Quando i giornalisti giocano a fare Dan Brown

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Quando i giornalisti giocano a fare Dan Brown"

Transcript

1 aperta dal martedì alla domenica dalle alle 19.00, l Ingresso è Libero. Atipica è l esposizione proposta con Entrata Gratuita dai Musei Civici di Padova (Palazzo Zuckermann, Corso Garibaldi, 33) dal 1 settembre al 18 novembre dedicata alle Memorie Ritrovate del Monastero di Santa Chiara de Cella Nova (aperta dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.00): il Monastero di origine trecentesca, situato in corrispondenza dell attuale Questura, è stato oggetto di una campagna di scavi archeologici nel che ha permesso di recuperare una gran quantità di oggetti legati alla vita delle clarisse, databili tra il XV e il XVI secolo. Si tratta di maioliche e ceramiche graffite finemente decorate, sia di produzione locale sia d importazione, di oggetti in vetro di qualità estremamente raffinata, di manufatti della vita quotidiana in osso lavorato, legno, cuoio, tessuto in sé privi di un particolare valore artistico, ma ricchi di storia. Dal 06 ottobre al 20 gennaio 2013 sarà visitabile la mostra Raffaello verso Picasso all interno della splendida Basilica palladiana di Vicenza: è visitabile dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 19.00, venerdì e domenica dalle 9.00 alle 20.00, sabato dalle 9.00 alle (il è chiusa, il è aperta dalle alle 20.00, il è aperta dalle alle 20.00); Biglietti con Prenotazione 13,00 Intero - 10,00 Ridotto (Studenti Universitari e oltre i 65 anni) 7,00 Minorenni; Biglietti senza Prenotazione (acquistabili in mostra) 12,00 9,00 6,00; Biglietti Gruppi (da 15 a 25 persone, Prenotazione Obbligatoria) 10,00 7,00 Minorenni (Gratuiti Bambini fino a 5 anni). Audioguide gratuite per i singoli e per i gruppi che richiedono le visite guidate direttamente alla Mostra (costo della Visita Guidata 110,00); per i gruppi che si presentano con Guide proprie le Audioguide costano 80,00. Info e Prenotazioni (dal lunedì al venerdì) Linea d Ombra Tel o Mail: Da Ottobre a Febbraio 2013 (mancano ora, a fine giugno, le date precise) Palazzo Zabarella di Padova ospiterà la mostra monografica dedicata a Giuseppe De Nitt i s. Oltre che per qualità e rarità delle opere, la mostra si distinguerà anche per il taglio che gli esperti hanno deciso di dare all esposizione: non una comune retrospettiva ma una nuova lettura di De Nittis, figura molto valutata dalla critica internazionale ed amata dal pubblico ma non ancora ben indagata nella sua grandezza innovativa. La singolarità e la grandezza del pittore pugliese sta nel non essersi mai fatto condizionare da nessun movimento o tendenza, né imporre i gusti dal mercato: grazie alla sua innata genialità, alla capacità di confrontarsi con i grandi, alla curiosità intellettuale, alla disponibilità verso altri linguaggi, egli è riuscito a perseguire una maniera di dipingere unica ed uno stile inconfondibile, capace di riflettere lo spirito del tempo da un osservatorio privilegiato come può essere quello parigino di fine Ottocento. (Info Tel o Mail: Massaro Simone Quando i giornalisti giocano a fare Dan Brown «Meschinità», «menzogne», «calunnie», «favole e leggende sulla vita della Chiesa», «volontà di divisione che viene dal maligno». Risponde, il cardinale Tarcisio Bertone, a un intervista del settimanale «Famiglia Cristiana» firmata dal direttore Antoniò Sciertino e da Saverio Gaeta e replica in questo modo alle tante illazioni che da settimane imperversano sulla stampa italiana. «Molti giornalisti ironizza il porporato sulle pagine del settimanale paolino, in edicola giovedì 21 giugno giocano a fare l imitazione di Dan Brown. Si continua a inventare favole o a riproporre leggende». La verità «è che c è una volontà di divisione che viene dal maligno» e investe la Chiesa. In un tentativo destinato a fallire perché «essa ha una capacità di autorigenerazione che altre istituzioni e persone non hanno». La Chiesa è «una roccia che resiste alle burrasche. E un punto di riferimento inequivocabile per innumerevoli persone e istituzioni in tutto il mondo. Per questo si cerca di destabilizzarla. E frantumare questa roccia, questa istituzione bimillenaria, che continua a svolgere la propria missione di annuncio, di riconciliazione, di giustizia, di unità, di solidarietà». Certo ammette il cardinale «ci troviamo in un momento faticoso. Nessuno di noi intende nascondere le ombre e i difetti della Chiesa». Il Papa stesso, sin da quando era cardinale, continua a esortare alla conversione di vita e alla purificazione. E a maggior ragione ha ora «provato dolore non soltanto per il tradimento di una persona di famiglia e perché sono stati trafugati dei documenti, ma anche perché la normale e legittima dialettica che deve esistere nella Chiesa assume il volto di una contrapposizione che sembra voler dividere tra amici e nemici». Anche a nome degli altri più stretti collaboratori del Pontefice il porporato ribadisce la convinzione che «l unità intorno al Papa è fondamentale», anche se sottolinea, citando l intervista rilasciata dal cardinale decano Angelo Sodano al nostro giornale «è logico che, discutendo nelle varie riunioni, ci possa essere diversità di opinioni». Del resto «la dialettica del

2 confronto è una tradizione della Chiesa sin dal tempo degli Apostoli, che certamente non si tiravano indietro nel sostenere le proprie idee. Senza, tuttavia, sbranarsi a vicenda ma riconoscendo sempre il primato di Pietro». Riferendosi in particolare alla pubblicazione di documenti riservati, il Segretario di Stato ribadisce non solo la violazione del diritto alla privacy sancito dalla Costituzione italiana, ma avanza riserve sul fatto che in ciò possa verificarsi l ipotesi del diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero. Fa poi notare come, oltretutto, gli stessi media non italiani fatichino a comprendere la veemenza di certi giornali italiani. Secondo il cardinale Bertone la distanza permette una maggiore valutazione della prospettiva e la diffusione di corrispondenza privata del Papa viene giudicata «un atto immorale di inaudita gravità. Quanto alle recenti vicende che hanno riguardato l Istituto per le Opere di Religione (Ior), il Segretario di Stato afferma che l allontanamento di Ettore Gotti Tedeschi «non si deve a dubbi interni riguardo alla volontà di trasparenza, ma piuttosto al deterioramento dei rapporti tra i consiglieri, a motivo di prese di posizione non condivise». Da parte sua il cardinale rinnova «la piena fiducia nei responsabili dello Ior e invita a condividere questa fiducia poiché la volontà di trasparenza dello Ior è innegabile. Riferendosi infine al suo personale stato d animo, anche per essersi trovato «al centro della mischia», Bertone ammette di vivere «queste vicende con dolore» soprattutto perché si avverte il «tentativo accanito e ripetuto di «creare divisione tra il Santo Padre e i suoi collaboratori. E tra gli stessi collaboratori». Don Odilio Longhin ARTE/VISITE GUIDATE L Associazione Comitato Mura di Padova (Info e Prenotazioni o Mail: organizza anche quest anno la visita degli Ambienti Ipogei del Sistema Bastionato di Padova ( 6,00 Prenotazione obbligatoria, il Sabato alle ore e il Mercoledì alle 17.00): Torrione Alicorno (14 luglio, 1 agosto, 29 settembre), Torrione Santa Giustina (18 luglio, 04 agosto, 1 settembre), Torrione Buovo e Galleria Castelnuovo in Via San Massimo (21 luglio, 18 agosto, 05 settembre), Torrione Impossibile ai Giardini della Rotonda (07 e 25 luglio, 21 agosto, 15 settembre), Torrione della Gatta in Via Raggio di Sole (11 e 28 luglio, 25 agosto, 12 settembre). Per il secondo anno l Associazione ARC.A.DIA (Via L. Belludi, 50 Padova, propone SottoPadova Estate con le visite guidate del Patrimonio Archeologico nei Sotterranei del Palazzo della Ragione, assicurate di Sabato Mattina (ore 10.00, 11.00, 12.00) in Luglio e Settembre, di Martedì e Giovedì Pomeriggio (dalle alle 19.00) e di Sabato (dalle alle 13.00) in Agosto; Biglietto 6,00 (Prenotazione Obbligatoria o mail: massimo 15 persone). Il Sabato Pomeriggio ( ) di Luglio e di Settembre si propone anche la Passeggiata Archeologica; Biglietto 4,00 (Prenotazione Obbligatoria). Fino al 15 luglio è possibile visitare I grandi maestri del Novecento a Padova presso il Palazzo della Ragione (chiuso il Lunedì), dalle 9.00 alle 19.00, Biglietti 8,00/5,00. Presso il Palazzo del Monte di Padova (accesso da Piazza della Cattedrale) è visitabile fino al 31 luglio la mostra Ritratto di una collezione : sono esposte 60 opere della Collezione della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, fra cui quadri di Tintoretto, Strozzi, Da Ponte, Liberi, Zanchi, Guercino, Pellegrini, Pittoni, Ricci, Carriera, Piazzetta, Zais, Bison, Lega, Fattori, Da Molin, Manzoni, Laurenti e Cavaglieri. L esposizione è aperta dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle e sabato-domenica dalle 9.00 alle 20.00, chiusa il lunedì; l Ingresso è Gratuito. Il 27 luglio s inaugurano I Notturni d Arte 2012 I Quattro Elementi Naturali. Anche quest anno per ogni appuntamento c è un biglietto da pagare: (A) Biglietto Notturni d Arte di 3,00 (a persona per singola serata) 6,00 (a persona per 3 serate), 10,00 (a persona per 4 serate + la Guida stampata di tutte le serate che, altrimenti, costa 4,00) da acquistare presso il Settore Attività Culturali (Via Pociglia 35 Padova) dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.00 alle ore e il Sabato dalle ore 8.00 alle ore ; (B) in certe serate non si paga il biglietto (A) ma quello di accesso al Monumento da visitare (Cappella degli Scrovegni, Planetario, La Specola, navigazione in battello). Info Settore Attività Culturali Tel /26/33 o Mail Molto particolare è la mostra Metamorfosi Negate visibile fino al 05 agosto presso il Centro Culturale San Gaetano di Padova (Via Altinate 71): attraverso tavole, plastici e filmati, elaborati dagli studenti universitari del I anno di Ingegneria Edile, si propone una ricostruzione virtuale degli Edifici Progettati (e mai Realizzati) del celebre Arch. Giuseppe Jappelli, autore dello splendido e originale Caffè Pedrocchi. L esposizione è

3 la Sagra di Brugine (27 luglio 07 agosto). Agosto: Sagra di San Gaetano di Anguillara Veneta (01-07), Sagre della Madonna della Neve di San Zeno di Castelbaldo (03-05) e di Bastia di Rovolon (03-08), Sagre dell Assunta di Montagnana (04-16), di Monteortone (Sagra del Sorriso, 09-15), di Cartura (10-19), di Limena (11-15), di San Giorgio in Bosco (11-15), di Campodarsego (11-16), di Solesino (11-16), di Saccolongo (11-20), di Saonara (12-16), la 362a Fiera di San Lorenzo di Vò Euganeo (09-12), la Festa del Villeggiante di Teolo (10-19), la Sagra dei Bigoli di Monterosso (nei fine settimana dal 17 al 26), la Sagra dee Mastee e del Pesse di Campagnola di Brugine (17-27), la Sagra di Terradura (17-27), la Fiera di San Bartolomeo di Battaglia Terme (21-22), le Sagre di San Bartolomeo di San Bortolo a Monselice (23-27) e di Mestrino (24-29), la Sagra di Sant Agostino di Albignasego (24-28), la Sagra di Vigonza (26-31). La Sagra della Natività di Maserà (30 agosto 09 settembre), la Festa del Baccalà di Gaianigo di Gazzo Padovano (31 agosto - 04 settembre), la Festa del Formaggio nella Sagra di Borgoforte di Anguillara Veneta (31 agosto 09 settembre), l 87a Fiera Mercato di Villanova di Camposampiero (31 agosto - 04 settembre), l 828a Festa dei Mussi di Trebaseleghe (31 agosto - 10 settembre). Settembre: la 134a Sagra e Fiera di Legnaro (01-11), la Sagra di Sant Agostino di Pernumia (01-04), la Festa del Santuario di Terrassa Padovana (06-09), la Sagra in Corte a Villa Savioli di Abano Terme (07-16), la Festa della Patata Americana di Anguillara Veneta (07-16), la Sagra dell Addolorata di Carpanedo di Albignasego (14-23), la 62a Festa Regionale dell Uva di Vò Euganeo (13-16), la Sagra del Tresto di Ospedaletto Euganeo (22-30), la Sagra di San Michele di Sant Angelo di Piove di Sacco (23 settembre 03 ottobre), l Antica Fiera di San Michele di Creola di Saccolongo (23 settembre 02 ottobre), la Festa della Faraona di Campagnola di Brugine ( settembre e ottobre), la Sagra del Baccalà di Villa del Conte ( settembre ottobre), la Festa della Zucca di Este (30 settembre), la Fiera Franca di Cittadella (22 settembre 29 ottobre). Fra le manifestazioni folkloristiche locali sono da ricordare la Competizione tra Musici e Sbandieratori a Montagnana (21 luglio Info ), la 12a edizione della Rievocazione Medievale della Marciliana in Territorio Padovano (guerra tra Padova e Venezia) al Parco della Corte Benedettina di Correzzola (28-29 luglio, Info /08/13), la Serata dei Veneti nel Mondo in Piazza Vittorio Emanuele II a Piove di Sacco (08 agosto, Info ), la 27a edizione della Giostra della Rocca (01-16 settembre: la 1a domenica partita a scacchi viventi in notturna e sfida dei tamburini, la 2a mercatino medievale e gare di tiro con l arco, staffetta e della macina, la 3a sfilata di oltre mille figuranti per le vie e la gara equestre della Quintana. Info Turismo Comune ), la 36a edizione del Palio dei Dieci Comuni di Montagnana (01-02 settembre, Info Associazione Palio ). La Fiera di Padova (Info ) presenta Flormart Salone internazionale del florovivaismo, delle attrezzature e del giardinaggio (13-15 settembre), ExpoBici (22-24 settembre) e Casa su Misura (06-14 ottobre). Messaggio di Benedetto XVI per il campionato europeo Il buon uso dei calcio. In occasione del campionato europeo di calcio che si è svolto dall 8 giugno al 1 luglio in Polonia e in Ucraina il Papa ha inviato questo messaggio che volentieri giro ai lettori. Fra poco inizieranno i Campionati Europei di calcio, che si svolgeranno in Polonia e in Ucraina. Quest evento sportivo coinvolge non solo gli organizzatori, gli atleti e i tifosi, ma in diversi modi e nei diversi campi della vita tutta la società. Anche la Chiesa non rimane indifferente a tale evento, in particolare alle necessità spirituali di coloro che ne prendono parte. Con riconoscenza accolgo le informazioni che giungono di programmati incontri catechetici, liturgici e di preghiera. Il mio amato Predecessore, il Beato Giovanni Paolo II, ha detto: «Le potenzialità del fenomeno sportivo lo rendono strumento significativo per lo sviluppo globale della persona e fattore quanto mai utile per la costruzione di una società più a misura d uomo. Il senso di fratellanza, la magnanimità, l onestà e il rispetto del corpo virtù indubbiamente indispensabili ad ogni buon atleta contribuiscono all edificazione di una società civile dove all antagonismo si sostituisca l agonismo, dove allo scontro si preferisca l incontro ed alla contrapposizione astiosa il confronto leale. Così inteso, lo sport non è un fine, ma un mezzo; può divenire veicolo di civiltà e di genuino svago, stimolando la persona a porre in campo il meglio di sé e a rifuggire da ciò che può essere di pericolo o di grave danno a se stessi o agli altri» (discorso ai partecipanti al Convegno Internazionale «Nel tempo del Giubileo: il volto e l anima dello sport», 28 ottobre 2000). Lo sport di squadra, poi, qual è il calcio, una scuola importante per educare al senso del rispetto del altro, anche dell avversario sportivo, allo spirito di sacrificio personale in vista del bene dell intero gruppo, alla valorizzazione delle doti di ogni elemento che forma la squadra; in una parola, a superare la logica dell individualismo e dell egoismo, che spesso caratterizza i rapporti umani, per lasciare spazio alla logica della fraternità. e dell amore, la sola che può permettere a tutti i livelli di promuovere l autentico bene comune. Con questi brevi pensieri incoraggio tutti coloro che sono impegnati nell evento a operare con sollecitudine, affinché esso sia vissuto come l espressione delle più nobili virtù e azioni umane, nello spirito di pace e di sincera gioia. Nella preghiera affido a Dio i Pastori, i volontari, i calciatori, i tifosi e tutti coloro che si impegnano nella preparazione e nello svolgimento dei Campionati. A tutti imparto la mia Benedizione. Dal Vaticano, 6 giugno 2012 BENEDETTO PP. XVI

4 AI PIEDI DI MARIA AUSILIATRICE Anche quest'anno, la sera del 24 maggio Festa di Maria Ausialiatrice ho partecipato alla processione, recitando il rosario e invocando la Sua protezione, presso l'istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Padova. Salvo impedimenti di salute o di forza maggiore è un appuntamento a cui non mancherò più: Maria l'ausiliatrice è un richiamo troppo forte! Ho imparato a rivolgermi alla Madonna così, sull'esempio della comunità delle Figlie di Maria Ausiliatrice che, a Padova, dirige un Liceo delle Scienze Umane, alle cui dipendenze ho lavorato per un anno intero: giorno dopo giorno, svolgendo il mio servizio di fronte praticamente ai piedi della grande statua raffigurante Maria. La grande devozione a Maria, aiuto dei cristiani, esisteva fin dal 1500, ma fu Papa Pio VII che nel 1814 istituì la festa di Maria Ausiliatrice, fissandola il 24 maggio; Don Bosco, poi, raccomandava sempre che Maria fosse onorata con il titolo di Ausiliatrice e di ricorrere alla Sua protezione. Io a grandi linee conoscevo già Don Bosco: sapevo della sua opera educatrice rivolta soprattutto ai giovani, dei miracoli che otteneva. Non sapevo che il Suo riferimento è stato San Francesco di Sales (come per il fondatore delle nostre suore salesie ) (da ciò l'appellativo salesiano ) e come Lui ha posto al centro l'amor di Dio (Dio è amore... amiamoci, perché Lui ci ha a- mati per primo... Questo è il mio comandamento... La carità è paziente, benigna... tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. La carità non avrà mai fine...) e la dolcezza evangelica (l'apostolato, prima di essere azione, è relazione personale di amore), formulando poi il sistema preventivo : le cui colonne di sintesi sono ragione, religione, amorevolezza. Non sapevo niente di niente delle Figlie di Maria Ausialiatrila Compagnia Zero.It di Verona (Teatro, 21 luglio), Le Avventure di Gianburrasca con la Compagnia Zero.It di Verona (Teatro per Ragazzi, 26 luglio), Carlo & Giorgio Live 2012 (Cabaret, 28 luglio), No ve capisso più con la Compagnia del Teatro Instabile di Selvazzano Dentro (Teatro, 04 agosto), Oscar, due figlie, tre valigie, un reggipetto col Tarvisium Teatro di Treviso (Teatro, 11 agosto) Cercasi Erede con la Compagnia I 7 Moli Ars Et Bonum di Polesella (Teatro, 18 agosto), Caccia al tesoro con la Compagnia La Piccola Ribalta di Abano Terme (Teatro, 25 agosto), Signorina si spogli con la Compagnia del Teatro Instabile di Creazzo (Teatro, 01 settembre). Presso il complesso monumentale della Loggia Cornaro (accanto alla Basilica del Santo) si svolge la rassegna teatrale Ruzanteo 2012, dedicata ad Angelo Beolco detto il Ruzante (Info e Prenotazioni o o Inizio spettacoli ore 21.15, Biglietto Unico 8,00): Ruzante Redivivo (07 luglio), Dialoghi in Lingua Rustica (08 luglio), La Betia (14-15 luglio). Il 17 luglio con Ingresso Gratuito su Prenotazione viene presentato il nuovo Vocabolario della Lingua Pavana (ore 21.15). All Arena Romana di Padova venerdì 20 luglio c è il nuovo spettacolo del comico veneto Natalino Balasso (ore 21.15, Biglietti 20,00/18,00, Info ). CINEMA Rassegne cinematografiche estive se ne trovano ovunque. Vi segnaliamo a Padova: Arena Romana 2012 da Giugno a Settembre (Info o Cinélite da Giugno al 25 Agosto al Giardino Barbarigo in Via Seminario (Info Cinema Uno da Giugno a Settembre ai Giardini della Rotonda, vicino a Piazza Mazzini (Info Sotto le Stelle del Cinema presso l Oratorio Don Bosco, in Via Asolo 2 - zona Paltana, fino al 26 agosto Info Piccolo Teatro Don Bosco o FIERE-FOLKLORE Molte sono le Fiere e le Sagre Paesane del periodo fra le quali si segnalano in Luglio: la 35a Sagra del Pomodoro di Borgoricco (06-11), la 25a Festa della Trebbiatura di Torreglia (06-15), la 33a Sagra del Melone e la 10a Festa del Prosciutto Crudo di Massanzago (12-18), l Antica Sagra della Madonna del Carmine di Pieve di Curtarolo (13-17), la Sagra del Redentore di Montemerlo (13-18), la Sagra della Madonna del Carmine di Monselice (13-17), la 30a Festa della Birra di Rovolon (13-23), la Sagra di San Giacomo di Terrassa Padovana (19-25) e di San Giacomo di Albignasego (20-30), la 37a Festa del Vin di Sant Andrea di Campodarsego (19-25), la Festa di Santa Cristina di Granze (20-24), la Festa del Pescatore di Montegrotto Terme (27-28), la Festa sull Acqua di Battaglia Terme (28) la Fiera degli Uccelli di Sant Angelo di Piove di Sacco (29), la Sagra di Santo Stefano di Due Carrare (27 luglio 05 agosto),

5 tempo gli spettacoli si terranno all Auditorium Pollini): D. Nordio direttore e solista al violino e viola e F. Dego violino con musiche di W. A. Mozart (12 luglio), A. Cesaro direttore e solista al pianoforte con musiche di A. Cesaro, J. L. Dussek, L. van Beethoven (19 luglio). Si segnala per il 10 luglio alle ore presso la Basilica di Santa Giustina in Padova il Ludus Danielis, versione musicata composta nel 2000 dell omonimo dramma liturgico risalente al 1130 circa narrante la Vita del Profeta Daniele (Ingresso Libero fino ad esaurimento dei Posti). Fra i Concerti di Piazzola Live Festival ancora in cartellone sono degni di nota i seguenti (Anfiteatro Camerini): Billy Idol (07 luglio, 21.45), Tiziano Ferro (08 luglio, 21.45), Sting (10 luglio, 20.00), The Cult (13 luglio, 21.45), Yes (15 luglio, 21.30), Alanis Morrisette (17 luglio, 21.45), Franco Battiato (19 luglio, 21.30), Massimo Ranieri (21 luglio, 21.30). Info presso Zed Intrattenimenti o Mail Gli amanti della Lirica, senza dover andare a Verona, prendano nota del seguente appuntamento: nell ambito della rassegna Lirica sotto le stelle il Settore Cultura del Comune di Padova presenta in anteprima Don Pasquale di G. Donizetti (29-31 luglio ore 21.00, Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann, Info o L Assessorato alla Cultura del Comune di Albignasego e l Associazione Azzurra organizzano uno dei più importanti Festival della Provincia di Padova dedicati alle cover band, il Festivalyoung, dal 18 al 26 agosto (Info ). Il Settore Cultura del Comune di Padova e la Porsche Italia presentano l 8a edizione di Porsche Live. Le Notti : un grande insieme di artisti propongono musiche e danze asiatiche e africane Sabato 08 settembre all Arena Romana (ore 21.30), mentre Domenica 09 settembre vengono presentati i giovani astri nascenti del Jazz Italiano sulla cornice di Piazza della Frutta (maratona concerto Spettacolo 21.30). In caso di pioggia i Concerti si tengono all Auditorium Pollini (Via Cassan, 15). Info e Prenotazioni Ingresso Libero. Presso il Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann a Padova Giovedì 06 Settembre alle ore si esibisce la Gaga Symphony Orchestra (in caso di maltempo il 09 Settembre): si tratta di un Orchestra che riunisce studenti e diplomati dei Conservatori di Padova, Venezia e Castelfranco Veneto. Info Ingresso Libero. Presso l Arena Romana di Padova Venerdì 07 Settembre alle ore c è il Concerto di Paolo Conte (Biglietto 16,00 + diritti di prevendita, Info ). TEATRO-CABARET Nell ambito della rassegna Estate in Arena 2012 della Pro Loco di Montemerlo (Arena di Montemerlo, Spettacoli di Luglio ore di Agosto e Settembre ore 21.00, Biglietti Teatro Platea 8,00/7,00 Gradinata 7,00/6,00 Teatro Ragazzi 5,00/4,00 Cabaret 12,00, Info Pro Loco ) vi segnaliamo i seguenti spettacoli: ndonego di Torreglia (Teatro, 07 luglio), L Hotel del Libero Scambio con ce: per me erano appartenenti ad un ordine di suore, come ce ne sono altri (un mondo a parte...), né di Maria Domenica Mazzarello, fondatrice con Don Bosco dell'istituto religioso per la cura, l'istruzione e la guida delle giovani ragazze: una lacuna che, evidentemente, dovevo colmare e perciò mi sono trovata a lavorare, quasi per caso, presso di loro ( per tutto c'è un motivo!, mi diceva Monsignor Giuseppe di Caorle). Maria Domenica Mazzarello nacque nel 1837 in una frazione di Mornese (Alessandria), i suoi genitori erano mezzadri e vivevano in una cascina nei vigneti del Monferrato, prima di sette fratelli. Ben presto si rese utile, prima in casa, aiutando la mamma nelle faccende e nelle cure dei suoi fratellini, poi anche aiutando il babbo nei vigneti. Non andò a scuola perché la strada era lunga e quasi impraticabile nella brutta stagione e, a quei tempi, era scontato che le bambine delle cascine non andassero a scuola, però imparò lo stesso a leggere e a far di conto. Non mancò mai al catechismo domenicale e, in seguito, prese l'impegno della messa quotidiana al mattino, mentre all'ora del vespro, radunava i fratelli a pregare presso una finestrella rivolta verso la chiesa lontana. Quando conobbe Don Bosco nell'ottobre del 1864, Maria aveva già aperto un laboratorio per ragazze interessate ad imparare l'arte del cucito, un piccolo ospizio e un oratorio festivo: fu l'incontro di due anime preparate dallo Spirito Santo in piena sintonia. Di fatto i Salesiani di Don Bosco e le Figlie di Maria Ausiliatrice di Madre Maria Mazzarello da più di cent'anni camminano fianco a fianco nei cinque continenti: uniti da uno stesso spirito, dallo stesso programma, da un'identica missione: la gioventù. Come accennato prima, per molti mesi ho avuto l'opportunità di conoscere una comunità della famiglia salesiano-

6 mornesina, dove ogni componente dà il suo contributo per perseguire l'obiettivo del servizio ai giovani secondo lo stile di Don Bosco e di Madre Maria Mazzarello: ognuna al suo posto, secondo il proprio dono personale, con la medesima importanza, ancorché non immediatamente visibile. Per tutte il proprio servizio è un dono a Dio e al prossimo, un impegno apostolico e di accompagnamento spirituale in ogni piccolo gesto quotidiano. Creando un ambiente familiare caratterizzato da semplicità, con il coraggio e la pace che nascono dalla fede, manifestano e testimoniano la gioia nel prendersi cura di..., con un'apertura interculturale e interreligiosa. Il loro accompagnamento dei giovani (e di quanti con loro entrano in contatto) è tale che risponde alle più autentiche aspirazioni della persona, creando legami di fiducia, affetto e riconoscenza per cui tutti vogliono (sentono il bisogno di) reincontrare le loro suore. Gli allievi, le allieve sotto la protezione di Maria Ausiliatrice, si sentono coinvolti a fare esperienza di impegno che continua anche dopo il periodo di scuola: la federazione ex allieve/i è diffusa e opera con le mani nel mondo (per la condivisione del lavoro concreto ovunque ci sia bisogno) e le radici nel cuore (per tener viva la spiritualità e la relazione salesiano-mornesina). Forse non è stato solo un caso o l'amicizia che mi ha portato all'interno del Gruppo Missioni: ripensando ai burrascosi avvenimenti che dodici anni fa mi portarono ad un tiro di schioppo dalla casa dove nacque la Beata Liduina (alla cui devozione mi iniziarono con affetto Suor Donatella, prima, e Suor Martinella poi), all'affrancamento nel lavoro presso le Figlie di Maria Ausiliatrice, mi tornano alla mente le parole di Don Giuseppe per tutto c'è un motivo! Favaro Maria Rosa VADEMECUM CULTURALE Luglio-Settembre MUSICA Insaeata de riso con la Compagnia del MoNell ambito della rassegna Veneto Festival 2012 vi segnaliamo il Concerto Serenata d Estate 25 luglio, ore 21.00, Padova: Odeo Cornaro) de I Solisti Veneti (Info Tel o mail: Il Comune di Cervarese Santa Croce e la Pro Loco di Montemerlo organizzano Estate in Arena 2012 (Info Pro Loco o Biblioteca o nel cui ambito si presentano i seguenti concerti (ore presso il Castello di San Martino della Vaneza, Biglietto Unico 7,00): Musica Strumentale del Sette-Ottocento con l Elkom Ensamble (22 luglio), Tango e Dintorni: Viaggio nella Musica Classica Latinoamericana con l Elkom Ensamble (05 agosto), Blu(es) in Rosa: Omaggio alle Grandi Interpreti Femminili, dai Blues ai Tuli-Tulipan con la Mestrino Dixieland Jass Band (26 agosto). Nella manifestazione s inserisce anche la Serata di Beneficienza del 27 luglio (ore 21.30, Montemerlo: Arena). La 90a edizione del Festival Lirico dell Arena di Verona (Info e Servizio Biglietteria Tel o presenta il seguente Cartellone: Aida di G. Verdi ( luglio ore 21.15, agosto ore 21.00, 02 settembre ore 21.00); Carmen di G. Bizet ( luglio ore 21.15, agosto ore 21.00); Don Giovanni di W. A. Mozart ( luglio, ore 21.15); Roméo et Juliette di C. Gounod ( luglio ore 21.15); Turandot di G. Puccini ( agosto ore 21.00); Tosca di G. Puccini ( agosto ore 21.00, 01 settembre ore 21.00). Per gli amanti della buona musica e del jazz in particolare è imperdibile il Concerto di Pat Metheny Unity Band che si tiene l 11 luglio alle ore presso il Parcheggio Nord dello Stadi Euganeo di Padova (Viale Nereo Rocco): Info Associazione Culturale Miles o mail: Biglietti: 35,00 + diritti di prevendita. Presso la Discoteca Villa Barbieri (Via Venezuela 11, zona industriale di Padova) si svolge la rassegna musicale Notti d Estate (Storie di Jazz Ingresso Libero anche se si consiglia la prenotazione: Info o o mail: Tango que pasión Musiche e Danze della tradizione argentina (12 luglio, 21.30); Big Band: Giovani e Jazz Un palcoscenico per due orchestre (19 luglio, 21.30); Soul, Funk & Blues (26 luglio, 21.30). Si segnalano i due appuntamenti finali dell 11a rassegna Voci nell Aria in Piazzetta Pedrocchi a Padova (Info o ): Piccola Bottega Baltazar (11 luglio, 21.30) e Orchestra Jazz del Veneto (18 luglio, 21.30). Presso il Teatro-Giardino di Palazzo Zuckermann a Padova (Corso Garibaldi, di fronte la Cappella degli Scrovegni), si svolgono alcuni concerti dell Orchestra di Padova e del Veneto (Biglietti 8,00/5,00 inizio concerti ore Info sede dell Orchestra Tel oppure o mail: in caso di mal-

7 SALETTE: nella 1a Saletta (angolo nord-ovest) si espongono un cinquecentesco Ritratto di Laura, il Ritratto di Petrarca di Leopoldo Toniolo ( ), L incontro di Petrarca e Laura di Elisa Benato Beltrami ( ), uno dei 30 Codici d Arquà. Nella 2a Saletta (angolo nord-est) si espongono alcune Medaglie Commemorative. SALA di CLEOPATRA e dell AFRICA: purtroppo le scene affrescate del fregio sono oramai illeggibili, raffigurando alcuni episodi tratti dal poema L Africa (poema epico in latino, sulla scorta del racconto di Tito Livio, relativo alla 2a Guerra Punica). Per contro sulla cappa del camino (al centro della parete nord) rimangono le scenette raffiguranti Cleopatra morsa dall aspide, La poetessa Saffo nel suo studio e Saffo si getta dalla rupe, mentre sopra la porta a destra della parete nord c è il quattrocentesco Busto in terracotta di Lucrezia morente (matrona romana uccisasi per non sopravvivere all oltraggio ricevuto da Sesto Tarquinio, figlio di Tarquinio il Superbo re di Roma): le tre eroine, accomunate dal tragico suicidio, sono nominate nei Trionfi. Si tratta di un poemetto in volgare, dove s immagina il viaggio dell Animo umano dall Amore Terreno all Amore di Dio: il poeta assiste al trionfo dell Amore, della Castità, della Morte, della Fama, del Tempo e dell Eternità, dove ogni esperienza umana si annulla. Nelle Vetrine delle varie Sale si espongono Vedute della Casa, Ritratti del Poeta e di Laura, Vedute di Arquà e dei Colli Euganei. Massaro Simone V I A N D A N T E Ho due sole certezze. So che il Tempo passa e so che mi porta avanti. Sono un viandante che percorre uno stretto e faticoso sentiero dentro un buio tunnel sulle cui pareti fasci sinistri di luce proiettano scene di sofferenza. Sofferenza di donne, uomini, bambini Sofferenze oltre ogni limite, quasi inimmaginabili, ma tutto vero, tutto nel silenzio, nel grigiore, nel quotidiano. Lo sappiamo, lo sappiamo Basta avere la consapevolezza del trascorrere del Tempo, della certezza inesorabile che tutto si perderà per provare un angoscia sottile simile a una sabbia che ci consuma dentro. Ma siamo ancora nella norma! Si sa: è così. Non pensiamoci troppo, godiamo delle piccole e grandi cose che ci offre la Vita! Quale immensa discussione si aprirebbe se ci mettessimo a riflettere su quali siano le cose piccole e le cose grandi della Vita! Ma, con terrore, vedo insieme a voi, viandanti costretti a percorrere la mia stessa strada, realtà sconvolgenti, agghiaccianti che vanno oltre la norma La prospettiva stringeva, come un imbuto, il lungo e stretto cortile tra due alte e squallide pareti. In fondo all imbuto c era un arco e una porticina nera. Davanti alla porticina, tre scalini. Lui era là sull ultimo dei tre scalini, invalido su una sedia a rotelle, circondato da un gruppo di uomini. Mi vide da lontano. Urlò il mio nome. Mi avvicinai. Lo riconobbi. Era un giovane dal viso pallido, stempiato, con due grandi occhi castani e due grandi e sproporzionati baffoni castani come gli occhi. Ci eravamo conosciuti per motivi di lavoro cinque o più anni prima. Cosa ti è successo? Cosa fai qui?. Era nel cortile interno di un posto di Polizia. Chi gli era intorno rimase stupito: per me era inopportuna quella confidenza. Continuava ad urlare. Aiutami. Ho la sclerosi multipla. Non posso più lavorare, La mia Ditta è fallita. Devo firmare un atto giudiziario. Mi stanno sequestrando tutto. Fermali! Falli aspettare qualche giorno!.

8 Gli uomini mi guardarono con diffidenza. Conoscevo uno di quelli. Un bravo ragazzo. Gli dissi sotto voce : Vedi di aiutarlo, non puoi far niente?. Mi guardò con un sorriso di commiserazione come per dirmi: ma cosa mi stai chiedendo?. I grandi occhi castani continuavano a fissarmi imploranti. Non sapevo cosa rispondere. Gli uomini lo circondarono e lo coprirono con i loro corpi e scomparvero tutti dietro la porticina nera. Ero di fretta. Per motivi di lavoro mi trovavo all interno dell immenso ospedale di Padova. Se passi da quel reparto, arrivi prima : mi disse uno al quale avevo chiesto se conosceva la via più breve per arrivare alla mia destinazione. Avrei raggiunto in breve la mia destinazione attraversando il Reparto Oncologico Infantile. Di fronte alla porta c era un giovane medico, quasi fosse stato messo lì apposta per fare la guardia. Camice candido, con nel taschino attrezzi luccicanti, capigliatura folta e corvina, statura non elevata. Certamente meridionale. Mi apostrofò in modo brusco dicendomi: Lei dove vuole andare? : Gli dissi dove volevo andare. Lei è preparato per entrare qui?. Ma. Qualche giorno fa, un generale in divisa, facendosi forte della sua autorità, volle entrare a tutti i costi. Entrò, vide e subito scoppiò a piangere come un bambino. Un pianto irrefrenabile. Non era preparato. Cambi strada!. Sì : dissi a bassa voce e tornai indietro. Fredda e grigia mattinata di primavera di più di vent anni fa. La Montagnola è una specie di bunker nel vasto parco dell Ospedale di Padova. Dentro c era la TAC (sarà ancora là?). Ero lì nei pressi, con altri, per motivi di lavoro. A sirene spiegate arrivò un ambulanza Dall ambulanza trassero una barella con un corpo completamente coperto. Entrarono con la barella nel tunnel della TAC. Priorità assoluta! Priorità assoluta! : sentii, forte e concitata, una Dalla finestra con poggiolo in ferro battuto (1690, in sostituzione della precedente balconata lignea), si ha una bella visuale sui Monti Cero a destra e Castello a sinistra. Tale panorama ci aiuta a comprendere la frase estrapolata da una lettera del maggio 1371 che il Poeta scrive all amico Bruni, informandolo della sua nuova dimora: Fuggo la città come ergastoli e scelgo di abitare in un villaggetto solitario. Accanto alla porta per lo Studiolo si espone il Modellino bronzeo della Tomba del 1846 (proprietà del Comune di Padova, qui esposto dal 1922), dove è inserita una costola del poeta asportata dall epigrafista padovano Carlo Leoni durante il restauro della Tomba nel 1843: la Tomba è stata aperta molte volte (1630: asportate ossa del braccio destro, 1843, 1855, 1873, 1944: le spoglie sono portate al Palazzo Ducale di Venezia, 2004: le spoglie non sembrano essere quelle del Poeta!). Alla parete est si espone una quattrocentesca Statua del Poeta in pietra, vestito come notaio (tipologia atipica) e col poema l Africa nella mano destra. SALA DELLE VISIONI: il nome deriva dalle scene affrescate del fregio, ispirate alla Canzone delle Visioni o Standomene un giorno solo a la fenestra (n. 323 del Canzoniere ) dove si propongono una serie di visioni funeste e improvvise, senza alcun legame apparente fra loro (entrando dal Salone, s inizia dalla parete ovest/sinistra e si gira in senso antiorario verso le pareti sud e est, terminando sopra la porta per la prima delle due Salette a nord): Il cervo inseguito dai cani. La nave improvvisamente squassata dalla tempesta. La pianta dall alloro schiantata. La sorgente, dove alcuni ragazzi giocano, improvvisamente inghiottita dalla terra. La Fenice si morde da sola. La Morte di Laura Ritratto del Poeta con la cappa canonicale e corona d alloro sul capo (modello B/C).

9 Il poeta incontra Laura che lo trasforma in pietra. Il poeta la incontra nuda mentre fa il bagno in una fonte d acqua, lei gli getta l acqua sul viso, lui si trasforma in cervo inseguito dagli stessi cani con cui è andato a caccia. Il poeta si paragona ad un aquila (al centro parete ovest). L ara col fuoco d Amore che né vento né pioggia può spegnere (a destra parete ovest). La stella a 5 punte simbolo di Salute (a sinistra parete ovest). Le pareti del Salone e delle altre sale sono affrescate con motivi ornamentali a imitazione di antichi tessuti damascati. Molto bello è anche il soffitto a lacunari lignei con motivi faunistici. Presso la porta che dà allo Studiolo, si espone la Testa in bronzo del Poeta, fatta eseguire nel 1547 da Paolo Valdezocco, già posta sul sarcofago ad Arquà Bassa: purtroppo la madre degli imbecilli è da sempre incinta, tanto che a metà del 600 viene presa a fucilate (si veda il foro di proiettile). Accanto, alla parete sud, c è la Targa bronzea eseguita in occasione del 6 Centenario della Nascita del Poeta (1904). STUDIOLO: qui il poeta muore. Vi è una sedia e una libreria, alle pareti alcuni resti di affreschi. SALA di VENERE: si tratta della Camera da letto del poeta, così definita per l affresco sulla cappa del caminetto che raffigura Venere, Amore e Vulcano. Purtroppo poco si vede degli affreschi del fregio che s ispirano alla Canzone Qual più diversa et nova (n. 135 del Canzoniere ), dove si descrivono fenomeni naturali straordinari come la Nave affondata dalla calamita che attira il ferro o la Fonte dell Epiro dove introducendo una fiaccola accesa la si spegne e viceversa. Anche qui si può notare l imbecillità, cioè i graffiti dei visitatori, anche se un tempo è buona usanza lasciare la propria firma nei monumenti visitati: i graffiti più antichi risalgono al 1544 (alcuni studenti austriaci), ma quelli seguenti convincono il Comune di Padova a introdurre i cosiddetti Codici di Arquà, dei libroni dove apporre la propria firma e i propri giudizi. voce. Un ragazzino di dodici-tredici anni era caduto dalla bicicletta e aveva subito un gravissimo trauma cranico. Speriamo sia meno grave di quanto dicono : mormorammo fra di noi. Quella è la Madre. Si sentì un altra voce. Siamo sempre circondati da voci. Su un cumulo di terra coperto della nuova erba primaverile si ergeva alta una figura di donna. Grigia, pietrificata, ingigantita dal dolore, vidi la Madre Il suo volto, di pietra, era voltato verso il parco, verso fuori. Non tutti i colori dei ricordi sbiadiscono. Vent anni fa? Trent anni fa? Sembra ieri. Mattinata di primavera vicina all estate. Il sagrato della Basilica del Santo è illuminato dal sole. Notevole movimento di gente. Tanti visitatori. Tanti bambini. Ho appena finito di parlare con un cerimoniere (si chiamano così?) addetto alla Basilica, un giovanotto grande e grosso dell Alta Vicentina (adesso sarà in pensione anche lui) vicino ad una porta laterale della Basilica o ora mi sono spostato dalla parte opposta. Ho di fronte a me la meravigliosa facciata, il sagrato pieno di bambini che corrono da tutte le parti, vocianti e felici (per un bambino è corretto dire felice ). Colpisce subito il mio sguardo il visino sorridente di una bambina bellissima (avrà tre o quattro anni), con una vistosa chioma bionda lunga e ondulata che ondeggia mentre corre. Corre ma nel suo muoversi c è qualcosa di strano, di diverso dagli altri bambini. Un qualcosa di innaturale e di robotico. Mi avvicino, metto a fuoco l immagine. Ora vedo chiaro e come se un pugno tremendo mi colpisse al centro del petto. Le sue gambine sono infilate dentro dei tubi metallici e argentei. Ma lei corre e ride. E ancora inconsapevole del suo handicap. Alzo lo sguardo al cielo e trattengo un imprecazione, poi chino la testo e dico dentro me stesso: Perdonami, Signore. E inconsapevole. Il bambino NON può NON essere FELICE.

10 L Infelicità verrà col tempo, con la maturità. L infelicità è una protezione. Il bambino è disperato, è straziato perché NON conosce l infelicità. E orrendo, è intollerabile, è inaccettabile.. Non so cosa fare. Ritorno dall altra parte del sagrato, vicino alla porta dove ero prima. Lì c è ancora il cerimoniere. Gli dico: Hai visto?, mi risponde: Ho visto. Cosa faccio?, Entra in chiesa : Mi dice e mi precede. Sono sconvolto. Esco. Forse neppure mi inginocchiai. Non ricordo altro. Sono un viandante. Un viandante che diventa sempre più vecchio. Il mio egoismo è una cappa di piombo. Sono un meschino. Ho paura. Signore, cosa faccio?. Non posso rimanere indifferente di fronte alla SOFFERENZA. Rivolgo sempre lo sguardo alla mia Dolcissima Signora che mi guarda, che ci guarda, Alta, da sopra l altare della Chiesa. Dona un po d Amore. Pare voglia dirmi, anzi, mi dice. AMORE. La parola più falsificata, più infangata, più usurpata. In me c è un pudore che mi impedisce di andare avanti. Cerca di fare il bravo ragazzo, cerca di aiutare gli altri. Non sono più un ragazzo, Mia Signora. E perché no? Vi lascio queste mie sconclusionate riflessioni Preghiamo la Madonna che vede con occhio di Madre la mia e la tua miseria. Preghiamo la Beata Liduina. 22 giugno 2012 Giulio Locorvo chiocciola trecentesca con la costruzione della scala e della loggia esterne a metà del 500. Nella prima sala a sinistra, si può vedere entro una sorta di nicchia, protetta dal vetro, la famosa gatta imbalsamata del Poeta (in realtà sembra lo scheletro di un coniglio), simpatica e burlesca invenzione di Girolamo Gabrielli agli inizi del 600. Nel corridoio centrale si espone il gesso preparatorio di Luigi Ceccon (Padova ), scultore canoviano, della Statua di Petrarca posta nell omonima piazza, di fronte alla facciata della Basilica del Carmine di Padova. Nella sala di destra, un altra esposizione fotografica permette di vedere alcuni luoghi simbolo di Padova, in particolare gli edifici dove vi sono cicli pittorici affrescati con l effige del Poeta. Attraverso la scala e la loggetta esterne, aggiunte nel 500, si accede al Piano Nobile. SALONE o SALA delle METAMORFOSI: il nome della sala si deve alle sette scenette del fregio che s ispirano alla Canzone delle Metamorfosi o Nel dolce tempo della prima etade n. 23 del Canzoniere (noto anche col titolo di Rime Sparse o di Rerum vulgarium fragmenta, è una raccolta di 366 liriche che abbracciano l intero iter artistico del Petrarca, il cui nucleo fondamentale è costituito dalle poesie amorose In vita e in morte di madonna Laura ). L amore platonico per Laura è la storia di un amore inappagato, il diario intimo di un uomo filtrato attraverso la cultura raffinata dei classici e della tradizione cortese. In questa lirica, ogni qualvolta il poeta incontra Laura viene trasformato in qualcos altro (entrando dalla loggetta, si parte dalla parete sud/sinistra e si gira in senso antiorario passando alla parete nord/destra e ovest/di fronte): Laura e Amore trasformano il poeta in una pianta d alloro. Il poeta si trasforma in cigno. Laura strappa il cuore al poeta - il poeta la incontra ma non la riconosce - Laura lo trasforma in un sasso. Il poeta disperato inizia a piangere e il suo pianto si trasforma in una fonte.

11 c è alcuna traccia. Nella casa abita anche la sua famiglia, la figlia Francesca, il marito e la nipotina Elettra, il segretario Lombardo Della Seta, e un sacerdote. Dopo la morte del Petrarca, la Casa passa in eredità al genero, che vi apporta alcune modifiche, dopo di che non si hanno più notizie fino al 1454, quando il nobile Federico Giustinian (non si sa da quanto tempo ne sia proprietario) la vende ai Monaci di San Giorgio Maggiore di Venezia che, pur dandola in affitto, ne rimangono proprietari fino al settembre 1546, quando è ceduta al padovano Paolo Valdezocco. Questi è un discendente del tipografo Bartolomeo Valdezocco che nel 1472 ha stampato a Padova un edizione del Canzoniere, usando un manoscritto parzialmente autografo del Poeta rimasto a Padova fino al XVI secolo. Il nobile padovano fa costruire in facciata la scala esterna e la loggetta al centro del piano nobile, fa affrescare da anonimi pittori padovani le pareti delle sale interne ispirandosi a tessuti in broccato e con scene tratte da alcune opere e liriche del poeta. Da questo momento c è una fitta serie di passaggi di proprietà: Paolo Valdezocco Barbarigo Gabrielli e Zen Girolamo Gabrielli Casicci inizi 700 Gabrielli. Inizi 700-inizi 800 Dottori. Inizi Cardinale Pietro Silvestri che la dona all attuale proprietario, il Comune di Padova che l ha restaurata nel 1906, , Con un recente allestimento, si presenta al pianterreno una mostra fotografica attraverso la quale si possono ricordare le città e le località dove il Poeta ha soggiornato. Si tratta ancora di strutture murarie trecentesche, dove si possono vedere resti di affreschi picchettati, mentre è scomparsa la supposta scala a Sviluppo sostenibile e decrescita felice Il concetto di sviluppo sostenibile è maturato principalmente in ambito economico per risolvere il problematico rapporto uomo/ ambiente, che si concretizza nelle difficoltà di approvvigiona-mento energetico e nell inquinamento ambientale. Concepito nel corso degli anni settanta, propone un modello economico fondato su due nuovi parametri: il capitale prodotto dall uomo e il capitale naturale. L ambiente diventa dunque un fattore determinante nel calcolo economico. Nel corso degli anni, lo sviluppo sostenibile è diventato il punto di partenza culturale dei movimenti ambientalisti e dei partiti verdi; la sua portata si è poi allargata alla maggioranza degli schieramenti politici e culturali, fino ad entrare nel linguaggio corrente di parecchie persone. Oggi ci troviamo dunque a confrontarci con una filosofia culturale, sociale, economica e politica improntata allo sviluppo sostenibile. È chiaro che, dopo il secolo dello sviluppo (industriale) sfrontato, il XXI sarà il secolo del progresso equilibrato e sostenibile, appunto, per far fronte al graduale impoverimento delle risorse del pianeta. Tuttavia, in questi anni stanno mettendo radici alcuni movimenti culturali (che probabilmente fioriranno nel secolo ancora a venire) che propongono approcci diversi ai problemi energetici ed ambientali: essi individuano proprio nel concetto di sviluppo il nodo da risolvere. Tali visioni propongono di rivedere lo stile di vita a cui lo sviluppo sfrenato (trainato dall assolutizzazione del denaro) ci ha portati ed abituati, ridimensionando l importanza della crescita economica fine a se stessa, tipica del XX secolo, ma anche l importanza stessa della crescita così com è concepita all interno del modello sostenibile. Non invitano a vivere come gli Hamish (che viaggiano ancora coi cavalli e illuminano le case con le candele.), né a bloccare ogni ulteriore sviluppo tecnologico ed economico. Il fulcro di queste impostazioni culturali alternative consiste nel ridimensionare i crite-

12 ri economici, tuttora sopravvalutati. La capacità creativa, le relazioni interpersonali, il tempo libero, la manualità, il riposo, la qualità della vita, il rispetto dei ritmi e delle regole della natura sono solo alcuni di questi valori. La vita dell uomo occidentale ha subito una mutazione totale nel giro di soli cento anni, e questa sembra essere la ragione principale per cui oggi ci si ritrova pieni di allergie e malattie psicosomatiche inspiegabili, o un tempo rarissime. Da esseri integrati nel paesaggio naturale, capaci di costruire borghi pittoreschi e qualche infrastruttura per contenere la natura ed agevolare la convivenza (strade, illuminazione, acquedotti ), siamo diventati devastatori del pianeta, riuscendo ad intaccarlo dalle viscere (si pensi ai terremoti generati dagli esperimenti nucleari o all inquinamento delle acque di falda) fino al suo confine più esterno (lo strato di ozono bucato ). Per ora ci siamo fermati qui, ma ci stiamo attrezzando per superare questi limiti ed inquinare anche il resto del sistema solare, dove abbiamo già abbandonato i primi residui delle esplorazioni spaziali, mentre si sta già pensando a popolare Marte. È in questo contesto che in molti si chiedono: forse c è qualcosa che non va nel nostro modo di intendere la vita sul pianeta Lo fece negli anni settanta, in ambito scientifico, lo scienziato James Lovelock, formulando la teoria di Gaia per cui ogni essere, vivente e non, è interdipendente rispetto a tutti gli altri che popolano la terra. Creò un certo scalpore, ma questa visione fisicomatematica negli anni ha portato i suo frutti anche in altre discipline: sociologia, etica, economia globale e domestica Sono sorti così movimenti di pensiero, in forme più o meno organizzate, con un comune denominatore: non possiamo continuare a svilupparci come negli ultimi cent anni, pena la nostra stessa sopravvivenza di specie umana. Il concetto di sviluppo va rivisto e rielaborato: così dapprima si approdò al principio della sostenibilità, mentre ora si stanno diffondendo nuove concezioni fondate sul buon senso. Ma cosa significa buon senso? Significa abbassare il riscaldamento se in casa stiamo girando in maniche corte; significa eliminare il La grande amicizia con il poeta porta Francesco il Vecchio ad acquistare un podere con casa ad Arquà, adiacente a quello del Petrarca, per poter passare molto tempo con lui. E tale affetto è ripagato perché, nonostante la vecchiaia e i dolori, il poeta, come segno di omaggio e devozione verso l amico, decide di guidare l ambasceria patavina a Venezia, a fianco del figlio del principe Francesco Novello, per la sottomissione dei Carraresi al Doge, in seguito a una delle tante guerre che oppongono le due città rivali (2 ottobre 1373). L intensa attività di studio e il digiuno finiscono per indebolire il fisico del poeta, che muore ad Arquà nella notte tra il 18 e il 19 luglio 1374, mentre sta leggendo un codice di Virgilio. Commosso e sincero è il cordoglio di Francesco il Vecchio che, assieme alla corte, alla nobiltà padovana, ai Dottori e agli Scolari dell Università, al Vescovo, al Capitolo della Cattedrale e al clero, partecipa ai solenni funerali nella Chiesa Parrocchiale di Santa Maria il 24 luglio. In chiesa è collocato il suo corpo, fino a che nel 1380 il genero, rispettando le sue volontà testamentarie, non gli erige l area marmorea sul sagrato. LA CASA DEL POETA Nel 1369 Petrarca riceve in dono dall amico Francesco il Vecchio da Carrara due edifici, accostati ma indipendenti fra loro e su livelli diversi, ognuno con brolo sul retro e giardino sul fronte, ognuno con entrata indipendente da due vie diverse, parallele fra loro. Tali edifici risalgono al XIII secolo: quello a livello inferiore, già impiegato a uso abitativo (affreschi degli inizi del 300), è risistemato dal poeta come residenza per sé e per la sua famiglia, quello a livello superiore è riservato alla servitù. L ingresso principale è dalla via a livello superiore (Via Androna), quello secondario dalla via a livello inferiore (Via Vallesina). All interno dell edificio inferiore, Petrarca sistema le stanze al piano nobile creando 7 vani, fa costruire 3 caminetti e aprire numerose finestre fra cui la trifora (forse in origine una pentafora) al centro della facciata; si suppone che ci sia stata una scala a chiocciola di comunicazione col pianterreno, di cui ora non

13 Francesco il Vecchio il Canonicato di Monselice. Indispettito dagli averroisti veneziani torna a Padova (marzo 1368), recandosi, col signore e il Vescovo, a Udine per incontrare l imperatore Carlo IV di Boemia partecipando poi alle feste in suo onore a Padova (aprile 1368): l imperatore decide di muovere contro Galeazzo Visconti, per cui il Petrarca è invitato come paciere alla Pace di Pavia. Rientrato ancora a Padova accetta di completare il De Viris Illustribus (36 biografie di antichi Romani famosi) in onore di Francesco I: all opera s ispirano alcuni decoratori di corte giotteschi (Altichiero, Avanzo, Prandino) che nel 1379 affrescano la Sala degli Eroi o degli Uomini Illustri nella Reggia Carrarese. In questo periodo fa amicizia con il preumanista padovano Lombardo Della Seta, cui chiede di fargli da segretario, e col medico padovano Giovanni Dondi. Nel 1369 riceve in dono da Francesco il Vecchio una casa ad Arquà, che decide di ristrutturare per sé e per la sua famiglia (è ospite degli Agostiniani nel villaggio), andandovi ad abitare dal 1370 alla morte. Nel frattempo, Petrarca si reca a Roma per celebrare il ritorno nella città eterna della sede papale, ma durante il viaggio si ammala e ritorna a Padova. Il 4 aprile 1370 il Poeta fa Testamento nella sua Casa canonicale: indica 7 località per la sua sepoltura in caso vi si trovi nei pressi (Padova, Arquà, Venezia, Milano, Pavia, Parma e Roma), ricorda gli amici fra i quali il principe Francesco il Vecchio da Carrara, Lombardo Della Seta, Giovanni Dondi e Giovanni Boccaccio cui donare oggetti o denaro, istituisce unico erede suo genero Francescuolo da Brossano. Dal 1370 si stabilisce definitivamente ad Arquà, trascorrendo il tempo a meditare, leggere, sistemare le opere già completate, scrivere i due ultimi Trionfi (Tempo e Eternità) e le Lettere Senili, dilettandosi come provetto agricoltore nell orto di casa (appezzamento di terra acquistato sul retro nel 1370), praticando il digiuno come regola di Virtù. PIL come indicatore (puramente economico) del livello di benessere di una nazione; significa rinunciare alla nociva comodità dei cibi industriali per tornare alla salubrità delle ricette casalinghe; significa realizzare su larga scala e mettere finalmente in commercio i prototipi di automobili meno inquinanti (cioè automobili costruite con materiali leggeri prima ancora di quelle alimentate con combustibili alternativi perché è lì che la tecnologia ha dato i suoi migliori frutti). Significa quindi coniugare il sapere scientifico-tecnologico con la saggezza delle tradizioni.. Un concetto fondamentale per questo nuovo movimento culturale è la decrescita felice ; il manifesto è stato creato da Maurizio Pallante, esperto in politica energetica e tecnologie ambientali, ed è oramai diffuso e conosciuto da qualche anno. Troviamo poi la versione scientifica del manifesto nel pensiero dell esimio economista Serge Latouche. Ve lo propongo di seguito. Manifesto per la decrescita felice (di Maurizio Pallante - tratto da Lo yogurt prodotto industrialmente e acquistato attraverso i circuiti commerciali, per arrivare sulla tavola dei consumatori percorre da a1.500 chilometri, costa 5 euro al litro, viene confezionato al 95 per cento in vasetti di plastica quasi tutti monouso, raggruppati in imballaggi di cartoncino, subisce trattamenti di conservazione che spesso non lasciano sopravvivere i batteri da cui è stato formato. Lo yogurt autoprodotto facendo fermentare il latte con opportune colonie batteriche non deve essere trasportato, non richiede confezioni e imballaggi, costa il prezzo del latte, non ha conservanti ed è ricchissimo di batteri. Lo yogurt autoprodotto è pertanto di qualità superiore rispetto a quello prodotto industrialmente, costa molto di meno, contribuisce a ridurre le emissioni di CO2 perché non comporta consumi di fonti fossili per il trasporto e per la produzione dei contenitori usa e getta, non produce rifiuti. Tuttavia questa scelta, che migliora la qualità della vita di chi la

14 compie e non genera impatti ambientali, comporta un decremento del prodotto interno lordo: sia perché lo yogurt autoprodotto non passa attraverso la mediazione del denaro, quindi fa diminuire la domanda di merci; sia perché non richiede consumi di carburante; quindi fa diminuire la domanda di merci; sia perché non richiede confezioni e imballaggi, quindi fa diminuire la domanda di merci; sia perché fa diminuire i costi di smaltimento dei rifiuti. Ciò disturba i ministri delle finanze perché riduce il gettito dell IVA e delle accise sui carburanti; i ministri dell ambiente perché di conseguenza si riducono gli stanziamenti dei loro bilanci e non possono più sovvenzionare le fonti energetiche alternative nell ottica dello «sviluppo sostenibile»; i sindaci, i presidenti di regione e di provincia perché non possono più distribuire ai loro elettori i contributi statali per le fonti alternative; le aziende municipalizzate e i consorzi di gestione rifiuti perché diminuiscono gli introiti delle discariche e degli inceneritori; i gestori di reti di teleriscaldamento alimentate da inceneritori, perché devono rimpiazzare la carenza di combustibile derivante da rifiuti (che ritirano a pagamento) con gasolio (che devono comprare). Ma non è tutto. Facendo diminuire la domanda di vasetti di plastica e di imballaggi in cartoncino, l autoproduzione dello yogurt fa diminuire ulteriormente la domanda di petrolio. Sia quello che serve per produrre la plastica (due chili di petrolio per chilo di plastica), sia quello che serve per il carburante necessario a trasportare vasetti e imballaggi dalle fabbriche in cui vengono prodotti alle fabbriche in cui viene prodotto industrialmente lo yogurt. Comporta quindi una ulteriore diminuzione delle emissioni di CO2 e del prodotto interno lordo. Ciò disturba una seconda volta i ministri delle finanze e dell ambiente, i sindaci, i presidenti di regione e di provincia per le ragioni già dette. Ma non è tutto. I fermenti lattici contenuti nello yogurt fresco autoprodotto arricchiscono la flora batterica intestinale e fanno evacuare meglio. Le persone affette da stitichezza possono iniziare la loro giornata leggeri Dal 1353 Padova diventa la sua città liturgica, facendovi tappa ogni anno (nella sua Casa preso la Cattedrale) durante la Quaresima e l Avvento, trascorrendo molto tempo con il suo nuovo amico Francesco I, conoscendo il nuovo Vescovo Pileo da Prata (figlio di Iselgarda, sorella di Jacopo II, episcopato ) fautore della separazione tra l Università degli Artisti e quella dei Giuristi e della fondazione (Bolla Papale di Urbano V, 1363) della Facoltà di Teologia, esistente solamente a Bologna e alla Sorbona. Su invito del Papa Clemente VI soggiorna ad Avignone dal 1351 al 1353 (nuovo Papa Innocenzo VI), quando si trasferisce a Milano dove resta fino al 1361, ospite prima dell Arcivescovo Giovanni Visconti (morto nel 1354) e poi dei nipoti Matteo, Galeazzo e Barnabò, nonostante Boccaccio critichi la sua scelta di rimanere in una città ove la tirannia dei Visconti schiaccia le libertà comunali. Durante il soggiorno milanese sistema opere già composte, prosegue nella stesura dei Trionfi, compone l Itinerarium Syriacum e il De remediis utriusque fortune, riceve le visite di Boccaccio (1359) e dei figli Giovanni e Francesca (1360), la quale nel 1362 sposa il milanese Francescuolo da Brossano, si reca a Mantova, Praga (conosce l imperatore Carlo IV di Boemia) e a Parigi. La paura della peste lo induce a lasciare Milano per Pavia, tornando poi a Padova ( ), dove riceve la notizia della morte del figlio Giovanni. Nel settembre 1362 si trasferisce a Venezia, ospite della Serenissima nel Palazzo Molin in Riva degli Schiavoni. Durante il soggiorno veneziano fino agli inizi del 1368 (anche se si reca a Pavia, Bologna, Milano e Padova), il poeta esegue la redazione definitiva del Canzoniere, scrive una lettera di esortazione al Papa Urbano V perché riporti la sede papale a Roma (1366, cosa che avviene nel 1367), compone l invettiva De sui ipsius et multorum ignorantia (1367) contro 4 giovani averroisti veneziani che hanno mal giudicato la sua cultura umanistica. E da ricordare che nel 1362 fa da paciere tra i Carraresi e la Serenissima, ricevendo come ringraziamento da

15 re De Noves, 1349), a Verona (1345, 1347, 1349), tornando poi a Vaucluse, dove compone nel 1346 il De Vita Solitaria, i De Otio religioso (opera dedicata ai certosini di Montrieux, fra i quali suo fratello Gherardo), le Egloghe Latine, nel 1347 il Secretum (= itinerario dell anima influenzato dalle Confessioni di Sant Agostino). Il 10 marzo 1349 Petrarca giunge per la prima volta a Padova, su invito del principe Jacopo II da Carrara e su sollecitazione del Vescovo il nobile romano Ildebrandino Conti (episcopato ). Il signore di Padova ha già invitato più volte il poeta aretino, promettendogli il conferimento di una Canonicato della Cattedrale (cospicua rendita) e di una casa nei pressi della Cattedrale, secondo un programma concordato col Vescovo, il quale ha già conosciuto il poeta ad Avignone ( ), e il Petrarca a sua volta conosce già indirettamente l ambiente culturale patavino, grazie alle opere dei preumanisti Lovato de Lovati e Albertino Mussato. Jacopo II convince un suo parente a rinunciare a un canonicato in suo possesso e lo dona al Petrarca, il quali ne viene investito il 18 aprile 1349 dal Cardinale Guy de Boulogne, conte di Monfort e legato pontificio. Dopo aver visitato varie città (Parma, Verona, Treviso, Venezia, Carpi, Ferrara, Mantova), il poeta rientra a Padova, partecipando nel febbraio 1350 alle cerimonie per la traslazione del corpo di Sant Antonio in Basilica e nel maggio successivo al Concilio di Padova, presieduto dal Cardinale de Boulogne. Poi si reca a Roma partecipando al Giubileo, ma sia all andata sia al ritorno soggiorna finalmente a Firenze, dove conosce Giovanni Boccaccio, e torna a rivedere la sua casa natale a Arezzo. Tornato a Parma, la vigilia di Natale del 1350 riceve la notizia dell assassinio di Jacopo II da Carrara (per mano di Guglielmo, figlio naturale di Jacopo I il Grande): dal gennaio al maggio soggiorna a Padova, ospite del nuovo signore Francesco I il Vecchio, dettando i 16 versi elegiaci dell Epitaffio della tomba di Jacopo II e ricevendo la visita di Boccaccio che gli reca l offerta di una cattedra all Università di Firenze (rifiutata). come libellule. Pertanto la qualità della loro vita migliora e il loro reddito ne ha un ulteriore beneficio, perché non devono più comprare purganti. Ma ciò comporta una diminuzione della domanda di merci e del prodotto interno lordo. Anche i purganti prodotti industrialmente e acquistati attraverso i circuiti commerciali, per arrivare nelle case dei consumatori percorrono migliaia di chilometri. La diminuzione della loro domanda comporta dunque anche una ulteriore diminuzione dei consumi di carburante e un ulteriore decremento del prodotto interno lordo. Ciò disturba una terza volta i ministri delle finanze e dell ambiente, i sindaci, i presidenti di regione e di provincia per le ragioni già dette. Ma non è tutto. La diminuzione della domanda di yogurt, di vasetti di plastica e di imballaggi in cartoncino, di purganti e della quantità di rifiuti, comporta una riduzione della circolazione degli autotreni che li trasportano e, quindi, una maggiore fluidità del traffico stradale e autostradale. Gli altri autoveicoli possono circolare più velocemente e si riducono gli intasamenti. Di conseguenza migliora la qualità della vita. Ma diminuiscono anche i consumi di carburante e si riduce il prodotto interno lordo. Ciò disturba una quarta volta i ministri delle finanze e dell ambiente, i sindaci, i presidenti di regione e di provincia per le ragioni già dette. Ma non è tutto. La diminuzione dei camion circolanti su strade e autostrade diminuisce statisticamente i rischi d incidenti. Questo ulteriore miglioramento della qualità della vita indotto dalla sostituzione dello yogurt prodotto industrialmente con yogurt autoprodotto, comporta una ulteriore diminuzione del prodotto interno lordo, facendo diminuire sia le spese ospedaliere, farmaceutiche e mortuarie, sia le spese per le riparazioni degli autoveicoli incidentati e gli acquisti di autoveicoli nuovi in sostituzione di quelli non più riparabili. Ciò disturba una quinta volta i ministri delle finanze e dell ambiente, i sindaci, i presidenti di regione e di provincia per le ragioni già

16 dette. Il Movimento per la Decrescita Felice si propone di promuovere la più ampia sostituzione possibile delle merci prodotte industrialmente ed acquistate nei circuiti commerciali con l autoproduzione di beni. In questa scelta, che comporta una diminuzione del prodotto interno lordo, individua la possibilità di straordinari miglioramenti della vita individuale e collettiva, delle condizioni ambientali e delle relazioni tra i popoli, gli Stati e le culture. La sua prospettiva è opposta a quella del cosiddetto «sviluppo sostenibile», che continua a ritenere positivo il meccanismo della crescita economica come fattore di benessere, limitandosi a proporre di correggerlo con l introduzione di tecnologie meno inquinanti e auspicando una sua estensione, con queste correzioni, ai popoli che non a caso vengono definiti «sottosviluppati». Nel settore cruciale dell energia, lo «sviluppo sostenibile», a partire dalla valutazione che le fonti fossili non sono più in grado di sostenere una crescita durevole e una sua estensione a livello planetario, ne propone la sostituzione con fonti alternative. Il Movimento per la Decrescita Felice ritiene invece che questa sostituzione debba avvenire nell ambito di una riduzione dei consumi energetici, da perseguire sia con l eliminazione di sprechi, inefficienze e usi impropri, sia con l eliminazione dei consumi indotti da un organizzazione e- conomica e produttiva finalizzata alla sostituzione dell autoproduzione di beni con la produzione e la commercializzazione di merci. Questa prospettiva comporta che nei paesi industrializzati si riscoprano e si valorizzino stili di vita del passato, irresponsabilmente abbandonati in nome di una malintesa concezione del progresso, mentre invece hanno prospettive di futuro più ampie degli stili di vita moderni che li hanno sostituiti, non solo nei settori tradizionali dei bisogni primari, ma anche in alcuni settori tecnologicamente avanzati e cruciali per il futuro dell umanità, come quello energetico, dove la maggiore efficienza e il minor impatto ambientale si ottengono con impianti di autoproduzione collegati in rete per scambiare le eccedenze. Nei paesi lasciati in stato di indigenza dalla rapina delle risorse che LA CASA DI FRANCESCO PETRARCA AD ARQUA Fin dalle prime uscite della Lente ho sempre raccontato la Storia e l Arte di Padova (continuerò a farlo), ma voglio cominciare a parlare anche delle Ville Venete, di cui il territorio, non solo padovano, è ricchissimo. Il Prototipo per eccellenza delle Ville Venete è la Casa del Poeta Francesco Petrarca ad Arquà. Dapprima cito le tappe fondamentali della lunga e intensa Vita del Poeta e poi spiegherò la sua Casa nei Colli Euganei. Francesco Petrarca nasce ad Arezzo il 20 luglio 1304, primogenito del notaio fiorentino ser Petracco e di Eletta Canigiani, mentre nel 1307 nasce il fratello Gherardo. Nel 1312 con la madre e il fratello si trasferisce a Carpentras, presso Avignone, dove il padre lavora al servizio del Papa Clemente V: il giovane Francesco studia diritto a Montpellier, ma dopo la morte della madre (1318 o 1319) si trasferisce a Bologna col fratello per continuare gli studi, rientrando però in Francia alla morte del padre (1326) e dedicandosi agli studi classico-umanistici. Il 6 aprile 1327 avviene l incontro che segnerà la sua vita, quello con Laure De Noves, durante le celebrazioni del Venerdì Santo nella Chiesa di Santa Chiara ad Avignone. Intrapresa la carriera ecclesiastica, prendendo gli ordini minori, entra al servizio del Cardinale Giovanni Colonna (1330), recandosi in Germania e nelle Fiandre (1333). Nel 1337 è per la prima volta a Roma, poi si reca a Vaucluse (Valchiusa) in Provenza, dove acquista una casa e inizia a comporre il De Viris Illustribus, l Africa, i Trionfi e il Canzoniere. Già in questa fase della sua vita, il Petrarca mostra la sua ambiguità perché da un lato aspira ad una vita ascetica e spirituale (si veda l ascesa a piedi col fratello alla cima del Mont Ventoux nel 133-6), dall altra cede alle tentazioni terrene con la nascita di due figli naturali, Giovanni (1337) e Francesca (1343). In questo periodo viaggia moltissimo: soggiorna a Napoli (1341, 1343), a Roma (1341 venendo incoronato Poeta, ), a Parma (1341, , 1348 quando viene a sapere della morte di Lau-

17 2-SPORT A SCATTI RIPETUTI: TENNIS, VOLLEY, CAL- CIO,DANZA, BOXE, FITNESS Quindi sport ad attività aerobica di breve durata, misti di potenza e resistenza che portano a Indurimento della muscolatura Crampi dovuti ad attività prolungata Catabolismo delle strutture muscolari Formazione di acido lattico COME, COSA ASSUMERE Tutti i giorni al mattino Prima dell allenamento Durante l allenamento Dopo l allenamento Antiossidanti e betacarotene Enertonic CGT ribosio Ramiplus Non dimentichiamo però la corretta alimentazione distribuita in maniera altrettanto corretta nella giornata, che la si può cosi sintetizzare: Distribuire l alimentazione in 5 pasti, ogni 3 ore circa Colazione di zuccheri abbondante: latte o the, fette biscottate con marmellata e biscotti Alle 10 frutta e yogurt A pranzo (13.30) pasta o riso e molte verdure A cena proteine (carne pesce uova formaggi) con verdure cotte o crude Importante, frutta al mattino o pomeriggio, non ai pasti Acqua abbondante tutti i giorni. In ogni caso chiedere sempre al medico o al farmacista quale integrazione è migliore per il tipo di sport che si pratica. Buon allenamento!!! Curtarello Laura sono state necessarie alla crescita economica dei paesi industrializzati, un reale e duraturo miglioramento della qualità della vita non potrà esserci riproducendo il modello dei paesi industrializzati, ma solo con una crescita dei consumi che non comporti una progressiva sostituzione dei beni autoprodotti con merci prodotte industrialmente e acquistate. Una più equa redistribuzione delle risorse a livello mondiale non si potrà avere se la crescita del benessere di questi popoli avverrà sotto la forma crescita del prodotto interno lordo, nemmeno se fosse temperata dai correttivi ecologici dello «sviluppo sostenibile». Che del resto è un lusso perseguibile solo da chi ha già avuto più del necessario da uno sviluppo senza aggettivi. Per aderire al movimento è sufficiente: - autoprodurre lo yogurt o qualsiasi altro bene primario: la passata di pomodoro, la marmellata, il pane, il succo di frutta, le torte, l energia termica e l energia elettrica, oggetti e utensili, le manutenzioni ordinarie; - fornire i servizi alla persona che in genere vengono delegati a pagamento: assistenza dei figli nei primi anni d età, degli anziani e dei disabili, dei malati e dei morenti. L autoproduzione sistematica di un bene o lo svolgimento di un servizio costituisce il primo grado del primo livello di adesione. I livelli successivi del primo grado sono commisurati al numero dei beni autoprodotti e dei servizi alla persona erogati. L autoproduzione energetica vale il doppio. Il secondo grado di adesione è costituito dall autoproduzione di tutta la filiera di un bene: dal latte allo yogurt; dal grano al pane, dalla frutta alla marmellata, dai pomodori alla passata, dalla gestione del bosco al riscaldamento. Anche nel secondo grado i livelli sono commisurati al numero dei beni autoprodotti e la filiera energetica vale il doppio. La sede del Movimento per la Decrescita Felice viene stabilita presso (preferibilmente un azienda agricola, o un laboratorio artigianale, o un servizio autogestito, o una cooperativa di autoproduzione, una bottega del commercio equo e solidale, ecc.). Selmin Giovanni

18 INTEGRATORI ALIMENTARI NELLO SPORT Le corrette abitudini alimentari apportano in genere tutti i nutrienti necessari per praticare adeguatamente qualsiasi attività fisica, e per coprire interamente il fabbisogno nutrizionale ed energetico dell atleta o dello sportivo. Nel 90% dei casi, se la persona segue una adeguata alimentazione per il tipo e la frequenza di attività che realizza, non ha bisogno di utilizzare integratori, ma sempre più spesso ritmi di vita frenetici portano a trascurare il momento dell'alimentazione riducendone i tempi e la qualità, con la conclusione che ci si affida ad integratori per migliorare le performance e i recuperi dopo lo sport sia esso sia agonistico o amatoriale. I supplementi o integratori nutrizionali per gli sportivi sono tantissimi, alcuni sono solo composti da minerali, altri solo da vitamine o aminoacidi (proteine): bibite energetiche, estratti vegetali, ecc. Se questi prodotti vengono utilizzati sotto controllo del nutrizionista, del farmacista o del medico sportivo, solitamente non si riscontrano problemi, ma in genere chi fa sport o attività fisica in maniera indipendente, assume spesso alla cieca gli integratori senza conoscere quali sono quelli utili e quali quelli dannosi, e in dosi non controllate, che quindi possono causare più danni che benefici alla salute. I prodotti energetici sono utili per dare più forza ed energia in un breve periodo di tempo. Aiutano inoltre a migliorare il metabolismo dei meccanismi che partecipano alla produzione di ATP, che è l energia delle cellule. L uso di questi prodotti è totalmente legale, anche se certi regolamenti sportivi ne vietano l utilizzo perché aiutano lo sportivo che ne fa uso, a discapito degli altri, minando il concetto stesso di competizione. I soggetti più a rischio sono gli adolescenti e i patiti del mondo del fitness, poiché hanno un interesse maggiore ad ottenere un corpo muscoloso e con il minimo sforzo, un po come delle pozioni magiche che danno effetti immediati. Nel caso degli sportivi professionisti si valuta caso per caso, per sapere se davvero l atleta ha bisogno di un supplemento energetico, ma sempre sotto il controllo del medico sportivo o del nutrizionista specializzato in sport. In realtà, chi fa sport solo come hobby o per mantenersi in forma, se mantiene un adeguata alimentazione, non necessita di grandi cose; assumendo alcuni tipi di integratori, come Sali minerali e zuccheri semplici, migliora il recupero, e, nel caso di una non corretta alimentazione, va a sopperire a ciò che manca. Un ruolo molto importante nell'attività sportiva lo hanno invece gli antiossidanti, che sono sostanze capaci di intercettare e contrastare i radicali liberi che si formano durante i processi metabolici. Diverse ricerche scientifiche hanno indicato i radicali liberi derivati dell'ossigeno tra i responsabili dell'invecchiamento precoce dell'organismo umano e con lo sport tutto questo è amplificato per la maggiore frequenza dei processi metabolici. Quindi lo sportivo dovrà proteggersi ancora di più con antiossidanti, rispetto alla persona sedentaria, specialmente dopo i anni. A seconda del tipo di sport, si possono assumere integratori di sali minerali o energetici e antiossidanti: 1-SPORT DI ENDURANCE: CICLISMO, CORSA,NUOTO Quindi sport ad attività aerobica di media o lunga durata che portano a: Esaurimento delle scorte energetiche Catabolismo delle strutture muscolari Formazione di acido lattico Disidratazione COME, COSA ASSUMERE Tutti i giorni al mattino Prima dell allenamento Durante l allenamento Dopo l allenamento Vitamina C + Bio-flavonoidi Aminoacidi ramificati Sali millesimati ipotonici Strato plus (migliora il recupero)

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

www.welcomepadova.it www.welcomepadova.it

www.welcomepadova.it www.welcomepadova.it Welcome Padova Dov è Padova? Nel cuore del Veneto! a 30 minuti d auto da Venezia a 30 minuti d auto da Vicenza a 50 minuti d auto da Verona a 50 minuti d auto da Treviso Venezia Venezia, a 30 minuti da

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare.

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare. Secondo noi le cose significative della zona archeologica di Villa Clelia sono molte: innanzitutto la cappella di San Cassiano, di cui oggi restano solo le fondamenta in sassi arrotondati, di forma quadrata.

Dettagli

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE Dalle lunghe meditazioni solitarie di fratel Carlo de Foucauld, ora beatificato dalla Chiesa, era nata l idea della Fraternità. Gesù si era fatto chiamare

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco)

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco) INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA (Nepi Veneto Grugliasco) ASSISI, 3 5 aprile 2009 Dal 3 al 5 aprile 09 ci siamo ritrovati ad Assisi come Laici Missionari della Consolata di Nepi,

Dettagli

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte:

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte: Sant Allucio 2015 «Beato l uomo che trova grande gioia nei tuoi comandamenti» perché i comandamenti del Signore sono gioia, perché il comando del Signore è amare e la gioia più grande di ogni cuore è proprio

Dettagli

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ Carissimi, A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO SETTEMBRE - OTTOBRE 2015 tutte le nostre feste comunitarie in questo tempo ci invitano a innalzare lo sguardo alla Madonna: al Santuario per

Dettagli

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi.

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi. 1.Introduzione Venezia nasce nel 452 e poco dopo la fondazione della città i commercianti veneziani cominciano a portare dall Oriente prodotti che gli Europei non conoscono: le spezie, il cotone, i profumi

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici Gli Amici La voce de "Gli Amici" domenica 11 agosto 2002 La domenica con Gesù Tempo ordinario Domenica 11 agosto 2002 Gesù si ritira a pregare L'artista della settimana Carmela Parente La scuola della

Dettagli

LA LETTERATURA ITALIANA FACILITATA: UNA PROPOSTA DI LETTURA Annalisa Sgobba

LA LETTERATURA ITALIANA FACILITATA: UNA PROPOSTA DI LETTURA Annalisa Sgobba CAPITOLO PRIMO RE E STELLA DEL CIELO Re e stella del cielo Il mio nome è uno dei miei primi successi. Ho subito imparato (è stato lui, mi sembra, il primo che mi ha detto questo), che Arturo è una stella:

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

NATALE ALLE TERME 2014

NATALE ALLE TERME 2014 CITTÀ DI ABANO TERME NATALE ALLE TERME 2014 VILLAGGIO DI BABBO NATALE LABORATORI dalle ore 15.00 alle ore 16.30 ATELIER DI MAMMA NATALE 7 8 14 20 21 27-28 dicembre 2014 3-4 gennaio 2015 LABORATORIO DEI

Dettagli

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti Presentazione Diventare genitori è sicuramente un immenso dono di Dio, da accogliere con partecipazione e buona volontà. Purtroppo nessuno insegna ad una coppia di neo-genitori come educare i propri figli;

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo.

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. Preghiere a Maria - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. - Santa Maria intercedi per noi, tu sai grazie! Cuore immacolato di Maria rifugio delle anime. - Cara Mamma aiutami

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo adolescenti

Livello CILS A2 Modulo adolescenti Livello CILS A2 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Omelia del lettura cardinale Angelo Sodano al Santuario della Madonna del Rosario.

Omelia del lettura cardinale Angelo Sodano al Santuario della Madonna del Rosario. IL Rosario Cose da fare: Pregare il Rosario, 5 decadi del Rosario stasera con la vostra famiglia. Continuare questa pratica attraverso ottobre, il mese che è specialmente dedicato al Rosario. Leggere le

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Il Convegno Regionale dei Gruppi del

Il Convegno Regionale dei Gruppi del E D I T O D A L L A C O N F R A T E R N I T A D E L S A N T I S S I M O S A C R A M E N T O DI S A N T A M A R I A IN T R A S T E V E R E I miei Gruppi di Preghiera di Roma e del Lazio A N N O V I I I

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Cari genitori e cari ragazzi, auguri da tutti i catechisti per un Santo Natale.

Cari genitori e cari ragazzi, auguri da tutti i catechisti per un Santo Natale. I PRESEPI DEL MONDO Non temete, ecco vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore, che è il Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

Grande concorso fotografico di Granello:

Grande concorso fotografico di Granello: Parrocchia di S. Verdiana - Il giornale dei ragazzi del catechismo - n. 99 Marzo 2013 e-mail: granellodisenape.santaverdiana@gmail.com Granello di Senape anche su Facebook! Cari bambini e ragazzi, un tempo

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Andrea Carlo Ferrari.

Andrea Carlo Ferrari. Per questo ammirabile esercizio di carità tutti vedevano in Lui il santo e lo dichiaravano apertamente.. Il Servo di Dio praticava le opere di misericordia sia spirituali che corporali.. Andrea Carlo Ferrari.

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

Persone coinvolte: tutti i bambini e le insegnanti Tempi: febbraio-marzo Spazi: cappella, sezioni e laboratorio

Persone coinvolte: tutti i bambini e le insegnanti Tempi: febbraio-marzo Spazi: cappella, sezioni e laboratorio Motivazioni Dopo aver scoperto come Gesù cresceva, aiutava la sua mamma e Giuseppe imparando il mestiere del falegname, ora vogliamo conoscerlo quando, da grande, lasciò la sua casa per andare tra la gente

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Mese per la vita. Il Mistero della Vita: nella fatica, la gioia 01/02 01/03/2014

Mese per la vita. Il Mistero della Vita: nella fatica, la gioia 01/02 01/03/2014 Mese per la vita 01/02 01/03/2014 Il Mistero della Vita: nella fatica, la gioia Il Mistero della Vita: nella fatica, la gioia Il titolo scelto quest anno per il Mese per la Vita 2014 riassume in sé l esperienza

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Davanti allo specchio di un anniversario

Davanti allo specchio di un anniversario Davanti allo specchio di un anniversario 1. La religiosità popolare è una porzione della cultura di un territorio e di una società, un elemento costitutivo della comune identità. Lo è perché riguarda tutti,

Dettagli

«È stupendo vivere nell amore»

«È stupendo vivere nell amore» «È stupendo vivere nell amore» «È stupendo vivere nell amore» La storia di don Luigi Monza Testo di Francesca Pedretti Illustrazioni di Claudia Chinaglia Immaginate un piccolo paese, poco lontano da qui...

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

LA COMUNITÀ DELLE ORIGINI

LA COMUNITÀ DELLE ORIGINI UNITA PASTORALE BEATA TERESA di CALCUTTA Parrocchie di: PIEVE MODOLENA-RONCOCESI-S. PIO X-CAVAZZOLI Anno Pastorale 2013-14 Progetto Pastorale per Educarci alla vita Fraterna e di Comunione. L Unità Pastorale:

Dettagli

Preghiera per la beatificazione della Venerabile Serva di Dio. ISABELLA de ROSIS Fondatrice delle Suore Riparatrici del S. Cuore

Preghiera per la beatificazione della Venerabile Serva di Dio. ISABELLA de ROSIS Fondatrice delle Suore Riparatrici del S. Cuore Cenni Biografici Madre Isabella de Rosis appartiene a quella schiera di anime elette, che, nel secolo scorso, mentre si diffondevano tante teorie contrarie alla fede, diedero vita a non pochi Istituti

Dettagli

apparire sufficienti per la formazione di cristiani adulti. Oggi non è più così. Non a caso il Concilio ha proposto la Lectio Divina per tutti.

apparire sufficienti per la formazione di cristiani adulti. Oggi non è più così. Non a caso il Concilio ha proposto la Lectio Divina per tutti. PRESENTAZIONE Dalla relazione svolta dal card. Carlo M. Martini a Camaldoli, luglio 2002, al convegno Cristianesimo e democrazia nel futuro dell Europa. La Bibbia divenga il libro del futuro dell Europa

Dettagli

NON DI SOLO PANE. Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA. Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE

NON DI SOLO PANE. Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA. Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE NON DI SOLO PANE Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE Questo secondo anno pastorale vuole continuare il cammino iniziato in quello precedente e portato avanti

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

Tre minuti per Dio SHALOM

Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Editrice Shalom - 22.05.2005 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile concessione Fondazione di Religione Santi

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ 2011-2012 Μάθημα: Iταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

PREGHIERE DELLO SPORTIVO

PREGHIERE DELLO SPORTIVO PREGHIERE DELLO SPORTIVO Presentiamo qui una selezione di alcune preghiere nate in e per il mondo sportivo. Esse testimoniano della profonda vita interiore di chi vive quotidianamente la sfida di superare

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA 1) L alunno riconosce che Dio si è rivelato attraverso Gesù, stabilendo con l

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore Lettera ai Sacerdoti, ai Membri dei Consigli pastorali parrocchiali, ai Membri dei Consigli per gli Affari economici, ai Membri del Consiglio pastorale decanale del Decanato di Monza Carissimi, è ancora

Dettagli

Centro Storico di Caltanissetta

Centro Storico di Caltanissetta Centro Storico di Caltanissetta L antica città sicana, Caltanissetta, ha il suo centro in Piazza Garibaldi, prima dell Unità d Italia Piazza Ferdinandea in onore al Re Ferdinando II di Borbone È qui che

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ ::

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ :: GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio Gruppo Animatori Salesiani www.gascornedo.it info@gascornedo.it Data: ven 17 gennaio 2014 Tema MGS: Verso la Conquista Titolo: La Mia Anima Rimane

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli