Decadente: palese o segreto?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Decadente: palese o segreto?"

Transcript

1 Mercoledì 30 ottobre 2013 Quotidiano gratuito Anno 4 - N. 184 SOLE A CATINELLE: SUCCESSO ANNUNCIATO PER CHECCO ZALONE E NUNZIANTE - NELLA CULTUR A LA BARI CHE PENSA E VUOL FARE... Trentamila post sul lavoro C è la Bari che pensa e vuol fare. Lontana dai tatticismi della politica e dalla visione quantitativa dei consensi ci sono cittadini che non si rassegnano al declino. Nel serrato dibattito avviato su EPolis Bari dal sociologo Leonardo Palmisano interviene oggi un altro sociologo, Vitandrea Marzano. Un intervento che è anche una testimonianza-denuncia delle promesse tradite a Bari e in Puglia. n VITANDREA MARZANO* Dopo un intenso girovagare in Italia e in Europa, studiando, lavorando e facendo ricerca come molti della mia generazione, nel 2007 sono tornato stabilmente a Bari, per merito di un iniziativa del Sindaco Emiliano: si avviava la stagione della Pianificazione Strategica a Bari e si selezionavano figure under 35 che potessero far parte di uno Staff Ricerca, Sviluppo e Progettazione al servizio della nascente Area Metropolitana (31 Comuni). Un percorso ambizioso, partecipato dai principali partner economici e sociali del territorio (Università, Porto, Aeroporto, Camera di Commercio ecc.) e che avveniva nel solco di un primo mandato politico orientato alla programmazione, alla interdisciplinarietà negli approcci di governo, alla partecipazione e alla qualità urbana e sociale. Un esperienza entusiasmante e al contempo straordinaria quella di poter contribuire attivamente allo sviluppo della propria città. E per di più in un periodo storico in cui Bari sembrava realmente voler rivolgere il proprio sguardo all Europa e confrontarsi con le sfide del futuro. Si formò un comitato scientifico di esperti internazionali per gli indirizzi di pianificazione, un comitato tecnico di funzionari per il raccordo con le strutture dei 31 Comuni e uno staff di giovani ricercatori indipendenti sulle principali aree di sviluppo dell Area Metropolitana barese: Governance, Ambiente, Cultura, Urbanistica, Mobilità, Welfare. Lo staff costituiva una novità assoluta non solo per Bari, bensì sul panorama italiano, sia per la sua portata meritocratica (e non di cooptazione) che generazionale. Tra i tanti riconoscimenti raccolti in quei due anni di sperimentazione - persino dal temutissimo Ministro Brunetta ci fu quello della Commissaria Europea ai Fondi Strutturali Hubner in visita a Bari. Per tutti fu un occa - sione professionale e umana straordinaria e nel complesso risultò un utile innovazione per gli Enti Comunali. In 20 mesi di lavoro si organizzarono centinaia di forum tematici presso i Comuni dell Area, si effettuò una ricognizione di tutte le opere e programmi promuovendone integrazioni, si ragionò di nuovi assetti istituzionali, ci si confrontò attivamente con i principali operatori economici, sociali e istituzionali, partecipando ogni progettazione in modo quanto più efficace anche con cittadini e associazioni. IL LITIGIO / URLA E PAROLE GROSSE AL COMUNE S. Nicola: assessore e Priore ai ferri corti SFIDA PD-PDL. LA DECISIONE DELLA GIUNTA SLITTA A OGGI Decadente: palese o segreto? A BARI INVOCA SOLO LE RIFORME E Napolitano ignora Grillo alle pagg. 2, 3, 14 e 15 I TESSERAMENTI SOSPETTI Il Pd barese in pieno caos Bussa a pag. 2 Colucci a pag. 9 LO STEREOTIPO Con i cronisti il rigore è sempre di... rigore n EDOARDO MONGELLI Cinque accrediti colorati, rigidi orari di entrata, nessuna possibilità di muoversi liberamente, perquisizioni simil-stadio, tanto nervosismo e il presidente della Repubblica visibile solo in un monitor (per giunta con audio pessimo). Questo è solo una parte dell elenco dei privilegi di cui hanno goduto i giornalisti accreditati ieri per la visita di Giorgio Napolitano a Bari. E se non fossimo stati giornalisti? Beh... avremmo potuto incontrarlo, fotografarlo, parlargli, esprimergli ammirazione, contestarlo o semplicemente vederlo. Parafrasando Gaber si potrebbe aggiungere: Ma per fortuna o purtroppo lo siamo. La nostra è la riflessione suscitata da una mattinata ad inseguire una dichiarazione, a scattare una foto utile. Insomma, a lavorare. segue a pag. 3 segue a pag. 7 a pag. 7

2 2 EPolis Bari Mercoledì 30 ottobre 2013 POLITICA Grillo dalla Camera contro tutto e tutti: Il premier dice balle e crea instabilità Dopo la stilettata al Senato, Grillo passa alla Camera. E ancora una volta ne ha per tutto e tutti. Contro questo Parlamento, a metà strada tra "un Club Med e un ospedale psichiatrico", contro questo governo che "dice balle e crea instabilità", contro questi politici privi di "dignità", figure vere ma "trasparenti", inconsistenti. Contro questo Presidente della Repubblica che "va contro la Costituzione", firmando provvedimenti privi di copertura finanziaria. DECADENZA CAV n NO A M5S E SEL SULL ANTICIPO A MARTEDÌ DEL PASSAGGIO IN AULA Scontro palese sul voto segreto Lotta Pd-Pdl in Giunta, la decisione slitta alle 9 di oggi n ANNA LAURA BUSSA Èscontro totale in Giunta per il Regolamento del Senato convocata per stabilire se sulla decadenza di Berlusconi si deciderà con voto palese o segreto. La Giunta, dopo essersi riunita in seduta notturna, è riconvocata per oggi alle 9. Il Pdl, denuncia il centrosinistra, cerca in ogni modo di allungare i tempi ricorrendo anche a "tecniche ostruzionistiche e dilatorie". I Dem, ribattono i pidiellini, stanno cer- n Silvio Berlusconi. Il suo scranno da senatore è a rischio decadenza rizzazione del voto sulla decadenza, continua anche in Aula. Schifani, che prima aveva contestato come la Giunta non possa votare su quello che è solo un parere, avverte che non si riuscirà a trasformare l'aula "in un plotone d'esecuzione" contro il Cav. E se la prende con il presidente del Senato Grasso che non sospende i lavori per "evitare che il regolamento del Senato venga cambiato con un colpo di mano". Il Pd insorge e il capogruppo Luigi Zanda avverte: le regole e le sen- Il centrodestra torna a battere sull irretroattività: per i giudici di Milano si tratta di una questione amministrativa cando con "un colpo di mano di cambiare a maggioranza il regolamento del Senato che stabilisce come il voto debba essere segreto". Il M5S attacca il centrodestra ricordando come la legge Severino preveda "immediatamente" il voto sulla decadenza del "pregiudicato Berlusconi" e invece "gli sono stati regalati altri due mesi di tempo". Il Cavaliere si appella direttamente a Letta affinché il governo intervenga per sancire una volta per tutte come la legge Severino non possa essere retroattiva. Lanciando un vero ultimatum al premier: "la delega della legge è ancora aperta basta aggiungere una riga per dire che non è retroattiva. Letta dica sì o no". E sottolineando come la sua decadenza sarebbe una macchia per la democrazia. Il caos, insomma, è generale e lo scontro è davvero a 360 gradi. A surriscaldare il clima, si spiega in ambienti della maggioranza, sarebbe stata tra l'altro l'intenzione espressa in Giunta dalla senatrice di Scelta Civica Linda Lanzillotta di dichiararsi a favore del voto palese. Cosa che sposterebbe inesorabilmente l'ago della bilancia verso la trasparenza dello scrutinio. Francesco Nitto Palma, presidente della commissione Giustizia del Senato e componente della Giunta, cerca in tutti i modi di far sospendere la seduta. L'occasione la offrono le motivazioni della sentenza della Corte d'appello di Milano, uscite nel frattempo, nelle quali si ribadisce come quella della decadenza sia di fatto un effetto amministrativo della sentenza penale. "Il fatto che si sia precisato come la decadenza sia una sanzione amministrativa - dichiara davanti a decine di cronisti - va a vantaggio della nostra tesi sull'irretroattività della Severino. Una sanzione amministrativa, infatti, non può avere effetti retroattivi. Pertanto chiediamo che i lavori della Giunta vengano sospesi e si rimandino tutti gli atti alla Giunta per le Immunità". La Giunta per il Regolamento, invece, va avanti e il Pd dimostra, rileggendo quanto scritto dai giudici di Milano, come "le motivazioni dicano esattamente il contrario di quanto sostenuto dal Pdl". Soprattutto perché è la sentenza passata in giudicato che fa fede ai fini della retroattività e non la data di commissione del reato. Tecnicalità a parte, il muro contro muro, cominciato in conferenza dei capigruppo per la mancata calenda- Berlusconi all at - tacco: se decado sarà una macchia per la democrazia. Poi l ex premier avverte Letta: deve intervenire tenza "vanno sempre rispettate". L'Aula di Palazzo Madama boccia però la proposta del M5S e di Sel di mettere il voto sulla decadenza all'ordine del giorno del 5 novembre. Facendo sospettare che si rinvii tutto a dopo la legge di stabilità. Grasso, però, fa sapere che subito dopo la decisione su "voto segreto sì-voto segreto no" verrà convocata una nuova conferenza dei capigruppo per stabilire la data che non sarà necessariamente dopo la finanziaria. n Il presidente Giorgio Napolitano ieri era a Bari Un mese per fare la riforma della legge elettorale? ''Fosse per me gli darei sette giorni!''. E' tutto in questa frase il disappunto di Giorgio Napolitano per come le forze politiche stanno trascurando il capitolo riforme. A partire da quella ''inevitabile'' del Porcellum, ormai un vero incubo del presidente. Un'inerzia politica - e Napolitano lo ha già detto senza peli sulla lingua - che sancirà l'umiliazione delle Camere quando - tra circa un mese, appunto - la Corte costituzionale ancora una volta dovrà sostituirsi a una politica colpevolmente impotente. Il presidente della Repubblica è stato ieri a Bari (il racconto alle pagg. 14 e 15) per un convegno sul rapporto tra Mezzogiorno. E il capo dello Stato ha dovuto assorbire la rabbia civile di tanti cittadini alle prese con la crisi constatando di persona quanto ampio sia ormai lo scollamento tra società civile e politica. Non a caso Napolitano ha risposto con n La Corte di Appello di Milano. Di spalle Ghedini APPELLO MEDIASET / LE MOTIVAZIONI DELLA SENTENZA SU SILVIO Frode aggravata da ruolo politico Il ruolo pubblico assunto da Silvio Berlusconi "come uomo politico" rende più grave "la valutazione della sua condotta" di frode fiscale e pertanto, anche per la durata della pena accessoria, non merita il "minimo della pena". Sono questi in sintesi i motivi per cui dieci giorni fa i giudici di Milano hanno disposto 2 anni di interdizione dai pubblici uffici per il Cavaliere, l'"ideatore, organizzatore" di un sistema creato "anche per poter più facilmente occultare l'evasione" e già condannato definitivamente a quattro anni di carcere per il caso Mediaset. SEGUE DALLA PRIMA LO STEREOTIPO Con i cronisti il rigore è sempre di... rigore

3 Mercoledì 30 ottobre 2013 EPolis Bari 3 D Alema per pungere Renzi si rifà a Virna Lisi: Con quella bocca può dire ciò che vuole... Se i candidati alla segreteria del Pd in vista dell 8 dicembre tra loro usano il fioretto, le opposte tifoserie non risparmiano i colpi bassi. Massimo D'Alema si distingue per il suo piglio sarcastico, sostenendo che Matteo Renzi gli ricorda ''un po' quella pubblicità con Virna Lisi, con quella bocca può dire ciò che vuole'' (Carosello 1958, video dal QR Code). Il rottamatore ricambia con altrettanta ironia: ''L'unico personaggio del passato che mi viene in mente per D'Alema è D'Alema stesso''. POLITICA n Oggi nuova Giunta per il regolamento del Senato MANOVR A n BANKITALIA, CORTE DEI CONTI E ISTAT: TUTTI CRITICI Su cuneo fiscale e casa spallate alla Stabilità BACCHETTATA AI PARTITI Napol itano: e le riforme Gli darei 7 giorni... DA BARI RISPONDE A CHI GLI CHIEDE DI PRETENDERE LA LEGGE ELETTORALE ENTRO UN MESE gelida ironia ad un cittadino che per strada gli ha urlato: "Presidente, gli dia 30 giorni di tempo per le riforme oppure li mandi tutti a casa". Musica per le orecchie del presidente che da mesi si sgola per mettere pressione ai partiti, al Parlamento, affinché si muovano per mettere mano alle riforme e invece nulla accade. ''Sette giorni gli darei'', quasi sillaba il capo dello Stato tra gli applausi, le lamentazioni e anche le proteste della gente del Sud che vuole solo lavoro. Ignorato Beppe Grillo e le sue accuse di impeachment, il presidente ha spiegato che quello della disoccupazione giovanile è ''il problema numero uno, il problema più assillante del Paese''. E ''il sud deve recuperare un ruolo che sta perdendo nello sviluppo generale del Paese", ha aggiunto preoccupato. Nonostante le rigide misure di sicurezza un gruppo di studenti è comunque riuscito a mettere in atto una protesta. n GIOVANNI INNAMORATI Saccomanni apre a modifiche, ma precisa: i conti in ordine sono un valore. La Lega però alza il tiro e presenta una mozione di sfiducia per il ministro n Il ministro dell Economia, Fabrizio Saccomanni, nel mirino delle critiche Bankitalia, Corte dei Conti e Istat sottolineano le ''criticità'' contenute nella versione della Legge di Stabilità giunta in Parlamento e, a questo punto, le richieste di Pdl e Pd di migliorarla in questa o quella parte sono suffragate da autorevoli pareri. Il ministro dell'economia Fabrizio Saccomanni si dichiara ''disponibile'' a intervenire su casa e cuneo fiscale, da una parte con la possibile reintroduzione delle detrazioni, dall'altra con più sconti per le famiglie numerose. Il ministro difende però l'impostazione della Legge punto per punto e ricorda che il risanamento è un ''valore'' che va ancora perseguito. Finisce così la raffica di audizioni alla commissione Bilancio del Senato, cui da oggi seguirà l'inizio dell'esame vero e proprio del provvedimento. Sul piano politico nel Pdl si è ripetuto il consueto schema, con il ''falco'' Daniele Capezzone, che ha attaccato la tassazione sulla casa prevista nella Stabilità. Ma anche dal Pd il segretario Guglielmo Epifani ha alzato la voce, chiedendo la ''progressività'' sulla Tasi (l'imposta che sostituirà l'imu) altrimenti essa sarà ''intollerabile'', e una modulazione del cuneo fiscale che si concentri sulle fasce più deboli. Ma a ''sostenere'', seppur indirettamente, le richieste di modifica al testo ci hanno pensato alcune istituzioni, durante le consuete audizioni della sessione di Bilancio. La Corte dei Conti, per esempio, ha detto che il rischio ''di ulteriori aumenti impositivi'' sulla casa esiste. A sua volta l'istat ha evidenziato un paradosso: del taglio del cuneo beneficiano le famiglie più ricche perché esse hanno ''il maggior numero di occupati per famiglia''. Taglio del cuneo che, ha sottolineato Bankitalia, ''non è elevato''. E anche le nuove imposte sugli immobili, ha detto ancora via Nazionale ''è suscettibile di miglioramenti per alcuni aspetti''. Insomma, non è un trionfo per il Governo tanto che in serata il gruppo della Lega Nord al Senato presenta una mozione di sfiducia individuale contro il ministro Saccomanni. Ma l'interessato, intervenuto in Senato nel primo pomeriggio, ha difeso l'impostazione della Legge di Stabilità pur dicendosi disponibile a modificare i capitoli della casa e del cuneo, lasciando naturalmente inalterati i saldi. Sulla prima ha detto che probabilmente torneranno le ''detrazioni'' come era l'imu di Monti (allora c'era una franchigia di 200 euro, più 50 euro per ogni figlio), mentre sul cuneo fiscale si è detto d'accordo a modularlo in favore, per esempio, ''delle famiglie numerose''. Ma Saccomanni è stato molto netto, seppur con il consueto garbo dei toni, su alcuni concetti: i conti in ordine sono ''un valore'' perché ci permetteranno di abbassare i tassi sui Bot e Bpt, puntado a quota 100 nel 2017 per lo Spread, con un risparmio di svariati miliardi. E poi il deficit ''deve restare entro la soglia del 3%, ma il rispetto di tale obiettivo non è sufficiente: il disavanzo strutturale deve tendere verso il pareggio, il peso del debito deve ridursi. Raggiungere questi risultati è interesse prioritario del nostro Paese''. Insomma ''non ci sono soluzioni semplici per reperire ulteriori risorse per concedere sgravi fiscali più ampi'' anche perché non siamo fuori dalla crisi, anzi: il Pil del 2013 chiuderà con un calo più forte (-1,8%) rispetto a quello preventivato (-1,7%). Mentre eravamo controllati a vista dal servizio d ordine allestito per l occasione, non sono passati inosservati i festeggiamenti di due studentesse per aver ripreso il capo dello Stato con il loro smartphone. Nessuna ressa, nessuno spintone, nessuna frustrazione per loro. Sulle nostre scrivanie della redazione restano i coloratissimi pass e la foto, un po sfuocata, della nuca di Giorgio Napolitano. Quando uno è accreditato Edoardo Mongelli CDM / ZANONATO FRENA SUL TOTONOMI DELLE AZIENDE PUBBLICHE Un Comitato per le privatizzazioni Il governo in Cdm fa un altro passo avanti sulla strada delle privatizzazioni, rendendo permanente il relativo Comitato, ma allo stesso tempo frena sui nomi delle partecipazioni che potrebbero essere cedute. Dopo gli annunci del ministro dell'economia, Fabrizio Saccomanni, che sabato scorso non aveva escluso la cessione di alcuna partecipazione, Eni e Rai comprese, arriva il colpo di freno del titolare dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato, secondo cui, allo stato, si tratta solo di "ipotesi". n Zanonato, ministro Sviluppo economico

4 4 EPolis Bari Mercoledì 30 ottobre 2013 AT TUALITÀ Telefonate intercettate: Letta convoca i ministri Minniti garantisce sulla lealtà dei servizi italiani La tempesta Datagate non accenna a placarsi ed il presidente del Consiglio Enrico Letta ha convocato per domani il Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica (Cisr) con l'obiettivo di "fare chiarezza". Da parte sua, il sottosegretario con delega ai servizi, Marco Minniti, parla di "momento difficile, senza precedenti, per l'intelligence", riconosce che c'è "un problema evidente" con gli Stati Uniti, ma garantisce sulla "correttezza, lealtà e funzione positiva" degli 007 italiani. G20 n SI ALLARGA ANCORA IL CASO SULLE VIOLAZIONI DELLA PRIVACY Chiavette-spia russe Putin smentisce tutto TURCHIA / A ISTANBUL Aper to il tunnel tra Asia ed Europa E' LA FARAONICA GALLERIA SOTTO IL BOSFORO VOLUTA DAL PREMIER ERDOGAN LUNGA 14 CHILOMETRI n CHIARA DE FELICE Il datagate potrebbe allargarsi alla Russia ma Mosca non ci sta a passare per il nuovo cattivo che spia i potenti come e quanto gli Usa, e respinge al mittente quanto riportato ieri su alcuni quotidiani italiani: non c è stato alcun tentativo di spiare i leader al G20 di San Pietroburgo attraverso gadget spia, è solo un chiaro tentativo di sviare l attenzione dalle responsabilità degli Usa, fa sapere il Cremlino. Intanto le istituzioni europee si trincerano dietro un imbarazzato silenzio: la fuga di notizie venuta da Roma chiama in causa il presidente del Consiglio Ue in persona, Herman van Rompuy, che sarebbe stato il primo ad avere dubbi sui regali russi (una chiavetta usb e un cavo per pc) ai leader al G20 e li avrebbe fatti analizzare dai servizi tedeschi, che avrebbero confermato i suoi sospetti. Ma dall ufficio del presidente Ue arriva solo un secco no comment. Un fronte russo nel datagate, per ora, per l Unione europea non esiste: le strutture europee sono coscienti dei rischi esistenti ma su questioni specifiche non intendono fare alcun commento, fanno sapere fonti del Consiglio. E la Commissione Ue promette verifiche ma poi lascia cadere gli approfondimenti perché non spettano all e u- r o g o- verno, ma a chi presiede il G20 per l Europa, cioè a Van Rompuy, spiegano le fonti. Da parte sua Mosca, che nell affaire datagate finora è stata dalla parte dei buoni dando asilo alla talpa Edward Snowden, ha le idee molto chiare sulle nuove rivelazioni che sembrano aprire un altro fronte nello scandalo intercettazioni: Un chiaro tentativo di sviare l attenzione da un problema realmente esistente, l attività di spionaggio Usa oggetto di discussione ora tra le capitali europee e Washington, ha detto Dmitri Peskov, portavoce di Putin, commentando con l ANSA quanto c o m- parso sulla stampa i t a- liana. Ma l Ue non si lascia distrarre così facilmente, soprattutto dopo il vertice europeo di giovedì scorso passato per la metà a discutere delle migliaia di telefonate della cancelliera Merkel intercettate dall agenzia americana Nsa. L Ue, che dagli Stati Uniti pretende spiegazioni, azioni o rimedi, ha un arma di ricatto non indifferente: l accordo di libero scambio Ue-Usa, che i tecnici hanno solo iniziato a discutere e che porterà guadagni a nove zeri per entrambe le parti. E ieri proprio da Washington, ad una conferenza sulle relazioni Ue-Usa, il commissario alla Giustizia Viviane Reding è tornata a brandire l accordo come una minaccia: Partner e amici non si spiano, per il buon esito di negoziati ambiziosi e complessi occorre fiducia tra i negoziatori. E essenziale ed urgente che i nostri partner Usa facciano qualcosa per ricostruire la fiducia. Gli Usa da parte loro sanno che nemmeno l Ue ha interesse a bloccare un accordo strategico come quello commerciale, tanto che nemmeno il vertice europeo l ha mai messo in discussione. Ma sanno anche che l Europa ha una struttura complessa, e quella dei leader è solo una voce: c è poi quella del Parlamento europeo, più audace, che può mettersi di traverso e già ha chiesto lo stop dei negoziati. n Il premier turco Erdogan e l inaugurazione della nuova linea di collegamento DATAG ATE / A L L INTELLIGENCE NON SONO ANDATE GIÙ LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE Gli 007 USA infuriati con Obama: sapeva La comunità dell intelligence americana è furiosa con la Casa Bianca. Lo scrive il Los Angeles Times in un pezzo dal titolo Per i funzionari dello spionaggio, Obama diede il suo ok al controllo dei leader Ue. L articolo contiene lo sfogo rabbioso di diversi 007 americani, in forma anonima, ai quali non è andato giù il modo in cui l inquilino della Casa Bianca si sta smarcando dallo scandalo provocato dalle rivelazioni della talpa Edward Snowden, tentando di dare a loro tutta la colpa. Una brutta storia che ora, alla luce dei presunti spionaggi Usa ai leader alleati, sta infiammando i rapporti diplomatici tra gli Stati Uniti e il Vecchio Continente, mettendo in gravissimo imbarazzo l amministrazione americana. Barack Obama ci ha abbandonato al nostro destino, prendendo le distanze da questo scandalo. Il presidente - prosegue questa fonte - potrebbe non aver ricevuto briefing specifici sullo spionaggio dei leader, come dice la Nsa. Ma certamente tutto il Consiglio Nazionale della Sicurezza della Casa Bianca sapeva cosa stesse accadendo, sostenere il contrario è semplicemente ridicolo. Ormai a Washington è già cominciata la lotta per trovare un capro espiatorio. 'Ndrangheta: 17 arresti grazie all aiuto di Lea Sette omicidi compiuti tra il 1989 e il 2008, ma anche estorsioni, traffici di droga e detenzioni di armi. A fare luce su quasi vent anni di omicidi, maturati nel crotonese in un clima di guerra all interno e tra le cosche per il dominio del territorio, sono gli esiti di un operazione dei carabinieri che ha portato all esecuzione di 17 ordinanze di custodia cautelare per associazione per delinquere di stampo mafioso e altro. Decisivo l apporto dato alle indagini da Lea Garofalo, la testimone di giustizia di Petilia Policastro fatta sequestrare e uccidere a Milano dall ex compagno, Carlo Cosco, per essersi ribellata alla legge delle cosche. Un contributo essenziale quello reso dalla donna le cui dichiarazioni hanno consentito di ricostruire ruoli e responsabilità in sette delitti di ndrangheta.

5 Mercoledì 30 ottobre 2013 EPolis Bari 5 Con un secolo e mezzo di ritardo, diventa realtà un antico sogno dei sultani ottomani, quello di collegare Asia e Europa con un tunnel sotto il Bosforo. La Turchia ha celebrato i 90 anni dalla fondazione della Repubblica creata il 29 ottobre 1923 da Mustafa Kemal Ataturk proprio sulle rovine dell im - pero ottomano inaugurando Mar - maray, uno dei progetti faraonici per Istanbul del nuovo sultano Recep Tayyip Erdogan. Il tunnel ferroviario sotto il Bosforo - lungo 14 chilometri, 1,4 dei quali sott acqua - costato 3 miliardi di euro, consente di passare in 4 minuti da una sponda all altra, da un continente all altro. Definito il cantiere del secolo da Erdogan, è stato realizzato in collaborazione con il Giappone - presente con il premier Shinzo Abe - che ha fornito tecnologia e finanziamenti. La galleria è la più profonda del mondo sott acqua, a meno 62 metri. Darà un po di ossigeno al traffico infernale della megalopoli (17 milioni di abitanti), trasportando ogni giorno un milione di persone e alleggerendo la pressione sui due ponti che già scavalcano il Bosforo. L idea del tunnel era nata sotto il sultano Abdulmedjid, nel I primi progetti erano stati presentati poi da architetti francesi, britannici e americani nel 1881 sotto Abdulhamid II. Ma problemi tecnici e finanziari hanno a lungo bloccato il progetto. I lavori così sono iniziati solo nel 2005, sotto il governo islamico di Erdogan, grande ammiratore degli antichi splendori ottomani. Sono finiti con 4 anni di ritardo, a causa della scoperta sul percorso di innumerevoli tesori archeologici. La realizzazione del primo dei folli progetti di Erdogan per Istanbul - con il Terzo Ponte sul Bosforo, l aeroporto più grande del mondo, un nuovo ca - nale di Panama di 50 km fra Mar Nero e Mare di Marmara lungo il Bosforo, una enorme moschea - è stata accompagnata da forti polemiche. n La testimone di giustizia Lea Garofalo GROS SETO n DOMNICA AMMETTE LA RELAZIONE CON SCHETTINO Il maître della Concordia: Chiesi l'inchino al Giglio la moldava Domnica Cemortan aveva E vero, una storia con Francesco Schettino. L ha detto lei stessa in tribunale a Grosseto. Domnica era teste dell accusa al processo sulla Costa Concordia. Sì, ebbi una relazione con Schettino, poi il naufragio del 13 gennaio 2012 al Giglio si portò via anche quella, con i 32 morti, il mito delle crociere per tutti, la skyline del Giglio, almeno per ora. Dopo non ci siamo visti più, ha detto. Ma che fatica per questa ammissione! Per poco Domnica, proteggendo privacy e vita propria, ha rischiato di essere incriminata perché non rispondeva sotto giuramento. Non voglio rispondere a questa domanda, si è opposta più volte. Incalzata dai giudici e consigliata dal suo legale ha mollato la presa e tutta la forza di ventisettenne dell Est è venuta giù. E l ha ammesso. Schettino è nervoso e tradisce imbarazzo mentre ascolta. Sono morta due volte oggi, ha detto fuori dal teatro Moderno. Eppure al pm Maria Navarro, che le chiedeva, ha spiegato bene Accusato di peculato e falso lascia il presidente del Consiglio della Liguria La pressione della gogna mediatica per una inchiesta enfatizzata e la pugnalata alle spalle di qualche amico vigliacco hanno spinto alle dimissioni il presidente del Consiglio regionale della Liguria, Rosario Monteleone (Udc), indagato nei giorni scorsi dalla procura di Genova per peculato e falso in scrittura privata per le spese del gruppo e dell ufficio di presidenza. Secondo l accusa, ci sarebbero stati ammanchi di circa 120 mila euro durante l esercizio Trentaduemila euro sarebbero stati distratti dai conti della presidenza del Consiglio e contestati a Monteleone, altri 82 mila distratti dalle casse del gruppo Udc. n Domnica Cemortan circondata dai giornalisti che ci faceva sulla Costa Concordia. Ero imbarcata come passeggera il 13 gennaio racconta - Conoscevo già Schettino, la sera cenai in ristorante, presi un dessert col capitano. E il primo teste che chiama Schettino capitano nel processo. Sull avvicinamento al Giglio nulla mi disse, non ho mai saputo del tragitto della nave. Schettino scherzò solo, dice Domnica: Mi disse, tipo scherzo, che gli ufficiali dovevano chiamarlo al telefono perché dovevano rallentare la nave perché io dovevo finire il dessert. Un tassello dell accusa contro la condotta di Schettino: la nave procedeva secondo i suoi desideri, all impronta. Domnica quindi venne invitata in plancia, vi rimasi sulla porta, tutto sembrava normale. Dopo qualche minuto, è successo quello che è successo.... La difesa di Schettino è serafica. E un teste che non rileva, commenterà dopo l avvocato Domenico Pepe. E gli altri testimoni di oggi? Tutti racconti di significato. Ciro Onorato, maitre, riporta l affresco infernale della tensione a bordo, con alcuni passeggeri che dopo l urto si misero a picchiare i marittimi. E poi la sensazione di andare a sbattere sugli scogli mentre, insieme all hotel director Giampedroni e al primo maitre Tievoli si affacciarono dalla plancia a vedere il passaggio. Proprio Tievoli, che risiede al Giglio, ha dato, la mattina, un altra ammissione: Chiesi io al comandante Schettino se era possibile fare un passaggio un po più vicino al Giglio, il canale è largo 10 miglia, il 6 gennaio andammo vicini ma lui non era entusiasta e promise che ci avrebbe riprovato il 13 gennaio, La mattina me lo ricordò e avvisai mia madre sull isola. La sorella Patrizia Tievoli postò su Facebook alle 21.08: La nave passerà vicina vicina. Alle l urto. Schettino, dopo il naufragio, al capo maitre: Chi ce l ha fatto fà.... NEL CUNEESE / LA MACABRA SCOPERTA DOPO LA MORTE DELLA DONNA, AVVENUTA GIOVEDÌ SCORSO Per anni con il cadavere della consuocera in casa L hanno trovata seduta su una poltrona, mummificata, una mano sulle ginocchia, l altra come a impartire la benedizione. Era morta chissà da quando, forse da anni, Graziella Giraudo, 68 anni, e non in viaggio all estero come credevano a Borgo San Dalmazzo, in provincia di Cuneo. La macabra scoperta nella villetta che per un certo periodo aveva condiviso con la consuocera, Rosa Giraudo, anche lei 68 anni, morta giovedì scorso in quella casa che in paese hanno già ribattezzato la villetta degli orrori. Graziella Giraudo veniva chiamata santona: leggeva le carte e dava consigli a chi si presentava in quella villetta. Poi più niente, partita per un viaggio all estero e mai più rivista. Fino, appunto, al ritrovamento in quello sgabuzzino. A chiamare i carabinieri i figli delle due donne, marito e moglie, che abitano da anni vicino alla casa delle rispettive madri. Con loro anche l ex marito e l altro figlio di Graziella la santona. Secondo i primi esiti dell autopsia, la donna potrebbe addirittura essere morta da anni. Sulle cause del decesso bisognerà invece attendere gli esiti delle analisi istologiche e tossicologiche, anche se l esame esterno non mostra segni evidenti di traumi. Resta l interrogativo sui motivi di quella macabra presenza nell appartamento. AT TUALITÀ

6 6 EPolis Bari Mercoledì 30 ottobre 2013 REGIONE & PROVINCIA L annuncio di Caroli al ministero: Termoform ha presentato il piano di riconversione degli stabilimenti Miroglio di Ginosa L'azienda Termoform ha presentato ufficialmente sabato scorso alla Regione il piano industriale per la riconversione degli stabilimenti Miroglio di Ginosa (Taranto)'': lo ha detto l'assessore al lavoro della Regione Leo Caroli, che ha partecipato a Roma, al ministero dello Sviluppo economico, a un incontro sulla vertenza Miroglio. Termoform è specializzata nella produzione di particolari per arredamenti per negozi e ipermercati. ''L'azienda - ha spiegato Caroli - ha proposto un atto ufficiale, estremamente importante, che rende concreta la manifestazione di interesse. CRISI n FIM, FIOM E UILM: UN ENNESIMA MAZZATA PER UN TERRITORIO GIÀ MARTORIATO La Marcegalia molla Taranto chiude la sede della Buildtech Annuncio choc dell azienda: 134 vanno in mobilità n GIACOMO RIZZO mazzata per questo territorio già martoriato da una crisi senza Un'ennesima precedenti. Così i sindacati di categoria Fim, Fiom e Uilm commentano la decisione di Marcegaglia Buildtech di chiudere la sede di Taranto e mettere in mobilità 134 dipendenti. L'annuncio è arrivato ieri pomeriggio, come un fulmine a ciel sereno, dopo un faccia a faccia tra azienda e organizzazioni sindacali. La sospensione dell'attività produttiva dello stabilimento tarantino è stata proclamata per il prossimo 18 novembre, alla scadenza della cassa integrazione ordinaria in corso. Il gruppo Marcegaglia già da tre anni ha dismesso a Taranto la produzione di caldaie industriali per riconvertirsi al fotovoltaico e produrre in proprio le lamine flessibili a film sottile, in silicio amorfo. Queste lamine vengono poi incollate su un pannello per ottenere un manufatto, il pannello «Marcegaglia Solar», da utilizzare per la copertura dei tetti delle nuove costruzioni volte alla produzione di energia elettrica solare. Il 29 settembre del 2011 fu presentato il piano industriale alla presenza del presidente della Regione Puglia Nichi Vendola. ''Vogliamo fare di Taranto la capitale del fotovoltaico in Italia'', disse in quella occasione Antonio Marcegaglia, amministratore delegato del gruppo. Ma le aspettative sono state disattese. ''La cessazione dell attività del suo stabilimento di Taranto per la produzione di pannelli coibentati e di pannelli fotovoltaici - sostiene l'azienda in una nota - è causata dalla grave crisi che ha irreversibilmente colpito il settore del fotovoltaico in Italia e nel mondo''. Fim, Fiom e Uilm hanno convocato, per domani, dalle 15, un'assemblea con tutti i lavoratori dello stabilimento Marcegaglia, proclamando, ad horas, lo stato di agitazione del Gruppo. ''Lasciano Taranto - osservano i sindacati per una riorganizzazione del Gruppo Marcegaglia, scippando nuovamente a questa città posti di lavoro e opportunità di sviluppo non inquinante''. E Taranto deve fronteggiare l'ennesima vertenza dopo quelle dell'ilva, dello stabilimento tessile Miroglio, della Taranto container terminal che gestisce il molo polisettoriale, dell'azienda di divani Natuzzi, del settore delle costruzioni, delle ditte dell'appalto dell'arsenale militare e, da ultima, dell'eolico. L'azienda danese Vestas ha annunciato la chiusura dello stabilimento 'Nacelles' con la mobilità per 127 lavoratori. ''Quale futuro - si chiedono i sindacati - ci attende? A questo massacro non ci stiamo''. LA RASSEGNA AL VIA DA IERI In migliaia a Campus Orienta per trovare la propria strada n L ingresso, il dibattito e gli stand: tre momenti del Campus Orienta (Foto Corcelli) n MICHELE COTUGNO DEPALMA Sono stati davvero migliaia i ragazzi pugliesi e non che hanno partecipato all'appuntamento con Campus orienta, la più importante manifestazione italiana dedicata all'orientamento post - scolastico e universitario organizzata da Class Editori. L'evento, organizzato con il patrocinio della rappresentanza in Italia della Commissione europea, del Comune, della Provincia e in collaborazione con l'università, il Politecnico e la Lum Jean Monnet, è giunto alla XXIV edizione e consente per tre giorni (la rassegna si è aperta ieri e si chiude domani) ai ragazzi di entrare in contatto con le più svariate realtà universitarie italiane e non per capire quale indirizzi di studi intraprendere, e agli espositori di presentare le proprie offerte formative. E sono ben 80 le facoltà e le Università che nel Salone degli studenti della Fiera del Levante vogliono garantire un futuro formativo importante ai nostri giovani. Tra queste, c'è la Sumas, la scuola di management e sostenibilità che ha sede in Svizzera e che forma i ragazzi sui temi dello sviluppo sostenibile in termini economici, ambientali e sociali. Presente anche l'università telematica Pegaso, la prima Università interattiva in Italia, che offre ai ragazzi cinque corsi di laurea (Ingegneria Civile, Scienze turistiche, Economia aziendale, Scienze motorie, Scienze dell'educazione e formazione), e che consente l'iscrizione ai neodiplomati pagando soltanto euro afferma Mery Pontrandolfo, direttore della Puglia Università telematica Pegaso. Non c'è soltanto il mondo accademico, perchè è grande anche la passione dei ragazzi per la vita militare. Questa è una grande occasione di arricchimento per noi - sottolinea Fulvio Fasciani, Tenente colonnello dello stato maggiore della Difesa - perchè ci permette di far conoscere ai giovani tante nostre attività che non si conoscono. Gli studenti, invece, sembrano avere le idee abbastanza chiare. Tutti o quasi vogliono proseguire gli studi dopo il diploma perchè convinti che studiare e formarsi serva per ottenere lavoro. Solo con lo studio posso riuscire a fare quello che voglio dice Teresa, 18 anni, che vuole studiare psicologia. Alcuni sono anche disposti a andare fuori, come Nicola, 18enne anche lui, che intende lasciare la provincia di Foggia per studiare lingue a Pescara. Forse studiare serve più per una formazione personale che per trovare effettivamente lavoro, sottolinea Francesco, di Bisceglie, combattuto tra Ingegneria ed Economia. Le istituzioni promettono di essere al fianco dei ragazzi nel coltivare i loro sogni. La Regione Puglia, con circa 450 milioni di euro negli ultimi 8 anni, è quella che ha speso di più in fondi europei per l'istruzione e la formazione dei propri giovani - ricorda Alba Sasso, assessore regionale al Diritto allo studio e alla Formazione - cercando di investire nella lotta alla dispersione scolastica, sull'alta formazione, ricerca e master, e sugli Istituti tecnici superiori. Avere persone preparate e istruite significa far crescere l'economia di un Paese.

7 Mercoledì 30 ottobre 2013 EPolis Bari 7 LA STORIA DI ABBATESCIANNI SUL BLOG DI GRILLO Il dramma di Pino dalla spiaggia all appello in Rete Un 39enne ucciso a Trani nei pressi del supercarcere Un uomo è stato ucciso ieri sera a colpi d'arma da fuoco nei pressi del supercarcere di Trani. Si chiamava Otello Bagli, di 39 anni, con precedenti di polizia, per traffico di droga, e già sorvegliato speciale. L'uomo faceva parte di una cooperativa sociale specializzata nelle pulizie. A sparare da distanza ravvicinata pare sia stata più di una persona. Indaga la Polizia. REGIONE & PROVINCIA n La tenda in cui Pino Abbatescianni vive a Pane e Pomodoro. In alto il QR Code per vedere l appello su YouTube IL CONGRESSO n IMPENNATA CLAMOROSA E INASPETTATA Il Pd barese nel caos il tesseramento ha numeri anomali Di lavori ne ha fatti tanti, Pino Abbatescianni: si è occupato di ''recupero crediti'', di ''investigazioni private'', ed è stato anche - racconta - ''imbarcato su una nave mercantile come mozzo, in Svezia e Lettonia''. Ma ora, dopo una ''vita passata a pagare tasse, due matrimoni'' e la speranza di essere felice con i suoi tre figli, è stato ''abbandonato da tutti''. E il suo appello è finito sul blog di Beppe Grillo. Chiede un reddito di cittadinanza, altrimenti dice ''è meglio che io muoia''. ''Da due mesi vivo qui - spiega - in una tenda nella spiaggia di Pane e pomodoro, a Bari: se non fosse per qualche cittadino di buon cuore, che ogni tanto mi porta un po' di cibo, morirei di fame''. Il Comune di Bari, però, attraverso l'assessore al Welfare, Ludovico Abbaticchio, informa che Abbatescianni ''in qualunque momento può usufruire delle strutture comunali per l'accoglienza dei senza fissa dimora'' e che lo stesso uomo ''omette di dire che si è ripetutamente rifiutato di accedere ai vari servizi a disposizione sua e di chiunque si trovi in una situazione di disagio''. Pino ha 47 anni e da circa un anno ha ''capito cosa vuol dire la vita di strada, quella che ti fa diventare cattivo perché altrimenti si approfittano di te''. Nel 2012 sono iniziate le sue prime notti all'addiaccio. ''Ho dormito all'aperto anche nel parco di Punta Perotti'' fino a quando, racconta, grazie ad Abbaticchio, è riuscito a trascorrere ''sette mesi in un dormitorio: l'andromeda''. Da qui, però, secondo Pino ''sono cominciati i problemi con Comune e sindaco'', dal quale dice di ''non essere più ascoltato''. Pino ricorda di ''aver visto e denunciato alcune cose strane, come il fatto di riconoscere agli extracomunitari la residenza all'andromeda'', oppure il ''via vai di topi nella struttura. Non è la prima volta che accade quando c è un importante congresso all orizzonte ma, ogni volta, i dirigenti di partito si mostrano perplessi, dubbiosi, anche scandalizzati. Stavolta è toccato al Pd barese chiamato ad eleggere il segretario provinciale i prossimi 2 e 3 novembre. Il duello è tra l uscente Vito A. Antonacci e i due sfidanti: Ubaldo Pagano e Adalisa Campanelli. Competizioni del genere, si sa, spesso si vincono esclusivamente grazie alle tessere: ossia più iscritti a sostegno di un determinato candidato ci sono e più, evidentemente, quel candidato ha possibilità di vincere. In fondo è la base che determina la propria classe dirigente. In uno snodo delicatissimo come questo, per il Pd, vincere può significare molto. Ma i numeri delle iscrizioni hanno destato stupore persino tra gli addetti ai lavori più abituati alle vicissitudini pre-congressuali. Ed ora è caos. Lo stesso Pagano (renziano) si è mostrato pesantemente stizzito dalla situazione. La corsa selvaggia al tesseramento - ha spiegato - è da condannare senza se e senza ma, e se sono stati commessi abusi occorre che s intervenga prontamente e con fermezza. Tuttavia pare che, allo stato attuale delle cose, non ci siano elementi circostanziati che meritino il clamore mediatico di queste ore. I numeri, d altra parte, parlano chiaro: ad oggi, tra tessere precompilate e cedole in bianco, in provincia di Bari ci sono meno di potenziali tesserati, rispetto ai più di del 2012 e, soprattutto ai quasi del 2009, quando si svolse l ultimo n Michele Emiliano, presidente del Pd pugliese congresso. Pagano ha invitato tutti alla massima serenità e al rispetto delle regole, specialmente negli ultimi giorni che precedono il congresso. Il popolo del Pd ci guarda, i circoli, che rappresentano il cuore pulsante del partito, ci osservano e siamo chiamati a dare il buon esempio. Anche il presidente regionale del partito, Michele Emiliano (che appoggia proprio Pagano) ha fatto sapere di preferire perdere un congresso piuttosto che vincerlo con delle tessere false o con una raccolta di figurine che non serve a niente, perché un segretario eletto così non conta niente. Si parla di tesseramento drogato, ma - ha concluso - se fosse a rischio la regolarità bisognerebbe annullare, come per tutti i casi di congressi dove ci sono irregolarità molto gravi. Non sta però a me stabilirlo. (a.col.) SEGUE DALLA PRIMA Trentamila post sul lavoro Oltre a mobilitare persone, associazioni, imprese, agenzie pubbliche e istituzioni, il Piano produsse 3,5 miliardi di idee, progetti e studi di fattibilità ad oggi molti dei quali realizzati e valorizzati sulle tante linee dei fondi , chiudendo un Accordo di Programma da 35 Milioni di euro e attraendo durante i 20 mesi più di 20 milioni di euro di fondi straordinari (era costato 1,5 milioni di euro). Giunti nel Maggio 2009, alla scadenza della sperimentazione, la Giunta Vendola decise di non rinnovare i fondi per sostenere lo staff, privilegiando le decine di agenzie e centinaia di figure tecniche proliferate dentro il suo mandato. Ed Emiliano avviò la sua fase di realpolitik, coltivando le proprie ambizioni politiche che lo portarono progressivamente più vicino agli apparati di partito e sempre più lontano dalla Città. All epoca non esisteva Facebook né Twitter e le programmazioni, così come le campagne elettorali, si facevano per strada, incontrando le persone, ascoltando i quartieri, consumandosi nel confronto quotidiano e reale. Ma in un momento delicato come il 2009, ad un anno dall inizio della Crisi e dall affermarsi dei primi social network, le agenzie di comunicazione rispolverarono uno slogan di berlusconiana memoria, riscuotendo successo: posti di lavoro. La bolla mediatica ed elettorale prevalse come sempre sulla realtà e la nostra bellissima esperienza passò in secondo piano, con le sue belle premesse di ricambio generazionale e rinnovamento culturale. Stesso destino per il dibattito sull Area Metropolitana e la centralità della partecipazione nelle scelte di Governo. Da allora molto credo sia cambiato in Città. La politica ha preso il sopravvento sulla programmazione, le alleanze tra Regione e Comune sfaldate nello scontro leaderistico, il patrimonio di competenze e di opportunità generazionali smarrito nuovamente e la cooperazione intercomunale naufragata sotto i colpi dell abbandono e delle difficoltà finanziarie. In compenso però, in questi 4 anni, si è investito molto sul versante della comunicazione: dagli streaming dei consigli alle riprese video dei dipendenti fannulloni sino alle video candidature femminili e ai tweet. Si è comunicato molto, anche su facebook e non escludo che in 4 anni siano prodotti anche post sul lavoro. Vitandrea Marzano *Sociologo (I precedenti interventi di Leonardo Palmisano, Annamaria Monterisi, Gianni Spinelli, Gianvito Spizzico, Maria Laterza ed Eugenio Lombardi sono disponibili integralmente sulla pagina Facebook di EPolis Bari mentre le edizioni del giornale possono essere scaricate dal sito w w w. e p o l i s b a r i. c o m )

8 8 EPolis Bari Mercoledì 30 ottobre 2013 ECONOMIA CAMBI Valore 1 euro Dollaro USA 1,375 Sterlina 0,8565 Franco Svizzero 1,2357 Yen 134,9308 Corona Danese 7,4598 Corona Svedese 8,7694 Corona Norvegese 8,1086 Corona Ceca 25,7776 e 1,375 À $ 0,7273 IL RAPPORTO n IN CINQUE ANNI, TRA IL 2007 E IL 2012, IL NUMERO È RADDOPPIATO Cinque mln di italiani sono poveri Secondo l Istat la recessione finirà a gennaio 2014 n CORRADO CHIOMINTO Il segno della crisi può essere racchiuso in un solo numero: in Italia in cinque anni, tra il 2007 e il 2012, il numero dei poveri è raddoppiato fino a raggiungere quasi i 5 milioni di persone. I dati sono dell Istat e fotografano gli individui entrati nella fascia della povertà assoluta, quella nella quale è davvero difficile tirare avanti. Un incubo che diventa realtà soprattutto per le famiglie nelle quali si è perso il lavoro, per quelle numerose, per quelle caratterizzate da un solo genitore con figli. E che sembra non finire: anche il terzo trimestre di quest anno - ha spiegato il presidente Istat Antonio Golini - avrà il segno negativo, tanto che l anno chiuderà con il pil a -1,8%. Ma il solo numero dei poveri non riesce a dare lo spessore delle difficoltà quotidiane. Se si vuole comprendere meglio bisogna guardare i consumi. Tirare la cinghia non è più solo un immagine metaforica. Si risparmia sul cibo. E anche su abbigliamento e scarpe. Nei primi sei mesi del 2013 il 17% delle famiglie afferma di aver diminuito la quantità di generi alimentari acquistati, e contemporaneamente di aver scelto prodotti di qualità inferiore. Significativo anche il caso dell abbigliamento e delle calzature: la quota di famiglie che ha limitato la quantità e la qualità dei prodotti, che era pari al 12,6% nel primo semestre 2011, è balzata al 18,3% nella prima metà del La strategia di contenimento della spesa comprende anche modifiche nella scelta del negozio: sale il ricorso agli hard discount (dal 10,4 del 2011 al 14,4% del 2013), vestiti e scarpe si comprano sempre di più sulle bancarelle degli ambulanti. A far precipitare nella povertà più pesante è l assenza di lavoro. L incidenza di poveri assoluti tra coloro che hanno il capofamiglia in cerca di lavoro è aumentata di 8 punti, salendo al 23,6%. Il quadro della situazione, tracciato dall Istat nel corso dell audizione sulla Legge di Stabilità, mostra segnali difficili da qualsiasi parte lo si prenda. Dai risparmi realizzati sui dipendenti pubblici, 6,6 miliardi tra il 2010 e il 2012, all impatto del taglio delle detrazioni sui lavoratori, che vale in media 116 euro mese e del quale beneficeranno soprattutto le famiglie che stanno meglio. Già, perché sono quelle che hanno più di una persona che lavora, mentre ci sono 25 milioni di soggetti - ha spiegato sempre oggi la Corte dei Conti - che non ne vedranno i benefici. Tra loro soprattutto incapienti e pensionati, in pratica quelli in maggiore difficoltà economica. A fine anno però, secondo il presidente facente funzione dell Istat, Antonio Golini, dovrebbe terminare la fase recessiva iniziata nel secondo semestre del TELECOM / PALAZZO CHIGI: È STATO UN INCONTRO INTERLOCUTORIO. E IN BORSA IL TITOLO VOLA (+6%) Te l e f o n i c a rassicura Letta: impegno su mercato italiano Telefonica rassicura l'italia e, mentre si prepara a diventare il principale azionista di Telecom, sviluppa il mercato domestico e gli investimenti per la rete. Il presidente del gruppo spagnolo Cesar Aliertaha incontrato il presidente del Consiglio, Letta, in un incontro definito ''interlocutorio" da fonti di palazzo Chigi, secondo le quali il premier ''ha ascoltato le considerazioni di Alierta con particolare riferimento a investimenti, sicurezza e occupazione, e si riserva una valutazione in sede collegiale". Le stesse fonti assicurano che eventuali modifiche alle norme sull'opa non sono attese a breve. In Borsa intanto il titolo si riscalda e chiude la seduta sui massimi a 0,72 euro (+6%). Ricoperture secondo gli analisti ma il mercato potrebbe cogliere che il presidente del consiglio, come sostiene l'associazione dei piccoli azionisti Asati, ''non ha avuto nessuna assicurazione sulla ventilata cessione di Tim Brasil''. ''E' stata una riunione molto cordiale - ha detto Alierta al termine dell'incontro - nella quale abbiamo manifestato il nostro impegno, come socio di Telecom Italia, ad aiutare a sviluppare il mercato domestico e gli investimenti'', in particolare nella fibra ottica e nel 4G. Rassicurazioni che non convincono Marco Fossati, socio di Telecom convinto che gli spagnoli abbiano ''a cuore i propri interessi e tengono in minoranza l'85% dell'azionariato''. La questione non è ''dare il benestare per il comando a gruppi stranieri o italiani - aggiunge Fossati - ma se consegnare il comando della società a gruppi che hanno a cuore la valorizzazione di Telecom''. BRUXELLES / DOPO IL SILENZIO, NASCE UN SINDACATO. O LEARY: NESSUN DIALOGO Piloti Ryanair: condizioni inique di lavoro n Michael O'Leary, Ad Ryanair Dopo anni di silenzio, figlio di pressioni da parte della società, i piloti della Ryanair hanno lanciato ieri a Bruxelles il loro primo sindacato. E da subito dichiarano guerra a Michael O Leary. La situazione diventa sempre peggiore, è arrivato il momento di negoziare a partire da un contratto comune per tutti, ha affermato il Presidente del RPG, Ryanair Pilot Group, Evert van Zwol. Dietro di lui, oltre piloti Ryanair hanno aderito all associazione, nel più completo anonimato per non rischiare di perdere il lavoro. Le rivendicazioni sono di natura lavorativa, mentre per ora non si parla di sicurezza. Non è una nostra competenza - riconosce Samuel Giezendanner, membro del RPG - chiediamo però alle autorità competenti di indagare: le condizioni di lavoro difficili possono avere degli effetti sulla sicurezza. Le richieste, contenute in una lettera inviata ai vertici della società, sono cinque ma per ora O'Leary ha rigettato qualsiasi proposta di dialogo. Dice che negozia solo con un pilota alla volta, spiega ancora Giezendanner. Nessuno ha paura di essere licenziato, assicura Nico Voorbach, Presidente dell'associazione europea dei piloti.

9 Mercoledì 30 ottobre 2013 EPolis Bari 9 Bari la cronaca L ASSESSORE LITIGA CON PADRE LORUSSO PER LA SCUOLA S.NICOLA, EMILIANO: O SCUSE O LASCIA LA GIUNTA Losito perde staffe e posto? n ALESSANDRA COLUCCI La presenza di Fabio Losito nella Giunta Emiliano potrebbe avere le ore contate: se l assessore all Istruzione non chiederà ufficialmente scusa al priore della Basilica di San Nicola, padre Lorenzo Lorusso, il sindaco Michele Emiliano gli ha già fatto sapere che gli revocherà la delega. Dopo le scintille sui social network, le diatribe e le polemiche, stavolta, insomma, il primo cittadino pare proprio aver perso la pazienza con l esponente di Sel e pretende che l assessore si cosparga il capo di cenere e faccia ammenda del comportamento di ieri. Già, ma cosa è successo? Lo scenario dello scontro è stato la stanza del capo di Gabinetto, Antonella Rinella, il motivo - nemmeno a dirlo - le famose aule che fanno capo alla scuola San Nicola ma che confinano con il Museo Nicolaiano e che i Padri Domenicani vorrebbero per allargare la struttura, ma che la dirigenza scolastica faticherebbe a cedere. Il braccio di ferro tra la scuola, guidata dalla dirigente Stefania De Franceschi, e i religiosi si consuma da mesi, a colpi di delibere, interviste, attacchi e contrattacchi. Losito, profondamente laico, difende la scuola, Emiliano, più morbido, non si metterebbe mai contro i Domenicani. E così la riunione voluta da Rinella - alla quale c erano anche De Franceschi e il direttore generale del Comune Vito Leccese - per tentare una conciliazione ha invece quasi sfiorato lo scontro fisico. Certo è che i toni si sono alzati moltissimo e pare proprio che Losito abbia perso la pazienza. Talmente tanto - dicono - da farla perdere a sua volta ad Emiliano che, a causa delle intemperanze, gli ha imposto un moderno passaggio da Canossa, pena, appunto, la decadenza dalla Giunta. Ora c è da chiedersi cosa farà l assessore, che ieri sera non era raggiungibile per un commento. Che sia stata questa la goccia che ha fatto traboccare il vaso per consumare definitivamente un divorzio annunciato? Il finale, forse, potrebbe essere immaginato solo da Giovannino Guareschi. RUSH FINALE: DE FRANCHI Ora i Distretti del commercio a pag. 11 VILLAGGIO DEL LAVORATORE Stanic: a rischio la nuova scuola? Leuzzi a pag. 12

10 10 EPolis Bari Mercoledì 30 ottobre 2013 Il piacere dell'accoglienza. Il mestiere della ricerca. Bari, all'ombra dello storico Teatro Petruzzelli. RICERCHE DI MERCATO - LOCATION - STRATEGIE DI COMUNICAZIONE E MARKETING - NEW MEDIA - WEB DEVELOPMENT Via Melo Bari - tel. 080/

11 Mercoledì 30 ottobre 2013 EPolis Bari 11 Maratona di novembre in Consiglio comunale In agenda Bilancio, Multiservizi e Decentramento Sono tre gli appuntamenti del Consiglio comunale fissati dalla Conferenza dei capigruppo di ieri vale a dire il 5, il 7 e il 13. Il 5 l aula Dalfino affronterà la discussione sul Decentramento, il 7, invece, è in programma la monotematica richiesta dalle opposizioni (dopo che il centrosinistra aveva ritirato la propria proposta) sulla Multiservizi mentre il 13 appuntamento con il Bilancio di previsione BARI RUSH FINALE n COSA FARANNO GLI ASSESSORI NEGLI ULTIMI MESI DI MANDATO. DE FRANCHI Ecco la ricetta anticrisi : i Distretti del commercio Ultimi mesi di lavoro per l amministrazione guidata da Emiliano. Cosa faranno fino alla scadenza gli assessori? Dopo l inter vista ad Abbaticchio ecco oggi quella all assessore alle Attività economiche, Rocco Franchi. n ALESSANDRA COLUCCI L a sua nomina ha spiazzato tutti: lo scorso luglio, mentre era in partenza per le vacanze, il sindaco Michele Emiliano - dopo la rottura con Franco Albore - firmò la delega, facendo entrare in Giunta un altro neofita assoluto: Rocco De Franchi, giovane avvocato, delegato alle Attività economiche. Assessore, tra sei mesi il suo mandato, iniziato solo quattro mesi fa, scadrà. Come vede questo rush finale? Siamo in un turbinio fortissimo e in questo senso il clima elettorale non aiuta. Saranno certamente sei mesi di raccolta. Cosa raccoglierà? Tutto quello che stiamo seminando, in primis i Distretti urbani del commercio che sono un assoluta ed importante novità. Stiamo per costituire quello della città di Bari, insieme alla Camera di commercio, alle associazioni di categoria e alla Regione e questo ci permetterà di partecipare al bando regionale per ottenere alcune preziose centinaia di migliaia di euro. Nel dettaglio di cosa si tratta e perché dovrebbe essere così importante per Bari? Verrà riconosciuto il ruolo di grande centro commerciale all aperto di alcune strade come via Sparano, via Argiro o via Manzoni. Dunque, per fare un piccolo esempio, potranno esserci buste tutte uguali, iniziative culturali comuni, un vero e proprio coordinamento che crediamo sia una strada importante per rilanciare le attività Una novità importante: Verrà riconosciuto il ruolo di grande centro commerciale all aperto di alcune strade come via Sparano, via Argiro o via Manzoni. n Rocco De Franchi è stato nominato in estate dal sindaco ed è subentrato a Franco Albore CHI È / L AVVOCATO DA QUATTRO MESI ALLA CORTE DI MICHELE EMILIANO Il debuttante reclutato al telefono di questa città. Questo, tra le altre cose, permetterà di fare sistema anche rispetto ai contatti con le Istituzioni. Come si fa a fare l assessore alle Attività economiche in una città a vocazione commerciale come Bari che però sta affrontando una grave crisi? Ascoltando. La bellezza di questo mio impegno, per esempio, è che nella stessa giornata ti possa capitare di parlare con il responsabile di Eataly e con il mercatale che vende il pesce. Questa città può farcela, ne ha tutte le caratteristiche. Il saldo tra chiusure e aperture degli esercizi commerciali, per dirne una, è positivo, nell ultimo anno: 160 aperture contro 140 chiusura, un Rocco De Franchi compirà 34 anni a marzo del prossimo anno. Sposato, padre di due figli è un avvocato. E alla prima esperienza politico-amministrativa. La nomina all assessorato alle Attività economiche è arrivata ai primi di luglio di quest anno, dopo la rottura tra il sindaco Michele Emiliano e l allora assessore Franco Albore. Una nomina fiduciaria De Franchi è un tecnico esterno che, come lo stesso assessore racconta è arrivata a sorpresa ma che è stata preceduta da lunghi colloqui. dato in controtendenza che ci fa ben sperare per il futuro. D altra parte, per dirne una, se Prada apre a Bari e non a Napoli, che è molto più grande, un motivo ci sarà. Nella città in cui Prada sceglie di aprire un elegante boutique capita, però, che vi siano situazioni igienicamente invivibili come quella del mercato di via Una rivoluzione di mentalità per creare un coordinamento tra i piccoli esercizi Pitagora a Japigia... La soluzione è lo spostamento. Quel mercato è una priorità, appena possibile sarà avviata la costruzione del mercato coperto. Se la stessa domanda fosse stata fatta anni fa al mio predecessore avrebbe dato una risposta simile per via Monte Grappa. Poi lo spostamento c è stato. Sempre a proposito di mercati, la riorganizzazione è stata un cavallo di battaglia dell Ammini - strazione Emiliano. Lo è ancora? Certo, stiamo realizzando tante cose con investimenti coraggiosi. Eppure il mercato del sabato di Poggiofranco è stato spostato ad agosto in una sede provvisoria Ci siamo dati un anno di tempo per capire se la sistemazione in via Madre Teresa di Calcutta sia più consona di quella stabilita ossia via Dioguardi. Ad agosto del prossimo anno, il mio successore, dopo aver ascoltato cittadini e operatori, deciderà il da farsi. Intanto sono stati spesi 100mila euro per sistemare quell area Ma non è che quei soldi siano stati perduti, L area comunque è stata sistemata indipendentemente e potrà essere utilizzata in altro modo, eventualmente. Cosa dice al suo successore? Gli faccio un grosso in bocca al lupo: questa è una città bellissima e chi verrà dopo di me dovrebbe imparare a fare l assessore a domicilio come faccio io, ossia girare per la città. Potrebbe essere lei il successore di se stesso? No, certamente no.

12 12 EPolis Bari Mercoledì 30 ottobre 2013 Picchia la madre che non cede alle richieste di soldi: arrestato BARI I carabinieri hanno arrestato un uomo di 48 anni con le accuse di tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine per precedenti analoghi, ha minacciato la madre, di 73 anni, pretendendo denaro. Al fermo rifiuto, ha colpito la donna al viso. I militari, chiamati da alcuni vicini spaventati dalle urla, hanno bloccato l'uomo nei pressi dell'abitazione della madre mentre tentava di fuggire. L'anziana, soccorsa da personale del 118, ha riportato ferite di lieve entità. VILLAGGIO DEL LAVORATORE n L ALLARME LANCIATO DA NICOLA DE TOMA: SOLDI IN FUMO Zona Stanic, a rischio la scuola Domani scade il vincolo per il plesso atteso da anni n DANIELE LEUZZI Mancano meno di 24 ore allo scadere del vincolo espropriativo del Comune sui terreni destinati alla realizzazione della scuola di Strada Messenape, al Villaggio del Lavoratore. L'opera pubblica, attesa dai residenti da oltre 40 anni, inserita nel Piano triennale 2009 con un investimento previsto di 4,5 milioni di euro, dovrebbe accorpare tre sezioni di scuola materna, cinque classi per un corso completo di scuola elementare, con un auditorium e uno spazio dedicato alla pratica dello sport. Invece i ritardi burocratici e l'aumento dei costi potrebbero mettere in serio pericolo l'inizio dei lavori se non verrà rinnovato, entro il 31 ottobre, il progetto di riqualificazione contenuto nel piano triennale tra l'amministrazione e l'impresa edilizia. Non c'è più tempo - spiega l'ex consigliere della II Circoscrizione Nicola De Toma -. Il Comune deve garantire la copertura finanziaria, altrimenti si perderanno i 150mila euro spesi per la progettazione della struttura che potrebbe valere circa 6-7 milioni di euro. I disagi per le famiglie del Villaggio del Lavoratore sono rimasti invariati. Bambini e ragazzi sono costretti a vivere da pendolari per raggiungere gli istituti di Modugno, e in alcuni casi, la Fal - cone e Borsellino del rione Stanic. I mezzi Amtab (numero 7 e 71) non riescono a soddisfare a pieno la richiesta di mobilità, l'unica strada di collegamento con il centro urbano, via Bruno Buozzi, è rischiosa per i pedoni. n In senso orario: l area su cui dovrebbe sorgere la nuova scuola; le linee tracciate per il cantiere; il tabellone dei lavori per le nuove case Iacp; l ex consigliere circoscrizionale Nicola De Toma; la piazzetta davanti alla parrocchia Si aggiunge l'emergenza igienicosanitaria dei terreni che dovrebbero ospitare le fondamenta della scuola, che appaiono in abbandono, colmi di materiali di risulta, utilizzati come area per lo sguinzagliamento dei cani. E perfino alcune strade d'accesso, via Martin Lutero e via Saverio Damiani, non sono ancora del tutto praticabili per gli automobilisti. C è comunque da registrare qualche notizia positiva: sono stati completati gli interventi di bonifica della piazzetta antistante alla parrocchia Santa Famiglia e i parcheggi di via Messenape. Cosa può succedere - continua De Toma - con l'aumento degli studenti della zona? Le classi pollaio potrebbero non bastare. Se i ragazzi del Villaggio del Lavoratore attendono una scuola, altre famiglie si aggiungeranno nei prossimi anni al rione Stanic. Infatti, in via Glomerelli si stanno costruendo 36 appartamenti di edilizia popolare a poca distanza dalla centrale termoelettrica Enel, a poca distanza dai tralicci dell'alta tensione, proprio a ridosso di una percorso obbligato molto trafficato, e quindi, inquinato dallo smog. Sa - rebbe il caso - conclude De Toma - di allargare via Glomerelli, crocevia fondamentale in direzione di quattro quartieri. Il muro al lato della strada nasconde uno spazio in disuso che potrebbe essere sostituito dal manto stradale, marciapiedi e perché no da una pista ciclabile. EX PRIMARIO NEUROLOGIA La Procura chiede il processo per Galeone La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio del medico barese Dante Galeone, ex primario di Neurologia dell'ospedale Giovanni XXIII, arrestato a febbraio con l'accusa di violenza sessuale su una paziente minorenne. Le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Anna Maria Tosto e dal sostituto Chiara Giordano, avrebbero poi accertato decine di altri episodi di presunte violenze ai danni di cinque minori e due mamme di pazienti. Dopo l'arresto del medico, infatti, altre presunte vittime, alcune oggi maggiorenni, hanno trovato il coraggio di denunciare e raccontare fatti anche risalenti nel tempo. Le presunte vittime, all'epoca dei fatti contestati di età compresa tra 12 e 16 anni, hanno raccontato agli inquirenti di aver subito abusi, consistiti soprattutto in palpeggiamenti, durante le visite. Una delle ragazze ha riferito di almeno 15 episodi tra il 2002 e il Ma i fatti contestati arrivano fino ad epoca recente. Racconti simili sono stati fatti anche da due mamme. Nel loro caso il medico, dopo aver visitato i figli, avrebbe suggerito alle donne di sottoporsi a un controllo offrendosi di visitarle.

13 36/13 new ANNO XVIII 30 ottobre 2013 Settimanale di informazione economica - Sistemi economici e sociali della Puglia IL PARADOSSO n IN ITALIA ACCADE ANCHE QUESTO Olio extravergine? Schirone a pag. VI Importazioni record CONSUMI IN CONTROTENDENZA ALMENO SUL WEB: OFFERTA PIÙ AMPIA, PIÙ PROFONDA, PIÙ CONVENIENTE Traversa alle pagg. II e III ecommerce vola BACKTOWORK.IT - Il sito per chi fa business Idee, manager e investitori l impresa nasce nella Rete HABEMUS CAMP Immersione profonda nel video a 360 gradi Loporchio a pagina VII Basili a pag. V

14 II 30 ottobre 2013 ACQUISTI Il 26,4% dei consumatori spinto ad acquistare online grazie a buoni sconto e ad altre formule di risparmio Ipsos ha condotto una ricerca per conto di Webloyalty sullo sviluppo dell ecommerce in Italia. Dai dati emerge come il 26,4% dei consumatori sia spinto ad acquistare online attraverso il beneficio di buoni sconto e altre formule di risparmio, contro il 25,8% della Spagna e il 24% della Francia. Il prezzo vantaggioso è la ragione principale, seguito dalla comodità rispetto al negozio tradizionale e dalla facilità nel trovare il prodotto desiderato mentre spingono a ripetere l acquisto l esperienza positiva vissuta con il primo acquisto, un sito user-friendly e l ampiezza dell offerta. COMMERCIO n L ANALISI ANNUALE DELL OS SERVATORIOSMAU DI MILANO I consumi giù per la crisi? ecommerce controcorrente Nel 2013 gli acquisti in crescita del 14% n FABIO TRAVERSA sfida la crisi in Italia, crescendo in un L ecommerce contesto di contrazione dei consumi. Dall analisi annuale OsservatorioSmau della School of Management del Politecnico di Milano emerge che il valore degli acquisti online da parte dei consumatori italiani nel 2013 sfiora i 10 miliardi di euro (9,9 mld Iva esclusa), in crescita del 14% rispetto al Arriva così a pesare per il 3% circa delle vendite totali di beni e servizi, mercato che complessivamente registra un calo dell 1,5% rispetto allo scorso anno. Sul totale dei mercati digitali, invece, l e C o m- merce verso i consumatori è pari al 58%. Guardando più nel dettaglio questo comparto, la quasi totalità dell ecommerce 9,6 miliardi di euro è rappresentata dall acquisto di prodotti e servizi non digitali su pc e tablet, che includono anche gli ottimi risultati delle iniziative che vendono coupon (+22% sul 2012). Continua a pesare significativamente l`acquisto di servizi (i due terzi del mercato), trainato anche nel 2013 dal turismo che, da solo, genera il 50% circa dell ecommerce su pc nel nostro Paese. Crescono comunque bene quasi tutti i settori merceologici con punte superiori al 30 per cento nel caso dell a b b i g l i a- mento. Aumenta, poi, in maniera significativa, a circa 2,5 volte il valore dello scorso anno, l`acquisto di prodotti e servizi attraverso cellulari (mobile commerce). Ma a 330 milioni di euro nel 2013 questo segmento resta marginale e riguarda prevalentemente i biglietti per il trasporto (sia aereo che ferroviario) e le vendite a tempo (ovvero le vendite di prodotti di brand molto noti, prevalentemente in ambito fashion, in campagne della durata di pochi giorni). Invece, nonostante la sempre maggiore diffusione di Internet tv che portano il web sul televisore, non è ancora partito il T-commerce. Eppure le potenzialità della nuova Internet sono evidenti: le stime per il 2013 sul mercato italiano parlano di circa 37 milioni di smartphone in circolazione, 4,6 milioni di smart tv e 7,5 milioni di tablet che cresceranno rispettivamente a oltre 50 milioni, 12 milioni e 15 milioni nel corso del Gli eshopper preferiscono la moda sono ben nove milioni in Italia Sono 13,2 milioni gli italiani che hanno scelto l online per i loro acquisti nell ultimo trimestre, con una stima di oltre un miliardo di euro spesi con cadenza mensile nel corso del Tra gli eshopper ben 9 milioni sono acquirenti di moda, in aumento del 14,5% rispetto all ottobre Lo rivela un indagine condotta da Human Highway per Netcomm, il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano. Nei primi 8 mesi del 2013 gli acquisti online di prodotti di abbigliamento hanno generato transazioni per un valore superiore del 25,5% rispetto allo stesso periodo del 2012 (secondo i dati dell Osservatorio CartaSì). Sondando più in profondità i comportamenti di chi ha fatto esperienza sia della modalità di acquisto online nella moda (web o via mobile/app) sia di acquisto in negozio tradizionale commenta Roberto Liscia, Presidente di Netcomm o s s e r- viamo che si preferisce comprare sulla Rete perché il catalogo è più ampio, per una maggiore convenienza e perché si trova sempre quel che si cerca. ( f. t. ) Seguici su Direttore responsabile Dionisio Ciccarese Direttore editoriale Vito Raimondo Redazione via delle Orchidee, Z.I. Modugno - Bari Tel Fax Pubblicità Società editrice P.Q.S. Periodici e Quotidiani del Sud via delle Orchidee, Z.I. Modugno - Bari Tel Fax Reg. Trib. Bari n del 19/04/1996 Copyright P.Q.S. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo settimanale può essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sarà perseguita a norma di legge. Responsabile trattamento dati personali Dionisio Ciccarese via delle Margherite, 20/ Modugno - Bari Tel Fax Certificato ADS n del 10/12/2012

15 30 ottobre 2013 Alla Startup Weekend Bari terzo posto per Mia vetrina Alla Startup Weekend Bari, che si è tenuta recentemente nello spazio di coworking The Hub Bari, all interno della Fiera del Levante, al terzo posto si è classificata Mia vetrina di Michele Iannuzzi, una piattaforma web per negozi tradizionali. Gli oggetti sono geolocalizzati rispetto alle esigenze dell utente che può prenotare via web il regalo che cerca per poi acquistarlo offline. III ACQUISTI ABI n IN CRESCITA LE OPERAZIONI ONLINE DEGLI UTENTI Lo sportello bancario resta il re ma il web banking... Lo sportello bancario tradizionale rappresenta ancora un punto di riferimento (90% del campione), ma tra gli utenti è in crescita l utilizzo di Internet (40% degli intervistati) e di smartphone e tablet (5%) per effettuare le operazioni bancarie: lo rileva una recente indagine condotta dall Abi in collaborazione con GfK Eurisko. Più frequentemente si punta sul mobile banking per richieste di informazioni (circa 6 milioni, 130 mila delle quali relative ad operazioni di trading), ricariche telefoniche (2,1 milioni) e bonifici (circa 190 mila). A incentivare la corsa è anche la spinta tecnologica. Nel contesto delle aziende italiane che producono innovazione Auriga, la software house barese attiva nel settore dei servizi bancomat evoluti, ha ideato l App PlainPay, grazie a cui è possibile effettuare pagamenti istantanei con l a d d e- bito online. Lo strumento si rivolge potenzialmente a tutti quelli che siano in possesso di uno smartphone e di un conto corrente, di una carta di credito, di una carta prepagata. L applicazione è disponibile per tutti i principali sistemi operativi dei diversi smartphone e si può scaricare dall App Store per gli utenti ios, da Windows Marketplace per gli utenti Windows 7 Mobile, da Android Market per gli utenti che utilizzano la piattaforma Android, da Rim Market per gli utenti BlackBerry. Gli utenti possono usufruire così di uno strumento di pagamento evoluto, veloce e a basso costo. Infatti, tramite una veloce scansione di un QR Code e a un applicazione web sicura, PlainPay consente l invio di denaro da un utente all altro o da un acquirente ad un esercente, nella massima sicurezza, velocità e trasparenza. Il consumatore può dunque effettuare acquisti senza contante e senza l utilizzo dei circuiti convenzionali di moneta elettronica, riducendo notevolmente le percentuali di commissione e disponendo i pagamenti in tempo reale. La configurazione di questa che è stata già definita una killer application dagli analisti del settore è estremamente semplice. Il consumatore attiva il servizio PlainPay in banca, sceglie il conto corrente, fissa il plafond max (modificabile a ribasso dallo smartphone), un pin di pagamento e i recapiti per la notifica della transazione e riceve le credenziali d accesso per la configurazione del servizio. Possibile anche il pagamento del biglietto dell autobus, delle rette scolastiche, dei bollettini e dei biglietti di ingresso in musei, mostre, monumenti, ecc. E U R O S TAT / IL 29% DEGLI INTERNAUTI COMPRA BENI E SERVIZI SUL WEB Il Belpaese è indietro in Europa L Italia è fanalino di coda in Europa per gli acquisti online. L indicazione giunge dai dati Eurostat. Nel 2012 solo il 29% degli internauti italiani ha utilizzato la Rete per comprare beni e servizi. Dati inferiori sono stati registrati solo in Bulgaria (17%) e in Romania (11%). Rispetto al 2008 l unico settore in cui gli internauti italiani hanno incrementato in maniera significativa il ricorso agli acquisti online è stato quello dei viaggi, dove si è passati dal 9 al 14%. Per gli altri settori merceologici presi in considerazione tra il 2008 e il 2012 crescite decisamente marginali. La quota di chi ha comprato abbigliamento e altri articoli sportivi è passata dal 6 all 8%, quella dei libri, delle riviste e di altro materiale culturale dal 7 all 8% e quella dei prodotti alimentari dall 1 al 2%. A guidare la classifica 2012 degli acquisti online sono gli inglesi (lo ha fatto l 82% degli internauti) seguiti da danesi e svedesi (entrambi con il 79%) e dai tedeschi (77%). La media europea si è attestata su quota 59%. La Gran Bretagna detiene anche il primato Ue per gli acquisiti online di articoli sportivi mentre la Svezia si colloca al primo posto per viaggi e vacanze. ( f. t. )

16 L AVORO IV Un emergenza che nel mondo fa più vittime della strada E' un'emergenza sociale, nascosta da decenni: gli infortuni sul lavoro nel comparto agricolo raggiungono numeri esorbitanti. La casistica generale supera addirittura i tragici numeri legati alle morti per incidenti stradali. In Puglia, gli ultimi dati raccontano di oltre infortuni denunciati ed 8 decessi in un solo anno. Sette imprenditori pugliesi, intanto, sperimentano un nuovo sistema satellitare realizzato per la sicurezza dei lavoratori agricoli. 30 ottobre 2013 SICUREZZA n PRIMA CAUSA SEMPRE IL RIBALTAMENTO DEL TRATTORE. IL SISTEMA AGROS Incidenti nei campi tutto come 60 anni fa Un aiuto dalla tecnologia? decessi), il quadro regionale non differisce dal contesto mondiale che segnala il poderoso deficit di sicurezza per i lavoratori. Destano ulteriore scalpore le cause più frequenti degli incidenti perché legate ancora ad antiche manchevolezze e problemi atavici: il maggior numero di infausti eventi, inn Lavoro nei campi fra i più rischiosi : gli incidenti registrati in Puglia nel 2 12 sono stati dei quali 8 mortali n GIORGIO PUZZOVIO Esiste un lato oscuro dell'agricoltura, poco noto e drammatico: gli incidenti sul lavoro che avvengono nei campi causano, in media, un decesso ogni 32 ore. L'inquietante dato acquista i connotati di emergenza sociale se confrontato alla casistica degli incidenti stradali che segna il tragico scorrere di una morte ogni 39 ore. Il dato pugliese degli infortuni sul lavoro avvenuti nel comparto agricolo non permette di dormire sonni tranquilli: nel 2012, infatti, sono stati registrati incidenti (8 dei quali sono risultati mortali). Nonostante i numeri segnalino una positiva inversione di tendenza rispetto all'anno precedente (nel 2011: con 10 fatti, è da attribuirsi al ribaltamento delle macchine agricole ed al conseguente schiacciamento del conducente. Quando gli eventi non sono immediatamente tragici, possono esserlo in seguito: la mancanza di soccorsi tempestivi, dopo l'avvenuto incidente, rappresenta il maggiore ostacolo alla riduzione delle morti sul lavoro. Il settore subisce il problema sin dagli anni '50, quando appunto comparvero i primi trattori agricoli in commercio. Nei decenni successivi, le case produttrici di macchinari agricoli hanno messo a punto alcuni sistemi di protezione LA SCHEDA / ANTENNA GPS E MODEM PER SOCCORSI IMMEDIATI In Puglia il test del nuovo dispositivo Il sistema Agross permetterà soccorsi rapidi: il dispositivo, dotato di antenna GPS e modem, permette la localizzazione immediata del veicolo e la comunicazione con una centrale operativa fornita di pronto intervento. La sperimentazione del ritrovato tecnologico è stata affidata a 7 imprenditori pugliesi: l'accordo è stato siglato lo scorso aprile durante il click day Inail con il sostegno della Coldiretti. Il sistema prevede, inoltre, un bottone di allarme (panic button) attivabile dal conducente del veicolo in caso di malessere o necessità. del conducente (roll-bar, cinture di sicurezza), ma le precauzioni non hanno ridotto in maniera sensibile il ripetersi di eventi tragici. La tecnologia, però, potrebbe offrire nuovi spiragli di sicurezza: l'azienda GeoSystems Group ha realizzato un nuovo sistema denominato Agross, capace di offrire maggiori garanzie e sicurezza agli agricoltori. Il lavoro, condotto con la collaborazione di un laboratorio di ricerca accreditato dal Ministero dell'istruzione, prevede un sistema composto da un dispositivo in grado di ricevere informazioni in tempo reale sullo stato del veicolo attraverso la lettura di alcuni sensori. Le indicazioni di pericolo vengono, quindi, inviate al guidatore attraverso una segnalazione audio-visiva. BRUXELLES / RIDUZIONE DEL 2,45% AGLI AGRICOLTORI EUROPEI. IL REGOLAMENTO SARÀ APPROVATO IL 18 NOVEMBRE L Italia si asterrà sul taglio dell Ue per gli aiuti 2013 Non ha fatto l'unanimità tra i rappresentanti degli Stati membri dell'ue - pur ottenendo una maggioranza qualificata - la proposta della Commissione di ridurre del 2,45% i pagamenti agli agricoltori europei per il 2013, ma a carico del budget Soprattutto non piace che siano esentati dai tagli solo i primi 2mila euro e non i 5mila proposti inizialmente. Per questo Italia, Portogallo, Grecia e Cipro hanno annunciato che si asterranno al momento del voto formale al Consiglio Ue, mentre la Polonia voterà contro. Il regolamento sul taglio dei pagamenti che l'ue versa agli agricoltori verrà approvato in occasione del Consiglio dei ministri dell'agricoltura dell'ue in programma il 18 novembre a Bruxelles, per essere applicato entro il primo dicembre In Italia, l'introduzione di una franchigia di 2mila euro, permetterà di esentare dal taglio delle risorse Ue circa 915mila produttori, il 74% dell'1,24 milioni che rappresentano l'agricoltura italiana. E' la prima volta che si applica in Europa il regolamento sulla disciplina finanziaria che prevede di compensare le carenze di bilancio della Pac con tagli sui pagamenti agli agricoltori. Globalmente, sono circa 42 miliardi di euro l'anno i contributi diretti che Bruxelles versa ai produttori europei che rispettano standard in linea con la qualità, la tutela dell'ambiente, del territorio e il benessere degli animali.

17 30 ottobre 2013 Ogni settimana i progetti dell evento creato dal network Segnali di Fumo I progetti delle menti più innovative di Puglia su La Gazzetta dell Economia. Ogni mercoledì saranno pubblicate alcune delle idee progettuali presentate ad Habemus Camp - Idee papabili di innovazioni, l evento del 20 settembre scorso ideato dal network di esperti di marketing e comunicazione Segnali di Fu m o con la mediapartnership di EPolis Bari. IVE 360 /UNA SOLUZIONE PER IL TURISMO, GLI EVENTI E LA PUBBLICITÀ Il video non ha confini: a Bari nasce l esperienza immersiva Titolo del progetto: IVE360 Aziende: Basix Communication, Mesysmedia, Qiris V I N N O VA Z I O N E n ROBERTO BASILI Pensate alla tecnologia interattiva più utilizzata sul web. Tra le tante, sicuramente vi verrà in mente Street View di Google, che vi permette di esplorare il mondo ruotando il punto di vista. Con IVE 360 (Immersive Video Experience) siamo andati oltre. IVE360 non è un semplice (e statico) virtual tour, ma un video sferico che permette di vivere esperienze immersive estremamente più coinvolgenti ed entusiasmanti rispetto ai video tradizionali. Nel video IVE 360 non esistono punti ciechi, e si ha la sensazione di essere fisicamente presenti nell azione, perché decidete voi dove guardare! Inoltre, grazie alla possibilità di inserire hotspot (punti selezionabili), potrete decidere di cambiare punto di vista, visualizzare immagini e testi, guardare video che forniscono informazioni aggiuntive, rendendo più interessante lo spazio da esplorare. Il campo delle applicazione è vasto: dal turismo, all intrattenimento, alla documentazione di eventi, all advertising, allo sport. Immaginate di essere seduti in un auto da rally durante una gara: potete guardare davanti a voi le curve affrontate in rapida successione, ma anche puntare lo sguardo sul pilota mentre scala freneticamente le marce ed imposta la curva, o passare al navigatore seduto di fianco che sfoglia il road book urlando nell interfono per comunicare il grado di difficoltà della prossima curva da affrontare, oppure vivere l esperienza di lanciarsi appesi ad un cavo sospeso tra due montagne a 500 metri di altezza, potendo contemporaneamente guardare il protagonista del volo e il panorama che gli scorre sotto. I Video di IVE 360 possono essere visualizzati sul web mediante l utilizzo di computer, tablet o smartphone, rendendo questi contenuti fruibili da qualunque utente ovunque si trovi. Inoltre questa tecnologia può essere utilizzata per realizzare installazioni multimediali attraverso la proiezione su schermi cilindrici o emisferici, regalando agli spettatori un esperienza immersiva di grande impatto emotivo. Il team di IVE 360 sta sviluppando Be- Yo n d e r, una tecnologia proprietaria hardware/software appositamente studiata per l'acquisizione, l elaborazione e la riproduzione di immagini audio e video a 360 gradi. Questa tecnologia consentirà in modo semplice di realizzare il proprio video immersivo e di poterlo guardare e condividere sui principali social networks, attraverso una App dedicata di facile utilizzo. IVE-360 è un progetto sviluppato dalle tre aziende baresi Basix Communication, Mesysmedia e Qiris. Per visualizzare le realizzazioni e per ulteriori informazioni visitate w w w. i v e 360. c o m.

18 AGRICOLTUR A VI I primi (sconfortanti) risultati del piano di sorveglianza nazionale Il piano di sorveglianza attivato a livello nazionale sulle aziende produttrici di olio ha prodotto risultati allarmanti: il 49% del totale, secondo il limite di 30 mg/kg, è risultato non conforme (il 54% di questi oli proveniente dal Sud, il 24% dal Nord e il 22% dal Centro); mentre appena il 51% è risultato conforme (27% dal Sud, 33% dal Nord e 40% dal Centro). Nel settore delle frodi sanitarie, la Guardia di Finanza ha sequestrato nel 2012 ben chili di oli contraffatti. 30 ottobre 2013 EURISPES AGROMAFIE n CONSUMATORI DANNEGGIATI Il paradosso dell olio: in Italia record delle importazioni di Vito RAIMONDO diciamolatutta n ALESSANDRO SCHIRONE nell elenco dei prodotti-fulcro della dieta mediterranea. Probabilmente E annoverato l olio rappresenta il punto forte del cosiddetto Made in Italy, ma recentemente è entrato nell occhio del ciclone perché denominarlo extravergine rischia di passare per un eresia. Il saldo della bilancia commerciale del settore oleario è negativo, almeno per quanto riguarda i volumi in quantità. Se le esportazioni nette per il 2012 hanno un saldo positivo di 114,2 milioni di euro, dal punto di vista delle quantità importate il saldo diventa negativo e pari a -183mila tonnellate nel La quantità maggiore di olio di oliva importato nel 2012 risulta essere quello spagnolo con 392mila tonnellate (pari al 65,5% del totale), seguito dall olio greco con circa 117mila tonnellate (pari al 19,5% del totale) e da quello tunisino con 76mila tonnellate (pari al 12,7%). L Italia è paradossalmente il primo importatore mondiale di olio di oliva, detenendo una quota pari al 35% (2011) e superando paesi come Stati Uniti, Germania e Regno Unito; al contrario, riguardo alle esportazioni, la quota italiana è del 22% nel 2011, ampiamente al di sotto del livello della Spagna che si attesta su una quota di circa il 50%. Lo rivela il 2 Rapporto sulle Agromafie di Eurispes, secondo cui, tra l altro, queste cifre dimostrano che i consumatori sono vittime di vere e proprie truffe alimentari. Dietro sedicenti marchi italiani ed etichette fuorvianti, infatti, vengono commercializzati oli di oliva di bassissima qualità, spesso ottenuti attraverso la raffinazione degli oli importati. Il procedimento della contraffazione prevede in primo luogo l importazione di oli grezzi di bassa qualità provenienti da Spagna, Grecia e Tunisia; in secondo luogo il trattamento effettuato attraverso lavaggi chimici fuorilegge che modificano le caratteristiche organolettiche dell olio, correggendone quindi i difetti. Concorsi truccati e certi saggi della Costituzione all acqua di rose Imbarazzante per le istituzioni nazionali (Napolitano in testa) la vicenda dei concorsi truccati nelle Università. Tra gli inquisiti figurano alcuni tra i migliori costituzionalisti che fanno parte del gruppo di saggi chiamati la magna carta della Repubblica. Ma c è di più. Tre di loro - Carovita di Toritto, De Vergottini e Zanon - contemporaneamente, si sono cimentati in un parere pro-veritate a favore (a pagamento?) del ricorso di Berlusconi alla Corte di Strasburgo sulla sua condanna. Perciò, si sono posti contro lo Stato questi signori chiamati a maneggiare la Costituzione. Roba da manicomio (italiano). WORLD HAPPINESS REPORT Per l Italia la strada della felicità è stretta: 17 posto in Europa EMERGENZA ALLUVIONI Confindustria giovani: fondi per Ginosa Il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Taranto ha avviato una raccolta fondi attraverso l'apertura di un conto corrente bancario Pro-Ginosa presso la Banca di Credito Cooperativo di San Marzano di San Giuseppe a sostegno delle popolazioni colpite dalle alluvioni del 7 e 8 ottobre, che hanno provocato quattro morti e ingentissimi danni. Ad oggi, la stima approssimativa della ricostruzione complessiva si aggirerebbe attorno ai 15 milioni di euro. All'iniziativa di solidarietà hanno aderito anche i giovani industriali di Bari, Brindisi Foggia e Lecce. News da Territorio e Imprese Sito dell Arti Puglia 1 per trasparenza Primo posto in Italia per il sito dell Agenzia per la Tecnologia e l In - novazione della Regione Puglia (ARTI) nell ultima rilevazione della "Bussola della Trasparenza", strumento del Ministero per la pubblica amministrazione. Dalla classifica emerge come il sito soddisfi tutti i 66 indicatori previsti dai nuovi adempimenti. E un incoraggiante riconoscimento di un impegno quotidiano esulta il presidente, Eva Milella. CAMERA COMMERCIO Il 4 seminario sul Fondo di Garanzia La Camera di Commercio di Bari ha aderito alla sezione speciale del Fondo centrale di garanzia del ministero per lo Sviluppo economico per l internazionalizzazione delle imprese. La somma messa a disposizione dall a Camera di Commercio di Bari ente camrale è di 500mila euro. Al fine di illustrare le opportunità offerte dal Fondo, l ente ha organizzato per lunedì 4 novembre alle un incontro-dibattito. Aprirà i lavori Alessandro Ambrosi, presidente della Camera di Commercio di Bari. C è un Rapporto delle Nazioni Unite - World Happiness Report - che indica i criteri per misurare la felicità: pil, durata media della vita, avere qualcuno su cui contare, libertà di fare le proprie scelte di vita, percezione della corruzione. In testa alla classifica sono i soliti bravi (quindi felici!) cit- Veleni in Procura a Bari: una minisoluzione arriva da Lecce tadini del Nord Europa. L Italia è al 45esimo posto e ha perduto 17 posizioni. Poteva mancare quest altro arretramento del nostro Paese Non ne azzecchiamo più una da molto tempo. Non riusciamo nemmeno a trovare la strada della felicità, ancorché stretta! San Cataldo (Motta: Procuratore generale di Lecce)! Ha messo una grossa pietra miliare (non l ultima, purtroppo) sulla penosa vicenda che ha interessato il Palazzo di Giustizia di Bari e il presidente della Regione, Vendola. I ruoli dei protagonisti, ora, sembrano più definiti: i pm Digeronimo e Bretone avrebbero calunniato, la gip De Felice e Patrizia Vendola sono fuori, Nichi Vendola è indagato (diffamazione). Tra le macerie della giustizia barese: amicizie tradite, denunce improprie, raccomandazioni di medici, tradimenti. Insomma, porcate a vario livello. E alla Digeronimo, trasferita a Roma viene il pallino di fare il Sindaco. A che titolo?

19 30 ottobre 2013 VII LE SCADENZE FISCALI Mercoledì 30 ottobre. Registrazione e pagamento dell imposta (2%) tramite il mod. F23 per i contratti di locazione con decorrenza 1 ottobre. Giovedì 31 ottobre. Trasmissione telematica degli elenchi delle operazioni di importo unitario superiore a 500 euro effettuate con clienti e fornitori residenti nei Paesi black-list nel mese di settembre o nel trimestre luglio-settembre. Rilevazione sulle schede carburanti dei chilometri percorsi nel mese di settembre da parte delle imprese. Martedì 12 novembre. Termine per l invio dello spesometro, ovvero la comunicazione, da parte dei contribuenti obbligati alla liquidazione IVA mensile, dei dati relativi alle operazioni compiute nel 2012 per le quali era obbligatoria l emis - sione della fattura. Per ogni cliente e fornitore va indicato l importo di tutte le operazioni. Vanno indicate invece solo le operazioni di importo pari o superiore a euro, iva compresa, quando non sussisteva l obbligo della fattura. FISCALMENTE di Marcella LOPORCHIO WorkinProgress IL PROGETTO n IN CAMPO ORA C È ANCHE L UNIVERSITÀ Imprese e manager si incontrano su... Backtowork.it Ritorno al futuro? No, ritorno al lavoro con Back to work 24 azienda del gruppo sole 24ore, nata da un'idea di Carlo Bassi, amministratore e socio, vuole dare risposte in tre settori chiave:1) piccole e medie imprese 2) risparmi privati 3) manager ed esperti. Il metodo è semplice basato sull'incontro tra le piccole e medie imprese, piene di idee ma con poco accesso al credito, investitori privati e manager /professionisti, disposti ad investire capitale e lavoro. Sul sito ci si può registrare gratuitamente e presentare la propria richiesta, si verrà ricontattati per approfondire il discorso e iniziare a valutare l'interesse dei potenziali investitori. All'azienda non viene richiesto alcun investimento iniziale, se non un riconoscimento del 5/success fee a chiusura della transazione, al manager viene invece richiesto un capitale iniziale, perché in questo modo si diventa soci dell'azienda e quindi si è più motivati al lavoro. Il metodo sta risultando, a quasi due anni dal suo lancio, vincente in tutti i settori. Ormai si annoverano manager investitori provenienti da ogni settore, che grazie a questo sistema non restano fuori dal mercato del lavoro ma possono ridefinirsi, mettendo a frutto la loro esperienza e, contemporaneamente, diventando imprenditori. Una nuova frontiera verso l'incontro delle esigenze del mercato che sta iniziando a vedere anche l'università partecipe attivamente, dimostrazione il workshop su "crowdfunding e start up innovative" per la cultura e finanza d'impresa tenuto il 22 ottobre. Finalmente cattedratici, economisti e innovatori si sono trovati allo stesso tavolo e ognuno, con la propria professionalità, ha cercato di dare un contributo "pratico" verso la ricerca di nuovi investimenti, aiuto alle nuove imprese e accesso alle possibilità che offre il mercato. Università verso la seria integrazione tra conoscenza, sapere e messa in opera che con il nuovo Magnifico Rettore, Antonio Uricchio, si presenta con un ottimo biglietto da visita.

20 VIII 30 ottobre 2013

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo

lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo IN EVIDENZA: 1) Lettera aperta all avvocatura italiana lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco 2) Perché iscriversi all AIGA lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo

Dettagli

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo'

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo' http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/daassociare/2013/03/19/pd-verso-speranza-zanda-capigruppo-camera-senato_8425205.html Pagina 1 di 5 Il sito Internet dell'agenzia ANSA Speciali Quirinale, grazia

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Corte d'appello di Roma: convegno sull'affidamento condiviso

Corte d'appello di Roma: convegno sull'affidamento condiviso Corte d'appello di Roma: convegno sull'affidamento condiviso Si è tenuto nella mattinata di lunedì il convegno organizzato dall Associazione Nonne Nonni Penalizzati dalle Separazioni presso la Corte d

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO AIMC PIEMONTE S. DAMIANO ( convegno UCIIM) 2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO Sentiamo ormai da qualche anno parlare di emergenza educativa ma io amo di più l espressione Sfida educativa

Dettagli

Dieci regole-base per gestire la tua presenza sui social media (Facebook in particolare)

Dieci regole-base per gestire la tua presenza sui social media (Facebook in particolare) Dieci regole-base per gestire la tua presenza sui social media (Facebook in particolare) Multimedialità, relazione, cura, notizie in anteprima: gli ingredienti giusti per non finire nel rumore indistinto

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. Rubrica Acer 8 La Repubblica - Cronaca di Roma 29/12/2015 APPALTO PONTE DELLA SCAFA "NESSUN RAPPORTO CON NAVARRA" (F.salv.) 3 Rubrica Lavori pubblici

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste Rilevazione 16 Dicembre 2013 Le notizie della settimana: i Forconi COSA RICORDANO GLI ITALIANI Le proteste in piazza/ il movimento dei

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA INTERVENTO DEL DR ANDREA MAZZEO PRESENTAZIONE Il mio compito è quello di parlarvi

Dettagli

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00 Il Mattinale Roma, mercoledì 27 novembre 2013 27/11 ore 18.00 a cura del Gruppo Forza Italia-Pdl alla Camera Speciale Manifestazione Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Mentre

Dettagli

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti Corriere della Sera http://www.corriere.it/cronache/11_settembre_29/fasano-nonna-moto-cade_b1ce4c46... Page 1 of 2 03/10/2011 stampa chiudi IL RECORD DI TARANTO, 321 INDAGATI. E LE FRODI FANNO SALIRE IL

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Le parlamentari di Fli e Pdl propongono di modificare le aggravanti dell'omicidio quando la violenza nasce da un atteggiamento discriminatorio".

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

COMUNE di SAN FELICE CIRCEO PROVINCIA di LATINA. RASSEGNA STAMPA 19 aprile 2012

COMUNE di SAN FELICE CIRCEO PROVINCIA di LATINA. RASSEGNA STAMPA 19 aprile 2012 COMUNE di SAN FELICE CIRCEO PROVINCIA di LATINA RASSEGNA STAMPA 19 aprile 2012 Incontri elettorali, calendario molto fitto Mini sindaci e mini presidenti al Circeo Strani lavori notturni nell area del

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 Politica locale 23/01/2015 La Repubblica (ed. Bologna) Pagina 7 SILVIA BIGNAMI Riforme, i renziani ai dissidenti Pd:

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica.

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica. FARONOTIZIE.IT Anno II - n 11 Febbraio 2007 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie.it Testata giornalistica registrata

Dettagli

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Numero del Questionario Completato Attenzione! Ogni questionario completato deve riportare il numero progressivo

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Sciopero a Oriocenter per apertura fino a mezzanotte

Sciopero a Oriocenter per apertura fino a mezzanotte Sciopero a Oriocenter per apertura fino a mezzanotte BERGAMO / L Oriocenter, centro commerciale a Bergamo, prolungherà grazie agli effetti della manovra Monti il suo orario di apertura fino a mezzanotte

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

La Convenzione europea dei diritti dell uomo tutela i nostri diritti

La Convenzione europea dei diritti dell uomo tutela i nostri diritti La Convenzione europea dei diritti dell uomo tutela i nostri diritti www.fattorediprotezione-d.ch La Convenzione europea dei diritti dell uomo ci protegge tutti In materia di diritti umani, la Svizzera

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

FRANCIA COSTITUZIONE DEL 1875 LEGGE RELATIVA ALL ORGANIZZAZIONE DEL SENATO (24 FEBBRAIO 1875)

FRANCIA COSTITUZIONE DEL 1875 LEGGE RELATIVA ALL ORGANIZZAZIONE DEL SENATO (24 FEBBRAIO 1875) FRANCIA LEGGE RELATIVA ALL ORGANIZZAZIONE DEL SENATO (24 FEBBRAIO 1875) Art. 1 Il Senato si compone di 300 membri: 225 eletti dai dipartimenti e dalle colonie e 75 eletti dall Assemblea nazionale. Art.

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010

INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010 INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010 Caro Signor Presidente della Repubblica, Dott. Giorgio Napolitano, Cari ospiti stranieri e relatori,

Dettagli

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati.

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati. MEDIAZIONE decreto del fare di Claudia Di Pasquale DA CHE TEMPO CHE FA DEL 29/09/2013 ENRICO LETTA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Tra le cose che abbiamo fatto in questi cinque mesi c è stata una riforma della

Dettagli

LE STRATEGIE DI CONTRASTO ALLA POVERTÀ NELLA REGIONE LAZIO

LE STRATEGIE DI CONTRASTO ALLA POVERTÀ NELLA REGIONE LAZIO Rita Visini Assessore alle Politiche sociali e allo sport, Regione Lazio, Italia 8 luglio 2014 La Costituzione della Repubblica italiana, all articolo 3, nella parte dedicata ai principi fondamentali sui

Dettagli

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Marisa Abbondanzieri, Presidente A.N.E.A. Pagina 1 di 4 Il compito che mi è stato assegnato è quello di fare una riflessione sul futuro degli ATO nel nuovo contesto

Dettagli

2. Lei dice che la mafia oggi sia più discreta che nel passato. Secondo Lei: La Mafia e più potente o meno potente che diciamo dieci anni fa?

2. Lei dice che la mafia oggi sia più discreta che nel passato. Secondo Lei: La Mafia e più potente o meno potente che diciamo dieci anni fa? 1. In Germania c'è l'impressione che in Italia il periodo degli grandi assassini della mafia sia passato: Non si vede più grandi attentati come quellineglianninovanta.comemai?egiustoquestaimpressione?

Dettagli

UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009

UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009 UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009 di Sabrina Giannini MILENA GABANELLI IN STUDIO Un mese e mezzo fa ci eravamo occupati della concorrenza sleale che sta mettendo in ginocchio molte imprese

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. Rubrica Mercato immobiliare 1 Corriere della Sera - Ed. Roma 14/02/2016 CASE VUOTE, "L'ALTRO SCANDALO "ROMANO" (E.Dellapasqua) 3 49 Il Messaggero

Dettagli

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile ANSA Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile (ANSA) - ROMA, 30 SET - "Con il premier Letta siamo d' accordo su una cosa importante: il Paese ha bisogno di interventi sulla giustizia a

Dettagli

I TRANELLI DEL SALVABANCHE: LA BOMBA RESTA INNESCATA

I TRANELLI DEL SALVABANCHE: LA BOMBA RESTA INNESCATA 989 I TRANELLI DEL SALVABANCHE: R. Brunetta per Il Giornale 20 dicembre 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 2 Povero

Dettagli

Page 1 of 5. Accedi Abbonamenti

Page 1 of 5. Accedi Abbonamenti Page 1 of 5 Accedi Abbonamenti Rimini, hotel e spiagge contro il meteo sbagliato: E terrorismo, ci danneggia A suscitare la collera dell Aia, l Associazione italiana albergatori della capitale della Riviera,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Partecipate nel caos, il metodo Crocetta non convince i sindacati

Partecipate nel caos, il metodo Crocetta non convince i sindacati Partecipate nel caos, il metodo Crocetta non convince i sindacati Quot... http://palermo.blogsicilia.it/partecipate-nel-caos-il-metodo-crocetta-no... 1 di 1 10/04/2013 09:46 "NO A SOLUZIONI UNILATERALI

Dettagli

Solo un bambino. Gabriel! Gabriel! Gabriel!... Che cosa era successo a Gabriel?

Solo un bambino. Gabriel! Gabriel! Gabriel!... Che cosa era successo a Gabriel? Solo un bambino... Che cosa era successo a Gabriel? Era arrivato a St. Cloud con un breve destino già scritto, crudele, di orfano. Avrebbe abitato dalla zia, l anziana signora Mitchell, la vecchia maestra

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse.

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Proseguendo la mia tesi sulla disamina della Difesa Elastica attuata con il controllo visivo attivo ho ritenuto

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Presentazione della relazione: "Proposte per nuove misure di contrasto alla povertà"

Presentazione della relazione: Proposte per nuove misure di contrasto alla povertà Presentazione della relazione: "Proposte per nuove misure di contrasto alla povertà" Roma, 18 settembre 2013 Senato della Repubblica Intervento del Ministro Enrico Giovannini Buongiorno a tutti, oggi ci

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Rubrica periodica di informazione e approfondimento realizzata da Anffas Lombardia Onlus

Rubrica periodica di informazione e approfondimento realizzata da Anffas Lombardia Onlus Rubrica periodica di informazione e approfondimento realizzata da Anffas Lombardia Onlus Le News riguardano alcuni adempimenti e temi concreti che nella nostra realtà dobbiamo affrontare, nuove proposte

Dettagli

Periodicità: Settimanale 07/05/2010 Oggetto: Strada sì, tangenziale no Solo buone intenzioni?

Periodicità: Settimanale 07/05/2010 Oggetto: Strada sì, tangenziale no Solo buone intenzioni? RASSEGNA STAMPA MAGGIO 2010 Media: Ordine e libertà Periodicità: Settimanale 07/05/2010 Oggetto: Strada sì, tangenziale no Solo buone intenzioni? Pagina 1 Media: Ordine e libertà Periodicità: Settimanale

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014 RASSEGNA STAMPA Sabato, Il Sole 24 Ore 1 Partecipate avanti, sanità alt La Repubblica 1 Fecondazione eterologa via libera in Liguria Cerchiamo donatori ticket in base al reddito Il Secolo XIX 1 Eterologa,

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 09/11/2011

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 09/11/2011 COMUNE DI COLOGNO MONZESE Rassegna Stampa del 09/11/2011 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale

Dettagli

Roma 2015. Rassegna Stampa. VII edizione

Roma 2015. Rassegna Stampa. VII edizione Roma 2015 Rassegna Stampa VII edizione Nel mondo che cambia sempre più velocemente cercando con fatica di riprendersi dalla crisi, aumentano le sfide, la paura, le incertezze. La domanda che da sempre

Dettagli

RUBRICA ATTUALITÀ n. 2 Settembre 2009

RUBRICA ATTUALITÀ n. 2 Settembre 2009 www.excursus.org Direttore responsabile: Luigi Grisolia RUBRICA ATTUALITÀ n. 2 Settembre 2009 L irragionevole durata dei processi nel nostro Paese di Luigi Grisolia Un interessante documentario dell Anm

Dettagli