L USO DEL DAE IN AMBIENTE EXTRAOSPEDALIERO. Dipartimento Interaziendale Emergenza Sanitaria Territoriale 118

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L USO DEL DAE IN AMBIENTE EXTRAOSPEDALIERO. Dipartimento Interaziendale Emergenza Sanitaria Territoriale 118"

Transcript

1 L USO DEL DAE IN AMBIENTE EXTRAOSPEDALIERO Dipartimento Interaziendale Emergenza Sanitaria Territoriale 118

2 USO NON GIURIDICAMENTE INDIFFERENTE D.P.R. 27 marzo 1992 atto di indirizzo e coordinamento alle regioni per la determinazione dei livelli di assistenza sanitaria di emergenza

3 USO NON GIURIDICAMENTE INDIFFERENTE Art. 10 [omissis] il personale infermieristico professionale, nello svolgimento del servizio di emergenza, può essere autorizzato a praticare iniezioni per via endovenosa e fleboclisi, nonché a svolgere le altre attività e manovre atte a salvaguardare le funzioni vitali [omissis]

4 USO NON GIURIDICAMENTE INDIFFERENTE Legge 3 aprile 2001 n.120 utilizzo dei defibrillatori semiautomatici in ambiente extraospedaliero

5 USO NON GIURIDICAMENTE INDIFFERENTE Articolo 1 è consentito l'uso del defibrillatore semiautomatico in sede extraospedaliera anche al personale sanitario non medico, nonché al personale non sanitario che abbia ricevuto una formazione specifica nelle attività di rianimazione cardiopolmonare

6 USO NON GIURIDICAMENTE INDIFFERENTE: responsabilità penale e legittimazione all uso si limita a rendere lecito (ovvero non penalmente sanzionabile come esercizio abusivo di professione) l esercizio di un atto tipico delle professioni sanitarie da parte di soggetti non appartenenti alle categorie dei medici o degli infermieri, i cosiddetti laici, a condizione che abbiano ricevuta una formazione specifica

7 Linee Guida per il rilascio dell autorizzazione all utilizzo extraospedaliero dei DAE Conferenza Stato Regioni 27 febbraio 2003 Idonea formazione all utilizzo Presenza costante del sistema di risposta all emergenza sanitaria

8 Linee Guida per il rilascio dell autorizzazione all utilizzo extraospedaliero dei DAE Conferenza Stato Regioni 27 febbraio 2003 Controllo totale della persistenza dei requisiti soggettivi autorizzazione nominativa, durata annuale e ricertificazione

9 NORMATIVA VERSUS DIFFUSIONE Legge 191 del 23 dicembre 2009 Legge Finanziaria 2010 Articolo 2 comma 46 autorizzazione di spesa per gli anni 2010, 2011 e 2012 per favorire la diffusione capillare sul territorio di DAE

10 PRIMA DI TUTTO PREVENZIONE collocare un DAE in un determinato luogo vuol dire che in quello scenario è prevedibile il verificarsi di un arresto cardiocircolatorio

11 nello scenario in cui viene collocato un DAE chiunque è in condizione di usarlo diventa garante della vita e dell integrità fisica delle altrui persone CHI PUO USARE IL DAE

12 NELLA REALTA PIEMONTESE Articolo 54 c.p. stato di necessità i defibrillatori semiautomatici posizionati ad uso pubblico possono essere utilizzati da chiunque come strumenti salvavita in caso di necessità

13 SOCCORSO - SUPPORTO - RILANCIO

14 CENTRALI OPERATIVE 118 PIEMONTE TORINO CUNEO ALESSANDRIA NOVARA

15 CENTRALE OPERATIVA 118 Ricezione della chiamata Valutazione criticità Invio mezzi di soccorso Gestione dell ospedalizzazione

16 CENTRALE OPERATIVA 118 ISTRUZIONI PRE ARRIVO cosa fare e cosa non fare RCP uso di DAE manovre disostruzione istruzioni in caso di parto supporto psicologico

17 RICEZIONE DELLA CHIAMATA Individuazione TARGET

18 MANOVRE SALVAVITA

19 MANOVRE SALVAVITA

20 INVIO DEI MEZZI DI SOCCORSO

21 PER UNA MAPPA DAE è cruciale per l efficacia del soccorso fornire al 118 (e successivamente al NUE 112) informazioni sulla disponibilità dei DAE occorre avere informazioni Aggiornate: in base ai test dell apparato e i controlli Aperte: cioè gestibili da sistemi informativi 118 Abilitanti: funzionamento, stato batterie, scadenza placche

22 MANUTENZIONE DAE i DAE devono essere sottoposti a periodiche verifiche si possono stipulare convenzioni con ASL/Privati per la manutenzione Se tenuti all aperto valutare l uso di teche con controllo della temperatura e eventuale allarme

23 PRESENTE E FUTURO un progetto di mappatura completa dei DAE con loro localizzazione all interno della CO 118 Una applicazione online destinata a professionisti e volontari del soccorso per i DAE di servizio Una applicazione online destinata ai cittadini per i DAE in luogo pubblico o in luoghi aperti al pubblico

24 DIFFUSIONE DEI DAE 270 sui mezzi di soccorso 510 al termine del Progetto Regione - Ministero 400 censiti da donazioni di ENTI no profit Circa 100 da progetti pre decreto

25 DIFFUSIONE SUL TERRITORIO Nel 2013 nei mesi di aprile e maggio, progetto di collaborazione finanziato da Rotary per la diffusione negli Istituti Superiori di didattica BLSD seguita da certificazione all utilizzo dei DAE in dotazione agli stessi Istituti, per un totale di 11 scuole di Torino e provincia per complessivi 211 partecipanti

26 DIFFUSIONE SUL TERRITORIO nel 2015 (da febbraio a maggio) formati circa 1000 studenti (977 per la maggior parte maggiorenni) e operatori scolastici in 47 edizioni svolte in seguito al progetto di collaborazione con il Provveditorato agli Studi

27 DIFFUSIONE SUL TERRITORIO collaborazione con l Università degli Studi di Torino, Facoltà di Medicina e Chirurgia polo San Luigi Gonzaga Orbassano Corsi DAE certificati, effettuati nel I biennio

28 GRAZIE

Norme relative all uso dei defibrillatori in campo sportivo

Norme relative all uso dei defibrillatori in campo sportivo Norme relative all uso dei defibrillatori in campo sportivo Dipartimento Emergenza Sanitaria 118 L arresto cardiaco improvviso è un evento drammatico inatteso ma soprattutto RAPIDO!!! In Italia circa 60.000

Dettagli

PROGRAMMA REGIONALE PER LA DIFFUSIONE E L UTILIZZO DI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI (DAE)

PROGRAMMA REGIONALE PER LA DIFFUSIONE E L UTILIZZO DI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI (DAE) Al PROGRAMMA REGIONALE PER LA DIFFUSIONE E L UTILIZZO DI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI (DAE) UDINE 23 aprile 2012 dott.ssa Vandamaria Forcella Area servizi sanitari territoriali e ospedalieri RIFERIMENTI

Dettagli

MINISTERO DELLA SANITÀ decreto 21 settembre 2000 Uso di defibrillatori semiautomatici a bordo degli aerei e corsi di formazione per capo cabina

MINISTERO DELLA SANITÀ decreto 21 settembre 2000 Uso di defibrillatori semiautomatici a bordo degli aerei e corsi di formazione per capo cabina MINISTERO DELLA SANITÀ decreto 21 settembre 2000 Uso di defibrillatori semiautomatici a bordo degli aerei e corsi di formazione per capo cabina Art. 1. 1. I capi cabina, in possesso di certificato "Basic

Dettagli

Emergency Global Consulting S.r.l.

Emergency Global Consulting S.r.l. ISTITUZIONE DEL SERVIZIO 118 DPR 27 MARZO 1992 Articolo 1 Il livello assistenziale di emergenza sanitaria 1. Ai sensi del comma 1 dell Articolo 4 della legge 30 dicembre 1991, n. 412, il livello assistenziale

Dettagli

Retraining Basic Life Support Defibrillation (BLSD) CORSO 2016 Direttore del Corso: Dott.ssa MENCARELLI MARINA

Retraining Basic Life Support Defibrillation (BLSD) CORSO 2016 Direttore del Corso: Dott.ssa MENCARELLI MARINA Dipartimento: DIRMT Direttore: Dr.ssa Maria Antonietta Lupi Retraining Basic Life Support Defibrillation (BLSD) CORSO 2016 Direttore del Corso: Dott.ssa MENCARELLI MARINA PRESENTAZIONE: La rianimazione

Dettagli

Giornata di sensibilizzazione alla RCP Normative di riferimento Nazionale e Regionale

Giornata di sensibilizzazione alla RCP Normative di riferimento Nazionale e Regionale Giornata di sensibilizzazione alla RCP Normative di riferimento Nazionale e Regionale Dott. Salvatore Lopresti - Dipartimento Tutela della Salute - Regione Calabria LEGGE 3 aprile 2001, n. 120 Utilizzo

Dettagli

D.Lgs 81/2008 e s.m.i. D.L. n. 158/2012 (G.U. del 13/09/2012)

D.Lgs 81/2008 e s.m.i. D.L. n. 158/2012 (G.U. del 13/09/2012) D.Lgs 81/2008 e s.m.i. D.L. n. 158/2012 (G.U. del 13/09/2012) CORSO DI FORMAZIONE PER IL SUPPORTO VITALE DI BASE E L ABILITAZIONE ALL UTILIZZO DI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI con Cenni di primo soccorso

Dettagli

CROCE VERDE Incontro di Presentazione 4 Dicembre 2015

CROCE VERDE Incontro di Presentazione 4 Dicembre 2015 CROCE VERDE Incontro di Presentazione 4 Dicembre 2015 CORSI ESTERNI Responsabile: Dott.ssa Francesca Bertamini Coordinatore: Inf. Federico Bortoluzzi LA CULTURA DEL SOCCORSO La Scuola di Formazione della

Dettagli

DECRETO N. 25 del

DECRETO N. 25 del L Assessore DECRETO N. 25 del 19.05.2016 Oggetto: Costituzione della Commissione Regionale per l abilitazione dei Centri/Enti di formazione all erogazione di corsi in tema di Basic Life Support early Defibrillation

Dettagli

76 Suppl. ord. n. 2 alla GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA (p. I) n. 56 del (n. 41)

76 Suppl. ord. n. 2 alla GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA (p. I) n. 56 del (n. 41) 76 Suppl. ord. n. 2 alla GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA (p. I) n. 56 del 23-12-2016 (n. 41) DECRETO 29 novembre 2016. Istituzione dell Elenco degli enti accreditati all erogazione di corsi

Dettagli

CORSO FORMATIVO TEORICO PRATICO PER SOCCORRITORI- 27/93, 17/96) ASL LECCE SEUS 118 LECCE

CORSO FORMATIVO TEORICO PRATICO PER SOCCORRITORI- 27/93, 17/96) ASL LECCE SEUS 118 LECCE CORSO FORMATIVO TEORICO PRATICO PER SOCCORRITORI- (Legge regionale n 27/93, aggiornata dalla Legge Regionale 17/96) ASL LECCE SEUS 118 LECCE Il Corso ha l obiettivo di fornire una formazione di base specifica

Dettagli

BLS BLSD Esecutore Sanitari

BLS BLSD Esecutore Sanitari Pagina 1/6 BLS BLSD Esecutore Sanitari I MODULO - 4 ore 08:45 Presentazione del corso (pre-test) 09:00 Lezione teorica: Fondamenti del BLS e della Defibrillazione Semiautomatica Precoce Fasi del BLS Efficacia

Dettagli

A maggio Salva un cuore

A maggio Salva un cuore 1 A maggio Salva un cuore SALVA UN CUORE 2017 6 Maggio 2017 Il prossimo 9 maggio ricorrerà il 32 anniversario dalla fondazione di Comocuore Onlus. Il 9 maggio del 1985 un gruppo di amici costituì l Associazione

Dettagli

Rovigo, 8 Maggio 2008

Rovigo, 8 Maggio 2008 ASPETTI LEGALI, MEDICO LEGALI, ETICI E PSICOLOGICI DELLA MEDICINA DEI TRAPIANTI Rovigo, 8 Maggio 2008 Gli aspetti legali della professione infermieristica nella donazione e trapianto di organi e tessuti

Dettagli

CARDIO PROTEZIONE FORMAZIONE INFORMAZIONE DEFIBRILLATORE SERVIZI. Progetto Aeffe Rianimiamo

CARDIO PROTEZIONE FORMAZIONE INFORMAZIONE DEFIBRILLATORE SERVIZI. Progetto Aeffe Rianimiamo Progetto Aeffe Rianimiamo CARDIO PROTEZIONE FORMAZIONE INFORMAZIONE SERVIZI DEFIBRILLATORE Centro di Formazione autorizzato Delibera n. 122 del 21.03. 2016 1. INFORMAZIONE Il progetto prevede la realizzazione

Dettagli

DELLA REGIONE SICILIANA

DELLA REGIONE SICILIANA Supplemento ordinario n. 2 alla Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana (p. I) n. 3 del 20 gennaio 2012 (n. 4) GAZZETTA REPUBBLICA ITALIANA DELLA REGIONE SICILIANA Anno 66 - Numero 3 UFFICIALE PARTE

Dettagli

IN EMERGENZA SANITARIA RIVOLTO ALLA

IN EMERGENZA SANITARIA RIVOLTO ALLA PRESENTAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE IN EMERGENZA SANITARIA RIVOLTO ALLA SOCIETA CIVILE DOTT. ELIO D ANGELO ARSEK S.R.L I Perché formarsi CULTURA PERSONALE ED IMPEGNO CIVILE non c'è nessun obbligo di

Dettagli

BOZZA PROTOCOLLO D INTESA TRA

BOZZA PROTOCOLLO D INTESA TRA BOZZA PROTOCOLLO D INTESA TRA ORDINE INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI TORINO (di seguito denominato Ordine degli Ingegneri) Piemonte Cuore Onlus Progetto Vita Piemonte (di seguito denominata Onlus) Per la

Dettagli

Basic Life Support Defibrillation (BLSD) CORSO 2016 Direttore del Corso: Dott.ssa Marina Mencarelli

Basic Life Support Defibrillation (BLSD) CORSO 2016 Direttore del Corso: Dott.ssa Marina Mencarelli Dipartimento: DIRMT Direttore: Dr.ssa Maria Antonietta Lupi Basic Life Support Defibrillation (BLSD) CORSO 2016 Direttore del Corso: Dott.ssa Marina Mencarelli PRESENTAZIONE: La rianimazione cardiopolmonare

Dettagli

PROGETTO A SCUOLA DI CUORE

PROGETTO A SCUOLA DI CUORE PROGETTO A SCUOLA DI CUORE Con la presente vogliamo proporre un progetto rivolto ai ragazzi della scuola primaria e secondaria, allo scopo di avvicinarli alle manovre di primo soccorso in caso di arresto

Dettagli

(omissis) IL DIRIGENTE (omissis) determina

(omissis) IL DIRIGENTE (omissis) determina REGIONE PIEMONTE BU20S1 18/05/2017 Codice A1410A D.D. 12 maggio 2017, n. 312 Indizione Bando per la partecipazione alla procedura di accreditamento dei centri di formazione abilitati allo svolgimento dei

Dettagli

Con D.D 244 del 5 maggio 2016 si è provveduto ad indire il primo bando anno 2016;

Con D.D 244 del 5 maggio 2016 si è provveduto ad indire il primo bando anno 2016; REGIONE PIEMONTE BU46 17/11/2016 Codice A1410A D.D. 10 novembre 2016, n. 711 Indizione secondo bando anno 2016 per la partecipazione alla procedura di accreditamento dei centri di formazione abilitati

Dettagli

Centro di Formazione ANPAS ER Percorsi Formativi

Centro di Formazione ANPAS ER Percorsi Formativi Centro di Formazione ANPAS ER Percorsi Formativi Marzo 2012 Delibera Num.44 del 26/01/2009 Requisiti specifici per l accreditamento. Il percorso formativo DEVE essere acquisito esclusivamente da ASL della

Dettagli

d iniziativa dei senatori TOMASSINI, CURSI, DI GIACOMO, GRAMAZIO, RIZZOTTI, GHIGO, RIZZI e SACCOMANNO

d iniziativa dei senatori TOMASSINI, CURSI, DI GIACOMO, GRAMAZIO, RIZZOTTI, GHIGO, RIZZI e SACCOMANNO Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 718 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori TOMASSINI, CURSI, DI GIACOMO, GRAMAZIO, RIZZOTTI, GHIGO, RIZZI e SACCOMANNO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 MAGGIO

Dettagli

Giunta Regionale della Campania Direzione Generale per la Tutela della Salute ed il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale

Giunta Regionale della Campania Direzione Generale per la Tutela della Salute ed il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale 1 (Allegato A) Linee guida relative al programma di formazione e per il personale sanitario non medico ed autista soccorritore e per il personale sanitario laico, non inserito nel circuito del 118, nonché

Dettagli

CORSO ECM: B.L.S.D. (Basic Life Support Defibrillation) Mar 19 Mag Gio 02 Lug 2015

CORSO ECM: B.L.S.D. (Basic Life Support Defibrillation) Mar 19 Mag Gio 02 Lug 2015 CORSO ECM: B.L.S.D. (Basic Life Support Defibrillation) Mar 19 Mag 2015 - Gio 02 Lug 2015 Luogo: AOU San Luigi Gonzaga Orari: 08:45 alle 17:45 Persona di contatto: CPSE P. MONTORRO Indirizzo e-mail: centroform@sanluigi.piemonte.it

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO NONA LEGISLATURA PROGETTO DI LEGGE N. 353 PROPOSTA DI LEGGE d'iniziativa dei Consiglieri Finco e Bassi UTILIZZO DI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI NEGLI IMPIANTI SPORTIVI

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome LOBINA LINO Indirizzo Telefono ufficio 0706092267 Fax E-mail Nazionalità Italiana Data di nascita ESPERIENZA

Dettagli

Le competenza dell infermiere nell emergenza sanitaria extraospedaliera:

Le competenza dell infermiere nell emergenza sanitaria extraospedaliera: Le competenza dell infermiere nell emergenza sanitaria extraospedaliera: una fotografia della situazione in Italia Guglielmo Imbrìaco Marco Mostardini Matteo Erbacci Giovanni Gamberini Michele La Notte

Dettagli

COMUNE DI PISA. PROPONENTE Patrimonio - Sport - Prevenzione - Datore di lavoro

COMUNE DI PISA. PROPONENTE Patrimonio - Sport - Prevenzione - Datore di lavoro COMUNE DI PISA TIPO ATTO PROVVEDIMENTO SENZA IMPEGNO con FD N. atto DD-14A / 1403 del 21/12/2016 Codice identificativo 1338942 PROPONENTE Patrimonio - Sport - Prevenzione - Datore di lavoro OGGETTO CORSI

Dettagli

U.O. di Medicina d Emergenza Urgenza Centrale Operativa 118

U.O. di Medicina d Emergenza Urgenza Centrale Operativa 118 Pag. 1/5 PROTOCOLLO PER L ATTIVAZIONE DEL SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA IN MARE (in collaborazione con la Centrale Operativa della Capitaneria di Porto di Ravenna) 1. Lista di distribuzione... 1 2. Emissione...

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 19 febbraio

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 19 febbraio 9378 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 34 dell 11 03 2014 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 19 febbraio 2014, n. 185 Attuazione decreto 18 marzo 2011 del Ministero della Salute e delle finanze

Dettagli

Corso Heartsaver CPR AED

Corso Heartsaver CPR AED Corso Heartsaver CPR AED BLS Rianimazione Cardiopolmonare e Defibrillazione per soccorritori non professionisti L ISMETT è un International Training Center (ITC) dell American Heart Association (AHA),

Dettagli

d iniziativa dei senatori LANNUTTI, MASCITELLI e CARLINO

d iniziativa dei senatori LANNUTTI, MASCITELLI e CARLINO Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2549 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori LANNUTTI, MASCITELLI e CARLINO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 3 FEBBRAIO 2011 Nuove norme in materia di utilizzo

Dettagli

FORMAZIONE PERSONALE VOLONTARIO e DELLE COOPERATIVE SOCIALI ONLUS OPERANTI SUI MEZZI DI SOCCORSO CONVENZIONATI CON L ASL N 5 DI ORISTANO

FORMAZIONE PERSONALE VOLONTARIO e DELLE COOPERATIVE SOCIALI ONLUS OPERANTI SUI MEZZI DI SOCCORSO CONVENZIONATI CON L ASL N 5 DI ORISTANO DATI GENERALI DEL PROGETTO FORMAZIONE PERSONALE VOLONTARIO e DELLE COOPERATIVE SOCIALI ONLUS OPERANTI SUI MEZZI DI SOCCORSO CONVENZIONATI CON L ASL N 5 DI ORISTANO Responsabile del Progetto:Deidda Rita,Mele

Dettagli

Organizzazione Sistema Emergenze

Organizzazione Sistema Emergenze Organizzazione Sistema Emergenze Giovanni Sesana Direttore Sala Operativa Metropolitana 118 Milano - A.O. Niguarda Ca Granda Azienda Regionale Emergenza Urgenza Organizzazione Sistema Emergenze L A R I

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E IL PRESENTE CURRICULUM VIENE REDATTO DALLA SIG.RA CAMPATELLI SILVIA,NATA CECINA IL 28/04/1987, AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R.

Dettagli

Istituita con LR 32 dic Attivata con DGR

Istituita con LR 32 dic Attivata con DGR L INFERMIERE SUL TERRITORIO F. Mosca Coordinatore Infermieristico i AAT A.A.T. 118 Lecco Azienda Regionale Emergenza Urgenza LOMBARDIA Istituita con LR 32 dic. 2007 Attivata con DGR 6994 02-04 04-2008

Dettagli

Nucleo Cinofilo Salvataggio in Acqua Associazione di Volontariato ONLUS ambito Protezione Civile

Nucleo Cinofilo Salvataggio in Acqua Associazione di Volontariato ONLUS ambito Protezione Civile PRIMO SOCCORSO BLS-D 2009... VALUTA LA SCENA VALUTA L INFORTUNATO verifica la sicurezza dell'ambiente, eventualmente neutralizza le situazioni di pericolo ancora attive. In caso di pericolo per se stessi

Dettagli

Regolamento. per la Gestione e l Utilizzo dei Dispositivi Denominati Defibrillatori Semi Automatici PREMESSO CHE

Regolamento. per la Gestione e l Utilizzo dei Dispositivi Denominati Defibrillatori Semi Automatici PREMESSO CHE Regolamento per la Gestione e l Utilizzo dei Dispositivi Denominati Defibrillatori Semi Automatici PREMESSO CHE - Con deliberazione n. 130 del 25/08/2014, la Giunta Comunale approvava il Contratto di Comodato

Dettagli

118 ed istruzioni pre arrivo: stato dell arte in Italia ed esperienza della Centrale Operativa di Perugia. Adami Sabrina

118 ed istruzioni pre arrivo: stato dell arte in Italia ed esperienza della Centrale Operativa di Perugia. Adami Sabrina 118 ed istruzioni pre arrivo: stato dell arte in Italia ed esperienza della Centrale Operativa di Perugia Adami Sabrina ALLARME PRECOCE RCP PRECOCE DEFIBRILLAZIONE PRECOCE ALS PRECOCE AVANZATO) (SOCCORSO

Dettagli

(omissis) IL DIRIGENTE (omissis) determina

(omissis) IL DIRIGENTE (omissis) determina REGIONE PIEMONTE BU39S1 29/09/2016 Codice A1410A D.D. 19 settembre 2016, n. 560 Approvazione nuovo bando per l'adesione all' "Unita' chirurgica" regionale di supporto alle missioni del Posto Medico Avanzato

Dettagli

Fabrizio Pregliasco. Presidente Associazione Nazionale Pubbliche @Anpasinforma

Fabrizio Pregliasco. Presidente Associazione Nazionale Pubbliche  @Anpasinforma La popolazione ed il soccoritore laico in emergenza Fabrizio Pregliasco Presidente Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze www.anpas.org @Anpasinforma @AnpasNazionale @anpas L evoluzione del soccorso

Dettagli

PROTOCOLLI E LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL PAZIENTE IN PRONTO SOCCORSO. Obiettivi formativi ECM e acquisizioni di competenze

PROTOCOLLI E LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL PAZIENTE IN PRONTO SOCCORSO. Obiettivi formativi ECM e acquisizioni di competenze Direzione Sanitaria Ufficio Formazione (Provider Regionale n. ) Dirigente: Dott. Paolo Moscara Programma del Corso ECM: R309. Galatina - P.O. Ore Corso ai fini ECM 8.00 8 Cred. ECM,6 Giorno da ore a 4//07

Dettagli

Allegato A) Le competenze teorico pratiche minime comuni che devono essere garantite per tutte le tipologie di corsi sono:

Allegato A) Le competenze teorico pratiche minime comuni che devono essere garantite per tutte le tipologie di corsi sono: Allegato A) D.M. 18 marzo 2011 lettera b) punto 2 Allegato A) s.m.i. Accordo Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano REGOLAMENTAZIONE DELLA

Dettagli

Infermieri e lavoro nella globalizzazione L infermiere e la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo: ruoli e competenze

Infermieri e lavoro nella globalizzazione L infermiere e la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo: ruoli e competenze ANIARTI - 35 Congresso Nazionale We Care Il Lavoro di Assistere 9-10-11 novembre 2016 - Rimini Infermieri e lavoro nella globalizzazione L infermiere e la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo: ruoli

Dettagli

BLS-D. Primo soccorso e uso del defibrillatore. Corso pratico N. 11 CREDITI ECM E.C.M. per LAICI E OPERATORI SANITARI

BLS-D. Primo soccorso e uso del defibrillatore. Corso pratico N. 11 CREDITI ECM E.C.M. per LAICI E OPERATORI SANITARI laformazione che serve Corso pratico BLS-D Primo soccorso e uso del defibrillatore 13 DICEMBRE 2014 CEFPAS, Caltanissetta per LAICI E OPERATORI SANITARI N. 11 CREDITI ECM E.C.M Obiettivi del corso Il corso

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE. d'iniziativa del senatore

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE. d'iniziativa del senatore SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE d'iniziativa del senatore Integrazioni alla legge 3 aprile 2001, n.120 riguardanti la disciplina della formazione e dell'addestramento, nonché l'utilizzo

Dettagli

PFA BLSD MODU 109. Indice. ELABORATO DA: Centro Formazione e Aggiornamento sede di Pietra Ligure

PFA BLSD MODU 109. Indice. ELABORATO DA: Centro Formazione e Aggiornamento sede di Pietra Ligure Pagina 1 di 6 Indice 1 SCOPO E CAMPO D APPLICAZIONE... 2 2 RESPONSABILITÀ... 2 3 DOCUMENTI E RIFERIMENTI NORMATIVI... 2 4 DEFINIZIONI E ACRONIMI... 2 5 MODALITÀ OPERATIVE... 2 6 ARCHIVIAZIONE... 6 PROPOSTO

Dettagli

Infermieri e lavoro nella globalizzazione L infermiere e la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo: ruoli e competenze

Infermieri e lavoro nella globalizzazione L infermiere e la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo: ruoli e competenze ANIARTI - 35 Congresso Nazionale We Care Il Lavoro di Assistere 9-10-11 novembre 2016 - Rimini Infermieri e lavoro nella globalizzazione L infermiere e la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo: ruoli

Dettagli

lo svolgimento di un seminario di didattica nell ambito del Corso Pediatric Simulation Experience

lo svolgimento di un seminario di didattica nell ambito del Corso Pediatric Simulation Experience Via Lanino, 1-28100 NOVARA Tel: +39 0321 660 519 - Fax: +39 0321 660 519 SIMNOVA simnova@unipmn.it Prot. N. 1267 del 26/01/2016 Tit. VIII Cl. 2 Spett.le Dott.ssa Paola Corradini Oggetto: Seminario di didattica

Dettagli

COD. PRATICA: 2014-001-1020. Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 1720 DEL 22/12/2014

COD. PRATICA: 2014-001-1020. Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 1720 DEL 22/12/2014 MODULO DG1 Regione Umbria Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 1720 DEL 22/12/2014 OGGETTO: Attuazione del punto 3 dell'allegato B del decreto interministeriale 18 marzo 2011 "Determinazioni

Dettagli

Servizi per la Protezione Civile. Preventivo Comune / Unione di

Servizi per la Protezione Civile. Preventivo Comune / Unione di Servizi per la Protezione Civile Preventivo Comune / Unione di 1 1. Descrizione della proposta Assistenza tecnica alla redazione e all aggiornamento del Piano di Emergenza Comunale secondo il Manuale operativo

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA Unità Locale di Dalmine

CROCE ROSSA ITALIANA Unità Locale di Dalmine PROGRAMMA DEL CORSO D ABILITAZIONE PER OPERATORI O.S.E.S. (Operatore Servizio Emergenza Sanitaria) Con il superamento del corso verrà conseguita anche la Certificazione di Soccorritore Esecutore e BLSD

Dettagli

CATALOGO EVENTI FORMATIVI

CATALOGO EVENTI FORMATIVI AZIENDA OSPEDALIERA Istituti Ospitalieri di Cremona SERVIZIO FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO CATALOGO EVENTI FORMATIVI ANNO 2014 EVENTI FORMATIVI INDICE 1. EVENTI per OBIETTIVI di PROCESSO 1.1 convegni 1.2

Dettagli

Collaboratore Professionale Sanitario Esperto Infermiere con funzioni di coordinamento

Collaboratore Professionale Sanitario Esperto Infermiere con funzioni di coordinamento FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE aggiornato ad aprile 2010 INFORMAZIONI PERSONALI Nome FAGIANI ANNA Indirizzo ALESSANDRIA, via Mazzini 30 Telefono 3495305547 Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

E-MAIL segreteriacroceoro@tiscali.it LE ISCRIZIONI SI RICEVERANNO SINO AL GIORNO 24 NOVEMBRE 2015.

E-MAIL segreteriacroceoro@tiscali.it LE ISCRIZIONI SI RICEVERANNO SINO AL GIORNO 24 NOVEMBRE 2015. AI SENSI DEL DGR IX/4717 DEL 23-1-2013 LA PUBBLICA ASSISTENZA CROCE ORO GAGGIANO ONLUS, CON IL PATROCINIO DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DANZA SPORTIVA LOMBARDIA & MIDAS E LIETA DI INFORMARE CHE IN DATA 12

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU17 26/04/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 28 marzo 2012, n. 24-3625 Controllo sugli atti delle AA.SS.RR.- l.r. 31/92 s.m.i. - DGR 18-23906 del 2.2.1998. Sessione istruttoria

Dettagli

Educazione Continua in Medicina

Educazione Continua in Medicina Educazione Continua in Medicina Scheda Evento Denominazione Provider AZIENDA ULSS N. 2 MARCA TREVIGIANA Titolo ACLS (ADVANCED CARDIOVASCULAR LIFE SUPPORT) ID Evento 31-34118 Tipologia Evento RES Data Inizio

Dettagli

ASL LECCE UFFICIO FORMAZIONE SEUS 118

ASL LECCE UFFICIO FORMAZIONE SEUS 118 ASL LECCE UFFICIO FORMAZIONE SEUS 118 CORSO FORMATIVO TEORICO PRATICO PER SOCCORRITORI ADDETTI AI MEZZI DI TRASPORTO E SOCCORSO DI FERITI E INFERMI DEL SERVIZIO DI EMERGENZA URGENZA SANITARIA 4 EDIZIONE

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ALLEGATO 6 SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Confederazione Nazionale delle Misericordie d Italia 2) Codice di accreditamento:

Dettagli

Esame di stato: l esperienza delle Università e dei Collegi IPASVI del Piemonte e Valle d Aosta

Esame di stato: l esperienza delle Università e dei Collegi IPASVI del Piemonte e Valle d Aosta Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica Milano - 14 giugno 2016 Esame di stato: l esperienza delle Università e dei Collegi IPASVI del Piemonte e Valle d Aosta Luigi Cirio e Arianna

Dettagli

RICHIESTA PER ACCREDITAMENTO SOCI OPERATIVI

RICHIESTA PER ACCREDITAMENTO SOCI OPERATIVI Associazione Nazionale CIVES - Onlus (Ai sensi della Legge 266/91 e del D. Lgs. 460/97, Iscritta nell elenco Nazionale del Dipartimento della Protezione Civile prot. n. DPC/VRE/0035312 del 13/06/2007)

Dettagli

lo Statuto Speciale della Sardegna e le relative norme di attuazione;

lo Statuto Speciale della Sardegna e le relative norme di attuazione; Direzione Generale della Sanità DETERMINAZIONE N. 863 Oggetto: Criteri per l accesso del personale sanitario al corso di formazione per il conseguimento della idoneità allo svolgimento del servizio di

Dettagli

La struttura formativa: L attività:

La struttura formativa: L attività: L arresto cardiaco colpisce circa 60.000 persone ogni anno in Italia. 1000 persone muoiono ogni giorno in Europa per questa causa. Questa condizione può essere reversibile nel caso di tempestive e adeguate

Dettagli

La P.A. Lombardia Soccorso (3) Introduzione e Fondamenti del Primo Soccorso. La P.A. Lombardia Soccorso (1) Macchina 1. Macchina 2

La P.A. Lombardia Soccorso (3) Introduzione e Fondamenti del Primo Soccorso. La P.A. Lombardia Soccorso (1) Macchina 1. Macchina 2 P.A. Lombardia Soccorso Corso di Formazione Base per Volontari-Soccorritori La P.A. Lombardia Soccorso (3) Introduzione e Fondamenti del Primo Soccorso Attualmente è dotata di: due ambulanze per il soccorso

Dettagli

convengono quanto segue:

convengono quanto segue: CONVENZIONE PER L ANTICIPAZIONE DI UN SEMESTRE DI TIROCINIO PER L ACCESSO ALLA PROFESSIONE FORENSE PER GLI STUDENTI DEI CORSI DI LAUREA IN GIURISPRUDENZA (CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN GIURISPRUDENZA

Dettagli

4 CONGRESSO NAZIONALE SOCIETA ITALIANA SISTEMA 118

4 CONGRESSO NAZIONALE SOCIETA ITALIANA SISTEMA 118 4 CONGRESSO NAZIONALE SOCIETA ITALIANA SISTEMA 118 RUOLO DELL AUTISTA SOCCORRITORE NELL EMERGENZA SANITARIA Teodosio GALOTTA (CO.E.S. LAZIO) BARI 14 DICEMBRE 2006 L AUTISTA SOCCORRITORE E LA NORMATIVA

Dettagli

IL DIPARTIMENTO INFERMIERISTICO ED IL 118

IL DIPARTIMENTO INFERMIERISTICO ED IL 118 Dipartimentodi diemergenza EmergenzaAccettazione AccettazioneIIIILivello Livello Dipartimento ENTRALEO ERATIVA118 U.O.C.CCENTRALE OPPERATIVA 118 U.O.C. SERVIZIODI DIEMERGENZA EMERGENZATERRITORIALE TERRITORIALE

Dettagli

Atto di indirizzo e coordinamento alle Regioni per la determinazione dei livelli di assistenza sanitaria di emergenza

Atto di indirizzo e coordinamento alle Regioni per la determinazione dei livelli di assistenza sanitaria di emergenza DPR 27 marzo 1992 Atto di indirizzo e coordinamento alle Regioni per la determinazione dei livelli di assistenza sanitaria di emergenza pubblicato sulla G.U. n. 76 del 31/3/92 - Serie Generale IL PRESIDENTE

Dettagli

Curriculum vitae di. Carità Patrizia

Curriculum vitae di. Carità Patrizia Curriculum vitae di Carità Patrizia D A T I P E R S O N A L I Nome e cognome Carità Patrizia Data e luogo di nascita 29 novembre 1953, Torino Residenza Pinerolo (TO) 10064, Str. Al Colletto 48 Tel 0121

Dettagli

MODULO 85 INDICAZIONI PER I PROGETTI DI DEFIBRILLAZIONE PRECOCE

MODULO 85 INDICAZIONI PER I PROGETTI DI DEFIBRILLAZIONE PRECOCE MODULO 85 INDICAZIONI PER I PROGETTI DI DEFIBRILLAZIONE PRECOCE Procedura per l attivazione di un progetto PAD per la Defibrillazione Precoce, comprensivo dei nominativi dei soggetti da formare, tramite

Dettagli

30 MAGGIO 2014 Sede del corso: Aeroporto Villa San Martino AERO CLUB FRANCESCO BARACCA Via Ripe di Bagnara, Lugo di Ravenna

30 MAGGIO 2014 Sede del corso: Aeroporto Villa San Martino AERO CLUB FRANCESCO BARACCA Via Ripe di Bagnara, Lugo di Ravenna 30 MAGGIO 2014 Sede del corso: Aeroporto Villa San Martino AERO CLUB FRANCESCO BARACCA Via Ripe di Bagnara, 4 48022 Lugo di Ravenna Presentazione del Corso Heliaime organizza il Corso sulle Procedure di

Dettagli

Giugno 2010 Febbraio 2013 Ospedale Policlinico Madonna della Consolazione di Reggio Calabria

Giugno 2010 Febbraio 2013 Ospedale Policlinico Madonna della Consolazione di Reggio Calabria FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Residenza/Domicilio Telefono E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale Pasquale Olinto Via C/da Saracinello Ravagnese

Dettagli

Regolamento attuativo DGR 460/16 Premessa La DGR n. 460 del 20 maggio 2016 al punto 4 stabilisce di demandare al Dipartimento Interaziendale Regionale Emergenza 118 IRCCS AOU San Martino IST d intesa con

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU17 26/04/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 28 marzo 2012, n. 57-3656 Controllo sugli atti delle AA.SS.RR.- l.r. 31/92 s.m.i. - DGR 18-23906 del 2.2.1998. Sessione istruttoria

Dettagli

CSI-PIEMONTE Consorzio per il Sistema Informativo AVVISO DI CONSULTAZIONE PRELIMINARE DI MERCATO

CSI-PIEMONTE Consorzio per il Sistema Informativo AVVISO DI CONSULTAZIONE PRELIMINARE DI MERCATO CSI-PIEMONTE Consorzio per il Sistema Informativo AVVISO DI CONSULTAZIONE PRELIMINARE DI MERCATO SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLA FORMAZIONE IN SANITÀ DELLA REGIONE PIEMONTE (N. 04/16) 1. AMMINISTRAZIONE

Dettagli

MODU PFA BLSD - RETRAINING. Indice. ELABORATO DA: Area Formazione e Aggiornamento provider ECM Settore Formazione Strategica

MODU PFA BLSD - RETRAINING. Indice. ELABORATO DA: Area Formazione e Aggiornamento provider ECM Settore Formazione Strategica Pagina 1 di 6 Indice 1 Scopo e campo d applicazione... 2 2 Riferimenti... 2 3 Definizioni e acronimi... 2 4 Responsabilità... 2 5 Modalità operative... 3 6 Archiviazione... 6 7 Allegati... 6 PROPOSTO DA:

Dettagli

2 BANDO REGIONALE C.R.I. LAZIO CORSO ISTRUTTORI FULL-D

2 BANDO REGIONALE C.R.I. LAZIO CORSO ISTRUTTORI FULL-D 2 BANDO REGIONALE C.R.I. LAZIO CORSO ISTRUTTORI FULL-D (O.P. 138/13 del 07.05.2013) PREMESSA Con O.P. 138/133 del 07 maggio 2013, il Comitato Centrale ha approvato il nuovo Regolamento Formatori e Istruttori

Dettagli

Retraining Basic Life Support e Defibrillation

Retraining Basic Life Support e Defibrillation Descrizione generale Il corso di Retraining Basic Life Support Defibrillation secondo le linee guida IRC/ERC (Italian Resuscitation Council/European Resuscitation Council) viene rivolto a tutto il personale

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 101 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 101 del Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 101 del 28-8-2017 48351 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 8 agosto 2017, n. 1351 Revoca Dgr. n. 185/2014. Nuova regolamentazione della formazione ed autorizzazione

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE TITOLO DEL CORSO

PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE TITOLO DEL CORSO Dipartimento di Emergenza Urgenza PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE TITOLO DEL CORSO ESERCITAZIONI DI ALS TACHICARDIE E CARDIOVERSIONE (ADVANCED LIFE SUPPORT RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE AVANZATA) Corso di

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 31 DEL REGIONE SARDEGNA Interventi per la tutela e l' educazione sanitaria delle attività sportive.

LEGGE REGIONALE N. 31 DEL REGIONE SARDEGNA Interventi per la tutela e l' educazione sanitaria delle attività sportive. LEGGE REGIONALE N. 31 DEL 30-08-1991 REGIONE SARDEGNA Interventi per la tutela e l' educazione sanitaria delle attività sportive. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SARDEGNA N. 35 del 7 settembre

Dettagli

#SCUOLESICURE, un progetto sostenibile ed efficace per l'insegnamento della RCP nelle scuole italiane.

#SCUOLESICURE, un progetto sostenibile ed efficace per l'insegnamento della RCP nelle scuole italiane. E. Baldi 1,2,3, E. Contri 1,2,4, S. Cornara 1,2,3, F. Epis 1,2,4, D. Fina 1,2, C. Dossena 1,2,3, F. Fichtner 1,2, M. Tonani 1,2,5, A. Somaschini 1,2,3 1 Pavia nel Cuore, IRC-Comunità training center, Pavia;

Dettagli

di MEDICINA di EMERGENZA-URGENZA e CATASTROFI

di MEDICINA di EMERGENZA-URGENZA e CATASTROFI FEDERAZIONE ITALIANA di MEDICINA di EMERGENZA-URGENZA e CATASTROFI SIMEU, SIMEUP, CoMES, SMI, SNAMI-ES, SPES, CIMO, ANAAO AUDIZIONE XII Commissione Igiene e Sanità del Senato 19 febbraio 2015 ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Giunta Regionale della Campania Direzione Generale per la Tutela della Salute ed il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale

Giunta Regionale della Campania Direzione Generale per la Tutela della Salute ed il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale FORMAZIONE DEGLI OPERATORI Il corso di formazione dovrà essere articolato su di una parte teorica ed una parte pratica, di durata complessiva non inferiore a otto ore La quota oraria dedicata alla parte

Dettagli

CURRICULUM VITAE di Enrica Freggiaro

CURRICULUM VITAE di Enrica Freggiaro CURRICULUM VITAE di Enrica Freggiaro Recapiti: ufficio 0131 865883 e-mail: efreggiaro@aslal.it / enricafreggiaro@libero.it Professione: Infermiere Sede lavorativa: ASL AL Corso di Laurea in Infermieristica

Dettagli

Sommario. Preambolo. Preambolo La Giunta regionale

Sommario. Preambolo. Preambolo La Giunta regionale Regolamento di attuazione della legge regionale 9 ottobre 2015, n. 68 (Disposizioni per la diffusione dei defibrillatori semiautomatici esterni nell'ambito della pratica fisica e sportiva). Sommario Preambolo

Dettagli

Conferenza Permanente Corsi di Laurea Professioni Sanitarie

Conferenza Permanente Corsi di Laurea Professioni Sanitarie Conferenza Permanente Corsi di Laurea Professioni Sanitarie Presidente: Prof. Luigi Frati Alghero, 20-21 aprile 2007 Il ruolo degli Osservatori e la rilevazione dei dati Angelo Mastrillo 1 Osservatorio

Dettagli

REGIONE PIEMONTE - BOLLETTINO UFFICIALE N. 51 DEL 23/12/10

REGIONE PIEMONTE - BOLLETTINO UFFICIALE N. 51 DEL 23/12/10 REGIONE PIEMONTE - BOLLETTINO UFFICIALE N. 51 DEL 23/12/10 Deliberazione della Giunta Regionale 30 novembre 2010, n. 32-1105 Controllo sugli atti delle AA.SS.RR.- l.r. 31/92 s.m.i. - DGR 18-23906 del 2.2.1998.

Dettagli

PROGETTO PAD. Casina comune cardio protetto. Banzola. Brugna Casina Cortogno Giandeto Leguigno Paullo

PROGETTO PAD. Casina comune cardio protetto. Banzola. Brugna Casina Cortogno Giandeto Leguigno Paullo PROGETTO PAD Casina comune cardio protetto Banzola Bocco Brugna Casina Cortogno Giandeto Leguigno Paullo MORTE CARDIACA IMPROVVISA ( ARRESTO CARDIACO ) In Italia 1 persona su 1000 viene colpita da arresto

Dettagli

Prepariamo le Comunità e diamo risposta a emergenze e disastri

Prepariamo le Comunità e diamo risposta a emergenze e disastri Prepariamo le Comunità e diamo risposta a emergenze e disastri Obiettivo III - Prepariamo le comunità e diamo risposta a emergenza e disastri ARGOMENTI DELLA LEZIONE Obiettivi specifici dell Area III Attività

Dettagli

PROGRAMMA CORSI FIGURE DELLA SICUREZZA GESTIONE DELLE EMERGENZE NORME VOLONTARIE NORME OBBLIGATORIE RESPONSABILITÀ DELLA PERSONA E DELL IMPRESA

PROGRAMMA CORSI FIGURE DELLA SICUREZZA GESTIONE DELLE EMERGENZE NORME VOLONTARIE NORME OBBLIGATORIE RESPONSABILITÀ DELLA PERSONA E DELL IMPRESA La formazione che crea valore PROGRAMMA CORSI FIGURE DELLA SICUREZZA GESTIONE DELLE EMERGENZE NORME VOLONTARIE NORME OBBLIGATORIE RESPONSABILITÀ DELLA PERSONA E DELL IMPRESA RISCHI SPECIFICI SEMINARI GRATUITI

Dettagli

Nello specifico,il corso di livello base prevede una formazione con lezioni teorico-pratiche sui seguenti argomenti:

Nello specifico,il corso di livello base prevede una formazione con lezioni teorico-pratiche sui seguenti argomenti: La nostra Associazione organizza 2 volte all'anno dei corsi di BLS (Basic Life Support) di livello base e avanzato, della durata di 32 ore (da verificare) aperti a tutta la cittadinanza e gratuiti. I corsi,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GALLINELLA, GAGNARLI, L ABBATE, NESCI, SIBILIA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GALLINELLA, GAGNARLI, L ABBATE, NESCI, SIBILIA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI N. 4669 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GALLINELLA, GAGNARLI, L ABBATE, NESCI,

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE TITOLO DEL CORSO

PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE TITOLO DEL CORSO Dipartimento di Emergenza Urgenza PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE TITOLO DEL CORSO ESERCITAZIONI DI ALS TACHICARDIE E CARDIOVERSIONE (ADVANCED LIFE SUPPORT RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE AVANZATA) Corso di

Dettagli

AVVISO PUBBLICO per la selezione di esperti IL DIRIGENTE SCOLASTICO

AVVISO PUBBLICO per la selezione di esperti IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n. Bari, 07 Novembre 2017 \ AVVISO PUBBLICO per la selezione di esperti IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTO il Decreto Interministeriale n. 44 del 1 febbraio 2001 Regolamento concernente le Istruzioni

Dettagli

Giunta Regionale della Campania Direzione Generale per la Tutela della Salute ed il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale

Giunta Regionale della Campania Direzione Generale per la Tutela della Salute ed il Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale (Allegato A) Linee guida relative al programma di formazione per il personale sanitario non medico ed autista soccorritore e per il personale sanitario laico, non inserito nel circuito del 118, nonché

Dettagli

Consiglio Regionale del Veneto - UPA - 12/07/ CONSIGLIO REGION ALE DEL VENETO. Sede

Consiglio Regionale del Veneto - UPA - 12/07/ CONSIGLIO REGION ALE DEL VENETO. Sede Consiglio Regionale del Veneto - UPA - 12/07/2013-0013065 CONSIGLIO REGION ALE DEL VENETO ^ Consiglio Regionale del Veneto N del 12/07/2013 Prot : 0013065 Titolarlo 2.6 CRV CRV spc-upa A IP Al Signor Presidente

Dettagli

La ricerca e la clinica: La grande bellezza della riabilitazione

La ricerca e la clinica: La grande bellezza della riabilitazione CONGRESSO ROME REHABILITATION La ricerca e la clinica: La grande bellezza della riabilitazione Roma, 7-8 Giugno 2014 ASPETTI MEDICO-LEGALI NELL USO DEI FARMACI DA PARTE DEGLI OPERATORI DELLA RIABILITAZIONE

Dettagli