva..pag. 3 La spesa delle famiglie per l abitazione: l acquisto...pag.

Dettagli

Federmobili FEDERAZIONE NAZIONALE COMMERCIANTI MOBILI E ARREDAMENTO. Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato

Federmobili FEDERAZIONE NAZIONALE COMMERCIANTI MOBILI E ARREDAMENTO. Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato Federmobili FEDERAZIONE NAZIONALE COMMERCIANTI MOBILI E ARREDAMENTO in collaborazione con e con l adesione di Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura SCHEMA

Dettagli

Decreto 16 marzo 2001. Programma Tetti fotovoltaici. (Gazzetta Ufficiale n.74 del 29/03/2001)

Decreto 16 marzo 2001. Programma Tetti fotovoltaici. (Gazzetta Ufficiale n.74 del 29/03/2001) Decreto 16 marzo 2001 Programma Tetti fotovoltaici (Gazzetta Ufficiale n.74 del 29/03/2001) Vista la delibera del CIPE del 19 novembre 1998 "Linee guida per le politiche e misure nazionali di riduzione

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SUL CUNEO FISCALE E NESSUNO VI HA MAI SPIEGATO

TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SUL CUNEO FISCALE E NESSUNO VI HA MAI SPIEGATO 760 TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SUL CUNEO FISCALE E NESSUNO VI HA MAI SPIEGATO 10 Settembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà

Dettagli

REPORT SULL IMPATTO SOCIALE FUORI STRADA. Le pretese dell industria automobilistica.

REPORT SULL IMPATTO SOCIALE FUORI STRADA. Le pretese dell industria automobilistica. In assenza di una regolamentazione legislativa, i progressi tecnici sono stati usati per produrre automobili più potenti e più inquinanti, piuttosto che per ottenere riduzioni nelle emissioni di CO2. REPORT

Dettagli

PENSARE AL FUTURO LO SAPEVATE CHE...?

PENSARE AL FUTURO LO SAPEVATE CHE...? LO SAPEVATE CHE...? PENSARE AL FUTURO Si potrebbe anche pensare che, vista l attuale situazione economica nazionale e mondiale, l argomento possa essere anacronistico, sbagliato, non aderente alla situazione

Dettagli

Crisi economica e prospettive dei consumi

Crisi economica e prospettive dei consumi Crisi economica e prospettive dei consumi Le difficoltà di una filiera estremamente importante Angelo Massaro Amministratore Delegato - Italia e Grecia 11 Dicembre, 2013 Il Largo Consumo Confezionato:

Dettagli

CNEL IV Commissione Istruttoria per le Reti, le Infrastrutture, l'energia e l'ambiente SUPERAMENTO DEL CONTANTE E DIFFUSIONE DELLA MONETA ELETTRONICA

CNEL IV Commissione Istruttoria per le Reti, le Infrastrutture, l'energia e l'ambiente SUPERAMENTO DEL CONTANTE E DIFFUSIONE DELLA MONETA ELETTRONICA CNEL IV Commissione Istruttoria per le Reti, le Infrastrutture, l'energia e l'ambiente SUPERAMENTO DEL CONTANTE E DIFFUSIONE DELLA MONETA ELETTRONICA Roma, 27 maggio 2013 Premessa Operare per il graduale

Dettagli

Ai Consiglieri Federali Roma 26 luglio 2013 Ai Revisori dei Conti Ai Comitati Regionali Alle Delegazioni Regionali

Ai Consiglieri Federali Roma 26 luglio 2013 Ai Revisori dei Conti Ai Comitati Regionali Alle Delegazioni Regionali Circolare n.21 Ai Consiglieri Federali Roma 26 luglio 2013 Ai Revisori dei Conti Ai Comitati Regionali Alle Delegazioni Regionali Oggetto : Accordo Federazione Italiana Golf - Hertz La Hertz torna ad essere

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. MISURA E MODALITÀ DI VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DOVUTO ALL AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI PER L ANNO 2015 L AUTORITÀ NELLA sua riunione di Consiglio del 6 novembre 2014; VISTA

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 207 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa dei senatori SALVATO e CARCARINO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 9 MAGGIO 1996 Norme

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993

Dettagli

ANIA. focus rcauto. Executive Summary. Statistica Trimestrale - Dati al 30/06/2005. Andamento degli indicatori tecnici

ANIA. focus rcauto. Executive Summary. Statistica Trimestrale - Dati al 30/06/2005. Andamento degli indicatori tecnici Executive Summary Andamento degli indicatori tecnici Nella prima metà dell anno, la frequenza dei sinistri denunciati al settore assicurativo per il complesso dei veicoli analizzati (pari al 9,00%), risulta

Dettagli

Comunicato stampa CONTINUA LA CRESCITA SOSTENIBILE E LA CREAZIONE DI VALORE

Comunicato stampa CONTINUA LA CRESCITA SOSTENIBILE E LA CREAZIONE DI VALORE Comunicato stampa GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA: I RISULTATI DI BILANCIO 2008 CONTINUA LA CRESCITA SOSTENIBILE E LA CREAZIONE DI VALORE Dati economici consolidati riclassificati Proventi Operativi Netti

Dettagli